Sei sulla pagina 1di 7

Emittente TV

VIDEO
Canale 286

Canale 678

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

66

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
venerd 11 novembre 2016 Anno XXix N. 258 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit locale: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Cambiano le mete, i gusti, le esigenze e la durata della vacanza

Turismo: serve passione, impegno


preparazione e cultura dimpresa

Lo Bianco: Siracusa considerata tra le citt europee pi accessibili


L
ultimo week end di ottobre, caratterizzato da for-

cultura

Fondazione
Inda al World
Travel Market
di Londra

te vento ed onde lunghe


che ripiegano su Ortigia,
Siracusa si mostrata sempre in tutto il suo splendore
offrendo ai tanti turisti, ancora massicciamente presenti
nella cittadina aretusea,
questo spettacolo inusuale, ma suggestivo, reso tale
dalle avverse condizioni
meteo. Una suggestione
non priva di simbolismo per
docenti, operatori turistici e
rappresentanti delle Istituzioni che, numerosi e fortemente motivati.

La Fondazione Inda e il

cinquantatreesimo ciclo
di spettacoli classici, che
questanno
potrebbero
avere i sopratitoli in inglese, ma anche le nuove strategie legate alla
creazione di pacchetti turistici che possano unire
le bellezze del territorio a
un evento unico come le
rappresentazioni al Teatro
Greco di Siracusa. E stato il commissario straordinario dellInda, Pier Francesco Pinelli, a illustrare
al World Travel Market di
Londra, la stagione 2017
e le tappe del percorso di
crescita a livello nazionale
e internazionale.
A pagina dodici

in foto, un momento del convegno tenutosi al Vermexio.

cronaca

A pagina tre

Denunciato
un giovane per
ricettazione

A seguito di furto di oggetti preziosi, consumato il 2


novembre scorso, in unabitazione sita in piazza Scieri - Contrada Lido di Noto,
Agenti in servizio al Commissariato di Noto hanno
effettuato mirati servizi.

A pagina dodici

U
n soccorso immediato e adeguato avrebbe salvato la vita
di questo ragazzo. La commissione parlamentare di inchiesta

sulla morte del militare siracusano Emanuele Scieri, presieduta


da Sofia Amoddio, ha ascoltato per oltre due ore e mezza i medici legali che avevano redatto le consulenze dopo lautopsia.
A pagina cinque

Inchiesta Drago, effettuato


in caserma lesame cinematico
M
ercoled scorso alla caserma Sabatini dei Lan-

cieri di Roma, stato eseguito lesame cinematico e


verificare la compatibilit
della dinamica della caduta del corpo di Tony Drago
dalla finestra al terzo piano
dello stabile con le ferite.

I militarii dellArma hanno


U
n uomo violento stato
eseguito mercoled un setratto in arresto dai CaraA pagina dodici

Sopra, la Commissione parlamentare su Scieri.

A pagina cinque

Rifiuti pericolosi
Maltrattamenti
infamiglia,arrestato Sequestrata
societ agricola
uomo violento

questro preventivo di una


societ agricola di Belvedere.

Emanuele
Scieri poteva
essere salvato

polizia a noto

carabinieri

binieri della Compagnia di


Augusta.

La verit emersa in Commissione

In foto, lapposizione dei sigilli da parte dei Carabinieri.

A pagina cinque

Economia 2
L
ultimo week end di
ottobre, caratterizzato

da forte vento ed onde


lunghe che ripiegano
su Ortigia, Siracusa si
mostrata sempre in
tutto il suo splendore
offrendo ai tanti turisti, ancora massicciamente presenti nella
cittadina
aretusea,
questo spettacolo inusuale, ma suggestivo,
reso tale dalle avverse
condizioni meteo. Una
suggestione non priva
di simbolismo per docenti, operatori turistici
e rappresentanti delle
Istituzioni che, numerosi e fortemente motivati, si sono ritrovati
sabato scorso presso
il Salone Borsellino
di Palazzo Vermexio
per animare il convegno Siracusa .2750:
il turismo in Italia da
Dionisio a Franceschini ed oltre.
Dalla citt aretusea,
fortemente
segnata dalla tirannide di
Dionisio nel V secolo
a.C., - ha ricordato nel
suo incipit Toti Piscopo, direttore editoriale
di Travelnostop.com prende vita un dibattito
sulla trasformazione
del turismo nel nuovo
millennio. Cambiano
infatti le mete, i gusti,
le esigenze e la durata
della vacanza: il turismo per sua natura
mutevole e gli operatori devono intuire tendenze e metamorfosi
per adeguarsi. Servono passione, impegno
preparazione, cultura
dimpresa, creativit
e voglia di cimentarsi
nel nuovo, ma anche
una rinnovata capacit di governo a tutti i
livelli di cui il ministro
Dario Franceschini
espressione.
Una occasione di dibattito fortemente voluto da Travelnostop.
com e Sicilia turismo
per tutti a conclusione
di una stagione positiva ed alla vigilia di una
nuova stagione che
vedr Siracusa celebrare i 2750 anni della
sua fondazione.
Una occasione non
solo per Siracusa ma
per tutta la Sicilia ha
esordito Pucci Piccione, presidente dellapposito Comitato che
richiede maggiore impegno da parte della
Regione, che ancora
non si pronunziata
sul tipo dintervento.
Cos come centrale il ruolo dellInda
che non viene sufficientemente utilizzato
come attrattore, al pari
dellintero segmento
del turismo religioso.
Argomento rilanciato
anche dallassessore comunale al turismo e vicesindaco di
Siracusa, Francesco
Italia che ha rappresentato le difficolt
dellente locale ad interloquire con lAsses-

Sicilia 11 novembre 2016, venerd

11 novembre 2016, venerd

Prende vita un
dibattito sulla
trasformazione
del turismo nel
nuovo millennio, cambiano
infatti le mete,
i gusti, le esigenze e la durata della vacanza
A fianco e sotto, due
momenti del convegno
sul turismo.

Siracusa 2750: punto di arrivo


e ripartenza per questa
capitale siciliana dellUmanit
La forte volont di connettere un sistema economico virtuoso al tessuto
della citt puntando non solo sullaccessibilit ma anche sulla sostenibilit

sorato, ricordando che


alla vigilia del 2017
non si conosce ancora
lentit dellintervento
economico per il 2016
inerente le manifestazioni gi programmate.
Scomoda la posizione di
Enzo Pupillo
che, intervenuto per
dare un saluto a nome
dellassessore Barbagallo, ha voluto chiarire la posizione dellAssessorato, ricordando
il varo del calendario
delle manifestazioni, il
nuovo bando e le attivit di riordino, pur in
assenza di proprie risorse economiche ed
in mancanza di quelle
comunitarie. Le risorse economiche pubbliche sono importanti
ma non fondamentali
ha ricordato Emilio Becheri, docente
allUniversit di Fi-

renze e studioso dei


movimenti turistici e
spesso contribuiscono
a dopare il mercato,
per come vengono impiegate. Sembra ha
aggiunto - che glinvestimenti siano fatti
per un mercato immaginario, mentre quello
reale richiede servizi
funzionali insieme ad
informazioni puntuali e non occasionali.
Nonostante noi ha
concluso Becheri - il
turismo continuer ad
aumentare nel mondo, bisogner essere
bravi ad intercettare i
flussi.
Una esortazione
arrivata da Magda
Antonioli, direttore del
master in economia
del Turismo presso
la Bocconi di Milano,
la quale ha elogiato
le potenzialit di que-

sta terra insieme alla


creativit dei siciliani.
Entrambi
elementi
vincenti ha aggiunto
rispetto alla programmazione ed alla capacit di fare sistema,
entrambi mali italiani.
Continueremo a parlarne ma anche a litigare.
Le diverse opportunit
e bellezze che offre la
Sicilia devono essere
apprezzate, valorizzate e promozionate dagli stessi siciliani e da
una classe imprenditoriale sempre pi professionale e sempre
pi impegnata . Oggi vi
ho sentito rammaricati
per le avverse condizioni meteo personalmente ha concluso
Antonioli - ho goduto
dello spettacolo suggestivo delle onde alte
che hanno lambito le
strade di Ortigia.

Opportuna la citazione
di Dionisio ha richiamato Elisabetta Calandrino, presidente dello
Skal Palermo per ricordare che Siracusa
sempre stata ospitale,
e nei secoli si evoluta. Ma oggi sempre
pi performante offrire
servizi di qualit. Gli
ha fatto eco Vincenzo
Asero, docente di economia allUniversit di
Catania: lo sviluppo
turistico di un territorio
necessita ha detto
Asero, tra affermazione e provocazione - di
un approccio sistemico
che si fondi sul coinvolgimento di tutti gli operatori locali. necessario definire strategie,
perseguendo obiettivi
raggiungibili in termini
di mercato e misurabili
in termini di risultato.
Laddove un territorio
ha avviato una sua
progettualit turistica,
occorre capitalizzare
esperienze,
competenze e conoscenze
maturate, per non dover ripartire sempre da
zero - ha concluso penalizzando i risultati
raggiunti nel tempo.
Animati,
appassionati, propositivi e privi di spunti polemici,
glinterventi che si
sono alternati nellarco della mattinata da
Pier Francesco Rizza
che a nome del Lions
Siracusa Host ha ricordato alcune criticit relative a mobilit e
vivibilit. Tema ripreso

dal giovane Marco Ferrante a nome dellAgriturist ha lamentato la


mancanza di segnaletica adeguata in grado
di fornire indicazioni
inequivocabili e Giuseppe Rosano, presidente degli albergatori
ha suggerito lintroduzione di audio guide
in lingua da fornire ai
turisti che assistono
alle rappresentazioni
classiche ed allindirizzo dellAssessorato
qualche frecciata per i
contenuti del Piano di
propaganda 2017, la
cui bozza stata predisposta e presentata
qualche giorno fa.
Anche Mario Bevacqua
ha voluto sottolineare
la eccezionalit dellevento celebrativo che
sar di richiamo per
la Sicilia tutta e di cui
si far ambasciatore
presso lormai prossimo congresso dellUfftaa, lorganismo mondiale che rappresenta
le federazioni nazionali
degli agenti di viaggio.
In tale occasione ha
ricordato sottoscriveremo un simbolico
gemellaggio tra due
aree specifiche quella dei Caraibi e quella
del Mediterraneo con
Cuba capitale della
prima e la Sicilia della
seconda. Soddisfatta
Bernadette Lo Bianco
principale animatrice
del turismo per tutti, il
cui paziente lavoro e le
sensibilit diffuse hanno fatto s che Siracusa
venga considerata tra
le citt europee pi accessibili. Anche Francesco Italia, nella sua
qualit di vicesindaco,
non ha mancato di puntualizzare e rassicurare
e rilanciando un tema a
lui caro legato alla forte
volont di connettere
un sistema economico
virtuoso al tessuto della citt puntando non
solo sullaccessibilit
ma anche sulla sostenibilit. E proprio il Comitato Siracusa 2750
la struttura di rappresentativit, raccordo e
programmazione ha
concluso Italia - tra i
soggetti pubblici e privati che vogliono concorrere allo sviluppo
turistico per le celebrazioni ed oltre.
Osservazioni, suggerimenti,
indicazioni,
dichiarazioni dintenti,
tante criticit irrisolte e
tante altre di non facile soluzione. Ma tanta volont di fare e di
fare bene ed in poco
tempo. Questo emerso in questo sabato di
fine ottobre a Siracusa
dove il forte vento sembrava voler spazzare
le parole e le onde
lunghe che lambivano,
quasi a sommergere,
Ortigia volessero impetuosamente ricordare
e ribattezzare a nuova
vita Siracusa, capitale
dellUmanit.

