Sei sulla pagina 1di 25

Rassegna stampa settimanale di sanit, sociale, attualit, informazione

A cura di RLS ReteLombardaSalute-

Anno III n74 17 giugno 2010 - Notizie di politica sanitaria,comunicati stampa - Allegato N1: Dai quotidiani,
dalle Agenzie - AllegatoN2 Appuntamenti della settimana e oltre, dalle Associazioni,cosa c di nuovo in libreria.

Notizie di politica sanitaria


TUTTO SULLA SALUTE DELLE DONNE! (RLS) 17 giugno 2010 - Per dare maggior informazione su un tema relativo alla salute delle
donne abbiamo aperto - come ReteLombardasalute - un blog dove trovare informazioni, articoli, delibere regionali lombarde e non...e
anche curiosit e novit!. Segnalo tra i tuoi indirizzi preferiti e invialo alle tue amiche!
http://ru486lomb.blogspot.com/

TUTTI I GIORNI NOTIZIE INFORMAZIONI SU SANIT E SOCIALE. Le puoi leggere su http://rete-salute.blogspot.com/

RELAZIONE DEL PRESIDENTE UMI che sar letta in occasione dellAssemblea Nazionale del 19 giugno ore 10,00 a Brescia e n2
mozioni In allegato

NUOVO DIRETTIVO DELLA SOCIET LOMBARDA DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA (SLOG) , cos come deliberato da
recente Convegno Regionale (in allegato)

RU486 : SALUTE E LIBERT. Un telefono per denunciare arbitrii e abusi ai danni delle donne. Un numero verde a pagamento:
331.3937224 attivo dal 17 giugno 2010. E una iniziativa di Sinistra Ecologia Libert nazionale.

DAI SINDACATI DODICI EMENDAMENTI ALLA MANOVRA (Doctornews newsletter 17 giugno 2010)Dodici emendamenti di
modifica alla manovra economica varata dal Governo. A metterli a punto i sindacati della dirigenza medica del Ssn per difendere il
sistema sanitario pubblico e garantire l'assistenza sanitaria ai cittadini Le proposte di modifica verranno consegnate oggi pomeriggio
alla Commissione Sanit del Senato, dove la manovra all'esame. A sollevare la protesta dei camici bianchi sono soprattutto alcuni
passaggi della manovra

GUARDIA MEDICA ESTIVA GARANTITA IN 117 LOCALIT TURISTICHE 17 giugno 2010(Ln - Milano) Sette ASL lombarde
interessate, un totale di 117 localit turistiche, oltre 20.000 ore di assistenza medica di base garantita: sono i numeri del
servizio di assistenza sanitaria stagionale per l'estate 2010, approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell'assessore alla Sanit,
Luciano Bresciani. Le ASL di Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Pavia, Sondrio e della Valcamonica sono quindi autorizzate a predisporre
per il periodo estivo questa modalit primaria di assistenza medica in tutte quelle localit dove la presenza turistica particolarmente
significativa in rapporto alla popolazione residente
-

ASSE ITALIA-USA SUI FARMACI di Roberto Turno (da Il Sole-24 Ore 17 giugno 2010) http://www.sanita.ilsole24ore.com-
Conquistare gli investimenti di Big Pharma, candidarsi a un ruolo da protagonista nel mercato globale del settore farmaceutico. C' un
sistema-Italia che ha deciso di uscire dalla nicchia e di guardare al futuro giocando le sue carte dell'eccellenza. Con progetti
innovativi per la qualit e la sicurezza dei farmaci messi in campo dall'Aifa, l'agenzia pubblica dei medicinali. E con la capacit di
rimettersi in gioco delle industrie italiane, ormai sempre pi internazionalizzate. con questo duplice e ambizioso obiettivo che il
sistema italiano del farmaco ha scelto di mettersi in vetrina nella grande competizione del mercato internazionale

MIGLIORA LA SICUREZZA DEI PAZIENTIMA AL SUD RESTA LA MAGLIA NERAVI Rapporto Audit Civico di
Cittadinanzattiva (infermierinrete) (IPASVI newsletter 17 giugno 2010) Secondo il VI Rapporto Audit Civico, promosso da
Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, presentato a Roma il 10 giugno, migliora in generale la sicurezza degli ospedali e

1
dei pazienti, ma il Sud Italia resta ancora il fanalino di coda, tra carenze relative alla sicurezza, difficolt burocratiche, tempi di
attesa eccessivi e scarso comfort.Secondo il Rapporto, infatti, il 100% delle strutture adotta il documento di valutazione dei rischi,
anche se si registrano alcune criticit, come la mancata adozione di alcuni protocolli di aspirazione dei liquidi durante l'intervento
chirurgico (nel 20% dei casi),

OGGI DA FAZIO I SINDACATI (Doctornews newsletter 17 giugno 2010)Il ministro della Salute Ferruccio Fazio ha convocato per
oggi pomeriggio alle 18.00 i sindacati della dirigenza medica del Ssn. Al centro dell'incontro: la manovra economica, che non soddisfa i
camici bianchi. A riferirlo il presidente della Cimo-Asmd, Riccardo Cassi, a margine della conferenza stampa indetta ieri da tutti i
sindacati di categoria per protestare contro il provvedimento. Ci arrivata la convocazione qualche minuto fa, spiega Cassi.
Presenteremo al ministro gli emendamenti alla manovra che abbiamo messo a punto.

OMCEO MILANO, CERTIFICAZIONI ON LINE NON DEONTOLOGICHE (Doctornews newsletter 17 giugno 2010)Le norme sulla
certificazione di malattia on line sono incompatibili con la deontologia della professione e presentano profili di incostutizionalit. Cos
almeno la pensa l'Ordine dei medici di Milano, che in una mozione approvata il 14 giugno scorso e boccia il decreto Brunetta e invita la
Fnomceo a intervenire con decisione per "piallare" i passaggi pi spinosi del provvedimento...

PRESENTATO IL SITO ISTITUZIONALE SUI DISTURBI ALIMENTARI (infermierinrete) (IPASVI newsletter 17 giugno 2010)Il
ministro della Giovent, Giorgia Meloni, e il sottosegretario alla Salute, Francesca Martini, hanno presentato il sito web
www.disturbialimentarionline.gov.it nellambito della campagna sui Disturbi del comportamento alimentare: per unazione di sistema.Un
intervento articolato in tre obiettivi principali: - la ricognizione dellesistente in termini di rete assistenziale per la costruzione della
mappa dei servizi sia pubblici che privati accreditati; - la sorveglianza epidemiologica del fenomeno; - lanalisi e lo studio delle
evidenze scientifiche sui trattamenti dei Dca.

A MILANO UN POLO PER LONCOLOGIA GERIATRICA (infermierinrete) (IPASVI newsletter 17 giugno 2010)Il primo polo di
oncologia geriatrica riabilitativa italiano sorger a Milano, allistituto Palazzolo-Fondazione Don Gnocchi. Il progetto, coordinato dal
professor Silvio Monfardini, ha avuto un finanziamento regionale di 2,7 milioni di euro: il reparto offrir 14 posti letto di oncologia e
riabilitazione. Loncologia geriatrica un settore da non trascurare, visto che oltre il 60% dei tumori insorge negli over 65 ed ,
dunque, fondamentale calibrare le terapie, per minimizzare gli effetti collaterali e non incidere su altre malattie gi presenti.
Dal recente Congresso Asco (American Society of Clinical Oncology) arrivata la proposta di una valutazione geriatrica fatta dai
medici di famiglia o dai geriatri prima della visita oncologica.

MANOVRA: INVALIDIT, LE PROPOSTE DELLE REGIONI (regioni.it 16 giugno 2010) Una completa revisione dell'invalidita'
civile, come era gia' prevista dall'articolo 24 della legge 328/2000 (con una delega mai attuata) con l'attribuzione dei benefici a chi
e' veramente disabile e non autosufficiente. quanto propone la Conferenza delle regioni e delle province autonome negli allegati al
documento ufficiale in risposta alla manovra economica del governo proposta dal ministro dell'Economia, Giulio Tremonti.

COSTI STANDARD IN SANIT, POSSIBILE ANTICIPO AL 2012 (Corriere della Sera: pag. 3 - 16 giugno 2010) Dopo il s di
Bruxelles alla manovra finanziaria, il Ministro dell'Economia Giulio Tremonti non disposto a fare sconti alle Regioni, le cui spese
ammontano a 175 mld di euro, dei quali 110 riguardano la Sanit che non viene toccata dalla manovra. Tutte le altre funzioni costano
65 mld e il taglio di 4. Una soluzione proposta dal Governo anticipare il passaggio dal criterio dei costi storici a quello dei costi
standard. Dall'applicazione del nuovo principio soltanto alla Sanit potrebbero derivare risparmi molto consistenti stimati in 2 mld
dalla Corte dei Conti, in 11 mld da alcuni istituti di ricerca, come il Cern, e in 14-17 mld da esperti indipendenti incaricati dal Partito
Democratico. (http://www.aboutpharma.it)

L'AUTHORITY PER LA CONCORRENZA SULLA SANIT (Il Sole 24 Ore: pag. 8 - 16 giugno 2010) L'Authority per la concorrenza,
Antonio Catrical, denuncia "oneri impropri a carico della collettivit", giudica "opportuna la generalizzazione degli acquisti
centralizzati per unformare e razionalizzare la spesa sanitaria" e auspica la realizzazione di "nuovi assetti regolatori" nel settore.
Secondo il Presidente essenziale che anche le aziende ospedaliere pubbliche adottino integralmente, e senza gli adattamenti oggi
consentiti, il modello di bilancio imposto dal codice civile ai privati", "affinch possa svilupparsi competizione tra i grandi ospedali e i
centri privati di eccellenza che erogano prestazioni sanitarie".(http://www.aboutpharma.it)

FARMACISTI LOMBARDI: CON LA MANOVRA POSTI A RISCHIO (Corriere della Sera Milano: pag. 3 - 16 giugno 2010)
Federfarma Lombardia ha annunciato "lo stato di agitazione" di tutto il settore e ha chiesto al Presidente della Regione Roberto
Formigoni "un immediato intervento sul Governo contro la manovra finanziaria che prevede pesanti tagli alle farmacie e disagi notevoli
per tutti i cittadini". Il Governatore ha disposto un incontro in settimana con i rappresentanti dei titolari di farmacie "per un esame
congiunto della situazione". Secondo Federfarma "il taglio di 420 mln di euro a carico delle sole farmacie comporterebbe la riduzione
di posti di lavoro e la chiusura di un numero considerevole di punti vendita". (http://www.aboutpharma.it)

2
MEDICI E DIRIGENTI, SIT IN CONTRO LA MANOVRA 16 giugno 2010 http://www.sanita.ilsole24ore.comNo ai tagli alla
sanit: questo lo striscione dietro al quale oggi, a Piazza Navona a Roma, si concluso il sit-in in camice bianco di fronte al Senato
della repubblica organizzato dai sindacali dei medici, veterinari e dirigenti del Ssn contro la manovra. Secondo Massimo Cozza,
segretario nazionale Fp Cgil medici stata una straordinaria giornata nazionale di protesta unitaria per cambiare una manovra
economica ingiusta e sbagliata.In tutta italia ci sono state anche assemblee negli ospedali. "Non toccheremo la sanita" era una bugia
del governo - ha detto ancora Cozza - la manovra eliminer dalla sanit pubblica 20mila medici, dagli oncologi ai cardiologi, dai
chirurghi agli anestesisti e in particolare i medici precari che lavorano nei pronto soccorso. Quindi riduzione dei servizi, delle
prestazioni sanitarie e allungamento delle liste di attesa. Dieci miliardi in meno alle Regioni si tradurranno nel taglio dei servizi
dedicati ai disabili, alla non autosufficienza, all'assistenza domiciliare e alla salute mentale. Una devastante picconata per tutto il
settore socio-sanitario

SANITA':ITALIA DIVISA IN 4, DIVARIO SERVIZI NORD-SUD /ANSA FEDERALISMO PERCORSO AD OSTACOLI, MA


ITALIA BENE PER SPESA-PIL (di Raniero Nanni) Le News di Ansa Salute - ROMA, 16 GIU - Un'Italia a quattro facce sul fronte
della sanita': i diversi livelli di assistenza e le notevoli diversita' tra sistemi regionali 'spaccano' letteralmente il Paese in quattro
aree. Mentre il federalismo nel settore, cui ha dato ulteriore impulso la legge 42 del 2009, procede solo sulla carta, e trova sempre
piu' difficolta' nella sua applicazione. E' quanto emerge dal ''Rapporto Sanita' 2010 - Federalismo e Servizio Sanitario Nazionale''
della Fondazione Smith Kline, presentato a Roma. Secondo la ricerca, Trentino Alto-Adige e Valle d'Aosta brillano per efficienza,
seguite da Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia-Giulia, Emilia Romagna e Toscana; l'area di 'fascia 3' composta da Lazio,
Umbria, Molise, Marche Abruzzo, Campania e Sicilia, e infine il gruppo con la 'maglia nera' comprende Puglia, Basilicata, Calabria e
Sardegna. ''Oggi la geografia della salute italiana - afferma Giuseppe Costa, de

TOSCANA/RU486: CONSIGLIO APPROVA MOZIONE PER TECNICHE IGV NON INVASIVE ASCA) - Firenze, 16 giu - Il
Consiglio regionale della Toscana ha approvato a maggioranza, con i voti del centrosinistra e del gruppo misto, una mozione in cui si
chiede alla Giunta regionale la piena applicazione in Toscana della legge 194, favorendo le tecniche piu' innovative e meno invasive
concernenti l'interruzione volontaria di gravidanza...

