Sei sulla pagina 1di 8
3 Le opere Gliscrittiin prosa_ Llopera pittimportante di Saba, che raccoglie in una trama unitaria le sue poe- sie, & Il carizoniere, di cui parleremo pittavanti p. 354). Sebbene la sua fama sia legata principal- mente alla poesia, Saba é anche un originale prosatore. La sua produzione in prosa si divide in tue filoni: ci sono gli aforismi di Scorciatoie e raccontini; le prose di autocommento (cive quelle in cui il poeta commenta la sua stessa opera), che rielaborano alcuni spunti delle poesie o ne forniscono una chiave di lettura (saggi, prefazioni ¢ Storia e cronistoria del Canconiere); le opere narrative (Ricordi-Racconti e il romanzo Ernesto). Un posto a parte occupa Tepistolario ricco © suggestivo, che si conosce in modo ancora frammentario. Tutti questi testi hanno in comune ‘uno stile nitido, aereo ed essenziale che arriva dritto «al cuore delle cose, al centeo arroventato della vita». La serittura non & mai disimpegnata: paradossalmente la leggerezza é il mezzo cui Saba ricorre per portare chiarezza nei nodi crucial del vivere Gli aforismi di Scorciatoie e raccontini Scorciatoic ¢ raccomtini & un volume del 1946 che racco- iglie testi in gran parte scritti a Roma poco prima della fine della guerra. Le «scorciatoie» sono 165 alorismi che, a partire da un dettaglio rivelatore, illuminano in maniera fulminea la verita nascosta nelle apparenze della realta quotidiana, del costume, della politica e della cultura. Con. il termine “scorciatota” sintende appunto la vie obliqua, poco battuta e pitt breve che conduce al signifcato delle cose (cfr. espansioni digitall T Scorciatoie e «sentieri per capren). Le Scor- ciatoie combinano i] massimo della brevita con il massimo dell'cfficacia espressiva. Nictz Freud sono i modelli di queste prose sobrie e nette, a tratti ironiche e pungenti, che privilegiano la paratassi e sono costellate da parentesi, parole sotolineate in corsivo, parole in maiuscolo, pantini di sospensione, segnigesclamativi e di domanda (cfr per esempio la «scorciatoiay n. 1 in espansioni digitall T Scofciatoie e «sentieri per capren). Saba recupers da Nietzsche non solo la forma dell’aforisma, ma anche la critica alla morale corrente eal senso comune. Da Freud invece riprende la strategia dellindagine psicoanalitica, che si basa sul rifiuto delle interpre- tazioni convenzionali e sullesame degli indizi minim, all'apparenza trascurabili, ma in realta cloquenti, perché mettono a nudo una verita rimossa ¢ soiterranea, II modello conascitivo della psicoanalisi @ applicato a tutti gli aspetti della vita associata, che viene analizzata anche nei suoi risvolti pitt trigici ¢ inquietanti (come nelle «scorciatoie» che hanno per oggetto lo sterminio degli ebrei compiuto dai nazistt, cir. espansioni digitall T Scorciatoie e «sentieri per capre>) 1 wraccontini» sono invece delle scorciatoie pit lunghe ce sviluppano uno spunto narrative, Nel caso dei Rac- contini il significato segreto, inseguito dal poeta-detec- tive, non & dichiarato al leore in modo esplicito, ma emerge direttamente dalla narrazione. T_ Scorciatoie e «sentieri per cay heen cera Storia e cronistoria del Canzoniere Nel 1944 Saba comincia a scrivere Storia ¢ cronistoria del ‘Canzoniere, che viene publicato quatiro anni pit tardi, nel 1948. Qui il poeta si propone come critico di se stesso e analizza la propria produzione in versi, ricostruendo la storia dei testi, chiarendone i significati e fornendo delle puntualt