Sei sulla pagina 1di 1

TUTTOSPORT 19

MERCOLED, 26 OTTOBRE 2016

SERIE B pisa-verona 0-0

Il Verona frena a Pisa


E Gattuso sfiora il colpo
Nel finale Varela vicino al gol, prima una traversa per parte
I nerazzurri fermano la
squadra di Pecchia,
vittoriosa nelle ultime
tre trasferte. Nel primo
tempo Pazzini e Lisuzzo
a un passo dalla rete
PISA-VERONA0-0
Pisa (4-4-2): Ujkani 6; Avogadri 6.5, Del Fabro 6, Lisuzzo 6.5, Longhi 6 (40 st Peralta ng); Golubovic 6, Verna 6,
Sanseverino 6, Mannini 6.5
(4 st Lazzari 6); Lores Varela
6.5, Montella (27 st Cani 6). A
disp. Giacobbe, Cardelli, Crescenzi, Gatto, Fautario, Mudingayi. All. Gattuso 6.5
Verona (4-3-3): Nicolas 6;
Bianchetti 6, Caracciolo 6,
Cherubin 6, Souprayen 6; Fossati 6.5, Bessa 6 (38 st Troianiello ng), Romulo 6; Fares
6 (12 st Zuculini 6.5), Pazzini 6.5, Siligardi 6 (27 St Ganz
Ng). A disp. Coppola, Luppi,
Maresca, Zaccagni, Cappelluzzo, Valoti. All. Pecchia 6.5
Arbitro: Manganiello di Pinerolo 6
Note: spettatori 5.950 per un
incasso di 63.903 euro. Ammoniti: Cherubin, Sanseverino, Fossati. Recupero tempo: pt 1; st 3
ANTONIO SCUGLIA
PISA

Il cuore del Pisa contro la tec-

nica e la forza della capolista


Verona, squadra che in serie B davvero fuori posto:
ne esce uno 0-0 giusto ma
tutt'altro che noioso. Conti
alla mano, prevale la migliore difesa (Pisa, 6 gol al passivo)
sul miglior attacco (Verona:
25 gol all'attivo!) del campionato. Impressionante il ruolino esterno dei giallobl, che
dopo lo scivolone con il Benevento, un mese e mezzo fa,
hanno messo in fila tre vittorie di fila con un parziale di
10 reti a favore e 2 contro. Il
Verona si presenta all'Arena
gi da capolista solitario, con
4 punti di vantaggio sul Cittadella che aveva pareggiato nell'anticipo del luned a
La Spezia; sul terreno di casa
il Pisa aveva iniziato benissimo, con tre vittorie, ma nelle
ultime due gare interne incappato in altrettanti ko.
Grande attesa in citt per
una sfida sentitissima e che
mancava da oltre vent'anni;
fra le tifoserie c' anche un'accesa rivalit, e infatti lo spiegamento di forze dell'ordine
nell'occasione molto robusto. Esauriti i biglietti in vendita; purtroppo il grave ritardo della societ nell'eseguire
i lavori allo stadio (che hanno preso il via da poco grazie all'impegno della Ngm)
ha causato ancora una volta
una capienza molto scarsa:
l'agibilit temporanea di soli

6mila posti.

Contestazione

Nel Pisa due assenze pesanti:


il centravanti Eusepi e il regista Di Tacchio. Gattuso parte
con il 4-4-2 (attacco Montella-Varela) rinunciando in avvio sia alla prima punta Cani,
sia ai centrocampisti Lazzari (acciaccato) e Mudingayi,
appena tesserato. Tifo altissi-

Contro la societ
Contestazione dei tifosi
pisani, mentre Abodi
e la Lega lavorano per
trovare acquirenti
Primato confermato
I giallobl restano
a +5 sul secondo posto,
adesso occupato
da tre squadre

fondissima, nelle ultime settimane il presidente di Lega


B Abodi ha iniziato un'opera
da advisor per vagliare le proposte d'acquisto dopo aver ricevuto un mandato a vendere
dall'attuale propriet.
Verona schierato con il 4-33 come da attese, col tridente d'attacco Fares, Pazzini,
Siligardi: questi ultimi due si
rendono pericolosi intorno
al 10', ma la prima occasione
vera era stata del Pisa dopo
meno di 3 minuti, con Nicolas tempestivo nelluscita al limite dellarea su Montella. Il
botta e risposta continuo ha
prodotto un legno per parte
intorno al 35': prima Pazzini
controlla al volo un cross di
Siligardi e gira di destro contro la traversa, poi la colpisce
Lisuzzo deviando una punizione di Mannini. Pisa ancora pericoloso con Montella
al 44' e poi stoppato dallarbitro, che dopo aver concesso un minuto di recupero ha
fischiato in anticipo scatenando le proteste di Gattuso.

