Sei sulla pagina 1di 1

Morgana

2. Lucia Nadin, Carte da gioco e letteratura tra Quattrocento e


Ottocento, pp. 280, f.to 17x24, 57 ill. b/n, 1997.
isbn 88-7246-275-4
23,24
3. La rappresentazione dellaltro nei testi del Rinascimento, a
cura di Sergio Zatti, pp. 248, f.to 17x24, 1998.
isbn 88-7246-307-6
20,66
4. Percorsi fra parole e immagini (1400-1600), a cura di Angela
Guidotti e Massimiliano Rossi, prefazione di Lina Bolzoni, pp.
212, f.to 17x24, 72 ill. b/n, 2000.
20,00
isbn 88-7246-409-9
5. Andrea Baldi, Tradizione e parodia in Alessandro Piccolomini,
pp. 264, f.to 17x24, 2001.
21,00
isbn 88-7246-473-0
6. Christian Rivoletti, Le metamorfosi dellutopia. Anton
Francesco Doni e limmaginario utopico di met Cinquecento,
pp. 160, f.to 17x24, 16 ill. b/n, 2003.
isbn 88-7246-598-2
15,00
7. Maria Pia Ellero, Lo specchio della fantasia. Retorica, magia
e scrittura in Giordano Bruno, pp. 168, f.to 17x24, 4 ill. b/n,
2005.
isbn 88-7246-665-2
15,00
8. Davide Conrieri, Scritture e riscritture secentesche, pp. 344,
f.to 17x24, 2005.
isbn 88-7246-688-1
20,00
8. Alessandra Villa, Istruire e rappresentare Isabella. Il Libro
de natura de amore di Mario Equicola, pp. 304, f.to 17x24, 15
ill. b/n, 2006.
isbn 978-88-7246-772-1
20,00

Morgana

collana di studi e testi rinascimentali


diretta da lina bolzoni

Ed io chi dedicarr il mio Candelaio? A Sua Santit? no. A Sua Maest Cesarea?
no... A voi tocca, a voi si dona... dotta, saggia, bella e generosa mia signora Morgana.
Giordano Bruno
Morgana la fata della tradizione cavalleresca, immagine dellOccasione di
conoscenza o di godimento che va colta allistante o si allontana per sempre.
A questa figura femminile, sfuggente e piena di fascino, sintitola questa collana,
frutto di una collaborazione fra studiosi di diversi paesi e discipline.
Dedicata soprattutto alla letteratura italiana del Rinascimento, essa intende
occuparsi anche di ci che sta tradizionalmente ai margini, di ci che viene
sentito come altro, come diverso.
Oltre ai rapporti con le altre letterature europee, Morgana interessata a
percorrere quelle zone di frontiera in cui lesperienza letteraria si intreccia con la
filosofia, le arti, la scienza.
Comitato scientifico (nuova serie): Jean Philippe Antoine, Maria Pia Ellero,
David Quint, Matteo Residori, Massimiliano Rossi, Sergio Zatti.

ISBN 88-7246-772-1

788872 467725

,0

20

isbn 978-88-7246-772-1

Alessandra Villa

1. Massimiliano Rossi, La poesia scolpita. Danese Cataneo nella


Venezia del Cinquecento, pp. 268, f.to 17x24, 116 ill. b/n, 1995.
isbn 88-7246-180-4
(esaurito)

istruire e rappresentare isabella deste

collana di studi e testi rinascimentali


diretta da lina bolzoni

Alessandra Villa

istruire e rappresentare
isabella deste
Il Libro de natura de amore
di Mario Equicola

maria pacini fazzi editore

Come conciliare le durevoli sfortune critiche del Libro de natura de amore, che gi allepoca della prima pubblicazione lasci
perplessi certi suoi lettori, con la brillante e colta, ma anche
viperina Isabella dEste a cui lopera dedicata? La rilettura
dellampia enciclopedia damore scritta dallEquicola nel 1525
loccasione per ritornare sui diversi miti, positivi e negativi,
di cui la prima donna del Rinascimento stata protagonista
e per inserire lopera nel contesto del mecenatismo artistico e
letterario di Isabella. Per spiegare alcuni dei paradossi filologici
e letterari che caratterizzano lopera, le riflessioni sulla carriera
dellautore, sulla storia redazionale e sulla scelta del genere letterario e della lingua del Libro si intrecciano con levocazione
delle ambizioni culturali della marchesa di Mantova e dellintensa attivit della sua corte. Emerge cos la doppia funzione
dellopera dellEquicola: dono offerto dal precettore alla propria allieva e signora ed elemento significativo della strategia di
self-fashioning della dedicataria.

Alessandra Villa (Monza, 1975) ha studiato letteratura italiana


alla Scuola Normale Superiore di Pisa, dove si perfezionata
nel 2003. Gi borsista del Warburg Institute, dellUniversit di
Ginvera e dellUniversit di Milano, ha pubblicato studi sulle
Satire di Ariosto, su Dante e Tasso e su Poggio Bracciolini. Si
occupata anche del significato della dedica nelle opere letterarie
e dei viaggi dei letterati italiani in Europa nel Cinquecento.
Attualmente lavora al dipartimento di italiano dellUniversit
di Bordeaux.