Sei sulla pagina 1di 8

Giada Raimondo

Master in Didattica dellitaliano L2 (2014)


Laboratorio Caratteri dellitaliano contemporaneo (Prof.ssa Bergonzi)
Lutilizzo della stampa per lapprendimento della lingua italiana
Titolo: Le case museo, dal particolare alluniversale: la cultura italiana raccontata dagli oggetti
nelle case di scrittori e collezionisti
Pubblico: studenti stranieri iscritti alla Facolt di Lingue e Letterature Straniere Moderne in Italia
(Corso intensivo di lingua italiana intermedio/avanzato)
Livello: B2
Tempo: 2 lezioni da 120 minuti
Contesto: aula / casa
Materiali: articolo di giornale, video, internet
Metodologia: approccio integrato (motivazione, globalit, analisi, sintesi, riflessione); lezione
frontale e partecipata, elaborati in aula e individuali
Conoscenze pregresse: conoscenza di strutture sintattiche e grammaticali mediamente complesse,
buon patrimonio lessicale, competenze letterarie
Obiettivo generale: migliorare le competenze linguistiche e culturali
Obiettivo specifico: rafforzare le capacit di elaborazione di un testo e la sintassi di frasi
complesse, aumentare il patrimonio lessicale, migliorare luso dei tempi verbali tipici del racconto
(in particolare passato remoto) e degli indicatori temporali.
Tecniche didattiche: utilizzo di video, brainstorming (soprattutto in fase motivazionale e di
analisi), multiple choice, cloze test, completamento, abbinamento, elaborazione di testi autentici
individuali, accoppiamento parole immagini.
1 LEZIONE
Attivit motivazionale: 30 minuti
Linsegnante, prima di mostrare larticolo, introduce largomento delle case museo: chiede agli
studenti di esprimere il concetto individualmente. Viene segnalato solo il titolo del brano: Io,
ladro di anime nelle case degli scrittori, ulteriore spunto di riflessione in aula. Per circa dieci
minuti si discute insieme il valore semantico del termine:
Cos per voi una casa museo?
Cosa pu contenere?
Quali valori trasmette?
Perch importante visitare una casa museo?
Quali particolarit ha?
Ognuno di noi pu avere una casa museo?
Cosa intender lautore dellarticolo con lespressione ladro di anime?
Etc.
Viene quindi mostrato un breve video di stimolo e rinforzo, che spiega il concetto da un punto di
vista emotivo.
Video da You tube: Che cos una casa museo?
https://www.youtube.com/watch?v=HrneH2diq88
Linsegnante introduce brevemente la figura di Mario Praz, scrittore e letterato, protagonista
dellarticolo. Segue lo spezzone di un video da You tube sulla casa museo di Praz (brevi cenni da
parte di un critico: min: 00:00 00.40 / 03:07 03:40)
https://www.youtube.com/watch?v=Bq5LIH_SHiw

Praz un personaggio affascinante, ci serve da esempio per illustrare quale e quanto valore abbiano
questi piccoli musei casalinghi (contrapposti e complementari a quelli istituzionali) nel veicolare in
modo pi intimo ma altrettanto efficace la cultura, la storia, le abitudini di un popolo e, nel
contempo, del personaggio che li ha abitati e riempiti di oggetti.
Linsegnante, per concludere la prima fase motivazionale, mostra con il proiettore stralci di una
frase dello stesso Praz:
Ho detto altrove che la casa una proiezione dellIo () Lappartamento uno stato danimo
() Avviene una tale fusione tra lindividuo e lambiente che luno non pu fare a meno dellaltro,
e la distruzione () dellambiente dovrebbe portare al crollo dellindividuo. Cos temevano i miei
amici quando si deline inevitabile la vendita di Palazzo Ricci
Globalit e Analisi: 90 minuti
Prima di avvicinarsi al testo, linsegnante segnala alcuni titoli di romanzi, una lista di vocaboli o
concetti importanti al suo interno, e che potrebbero mettere in difficolt gli studenti. Si chiede
semplicemente di porvi attenzione e annotarli per lavorarci in seguito.
-

Metafisico
Erudito
Idiosincrasia
Sadismo
Paradossalmente
Meticolosamente
Postumo
Ninnolo
La carne, la morte e il diavolo nella letteratura romantica, Mario Praz
Il ritratto di Dorian Grey, Oscar Wilde
La filosofia dellarredamento, Mario Praz
La casa della vita, Mario Praz

Linsegnante consegna larticolo Io, ladro di anime nelle case degli scrittori, di Oran Phamuk.
Si procede ad una lettura individuale (circa 10 minuti), e ad una successiva rilettura ad alta voce in
aula, da parte di alcuni studenti (circa 10 minuti).

