Sei sulla pagina 1di 16

Gli spettacoli

My fair lady
parla il siciliano
di Camilleri
LAURA NOBILE
ALLE PAGINE XII E XIII

palermo.it

Lo sport

Pennelli, bulini
e terracotta
Torna di scena
lo stazzonaro

Rigori pro e contro


Guerra dei nervi
fra i rosa e il Torino
MASSIMO NORRITO
A PAGINA XIV

PALERMO

GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

palermo.repubblica.it

REDAZIONE DI PALERMO Via Principe di Belmonte, 103/c | 90139 | tel. 091/7434911 | fax 091/7434970 | CAPO DELLA REDAZIONE ENRICO DEL MERCATO | VICARIO FABRIZIO LENTINI | INTERNET e-mail: palermo@repubblica.it |
SEGRETERIA DI REDAZIONE tel. 091/7434911 dalle ore 9.30 alle ore 21.00 | TAMBURINI fax 091/7434970 | PUBBLICIT A. MANZONI & C. S.p.A. | Via Principe di Belmonte, 103/c | 90139 PALERMO | tel. 091/6027111 | fax 091/589054

Prima mossa del governatore dopo il ciclone elettorale. M5S per rilancia: Enti da abolire. Cresce la tensione nel Pd

Province, Crocetta corteggia i grillini


Tagli subito, alle urne fra un anno. Cancelleri frena: Mai in maggioranza
Il dossier

EMANUELE LAURIA

Battaglie e accordi
dei Cinque stelle
diventati modello

O DEI grillini allingresso in


maggioranza. Il nostro
mandato di totale rottura
con i partiti tradizionali, dice
Cancelleri (M5S). Il movimento
chiede labolizione delle Province,
e Crocetta decide di rinviare di un
anno il voto, in attesa di una riforma. Crescono i mugugni nel Pd.
A PAGINA II

MANUELA MODICA
ODELLO Sicilia: tutta Italia guarda allIsola, dove il governatore Crocetta, il Pd e Cinque stelle dialogano da ottobre, quando dalle urne delle
regionali non uscita una
maggioranza parlamentare.
Ma cosa successo in questi
tre mesi? Dal coup-de-thtre dellelezione di Antonio
Venturino alla vice presidenza dellArs fino allo stop agli
americani per il Muos di Niscemi, ecco i passaggi pi salienti dellattivit dei grillini a
Palazzo dei Normanni.
A PAGINA III

Il flop dellex vicer berlusconiano

Sindaco pd di Pollina, ha 28 anni

Miccich
il big bocciato
Ho fatto
il mio tempo

Magda Culotta
la baby-deputata
Gioco le carte
ambiente e web

ANTONELLA ROMANO A PAGINA V

GIOIA SGARLATA A PAGINA V

Manette a quattro esattori del pizzo

Il superchef Natale Giunta fa arrestare i suoi estorsori


Il personaggio

La svolta antimafia
della star dei fornelli
ALESSANDRA ZINITI

Lanalisi

Il voto di scambio
finito in un vaffa
GERY PALAZZOTTO
I SONO due modi per
cercare di capire come il
Movimento 5 stelle, che
ha la ruvidezza della protesta e
la profondit dellopinione,
possa aver attecchito in modo
cos esemplare in Sicilia.
SEGUE A PAGINA XV

Il caso

LLE otto del mattino,


quando ha letto la pagina
del sito web di Repubblica
che dava conto dellarresto dei
suoi estorsori, una morsa lo ha
stretto allo stomaco. Sono rovinato, il mio nome non doveva venire fuori, ha mormorato ai suoi
interlocutori di Confindustria e
Libero Futuro che lo hanno sostenuto nella faticosa scelta della
denuncia. Pi tardi, dopo lincontro con il suo legale, Stefano
Giordano, Natale Giunta ha capito che toccava a lui, volto noto
della ristorazione palermitana,
tenere alto il vessillo dellimprenditoria antimafia: Ho paura, certo, ma so che non c altra strada.
SEGUE A PAGINA VII

Lo chef Natale Giunta

SALVO PALAZZOLO A PAGINA VII

Il racconto

Laddio
di Marettimo
allUomo
Pescatore
MARIO GENCO
NA specie umana si
virtualmente estinta
nel Mediterraneo. La
particolare specie di Homo Piscatorius Maretimensis. Da
meno di tre secoli aveva colonizzato il frammento duniverso situato al punto 37 58 6
di latitudine nord e 12 4 2 di
longitudine est: coordinate
che definiscono sul mappamondo lisola pi occidentale
dellarcipelago delle Egadi,
Marettimo.
Lestinzione era cominciata
poco pi di tre decenni fa, nellinconsapevolezza generale:
anzi, correnti ambientaliste e
profeti della ineluttabile vittoria
del progresso pronosticarono
linizio di nuove e imperiture
fortune. Fu istituita la Riserva
marina, accessi limitati o totali
su tutta lisola: la relazione
scientifica aveva scoperto che
in quellisola quasi disabitata vivevano pochi abitanti e galleggiavano pochissime barche da
pesca.
Nessuno mostr di sospettare che gli indigeni, quasi tutti pescatori, erano stati costretti, un anno dopo laltro, a trasferirsi a Trapani o Marsala
perch i due precari scali non
consentivano rifugio sicuro
e neanche precario contro
gli attacchi del mare invernale
alla ventina di pescherecci armati e equipaggiati da marettimari a tutti gli effetti, tranne
che a quelli dellanagrafe ufficiale.
Quasi nello stesso periodo,
la Regione var la sua legge sulla pesca: fra i tanti articoli di doveri e obblighi, ce nerano alcuni sulla pesca dilettantistica.
SEGUE A PAGINA XI

La polemica

Lospedale in trasferta Il Coni non paga affitto


ambulanze come navette Campo ostacoli sfrattato
GIUSI SPICA
ENGONO trasportati di corsa da un
ospedale allaltro,
con flebo e tubi attaccati.
Appena operati, risalgono
in ambulanza senza medici ad assisterli. lodissea dei pazienti del Cervello, costretti da un mese
e mezzo a emigrare a Villa
Sofia per gli interventi chirurgici. Le sale operatorie
sono ancora fuori uso.
A PAGINA VI

La centrale dei telefonini rubati

Preso il cervellone
che ripuliva iPhone

MARCECA A PAGINA X

CLAUDIA BRUNETTO
L COMUNE revoca alla
Federazione sport
equestri la concessione
del campo ostacoli della Favorita. Troppe irregolarit
dice lassessore Cesare
Lapiana che ci obbligano
a rivedere tutto. Sotto accusa anni di canoni non pagati. Ma dal Coni negano
addirittura lesistenza della
convenzione e annunciano
una verifica interna.
A PAGINA X

calzature & accessori uomo donna kids

50%+20%

ULTIMA SETTIMANA

PALERMO Via G. La Farina PA info 091349123


* DAL SECONDO PEZZO

llaa RReeppuubbbblliiccaa
GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

II

PALERMO

IL DOPO-ELEZIONI

La trattativa
I GRILLINI

IL GOVERNATORE

IL PD E LUDC

I grillini per voce del


deputato Salvatore
Siragusa, si sono
espressi a favore
di unabolizione tout
court delle Province

Il presidente della
Regione durante la
campagna elettorale
si era espresso per
il mantenimento
degli enti intermedi

I democratici chiedono
una riforma organica
delle Province mentre
lUdc invoca un vertice
di maggioranza per
definire il calendario

Le posizioni

Province, M5S chiede labolizione


Crocetta rinvia le elezioni di un anno
Cancelleri declina lofferta del governatore: mai in maggioranza
EMANUELE LAURIA
ENTRARE in maggioranza? No,
grazie. I grillini declinano cortesemente lultimo invito di Rosario Crocetta. Continueremo a
votare le proposte che ci convincono, di volta in volta, dice Giancarlo Cancelleri, capogruppo di
5 stelle allArs. Spiega, Cancelleri, che M5S ha ricevuto i voti di
chi vuole una rottura totale con i
partiti tradizionali e questa linea
confligge con un impegno formale di governo. Anche perch,
afferma lesponente del movimento, il nostro impegno in aula, sinora, ha comunque indirizzato le scelte di governo. E questo
comportamento, nei primi tre
mesi di legislatura. stato premiato dagli elettori alle Politiche. Con Crocetta il feeling rimane, anche se Cancelleri non
nasconde il suo giudizio non
proprio tenero sulla proposta ricevuta a mezzo stampa dal presidente della Regione: Io credo
che un accordo del genere convenga pi a lui che a noi. E lo dico
non solo per un fatto numerico.
Crocetta sa che di noi pu fidarsi,
molto meno della sua maggioranza risicata rafforzata di recente con esponenti del centrodestra. Senza lappoggio di 5 stelle,
tanto per fare un esempio, in aula non sarebbe mai passato il

Il Pd contrario
allo slittamento
del voto: Servono
riforme, non scelte
di facciata
Dpef.
Che le distanze fra Crocetta e i
grillini sarebbero rimaste invariate, malgrado limprovvisa attenzione nazionale per il modello Sicilia, lo si era capito gi in
mattinata. Quando M5S, per voce del deputato Salvatore Siragusa, si era espresso a favore di
unabolizione tout court delle
Province. Soluzione non proprio
in linea con quella auspicata dal
presidente della Regione, che
durante la campagna elettorale
si era espresso per il mantenimento degli enti intermedi. Lincarico di trovare una mediazione
lha assunto il presidente della
commissione Affari istituzionali,
Marco Forzese (ex Udc passato
alla corte di Crocetta, che nel pomeriggio ha incontrato il presidente. Alla fine il punto di equilibrio di nuovo un assist ai grillini: rinvio allanno prossimo del
voto per le Provinciali di primavera (gi previste per fine mag-

gio) per elaborare e approvare,


nel frattempo, una riforma che
riduca i costi. Il 6 marzo dice
Forzese porteremo in aula un
disegno di legge che prevede il
commissariamento degli enti a
partire dalla scadenza naturale
di maggio e il rinvio delle elezioni al 2014. Crocetta spiega che
tipo di riforma vuole fare: Bisogna tornare ai liberi consorzi dei
Comuni, con presidenti e consiglieri scelti attraverso elezioni di
secondo grado da parte dei sindaci dei consigli comunali. Non
serve una riforma come quella di
Monti, che attraverso laccorpamento degli enti cancella le iden-

Lintervista

MA quale modello Sicilia? Da


quando gli inciuci nel segreto
dellurna sono un modello?.
Giuseppe Castiglione, coordinatore del Pdl in Sicilia non usa
mezzi termini nel bocciare lipotesi proposta ieri da Grillo,
come quella percorribile per
superare lingovernabilit al
Senato. In queste ore tutti parlano del modello Sicilia. Ma
quale sarebbe questo modello
definito dal comico genovese,
addirittura come meraviglioso?, attacca. E cita Platone:
come parlare del mito della caverna e delle ombre nella grotta pensando che queste siano
reali, una visione rassicurante
che per non racconta la verit.
Onorevole Castiglione, il
fatto che tra la giunta Crocetta
e i deputati del M5S dallinizio
della legislatura si sia aperto
un dialogo comunque innegabile, non crede?
Io sto ai fatti. Il presidente
dellAssemblea regionale, Ar-

tit dei territori e non abbatte i


costi. I tempi? Ho richieste pressanti affinch si rinvii il voto allanno prossimo.
Il Pd, con i cui vertici Crocetta
in guerra, non accolgono con
entusiasmo lidea. Il capogruppo Baldo Gucciardi, dopo aver
incontrato il segretario Giuseppe
Lupo, chiede subito una riforma vera, in linea con le esigenze
di cambiamento della societ, e
non scelte di facciata. Mentre
lopposizione, con il neo senatore Pdl Francesco Scoma, dice no
al rinvio delle elezioni provinciali: Siamo contrari allennesima
retromarcia del governo che vor-

rebbe in questo modo inviare


commissari nelle nove Province
solo per tamponare lemorragia
di voti resa evidente dopo le ultime elezioni politiche.
Lo tsunami elettorale fa barcollare la maggioranza. E ieri
Crocetta ha visto anche Gianpiero DAlia, segretario di unUdc
uscita ridimensionata dal voto.
Abbiamo convenuto sulla necessit dice DAlia di procedere a un incontro di maggioranza per definire un calendario di
cose da fare: dalla riforma delle
Province al Bilancio fino alle
prossime amministrative.

I VOLTI
Sopra
Giancarlo
Cancelleri
e Giuseppe
Lupo
Al centro
il governatore
Rosario
Crocetta

RIPRODUZIONE RISERVATA

Le perplessit di Castiglione: I seguaci del comico genovese e lex sindaco di Gela restano distanti

Il coordinatore del Pdl allattacco


Modello Sicilia? No, solo inciuci
dizzone, stato eletto senza il
concorso dei voti del Movimento 5 stelle. Il vicepresidente grillino, a sua volta, non stato eletto con accordi alla luce
del sole. Nel segreto dellurna,
infatti, alcuni deputati hanno

Sul Muos solo


provvedimenti
manifesto, a noi
interessa la salute
dei cittadini

Giuseppe Castiglione

tradito la maggioranza che votava per il candidato Pd ed eletto Venturino, candidato M5S.
Ma da quando in qua, gli inciuci nel segreto dellurna sono un
modello? La verit che, ad

oggi, non esiste un solo atto di


governo regionale che abbia
avuto il sostegno del Movimento di Grillo.
E il Dpef? Senza i grillini in
aula il provvedimento non sarebbe mai stato approvato.
Votare il Dpef stato solo un
atto di responsabilit. Da qui a
parlare di modello Sicilia, ce
ne corre. come parlare del mito della caverna e delle ombre
nella grotta pensando che queste siano reali, una visione rassicurante che per non racconta la verit.
E qual la verit, secondo il
Pdl?
Che governo regionale e
M5S restano distanti. Su tutto.
Pensiamo al tema delle Province. Il presidente Crocetta ha dichiarato qualche giorno fa di

llaa RReeppuubbbblliiccaa

GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

PALERMO

Cento atti ispettivi e nove disegni


di legge: lultimo stato scritto
da un gruppo di cittadini siciliani

PER SAPERNE DI PI
www.sicilia5stelle.it
www.ars.sicilia.it

III

I tagli alle buste paga e le scelte


politiche: Non appoggiamo i partiti
ma le idee che portano in aula

IL DOSSIER. Cosa hanno fatto i 15 deputati regionali

I grillini
I primi tre mesi a 5 Stelle dellArs
Massimo impegno e zero privilegi
MANUELA MODICA

Cinque stelle allefficienza. Allindomani del grande risultato delle politiche, i siciliani guidati dal nisseno
Giancarlo Cancelleri dettano i numeri delle meraviglie. Cento atti ispettivi, 9 disegni di legge, orari di lavoro che
allungano la loro presenza allArs fino a tarda sera. Tutta lItalia guarda al modello Sicilia e loro si mettono in
posa: Facciamo quello che hanno sempre fatto tutti i politici, con la differenza che gli altri inseguivano il loro
scopo, noi come scopo abbiamo il bene comune. Quel che spiega Cancelleri chiarissimo. Votare, appoggiare non
quel partito ma quella idea. Con questo schema in mente hanno contribuito al grande risultato elettorale di Grillo.
Senza mai raccordarsi con il leader genovese Non lo abbiamo mai sentito, rivela Cancelleri i siciliani oggi
snocciolano i detto-fatto di tre mesi di attivit parlamentare. Primo tra tutti la restituzione del 70 per cento della loro
indennit da deputati. Il restitution day, il 9 gennaio, ha sancito coerenza tra argomenti preelettorali e risultati
parlamentari. Fatti e conseguenze: Ho incontrato un ristoratore di recente racconta il leader siciliano che mi
ha detto allinizio vi ho votato per protesta, dopo questi mesi, alle politiche sono andato con convinzione.

volerle riorganizzare. Il Movimento 5 stelle ne propugna


invece la soppressione. Un altro esempio? Sullacqua pubblica il Movimento 5 stelle ha
proposto e ottenuto lapprovazione di una legge regionale per
dire che lacqua pubblica. Su
questo siamo daccordo anche
noi. vero, lacqua pubblica e
nessuno lo ha mai messo in discussione, ma il tema vero la
gestione delle risorse, delle reti
colabrodo, delle infrazioni comunitarie. E su questo non c
nessun accordo.
E sul Muos, l almeno governo e grillini sono in sintonia,
no?
Per il momento si tratta solo di provvedimenti-manifesto. A tutti interessa la salute dei
cittadini. Chiedo: si avr uninterlocuzione con le autorit
preposte al sistema di difesa
europea e a tutelare il diritto alla salute prioritario per tutti i
cittadini?.
g.s.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le indennit

La battaglia del Muos

In tasca 2.500 euro netti mensili


il resto in un fondo per le imprese

Bloccata lapprovazione del Dpef


e la Regione ferma il super-radar

LAVEVANO detto, lhanno fatto. Uno dei


punti forti delle predicazioni di Grillo
contro gli sprechi della politica. I grillini
siciliani dal 9 gennaio di fatto costano
meno. Hanno restituito il 70 per cento
della busta paga. Al netto di 3.240 euro di
tasse ogni deputato ha trattenuto cos
2.500 euro netti, pi un rimborso spese
per trasporti e alloggi regolarmente dichiarata sul sito del movimento siciliano (sicilia5stelle.it). Per il
leader dei grillini siciliani, Giancarlo Cancelleri la restituzione ha
raggiunto la cifra di 8.516,20 euro.
Per lui un rimborso spese di circa
700 euro per la benzina da Caltanissetta a
Palermo, 131 chilometri, pi il costo del
bed & breakfast. Lo stesso hanno fatto gli
altri 14 deputati. Una restituzione che
verr inserita nella prossima finanziaria
(articolo 28) per confluire in un fondo che
consentir il finanziamento di microimprese e che andr a rimpolpare le casse
regionali di quasi 1 milione di euro.

