Sei sulla pagina 1di 45

I SETTE SPECCHI

DEGLI ESSENI

I SETTE SPECCHI
DEGLI ESSENI

I 7 specchi Esseni della riflessione del s

Riscoprire chi Siamo e perch ci che accade, accade


grazie a quello che noi riflettiamo negli altri

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

Questo

report

liberamente

distribuibile a condizione di mantenerlo


integro e non modificandone in nessuna
parte il contenuto.

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

Non necessario che tu cambi niente di te stesso, non devi


diventare qualcuno di diverso da quello che sei, soprattutto
non necessario che tu impari nulla di pi di quello che sai
gi.

Devi soltanto imparare ad Amarti a tal punto da

essere finalmente Te Stesso

con tutto Te Stesso! Farai

venire a galla tutto ci che gi sai nella misura in cui ti


sar pi utile. Per questo ti consiglio di conservare solo il
meglio di ci che leggerai qui, di buttare tutto ci che non
ti affine e di non credere a me senza verificare
personalmente

ci che ti dico. Solo cos troverai la tua

Verit ed essa ti render sempre pi libero!

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

Gli

antichi

chiunque

Esseni

forse

identificarono

meglio

di

altro il ruolo dei rapporti umani, riuscendo a

dividerli in 7 categorie: 7 misteri corrispondenti ai vari tipi


di

rapporto

che

ciascun

essere

umano

avrebbe

esperimentato nel corso della sua vita di relazione. Gli


Esseni li hanno definiti "specchi" e ci fanno ricordare che in
ogni momento della nostra vita la nostra realt interiore ci
viene rispecchiata dalle azioni, dalle scelte e dal linguaggio
di coloro che ci circondano.

Gregg Braden

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

Vorrei chiarire un punto che mi pare ancora confuso.


Si dice che se mi imbatto in qualcosa che mi d fastidio
significa che qualcosa che mi riguarda perch il mondo
uno specchio (e questo perfettamente corretto) e che se
mi d fastidio appunto significa che riflette una stessa
caratteristica che mi appartiene e che io non voglio o non
posso vedere in me stesso. E questo invece vero solo in
parte. Questa una delle modalit che la vita ha di
comportarsi da specchio nei nostri riguardi.
Ricordate la storia della piccola anima e il sole? La piccola
anima scesa in terra per imparare ad essere generosa e a
perdonare e quindi incontrer un angelo che si comporter
male con lei per insegnarle la gioia del perdono.

Questo un altro tipo di specchio.

Perci pu succedere per esempio che se io temo di non


essere sufficientemente coerente o ho paura che in certe
situazioni non sar capace di essere autentica la vita mi
rifletter questo tipo di esigenza mandandomi qualche
angelo che far il bastardo con me spingendomi ad
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

abbassarmi allo stesso livello per sfidarmi a non essere


autentica e coerente ma in realt per me sar solo
loccasione per capire quanto autentica e coerente posso
essere una grande opportunit dunque ma questo non
significa che quella persona che incontro (che mi sta
facendo una qualche porcata alla quale potrei rispondere
con la stessa moneta) stia riflettendo unincoerenza che mi
appartiene sta invece dandomi lopportunit di mostrare
tutta lenorme coerenza che ho e che so mettere in atto
anche se temevo di no

Mi sono spiegata? Se c qualcosa che non chiaro ditemelo


che lo chiariamo perch questo ancora un argomento che
moltissimi fraintendono.

Tutte le situazioni riflettono noi stessi, ma non tutte le


situazioni riflettono noi stessi allo stesso modo! Ci sono
situazioni che ci riflettono e ci aiutano a capire i blocchi
che abbiamo, le caratteristiche che nascondiamo che noi
riteniamo, diciamo cos, negative e

altre servono invece

per permetterci di tirare fuori caratteristiche di noi che


Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

non sapevamo di avere o che temiamo di non riuscire a


mantenere se sfidate

Della serie: loccasione fa luomo ladro, ma anche no!

Tuttavia dato che tutto ci che accade nella nostra vita


evidentemente solo un riflesso della nostra interiorit,
operazione molto intelligente quella di utilizzare ogni
situazione, ogni accadimento esterno come unindicazione
per comprendere meglio noi stessi. La realt fuori di noi
infatti l e si ripete continuamente uguale a s stessa,
solo per indicarci quei lati del nostro carattere, quelle
angolazioni della nostra personalit e quegli aspetti del
nostro inconscio, che ci ostiniamo a non voler vedere e
continuiamo a non riconoscere come nostri.

La nostra realt ci somiglia, anche se non ne siamo


consapevoli.