Per testare ed approfondire la comprensione del testo, si propone un esercizio a scelta multipla (15
minuti)
In quali luoghi si reca lautore durante i suoi primi viaggi in occidente?
Nei grandi musei
Nei negozi di antiquariato
Nei piccoli musei
Nelle gallerie darte
Da cosa rimane colpito lautore visitando piccoli musei come Casa Praz?
Dallarredamento
Dagli odori
Dal senso del tempo
Dal senso dello spazio
Cosa colpisce lautore nelle piccole case museo?
Il legame tra gli arredi e gli spazi
Il legame tra i tessuti e gli oggetti
Il legame tra le storie e gli oggetti
Chi era Mario Praz:
Uno storico dellarte
Uno storico della letteratura
Un antiquario
Uno storico dellarte e della letteratura
Nel suo libro La filosofia dellappartamento Praz vuole educare e raccontare di:
Come personaggi famosi sceglievano la propria abitazione
Come personaggi famosi arredavano i propri studi
Come cambia larchitettura nei secoli
Come cambiano il gusto e la decorazione interna nei secoli
Nella sua autobiografia La casa della vita Praz racconta la sua storia e quella dellItalia:
Attraverso le immagini
Cronologicamente
Attraverso gli oggetti
Attraverso racconti di altri
Correzione dellesercizio a scelta multipla e brevi commenti. A tal seguito linsegnante propone un
momento distensivo lavorando in gruppo. Vengono mostrate alcune immagini relative alla casa
museo di Praz, volte a rafforzare la comprensione del testo e in qualche modo corrispondenti ai
quesiti dellesercizio precedente. Si cerca di identificare insieme luso di ciascuna stanza, gli oggetti
che contiene, il loro utilizzo e le azioni che il proprietario svolgeva al loro interno. (15 minuti)

Larticolo di giornale scelto un racconto, con grande uso del passato remoto. Per ripassare la
forma verbale linsegnante propone un cloze test utilizzando un estratto del testo.
Esercizio: completate il brano utilizzando i vocaboli della lista. Fate attenzione perch ci sono
anche 2 verbi allimperfetto e 3 verbi in pi.
colp, accadde, visitai, ottennero, fu, recai, trasfer, portavano, fu, cominciarono, riuscii, furono,
riuscivano, andai, inquiet
Negli anni novanta, quando i miei libri . ad essere pubblicati in Occidente, i primi luoghi in
cui mi ., nei miei viaggi al di fuori di Instanbul, .. i principali musei come il Louvre, il
British Museum, il Metropolitan e lHermitage. Queste grandi istituzioni . naturalmente a
trasmettere il senso dellenergia creativa e della ricchezza di storia che si dietro.
Ma .. solo nei musei pi piccoli che . a trovare, come in un romanzo, le fragili storie dei
singoli esseri umani. Quando .. per la prima volta alcuni piccoli musei come il museo di Mario
Praz a Roma, ci che mi di pi .. proprio questo strano senso di un altro tempo.
Come ultimo esercizio di analisi si propone un esercizio di abbinamento sul lessico da svolgere in
coppia, con confronto.
Esercizio: partendo dalla lista di vocaboli segnalata ad inizio lezione, mettete in relazione ciascuna
parola col significato corretto.
-

Metafisico
Erudito
Idiosincrasia
Sadismo
Paradossalmente
Meticolosamente
Postumo
Ninnolo

- dopo la morte
- piccolo oggetto / soprammobile
- con molta precisione
- astratto
- persona che sa molte cose
- piacere per la sofferenza altrui
- in modo assurdo
- insofferenza / avversione

Linsegnante riprende il tema della narrazione che ha preso avvio dalle foto del museo Praz ad
inizio lezione. Per potenziare labilit narrativa e le conoscenze sintattiche e lessicali, si chiede di

svolgere un compito a casa: gli studenti devono raccontare un pezzo della loro vita traendo spunto
dagli oggetti o dai mobili della loro abitazione (una stanza o pi). Si chiede di usare i tempi
perfettivi (pass remoto e prossimo), limperfetto, alcuni indicatori temporali a scelta (non appena,
poi, dopo, prima, quando, poich, mentre, etc.)
SECONDA LEZIONE
Attivit di sintesi e riflessione: 60 minuti
Esercizio
Linsegnante propone unattivit di gruppo per fissare i gli argomenti trattati e le conseguenti
competenze. Ad alcuni studenti viene chiesto di leggere ad alta voce il proprio racconto. Seguono
commenti e correzioni, ove necessarie, da parte dellinsegnante. Tutta la classe invitata a
partecipare.
Viene quindi richiesto a ciascuno studente di correggere il testo del compagno. Segue verifica e
analisi di alcuni racconti in classe (sintassi, uso corretto dei verbi, abilit narrativa, altro).
Esercizio
Per consolidare luso del lessico, si chiede agli studenti di riprendere la lista dei vocaboli analizzati
nella lezione precedente e accostarvi dei sinonimi (usando termini diversi da quelli suggeriti prima).
-

