Sei sulla pagina 1di 73

Dipartimento di Matematica e Informatica

Universit di Salerno

Premiere 6
Domenico Calabr - Antonio Di Martino

2002

Indice
Introduzione
Le finestre di Premiere
Definire ed impostare un progetto
Importare clip e immagini
Gestire le clip di un progetto
Le transizioni
Animazione di un clip
Filtri video
Creare titoli
Esercizi
Glossario

3
4
8
19
28
34
40
45
47
55
66

1 INTRODUZIONE
Premiere un software per la modifica, il montaggio e lelaborazione di un video, in pratica quello che
in gergo chiamato software di editing video. Il vantaggio di usare un computer per le attivit di
montaggio e produzione video soprattutto quello di rendere possibile il cosiddetto editing non lineare.
Il tradizionale montaggio analogico tape to tape pu essere paragonato a quella che era la scrittura di un
documento con una comune macchina per scrivere; volendo inserire una clip video allinizio di un
montaggio gi eseguito, occorreva ricominciare da capo tutto il lavoro. Lediting video con il computer
invece come elaborare un testo con un programma di videoscrittura; le clip possono essere spostate,
aggiunte o eliminate con poche operazioni del mouse e senza compromettere il lavoro fino a quel punto
eseguito e linserimento di titoli, transizioni, musiche ed effetti speciali avviene in modo immediato.
La creazione di un film con Premiere avviene secondo i passi fondamentali seguenti:
1. Reperimento del materiale audio e video da elaborare (fase di acquisizione ).
2. Avviare un nuovo progetto ed importare in esso le clip video, audio e le immagini singole
3. Assemblare le clip nella Timeline
4. Applicare transizioni, filtri ed eventuali altri effetti speciali.
5. Creare e aggiungere un titolo
6. Creare lanteprima del video finale ( fase di rendering ).
7. Compilare il contenuto della Timeline ed esportarlo come video finale (fase di esportazione )
Premiere dispone di funzionalit che lo mettono in grado di seguire il ciclo completo che va dalla fase di
acquisizione del video da una sorgente esterna (videoregistratore o telecamera), attraverso il successivo
montaggio (con eventuale uso di dissolvenze, filtri ed altri effetti ) e la gestione della colonna sonora, fino
allesportazione del video finale; lesportazione rende il video finale indipendente da Premiere cos che
esso possa essere, a scelta:
riversato su videocassetta o DVD per la successiva distribuzione tramite TV;
distribuito su CD ROM come file AVI o MOV, sia allinterno di una presentazione multimediale
interattiva, sia sotto forma di vero e proprio video disco;
distribuito attraverso Internet, pur con tutte le limitazioni che la lentezza attuale delle connessioni
comporta ma che, in futuro, potranno essere sensibilmente ridotte.

Avvio del Programma


Avviare Premiere: Start >Programmi>Adobe>Adobe Premiere 6. 0
Oppure eseguire un doppio-click sullicona

Quando Premiere avviato per la prima volta, appare allinizio una finestra di dialogo in cui chiesto di
selezionare uno spazio di lavoro. La scelta dipende dal tipo di editing che si soliti realizzare. Se si
lavora trascinando le clip dalla finestra Project alla Timeline, conviene selezionare A/B Editing come
spazio di lavoro; se invece sono spesso utilizzate tecniche pi avanzate, come lediting a tre o quattro
punti, selezionare piuttosto Single -Track Editing. Sulla base della scelta, Premiere ottimizzer
limpostazione delle finestre e degli strumenti. Lo spazio di lavoro pu essere impostato e modificato
anche in seguito.

LE FINESTRE DI PREMIERE.
Nell'area di lavoro di Premiere si trovano 3 finestre principali:
PROJECT
La Finestra Gestisce i riferimenti ai clip. In pratica, compare una lista di
tutti i clip sorgente importati in un progetto. Permette non solo di
importare, ma organizzare e contenere tutti gli elementi sorgente: clip
video, suoni. titoli, immagini singole - che si prevede di utilizzare per
comporre il video finale, con le relative informazioni. La finestra Project
non contiene le clip originali, che restano registrate sullhard disk e che
perci non saranno modificate dalle operazioni di editing eseguite con
Premiere. Essa in realt un indice che punta ai materiali audio e video
originali.
Il Comando per attivarla :

Window > Project

MONITOR
In questa finestra sono presenti 2 visori: Sorgente a sinistra e Programma a destra.
La vista Sorgente usata per vedere un clip individuale della finestra Project. La vista Programma usata
per vedere lo stato corrente del programma video editato nella finestra Timeline.
Il Comando per attivarla o disattivarla :

Window > Monitor

TIMELINE
Questa finestra, , in pratica, il tavolo di montaggio in cui assemblato il video finale. Fornisce un
quadro dinsieme dellorganizzazione temporale del video in elaborazione, mostrando tutte le tracce
video, audio, i titoli e le dissolvenze. I cambiamenti effettuati nella Timeline si riflettono nella vista
Programma.
Il Comando per attivarla o disattivarla :

Window > Timeline

Accanto alle tre finestre principali, Premiere ha altre 8 finestre secondarie, su palette flottanti simili a
quelle che caratterizzano altri programmi di Adobe:

Transitions Permette di inserire effetti di transizione. Per visualizzare/nascondere la


palette scegliere:
Window > Show/Hide Transitions . Nella palette le icone rappresentano in che modo ogni
transizione agisce fra la prima clip video (A) e la seconda clip video(B).

Video La palette contiene, suddivisi per categoria, gli effetti che possibile applicare ad
una clip video (Premiere 6 installa anche 25 effetti di Adobe After Effects 4.1). Per
visualizzare/nascondere la palette scegliere: Window> Show/Hide Video Effects.

Audio La palette contiene, suddivisi per categoria, gli effetti che possibile applicare ad
una clip audio. Per visualizzare/nascondere la palette scegliere: Window > Show/Hide Audio
Effects

Navigator La palette offre uno strumento per spostarsi rapidamente lungo la Timeline e
per modificare rapidamente il livello dei dettagli visualizzati nella Timeline. Per
visualizzare/nascondere la palette scegliere:
Window > Show/HideNavigator.

Commands Contiene un elenco di comandi duso pi comune, ciascun associato ad un


tasto o ad una combinazione di tasti, per un uso pi rapido. Lelenco ed i tasti possono essere
personalizzati. Per visualizzare/nascondere la palette scegliere: Window > Show/Hide
Commands .

History La palette registra tutte le operazioni compiute in fase di editing e permette di


ripristinare facilmente le condizioni precedenti ad una data modifica. Si tratta di uno strumento
simile allanaloga palette History di AdobePhotoshop. Per visualizzare/nascondere la palette
scegliere: Window> Show/Hide History .


Info La palette visualizza informazioni relative ad una clip selezionata. Per
visualizzare/nascondere la palette scegliere: Window > Show/Hide Info .

Effect Controls La palette permette di controllare lapplicazione degli effetti video e


audio. Per visualizzare/nascondere la palette scegliere: Window> Show/Hide Effect Controls .
USARE LE PALETTE
Oltre alle tre finestre principali (Project, Timeline e Monitor), Premiere dispone di altre 8 palette,
ciascuna delle quali assolve compiti specifici. Le palette Commands e History saranno descritte qui di
seguito; Tutte queste palette possono essere aperte, chiuse, spostate e raggruppate a piacere, esattamente
come avviene per le analoghe palette di programmi quali Photoshop, Illustrator e After Effects.
LA PALETTE COMMANDS
La palette Commands contiene un elenco di tasti di scelta rapida per lesecuzione delle operazioni pi
comuni; essa pu essere per personalizzata in modo da poter creare una serie di comandi da tastiera con
cui eseguire rapidamente le azioni utilizzate pi frequentemente .

Scegliere Window > Show Commands


Per aggiungere un comando alla palette
1 Se la palette Commands non visualizzata, scegliere Window > Show Commands .
2 Aprire il menu della palette e deselezionare lopzione Button Mode.
3 Fare clic sul pulsante Aggiungi comando
4 Nella finestra di dialogo Command Options digitare il nome del comando che apparir nella palette.
5 Dalla barra dei menu di Premiere scegliere il comando desiderato (ad esempio Project >Settings
Viewer).
6 Nel menu Function Key, selezionare la combinazione di tasti che si desidera assegnare al comando
(opzionale). Il menu visualizzer i tasti che non sono gi stati assegnati agli altri comandi della palette.
7 Nel menu Color selezionare un colore per il comando nellelenco della palette fare clic su OK.
8 Nel menu della palette riselezionare la scelta Button Mode.
Per gestire i comandi della palette:

Deselezionare lopzione Button Mode quindi fare clic sul pulsante:


Esegui comando per eseguire il comando correntemente selezionato nella palette; Aggiungi comando
per inserire un nuovo comando nella palette;
Elimina comando per rimuovere il comando correntemente selezionato nella palette.
Nel menu della palette fare clic su: Command Options per aprire la finestra di dialogo Command
Options per il comando correntemente selezionato nella palette e modificarne le opzioni (se la modalit

Button Mode disabilitata, possibile modificare le opzioni di un comando facendo doppio clic sul nome
nellelenco dei comandi attivi;
Load Commands per sostituire i comandi attivi con un nuovo gruppo di comandi in precedenza salvati
su disco in un file .PFN;
Save Commands per salvare lelenco dei comandi attivi in un file .PFN. Questa funzione utile per
definire gruppi di comandi personalizzati per diverse operazioni, ad esempio per la cattura video o
lesportazione del video finale;
LA PALETTE HISTORY
La palette History permette di saltare ad un qualunque stato precedente durante lelaborazione del
progetto. Ogni volta che effettuata una modifica o unoperazione di editing nel progetto, la palette
registra lazione corrispondente e la inserisce in fondo allelenco cronologico delle azioni.
Ad esempio, aggiungere una nuova clip alla Timeline, applicare ad essa un effetto, inserire una
transizione, accorciare la traccia di una clip, sono tutte azioni che saranno riportate separatamente
nellelenco delle azioni della palette. E possibile selezionare una qualsiasi di queste azioni e riportare il
progetto allo stato corrispondente. Nella palette non sono registrati le modifiche alle preferenze generali e
allaspetto delle varie finestre di Premiere; se il progetto chiuso e poi successivamente riaperto, la
palette History sar azzerata. Selezio nando unazione e quindi eseguendo operazioni di modifica nel
progetto, rimuover dalla palette tutte le azioni che seguono quella selezionata.

Per aprire/chiudere la palette History


Scegliere Window > Show History
Per riportare il progetto ad uno stato precedente:
Fare clic sullazione corrispondente nella palette History.
Per spostarsi cronologicamente nelle operazioni:
Scegliere Step Forward o Step Backward nel menu della palette.
Per cancellare unazione ripristinando il progetto nella relativa situazione:
Selezionare lazione quindi scegliere Delete nel menu della palette oppure fare clic sul pulsante di
cancellazione dellazione.

DEFINIRE ED IMPOSTARE UN PROGETTO


Come tutti gli attuali software delaborazione video, anche Premiere la vora utilizzando la tecnica della
playlist. In pratica ci significa che, in fase di editing, Premiere non opera direttamente sui file video
originali, ma piuttosto utilizza dei collegamenti ad essi. Tali collegamenti costituiscono appunto la cosiddetta
playlist. Prima di iniziare un nuovo lavoro con Premiere perci necessario creare un progetto, in pratica
un file PPJ in cui Premiere andr a registrare la playlist ed eseguir tutte le operazioni di editing. Un file
PPJ non conterr dunque i file originali ma solo dei collegamenti ad essi. In pratica come se il file PPJ
fosse semplicemente un indice che spiega a Premiere dove e in che ordine recuperare i video che
compongono il progetto.
Questa filosofia di lavoro comporta tre grossi vantaggi:
1. Si risparmia una notevole quantit di spazio sul disco fisso, dato che i file video non sono duplicati
allinterno del progetto;
2. Si pu lavorare con estrema tranquillit, sentendosi liberi di sperimentare, inventare e manipolare a
piacimento le clip allinterno del progetto: i file originali non saranno in ogni caso alterati;
3. E possibile creare pi progetti utilizzando le medesime clip video originali, ed ogni progetto pu essere
inserito in un nuovo progetto.
Occorre per prestare attenzione ad archiviare in modo razionale i file video originali, ad esempio creando
nellhard disk una cartella in cui raccogliere tali file, magari suddivisa in sottocartelle in base al loro
contenuto ed evitando di spostare o cancellare i file video originali dalla loro cartella fino a che non sar
stato prodotto il video finale. Con il comando:
File > New Project. Premiere visualizza la finestra di dialogo Load Project Settings:
Le impostazioni e i settaggi che saranno dati al progetto avranno effetti determinanti sulle
caratteristiche del video. E perci necessario avere bene in mente quale dovr essere la forma finale di
distribuzione del video. Le impostazioni definite per il progetto in fase iniziale, possono essere modificate
in un qualunque momento successivo scegliendo il comando
Project > Settings,
Questa operazione, di norma, non consigliabile dal momento che Premiere dovr rielaborare tutte le
operazioni di editing fino a quel momento effettuate.
Lelenco dei settaggi video disponibili nel sistema contiene alcune impostazioni per i progetti standard che
sono installate assieme a Premiere nella cartella Settings del programma. Fra loro troviamo in particolare
quelle relative al sistema video PAL, che sono quelle che dovremo di solito utilizzare. Laltro sistema,
NTSC, infatti, lo standard video per il Nord America e il Giappone. Fra i settaggi standard osserviamo
quelli relativi al formato digitale DV, e ai formati multimediali e PAL QuickTime e Video for Windows.
Se sul sistema installata una periferica di cattura video, come ad esempio una Matrox Marvel o una Mir,
fra i settaggi disponibili, si troveranno anche quelli che permettono luso della scheda dacquisizione video
in.

Le caratteristiche di un progetto sono organizzate in 5 diverse categorie: General Settings, Video


Settings, Audio Settings, Keyframe and Rendering Options e Capture Settings. Se stato utilizzato
un settaggio fornito in dotazione con una scheda dacquisizione video o si sta elaborando un video
in formato digitale DV, non consigliabile modificare le impostazioni delle 5 categorie, dal
momento che esse sono automaticamente regolate per fornire le prestazioni ottimali. Se invece si
sta elaborando un progetto video particolare, o necessario personalizzarne alcune caratteristiche,
pu essere necessario intervenire manualmente su alcuni parametri del progetto.
Uso del video e conseguente Settaggio da utilizzare:
Videocassetta Selezionare il settaggio installato con la scheda dacquisizione video in dotazione
Video DV Selezionare un settaggio DV PAL
Video per CD multimediale
Selezionare Multimedia QuickTime o Multimedia Video for Windows
Video per Internet
Selezionare Multimedia QuickTime o Multimedia Video for Windows e, al termine delle operazioni di
editing, utilizzare il comando File > Export Timeline > Save for Web ...
Finestra di dialogo General Settings
Scegliere Project > Project Settings > General . La finestra controlla le le caratteristiche fondamentali del
progetto, fra cui le modalit che Premiere utilizzer per elabo rare i video, contare il tempo ed eseguire il
contenuto della Timeline.