Giovanna Garbuio

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

Fin

dalla

pi

remota

antichit

esiste

una

dottrina

straordinaria, universale nella sua applicazione. Alcuni


frammenti

di

tale

dottrina

sono

stati

rinvenuti

nei

geroglifici sumeri e su tegole e pietre risalenti a circa otto


o diecimila anni fa. Alcuni dei suoi simboli, come il sole, la
luna, laria, lacqua e le altre forze naturali, provengono da
unera persino precedente al cataclisma che pose fine al
Pleistocene. Nessuno sa con certezza a quante migliaia
danni prima essa risalga.
Lobiettivo di tale dottrina risvegliare nel cuore di ogni
uomo una conoscenza intuitiva che sia capace di risolvere
tanto i problemi individuali quanto quelli dellintero mondo.
Tracce dellinsegnamento sono riscontrabili in quasi ogni
regione e culto religioso. I suoi principi fondamentali furono
insegnati nellantica Persia, in Egitto, India, Tibet, Cina,
Palestina, Grecia e molti altri paesi. Tuttavia nella sua
forma pi pura la dottrina fu trasmessa da una misteriosa
confraternita che visse tra gli ultimi tre secoli aC ed il
primo secolo dC sulle rive del Mar Morto in Palestina e
quelle del Lago Mareotis in Egitto. In Palestina e Siria i
membri della confraternita erano noti come gli Esseni,
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

mentre in Egitto erano chiamati Terapeuti o guaritori.


La parte esoterica della loro dottrina presente ne
LAlbero della Vita, le Comunioni e la Sevenfold Pace.
Linsegnamento essoterico riscontrabile nel Vangelo Esseno
della Pace, nel testo Genesi, unInterpretazione Essena, in
Mos, Profeta della Legge, e nel Discorso della Montagna.
Lorigine della confraternita ignota, e la derivazione del
nome incerta. Alcuni credono che derivi dal nome di Esnoch,
o Enoch (vedi correlati), il quale sarebbe stato il fondatore
della fratellanza in quanto primo uomo a cui sarebbe stata
concessa la comunione con il mondo angelico. Altri che il
nome derivi da Esrael, il popolo eletto a cui Mos port le
Comunioni dopo che gli furono rivelate sul monte Sinai dal
mondo angelico.
Ad ogni modo, qualunque sia stata la loro origine, sembra
certo che la confraternita degli esseni esistesse gi da
molto tempo prima, forse sotto altri nomi ed in altre terre.
I

loro

insegnamenti

appaiono

nella

Zend

Avesta

di

Zoroastro, che si concretizz in uno stile di vita praticato


per migliaia di anni. Sono riscontrabili tra i concetti
fondamentali dei Veda, del Brahmanesimo, e il sistema dello
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

10

Yoga indiano scatur dalla stessa fonte. Successivamente


Buddha predic essenzialmente le stesse idee di base, ed il
suo sacro albero della Bodhi connesso allAlbero della Vita
esseno, proprio come questultimo trova espressione nella
Ruota della Vita tibetana.
Pitagorici

(vedi

correlati)

stoici

dellantica

Grecia

ispirarono gran parte del loro stile di vita ai principi esseni.


La stessa dottrina fu elemento della cultura Adonica dei
Fenici, della scuola filosofica di Alessandria dEgitto, e ha
contribuito a numerosi rami della cultura occidentale: dalla
Massoneria allo Gnosticismo, alla Cabala, al Cristianesimo.
Ges la interpret nella sua forma pi bella e sublime nelle
Sette Beatitudini del Discorso della Montagna.

Anticorpi.info

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

11

GESU E GLI ESSENI


Rotoli del Mar Morto

Gli indizi della connessione tra la dottrina di Ges e quella


essena sono riscontrabili nei Rotoli del Mar Morto, un
consistente insieme di manoscritti esseni scoperto 1947-1956
in alcune grotte presso Qumran, sul Mar Morto, nei pressi
di

Gerusalemme.

Le

pergamene

attribuite

al

Vecchio

Testamento e le descrizioni della filosofia e delle pratiche


essene riflettono molti degli insegnamenti cristiani di cui fu
portatore Ges di Nazzareth. I Rotoli del Mar Morto
rivelano che quegli stessi concetti erano conosciuti e
venivano praticati ben prima della nascita di Ges, e
prospettano la possibilit che Ges possa aver studiato - o
addirittura vissuto - con gli Esseni nel corso di un periodo
che va dagli anni della sua adolescenza fino a circa i 30
anni, lasso temporale per

cui non pervenuta alcuna

nozione della sua vita ed attivit


www.anticorpi.info

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

12

Vita quotidiana

Gli Esseni vivevano sulle rive di laghi e fiumi, lontani da


citt e paesi, e praticavano uno stile di vita rivolto alla
condivisione. Erano principalmente agricoltori e arboricoltori,
avendo

