Sei sulla pagina 1di 31

Struttura cellule

eucariote
Caratteristica fondamentale delle cellule eucariote
la

presenza di pi compartimenti.

Le molecole contenute in ciascun compartimento sono


fisicamente separate dalle altre; questa organizzazione
consente livelli di specializzazione altrimenti impossibili ed
la base del successo evolutivo delle forme cellulari
eucariote; naturalmente insieme alla riproduzione sessuata
che consente un riassortimento genico efficiente e veloce.

Acidi grassi saturi: soltanto


legami singoli tra gli atomi di
C, le catene sono rigide e
diritte e si compattano
meglio = membrane meno
flessibili
Acidi grassi insaturi: uno o pi
doppi legami tra gli atomi di C,
le catene presentano delle
pieghe che non consentono
un compattamento ottimale =
membrane pi fluide

La regione steroide del colesterolo


interagisce
con,
e
parzialmente
immobilizza, le zone di acido grasso pi
vicine alla testa polare. Questo rende
tali membrane pi rigide e meno
permeabili.
I batteri non hanno colesterolo ma
hanno una parete rigida aggiuntiva.

Funzioni della membrana cellulare:


TRASPORTO
Svolto grazie alle Proteine Integrali di
Membrana
Trasportatore di glucosio,secondo il
gradiente di concentrazione (diffusione
facilitata)
Pompa Sodio-Potassio. Movimento di ioni
contro il gradiente di concentrazione,
richiede ATP (trasporto attivo)

Il trasporto di molecole molto grandi attraverso la membrana avviene attraverso


VESCICOLE, avvolte da strutture che si originano o che sono capaci di fondersi con
la membrana cellulare

Funzioni della membrana


cellulare: ADESIONE
Giunzioni cellulari
Giuzioni serrate: tipiche degli
epiteli (interni), legami tra
proteine di membrana di cellule
adiacenti, impediscono il
passaggio di molecole tra le
cellule
Desmosomi: legami tra proteine
pi strutturati, robustezza
meccanica, consentono il
passaggio di molecole

Giunzioni occludenti:strutture
complesse, anche proteine canali;
consentono passaggio di piccole
molecole e ioni tra cellule
adiacenti

Funzioni della membrana cellulare:


Organizzazione spaziale di
reazioni chimiche assicura buone
velocit di reazione anche a basse
concentrazioni di reagenti
aumenta efficenza metabolismi

Elaborazione e trasmissione di
segnali
Specificit di legame del Ligando
(molecola segnale) cruciale
consente enorme flessibilit di
riposte cellulari

Il nucleo uno dei due organelli (laltro il mitocondrio) avvolto da una membrana a
doppio strato, attraversata da alcune migliaia di pori nucleari.

Ciascun poro nucleare una costruzione


complessa, formata da molte proteine
(~100); una tipica struttura ad ottagono
di complessi proteici, detta canestro
nucleare, circonda ogni poro.
Attraverso i pori diffondono liberamente
gli ioni e le piccole molecole (< 10.000); il
compito pi importante per
organizzare il passaggio di grandi
molecole

In entrata: proteine (enzimi) coinvolti

in replicazione/trascrizione, istoni

In uscita: mRNA, rRNA, tRNA

Il nucleo contiene il DNA,


combinato con ottameri di
proteine basiche (Istoni),
organizzato in CROMOSOMI, con
laspetto di un insieme di filamenti
lunghi e sottili, detto cromatina.
Prima della divisione cellulare la
cromatina si condensa e i
cromosomi divengono ben visibili

Cariotipo umano: fornisce indicazioni sul numero, forma, dimensioni ed


eventuali anomalie.
Il DNA del genoma umano, ~ 3,2 x 109 bp, se disteso corrisponderebbe ad una
molecola di ~ 1,5 mt contenuto in 22 cromosomi (presenti in duplice copia)
pi 2 diverse combinazioni dei cromosomi sessuali X e Y: XX (F) e XY (M)
ogni cellula umana (escluse quelle riproduttive) contiene quindi 23 paia di
cromosomi

MITOCONDRI
Sede della respirazione cellulare:
bruciano glucosio in presenza di
ossigeno
(organismi
aerobi)
per
produrre ATP, energia e calore - ATP
(adenosine triphosphate) la molecola
che
le
cellule
impiegano
per
immagazzinare e trasportare energia.
Mitocondri
hanno
una
doppia
membrana, il foglietto esterno liscio
ed sede dei sistemi di trasporto. Il
foglietto interno presenta molte pieghe
(= aumento di superficie) dette creste,
qui sono localizzati i grandi complessi
proteici addetti alle reazioni della
respirazione.
Lo spazio racchiuso dalla membrana
interna detto matrice mitocondriale,
contiene molecole in soluzione, ribosomi
(diversi da qulli citoplasmatici) e DNA
mitocondriale.