Editing Mode : imposta il metodo che Premiere utilizzer per eseguira il contenuto della Timeline.
Selezionare Video for Windows per creare un file video di tipo AVI o se il video finale destinato al
riversamento su videocassetta analogica (se nel menu presente la modalit di editing della scheda di cattura
video in dotazione, selezionare questa modalit per elaborare un video destinato alla riproduzione su
videocassetta analogica); selezionare QuickTime per creare un file video di tipo MOV, preferibile se il video
finale destinato al riversamento su CD ROM o alla distribuzione via Internet; selezionare DV Playback se
il video di tipo digitale.
Timebase (Tempo base ): imposta la modalit con cui Premiere effettuer il conteggio del tempo per
calcolare la precisione dellediting e per calcolare tutto lo scorrere temporale del video nel progetto. Ad
esempio un timebase di 24 indica a Premiere di suddividere lintervallo di un secondo in 24 sottointervalli.
Ogni azione di editing sar calcolata da Premiere usando come riferimento questa suddivisione temporale. In
generale selezionate un timebase di 24 per lediting di un film per il cinema, 25 per un video TV di tipo PAL
o SECAM, 29.97 per un video TV di tipo NTSC, 30 per gli altri tipi di video. E importante regolare
correttamente il timebase in fase iniziale, dal momento che tutti i valori del tempo nellediting del progetto
saranno calcolati con riferimento a tale valore. Modificare il timebase a progetto avviato non mai
consigliabile, dal momento che ci avr ripercussioni sulla precisione del calcolo del tempo, con possibili
spostamenti di effetti ed altri elementi di editing nella Timeline o modifiche nella durata delle clip video.
Playback Settings: il pulsante diviene disponibile se stato selezionato un settaggio per il formato DV o
stato selezionato DVPlayback come Editing mode. Facendo clic sul pulsante si accede alla finestra di dialogo
DV Playback Options nella qual possibile selezionare dove Premiere dovr inviare lesecuzione della
Timeline: alla videocamera o al videoregistratore DV o sul desktop del computer.
Casella Time Display (Visualizzazione del tempo): selezionare la modalit con cui Premiere effettuer il
conteggio dei fotogrammi e visualizzer lo scorrere del tempo sulla Timeline. Ad esempio un valore di 25
fps indica a Premiere di contare in un secondo 25 fotogrammi. In generale selezionate un Time Display pari
a 30 fps Drop-Frame Timecode per lediting di un video TV di tipo NTSC, 30 fps Non Drop-Frame
Timecode per un video destinato a CD-ROM, 25 fps Timecode per lediting di video, Feet + Frames 16mm o
Feet + Frames 35mm per un film per il cinema e Frames/Samples per il conteggio di singoli fotogrammi.
Fare clic su Next o aprire la casella General Settings o scegliere Project > Project Settings> Video per
passare alla finestra di dialogo con le regolazioni dei parametri video del progetto.
Finestra di dialogo Video Settings
Controlla le dimensioni del fotogramma (frame size), la velocit desecuzione del video (frame rate) e il
metodo di compressione da utilizzare.

10

Compressor: selezionare il tipo di codec (compressor/decompressor) che Premiere dovr utilizzare. Anche
questa scelta dipender dallus o finale del video. Se sul sistema installata una scheda dacquisizione video,
e desiderate eseguire una cattura video direttamente da Premiere oppure prevedete di riversare il video finale
su videocassetta, selezionate il compressore fornito assieme alla scheda. Se invece il video destinato alla
distribuzione su CD ROM o via Internet, selezionate un codec come Cinepak o Indeo. Se state elaborando un
video digitale DV usate il compressore Microsoft DV. Fare clic su Configure (se disponibile) per regolare i
parametri del codec specificato, in modo da regolare il rapporto qualit/velocit della compressione. Se nel
progetto ad una clip video non vengono applicati effetti, Premiere esegue il video usando il codec originale
della clip; se invece la clip viene in qualche modo modificata o vi si introducono effetti, Premiere applicher
il codec che stato selezionato in questa finestra di dialogo.
Depth (Profondit di colore): selezionare la profondit di colore, vale a dire il numero di colori, che
Premiere utilizzer per il video. Il pulsante potrebbe non essere disponibile se il codec selezionato lavora ad
una solo profondit di colore. Se il pulsante invece disponibile, perch supportato dal codec selezionato,
potrebbe essere conveniente, se il video destinato al Web o alluso in una presentazione multimediale,
selezionare una profondit di colore di 8-bit (256 colori) quindi fare clic su Palette e selezionare Make
Palette From Movie per utilizzare i 256 colori presenti nel video o Load Palette Now per m
i portare in
Premiere una palette precedentemente salvata in formato ACO (Photoshop color swatch), ACT (Photoshop
color palette), o.PAL (Windows palette).
Frame Size (Dimensioni del fotogramma): il campo non disponibile per lediting dei video digitali in
formato DV. Selezionare le dimensioni, in pixel, per i fotogrammi del video. Attivare la casella 4:3 Aspect se
si sta elaborando un video analogico per mantenere nelle dimensioni dei fotogrammi il rapporto 4:3 tipico
dei monitor televisivi standard. Disattivare invece la casella se si desidera elaborare un formato video
differente, come ad esempio un 16:9 analogico (720 x 432 ). Aumentando le dimensioni in pixel del
fotogramma, non sempre possibile migliorare la qualit dellimmagine, ma sicuramente si ottiene un
aumento del tempo impiegato da Premiere per elaborare il progetto. Selezionate perci il valore del Frame
Size innanzitutto in relazione alluso finale del video. Ad esempio 720 x 576 pixels rappresenta la
dimensione piena di un fotogramma TV PAL.
Molte schede dacquisizione utilizzano per il cosiddetto TV cropping che consiste nel non acquisire le
aree periferiche del fotogramma. Ci comporta una riduzione della quantit di dati da memorizzare, senza
alcuno scadimento di qualit, dal momento che tali aree appaiono per lo pi distorte sul televisore. Matrox
Marvel lavora, ad esempio, a 704 x 576, mentre MiroVIDEO DC30 permette di scegliere fra la dimensione
piena 720 x 576 e quella tagliata 720 x 540. Se il video destinato ad essere distribuito in formato VHS
possibile lavorare anche a fotogramma dimezzato. La risoluzione 160 x 120 indicata per un video destinato
al World Wide Web, e la 320 x 240 per un video da inserire in una presentazione multimediale su CD ROM.
Non meno importante il valore del Frame Size del video originale. Se il video stato acquisito da una
videocamera o da un videoregistratore attraverso una periferica di cattura video, le dimensioni del
fotogramma sono state stabilite in fase dacquisizione e saranno quelle caratteristiche dei video TV, in
pratica 720 x 576 (schermo pieno) o 720 x 540 (se sono state eliminate le aree periferiche del fotogramma );
se il video proviene da un file, magari prelevato da internet o da un CD, le dimensioni del fotogramma sono
solitamente pi piccole. Se le dimensioni del fotogramma del video sorgente non coincidono con quelle
specificate nella finestra Video Settings, Premiere compie unoperazione di ridimensionamento del

11

fotogramma che, specie impostando una dimensione superiore rispetto a quella originale o un diverso
rapporto nelle dimensioni, pu facilmente portare ad immagini di scarse qualit o distorte. Per questa ragione
i risultati migliori si ottengono facendo coincidere i valori del frame size del video sorgente con quello
impostato nel progetto. Alcune schede analogiche. poi, come ad esempio MiroVIDEO DC30, esigono
lassoluta coincidenza tra il frame size del video acquisito e il frame size del progetto.
Frame Rate (velocit di scorrimento dei fotogrammi): il campo non disponibile per lediting dei video
digitali in formato DV. Selezionare in questa casella il numero di fotogrammi al secondo che Premiere dovr
eseguire. In generale impostate questo valore a 15 per i video che dovranno essere distribuiti su Cd o via
Internet, a 24 per i video destinati al riversamento su pellicola cinematografica, a 25 per i video TV PAL e
SECAM, a 29,97 per i video TV NTSC. Anche in questo caso vale la considerazione fatta per il Frame Size:
la situazione ottimale si ha quando il valore del frame rate del video sorgente coincide con quello impostato
nel progetto; tuttavia, in fase di editing, per rendere pi veloce il lavoro di Premiere, possibile definire un
valore del Frame Rate pari alla met del video originale, ad esempio 12,5 per un video TV PAL.
Pixel Aspect Ratio: il menu imposta il rapporto dimensionale dei pixel del fotogramma. Square Pixel
lopzione utilizzata per i video analogici, sia 4:3 che 16:9, D1/DV PAL e D1/DV PAL Widescreen per i
video digitali, rispettivamente 4:3 e 16:9.
Quality: il controllo non disponibile per lediting dei video digitali in formato DV. Imposta la qualit del
video durante lesecuzione della Timeline di Premiere. In fase di editing pu essere conveniente ridurre la
qualit, al fine di rendere pi rapide le operazioni e ridurre lo spazio necessario su disco, quindi riportare al
valore massimo la qualit prima dellesportazione finale.
Data rate: il campo non disponibile per lediting dei video digitali in formato DV. Permette di impostare
un valore massimo alla quantit di dati che Premiere utilizzer per le operazioni di anteprima. Se
lesecuzione delle anteprime degli effetti e delle transizioni nella Timeline appare poco fluida, impostare un
valore pi basso. La casella Recompress, se attivata, indica a Premiere di eseguire la compressione dei
fotogrammi: selezionare
Always per comprimere tutti i fotogrammi, anche quelli che rientrano nel Date rate specificato, selezionare
Maintain Data Rate per comprimere solo i fotogrammi che superano il Data rate specificato.
Fare clic su Next o aprire la casella Video Settings o scegliere Project > Project Settings > Audio per
passare alla finestra di dialogo con le regolazioni dei parametri audio del progetto

12

Finestra di dialogo Audio Settings


Questi parametri controllano le caratteristiche della parte audio del progetto.
Rate: imposta la frequenza di campionamento per laudio. Tenete presente che un Rate di 22Khz pi che
adeguato per laudio destinato ad un video da riversare su videocassetta, a meno che non si desideri ottenere
un video di elevata qualit audio, mentre un rate di 11 Khz sufficiente per i video da distribuire su CD
ROM . In generale, valori elevati del Rate offrono le migliori qualit del suono ma anche richiedono pi
tempo di elaborazione e pi spazio di memorizzazione. Impostare invece una frequenza di campionamento
differente da quella dellaudio originale (cio ricampionare) pure richiede tempo di elaborazione. La
qualit finale delloperazione di ricampionamento fissata da qua nto specificato nella casella Enhanced
rate conversion: Off ricampiona laudio rapidamente ma con un risultato finale di qualit modesta, Good
equilibra la qualit con il tempo di ricampionamento, Best ricampiona laudio con la pi alta qualit possibile
ma richiedendo un tempo di elaborazione pi lungo. Anche qui conviene acquisire laudio alla stessa
frequenza di campionamento richiesta dal video finale. Si osservi che laudio in formato DV pu essere
acquisito solo alla stessa frequenza di campionamento che era stata originariamente usata in fase di
registrazione con la telecamera. Per avere informazioni circa il rate della parte audio del video sorgente o di
una clip audio.
Format : imposta il formato (Stereo o Mono ) e la profondit in bit (8 o 16 ) del sonoro. La qualit migliore
si ottiene impostando il suono Stereo a 16 bit, ma ci comporta per Premiere un tempo di elaborazione pi
lungo e per lhard disk uno spazio di registrazione
maggiore. Per la produzione di un video TV potrebbe essere sufficiente un suono Mono a 16 bit, mentre per
un video da distribuire su CD ROM pu bastare un suono Mono a 8 bit.
Type : imposta il codec che Premiere utilizzer per la compressione e la decompressione della traccia audio .
I codec disponibili dipendono da come si impostata la casella Editing Mode della finestra di dialogo
General Settings. Per la produzione di un video TV non occorre utilizzare alcun tipo di compressione, mentre
per un video da distribuire su CD opportuno utilizzare un codec quale ad esempio Indeo, Microsoft o
ADPCM .
Interleave : imposta quanto spesso laudio viene inserito nel file video durante lesecuzione del progetto. Ad
esempio, un valore di interleave pari a 1 Frame indica che quando Premiere esegue un fotogramma del video,
laudio corrispondente alla durata di quel fotogramma viene caricato nella RAM del computer in modo che
esso possa rimanere in esecuzione fino a che non apparir il fotogramma successivo. In generale, un valore
basso dellinterleave (None o 1 Frame) potrebbe costringere il computer ad elaborare la traccia audio pi
rapidamente delle proprie possibilit, con conseguente interruzione a singhiozzo della colonna sonora;
valori pi elevati (1/2 secondo, 1 secondo o 2 secondi) permettono a Premiere di effettuare lelaborazione
audio meno frequentemente, ma ci richiede una quantit sufficiente di RAM per la memorizzazione del pi
lungo intervallo di audio.
Logarithmic Audio Fades : controlla come le variazioni dellintensit del suono vengono percepite
dallorecchio umano. Con la casella selezionata, Premiere effettuer lelaborazione delle variazioni sonore
usando una scala logaritmica, pi vicina a quella dellorecchio umano. Questa elaborazione, tuttavia,
richieder un tempo maggiore. Deselezionate la casella per elaborare le variazioni sonore in modo lineare,
con un risultato meno naturale ma con un tempo di calcolo inferiore.
Create Audio Preview Files If: indica a Premiere fino a quanti canali audio e fino a quanti effetti audio pu
eseguire direttamente dalla Timeline senza creare un apposito file di anteprima audio. Se il numero di canali
audio o di effetti audio tende a ridurre le prestazioni, impostare un valore pi basso di questi parametri .
Fare clic su Next o aprire la casella Audio Settings o scegliere Project > Project Settings > Keyframe and
Rendering per passare alla finestra di dialogo con le regolazioni dei fotogrammi chiave e delle modalit di
esecuzione (o rendering) del progetto
Finestra di dialogo Key frame and Rendering options
Controlla le modalit di riproduzione della Timeline di Premiere.
Ignore Audio Filters : selezionare la casella per eseguire il video senza applicare gli effetti di eventuali filtri
audio
Ignore Video Filters : selezionare la casella per eseguire il video senza applicare eventuali filtri video
Ignore Audio Rubber Bands : selezionare la casella per eseguire laudio senza le dissolvenze controllate
dalla Timeline.
Optimize Stills: selezionare la casella per ottimizzare le immagini singole, in pratica le immagini fisse. Ad
esempio, se unimmagine singola ha una durata di 2 secondi in un progetto regolato a 30 fotogrammi per

13

secondo, Premiere creer un fotogramma singolo della durata di 2 secondi anzich 60 fotogrammi uguali da
1/30 di secondo. Deselezionate la casella se il video mostra problemi di esecuzione durante la
visualizzazione delle immagini singole. Alcune schede dacquisizione video, ad esempio MiroVIDEO DC30,
non supportano questa funzionalit, per cui non attivare la relativa casella se sono utilizzati i settaggi forniti
con la scheda.