Incontro
culturale:
Afrodite:
la bellezza celeste
e terrestre

Afrodite, Dea greca dellamore


sensuale e profano da un lato, spirituale e profondo dallaltro, della
bellezza e dellarte il tema dellincontro culturale dal titolo: "Afrodite:
la bellezza celeste e terrestre", che
Nuova Acropoli organizza in occasione della Giornata Mondiale della
Filosofia. La relatrice Lucia Sinnona si soffermer sul tema della bellezza interiore legata allessere veri

Sicilia 3

SiracusaCity

ed autentici e, attraverso Afrodite,


ci condurr ad esplorare il grande
tema del rapporto con s stessi e
della propria interiorit; la bellezza
infatti qualcosa che va ben al di
l dellestetica ed ha molto a che
fare col concetto di armonia.
Lincontro si terr sabato 12 Novembre alle ore 18,30 presso la
sede di Nuova Acropoli in Viale Tunisi, 16. Lingresso libero.

Parte Classe Democratica,


la scuola di formazione del Pd

Prende il via Classe Democratica,


la Scuola di formazione politica
del Partito democratico

lassedem segna
il ritorno ad investire
fattivamente e con
convinzione sulla formazione politica di
qualit e strutturata,
come momento essenziale di selezione,
di studio, di approfondimento aperto alle
nuove generazioni,
le stesse che si candidano ad essere la
futura classe dirigente. I giovani sono alla
ricerca di un bene comune da perseguire,
in contrapposizione a
quella cultura negativa ormai radicata,
di bene personale.
Oggi pi che mai, in
un contesto di profonda crisi economica e occupazionale,
chiedono che i nostri
rappresentanti
si facciano carico
delle problematiche
dei giovani, affrontandole con politiche
mirate e coraggiose.
Chiedono, soprattutto, di essere protagonisti dei dibattiti istituzionali e delle attivit
politiche.
Classe
Democratica Sicilia, la prima
scuola di formazione
politica del Partito
democratico in programma tra Siracusa
e Catania da venerd
11 a domenica 13 novembre.
Il coordinatore di
Classe Democratica,
e responsabile formazione nazionale
del Pd, Andrea De
Maria, il Sindaco di
Prato, nonch Responsabile Immigrazione ANCI, Matteo
Biffoni, il
sottosegretario ai Beni culturali Antimo Cesaro,
sono solo alcuni dei

partecipanti a ClasseDem Sicilia, la


classe di formazione
politica organizzata
dal PD provinciale
di Siracusa e dal PD
provinciale di Catania, che si terr a
Siracusa, presso la
Camera di Commercio, domenica 13
novembre dalle ore
16 alle 20. Liniziativa si terr anche a
Catania, venerd 11 e
sabato 12 novembre,
dove interverranno Il
ministro della Difesa Roberta Pinotti,
l'ex Presidente della
Camera dei Deputa-

Levento si terr domenica 13 a Siracusa presso la camera di Commercio.

ti Luciano Violante,
ed il condirettore del
quotidiano l'Unit An-

drea Romano.
valorizzare in Sicilia
Si deve a quattro gio- l'esperienza maturata
vani l'esperimento di a Classe democra-

Sar un cimitero unico per il mezzogiorno per la gran parte ipogeo

Nuovo cimitero di Siracusa, ultimi


dettagli prima del voto in Aula
Riunione

ieri in
commissione
urbanistica, per la
delibera sulla costruzione in project
financing del nuovo
cimitero di Siracusa.
Erano presenti i
professionisti della
Ica che hanno redatto il progetto per
la realizzazione di
oltre 20mila sepolture nellarea individuata nella zona
del circuito automobilistico. Lingegnere Fabio Corvo ha
sottolineato come
tutta la do- cumentazione sia completata e ha ricostruito liter del bando
rallentato da una
serie di ricorsi che
sono stati superati.
Quindi ha presentato la nuova time

Sopra, il nuovo cimitero di Siracusa.

line che dovrebbe


portare, entro sei
mesi dallapprovazione della delibera
in Consiglio comunale allapertura del
primo cantiere.
Sar un cimitero
unico per il mezzogiorno - ha spiega-

to Corvo -. Per la
gran parte ipogeo,
a bassissimo impatto
ambientale,
che prevede il riuso
delle acque meteoriche e pannelli fotovoltaici. Gli studi
hanno dimostrato
che la zona non

soggetta a criticit
idrauliche mentre il
dirigente comunale Nunzio Navarra
ha ribadito il basso
impatto ambientale della struttura. I
consiglieri comunali hanno posto una
serie di questioni, in
particolare sui tempi di realizzazione e
sugli espropri che,
stato ribadito nel
corso del dibattito,
non saranno a carico del Comune.
Molto
importante
anche la realizzazione del forno crematorio e il basso
impatto ambientale,
in tutto il suo complesso, della struttura.
La
commissione
urbanistica dovrebbe tornare a riunirsi

tica, la scuola di formazione allestita nei


mesi scorsi dal PD
nazionale: si tratta di
Luca Campisi e Giuseppe Cannav per
Siracusa e Amanda
Catania e Mario Gerbino per Catania.
Le lezioni, che si
svolgeranno tra la
sala conferenze della
Camera di Commercio di Siracusa e Villa
Fortuna ad Aci Trezza (Catania), saranno incentrate su temi
di stringente attualit
politica. A Siracusa si
rifletter su Immigrazione ed integrazione, senso dellaccoglienza, cambiamenti
in Europa e nel Mediterraneo e il ruolo
della cultura e del
turismo per il rilancio del Meridione. A
Catania si discuter
invece di riforma della Costituzione. Saranno presenti inoltre i parlamentari e
gli amministratori del
Partito democratico
nazionale e siciliano.
gioved per esprimere il proprio voto
sulla delibera che
stata presentata.
Il progetto prevede
la realizzazione di
circa 20mila loculi.
Sepolture in sepolcreti dal 2 posti 240
(480); sepolture in
sepolcreti da 4 posti 240 (960); sepolture in cappelle
da 6 posti 72 (432);
sepolture in cappelle da 10 posti 40
(400); sepolture in
cappelle da 12 posti
96 (1.152).
Il campo di inumazione sar di 20mila
metri quadrati per
complessive 3.800
sepolture, il cimitero
non cattolico sar
su una superficie di
6.335 metri quadrati
per 1.000 sepolture,
il cimitero per animali da affenzione
sar di 2mila metri
quadrati; il giardino
della memoria con
steli cinerarie sar
di mille metri quadrati.

SiracusaCity 4

Sicilia 11 novembre 2016, venerd

Centro anziani Epipoli


Bandiera: No a chiusura

La

rete sociale
siracusana per l'inclusione degli anziani
deve essere potenziata e non smantellata.
La chiusura del centro diurno Epipoli
una scelta scellerata
di un'amministrazione comunale che sostiene di investire nel
sociale ma che nella
realt sa solo tagliare
indiscriminatamente,
e lo fa sulla pelle dei
pi deboli. Una sinistra che dai banchi
dell'opposizione era
un tempo paladina dei
diritti di quegli stessi
anziani che oggi mortifica.
Gli ospiti del centro
Epipoli hanno il diritto di tornare ad avere prima possibile un
luogo in cui ritrovarsi,
condividere, socializzare. Uno strumento
contro la solitudine
cancellato vergognosamente dal comune
di Siracusa", lo ha
dichiarato l'onorevole Edy Bandiera, coordinatore di Forza
Italia per la provincia
di Siracusa nel corso
di un incontro con la
stampa avvenuto sta-

Risponde lassessore Sallicano:


Tutti hanno capito,
meno uno. Ad impossibilia
nemo tenetur

Dopo la dismissione del contratto d'affitto dei locali il comune


non ha trovato migliore soluzione se non la chiusura

In foto, la mobilitazione di ieri mattina.

mane di fronte al portone, ormai chiuso,


del centro. Sulla strada, insieme a Bandiera, cinquanta anziani
e Mary Sessa, consigliere del Consiglio di
circoscrizione.
"Dopo la dismissione
del contratto d'affitto
dei locali il comune
non ha trovato migliore soluzione se
non la chiusura - prosegue Bandiera -,
quando avrebbe potuto traslocare il cen-

tro anziani in locali di


propriet presenti nel
quartiere o attivare
un bando trasparente
di evidenza pubblica,
con base a ribasso,
per la locazione di
nuovi ambienti, senza alcun aumento di
costi rispetto all'affitto
sino ad ora pagato, di
10 mila euro l'anno".
"Il centro Epipoli ospitava decine di anziani, che si autotassano
per svolgere le proprie attivit - conclude

l'esponente azzurro
-. Si tratta di cittadini che non dobbiamo
deludere bens tutelare.
Dopo avere ridotto i
tempi di erogazione
del servizio asili nido,
passando da 11 mesi
a 9 mesi e mezzo
all'anno, penalizzando le famiglie, il comune non faccia lo
stesso errore con gli
anziani. Il centro diurno deve essere riattivato al pi presto.

del 2015 il M5S Siracusa


denunci e sollecit lintervento dellAnas
affinch i lavori per il ripristino dell'illuminazione nelle gallerie presenti sulla
tratta autostradale Siracusa Catania iniziassero quanto prima. Dopo un lungo
periodo di attesa. per laggiudicazione
dellappalto, finalmente i lavori iniziarono.
Purtroppo, dopo alcuni mesi, dalla riattivazione, dellimpianto di illuminazione
allinterno dei tunnel, si sono ripresentate
le stesse problematiche, gallerie parzialmente illuminate o del tutto al buio. Pare
che i ladri di rame siano tornati in azione,
cos come ha comunicato l'Anas lo scorso mese.
Nel tratto autostradale non manca nulla,
unattenta progettazione ha previsto i pi
moderni impianti di ventilazione, di SOS,
di telecontrollo, di pannelli a messaggio
variabile e di illuminazione. La sicurezza
degli utenti dovrebbe essere garantita, da
un costante monitoraggio de traffico, che
si avvale di un sistema di sorveglianza in
diretto collegamento con una sala di controllo situata a Passo Martino. E allora
ricapitoliamo, questo sistema di sorveglianza funziona oppure tutto spento?
Se fosse stato realmente attivo, avrebbe
impedito il verificarsi dei furti e di conseguenza la mancanza di illuminazione nelle gallerie?

da ricordare che, a seguito ai furti di


rame fu il sindaco di Catania a dichiarare: Per quanto riguarda i furti di cavi di
rame abbiamo provveduto a sostituire i
cavi rubati con quelli di alluminio, che
non hanno mercato. Evidentemente
non si deve dare per scontato nulla vista l'attuale situazione. Inoltre, nei giorni
scorsi, Anas ha assunto l'impegno , in
presenza del Prefetto di Siracusa, promettendo di riattivare l' illuminazione
nelle gallerie della autostrada SiracusaCatania.
Il portavoce allArs, Stefano Zito ha dichiarato; Siamo in attesa che il presidente, della commissione regionale
Territorio ed Ambiente, convochi da un
anno, i vertici siciliani dellAnas al fine di
potere avere dei chiarimenti. Probabilmente questo argomento non interessa
al PD ed al presidente della commissione, visto che rivolgono le loro attenzioni
su altro.
La stessa Anas, ha pubblicato un bando di gara per porre rimedio ai pesanti
disservizi causa di numerosi e gravi incidenti. Un bando di gara con procedura
di accordo quadro per un investimento
complessivo di 60 milioni di euro, destinato a tutto il territorio nazionale. Un
terzo di questa cifra, pari a 20 milioni,
destinato alla rete in Sicilia.

