Sei sulla pagina 1di 11

Esercizi di logica del I ordine

A cavallo fra logica proporzionale e logica del I ordine


Esercizio 1.
Scrivere una formula f(A,B,C) che ammetta la seguente tavola di verit
A B

0
0
0
0
1
1
1
1

0
1
0
1
0
1
0
1

0
0
1
1
0
0
1
1

f(A,B,C)
0
1
0
1
0
1
0
0

e contenga solo i connettivi e .


Dire, giustificando la risposta, se AC|-L f(A,B,C) e ridimostrare il risultato ottenuto utilizzando la
risoluzione.
Scrivere una formula g(A,B,C) non equivalente a f(A,B,C) che non sia una tautologia tale che
{f(A,B,C), g(A,B,C)} sia un insieme di formule insoddisfacibile.
Nella formula f(A,B,C) g(A,B,C) sostituire ogni occorrenza di A, di B e di C rispettivamente con
le formule del primo ordine xA11(x), yA12(x,y), A12(x,y) dire se la formula ottenuta una
formula logicamente valida. Portare la formula cos ottenuta in forma normale prenessa e
skolemizzare la sua chiusura universale.
Traccia di soluzione
Dalla tavola di verit si ha f(A,B,C)(ABC)( ABC) ( ABC)(AC)
(ABC)C(A(AB )) C(AB )((AB)C).
Per il teorema di correttezza e completezza AC|-L f(A,B,C) se e solo se AC|= f(A,B,C). Ora
AC assume valore 1 solo se A assume valore 0 e B assume valore 1, mentre il valore di B pu
essere qualunque, pertanto poich per A che vale 0 e C che vale 1, qualsiasi sia il valore di B si ha
che f(A,B,C) vale 1, ogni modello di AC modello di f(A,B,C) e dunque segue che AC|-L
f(A,B,C). Poich la risoluzione corretta e completa per refutazione per provare lo stesso risultato
usando la risoluzione dobbiamo provare che {AC, f(A,B,C)} |-R . Scriviamo AC e
f(A,B,C) in forma a clausole, AC corrisponde alle due clausole
a) {A }
b) {C}
mentre f(A,B,C) (C(AB) ) C(AB), corrisponde alle due clausole
c) {C, A}
d) {C, B}
dalla clausola a) e dalla clausola c) per risoluzione si trova la clausola {C}, da questa e dalla
clausola b) si trova la clausola vuota.
Linsieme di formule {f(A,B,C), g(A,B,C)} un insieme di formule insoddisfacibile se e solo se
f(A,B,C)|=g(A,B,C), ora g(A,B,C) deve quindi essere una formula la cui tavola di verit si ottiene
da quella di f(A,B,C) sostituendo qualche (almeno uno) 0 con 1. Prendendo ad esempio

0
0
0
0
1
1
1
1

0
0
1
1
0
0
1
1

0
1
0
1
0
1
0
1

g(A,B,C)
0
1
0
1
0
1
0
1

si ha g(A,B,C)C.
Sostituendo in f(A,B,C)g(A,B,C) le occorrenze di A,B,C con le formule date si ottiene la fbf
((xA11(x) yA12(x,y))A12(x,y)) A12(x,y) che logicamente valida essendo un esempio
di tautologia (infatti per il teorema di deduzione semantica f(A,B,C)|=g(A,B,C) sse
f(A,B,C)g(A,B,C) una tautologia).
Portiamo la formula in forma normale premessa
((xA11(x) yA12(x,y))A12(x,y)) A12(x,y) (z (A11(z)
yA12(x,y))A12(x,y)) A12(x,y) (z y (A11(z) A12(x,y))A12(x,y))
A12(x,y) z v ( (A11(z) A12(x,v))A12(x,y)) A12(x,y) z v( (A11(z)
A12(x,v))A12(x,y)) A12(x,y) z v(( (A11(z) A12(x,v))A12(x,y)) A12(x,y))
che la forma normale prenessa. La chiusura universale di questa formula
xyz v (( (A11(z) A12(x,v))A12(x,y)) A12(x,y)),
la sua forma di Skolem diventa
xyz (( (A11(z) A12(x,f13(x,y,z)))A12(x,y)) A12(x,y)).
Esercizio 2
Data la formula
(AB)(C(BA))
scrivere una formula f(A,B,C) ad essa equivalente che contenga solo i connettivi , , . Si trovi
poi una formula g(A,B,C), non equivalente ad f(A,B,C), tale che linsieme di formule {g(A,B,C),
f(A,B,C)} sia insoddisfacibile.
Si dica, utilizzando la risoluzione, se A(BC) |- g(A,B,C) f(A,B,C).
L