I mitocondri contengono un DNA, detto mitocondriale, con la struttura di una


molecola circolare di piccole dimensioni (uomo: 16.600 bp). Un numero variabile, in
genere alto, di copie di mtDNA presente nelle cellule animali. Il mtDNA codifica
per 2 rRNA, 22 tRNA e 13 proteine che sono una parte molto piccola delle proteine
che risiedono nei mitocondri per assicurare le funzioni energetiche. I geni che
codificano per per la grande maggioranza delle proteine mitocondriali si trovano nel
nucleo. I mitocondri contengono quindi un piccolo sistema genetico parzialmente
autonomo. I geni mit. sono trasmessi alla progenie per via materna
I difetti dello mtDNA danno luogo a malattie genetiche di tipo degenerativo con
gravit variabile in dipendenza della proporzione molecole difettive/molecole sane.
mtDNA accumula mutazioni ad un ritmo molto pi elevato del DNA cromosomale,
tale accumulo stato messo in relazione con i processi di invecchiamento.

The endomembrane system includes the


endoplasmic reticulum and the Golgi
apparatus.
The outer membrane of the nuclear envelope is
continuous with the endomembrane system.
Endoplasmic reticulum (ER): a network of
interconnected membraneslarge surface area
Rough endoplasmic reticulum (RER): ribosomes
are attached
RER segregates newly made proteinsthey enter
the lumen and can be modified and transported.

Figure 4.10 Endoplasmic Reticulum

Smooth endoplasmic reticulum: more


tubular, no ribosomes
Chemically modifies small molecules such as
drugs and pesticides
Hydrolysis of glycogen in animal cells
Synthesis of lipids and steroids

The Golgi apparatus:


Receives proteins from the ERcan further
modify them
Concentrates, packages, sorts proteins.
The cis region receives vesicles (a piece of
the ER that buds off) from the ER.
At the trans region, vesicles bud off from the
Golgi apparatus and are moved to the
plasma membrane.

Figure 4.11 The Golgi Apparatus (Part 2)

Lysosomes originate from the Golgi apparatus.


They contain digestive enzymesmacromolecules are
hydrolyzed into monomers.
Food molecules enter the cell by phagocytosisa
phagosome is formed, which fuses with a primary
lysosome, forming a secondary lysosome.
Enzymes in the secondary lysosome hydrolyze the
food molecules.
Lysosomes also digest cell materialsautophagy

Figure 4.12 Lysosomes Isolate Digestive Enzymes from the Cytoplasm (Part 1)

Perossisomi: deposito dei podotti tossici del metabolismo come


H2O2,e luogo della loro degradazione.

Il citoscheletro:
Determina e mantiene la forma
Richiesto per alcuni tipi di movimento
Sostiene gli organelli
Alcune fibre agiscono come supporto di proteine
motorie che muovono gli organuli allinterno della
cellula
Interagisce con le strutture della matrice
extracellulare per mantenere in posizione la cellula

Figure 4.20 The Cytoskeleton (Part 1)

The cytoskeleton has three components:


Microfilaments
Intermediate filaments
Microtubules

Microfilamenti:

Actina ha + e estremit e polimerizza a formare lunghe


catene elicoidali (reversible).

Aiutano una cellula o parti di essa a muoversi

Determinano la forma della cellula

Nei microvilli ne
determinano il
sostegno

Filamenti intermedi:
Costituite da proteine fibrose della famiglia delle
cheratine
Esistono almeno 50 tipi diversi
A forma di fune stabilizzano la struttura della cellula
e conferiscono resistenza alla tensione
Microtubuli:
Made from the protein tubulina dimer - Have + and
ends
Can change length rapidly by adding or losing dimers
Form rigid internal skeleton in some cells
Act as tracks along which motor proteins move

The extracellular matrix (typical of mammalian cells):

Holds cells together in tissues

Contributes to properties of bone, cartilage, skin, etc.

Orient cell movements in development and tissue repair

Plays a role in chemical signaling