Frames Only at Markers: attivare la casella se si desidera eseguire solo i fotogrammi video in cui sono stati
inseriti, nella Timeline di Premiere, dei marcatori.
Preview: questo menu controlla in che modo Premiere esegue le anteprime delle transizioni e degli effetti
definiti in fase di editing sulla Timeline. Scegliere To Screen per eseguire le anteprime direttamente sul
video alla massima velocit di esecuzione possibile, a proposito della risoluzione del video, al numero e alla
complessit degli effetti e delle transizioni e alla velocit del computer. Questa opzione sconsigliata per le
anteprime che contengono parecchi effetti e, in generale, la preview avverr a velocit inferiore a quella del
frame rate reale del video. Scegliere From Disk se si desidera eseguire le anteprime alla stessa velocit di
riproduzione del video; selezionare quindi il rapporto di risoluzione (da 1:1, risoluzione normale, a 1:4,
risoluzione dellanteprima pari a 1/4 di quella del video originale). Diminuendo il rapporto di risoluzione,
peggiora la qualit dellanteprima ma si riducono i tempi di elaborazione. Scegliere infine From RAM per
avviare lesecuzione delle preview dalla RAM del computer. La velocit di esecuzione sar la stessa del
video ma il processo potr non essere completo se la RAM disponibile non sufficiente. Per minimizzare gli
effetti di una quantit limitata di RAM, ridurre larea di preview sulla Timeline e impostare un rapporto di
risoluzione pari a 1/4.
Field settings : selezionare una opzione in relazione al tipo di monitor che sar utilizzato per la riproduzione
del video. No Fields la scelta di default ed adatta se il video destinato ad essere riprodotto su un monitor
per computer; Upper Field First la scelta per i video televisivi VHS o SVHS nel sistema PAL ; Lower
Field First se si sta elaborando un video digitale in formato DV.
Keyframe Options : le opzioni sono attive solo se il codec video selezionato supporta la compressione per
fotogrammi chiave La finestra di dialogo Capture Settings, con le regolazioni dei parametri per eseguire la
cattura audio e video con Premiere, sar descritta in dettaglio nel successivo capitolo 3 Acquisire e
importare una clip.
Premiere 6 permette di visualizzare e comparare i settaggi e le impostazioni relative alla cattura, al progetto,
alle clip video e allesportazione del video finale attraverso la finestra Settings Viewer. Le impostazioni che
non risultano corrispondenti, e che potrebbero pertanto determinare problemi e conflitti potenziali, sono
evidenziate in rosso. Dalla finestra Settings Viewer anche possibile effettuare modifiche alle diverse
impostazioni e ai settaggi che appaiono non corretti. Occorre per considerare che, per i settaggi relativi ad
una scheda di cattura installata nel sistema, Adobe sconsiglia di eseguire aggiustamenti manuali, anche se,
nel Settings Viewer, alcuni dei relativi parametri possono apparire in rosso.

14

Per visualizzare, comparare e modificar i settaggi nel Settings Viewer

1 Scegliere Project > Settings Viewer


2 Osservare i diversi settaggi nelle varie colonne ed accertarsi che le impostazioni siano coincidenti. I
settaggi non corrispondenti appaiono in rosso. Ci potrebbe creare conflitti e problemi.
3 Per visualizzare le impostazioni delle diverse clip presenti nel progetto corrente, selezionarne una dal menu
D.
4 Per modificare uno o pi parametri, fare clic su uno dei pulsanti A, B o E a seconda che si desideri
intervenire sulle impostazioni di cattura, del progetto o di esportazione

LA FINESTRA PROJECT
Quando si avvia un nuovo progetto, la finestra Project appare inizialmente vuota. Essa destinata a
contenere tutte le clip video, audio e le immagini singole che saranno importate nel progetto, in pratica il
materiale sorgente che sar utilizzato per il montaggio e la costruzione del video finale.
Limportazione del materiale sorgente pu avvenire o effettuando una cattura audio video direttamente in
Premiere, oppure importando dallesterno i materiali elaborati e gi memorizzati sullhard-disk. Nel capitolo
3 si vedr come inserire i diversi elementi nella finestra Project, sia con acquisizione diretta sia per
importazione.
E bene ricordare che le clip che troviamo nella finestra Project sono in realt dei puntatori che si
collegano al materiale video e audio originale, il quale non entra dunque direttamente nel progetto, ma resta
nella posizione in cui stato memorizzato sullhard disk.
In questo modo, qualsiasi operazione di modifica eseguita in Premiere, non comporter modifiche al
materiale originale.
Prima di procedere allimportazione dei diversi elementi audio e video, occorre sapere come organizzare e
gestire gli strumenti della finestra Project. Per ogni elemento inserito nel progetto, mostrato il nome, il tipo,
la durata ed altre informazioni; possibile aggiungere proprie descrizioni o proprie annotazioni. Gli elementi
sono inoltre organizzati in cartelle. La finestra Project pu inoltre essere ridimensionata per consentire una
visualizzazione completa.
Le cartelle (chiamate bin) costituiscono un utile strumento per mantenere organizzate le diverse clip
inserite in un progetto. E possibile creare prima le diverse cartelle e poi importare in esse i diversi elementi,
oppure aggiungere via via le cartelle quando necessario. Le cartelle, inoltre, possono essere rinominate,
spostate e cancellate; esse possono ulteriormente essere organizzate in sottocartelle. Una o pi clip possono
essere spostate da una cartella ad un altra.
Organizzare le clip nella finestra Project usando le cartelle
Per creare una cartella scegliere File > New > Bin o fare clic sul pulsante E di creazione di una nuova
cartella; nella finestra di dialogo Create Bin digitare un nome per la nuova cartella.
Per spostare una clip in una cartella, trascinare con il mouse la clip rilasciandola sopra la cartella desiderata.

15

Nello stesso modo possibile portare unintera cartella in unaltra cartella.


Per visualizzare il contenuto di una cartella, selezionare la cartella
Per rendere una cartella disponibile per altri progetti, selezionare la cartella quindi scegliere Project >
Export Bin from Project. Scegliere un nome e una posizione per il file .PLB che conterr la cartella. Per
utilizzare la cartella in un altro progetto, aprire il progetto quindi sceglie re File > Open, selezionare il file
.PLB e fare clic su Open.

Nelle precedenti versioni di Premiere era possibile definire le cosiddette librerie, cio archivi di clip video,
audio, immagini e cartelle, memorizzate in un apposito file di estensione .PLB, separato dal file .PPJ del
progetto. Premiere 6 non supporta pi le librerie, rese ormai inutili dallimpiego sistematico delle cartelle,
ma in ogni caso in grado di importare in un progetto una libreria creata con una versione precedente del
programma. La libreria convertita in una cartella che apparir nella finestra Project.
Per importare una libreria
1 Scegliere File > Open .
2 Localizzare e selezionare il file .PLB della libreria e fare clic su Open.
Utilizzate le librerie per memorizzare tutti quegli elementi (titoli, audio, clip video) che volete utilizzare
come elementi domogeneit in pi video distinti.

16

PERSONALIZZARE LA VISUALIZZAZIONE DELLA FINESTRA PROJECT


Agire sui pulsanti di impostazione della modalit di visualizzazione che si trovano in basso nella finestra
Project. Facendo doppio clic sullicona (non sul nome ) di una delle clip della finestra Project, si pu
visualizzarne in anteprima il contenuto. La clip appare nella finestra Monitor nel visore Source. E
possibile anche fare apparire la visualizzazione in anteprima della clip nella Clip Window.
Per questo occorre scegliere File > Preferences > General/Still Image e selezionare la casella Open Movies
in Clip Window. In alternativa possibile visualizzare direttamente una clip nel visore A in alto a sinistra
nella finestra Project.
Per avviare lesecuzione fare clic sul pulsante B. Il pulsante C permette di utilizzare il fotogramma
correntemente visualizzato come immagine per la miniatura della clip.
Facendo clic di destro sopra la barra di controllo blu con il nome della finestra Project possibile
modificarne i parametri di visualizzazione. In particolare nella vista Icon aperta la finestra Project Window
Options con le seguenti opzioni:

Nella vista Thumbnail viene aperta la finestra Project Window Options con le seguenti opzioni:

La finestra Project, nella visualizzazione Thumbnail, contiene 4 campi aggiuntivi per linserimento di un
commento e di un massimo di tre etichette, allo scopo di consentire allutente la possibilit di rendere pi
efficace il riconoscimento e lordinamento delle clip importate.
Per visualizzare tali campi aggiuntivi, espandere opportunamente la finestra Project nella vista Thumbnail
trascinando con il mouse nellangolo inferiore destro della finestra :

17

E possibile digitare un commento o una etichetta facendo doppio clic con il mouse allinterno della casella
del campo desiderato.
Facendo clic di destro sopra la barra blu con il nome della finestra Project, nella vista List aperta la finestra
Project Window Options con le seguenti opzioni:
Attivando o disattivando le diverse caselle si aggiungono o eliminano i campi con le informazioni
corrispondenti nella visualizzazione List della finestra Project.

18

IMPORTARE CLIP E IMMAGINI.


In un progetto possono essere importati qualsiasi tipo di clip, basta che siano sottoforma di files messi sul
disco. I clip di interesse possono trovarsi sottoforma analogica (es.: videocassette), e quindi richiedono una
conversione digitale. I clip che gi si trovano invece sottoforma digitale (es.: un file .AVI) non richiedono
invece conversione. Qui ci concentreremo sui clip digitali.
La creazione di un progetto pu avvenire in due modi differenti. Online Editing: i clip sorgente sono editati
mantenendoli alla qualit grafica che avr il filmato finale. Offline Editing: i clip sorgente sono editati
mantenendoli a una qualit grafica pi bassa di quella che avr il filmato finale. Quando tutto pronto questi
vengono ridigitalizzati e la loro qualit viene aumentata. I due metodi producono lo stesso risultato finale.
Con l'Online Editing si pu subito vedere come verr il filmato finale man mano che viene editato. Con
l'Offline Editing si velocizza la creazione del filmato, ma solo quando completo si pu vedere
effettivamente cosa verr fuori.
Il formato DV (Digital Video format) trasporta immagini e suoni compressi sottoforma di codice binario.
Occorre che il video digitale si trovi sull'hard disk del computer sottoforma di file, affinch possa essere
utilizzato.
Oltre ai video clip, possibile importare degli audio clip nel progetto. Questi possono trovarsi sottoforma di
file audio oppure di tracce audio all'interno dei file digitali.
IMPORTARE CLIPS.
I clips importati non possono superare la risoluzione 4000x4000 pixel. La dimensione di un video clip o di
un'immagine fissa pu essere modificata per default da Premiere per farla coincidere con quella del video
frame specificata nel progetto.
I formati video importabili sono .AVI, .MOV, .AVC, .PVD. I formati audio importabili sono: .AVI, .MOV,
.AIF, .WAV
Consideriamo ad esempio questo video clip in formato .AVI: Rappresenta un cono che segue un percorso.
Importiamolo all'interno di un progetto Premire.
Vai su File/Import/File e poi seleziona il file. - A questo punto nella Project window compare il nome del
file importato:

Per importare un'intera cartella di files, vai su File/Import/Folder, e segui una procedura analoga.

19

Per esaminare un file prima di importarlo nel progetto, vai su File/Open e scegli il file. Il clip apparir nella
Monitor window.

Se il clip che appare va bene per il progetto, click sulla finestra della monitor window in cui appare il clip e
trascinalo nella Project window. Oppure vai su Project/Choose This Clip.
Per aprire il file da esaminare in una Clip window (praticamente la sola parte sinistra della Monitor
window) vai su File/Preferences e seleziona Open movies in Clip window.

IMPORTARE IMMAGINI FISSE.


E' possibile importare immagini fisse oppure convertire una sequenza di immagini fisse in una animazione
mentre le importi. Quando unimmagine fissa viene importata ad essa associata una durata di default
specificata in File/Preferences/General/Still Images, espressa in numero di frames.

20

Ad esempio, importiamo nel progetto questa immagine:

Per farlo, basta andare su File/Import/File e scegliere il file ( come quando si importa un clip). Il nome
dell'immagine apparir nella Project window. A questa immagine
assegnata la durata di default specificata nella finestra Preferences. Dopo
aver importato un'immagine
in ogni caso possibile
cambiare la sua durata, per
farlo seleziona limmagine e
poi vai su Clip/Duration:Si
aprir questa finestra:

21

Cambia la durata (espressa in frames) e poi click su Ok.


Per default, Premiere modifica le dimensioni di un'immagine fissa per farla coincidere con quelle specificate
per il video frame del progetto. E' comunque possibile mantenere l'aspetto dell'immagine. Si fa cos:
1) Vai su File/Preferences/General. Si apre questa finestra:

Nella sezione Still Image seleziona Lock Aspect per mantenere invariate le proporzioni delle immagini che
sono importate. Se Lock Aspect deselezionato l'immagine importata sar modificata nel rapporto fra le sue
dimensioni in modo da farle riempire il video frame specificato per il progetto.
IMPORTARE UN'ANIMAZIONE O UNA SEQUENZA DI IMMAGINI FISSE.
E' possibile importare un'animazione di tipo "GIF animato", oppure una sequenza di immagini fisse e
combinarle in un singolo clip: ogni immagine numerata, e ognuna rappresenta un file. Le immagini della
sequenza non devono avere layers, quindi occorre sottoporle a flatten prima di usarle.
Ecco come fare per importare una serie di immagini fisse numerate e trasformarla in un singolo clip:
1) Le immagini devono avere il nome del file terminante con lo stesso numero di cifre (es.: Img000.gif,
Img001.gif ecc...)