Nella formula g(A,B,C) f(A,B,C ) si sostituisca ogni occorrenza di A, di B e di C rispettivamente


con le formule del primo ordine xA12 ( x, y ), A11 ( x), yA21 ( y ) e si dica se la formula cos ottenuta
logicamente valida.
Portare infine la formula ottenuta in forma normale prenessa e skolemizzarla.
Traccia di soluzione
Trasformiamo la formula (AB)(C(BA)) in una formula ad essa equivalente che
contenga solo i connettivi , , .
(AB)(C(BA)) (AB)(CBA)(AB)(CBA) (CBA)
(BCBA ) CBA .
A partire da f(A,B,C) dobbiamo trovare una formula g(A,B,C) tale che {g(A,B,C), f(A,B,C)} sia
un insieme insoddisfacibile ( o in altre parole una formula g(A,B,C) di cui f(A,B,C) sia
conseguenza semantica), basta prendere ad esempio A come formula g(A,B,C), infatti ogni volta
che A assume valore 1 anche f(A,B,C) assume valore 1 e quindi f(A,B,C) assume valore 0.

Per il teorema di correttezza e completezza stabilire se A(BC) |- g(A,B,C) f(A,B,C)


L

equivalente a vedere se A(BC) |= g(A,B,C) f(A,B,C) e quindi se {A(BC), (g(A,B,C)


f(A,B,C))} insoddisfacibile , ovvero se dallinsieme {A(BC), (g(A,B,C) f(A,B,C))} si
ricava per risoluzione la clausola vuota. Trasformiamo il nostro insieme di formule in forma a
clausole.
A(BC) ABC, (g(A,B,C) f(A,B,C)) A(CBA) A(CBA)
(AC)(AB), dobbiamo quindi considerare linsieme di clausole ={{A,B,C}, {A,C},
{A,B}}. Le uniche clausole di cui si pu calcolare un risolvente sono la prima e la terza ma questa
risolvente la seconda clausole, quindi Ris = e dunque Ris*=, pertanto da non si ricava la
clausola vuota, perci con la nostra scelta di g(A,B,C) non si ha la deduzione in L di g(A,B,C)
f(A,B,C) da A(BC).
La formula g(A,B,C) f(A,B,C ) nel nostro caso diventa A CBA ed una tautologia, in
quanto come abbiamo gi osservato f(A,B,C) conseguenza semantica di g(A,B,C), facendo le
sostituzioni si ha la formula xA12(x,y)(yA21(y)A11(x) xA12(x,y)) che essendo un
esempio di tautologia logicamente valida.
xA12(x,y)(yA21(y)A11(x) xA12(x,y))z(A12(z,y)(yA21(y)A11(x)
xA12(x,y))) z(A12(z,y) vw(A21(v)A11(x)A12(w,y)))
zvw(A12(z,y)(A21(v)A11(x)A12(w,y))).
Skolemizzata la formula vw(A12(a,y)(A21(v)A11(x)A12(w,y))), la skolemizzazione della
sua chiusura universale diventa xvw(A12(f11(x),y)(A21(v)A11(x)A12(w,y))).
Manipolazione di formule
Esercizio 3
Si consideri la formula

( x) A 12(x,y) ( x) ( y) ( z) (A 12 (x,z) A 12 (z,y))


a) si determinino le occorrenze libere e vincolate delle variabili;
b) si porti la formula in forma normale prenessa .
Traccia di soluzione
a) ( x) A 12(x,y) ( x) ( y) ( z) (A 12 (x,z) A 12 (z,y))
V
VL
V V
V
VV
VV
2
2
2
b) (x)A 1(x,y) (x) (y) (z) (A 1 (x,z) A 1 (z,y))
(x) A 12(x,y) (x) (y) (z) (A 12 (x,z) A 12 (z,y))
(x)(A 12(x,y) (x) (y) (z) (A 12 (x,z) A 12 (z,y)))
(x) (u) (v) (z) (A 12(x,y) (A 12 (u,z) A 12 (z,v))) .