indicazioni di lettura. Il volume @ presentato ome una «tes di Inureaystesa da un certo Giuseppe Carimandrei, che @ una maschera ¢ una proiezione delfavtore, Per lui Tautocommento ® una salvaguardia, una strategia di difesa che Jo mete al riparo dalle interpretazioni sbagliate e fuorvianti, indirizzando la ricezione della sua opera maggioregl libro & una formidable guida per esplorare Il canzonicre: Yanalisi procede eqn unandamento farrativo e spesso si apre alla confessione autobiografica Iracconti Le opere di Saba che hanno un caraitere pitt marcatamente nartativo sono Ricoxdi-Rac- conti e il romanzo Ernesto, 11 primo libro ¢ pubblicato nel 1956, ma raccoglie testi pit antichi: ci cono cingue «ricondi» del mondo ebraico del ghetto di Triesie, riuniti sotto il titolo Gil ebrei, € Sette Novelle che risalgono al triennio 1910-1913, cut si aggiungono altre prose stese pit avant, tra glianni Trent e gli anni Quarania. In particolare nelle Novlle viene rappresentatoj conflitto velta Tanimo dell womo e quello delta donna, frail marito e la moglie, fra la madge € Il glia». Cost hhel racconto L'uomo € messa in scena una crisi coniugale, per molti aspetti speculare a quella ‘ffettivamente vissuta dal poeta e da Lina, che @ anche al centro delle poesie i Trieste ¢ une don- ha. Lepilogo del raccontino pero & diverso da quello real: « differenzs di Saba, il protagonisia dell Uomo non concede il perdono alla moglie che, dopo aver lasciaco la famiglia, ha un ripensa- mento ¢ yorrebbe riappacifcarsi con il svo compagno. Unialtra novella importante ¢ La gallina lun adolescente acquista una gallina, ma la madre la uecide per un malinteso. Qui Tautore da voce lille tensioni calle ambivalenze affettive che caratterizzano il suo rapporto con la madre (non un caso che il personaggio fermmiile della Gallina i chiami Rachele, proprio come la made di Saba) Ernesto: un romanzo autobiografico Ernesto ¢ un romanzo incompiuio diviso in cinque episoci, ‘seritto ne! 1953 e pubblicato postumo nel 1975. La narrazione é in terza persona, ma la vicenda ® autobiografice: qui Tautore ormai vecchio st confronta senza schermi e senza cautele con la nievocazione della propria adolescenza. La storia & quella dell'iniziazione sessuale ci Emesto, ‘un ragazzo che vive nella Trieste ci fine Ottocento. La formazione dell'adolescente passa attra- verso ire tappe decisive: la relazione omosessuale con un college di lavoro pitt grande di lui, Tineoniro con una prostituta e, infine, la confessione alla madre, una donna severa e protettiva, che perdona il figlio com inaspettat sollecitudine. Il narratore sinserisce nel racconto coramen= tando le vicende del suo personaggio, rileggendone i comportamenti alla luce delle esperienze successive e interpreiando la complessita dei moventi psicologict con gli strumenti conoscitivi che ricava dalla psicoanallsi. I! suo sguardo rasserenato e indulgente da candore e innocenza anche alle scene pitt crude e concrete, in cui il sesso viene rappresentato senza moralismi né ‘compiacimenti. La prosa scorrevole € vivaciz- zata dallinterpunzione fortemente espressiva, piena di lineette, di puntini di sospensione, ci parentesi che segnalano gli interventi del nar- ratore anziano a commento cei fattl. A caratte~ rizzare lo stile del romanzo é perd soprattutto uso del dialetto triestino, ttaliano © dialetto si alternano ¢ si dispengono su piani diversi: italiano é la lingua della letteratura usata dal narratore e, al tempo