22

2) Vai su File/Import/File
3) Si aprir la solita finestra in cui
scegliere i file: Seleziona il primo
file della lista e poi attiva l'opzione
Numbered Stills.
Tutti i files saranno inseriti nella
window Project sottoforma di un
unico video clip.

Analogamente si pu fare per importare un file GIF animato: basta selezionarlo, ed esso apparir nella
window Project, insieme agli altri files:

23

I contenuti di un progetto1 possono essere importati in un progetto2. In questo caso i clip del progetto1 sono
aggiunti a quelli del progetto2, posti all'interno di un bin. E' possibile importare i contenuti della Timeline
del progetto1 nella Timeline del progetto2. Se il progetto1 importato presenta delle tracce che hanno nomi
diversi dalle tracce del progetto2 che lo importa, queste sono aggiunte alla Timeline del progetto2. Tutti gli
effetti speciali del progetto importato sono mantenuti.
L'importazione di un progetto in un altro trattata come un inserimento: i clip sulle tracce dopo il punto di
inserimento sono spostati pi in basso nel tempo di una quantit corrispondente alla durata del progetto
importato.
Per unire un progetto in un altro si fa cos:
1) Apri il progetto di destinazione.
2) Vai su File/Import/Project.
3) Scegli il progetto da importare.
Si aprir questa finestra: Da qui puoi scegliere in quale punto della Edit line
importare il progetto.
Scegliamo ad esempio End. Alla fine della Timeline del progetto iniziale
sono aggiunte le tracce del progetto importato, e nella Project window
compare un bin con dentro i files del progetto importato:

24

25

APRIRE UN PROGETTO
In Premiere possibile aprire un solo progetto alla volta. La versione 6 del programma riconosce e apre
anche i progetti creati con Premiere 4.2 e Premiere 5.x.
Per aprire un progetto:
1 Scegliere File > Open.
2 Individuate la cartella contenente il progetto.
3 Selezionare il progetto e fare clic su OK.
Come si gi detto, Premiere non copia i file video e le clip originali allinterno del progetto, ma in esso
memorizza solo dei riferimenti che puntano ai file sorgenti, che restano nelle rispettive posizioni nel disco
fisso del computer. Pertanto se questi file sono spostati, rinominati o cancellati, Premiere non sar in grado di
ritrovarli nel momento in cui il progetto aperto. In questo caso apparir la finestra di dialogo
Locate File , nella quale apparir lelenco dei file sorgenti mancanti. La situazione pu essere risolta
selezionando una delle opzioni seguenti:
OK: Premiere sostituisce il file mancante con quello selezionato nella stessa finestra Locate File;
Offline : Premiere sostituisce il file mancante con un segnaposto fino a che il file mancante non sar
sostituito con loriginale;
All Offline: Premiere sostituisce tutti i file mancanti con altrettanti segnaposto fino a che i file mancanti non
saranno sostituiti con gli originali;
Skip: Premiere rimuove nel progetto ogni riferimento al file mancante; tutte le clip relative a quel file
presenti nella Timeline saranno eliminate;
Skip All: Premiere rimuove nel progetto ogni riferimento a tutti i file mancanti; tutte le clip relative a quei
file presenti nella Timeline verranno eliminate;
Skip Preview Files: rimuove i file di anteprima che non stato possibile localizzare.
E consigliabile usare le opzioni Skip e Skip All solo se si certi che le clip relative ai file originali mancanti
non saranno sicuramente pi usate nel progetto; se si desidera mantenere le clip nel progetto, ma al momento
i file originali non possono essere localizzati, selezionare anzi lopzione Offline.
Poich una clip solo un riferimento al file video originale, necessario fare attenzione a non eliminare tali
video sorgenti, per evitare che le relative clip vengano immediatamente rimosse dal progetto. I video
originali, che occupano di solito un ingente spazio sullhard-disk, potranno essere cancellati solo dopo avere
ottenuto ed esportato il video finale.
Salvare un progetto

Un progetto un file in formato PPJ che occupa uno spazio molto limitato sul disco, per cui conviene non
solo salvare spesso, ma anche sfruttare la funzione di salvataggio automatico di Premiere. Ad esempio
possibile richiedere a Premiere di salvare una copia del progetto ogni 15 minuti, producendo cos una serie di
file successivi che rappresentano lo sviluppo temporale del vostro lavoro. Ci consente un facile ripristino di
situazioni precedenti in caso di necessit.
Scegliere File > Save. La prima volta che si effettua il salvataggio occorre specificare una cartella e un
nome per il progetto.
Per salvare una copia del progetto con un nuovo nome o in una cartella differente e continuare a lavorare
con la nuova copia del progetto, scegliere File > Save As e specificare una cartella e un nome per il progetto
Per salvare una copia del progetto con un nuovo nome o in una cartella differente ma continuare a lavorare
con la copia originale del progetto, scegliere File > Save a Copy e specificare una cartella e un nome per il
progetto.
Salvare automaticamente un progetto
1 Scegliere File > Preferences > Auto Save/Undo.
2 Effettuare una delle seguenti operazioni :
-Nella sezione Auto Save selezionare Automatically Save Projects, e digitare il numero di minuti dopo cui
Premiere effettuer automaticamente il salvataggio del progetto.
-Nella sezione Project Archive digitare un numero per Maximum Files in Archive per specificare quante
copie del progetto Premiere dovr salvare. Quando il limite indicato sar raggiunto, Premiere canceller le
copie pi vecchie. Ad esempio, per salvare le ultime 5 versioni di ogni progetto, digitare 5.

26

Per aprire un progetto autosalvato:


1 Se un progetto aperto, chiudetelo.
2 Scegliere File > Open.
3 Individuate la cartella contenente i progetti salvati.
4 Selezionare il progetto e fare clic su OK .

CREARE UN COUNTING LEADER


Si pu creare un Counting leader universale da aggiungere all'inizio del progetto. Questo permette di
verificare che video e audio siano sincronizzati bene. Il leader lungo 11 secondi. Per creare un leader vai
sulla Project window e poi su Project/Create/Universal Counting Leader.

Si aprir questa finestra:

E come al solito il riferimento al Counting Leader verr aggiunto alla Project window:

27

GESTIRE LE CLIP DI UN PROGETTO


Vediamo come fare per rinominare, cercare ed eliminare le clip nella finestra project:
Ogni volta che una clip rinominata, modificata o cancellata nella finestra project, il file sorgente relativo
rimane inalterato sullhard disk.
Per modificare il nome di una clip, selezionare la clip nella finestra project quindi scegliere Clip > Set Clip
Name Alias ; nella finestra di dialogo Set Clip Name Alias digitare il nome desiderato e fare clic su OK. Se
la finestra Project in List View, possibile fare doppio clic sul nome della clip per poterlo editare.
Per modificare il nome di una cartella, fare doppio clic sul nome della cartella per poterlo editare.
Per eliminare una clip o unintera cartella dalla finestra Project, selezionare lelemento e premere il tasto
Canc. Per eliminare da un progetto tutte le clip non utilizzate nella Timeli ne, scegliere Project > Remove
Unused Clips
Per individuare una clip in una cartella della finestra project, selezionare la cartella quindi scegliere Edit >
Find; nella finestra di dialogo Find specificare le opzioni necessarie per la ricerca quindi fare clic su Find.

RIMUOVERE I FOTOGRAMMI INUTILIZZATI IN UN FILE VIDEO SORGENTE


Una delle operazioni base dellediting video consiste nellestrarre dal video la parte migliore, la parte di
ripresa pi interessante e significativa. Capita spesso che la clip acquisita venga in pratica utilizzata solo in
minima parte. Poich un file video occupa di solito spazi notevoli sullhard disk, poter rimuovere da esso i
fotogrammi non effettivamente utilizzati in un progetto costituisce un indubbio vantaggio.
Per rimuovere da un file video sorgente le parti non utilizzate in un progetto:
1 Aprire il progetto in Premie re e scegliere Project > Utilities > Project Trimmer si aprir la finestra.

2 Nella finestra di dialogo, visualizzata sopra, chiamata Project Trimmer selezionare la casella Create
Trimmed Batch List per creare una lista di azioni che pu essere utilizzata per effettuare, se necessario, una
nuova acquisizione delle clip originali.
3 Selezionare Copy Trimmed Source Files per effettuare una copia dei file video sorgenti con i soli
fotogrammi effettivamente usati nel progetto.
4 Nel campo For Keep _ Frame Handles, digitare il numero di fotogrammi che si desidera comunque
mantenere prima e dopo la sequenza video effettivamente usata nel progetto, in modo da poter effettuare
aggiustamenti pi precisi in seguito.
5 Fare clic sul pulsante Create Project.
6 Specificare un nome e una cartella per il nuovo progetto basato sulle sequenze video effettivamente usate;
accertarsi che la cartella di destinazione sia diversa da quella del progetto originale. Fare clic su Save.
7 Chiudere il progetto originale, scegliere File > Open, localizzare la nuova versione con le clip
effettivamente utilizzate e fare clic su OK.
8 Esaminare la nuova versione del progetto; se essa appare soddisfacente possibile eliminare il progetto
originale e le relative clip sorgenti.
CORREZIONE DEGLI ERRORI
Durante le operazioni di montaggio ed elaborazione di un video, capita spesso sia di voler procedere con
prove e sperimentazioni, sia di commettere veri e propri errori. Premiere 6 fornisce diversi strumenti per la
correzione e il ripristino del lavoro.
Procedere con una delle operazioni seguenti :

28

Per annullare lultima azione di editing compiuta, scegliere Edit > Undo. E possibile annullare fino ad un
massimo di 99 modifiche sequenziali apportate ad un progetto. Per ripristinare lultima azione annullata,
scegliere Edit > Redo .
Per ritornare ad una precedente situazione specifica dellelaborazione del progetto , utilizzare la nuova
Palette History (si veda pi avanti).
Per ritornare allultima versione salvata del progetto, scegliere File > Revert. Lefficacia di questa opzione
dipende da quanto spesso il progetto viene salvato.
Per interrompere un procedimento di elaborazione in corso, ad esempio quando viene visualizzata una barra
di avanzamento progressivo, premere il tasto Esc.

USO DELLA TIMELINE


Nella
Timeline
Window
sono
presenti
diverse
tracce
video
e
audio.
Per montaggi base, in cui clip diversi sono tagliati e accostati fra loro, basta usare la traccia Video1.
Per montaggi pi complessi, questa traccia pu essere espansa in 3 sottotracce.

(Per visualizzare le sottotracce effettuare un click sul triangolino grigio a sinistra del nome della
traccia).
Come si vede, quando la traccia Video1 collassata vengono mostrati gli effetti delle tracce
Video1A, Video1B e Transition insieme, mentre sono mostrati individualmente quando la traccia
espansa.
E' presente anche una ulteriore traccia Video2, disponibile per sovrapporre clip sopra le tracce
Video1.

Quando si espande la traccia Video2, essendo questa solo una traccia di "sovrapposizione" viene
visualizzata il controllo di opacit per la sovrapposizione sottoforma di una curva rossa sotto
l'icona.
E' possibile aggiungere ulteriori tracce video.
Analogamente possono essere usate le 3 tracce
Espandendo una traccia audio si visualizza la forma d'onda.

audio

disponibile

nella

Timeline.

29

E' possibile posizionare un file video su qualsiasi traccia video e un file sonoro su qualsiasi traccia
audio. Tuttavia per avere una transizione un video clip deve trovarsi sulla traccia Video1, mentre se
si vuole che il video si sovrapponga a un altro, deve trovarsi su una traccia video diversa dalla
Video1.
RENDERE INVISIBILE UNA TRACCIA.
Una traccia pu essere marcata come "shy". In questo modo verr nascosta all'interno della
Timeline.
Le tracce shy sono incluse nel programma video anche quando non sono visibili nella Timeline.
Per marcare una traccia come shy, premi CTRL e poi effettua un click sull'immagine dell'occhio
(per le tracce video) o dell'altoparlante (per le tracce audio), si trovano all'estrema sinistra delle
tracce.
Ad
esempio,
marchiamo
come
"shy"
la
traccia
Video2.
Per nascondere la traccia, effettuare un
click sulla freccetta che si trova all'estrema
destra
della
Timeline
windows:

Selezionando

Hide

Shy

Tracks

le

tracce

marcate

Shy

sono

nascoste.

Effettuare un click sull'icona dell'occhio o dell'altoparlante a sinistra delle tracce, le icone


scompaiono. In questo modo le tracce senza icona non saranno incluse nei video esportati, n
saranno
considerate
quando
verr
effettuata
una
preview
della
Timeline.
Tenendo premuto ALT e effettuare un click su un'icona,
tutte le icone di quel tipo sono escluse. Nel caso delle
tracce video, sono escluse tutte le tracce video diverse dalla
Video1, mentre nel caso delle tracce audio sono escluse
tutte.
AGGIUNGERE,
TRACCE.

NOMINARE

CANCELLARE

30

La Timeline pu contenere fino a 99 tracce video e 99 tracce audio.


Possono essere aggiunte e cancellate tracce video e audio tranne la Video1, Transition, Audio1 e
Audio2.
Le
nuove
tracce
sono
posizionate
in
cima
a
quelle
gi
esistenti.
Quando una traccia cancellata tutti i riferimenti ai clip sulla traccia sono rimossi, ma non
influenza
i
clip
sorgente
posti
nella
Project
window.
Le tracce possono essere rinominate, tranne la Transition.
Per
- Effettuare

agire
un click

sulle
tracce
fai
cos:
sulla freccia in alto a destra della Timeline window.
Effettuare un click su Track Options. Si aprir questa finestra:

Da qui puoi aggiungere, rinominare o cancellare tracce.


