Sei sulla pagina 1di 10

Giada Raimondo Laboratorio Dottoressa Silvia Gilardoni

ESERCIZIO 1 SINTASSI VALENZIALE


Pubblico: studenti stranieri iscritti alla Facolt di Comunicazione (Corso intensivo di lingua
italiana intermedio)
Livello: B2
Tempo: 1 lezione di 4 ore
Contesto: aula
Materiali: Enunciati tratti da La fattoria degli animali, di George Orwell
Metodologia: sintassi valenziale
Conoscenze pregresse:
- gli studenti sono in grado di comporre oralmente e per iscritto frasi per la descrizione di
persone, luoghi e situazioni familiari;
- gli studenti sanno comprendere testi di una certa lunghezza su argomenti noti
- gli studenti sanno rispondere anche per iscritto a domande di comprensione di un testo
- gli studenti conoscono le preposizioni semplici ed articolate
Obiettivo generale: utilizzare il modello valenziale per portare la classe ad analizzare al meglio la
lingua italiana e migliorare la produzione scritta
Obiettivi specifici:
- rafforzare le capacit di comprensione di un testo orale e scritto
- migliorare la capacit di comporre testi scritti
- migliorare la capacit di narrazione
- aumentare il patrimonio lessicale e migliorare la comprensione e luso delle preposizioni
Estratto utilizzato:
Italiano standard
Diamesia: scritto-scritto
Diastratia: livello medio-alto
Di afasia: registro sostenuto a volte colloquiale
SVOLGIMENTO FASI DELLA LEZIONE
1) Presentazione verbi zerovalenti/ monovalenti/bivalenti/trivalenti: linsegnante mostra alla
lavagna i verbi nevicare, dormire, amare, offrire, facendo uso dello schema radiale. Lo
strumento didattico, grazie anche alla valenza ludica, chiarisce molto bene il concetto agli
apprendenti.
- Es: nevica
- Es 2: Marco dorme
- Es 3: Marco ama Anna
- Es 4: Marco offre i fiori ad Anna
Chiede quindi agli studenti di proporre altri esempi con verbi di valenza diversa. Si richiede
sempre lutilizzo dello schema radiale. Segue analisi e valutazione in classe.

2) Linsegnante spiega il concetto di NUCLEO, CIRCOSTANTI ed ESPANSIONI. Per farlo


fa uso di un enunciato prodotto da uno degli studenti:
- Luca porta un regalo ad Anita.
Per definire le ESPANSIONI, al termine della realizzazione grafica aggiunge Ogni domenica
nel terzo ovale.
Spiega che in questo caso il verbo portare trivalente (seppur Luca porta un regalo possa in
qualche modo aver senso, ma pi completo con laggiunta dellargomento oggetto indiretto
(dativo). Prima di passare allo step successivo linsegnante introduce brevemente il concetto di
alternanza argomentale di un verbo con due costruzioni del verbo portare:
- Luca porta un regalo ad Anita
- Luca porta le scarpe rosse (indossa). In questo caso il verbo bivalente
-

Arg Ogg Ind

Anita
ad

Arg sogg
Luca

Verbo
porta

NUCLEO

CIRCOSTANTI
Ogni
domenica

ESPANSIONI

Arg Ogg Dir


Un
regalo

3) Linsegnante prende il testo La fattoria degli animali di George Orwell, oggetto di studio
per la classe durante lanno, sceglie una frase e chiede agli studenti in piccoli gruppi di
trasformarla in una frase nucleare secondo la sintassi valenziale.
Diverse notti la settimana. dopo che il Sig. Jones era andato a dormire, essi tenevano riunioni
segrete nel granaio.

Diverse
notti la
settimana

Arg. Ogg. Ind.

nel
Arg. Sogg

Verbo
tenevano

essi

Arg. Ogg Dir.

Riunioni
segrete

NUCLEO

CIRCOSTANTI

ESPANSIONI

Dopo che il
sig Jones
era andato a
dormire

Nel
granaio

Linsegnante gira tra i banchi, supervisiona e aiuta gli studenti. Un gruppo a scelta esce alla lavagna
e mostra il percorso. Segue correzione e discussione in aula.
4) Ultimo step della lezione: i verbi ad alternanza argomentale. Linsegnante riprende
largomento accennato precedentemente nellesercizio 2, con il verbo portare. Stimola
riflessioni nella classe sul verbo dellenunciato appena svolto: il verbo tenere.
Cosa significa tenere?
Questo verbo ha diversi significati e costruzioni?
Facciamo degli esempi
Gli studenti producono alcune frasi su cui si lavora, e che vengono poi rappresentati con gli
schemi adeguati.
a) Luigi tiene una conferenza
b) Luigi tiene una forchetta in mano

Arg. Sogg
Luigi

Verbo
tiene

NUCLEO

Arg. Ogg Dir.


