Sei sulla pagina 1di 7

I Parassiti

Lezioni 20092009-2010

MICROBIOLOGIA

Protozoi (eucarioti unicellulari)

Elminti (organismi pluricellulari - vermi)

Artropodi (vettori - esoscheletro di


chitina)

Parassitologia
I parassiti unicellulari
1 . Caratteristiche
generali dei protozoi

Prof.ssa Adriana Garozzo


Dipartimento di Scienze microbiologiche e Scienze ginecologiche
Via Androne, 81 Catania - Tel. 2504716/720; E-mail: agar@unict.it

I Parassiti

Endoparassiti (vivono allinterno dellospite)

Ectoparassiti (hanno esclusivo contatto con le


superfici esterne dellospite)

Obbligati (non possono fare a meno


dellospite per sopravvivere)

Facoltativi (conducono vita libera e quando se


ne presenta loccasione possono diventare
parassiti di uno o pi ospiti)

I Parassiti: cicli vitali

Diretti (monoxeni): il parassita passa da un ospite


al successivo attraverso una forma di resistenza
alle condizioni ambientali (cisti)

Indiretti (eteroxeni): si compie passando in due


(cicli dixeni), tre o anche pi ospiti differenti, in
ciascuno dei quali compie una specifica fase dello
sviluppo:

Ospite definitivo riproduzione sessuata

Ospite intermedio riproduzione asessuata

Ospite paratenico o trasportatore il parassita rimane


inattivo in attesa di giungere all
allospite successivo

I Protozoi
Eucarioti
Unicellulari
ChemioChemio-eterotrofi
Trofozoite: forma vegetativa
metabolicamente attiva
Riproduzione:
Asessuale per scissione binaria,
budding o schizogonia.
Sessuale per fusione di gameti o
coniugazione (Plasmodium).

Possono produrre cisti come forme


di resistenza in condizioni ambientali
ostili.

I Protozoi: struttura della cellula

I Protozoi: struttura della cellula


Le dimensioni
della cellula
variano da 5 m
per lEntamoeba
histolytica a 50200 m x 40-70
m nel caso del
trofozoite del
Balantidium coli.

I Protozoi: struttura della cellula

Semplice:
Semplice: con tipica struttura a mosaico fluido delle
membrane delle cellule eucariote (amebe
).
(amebe).

Al di sotto della pellicola possono


essere presenti microtubuli
sottopellicolari che conferiscono
maggior rigidit
rigidit e forma al corpo
cellulare.

Complessa (pellicola):
(pellicola): la membrana si compone di
pi
pi strati dove all
allinterno si depositano materiali
organici.

Pu
Pu essere presente uno strato
esterno o glicocalice ricco in
carboidrati con funzioni:

La membrana citoplasmatica delimita il


corpo cellulare, e pu essere:

Barriera chimica e meccanica


Riconoscimento e ancoraggio a particolari
strutture cellulari
Propriet
Propriet antigeniche che in alcuni protozoi
(Tripanosomi, Leishmania, Plasmodium)
Plasmodium) sono ad
alta variabilit
variabilit.

I Protozoi: citoplasma

I Protozoi: citoplasma

Il citoplasma si differenzia in ectoplasma


gelatinoso ed endoplasma pi voluminoso e
fluido.

Contiene:

Contiene:
Citoscheletro:
Citoscheletro: complesso sistema contenente elementi
contrattili (filamenti di actina,
actina, miosina e tropomiosina)
tropomiosina)
organizzati in microtubuli.
microtubuli. responsabile del flusso
citoplasmatico (funzione ATP dipendente) e del
movimento delle amebe.

I Protozoi: citoplasma

Mitocondri: presenti nei


protozoi aerobi, sono simili
a quelli dei Metazoi; la
maggior parte dei protozoi
presenta un solo lungo
mitocondrio che governa la
funzione respiratoria. Il
mitocondrio contiene il
cinetoplasto
(Emoflagellati),
Emoflagellati), ossia un
organello a forma di
bastoncello contenente
DNA circolare.

I Protozoi: nucleo

Contiene:
Idrogenosomi:
Idrogenosomi: nei protozoi anaerobi (Giardia
(Giardia ed
Entamoeba)
Entamoeba) al posto dei mitocondri ci sono questi organuli
che contengono enzimi che ossidano il piruvato,
piruvato, derivato
dalla demolizione degli zuccheri, ed utilizzano H+, come
accettore finale di e-, liberando H2 libero.
Reticolo endoplasmatico:
endoplasmatico: ricco di ribosomi (subunit
(subunit 60S
e 40S)
Apparato del Golgi:
Golgi: assente in alcuni protozoi
Lisosomi:
Lisosomi: contengono enzimi litici che si attivano dopo
fusione con vescicole endocitotiche (fagolisosomi).
fagolisosomi).

Nei Ciliati presente un


micronucleo e un
macronucleo che
regolano la funzione
riproduttiva e trofica,
trofica,
rispettivamente.

Il nucleo,
nucleo, provvisto di
membrana nucleare pu
pu essere
compatto o vescicolare.
DNA organizzato in
cromosomi di forma variabile ed
in numero costante in ciascuna
specie: vi sono specie con due
cromosomi aploidi ed altre che
possono avere fino a 60
cromosomi
Possono essere presenti pi
pi
nuclei, simili o dissimili.

I Protozoi: incistamento
histolytica:
Molti protozoi sono capaci di produrre E. histolytica:
cisti (oocisti in Cryptosporidium), forma
cellulare immobile con ridotta attivit
metabolica.