SPECIFICARE LE TRACCE SORGENTE E DESTINAZIONE.
Per aggiungere un clip a una traccia, trascinacela sopra: essa verr inserita nella posizione
temporale
in
cui
la
lasci
"cadere".
Tuttavia quando aggiungi clip alla Timeline usando i controlli della Monitor window, non
possibile definire esattamente come e dove inserire il clip. In questo caso occorre specificare in
anticipo
in
che
modo
inserire
le
tracce
nella
Timeline.
Le tracce Video1A e Audio1 sono per default la tracce destinazione, quelle cio in cui vengono
aggiunti i clip video e audio.
Per controllare l'inserimento dei clip nelle tracce si usano i men Take e Target.
Il clip sorgente controllato tramite le icone Take Video e Take Audio, che si trovano sotto al
Source
view
della
Monitor
window:

Esse compaiono solo se nella Source view stato trascinato un


filmato contenente sia video che audio, altrimenti pu
comparire solo quella del video o quella dell'audio.
Importando il filmato nella Timeline, verranno aggiunti le
tracce video e audio che gli appartengono. Si pu per
escludere una o tutte e due le tracce del filmato effettuando un
click sopra le iconcine. In questo caso alla Timeline verr
aggiunta solo la traccia video o quella audio (o nessuna delle
due) del filmato.
31

Sotto la Program view si trovano i men Target tramite i quali si


possono specificare le tracce-destinazione per i clip sorgente posti
nella
Sorce
view.
Tramite questi men si decide quale traccia (fra quelle esistenti
nella Timeline) ricever le tracce video e/o audio del clip nella
Source
view.
Se ad esempio si seleziona None per la traccia-destinazione audio,
anche se l'icona Take audio non barrata, essa non verr
"accettata"
da
una
traccia-destinazione
audio.
Per definire una traccia video e una audio come traccedestinazione puoi sceglierle dal men a discesa sotto la Program
view oppure puoi cliccare sul loro nome nella Timeline: quando
diventa grassetto significa che quelle tracce sono settate come destinazione (e infatti il loro nome
compare automaticamente nella voce "target" sotto la Program view).

Ad

esempio,

selezioniamo

come

destinazione

le

tracce

V2

A3.

Trasciniamo nella Source view un clip che presenta una


traccia video e una audio. Per inseriamo nella Timeline solo
la traccia video. Per fare questo imposta cos le icone Take:
(stesso risultato si ottiene mantenendo attive le due
icone Take e impostando None come target della traccia audio sotto la Program view).
A
questo
punto
effettuando
un
click
sul
pulsante
di
inserimento:
( quello in alto a sinistra).
Nella

Timeline

verr

inserita

la

sola

traccia

video

del

clip:

Se ripetiamo i passi fatti impostando per come icona Take attiva solo quella dell'audio (o
ugualmente impostando None come traccia Target video) si inserisce nella Timeline solo la traccia
audio.

Se invece sono attive entrambe le icone Take, sia la traccia video che quella audio del source clip

32

verranno

inserite

nella

Timeline.

Le tracce possono essere "chiuse" o "aperte".


Una traccia chiusa non pu divenire una traccia target, e quindi non possibile inserire in essa dei
clip finch non viene aperta.
Per chiudere una traccia, effettuare
un click sul quadratino a sinistra del
nome: apparir l'icona di una matita
sbarrata.
In questo caso la traccia Audio1 non
pu pi essere usata come target, e
tutti i clip in essa definiti (in questo
caso non ce n' nessuno) non possono pi essere spostati all'interno della Timeline.

33

LE TRANSIZIONI
La transizione pi semplice il "taglio": l'ultimo frame di un clip porta subito dopo al primo frame
del
clip
successivo.
In genere una transizione coinvolge la fine di un clip e l'inizio del successivo.
E'

possibile

scegliere

fra
75
transizioni,
presenti
nella
Transition
palette.
Per animare le iconcine delle transizioni e capire meglio come
agiscono, click sulla freccetta in alto a destra e scegli

Animate.
Per visualizzare icone pi grandi e una breve descrizione, click su Hide Description. Le transizioni
possono essere spostate all'interno della lista trascinandole. La lista modificata pu essere salvata.
Per farlo fai cos:
1) Nascondi le transizioni che non vuoi includere nel set da salvare (per nasconderle, selezionale e
poi click su Hide Selected)
2) Click su Save Transition.
Creare una transizione.
Per aggiungere una transizione la devi piazzare nella Timeline window fra 2 clip. Le transizioni
possono essere applicate solo ai clip sulle tracce Video1A e Video1B. Per combinare pi transizioni
insieme, puoi piazzarle una di fianco all'altra nella zona in cui i clip si sovrappongono.
Esempio:

Per aggiungere una transizione fai cos:


34

1) Espandi la traccia Video1 e aggiungi un clip alla traccia Video1A e l'altro alla Video1B, in modo
da creare una zona di sovrapposizione.
2) Trascina una transizione dalla lista alla traccia Transition. Per default l'ampiezza della transizione
corrisponde alla zona di sovrapposizione tra i due clip.
3) Se provi a regolare la durata della transizione spostando i suoi bordi si sposta anche il
corrispondente bordo di uno dei due clip riguardati dalla transizione. Per spostare il bordo di un clip
o una transizione indipendentemente, tieni premuto CTRL mentre trascini.
E' possibile aggiungere una transizione fra 2 clip quando la traccia Video1 non espansa.
Per aggiungere una transizione alla traccia Video1 collassata si fa cos:
1) Estendi i punti di Out del primo clip e il punto In del secondo clip del numero di frame che
saranno usati nella transizione.
2) Trascina una transizione dalla lista al punto di incontro dei due clip. L'area di sovrapposizione
sar evidenziata mentre il puntatore si muove sul punto di incontro. Rilascia, e la transizione verr
applicata.

Una transizione trascinata in una traccia si sovrappone ai frame definiti tramite l'estensione dei
punti In e Out.
Usare una transizione di default.
1)
Scegli
dalla
lista
la
transizione
che
vuoi
divenga
di
default.
2) Dal men della lista delle transizioni ( quella che si apre effettuando un click sulla freccetta in
alto a destra) seleziona Set Selected as Default. Si aprir questa finestra:

35

Da
qui
puoi
definire
la
durata
Cliccando su OK, si stabilice la transizione di default.

di

default

della

transizione.

Per
aggiungere
la
transizione
di
default
fai
cos:
1)
Posiziona
due
clip
sovrapposti
nella
traccia
Video1.
2) Posiziona la edit line dove i due clip si incontrano o si sovrappongono.
3) Nella Monitor window, clicca il pulsante per aggiungere la transizione di default:
t...

Cambiare le impostazioni della transizione.


1) Apri la finestra con le impostazioni delle transizioni in uno di questi modi:
- Per cambiare le impostazioni di una singola istanza della transizione nel video program, nella
Timeline clicca due volte sulla transizione oppure selezionala e vai su Clip/Transition Settings.
- Per cambiare le impostazioni della transizione in modo che le modifiche restino attive anche per
progetti futuri, seleziona la transizione nella lista, click sulla freccetta in alto a destra della lista e
vai su Master Transition Settings.
In entrambi i casi si aprir una finestra con le impostazioni (qui nell'esempio quella della
transizione Dissolve):

Show Actual Source: questa opzione appare solo se hai click 2 volte sulla transizione nella
Timeline.
Attivandola si visualizzano i frames dei clip di inizio e fine della transizione.

36

Per modificare l'apparenza iniziale e finale della transizione, usa le barre sotto i frame Start e End.
Tieni
premuto
SHIFT
per
muovere
la
barre
Start
e
End
insieme.
Esempio:

Alcune transizioni hanno dei parametri in pi rispetto ad altre:

Border: larghezza del bordo nella transizione.


Esempio:

Per definire qual il clip di inizio e di fine della transizione, click sulla freccia a sinistra della
thumbnail della transizione: essa cambier verso, il clip di inizio diventer di fine e viceversa.
Per cambiare l'orientamento della transizione, click su una delle frecce bianche che stanno al bordo
della thumbnail (le freccette rosse indicano l'orientamento attualmente attivo). Esempio:

Per decidere il verso della transizione (in avanti o indietro) click sul pulsante 'F' in alto a destra
della thumbnail.
Per aggiustare lo smussamento dei bordi della transizione, click sul pulsante Anti-aliasing ( quello
in basso a destra della thumbnail). Con questo pulsante possibile definire 3 livelli di smussamento.
In questo modo la transizione appare meno brusca.
In alcuni tipi di transizione appare un piccolo quadratino (visibile solo nel caso
in cui si click 2 volte su una transizione nella lista).
Spostandolo si definisce la posizione del centro della traslazione.

37

Esempio:
effettuando Click sul pulsante Custom (non tutte le transizioni lo prevedono), possono essere
definiti
dei
parametri
specifici
per
la
transizione
scelta.
Esempio:

Usare la Image Mask transition.


E possibile usare una immagine bitmap in bianco e nero da usare come maschera di transizione.
L'immagine
A
rimpiazza
il
nero,
e
l'immagine
B
rimpiazza
il
bianco.
Se usi una immagine in scala di grigi, i pixel contenenti pi del 50% di grigio saranno convertiti in
neri, e i pixel con meno del 50% di grigio saranno convertiti in bianchi.
Per
1)

aggiungere
Trascina

una
la

maschera-immagine
come
transizione
Image
Si
aprir

transizione
Mask
questa

si
nella

fa

cos:
traccia.
finestra:

2) Clicca su Select Image e scegli l'immagine da usare come transizione. L'immagine B si vedr
attraverso i pixel bianchi, e l'immagine A attraverso i pixel neri.
Esempio:

38

Usare la Gradient Wipe transition.


In questo tipo di transizione utilizzata una immagine in scala di grigio. Durante la transizione
l'immagine B si rivela riempiendo l'area nera e passando attraverso i vari livelli di grigio, fino ad
occupare anche la zona bianca.
Per creare una Grandient Wipe, trascina la Grandient Wipe transition in una traccia della Timeline.
Si
apre
questa
finestra:

Softness:
Esempio:

regola

la

morbidezza

dei

bordi

della

transizione.

39

ANIMAZIONE DI UN CLIP
E' possibile muovere un clip attraverso l'area visibile definita dal frame del video program creando
un percorso.
Questo pu restare nell'area visibile, oppure continuare al di fuori.
Il movimento associato all'interno clip, e non agli elementi al suo interno.
Definire un percorso di movimento per il clip.
1) Seleziona il clip nella Timeline.
2) Vai su Clip/Video/Motion. Si aprir questa finestra:

Nell'angolo in alto a sinistra un esempio del clip si muove lungo il percorso di default. Il percorso di
default colloca i punti di Start e Finish al di fuori del frame del video program. In questo modo il
clip entra da sinistra e esce da destra.
3) Definisci il percorso movimento creando e trascinando le sue maniglie.

Le maniglie possono essere aggiunte anche cliccando sulla barra del tempo:
Ogni trattino corrisponde a una maniglia.
4) Per avere una preview del movimento del clip, clicca il pulsante paly a fianco della sample
window:
Per bloccare la preview, premi il pulsante di pausa.

40

Per aggiustare la posizione di un punto sul percorso movimento fai cos:


1) Seleziona il punto.
2) Premi una delle frecce della tastiera per spostare il punto di 1 pixel.
Shift + freccia= spostamento di 5 pixel.
Oppure puoi inserire le coordinate del punto nei campi sotto la timeline:

Le cooridnate (0,0) corrispondono al centro della zona visibile del frame.


Per cancellare un punto, selezionalo e premi Canc.
Cambiare la velocit del movimento.
Puoi cambiare la velocit del movimento posizionando i punti lungo la timeline. I punti aggiunti al
percorso sono rappresentati con dei trattini nella timeline. La lunghezza di questa rappresenta la
durata del clip.

Per ogni trattino nella timeline, c' un punto lungo il percorso-movimento, e viceversa.
Per cambiare la velocit del movimento fai cos:
1) Seleziona un punto sul percorso. Una freccia nera rivolta verso il basso appare sul trattino della
timeline corrispondente al punto.

2) Trascinando la freccia vicina a un altro punto aumenta la velocit fra i due punti; allontanandola
invece la velocit diminuisce.

41

Per avere una preview del clip in movimento "manuale", trascina lungo la timeline la freccetta nera,
in basso, rivolta verso l'alto.
Ruotare, zoomare, ritardare un clip
Per ogni punto del percorso possibile impostare il valore di rotazione, zoom, ritardo e definire una
forma di distorsione del clip.
Impostando valori diversi in istanti diversi di tempo possibile riprodurre gli effetti di rotazione,
zoom ecc...
Per ruotare, zoomare e ritardare un clip fai cos:
1) Sul percorso di movimento seleziona il punto al quale vuoi impostare i parametri.
2) Trascina la barra oppure inserisci un valore
nei campi associati al parametro.
La barra viola nella timeline compare quando si
imposta il parametro Delay.
2) Scegli una opzione dal men Motion per
definire come il movimento deve avvenire fra il
punto selezionato e il punto successivo.

Distorcere un clip
1) Nel percorso movimento o nella timeline seleziona il punto in cui vuoi aggiungere distorsione.
2) Nella finestra distorsione trascina uno o pi delle 4 maniglie agli angoli dell'immagine.

3) Per ruotare l'immagine attorno a una delle 4 maniglie, premi ALT e trascina.

42

4) Per spostare tutte e 4 le maniglie insieme, trascina il centro dell'immagine.

Specificare un istante esatto per il movimento.


Per sincronizzare il movimento del clip con altri eventi di un video program oppure semplicemente
per specificare un istante esatto per il movimento, si usa il time display a fianco della timeline.
Qeusto mostra il tempo del punto di movimento selezionato misurato o dall'inizio del clip, o
dall'inizio dell'intero video program.
Per specificare un istante esatto per il movimento fai cos:
1) Clicca sulle 2 frecce rosse a fianco al time display per specificare come il tempo deve essere
misurato.
: tempo misurato dall'inizio del clip.
: tempo misurato dall'inizio del video program (cio dall'inizio della
Timeline window).
2) Crea un punto di movimento cliccando sulla timeline. Trascinalo
all'istante giusto guardando il time display.
E' possibile definire anche altre opzioni:

Center: posiziona alle coordiante (0,0) il punto del percorso


movimento selezionato.
Reset: rimuove la distorsione, il ritardo, la rotazione e lo zoom dal punto selezionato (il punto
diventa di colore rosso quando uno di questi parametri cambiato. Premendo Reset torna bianco, a
indicare che non ha subito modifiche tramite questi parametri).
Remove
Rimuove tutte le impostazioni di movimento applicate a un clip (comunque le impostazioni possono
essere salvate e caricate usando i pulsante Save e Load).
Fill Color: specifica il colore di sfondo che riempie la cornice dietro il clip che si muove nella
preview window. Per scegliere il colore puoi prenderlo dalla palette che appare cliccando nello
spazio sotto Rill Color, oppure prelevandolo dal sample pi sotto con il contagocce.

43

Opzioni Smooth.