LANTENNA satellitare ad altissima frequenza in fase di realizzazione a Niscemi


stata bloccata dalla Regione. Decisivi per il
risultato i deputati 5 stelle. Risultato ottenuto dopo una sospensione dei lavori presentata dal governo Crocetta e votata allunanimit, di fatto per inefficace al fermo dei lavori. Solo un invito agli statunitensi a non proseguire, puntualmente ignorato dagli americani. a
questo punto che i grillini diventano determinanti, imponendosi sul
governo, rifiutando di approvare il
Dpef. Non una minaccia ma una
constatazione - spiega Cancelleri la sola sospensione dimostrava un nulla di
fatto che sviliva il ruolo di tutto il Parlamento siciliano. Ci siamo limitati a dire se
cos , inutile anche proseguire. Tre votazioni a vuoto, hanno cos trasformato la
sospensione in vero e proprio blocco dei
lavori. Risultato applaudito dal movimento No Muos, che aveva raccolto in un anno
ampi consensi in tutta la Sicilia.

Gli incarichi

Il lavoro parlamentare

Le leggi approvate

Il governatore rifiuta il patto daula


e al Movimento vanno due poltrone

Dentro il Palazzo fino a notte fonda


e lArs inventa il servizio serale

Acqua pubblica, enti da sopprimere


le norme bipartisan incassano il s

LA VICEPRESIDENZA dellArs, prima, la


presidenza della commissione Ambiente,
poi. nella fase della spartizione delle poltrone, allindomani delle elezioni, che
lArs assiste alle prime prove del meraviglioso modello Sicilia. Lintesa tra i deputati del nuovissimo movimento politico e
Rosario Crocetta mette al bando
lasse con Pid e Pdl. Vicepresidente
dellassemblea regionale diventa
cos Antonio Venturino, un grillino.
A pagarne le spese la candidata addirittura del Pd, Mariella Maggio, ex
segretaria della Cgil. Saranno 18
franchi tiratori a determinare il successo a
sorpresa di Venturino. Un coup de thtre
che provoca non pochi mal di pancia allinterno dello stesso Pd. Tanto da dover ricorrere allintervento di Roma per sedare
gli animi. Lintervento romano riporter
pace allinterno del Pd dando il via libera
allintesa coi 5 stelle. E laccordo frutter al
deputato di Grillo, Giancarlo Trizzino, la
presidenza della Commissione ambiente.

I PRIMI ad entrare nel Palazzo, gli ultimi ad


uscire: Tanto che lassemblea ha istituito
un servizio serale per i commessi proprio
perch finiamo tardi, qualcuno alle 23,
racconta Gianpiero Trizzino, presidente
della Commissione ambiente. I siciliani di
Grillo ci tengono a scollarsi dallimmaginario che vuole il politico poco operoso. Perci contano 100 atti ispettivi e 9 disegni di legge. Con alcune
novit curiose, come le rastrelliere
per le bici allingresso del Parlamento pi antico dEuropa. Niente
di meglio che le due ruote pi ecologiche del mondo per discostarsi dallopulenza delle auto blu. Ma non solo, oggi i
deputati grillini vantano anche il primo ddl
scritto dal popolo, quello sullalbergo
diffuso. Di imminente presentazione in
aula, prevede la possibilit di organizzare
una rete di alloggi a disposizione dei turisti: Invece di costruire nuovi alberghi, attivare delle reception per gestire le case
vuote a disposizione, spiega Cancelleri.

UNO dei punti cardine delle argomentazioni elettorali di Beppe Grillo riguarda la
pubblicizzazione del servizio idrico. Cos
i deputati capeggiati da Cancelleri hanno
votato a fine dicembre il disegno di legge
proposto dal governo Crocetta su rifiuti e
servizio idrico, che di fatto impedisce la
gestione dellacqua ai privati. Allalba del 2013, infatti, Sala d'Ercole fa le ore piccole e approva quattro leggi: sono le prime esitate dal
nuovo parlamento. Con 51 voti a
favore, 12 i contrari e 8 astenuti
viene varato lesercizio provvisorio per 4 mesi. A favore votano anche i deputati del Movimento 5 Stelle. Ma in questi 3 mesi di attivit parlamentare ci sar
loccasione per i 5 stelle di votare anche
mozioni presentate dal Pdl: chiuder cos lArsea, lagenzia regionale per le erogazioni in agricoltura, lente diventato uno
dei simboli dello spreco. Votiamo e voteremo mozioni sensate da qualunque direzione provengano, spiega Cancelleri.

llaa RReeppuubbbblliiccaa
GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

IL DOPO-ELEZIONI

PALERMO

PER SAPERNE DI PI
www.gianfrancomicciche.net
www.magdaculotta.it

Lescluso

La matricola

Ho fatto il mio tempo


Laddio alle armi
del vicer berlusconiano

Internet e ambiente
La baby-sindaco
vuol giocare coi grandi

Miccich: ma non lascio la politica

Culotta: con i grillini troveremo lintesa

ANTONELLA ROMANO

GIOIA SGARLATA

ENTRATO nel club degli ex, insieme ad amici con cui ha condiviso il
percorso, da Pippo Fallica a Giacomo Terranova. Ma meglio io fuori
di tanti che sono rimasti, dice lex
ministro ed ex pupillo di Berlusconi Gianfranco Miccich, 58 anni,
leader di Grande Sud, da 19 anni a
gamba tesa nella scena politica. Tra
i fondatori di Forza Italia, lingresso
in Parlamento lo fa a 39 anni, dopo
unesperienza da consigliere a Terrasini. Dopo 20 anni chiudo senza
una sola indagine sul mio conto. Mi
consola di aver lasciato il ricordo
del 61 a 0. E di avere fatto
molto per questa terra: dalla PalermoMessina alla Catania-Siracusa,
dalla funivia per
Erice al centro
Rimed, che ho
difeso con i
denti.
Adesso,
dopo aver
detto addio
a Roma, si
ritrova a
brindare
con altri
trombati, senza
f a r n e
troppo un
dramma.
Ho parlato proprio
oggi con
Lombardo, mi ha
detto che
questa volta si ri-

Da delfino
a leader

EX MINISTRO
Gianfranco
Miccich
ex ministro
del governo
Berlusconi
e leader
di Grande
Sud
esce dalla
Camera
dove entr
nel 1994

La carriera

Il futuro

VENTANNI AZZURRI

SODALIZIO SUDISTA

A lanciare Gianfranco
Miccich stato Silvio
Berlusconi, insieme
al quale stato tra
i fondatori di Forza Italia
Ma poi Miccich si
scontrer con Alfano
e fonder il suo partito

Miccich si
presentato con Raffaele
Lombardo. E con lui
vuole continuare a
proporsi: Mi chiamano
dalla Calabria e dalla
Campania per dirmi
di continuare

tira dalla politica. Ma non gli ho creduto. E ieri sono stato con il mio
amico Bruno Gridelli (dg dellIsmett ndr). Non stato eletto nemmeno lui a Milano. E come me non
si dispera affatto. Con una nuova
saggezza acquisita per via dellinfiammazione al cuore che da venti giorni lo ha costretto a rallentare i
ritmi, Miccich vive la sua duplice
battuta darresto con filosofia. Ho
fatto il mio tempo sorride Lessere uscito da sotto un treno mi fa
pensare a questa sconfitta serenamente, forse perch non me laspettavo. Per fortuna adesso sto bene. E tra una settimana spero che i
medici mi diano il permesso di riprendere laereo.
Perch il vulcanico Miccich ha
comunque intenzione di riprendere presto la sua attivit. E di tornare
a volare. La ditta autonomista Lombardo & Miccich, che solo in Sicilia si presentava divisa per fare vin-

cere il premio a Berlusconi, in tuttItalia, dove Grande Sud ed Mpa correvano insieme, ha conquistato un
drappello di 5 senatori. La Lega ai
suoi inizi prese un senatore e un deputato. Il nostro un partito nuovo.
Dalla Campania, dalla Calabria mi
chiamano per dirmi di continuare. Mentre si muove nello studio
della sua casa palermitana, risponde al telefono a Giuseppe Firrarello.
Ex senatore tu, ex deputato io: siamo la stessa cosa. Ma tu almeno sei
rimasto sindaco di Bronte. Potrei
fare il sindaco di SantAmbrogio,
ma prima deve diventare Comune, scherza.
Avrebbe potuto trovare anche
lui protezione candidandosi nel
Pdl. Non lha fatto per mettere, come gi per il Pdl Sicilia e Forza del
Sud, la sua faccia nel nuovo progetto. Potevo farlo come ha fatto Saverio Romano. Tra la mia sconfitta
e la sua vittoria, che ha portato alla

fine del Pid, preferisco la mia. Alla


fine Grande Sud ha preso in Sicilia
l1,1 per cento e Raffaele Lombardo
il 2,7. Pochino, con tutti gli sforzi da
infarto che ho fatto. Ma lUdc si
consola ha preso meno di 3 punti e alle regionali ne aveva 9. La gente ha seguito Berlusconi e non i piccoli partiti: era quello che ha chiesto
in campagna elettorale. E ha vinto.
Se l strameritato. Se i dirigenti del
Pdl siciliano avessero accettato la
proposta di Berlusconi di candidarmi alla presidenza della Regione,
avremmo vinto le elezioni regionali e scritto oggi unaltra storia.
Quello che gli brucia di pi, di questo momentaneo addio alle armi,
il voltafaccia di finti amici. Che ai
tempi abbia rotto con Alfano, anche in modo violento, si pu capire.
Ma con Cimino, dopo tutta la strada fatta insieme. Non ha capito che
da Crocetta non otterr nulla.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL sindaco pi giovane dItalia.


Eletta con il 60 per cento dei consensi, due anni e mezzo fa, a Pollina, 3000 abitanti, amministrata
dallUdc nei 10 anni precedenti.
Ma a soli 28 anni, Magda Culotta,
sposata e laureata in Sviluppo locale, cooperazione e mercati internazionali, soprattutto uno dei
volti nuovi del Pd siciliano. Quella
che per classe di et e dimestichezza con Internet e social network
pi vicina al profilo e al linguaggio
dei neo-deputati M5S.
Figlia di un operaio e di unassistente scolastica, una ragazza
normale, come si definisce nel
profilo, ha preso la tessera del Pd
prima di candidarsi. Una che ragiona di pannelli fotovoltaici e
raccolta differenziata dei rifiuti.
E a cui in molti, dal segretario
nazionale Pierluigi Bersani
(Sapevo che ce lavresti fatta
ad arrivare a questo punto,
le disse allindomani delle
primarie quando in provincia sbaragli tutti con
oltre tremila voti meritandosi il secondo posto il lista), allex capogruppo Antonello Cracolici
(che su di lei
ha scommesso politicamente),
agli amministratori e i
cittadini delle Madonie,
che lhanno votata in
massa, guardano

Da Pollina
a Roma

SINDACO
Magda
Culotta
primo
cittadino
di Pollina
ha 28 anni
ed stata
eletta alla
Camera:
una delle
deputate
pi giovani

La carriera

Il futuro

LODATA DA BERSANI

SFIDA ECOLOGISTA

Su di lei ha scommesso
Antonello Cracolici
(a destra). Quando
arrivata seconda alle
primarie Bersani
si complimentato
con lei: Sapevo che
ce lavresti fatta

Tra i suoi obiettivi


raggiunti da sindaco
quelli su rifiuti e
ambiente. A Roma
porter lesperienza
da amministratore
che ho fatto ogni
giorno sul territorio

adesso con fiducia. La situazione


delicata dice Confesso che
ero pi ottimista sullesito del voto
e sulla governabilit al Senato.
Quella del centrosinistra stata
una semivittoria. Credo comunque che con il M5S si possa lavorare e trovare unintesa sulle cose da
cambiare. Non dimentichiamo
che anche il Pd ha contribuito a
rinnovare il Parlamento aprendo
con le primarie al 40 per cento di
donne e al 60 per cento di volti nuovi.
Ma tant. Luned sera ha seguito in diretta i risultati fino a tarda
notte, e poi il dibattito in tv, postando il suo pensiero sulla pagina
Facebook: Non il momento di
ragionare su alchimie e fantapolitica da bar. Bisogna condurre lItalia fuori dal baratro berlusconiano
e trovare la strada per riforme coraggiose.
Insomma, no ad accordi con il

Pdl, ventilati anche allinterno di


altre aree del suo partito, sullopzione del governissimo. Le nostre
parole chiave dice sono state
moralit e lavoro. Abbiamo il dovere di declinarle in proposte serie,
partendo dal taglio dei costi e di
riformare il mondo del lavoro verso un welfare solido ed europeo. Su
queste chiavi di lettura possiamo
trovare in parlamento convergenze con quelle forze politiche che
hanno interpretato la richiesta di
cambiamento dei cittadini.
Ma chi davvero Magda Culotta? E cosa pensa di fare arrivata in
Parlamento? Chi la conosce, la descrive come una tosta, grintosa. Di
certo c che a Pollina il Pd in questa tornata ha ottenuto il 40 per
cento dei consensi. E che la carusa,
come lhanno soprannominata
qui, ha introdotto e portato al 45
per cento la raccolta differenziata
dei rifiuti porta a porta e senza al-

zare di un solo centesimo la Tarsu


per i cittadini. Abbiamo aumentato lImu solo per le seconde case
e di un solo punto. Di contro, Culotta ha puntato su cultura e turismo, creando eventi e un festival di
artisti di strada, estivo, che ha
riempito le strade e le attivit commerciali del paese. A Montecitorio dice porter la mia esperienza di amministratore e le istanze del territorio con cui un sindaco
si confronta giornalmente.
Uno dei primi nodi concreti? Il
Patto di stabilit. Da questanno
toccher anche i comuni con meno di 5000 abitanti e questo significa che sar impossibile promuovere lo sviluppo. Impossibile, ad
esempio, fare quello che abbiamo
fatto lo scorso anno con 500 mila
euro di avanzo di gestione: pannelli fotovoltaici e creazione di un ecopunto. La nuova sfida ha inizio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

llaa RReeppuubbbblliiccaa
GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

PALERMO

VI

I punti

CRONACA

PER SAPERNE DI PI
www.ospedaliriunitipalermo.it
www.palermo.repubblica.it

Il caso

LO STOP

IL PIANO

I RITARDI

Il 23 gennaio viene
decisa la chiusura
delle sale operatorie
principali del Cervello
per riparare una
infiltrazione dovuta
alla rottura
di una conduttura
pluviale

Per non interrompere


lattivit operatoria
i pazienti saranno
trasferiti in ambulanza
a Villa Sofia e riportati
al Cervello dopo
avere effettuato
lintervento
chirurgico

Durante i lavori
si scopre che gli
impianti delle sale
operatorie
devono essere
adeguati: il cantiere
dovr protrarsi
per pi tempo
del previsto

Cervello, lodissea dei pazienti in trasferta


PORTE APERTE

ETTORE Pecora ha 64 anni e il 4


febbraio ha subito un delicato intervento al polmone. Operato a
Villa Sofia, coi tubi dei drenaggi e la
bombola d'ossigeno per respirare, stato trasportato all'ospedale
Cervello per il ricovero: mezz'ora
in ambulanza a due giorni dall'operazione, senza nemmeno un
medico ad assisterlo durante il tragitto. La sua la storia di decine di
pazienti che da un mese e mezzo,
da quando il blocco operatorio
dell'ospedale di via Trabucco
fuori uso, fanno la spola da un presidio all'altro dell'azienda. Trattati come pacchi, attaccano.
La sala operatoria del quinto
piano, utilizzata a turno dai medici della Chirurgia generale, toracica e ginecologica, chiusa da fine
gennaio per la rottura di una conduttura pluviale che ha causato allagamenti e infiltrazioni. Il guasto
doveva essere riparato in poche
settimane. Invece a oggi il tetto
ancora smantellato, i pannelli dismessi e non c' ombra di operai in

Una delle sale


operatorie
del Cervello
smantellate
per i lavori
in corso

re che i ritardi sono dovuti al fatto


che durante i lavori si scoperto
che era necessario procedere anche alladeguamento degli impianti e che entro dieci giorni saranno pronte le sale operatorie del
secondo piano, pronte da un anno
ma ferme per mancanza di arredi
e attrezzature.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

stato tragico. E in ambulanza c'erano solo mia madre e l'autista.