Esercizi sulle interpretazioni


Esercizio 4
Si considerino le formule
A 11 (x) A 11 (y) A 11 (f 12 (x, y))

A 11 (f 12 (x, y)) A 11 (x) A 11 (y)


Nella struttura avente come dominio Z ed in cui la lettera predicativa A 11 sia da interpretare come x
pari e la lettera funzionale f 12 (x,y) sia la somma si dica se le formule sono vere, false,
soddisfacibili.
Si considerino poi le chiusure universale ed esistenziale di tali formule e per ciascuna di esse si
discuta la verit nellinterpretazione considerata.
Si dica se le formule date e le loro chiusure universali sono logicamente valide.
Traccia di soluzione
La formula A 11 (x) A 11 (y) A 11 (f 12 (x, y)) nella struttura data dice che se x ed y sono due numeri
pari allora la loro somma pari ed ovviamente una formula vera, pertanto sono vere entrambe le
sue chiusure.
La formula A 11 (f 12 (x, y)) A 11 (x) A 11 (y) nella struttura data dice che se la somma dei due numeri
x ed y pari allora x ed y sono entrambi pari ed una formula soddisfacibile (basta prendere x=2,
y=4 per soddisfarla) ma non vera (basta prendere x=1,y=3 per non soddisfarla), pertanto la sua
chiusura universale falsa e la sua chiusura esistenziale vera.
La formula A 11 (x) A 11 (y) A 11 (f 12 (x, y)) non logicamente valida infatti basta cambiare
linterpretazione di A 11 considerandola come essere dispari per falsificarla, ed ovviamente la
formula A 11 (f 12 (x, y)) A 11 (x) A 11 (y) non logicamente valida. Di conseguenza non sono
logicamente valide le loro chiusure universali.
Esercizio 5
Data la formula
( x( A12 ( x , f 12 ( y , z )) A22 ( x , y )) ( xA12 ( x , f 12 ( y , z )) xA22 ( x , y )) )
si consideri la struttura avente come dominio R-0 e nella quale f 12 ( y, z ) sia da
interpretare come il prodotto tra y e z, A 12 ( x, v) sia da interpretare come luguaglianza e
A
2
2 ( x, y ) sia da interpretare come x il quadrato di y .
Si dica se in tale struttura la formula vera, falsa o soddisfacibile.
Nella stessa struttura cosa si pu dire della chiusura universale e della chiusura
esistenziale della suddetta formula? Si tratta di una formula logicamente valida? Portare infine la
formula in forma normale di Skolem.
Traccia di soluzione
La formula nella struttura data vera, infatti qualsiasi sia lassegnamento fatto esiste un numero
reale non nullo diverso da yz e da y2, quindi lantecedente della formula sempre falso e la formula
sempre vera (quindi banalmente anche soddisfacibile da ogni assegnamento).
Le chiusure universale ed esistenziale della formula sono quindi a loro volta vere perch la chiusura
universale di una formula vera se e solo se la formula vera e la chiusura esistenziale vera se e
solo se c almeno un assegnamento che soddisfa la formula data.
Cerchiamo ora di stabilire se la formula
( x( A12 ( x , f 12 ( y , z )) A22 ( x , y )) ( xA12 ( x , f 12 ( y , z )) xA22 ( x , y )) )
logicamente valida.
La risposta no infatti basta prendere una interpretazione fatta cos:
D={a,b} ed interpretare in tale domino la funzione f 12come la funzione costante che restituisce b la
relazione A12 come uguaglianza e la relazione A22 come relazione {(a,a), (a,b),(b,a)}. Lantecedente
sempre soddisfacibile: se a y assegno il valore b, infatti essendo f12 (-,-)=b ho che se x b la
formula A12(x, f12 (x,y) ) soddisfatta, mentre se x a soddisfatta A12(x,y) , invece sempre
assegnando ad y il valore b non soddisfatta nessuna delle due formule x A12(x, f12 (x,y) ) e