una

vasta

conoscenza

di

colture,

geologia

climatologia che consentiva loro di coltivare una gran


variet di frutta e verdura persino in zone desertiche e con
il minimo lavoro indispensabile.
Non avevano servi o schiavi e si dice che siano stati i primi a
condannare la schiavit sia nella teoria che nella pratica.
Tra loro non vi erano n ricchi n poveri, in quanto
entrambe le condizioni erano giudicate deviazioni della
Legge (legge universale non definita dallessere umano
n.d.r.). Il loro sistema economico si basava interamente
sulla Legge, con cui dimostravano che il cibo e qualsiasi
altra esigenza materiale delluomo fossero ottenibili senza
competizione, solo attraverso la conoscenza della Legge.
Trascorrevano molto tempo a studiare scritti antichi e rami
speciali di apprendimento quali listruzione, la guarigione e
lastronomia.

Erano

considerati

gli

eredi

di

Caldea,

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

13

dellastronomia persiana e delle arti egizie della guarigione.


Erano

abili

attraverso

nelle
un

profezie,
digiuno

alle

quali

prolungato.

si

preparavano

Erano

inoltre

estremamente abili nelluso di piante ed erbe per la


guarigione di uomini e animali.
Vivevano una vita semplice e regolare. Si alzavano ogni
giorno prima dellalba per studiare e comunicare con le
forze della natura, fare un bagno rituale in acqua fredda e
poi

indossare

indumenti

bianchi.

Dopo

il

loro

lavoro

quotidiano nei campi e nelle vigne, consumavano i pasti in


silenzio, precedendoli e terminandoli con la preghiera. Erano
del tutto vegetariani e non toccavano alimenti di carne n
liquidi fermentati. Le loro serate erano dedicate allo studio
e alla comunione con le forze celesti.
Il primo giorno della loro settimana era il venerd. Il venerd
sera - che precedeva il Sabbath - era dedicato allo studio,
alla

discussione,

al

divertimento

in

compagnia

dei

visitatori, suonando alcuni strumenti musicali.


Il loro stile di vita consentiva loro di vivere in media fino a
120 anni, e si dice che infondesse in loro grande forza e
resistenza. In ogni attivit esprimevano amore creativo.
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

14

Inviavano in giro per il mondo i guaritori e gli insegnanti


della confraternita; tra questi vi furono Elia, Giovanni
Battista, Giovanni Amato e - probabilmente - Ges.
Lappartenenza alla confraternita era ottenibile solo dopo
un periodo di prova di un anno e tre anni di lavoro iniziatico,
seguito da altri sette anni prima di poter ricevere il pieno
insegnamento interiore.
Testimonianze del mondo esseno sono pervenute fino a noi
grazie agli scritti di alcuni loro contemporanei. Plinio,
naturalista romano, il filosofo alessandrino Filone, lo storico
e soldato ebreo Giuseppe Flavio, e altri personaggi e autori
antichi li citarono nelle loro opere.
Alcuni degli insegnamenti esteriori sono conservati in testi
in aramaico allinterno del Vaticano. Altri redatti in lingua
slava furono trovati in possesso degli Asburgo in Austria e si
dice che fossero stati esportati dallAsia nel XIII secolo da
sacerdoti nestoriani in fuga dalle orde di Gengis Khan. Gli
echi dei loro insegnamenti esistono ancora in diverse forme,
nei rituali massonici, nel candelabro a sette braccia, nel
saluto: La pace sia con te, usato fin dai tempi di Mos.
Data la sua antichit e persistenza attraverso i secoli,
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

15

evidente che la dottrina essena non sia stata creata da un


singolo popolo o da un unico individuo, ma provenga da una
successione di grandi Maestri i quali tramandarono la Legge
dellUniverso, basilare, eterna e immutabile come le stelle;
uguale a se stessa oggi come due o diecimila anni fa, e
perci ancora applicabile.

Linsegnamento mostra come le deviazioni delluomo dalla


Legge siano la causa di tutti i suoi problemi, e fornisce il
metodo con cui esso pu trovare la via duscita dal proprio
dilemma.

Il vero rapporto sacro quello con noi stessi, perch tutte


le relazioni riflettono il rapporto di noi stessi con noi stessi.
Pu anche essere vero che gli altri facciano cose che ci
innervosiscano. Ma alla fine si tratta di input che provocano
una reazione in noi, dunque sono io quello attivato.
Pertanto in primo luogo esiste la mia relazione con me
stesso.