I disagi non sono solo per i pazienti. Medici e infermieri raccontano i camici bianchi fanno le
trottole da una struttura all'altra
coi propri mezzi, con enormi sacrifici, per garantire i turni al Cervello e operare i pazienti a Villa Sofia. I vertici aziendali fanno sape-

Durante i lavori si scoperto


che anche gli impianti dovevano
essere adeguati: il cantiere andr
avanti. Lazienda promette
Prima riapertura in dieci giorni
azione. E i pazienti, nel frattempo
operati in una delle sette sale operatorie di Villa Sofia, continuano a
operarsi in trasferta.
Mio marito racconta la moglie del signor Pecora stato trasportato in barella al freddo da un
barelliere che nella foga ha rischiato di far saltare tutti i drenaggi. Mi hanno impedito di salire in

ambulanza e con lui rimasto solo un infermiere. Stessa trafila per


Antonino D'Arrigo, 33 anni, operato al colon. Il 15 febbraio racconta dal suo letto al quarto piano
del Cervello sono stato ricoverato, il 17 sera mi hanno trasferito a
Villa Sofia e dopo due giorni dall'operazione mi hanno rimesso su
un'ambulanza con autista e barel-

liere. Ma i punti interni sono saltati e Antonino stato riportato


d'urgenza a Villa Sofia per essere
rioperato e poi di nuovo al Cervello. Il suo compagno di stanza Filippo, 18 anni, arrivato al Cervello per un attacco di appendicite
venerd, stato operato d'urgenza
sabato a Villa Sofia e poi rispedito
al Cervello: Tra dissesti e traffico,

Class action
di 150 medici
per le indennit
CLASS action dei camici
bianchi dellospedale Cervello contro i vertici aziendali. Centocinquanta medici hanno firmato una
diffida contro la struttura
perch da tre anni, da
quando sono diventati
ununica azienda, verrebbero discriminati rispetto ai colleghi di Villa Sofia.
Lazienda avrebbe infatti
dovuto procedere alla formalizzazione degli incarichi di struttura semplice e
complessa, che prevedono anche un corrispettivo
economico. Incarichi riconosciuti ai medici di Villa Sofia, che in questi anni
hanno incassato fino a seimila euro allanno in pi in
busta paga, ma non a quelli Cervello. Ci ha determinato una irragionevole
e arbitraria disparit di
trattamento, dice lavvocato Sonia Spallitta. Dallazienda danno la colpa ai
primari: Non tutti i direttori delle unit complesse
hanno compilato e consegnato le schede di individuazione degli incarichi
dei propri medici e la relativa pesatura necessaria
per determinare il valore
economico.
g. sp.

Sale operatorie chiuse da un mese, spola in ambulanza con Villa Sofia. Non siamo pacchi
GIUSI SPICA

C disparit di trattamento

llaa RReeppuubbbblliiccaa
GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

CRONACA

PALERMO

PER SAPERNE DI PI
www.carabinieri.it
www.natalegiunta.it

VII

Lo chef si ribella al pizzo, arrestati i suoi estorsori


Natale Giunta riceveva minacce da un anno. Blitz dei carabinieri, quattro in manette
SALVO PALAZZOLO
DA UN anno lo minacciavano.
Prima con richieste insistenti di
pizzo, poi con uno stillicidio di intimidazioni. Ma Natale Giunta
non ha ceduto. Lo chef diventato
famoso per le sue partecipazioni
alla trasmissione di Rai 1 La prova del cuoco ha denunciato tutto
ai carabinieri del comando provinciale di Palermo. E ieri mattina,
quattro persone sono finite in manette con laccusa di tentata estorsione aggravata: fra loro c un
vecchio boss del Borgo Vecchio,
Antonino Ciresi, che negli anni
scorsi stato condannato per mafia. Poi, un pregiudicato per reati
contro il patrimonio, Maurizio
Lucchese, e addirittura due incensurati, Alfredo Perricone e Giuseppe Battaglia. Evidentemente,
Cosa nostra cambia, ha bisogno di
volti nuovi, soprattutto perch gli
ultimi arresti hanno decimato
quello che un tempo era il potente
mandamento di Porta Nuova.
LA PRIMA INTIMIDAZIONE
Alle 15 del 3 marzo scorso, Natale Giunta riceve una telefonata
sul suo cellulare. un tale Maurizio, che noleggia auto da cerimonia. Chiede un incontro. Due ore
dopo gi davanti lufficio dello
chef, in via Enrico Albanese, in
compagnia di due uomini. Poi,
Maurizio se ne va. E inizia a parlare il pi anziano, un uomo di bassa statura, sui 65 anni, che indossa
un cappellino e occhiali da sole.
Non usa giri di parole: Lei ha iniziato a lavorare al porto e al Teatro
Massimo senza chiedere il permesso a nessuno. Giunta ribatte:
Io ho tutte le autorizzazioni, rilasciate dalle autorit competenti.
Luomo con il cappellino ride: La
prego di non scherzare, dice. E al-

Finiscono in cella
un boss del Borgo
Vecchio e un
incensurato amico
del ristoratore
limprovviso diventa serio: C da
pagare una cifra ogni mese per i
carcerati e le loro famiglie, perch
ne hanno bisogno.
Sono momenti drammatici per
Natale Giunta. Quelle parole hanno un solo significato, sono una richiesta di pizzo per le sue attivit:
la mensa al porto, il servizio catering e il punto bar al Teatro Massimo, lo show room di via Albanese.
Laltro esattore dice con tono gentile: I detenuti la guardano in televisione. E aggiunge: Le abbiamo risparmiato la visita di alcuni
malintenzionati, che si sarebbero
presentati solo dopo qualche danneggiamento. Almeno a Pasqua e
Natale deve versare una cifra.
LA DENUNCIA IN CASERMA
Cinque giorni dopo, Giunta
alla caserma Carini. Parla di quello spiacevole incontro e i carabinieri del Reparto operativo gli fanno vedere un album con le foto di
alcuni mafiosi. Lo chef non ha
dubbi: riconosce Maurizio Lucchese e Antonino Ciresi. Cos, parte la macchina delle indagini. Ma i
mafiosi fanno presto la loro contromossa. Il 24 maggio, Giunta
trova sotto il tergicristallo della
propria auto un foglio di carta ripiegato in quattro, che ha un contenuto chiarissimo: Mettiti apposto un fari u sbirru picchi ti finisci mali. Ma lo chef non ha alcuna intenzione di mettersi a posto con i boss. Piuttosto, torna dai

carabinieri, che lo rassicurano sul


corso delle loro indagini, in Procura coordinate dai pm Francesca
Mazzocco e Caterina Malagoli,
nonch dal procuratore aggiunto
Leonardo Agueci.
UNA SCIA DI MINACCE
Cosa nostra non demorde. Il caso Giunta ormai diventato un
braccio di ferro. Il 27 novembre,
viene preso di mira uno dei ristoranti gestiti dallo chef, Sailem,
che si trova allinterno dellarea
monumentale del Castello a Mare: qualcuno forza la porta e mette
a soqquadro il locale. Il 30 novembre, torna a farsi vivo Maurizio

Lucchese: Ci sono i miei amici


che ti devono parlare, dice a
Giunta. Ma lui taglia corto: Quando vuoi mi chiami e ci vediamo in
ufficio. Lucchese insiste: No, in
ufficio evitiamo, ci vediamo fuori. Il messaggio chiaro. I boss insistono per il pagamento della tassa mafiosa. E un mese dopo notificano anche unulteriore sanzione
per il mancato pagamento. Il 30
dicembre, un metronotte trova
una tanica di benzina e un accendino davanti allingresso del ristorante Sailem. La notte di Capodanno, poi, scoppia uno strano diverbio nel locale. E qualcuno urla
a Giunta: inutile che tannachi,

sei uno sbirro di merda. Ricordati


che qui comandiamo noi... tu stasera a casa nun te vai a curcare.
DIALOGO CON GLI ESATTORI
Il 7 gennaio scorso, nellufficio
di Giunta arriva un suo assiduo
cliente. Si chiama Alfredo Perricone, una persona che non ha mai
avuto alcun guaio con la giustizia,
un piccolo imprenditore che sta
aprendo un locale di fronte alla
stazione Notarbartolo. Qualche
volta, Giunta e Perricone sono pure usciti insieme, con le rispettive
fidanzate, per un aperitivo. Perricone davvero un insospettabile,
ma lui che formalizza la richiesta

di pizzo a Giunta: A posto significa che praticamente qua dentro


non verr pi nessuno - dice - perch praticamente siamo daccordo tutti. Due a Pasqua e due a Natale. Ovvero, duemila euro di pizzo in occasione delle festivit. Con
Perricone c Giuseppe Battaglia,
imprenditore del settore edile:
fanno la parte degli amici che vogliono aiutare Giunta. Gli svelano
che al Borgo sanno delle denunce.
E qualcuno non affatto contento
per come sono andate le cose.
Vogliono farti la boccia, dice
Perricone. Ma, questa volta, le parole dellesattore finiscono dentro
la microspia piazzata dai carabi-

nieri. A Pasqua a me, quando


vuoi tu. Quelli di Natale, a Natale.
Ma significa la pace assoluta e ti levi questo pensiero davanti i coglioni. Ecco come funziona il pizzo a Palermo. Ma Natale Giunta
non ha mai pagato. E adesso, al comando provinciale dei carabinieri, diretto dal colonnello Pierangelo Iannotti, tutti si augurano che la
scelta dello chef sia la prima di una
lunga serie. Perch altri esattori
del pizzo sono ancora in giro per
Palermo. E le denunce di altri imprenditori sono necessarie per
fermare la riorganizzazione di Cosa nostra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI ARRESTATI/1

GLI ARRESTATI/2

Nella foto in alto


Antonino Ciresi
In basso
Maurizio
Lucchese

In alto
Giuseppe
Battaglia; in
basso, Alfredo
Perricone

Lo chef Natale Giunta

Il racconto

Limprenditore: In questo momento non mi sento solo e spero di non esserlo mai

Cos il re del catering ha detto di no al boss


Ho paura ma a pagare non ho mai pensato
(segue dalla prima di cronaca)

IL LOCALE
Il ristorante
Sailem al
Castello a
mare, nel
novembre
scorso
stato messo
a soqquadro
Una delle
intimidazioni
contro Giunta

ALESSANDRA ZINITI
UN ANNO fa quando si ritrov
davanti per la prima volta quei
due uomini portati nel suo ufficio da una persona alla quale si
era rivolto ogni tanto per noleggiare auto per i matrimoni, Natale Giunta cap subito che le cose si complicavano. E lo cap
quando i due uomini del racket
che gli chiedevano i soldi per i
carcerati gli dissero: I detenuti
ti guardano in televisione.
Lui, giovane chef di Termini
Imerese andato alla conquista di
noti ristoranti della citt e asso
pigliatutto del servizio catering
per cerimonie e convegni, diventato volto noto in tutta Italia
grazie alla sua partecipazione al
programma La prova del cuoco di Antonella Clerici, cap che
Cosa nostra non avrebbe pi tollerato che un nome come lui lavorasse senza pagare dazio.
A pagare non ho mai pensato
racconta mi chiesero prima
di mettermi a posto per tutte le
mie attivit, dal ristorante Sailem che avevo da poco aperto al
Castello a mare, alla mensa del
porto, dal bar del Teatro Massimo a servizi di catering che svol-

go privatamente, poi mi dissero


di pagare almeno duemila euro a
Pasqua e a Natale per i detenuti.
Io presi tempo dicendo che la
mia azienda ero in crisi e che avevo 28 dipendenti da mantenere,
ma in realt non avevo nessuna
intenzione di piegare la testa.
Nessuno prima di quel momento mi aveva mai chiesto niente. E
cos andai dai carabinieri. Ci sono andato da solo, senza esitazioni e senza alcun ripensamento. Poi le associazioni mi hanno
dato sostegno e mi hanno seguito in questo iter costellato da minacce e atti intimidatori.
Ora che sotto i riflettori del circo massmediatico ci finito ma

Ho fatto il mio
dovere di uomo
libero, voglio
continuare
a lavorare in citt
non per i suoi piatti, Giunta incassa la solidariet di Confindustria, di Libero Futuro, di rappresentanti politici e dice: Sarei
bugiardo se dicessi che non ho
paura. In questo momento non
mi sento solo e spero di non sentirmici mai. Io la mia parte lho
fatta, il mio dovere di imprenditore libero che vuole continuare

a lavorare tranquillamente nella


sua citt la porter avanti fino in
fondo. Spero che la magistratura e le forze dellordine facciano
la loro parte.
Larresto dei quattro esattori
del racket lo tranquillizza fino a
un certo punto. Ma Natale Giunta non pensa di seguire le orme
del collega Vincenzo Conticello
che, dopo aver denunciato il
racket, ha preferito lasciare Palermo e portare la sua focacceria
a Roma e Milano. Spero di vivere in una citt dove si possa fare
impresa e lavorare serenamente. Questo il mio desiderio e il
motivo per il quale ho scelto di
denunciare lestorsione. Adesso

spero di avere tutto questo calore e questa solidariet anche nelle prossime settimane, nei prossimi mesi, quando i riflettori si
spegneranno. Io non lascio Palermo. Non ci penso neppure, n
lho mai pensato. Sono loro che
se ne devono andare. Vadano via
dalla Sicilia.
Nel suo ufficio di via Enrico Albanese, controllato con discrezione dai carabinieri di stanza di
fronte alla vicina casa del procuratore Francesco Messineo, c
anche Giuseppe Todaro, vicepresidente di Confindustria Palermo che aggiunge: Ormai non
denunciare da stupidi, se lo devono mettere in testa tutti. Giunta deve essere un esempio da seguire. Non si pu pi continuare
a pagare. Bisogna ribellarsi alla
mafia e al pizzo. Se si denuncia,
gli estorsori vengono arrestati.
Questo il messaggio che oggi
deve passare. A Giunta anche
lapprezzamento del presidente
di Confindustria Sicilia Antonello Montante. Il suo gesto un
chiaro segnale che il clima veramente cambiato, che gli imprenditori non sono pi disposti
ad accettare condizionamenti o
imposizioni della criminalit organizzata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

calzature & accessori uomo donna kids

50%+
20%
*

ULTIMA SETTIMANA

PALERMO
Via G. La Farina PA info 091349123
* DAL SECONDO PEZZO

NUOVE COLLEZIONI CERIMONIA

MANUEL RITZ
PALERMO
Corso Vittorio Emanuele, 300 - 302
tel. 091 585915

llaa RReeppuubbbblliiccaa
GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

PALERMO

CRONACA

PER SAPERNE DI PI
www.carabinieri.it
www.poliziadistato.it

Trapani, quattro colpi di bastone per uccidere padre Michele


LAURA SPAN

LA CHIESA
I carabinieri davanti alla chiesa Ges, Giuseppe e Maria
dove officiava messa padre Michele Di Stefano

TRAPANI Almeno quattro colpi di bastone,


sferrati alla testa mentre padre Michele Di Stefano dormiva e non ha potuto difendersi.
quanto emerge dallautopsia eseguita dal medico legale Paolo Procaccianti sul corpo del
prete ucciso nella notte di marted a Ummari
nella sua canonica.
Gli investigatori intanto scavano nella vita
privata del sacerdote per cercare di dare un
volto allassassino. Dalla canonica non manca nulla, tranne il suo portafogli. Un particolare dice il comandante provinciale dei ca-

rabinieri, Fernando Nazzaro che potrebbe


orientare le indagini in una certa direzione.
Ma al momento si indaga su diversi fronti. Tutte le stanze sono state trovate in ordine. I militari del Ris di Messina, coordinati dal procuratore di Trapani Marcello Viola e dal pm Massimo Palmeri, per tutta la giornata di ieri hanno continuato i rilievi nella canonica e nella
chiesa Ges, Giuseppe e Maria. Sono stati effettuati anche accertamenti bancari per verificare la disponibilit di padre Michele e sono
state controllate le sue utenze telefoniche.
Manca larma del delitto, quasi certamente
un bastone, visto che sono state trovate alcu-

ne schegge di legno nella camera da letto dove stato ucciso il sacerdote. I carabinieri hanno ampliato il raggio dazione dei sopralluoghi anche alla campagna vicino il borgo Livio
Bassi. Al comando provinciale sono continuati gli interrogatori di amici e parenti della
vittima per ricostruire le ultime ore di vita del
prete: la sera del delitto padre Michele era andato a cena da alcuni parenti ed era rincasato
intorno alle 23. Rimane da decifrare il movente. Domani alle 9,30 saranno celebrati i funerali nella chiesa del Santissimo Crocifisso a
Calatafimi.