MANOVRA: MARINO, PROTESTE MEDICI MOTIVATE. GOVERNO DEMOLISCE SANITA'(ASCA) - Roma, 16 giu - ''Vanno
sostenute le proteste dei medici contro i tagli di una manovra che creera' enormi problemi al servizio sanitario pubblico. Stiamo
assistendo a una situazione paradossale in cui da una parte il ministro della Salute tenta di rassicurare i medici mentre dall'altra
Tremonti non accenna a modificare minimamente i tagli previsti nella manovra finanziaria. Mi pare piu' che giustificata la
preoccupazione espressa dai medici e sostengo pienamente le loro azioni di protesta. Mi auguro che nell'incontro di domani tra il
ministro Fazio e i rappresentanti sindacali vi siano dei chiarimenti e soprattutto delle spiegazioni concrete e attendibili''

RU-486:LAZIO;VITA DONNA,AD OGGI CENTINAIA COSTRETTE EMIGRARE APPELLO CONSIGLIERI OPPOSIZIONE,


POLVERINI RICEVA DELEGAZIONE Le News di Ansa Salute - ROMA, 16 GIU - ''Secondo le nostre stime sono centinaia le donne
che nel Lazio aspettano la Ru-486. Al momento la Polverini sta costringendo queste donne a emigrare dalla regione o a sottoporsi a
aborti chirurgici, piu' pericolosi''. E' quanto afferma la presidente di Vita Donna onlus Elisabetta Canitano al termine del presidio
davanti la Regione per la Ru-486.

FARMACI: DOMPE', ATTRARRE ECCELLENZE ESTERE E' CHIAVE PER FUTURO Le News di AGI Sanit (AGI) - Washington, 16
giu. - Portare le imprese straniere a investire in Italia e' la chiave per il futuro dell'industria farmaceutica del Bel Paese. Per Sergio
Dompe', presidente di Farmindustria, i tempi di crisi economica e i tagli alla spesa sanitaria non devono pero' scoraggiare gli
investimenti esteri in un settore che dal 1991 al 2009 ha

MANOVRA:MEDICI LEGALI,CON INVALIDITA'PIU'ALTA POCHI RISPARMI Le News di Ansa Salute - ROMA, 16 GIU - Anche
se venisse approvato l'aumento della percentuale di invalidita', dal 75% all'84%, come previsto dalla manovra economica, per il
sussidio economico degli invalidi civili parziali, ''solo pochi casi rimarrebbero fuori''. E' il commento di Paolo Arbarello, presidente
della Societa' Italiana di Medicina Legale e Assicurazioni (Simla), in questi giorni riunita a Roma per le 'Giornate medico-legali romane
ed europee', alla misura che, se approvata, rischia di tagliare la pensione di invalidita' a 17 mila persone e le categorie escluse
sarebbero quelle delle patologie psichiatriche (sindromi depressive, schizofrenia, autismo), dei trapiantati, cechi, sordomuti e coloro
che soffrono della sindrome di Down

REGIONI: LA MANOVRA VA CAMBIATARegioni sul piede di guerra contro la manovra. 15 giugno2010


http://www.sanita.ilsole24ore.com I tagli contenuti nella manovra correttiva non cadono sulle regioni come enti ma sui cittadini e
sulle imprese. Su 4,9 miliardi relativi a trasferimenti di competenza sul trasporto pubblico locale, sul fondo per le attivit produttive,
sull'ambiente e sui servizi, ne vengono tagliati 4,3 miliardi', ha spiegato il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani,
parlando con i giornalisti in una conferenza stampa al termine della riunione straordinaria tenuta il 15 giugno e dedicata alla

3
ROBERTO FORMIGONI, IN SETTIMANA L'INCONTRO CON I FARMACISTI 15 giugno 2010(Ln - Milano) Il presidente della
Regione Lombardia, Roberto Formigoni, ha risposto all'appello di Federfarma Lombardia e "ha dato disposizioni affinch in
settimana vengano effettuato un incontro con i farmacisti lombardi, in stato di agitazione contro la manovra, per un esame
congiunto della situazione". Ne d notizia una nota della Regione. Federfarma si era rivolta a Formigoni a motivo della manovra
finanziaria "che prevede pesanti tagli alle farmacie e disagi notevoli ai cittadini", oltre al rischio di chiusura per un considerevole
numero di farmacie e conseguente riduzione di posti di lavoro".(Lombardia Notizie)

SANITA': MILILLO, FALLITA SPERIMENTAZIONE CERTIFICATI ONLINE (ANSA) - ROMA, 15 GIU - La sperimentazione
della certificazione di malattia online da parte dei medici di famiglia, partita ai primi di aprile, si ''e' rivelata finora un fallimento''. A
dirlo e' Giacomo Milillo

MANOVRA: TURCO (PD), VIA SUBITO BLOCCO TURNOVER IN SANITA' (ANSA) - ROMA, 15 GIU - Via subito il blocco del
turnover in sanita'. E' l'appello che lancia Livia Turco, capogruppo Pd in commissione Affari sociali della Camera, al ministro della
Salute, Ferruccio Fazio, annunciando che il Partito democratico presentera' ''emendamenti su questa..

SANITA': MARINO, PIANO GOVERNO E' DISTRUGGERE QUELLA PUBBLICA (ANSA) - ROMA, 15 GIU - ''Nonostante il
ministro della Salute dica che e' necessario investire sul territorio per una migliore sanita', questa manovra economica di fatto
cancella tali investimenti, visto che si tagliano 10 miliardi di euro a regioni ed enti locali, e che non c'e' neanche un euro per
l'ammodernamento delle strutture sanitarie. Se non si interverra', nel 2013-2015 si spianera' la strada alla sanita' privata''. A dirlo
e' Ignazio Marino, presidente della commissione d'inchiesta del Senato sul Ssn, alla presentazione del rapporto

SANITA': FAZIO, CARTE IN REGOLA PER FEDERALISMO FISCALE (ANSA) - ROMA, 15 GIU - ''La sanita' si presenta al
federalismo fiscale con le carte in regola, per quanto riguarda la necessita' di valutare il sistema. Possiamo infatti documentare le
performance assistenziali e quell di carattere economico-gestionale''. Cosi' il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, durante la
presentazione del rapporto Sanita' del Ceis dell'universita' di Tor Vergata. '

SANITA': CERTIFICAZIONE DI QUALITA' PER CONSULENTI LEGALI (ANSA) - ROMA, 15 GIU - Creare un sistema di
certificazione della qualita', assimilabile a quello ISO 9001, per i medici consulenti legali. E' la proposta lanciata da Paolo Arbarello,
presidente della Societa' Italiana di Medicina Legale e Assicurazioni (Simla), durante la prima delle tre 'Giornate medico-legali
romane ed europee', organizzate dalla Simla e dal Dipartimento di Medicina Legale dell'universita' La Sapienza. ''Dobbiamo avere
criteri che garantiscano chi giudica - ha detto Arbarello - se continuiamo a lavorare in maniera artigianale facciamo solo teoria''. Il
presidente

SANITA': FAZIO, VOLONTARI DELLA CROCE ROSSA A REGIME NEL SSN (ANSA) - ROMA, 15 GIU - Il volontariato va
''messo a regime'' nel Servizio sanitario nazionale (Ssn). E' l'intenzione del ministro della salute Ferruccio Fazio che questa mattina,
intervenuto al Senato alla presentazione dell'attivita' 2009 della Croce Rossa Italiana, ha offerto alla piu' grande organizzazione di
volontariato nel nostro paese di ''lavorare in questa direzione''. Un'offerta che e' stata immediatamente accolta dal commissario
straordinario della Cri

MANOVRA: FAZIO, POSSIBILI EMENDAMENTI A SALDO INVARIATO (ANSA) - ROMA, 15 GIU - Il ministero della Salute e'
''disponibile ad introdurre modifiche di emendamenti alla manovra purche' il saldo delle cifre resti invariato''. Lo ha affermato il
ministro Ferruccio Fazio, a margine della presentazione dell'attivita' della Croce Rossa Italiana, sottolineando che ''allo stato attuale
non ci sono tagli strutturali previsti nella sanita'''. Gli unici tagli

SANITA': FAZIO, VERSO REVISIONE PIU' RIGIDA ACCREDITAMENTO (ANSA) - ROMA, 15 GIU - ''Vogliamo rivedere i
criteri dell'accreditamento nel senso di una visione piu' stretta e rigida per quanto riguarda la qualita'''. Lo ha annunciato il ministro
della Salute, Ferruccio Fazio, durante la presentazione del Rapporto Sanita' del Ceis dell'Universita' di Tor Vergata

SANITA': FAZIO, RIPIANO DEBITO DIPENDE DA GOVERNANTI REGIONI (ANSA) - ROMA, 15 GIU - ''La volonta' e la
determinazione di alcune regioni hanno dimostrato che, laddove ci sia la volonta' dei governanti di andare avanti nella direzione di
riforme strutturali, allora e' possibile ripianare il debito sanitario''. Lo ha detto il ministro della Salute, Ferruccio Fazio, durante la
presentazione del rapporto Ceis sulla sanita'. ''Crediamo che i cittadini italiani

SANITA': RIFORMA; TOMASSINI, SCIVOLONE SU GOVERNO CLINICO (ANSA) - ROMA, 15 GIU - ''Sul ddl sul governo
clinico c'e' stato uno scivolone che mi ha lasciato l'amaro in bocca''. Lo ha detto Antonio Tomassini, presidente della Commissione
Sanita' del Senato all'apertura dei lavori della XIII edizione delle 'Giornate medico-legali romane ed europee', c