Rende pi graduale il percorso lungo cui il clip viaggia. Vengono attenuati i bruschi cambiamenti di
direzione, rotazione e distorsione. L'effetto di questa opzione cresce man mano che se ne sceglie
una pi in basso.
Alpha
Quando selezionato Use Clip's, si sovrappone un clip usando il proprio canale alpha.
Quando selezionato Create New si crea un riempimento opaco per i clip che non hanno un canale
alpha. In questo modo si crea un canale alpha mentre il clip in movimento.
Questa opzioni influenza solo i clip cui stata assegnata una chiave di trasparenza di tipo Alpha.
Se questa opzione selezionata con Create New per un clip che ha gi un canale alpha, viene creato
un nuovo canale che sostituisce quello vecchio.

44

FILTRI VIDEO.
Per applicare un filtro a un clip seleziona il clip nella Timeline e vai sul Clip/Filters. Si aprir questa
finestra:

Dopo aver aggiunto un filtro, per vedere il suo effetto trascina la edit line lungo il righello del
tempo nella Timeline. Nella Monitor window scorrer il clip con il filtro applicato.
Alpha Glow.
Aggiunge colore attorno ai bordi di un canale alpha mascherato. E' possibile avere lo sbiadimento di
un singolo colore oppure il cambiamento di questo in un secondo mentre si allontana dal bordo.

Glow: controlla quanto lungo il colore si estende dal bordo del canale alpha.
Brightness: contolla l'opacit iniziale di glow.
Start Color: mostra il colore glow corrente.
End Color: colore addizionale per il bordo pi esterno del glow.
Fade Out: specifica se i colori sbiadiscono oppure se rimangono stabili.
45

Antialias.
I bordi fra le aree con colori molto contrastati sono sfumate. In questo modo il passaggio dalle zone
chiare a quelle scure appare pi graduale.
Backwards (Video).
Ribalta un clip (o una parte del clip a seconda della posizione dei keyframe Start e End)
riproducendolo dall'ultimo frame al primo. I frame restano nell'ordine originale, all'interno della
Timeline window.
Bend.
Il filtro Bend distorce un clip producendo l'apparenza di un'onda che viaggia orizzontalmente e
verticalmente attraverso il clip.

Direction: specifica la direzione dell'onda.


In: l'onda si muove verso il centro del clip.
Out: le onde partono dal centro del clip e si muovono verso i bordi.
Left: l'onda va verso sinistra.
Right: l'onda va verso destra.
Wave: specifica la forma dell'onda.

Intensity: altezza dell'onda.


Rate: frequenza dell'onda.
Width: larghezza d'onda.

46

CREARE TITOLI.
Un titolo un file indipendente dal progetto. Questo diventa parte del progetto solo dopo che
stato inserito nella Timeline.
In questo modo lo stesso titolo pu essere utilizzato in pi progetti diversi.
Per creare un nuovo file-titolo vai su
File/New/Title.
Sia aprir la finestra di editor per i titoli (Title
window):
Dopo aver creato il titolo, per salvarlo vai su
File/Save As.
Per poter posizionare precisamente il titolo sopra il
video possibile importare un frame del video clip.
Il frame importato solo di aiuto nel
posizionamento, e non effettivamente incluso nel
titolo.
Per default importato il primo frame del video
clip, ma possibile specificare un altro frame
usando il marcatore 0 nel clip.

Importare un frame campione per il


posizionamento.
1) Clicca 2 volte sul clip nella Project window (oppure vai su File/Open e scegli il clip). Esso
verr inserito nel Source Preview della monitor window.
2) Vai al frame che vuoi usare per il posizinamento del titolo.
3) Vai su Clip/Set Marker/0. In questo modo si specifica il frame da usare per la Title window (e
per l'icona del clip).

4) Trascina il frame dalla Source view della


Monitor window fino alla Title window.
Per rimuovere il frame campione dalla Title
window, vai su Title/Remove Background Clip

47

Per cambiare il frame campione posto nella Title window con un altro, basta posizionare il
marcatore 0 su un altro frame, e questo automaticamente apparir nella Title window al posto di
quello vecchio.

Opzioni della Title window.


Le opzioni della Title window permettono di specificare:
- Dimensioni dell'area del titolo.
- Colore di sfondo.
- Zone di sicurezza (utili per l'editing NTSC). Queste zone sono impotate per video NTSC, e
sono rappresentate dalla righe tratteggiate che appaiono nella Title window.
La riga pi interna indica la zona di sicurezza del titolo, quella pi esterna la zona di sicurezza
dell'azione.
Per impostare le opzioni della Title window fai cos:
1) Apri la Title window e vai su Window/Title Window Options. Si aprir questa finestra:

Drawing Size.
Per definire le dimensioni del titolo, imposta i campi "h" e "v". Seleziona 4:3 Aspect per
mantenere questo rapporto di dimensioni quando specifichi la dimensione del titolo.
Background: colore di sfondo. Seleziona Opaque per renderlo visibile. altrimenti risulter uno
sfondo trasparente.
Show safe titles: visualizza le zone di sicurezza NTSC per il titolo e per l'azione.
NTSC safe colors: automaticamente muove i colori che sono al di fuori del NTSC safe range
all'interno di questo, quando il titolo renderizzato. Per questo motivo a volte i colori possono
cambiare.
Per visualizzare il titolo pi velocemente, a scapito della sua qualit, seleziona Draft:
Draft influisce solo sulla Title window. Il titolo appare alla qualit massima quando
inserito nel video program, anche se stato attivato Draft.
Strumenti grafici.
Per selezionare un tool per fare una unica operazione, cliccalo una volta. Per fare la
stessa operazione pi volte senza che esso si disabiliti, cliccalo 2 volte.

48

Inserire il testo nel titolo.


- Seleziona il tool testo:
- Clicca nel punto che sar il superiore a sinistra del titolo e scrivi il testo.
- Clicca al di fuori del testo (mentre scrivi il testo incorniciato da un contorno) per completare
l'operazione.
Per modificare il testo (font, grandezza, colore ecc..) evidenzialo e poi vai su Title/Font.
Per modificare la spaziatura fra un carattere e un altro, posizionati su di essa e poi premi uno di
questi 2 pulsanti:
Le freccette rivolte verso l'estrerno creano spazio, quelle verso l'interno lo riducono.
Per modificare la giustificazione del testo vai su Title/Justify e poi scegli fra giustificazione
sinistra, centro o destra.
Allungare il testo.
Crea un testo e cliccaci sopra in modo che compaiano ai 4 angoli i quadretti grigi:
Premi CTRL e posizionati su uno dei quadretti. Il puntatore
cambier in una T con 4 frecce. Trascina il quadretto e il
testo si allungher in quella direzione.

Cambiare l'orientamento del testo.


- Seleziona il testo.
- Vai su Title/Orientation e scegli Horizontal o Vertical.
Creare testo scorrevole.

49

E' possibile creare testo scorrevole verticalmente o orizzontalmente. La velocit impostata in


base alla durata che stata data al titolo inserito nella Timeline.
Per creare un testo scorrevole fai cos:
1) Seleziona il Rolling Title tool:
t...

2) Trascina per specificare la zona che conterr il testo scorrevole.


3) Scrivi il testo

4) Vai su Title/Rolling Title Options; si aprir


questa finestra:
Nella sezione Direction definisci la direzione di
scorrimento del testo.

Abilita Special Timings per controllare meglio lo


scorrimento.
Pre Roll: numero di frame statici prima
dell'inizio dello scorrimento. Il primo frame di
scorrimento compare nel punto di In del titolo, e
permane per il numero di frame specificato. Poi inizia lo scorrimento.
Ramp Up: indica il numero di frame usati per accelerare fino alla velocit normale . Con 0 lo
scorrimento comincia subito dalla velocit normale.
Ramp Down: indica il numero di frame usati per decelarare fino all'arresto. Un valore 0 provoca
un arresto immediato del titolo.
Post Roll: indica il numero di frame statici, che partono dal frame in cui il titolo si ferma fino al
punto di Out del titolo.
Per avere una preview dello scorrimento del titolo, sposta la barra che si trova in basso a sinistra
della Title window.

Creare oggetti grafici.


Nela toolbar della Title windows si trovano dei pusanti che permettono di creare varie forme
geometriche.
Partendo dalla seconda riga, e da sinistra a destra si ha:
50

Riga, testo, rettangolo, poligono, rettangolo con angoli smussati, ellisse


tenendo premuto SHIFT, le forme geometriche sono create vincolate (es.: il rettangolo tracciato
come un quadrato, l'ellisse come un cerchio ecc...).

Per i poligoni, traccia i vari segmenti. Alla fine, se vuoi chiudere il poligono clicca sul punto
iniziale. Se vuoi che il poligono resti aperto, clicca 2 volte sul punto finale (i poligoni riempiti
non possono essere lasciati aperti).
Per trasformare un oggetto riempito in un oggetto-cornice (cio non riempito), o viceversa, fai
cos:
1) Seleziona l'oggetto.
2) Vai su Title/Convert to Filled (oppure Convert to Framed).
Per modificare lo spessore della riga che costituisce una linea o un oggetto-cornice, seleziona
l'oggetto e poi sposta la barra per lo spessore della riga:

Se hai un oggetto riempito e vuoi avere anche il corrispondente oggetto-frame, seleziona


l'oggetto e vai su Title/Create Framed Object.
Analogamente, se hai un oggetto-frame e vuoi il corrispondente oggetto riempito, vai su
Title/Create Filled Object.
Il nuovo oggetto creato nella stessa posizione dell'originale, perci per vedere l'uno o l'altro, o
li sposti oppure vai su Title/Send to Back.
Per smussare un poligono fai cos:
1) Seleziona il poligono.
2) Vai su Title/Smooth Polygon.

Quando si seleziona un poligono compaiono dei quadretti grigi sui suoi vertici. Spostandoli si
modifica la forma del poligono.
Aggiungere un'ombra.

51

1) Seleziona l'oggetto di cui vuoi l'ombra.


2) Trascina nella casella ombre nella posizione in cui vuoi che l'ombra compaia.

Per definire il tipo di ombra, fai cos:


1) Seleziona l'oggetto con l'ombra.
2) Vai su Title/Shadow e scegli uno dei 3 tipi di ombra.

Per rimuovere un ombra fai cos:


1) Seleziona l'oggetto con l'ombra.
2) Trascina l'ombra nella finestrella dell'pombra o al centro, oppure fuori di questa
Applicare un colore.
Per applicare un colore fai una di queste cose:
- Seleziona un oggetto oppure una serie di caratteri.
- Clicca nelle finestrelle per il colore e per l'ombra:
Si aprir una finestra dalla quale scegliere il colore.

Per applicare un colore che esiste nella Title window, fai cos:
- Seleziona l'oggetto o il gruppo di caratteri.
- Seleziona il contagocce:
- Clicca sul colore che vuoi applicare: esso apparir nella finestrella del colore.
Applicare un gradiente di colore.
- Seleziona un testo o un oggetto.
- Seleziona il colore di inizio, di fine e la direzione del gradiente di colore nelle finestrelle
apposite:
Qui nell'esempio si ha:
Colore iniziale: blu.
colore finale: celeste.
Direziona gradiente: dall'alto a sinistra al basso a destra.

Impostare l'opacit.
52

1) Seleziona un oggetto.
2) Vai alal finestrella del gradiente e clicca su una della freccette a fianco delle caselle di inizio
colore o fine colore. si aprir questa colonna:
Spostando la freccetta lungo la colonna, si imposta la trasparenza del colore.
La freccetta a sinistra serve per l'opacit del colore di inizio, que lla a destra per il
colore di fine e quella al centro per entrambi.
Esempio:

Aggiungere un titolo a un progetto.


Quando il titolo completato, per inserirlo nel progetto trascinalo dalla Title window alla Project
window. Apparir cos in quest'ultima il clip del titolo.

Se il titolo presenta un frame importato da un clip o una immagine fissa importata, usati come
riferiemnto, queste non faranno parte del titolo quando viene aggiunto al progetto.

53

Per editare il titolo insieme agli altri clip, importalo nella Timeline in una traccia Video.

Se vuoi visualizzare il titolo sopra un clip, devi aggiungerlo a una traccia video di
sovrapposizione e modificare le opzioni di trasparenza. Quando un titolo spostato dalla Title
window in un progetto, le aree vuote e semi trasparenti del titolo sono automaticamente
trasformate in un canale alpha, che marca le aree trasparenti e semitrasparenti.
Per rendere lo sfondo di un titolo trasparente nella Timeline fai cos:
1) Seleziona il clip nella Timeline e trascinalo in una traccia video di sovrapposizione (Video2 o
superiore).
2) Vai su Clip/Video/Transparency. Si aprir questa finestra:

3) Se il titolo ha uno sfondo bianco, scegli dal Key Tape


men la voce White Alpha Matte.
Se invece ha uno sfondo nero, scegli Black Alpha Matte.

4) Per visualizzare il titolo con le aree trasparenti,


seleziona la work area nella Timeline e poi vai su
Project/Preview.
Per modificare la durata di un titolo, sposta nella
Timeline i suoi punti di In e Out.

54

Premiere: Esercizio n.1


Obiettivo: Semplice montaggio di due filmati avi
___________________________________________________________________________
1) Aprire Premiere (start-programmi-adobe-premiere 6.0-Adobe Premiere 6)
2) Selezionare Multimedia Video for Windows e premere sul bottone OK
3) Se non sono visualizzate le tre finestre Timeline, Monitor e Project: scegliere i
corrispondenti show dal menu window.

4) Dal menu file scegliere il sottomenu open


5) Individuare la cartella c:\programmi\adobe\premiere 6.0\Sample Folder

55

6) Aprire il file Boys.avi in uno dei seguenti modi:


Doppio clic tasto sinistro del mouse sul file Boys.avi
Un clic tasto sinistro del mouse e premere sul bottone Apri
7) Comparir la finestra monitor (eventualmente cliccare su play per visionare il filmato):

8) Trascinare dalla finestra player il video sulla traccia video1A della Timeline

56

Comparir anche nella finestra monitor in Program.


9) Chiudere la finestra player
10) Per rendere pi compatto alla vista il filmato scegliere una visualizzazione a 2 secondi
nella finestra Timeline (il triangolino in basso a sinistra):
11) Aprire il file Cyclers.avi e trascinarlo sulla timeline posizionandolo accanto al primo filmato.
12) Chiudere di nuovo la finestra player

13)
14)
15)

Ciccare sul play della finestra monitor (Program) per visionare il film ottenuto.
Per salvare questo progetto potete scegliere dal menu file Salva as
Per esportare questo filmato in un file avi indipendente da Premiere scegliere dal menu
file export Timeline e poi movie

Complimenti avete ottenuto il vostro primo montaggio con Premiere 6.