Il medico legale di parte e quello a suo tempo nominato dal Pm. Tesi a confronto e una certezza

Emanuele Scieri
poteva essere salvato

Forza Italia e il suo coordinatore provinciale devono proprio essere a corto di idee, di iniziative,
di impegni e di proposte. Il loro tanto accanito
quanto inutile interessamento alle sorti del Centro anziani di Epipoli pu spiegarsi solo cos
argomenta cos lassessore alle Politiche sociali,
Giovanni Sallicano -.
Lon. Edy Bandiera, se avesse voluto, avrebbe
potuto e dovuto contattare opportunamente l'assessorato alla Politiche sociali e alla Famiglia,
nonch direttamente l'assessore, per avere ogni
delucidazione in merito e tutte le notizie utili, invece di cavalcare un'improbabile e sprovveduta
battaglia e di organizzare incontri per comunicare
mobilitazioni degne di miglior causa.
Comunque, nell'ambito di un'auspicata collaborazione con tutte le forze sociali e politiche, si
rinnova la disponibilit dell'assessore ad un incontro chiarificatore anche al fine di analizzare
eventuali proposte positive e percorribili, che non
abbiano per le caratteristiche della mera campagna pubblicitaria e della sponsorizzazione non
richiesta, espressioni di una politica vetusta.
Non c' peggior sordo di chi non vuol sentire.
Sono state offerte alla cittadinanza, ivi incluso
l'on. Bandiera, le motivazioni corrette del legittimo operato dell'amministrazione. Tutti hanno
capito, meno uno. Ad impossibilia nemo tenetur.

Torna a riunirsi questa mattina alle 11

lassemblea dei soci del consorzio Ias,


che gestisce il depuratore biologico
di Priolo, con allordine del giorno lelezione del nuovo presidente del cda.
Si tratta della seconda convocazione,
dato che il 7 ottobre lassemblea era
saltata per lassenza del rappresentante della Regione. Infatti, a eleggere il
nuovo presidente dellIas dovranno essere i rappresentanti dellIrsap, (ex Asi)
socio pubblico di maggioranza, con il
70% delle azioni, e i rappresentanti dei
soci privati di minoranza, Priolo Servizi,
Comune di Melilli, Esso Italiana, Isab
Energy, Comune di Priolo, Sasol Italy
e Versalis.
Attualmente, lIrsap stato affidato a
Maria Grazia Elena Brandara la quale, il 26 agosto, ha assunto lincarico di
commissario straordinario.
Intanto, le segreterie territoriali di
Filctem, Femca e Uiltec e la Rsu della
societ Ias, dopo lo sciopero, esprimono forte rammarico per la mancanza di
riscontri dalle istituzioni e degli enti interessati. La protesta dei lavoratori ha
assunto contenuti storici, dopo 25 anni,
lo sciopero ha messo in crisi per 24 ore,
l'intera area industriale siracusana, lanciando un forte messaggio necessario
a far comprendere la gravit della si-

Maria Grazia Elena Brandara.


tuazione in atto al depuratore consortile di Priolo. Messaggio si legge in
una nota del sindacato - che sembra
non essere stato colto dalla classe
dirigente del territorio, che in questa
vicenda sta mostrando tutta la propria inconsistenza. Se entro qualche
giorno, non giungeranno riscontri fattivi dagli enti interessati, i lavoratori
torneranno a utilizzare lo strumento
dello sciopero, stavolta impedendo
totalmente il conferimento dei reflui al depuratore, fin quando non si
giunger a una soluzione definitiva
del problema. Per quanto riguarda la
nomina di presidente, da indiscrezioni dovrebbe essere probabilmente il
commissario dellIrsap, Maria Grazia
Elena Brandara.

SiracusaCity

Gli esperti nominati dal giudice hanno ricostruito


allinterno della caserma Lancieri la caduta del militare

Inchiesta Drago,
effettuato lesame
cinematico

Ritrovato, tre giorni dopo la morte, in avanzata fase di decomposizione M

U
n soccorso immediato e adeguato avrebbe salvato la vita di questo ragazzo. La commissione par-

Torna il buio allinterno delle gallerie IAS, stamane il cda elegge


dellautostrada Catania-Siracusa
il nuovo presidente

Nellagosto

Sicilia 5

11 novembre 2016, venerd

lamentare di inchiesta sulla morte del militare siracusano Emanuele Scieri, presieduta da Sofia Amoddio,
ha ascoltato per oltre due ore e mezza i medici legali
che avevano redatto le consulenze dopo lautopsia
sul corpo del par morto il 13 agosto del 1999 nella
caserma Gamerra di Pisa e a rilasciare questa dichiarazione stato uno dei consulenti di parte della
famiglia, Giuseppe Bulla, ascoltato assieme al medico legale allora incaricato dalla Procura della Repubblica, Luigi Papi.
In sede di audizioni, infatti, emersa lesigenza di
comprendere se le cause della morte del militare siracusano avvenuta il 13 agosto del 1999 sono dovute a una caduta dalla scala della torretta dei paracadute dove sarebbe stato costretto ad arrampicarsi
o se alcune delle lesioni riscontrate sul corpo siano
riconducibili ad altre cause In tutto 20 lesioni - tra
mani, piede, colonna vertebrale e costole - sul corpo
di Emanuele Scieri ritrovato, tre giorni dopo la morte,
in avanzata fase di decomposizione. E la causa della
morte secondo i due consulenti dovuta proprio alle
gravi lesioni dopo la caduta e limpatto sul dorso.
Il decesso non stato immediato: Papi parla di "alcune decine di minuti di agonia" mentre secondo il
legale della famiglia, Scieri sarebbe stato agonizzante per ore.
Carlo Garozzo, amico del militare e membro del
comitato Verit e giustizia per Lele, a conclusione
dellaudizione, ha riassunto in un post sulla pagina
Facebook:"Non stato facile seguire l'audizione

La Polizia a Noto denuncia


un giovane per ricettazione

A seguito di furto di oggetti preziosi, consumato il 2 novembre scorso, in unabitazione sita


in piazza Scieri - Contrada Lido di Noto, Agenti
in servizio al Commissariato di Noto hanno effettuato mirati servizi di controllo negli esercizi
commerciali di compro oro. Le indagini hanno
consentito, nel corso di un controllo eseguito in
unattivit commerciale, sita in Corso V. Emanuele, di recuperare tutti gli oggetti rubati alla proprietaria. E stato, altres, individuato il responsabile della ricettazione un giovane, P.A. 25 anni
il quale aveva ceduto i preziosi al commerciante
in due soluzioni ricevendo quale corrispettivo la
somma di 1.230 euro. Il ricettatore stato denunciato e i preziosi restituiti allavente diritto.
Ad Avola gli Agenti in servizio al Commissariato in servizio di controllo del territorio, giunti in
prossimit della circonvallazione intercettavano
unautovettura con a bordo tre individui che, alla
vista della Volante di Polizia, si davano alla fuga
agevolati dallintenso traffico veicolare. Non prima di aver gettato dal finestrino una busta contenente 135,50 grammi di marijuana. La droga veniva recuperata e sequestrata. Indagini in corso.
Ad Augusta nella giornata di ieri, nellambito
delloperazione di Polizia denominata Trinacria, Agenti in servizio al Commissariato hanno
effettuato uno straordinario servizio di controllo
del territorio ed hanno identificato 73 persone,
controllato 56 veicoli, elevato 4 sanzioni amministrative e controllato 5 persone sottoposte ad
obblighi.
Agenti della Polizia di Stato, in servizio alla
Squadra Mobile, insieme ai colleghi della Polizia
Amministrativa e delle Volanti, hanno effettuato
dei controlli amministrativi in un esercizio commerciale, sito nei pressi di Via Pietro Novelli. Il
titolare del locale pubblico stato denunciato per
esercizio abusivo dellattivit di giochi e scommesse. Nelloccorso sono stati sequestrati 4 personal computer utilizzati per tale illecita attivit.
Agenti della Polizia di Stato, in servizio alle Volanti della Questura di Siracusa, hanno denunciato quattro persone per inosservanza agli obblighi
derivanti dalle misure limitative della libert personale cui sono sottoposti.

In foto, la Commissione parlamentare su Scieri.

dei medici legali in commissione parlamentare d'inchiesta. Vedere sfogliare dossier di foto e scorgere
qualcosa. Il cuore scoppiare e la rabbia salire. La
rabbia che mai finir, che non andr mai a dormire.
Le domande dei commissari e le risposte fredde dei
medici. Il medico legale di parte e quello a suo tempo
nominato dal Pm. Tesi a confronto e una certezza:
Emanuele Scieri poteva essere salvato. Con oggi la
conferma che Emanuele stato ucciso, una volta,
due volte, tre volte. Tre giorni e tutto il tempo per
fare ci che si voleva. Grazie ai commissari per le
domane poste, per l'attenzione prestata e la determinazione nel cercare di capire. Oggi resta il dolore
nel ricordare le parole di quei dottori. Mi fermo qua,
credo possa bastare". La commissione si poi riunita anche ieri ascoltando uno dei militari presenti
all'epoca dei fatti.

ercoled scorso alla


caserma Sabatini dei
Lancieri di Roma, stato
eseguito lesame cinematico e verificare la compatibilit della dinamica della
caduta del corpo di Tony
Drago dalla finestra al terzo piano dello stabile con
le ferite riscontrate nel corso dellautopsia eseguita
due settimane fa allobitorio del cimitero di Siracusa.
La Procura di Roma, che
ha riaperto il caso del militare siracusano morto in
circostanze ancora tutte
da chiarire il 6 luglio 2014,
ha dato espresso incarico a un esperto, Federico
Boffi, direttore tecnico del
laboratorio di microscopia
elettronica del servizio di
Polizia scientifica. Il perito
eseguir un esperimento,
simulando la caduta del
militare dalla finestra posta a unaltezza di 10 metri
e potr cos verificare la
compatibilit delle lesioni riscontrate sul corpo di
Drago che non sembrano
causate soltanto da uno
scontro con il suolo.

Tony Drago.

