Sei sulla pagina 1di 7

Il mito ha funzione MEMORIALE

"Mtos"= racconti tradizionali in cui i protagonisti sono dei o eroi


Fine V a.C. - inizio IV a.C.= opposizione Mtos-Logs
Grecia Antica= fine penisola baltica + coloonie in Asia minore +
isole
Prime testimonianze di Mtos= VIII a.C.
Noi studieremo V-IV a.C., cio ETA' CLASSICA
Et Arcaica (VIII-VI a.C.)
Et Classica (V a.C.)
Commedia nuova o declino della tragedia (IV a.C.)
Atene protagonista assoluta, difatti tutta la produzione del V-IV
A.C. ateniese.
Prima dei due poemi omerici---> MEDIOEVO ELLENICO (Fine XIIVIII A.C.) o secoli bui, poch non abbiamo testimonianze scritte.
Prima del medioevo ellenico: CIVILTA' CRETESE E MICENEA
Con la civilt palazziale, poich si poteva riconoscere dal tipo di
palazzo il tipo di cultura: cultura incentrata sul re che si basa
sull'agricoltura ed allevamento
POLIS DIVERSA DA CIVILTA' PALAZIALE
Sappiamo adesso, tramite la decodificazione nel 1952, della
scrittura sillabica, la LINEARE B. La lineare B stata rinvenuta su
delle tavolette usate come inventario all'interno dei palazzi
Es. WA-NA-KA: Lineare B
Anak: Greco

All'interno di queste tavolette vi sono anche nomi di divinit come


Dioniso o Era
(Micene-->Peloponneso?)
VIII A.C. Nascita delle Poleis, o citt-stato
Prima della conquista di Alessandro Magno, non c'era unit statale,
ogni polis era autonoma.
Grecia: Unit linguistica, geografica e , in caso di nemico comune,
anche militare.
Iliade ed Odissea sono di fondamentale importanze poich fissano
nella memoria comune elementi di fondamentale importanzain
quanto fondano la cultura di un popolo che si st ancora
sviluppando.
"Canta, o dea, l'ira di Achille Pelide" <--- Incipit dell'Iliade
La musa canta attraverso il poeta, soggetto privilegiato.
Mancava, per i greci, la nozione di creazione poetica, poich il
poeta faceva da cassa di risonanza per la Musa, pertanto non pu
che essere vero la sua parola (Si parla di arte mimetica)
Tucidide, che ha per obiettivo la verit, alla fine del V A.C., racconta
della guerra di Troia, narrando l'antefatto di Paride e della mela, e
non ha dubbi che essa sia realmente accaduta (Narra della guerra
fra Atene e Sparta)
Troia: Asia minore, attuale Turchia
Nei due poemi epici non v' alcuna condanna etica su di Elena, al
contrario di quanto accade nella tragedia.

Nell'Iliade invece Paride a subire una condanna di tipo etico.


La struttura sociale nell'Iliade descritta come quelle delle civilt
palaziali, non quelle delle Poleis.
Gheras: Dono speciale attribuito per meriti di guerra ad un soldato
Il Gheras di Achille Briseide, motivo della sua ira.
Tim: Onore
Aret: virt, nell'Iliade Virt bellica.
Per questi tre motivi, l'Iliade veniva insegnata dai pedagoghi agli
alunni, per trasmettere questi tre valori.
Quando Achille viene privato del suo Gheras, viene anche privato
della sua Tim, precedentemente riconosciuta all'unanimit.
Agamennone priva Achille di Briseide, poch egli aveva dovuto
rinunciare a Criseide, suo personale Gheras e figlia di Crise,
sacerdote di Apollo.
Valore principale nell'Iliade: l'onore che la morte in battaglia reca.
Racconti dell'Iliade risalgono al VIII A.C. Ma la sua trascrizione
avviene solamente nel 300 a.C.
DA LEGGERE:
Una tragedia di Euripide
// Eschilo
// Sofocle
Una commedia di Aristofane

