Sei sulla pagina 1di 3
Un ministro straordinario della santa Comunione ha una effet- tiva capacita di incontro, dialogo, servizio con i malati e gli anziani, oltre che una assidua pieta eucari- stica. A Seriate ve ne sono 15 per 80 ammalati. La signora @ una “ministra” e con bella sem- plicita accoglie I'invito di radunare Un gruppetto di amiche impegnate in vari settori del volontariato par- rocchiale per una intervista su que stioni di "nostalgia e serenita’ Sulllampio sagrato della Chiesa Maggiore dedicata a Santo Papa Giovanni XXill in "zona Risveglio" incontro Senza perdere tempo mi indicano subito la particolarita della pietra angolare della Chiesa che invita a immaginare una “dissolvenza” tra nostalgia e serenita: il simulacro - dicono - «proviene dalla casa nata~ le di Papa Giovanni XXlll», mentre agitano le dita nell'aria per dise- gnare, come i bimbi sugli iPad, le ‘acura di Giuseppe Bonfanti scene passate di quei lavori e dell'i- naugurazione. Continuiamo la conversazione al bar del Centro Pastorale. «Forte» rispondono in coro, poi ca: denzati sopraggiungono i «dopo dipende», «a volte @ anche dole rosa», «a seconda del contesto», «perd & un dolore dolce». Per invece «non @ dolce. Il sentire & quindi soggettivo ma concordano che questa emozione sia legata ai momenti belli della vita. «Anche se porta dolore la nostalgia ci ricorda sempre cose belle» sintetizza con untono di saggezzala signora Eh si, «quante cose son passate rma...» canta Vasco Rossi. «Provarlo, dire ...», esclamano e ; «E un senti- mento interiore ma in tante occa- sioni é bello esternarlo, hai voglia di raccontarlo anche ai tuoi figli, ai tuoi nipoti, alle persone care e ami- ci», aggiunge Riccarda. Pian piano il timbro della voce delle astanti assume i tratti della melanconia e le identita della fonte orale si me- scolano: «lo ho nostalgia di quando venivo a Messa con mio marito»; «lo, quando vedo le coppie mi vie- ne la rabbia, si perché ho la nostal- gia di tutto quello che ho vissuto con mia marito; «lo invece ho no- stalgia dei bambini piccoli che non ho avuto, e cosi i nipoti, non li ho goduti ... sempre per questione di lavoro»; «La nostalgia dei bambini Piccoli é di tutti»; «Tutte le espe- rienze che ho vissuto con mio ma- rito ...»; «La nostalgia della scuola Iho avuta: i primi tempi li passavo davanti a una scuola e mi veniva il magone perché mi piaceva inse- gnare ... adesso, sentendo anche esperienza delle colleghe che in- segnano nella scuola, la nostalgia @ sparita»; «La nostalgia dell'infer- TU CHIAMALE SE VUO mira che non faccio pitt mi fa sof- frire anche se prima era un sacrifi- cio enorme avendo anche famiglia ma ora soffro veramente». Anna: «Mia mamma ricorda sem- pre il passato, .. "perd di qui, perd dil, eravate qui tutti, adesso io qui sono sola’ in quel momento dico “facciamo il possibile, non mi sen- to in colpa, ma mi emoziono e la invita. Ma no, lei vuole stare a casa sua. Nostalgia insieme alla solitu- dine! E perci6 ti emozioni perché & una carrellata della tua vita ... ero la prima di sette, eravamo fi tutti, ci siamo tutti, e lei é rimasta fi, ha 95 annie sta bene... ricordi, ricordi, perd nan sono allegri..» ‘Alessandra: «Rimpianto!» ‘Anna: «Malinconial> Evelina: «La mia nostalgia @ per i miei figli quando erano giovanotti avevo la casa piena sempre di ra- gazzi, c‘era Iallegria, la vita. Sono stata fortunata». Riccarda: «La nostalgia @ anche NITA: INTERVISTE ‘sofferenza. lo ricordo che da bam= bina, pér motivi di salute, per due anni ho vissuto con i nonni e ave- vamo una famiglia numerosa. E la ssera avevo una tale nostalgia della mia famiglia che piangevo tutte le sere. Avevo due o tre anni. Alessandra: «Ho dei ricordi che non chiamerei nostalgici. Se tornassi_ indietro non mi verrebbe il deside- rio di rifare quello che ricordo». Evelina: «Quando sono andata in portare allasilo nido». Quando vedete i ragazzi con lo” pensiero che vi fate & nostalgico 0 no? Alessandra: «Mi verrebbe voglia di prenderglieli e buttarli nel Serio». Maria: «La nostra vita sembrava 7 mmigliore. Ci divertivamo con niente, Oggi non c’ pit relazione» U CHIAMAI «Si giocava in compagnia, che bello!» Sui ricordi nostalgici le risposte si accavallano: «in casa abbiamo un acco di oggetti che ci ricordano >; «Mamma mial.. il matrimo- nio, il compleanno»; «Al pensér che quando mire i béta via tit»; «Ho tenuto i nastrini dei ragazzi di quando hanno fatto la prima co- munione e la cresima»; «Le bom- boniere che ci hanno dato a noi catechistin; «Ho ancora i regali di matrimonio, le tovaglie e le len- Zuola di mia mamma; «lo ho i libri della scuola di polizia di mio padre, sono del '49»; «Ho ancora gliinvi- ti del matrimonio del 1962 e una bottiglia di vino del 1964; «Una orchidea |'ho messa nel giornale a seccare»; «lo ho fatto seccare le VUOI, No: LGIA E SERENITA: rose del funerale di mio maritom. Poi una voce fa calare il silenzio sul gruppo e pietrifica gli sguardi «Oggi ho buttato meta delle cra- vatte di mio marito! .