Un particolare ringraziamento vogliamo darlo alla


Stonex - dice la signora
Rosaria Intranuovo, madre
di Tony Drago - che mette a
disposizione di noi familiari
la strumentazione laser per
il rilievo con scanner 3D dei
luoghi oggetto di perizia.
I familiari di Drago vogliono continuare a tenere alta
lattenzione sul caso del
loro congiunto. E per farlo
sono ricorsi a un manifesto
gigante, fatto affigge- re in
viale Tica, in cui campeggia la foto di Tony con il
messaggio forte che richiama alla ricerca della verit
e a fare, quindi, giustizia
sul caso del militare troppo
in fretta archiviato come
suicidio.

Nel

Siracusano 6

11 NOVEMBRE 2016, VENERD

Sicilia 11 NOVEMBRE 2016, VENERD

Calendario storico dellArma 2017: dalla prefazione


al calendario del comandante generale Tullio Del Sette
I simboli sono rap-

presentazioni estetiche dellessenza; essi


colgono in profondit
meglio il cuore delle
cose. E dunque ai propri simboli che lArma dedica ledizione
2017 del Calendario
Storico, presentandoli attraverso i diversi
stili con i quali larte
grafica si manifestata nel tempo, a partire
dal 1814, anno di nostra Fondazione. La
grafica, la pi diffusa
e comune delle espressioni visive, fatta di
linee e colori definiti e
chiari quanto attenti ai
cambiamenti della societ, parsa strumento artistico idoneo a
rappresentare il modo
di essere Carabiniere,
cittadino e soldato della legge, vocato alla
prossimit e al servizio di ciascuno e di
tutti, sempre interprete del suo tempo, con
il cuore e la mente al
futuro.
I due Carabinieri
in copertina, inseriti nellaura rossoblu
dellArma, luno con
luniforme bisecolare
e laltro con quella attuale, ambedue espressione di presenza attiva, vicina e amica,
garanzia di sicurezza
e tangibile segno di
fedelt, vegliano alla
tutela della nostra
gente e dei nostri agglomerati urbani. Nel
classico carattere Bodoni di inizio 800,
labbreviazione CC
della parola Carabinieri che, sul suggerimento del grafico
Armando Milani, apre
il percorso artistico:
luna racchiude al suo
interno il contributo
dellultracentenario,
raffinato intellettuale
e artista, Gillo Dorfles, che ringrazio per
laffettuosa vicinanza e la profondit del
pensiero, e il giudizio
critico, dotto, arguto
e avvincente, di Philippe Daverio, anche
questanno prestigioso
collaboratore del no-

Il filo conduttore che lega i mesi dell'anno


costituito dal tema I simboli dellArma
stro progetto culturale
e artistico insieme alla
bravissima Silvia Di
Paolo; laltra contiene
la mia presentazione.
Quindi la sequenza
delle tavole mensili,
tutte sviluppate con lo
stesso criterio: a destra
la tavola che riprende
il simbolo dellArma
prescelto e, a sinistra,
nella stessa grafica, la
pagina correlata contenente notizie storiche
sul simbolo e sul segno
darte che lo raffigura.
La tavola di Gennaio
non poteva che essere
dedicata alla Carabina, dalla quale lArma prende il nome,
realizzata in una grafica ottocentesca; fa
da scenario la citt di
Torino dove i Carabinieri sono nati con le
Regie Patenti del 13
luglio 1814. In quella di Febbraio, nello
stile Vittoriano, per
noi Umbertino, tipico della seconda met
dell800, campeggia,
altero e maestoso, lElmo dei Corazzieri con,
sullo sfondo, la Firenze capitale dItalia
che, nel 1868, li tenne
a battesimo. A Marzo
lArt Nouveau, raffinata espressione artistica
e culturale di fine 800,
a rievocare, con le sue
forme sinuose ed eleganti, la Daga del Carabiniere. Per Aprile, il
tratto sobrio e raffinato
del Wiener Werksttte,
in voga ai primi del
900 in una Vienna
cuore pulsante della
cultura europea, esalta
lAlamaro dei nostri
colletti. Il Futurismo,
pressoch coevo e pi
italiano, fa da cornice,
nel mese di Maggio,
alla Bandoliera e alla
inscindibile Giberna,
segni inconfondibili
del Carabiniere in servizio. La Banda Rossa
dei pantaloni, ulteriore
arcinoto e antichissimo nostro segno, viene proposta nel mese

di Giugno nello stile


Bauhaus degli anni 20
del secolo scorso, in
uno scenario originalissimo ed evocativo.
Nella doppia pagina
centrale la Fiamma,
con un segno grafico contemporaneo,
proposta in una elaborazione geometrica
nitidissima, cristallina come lArma; essa
filtra la luce chiara e
intensa della passione
e della dedizione del
Carabiniere, trasformandola nei colori
della Bandiera, a testimonianza del quotidiano e generoso impegno per lItalia e gli
Italiani.
La narrazione prosegue nei mesi di Luglio e Agosto con due
elementi
uniformologici: il Pennacchio
rosso-blu della Grande
Uniforme Speciale, a
simboleggiare con i
suoi colori il coraggio
e la fedelt, e il Mantello, foderato di saglia rossa; immagini
dellArma tra passato,
presente e futuro. A
rappresentarli, rispettivamente, gli stili Art
Dco e Razionalista,
espressioni della grafica degli anni 30 e 40
del 900. Le rotonde
forme dellOptical Art
degli anni 60 disegnano, per Settembre,
la Lucerna, emblematico copricapo del
Carabiniere dalle origini. La tavola in stile

Hippie degli anni 70


del mese di Ottobre
dedicata al Basco: le
sue diverse colorazioni richiamano i reparti che lo indossano,
dal blu tradizionale,
al rosso dei Cacciatori, allamaranto dei
Paracadutisti, al nero
della Linea Mobile, al
celeste dei Carabinieri
delle missioni ONU e
al verde di quelli Forestali. La Saetta e il
numero di emergenza
112, espressioni visive del nostro Pronto
Intervento, vengono illustrati nellinconfondibile stile Pop degli
anni 80 nella tavola
di Novembre; sono segni di efficienza che,
rapidi e incisivi, si dirigono verso labitato
per garantirne la sicurezza. La grafica contemporanea del mese
di Dicembre propone
il polso di un Carabiniere il cui orologio ci
rivela cos lArma:
linsieme armonico,
di tutti i suoi Carabinieri - richiamati dai
gradi in cerchio della
pagina a fianco - che
animano, compatti, le
sue componenti, evidenziate cronologicamente dai Simboli che
le contraddistinguono,
dallultrabicentenaria
Territoriale, alla nuova
Forestale. Esse, come
perfetti ingranaggi di
un organismo performante e vibrante, con
la loro efficacia, au-

tonoma e sinergica,
rendono lArma cos
attenta, efficiente e
utile e le consentono
di guardare al futuro
con ben riposta fiducia. Nella tavola finale,
sublimata dalla pagina
a fianco che rende il
tradizionale, doveroso
omaggio alle decorazioni concesse alla nostra Bandiera e ai nostri Eroi, si ribadisce,
con una tecnica affatto
moderna e avveniristica, limprescindibile
valenza dellelemento
umano che, per il Carabiniere, viene prima
di ogni altro, professionale e tecnico. In
carattere Helvetica,
il pi diffuso al mondo, le parole Etica
alla base e, quindi,
Onore, Integrit, Rispetto, Competenza,
Impegno, Efficienza,
Coesione,
Serenit,
Tradizione, Fedelt e,
infine, Fede, attraverso
gli elementi orizzontali delle E che li accomunano, costituiscono
i pioli di quella scala di
virt e qualit, ideata
ancora da Milani, che
conducono alla Fiamma dellinconfondibile
Berretto rigido nero,
che le racchiude tutte:
faro che illumina lo
sguardo, lorizzonte,
il pensiero e lazione,
come devessere fuoco
che scalda il cuore, del
Carabiniere. Traspare
il volto, assorto, impegnato e sereno, dello
stesso giovane commilitone che in copertina,
si affianca a quello pi
anziano, ispirato dagli
stessi valori.
Agenda dellArma
2017
LAgenda dellArma
dei Carabinieri 2017 si
rinnova e si aggiorna
nel trentottesimo anno
della sua pubblicazione (risale infatti al
1979 la prima edizione).
Cambia il formato.
Cambia la copertina

nelle dimensioni, nel


colore e nella grafica
con la Fiamma; la costola si tinge di rosso.
Il diario su base settimanale, con possibilit di rinvio a unampia parte destinata alle
note. Le informazioni
sui Comandi dei Carabinieri e sui reclutamenti sono rese
fruibili attraverso codici QR, leggibili con
smartphone e tablet
che rimandano alle pagine del sito www.carabinieri.it e dei social
network istituzionali.
Altri codici QR consentono laccesso ad
altre notizie sullArma, sulla sua storia e
sui periodici: il nuovo
Notiziario Storico e
i tradizionali Il Carabiniere e Rassegna
dellArma.
Si arricchisce la rubrica sulle date importanti dellArma.
Viene riproposto lampio inserto storico,
introdotto come novit lo scorso anno con
le cronache sul centenario della Grande
Guerra e il settantennale della liberazione.
Questanno dedicato
alla Musica nellArma
e rendo omaggio alla
Banda musicale e alle
Fanfare dei carabinieri. E un dettagliato
excursus sulla storia
dei complessi musicali dellArma, impreziosito da curiosit e
tante immagini, per
lo pi inedite, curato
dal Gen. B. Claudio
Domizi e dal Maestro
Ten. Col. Massimo
Martinelli.
Brani scelti del loro
vastissimo repertorio
potranno essere ascoltati ricorrendo allulteriore codice QR che
apre la sezione.
A introdurre il testo
monografico, gli autorevoli interventi di due
straordinari esponenti
del panorama musicale internazionale: il
Compositore Michele
DallOngaro, Presidente - Sovrintendente
dellAccademia
Nazionale di Santa
Cecilia, e Sir Antonio
Pappano,
Direttore
dorchestra di impegni e di fama mondiali, Direttore Musicale
della stessa prestigiosa
Accademia Nazionale
di Santa Cecilia.