* * *
4
LE NOVIT DI OGGI IN GAZZETTA UFFICIALE GENNAIO 2010 http: // www. Sanita .ilsole 24ore.com - giugno 2010
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 134 dell'11 giugno 2010 il ministero della Salute pubblica tre decreti di inclusione di sostanze in elenchi
previsti da direttive comunitarie, un decreto sul versamento di un contributo alle spese e accreditamento e svolgimento delle attivita'
di formazione continua, due decreti di riconoscimento di titoli conseguiti all'estero e sul Supplemento ordinario n. 126 ventidue
decreti di riconoscimento di titoli conseguiti all'estero. L'Agenzia del farmaco pubblica due comunicati su specialit medicinali per uso
umano.Sulla Gazzetta Ufficiale n. 135 del 12 giugno 2010 il ministero della Salute pubblica cinque decreti di riconoscimento di titoli
conseguiti all'estero, otto comunicati su medicinali veterinari.L'Agenzia del farmaco pubblica una determinazione di ulteriore proroga
della durata di sei mesi della sospensione temporanea della Nota 78 di cui alla determinazione AIFA del 6 maggio 2009 e cinque
Ulteriore proroga della durata di sei mesi della sospensione temporanea della Nota 78 di cui alla determinazione AIFA del 6 maggio
2009.Tra le rettifiche pubblicata un'errata corrige sul contratto collettivo nazionale di lavoro del personale della dirigenza
sanitaria, professionale, tecnica e amministrativa del Servizio sanitario nazionale - II biennio economico 2008/2009, dell'Agenzia per
la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni. (Contratto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 131
dell'8 giugno 2010). Sulla Gazzetta Ufficiale n. 136 del 14 giugno 2010 il ministero della Salute pubblica quattro decreti di
riconoscimento di titoli conseguiti all'estero.l'Agenzia del farmaco pubblica una determinazione di approvazione dell'elenco delle
confezioni di medicinali per le quali sono modificati i prezzi di cui alla determinazione 7 aprile 2010. Payback 2010. Sulla Gazzetta
Ufficiale n. 137 del 15 giugno 2010 il ministero della Salute pubblica due decreti di riconoscimento di titoli conseguiti
all'estero.l'Agenzia del farmaco pubblica un di rettifica relativo all'estratto di una determinazione su un medicinale per uso umano.
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 138 del 16 giugno 2010 il ministero della Salute pubblica un decreto di aggiornamento degli elenchi allegati
alla legge 11 ottobre 1986, n. 713, sulla produzione e la vendita dei cosmetici, in attuazione della direttiva della Commissione europea
2009/134/CE e sul Supplemento ordinario n. 130 sessantatre decreti di riconoscimento di titoli conseguiti all'estero.l'Agenzia del
farmaco pubblica un di rettifica relativo all'estratto di una determinazione su un medicinale per uso umano.

EPICENTRO (http://www.epicentro.iss.it) uscito il nuovo numero. Epicentro uno strumento di lavoro per gli operatori di sanit
pubblica, messo a punto dal Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dellIstituto superiore
di sanit, nellambito del progetto per un osservatorio epidemiologico nazionale. un portale di epidemiologia che offre aggiornamenti
rapidi su differenti argomenti di salute.

IL SETTORE ATTIVIT EDITORIALI SEGNALA CHE DISPONIBILE ONLINE:


- Notiziario dell'Istituto Superiore di Sanit Vol. 23, n. 4 Supplemento 1, 2010Aggiornamento delle nuove diagnosi di
infezion da HIV al 31 dicembre 2008 e dei casi di AIDS in Italia al 31 dicembre
2009http://www.iss.it/binary/publ/cont/ONLINEult.COA.pdf
- Notiziario dell'Istituto Superiore di Sanit Vol. 23, n. 5, 2010
http://www.iss.it/binary/publ/cont/ONLINEmaggio.pdf
GLI ARTICOLI
- Campagna nazionale di biomonitoraggio dell'esposizione ai metalli: il Progetto PROBE.
- La promozione della salute mentale, del benessere psicologico e dell'intelligenza emotiva nella scuola secondaria.
- Convegno. Salute e ambiente: sfide per il futuro.
LE RUBRICHE
Nello specchio della stampa
- Alcohol Prevention Day all'Istituto Superiore di Sanit: 4 milioni di italiani si ubriacano almeno una volta nel corso dell'anno.
Bollettino Epidemiologico Nazionale (Inserto BEN)
- PASSI d'Argento: i risultati della prima indagine multiregionale.

RLS - RETELOMBARDASALUTE email: retelombardasalute@fastwebnet.it


http://rete-salute.blogspot.com/ -http://ru486lomb.blogspot.com/

5
Allegato N1 NEWSBOOK n74 17 giugno 2010
Dai quotidiani Dalle Agenzie

TUMORI: NASCE SU FACEBOOK ASSOCIAZIONE CHE SOSTIENE RICERCA ISCRITTI OLTRE 685 MILA,
INIZIATIVA LANCIATA DA EX MALATO Le News di Ansa Salute - ROMA, 17 GIU - E' nata su Facebook per finanziare la
ricerca contro il cancro e sostenere le famiglie dei malati. E sul social network vuole svolgere il suo lavoro, in costante contatto
con soci e simpatizzanti. Si chiama ''F.a.r.m.s.'', ovvero ''Facce Amiche per la Ricerca Medico Scientifica'': un'associazione
fondata da un gruppo di aderenti a un gruppo di Facebook, su impulso di un ex malato oncologico di Bollate (Milano)

TRAPIANTI: PRIMO DETENUTO 'SAMARITANO' OFFRE RENE -CASO APRE QUESTIONE ETICA, ALL'ESAME
CENTRO NAZIONALE TRAPIANTI Le News di Ansa Salute - ROMA, 17 GIU - Un detenuto di una casa circondariale
piemontese ha chiesto di poter diventare un donatore samaritano, cioe' senza un legame di parentela o di affetto, offrendo un
rene. Il caso, il primo del genere in Italia, e' stato gia' posto all'attenzione del Centro Nazionale Trapianti

LA TOSCANA CURA GRATIS LA RINITE ALLERGICA (Farmacista33 newsletter 17 giugno 2010) Una delibera proposta dalla
Regione Toscana stabilisce la gratuit dei farmaci corticosteroidi topici nasali a chi soffre di rinite allergica persistente.
L'incidenza di questa patologia nella popolazione toscana stimata del 25% fino ai 18 anni, poi tende a calare, attestandosi sul 5%
della popolazione totale.

SPIAGGE A MISURA DI BAMBINO (Dica33 16 giugno 2010)Le spiagge a misura di bambino? Hanno mare pulito e rive basse,
sono fornite di strutture ricettive nelle immediate vicinanze (ma senza discoteche e club) e dispongono di ampie zone d'ombra
che offrano riparo nelle ore pi calde. E soprattutto devono essere coperte di sabbia anzich sassi o ciottoli, scomodi quando si
vuole giocare o correre. Cos almeno la pensa un campione di 115 pediatri, intervistati dall'Universit di Milano Bicocca per
individuare le 25 localit marittime pi adatte ai bambini di et inferiore ai sei anni: l'indagine, ideata da Italo Farnetani,
pediatra e docente di comunicazione all'Universit Bicocca di Milano

MENO ENDOMETRIOSI SE MENARCA TARDA (Doctornews newsletter 17 giugno 2010)Il rischio di endometriosi risulta
ridotto nelle donne con un'et tardiva al menarca e, all'opposto, aumentato nelle pazienti che riportano una storia precoce di
dismenorrea. La segnalazione giunge da uno studio caso-controllo australiano effettuato su 682 donne..

IN ARRIVO LA COLLA PER CHIUDERE LE FERITE infermierinrete) (IPASVI newsletter 17 giugno 2010) Al 41esimo
Congresso degli Ortopedici traumatologi ospedalieri dItalia (Otodi) di Montesilvano sono state presentate le nuove strategie da
adottare per fronteggiare un problema tipico della chirurgia ortopedica: le forti emorragie nel corso degli interventi.
A tal proposito, si accennato ad una sorta di colla a base di fibrina che chiude le ferite gi in sede operatoria, riducendo
significativamente la perdita di sangue e limitando il ricorso alle trasfusioni, con minori rischi per i pazienti e la riduzione dei
costi sanitari

PSICOLOGIA: L'ESPERTA, CONTRO 'FEBBRE DA MATURITA'' 4 REGOLE PER GENITORI Adnkronos 16 Giugno 2010
inrete.oggi/sanita/digest Roma, 16 giu. (Adnkronos Salute) - Attacchi d'ansia, crisi di panico, notti insonni e metabolismo sfasato
sono i sintomi della 'febbre da esami'. Problemi classici per gli studenti che devono affrontare la maturita. Ma "con le coccole e il
sostegno da parte dei genitori, il ragazzo che deve fare l'esame di maturita ha piu possibilita di avere successo". Lo sottolinea
Paola Vinciguerra, psicologa, presidente dell'Eurodap (Associazione europea disturbi da attacchi di panico). Che ha stilato
quattro...

SALUTE: OBESITA' NEMICA DEL SESSO, MENO PARTNER MA PIU' PROBLEMI


Adnkronos 16 Giugno 2010 inrete.oggi/sanita/digest
Roma, 16 giu. (Adnkronos Salute) - Chili di troppo nemici della vita sessuale. L'obesita condiziona l'intimita, in modo differente
per lei e lui. Le donne extra-large sono quattro volte piu a rischio di gravidanze indesiderate, nonostante abbiano meno rapporti
delle coetanee magre. Gli uomini taglia forte hanno meno partner in un anno, ma vanno incontro a maggiori probabilita di
disfunzioni erettili e infezioni sessualmente trasmesse. A evidenziare gli effetti poco piacevoli dell'obesita fra le...

SESSO: I GINECOLOGI, 3 RAGAZZI SU 10 SCELGONO COITO INTERROTTO


Adnkronos 16 Giugno 2010 inrete.oggi/sanita/digest
Roma, 16 giu. (Adnkronos Salute) - Esami alle porte e valigie pronte per l'estate. Ma per i ragazzi italiani arriva la bocciatura dei
ginecologi italiani in educazione sessuale. Il metodo naturale del coito interrotto resta infatti il sistema contraccettivo preferito
dagli under 25 italiani, il 22% dichiara di non utilizzare contraccettivi perche il partner preferisce non farlo e il 58% perche non
li ha a portata di mano. A rimandare a settembre i ragazzi in educazione sessuale e la Societa italiana...

TUMORI: DOPO IL CANCRO HO ANCORA I CAPELLI, STORIE DI CHEMIO DOLCE ALL'IEO


Adnkronos 16 Giugno 2010 inrete.oggi/sanita/digest Milano, 16 giu. (Adnkronos Salute) - "Ho avuto un tumore al seno, ho fatto
la chemioterapia con un nuovo farmaco e posso dire con orgoglio che questi sono i miei capelli", racconta Elena Daverio, moglie del
critico d'arte Philippe, ex assessore alla Cultura del Comune di Milano, mentre scuote i lunghi capelli rossi. Lei e una delle mille

1
donne di Umberto Veronesi: pazienti dell'Istituto europeo di oncologia che ogni anno si riuniscono a Milano per l'incontro 'Ieo per
le donne'. E conferma quanto...

VIDEOGIOCHI VIOLENTI, GUIDA PERICOLOSA ansa.it 16 Giugno 2010 inrete.oggi/sanita/digest Il sito Internet
dell'Agenzia ANSA Cerca sul sito di Ansa.it Ricerca Opzioni di ricerca Scienza e Medicina Videogiochi violenti, guida pericolosa
E' il risultato di una ricerca su 6 mila ragazzi (ANSA) - ROMA, 16 GIU-Alcuni videogiochi, specie quelli in cui bisogna guidare in
modo spericolato, possono influire su come si conduce un'automobile nella realta'.E' il risultato di uno studio dell'americano
Dartmouth College, secondo cui gli adolescenti troppo dediti a titoli come Grand Theft Auto hanno...

TUMORI: CANCRO AL SENO, CON 'MAMMOTOME' DIAGNOSI PIU' VELOCI A ORTONA (ASCA) - Roma, 16 giu - Nuove
opportunita' di diagnosi del tumore al seno all'ospedale di Ortona, dove da lunedi' scorso e' entrato in funzione il Mammotome, un
apparecchio che permette di eseguire biopsie di lesioni anche di piccolissime dimensioni, classificate come ''non palpabili''. Un
significativo passo avanti nel trattamento di tale patologia, che pone il ''Bernabeo'' in condizione di migliorare la propria offerta
grazie a uno strumento che permette diagnosi precoci e piu' precise, dando alle donne maggiori possibilita' di cura e di
guarigione.