Il Comune litiga con il Coni


e si riprende il Campo ostacoli

In breve
Severino in visita

Il piano del ministro


Lavoro ai detenuti
stato concordato con il sindaco Orlando, di potenziare i
lavori socialmente utili per i
detenuti. Cos il ministro della Giustizia, Paola Severino, a
conclusione di un tour nelle
carceri di Palermo. I detenuti potranno svolgere compiti e
lavori importanti per la citt,
come pulire i tombini delle fognature o altro ancora.

Tante irregolarit nella struttura della Favorita


CLAUDIA BRUNETTO
IL COMUNE sfratta la Federazione italiana sport equestri (Fise)
Sicilia e chiude il campo ostacoli
della Favorita. Lamministrazione rivendica il mancato pagamento dei canoni annuali e il rilascio dellimmobile. Ma soprattutto denuncia gravi irregolarit
nei contratti stipulati dal 2009 in
poi, prima con lallora Coni provinciale e poi con la Fise Sicilia, e
danneggiamenti allarea verde
con un evidente disboscamento,

Danni al verde e
struttura inagibile
La difesa: il
municipio che
deve rimborsarci
segnalato dai Rangers.
Viste le numerose irregolarit
dice Cesare Lapiana, assessore
comunale responsabile della gestione degli impianti sportivi
chiudiamo tutto e ripartiamo da
capo. Poi valuteremo se gestire il
campo direttamente noi come
Comune o se fare un bando pubblico per assegnarlo a terzi. Il canone che il Comune rivendica alla Fise ammonta per i primi due
anni a 43mila euro allanno e per i
successivi a 52mila, con la possibilit, per, di decurtare dalla
somma tutti i lavori che il Coni e la
Fise dovevano effettuare per rendere agibile la struttura.
Ci risulta dicono dal Servizio sport del Comune una spesa di 200mila euro di lavori non
autorizzati e che in ogni caso non
hanno reso agibile la struttura.

Inoltre risulta che la Fise ha affidato la gestione alla Spe (societ


palermitana equitazione), un terzo soggetto non previsto dallaccordo e dunque irregolare. Sulla
struttura in corso anche unindagine della procura. Chiederemo il risarcimento dei danni.
Ma a sentire Giovanni Caramazza, oggi presidente regionale
del Coni ed ex-presidente del comitato provinciale ai tempi della
gestione del campo ostacoli, le
cose stanno in modo diverso.
Semmai dice Caramazza che
anche consulente del Comune
per lo sport il Comune che deve rimborsare la Fise per tutti i lavori effettuati in questi anni per
riabilitare una struttura che era
una discarica abusiva e che prima
del 2009 stata gestita direttamente dallamministrazione. Il
disboscamento di cui parlano,

appunto, precedente al 2009.


Bisogna fare i conti a tavolino e
soprattutto decidere sul futuro
del campo, visto che il Comune
ha serie difficolt a gestire gli impianti sportivi a cominciare dalla
piscina. La Fise nazionale, per
esempio, si era mostrare interessata. Per il campo ostacoli, comunque, c gi un progetto presentato alla Regione che dovrebbe rientrare nei finanziamenti
europei.
La vicenda rimane molto complessa, a complicarla si aggiunge
il fatto che la Fise commissariata da gennaio. Michele Testa,
commissario straordinario, non
sa nulla di una convenzione con il
Comune: Non ci risulta dice
alcuna convenzione protocollata. Non siamo noi a gestire limpianto.

Il provvedimento

Chiesa per Puglisi


nel terreno di Ienna

LIMPIANTO
Un concorso ippico
nella struttura allinterno
del parco della Favorita

RIPRODUZIONE RISERVATA

Vendeva a Ballar i telefoni rubati

Arrestato il ricettatore degli smartphone

Gli smartphone ritrovati

UN IPHONE o qualsiasi altro smartphone, un


iPad o un computer portatile. Da qualche settimana era facile acquistarli a buon prezzo al mercato illegale di Ballar. Bastava contattare un
maliano, Bagnini Traore di 28 anni, conosciuto
come il genio della tecnologia, che su un banchetto esponeva solo un cellulare ma in tasca ne
aveva decine da proporre agli acquirenti. lui
che riusciva a cancellare il codice identificativo
Imei dei telefonini e assicurava al compratore
che le forze dellordine non sarebbero mai risalite a lui. la mente e il ricettatore della banda degli iPhone, come stata ribattezzata dalla polizia. luomo al quale stata data la caccia da
settimane, da quando Repubblica ha portato
alla luce il fenomeno delle rapine nel centro del-

CONFERENZA GRATUITA
Luned 4 marzo 2013 - ore 18,30
Hotel il Principe - Via Alessi, 24 - Catania

RIPRODUZIONE RISERVATA

la citt dei cellulari di ultima generazione.


Traore finito agli arresti per ricettazione. Un
iPhone 5 poteva essere acquistato tra i 250 e i
280 euro. La polizia ha recuperato dieci telefoni,
alcuni dei quali restituiti ai proprietari grazie alla
rubrica telefonica che non era stata cancellata.
ritornata in possesso del suo iPhone anche una
turista francese che aveva concluso la sua vacanza a Palermo con uno scippo in pieno centro.
La banda, composta da italiani, conterebbe
anche un altro extracomunitario al quale gli investigatori sperano di risalire al pi presto. lui
che avrebbe in custodia il programma in grado
di decrittare i cellulari.
ro.ma.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Una chiesa intitolata a Padre


Pino Puglisi. Sorger su un
terreno confiscato al costruttore Giovanni Ienna, ritenuto
vicino ai boss di Brancaccio.
stato il consiglio direttivo dellAgenzia nazionale per i Beni
confiscati alla mafia a destinare il terreno al Comune che
passer poi alla Curia.

La sentenza

Maxi-risarcimento
per un prof precario
Il giudice del lavoro di Trapani ha ordinato un altro risarcimento record a un docente
precario. Stavolta la somma
di 169.700 euro, a favore di un
supplente di elettronica. Le
motivazioni: abuso dei contratti a termine, mancati scatti danzianit, stipendi estivi
non corrisposti.

Raid nel deposito

Furto di sigarette
portate via 70 casse
Banda del buco in azione nel
deposito tabacchi di viale Regione siciliana. I ladri hanno
sfondato una parete e hanno
portato via 70 casse di sigarette, per un valore di circa 150
mila euro.

&

SOCIETA
SPETTACOLI CULTURA

10%

PALERMO

GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

SPORT

llaa RReeppuubbbblliiccaa

XI

La morte di uno degli ultimi patriarchi della marineria dellisola completa il processo
di estinzione iniziato trentanni fa, facilitato da alcune leggi e dalla precariet degli scali

I VECCHI E IL MARE

MARETTIMO CELEBRA LADDIO AI PESCATORI


MARIO GENCO
(segue dalla prima di cronaca)

S acrosanti: il mare pullulava di barche di finti pescatori dilettanti equipaggiati con attrezzi da pesca da fare invidia ai battelli atlantici. Ma
conseguenza ne fu che i pescatori
professionisti, tornati a casa dopo
settimane di sbordate a cianciolo
nel Canale, appena messo piede a
terra diventavano dilettanti, guai
mettere attrezzatura professionale
nella loro barca privata. Per non
parlare delle varie leggi regionali,
nazionali e europee che prima assi-

Vincenzo Ricevuto era lunico


che metteva per iscritto
la memoria della sua comunit
la mappa dei nomi pi segreti
di questo lembo delle Egadi
curavano contributi generosi per
costruire nuove imbarcazioni e
quasi contemporaneamente ne
elargivano altrettanti a chi ne mettesse in disarmo.
Interi equipaggi andarono in disarmo con i loro pescherecci. Lestinzione di Homo Piscatorius Maretimensis cominci cos.
La sera di sabato 2 febbraio ha
suonato la campana definitiva del
non ritorno: alla soglia dei novantanni morto Vincenzo Ricevuto. Era fra gli ultimi della sua generazione il conto dei patriarchi
superstiti si fa presto, sulle dita di
due mani ti d il resto e il solo a
mettere per iscritto memoria della

comunit marinara di cui da un secolo allaltro stato protagonista e


testimone. Era affabulatore inesauribile dei tempi primitivi, come
lui chiamava quelli dei padri e dei
nonni della sua generazione. E primitivi sembrano oggi a noi i tempi
suoi, che a cinque anni cominci a
uscire in mare con la varcalonga di
suo padre e dopo la nottata di pesca,
di corsa a scuola. Va da s che stato pescatore valente, uno dei pi
bravi di quellalacre e altera aristocrazia marinara.
Quando malotempo e luna piena
lo tenevano a casa, aiutato da Filippina, sua moglie anche lei di valentissima stirpe piscatoria, i Maiorana costruiva maglia a maglia
reti e attrezzi per tutti i mestieri, come dicono loro, cio per qualsiasi tipo di pesca. Li affastellava nel malaseno. E ne spiegava minutamente la
funzione e larte: prima al figlio e poi
ai sei nipoti maschi, nessuno dei
quali pescatore.
Fra una rete e una matassa di filonailon raccontava e scriveva quello
che successioni secolari di pescatori avevano letto su ogni pietra della
costa, nei canaloni delle fiumare
secche e sugli alberi di mirto, nelle
rughe dei terrazzamenti, sulle pareti nude e sui precipizi gotici dellisola a ponente, fra le ombre del sole e
della luna. A tutto avevano dato un
nome e Vincenzo Ricevuto li sapeva
tutti. Scriveva le vie dei nomi, una
dopo laltra a chiudere il cerchio del
giroisola. Sulla montagna passi,
pizzi, sporgenze: anchessi avevano
un nome. Non era stata fantasia o
capriccio, ogni nome traguardato

almeno con un altro servito per individuare con sufficiente precisione la posizione sul mare di una barca. Infine, i nomi dellisola che nessun pescatore ha mai visto ma sa. Si
estende nel sottomare lungo il
meandro irregolare dellisobata dei
cinquanta metri. Anche lisola invisibile fitta di nomi come una carta
topografica: non c scoglio o distesa di sabbia, prateria di posidonia o
taglio di fondo di cui Vincenzo Ricevuto non conoscesse lanagrafe
completa.
Trascrisse a mano gli elenchi,
scrupolosamente dat e firm ogni
copia e ne consegn una a ciascuno
dei nipoti maschi e allunica femmina. La ballata del mare e dellisola. Perch le parole non si possono
perdere, diceva.
Ormai sono pochi capaci di legare con una storia continua tutti quei
nomi e di trovare dicendoli le vie del
mare. E poi, che bisogno c di ricordarli a mente, quando la memoria elettronica del Gps ti porta preciso preciso sulla secca e sullo scoglio
che vuoi? Non passer molto tempo: lisola perder le sue parole e diventer sconosciuta a se stessa.
Vincenzo Ricevuto morto a Trapani ma voleva essere sepolto a Marettimo, nel suo cimitero marino affacciato sullalba. C tornato dopo
due giorni perch vento e mare avevano bloccato in porto gli aliscafi.
Perci i suoi hanno fatto celebrare il
primo funerale a Trapani. La chiesa
con la statua dargento di SantAlberto, patrono della citt, era piena:
molti gli amici trapanesi tra una folla di Marettimari, quasi tutto il pae-

se fuoriuscito.
Quando vento e mare concessero
una tregua di effimera bonaccia, la
mesta cerimonia del commiato ricominci a Marettimo. Sul molo
dello Scarovecchio aspettavano il
vecchio prete, da pochi mesi alla
guida del suo gregge disperso e quasi sconosciuto, e un gruppetto dei
rari abitanti superstiti.
Nella piccola chiesa di Maria Santissima delle Grazie il vecchio prete
commemor con parole semplici e
sincere il suo ignoto parrocchiano.
Il vecchio prete da pochi mesi sul-

Ogni pizzo o sporgenza di montagna


aveva un nome, cos come
gli scogli e le praterie di posidonia
I colleghi costretti
a trasferirsi a Trapani o a Marsala
lisola. arrivato da un paese di terra, e alla terra pens quando parl
con Vincenzo: quante volte hai incontrato Dio sui sentieri di campagna, gli chiese. Vincenzo, come tutti gli uomini gagliardi dellisola, aveva conosciuto bene i percorsi aspri
della caccia sulla montagna ma nella sua lunga vita di pescatore gli
devessere risultato certamente pi
facile impattare con Dio maremare.
Senza saperlo, il vecchio parroco
aveva celebrato il De Profundis della comunit piscatoria sbriciolata.
Lisola ancora, ovviamente, bellissima, ma ha perduto le sue parole e con esse, forse, lanima.
RIPRODUZIONE RISERVATA

llaa RReeppuubbbblliiccaa

GIORNO&NOTTE

GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

XII

PALERMO

In citt
PROIEZIONI

Al Cinema De Seta ai Cantieri


della Zisa alle 18,30 la proiezione
di Scorie in libert. Lincredibile
avventura del nucleare in Italia un
film documentario di Gianfranco
Pannone. Introduce Paola Nicita.
Alle 21,30 al Mob di via Raffaello 2
per la rassegna Il suono e le
parole V edizione poesia,

teatro e documentari
organizzata dal Gruppo Teatro
Totem la proiezione di Sulla
strada di Abibata di Gaetano Di
Lorenzo.
LIBRI

Alle 17,30 allAuditorium della Rai


la presentazione di Storia di
Lucia di Giampiero Finocchiaro,
e Rosso pi dellinferno di
Jessica Di Bona. Nel corso
dellincontro concerto del Trio

siciliano (Giorgio Gasbarro


violoncello, Fabio Piazza
pianoforte e Silviu Dima violino).

Cose di Casa Nostra di


Francesco Milone.
Alle 17 al palazzo dei Carmelitanti
a Partinico si presenta Una rosa
gialla per Lucia di Sergio Marioli.

A Palazzo Jung in via Lincoln alle


17 la presentazione del libro di
racconti di Linda Liotta Ricami di
parole.

TEATRO

Alle 17,30 da Spazio Cultura in via


Marchese di Villabianca 102,
Massimo Romano presenta il
libro di racconti Il confessologo

Al Teatro Savio di via Evangelista


di Blasi alle 21 Gialloved con
Moschella&Mul. Ospiti
i cantanti Maria Corso e Salvo
Randazzo.

Una delle opere


della mostra
performance
allestita
dal Laboratorio
Saccardi

e scritte con compro oro sono divenute in pochi mesi un elemento fisso
della scena cittadina, spostandosi dai
tradizionali quartieri poveri del centro storico alle zone residenziali, segnando con la loro presenza il paesaggio della crisi. Non
sfuggita questa mutazione al Laboratorio
Saccardi, il collettivo di artisti palermitani impegnato da un decennio in una operazione di
rivisitazione/dissacrazione di iconografie e
stereotipi, che al compro oro dedica adesso la mostra-performance che si inaugura oggi alle 18 nei locali di Palazzo S. Elia (a cura di
Francesco Gallo Mazzeo) mescolando, come
loro uso, codici alti e bassi, slabbrate iconografie quotidiane e allusioni simboliche.
s. t.

RIPRODUZIONE RISERVATA

La selezione

Sfida allultima nota


tra quindici band rock
Soulc
& Teddy
Nuvolari, ospiti
delle selezioni
delle band
rock al Nuovo
Montevergini

Prevendite

Mostre

MARIO VENUTI

GALLERIA ELLE
ARTE

Domani ai Candelai
di Palermo. Biglietti:
12,50 euro. www.
musicaesuoni.it.
GIOVANNI ALLEVI

Il 5 marzo il pianista
al teatro
Metropolitan di
Catania. Biglietti da
32 a 54 euro.
Circuito Box Office
YESHUA IL
MUSICAL

Il 23 marzo al
Cineteatro Golden
di Palermo. Biglietti:
da 22 a 27 euro.
Circuito Box Office
Sicilia.
NEGRITA

Il 2 aprile in
Unplugged tour al
teatro Al Massimo
di Palermo. Biglietti
da 34, 50 a 40, 30
euro. www.boxol.it
ALDO GIOVANNI E
GIACOMO

Il 10 e l11 aprile il
trio comico al teatro
Metropolitan di
Catania. Biglietti:
da 37 a 49 euro.
www.circuitoboxoff
icesicilia.it
IRIO DE PAULA

n barba ai venti di crisi, da stasera a sabato tornano al Nuovo Montevergini le selezioni per
Arezzo Wave Band 2013, il rock contest italiano pi antico da cui hanno preso le mosse band
oggi affermate come Negrita, Afterhours, Quintorigo, Almamegretta, Mau Mau e le siciliane Pan
Del Diavolo e Waines (via Montevergini 8, ore 22,
ingresso libero, info 091 6124314). I quindici
gruppi (5 per sera) provengono da Palermo, Trapani e Agrigento e i selezionati, con quelli scelti la
prossima settimana a Messina e Catania, si contenderanno la vittoria finale (la partecipazione
per la Sicilia ad Arezzo Wave in luglio) il 15 e 16
marzo, sempre al Montevergini, con la presenza
di due ospiti deccezione: Soulc & Teddy Nuvolari (vincitori del contest 2012) e i Bachi da Pietra.
g. r.