Casmene, fortezza
siracusana sul Monte Casale
di Laura Cassataro

Nel 1922 e nel 1933 linfaticabile archeologo roveretano Paolo Orsi


individuava sul pianoro i resti di un abitato fortificato di et greca

el cuore degli
Iblei, a sud di Monte
Lauro, si erge Monte
Casale, che rappresenta unaltura di origine vulcanica a 830
metri sul livello marino caratterizzata da
un ampio allungato
plateau alla sommit
(m. 1370x450). Monte Casale si trova in
una posizione strategica che permette il
controllo del territorio dalla valle dellIrminio a quella del
Tellaro e dellAnapo.
Nel 1922 e nel 1933
linfaticabile archeologo roveretano Paolo Orsi individuava
sul pianoro i resti di
un abitato fortificato
di et greca. Le mura
erano composte da
blocchi irregolari di
pietra lavica intervallati da torri. Sapevamo dalle fonti (Tucidide) che Siracusa,
dopo ventanni dalla fondazione della
sub-colonia
AkraiPalazzolo Acreide,

aveva dedotto una


sub-colonia denominata Kasmenai-Casmene. Questa citt
era stata variamente
identificata con Scicli, Ispica, Comiso.
Gli scavi Orsi tolsero
ogni dubbio e fecero
identificare Casmene con Monte Casale
fondata nel 644-643
a. C. Ulteriori scavi
archeologici condotti

Articolata nella partecipazione alla celebrazione della Santa Messa in memoria dei Defunti

ome da programma,
si svolta la serata
dellAssociazione dei
Rosolinesi in Siracusa,
che si articolata nella
partecipazione alla celebrazione della Santa
Messa in memoria dei
Defunti e nella successiva conviviale presso
un ristorante locale.
Sotto la sapiente regia
del Presidente dellAssociazione, Corrado Di
Stefano, i partecipanti:
associati, rappresentanti dellUNITRE e
amici vari, hanno potuto apprezzare le bellissime poesie dellospite
donore, la poetessa
Giovanna CANNATA,
accompagnata da brani musicali eseguiti dalla figliola Matilde.
La serata che, come, al
solito, si svolgeva con
lo scopo di esaltare i
valori della tradizione,
ha trovato perfetto riscontro nei contenuti
delle poesie proposte:
il dialetto, le memorie
locali, lattaccamento

fra il 1970 e il 1980


da Giuseppe Voza
hanno permesso di
chiarire molti aspetti
riguardo limpianto
urbanistico e laspetto sacrale del sito.
Sono state individuate almeno 44 strade
parallele in senso
NO-SE e nessuna
in senso Est-Ovest.
Soltanto stretti passaggi tra un isolato

e laltro e un altrettanto stretto camminamento di ronda


intorno alle mura.
Ogni isolato comprende una casa che
si affaccia sul cortile.
Labitato attraversato da una via detta "Selinuntina" che
collegava Siracusa
con Gela e da qui
proseguiva per Selinunte. Sul punto pi

Svolta la serata dellAssociazione


dei Rosolinesi in Siracusa

affettuoso alle proprie


origini, oltre che nella
cultura nelle sue varie
espressioni che van-

no, appunto, dalla poesia, ai brani musicali,


alla letteratura.
I commensali, molto

attenti, hanno potuto


apprezzare i contenuti
dei brani proposti, in
perfetta sintonia col

Sicilia 7

Nel

Siracusano

elevato si attesta lacropoli dove Voza ha


riportato in luce un
tempio dalla pianta
allungata che copre
un intero isolato. Gli
ex voto ritrovati nella stipe non lasciano
dubbi sullidentificazione del culto: il dio
della guerra, Marte.
Molte delle armi, delle lamine bronzee,
ritrovati fanno bella mostra di s nel
settore C del Museo
Archeologico Regionale Paolo Orsi. Citt
sicuramente militare
dove nellestate il
sole picchia inesorabile e dove dinverno imperversano le
bufere e domina il
ghiaccio, cos Orsi.
La citt di Casmene, che risponde
a parametri di tipo
prettamente militare,
secondo Antonino di
Vita, avrebbe avuto
lo scopo di difendere non solo la propria
chora, che probabilmente si estendeva
a sud-est dellabitato, ma anche la chora siracusana, che si
espandeva sempre
di pi verso ovest, in
previsione della fondazione di Camarina
che avrebbe completato il piano strategico di controllo del
territorio della corinzia Siracusa. Da

Monte Casale si poteva inoltre non solo


osservare ogni eventuale movimento bellicoso dei Siculi, ma
anche
proteggere
la via commerciale,
la selinuntina, che
da Siracusa portava
a Gela. La storia di
questa citt greca,
che offriva difficili
condizioni di vita, inizia verso la met del
VII sec. a.C. e perde
vigore in et tardoclassica sino allabbandono
totale.
Labbandono attuale
per pi disarmante dellantico. Soltanto visitatori motivati
si inoltrano verso
Monte Casale per
andare alla scoperta di questo sito dal
particolare impianto
castrense e dal quale si rimane affascinati per lincantevole
paesaggio nel quale
il trionfo della natura degli Iblei. Dove
il silenzio fa espirare
il mondo antico. La
tipica recinzione della Sovrintendenza e
uno sbiadito cartello sono i mezzi che
comunicano agli intrepidi escursionisti
lesistenza di Kasmenai mentre evidenti
appaiono le tracce
sul suolo dellutilizzo
dello scavo archeologico come pascolo.

loro sentire comune,


proposti da una giovane signora, capace
di esaltare valori che,
nellepoca
attuale,
sembrerebbero
desueti. Come giusto
che fosse, alla proposizione, fatta con profonda capacit interpretativa dallautrice
stessa,
sottolineata
dal sottofondo musicale, proiettato in unatmosfera cosmopolita,
seguita lesecuzione, allimpronta, e perci stesso ancora pi
meritoria, da parte dei
Cantori dellUNITRE,
di motivi del nostro patrimonio siciliano; e qui
ha trovato conferma la
padronanza del leader
del gruppo, Salvatore
DI PIETRO. Intanto la
serata vedeva il giro
pizza, seguito dai
prodotti tipici della festa, dedicata alla celebrazione di S. Martino,
con la centralit del
vino, che ha accompagnato le tradizionali

crispelle variamente
insaporite, espressione della cultura rosolinese.
Come ha sottolineato
il Presidente Di Stefano, anche questo momento conviviale ha
scolpito nel tempo la
pratica della comunione solidale, visto che a
Rosolini, in occasione
della celebrazione del
S. Martino, il vino diventava occasione di
socializzazione perch
esso veniva consumato da tutta la popolazione: anche chi non
era in condizione di acquistarlo veniva provvisto generosamente e
gratuitamente da parte
di coloro che, invece,
ne disponevano.
Con levidente soddisfazione dei commensali, la serata si
conclusa con lappuntamento ad una data
prossima ventura per
la celebrazione delle
festivit del Santo Natale.

Nel

Siracusano 8

Sicilia 11 NOVEMBRE 2016, VENERD

La proiezione di pregevoli immagini storiche ha completato lo spaccato culturale


La
Tradizionale
Festivit
dei
MURTICEDDI stata ricordata al 4 Istituto
Comprensivo Giovanni Verga di Siracusa,
Diretto dalla dott.ssa
Annalisa Stancanelli,
il giorno 2 novembre
2016 nei plessi scolastici di Scuola dellInfanzia Regina Margherita, Scuola Primaria
Alcibiade e Scuola
Secondaria di 1 grado
Centrale con la gentile collaborazione del
Centro Studi di Tradizioni Popolari Turiddu
Bella di Siracusa.
La Prof.ssa Maria Bella, poetessa, saggista
e Presidente del CSTP
Turiddu Bella,
il
Dott. Giorgio Guarnaccia, Autore di Teatro
dialettale, di poesie e
racconti e il Dott. Antonio Risuglia, Scrittore e Vice Presidente del
CSTP Turiddu Bella
hanno intrattenuto ed
affascinato gli alunni, i
docenti ed i nonni rievocando la Tradizione
dei Murticeddi con racconti, poesie, la presentazione dei giocattoli
di una volta, dei dolci
tipici e la proiezione di
immagini depoca.
LIncontro con gli
Esperti
ha
avuto
lavvo, come da programma, alle ore 9,
30 nel Plesso Regina
Margheritadove
gli
alunni delle cinque sezioni e le Docenti Corinna Uccello, Maria
Silvia Gallo, Rosaria
Bongiovanni, Gaetana
Tuccio, Franca Mancuso, Angelica Romano,
Emanuela Lo Ricco,
Pina Coppola, Chiara
Castorina, Maria Morale e Maria Grazia Perricone hanno accolto la
Prof.ssa Maria Bella ed
il Dott. Giorgio Guarnaccia.
Maria Bella ha raccontato che In tutta la
Sicilia, la sera del primo Novembre, in ogni
casa si apparecchiava
con la tovaglia "buona
" la tavola, e i bambini
pregavano i loro morti
perch si mostrassero
generosi e ponessero
"supra a tavula cunzata "i doni richiesti. Per
dar modo agli adulti di
soddisfare i desideri dei
piccoli, addirittura per
tutta una settimana, si

La tradizionale festivit dei murticeddi ricordata


al 4 I. C. Verga dagli esperti del centro studi
di tradizioni popolari Turiddu Bella

fanno dei mercati all'aperto, "a fiera demorti"


e tutti i negozi restano
aperti. Oltre ai giocattoli, non potevano, per,
mancare "i cosi ruci":
dolci preparati, talvolta, qualche mese prima
con frutta di stagione e
fatti essiccare, leccornie
alimentari fatte dalle sapienti mani delle mamme che utilizzavano la
frutta secca, il miele, gli
sciroppi, le marmellate,
gelosamente conservate
per le occasioni, impasti con le uova fresche
delle galline allevate
nell'orto e la farina di
grano per fare dei dolci
particolari da far trovare
per i morti ai pi buoni,
mentre per i pi cattivi c'era solo carbone e
cenere. Ma Giorgio
Guarnaccia ha letteralmente affascinato i piccoli alunni della Scuola
dellInfanzia
facendo
loro una grande sorpresa avendo costruito con
le sue mani i giochi di
una volta; magicamente
sono apparsi il telefono col filo, la fionda, il
carrettino, il cavalluccio di legno, le biglie, il
tuppetto, i trampoli, che
qualche bambino ha voluto provare, i fischietti a
forma di piccoli animali
ed anche ad acqua, ecc;
Giorgio Guarnaccia ha
proiettato immagini depoca dove si potevano
osservare bambini che
giocavano
veramente
con poco ma erano tanto felici! I giochi tradizionali si potevano fare
anche all'aria aperta,
ha detto nelle piazze e
nei cortili, dove non era
pericoloso andare: erano semplici passatempi

che richiedevano velocit, destrezza e tanta


fantasia e si facevano
altri giochi ( la trinca,
la vacca, nascondino,
etc...). Un tempo anche
i giocattoli erano molto
semplici, e tanto doveva
essere affidato proprio
alla fantasia dei bambini. Alla richiesta di
Giorgio Guarnaccia su
chi avesse ricevuto doni
dai Murticeddi si sono
sollevate alcune manine di alunni sorridenti:
Meno male la Tradizione continua!
A conclusione tutti gli
alunni
festosamente
hanno degustato i tot
bianchi e neri.
Alle ore 10, 30 nel Plesso di Scuola Primaria
Alcibiade, gli Esperti
sono stati accolti affettuosamente dalla Referente e Collaboratrice
del Dirigente Ins. Lucia
Barbiera e dal canto degli alunni delle prime
classi amorevolmente
guidati dalle insegnanti;
il coinvolgimento anche
di qualche nonno degli
alunni ha attivato una
simpatica interazione
con gli Esperti del Centro Studi di Tradizioni
Popolari Turiddu Bella: la Prof.ssa Maria
Bella ed il Dott. Antonio
Risuglia. Proprio Maria
Bella ha recitato linvocazione che completava le preghiere serali
di quella notte speciale:
Armi santi, armi santi,
Iu sugnu unu e vatri sti
tanti: mentri sugnu ntra
stu munnu di guai Cosi
di morti mittitimnni
assai. (Anime sante,
anime sante,io sono uno
e voi siete tanti:mentre
sono in questo mondo

di guai regali dei morti


mettetemi in abbondanza.)- La mattina del 2
novembre, i bambini si
alzavano gi pronti per
iniziare la caccia al tesoro in giro per la casa.
Ed iniziava la ricerca...
infatti, i morti non mettevano mai i doni a bella
vista ma li nascondevano abilmente, talvolta
camuffandoli in maniera irriconoscibile...sotto
il letto o dietro i libri
posti su uno scaffale o
in un armadio, o in uno
dei cento altri posti possibili; infine i balocchi
venivano trovati. Alla
fine del gioco, si andava al cimitero a portare
fiori ed accendere grossi ceri e lumini accanto
alle tombe dei parenti.
Lorigine e il significato
di questusanza ci portano molto indietro nel
tempo, si collega certamente a culti grecoromani ed al banchetto
funebre un tempo comune a tutti i popoli del
bacino del Mediterraneo. Sono tutti sereni e
sorridenti, e tutti i bambini giocano proprio tra
le tombe per far vedere
che il regalo stato ricevuto e apprezzato. Oltre
a giocattoli di ogni sorta, esisteva l'usanza di
regalare scarpe nuove,
talvolta piene di dolcetti. Antonio Risuglia ha
continuato Tra le cose
che i morti lasciavano ai
bambini bravi c'erano
cotognate, mostrarde di
fichidindia, e mostate
che, fatte con frutti non
utilizzabili per la vendita, permettevano anche
ai pi poveri che gustare il dolce delle feste.
Le mele cotogne, che