Comunque sia dunque, ci ritroviamo sempre di fronte un


Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

16

riflesso di noi stessi; in ogni rapporto, ma particolarmente in


quelli molto stretti. Ci significa che ogni rapporto con gli
altri riflette come uno specchio un aspetto del nostro modo
di essere.
www.anticorpi.info

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

17

I SETTE SPECCHI ESSENI


In base alla filosofia essena, lassunzione totale della
responsabilit personale per qualsiasi cosa faccia parte
della nostra realt in questa vita la caratteristica
fondamentale per la formazione consapevole di un rapporto
sacro con noi stessi e per riconoscere la nostra Reale
Identit. E comprendere che ogni cosa il riflesso
materializzato di parti della nostra interiorit la seconda
caratteristica fondamentale che deriva dalla prima. Gli
Esseni

hanno

individuato

sette

specchi

essenziali

che

raccolgono le principali modalit con cui la realt ci riflette


la cui conoscenza e applicazione ci permette di sacralizzare
il nostro rapporto con noi stessi verso il riconoscimento di
chi Siamo.

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

18

I sette specchi del Rapporto Sacro

Il Primo Specchio [Specchio del Chi Sono]


il riflesso di quello che siamo. Vediamo e critichiamo nel
nostro

prossimo

inconsapevolmente

quello

che

percepiamo

in

qualche

come

una

modo

anche

nostra

colpa.

Perch guardi la pagliuzza che nell'occhio del tuo


fratello, e non t'accorgi della trave che nel tuo? ci
ricorda Ges di Nazareth. Quando incontriamo qualcuno che
ci infastidisce, ci irrita o ci fa proprio arrabbiare
probabile che siamo nellarea di influenza del 1 specchio.
Questo specchio ci riflette chi siamo nel qui e ora. In
questa sfera di influenza il mondo pieno di persone
fastidiose con cui attaccare briga. In realt queste persone
ci sono state inviate dal nostro Io superiore per indicarci
qualche nostra precisa caratteristica (corrispondente ai
difetti che vediamo negli altri) che non vogliamo o non
riusciamo riconoscere in noi stessi, ma che da qualche parte
c. Noi non vediamo le cose come sono, ma le vediamo

come siamo!1

1

Anas Nin

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

19

Addirittura non detto che le persone o le situazioni che ci


turbano siano oggettivamente come noi le vediamo, ma il
fatto stesso che noi le percepiamo in quella determinata
maniera lopportunit che la nostra Anima ci invia per
individuare la caratteristica di noi stessi che noi percepiamo
come insopportabile negli altri, ma che in qualche modo ci
appartiene,

in

modo

da

trascenderla

superarla

definitivamente. Se poi la caratteristica che non vogliamo


riconoscere in noi stessi particolarmente radicata , allora
sospetteremo

che

appartenga

quante

pi

persone

incontriamo o a quelle che pi amiamo.


Esempio

tipico

la

gelosia.

Normalmente

chi

estremamente geloso lo perch sa di essere lui stesso


inaffidabile per ci che riguarda la fedelt allinterno della
relazione di coppia e cos si aspetta che il proprio partner
assuma lo stesso comportamento che assumerebbe lui/lei.
Chi non si fida di nessuno di solito il primo a non essere
affidabile e corretto nei confronti del prossimo alla buona
occasione. Ecc
Allo stesso modo chi particolarmente amorevole e
disponibile

aperto

si

aspetter

vedr

queste

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

20

caratteristiche negli altri e le noter come caratteristiche


principali.
Questo specchio dunque ci mostra qualcosa che abbiamo
fatto a noi stessi sia di positivo che di negativo, quindi pu
essere molto utile per individuare conflitti irrisolti o ferite
ancora aperte che ci siamo inflitti o comunque che abbiamo
attratto.

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

21

Il Secondo Specchio [Specchio del giudizio]


ci rimanda il riflesso di quello che giudichiamo qui e ora e
ci che giudichiamo dipende dal fatto che loggetto del
nostro

giudizio

ha

disatteso

le

nostre

aspettative

deludendoci.
Normalmente si riferisce a

qualche situazione che ci ha

fatto soffrire in passato e che abbiamo caricato di


emotivit senza mai superare e che oggi ci pare di vedere
ripetersi nella situazione che viviamo e che ci delude.
Facilmente si tratta di qualchecosa di cui pensiamo di
essere stati vittime e che non abbiamo mai perdonato.
Teniamo sempre conto che quando giudichiamo qualcuno con
sentimenti fortemente emotivi molto probabile che stiamo
solo giudicando noi stessi.
La serenit minata principalmente dalla presenza di
aspettative. Quando le persone ci deludono non significa
per forza che si sono comportate male in valore assoluto,
ma significa senzaltro che non si sono comportate come noi
ci aspettavamo che facessero. Ecco dunque che quando ci
troviamo a giudicare gli altri siamo quasi sicuramente in
balia dellinfluenza del 2 specchio che ci d lopportunit di
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

22

scovare le nostre aspettative e quindi di trascenderle.