Una
conferenza

Arg Ogg Ind


mano
in
Arg. Sogg

Verbo
tiene
NUCLEO
NUCLEO

CIRCOSTANTI
CIRCOSTANTI

Arg. Ogg Dir.


Una
forchetta

ESERCIZIO 2 FACILITAZIONE TESTI DISCIPLINARI


A) Testo letterario, incipit del romanzo La citt del sole di Tommaso Campanella.
Pubblico: studenti stranieri Livello C2 Laboratorio di scrittura Facolt di Lettere
TESTO ORIGINALE
Interlocutori
Ospitalario
Genovese nocchiero del Colombo
OSPITALARIO: Dimmi, di grazia, tutto quello che tavvenne in questa navigazione
GENOVESE: Gi ti ho detto come girai il mondo tutto e poi come arrivai alla Taprobana, e fui
forzato metter in terra, e poi, fuggendo la furia di terrazzani, mi rinselvai, ed uscii in un gran
piano proprio sotto lequinoziale.
OSPITALARIO: Qui che taccorse?
GENOVESE: Subito incontrai un gran squadrone duomini e donne armate, e molti di loro
intendevano la lingua mia, li quali mi condussero alla citt del sole
OSPITALARIO: D, come fatta questa citt? E come si governa?
GENOVESE: Sorge nellampia campagna un colle, sopra il quale sta la maggior parte della
citt; ma arrivano i suoi giri molto spazio fuor delle radici del monte, il quale tanto, che la citt
fa due miglia di diametro e pi, e viene ad essere sette miglia di circolo; ma, per la levatura, pi
abitazioni ha, che si fosse in piano.
Percorso di facilitazione
- Linsegnante introduce il romanzo e mostra alcune immagini senza il testo per elicitare
conoscenze e stimolare supposizioni sul testo.
a. cosa mostra limmagine?
b. Di cosa parler il romanzo
c. Etc.

Linsegnante fa presente che si tratta di un italiano del 600 e che si lavorer sul testo per
renderlo contemporaneo
- Lettura skimming per capire quanto si riesce a cogliere
- Lettura scanning - si sottolineano le parole non sconosciute e si prova ad evincere un
significato dal contesto.
- Di seguito linsegnante consegna un glossario con i significati corretti. Nel glossario sono
riportati anche i verbi semplificati nei tempi verbali.
Esempio Glossario:
a. Ospitalario: Cavaliere dellOrdine degli Ospitalieri
b. Genovese: uomo di Genova, ammiraglio al servizio del navigatore Cristoforo Colombo,
ospite del Cavaliere
c. Terrazzani: indigeni
d. Etc.
-

Esercizio di transcodificazione: da lettura a disegni. Largomento si presta per una


rappresentazione
Esercizio di vero e falso
Esercizio di Cloze
Linsegnante divide la classe in due gruppi: ciascun gruppo ha met dei paragrafi del breve
testo. I gruppi devono ora provare a riscriverlo con parole semplici, cercando di non mutarne
il senso.
Linsegnante supervisiona i gruppi fornendo supporto. Si confrontano in seguito le
riscritture commentandone il senso.
Il testo creato dalla classe viene scritto alla lavagna, linsegnante procede passo dopo passo
a cambiarlo ove necessario suggerendo vocaboli o sintassi pi adatta, fino ad arrivare ad una
versione come segue:

TESTO SEMPLIFICATO
Interlocutori
Un Cavaliere dellOrdine degli Ospitalieri
Un ammiraglio di Genova ospite del Cavaliere
OSPITALARIO: per cortesia, raccontami cosa ti successo durante questa navigazione
GENOVESE: Ti ho gi detto come ho girato il mondo e come sono arrivato allisola di
Taprobana. Qui sono dovuto scendere e scappare verso linterno per nascondermi dagli indigeni.
Uscito da questa foresta mi sono trovato in una pianura, proprio sotto lequatore.
OSPITALARIO: E qui, cosa ti successo?
GENOVESE: Ho subito incontrato una grande squadra di uomini e donne armate. Molti di loro
capivano la mia lingua, e mi hanno portato alla Citt del Sole.
OSPITALARIO: Raccontami come fatta questa citt? E come governata?
GENOVESE: La maggior parte della citt su un colle, in mezzo ad una grande campagna. Le
mura, per, si allargano molto pi in l della base del monte. Il monte cos grande che il
diametro della citt pi di due miglia, e la circonferenza pi di sette. Ma visto che la citt
costruita in altezza, ci sono pi abitazioni di quante ce ne sarebbero se fosse in pianura.