x A12(x,y), infatti se x a non soddisfatta A12(x, f12 (x,y) ) se x b non soddisfatta A12(x,y),
quindi esiste un assegnamento che soddisfa lantecedente e non il conseguente e dunque non
soddisfa la formula.
La f.n.p. di
( x( A12 ( x , f 12 ( y , z )) A22 ( x , y )) ( xA12 ( x , f 12 ( y , z )) xA22 ( x , y )) )
xuv ( ( A12 ( x, f 12 ( y, z )) A22 ( x, y ) ( A12 (u , f 12 ( y, z )) A22 (v, y ))
se la chiudiamo universalmente abbiamo
yz xuv ( ( A12 ( x, f 12 ( y, z )) A22 ( x, y ) ( A12 (u , f 12 ( y, z )) A22 (v, y ))
per cui la formula di Skolem diventa
yz uv ( ( A12 ( f 22 ( y, z ), f 12 ( y, z )) A22 ( f 22 ( y, z ), y ) ( A12 (u, f 12 ( y, z )) A22 (v, y ))
Esercizio 6
Si consideri la formula del primo ordine
(x)(y)(A12(x,y)A12(f11(x), f11(y))) (y)(x)A12(f11(x),y)
La si porti in forma normale premessa e di Skolem. Si dica se esiste una struttura in cui la formula
soddisfacibile, ma non vera. Si dica se la formula logicamente valida e in caso negativo si dia
una struttura in cui la formula risulta vera ed una in cui risulta falsa.
Traccia di soluzione
(x)(y)(A12(x,y)A12(f11(x), f11(y))) (y)(x)A12(f11(x),y)
(x)(y)((A12(x,y)A12(f11(x), f11(y))) (y)(x) A12(f11(x),y))
(x)(y)(v)(z)((A12(x,y)A12(f11(x), f11(y))) A12(f11(z),v)) forma normale prenessa
La forma di Skolem allora (v)((A12(a,b)A12(f11(a), f11(b))) A12(f11(f21(v)),v)) .
La formula una formula chiusa quindi non pu essere soddisfacibile ma non vera.
Se prendiamo un dominio qualsiasi, una qualsiasi funzione unaria sul dominio per interpretare f11 ,
la relazione vuota per rappresentare il predicato A12, allora la formula data vera in quanto
A12(f11(x),y) falsa e quindi falsa anche la formula (y)(x)A12(f11(x),y) per cui la sua negazione
(cio il conseguente della formula di partenza) vera.
Se prendiamo un dominio qualsiasi, una qualsiasi funzione unaria sul dominio per interpretare f11 ,
la relazione universale per rappresentare il predicato A12, allora la formula data falsa infatti
lantecedente vero, ma A12(f11(x),y) e quindi (y)(x)A12(f11(x),y) vera da cui la negazione
falsa.
Esercizio 7
Si consideri la seguente formula del I ordine
A12(x,y) (z) (A12(x,z) A12(z,y))
si discuta la verit della formula data e delle sue chiusure esistenziale ed universale nella struttura
che ha come dominio N ed in cui A12(x,y) da interpretarsi come la relazione x<y.
Dimostrare che la formula non logicamente valida, n logicamente contraddittoria.
Traccia di soluzione
Nella struttura data la formula si legge
x,y sono numeri naturali e se x minore di y allora esiste un naturale z tale che x minore di z e z
minore di y.
Ovviamente la formula soddisfatta se y non il successore di x perch in tal caso o y minore o
uguale ad x e non soddisfatto lantecedente o se y maggiore di x il successore di x compreso
fra x ed y. La formula non soddisfatta se y il successore di x, perch in tal caso soddisfatto
lantecedente ma non il conseguente.
Dunque la formula nella struttura data soddisfacibile ma non vera, per cui la sua chiusura
esistenziale vera e la sua chiusura universale falsa.