Abbiamo lopportunit di spostare il nostro focus dal come
al cosa, lasciando

che il percorso migliore verso tale

cosa (cio il come) sia determinato dalla nostra anima,


senza bisogno di ulteriori veleni o giudizi infondati.
Questo specchio alimentato dalla bassa autostima e dalla
mancanza di fiducia nei propri talenti. Un essere umano
armonicamente equilibrato

avr degli obiettivi, non delle

aspettative. Sapr tenere la sua attenzione su come si


sentir

in

una

determinata

situazione,

lasciando

completamente perdere come raggiungere quella situazione


e attraverso chi liberandosi cos anche di qualsiasi bisogno
di giudizio.
Lunico strumento per raggiungere lobiettivo sar lui stesso
e il suo Amore/passione. Per per raggiungere questo livello
di consapevolezza p necessario trascendere le aspettative e
annullare le critiche. <<per questo ci viene in aiuto il 2
specchio. La nostra centratura dipende da come noi
percepiamo le situazioni, non da cosa sono e cosa fanno gli
altri. Le cose che accadono nella nostra vita sono fatti puri
e semplici. A seconda di come noi li percepiamo, li
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

23

trasformiamo
aspettative

in

problemi

sullevoluzione

in

delle

opportunit.
situazioni

Avere
o

sui

comportamenti delle persone ci porta inevitabilmente a


manifestarci dei problemi e a soffrire.
Io mi aspettavo che le cose andassero in un certo modo, ma
qualcuno la fuori si comportato diversamente e mi ha
deluso perci io adesso lo critico e manifesto il ripetersi
del medesimo atteggiamento, magari da parte di altri che
mi rendono sempre pi deluso e pi vittima, almeno fino
al punto in cui non cambier atteggiamento, riconoscer lo
specchio

coglier

loccasione

di

trasmutare

definitivamente le mie aspettative che hanno dato origine a


tutta questa sofferenza. Libero da aspettative diverr io
stesso il mio obiettivo e non potr pi essere deluso. Perch
nel momento in cui Io Sono consapevolmente, lascer tutti
liberi

di

Essere

chi

essi

Sono

senza

inutili

controproducenti strascichi energetici. E conseguentemente


mi

sar

liberato

dallattaccamento

del

bisogno

di

controllo, semplicemente perch Io Sono il mio obiettivo,


indipendentemente da tutti i come e tutti i perch che
mi servono per raggiungerlo.
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

24

Un cuore puro non pu subire offesa2.

Arcangelo Miranda

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

25

Il Terzo Specchio [Specchio del colpo di fulmine]


Questo specchio riguarda le persone che ci piacciono
immediatamente, a pelle e si riferisce a qualche nostra
caratteristica che ci apparteneva nel passato, ma che
abbiamo

perduto.

Ci

riflette

modi

di

essere

che

ci

appartenevano, ma a cui abbiamo dovuto rinunciare in


seguito a compromessi perch pensavamo fosse necessario
rinunciarci per crescere o per salvaguardare qualcosa o
qualcuno.

Caratteristiche

dunque,

modi

di

essere

che

abbiamo perduto contro voglia, ma che abbiamo anche


scordato ci appartenessero. Si tratta di caratteristiche che
ci piacevano di noi stessi ma che non stiamo pi incarnando.
Di solito a questo specchio appartiene in pieno il colpo di
fulmine. Ma anche quando notiamo negli altri qualche
qualit che ci piace immediatamente e moltissimo, spesso si
tratta di qualcosa che ci caratterizzava.
Questo specchio si manifesta tramite sensazioni di nostalgia
per chi eravamo e non siamo pi o pensiamo di non essere
pi.

Dove sarei arrivato io oggi se Viviamo un rimpianto per


noi stessi per qualcosa a cui ci siamo sentiti costretti di
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

26

dover rinunciare per la nostra sopravvivenza psicologica o


materiale. In questo caso di solito nelle persone

che ci

piacciono a pelle e di cui ci innamoriamo fulmineamente


notiamo solo il riflesso di ci che eravamo che ce le rende
irresistibili, mentre non ci accorgiamo di tutte le altre
caratteristiche che queste persone hanno.
Ogni relazione della nostra vita in realt lo specchio del
rapporto con noi stessi. Teniamo sempre presente che tutto
pu essere recuperato nella nostra interiorit, la condizione
per farlo sempre quella di essere consapevoli di dove ci
stiamo dirigendo e di come vogliamo farlo.