Colpo sfiorato

Allinizio della ripresa il Pisa


perde Mannini per un problema muscolare: dentro Lazzari.
Dallaltra parte al 12 Pecchia
vuole pi mordente e inserisce Zuculini per Fares, avanzando la posizione di Bessa.
Largentino, combattivo e rapidissimo, tenta da fuori la conclusione al 21,violenta ma alta
di poco. Al 27 entrano insieme i due numeri 9: Cani per
Montella nel Pisa, Ganz per
Siligardi nel Verona che passa al 4-4-2. Ma ancora Zuculini lunico a tirare in porta: al
37 impegna Ujkani a terra. Il
Verona ha qualcosa in pi ma
non riesce a graffiare in area, il
Pisa al 91 quasi lo sorprende
con un contropiede Verna-Varela: il tocco delluruguaiano
defilato a sinistra mette fuori
causa Nicolas in uscita ma la
palla attraversa tutto lo specchio della porta senza avvicinarsi troppo alla linea.

mo sin dai primi minuti, ma


accompagnato da una pesante contestazione alla propriet attuale, in ritardo con i
pagamenti degli stipendi dei
dipendenti e morosa nel versamento dei contributi per i
tesserati. L'amministratore
unico, Lorenzo Petroni, presente ma nella postazione del
Gos anzich in tribuna d'onore. La crisi societaria pro- Solo una traversa per Pazzini a Pisa (LAPRESSE)

CESENA-ENTELLA 0-1

PERUGIA-CARPI 0-2

Lollo-Lasagna
Castori risale
subito in alto
Dopo il ko in casa della
Spal, il Carpi vince a
Perugia, stacca gli umbri
e sale al secondo posto
con Cittadella ed Entella
PERUGIA-CARPI

0-2

Marcatori: pt 28' aut. Brighi; st 39'


Lasagna
Perugia (4-3-3): Rosati 6; Belmonte 6 (34' st Bianchi ng), Volta
5.5, Monaco 5, Di Chiara 5.5; Dezi
6, Zebli 5 (19' st Acampora 5.5),
Brighi 5; Buonaiuto 6, Di Carmine
5.5, Zapata 4.5 (10' st Guberti). A
disp. Elezaj, Imparato, Ricci, Chiosa, Nicastro. All. Bucchi 5.5
Carpi (4-4-1-1): Colombi 6.5;
Struna 6 (24' st Sabbione ng), Poli 6.5, Romagnoli 6, Letizia 6.5; Pasciuti 6,Crimi 6.5,Di Gaudio 6 (31'st
Blanchard ng), Lollo 6.5, De Marchi
6 (3' st Lasagna 6.5). A disp. Belec,Gagliolo,Catellani,Bifulco,Mbaye. All. Castori 6.5
Arbitro: Minelli di Varese 5
Note: 9.000 spettatori. Ammoniti: Letizia, Belmonte, Guberti, Zebli,
Struna, Crimi, Bianco, Brighi. Angoli: 8-5 per il Perugia. Recupero tempo: pt 0', st 4'

Fabrizio Castori, 62 anni

cialmente a centrocampo.
Bucchi ha provato il turnover
in attacco, ma con modesti
risultati, specie con linserimento di Zapata. Sono stati
comunque plateali errori individuali a determinare il risultato. Sul primo gol, dopo
una conclusione di Bianco
(33 pt) Monaco ha sbagliato
il rinvio innescando la ripartenza del Carpi con De Marchi: Brighi, nel tentativo di
anticipare Lollo, deviava alle
spalle di Rosati. Nella ripreMARIO MARIANO
sa il forcing del Perurgia proPERUGIA
duceva solo una serie di calIl Carpi frena la corsa del Pe- ci dangolo. Poco incidevano
rugia, che si blocca dopo cin- i cambi di Bucchi e Acampoque risultati utili. Un gol per ra, che pure aveva assicurato
tempo per gli ospiti, che si una spinta offensiva, sbagliasono presi una rivincita va grossolanamente a met
dopo essere stati eliminati campo, permettendo a Lasain Coppa Italia. Il Carpi ha gna di realizzare il raddoppio
verticalizzato come dabitu- che permette al Carpi di sadine, con un Perugia appar- lire al secondo posto, insieso stanco e impreciso spe- me con Cittadella ed Entella.