La formula non pu essere logicamente valida in quanto non vera nella struttura data, non
logicamente contraddittoria (insoddisfacibile) in quanto non falsa (insoddisfacibile) nella struttura
data.
Esercizio 8
Si consideri la seguente formula del I ordine
( x) ( A12 (x,y) A12 (x,z)) ( t) ( v) A12 ( x, f 12 ( f 22 (y,t), f 22 (z,v))).
Se ne determinino le variabili libere e vincolate e si dica se il termine f 22 (y,t) libero per x in tale
formula. Si porti la formula in forma normale prenessa.
Si trovi una struttura in cui la formula vera.
Si mostri che si tratta di una formula n logicamente valida, n logicamente contraddittoria
(insoddisfacibile).
Traccia di soluzione
Le variabili libere e vincolate sono:
( x) ( A12 (x,y) A12 (x,z)) ( t) ( v) A12 ( x, f 12 ( f 22 (y,t), f 22 (z,v))).
V
VL
VL
V
V
L
LV
LV
Il termine f 22 (y,t) non libero per x in tale formula perch unoccorrenza libera di x cade nel
campo dazione di un quantificatore che quantifica la variabile t.
La forma normale prenessa
( u) ( t) ( v)( A12 (u,y) A12 (u,z) A12 ( x, f 12 ( f 22 (y,t), f 22 (z,v))))
Una struttura in cui la formula vera la seguente :
dominio qualsiasi, f 12 , f 22 operazioni qualsiasi sul dominio, A12 relazione universale. In tal caso
infatti il conseguente sempre vero. La formula non logicamente contraddittoria perch c una
struttura in cui vera.
Una struttura in cui la formula non vera :
dominio Z, f 12 , f 22 operazione di somma e prodotto, A12 relazione di minore .
Lantecedente sempre vero, invece assegnando ad x, y e z valori positivi e a t un valore negativo
2
2
2
A12 ( x, f 1 ( f 2 (y,t), f 2 (z,v)) non soddisfatta e quindi il conseguente non soddisfatto (la
occorrenza di x nel conseguente libera). La formula quindi non logicamente valida.

Esercizio 9
Si consideri la formula del primo ordine
A11(x)(yA12(f12(x,y),a)zvwA12(f22(f32(v,x),f32(w,z)),a))
e si dica se tale formula vera, falsa o soddisfacibile quando si prendano come dominio N, come
costante a il numero 1, come lettere funzionali f12, f22, f32 rispettivamente loperazione M.C.D.,
loperazione di somma e quella di prodotto, come predicato A11(x) il predicato x un numero
primo e come predicato A12(x,y) il predicato x uguale ad y.
Cosa accade in tal caso delle chiusure universale ed esistenziale della formula data?
Portare la formula in forma normale prenessa e skolemizzarla.
La formula logicamente valida?
Traccia di soluzione
La formula del primo ordine
A11(x)(yA12(f12(x,y),a)zvwA12(f22(f32(v,x),f32(w,z)),a))
nella struttura data si legge cos:
Se x un numero primo, allora non esiste alcun y intero naturale tale che il massimo comun
divisore fra x ed y sia diverso da 1 e per ogni intero naturale z esistono due interi naturali v e w tali
che 1=vx+wz.

Quindi la formula soddisfatta per tutti gli assegnamenti che assegnano ad x un intero naturale non
primo.
La formula non vera invece perch se assegniamo ad esempio ad x il valore 3 lantecedente
soddisfatto, inoltre banalmente esiste un y tale che MCD(3,y) sia diverso da 1 e tale y 3 per cui
ogni assegnamento che attribuisce ad x il valore 3 non soddisfa la formula
Quindi la formula data soddisfacibile ma non vera, di conseguenza la sua chiusura universale
falsa e la sua chiusura esistenziale vera.
La formula non logicamente valida perch non vera nella struttura considerata.
Portiamo ora in forma normale prenessa la formula data
A11(x)(yA12(f12(x,y),a)zvwA12(f22(f32(v,x),f32(w,z)),a))
A11(x)(y A12(f12(x,y),a)zvwA12(f22(f32(v,x),f32(w,z)),a))
A11(x) yzvw (A12(f12(x,y),a) A12 (f22(f32(v,x),f32(w,z)),a))
yzvw (A11(x) (A12(f12(x,y),a) A12 (f22(f32(v,x),f32(w,z)),a)))
Adesso per skolemizzare la formula ne consideriamo la chiusura universale
x yzvw (A11(x) (A12(f12(x,y),a) A12 (f22(f32(v,x),f32(w,z)),a))) e eliminiamo vw
sostituendo ogni occorrenza libera di v e w con f13(x,y,z), f23(x,y,z).