stesso, ¢ il codice conven- zionale attraverso cui passa la comunicszione tra Emesto e la madre (per lei il dialetto & la lingua del popolo, da cui vacle distinguersi), invece il dialeito triestino ¢ utilizzato dal prota gonisia nei suoi dialoghi con I'ruomo» e con la prostituta. Ernesto si serve di questo linguaggio viscerale per esprimere le sue pulsioni pitt au- temtiche e segrete, altrimenti inconfessabili. Di conseguenza, ricorrendo al dialetto, Saba non rita tanto a rappresentare realisticamente wn ambiente, quanto a tratteggiare una psicologia. gon cele, Avtornata concamica 6 ighe, 910, Viera, Leopold Muses. Emesto, x,1 La confessione di Ernesto Concet-eave 6 5 Questo é il quarto episodio del romano. La sigrora Celestina, madre di Emesto, ha ottenuto che ilfiglio sia nuovamente assunto presso la ditta del signor Wilder, da cui si 2 fatto volontariamence licenzlare per intervompere la sua relazione con I'«uomo» A questo punto il ragazzo non ha altra scelta: deve spiegare i veri motivi éel suo esto, racconiando alla madre di aver avuto un'esperienza omosessuale con un collega di lavoro pitt grande di tui. Liepisodio si articola in due momenti. In un primo tempo Ernesto confessa la sua avventura con il facchina ¢ a rivelagione provoca pia dolore € turbamento in Tui che nella signora Celestina, preaccupata solo di salvaguardare la reputazione del rageato, A questa confessione ne segue poi un‘altra: per raffermare {a propria virilita il ragazzo ammette di aver avuto anche un rapporto con una donna. La madre ne resta sconyolta: mentre il rapporto omosessuale resia per lel unt eragazzatay che non imtacca Vinnacenga injantile del figlio, la notizia dell incontro con la prostituta scatena la sua gelosia. DATAZIONE! as ‘(Gata della pubblicazione: ia stesurarisale al 1953) ‘Capi qual era la sola cosa che gli restava da fare e decise, per quanto gli costasse. di farla ¢Dal signor Wilders! disse a sua medre «non ci ritorno pity La signora Celestina rimase un po’ impressionata dallaccento risoluto del figlio. Pero ensava ancora che si trattasse di un ripiceo, di orgoglio offeso, o qualcosa di simile, Non ti fara nessun rimprovero» disse; «me I'ha promesso, Mi ha fatto anche compren- dere che, se tutto ritomera come prima, ti crescera per la fine dell'anno, la paga. Lo aveva gia pensato prima che tu gl scrivessi la leitera. Ha parlato» aggiunse «come un padre, e non come un superiore, ed un superiore ingitistamente offeso, Nessun altro al suo posto. ‘RIS 49HeM 9 ISNg OpLY ve 44 awo> uovese patato ayau 3 ‘Saryy ones3o> tne odopo1sou {966%-7P00) oy oHEq 1p e501d wo 4S:en w auorznpo1d eau PUIOUL UEDA Ue U opan24 EYMIGuoon, oareuey | [al auoizezznewuses ewanse ens ye ouy anue2so.9 e1aen oni | atowe meses opeg | P Bula 1 $s10H0}p juorsuodsa 19) ouuay msse od ad (upsez70jeg 1p eanoaeu eo 2 9019 e1puy “snoiy janseW “ap se959 “pnequiry snyuy au 249d0,)9 en e} opuezzuejese? ‘o1ua}s 08un] un odop afsawey enjenssosomo,jiap ewe} | O}UaD—ADK O: n “ au O1cWBs9 120) JIIWWO2, 2 1SSeq, 1eIe19] ada fu Ojos ajenssasowo asouse 1p suzy.ec aiaissod creis 9 ‘oduay ounssiuo} 10d “ezuanfesue> iq (our 42 BHP EuvepuoDe| sed aypue “euiapoUl eam)m yosd cuowoBue un a2enut 9 (oye Ip ajsaod ane a1esu “eajssa2on5 eangezo;ia ens ossryul ons 988 lsow7 “ereNeN eonewie ey)ap EYDHEWD|COAd e} 194 “OIePUEDS /SEs1U09 lUcrzeal Bsns ‘auuedde ons nid op oun “eangeauqgndwy» Pnane au 24>) syues0yy 22405 # joined ezuas eoonaU ees cysoUI3 U} euenssasowo 3 eimexon27