Il 16 aprile il
musicista brasiliano
allAgricantus di
Palermo. Biglietti:
15 euro. Circuito
Box Office

SPAZIO
CANNATELLA

Via Papireto 10
Melodia maggiore
in manto rosa.
Igor Scalisi
Palminteri presenta
pi di 30 opere e una
serie di
rielaborazioni
scultoree. Fino al 16
marzo da luned e
sabato dalle 17 alle
20 su appuntamento
(091 322425).
Domenica chiuso.
Ingresso libero.

Villa Alliata Cardillo

UNO dei classici pi amati della storia del


musical, e il film, interpretato da Audrey
Hepburn, ha raccolto negli anni Sessanta
una pioggia di premi, dallOscar per la regia al Golden globe come miglior commedia musicale. My
fair lady, il musical creato nel 2000 dal regista messinese Massimo Romeo Piparo, e reduce da un successo lungo tredici anni, stasera alle 21,30 torna in
scena al Teatro Al Massimo di piazza Verdi, 9 con
una nuova edizione che vede protagonista Vittoria
Belvedere nei panni della fioraia Eliza Doolittle, Luca Ward in quelli del professor Higgins mentre Giulio Farnese interpreta il padre di lei, Alfred Dolittle,

PALAZZO DEI
NORMANNI

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

TRAPANI
P.zza Generale Scio

CALTANISSETTA
Via Chiarand
0934 25015
MESSINA
Via Garibaldi Porto Salvo
090 45077

090 29629

PRONTO INTERVENTO
Polizia
113
Carabinieri
112
Guardia di Finanza
117
Polizia stradale
0916569111
Corpo Forestale
1515
Vigili Urbani
0916954111
Soccorso Aci
116
Rimozione auto
0916954295
Vigili del Fuoco
115
Amb. Croce Rossa
091306644
Amb. Misericordia
091211063
Ufficio dIgiene
091208111
Aids Centro Reg.
0917037214
Sos Siringhe
0368-3559163
Sanitel
Servizi socioassistenziali domiciliari per malati, anziani e disabili 24 ore su 24
091-420243
Telefono Amico Italia
199284284
A.A. Alcolisti Anonimi
091224335
Telefono Azzurro
linea gratuita per i bambini
19696
Servizio Emergenza Infanzia
114
Guardia Costiera
1530

PERSONAGGI

LAURA NOBILE

Via Faraone 2
@more.
Una riflessione
sullamore il tema
di questa mostra
collettiva. Fino all8
marzo. Visitabile da
marted a sabato
dalle 16 alle 19.30.
Domenica e luned
chiuso. Ingresso
libero.

Il musical che ha ispirato il film


con Audrey Hepburn
torna in un nuovo allestimento
del regista Romeo Piparo
con Vittoria Belvedere e Luca Ward
ed Enrico Baroni il colonnello Pickering, lamico di
Higgins. Le scene sono di Aldo Di Lorenzo, le coreografie di Roberto Croce. Lo spettacolo coprodotto dal teatro Sistina con la Peep Arrow di Piparo.
Ispirato al Pigmalione di George Bernard
Shaw, che racconta del professore di glottologia
che scommette di trasformare una povera fioraia in

PPAALLEERRM
MO
O
ARENA GIOVANNI
Piazza Giovanni Amendola, 14
091333923
CUCCIA GASPARE
Via Parisio, 59
0916821518
DELLA FIERA
Via Isaac Rabin, 1
091544894
GALLO SILVIA
Via Ernesto Tricomi, 12
0916574128
GUARISCO DI VUOLO
Via Francesco Baracca, 6
0916680744
MANISCALCO ADELE
Viale Michelangelo, 1938
091315689
MUSUMECI RENATO
Via Restivo, 23
0916703421
PENNINO LICIA
Via Arculeo, 20/22
091212116
QUATTROCCHI MARIA GRAZIA
Piazza Bologna, 25
091331594
SALADINO SANTE
Via Principe di Belmonte, 110
091581771
SCIASCIA CALOGERO - MARCO
Via Roma, 113
0916164339
TROSSARELLI
Via Francesco Paolo Perez, 68
0916161132

La fioraia e
il Pigmalione
della nuova
edizione di
My fair lady
sono
interpretati
da Vittoria
Belvedere
e Luca Ward

una gran signora, My Fair lady per il regista il sogno che non vuole svanire, una favola possibile,
e rappresenta il lieto perdersi in una tempesta di
sentimenti. Un po Cenerentola, un po Pretty Noman, May Poppino, e la Bella e la Bestia, Eliza Doolittle larchetipo del riscatto femminile.
Lo spettacolo di Piparo ha debuttato nel 2000
con Olivia Cinquemani, poi stato ripreso nel 2005
con Gaia De Laurentis e adesso ripresentato in
unedizione nuova di zecca. S perch in tanti anni anche io sono cambiato racconta Piparo cos come la mia visione e lesperienza col pubblico,
limpatto col musical che non pi quello di dieci
anni fa. Credo che questo fosse il momento giusto
per riprenderlo, un grande classico, intramontabile, una fuga dalla realt seppure con una dramma-

Farmacie notturne

Farmacie

091581316
DISTRETTO 11
Corso Calatafimi, 1002 c/o P.O. Ingrassia
0917033502
DISTRETTO 13
Via M. DAzeglio, 6/A
0917032171
Via Iandolino, 12-14
0916842827
DISTRETTO 14
Via Villagrazia, 46
0917037250
Corso dei Mille, 930
0917037253
AGRIGENTO
Via Garibaldi, 1
0922 22387
Via Dante, 49
0922 20600

Al ridotto del Teatro Biondo alle

Da fioraia a gran dama


cantando cantando

CENTRO DARTE
PIANA DEI COLLI

Il 18 aprile al teatro
Metropolitan di
Catania ( biglietti da
20 a 40 euro). Il 19 al
Golden di Palermo
(34, 50 e 39,50
euro). Il 20 aprile al
teatro Impero di
Marsala ( 22 e 27
euro). Circuiti box
office e ticketone
a cura di
Giusy La Piana

Numeri utili

DISTRETTO 10
Piazza Aragonesi

Al Teatro Bellini alle 17 va in scena


Il fiore del dolore di Mario Luzi,
regia Umberto Cantone, con Gian
Paolo Poddighe, Sergio Basile,
Pierluigi Corallo, Alfonso
Veneroso, Eva Drammis.

My
Fair
Lady

Via Ricasoli 45
Tra miraggio e
dormiveglia
Una selezione di
ventotto opere di
Giuseppe Modica,
fra oli ed acquerelli.
Fino a sabato dalle
16,30 alle 19,30.

Piazza del
Parlamento 1
Ex tenebris, lux
Le opere dellartista
palermitano
Emanuele India.
Fino al 14 marzo.
Visitabile da luned a
sabato dalle 8.15
alle 17.40.
Domenica e festivi
dalle 8.15 alle 13.
Ingresso 3 euro
a cura di
Patrizia Gariffo

MALIKA AYANE

RIPRODUZIONE RISERVATA

GUARDIA MEDICA
PALERMO
Le guardie mediche osserveranno
i seguenti orari
Festivi: 8.00-20.00
prefestivi: dopo le 14.00
notturno: 20.00-8.00

Al Teatro Franco Zappal di via


Autonomia Siciliana 123 alle 18 lo

spettacolo San Giovanni


Decollato di Nino Martoglio,
interpretato da Nino Zappal,
regista dello spettacolo.

Teatro Al Massimo

La mostra

A Palazzo SantElia
larte dei compro oro

Alle 17 al Teatro Biondo


Alessandro Preziosi
protagonista e regista del
Cyrano de Bergerac di Edmond
Rostand nellallestimento del
Teatro Stabile dAbruzzo e Khora
Teatro. Sul palco anche Benjamin
Stender (nel ruolo di Cristiano),
Veronica Visentin (nel ruolo di
Rossana).

CA
C
AL
LT
TA
AN
NIIS
SS
SE
ET
TT
TA
A
EUFRATE DOTTOR GIUSEPPE
Viale Stefano Candura, 20/F
0934541864
ME
M
ES
SS
SIIN
NA
A
BRANCATO
Via Garibaldi, 373
090361280
CARLEO
Strada Statale 114, 68
090633963
CRIMI
Via Pietro Castelli, 14
090713847
CUZZOCREA
Viale San Martino, 56
090718561
FACCIOLA
Via Consolare Pompea Contemplazione,
285
090310001
TTRRAAPPAAN
NII
AIUTO MARIA E SABRINA
Piazza Montalto, 15
092322058
DI GAETANO
Viale Emilia Romagna, 24
0923555421
POLIZZOTTI SILVANA
Via Colacasio, 94
0923716282
ACCARDO DOTTOR BIAGIA
Via Tenente Montalto, 23
0923881044

PALERMO
FARMACIE BONSIGNORE
TOBIA ROBERTO
Viale Regione Siciliana, 2322
091400219
FAMACIA DELLA STATUA
FIGUCCIA CLARA
Piazza Vittorio Veneto, 11
091515209
FARMACIA
DELLA STAZIONE CENTRALE
Via Roma, 1
0916162117
FARMACIA FATTA CLEMENTINA
Via dellorsa minore, 102
091447268
FARMACIA PONTE ORETTO
MURATORE PIETRO
Via Oreto, 322/A
091444537
ANTICA FARMACIA GIUSTI
RICCOBONO CARMELO
Via Giusti, 8
091309076
FARMACIA TULONE
RASPANTE SNC
Via Aspromonte, 95/97
091206017

AAG
GR
RIIG
GE
EN
NT
TO
O
CAMILLERI DOTTORESSA GIOVANNA
Viale Leonardo Sciascia, 38
0922606849
CA
C
AL
LT
TA
AN
NIIS
SS
SE
ET
TT
TA
A
DEL CORSO
Corso Vittorio Emanuele, 150
0934547091
ME
M
ES
SS
SIIN
NA
A
BELLINO
Via Napoli, 121
0902935051
FLERES
Via Cicala, 9
09053500
TTRRAAPPAAN
NII
ALONGI
Via Orti, 78/80
092323759
CASUCCIO
Via Rinaldi, 65
0923842641
LEVANTE
Via Amari Michele, 84
0923559502

llaa RReeppuubbbblliiccaa
GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

GIORNO&NOTTE

PALERMO
21 Un angioletto vestito di giallo
di Franco Scaldati con Salvo
Dolce e Aurora Falcone.
Al Palab di via del Fondaco alle 22
Comica orazione da bagno di
Paride Benassai, con Claudio
Casisa.
INCONTRI

Alle 17,30 alla Mondadori di via


Ruggero Settimo incontro con
Roberto di Salvo su Le nuove

LIBRI

frontiere del fumetto digitale tra


Marvel e Disney.
Alle 17 alla biblioteca Danilo Dolci
della scuola Virgilio di via
Valdemone 7 incontro con la
scrittrice Alessandra Lavagnino.

del filmato Live in Tokyo 1973.

Alla Feltrinelli di via Etnea 285 alle


18 Mario Bonanno presenta Io se
fossi Dio. LApocalisse secondo
Gaber. Interviene Simona
Pulvirenti.
PROIEZIONI

Alle 17,30 al Teatro Sangiorgi


per la rassegna Cineopera
omaggio a due cantanti lirici del
Novecento: Renata Tebaldi e
Franco Corelli, con la proiezione

Catania
MUSICA

Alle 22 al Ma di via Vela concerto


di Mario Venuti.

TEATRO

Al Teatro Ambasciatori alle 20,45


va in scena A Santa Lucia di
Raffaele Viviani, regia di Geppy
Gleijeses. Repliche fino al 10
marzo.

Siracusa
INCONTRI

Alle 18,30 alla Galleria Roma

PER SAPERNE DI PI
www.alessandropreziosi.it
www.vittoriabelvedere.it

di piazza San Giuseppe 2


incontro Sulle ali di Stupor
Mundi con Laura Cassataro.

Agrigento

INTRIGHI e colpi di scena: ai romanzi gialli che si ispira il Marco Cappelli Acoustic Trio,
stasera al conservatorio Bellini (via Squarcialupo 45, ore 21, ingresso libero, informazioni 091 580921). Con il chitarrista napoletano (che fa la spola tra Palermo e Brooklyn)
suonano Ken Filiano, contrabbassista Usa,
e il giapponese Satoshi Takeishi, percussioni. Incontratisi a New York e stabilito subito
un feeling artistico, i tre hanno dato vita al Trio
che si rapidamente imposto nellagguerrita scena musicale della Grande Mela. In repertorio alcuni brani inediti in uscita sul prossimo disco, tra cui la suite O Pateterno nun
mercante ca pava o sabbato, ispirato al
personaggio del commissario Ricciardi
creato dallo scrittore napoletano Maurizio
De Giovanni.
g. r.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Alle Fabbriche Chiaramontane


fino al 7 aprile visitabile la
mostra Homemade Future
di Elio Marchegiani.
Esposizione da marted a
domenica,

Pub 1

Pub 2

HUB

VINO&POMODORO

Via Libert 84/a


Dalle 19,30 consolle
e cucina si
uniscono. Un dj
proporr un
abbinamento
culinario che far
parte del men della
serata. Questa sera
ai fornelli Nunzio
Borino con il suo
piatto The boribori
prawn pumpkins
(gnocchi di zucca e
gamberi). La portata
con un calice di vino,
costa 10 euro.

Via Belmonte 87
Aperitivo rinforzato al
buffet. Protagoniste
della serata le
bruschette. Con 5 euro
si avr diritto alla
bevanda e alla
degustazione di
bruschette in diverse
combinazioni (con
pomodoro e basilico,
senza aglio, con salsa
verde e peperoncino,
etc.). La serata
organizzata a sostegno
dellOng Accademia
psicologia applicata
che si occupa dei
bambini di Antsirabe in
Madagascar.

PALAB

Via del Fondaco 1


Alle 21,30 in scena
Comica orazione
da bagno: testo e
regia di Paride
Benassai con
Claudio Casisa.
Ingresso 7 euro con
tesseramento
sottoscrivibile anche
online allindirizzo
www.palab.it.

Degustazione di vini

Vini Planeta superstar


in cinque enoteche

My fair lady stasera, e fino al 10 marzo, con


Vittoria Belvedere e Luca Ward al teatro
Al Massimo, costo dei biglietti 35, 40 e 50 euro

Da il Caff sotto il mare


di via Libert alle 20 inizia
la serata tapas mentre alle 21,30
incontro sul Muos con Nadia
Furnari.
per segnalazioni scrivere a
palermo@repubblica.it

NELLE enoteche di Palermo Picone, Lord Green,


Buonivini, Scialo e Vinoveritas i vini delle cinque
cantine dellazienda Planeta. Stasera in ogni locale si potranno assaggiare almeno tre vini da tre diversi territori-winebar. Si avr anche diritto a un
omaggio a sorpresa. Da Picone in via Marconi si
sar la cantina Ulmo (Sambuca di Sicilia) con i vini
Plumbago, Alastro, Chardonnay, Maroccoli, Syrah
e Sito dellUlmo Merlot. Da Lord Green in via Parisi si bevono quelli della tenuta Dispensa (Menfi):
Cometa, Burdese, La Segreta. Da Buonivini in via
Dante la cantina Buonivini con Santa Cecilia, Passito di Noto; da Scialo in via Notarbartolo la cantina Dorilli (Vittoria) con il Cerasuolo e da Vinoveritas
in viale Piemonte la nuova cantina Feudo di mezzo
sullEtna con Carricante, Nerello Mascalese, Brut.
Planeta ha organizzato un servizio navetta gratuito con 7 taxi privati che faranno da collegamento
tra le cinque enoteche. Info su www.planeta.it.
a. f.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Piazza Don Bosco


11
Alle 20 aperitivo
rinforzato sulle
selezioni musicali di
Radio In al costo di
10 euro. Sar
presentata la mostra
di pittura di Roberto
Pizzo intitolata Tra
popart e surreale.
KITCH

Via Giosu
Carducci 11
Alle 20 aperitivo
rinforzato al buffet.
Alle 22 in concerto
gli Skat con Nancy
Ferraro e Giulio
Baroccheri.
IL RICOVERO

Piazza Leoni 21
Alle 22 in concerto
gli Irish quartet:
Francesca Fabris,
Virginia Maiorana,
Antonio Putzu e
Melko Van Kaster.