Scrittura di frasi del linguaggio naturale come formule


Esercizio 10.
Si scriva una formula del primo ordine che esprima il fatto che due individui x,y sono cugini.
Traccia di soluzione
Usiamo come predicati i predicati binari C(x,y) (x,y sono cugini), G(x,y) (x genitore di y), F(x,y)
(x fratello di y) ed abbiamo
(x)(y)(C(x,y)(z)(v)(G(z,x)F(z,v)G(v,y)).
Osserviamo che la definizione cos data non precisa perch risulta che ogni persona cugina di s
stessa e di suo fratello, quindi sarebbe meglio aggiungere un predicato D(x,y) (x non y) e scrivere
(x)(y)(C(x,y)(z)(v)(D(x,y) F(x,y)G(z,x)F(z,v) G(v,y)).
Inoltre il predicato F(x,y) pu essere definito in termini del predicato G(x,y) in questo modo
(x)(y)(F(x,y) D(x,y) (z)(G(z,x) G(z,y)).
Esercizio 11
Utilizzando un opportuno linguaggio del primo ordine, si scriva la formula logica chiusa che
traduca la seguente frase:
Un elemento, diverso dallo zero, divisore dello zero se e solo se non ammette inverso.
Supposto di aver scritto gli assiomi propri della teoria degli anelli con unit, si dica se tale frase un
teorema della teoria .
E una formula logicamente valida?
Traccia di soluzione
Utilizziamo un linguaggio che contenga una costante a da interpretare come lo 0, una lettera
predicativa A12 ed interpretiamo il predicato A12(x,y) come x=y, una altra lettera predicativa A22 ed
interpretiamo il predicato A22(x,y) come x linverso di y ed una lettera predicativa A11 ed
interpretiamo il predicato A11(x) come x un divisore dello 0.
La formula che traduce la frase in questo linguaggio diventa
x(A12(x,a)(A11(x)yA22(y,x))).
Questa formula abbastanza rozza, specifichiamo meglio i predicati utilizzando una lettera
funzionale f12(x,y) da interpretare come xy e una costante b da interpretare come lelemento neutro
rispetto al prodotto e la sola lettera predicativa A12.

Il predicato A11(x) pu allora essere espresso dalla formula A12(x,a)y(A12(y,a)A12(f12(x,y),a))


ed il predicato A22(y,x) pu essere espresso da A12(f12(x,y),b) A12(f12(y,x),b), la formula che
traduce la frase allora diventa
x(A12(x,a)( y(A12(y,a)A12(f12(x,y),a)))y(A12(f12(x,y),b) A12(f12(y,x),b)))).
Tale frase non un teorema dalla teoria degli anelli con unit, infatti <Z,+,> un anello con unit
privo di divisori dello 0, in cui solo 1 e 1 ammettono inverso rispetto al prodotto. Quindi esistono
elementi diversi dallo 0 (ad esempio 2) che non ammettono inverso e non sono divisori dello 0.
La formula non logicamente valida in quanto gi quando la si interpreta in modo da ottenere la
frase tradotta, si ha una frase che non vera.
Esercizio 12
Scrivere come formula chiusa di un opportuno linguaggio del primo ordine la frase
Una matrice quadrata ha determinante uguale a 0 se e solo se uno dei suoi autovalori nullo.
Traccia di soluzione
Usiamo un linguaggio con i seguenti predicati
M(x) x una matrice quadrata
A(x,y) y un autovalore di x
U(x,y) x uguale a y
la seguente lettera funzionale
d(x) determinante di x (in realt si tratta di una funzione parziale che comunque potrebbe essere
estesa a funzioni su tutto il dominio ponendo ad esempio d(x)=x se x un numero reale)
la costante c che rappresenta il numero 0 e le variabili x,y.
La formula che vogliamo
x(M(x)(U(d(x),c)y(A(x,y)U(y,c))).
La formula pu essere ulteriormente dettagliata per esempio specificando il predicato A(x,y) y
un autovalore di x, facendo uso di due lettere funzionali f(x,y) g(x,y) che rappresentano
rispettivamente la somma di due matrici x,y e lopposto del prodotto dello scalare x per la matrice y
e di una ulteriore costante i che rappresenta la matrice identica (in realt si tratta di funzioni parziali
che comunque potrebbero essere estese a funzioni su tutto il dominio e poi ristrette al dominio
considerato con laggiunta di un ulteriore predicato S(x) che sta per x uno scalare)
A(x,y) pu essere espressa come U(d(f(x,g(y,i))),c)
e per essere pi precisi M(x)S(y)M(i) S(c) U(d(f(x,g(y,i))),c).