Funzioni:
Protettiva nei confronti dell
dellambiente avverso;
Riproduttive (oocisti
(oocisti));

Trofozoite

Trasmissione del patogeno.

Sono resistenti al calore ed allazione


dei disinfettanti (fenolo, cloro,
formalina).

I Protozoi: incistamento
La parete cistica prende origine dal rafforzamento
esterno alla membrana plasmatica determinato
dalla secrezione e organizzazione di varie classi di
macromolecole (fosfoproteine, lipoproteine,
cellulosa, etc.) in una zona citoplasmatica ricca di
corpi formanti la parete (wall forming bodiesWFB).

Cisti

I Protozoi: fuoriuscita delle cisti


La fuoriuscita delle cisti, o escistamento,
viene innescata da un ritorno a condizioni
ambientali favorevoli.

I Protozoi: nutrizione
La maggior parte sono chemioeterotrofi.
Il cibo pu essere ingerito per:
Fagocitosi
Pinocitosi
Diffusione
Citostoma

I Protozoi: nutrizione
I prodotti di rifiuto di alcuni parassiti endocellulari
(plasmodi della malaria) si accumulano nella
cellula ospite.
Con la lisi delle cellule infette, i prodotti di rifiuto
vanno in circolo provocando brividi e febbre alta.

I Protozoi: nutrizione
Le particelle di cibo ingerite
passano nelle cavit digerenti
intracellulari (vacuoli
alimentari), il materiale non
digerito viene eliminato per
diffusione, per espulsione da
vacuoli contrattili, o attraverso
unapertura temporanea o
permanente citopigio (ano
primitivo).

I Protozoi: organi locomotori


Le strutture cellulari adibite alla locomozione sono:
n Pseudopodi
o Flagelli
p Ciglia
n Gli pseudopodi sono
estroflessioni
citoplasmatiche presenti nei
protozoi privi di pellicola
rigida (Amebe);
(Amebe); essi si
formano grazie a flussi di
materiale citoplasmatico.
citoplasmatico.
Sono deputati anche
all
allassunzione di cibo.

Movimento ameboide di un
trofozoite di Entamoeba histolytica

I Protozoi: organi locomotori

I Protozoi: organi locomotori

o I flagelli sono prolungamenti


citoplasmatici filamentosi che
rispondono a vari stimoli ambientali.
Tipici dei protozoi flagellati che
possono avere da 1 (Leishmania) a
8 flagelli (Giardia).

Il flagello possiede una struttura


di base, che origina dal
blefaroplasto.
blefaroplasto.

Leishmania

BLEFAROPLASTO

Sono costituiti da un assonema con 9


coppie di microtubuli attorno a 2
microtubuli centrali
Il flagello manca nello stadio di cisti.

I Protozoi: organi locomotori

I Protozoi: organi locomotori

In molti protozoi, come i Tripanosomi o


Trichomonas presente una membrana laterale al
corpo cellulare con un flagello che imprime ai
protozoi un particolare movimento ondulatorio
(membrana ondulante).

p Le ciglia sono strutturalmente


simili ai flagelli, anche se sono pi
piccole:
Possono ricoprire tutta la superficie
del protozoo o essere limitati ad una
zona ristretta.
Hanno attivit
attivit motoria e tattile,
tattile,
intervengono anche nell
nellingestione
di cibo.

Trypanosoma

Trichomonas

Tipiche dei protozoi Ciliati che


possono avere un numero
imprecisato di ciglia (pi
(pi corte, pi
pi
sottili, orientate in fila)

Paramecium
e
Balantidium coli

I Protozoi: riproduzione

I Protozoi: riproduzione asessuata

La riproduzione pu essere:
Asessuata
Sessuata

A Scissione binaria
Trypanosoma brucei

RIPRODUZIONE ASESSUATA
La riproduzione asessuata pu
pu avvenire:
per divisione diretta (o scissione binaria)
binaria) trasversale
(ciliati);
);
o
longitudinale
(flagellati
e
amebe);
ciliati
per scissione multipla o schizogonia (sporozoi e alcuni
ciliati);
ciliati);
per gemmazione (alcuni ciliati).
ciliati).

I Protozoi: riproduzione
RIPRODUZIONE SESSUATA
La riproduzione sessuata pu
pu avvenire:
per gametogamia,
gametogamia, unione di due cellule sessuali
(gameti)
gameti) con formazione dello zigote,
zigote, in alcuni sporozoi
(plasmodio della malaria);
per coniugazione (tipica dei ciliati),
ciliati), in cui due protozoi, si
uniscono temporaneamente per scambiarsi materiale
genetico.

B Schizogonia
Plasmodium

C Endoduogenia
Toxoplasma gondii

I Protozoi: azione patogena


Ancora non sono del tutto chiariti i meccanismi dell
dellazione
patogena dei protozoi.
In base alla dinamica della patogenesi i meccanismi di
danno possono essere suddivisi in:
infezione asintomatica tipica di infezioni come la malaria cronica e
inapparente;
inapparente;
azione meccanica in alcune infezioni polmonari (Pneumocystis
(Pneumocystis)) o intestinali
(Giardia);
Giardia);
azione tossica indotta dalle citochine che si liberano in corso di infezione
(Malaria);
Malaria);
necrosi litica indotta da enzimi prodotti da alcuni protozoi (Toxoplasma
(Toxoplasma,,
Trypanosoma,
Trypanosoma, Entamoeba);
Entamoeba);
reazione tissutale locale o sistemica, granuloma o iperplasia.