BRESCIA-VICENZA 2-1

Entella da sogno: seconda! Ribaltone Brescia in 60 secondi


Il lampo di Ammari fa
godere i liguri e condanna
il Cesena: Drago in bilico,
il successore potrebbe
essere Mandorlini
CESENA-ENTELLA

0-1

Marcatori: st 36' Ammari


Cesena (4-3-3): Agazzi 6; Balzano 5, Rigione 6, Capelli 5.5, Falasco 4.5 (15' st Filippini 5.5); Kone 6, Schiavone 5, Cinelli 5.5 (1' st
Laribi 4.5); Ciano 5, Djuric 6, Dalmonte 6 (29' st Rodriguez 5.5). All.
Drago 5
Entella (4-3-1-2): Iacobucci 6;
Iacoponi 5.5, Benedetti 5, Pellizzer
6, Keita 6; Belli 6.5, Troiano 5.5, Sini 5.5 (24' st Moscati 6); Tremo-

lada 6.5 (17' st Ammari 6.5); Masucci 6 (33' st Costa Ferreira ng),
Caputo 5.5. All. Breda 6
Arbitro: Saia di Palermo 6
Note: ammoniti Ammari, Falasco,
Capelli, Kone, Benedetti, Troiano,
Sini. Angoli: 6-3 per il Cesena. Recupero tempo: pt 0', st 3'
ANDREA GORI
CESENA

Sar Mandorlini il prossimo allenatore del Cesena?


Lex tecnico del Verona ha
assistito ieri alla sconfitta del
Cesena contro lEntella ed
uno dei papabili successori di Drago.Il primo tempo
una noia mortale: il Cesena non ha spunti e lEntella
ci crede poco. Nella ripresa Najib Ammari, 24 anni

FROSINONE-SPAL 2-1

Djuric si rende pericoloso


con un colpo di testa su punizione di Ciano, che esce di
un soffio. Drago sceglie Laribi per vivacizzare la manovra ed il trequartista va ad un
passo dal vantaggio, colpendo il palo (9). Un tiro-cross
di Belli, pareggia il conto dei
legni (30), mentre non sbaglia Ammari a 10 dal termine, che dal limite dellarea
trova il diagonale giusto su
appoggio di Belli e firma di
fatto lesonero di Drago. Il
Cesena non vince da 9 partite, con un solo gol su azione realizzato. A fine match,
Foschi annuncia che la societ si riunir oggi per decidere il futuro dellallenatore.

cino 6.5, Adejo 5.5, Esposito 5.5,


D'Elia 5.5 (1' st Zaccardo 5.5); Rizzo 6, Urso 6, Signori 6; Vita 6, Bellomo 6 (17' st Siega 5.5), Raicevic
5.5 (32' st Cernigoi 5.5). A disp.
Vigorito, Bogdan, Galano, Renny
Smith, Di Piazza, Zivkov. All. P. Bisoli 6
BRESCIA-VICENZA
2-1 Arbitro: Di Martino di Teramo 6.5
Marcatori: pt 8' Pucino; st 42' Note: 6.800 spettatori. AmmoniVassallo, 43' Pinzi
ti: D. Bisoli, Pinzi, Martinelli, RaiceBrescia (4-3-1-2): Minelli 5.5; vic, Signori, Morosini, Benussi,
Untersee 5.5, Calabresi 6, Bubnjic Bubnjic e Vassallo. Angoli: 9-2 per
5.5, Coly 5.5; D. Bisoli 6, Pinzi 7, il Brescia. Recupero tempo: pt 0',
Sbrissa 5 (10' st Martinelli 6.5); st 4'
Morosini 5.5 (25' st Bonazzoli 6);
Caracciolo 5.5, Torregrossa 5 (38' ENRICO PASSERINI
st Vassallo 7). A disp. Arcari, Som- BRESCIA
ma, Lancini, Crociata, Ndoj, Fonta- In 60 secondi il Brescia rinesi. All. Brocchi 7
balta una partita che semVicenza (4-3-3): Benussi 6; Pu- brava stregata, lasciando il Christian Brocchi, 40 anni

La squadra di Brocchi
trova la vittoria nel finale
con le reti di Vassallo e
Pinzi. Il Vicenza era andato
in vantaggio con Pucino

TRAPANI-BENEVENTO 1-0

Paganini-Ciofani: hurr Finalmente Trapani


Frosinone al quinto posto Prima gioia con Citro
Alla Spal non basta lacuto di Giani. Per
la squadra di Marino il quarto risultato
utile consecutivo. Nella ripresa Paganini
centra anche una traversa
FROSINONE-SPAL 

dra di Marino supera con un po' di fatica


la Spal e mette a referto il quarto risultato utile consecutivo che vale il quinto posto in classifica. Un match per nulla facile
al "Comunale" contro una Spal ordinata e
decisa a vendere cara la pelle.

