Sei sulla pagina 1di 1

LE SORGENTI

Le sorgenti
Il punto del terreno in cui la superficie libera di una falda viene a contatto con la superficie del
terreno e l'acqua sotterranea sgorga spontaneamente in superficie si chiama sorgente.
A seconda delle modalit di affioramento, le sorgenti vengono classificate in:
sorgenti di emergenza, che si originano quando la falda freatica taglia la superficie del
suolo; possono scomparire col tempo, in rapporto alle variazioni che subisce il livello
dell'acqua nella falda;
sorgenti di trabocco, che si originano quando l'acquifero raccoglie pi acqua di quanta
possa contenerne;
sorgenti di contatto, che si originano per contatto dell'acquifero, formato da rocce
permeabili, con uno strato impermeabile sottostante che affiora, causando la fuoriuscita delle
acque accumulate nello strato sovrastante;
sorgenti di sbarramento, che si originano quando un ostacolo (per esempio, una faglia)
interrompe la falda acquifera che cos costretta ad affiorare (vedi figura).
Le acque di falda e le sorgenti sono generalmente acque di buona qualit e per questo motivo,
captate tramite pozzi in falda o con bottini di presa alle sorgenti, sono destinate al consumo umano.