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

27

Il

Quarto

Specchio

[Specchio

delle

dipendenze]

Questo specchio riguarda le dipendenze incontrollabili che


riflettono

le

nostre

passioni

passate

cui

abbiamo

rinunciato e che abbiamo archiviato nelloblio. Non ci


ricordiamo pi di loro.

Il non essere capaci di rispondere

no un campanello dallarme in questo senso. Si parla di


situazioni quali una vecchio importante interesse modificato
nel tempo senza rendercene conto fino ad essere cancellato
del tutto (di solito per rimane sempre una latente
insoddisfazione a riguardo) o di una relazione importante
abbandonata prima che avesse concluso naturalmente il suo
corso, o di una passione che abbiamo smesso di alimentare
ecc
Questo

specchio

si

manifesta

di

fronte

nostri

comportamenti compulsivi che originano dipendenza che sono


il riflesso di una rinuncia a qualcosa che amiamo. La
dipendenza in qualche modo sostituisce la precedente
passione e attraverso il riconoscimento della dipendenza
possiamo risalire a ci a cui ci siamo costretti a rinunciare o
ad abbandonare prima che fosse il momento conclusivo. Per
dipendenze non si intende solo a dipendenze patologiche
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

28

quali alcool, fumo, droga, farmaci ecc.. Con dipendneze si


intendono anche dipendenze dal lavoro, dallo sport, dal
sesso, dal possedere, da una persona, dalla famiglia, da una
passione che quando diventa dipendenza si trasforma da
passione in schiavit ecc In presenza di una qualsiasi
dipendenza, possiamo star sicuri che nel tempo abbiamo
rinunciato a cose o persone o situazioni che ci erano
estremamente care. In ogni momento e a ogni livello di
dipendenza

possiamo

riconoscere

questo

specchio

intervenire senza bisogno per forza di raggiungere il fondo.

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

29

Il Quinto Specchio [Specchio del Rapporto con il Divino]


Si riferisce direttamente al nostro rapporto con i genitori.
Questo specchio fa riferimento al nostro rapporto con
lessenza del maschile e del femminile nel particolare e al
nostro rapporto con il divino pi in generale. Quando questo
rapporto non fluido e non siamo bilanciati nelle nostre
parti maschile e femminile, finiamo tendenzialmente per
intraprendere

relazioni

con

partner

che

assomigliano

rispettivamente a nostro padre o a nostra madre.


Ancora se il nostro rapporto con il divino non fluido
tendiamo a ripetere comportamenti che appartenevano ai
nostri

genitori

anche

se

li

giudichiamo

sbagliati

controproducenti.
Quando percepiamo i nostri genitori come Dei

tendiamo a

ricercare nel nostro rapporto di coppia caratteristiche del


nostro rapporto con i genitori. Questo specchi in effetti
riguarda la tendenza che abbiamo a separare e quindi
confrontare piuttosto che a percepire lunit nelle cose. Pi
deifichiamo i nostri genitori pi sminuiamo noi stessi e
separiamo Dio da noi. In questa situazione siamo incapaci di
riconoscere noi stessi come il nostro vero e unico Dio. La
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

30

percezione della nostra Reale Identit inversamente


proporzionale alla percezione che abbiamo nei confronti dei
nostri genitori sia che sia di devozione, sia che sia di
ribellione.
Il superamento di questo specchio avviene nel momento in
cui metaforicamente tagliamo il cordone ombelicale e ci
rendiamo emotivamente indipendenti dai nostri genitori, nel
momento in cui ci accorgiamo che i nostri genitori sono
esseri umani come noi, vulnerabili e fallibili. In questo
momento riequilibriamo i ruoli e riconosciamo la presenza
del divino in noi riconoscendo in definitiva la nostra Reale
Identit. A quel punto abbiamo superato anche la fase del
confronto e della separazione, siamo finalmente in grado di
riconoscere che Tutto Uno e ogni parte individualizzata
delluno recupera ai nostri occhi la sua perfezione senza pi
bisogno di stabilire chi migliore e chi peggiore. Ogni
individuo unico, ma tutti gli individui sono simili a immagine
e somiglianza dellUno. Perci nessuno ha un peso superiore
o inferiore ad un altro. Non esiste qualcuno di pi
importante e qualcuno di insignificante perci non esiste
nessuno che vale pi di me a cui io mi devo sottomettere,
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

31

nemmeno un fantomatico Dio l fuori e neppure i miei


genitori. Qualunque cosa espressione dello stesso valore
del Tutto, compreso io e compresi i miei genitori.