57

Premiere: Esercizio n.2


Obiettivo: Ritaglio di un filmato avi
___________________________________________________________________________
1) Seguire i primi 7 passi dellesercizio 1
2) Nella finestra player si pu verificare che i primi frames del filmato sono pi scuri e
quindi vanno eliminati, individuare il punto che va ritagliato, bisogner cambiare il punto
dinizio:
3) Andare avanti con il play fino a trovare un punto prossimo al ritaglio;

4)
5)
6)
7)

Andare avanti per frame fino ad individuare precisamente il punto;


Infine premere sul bottone mark in;
Trascinare da questa finestra il filmato sulla Timeline;
Individuare tramite la finestra program del monitor i frame dove il primo ciclista rimane
fermo per qualche istante, tali frame andranno eliminati nella Timeline utilizzando lo
strumento taglierina;

58

8) Tagliare il filmato nel primo e nel secondo punto;


9) Cliccare sulla parte di filmato da eliminare e premere il tasto CANC oppure il taglia;
10) La parte di filmato finale andr spostata sulla Timeline verso sinistra fino a combaciare
con laltra parte del filmato;
11) Per salvare questo progetto potete scegliere dal menu file Salva as
12) Per esportare questo filmato in un file avi indipendente da Premiere scegliere dal menu
file
export Timeline e poi movie
13) Eseguire eventualmente i passi 13, 14 e 15 dellesercizio 1.

59

Premiere: Esercizio n.3


Obiettivo: Inserimento di un file audio di sottofondo al filmato
___________________________________________________________________________
1) Seguire i primi 7 passi dellesercizio 1
2) Dal menu file aprire il file music.aif;
3) verr visualizzata la finestra audio player;

4) Trascinare la traccia audio sulla Timeline e posizionarla sulla traccia audio1;


5) Eseguire il play nella finestra monitor-program;
6) Eseguire eventualmente i passi 14 e 15 dellesercizio 1.

60

Premiere: Esercizio n.4


Obiettivo: Inserimento di una transizione fra due filmati
___________________________________________________________________________
1) Seguire i primi 12 passi dellesercizio 1;
2) Spostare il secondo filmato nella traccia video 1B della Timeline;

3) Visualizzare la finestra transizioni eseguendo il menu Show Transition dal menu Window;
4) Scegliere la cartella Dissolve;
5) Trascinare la transizione Additive dissolve sulla traccia transition della video1 in
corrispondenza della parte finale del primo filmato;

6) Eseguire un doppio clic sulla transizione;


7) Comparir la finestra di transizione;
8) Verificare spostando i cursori quale sar leffetto;
9) Attenzione a rimettere al loro posto i cursori;

61

10) Eseguire la renderizzazione del filmato scegliendo dal menu Timeline Render Work
Area;
11) Eseguire eventualmente i passi 13, 14 e 15 dellesercizio 1.

Premiere: Esercizio n.5


Obiettivo: Inserimento di unimmagine statica ed utilizzo di trasparenze e movimenti
___________________________________________________________________________
1) Seguire i primi 5 passi dellesercizio 1;
2) Aprire il file finale.avi ed inserirlo sulla timeline in video1A;
3) Aprire il file veloman.eps;
4) Trascinare il file sulla timeline in video2;

5) Dal menu clip scegliere Video option Transparency;


6) Scegliere da key type la voce alpha channel;

62

7) Dal menu clip scegliere Video option Motion;

8) Inserire altri due punti;


9) Cambiare lo zoom al punto1 in 10 al punto2 in 100 al punto3 in 80 ed al punto4 in 10;
10) Cambiare la rotation al punto1 in 0 al punto2 in 180 al punto3 in 100 ed al punto4 in 0;
11) Eseguire la renderizzazione del filmato scegliendo dal menu Timeline Render Work
Area;
12) Eseguire eventualmente i passi 13, 14 e 15 dellesercizio 1.

63

Premiere: Esercizio n.6


Obiettivo: Titolazione
___________________________________________________________________________
1) Seguire i primi 5 passi dellesercizio 1;
2) Aprire il file finale.avi ed inserirlo sulla timeline in video1A;
3) Scegliere la voce New Title dal menu File;

4) Scegliere lo strumento Rolling Title Tool


5) Cliccare nellangolo in alto a sinistra e trascinare nellangolo in basso a destra;
6) Rilasciando il pulsante verra disegnata una finestra con delle barre di scorrimento;

64

7) Scrivere I ciclisti;
8) Inserire dei righi vuoti prima e dopo il testo facendo attenzione ad inserire 8 per le dimensioni
del testo (posizionarsi prima del testo e premere invio tasto destro su rigo vuoto e scegliere font
e dimensioni 8 o 9 premere su OK premere varie volte invio fino a far scomparire il testo i
ciclisti con le frecce o con il mouse posizionarsi alla fine della parola ciclisti e premere invio
cambiare le dimensioni del font sul rigo vuoto come prima premere varie volte invio fino a far
scomparire verso lalto il testo I ciclisti);
9) spostando il cursore di anteprima visualizzare leffetto del testo che effettua un movimento dal
basso verso lalto;

10) Chiudendo la finestra il programma chiede di salvare il file; inserire come nome file
titolo.ptl;

11) Il file titolo.ptl comparir nella finestra project, trascinarlo traccia video 2;
12) Eseguire la renderizzazione del filmato scegliendo dal menu Timeline Render Work
Area;
13) Eseguire eventualmente i passi 13, 14 e 15 dellesercizio 1.

65

Glossario dei termini di Adobe Premiere e di editing video


Acquisizione video
Procedimento in cui una clip video viene trasferita da una sorgente video esterna, solitamente
una telecamera o un videoregistratore, sull'hard disk del computer al fine di poter essere
utilizzata per operazioni di editing . Il dispositivo che si occupa del trasferimento la scheda di
acquisizione ; secondo il tipo di scheda possibile acquisire da una sorgente video analogica
oppure da una sorgente video digitale. Nel primo caso , nel processo di trasferimento, il segnale
video subir una "digitalizzazione", cio verr convertito in una sequenza di zeri e d i uno, e ci
comporter inevitabilmente una perdita di qualit. Nel secondo caso , invece, ci non avverr.
Una ulteriore perdita di segnale avviene poi a causa della compressione che le schede di
acquisizione solitamente applicano per consentire al computer di poter gestire in tempi e spazi
ragionevoli la grande quantit di dati che un flusso video comporta. La scheda di acquisizione si
occupa anche di ritrasferire su una periferica esterna , di solito un videoregistratore , il video
elaborato nel computer . In alternativa il video finale pu essere trasferito su video CD.
Esiste in commercio una grande quantit di schede , da quelle pi economiche ed adatte ad un
uso amatoriale, a quelle pi sofisticate, in grado di lavorare su video non compressi, e per uso
professionale. Esistono poi schede che lavorano in analogico e schede che lavorano in digitale.
Occorre considerare perci sia il tipo di prodotto che si desidera realizzare, sia il tipo di supporto
che verr usato per la distribuzione, sia la qualit e le caratteristiche della telecamera di cui
disponiamo.
Altri aspetti fondamentali da considerare sono la velocit del processore, la quantit di RAM e
soprattutto la velocit dell'hard disk. La soluzione migliore quella di riversare le clip acquisite
su un hard disk dedicato e non su quello in cui risiede il sistema operativo.
Analogico
Sistema di gestione delle informazioni basato su un flusso continuo ; nel caso del video, gli
standard analogici sono il VHS (basato su un segnale di tipo composito), il Super VHS e l Hi8
(basati su un segnale Y/C) e il Betacam (basato su segnale YUV). Per ottenere un video
analogico occorre una videocamera di tipo analogico. A livello amatoriale sono oggi accessibili
telecamere che lavorano in Super VHS o in Hi8, mentre il sistema Betacam riservato al livello
professionale.
Audio rate
Valore della frequenza di campionamento per l'audio . Tenete presente che un rate di 22Khz
pi che adeguato per l'audio destinato ad un video da riversare su videocassetta, mentre un rate di
11 Khz sufficiente per i video da distribuire su CD ROM . In generale, valori elevati dell
audio rate offrono le migliori qualit del suono ma anche richiedono pi tempo di elaborazione e
pi spazio di memorizzazione. Impostare invece una frequenza di campionamento differente da
quella dell'audio originale ( cio "ricampionare " ) pure richiede tempo di elaborazione.
AVI
Acronimo di Audio Video Interleaved; il formato video standard dei sistemi operativi
Windows. Un video AVI pu essere inviato ad un videoregistratore o ad un televisore e verr
correttamente interpretato.

66

Canale alfa
Canale video, di solito monocromatico, utilizzato per realizzare effetti di trasparenza. I canali
alfa possono essere creati, ad esempio, in Adobe Photoshop. Le informazioni del canale alfa
consistono in una copia in 256 tonalit di grigio dellimmagine originale ; ogni tonalit di grigio
determina un diverso grado di opacit o trasparenza sullimmagine originale. Per poter
conservare le informazioni relative ad un canale alfa, limmagine deve essere salvata come
immagine a 32 bit ( 8 bit per ciascuno dei canali di colore RGB pi 8 bit per le informazioni del
canale alfa aggiuntivo).
Canali
I canali sono le righe della Timeline di Premiere; fra essi distinguiamo i canali video (fino a 99),
i canali audio (anchessi fino a 99) e il canale delle transizioni .
Clip virtuale
Una clip virtuale una clip ottenuta in Premiere assemblando un'area specifica della Timeline ;
tale area, detta "area sorgente" , pu contenere due o pi clip, ciascuna con effetti, filtri e
trasparenze, audio e dissolvenze.
CODEC
Acronimo di Compressore/Decompressore. Nella pratica , a meno di non disporre di workstation
e schede di acquisizione di livello professionale, giocoforza operare una compressione sul
flusso video. A ci sono deputati i vari tipi di CODEC. Esistono fondamentalmente due diverse
tipologie di CODEC , i CODEC Software e i CODEC Hardware. I primi sono algoritmi di
compressione che elaborano il file video attraverso un apposito programma, il cui utilizzo di
solito trasparente all'utente . Hanno il vantaggio di essere facilmente reperibili e gratuiti, ma la
loro applicazione spesso lenta e richiedono comunque un processore discretamente veloce. Fra
essi ricordiamo Cinepak di Radius, Indeo di Intel, Video 1 e RLE di Microsoft. Ciascuno di essi
ha rese diverse a seconda del tipo di video cui viene applicato e pu determinare una perdita di
qualit anche percettibile. I CODEC Software non sono comunque indicati per supportare le
operazioni in tempo reale richieste dalle operazioni di acquisizione e riversamento video da o su
periferica video esterna (telecamere e videoregistratori). I CODEC Hardware sono veri e propri
dispositivi elettronici che effettuano una compressione/decompressione in tempo reale; questi
dispositivi equipaggiano le schede di acquisizione video ; l'utente ne pu impostare diversi
parametri dopodich la compressione/decompressione avviene in tempo reale ,in modo
trasparente e con perdite minime di qualit. Per c ontro hanno un costo che pu risultare anche
elevato ma sono assolutamente indispensabili per effettuare le operazioni di acquisizione e
riversamento video sulle periferiche esterne.
Compressione
Procedimento in cui i video vengono memorizzati sul disco del computer in modo ottimizzato al
momento della loro acquisizione. A seconda del tipo di CODEC utilizzato possibile avere
compressioni di tipo loseless (in cui viene modificata la struttura dei dati ma senza perdita di
qualit) e compressioni di tipo lossy (in cui vengono eliminati alcuni dati ridondanti e dunque
con riflessi sulla qualit finale). La compressione pu essere eseguita in tempo reale durante la
fase di acquisizione (e a ci provvedono i circuiti hardware della scheda di acquisizione che

67

applicano il CODEC specifico del tipo di scheda ) oppure in un secondo tipo ( attraverso
CODEC di tipo software).
Digitale
Sistema di gestione delle informazioni basato su un flusso che avviene " a pacchetti ", chiamati
bit ; nel caso del video, fra gli standard digitali ricordiamo il DV. Per ottenere un video digitale
occorre una videocamera di tipo digitale. Il vantaggio di questo tipo di videocamere che non si
ha perdita di qualit nella fase di acquisizione del video nel computer. Tuttavia occorre anche
ricordare lelevato costo delle videocamere, delle schede di acquisizione digitale e la necessit,
per mantenere fino in fondo lo standard, di dover riversare il video finito o su DVD , o su CD o
su nastro digitale .
DV
Acronimo di Digital Video, formato video utilizzato per le registrazioni su nastro che facilita
enormemente le operazioni di montaggio video ma comporta anche un elevato transfer rate che
pari a 25 Mbit al secondo. Le caratteristiche dell'immagine sono pienamente compatibili con gli
standard PAL e NTSC.
DVD
Acronimo di Digital Versatile Disc. I DVD offrono una superficie con densit di
memorizzazione estremamente elevata. Il formato del segnale video digitale contenuto in un
DVD l' MPEG 2 .Lelevato costo attuale dei masterizzatori DVD rende piuttosto difficile, per
un non professionista, effettuare il riversamento dei propri video su questo tipo di supporto. Una
valida alternativa al DVD costituita dai Supervideo CD.
Esportazione
Procedimento di elaborazione finale della Timeline di Premiere ; il video finale pu essere
esportato come file AVI o MOV oppure pu essere letto direttamente con l'opzione Print to
video ed inviato ad esempio ad un videoregistratore collegato all'uscita della scheda di
acquisizione.
Filtri
Premiere fornisce una discreta quantit di filtri sia video che audio con i quali possibile sia
correggere eventuali difetti del video sorgente (ad esempio la saturazione e il bilanciamento dei
colori o il livello del sonoro), sia creare effetti speciali di vario genere .Per applicare un filtro a
una traccia video occorre selezionare la traccia sulla Timeline quindi scegliere Clip > Filters.
Finestra Monitor
La finestra Monitor di Premiere visualizza le clip che compongono il video in elaborazione e
costituisce, specie per gli utenti pi esperti, uno strumento di editing alternativo alla Timeline.
Due sono i monitor disponibili nella finestra : il monitor sorgente (source view ) che viene
utilizzato per visualizzare in anteprima le clip sorgenti, cio quelle coinvolte nella costruzione
del video finale e il monitor obiettivo o monitor del programma (target view ) che viene