Esercizi di laboratorio/risoluzione
Esercizio 13
In un bar due ragazzi A e B dicono di essere cugini, A dice che sua madre non sorella del padre di
B, B dice che suo padre non fratello del padre di A. Un terzo ragazzo C dice che la madre di B
non ha sorelle n fratelli.
Scrivere le specifiche nel linguaggio di input di SPASS considerando come assiomi le frasi dette da
A e B, per dimostrare la congettura che C mente.
Usare la risoluzione per dimostrarlo
Traccia di soluzione (Non soluzione con SPASS ma solo formalizzazione del problema)
Usiamo le lettere predicative binarie C (cugini), F (fratelli o sorelle), il predicato di arit 0 V (C
dice la verit), le lettere funzionali unarie m (madre di) e p (padre di), le costanti A,B.
1) C(A,B)
2) F(m(A),p(B))
3) F(p(B),p(A))
4) Vz F(z,m(B))
5) xy (F(x,y)F(y,x))

6) xy(C(x,y)(F(m(x),m(y))F(m(x),p(y))F(p(x),m(y))F(p(x),p(y))))
Congettura : V
Le clausole da considerare sono
a) {C(A,B)}
b) {F(m(A),p(B))}
c) {F(p(B),p(A))}
d) {V,F(z,m(B))}
e) {F(x,y), F(y,x)}
f) {C(x,y),F(m(x),m(y)),F(m(x),p(y)),F(p(x),m(y)),F(p(x),p(y))}
g) {V}
Ci sono altre clausole che si possono ricavare dalla formula 6) ma sono irrilevanti.
Da a) e f) abbiamo
g) {F(m(A),m(B)),F(m(A),p(B)),F(p(A),m(B)),F(p(A),p(B))}
da g) con b) abbiamo
h) {F(m(A),m(B)),F(p(A),m(B)),F(p(A),p(B))}
che con c) d
i) {F(m(A),m(B)),F(p(A),m(B))}
da questa con d) facendo lunificazione m(A)/z si ha
l) {V,F(p(A),m(B))}
che usata ancora con d) unificando p(A)/z d
m) {V} che con g) d la clausola vuota.
Esercizio 14
Dato il seguente problema:
1) Carlo ha un fratello.
2) Tutti i fratelli di Carlo hanno figli.
3) Ogni persona zio del figlio di suo fratello.
Provare che Carlo zio di qualcuno.
a) Formalizzare il problema in un opportuno linguaggio del primo ordine.
b) Scrivere le precedenti formule usando la sintassi di SPASS vista in laboratorio.
Traccia di soluzione del punto a)
Usiamo la costante c per indicare Carlo e i predicati B(x,y) per dire che x fratello di y , F(x,y) per
indicare che x figlio di y e Z(x,y) per indicare che x zio di y.
La formula corrispondente alla frase 1 diventa x B(x,c).
La formula corrispondente alla frase 2 diventa x (B(x,c) zF(z,x)).
La formula corrispondente alla frase 3 diventa xyz (B(x,y)F(z,y)Z(x,z)).
La congettura xZ(c,x).
Pu servire tenere conto di questa propriet del predicato B(x,y) da usare come assiomi:
xy(B(x,y) B(y,x)).