TUMORI: PRUGNE E PESCHE ALLEATE CONTRO IL CANCRO AL SENO (ASCA) - Roma, 14 giu - Sono in grado di uccidere le
cellule tumorali nella mammella lasciando intatto il tessuto sano, e potrebbero addirittura costituire, secondo gli studiosi,
un'innovazione rispetto alla chemioterapia: pesche e prugne, e in particolare i composti fenolici di alcune varieta' specifiche,
sarebbero piu' anti-cancro dei mirtilli,

DA CENTRO MADERNA NEWSLETTER 15 GIUGNO 2010 :

Nuova pubblicazione USA su come prendersi cura dei malati di Alzheimer Si chiama "Caring for a person with Alzheimer
disease" (ovvero "Prendersi cura di una persona affetta dalla malattia di Alzheimer") la nuova pubblicazione dell'Istituto
Nazionale per l'Invecchiamento degli Stati Uniti disponibile gratuitamente e scaricabile anche on line (in lingua inglese), che si
rivolge principalmente ai caregiver informali e cio in modo particolare a tutte quelle persone che si trovano a doversi occupare di
un famigliare, parente o amico ammalato di Alzheimer. Tra le tante pubblicazioni analoghe diffuse un po' in tutto il mondo, questa
si distingue per l'estrema semplicit nel linguaggio e l'accuratezza e la completezza delle tematiche trattate. Il volume infatti
composto da ben 146 pagine, che coprono gli argomenti pi vari, dalle differenze tra le diverse fasi della malattia,
all'alimentazione pi corret ta, fino a tematiche pi complesse come il wandering, problema molto sentito negli Stati Uniti (vedi
nostra news del 5/05/2010) o pi delicate, spesso considerate tab e quindi pudicamente evitate, come i cambiamenti nelle
abitudini sessuali e i problemi di ipersessualit, senza tralasciare alcuni consigli per il benessere del caregiver stesso e altri
piccoli suggerimenti pratici su cosa fare, ad esempio, quando la persona affetta da Alzheimer si ammala di malattie "comuni" quali
l'influenza o la diarrea. (The New York Times, 14 giugno 2010)

Nuova pubblicazione USA su come prendersi cura dei malati di Alzheimer Si chiama "Caring for a person with Alzheimer
disease" (ovvero "Prendersi cura di una persona affetta dalla malattia di Alzheimer") la nuova pubblicazione dell'Istituto
Nazionale per l'Invecchiamento degli Stati Uniti disponibile gratuitamente e scaricabile anche on line (in lingua inglese), che si
rivolge principalmente ai caregiver informali e cio in modo particolare a tutte quelle persone che si trovano a doversi occupare di
un famigliare, parente o amico ammalato di Alzheimer. Tra le tante pubblicazioni analoghe diffuse un po' in tutto il mondo, questa
si distingue per l'estrema semplicit nel linguaggio e l'accuratezza e la completezza delle tematiche trattate. Il volume infatti
composto da ben 146 pagine, che coprono gli argomenti pi vari, dalle differenze tra le diverse fasi della malattia,
all'alimentazione pi corret ta, fino a tematiche pi complesse come il wandering, problema molto sentito negli Stati Uniti (vedi
nostra news del 5/05/2010) o pi delicate, spesso considerate tab e quindi pudicamente evitate, come i cambiamenti nelle
abitudini sessuali e i problemi di ipersessualit, senza tralasciare alcuni consigli per il benessere del caregiver stesso e altri
piccoli suggerimenti pratici su cosa fare, ad esempio, quando la persona affetta da Alzheimer si ammala di malattie "comuni" quali
l'influenza o la diarrea.(The New York Times, 14 giugno 2010)

Milano: immigrati che adottano anziani A Milano, il Corvetto un quartiere multietnico per eccellenza: ci sono 30mila residenti,
dei quali almeno il 25% stranieri. Un gruppo di immigrati aderenti al movimento Genti di pace, fondato dagli stessi immigrati che
hanno frequentato le scuole di italiano della Comunit di SantEgidio, hanno preso limpegno di occuparsi degli abitanti pi anziani:
gli ospiti della Casa di Riposo comunale Virgilio Ferrari, ma anche coloro che vivono a casa da soli. I volontari immigrati li vanno a
trovare, parlano con loro, li accompagnano in chiesa, dal medico, a fare la spesa. Nel corso della settimana scorsa, c stata anche
una festa di quartiere per festeggiare il successo di questa iniziativa di integrazione.(La Repubblica, 9 giugno 2010)

Giovani e anziani a osservare le stelle Space Car il primo osservatorio astronomico mobile dItalia, ovvero un camper
attrezzato in grado di raggiungere scuole, piazze e siti privi di strutture di osservazione stabili, consentendo a tutti di entrare
nellaffascinante mondo degli astri e del pensiero scientifico. Il progetto, proposto dallAssociazione Auser Basilicata, sotto la

2
direzione Scientifica del Prof. Giuseppe Longo del Dipartimento di Scienze Fisiche dellUniversit degli Studi di Napoli Federico
II, stata finanziata dalla Fondazione per il Sud. Lidea alla base del progetto quella di costruire uno strumento unico nel suo
genere sia dal punto di vista strumentale che relazionale, per favorire la diffusione del pensiero scientifico fra i giovan

Italia 2030: pi anziani e pochi giovani Nell'ambito dell'annuale appuntamento Un mese di sociale, il Censis ha fotografato
lItalia del 2030. Fra vent'anni la popolazione residente sar di 62 milioni 129 mila persone, il 3,2% in pi rispetto al 2010.
L'aumento si registrer in maniera esclusiva e consistente nelle regioni del Centro-Nord (con un incremento del 7,1% pari a due
milioni e 800 mila persone) soprattutto per effetto dell'immigrazione, mentre gli abitanti del Sud del Paese diminuiranno del
4,3%. Per quanto riguarda l'invecchiamento della popolazione, la fascia d'et compresa tra i 18 e i 34 anni, che oggi rappresenta il
20% della popolazione, rappresenter il 17,4%. Anche i bambini da 0 a 14 anni diminuiranno

Focus - Anche il look vuole la sua parte: anziani e moda - Laura Badaracchi Sentirsi in ordine, vedersi a posto, piacersi: tutti
elementi che favoriscono l'autostima e le relazioni. In et avanzata, anche se si hanno disabilit o problemi motori, importante
avere rispetto per la propria persona e, perch no, coltivare un sano interesse per il proprio aspetto: dal taglio dei capelli e della
barba (per gli uomini) a un abbigliamento funzionale e attento agli accostamenti dei colori trend, agli accessori e a quei
piccoli dettagli che fanno sentire bene con se stessi innanzitutto.

3
Allegato N2 NEWSBOOK n74 17 giugno 2010
Appuntamenti della settimana e oltre, dalle Associazioni, in libreria

APPUNTAMENTO CON GLI AVVOCATI SOLIDALI -Dal 28 aprile al 24 novembre 2010 - Il calendario delle consulenze a
Milano: 23 giugno - 22settembre - 27ottobre- 24novembre Per informazioni e prenotazioni: A.I.GE.S. Associazione Italiana
Genitori Separati Cell. 327/3894259 oppure 389/1178655 orari: da luned a venerd, dalle 10 alle 19 www.aiges.org

L'ASSOCIAZIONE DIABETICI DELLA PROVINCIA DI MILANO ha organizzato per il 2010 alcuni importanti momenti
formativi a favore delle persone con diabete, dei loro familiari e dei volontari delle associazioni. L'A.D.P.MI. ben lieta di poter
offrire a tutti queste opportunit nei limiti dei posti disponibili. Per informazioni Maria Luigia Mottes
Presidente A.D.P.Mi. Onlus e Coordinamento Lombardia Associazioni Diabetici Vicepresidente Diabete Forum NazionaleCell.
335352612

* * *
VENERDI 18 giugno

-UNA DESTINAZIONE IMPREVISTA"Verr presentato in anteprima assoluta, venerd 18 giugno dalle ore 20.30 alle 23.30, il
documentario: "Una destinazione imprevista" prodotto dall'Associazione L'abilit e da Officina Film, diretto dal regista Mirko
Locatelli. Racconta la storia di quattro famiglie milanesi alle prese con l'arrivo di un figlio e la scoperta della sua disabilit.Presso
la Triennale di Milano in viale Alemagna 6.

-La Fondazione Aquilone Onlus inaugura, venerd 18 giugno 2010, alle ore 18, il nuovo Centro Arcobaleno - TEMPO PER LE
FAMIGLIE E CENTRO PRIMA INFANZIA in via Morlotti 11 (gi via Oroboni 38) a Milano zona 9. tel. 02. 6465818 - fax 02.
66220538 email: info@fondazioneaquilone.org sito: www.fondazioneaquilone.org

-dalle ore 19.30, AL BARRIO'S di via Barona (angolo via Boffalora) fino a notte inoltrata, ci sar la festa di autofinanziamento
del Comitato Inquilini Molise Calvairate Ponti, realt attiva a Milano da 30 anni con azioni di assistenza e proposta culturale e
politica in tre quartieri di edilizia popolare. Email: basta.esclusione@tiscalinet.it tel. 02. 55011187

SABATO 19 giugno

-ore 9.30 / 13.30 - Bresso (Mi) Convegno: "LA PEDAGOGIA SPECIALE, LE MOLTE STRADE DELL'INCLUSIONE
SCOLASTICA" organizzato dal Comune di Bresso e da Anffas Nord Milano.Si rivolge a: operatori, genitori, volontari e insegnanti.
Presso l'Aula Consigliare Comunale in via Roma 25.Per informazioni e iscrizioni: tel. 02 6185899Mail: info@arcipelagoanffas.it

Sabato 19 giugno - Cinisello Balsamo (Mi)Convegno: "Odontoiatria nel Disabile: possibilit cliniche e percorsi di cura"
organizzato dalla Societ Italiana di Odontostomatologia per l'Handicap e dall'associazione Noha.Presso "Villa Ghirlanda"
Cinisello Balsamo.Per informazioni: tel. 045 8350573.

Naga e Scighera presentano PAROLE DI FRONTIERA quattro giornate dedicate a chi passa i confini. Quattro parole che
attraversano il mondo dellimmigrazione per parlare di immigrazione senza parlare dattualit. ore 18 - Identit: Concerto
multietnico allaperto in piazza Schiavone a Milano.

Sabato 19 si terr la CONSULTA DEI CIRCOLI LOMBARDI DI LEGAMBIENTE. Da Sondrio a Cremona, da Mantova a Lecco
centinaia di volontari del cigno verde si ritroveranno per discutere del presente e del futuro dell'associazione. La Consulta si
terr a Varese presso la Sala della Piramide in Piazza de Salvo 8. leggi su ciessevi.org

DOMENICA 20 giugno

Domenica 20 giugno 2010 si terr la CONSULTA DEI CIRCOLI LOMBARDI DI LEGAMBIENTE. Da Sondrio a Cremona, da
Mantova a Lecco centinaia di volontari del cigno verde si ritroveranno per discutere del presente e del futuro dell'associazione.
La Consulta si terr a Varese presso la Sala della Piramide in Piazza de Salvo 8. leggi su ciessevi.org

- Appuntamento con larte in rosa di QUELLO CHE LE DONNE DICONO, in esposizione dal 16 al 20 giugno a Sesto San
Giovanni con ingresso gratuito per informazione Per informazioni sulle attivit del progetto ERICA contattare la segreteria
organizzativa allo 02.29400930 oppure inviare una mail a: c.gazzaniga@saman.it .