11 NOVEMBRE 2016, VENERD

all'inizio dell'autunno,
ancora acerbe, vengono
raccolte nelle caratteristiche ceste di stecche
di canna intrecciata e
verghe d'ulivo (i panara). Questo frutto non
commestibile crudo neanche quando maturo
per il suo sapore lappusu e airu. Se ne fa quindi
una marmellata molto
dura : "a cutugnata". Le
formelle della cotognata hanno lo stampo con
soggetti vari di frutta e
piccoli animali. Anche
al Plesso Alcibiade alcune mani si sono sollevate per confermare
di avere ricevuto doni
dai Murticeddi e la manifestazione ha avuto la
dolce conclusione con
la degustazione dei dolci tipici.
Ed infine alle ore 12
nellAula Magna del
Plesso Centraledi Via
Madre Teresa di Calcutta, dove Maria Bella ed
Antonio Risuglia accolti dalla Vicaria del Dirigente Prof.ssa Gabriella
Pagano hanno ricordato, ai ragazzi della secondaria di primo grado
accompagnati dai loro
Docenti, questa importante Festivit del passato che, in linea con le
scelte del PTOFdIstituto si sta cercando di fare
continuare
facendola
conoscere soprattutto ai
pi giovani.
Antonio Risuglia ha
esordito raccontato che
la festa dei morti in
Sicilia vanta radici ben
pi profonde provenienti dalle festivit pagane
che facevano coincidere
il ritorno dei morti con
l'inizio del nuovo ciclo
agrario, legato, quindi, alla rinascita della
natura ed alle stagioni,
fondamento primo per
la sopravvivenza e che
rimase nella fantasia
popolare come la credenza di un ritorno dei
morti per recare doni
ai bambini. In verit, i
genitori, compiono il
rito in nome dei morti, ricostituendo cos il
legame affettivo con i
parenti scomparsi, esorcizzando il terrore della morte e, soprattutto,
riaffermando il legame
tra i due estremi rappresentati dai bambini
da una parte e dai morti dall'altra: l'inizio e la
fine che in un cerchio
magico rappresentano
l'eternit ".

Maria Bella ha raccontato una storia di magia


e amore che ha affascinato i presenti per poi
continuare con i giochi
del passato ed i dolci
tipici per i morti, oltre a
torroni, "giuggiulena"e"
mennuli
ghiacciati",
sono "l'ossa di mortu" che ripropongono
un'antica tradizione animistica propiziatoria.
La sua fattura consente
di dare ai biscotti la forma voluta e di essere
quindi utilizzata per dar
vita a quelle raffigurazioni che richiamano la
ricorrenza festeggiata e
assumono forma diversa da localit a localit,
ma in genere sono a forma di ossicini, da cui il
nome. A Siracusa sono
ancora molo diffusi i
tot bianchi (aromatizzati al limone) e neri (
al cioccolato). Altri
dolci tipici che in origine si facevano per la
commemorazione dei
defunti sono "i frutti di
marturana" di pasta reale, tipica pasta di mandorle, utilizzata soprattutto per creare dolci a
forma di frutta. Secondo
la tradizione sono stati
inventati delle suore Benedettine del monastero
della Martorana di Palermo che nelloccasione della visita del Papa
a Palermo decorarono
gli alberi del convento
proprio con questi fruttini artistici e colorati
suscitando la meraviglia e lammirazione del
Pontefice.
La proiezione di pregevoli immagini storiche
ha completato lo spaccato culturale proposto
arricchendolo di particolari curiosi ed interessanti.
Una giornata intensa
quella del 2 novembre 2016 al 4 Istituto
Comprensivo Giovanni Verga di Siracusa
ma ricca di ricordi e di
emozioni che solo la nostra tradizione ricca di
valori e di grande umanit pu ancora donarci:
un mondo antico e forte
di delicato amore verso
chi ci ha preceduto e per
le nostre usanze antiche
che grazie alla presenza
dei nonni ed al prezioso
contributo degli Esperti
del Centro Studi Turiddu Bella continuano ad
esistere ed a tramandarsi.
Angelica Romano

Sicilia 9

Nel

Siracusano

Sostegno a imprese e turismo sostenibile, in arrivo


3 milioni 700 mila euro dal Piano di azione locale
Il Gal Eloro arrivato
al quarto posto
nella graduatoria regionale
delle strategie di sviluppo locale

ostegno alla creazione o allo sviluppo di imprese extra


agricole, hub rurale
per
loccupazione
e linclusione e una
rete degli operatori
per la costruzione di
un prodotto turistico integrato. Sono
tra i progetti che
verranno sviluppati
nellambito del Pal
Eloro,
finanziato
con pi di 3 milioni
700 mila euro nella
graduatoria dei Gal
siciliani ammessi a
finanziamento.
Pachino, assieme
a Noto, Rosolini,
Avola e Portopalo,
tra i soci del Gal
Eloro ed uno dei comuni a cui saranno
destinati i progetti.
Il Comune di Pachino uno dei soci
fondatori del Gal
Eloro ha dichiarato il sindaco di Pachino, Roberto Bruno -, per tale motivo
il nostro territorio e
le nostre imprese
saranno ancora una

volta protagonisti in
Sicilia, dopo il primo
posto ottenuto con
il Gruppo di azione
costiera Dei due
mari, in un ottica di
sviluppo integrato e
sostenibile
Nellattuale ciclo di
programmazione il
Gal Eloro e il suo
partenariato
hanno elaborato una
strategia di sviluppo fondata su una
idea forza: la Dieta
Mediterranea
intesa ha spiegato Faust Fiorini,
uno dei tecnici del
team del Gal Eloro
- quale complessivo
stile di vita, costituito da un modello
alimentare fondato su produzioni
di eccellenza e su
modelli relazionali
identitari, aperti ed
inclusivi.
Sono stati poi individuati due Ambiti tematici ai quali
corrisponde e funge da elemento di
stretta connessione

In foto, Avola
un obiettivo trasversale, quello della
Promozione dellinnovazione declinato
come introduzione
di nuovi processi,
nuovi prodotti e servizi e nuove tecnologie produttive.
Il primo ambito
quello dello sviluppo
e innovazione delle
filiere e dei sistemi produttivi locali
(agro-alimentari, forestali,
artigianali,
manifatturieri) che
comprende le azioni
dirette a rafforzare
il sistema produttivo locale puntando

sul potenziamento
delle imprese esistenti,
favorendo
investimenti finalizzati
allinnovazione di processo e di
prodotto:
rientrano
in
questambito
le
azioni dirette al Sostegno alla creazione o allo sviluppo di
imprese extra agricole, con finanziamenti a fondo perduto per le imprese
che
predispongano validi progetti
di investimento, la
costituzione di un
Laboratorio di pro-

gettazione strategica diretto a supportare il territorio nello


sviluppo di nuova
progettazione;
la
realizzazione di un
Festival dellInnovazione e di Azioni di dimostrazione
dirette a promuovere linnovazione fra
i nostri imprenditori; la realizzazione
di un Hub Rurale
per loccupazione
e linclusione diretta a creare un
ambiente
favorevole per lo sviluppo di nuove imprese. Non mancano

l sindaco di Solarino, In occasione del referendum costituzionale di domenica 4 dicembre


Sebastiano Scorpo, ha
convocato per questa
mattina, alle ore 12,30
nella sede del Comune,
la Commissione elettorale
in pubblica adunanza, per
procedere al sorteggio degli scrutatori che saranno
destinati agli uffici di sezione, in occasione del referendum costituzionale di
domenica 4 dicembre. La
Commissione composta
dallo stesso sindaco e da
tre consiglieri comunali,
Giuseppe Di Noto, Salvatore Oliva e Sebastiano Montalto. Il sorteggio
avverr tra gli scrutatori
iscritti in uno speciale albo
che viene aggiornato ogni
anno. Si ricorda, inoltre,
che possono diventare
scrutatori tutti i cittadini
residenti a Solarino che
hanno diritto al voto.
Sede del Comune di Solarino

Solarino, al sorteggio degli scrutatori


che saranno destinati agli uffici di sezione

azioni che mettono


insieme il settore
imprenditoriale e il
sostegno ai soggetti svantaggiati, con
lazione denominata Agrisociale. Di
particolare rilievo in
questambito per gli
enti pubblici lazione Piazza Telematica destinata a favorire la diffusione
del wi-fi pubblico e
dei servizi telematici.
Il secondo ambito
quello del turismo
sostenibile,
comprende le azioni
dirette al rafforzamento dellofferta di
turismo extralberghiero; punta inoltre alla creazione di
sinergie fra lofferta
pubblica di servizi e
sulla aggregazione
fra gli imprenditori di settore, e fra
questi e gli imprenditori del settore
primario, artigiano
e dei servizi.
Rientrano in questo
ambito sia azioni
dirette in modo pi
specifico ai privati
che azioni dirette
ai soggetti pubblici.
Fra le prime annoveriamo le azioni
Rete degli operatori per la costruzione di un prodotto
turistico integrato,
Supporto allo sviluppo di prodotti e
servizi complementari alla valorizzazione di identificati
attrattori culturali e
naturali del territorio. Azioni che invece potranno essere attivate anche
dai soggetti pubblici
sono la realizzazione di Infrastrutture
turistiche su piccola
scala e la realizzazione di Interventi
di manutenzione,
restauro e riqualificazione del patrimonio culturale e
naturale.
Completano il Programma la previsione del rafforzamento
delle
azioni di cooperazione
transnazionale,
sempre
dirette alla valorizzazione delle nostre produzioni di
eccellenza,e
le
azioni di comunicazione.
Una ottima opportunit ha continuato il primo cittadino che aiuter i
nostri imprenditori
a sostenere e proiettare nel futuro le
loro attivit.