Preziosi, Cyrano senza nasone


con la fragilit dei nostri tempi
Alessandro
Preziosi
nei panni
di Cyrano
di scena
al teatro
Biondo
fino a
domenica

Piazza Verdi 32
Alle 20 aperitivo
rinforzato al buffet a
base di insalata di
pasta, salumi,
formaggi e insalate.
a cura di
Valerio Tripi

opo una lunga tourne approda finalmente al Teatro Biondo il Cyrano de Bergerac di Rostand con Alessandro Preziosi. Va detto subito che una piacevolissima sorpresa. Preziosi un degno erede della grande
tradizione di quello che stato lo Stabile dellAquila, oggi Stabile dAbruzzo, che lattore dirige.
Lo spettacolo, coprodotto con il Khora-teatro,
gradevole, ritmato, agile e giovanile, e alla fine gli
applausi chiamano il cast quattro volte alla ribalta. Per la prima volta Cyrano non possiede un
naso posticcio, Preziosi sottolinea che la fragilit
delleroe non sta certo in un difetto fisico, ma
nella sua incapacit di misurarsi con luniverso
femminile e con i sentimenti. certamente un
guascone, sempre pronto a menar di spada, ma
non ha alcuna consapevolezza del suo fascino.
Fragilit tipicamente giovanile che rende questa
lettura del grande capolavoro molto moderna.
vero per che il bel Preziosi che dice: guardami e dimmi che speranze posso avere?, non
tanto credibile, ma la sfida proprio questa: interpretare lopposto di s senza altro aiuto se
non la parola.
La scena di Andrea Taddei molto duttile e si trasforma facilmente in bettola, campo di battaglia, convento con il minimo mutamento, ma in
ogni caso si tratta di una grande produzione che
rende omaggio alla tradizione e per i costumi di
Alessandro Lai, e le belle luci di Valerio Tiberi,
che ammiccano alle grandiose tele barocche, e
le musiche originali di Andrea Farri. La regia
dello stesso Preziosi e bilancia bene la poesia del
testo e la sua vis comica, ma evidente lapporto artistico di Nikolay Karpov, che ha curato i
movimenti scenici. Nei panni dellingenua Rossana, Veronica Visentin, brava e credibile, in scena con otto giovani attori provenienti dalla Link
Academy. Ma fuori dalla sala del teatro Preziosi
ha preparato unaltra non meno importante
sorpresa per i suoi fan, lAssociazione Adricesta,
di cui testimone, vende gadget per la raccolta
di fondi per acquistare computer per i bambini
in isolamento ospedaliero. Repliche fino a domenica.
Francesca Taormina

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

VILLA NISCEMI

Piazza Niscemi 56
Ogni sera uno spazio
dove giocare a
freccette o dilettarsi
con altri giochi da
tavolo. Possibilit di
cenare con due men
diversi studiati per i
vegani. Anche men
tradizionali.

DORIAN ART

La serata

RIPRODUZIONE RISERVATA

Trapani

La recensione

La musica in giallo
del Trio Cappelli

turgia rigorosissima che viene dal tema del Pigmalione: la riscoperta della cultura come strumento di riscatto sociale. Piparo ha risolto la questione del cockney, il dialetto londinese che la
protagonista deve abbandonare per diventare una
perfetta dama e che qui diventa un impasto linguistico che ha come base il dialetto siciliano: Un siciliano alla Camilleri, sottolinea.
Repliche fino al 10; biglietti per il 1 settore 50 euro, 40 per il secondo e 35 per la galleria. Info 091
589575.

dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20.

INCONTRI

MOSTRE

Il concerto

Marco Cappelli

XIII

JUMEIRAH

Via Ariosto 32
Alle 19 aperitivo
rinforzato sulle note del
dj set del dj Savi. Tra le
portate diverse variet
di pasta.
SOSUSHI

Via Generale Dalla


Chiesa 34
Dalle 18,30 alle 23 si
potranno mangiare
tantissime variet di
sushi a base, tra le
tante, di tonno,
salmone e surimi. Per
prenotazioni 091
6110706.
FOODDIA

llaa RReeppuubbbblliiccaa
GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

XIV

PALERMO

SPORT

PER SAPERNE DI PI
www.palermocalcio.it
www.torinofc.it

Palermo e Torino alla guerra dei rigori


Perinetti risponde alle lamentele dei granata: Anche noi penalizzati
Il ritiro

MASSIMO NORRITO

Barreto out, salta la sfida dellOlimpico


Zamparini: Con Gasperini ci salveremo

TORINO-Palermo gi iniziata. Le due squadre sono


scese in campo prima ancora
del fischio dellarbitro. Lo
hanno fatto in particolare i loro dirigenti e lo hanno fatto
soprattutto parlando di calci
di rigore.
Ha iniziato il direttore generale granata Antonio Comi
chiedendo rispetto ed attenzione per la sua squadra sottolineando come il Torino sia
la formazione che ha subito il
maggior numero di rigori
contro. Per lesattezza dieci.
Un vero e proprio record europeo tanto che ieri il presidente Cairo con un tweet lha
buttata sul ridere: Non siamo
ancora in Europa ma nessuno
ci batte. Abbiamo gi il nostro
record: dieci rigori contro.

Se Atene piange
Sparta non ride
Gli arbitri
ci hanno concesso
solo un penalty
Protesta Cairo, protesta Comi, protestano i tifosi granata
che annunciano per domenica una paolada allingresso
in campo delle squadra.
Un modo come un altro per
sollevare il problema, per caricare la vigilia della gara al
quale ha prontamente risposto il Palermo con una nota ufficiale firmata da Giorgio Perinetti. Leggo le dichiarazioni
di Antonio Comi scrive il direttore generale e consigliere
di amministrazione rosanero
Il Torino, vero, non stato particolarmente fortunato
e ha subito un numero importante di rigori contro. Il destino vuole che domenica si incontreranno proprio due
squadre che detengono sin-

TRAUMA muscolare al polpaccio destro. Il freddo comunicato ufficiale diramato


dal Palermo non lascia spazio allimmaginazione: il centrocampista rosanero salter
la sfida di domenica contro il
Torino. Barreto, che marted
non si era allenato per la febbre, ieri si fermato nel corso
della seconda seduta giornaliera. Le sue condizioni
verranno valutate oggi grazie
a degli esami strumentali che
diranno qualcosa di pi sulla
gravit dellinfortunio.
Maurizio Zamparini intanto tornato a parlare della
stagione rosanero e dei continui cambi di allenatore.
Pensavo che Malesani potesse date una scossa e invece non successo ha
detto il presidente a Mattina
Sport Ho richiamato Ga-

UNDICI METRI
Il rigore segnato
da Miccoli al Milan
lunico dato ai rosa

ALLENAMENTO

TATTICA

AMICHEVOLE

MERCATO

Doppia seduta per


i rosanero ospiti a
Novarello del Villaggio
Azzurro. Gasperini
ha portato i suoi
in campo al mattino
e al pomeriggio

Gasperini prova
soluzioni nuove per
battere il Torino.
Il tecnico ha fatto
svolgere sedute di
tattica concluse da
partite a campo ridotto

I rosa disputeranno
oggi a Novara
unamichevole a porte
chiuse contro
una formazione locale
Calcio dinizio
fissato alle 15,30

Il Palermo sarebbe
sulle tracce di
Bruno Fernandes
centrocampista
portoghese che
attualmente gioca
nel Brescia

Il punto
golari record: i granata di rigori fischiati contro, il Palermo
quello negativo di rigori fischiati a favore. In effetti, il
Palermo ha avuto assegnato
un solo calcio di rigore. Ad
oggi, infatti sottolinea Peri-

netti ce ne hanno assegnato soltanto uno contro il Milan


e trasformato da Miccoli a dispetto dei sei che hanno assegnato ai nostri avversari. Pertanto se Atene piange, Sparta
certamente non ride.

Insomma, un botta e risposta dialettico che non che la


prima avvisaglia di schermaglie che fanno da prologo alla
sfida di domenica allOlimpico. Una partita che segner il
ritorno di gasperini sulla pan-

china rosanero. Francamente sembra che non se ne sia


mai andato dice Perinetti
A Novara dove stiamo preparando la partita si respira
unaria molto positiva e si lavora come sempre con gran-

ARLECCHINO

ARLECCHINO - METROPOLITAN - UCI CINEMAS

Edgar Barreto

sperini perch gi conosceva la squadra. Il presidente


ha poi parlato della campagna acquisti. Non abbiamo
fatto bene per ci si sono stati tanti infortuni gravi come
quelli di Harnandez e Mantovani. una stagione storta,
ma credo nella salvezza e lo
faremo con Gasperini
m.n.
RIPRODUZIONE RISERVATA

de intensit a dispetto dei tanti problemi, ultimo quello di


Barreto, che ci hanno colpito
in questa stagione. Un Palermo che a Novara vive lennesima vigilia di quel riscatto
che tutti attendono da tempo.
C consapevolezza della
difficolt del momento dice Perinetti ma c anche
grande voglia da parte del
gruppo di dare il massimo.
certo che i risultati delle altre
non ci aiutano. Il successo del
Bologna non ci certo favorevole, ma noi dobbiamo contare solo sulle nostre forze. Sappiamo che dobbiamo cercare
di vincere le sei gare che abbiamo in casa e tentare un
blitz in trasferta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

llaa RReeppuubbbblliiccaa
GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

COMMENTI

XV

PALERMO

LA RUBRICA viene pubblicata ogni gioved. Per segnalazioni scrivere una e-mail a Rubrica Se ne sono andati allindirizzo di posta elettronica palermo@repubblica.it.
Gli autori dei testi sono Mario Pintagro e Arianna Rotolo.

IL VOTO DI SCAMBIO
FINITO IN UN VAFFA

Enzo
Caruso

Gianfranco
Bevilacqua

GERY PALAZZOTTO

Ballerino e coreografo del


Teatro Massimo, si era
specializzato con Jerzy
Grotowski e Julian Beck

Avvocato e uomo di cultura,


radunava ogni gioved i suoi
otto nipoti per dare lezioni
di vita

Enzo Caruso aveva il sorriso stampato sul volto, in


scena e nella vita. Traboccava di vitalit e umorismo.
Aveva studiato danza e recitazione e si era specializzato come ballerino in laboratori con Julian Beck e Judith Malina del Living Theatre e Jerzy Grotowski.
Nell86 viene assunto al
Teatro Massimo, sotto la
dirigenza di Ubaldo Mirabelli. Vi rimane sino al 2005,
partecipando a tutte le pi
importanti produzioni della
fondazione lirica di piazza
Verdi, fornendo il suo apporto anche come coreografo a fianco del direttore
del corpo di ballo, Micha
van Hoecke. Lultimo suo
contributo, nel 2001, linterpretazione della Belle
Mre, nel balletto su soggetto di Cocteau Les Maris de la Tour Eiffel.
Andato in pensione, si
dedicato con grande pazienza e sensibilit a trasmettere la sua gioiosa
passione per la danza ai
piccoli ballerini in erba nelle scuole di danza e ha prestato la sua opera come coreografo con Carla Livio allOrchestra sinfonica siciliana per Musicaingioco,
destinato ai bambini. Era
un giramondo e animatore
di feste.
La chiesa di Pallavicino
era gremita di amici, ballerini e allievi delle scuole di
danza per lultimo saluto.
Se n andato il 24 febbraio,
a 57 anni.

Avvocato, uomo di
profonda cultura, Gianfranco Bevilacqua stato
tutto questo e molto di pi.
Padre di tre figli Nino, ingegnere e presidente dellAutorit portuale di Palermo; Salvino, ginecologo e
primario del reparto di
Ostetricia della clinica
Candela; Maria Vittoria, avvocato era considerato
dagli otto nipoti un sicuro
punto di riferimento, un
saggio amico da cui ricevere consigli e insegnamenti.
Ogni gioved amava riunirli
tutti a casa sua, un appuntamento che non mancava
mai.
Bevilacqua era un uomo daltri tempi, un maestro di vita, un religioso fervente. Gremita la chiesa di
San Vincenzo de Paoli, in
occasione dellultimo saluto. Se n andato il 25 febbraio, a 79 anni.

Se ne sono andati

Giovanni
Barill
Dirigente regionale e
nazionale del Partito
socialista, stato
presidente dellIacp di
Palermo
Giovanni Barill stato
dirigente regionale e nazionale del Partito socialista.
Nato a Reggio Calabria, era
per palermitano dadozione. In Sicilia ha svolto
buona parte della sua azione politica e ha conosciuto
la moglie Enza Catalano,
assessore comunale a Palazzo delle Aquile negli anni Ottanta. Presidente dellIstituto autonomo case
popolari di Palermo, Barill
era vicino allex segretario
nazionale del Psi Giacomo
Mancini, ed stato anche
stretto collaboratore di
Matteo Matteotti durante il
periodo dellunificazione
socialista.
La svolta nel suo impegno politico si registr negli
anni Cinquanta, dopo la
sanguinosa repressione
sovietica della rivoluzione
ungherese, quando una
parte degli intellettuali e dei
giovani comunisti prese
coscienza dellincompatibilit tra leninismo e democrazia. Tra quei ragazzi che
avevano sostenuto la rivolta dei 101 contro il Pci e che
scelsero il socialismo democratico cera anche Giovanni Barill. Se n andato
il 25 febbraio, a 78 anni.

(segue dalla prima di cronaca)

U na terra nella quale il voto di scambio sia reale che simbolico


sempre stato il perno di ogni competizione elettorale. Il primo consiste nello scattare una fotografia dellattuale situazione sociale ed
economica e nellanalizzarne, con una lente dingrandimento, alcuni dettagli. Nella grana dellimmagine sono evidenti molti spazi
vuoti: il vuoto delle promesse che non possono pi essere fatte, il
vuoto di credibilit della politica isolana, il vuoto di motivazione
strategica dei partiti. Nel voto di scambio fondamentale la merce
che passa di mano e, se questa manca, viene meno la garanzia sulle
speranze a buon mercato. Il movimento di Grillo ha riempito questi
buchi, ponendosi non come alternativa che sarebbe stato un (che anzi temono come la peste)
tipico ragionamento politico, di e rivendicando il contrario della
quelli classici insomma ma fi- coerenza partitica, cio lassensicamente come mastice, che ha za di una strategia di posizionachiuso, sigillato gli spazi vuoti.
mento. Ci evidentemente atE-MAIL
La Sicilia dei partiti tradizio- trae quella parte di elettorato
Potete inviare
nali non conosce la coerenza, che, delusa da decenni di malle vostre
basti pensare ai mille ribaltoni governo, crede nellimpossibile
e-mail su
della Regione e alla transuman- senza chiedersi come ci sia
argomenti
za di candidati da una landa co- possibile, fatta la dovuta eccecittadini
stituzionale allaltra, e per que- zione per i giochi di prestigio sulo di carattere
sto i grillini vincono non impe- lImu.
regionale
gnandosi in una congruit seLaltro modo per capire
a palermo@
mantica del linguaggio politico quello di guardare al passato
repubblica.it

MATITA ALLEGRA

Francesco Paolo
Mazzara
Deputato dc allAssemblea
regionale, negli anni
Settanta fu assessore ai
Lavori pubblici a Palermo
Con lui se ne va un pezzo
della politica siciliana. Democristiano, Francesco
Paolo Mazzara stato deputato allArs durante lottava legislatura. Medico
chirurgo, negli anni Sessanta assunse la carica di
assessore ai Lavori pubblici del Comune di Palermo,
incarico che mantenne sino al 1975.
Dopo aver abbandonato
la vita politica, Mazzara si
dedicato completamente
alla professione medica,
ma ha continuato a seguire
le vicende politiche degli ultimi decenni. Se n andato
il 18 febbraio, a 86 anni.

DOVE
SCRIVERE
Inviate le
lettere su
argomenti
locali a
La Repubblica
Via Principe di
Belmonte 103
90139
Palermo

Giuseppina
Calafato
Perpetua del santuario
dellImmacolata a
Caltanissetta, assisteva il
fratello monsignore
Per mezzo secolo stata
la perpetua di monsignor
Calafato, fratello gemello e
parroco del santuario dellImmacolata in San Francesco dAssisi, a Caltanissetta. Giuseppina Calafato, nubile, ha servito il fratello in tutte le attivit ecclesiastiche seguendo, sin
dagli anni Cinquanta, il suo
percorso sacerdotale. Era il
suo braccio destro, e monsignor Calafato non se ne
separava mai.
Giuseppina era un donna
semplice e dolcissima,
amata dai fedeli. Il funerale
stato celebrato nel santuario dellImmacolata, alla
presenza del vicario generale emerito, monsignor
Campione. Tutta la comunit parrocchiale ha partecipato per renderle omaggio. Se n andata il 19 febbraio, a 81 anni.