1
- SOS Lambrate organizza, in occasione del 20 anniversario dellAssociazione Volontaria di Pubblica Assistenza e Beneficenza,
con il patrocinio del Consiglio di Zona 3 del Comune di Milano, lincontro LL VOLONTARIATO OGGI: TRA RESPONSABILIT
E BUONE PRATICHE, domenica 20 gugno 2010, dalle ore 10 alle ore 12, all'Auditorium del C.A.M. (Centro di Aggregazione
Multifunzionale) di va Valvassori Peroni 56 a Milano. SOS Lambrate, via Amadeo 78/AInformazioni Telefono: 02/710120 email:
amministrazione@soslambrate.org

LUNEDI 21 giugno

GIORNATA MONDIALE DI SENSIBILIZZAZIONE SULLA SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA

- ore 10-13:30 Seminario "USCITE TRANSITORIE. LE DIMISSIONI DELLE LAVORATRICI MADRI NEL PRIMO
ANNO DI VITA DEI FIGLI" per la presentazione dei risultati dell'omonimo progetto di ricerca Direzione Provinciale del
Lavoro di Milano (1 PianoVia Mauro Macchi, 11 - Milano Per informazioni: Consigliera di parit Tel. 02/77406831 e-mail:
consigliera.parita@provincia.milano.it

- ore 20.30, a Milano presso la Fondazione Quercioli, via Emilio Gola 20 avremo con noi la Senatrice Vittoria Franco, autrice del
libro CARE RAGAZZE Un promemoria. Organizzato dal Forum Pd provinciale.

- ore 21,00 AUDITORIUM DI VITTORIO CAMERA DEL LAVORO Corso di Porta Vittoria 43 Milano TUTTA LA VITA
DAVANTI(2008) Durata: 117Regia: Paolo Virz Sceneggiatura: Paolo Virz e Francesco Bruni

MARTEDI 22 giugno

-Convegno nazionale "I PIANI REGIONALI DI PREVENZIONE" Regione Lombardia, nellambito delle importanti novit di
carattere contenutistico e procedurale contenute nel Piano Nazionale della Prevenzione (PNP) 2010-2012, che le Regioni saranno
chiamate a recepire nella propria programmazione in materia di prevenzione, propone un Convegno Nazionale sul tema. Milano,
9.00 - 17.30 Sala Gaber Palazzo della Regione Lombardia Piazza Duca dAosta, 3

MERCOLEDI 23 giugno

-ore 9.00 CONSEGUIMENTO DELLA PATENTE SPECIALE OGGI Necessit di protocolli condivisi nella rete
territoriale Lesperienza del Centro di Mobilit Presso CTO_ Aula Bajardi- via Bignami 1 Milano- Organizzata
dallAssociazione Paraplegici Lombardia Istituti Clinici di Perfezionamento

GIOVEDI 24 giugno

-CONVEGNO ANNUALE IN OCCASIONE DELLA PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO ORES 2009 Auditorium Giorgio
GaberPalazzo della Regione LombardiaP.zza Duca dAosta 3 MilanoLuned 28 giugno 2010, ore 09.30 - 13.00Tra i partecipanti,
vi segnaliamo:Roberto Formigoni, Presidente Regione LombardiaGiulio Boscagli, Assessore alla Famiglia, Conciliazione,
Integrazione e Solidariet Sociale Regione LombardiaStefano Zamagni, Presidente Agenzia delle OnlusValter Izzo, Presidente
Fondazione ESAELuca Pesenti, Direttore ORES Si prega di confermare entro il 24 giugno 2010 all'indirizzo:
segreteria@ores-lombardia.org

-dalle ore 17, alla libreria Claudiana, in via Francesco Sforza 12/A a Milano, un incontro di promozione del volontariato
organizzato dal Co.R.A.L. (Coordinamento Regionale delle Linee di Aiuto telefonico) con Ciessevi, nellambito del progetto Rete di
Orientamento al Volontariato.leggi su ciessevi.org

DOMENICA 27 giugno
DONNE DI TERRACOTTA fino al 27 giugno Quando: dal 25 maggio al 27 giugno 2010 Dove: Castello Sforzesco Milano Per
informazioni: www.visitnorway.com/it/sponsored/IT/Sponsor-articles/NORWEEK010/Mostra-Donne-di-Terracotta/

2
LUNEDI 28 giugno
-Da luned 28 giugno a luned 19 luglio - Bosisio Parini (Mi) "SUMMER ART SCHOOL": proposta estiva di attivit di studio e
approfondimento, organizzata dall'associazione La Nostra Famiglia, per acquisire esperienze, far emergere potenzialit creative
e stabilire nuove relazioni.Possono iscriversi studenti con disabilit, dai 14 ai 17 anni, che frequentano corsi professionali o la
scuola secondaria di secondo grado.Presso "La Nostra Famiglia" Bosisio Parini 6 padiglione, dalle ore 9 alle 16.
Per informazioni: tel. 031 877.407Mail: CFP1@BP.LNF.IT

MERCOLEDI 30 giugno
PROVINCIA DI MILANO - sostegno alle reti familiari Contributo per la creazione di reti di solidariet fra le famiglie:
scadenza 30 giugno 2010

* * *
FONDAZIONE NORD MILANO: PUBBLICATI I BANDI DEL SECONDO SEMESTRE 2010 - Scadenza 20 settembre 2010
La Fondazione Nord Milano lancia i bandi del secondo semestre 2010 con lobiettivo di contribuire alla realizzazione di iniziative
volte a creare legami e rapporti significativi tra i cittadini, tra culture differenti e tra diverse generazioni.
In unottica di continuit con lanno passato, la Fondazione punta nuovamente sulla coesione sociale e propone agli enti del
territorio i seguenti bandi Leggi su ciessevi.org

PUBBLICATO IL PRIMO NUMERO DI VDOSSIER E stato pubblicato il primo numero di Vdossier che raccoglie leredit di
News Volontariato. Il nuovo periodico sar distribuito, gratuitamente, a otto mila fra organizzazioni non profit, enti del Terzo
settore e istituzioni milanesi. Leggi su ciessevi.org

AFSW ASSOCIAZIONE FAMIGLIE SINDROME DI WILLIAMS ricerca volontari che collaborino nellambito di un progetto
finalizzato allacquisizione di autonomie da parte dei giovani affetti da Sindrome di Williams. Potete contattarci allindirizzo
info@afsw.it . Se volete notizie in pi sulla Sindrome e sulla Associazione visitate il nostro sito www.afsw.it

RICERCA COMPUTERS PER DISABILI Gruppo Jonathan, Milano Per il ritiro chiamare al nuero di telefono 3288780543 o
mandare una e-mail a: assjon1@fastwebnet.it leggi su ciessevi.org

IMPARA UN LAVORO: CORSI DI FORMAZIONE GRATUITI PER DISOCCUPATI Consorzio SIS Sistema Imprese Sociali,
Milano Consorzio SIS Sistema Imprese Sociali settore formazione - tel. 02 89 530 343 fax 02 89 530 615 Email:
formazione@consorziosis.org Rif.: Stefania Baldo / Simona Monteforte via Bordighera 6 MM2 Romolo - 20142 Milano. Leggi
anche su ciessevi.org

TERAPIA DEL DOLORE: AL VIA CONCORSO UE 'EFIC-GRUNENTHAL GRANT' Le News di AGI Sanit (AGI) - Aquisgrana
(Colonia), 25 mag. - Da oggi i giovani ricercatori di tutta Europa possono fare domanda per il concorso 'EGG, EFIC-Grunenthal
Grant 2010', uno dei premi di maggior prestigio a livello mondiale nell'ambito della terapia del dolore. Sponsorizzato da EFIC,
Federazione europea dei capitoli dell'International Association for the Study of Pain, in collaborazione con l0azienda
farmaceutica tedesca Grunenthal GmbH, questo premio sostiene i giovani ricercatori su progetti di ricerca clinica, innovativi e
all'avanguardia in tema dolore.

L'Assessorato Famiglia, Scuola e Politiche Sociali del Comune di Milano presenta un nuovo servizio denominato "UNIT
MULTIDISCIPLINARE INTEGRATA" rivolto a tutti i cittadini, agli operatori scolastici e dei servizi alla persona al fine di
offrire informazioni e orientamento sulle tematiche riguardanti l'uso e l'abuso di alcol e sostanze stupefacenti ma anche ascolto
e sostegno alle persone che intendano uscire da una situazione di dipendenza o necessitino di interventi di reinserimento sociale.
Informazioni Unit Multisciplinare Integrata -Via Pastrengo 6 - MilanoTel. 02 60 800 39 (dal luned al venerd, dalle ore 10.00
alle 17.00)Linea Verde Droga e Dipendenze: Tel. 800.45.88.54 (i giorni feriali dalle 17.00 alle 20.00; sabato edomenica dalle 9.00
alle 20.00)Fax 02 68 837 64Email: FSP.Multidisciplinare@comune.milano.it

L'ASSOCIAZIONE FRATELLI DI SAN FRANCESCO ONLUS, all'interno di un progetto di aiuto alle persone senza fissa
dimora, cerca volontari per il servizio docce. Si tratta di un servizio di accoglienza e conforto molto importante per chi vive la
realt della strada. E' richiesta disponibilit due mezze giornate alla settimana, in Via Bertoni 9. tel. 02. 62545960 - email:
volontari@fratellisanfrancesco.it

PAROLE CIVILI" vi invita a firmare la petizione on line per sensibilizzare e spronare chi ci GOVERNA circa il tema della
DISLESSIA perch, dopo troppi anni di attesa, possa essere portata a compimento una LEGGE che TUTELI i bambini e i ragazzi
dislessici http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

3
AL VIA IL CONCORSO INDETTO DA FISH ONLUS, Federazione Italiana Superamento Handicap con l'obiettivo di
contribuire ad abbattere quel "muro di silenzio", che ancora condanna all'invisibilit milioni di cittadini italiani con disabilit.
Segreteria del Concorso presso Ledha - Via Livigno, 2 - 20158 Milanoe-mail: info@sapetecomemitrattano.it
Tel. 393 9545912 (dal luned al gioved dalle 9 alle 13)

RICERCA VOLONTARI PER CENTRO SOCIO EDUCATIVO La Fondazione Pontirolo gestisce nel Comune di Corsico, per delega
dei Comuni del Distretto di ASL (Assago, Buccinasco, Cesano Boscone, Corsico, Cusago e Trezzano s.N) un centro socio educativo
(CSE) autorizzato al funzionamento dallAsl di Milano 1 (Legnano). Il CSE accoglie 15 utenti con et dai 18 ai 40 anni e con ritardo
mentale medio lieve.leggi su ciessevi.org Per contattare il CSE: tel. 02-4401374 / 02-457007 email cse@pontiroloonlus.it

4
U.M.I.
Unione Medici Italiani
ASSEMBLEA NAZIONALE 2010
BRESCIA 19 giugno 2010 - Hotel Ambasciatori

RELAZIONE del PRESIDENTE


Aspetti Organizzativi
Il sindacato in continua crescita sia nel settore della Medicina Generale (MG) sia in
quello della Dirigenza Medica (DM) pubblica e privata.
Nel 2009/10 si consolidata la Sezione di Bergamo,Imola e Monza.
Si costituito il settore dei pensionati.

I rapporti con lo SMI ed FVM non possono considerarsi ottimali per la mancanza di validi
canali di collegamento/informazione e per il mancato rispetto degli accordi.
Difficile l'inserimento dei nostri rappresentanti che, anche quando sono in maggioranza,
vengono discriminati nei confronti degli iscritti SMI ed abbiamo difficolt ad inserirli nei
Comitati e nelle rappresentanze aziendali. E' necessario pervenire ad una chiarificazione
in tempi brevi o ricercare soluzioni alternative.

Le quote d'iscrizione al sindacato sono ferme dal 2008: propongo all'Assemblea una au-
mento di . 2,00 al mese dal primo luglio 2010 visti gli aumenti ottenuti con il rinnovo con-
trattuale e con il fine di aumentare i servizi in favore degli iscritti ( copertura spese legale,
fiscale, ecc...) e la necessit di mantenere queste quote ferme per i prossimi tre anni.