Speciale 10

Il

Sicilia 11 NOVEMBRE 2016, VENERD

11 novembre 2016, venerd

Festival della Filosofia


in Magna Grecia

Festival della Filosofia in Magna Grecia


prosegue nel suo percorso
di promozione e pratica
filosofica con la ventiduesima edizione in programma a Noto e Siracusa dal
8 al 11 Novembre 2016,
con il coinvolgimento di
oltre 600 studenti liceali
provenienti da tutta lItalia. Passeggiate filosofico-teatrali, laboratori che
declinano tutti i codici artistici, dialoghi filosofici,
concorsi e soprattutto una
pratica filosofica quotidiana a tutto tondo. L'evento
stato presentato stamattina nella sala stampa
"Archimede" dall'assessore alle Politiche culturali
e al Turismo, Francesco
Italia, e dal presidente
del Festival, Giuseppina
Russo.
Divenuto itinerante dal
2012, il Festival raggiunge i luoghi dellapprodo dei greci in Italia
e nel resto dEuropa, per
celebrare la vocazione
culturale della Magna
Grecia. In Italia lunica
manifestazione dedicata
agli adolescenti, un evento di approfondimento
culturale con una spiccata
connotazione sociale: la
divulgazione della filosofia, in forma esperienziale,
tra gli studenti dei licei. Il
Festival della Filosofia in
Magna Grecia consente
inoltre di mettere insieme proposte culturali e di
azioni territoriali attraverso la riscoperta e la riqualificazione della realt in
cui si svolge.
Liniziativa unoccasione di rinascita del filosofare nellantico territorio della Magna Graecia, a
partire da Noto e Siracusa,
luoghi simbolo del pensiero filosofico occidentale. Il Festival prosegue
il suo viaggio nei luoghi
simbolo dopo il successo ottenuto nelle scorse
settimane in Basilicata,
a Matera, ed in Cilento
negli scavi di Velia patria
di Parmenide e Zenone,
spiega Giuseppina Russo,
presidente del Festival
della filosofia intervenuta alla presentazione
insieme al vicepresidente
Iriana Marini, al direttore
scientifico, Salvatore Ferrara, al regista delle passeggiate filosofico- teatrali
Vincenzo Maria Saggese,
al responsabile del concorso AnimalaFilosofia
Andrea Lucisano, al re-

Amore Odio, XXII edizione


8-11 novembre 2016, Noto, Siracusa

sponsabile della didattica,


Annalisa Di Nuzzo.
Soddisfatto l'assessore
Italia per la decisione di
confermare Siracusa, per
il secondo anno consecutivo, come sede del Festival. "Ospitare afferma
un evento fortemente

immersion nella Magna


Grecia affrontando temi
filosofici sui quali l'uomo
ragiona da millenni millenni e che hanno contribuito alla formazione del
nostro patrimonio culturale".
SCHEDA

sta energia cosmica vitale


la Sicilia, il suo vulcano
maestoso quale sintesi di
amore e odio, di tracotanza e prudenza. Tuttavia
il perenne contrasto che
agita il cosmo e noi stessi,
non distrugge ma anima
e vivifica leterno ritorno

rogenee, tutte venute da


fuori, () i siciliani non
vorranno mai migliorare
per la semplice ragione
che credono di essere
perfetti. La loro vanit
pi forte della loro miseria.
La loro grandezza ag-

Divenuto itinerante dal 2012, il


Festival raggiunge i luoghi dellapprodo dei greci in
Italia e nel resto
dEuropa, per celebrare la vocazione
culturale della
Magna Grecia

legato alla nostra storia,


mentre sono gi partite le
iniziative per i 2.750 anni
della fondazione della citt, coerente con la nostra
prospettiva. L'Amministrazione insiste molto sul
tema della formazione e,
in modo particolare, sulla
formazione rivolta ai giovani. Per tre giorni, in un
periodo in cui si riducono
fisiologicamente le presenze turistiche, ne accogliamo 600 da tutta Italia.
Animeranno i luoghi pi
significativi per una full

SCIENTIFICA
La Sicilia nata dalla rabbia e dalla forza del gigante ribelle Encelado, come
narra la grande epopea
mitologica della grecit
mediterranea, accoglie il
Festival della Filosofia di
Magna Grecia attraverso
un percorso che ripropone
territori tra i pi cari ai colonizzatori ellenici. Amore e odio sono le energie
ataviche e talvolta oscure
che fanno emergere la
nostra pi autentica forza
vitale. Depositaria di que-

della ciclicit della vita


in una circolarit rassicurante ed inquietante allo
stesso tempo. Terra in cui
la potenza della luce accecante e calda cos come
il buio profondo e spaventosamente silenzioso.
Forse solo le parole del
Principe di Salina possono esprimere al meglio
la complessa sintesi che
questi luoghi ci trasmettono: Sono almeno venticinque secoli che portiamo sulle spalle il peso
di magnifiche civilt ete-

giungiamo noi quella di


essere una delle porte di
ingresso dellaccoglienza
dellalterit. Condividiamo quanto la scuola medica di Empedocle sosteneva, cio che il sangue
sede della vita e il cuore
ne il centro. Il Festival
della filosofia rinnova e
riscopre questa certezza.
INIZIATIVE
La kermesse si aperta a
Noto presso il Teatro Comunale con Antologia
di Spoon River di Edgar
Lee Masters, pubblicata

nel 1915. Si tratta di 244


poesie costruite sul modello dellAntologia Palatina, come epitaffi nei
quali i personaggi morti
raccontano la loro vita.
Lettura Scenica con gli
allievi dellInda, 3 anno,
adattamento e regia Attilio
Ierna.
Il Festival un percorso
culturale interdisciplinare
che diviene peripatetico
con le Passeggiata filosofico-teatrale Potente
Armonia, per lelaborazione dei testi e la drammaturgia di Giuseppina
Norcia e Vincenzo Maria
Saggese, la regia di Vincenzo Maria Saggese, e
la selezione degli autori in
collaborazione con Salvatore Ferrara e Annalisa Di
Nuzzo.
Interpreti: Danilo Piscopo,
Enrica Sbordone, Jenny
Del Prete, Gabriele Gigante, Noemi Perfetto,
Riccardo Marotta, Sara
Missaglia, e la compagnia
dei pupari Vaccaro-Mauceri, i costumi di Enrica
Sbordone.
Una nuova sperimentazione sar data dalla lezione
spettacolo filosofica Il
teatro dei sentimenti a
cura di Giuseppina Norcia con gli allievi del III
anno dellInda, Nomos
Physis a cura di Annalisa Di Nuzzo e Salvatore
Ferrara.
I laboratori di Filosofia
pratica declineranno il
tema proposto attraverso diversi codici artistici,
Teatro filosofico a cura di
Gabriele Gigante e Danilo
Piscopo, Suono Filosofico
a cura di Mario Di Bonito
e Jenny Del Prete, FilosoCinema a cura di Valentina Pacifici e Paolo Martino, Meditazione a cura
della Fondazione Art
of Living, Arti Marziali
Interne a cura di Antonio
Casciaro, Alfredo Sapienza e Ambra Maugeri,
Movimento Espressivo a
cura di Alessio Ferrara e
Roberta Ruggiero, Filosofia in Immagini a cura di
Michele Calocero e Davide Bramante.
La sezione Anima la
Filosofia, a cura di Andrea Lucisano, invece
un concorso multidisciplinare volto ad esaltare i
talenti e le passioni degli
adolescenti. Premier i
vincitori dei sei concorsi:
Musik, Filosofilm, Rapoiesis, Filosofando, Koreo,
Slampoiesis.

Ma c anche aria di rivalsa per lo 0-3 in Coppa Italia

ncora una pari


grado sulla strada
del Siracusa che
delle dodici partite fin qui disputate,
ben sei le ha affrontate con squadre
attestate in classifica nelle prime sette posizioni. Dopo
la Reggina, quindi
lAkragas. Questa
volta in casa e in
un derby che ne accentua lincertezza.
A guardare per la
classifica, lelemento pi confortante
che il distacco dai
biancazzurri
della
citt dei Templi di
appena due punti,
frutto di due pareggi
in pi e di due sconfitte in meno. Anche
nel computo dei gol
segnati e di quelli
subti di appena
un gol allattivo a favore degli agrigentini. Situazione che
pu capovolgersi a
favore del Siracusa,
apparso
domenica scorsa a Reggio
in leggera ripresa,
che, assicurandosi
il match di domenica
prossima, sorpasserebbe di un punto in
classifica la squadra
di Raffaele Di Napoli, apparsa invece
negli ultimi incontri
piuttosto sfocata rispetto al ruolino di
marcia iniziale. Il travaso negli ultimi due

Nel derby con gli agrigentini


gli azzurri tentano il sorpasso
Siracusa senza Filosa sulla via del pieno recupero e con Spinelli squalificato
sostituito da Toscano - Curiosit per lutilizzo di Longoni nella nuova posizione

Sopra, tecnici a confronto: Andrea Sottil e Raffaele Di Napoli


anni di giocatori e di cartello da stu- Baiocco che pur non
persino del direttore diare attentamente avendo ormai nulla
sportivo dalla socie- soprattutto sul piano da dimostrare, punt biancoazzurra a tattico, per evitare ta su una sua granquella azzurra ha sorprese. In tema di de prestazione per
reso ancora pi in- ex, nel Siracusa non ricordare, pur senza
trigante latmosfera potr essere della ombra di polemica,
del derby, che pur partita
Fernando a qualche dirigente
non essendo n Spinelli, appiedato biancoazzurro, che
quella con il Cata- dal giudice sportivo, quando due anni
nia n quella col ma ci sar sicura- or sono fu mollato
non
Messina, sempre mente il difensore dallAkragas,
quella di una partita Dentice e capitan era quel giocatore

Sport
Torneo
di tennis Itf
Le ragazze
italiane
primattrici

Sicilia 11

giunto al capolinea
che da quelle parti
si pensava. C curiosit, infine, per
lutilizzo di Longoni
nella sua nuova posizione alle spalle
della prima punta,
pronto a sfruttarne
gli spazi che riuscir a creare e per
lutilizzo di Toscano
dal primo minuto.
Si fa intanto strada
negli ambienti vicini al Siracusa una
diffusa convinzione
di una svolta positiva, il cui prologo
registrato a Reggio,
potrebbe allungarsi
con un nuovo successo, questa volta
a spese dellAkragas, che avrebbe
anche sapore di
rivincita sul secco
tre a zero rifilato
in Coppa Italia alla
squadra di Sottil.
Ma quella non era
soltanto
unaltra
storia, ma anche un
altro Siracusa.
Armando Galea

oker italiano al Trofeo Archigen, torneo


internazionale femminile con montepremi
di 10 mila dollari che si
sta svolgendo sui campi del Resort Zaiera di
Solarino
(Siracusa).
Negli incontri dei quarti
di finale, andati in scena oggi, le ragazze italiane hanno regolato le
avversarie straniere al
termine di incontri avvincenti e, in un paio di
casi, anche in sfavore
di pronostico.
Maria Masini (nella
foto) ha generato la
pi grossa sorpresa,
eliminando in tre combattuti set la favoritissima mancina francese
Elixane Lechemia per
3-6/6-2/7-5. A questo
risultato ha fatto seguito un'altra sorpresa
ad opera della siciliana
Dalila Spiteri che ha
superato una quotata
atleta d'oltralpe, Clemence Fayol, per 5-7/
6-4/ 6-4.
Successi
scontati,
al termine di match
comunque molto apprezzati dal pubblico,
per Deborah Chiesa
sulla svizzera Susan
Bandecchi, 6-3/ 6-2 lo
score, e Anna Giulia
Remondina sulla francese Mathilde Armitano con il punteggio di
7-5/ 6-2.