B) Il Jazz e la sua storia, di Giuseppe Vigna (testo con illustrazioni)


Pubblico: Alunni di 3 media, classe plurilingue, lezione di Educazione musicale (Il Jazz e la sua
epoca)
TESTO
Il Jazz una musica che racconta la ricerca della libert. Nasce in America, agli inizi del secolo,
quando i discendenti degli schiavi deportati dellAfrica devono confrontarsi con il variegato
insieme di culture degli Stati Uniti. Nel jazz si fondono le tante eredit dellAfrica e la cultura
musicale europea: la tradizione colta, le canzoni popolari e persino le fanfare militari. E unarte
americana che, esprimendo la sensibilit dei popoli africani in esilio, sviluppa un linguaggio
unico e originale. Diffusasi in tutto il mondo, la musica jazz non ha ancora esaurito la propria
forza creativa.
LA SCHIAVITU
In America settentrionale la schiavit si afferma pi tardi e pi lentamente che nel resto del
continente. Nel 1916 i primi africani sbarcano sulle coste della Virginia. Allinizio sono
introdotti nelle colonie inglesi come servi a contratto.; solo verso la met del Seicento si impone
una vera e propria prassi schiavistica, che ottiene riconoscimento legislativo alla fine del secolo.
Gli schiavi sono venduti allasta e comprati soprattutto dai proprietari terrieri per la coltivazione
di cotone, zucchero, e caff. Trattati come merce, gli schiavi conoscono umiliazioni e tormenti
nella nuova terra.
Percorso di facilitazione
- Brainstorming iniziale senza testo. Linsegnante fa sentire alcuni brani di Charlie parker,
Billie Holiday, Miles Davis, etc. Stimola conoscenze e sensazioni rispetto alla musica jazz
con una serie di domande: conoscete il jazz? Quali caratteristiche ha? Dove nato? Che
sensazioni vi danno queste canzoni? Etc
- Linsegnante mostra delle immagini per fare entrare gli studenti nel mondo del jazz

Conoscete questi personaggi?


Cosa vi raccontano queste immagini?
Che colori ha il jazz?
Etc.
Con questa attivit di brainstorming si arriva gi ad inquadrare il jazz e le sue origini ai tempi della
schiavit.
-

Linsegnante consegna il testo: lettura skimming

Segue lettura intensiva con testo provvisto di sottolineature per i vocaboli pi difficili.

TESTO
Il Jazz una musica che racconta la ricerca della libert. Nasce in America, agli inizi del secolo,
quando i discendenti degli schiavi deportati dellAfrica devono confrontarsi con il variegato
insieme di culture degli Stati Uniti. Nel jazz si fondono le tante eredit dellAfrica e la cultura
musicale europea: la tradizione colta, le canzoni popolari e persino le fanfare militari. E
unarte americana che, esprimendo la sensibilit dei popoli africani in esilio, sviluppa un
linguaggio unico e originale. Diffusasi in tutto il mondo, la musica jazz non ha ancora esaurito
la propria forza creativa.
LA SCHIAVITU
In America settentrionale la schiavit si afferma pi tardi e pi lentamente che nel resto del
continente. Nel 1916 i primi africani sbarcano sulle coste della Virginia. Allinizio sono
introdotti nelle colonie inglesi come servi a contratto.; solo verso la met del Seicento si
impone una vera e propria prassi schiavistica, che ottiene riconoscimento legislativo alla fine
del secolo. Gli schiavi sono venduti allasta e comprati soprattutto dai proprietari terrieri per la
coltivazione di cotone, zucchero, e caff. Trattati come merce, gli schiavi conoscono umiliazioni
e tormenti nella nuova terra.
-

Esercizio di abbinamento x testare la comprensione: lista vocaboli ostici incrociati ai


significati da abbinare in modo corretto. Segue commento e spiegazione dellinsegnante sui
significati
Esercizio domande a scelta multipla
Esercizio di cloze con i verbi: si fornisce lista dei verbi del testo da inserire in modo corretto
Esercizio. Sottolinea tutti i riflessivi del testo e scrivi il significato
Esercizio: frasi del testo senza preposizioni: scegli la preposizione giusta (si fornisce
alternativa)
Esercizio a coppie: provate a scrivere una sintesi del testo, mantenendo le informazioni che
ritenete fondamentali ed eliminando quelle meno significative.