OGGI
ARISTON - ABC - AURORA - UCI

non per trovare similitudini, ma


per analizzare il vigore e la natura di altre spinte aggregative che
in qualche modo hanno scardinato le porte blindate del potere.
Nel nostro caso lunico modello
utile di riferimento la Rete di
Leoluca Orlando. Era il 1991 e
lobiettivo era spezzare linganno della Dc con tutta una
serie di nemici accessori che si
andarono materializzando man
mano che lazione del partito divenne pi aggressiva e articolata. Acqua fresca al confronto dei
grillini, poich evidente che
oggi siamo di fronte a un movimento che non si batte contro
una precisa componente politica, ma pretende di far crollare il
palazzo con dentro tutti i partiti,
conciliando lineluttabile destino dei moderni Filistei con la
scaltrezza di un Sansone evoluto che a tutto pensa tranne che a
immolarsi sotto le macerie.
Lantimafia militante non tira
pi come ai tempi della Rete perch lo testimonia il fallimento
dei partiti partigiani come quello di Antonio Ingroia il nuovo
elettorato siciliano dimostra di
aver abbandonato i monti della
Resistenza, per stanchezza o per
contingenza di cronaca: la mafia
scomparsa da un pezzo dai
programmi di governo e purtroppo anche dalla percezione
comune. Non a caso la Rete era
un partito di difesa di tradizione
cattolico-democratica, il Movimento 5 stelle unaggregazione di attacco in cui i figli della
confusione mostrano di avere le
idee chiare. E di aver capito che
il nuovo slogan per tenere alta la
questione morale non pi resistere, resistere, resistere, ma
un semplice vaffanculo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIOVED 28 FEBBRAIO 2013

PALERMO

PALERMO

CINEMA
ORARI

SERVIZI

ABC Via E. Amari, 166 - 091/329246


EDUCAZIONE SIBERIANA 2K
16,00-18,10-20,20-22,30 ( 7,50)

ARISTON Via Pirandello, 5 - 091/6258547


EDUCAZIONE SIBERIANA
17,30-20,30-22,30 ( 7,50)

ARLECCHINO MULTISALA Via Imp. Federico, 12 - 091/362660


ARGO 2K
17,30-20,30-22,30 ( 7,50)
SALA 1
TUTTI CONTRO TUTTI
16,30-18,30-20,30-22,30 ( 7,50)
SALA 2
AURORA MULTISALA Via T. Natale, 177 - 091/533192 www.cinaurora.it
ANNA KARENINA
SALA 1
18,30-21,00 ( 7,50)
VIVA LA LIBERT
18,30-20,45-22,45 ( 7,50)
SALA 2
EDUCAZIONE SIBERIANA
18,30-20,45-22,45 ( 7,50)
SALA 3
CINETEATRO COLOSSEUM Via, Guido Rossa 5 - 091/442265
SALA RISERVATA
1
FIAMMA Largo degli Abeti, 6 - 091/6251868
PINOCCHIO 2K
17,00 ( 7,50)
NOI SIAMO INFINITO 2K
18,30-20,30-22,30 ( 7,50)

GAUDIUM Via D. Almeyda, 32 - 091/341535


ANNA KARENINA
MAGNU
17,30-20,00-22,30 ( 7,50)
GAUDIUM IULII Via D. Almeyda, 34 - 091/341535
AMOUR
16,30-22,15 ( 7,50)

QUARTET
18,30-20,30 ( 7,50)

GOLDEN Via Terrasanta, 60 - 0916/264702


UPSIDE DOWN 4K
16,00-18,10-20,20-22,30 ( 7,50)

HOLIDAY MULTISALA Via M. Stabile, 223 - 091/586494


GAMBIT
16,30-18,30-20,30-22,30 ( 7,50)
SALA 1
VITA DI PI
17,00-20,00-22,30 ( 7,50)
SALA 2
IGIEA LIDO Via Amm. Rizzo, 13 - 091/545551 www.cineigiealido.it
THE SESSIONS - GLI INCONTRI 2K
18,30 ( 7,50)
VITA DI PI,Vincitore di 4 OSCAR 3D
20,45 ( 10,00)

IMPERIA Via E. Amari 160 - 389/8703670 www.cinemaimperia.it


IL PRINCIPE ABUSIVO
16,30-18,30-20,30-22,30 ( 7,50)
JOLLY Via Costantino, 54 - 091/341263
TEATRO
KING Via Ausonia, 111 - 091/511103
GAMBIT 2K
18,30-20,30-22,30 ( 7,50)

LUX Via F. Di Blasi, 25 - 091/348990


LINCOLN 2K
17,30-21,00 ( 7,50)

MARCONI Via Cuba, 12/14 - 091/421574 www.cinemamarconi.it


TUTTI I SANTI GIORNI
SALA DE CURTIS 17,30-20,15-22,30 ( 7,50)
PINOCCHIO
SALA DE SICA 16,30-18,30 ( 7,50)
LINCOLN
SALA DE SICA 21,30 ( 7,50)
METROPOLITAN CITYPLEX V.le Strasburgo, 358 - 091/6887513 www.cityplexmetropolitan.it
PINOCCHIO
16,30-18,30 ( 7,50)
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
20,30-22,30 ( 7,50)
TUTTI CONTRO TUTTI
16,30-18,30-20,30-22,30 ( 7,50)

GANGSTER SQUAD
16,20-20,20 ( 7,50)
DIE HARD - UN BUON GIORNO PER MORIRE
18,30-22,30 ( 7,50)
IL PRINCIPE ABUSIVO
16,15-18,20-20,30-22,40 ( 7,50)
UPSIDE DOWN
16,15-18,20-20,30-22,40 ( 7,50)

ROUGE ET NOIR P.zza Verdi, 82 - 091/324651


VIVA LA LIBERT
16,30-18,30-20,30-22,30 ( 7,50)

UCI CINEMAS PALERMO c/o centro commerciale Forum - 892.960 www.ucicinemas.it


IL PRINCIPE ABUSIVO Digitale
17,20-19,55-22,30 ( 5,50)
BEAUTIFUL CREATURES
17,00-19,50 ( 7,50)
p 152
THE IMPOSSIBLE Digitale
22,40 ( 7,50)
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
17,45-19,50-22,05 ( 7,50)
PINOCCHIO Digitale
17,30 ( 7,50)
DIE HARD - UN BUON GIORNO PER MORIRE Digitale
20,05-22,25 ( 7,50)
TUTTI CONTRO TUTTI Digitale
17,35-19,55-22,20 ( 7,50)

UPSIDE DOWN
17,30 ( 5,50) -20,00-22,30 ( 7,50)

EDUCAZIONE SIBERIANA Digitale


17,30-20,00-22,30 ( 7,50)

IN PROVINCIA

ORARI

EXCELSIOR Via C. Scianna, 34 - 091/933319


ZERO DARK THIRTY
19,00-22,00 ( 6,50)

NUOVO CINEMA CAPITOL Via Roma, 8 - 091/931935


IL PRINCIPE ABUSIVO Digitale
SALA A
16,30-18,30-20,30-22,30 ( 6,00)
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
SALA B
16,30-18,30-20,30-22,30
SUPERCINEMA Via Car 126 (ang. Via Palermo) - 091/969578 www.supercinemabagheria.it
GANGSTER SQUAD
SALA AMBRA 18,00-20,15-22,30 ( 6,50)
GAMBIT
SALA SMERALDO 18,30-20,30-22,30 ( 6,50)
ASTRO 2000 Via N. Martoglio, 12 - 338/4329132
ARGO
18,00-20,15-22,30 ( 6,00)

DI FRANCESCA C.so Ruggero, 65 - 0921/923330 www.cinemadifrancesca.it


IL PRINCIPE ABUSIVO
18,00-20,00-22,00 ( 6,00)
ALBA C.so Umberto, 386 - 091/8699226 www.cinealba.it
FLIGHT
18,00-22,30 ( 5,50)

IL PRINCIPE ABUSIVO
20,30 ( 5,50)
CINETEATRO IDEAL Via Autonomia Siciliana, 20 - 339/8684353
LINCOLN
19,00-21,30 ( 6,00)

EMPIRE CINEMAS Viale della regione/sp1 - 091/8902843 www.empirecinemas.it


PINOCCHIO Digitale
SALA A
16,30
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
SALA A
18,30-20,30-22,30 ( 6,00)
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA D
16,30-18,30-20,30-22,30
SUPERCINEMA Piazza Crispi, 9 - 091/8113030
GANGSTER SQUAD
SALA VERDE 17,30-20,00-22,30 ( 6,00)
ARGO
17,30-20,00-22,30 ( 6,00)
SALA BLU

AGRIGENTO

XVI

ORARI

ASTOR P.zza V. Emanuele, 10/12 - 0922/25866 no


ARGO
18,00-20,15-22,30 ( 7,00)

CONCORDIA via F. Crispi - 0922/665340


ANNA KARENINA
18,00-20,15-22,30 ( 7,00)
MULTISALA CIAK via XXV Aprile s.n. - 0922/596015
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA ROSSA 16,30-18,30-20,30-22,30 ( 6,50)
PINOCCHIO
SALA BLU
16,30 ( 6,50)
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
SALA BLU
18,30-20,30-22,30 ( 6,50)
PLANET MULTISALA LE VIGNE c/o centro commerciale Le vigne - 0922/941798
PINOCCHIO
SALA 1
18,30
TUTTI CONTRO TUTTI
20,00-22,20
SALA 1
EDUCAZIONE SIBERIANA
18,15-20,30-22,45
SALA 2
NON APRITE QUELLA PORTA
SALA 3
18,20-20,35-22,45
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 4
18,00-20,15-22,30
UPSIDE DOWN
20,10-22,30
SALA 5
ARGO 3D
21,00
SALA 6
BEAUTIFUL CREATURES
SALA 7
19,30
GANGSTER SQUAD
SALA 7
22,00
FLY CINEMA Corso Argentina - 0922/776182
NOI SIAMO INFINITO Digitale
18,00-20,00-22,00 ( 7,00)
BLU
PINOCCHIO Digitale
ROSSA
18,00-19,30 ( 7,00)
ZERO DARK THIRTY Digitale
21,00 ( 7,00)
ROSSA
MEZZANO Via Colombo, 38 - 0922/636644 www.cinemamezzano.it
IN DARKNESS
SALA MARILYN 18,30-21,30 ( 6,00)
CINEMA TEATRO LUPO P.zza Castello, 2 - 0925/61003
IL PRINCIPE ABUSIVO
18,00-20,15-22,15 ( 5,00)
CAMPIDOGLIO P.zza Campidoglio, 7 - 0925/87010
ANNA KARENINA Digitale
SALA LUNA
18,00-20,15-22,30 ( 6,00)
EDUCAZIONE SIBERIANA Digitale
SALA PEROLLO 18,00-20,15-22,30 ( 6,00)
MULTISALA BADIA GRANDE piazza Gerardo Noceto - 0925/87345
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA DEGLIARCHI 18,00-20,15-22,30 ( 6,00)
GANGSTER SQUAD
SALA DELLALBERO 18,00-20,15-22,30 ( 6,00)
PINOCCHIO
SALA DEI PALCHI 17,00-18,30 ( 6,00)
GAMBIT
SALA DEI PALCHI 20,30-22,30 ( 6,00)

CALTANISSETTA

SCHERMO
PICCOLO

SCHERMO
MEDIO

ORARI

SCHERMO
GRANDE

SCHERMO
SUPER

SERVIZI

MULTISALA PALAZZO MONCADA Salita Matteotti, 10 - 0934/547001 www.cinemabauffremont.it


p 280 A K
p 580 B K
p 700 A K
p 150
K
p 400 A K
p 101 A H
p 160 A L
p 192 A
I
I

p 520
p 520

p 416 B K
p 120 A
p 120 A
L

p 1032

p 150 A K
p 150
K
K
K

p 350
p 350

p 700 A K
K

p 409

p 902 B L
p 466 A K
p 400 A L
p 180 A I
p 180 A I
p 130
p 130
p 150
p 120
p 120
p 300
p 170

A
A
A
A
A
A
A

K
K
K
L
L
L
K

p 540 B K
p 378 A K
A K
A
A
A
A
A
A
A

p 152
p 152
p 152
p 152
p 146
p 146
p 146

K
K
K
K
K
K
K

SERVIZI
BAGHERIA

p 300 B K
BAGHERIA

p 347 A K
BAGHERIA

p 467 A L
p 150 A K
CEFAL

p 200 A K
CEFAL

p 160 A I
CINISI

p 230 B L
p 230 B L
LERCARA FRIDDI

p 720 A K
PARTINICO

p 306 B L
p 306 B L
p 98 B I
TERMINI IMERESE

p 400 A K
p 90 A I

SERVIZI
p 297 A K
p 243

p 104 A K
p 202 A K
p 202 A K
p 139
p 139
p 239
p 143
p 134
p 197
p 298
p 298
LICATA

PORTO EMPEDOCLE

p 241 A K
RIBERA

p 580 B L
SCIACCA

p 150 A K
p 210 A K
SCIACCA

p 102
p 100
p 64
p 64

K
K
K
K

IL PRINCIPE ABUSIVO
BAUFFREMONT
PINOCCHIO
BLU
ANNA KARENINA
BLU
ARGO
VERDE
UPSIDE DOWN
ROSSA
SUPERCINEMA Via Dante Alighieri, 10 - 0934/26055
NON APRITE QUELLA PORTA 3D

18,30-20,30-22,30 ( 7,00)
17,00-18,30 ( 7,00)
20,00-22,00 ( 7,00)
18,00-20,15-22,30
18,00-20,15-22,30

CATANIA

ORARI

18,00-20,15-22,30 ( 6,00)

p 900
p 120
p 120
p 120
p 100

A
A
A
A
A

L
I
I
I
I

p 980 A K

SERVIZI

ALFIERI Via Duca degli Abruzzi, 8 - 095/373760


ANNA KARENINA
SALA 1
17,45-20,15-22,35 ( 6,00)
p 550 A K
NOI SIAMO INFINITO
18,30-20,25-22,30 ( 6,00)
p 126 A I
SALA 2
ARISTON MULTISALA Via Balduino, 17/b - 095/441717
UPSIDE DOWN
18,10-20,30-22,30 ( 6,00)
p 113 A K
SALA 1
EDUCAZIONE SIBERIANA
18,00-20,20-21,15-22,30 ( 6,00)
p 259 A I
SALA 2
LINCOLN
18,00 ( 6,00)
p 115
I
SALA 3
TUTTI CONTRO TUTTI
18,15-20,30-22,30 ( 6,00)
p 156
I
SALA 4
CINESTAR CATANIA Via Catira Santa Lucia c/o Parco commerciale - 095/7515163
PINOCCHIO
SALA 1
17,30 ( 5,50)
p 202 A L
LINCOLN
19,30 ( 5,50)
p 202 A L
SALA 1
DIE HARD - UN BUON GIORNO PER MORIRE SALA 1
22,35 ( 5,50)
p 202 A L
EDUCAZIONE SIBERIANA
18,00-20,15-22,30 ( 5,50)
p 2966 A L
SALA 2
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 3
18,10-20,20-22,35 ( 5,50)
p 480
L
UPSIDE DOWN
18,05-20,25-22,40 ( 5,50)
p 296
SALA 4
TUTTI CONTRO TUTTI
17,55-20,00-22,15 ( 5,50)
p 202 A L
SALA 5
GANGSTER SQUAD
SALA 6
17,45-20,05-22,25 ( 5,50)
p 202
L
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
SALA 7
18,15-22,35 ( 5,50)
p 296 A L
NITRO CIRCUS:THE MOVIE 3D
SALA 7
20,10 ( 5,50)
p 296 A L
BEAUTIFUL CREATURES
SALA 8
17,55 ( 5,50)
p 296 A L
GAMBIT
20,35-22,40 ( 5,50)
p 296 A L
SALA 8
ANNA KARENINA
SALA 9
17,25-19,45-22,25 ( 5,50)
p 202
L
CINETEATRO FRANCESCO ALLIATA Via Cardinale Dusmet, 2 - 095/7678888
THE SUMMIT
16,30-20,30 ( 5,00)
p 99 B I
NELLANNO DEL SIGNORE
18,30 ( 4,00)
p 99 B I
KING Via De Curtis, 14 - 095/530218
RASSEGNA
SALA 1
p 272 A I
AMOUR
16,00
p 70 A I
SALA 2
VIVA LA LIBERT
18,15-20,30-22,30
p 70 A I
SALA 2
MULTISALA LO PO Via Etnea, 254 - 095/316798 www.lopomultisala.it
TUTTI CONTRO TUTTI
16,30-18,30-20,30-22,30 ( 6,00)
p 347 A K
SALA 1
GANGSTER SQUAD
SALA 2
16,30-18,30-20,30-22,30 ( 6,00)
p 167 A I
GAMBIT
16,30-18,30-20,30-22,30 ( 6,00)
p 169 A I
SALA 3
ODEON Via F. Corridoni, 19 - 095/326324
CINECLUB
p 658 A K
PARADISO MULTISALA RECUPERO Via Duca degli Abruzzi, 69 - 095/383596
VITA DI PI
18,00
p 200 A I