Si proceduto, a seguito di decisione assembleare nel 2009, alla costituzione di un fon-


do per spese legali e peritali con un regolamento per il suo utilizzo, approvato dall'Ese-
cutivo Nazionale, che pare si stia dimostrando adeguato alle necessit, ma dobbiamo re-
gistrare che i contenziosi legali con le Aziende pubbliche e private sono in aumento.
Molto frequentemente queste azioni si concludono positivamente per i medici, an-
che con transazioni. Il sindacato riesce a garantire agli iscritti la copertura di queste
spese legali nella misura del 50%, su autorizzazione dellEsecutivo, per i soli contenziosi
di lavoro e con i legali di fiducia del sindacato. Ai colleghi richiesto il contributo del re-
stante 50% di loro competenza.

Solo a titolo di esempio ricordiamo:


lazione legale promossa dai colleghi della Continuit Assistenziale ed Emergen-
za Territoriale di cui si aspetta la sentenza per questo autunno.

l'importantissima vittoria legale degli specializzandi ( circa 45 colleghi) per il re-


cupero della borsa di studio, ma l'Avvocatura di Stato ha ricorso in Appello in

1
sentenza il primo di luglio. Continueremo a seguire l'iter giudiziario per una grande
battaglia di giustizia;

le azioni legali vinte per i 15 giorni di Rischio Radiologico purtroppo sono state va-
nificate dal nuovo contratto della DM.

l'impegno per estendere il tempo ridotto dagli otto ai tredici anni per i figli convi-
venti stato accolto in alcune aziende in altre no. Tra queste ricordiamo Desenza-
no che non ha voluto deliberare. Non stato recepito dal contratto in sede ARAN.
L' UMI continuer questa battaglia a favore delle famiglie dei colleghi con questo
slogan:pi tempo pieno nelle scuole, pi tempo ridotto sul lavoro.

La difesa dei colleghi per l' iperprescrizione denunciati alla Corte dei Conti della
Lombardia dalla GdF,Regione ed ASL.

La recentissima (15 maggio) vittoria legale dei colleghi del Centro Medico di Lu-
mezzane della S. Maugeri per il pieno riconoscimento del contratto di lavo-
ro e delle voci stipendiali con particolare riferimento all'indennit di esclusivit. Una
battaglia volta a difendere il diritto ad avere un contatto di lavoro. Questa grande vit-
toria segue di poco alla transazione sul riconoscimento dell'accordo del 2005 sugli
straordinari del mese di aprile.

Aspetti fiscali
L'UMI continua la battaglia contro l'Agenzia delle Entrate per il recupero dellIRAP dei
MMG con buoni risultati anche se non tutti sono stati rimborsati. A questo proposito
ricordo che siamo nella fase dei ricorsi davanti alle commissioni regionali per il periodo
1998-2001 ed alcuni sono gi davanti alla Corte di Cassazione, non sempre con succes-
so.
Diversi colleghi sono stati rimborsati nel corso del 2009.
Abbiamo consigliato i colleghi ad iniziare liter per il recupero IRAP per gli anni successivi
sino al 2009 e questo consiglio stato ampiamente accolto.
Vale la pena ricordare che pare consolidata la giurisprudenza che esclude il medico di MG
dal pagamento dellIRAP quando lattivit professionale organizzata in maniera semplice
e rispondente alle esigenze convenzionali (studi singoli con semplici attrezzature o studi
associati con caratteristiche simili). Stiamo gi utilizzando nei nuovi ricorsi le indicazioni
contenute nel nuovo ACN del 29 luglio 2009 della Medicina Generale.
Al momento non vi nessuna norma per leliminazione dellIRAP per i medici di
famiglia e pertanto bisogna continuare a rimettersi al giudizio delle Commissioni
come ben indicato dalla circolare 28/E del 28 maggio 2010 dell'Agenzia delle Entra-
te.
Anche le spese dei ricorsi IRAP sono coperte al 50% dal sindacato.

Rimanendo sul tema fiscale devo ricordare che i contenziosi attivati sulla base degli studi
di settore,anche per i medici di MG, non daranno pi luogo ad accertamenti automa-
tici ed inoltre il reddito da attivit convenzionata escluso dal nuovo modello rite-
nendosi, finalmente e ovviamente, certificato con certezza. Le sollecitazioni dell'UMI
sono state accolte.

Va riaffermata la nostra assoluta contrariet alla politica fiscale governativa di riduzio-


ne delle detrazione per beni strumentali (per es.: auto), penalizzando gravemente le retri-
buzioni nette dei medici dirigenti e soprattutto dei convenzionati. Tale politica fiscale deve

2
assolutamente cambiare e si chiede al Governo idonei e tempestivi provvedimenti. In que-
sto senso pare che si intraveda un'apertura per la deducibilit dell'IVA per spese congres-
suali (vitto ed alloggio), non detratta per mancanza di specifica fattura, dal reddito imponi-
bile e dall'IRAP.

Per i dirigenti si era chiesta lapplicazione delle stesse misure per il settore privato con una
detassazione delle voci variabili dello stipendio ed in particolare della retribuzione di
risultato e delle risorse aggiuntive regionali, ma non stato accolta.

Per i convenzionati era stata chiesta inutilmente la detassazione degli incentivi re-
gionali.

La richiesta della riduzione delle aliquote IRPEF sulle pensioni, compresa l'addizio-
nale regionale non stata accolta. Sarebbe stato un primo segnale per dimostrare la
volont di ridurre le tasse da parte di questo Governo a categorie a reddito fisso.

Per le Regioni del centro sud indebitate per le spese sanitarie il Governo ha indicato la ne-
cessit di un rapido rientro. Questo stato debitorio pone grandi dubbi sulla realizzazione a
breve del federalismo fiscale, ma questa situazione crea gravi problemi al personale me-
dico dipendente e convenzionato.

Situazione sindacale
Per i medici dirigenti e convenzionati pubblici sono stati chiusi i contratti 2006/2009 appe-
na in tempo prima del ciclone finanziario e delle conseguenti misure urgenti pubblicate con
il decreto legge n.78 sulla G.U. del 31 maggio 2010 (Misure urgenti in materia di stabi-
lizzazione finanziaria e di competitivit economica). Pare definito il blocco dei futuri con-
tratti triennali 2010/2012 e le decurtazioni del 5-10% oltre le soglie di reddito che andran-
no definite (90/150.000,00 euro). Sono state bloccate anche le progressioni di carriera (
mai automatiche per i medici) per i prossimi quattro anni oltre ad altre misure. Inevitabili le
proteste dei sindacati e la programmazione di sciopero a cui l'UMI aderisce. Si chiede: 1)
Differenziare le misure con riferimento alle situazioni locali e regionali; 2) Mantenere la sti-
pula dei contratti per gli aspetti normativi che necessitano miglioramento e semplificazio-
ne.

Sui contratti conclusi possiamo dire che sono andati meglio, per gli aspetti economici, i di-
pendenti confermando ormai una tendenza gi in atto dagli anni 2002/'05.
Il contratto della DM stato rinnovato il 6 maggio 2010 per il 2 biennio 2008/2009 ( ad
ottobre 2008 per il 1 biennio) + l'integrativo ( con la reintroduzione delle sanzioni discipli-
nari) ed andato in applicazione, in molte Aziende, gi da maggio. Altrettanto rapidi sono
stati i pagamenti degli arretrati 2008,2009 e 2010. Tempi pi lunghi si prevedono per il ri-
calcolo dei fondi contrattuali ed il loro nuovo saldo.
Negativo l'intervento della Corte dei Conti che ha vanificato il tentativo di inserire nella
massa salariale le risorse dell'indennit di esclusivit, facendoci perdere la parte utilizzata
per aumentarla.
Come per il primo biennio anche per il secondo tutte le risorse previste dalla svalutazione
programmata ( anche questo un sistema che sar modificato) sono state utilizzate per gli
aumenti contrattuali e ci sicuramente un buon risultato per i dirigenti medici.
L'avvio delle trattative per il nuovo contratto sar rimandato a data da definirsi, con la novi-
t della durata triennale (non pi un quadriennio con due bienni economici) e l'unifica-

3
zione dell'area III e IV (medici-veterinari con altri dirigenti sanitari) anche se vuole tenere
separata la dirigenza delle Regioni.

A livello locale resta ancora aperta l'applicazione dei contratti precedenti con lO.P. Ri-
chiedei di Gussago che vorrebbe applicarlo, ma si trova in una grave situazione debitoria
che non gli consente di farlo.
Resta aperta la situazione con la Fondazione S. Maugeri di cui abbiamo gi detto.
Agli Spedali Civili di Brescia in via di ricostituzione la 3^ Medicina ospedaliera con il
mantenimento delle due Unit Semplici Dipartimentali. Questa decisione del DG stata
accolta con grande soddisfazione dall'UMI che aveva chiesto una medicina ospedaliera
visto che le due rimaste, e peggio con un solo Direttore, sono universitarie.

La convenzione di MG stata rinnovata il 29 luglio 2009 per la parte normativa e per il


1 biennio economico. Abbiamo consigliato SMI alla firma anche se non concordiamo
sull'accordo e sulla parte economica. Non condivisa la soddisfazione espressa dalla
FIMMG e tanto meno quella del Ministro SACCONI. Non si condivide la posizione del Go-
verno e del viceministro FAZIO di credere che le Unit Complesse siano il sistema miglio-
re per erogare l'assistenza primaria migliorando l'integrazione, mai verificata scientifica-
mente neppure per le associazioni che non hanno dimostrato grandi vantaggi rispetto ai
medici singoli il cui ruolo resta insostituibile. Condividiamo il ruolo delle associazioni e del-
le societ per l'organizzazione ed il supporto, ma non per l'attivit professionale.
Non condividiamo una visione solo quantitativa ed economicistica della medicina
territoriale senza puntare sulla qualit delle prestazioni in gran parte legata, secon-
do UMI, all'attivit dei singoli professionisti ed al rapporto fiduciario con i cittadini.
Le Unit Complesse, ove utili e realizzabili, potrebbero allargare il ventaglio delle
prestazioni con il limite che bisogna garantire la libera scelta dello specialista e dei
luoghi di cura. L'integrazione con gli ospedali si creerebbe solo se alcuni servizi
ospedalieri venissero trasferiti sul territorio nelle Unit Complesse. Il blocco al rin-
novo della convenzione previsto dal decreto anticrisi pone una seria ipoteca sulla
attivazione delle Unit Complesse per le quali sono necessarie adeguate risorse (
non certo lo 0,80% dato alle Regioni virtuose). Va inoltre considerato che i costi del-
la spesa sanitaria nazionale del 2009 (che comunque restano bassi rispetto ad altri
Paesi) hanno visto i maggiori incrementi a carico della MG e della Specialistica.
Siamo convinti che la maggioranza dei MMG siano contrari a questa nuova convenzione
ed ancora di pi al 2 biennio, firmato il 10 maggio, che ha penalizzato pesantemente
la Medicina Generale sia per gli aspetti organizzativi ( pesante burocratizzazione) sia sotto
il profilo economico.
Ora aspettiamo gli Accordi Regionali in un clima di sempre maggiore autonomia regio-
nale, ma di crescenti difficolt visto che ai gravi problemi di sempre si sommano quelli
nuovi derivanti dalla nuova convenzione e dalle misure anticrisi. Tra questi quello dell'in-
troduzione della figura del referente dei gruppi, retribuito con le risorse della convenzio-
ne, che medier i rapporti tra medici ed ASL a scapito degli stessi e dei sindacati. L'UMI
giudica negativamente l'introduzione del referente.

L'UMI sta conducendo la battaglia per il recupero dal 2005 delle somme (assegni indivi-
duali dei medici di AP pensionati) che depositate sul fondo di ponderazione dovevano
poi essere distribuite tra i medici di AP in servizio (art. 59 punto A).
Ancora l'UMI sta portando avanti il problema delle spese e della retribuzione dovute al-
l'utilizzo, ora obbligatorio, dei sistemi informatici regionali. In particolare le pretese di
alcuni provider che impongono il pagamento di programmi aggiuntivi necessari per il fun-

4
zionamento dei sistemi. Spiace che la Regione Lombardia non voglia riconoscere i diritti
dei MMG e sostenga gli interessi privati di questi provider.