Il tecnico Vinci: Dovremo essere compatti in difesa e precisi al tiro

S Contro i campioni
dItalia senza paura.
Dopo la pausa di campionato per il doppio
impegno della Nazionale contro la Georgia
(vittorie azzurre sia a
Siracusa che a Tblisi),
la Teamnetwork Albatro Siracusa riprende
il suo cammino dalla
Puglia. In casa dello
Junior Fasano (sabato 12 alle 19 arbitri
Cimini e Ciotola) la
compagine aretusea
vender cara la pelle per conquistare la
vittoria. La sosta rappresenta per tutte le
squadre unincognita
dice il tecnico Peppe Vinci Noi giocheremo sul campo della
maggior
candidata
alla vittoria finale e
affronteremo il match
con spirito battagliero.

Teamnetwork Albatro
a Fasano senza paura

Sar una bella partita


e proveremo in tutti i
modi a farla nostra.
Lassenza di Maione potrebbe aiutarci,
anche se credo che
per i nostri avversari
non sar una perdita determinante, pur
essendo il capitano
della un giocatore
monumentale. Dinescu? Sapr inserirsi
nel nostro team, un
giocatore di unaltra
categoria e non deluder le attese. Brzic?
Anche lui un giocatore di spessore e da
ex vorr essere protagonista. Noi dovremo
esprimere tutto il nostro potenziale, essere compatti in difesa
e precisi al tiro. Solo
cos potremo giocarcela alla pari con la
squadra da battere.

Per Vinci il giocatore


pi temibile del Fasano Fovio, un muro
invalicabile, ma la
vera forza dei nostri
avversari il gruppo.

Sulla stessa lunghezza donda il direttore


sportivo Massimiliano
Canto: La squadra
ha dichiarato -
concentrata, il nostro

allenatore ha preparato la partita curando


ogni dettaglio e trasmettendo ai ragazzi
la sua determinazione. Non partiremo

certo battuti. Andremo


a Fasano per vincere
e, se ci dovessimo riuscire,
entreremmo
nella storia perch i
pugliesi non perdono
in casa da 4, 5 anni.
I favori del pronostico sono per loro, ma
noi daremo tutto per
ottenere il successo,
rimediando cos alla
sconfitta di Gaeta,
che pesa tanto sul
nostro cammino. Abbiamo rinforzato lorganico con lingaggio
di giocatori molto forti,
adesso attendiamo le
risposte dal campo.
Non ci nascondiamo,
puntiamo a centrare
le semifinali scudetto.
Il tempo e il rettangolo di gioco ci diranno
se le nostre ambizioni
saranno state legittime o no.

SiracusaCity 12

Sicilia 11 novembre 2016, venerd

La Fondazione Inda al World Travel Market di Londra

Lobiettivo per il 2017, Pinelli: Pi spettatori stranieri a teatro

La Fondazione Inda

e il cinquantatreesimo ciclo di spettacoli classici, che


questanno potrebbero avere i sopratitoli
in inglese, ma anche
le nuove strategie
legate alla creazione
di pacchetti turistici
che possano unire le
bellezze del territorio a un evento unico
come le rappresentazioni al Teatro Greco
di Siracusa. E stato
il commissario straordinario dellInda, Pier
Francesco
Pinelli,
a illustrare al World
Travel Market di Londra, la stagione 2017
e le tappe del percorso di crescita a livello
nazionale e internazionale dellIstituto.
La Fondazione Inda
ha spiegato Pinelli
il principale attrattore turistico della Sicilia e a confermarlo
sono prima di tutto i
numeri che parlano di
un incremento degli
spettatori del 4% nel

La Fondazione Inda il principale attrattore turistico della Sicilia e a confermarlo sono prima di tutto
i numeri che parlano di un incremento degli spettatori del 4% nel 2016 e del 34% negli ultimi 10 anni

2016 e del 34% negli


ultimi 10 anni. Sono
dati che raccontano quanto il legame
indissolubile tra la
bellezza di un posto
unico come il Teatro
Greco e le emozioni
offerte dagli spettacoli allestiti dallInda
siano un brand vincente sia per il teatro

italiano sia per il territorio nazionale.


Al Wtm di Londra,
allinterno dello spazio voluto dallassessorato al Turismo della Regione
Siciliana guidato da
Anthony Barbagallo,
il commissario straordinario dellInda ha
ricordato alcune delle

novit che segneranno la stagione 2017 al


Teatro Greco. Sar
un anno importante
non solo per la Fondazione ma anche
per Siracusa perch
si celebrano i 2.750
anni della fondazione della citt ha
detto Pinelli e lInda anche per questo

ha deciso di allestire
una stagione pi lunga, con ben 12 repliche in pi e tre nuove produzioni, Sette
contro Tebe, Fenicie
e Rane, dal 6 maggio
allotto luglio.
C per unaltra novit, sempre nellottica di migliorare
lofferta rivolta alle migliaia di spettatori che
da 102 anni continuano a scegliere lInda.
Vogliamo rendere gli
spettacoli al Teatro
Greco unesperienza
totalizzante ha aggiunto il commissario
straordinario
della
Fondazione e dare
la possibilit anche
a chi non parla italiano di cogliere tutti gli
aspetti delle messa
in scena. Per questo
motivo la nostra idea
quella di introdurre
i sopratitoli in inglese.
Insieme alla Sovrintendenza ai Beni cul-

turali, che dovr approvare il progetto,


cercheremo di individuare le soluzioni pi
adatte e di delineare
insieme il percorso
da seguire.
Lappuntamento
a
Londra stato anche
loccasione per avviare un dialogo con
i tour operator mondiali. La stagione
2016 dellInda ha
concluso Pinelli ha
fatto registrare il record assoluto di presenze, con oltre 119
mila spettatori in 42
giorni di spettacoli.
E lulteriore testimonianza dellimportanza della Fondazione
per lo sviluppo di tutto il territorio e della
necessit di lavorare sulla promozione
di pacchetti turistici
che uniscano la bellezza di Siracusa alla
magia delle rappresentazioni classiche.
Sotto questo profilo
noi siamo aperti al
dialogo con tutti.

Indagine dei Carabinieri del Comando Stazione di Belvedere I militari della Stazione di Lentini su segnalazione dei vicini

Rifiuti pericolosi sul territorio Maltrattamenti in famiglia


sequestrata una societ agricola arrestato un uomo violento
I

militarii dellArma hanno eseguito


mercoled un sequestro preventivo
di una societ agricola di Belvedere. Il provvedimento rappresenta
lesito di unattivit dindagine iniziata dai militari della Stazione nel
2008, quando venne scoperto che
allinterno dell azienda in questione erano accatastate centinaia di
traversine ferroviarie impregnate
di olio di creosoto, che fortemente tossico in quanto una miscela
di composti chimici derivati dalla
distillazione del catrame di carbone, con cui le traversine venivano impregnate per aumentarne la
durata nel tempo. Gi allepoca i
Carabinieri avevano proceduto al
sequestro dellintera area di 5 ettari, che era disseminata di traversina ferroviarie utilizzate per creare
una staccionata, delle fioriere, un
barbecue, nonch allinterno della
struttura stessa come architravi di
porte e finestre e come elementi
decorativi anche in luoghi ove venivano consumati i pasti. Ai proprietari dellazienda agricola, a seguito
di accertamenti anche dellARPA di
Siracusa, era stato intimato di bonificare lintera area rimuovendo le
traversine considerate rifiuti pericolosi, ma gli stessi non ottemperavano continuando con la loro attivit
ricettiva e di produzione casearia,
fino a quando ieri stato eseguito

U
n uomo violento stato tratto in
arresto dai Carabinieri della Com-

il provvedimento con lapposizione


dei sigilli da parte dei Carabinieri.

pagnia di Augusta, nella tarda serrata di ieri, per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali
Davide Sorge, 40enne, di Lentini,
nullafacente, pregiudicato.
A seguito dellennesimo episodio di
violenza domestica, i militari della
Stazione di Lentini su segnalazione dei vicini allarmati dalle richieste daiuto, sono intervenuti in via
Tintoretto per una violenta lite familiare. Sul posto i Carabinieri accertavano che il Sorge, come altre
volte in passato, aveva aggredito,
per futili motivi ed in presenza dei
propri figli minori, la propria moglie.

A seguito dellattivit investigativa,


i militari dellArma accertavano
che i maltrattamenti, fisici e verbali, erano stati ripetuti nel tempo.
Infatti, lultima violenza fisica risale
nei primi giorni del corrente mese,
allorquando luomo percuoteva la
donna al capo procurandole delle
lesioni giudicati guaribili in 8 giorni
dal pronto soccorso dellOspedale
di Lentini. Fortunatamente, lintervento tempestivo dei Carabinieri
ha evitato il peggio, consentendo alla donna di mettersi in salvo. Larrestato, su disposizione
dellautorit giudiziaria, stato tradotto preso la Casa Circondariale
di Siracusa.

Francofonte, sindaco e comandante dei Carabinieri di Augusta in visita alla sezione dellAnc

l Comandante della Compagnia CC


di Augusta, cap. Rossella Capuano
ed il Sindaco di Francofonte, Arch.
Salvatore Palermo, hanno fatto visita
alla locale Sezione dellAssociazione
Nazionale Carabinieri. Ad accoglierli
il Presidente, Maresciallo Capo Vincenzo Lo Terzo, tutti i soci e le benemerite a dimostrazione dellunione e
laffetto che unisce lArma in servizio,
quella in congedo e le Istituzioni.
L'Associazione Nazionale Carabinieri, aggrega Carabinieri in servizio, in

congedo, i loro familiari e tutti i simpatizzanti, in quella che sentita la


grande famiglia dell'Arma e conta
pi di 200.000 iscritti; venne costituita a Milano il 1 marzo 1886 con
la denominazione di "Associazione
di Mutuo Soccorso tra congedati e
pensionati dei Carabinieri Reali".
Nella Provincia di Siracusa sono
presenti 8 Sezioni (Siracusa,
Augusta, Avola, Canicattini Bagni,
Floridia, Lentini e Carlentini, Sortino
e Francofonte) che comprendono

circa 600 iscritti. L'Associazione,


che apolitica e non persegue fini
di lucro impegnata nelle varie
forme di "volontariato"; per il conseguimento di finalit assistenziali,
sociali e culturali, promuove iniziative nel campo culturale, ricreativo e sportivo (convegni, raduni,
tornei, ecc.) e tiene vivo fra i soci
il sentimento di devozione alla Patria, lo spirito di corpo, il culto delle
gloriose tradizioni dell'Arma e la
memoria dei suoi eroici caduti.

Interessi correlati