CAPTIVE
20,20-22,30
p 200 A I
LINCOLN
18,00-21,00
p 200 A I

THE SPACE CINEMA ETNAPOLIS Localit Valcorrente S.S. 121 Km 11.500 - Belpasso - 095/7959596
DIE HARD - UN BUON GIORNO PER MORIRE SALA 1
17,15-20,00-22,15 ( 6,50)
p 175 A
BEAUTIFUL CREATURES
SALA 2
16,35-19,20 ( 6,50)
p 184 A
GAMBIT
22,00 ( 6,50)
p 184 A
SALA 2
TUTTI CONTRO TUTTI
17,50-20,05-22,20 ( 6,50)
p 202 A
SALA 3
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
SALA 4
18,10-20,20-22,30 ( 9,00)
p 220 A
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 5
16,40-19,05-21,30 ( 6,50)
p 238 A
ARGO
16,45-19,15-21,45 ( 6,50)
p 208 A
SALA 6
PINOCCHIO
SALA 7
16,55-19,00 ( 6,50)
p 184 A
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 7
21,00 ( 6,50)
p 184 A
ZAMBEZIA
SALA 8
17,05 ( 6,50)
p 191 A
ANNA KARENINA
SALA 8
19,15-22,05 ( 6,50)
p 191 A
UPSIDE DOWN
16,20-18,50-21,15 ( 6,50)
p 220 A
SALA 9
EDUCAZIONE SIBERIANA
17,30-19,50-22,10 ( 6,50)
p 202 A
SALA 10
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 11
17,30-19,55-22,20 ( 6,50)
p 238 A
VITA DI PI
17,35 ( 6,50)
p 208 A
SALA 12
GANGSTER SQUAD
SALA 12
20,00-22,40 ( 6,50)
p 208 A
MARGHERITA Via Cavour, 26 - 095/601265 www.margheritamultisala.it
ACIREALE
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA COCCINELLA 17,30-19,45-22,00 ( 4,50)
p 350 A K
LA REGOLA DEL SILENZIO
THE COMPANY YOU KEEP, Cineclub
p 176 A K
SALATARTARUGA 17,30-20,45
SPADARO Via Galatea, 118 - 095/601447 http://xoomer.virgilio.it/cinemaspadarodiacireale/Home.html ACIREALE
DIE HARD - UN BUON GIORNO PER MORIRE
17,30-19,30-21,30 ( 5,00)
p 360 A K
MULTISALA POLITEAMA CALTAGIRONE Via G. Pubblici, 4 - 0933/21508
CALTAGIRONE
NON PERVENUTO
PLANET MULTISALA V.le della Costituzione, 47 - 095/334866 www.multisalaplanet.it
CANALICCHIO
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
SALA 1
18,30-20,35-22,45
p 286 A K
PINOCCHIO
SALA 2
18,30
p 288 A K
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 2
18,30-20,35-22,40
p 288 A K
EDUCAZIONE SIBERIANA
18,25-20,30-22,40
p 165 A I
SALA 3
ARGO
18,00-20,20-22,40
p 150 A I

GANGSTER SQUAD
20,20-22,45
p 82 A H
MULTISALA MACHERIONE Via P.pe di Piemonte, 88 - 095/7762103 www.multisalamacherione.comFIUMEFREDDO
ARGO
18,00-20,15-22,30
p 406 A I
SALA 1
PINOCCHIO
SALA 2
17,30
p 134 A H
ANNA KARENINA
SALA 2
19,30-22,00
p 134 A H
CINETEATRO GARIBALDI Via Garibaldi, 30 - 095/933972
GIARRE
GANGSTER SQUAD
18,00-20,30-22,30 ( 3,00)
p 500 A L
EDEN Via A. De Gasperi, 45 - 095/932690 www.cinemariuniti.sit-hosting.com
GIARRE
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
18,00-20,00-22,00 ( 4,00)
p 201 A K
MODERNO Via Carbonaro, 13 - 346/6934317
MASCALUCIA
ARGO
18,10-20,30-22,30 ( 3,00)
p 400 B K

TRINACRIA Via Roma, 209 - 095/463366/2884783


MISTERBIANCO
IL PRINCIPE ABUSIVO
17,00-19,00-21,00 ( 3,50)
p 300 A I
UCI CINEMAS CATANIA SP 54 Contrada Cubba - 095/7493589
MISTERBIANCO
DIE HARD - UN BUON GIORNO PER MORIRE 1
17,30-20,00-22,20
p 155
TUTTI CONTRO TUTTI Digitale
17,35-19,55-22,15
p 155
2
EDUCAZIONE SIBERIANA Digitale
17,15-19,50-22,25
p 211
3
BEAUTIFUL CREATURES
4
16,50-22,20
p 211
ANNA KARENINA
4
19,30
p 211
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
5
17,20-20,10-22,35
p 237
IL PRINCIPE ABUSIVO Digitale
6
17,25-19,55-22,25
p 393
UPSIDE DOWN ISens
17,25-20,00-22,30
p 315
7 ISENS
CINETEATRO LA SPINA Via XXIV Maggio, 50 - 095/653160
RAMACCA
IL PRINCIPE ABUSIVO
18,00-20,00-22,00 ( 4,00)
p 400 A K
CINEMA MUSMECI Via Gramsci, 164 - 329/4742107
RIPOSTO
NOI SIAMO INFINITO
18,00-20,00-22,00 ( 4,00)
p 325 A K

CENTRALE Via Sottotenente Scalia - 095/7411637


SAN GIOVANNI LA PUNTA
VITA DI PI
17,15-19,40-22,00 ( 2,00)
p 800
H

METROPOL Via Bernardo, 32 - 095/7935221


SCORDIA
PINOCCHIO
17,30 ( 6,00)
p 500 B L
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
19,30-21,30 ( 8,00)
p 500 B L
METROPOLITAN Corso Europa, 60 - 095/7806615
TRECASTAGNI
IL PRINCIPE ABUSIVO
18,00-20,30-22,30 ( 3,00)
p 720 B L

ENNA

ORARI

MULTISALA GRIVI SRL piazza Arcangelo Ghisleri, 5 - 0935/503680


LA PARTE DEGLI ANGELI
18,30-21,30 ( 5,00)
SALA A
EDUCAZIONE SIBERIANA
18,30-21,30 ( 5,00)
SALA B

MESSINA

ORARI

CINEAUDITORIUM FASOLA (EX VISCONTI) Via S. Filippo Biachi, 30 - 090/661960


GANGSTER SQUAD
18,00-20,20-22,40
IRIS Via C. Pompea - 090395332 www.iris.messinacinema.it
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA A
18,00-20,45-23,00 ( 5,00)
ANNA KARENINA
SALA B
18,00-20,30-23,00 ( 5,00)
NOI SIAMO INFINITO
18,00
SALA C

SERVIZI
p 436 A K
p 131 A K

SERVIZI

p 245 A K
p 168 A K
p 94 A K

ACCESSO

DA NON
PERDERE

MESSINA

DA
VEDERE

SI PU
VEDERE

ORARI

SERVIZI

ARGO
20,45-23,00 ( 5,00)
p 94 A K
SALA C
GAMBIT
18,30-21,00
p 95 A K
SALA D
GANGSTER SQUAD
SALA DE SICA 23,00 ( 5,00)
p 40
H
LUX Largo Seggiola is. 168 - 090/6413584
VIVA LA LIBERT
18,10-20,30 ( 6,00)
p 211 A L

MULTISALA APOLLO Via C. Battisti, 111 - 090/670701


IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 1
16,30-18,30-20,40-22,40 ( 6,00)
p 420 A I
AMOUR
17,30-20,20 ( 6,00)
p 420 A I
SALA 1
ANNA KARENINA
17,30-20,15-22,40 ( 6,00)
p 99 A K
GAMBIT
18,15-20,30-22,30 ( 6,00)
p 60
K

PINOCCHIO
SALA 4
16,30 ( 6,00)
TUTTI CONTRO TUTTI
18,00-20,30-22,30 ( 6,00)
SALA 4
SALA VISCONTI via S. Filippo Dei Bianchi, 28 - 090/2006129
LA MIGLIORE OFFERTA
17,15-20,20-22,40 ( 5,00)
p 253 A K

UCI CINEMAS MESSINA c.da Tremestieri - S.S. 114 - 090/6254911 www.ucicinemas.it


ZAMBEZIA
SALA 1
17,10 ( 7,50)
p 189 B K
THE IMPOSSIBLE
SALA 1
19,45-22,20 ( 7,50)
p 189 B K
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 2
17,00 ( 5,50) -19,30-22,00 ( 7,50)
p 225 B K
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 3
17,30-20,00-22,30 ( 7,50)
p 316 B L
EDUCAZIONE SIBERIANA
17,30-20,00-22,30 ( 7,50)
p 225 B K
SALA 4
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
SALA 5
17,50-20,10-22,25 ( 10,00)
p 189 B I
UPSIDE DOWN
17,30-20,00-22,30 ( 7,50)
p 189 B I
SALA 6
BEAUTIFUL CREATURES
SALA 7
17,00-19,50-22,35 ( 7,50)
p 126 B H
GAMBIT
17,30-20,00-22,20 ( 7,50)
p 129 B I
SALA 8
PINOCCHIO
SALA 9
17,50 ( 7,50)
p 129 B H
DIE HARD - UN BUON GIORNO PER MORIRE SALA 9
20,10-22,30 ( 7,50)
p 129 B H
TUTTI CONTRO TUTTI
17,40-20,00-22,20 ( 7,50)
p 126 B H
SALA 10
ANNA KARENINA
SALA 11
17,00-19,50 ( 7,50)
p 189 B I
GANGSTER SQUAD
SALA 11
22,45 ( 7,50)
p 189 B I
CINEMA VITTORIA Via Francesco Crispi, 549 - 0942/716620
ALI TERME
VITA DI PI 3D
18,00-20,15-22,30
p 180
H

NUOVO CORALLO Via Garibaldi, 25 - 090/9701364


BARCELLONA POZZO DI GOTTO
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
17,00-18,40-20,20-22,00 ( 6,00)
p 602 A K
ALTER CINEMA Via libert - 333/7353034 www.altercinema.it
BROLO
DIE HARD - UN BUON GIORNO PER MORIRE 1
20,00-22,00
MULTIMEDIA CINEMA Via Andrea Doria - 0941/914877
CAPO DORLANDO
LINCOLN
19,00-21,30
p 350 B I

CINE TEATRO COMUNALE via Trieste, 3


PATTI
A ROYAL WEEKEND
18,00 ( 5,00)
p 330 A K

DIE HARD - UN BUON GIORNO PER MORIRE


20,00-22,00 ( 5,00)
p 330 A K
TYNDARIS Via 20 Settembre n 85 - 0941/22566
PATTI
IL PRINCIPE ABUSIVO
1
19,00-21,30 ( 5,00)
p 151 A K

RAGUSA

ORARI

CINEPLEX Strada Provinciale 25 Ragusa-Marina di Ragusa km 5 - 0932/666475 www.cineplex.it


NON APRITE QUELLA PORTA 3D
1
17,15-20,00-22,40 ( 6,50)
PINOCCHIO
2
17,15-19,30 ( 6,50)
THE IMPOSSIBLE
2
21,30 ( 6,50)
GAMBIT
17,30-20,10-22,40 ( 6,50)
3
IL PRINCIPE ABUSIVO
4
17,30-20,00-22,40 ( 6,50)
GANGSTER SQUAD
5
17,30-20,00-22,40 ( 6,50)
EDUCAZIONE SIBERIANA
17,30-20,20-22,40 ( 6,50)
6
UPSIDE DOWN
17,30-20,00-22,30 ( 6,50)
7
ANNA KARENINA
8
17,10-19,50-22,30 ( 6,50)
TUTTI CONTRO TUTTI
17,30-20,20-22,40 ( 6,50)
9
LUMIERE Via Archimede, 214 - 0932/682699 www.cinelumiere.it
LA VOCE DI ROSA, Documentario
18,30-21,30 ( 6,50)
ITALIA piazza Italia - 334/7955756
IL PRINCIPE ABUSIVO
19,00-21,30 ( 5,00)
GOLDEN HALL Via Senia - 0932/981137 www.cinemagolden.it
RIPOSO
GOLDEN HALL
MULTISALA GOLDEN Via Adua, 204 - 0932/981137
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
SALA 1
20,15-22,15 ( 6,50)
RASSEGNA
SALA 2
18,30-21,15 ( 6,50)

SIRACUSA

ORARI

SERVIZI
p 134
p 134
p 134
p 134
p 134
p 134
p 134
p 134
p 134
p 134

A
A
A
A
A
A
A
A
A
A

L
L
L
L
L
L
L
L
L
L

p 180 A I
SCICLI

p 450 B K
VITTORIA

p 655

VITTORIA

SERVIZI

ARKIMEDEION P.zza Archimede, 11 - Palazzo Pupillo - 0931/61121


SALA RISERVATA
p 32 B H
AURORA Via Goito - 0931/711127
ANNA KARENINA
18,00-20,15-22,30 ( 5,16)
p 199 A K
PLANET MULTISALA VASQUEZ Via Filisto, 5/17 - 0931/414694 www.multisalaplanetvasquez.it
TUTTI CONTRO TUTTI
18,10-20,20-22,30 ( 6,00)
p 590 A K
SALA 1
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 2
18,20-20,30-22,40 ( 6,00)
p 110 A I
EDUCAZIONE SIBERIANA
18,20-20,30-22,40 ( 6,00)
p 110 A I
SALA 3
PINOCCHIO
SALA 4
18,30 ( 6,00)
p 151 A I
ARGO
20,15-22,40 ( 6,00)
p 151 A I
SALA 4
GANGSTER SQUAD
SALA 5
18,00 ( 6,00)
p 151 A I
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
SALA 5
20,35-22,45 ( 6,00)
p 151 A I
CINETEATRO ODEON Corso Garibaldi, 99 - 0931/831267
AVOLA
IL PRINCIPE ABUSIVO
19,00-21,30
CINETEATRO ODEON Via C. Colombo, 12 - 0957/833939
LENTINI
IL PRINCIPE ABUSIVO
18,00-20,00-22,00
p 600 B K
MULTISALA CITT DELLA NOTTE bivio Augusta - Villasmundo - 0931/950008 www.cittadellanotte.com MELILLI
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA CANNATA 18,00-20,15-22,00 ( 6,00)
p 967
EDUCAZIONE SIBERIANA
p 280
SALA PIRANDELLO 18,00-20,00-22,00 ( 6,00)
LES MISERABLES
SALA FIORELLO 18,15-21,00 ( 6,00)
p 280
POLITEAMA MODERNO corso Nunzio Costa - 0931/593717
PACHINO
WARM BODIES
19,00-21,30 ( 5,00)
p 602
K

CINETEATRO KING Via San Sebastiano, 31 - 0931/875833


PALAZZOLO ACREIDE
RIPOSO

TRAPANI

ORARI

ARISTON Corso Italia, 4 - 0923/21659


GAMBIT Digitale
18,00-20,00-22,00 ( 6,00)

KING Corso V. Emanuele, 103 - 0923/21091


PINOCCHIO Digitale
18,00-20,00-22,00 ( 6,00)
NUOVO CINEMA ARLECCHINO Via Marconi, 12 - 0923/554520
ANNA KARENINA Digitale
18,00-20,00-22,00 ( 5,50)
NUOVO CINEMA DIANA Via dei Mille, 19/21 - 0923/554520
IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA A
18,00-20,00-22,00 ( 5,50)
ZERO DARK THIRTY
18,30-22,00 ( 5,50)
SALA B
ROYAL Via G. B. Fardella, 116 - 0923/29221
BEAUTIFUL CREATURES
18,00-20,00-22,00 ( 6,00)
ESPERIA Corso VI Aprile, 19 - 0924/21766
THE DOORS LIVE AT THE BOWL 68
21,30 ( 5,00)
MARCONI Via Vespri, 4 - 0924/902360
NON APRITE QUELLA PORTA 3D
18,00-22,30 ( 5,20)
LES MISERABLES
20,00 ( 5,20)
CENTRALE Via Garraffa, 52 - 0923/719462 www.cineteatrorivoli.it
THE IMPOSSIBLE
18,00-20,00-22,30 ( 5,50)
GOLDEN Via S.G. Bosco, 24 - 0923/714141
IL PRINCIPE ABUSIVO
18,00-20,00-22,00 ( 6,00)
EDEN Via Castiglione, 18 - 0923/942468
GAMBIT
18,30-20,30-22,30 ( 6,00)

GRILLO Via S. Giuseppe, 23 - 0923/941144


IL PRINCIPE ABUSIVO
SALA 1
18,30-20,30-22,30 ( 6,00)
GANGSTER SQUAD
SALA 2
18,30-20,30-22,30 ( 6,00)
RIVOLI Via N. Tortorici, 6/10 - 0923/941021
NON PERVENUTO
SALA GIALLA
NON PERVENUTO
SALA ROSSA
CINE TEATRO S. GAETANO C.da Scauri, 30 - 0923/916222
RIPOSO

SERVIZI
p 700 A K
p 320 A K
p 300 A K
p 240 A H
p 150 A K
p 298 A I
ALCAMO

p 500 B I
CASTELVETRANO

p 300 B K
p 300 B K
MARSALA

p 387 A L
MARSALA

p 340 A K
MAZARA DEL VALLO

p 329 A K
MAZARA DEL VALLO

p 372 A K
p 226 A K
MAZARA DEL VALLO

p 106 A I
p 651 A L
PANTELLERIA