11/10/16
Storia: serve a ricostruire il passato in funzione memoriale
"Lo storico colui che pu saldare presente, passato e futuro,
creando un ponte" (Tucidide)
Secondo Tucidide gli eventi della storia umana si ripetono, dunque,
dal passato si pu imparare.
Il termine "Storia" un termine di natura Erodotea
"Historia" = Ricerca
Dalla radice -Is dal verbo Oro= Vedere
"Questa l'esposizione della ricerca di Erodoto di Alicarnasso
perch le imprese gloriose dei Greci e dei barbari non vada
dimenticata" Erodoto, all'inizio della sua opera
"Histori" in Ionico: Erodoto racconta il risultato della sua
esperienza autoptica.
Erodoto, tuttavia, non racconta ssempre la verit, essa non
propriamente il suo obiettivo, egli racconta tutto ci che ha visto e
sentito, ma specifica, qualora ne senta l'esigenza, di non credere a
quanto appena detto.
Nelle prime pagine, Tucidide contesta negli storiografi, come
Erodoto, che l'avevano preceduto, di non perseguire l'obiettivo della
verit: essi hanno usato "Mythodes" ossia "Ornamenti mitologici"
poch probabilemnte leggeranno ,e loro opere in pubblico.
Per noi moderni la storia la ricostruzione vera del passato, dunque
si da capo al modello storiografico tucidideo.
Poemi Omerici:
Costituiscono l'identi di un popolo, sono il fondamento della
cultura memoriale
Loro credevano ed erano certi che gli eventi dei poemi fossero
assolutamente veritieri.

Poema in esametri--> Epos= Esametrico


Abbiamo frammenti di altri poemi epici, ma solo l'Iliade e l'Odissea
ci sono pervenute per intero
Iliade: 10 anno di guerra, 50 giorni c.a.
Religione greca non ha libri sacri: per documentarsi a riguardo
bisogna affidarsi alla produzione poetica, all'interno della quale vi
sono diverse versioni (es. Teogonia di Esiodo)
Sacerdoti: Ministri del culto
Nella civilt greca esiste la norma della reciprocit, dunque, la
vendetta non ha un connotato negatico: cos come l'amore, anche
l'odio va ricambiato. Ecco perch la richiesta di vendetta di Crise
viene esaudita da Apollo.
Sacrificio: modo per gli umani di stabilire un rapporto col divino
attraverso l'animale.
L'uomo si pone, dunque, in una posizione mediana, intermediava
fra gli dei e gli animali.
Il fumo della pelle e delle ossa salgono sino all'Olimpo, arrivando
agli dei ed onorandoli. Gli dei si onorano per chiedergli qualcosa.
Attraverso il sacrificio i membri di una comunit (Poleis ma anche
una sola famiglia) si riconoscono in quanto tali.
Indovino: Soggetto che ha un dono da parte del dio, solitamente
Apollo (Dio della mantosun, divinazione, che pu predirre il futuro.)
A differenza dell'Aedo, sempre ispirato dalle Muse, l'indovino pu
essere considerato un ciarlatano (Vedasi, Tiresia nell'Edipo Re)
Nell'Iliade, tuttavia, Calcante viene ascoltato. Nella grecit arcaica
la divinit che da la conoscenza e all'Aedo e all'indovino (Il quale
conosce presente, passato e futuro).

In Et classica la conoscenza si laicizza, diventa umana e gli dei ne


vengono esclusi (Vd. Tucidide.)
12/10/16
I libro dell'Iliade
Contesa fra Achille, il pi forte dei guerrieri Achei, e Agamennone, il
capo degli Achei.
Ekklesia: Assemblea, fondamentale istituzione della Grecia, in
particolare Atene (Sparta-Oligarchia)
Si parla, dunque di democrazia, poich tutti i cittadini greci
partecipano alle votazioni assembleali e prendono parte attiva alla
vita politica, votando delle leggi.
Cittadino ateniese: colui che, alla nascita, stato registrato in
particolari albi
Nell'Iliade Achille a convocare l'Assemblea.
Il bottino si mette En Meso, in mezzo, per sottolineare il rapporto di
equidistanza fra i guerrieri.
Aidos: Pudore ma anche rispetto.
Rispetto: se io guardo te (attivo)
Pudore: se io vengo guardato dagli altri (passivo)
In Grecia l'identit si forma a partire da ci che gli altri pensano di
te. Quando, dunque, Achille accusa Agamennone di Anaiseia, lo
offende graveente, anche perch l'Anaiseia , solitamente,
peculiarit e caratteristica delle donne, che non avevano controllo

dei propri appetiti.


Achille accusa Agamennone di prendersi sempre la parte pi ricca
del bottino senza scendere in battaglia.
Ubris: Tracotanza
Serse che sferza il mare
Prometeo che ruba il fuoco agli dei e Zeus che lo punisce perch ha
peccato di Ubris.
Nell'Iliade tale termine utilizzato solo 3 volte, tutte per indicare il
gesto di Agamennone, il suo privare Achille di Briseide, ergo, del
Gheras.
Achille l per prendere la spada e sguainarla, ma Era manda
Atena dall'eroe per fermarlo.
Gli dei intervengono spesso fisicamente in aiuto degli Eroi