2-1 Occasioni continue

Il gol di Paganini, lasciato colpevolmente


solo al centro dell'area di rigore sugli sviluppi di un angolo, dopo appena dieci minuti avrebbe potuto affossare i ferraresi che,
per, sono riusciti a ristabilire la parit al 14'
con un siluro mancino di Giani dai trenta
metri. Emozioni continue nella prima frazione e ospiti vicini al sorpasso con Arini, il
cui tiro-cross deviato da Crivello costringe
Bardi a mettere in angolo. Passano cinque
minuti e il Frosinone sorpassa: clamoroso
svarione difensivo della coppia Cremonesi-Vicari, Branduani ci mette del suo e Daniel Ciofani si ritrova la porta spalancata
per depositare in rete. Nella ripresa i padroni di casa amministrano la gara: loccasione pi nitida capita dopo 8 a Paganini
che scheggia la traversa con un bel destro.
MASSIMO HALASZ
Nonostante i cambi e la voglia di risalire
FROSINONE
la china la Spal deve arrendersi uscendo,
Il Frosinone continua a correre. La squa- comunque, a testa alta dal Comunale .

Marcatori: pt 10' Paganini, 14' Giani, 35' D. Ciofani


Frosinone (4-4-2): Bardi 6; M. Ciofani 6, Brighenti
6.5, Ariaudo 6.5, Crivello 6.5; Paganini 7, Frara 6.5,
Sammarco 6.5, Kragl 6 (38' st Churko ng); D. Ciofani 7, Cocco 6 (21' st Soddimo 6). A disp. Zappino, Gori, Gucher, Preti, Volpe, Pryyma, Mazzotta. All. Marino
6.5
Spal (3-5-2): Branduani 5; Giani 6.5, Vicari 4.5 (25'
st Zigoni 5.5), Cremonesi 4.5; Lazzari 6.5, Arini 6, Castagnetti 5.5 (34' st Beghetto ng), Mora 6 (30' st
Spighi ng), Del Grosso 5; Cerri 5, Finotto 5.5. A disp.
Marchegiani, Silvestri, Grassi, Bonifazi, Pontisso, Ghiglione. All. Semplici 6
Arbitro: Pinzani di Empoli 6.5
Note: 5.351 spettatori per un incasso di 40.276 euro. Ammoniti: Paganini, D. Ciofani e Castagnetti. Angoli: 6-5 per il Frosinone. Recupero tempo: pt 3', st 3'

Lattaccante regala il successo alla squadra


di Cosmi, che non aveva ancora vinto e che
aggancia la Ternana. Benevento smarrito:
solo un punto nelle ultime quattro partite
TRAPANI-BENEVENTO1-0
Marcatori: pt 27' Citro
Trapani (3-5-2): Guerrieri 6; Casasola 6.5, Pagliarulo 6, Legittimo 6; Fazio 6.5, Ciaramitaro 7, Scozzarella 7, Nizzetto 6.5, Rizzato 6.5; Citro 6.5 (45' st Canotto ng), Petkovic 6 (38' st De Cenco ng). A disp. Farelli, Carissoni, Visconti, Kresic, Machin, Colombatto,
Ferretti. All. Cosmi 6.5
Benevento (4-2-3-1): Cragno 6; Lopez 6, Lucioni
6, Padella 5.5, Venuti 6; Chibsah 6 (21' st De Falco
5.5), Del Pinto 6; Melara 5.5 (12' Ciss 5.5), Falco 5.5
(34' st Buzzegoli ng), Ciciretti 6; Ceravolo 5.5. A disp. Gori, Pezzi, Pajac, Camporese, Bagadur, Gyamfi.
All. Baroni 5.5
Arbitro: Ghersini di Genova 5.5
Note: 5.012 spettatori. Espulso: Ciss (41 st) per proteste. Ammoniti: Lucioni, Ciaramitaro, Padella. Angoli: 3-2 per il Trapani. Recupero: pt 1', st 6
PIERO SALVO
TRAPANI

Il Trapani batte con merito il Benevento,

Vicenza a bocca aperta (e


asciutta). I lombardi tornano alla vittoria dopo un
mese di astinenza al termine di una partita dai due volti: nel primo tempo meglio
gli ospiti, in vantaggio grazie
a una deviazione ravvicinata di Pucino (8) sugli sviluppi di una punizione di Bellomo. Nella ripresa, quando il
Vicenza ormai pregustava i
tre punti, il Brescia riuscito prima a rimontare e poi a
trovare il sorpasso. Protagonisti Vassallo, che al 42 ha
battuto Benussi da due passi, e Pinzi, che sessanta secondi pi tardi ha firmato il
2-1 con un fantastico destro
al volo dal limite dellarea.