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

32

Il

Sesto

Specchio

[Specchio

dell

oscura

notte

dellAnima]
riguarda il nostro rapporto con la nostra zona dombra con
laltro lato della medaglia. Questo specchio si riferisce al
nostro modo di affrontare le difficolt, come ricerchiamo e
ci procuriamo gli strumenti per superare le nostre paure.
Allo stesso tempo il modo in cui noi affrontiamo le sfide e il
modo in cui le sfide si presentano ci mostrano il nostro
livello

di

consapevolezza

dellUnit

quanto

siamo

consapevoli che la nostra anima ci propone tali sfide per


darci lopportunit per crescere ed evolvere. Pi ci sentiamo
vittime meno possediamo questa consapevolezza. In realt
la perfezione il risultato dellarmonia tra le imperfezioni
che noi percepiamo. Attraverso quelle che noi vediamo come
difficolt come problemi, questo specchio ci ricorda che la
Vita tende comunque allequilibrio. E come noi reagiamo a
queste situazioni ci dimostra a che livello di armonia ed
equilibrio effettivamente siamo. Attraverso questo specchio
inoltre possiamo sperimentare come funziona il processo
vitale e come sia possibili affidarcisi a Lui e a Noi quali
espressioni comunque dellUno onnipotente. In Hooponopono
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

33

si dice i problemi sono opportunit e questo specchio ci


ribadisce

proprio

questo

stesso

concetto.

Quando

ci

troviamo ad affrontare le sfide pi difficili perch


perch

noi

stessi

ce

le

siamo

manifestate

con

la

consapevolezza di avere a disposizione tutti gli strumenti


necessari a superarle con fluidit e con lintenzione di dare
a noi stessi la maggiore e migliore opportunit di crescita e
die espansione dellAmore che Siamo. I nostri vecchi lo
sapevano bene e infatti un antico proverbio popolare recita:
Dio non manda mai un peso superiore alle forze di chi deve

portarlo. E infatti tendenzialmente una volta usciti da


queste situazioni ci rendiamo conto di come la Vita sia
perfetta e di quali esseri potenti noi siamo. Non si tratta di
prove mandate da qualche Dio pi o meno burlone, si tratta
solo di squilibri che abbiamo appositamente manifestato noi
con degli obiettivi ben precisi che di solito si rendono
evidenti una volta che abbiamo vinto tali sfide.

Il destino, bello o brutto che sia, non affatto questione


di fortuna o di sfortuna, ma di scelte derivanti dal nostro
atteggiamento verso il mondo; non esistono gli angeli custodi
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

34

se non il nostro essere.3

Arcangelo Miranda

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

35

Il Settimo Specchio [Specchio del paragone]


Questo Specchio si manifesta attraverso il paragone. Il
paragone di noi stessi del nostro valore rispetto alle
aspettative e al giudizio del mondo esterno. Questo lo
specchio che ci stimola a riconoscere la perfezione in ogni
esperienza
risultati.

di

vita,

indipendentemente

dai

suoi

Questo specchio ci suggerisce di guardare ai

nostri successi liberi dal bisogno di paragonarli ai risultati


raggiunti da altri o da altro l fuori.

Il solo modo in cui riusciamo a vederci sotto la luce del


successo o del fallimento quando misuriamo i nostri
risultati, facendo uso di un metro esterno. A quel punto
sorge la seguente domanda: A quale

modello ci stiamo

rifacendo per misurare i nostri risultati? Quale metro


usiamo?

Nella

prospettiva

di

questo

specchio

ci

viene chiesto di ammettere la possibilit che ogni aspetto


della nostra vita personale qualsiasi aspetto

- sia

perfetto cos com () Ci renderemo conto insieme che, in


effetti, questo vero

e che un risultato pu essere

sottoposto a giudizio solo quando viene paragonato ad un


riferimento esterno. Siamo quindi

invitati a permettere a

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

36

noi stessi di essere il solo punto di riferimento per i risultati


che raggiungiamo4
Finch non raggiungiamo la consapevolezza della nostra
perfezione dunque questo specchio ci verr in aiuto
riflettendoci nel modo in cui gli altri ci trattano, il modo in
cui noi percepiamo noi stessi. Il nostro prossimo ci tratta di
solito precisamente in base a come noi ci vediamo. Ognuno
di noi accetta solo lamore che convinto di meritare e cos
ci manifestiamo situazioni allineate a questa regola. Se noi
non Amiamo noi stessi non riusciremo mai a farci Amare
dagli altri, inevitabile. Ci che diamo agli altri in verit lo
diamo a noi stessi perch esattamente ci che riceveremo
nel bene e nel male. Se non esiste un nemico dentro di noi
nessun nemico esterno potr mai attaccarci, ma vero
purtroppo anche il contrario, se non siamo interiormente in
pace con noi stessi saremo sempre circondati da guerre,
da pericoli e da nemici.
Ecco quindi che questo specchio ci invita ad essere noi il
solo e unico reale punto di riferimento per noi stessi. Non
c bisogno di paragonarci con lesterno per valutare il

4

Gregg Braden

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

37

nostro valore e per riconoscere la nostra perfezione. E


infatti questo specchio mette in luce il nostro livello di
bisogno di approvazione e ci stimola ad abbandonarlo
definitivamente. I settimo specchio si interessa delle mie
azioni in rapporto allesterno e ci spinge ad abbandonare la
competizione in cambio della pi efficace e produttiva
collaborazione.