In Lombardia abbiamo sottoscritto un mini accordo per lEmergenza Territoriale che l'UMI
ritiene assolutamente inaccettabile perch non risolve i veri problemi di questi colleghi.

Resta poi il problema che molte ASL non recepiscono correttamente i contratti regionali e
la convenzione nazionale in un clima di crescente confusione e destabilizzazione del SSN.

Varie
Non ancora divenuta legge il disegno sul Governo Clinico, ma ci, ad avviso dell'UMI,
giudicato un bene perch con la proposta all'esame del Parlamento non si realizzava
concretamente una riduzione dell' ingerenza della politica nella gestione della Sanit ed
un contemporaneo aumento del ruolo dei medici.

Il nuovo Governo ha ripristinato il Ministero della Salute, ma la politica vola sempre pi


verso la regionalizzazione della Sanit anche se sono state assunte dal Ministro Brunetta
molte iniziative legislative centralistiche con la reintroduzione delle sanzioni disciplinari
per i dirigenti, nuovi meccanismi di valutazione e distribuzione degli incentivi, maggiore
informatizzazione specie per le certificazioni d'invalidit e malattia. A nostro giudizio non
ci paiono ancora ben definiti gli equilibri tra centralismo e regionalismo.
In particolare pensiamo che le Regioni del centro-sud difficilmente sapranno migliorare i
propri sistemi sanitari in tempi brevi e liberarli dalle ingerenze delle organizzazione malavi-
tose.
In tali condizioni si dovrebbe prima risolvere i problemi di queste Regioni e poi avviare il fe-
deralismo che altrimenti rischia di fallire.

Tutti i medici che operano nel S.S.N sono caricati da crescenti compiti burocratici che
mortificano il ruolo professionale ed il rapporto con il cittadino. A questo carico burocratico
al momento non stata trovata soluzione.
Tale problema non migliorato con lintroduzione forzata dellinformatizzazione, ormai
resa obbligatoria, perch anchessa finalizzata ai fini burocratici e di controllo della spesa
delle prestazioni da parte delle ASL e delle Regioni. Chiediamo un utilizzo pi conforme
alle esigenze professionali dello strumento informatico nel pieno rispetto della privacy cosa
che, a nostro avviso, non si realizza pienamente negli articoli 59 bis (flusso informativo) e
59 ter (Tessera Sanitaria e ricetta elettronica) del nuovo ACN del 29 luglio ed art.3 ACN 10
marzo 2010
Non ancora ottenuto, come gi ricordato, il pieno riconoscimento della copertura delle spe-
se per la realizzazione della postazione informatica, del suo funzionamento e della con-
nessione/connettivit per i medici di famiglia con l'obbligo di utilizzo dei sistemi informatici
regionali con un contenzioso che aperto con la Regione Lombardia.

Per i medici dirigenti non si calcola il tempo che richiede l'uso obbligatorio dei sistemi infor-
matici a scapito dell'assistenza.

Per via informatica devono essere trasmessi all'INPS i certificati d'invalidit. Il sistema
pare funzionare anche perch sono stati resi facoltativi alcuni campi, compreso quello del
codice, che facevano perdere molto tempo al medico senza dare un valore aggiunto pro-

5
fessionale a vantaggio del malato. Buona l'aderenza dei medici di MG. Ricordo che questi
certificati sono a pagamento non essendo un obbligo convenzionale.

Al contrario pare che siamo ancora lontani da una facile trasmissione per via informatica
dei certificati di malattia. Questi dovrebbero essere fatti tramite INPS anche se alcune
Regioni (tra cui Lombardia ed Emilia) hanno ottenuto che siano utilizzati i sistemi informa-
tici regionali, a nostro avviso, non ancora adeguati a questo ulteriore impegno. La trasmis-
sione informatica rimane un obbligo convenzionale gratuito anche se il nuovo sistema
comporta un lavoro maggiore per il medico ed una serie di prevedibili difficolt tecniche
con maggiore perdita di tempo. Dove il sistema non funzione per colpa della Regione o in
condizioni particolari d'impossibilit alla connettivit il medico continuer con il modulo car-
taceo. Pare corretta la richiesta di un compenso.

Una maggiore attenzione deve essere rivolta alla formazione e allaggiornamento


creando le condizioni per laggiornamento aziendale e per quello volontario senza
obbligare i medici, per esempio, ad usare le ferie per frequentare congressi e con-
vegni.
Il riconoscimento della meritocrazia non pu essere vincolata agli attuali meccanismi di
distribuzione dei fondi e del conferimento degli incarichi che sono delle armi di ricatto in
mano alle Aziende e ai Direttori di struttura complessa e dipartimentale, ma deve trovare
nuove regole e maggiori risorse. Non condividiamo una distribuzione rigida del fondo
di risultato per obiettivi e tanto meno le proposte del Ministro Brunetta che escludo-
no il 25% dei dirigenti dal fondo senza considerare che il lavoro dei medici dirigenti,
specie ospedalieri, sempre in quipe.

Ancora senza soluzione la valutazione dei carichi di lavoro per adeguare lorganico sia
quando carente sia quando in esubero a seconda delle varie Regioni e Aziende. Gli orga-
nici devono essere calcolati in funzione delle prestazioni di alta qualit e di eccellenza e
non come avviene che sono calcolati al minimo per esigenze di bilancio senza prevedere il
cambio ferie e malattia. Vanno motivati anche i carichi burocratici e legati all'informatizza-
zione. In Regione come la Lombardia, con gravi e croniche carenze di organico, as-
sistiamo ad un sistematico superamento dell'orario di lavoro settimanale senza al-
cuna retribuzione. La notizia che la Lombardia voglia, nei prossimi anni, integrare
gli organici medici ed infermieristici, di 5.500 unit positiva, ma insufficiente. Solo
i medici sono al momento in carenza di oltre 3.000 unit di cui 300 solo nelle Azien-
de bresciane.

Mancato riconoscimento della meritocrazia ed organici inadeguati aumentano il rischio di


errore medico e allungano le liste di attesa.

Le recenti disposizioni anticrisi introducono delle forti limitazioni alle nuove assunzioni
rischiano di ridurre ulteriormente gli organici dove sono gi contenuti, mentre tem-
pi lunghi sono previsti poco o nulla viene fatto dove gli organici sono ancora esube-
ranti. Proponiamo l'attivazione di una mobilit interegionale regolamentata. Ridotti
anche i contratti precari. Si proceder a denunciare le singole amministrazioni che
non garantiranno la continuit del servizio.
In questa condizioni temiamo che le agevolazioni alle famiglie ed il sostegno alla
maternit rischiano di essere sempre pi inattuabili con grave danno per l'intera so-
ciet italiana

6
Per i medici di famiglia lUMI rivendica norme contrattuali semplificate che ridiano libert
ed autonomia al medico. Necessario estendere a tutti la possibilit di una collaborazione
amministrativa, a totale carico delle ASL, per l'assolvimento delle pratiche burocrati-
che che strozzano l'attivit professionale del MMG. Mantenimento dellattivit del
singolo medico, come gi ricordato, confermando la nostra opposizione all'obbligo
d'adesione alle Aggregazioni Funzionali e alle Unit Complesse di cui agli artt. 26
bis e ter del nuovo ACN della MG. Che devono avere un avvio realistico con adegua-
te risorse e volontaristico. Non esiste nessuna prova scientifica che le associazioni
e le Unit Complesse diano un servizio migliore e tanto meno migliorino i livelli
d'integrazione tra ospedale e territorio.

Permane il regime di diffusa illegittimit e di illegalit in Sanit.


Si ormai consolidata una sorta di devianza amministrativa. Nessuna parte dItalia im-
mune da questo cancro. Nessun settore risparmiato, ma la Sanit lo particolarmente
per gli importanti interessi in gioco e per le ingenti risorse disponibili. Tale condizione fa-
vorita dalla confusione legislativa e dal continuo sovrapporsi di direttive nazionale e regio-
nali spesso in contrasto tra loro e lo scarso controllo sulle istituzioni.
Questa la vera Malasanit che va distinta dagli errori professionali pur esistenti.

Come Sindacati ci tocca considerare le continue illegittimit nella materia contrattuale


e legislativa del lavoro. Il maggior sforzo quello di difendere gli Accordi dallo stravolgi-
mento continuo operato dalle Aziende Sanitarie pubbliche e private e dalle stesse Regioni
che non rinunciano ad esercitare impropriamente la loro autonomia con arroganza.
Molto spesso i sindacati non sono neppure informati ed i medici sono spesso costretti al
silenzio da minacce e ricatti perpetrati dalle singole amministrazioni. I medici sono costretti
ad attivit volontarie, non retribuite, a vantaggio delle Aziende sottraendo tempo allassi-
stenza dei malati e contro gli stessi interessi dei malati.
Nei casi pi gravi, sempre pi frequenti, diventa difficile ottenere giustizia per i tempi lunghi
della magistratura del lavoro. Inefficaci le conciliazioni in sede provinciale.
La soluzione potrebbe essere quella di modificare le relazioni sindacali, specie per gli
aspetti economici e normativi sullorario di lavoro, con accordi definiti a livello locale in
contrattazione e non pi in concertazione, ma stiamo andando in direzione opposta.
Al contrario non si ritiene verosimile che l'attuale contrattazione locale (che di fatto una
concertazione) possa integrare quella nazionale per il settore pubblico della Sanit perch
le Aziende non hanno proprie disponibilit economiche per sostenere una reale contratta-
zione. Le risorse sono in mano alle Regioni che sono sempre pi interessate a contenere
le spese del personale, farmaci e diagnostica per mantenere il loro sempre pi pletorico
apparato politico.

Permane il fenomeno degli sprechi nella Sanit pubblica, ma questi sono gestiti
dall'apparato politico-amministrativo che molto spesso non vuole riconoscere gli sprechi
dalle necessit sanitarie. Non sono riconosciuti gli eccessi dei costi diretti ed indiretti della
politica che spesso sono i veri sprechi oltre all'evasione fiscale e dei contributi sanitari. I
costi della politica sono in continua crescita e certamente lo saranno ancora di pi con il
Federalismo. Anche la recente manovra anticrisi non incide seriamente su questa voce.

Un accenno alle lunghe liste dattesa per ricordare che dipendono, in gran parte, da mo-
tivi organizzativi e dalle carenze organiche.

7
Sempre grave il fenomeno della precariet ( ora forse bloccata dal decreto anticrisi)
specie in settori delicati come quello dellurgenza-emergenza. Persiste il ricorso ad incari-
chi reiterati, anche per anni, a tempo determinato senza il dovuto passaggio a tempo inde-
terminato (costo pari). La precariet pu essere giustificabile per situazioni contin-
genti, ma ingiustificata su posti in organico vacanti in attivit consolidate. Il taglio
dei precari ne limiter il fenomeno, ma previa la stabilizzazione delle precariet necessa-
rie.
Colgo l'occasione per denunciare il fenomeno dilagante dei concorsi pubblici addo-
mesticati ad uso e consumo delle Aziende e peggio dei Primari.

Per compensare linsufficienza delle risorse (o peggio, come pensano molti, per non ridur-
re il flusso di denaro che alimenta i costi della politica e della criminalit organizzata) le
Regioni hanno attivato una politica di risparmio sulla spesa farmaceutica (efficace) e
diagnostica in nome di una appropriatezza, poco professionale e molto burocratica,
con un coinvolgimento dei medici di famiglia ed ora anche degli specialisti, ma sen-
za alcun vantaggio per gli stessi. Questa politica penalizza lassistenza e sempre pi i
cittadini devono pagarsi le cure e le prestazioni. La spesa sanitaria privata in continua
crescita. Le Regioni puntano anche ad aumentare le entrate e per questo hanno aumenta-
to le tasse regionali ed i tickets. In questo regime molti cittadini non riescono pi ad attuare
programmi terapeutici e diagnostici, consigliati dai medici, sia per le acuzie, sia per il con-
trollo delle cronicit, sia per la prevenzione. Si profila una caduta dei livelli assistenziali.
Vale la pena ricordare che i procedimenti avviati presso la Corte dei Conti, per esem-
pio in Lombardia, per danno erariale si stanno concludendo, nella maggioranza dei casi,
con sanzioni azzerate o molto ridotte per i MMG, dimostrando che le accuse di inappro-
priatezza avanzata dalla Regione e dalle ASL erano ingiustificate.