LEGA PRO

Stangata sullArezzo
Punito pesantemente l'Arezzo con 4 giornate a Sirri e 3 a
Moscardelli. Due giornate a
Toscano (Siracusa) e Faliverna (Tuttocuoio). Una giornata a: Burrai e Semenzato
(Pordenone), Mancosu (Lupa
Roma), Manconi (Reggiana),
Proietti (Racing Roma), Russotto (Catania), Foglio (Carrarese), Morero (Juve Stabia),
Piccinni (Matera) e De Martino (Fondi). Due giornate a
De Paola (Lumezzane) che
si sommano ai due turni di
squalifica che il nuovo allenatore dei bresciani doveva
gi scontare. Una giornata anche per Andrea Tedesco della
Casertana.

conquistando la prima vittoria in campionato e contestualmente abbandonando


lultimo posto in solitario, condividendolo
adesso con la Ternana. Non stata una bella partita quella andata in scena tra siciliani
e campani, forse troppo preoccupati per il
risultato: meglio il primo tempo del secondo. Nella prima frazione le due squadre si
sono affrontate a viso aperto, palla a terra
e con buone trame di gioco, mentre nella
ripresa i padroni di casa sono stati bravi a
gestire il vantaggio senza rischiare mai. Nel
complesso meglio il 3-5-2 di Cosmi del 4-23-1 di Baroni, che imbottisce il centrocampo di mezzali, creando cos gioco sulla trequarti siciliana, ma non essendo mai realmente pericoloso, mentre il Trapani stato 11 GIORNATA
essenziale senza mai strafare. Tra i granata GIRONE A. Domenica ore 14.30 Cosicuramente ritrovati sono apparsi Scozza- mo-Olbia, Cremonese-Pistoiese,
rella, Ciaramitaro e Citro.
Giana Erminio-Racing Roma, Prato-Lupa Roma, Viterbese-Livorno;
Baroni a picco
ore 16.30 Arezzo-Renate; ore 18.30
Proprio questultimo ha firmato il gol par- Alessandria-Siena, Carrarese-Piatita, nella prima vera azione da rete dei gra- cenza, Pro Piacenza-Lucchese. Lunata: cross dalla sinistra di Rizzato e colpo ned ore 20.30 Pontedera-Tuttodi testa impeccabile. Primo successo del- cuoio. Classifica: Alessandria 28;
la squadra di Cosmi, mentre per quella di Cremonese 23; Viterbese, PiacenBaroni arriva la terza sconfitta nelle ulti- za 19; Como, Arezzo 18; Renate 17;
me quattro partite, con un solo pareggio. Livorno 15; Lucchese, Siena, Giana

Erminio 13; Carrarese, Olbia 11; Tuttocuoio 10; Pistoiese, Pro Piacenza
9; Lupa Roma, Pontedera 7; Racing
Roma 6; Prato 5.
GIRONE B. Sabato ore 14.30 Sambenedettese-FeralpiSal; ore 16.30
Forl-Santarcangelo,Maceratese-Lumezzane, Mantova-Reggiana, Pordenone-Ancona, Venezia-Bassano;
ore18.30Fano-Parma;Padova-Modena;ore20.30Gubbio-Teramo.Lunedore20.30AlbinoLeffe-AltoAdige. Classifica: Bassano, Venezia 21;
Gubbio19;FeralpiSal,Reggiana,Parma,Sambenedettese18;Pordenone
17; Padova 16; Santarcangelo 14; AlbinoLeffe13;AltoAdige,Modena,Maceratese,Lumezzane,Ancona10;Teramo, Fano 7; Mantova 6; Forl 3.
GIRONE C. Domenica ore 14.30 Siracusa-Andria; ore 16.30 CataniaPaganese, Melfi-V. Francavilla, Monopoli-Catanzaro,Taranto-Messina,
Vibonese-Reggina; ore 18.30 Juve
Stabia-Cosenza;ore20.30Casertana-Fondi, Matera-Akragas. Luned
ore20.45Lecce-Foggia(direttaRaiSport).Classifica: Lecce,Foggia23;
Juve Stabia 22; Matera 21; Cosenza
19; Monopoli 17; Fondi (-1) 14; Akragas,Casertana,Andria 12; V.Francavilla, Reggina 11; Paganese, Taranto,
Messina 10; Catania (-7), Catanzaro
8; Siracusa 7; Vibonese, Melfi (-1) 6-