La

felicit

qui

ed

ora

deriva

direttamente dalla perfezione del Universo che Amore e


quindi dalla perfezione di me stesso che quale parte
olografica del Tutto sono Io stesso Amore.

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

38

Questi sono i sette specchi codificati dagli Esseni migliaia di


anni fa e sono ancora le migliori linee guida per capire dove
ci troviamo e a quale livello di apprendimento siamo nel
nostro cammino di consapevolezza.

Per Riconoscere noi

stessi necessario riarmonizzare i nostri squilibri.


La nostra realt una continua indicazione per individuare
tali squilibri, ma anche per capire quali sono gli strumenti
pi efficaci a nostra disposizione per recuperare larmonia
che lo stato naturale dellessere. Se vogliamo che il
rapporto con noi stessi sia fluido e centrato che significa
essere in armonia dentro infatti necessario sistemare i
blocchi interiori che abbiamo. Gli specchi esseni ci aiutano a
decodificare la realt che ci suggerisce continuamente come
intervenire su tali blocchi per scioglierli.
Lavorare su noi stessi con lintenzione di riarmonizzarci
procurer determinati cambiamenti nelle nostre vite e tali
cambiamenti saranno ulteriori segnali per procedere sempre
pi efficacemente. Ecco quindi che tutti i rapporti che
abbiamo nella vita sono importanti al fine di rendere
davvero sacro il rapporto fondamentale: quello con noi
stessi.
Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

39

Fonti:
www.anticorpi.info

www.thenazareneway.com/essenes_and_their_teaching.htm

www.people.opposingviews.com/relationship-between-jesusessenes-2841.html

www.examiner.com/article/the-7-essential-mirrors-of-theessenes

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

40

Bibliografia

Gregg Braden, La Matrix Divina, Macro Edizioni


CLICCA QUI:
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__matrix_divina.php?pn=4583

Josaya, Hooponopono: La pace comincia da te, Uno Editori


CLICCA QUI:
www.macrolibrarsi.it/libri/__ho-oponopono-la-pace-comincia-da-te-libro.php?pn=4583

Arcangelo Mirandola, Io sono me I 7 specchi esseni, Io


sono edizioni
CLICCA QUI:
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__io-sono-me-i-7-specchi-esseni-libro.php?pn=4583

Olivier Mantinara, Gli Esseni, Edizioni Alvorada


CLICCA QUI:
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__gli-esseni-libro.php?pn=4583

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

41

Jakob Lorber, Ges e lordine degli Esseni, Cerchio della


Luna
CLICCA QUI:
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__gesu-e-l-ordine-degli-esseni-libro.php?pn=4583

Il Vangelo Esseno della Pace, Michele Manca Editore


CLICCA QUI:
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__vangelo_esseno_della_pace.php?pn=4583

F.M.Hassnain, Sulle Tracce di Ges lEsseno, Amrita


CLICCA QUI:
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__sulle_tracce_di_gesu_lesseno.php?pn=4583

Olivier

Mantinara,

Linsegnamento

di

Ges

lEsseno,

Edizioni Alvorada
CLICCA QUI:
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__l-insegnamento-di-gesu-l-esseno-libro.php?pn=4583

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

42

Tutto quello che hai letto in questo libro, se affine alla


tua sensibilit lo perch sono cose che conosci gi. A noi
forse il merito di avertele fatte ricordare, in maniera
semplice e lineare. E se cos andata, tieni comunque
presente, che accaduto solo perch tu hai deciso in
qualche modo che accadesse. Se ti rimasta ancora
qualche domanda priva di risposta, prova a guardare pi in
profondit dentro te stesso, e se la risposta ancora non
compare, forse devi attirare qualche altro strumento utile a
proseguire la tua crescita e la tua ricerca, utile a riportare
alla tua mente ci che gi sai ma comunque sia le
risposte sono tutte addormentate dentro di te!

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

43

Questo report liberamente


distribuibile a condizione di
mantenerlo

integro

non

modificando in nessuna parte


il contenuto.

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

44

Aloha Namast - In lak'ech


Kanyini Ubuntu Gassho Sat nam

Riconosco e mi inchino al Divino in te!

Report gratuito realizzato e distribuito da www.giovannagarbuio.com

45