Vale la pena ricordare il continuo aumento dei prezzi dei premi delle assicurazioni per la
copertura della responsabilit professionale che ora coinvolge anche i MMG. Si aperto il
problema della copertura del danno patrimoniale.
In compenso si registra una tendenza dei giudici, nei processi civili per colpa professio-
nale, pi favorevole ai medici in quanto si richiede una probabilit maggiore di colpa ri-
spetto al recente passato.
Il sindacato chiamato ad offrire risposte assicurative a condizioni pi favorevoli: porr
l'argomento all'attenzione dell'Esecutivo.

Ordine
Un cenno al ruolo dell'Ordine per ricordare che non si deve perdere di vista il problema
dell'abusivismo, quello dell'eccessiva pubblicit incontrollata ed ingannevole ( una
delle pseudo liberalizzazioni), il rispetto delle tariffe e della formazione sia per i liberi pro-
fessionisti sia per i dirigenti e convenzionati (da non confondere con l'organizzazione di
convegni), chiedendo il rispetto degli obblighi dei datori di lavoro.
LOrdine deve, inoltre, vigilare sul fenomeno dello sfruttamento e del precariato che morti-
ficano la dignit del medico ed aumentano il rischio di errore professionale.
Importante anche il ruolo che l'Ordine, insieme alle Societ Scientifiche, pu avere
nell'ottenere il rispetto degli istituti contrattuali che permettono ai medici la parteci-
pazione alla formazione e all'aggiornamento professionale volontario.

Previdenza
Toccata dalle misure governative anticrisi per il differimento delle finestre d'uscita,
per la rateizzazione della liquidazione, ma sopratutto per gli effetti negativi sulle pensioni

8
future legate alla riduzione degli stipendi e alla conseguente riduzione dei contributi. Gli
auspici erano in direzione opposta perch si sperava in un rinnovo contrattuale significati-
vo anche per le ricadute sui trattamenti di quiescenza.

Resta ferma la nostra richiesta di modificare la dinamica dei redditi da pensione,


acquisita con contribuzioni, al fine di salvaguardarne il potere d'acquisto nel tempo
realizzabile anche con adeguate misure fiscali ( per es. un programma di decre-
scenza fiscale con il crescere dell'et) o con un mix tra quest'ultime ed adeguamen-
ti).

L'UMI sollecita l'approvazione del provvedimento fermo in Parlamento per la P.A.


(INPADP). Siamo favorevoli ad un allungamento dell'et pensionabile a 70 anni ( limite a
65+2 attuali) opzionale per tutti i dirigenti, lasciando la possibilit di uscita con 40 anni di
contribuzione comprensiva di riscatti prima del compimento dei 65 anni. L'allungamento
a 70 anni dell'et pensionabile serve sopratutto ai medici che si sono inseriti tardi-
vamente nel mondo del lavoro il cui numero in crescita.

Per i convenzionati i contributi (ENPAM) dovranno essere incrementati (sino al 20%


ed anche oltre) anche se ci comporter inevitabili sacrifici per i colleghi come abbiamo
gi visto con la nuova convenzione. L'adeguamento dei contributi EMPAM deve per es-
sere concordata con tutte le forze sindacali e gli aumenti devono essere programmati nel
tempo. Bene l'introduzione della contribuzione aggiuntiva volontaria.
Sarebbe stato equo che la parte pubblica elargisse un punto percentuale dei contributi con
l'accordo del 2 biennio della MG per riparare allo scippo degli aumenti operato nel 1 bi-
ennio.

Nessuna difficolt per i 65 anni di et pensionabile per le donne, ferma restando la garan-
zia d'uscita anticipata con i 40 anni, riscatti o non.
Il problema delle colleghe e delle famiglie in genere quello di avere un concreto aiuto
con i figli, nell'et della riproduzione diciamo per i medici tra i 30 e i 40 anni, e un eventua-
le ulteriore aiuto per l'assistenza agli anziani (genitori), ma questo in genere in et pi a-
vanzata.

L'allungamento obbligatorio dell'et lavorativa dovrebbe essere compensata con il


passaggio a tempo indeterminato di una percentuale non inferiore al 50% di giovani
precari e con l'eliminazione dei contributi dopo i 40 anni di servizio.

E auspicabile la creazione di fondi integrativi da parte dellINPDAP e/o dellENPAM


con reali garanzie. L'ENPAM ha comunicato i positivi risultati del 2009 del FONDO SA-
NITA' a cui aderisce.

Ancora sulle pensioni ricordiamo:


-non risolto il calcolo della Ria e della posizione aziendale sulla liquidazione della DM;
-la parziale soluzione del problema previdenziale degli specializzandi, non quello dei
precari;

Migliorato, in molte province, il forte ritardo nel ricalcolo delle pensioni e delle liquidazioni
dei dirigenti pubblici da parte dellINPADP in adeguamento al CCNL 2002-2005 per coloro
che sono andati in quiescenza nel periodo di vigenza dello stesso.

9
Forse in arrivo una estensione delle norme sull'esonero dal servizio ( che l'UMI aveva
a suo tempo spinto e che prevedono il mantenimento dello stipendio al 70% ed il pensio-
namento a 60 per le donne e a 65 per i maschi) ai dipendenti della Sanit in caso di assi-
stenza ad un disabile al 100% per almeno 18 anni.

* * * **

Concludendo l'UMI denuncia il grave e crescente disagio dei medici, operanti nel
S.S.N. e non , legato alla normativa ancor prima che agli aspetti retributivi per l'in-
troduzione di compiti extracontrattuali.

Non ci dimenticheremo mai di denunciare il carico crescente, improprio ed inutile


della burocrazia che aumenta di continuo per effetto di compiti imposti extracontrat-
tualmente a tutti i livelli nazionale, regionale ed aziendale.

Le recenti misure anticrisi peggiorano fortemente la situazione, specie per gli aspet-
ti economici, ma non solo, e ritengo che il quadro complessivo giustifichi un cre-
scente disimpegno dei medici per il servizio e una pi forte demotivazione con per-
dita del senso d'appartenenza alla propria Azienda.
Esistono alcuni settori pi penalizzati: tra questi ricordo i medici dellE.T., C.A.,
MdS e convenzionati in genere, tutti i colleghi con contratti atipici

Il Governo, le Regioni e Aziende Sanitarie-Ospedaliere non cercano pi la soddisfazione


dei medici e il loro coinvolgimento nelle decisioni: la Sanit resta cos in mano dell'ap-
parato politico-amministrativo, come prima e pi di prima, con i risultati largamente de-
ludenti che sono sotto agli occhi di tutti non ultimo il cattivo utilizzo delle risorse che com-
plessivamente sono scarse.

Il Presidente UMI: Cav. Dott. Francesco Falsetti

1
U.M.I.
Unione Medici Italiani

ASSEMBLEA NAZIONALE 2010

MOZIONE N.1
Decreto anticrisie Medicina Generale
L'Assemblea Nazionale dell'UMI, riunita a Brescia il 19 giugno 2010, ha preso atto delle misure
governative di cui al D.L. n.78 del 31 maggio 2010 (Misure urgenti in materia di stabilizzazione
finanziaria e di competitivit economica) ed osserva che alcuni provvedimenti di natura contrattuale
sono stati assunti unilateralmente nei confronti dei Medici di Medicina Generale (MMG).
In particolare:
previsto il blocco del rinnovo dell'accordo collettivo nazionale (ACN) per il triennio
2010/2012;
previsto il blocco di tutte le progressioni economiche sino al 2013;
prevista una decurtazione del 5% sui redditi lordi oltre la cifra di . 90.000,00 dal 2011.
Queste misure comportano conseguentemente un rilevante danno permanente sui futuri trattamenti
di quiescenza per la riduzione delle contribuzioni.

L'UMI non condivide le misura assunte che risultano molto penalizzanti per i MMG.
L'Assemblea chiede al Governo:
il blocco di ulteriori compiti imposti per legge e quindi senza un preventivo accordo
normativo ed economico con i sindacati dei MMG come avvenuto anche recentemente per i
certificati di malattia;
il rinnovo dell'ACN 2010/2012 sia comunque realizzato anche limitatamente agli aspetti
normativi con il fine: 1) di semplificare e ridurre l'attivit burocratica dei MMG divenuta
incompatibile con l'erogazione dell'assistenza sanitaria; 2) di introdurre una nuova voce
stipendiale, agganciata ad un apposito paniere di voci, a ristoro delle spese organizzative e di
gestione dell'attivit e degli studi visto che questi oneri sono in continuo aumento; 3)
d'introdurre nuove regole per l'utilizzo dei sistemi informatici le cui spese dovranno essere a
carico interamente del S.S.N.
misure a sostegno della previdenza dei MMG, iscritti all'ENPAM Ente Nazionale
Previdenza Assistenza Medici-, per gli anni dal 2010 al 2013 anche in considerazione della
penalizzazione gi subita dalla categoria con l'ACN 29 luglio 2009 per gli anni 2006/2007.

La presente mozione assembleare sar posta allapprovazione dellAssemblea e successivamente


trasmessa ai Ministeri competenti oltre che alla Presidenza della Conferenza Stato/Regioni.

Brescia 19 giugno 2010

Il Segretario UMI Il Presidente UMI


dott. Maurizio Laudicina Cav. Dott. Francesco Falsetti
U.M.I.
Unione Medici Italiani

ASSEMBLEA NAZIONALE 2010

MOZIONE N.2
Decreto anticrisi e Dirigenza Medica
L'Assemblea Nazionale dell'UMI, riunita a Brescia il 198 giugno 2010, ha preso atto del Decreto
Legge n.78 del 31 maggio 2010 (Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di
competitivit economica) ed osserva che alcuni provvedimenti di natura contrattuale sono stati
assunti unilateralmente nei confronti dei Dirigenti Medici (DM).
In particolare:
previsto il blocco del rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) per il
triennio 2010/2012;
previsto il blocco delle progressioni economiche anche se per la DM non vi sono
progressioni automatiche legate all'et;
prevista la decurtazione economica del 5-10% sui redditi lordi oltre la cifra di . 90-
150.000,00 dal 2011;
Queste misure comportano automaticamente un rilevante danno sui futuri trattamenti previdenziali
per la riduzione dei contributi. inoltre previsto: 1) un blocco quasi totale del turnover dei
pensionati; 2) un peggioramento delle finestre in uscita per i pensionamenti di anzianit, 3) una
rateizzazione della liquidazione.
E' previsto inoltre un blocco al 50% delle consulenze e dei contratti precari.
Sono previste altre misure minori.

L'UMI non condivide le misure assunte che risultano molto penalizzanti per i DM e per il S.S.N.
L'Assemblea chiede al Governo:
il blocco di ulteriori compiti imposti senza preventiva contrattazione;
il rinnovo del CCNL 2010/2012 per i soli aspetti normativi;
lerogazione degli adeguamenti economici coperti con i fondi contrattuali;
definizione del recupero e/o del pagamento dell'orario aggiuntivo;
la stabilizzazione per i contratti a tempo determinato e precari in carenza dorganico;
l adeguamento degli organici ai carichi di lavoro, al rispetto dei contratti e di legge;
il blocco del turnover ai pensionamenti e ai contratti precari differenziati per Regione;
l'approvazione rapida delle disposizioni di permanenza volontario in servizio sino a 70 anni;
l'abolizione rapida della rottamazione;
l'approvazione rapida della possibilit di restare in servizio due anni dopo i 65 anni.

La presente mozione sar posta in votazione per lapprovazione dellAssemblea e poi trasmessa ai
Ministeri competenti e alla Presidenza della Conferenza Stato/Regione.

Il Segretario UMI Il Presidente UMI


Dott. Martino Laudicina Cav. Dott. Francesco Falsetti