68

utilizzato per visualizzare in anteprima lo stato corrente della costruzione del video finale, cio
quello correntemente assemblato sulla Timeline.
Frame Rate ( velocit di scorrimento dei fotogrammi )
Esprime il numero di fotogrammi al secondo (fps) per l'esecuzione di un video. In generale
questo valore pari a 15 fps per i video che dovranno essere distribuiti su Cd o via Internet, a 24
fps per i video destinati al riversamento su pellicola cinematografica, a 25 fps per i video TV
PAL e SECAM, a 29,97 fps per i video TV NTSC . Anche in questo caso vale la considerazione
fatta per il Frame Size : la situazione ottimale si ha quando il valore del frame rate del video
sorgente coincide con quello impostato nel progetto di Premiere .
Frame Size ( Dimensioni del fotogramma )
Esprime le dimensioni , in pixel, per i fotogrammi del video. Il valore del Frame Size legato
innanzitutto all'uso finale del video. Ad esempio 704 x 576 pixels per un video TV PAL , 160 x
120 per un video destinato al World Wide Web, 320 x 240 per un video da inserire in una
presentazione multimediale su CD ROM. Non meno importante il valore del Frame Size del
video originale. Se il video stato acquisito da una videocamera o da un videoregistratore
attraverso una periferica di cattura video, le dimensioni del fotogramma sono state stabilite in
fase di acquisizione e saranno quelle caratteristiche dei video TV , cio 704 x 576 ; se il video
proviene da un file , magari prelevato da Internet o da un CD, le dimensioni del fotogramma
sono solitamente pi piccole. Se le dimensioni del fotogramma del video sorgente non
coincidono con quelle specificate nella finestra Video Settings, Premiere effettua una operazione
di ridimensionamento del fotogramma che, specie impostando una dimensione superiore rispetto
a quella originale o un diverso rapporto nelle dimensioni , pu facilmente portare a immagini di
scarse qualit o distorte. Per questa ragione i risultati migliori si ottengono facendo coincidere i
valori del frame size del video sorgente con quello impostato nel progetto .
Ieee 1394
Noto anche come i LINK o FireWire, si tratta di un protocollo di trasmissione digitale ad alta
velocit ( transfer rate massimo 400 Mbit al secondo ). La connessione Ieee 1394 viene
attualmente utilizzata per collegare una videocamera digitale ad una scheda di acquisizione che,
ovviamente, deve essere dotato dell'entrata corrispondente . Un limite importante di questo tipo
di connessione che il cavo di collegamento non deve superare la lunghezza di 4 metri.
M-JPEG
Acronimo di Motion JPEG ; un formato di codifica digitale dei video che vengono tradotti in
una sequenza di immagini JPEG. Questo formato, che garantisce unottima qualit delle
immagine, ottenuto da CODEC hardware ad esempio utilizzati dalla scheda di acquisizione
video Matrox Marvel.
MOV
E il formato video standard dei sistemi operativi Apple. Un video MOV non pu essere inviato
ad un videoregistratore o ad un televisore ma, contrariamente al formato AVI, offre prestazioni
eccellenti per le produzioni multimediali su CD ROM.

69

MPEG 1
Acronimo di Motion Picture Experts Group, si tratta di un sistema di compressione video che
offre un discreto rapporto qualit/dimensioni in Mb del file video. Lo standard Mpeg-1, che
caratterizzato da un transfer rate costante di 1,5 Mbit / sec , utilizzato nei video CD. Per creare
un file video Mpeg 1 occorre utilizzare appositi software ( ad esempio Panasonoc MPEG
Encoder o Ulead Media Studio ) in grado di convertire un file AVI nel formato MPEG - 1.
MPEG 2
Acronimo di Motion Picture Experts Group, si tratta di un sistema di compressione video che
offre un elevato rapporto qualit/dimensioni in Mb del file vid eo. Lo standard Mpeg-2, che
caratterizzato da un transfer rate variabile fino ad un massimo di 15 Mbit / sec, utilizzato nei
cosiddetti Supervideo CD. Per creare un file video Mpeg 2 occorre utilizzare appositi software
(ad esempio LSX MPEG Encoder o Ulead Media Studio) in grado di convertire un file AVI nel
formato MPEG - 2.
NTSC
Acronimo di National Television System Committee, lo standard televisivo adottato negli Stati
Uniti e in Giappone. Il formato del video di 704 x 480 pixel con un frame rate di 30 fps.
PAL
Acronimo di Phase Alternate Line , lo standard televisivo adottato in molti paesi europei fra cui
l'Italia. Il formato del video 704 x 576 pixel con un frame rate di 25 fps.
Palette Commands
La palette Commands di Premiere contiene un elenco di tasti di scelta rapida per l'esecuzione
delle operazioni pi comuni ; essa pu essere per personalizzata in modo da poter creare una
serie di comandi da tastiera con cui eseguire rapidamente le azioni utilizzate pi frequentemente.
Per aprire/chiudere la palette Commands Scegliere Window > Show Commands
Palette Info
La palette Info di Premiere visualizza le informazioni relative a una clip selezionata nella finestra
Project o ad una traccia selezionata sulla Timeline. Le informazioni presenti nella palette variano
in relazione al tipo di clip. Per aprire/chiudere la palette Info Scegliere Window > Show Info .
Palette Navigator
La palette Navigator di Premiere una visualizzazione interattiva in
Timeline; fornisce uno strumento efficace per spostarsi rapidamente nella
"Navigatore" risulta particolarmente comodo quando si ha a che fare con
video di lunghezza consistente e che occupa perci un lungo tratto
aprire/chiudere la palette Navigator Scegliere Window > Show Navigator

miniatura dell'intera
Timeline. L'uso del
l'elaborazione di un
della Timeline. Per

Palette Transitions

70

Le transizioni sono effetti che vengono spesso utilizzati per accompagnare un


clip e un'altra. Una delle pi note certamente la dissolvenza incrociata, in
sfuma lentamente in uscita mentre la seconda clip appare lentamente in
contiene 75 differenti transizioni che sono contenute nella palette
aprire/chiudere la palette Transitions Scegliere Window > Show Transitions

passaggio fra una


cui la prima clip
entrata. Premiere
Transitions. Per

Preview
Operazione con cui Premiere crea una anteprima delle dissolvenze e degli altri effetti applicati
nella Timeline. Il tempo impiegato da Premiere per costruire l'anteprima dipende da diversi
fattori : la lunghezza dell'intervallo di preview nella Timeline, la complessit degli effetti e la
velocit del processore del computer. Per avviare l'anteprima scegliere Project > Preview.
Progetto
File PPJ in cui Premiere andr a registrare la " playlist ". Un file PPJ non conterr dunque i file
originali ma solo dei collegamenti ad essi. In pratica come se il file PPJ fosse semplicemente
un indice che spiega a Premiere dove e in che ordine recuperare i video che compongono il
progetto. La prima operazione da compiere quella di importare in un progetto le clip che si
prevede di utilizzare nel lavoro di montaggio. Ad ogni progetto associata una finestra Project
che contiene tutte le clip che sono state importate in un progetto, cio il "materiale sorgente" che
sar utilizzato per il montaggio e la costruzione del video finale. Le clip che troviamo nella
finestra Project sono in realt dei " puntatori " che si collegano al materiale video e audio
originale che non entra dunque direttamente nel progetto, ma resta nella posizione in cui stato
memorizzato sull'hard disk. In questo modo, qualsiasi operazione di modifica eseguita in
Premiere, non comporter modifiche al materiale originale. Per ogni file viene mostrato il nome,
il tipo,la durata ed altre informazioni ; possibile aggiungere proprie descrizioni o proprie
annotazioni.
SECAM
Acronimo di Systeme en Couleur Avec Memoire, lo standard televisivo adottato in
Francia,Russia e altri paesi dell Est. Ha dimensioni del fotogramma e valore del frame rate
uguali a quelli del sistema PAL.
Semiquadro
Il segnale video televisivo trasmesso suddividendo ogni fotogramma in due semiquadri, uno
contenente tutte le linee orizzontali pari dell'immagine, l'altro tutte le linee orizzontali dispari.
Ogni secondo di video nel sistema PAL contiene 50 semiquadri (da cui i 25 fps), mentre nel
sistema NTSC ne contiene 60 (da cui i 30 fps).
Sovrapposizione
Tecnica che consiste nell'esecuzione contemporanea di due o pi clip video sovrapposte, in
modo che esse risultino , in tutto o in parte, visibili nel video finale . Premiere rende possibile
questa tecnica utilizzando innanzitutto le tracce video ausiliarie della Timeline (dalla 2 fino alla
99) e poi permettendo all'utente di definire all'interno delle clip delle aree di trasparenza,
attraverso le quali sia possibile vedere le clip sottostanti. Se infatti ad una traccia video inserita
nel canale pi alto della Timeline non viene applicata alcuna trasparenza , le clip nei canali

71

sottostanti non risulteranno visibili. Il metodo pi semplice per creare una sovrapposizione
consiste nel regolare il livello di opacit di una clip attraverso la barra di controllo dell'opacit
della Timeline . Per creare effetti di sovrapposizione pi sofisticati, Premiere dispone di 15
diversi metodi (o " chiavi " ) per definire in una clip el aree e le intensit delle trasparenze (Clip
> Video > Transparency ) .
Super VHS
Formato video in cui i segnali del controllo della luminosit (luminanza ) e del colore
(crominanza ) sono separati in due distinti segnali video ( detti Y e C ) . Questo formato
utilizzato nei sistemi S-VHS e Video Hi8, e pu essere correttamente interpretato solo da
televisori e videoregistratori dotati di ingressi e uscite Super VHS. Quasi tutte le schede di
acquisizione video dispongono di analoghe prese. La qualit e levata, sia perch i due segnali
sono separati, sia perch il sistema S-VHS utilizza 400 righe orizzontali delle 576 disponibili sul
monitor televisivo. Gli attuali prezzi dei sistemi S-VHS rendono questo standard analogico
competitivo e interessante rispetto allo standard digitale.
Supervideo CD
Sistema di registrazione su CD Rom che permette di memorizzare fino a 35 minuti di video. La
creazione di un Supervideo CD avviene per mezzo di software di masterizzazione che
supportano la creazione di questo tipo di CD (ad esempio Nero 5 ). In un Supervideo CD
possibile registrare solo video digitali nel formato MPEG - 2. La qualit di un Supervideo CD
elevata, essendo molto vicina a quella di un DVD. I Supervideo CD possono essere letti o
dall'unit CD ROM del computer o da un lettore DVD.
Testina di lettura
E' il cursore mobile che, sulla Timeline di Premiere, effettua la lettura dei canali. I canali
vengono letti dalla testina secondo un ordine preciso : da sinistra verso destra (per cui ci che sta
pi a sinistra viene letto prima, dunque precede nel tempo ) e secondo il principio della
sovrapposizione (per cui fra due canali quello pi in alto "copre ", cio si sovrappone, a quello
pi in basso ) .
Timebase ( Tempo base )
Modalit con cui Premiere effettua il conteggio del tempo per calcolare la precisione dell'editing
e per calcolare tutto lo scorrere temporale del video nel progetto. Ad esempio un timebase di 24
indica a Premiere di suddividere l'intervallo di un secondo in 24 sottointervalli. Ogni azione di
editing sar calcolata da Premiere usando come riferimento questa suddivisione temporale. In
generale selezionate un timebase di 24 per l'editing di un film per il cinema, 25 per un video TV
di tipo PAL o SECAM , 29.97 per un video TV di tipo NTSC , 30 per gli altri tipi di video .
Timeline
La Timeline l'area di lavoro principale di Premiere ed il luogo in cui viene costruito il video
finale aggiungendo e rimuovendo tracce , modificandone la lunghezza, impostando transizioni ed
altri effetti . La Timeline fornisce una visualizzazione generale del video in elaborazione
mostrando nel tempo l'inizio e la fine delle diverse tracce e le loro posizioni relative . Le clip
sorgenti importate nella finestra Project non entrano a far parte del video finale fino a che non

72

vengono inserite nella Timeline . Pi esattamente, non sono le clip sorgenti ad entrare
direttamente nella Timeline, ma piuttosto dello loro "copie", chiamate tracce . In questo modo
una singola clip sorgente pu generare nella Timeline pi tracce , ciascuna dei quali potr essere
modificata e manipolata in modo differente, senza alterare la clip originale che resta, in realt,
nella finestra Project. Per aprire o chiudere la Timeline scegliere Window > Timeline.
Title ( finestra )
La finestra Title di Premiere ( File > New > Title ) permette di creare un titolo o una
composizione grafica che poi possibile inserire nella Timeline come traccia sovrapposta ad un
video in elaborazione . In questo modo si possono creare non solo titoli di vario aspetto e
natura, ma anche effetti grafici particolari .
Transfer Rate
Misura della quantit di bit che, in un secondo, pu essere trasferita da una periferica ad un altra.
L'acquisizione e l'esportazione dei video richiede elevati transfer rate e dunque dischi e schede
con caratteristiche adeguate, pena la perdita di un elevato numero di fotogrammi (dropped frame
).
Transizione
Passaggio da una scena ad un'altra ; la pi semplice fra le transizioni costituita dal " taglio ",
ovvero il passaggio istantaneo fra una scena e quella successiva. Spesso per il video finale
richiede transizioni pi complesse, come ad esempio una dissolvenza o un effetto " zoom " .
Premiere offre una libreria con 75 differenti transizioni, con le quali possibile realizzare un
gran numero di effetti creativi . La libreria delle transizioni la palette delle transizioni . Per
visualizzare/nascondere la palette scegliere Window > Show/Hide Transitions . Le transizioni
devono essere inserite nella Timeline nel "canale delle transizioni" , e devono essere poste
nell'area di sovrapposizione delle due clip a cui si desidera applicare l'effetto.
Video CD
Sistema di registrazione su CD Rom che permette di memorizzare fino a 60 minuti di video. La
creazione di un video CD avviene per mezzo di software di masterizzazione che supportano la
creazione dei video CD ( ad esempio Adaptec Easy CD Creator 4 o Nero 5 ). In un video CD
possibile registrare solo video digitali nel formato MPEG - 1 . La qualit di un video CD non
elevata, essa simile a quella di una comune cassetta VHS. I video CD, diffusi soprattutto in
Oriente, possono essere letti o dall'unit CD ROM del computer o da un lettore DVD.
Video composito
Formato video in cui i segnali del controllo della luminosit (luminanza ) e del colore
(crominanza ) sono miscelati in un unico segnale video. Questo formato utilizzato nei
sistemi VHS e Video 8, ed quello che tutti i televisori domestici sono in grado di
interpretare. La qualit non elevata, sia perch i due segnali sono mescolati, sia perch il
sistema VHS utilizza solo 250 righe orizzontali delle 576 disponibili sul monitor televisivo.

73