Esercizi da svolgere
Esercizio 15.
Scrivere in forma normale premessa e skolemizzare la formula
xA12(x,y) ((xA11(x))A12(z,x)).
Esercizio 16.
Data la formula

A12 ( f11 ( f12 ( x, y )), f11 ( f12 ( x, z ))) A12 ( y, z ) )

si consideri linterpretazione avente come dominio linsieme delle matrici quadrate di ordine 2 sul
campo reale e nella quale f 11 ( x) sia da interpretare come il quadrato di x, f 12 ( x, y ) come il prodotto
tra x ed y, A 12 ( x, y ) come luguaglianza tra x e y.
Si dica se in tale interpretazione la formula vera, falsa o soddisfacibile.
Nella stessa interpretazione cosa si pu dire della chiusura universale e della chiusura esistenziale
della suddetta formula?
Si tratta di una formula logicamente valida?
Esercizio 17
Data la formula
A12 ( f11 ( f12 ( x, y )), f11 ( f12 ( x, z ))) A12 ( y, z ) )
si consideri linterpretazione avente come dominio linsieme delle matrici quadrate di ordine 2 sul
campo reale e nella quale f 11 ( x) sia da interpretare come il quadrato di x, f 12 ( x, y ) come il prodotto
tra x ed y, A 12 ( x, y ) come luguaglianza tra x e y.
Si dica se in tale interpretazione la formula vera, falsa o soddisfacibile.
Nella stessa interpretazione cosa si pu dire della chiusura universale e della chiusura esistenziale
della suddetta formula?
Si tratta di una formula logicamente valida?
Giustificare ogni affermazione fatta.
Esercizio 18
Si consideri la fbf
(xA11(x)x A21 (x))x(A11(x)A21 (x))
portarla in forma normale prenessa. Discuterne la verit nella struttura avente come dominio gli
interi ed in cui i predicati A11(x), A21(x) significano rispettivamentex pari, x dispari.
Dire se la formula logicamente valida.
Esercizio 17
Utilizzando la sintassi di SPASS formalizzare il seguente problema: da
1) Tutti i giocatori di pallacanestro sono alti.
2) Qualche giocatore di pallacanestro studente universitario.
si deduce
3) Qualche studente universitario alto.
Risolvere i problema usando la risoluzione.
Esercizio 18
Formalizzare usando la sintassi di SPASS vista in laboratorio il seguente problema
n ed m sono due numeri interi
Se n congruo a 0 modulo x allora m non congruo a 0 modulo x.
Se y congruo a 0 mod x e z congruo a 0 mod y, allora z congruo a 0 mod x.
n congruo a 0 modulo 2
{0} ed {1}sono le uniche classi di resti modulo 2.
A cosa congruo m?
Si ricorda che utile prima di codificare il problema nel linguaggio input di SPASS (che usa una
notazione prefissa) scrivere le formule del I ordine che caratterizzano il problema.
Risolvere il problema usando la risoluzione.
Esercizio 19.
Formalizzare usando formule del primo ordine le seguenti frasi
a) Ogni medico stimato da almeno un paziente

b) Nessun paziente stima un incapace


c) Non esistono medici incapaci.
Utilizzare la risoluzione per provare se c) una conseguenza logica di a),b)
Esercizio 20.
Usando un opportuno linguaggio del I ordine, si scriva la formula logica chiusa che traduca la
seguente frase:
linverso del prodotto di due elementi il prodotto dei loro inversi se e solo se il prodotto
commutativo.
Supposto di aver scritto gli assiomi propri della teoria dei gruppi si dica se tale frase un teorema
della teoria
E' una formula logicamente valida?
Esercizio 21.
Formalizzare usando la sintassi di SPASS vista in laboratorio il seguente problema
La relazione R seriale
La relazione R simmetrica
La relazione R transitiva
Provare che la relazione R riflessiva
Risolvere il problema usando la risoluzione