Metafisico
Erudito
Idiosincrasia
Sadismo
Paradossalmente
Meticolosamente
Postumo
Ninnolo

- esempio: in modo strano

Esercizio
Come ultima attivit di questa fase si richiede di formare delle frasi corrette partendo da un elenco
di avverbi. Lesercizio volto a consolidare le competenze sintattiche in una frase complessa.
Mentre
Poich
Quando
Dopo che
Siccome
Prima che
Da quando

visitai
visiti
ho visitato
visiter
avevo visitato
avr visitato
visitavo

lEuropa

i miei figli

si inventarono
si inventeranno
si inventavano
si saranno inventati
si sono inventati
si inventavano

una storia

Attivit di rinforzo e verifica: 60 minuti


Per verificare come e quanto gli studenti abbiano recepito i contenuti linguistici e culturali della
lezione, si propongono due esercizi da svolgere divisi in gruppi. Si tratta di attivit che rafforzano
labilit di costruzione di un testo, dal punto di vista cronologico, sintattico, grammaticale. Viene
inoltre ribadita limportanza degli oggetti (tema dellarticolo), dal punto di vista emotivo, storico e
culturale, nel raccontare una storia personale o di un paese.
Esercizio
Riordino delle sequenze di un testo: gli studenti devono riordinare i paragrafi in modo plausibile.

Si suggerisce solo quello iniziale.


Gli oggetti materiali, infatti, sono parte integrante della nostra vita psichica ed emotiva,
contribuiscono a costruire la nostra personalit, partecipano alla formazione del nostro carattere,
con diverse modalit a seconda dei periodi della vita.
Ora quel divano ha trovato la sua sistemazione nel mio salotto e accoglie altre persone e ascolta
voci molto diverse da quelle di un tempo.
1) Ho scritto su di un quadernetto lorigine dei tanti oggetti che sono in casa mia. Cominciando

dal divano. L ho raccontato a mio padre della scuola, degli amici, ho ascoltato con lui la radio, ho
visto alternarsi gli zii seduti che erano in visita
Quanto contano gli oggetti nella nostra vita? Chi non ne custodisce qualcuno gelosamente? Chi
non ha dovuto sgomberare la casa di una persona cara scomparsa? Chi non ha, almeno una volta,
deciso di iniziare una collezione? In quale misura essi rappresentano una materializzazione della
nostra memoria?
A stento la mia memoria ne ricorda alcune, ma solo lui a ricordarle tutte. Un sottile senso di
frustrazione mi pervade. Mentre lui sorride, perch ricorda molto di pi, molto prima di me.
Gli oggetti seguono da vicino i rapporti damore, marcano le storie familiari; quelli delle persone
care scomparse restano nella vita di ciascuno, al pari, o anche pi, della memoria della persona
stessa.
Gli oggetti sono lo specchio di quello che siamo e di quello che siamo stati, delle persone che
popolano la nostra esistenza e di quelle che ci hanno accompagnato nelle fasi della vita. Ciascuno
di noi costruisce mediante gli oggetti larghi tratti di storia personale: testimonianze concrete,
frammenti o cimeli, documenti e reperti, segnati tutti da investimenti simbolici mutevoli nel tempo.
Perch conserviamo? Perch buttiamo? Il possesso degli oggetti garantisce una continuit del
proprio s lungo la vita; laddove si disperdono come accade nelle calamit naturali gli oggetti
diventano i testimoni della rottura dellintegrit della persona, ma in altri casi la loro eliminazione
pu rappresentare anche una tensione liberatoria, che coincide con la volont di dare spazio a
nuove esperienze.
Esercizio
Gli studenti, sempre divisi in gruppi, ricevono alcune immagini di oggetti; viene chiesto loro di
discutere e inventare una brevissima storia di vita come se ne fossero i proprietari.
A seguire ciascun gruppo esporr il proprio racconto originale e ne seguir una discussione.
Alcuni esempi di immagini

Potrebbero piacerti anche