Sei sulla pagina 1di 13

Domenico De Masi

Il paese delle molte


complessit
Come natura e storia hanno inventato il Brasile, plasmandone la mentalit e la cultura, creando unidentit capace di
fondere e rielaborare le sue molte contraddizioni. La complessit del paese ne fa un laboratorio della societ postindustriale e
della cultura postmoderna: dal suo meticciato fisico e culturale
pu emergere un modello alternativo di civilt.

64

marzo

2014

53

Aspenia

Tom Jobim tra i pi noti e amati musicisti del paese ha detto che il
Brasile non per principianti. Il quinto paese del mondo sia per superficie
che per numero di abitanti, dove insieme agli autoctoni convivono decine
di etnie provenienti da tutti i continenti, non pu essere semplice n nella
struttura n nella cultura.

I NUMERI DI UN PAESE STRAORDINARIO. Dalla natura il Brasile ha avuto tutto: il Rio delle Amazzoni il secondo fiume del pianeta per lunghezza e il primo
per larghezza; le cascate di

Domenico De Masi professore emerito di Sociolo-

Iguau sono le pi belle e tra

gia del lavoro allUniversit La Sapienza di Roma.

le pi grandi del mondo. Il

Direttore di NEXT. Strumenti per linnovazione,

suo profilo si estende nelle

fondatore e direttore scientifico della S3-Studium,


societ di consulenza organizzativa.

053-065-De Masi 64 ok.indd 53

27/02/14 17.19

sconfinate pianure, scavalca le colline e sale fino ai 3.000 metri dellItatiaia. Lintero paese non conosce terremoti, monsoni e cicloni. Ognuno dei suoi
27 stati federati ha il suo clima, da quello equatoriale a quello temperato, ha
la sua flora e la sua fauna. Per riserva di acqua e di ossigeno, per variet di
piante e di specie animali il Brasile uno dei paesi pi ricchi del pianeta e
la sua matrice energetica una delle pi pulite.
Settanta anni fa i brasiliani erano 50 milioni, oggi sono 200 milioni. Grazie
alla sua sconfinata estensione, il paese ha una bassissima densit demografica: appena 23 abitanti per chilometro quadrato, contro i 33 degli Stati
Uniti e i 202 dellItalia. Se si consentisse la nostra stessa densit, potrebbe
ospitare un miliardo e mezzo di abitanti; se si consentisse la densit del
2014

degli italiani) ha meno di 15 anni. La speranza di vita di 74 anni (negli


Stati Uniti di 79 anni, in Italia di 82 anni).

Aspenia

sile un paese giovane: il 25,5% (contro il 20% degli statunitensi e il 14%

marzo

Giappone, potrebbe arrivare a due miliardi e 800 milioni di abitanti. Il Bra-

64

54

Fino allabolizione della schiavit, il Brasile era prevalentemente rurale,


non solo perch la maggioranza della popolazione viveva nelle fazende, ma
perch nelle fazende risiedeva quella borghesia che aveva in mano la ricchezza e il potere. Oggi, nonostante il vastissimo territorio rurale disponibile, l85% dei brasiliani vive in citt e nelle citt sono concentrate tutte le
sedi del potere economico, politico, amministrativo. Il 91% dei brasiliani
alfabetizzato e il paese che investe nellistruzione il 5,4% del pil (contro
il 5,5% degli Stati Uniti e il 4,6% dellItalia) al settimo posto nel mondo
per percentuale di bambini iscritti alle scuole elementari.
Se scorriamo i dati del Pocket World Figures 2014, troviamo che il Brasile
la sesta potenza economica mondiale e che il suo pil cresce costantemente
da trentanni. Il 17% della popolazione attiva addetta allagricoltura (contro il 2% degli Stati Uniti e il 4% in Italia). Il Brasile al sesto posto nel

053-065-De Masi 64 ok.indd 54

27/02/14 17.19

mondo per produzione industriale. Solo il 61% della popolazione attiva


addetta ai servizi, ma il paese al secondo posto nel mondo per numero di
utenti di facebook e al quarto posto sia per abbonamenti a internet sia per
lunghezza della rete stradale.

raddoppiato; dellilluminazione elettrica domiciliare e degli abbonamenti


telefonici, che ormai coprono quasi tutto il territorio nazionale; e dellac-

64

tratti formali di lavoro (passati dal 31 al 42%); del reddito da lavoro, quasi

Aspenia

Tra il 1992 e il 2012 vi stata una crescita continua e omogenea dei con-

marzo

2014

55

cesso allistruzione, per cui il tasso di analfabetismo sceso dal 16 all8%.


Cos pure il lavoro infantile sceso dal 20 al 4%, e lindice Gini che misura
la disuguaglianza sceso da 0,571 a 0,499.
Quando Cabral sbarc a Porto Seguro forse il 21 aprile del 1500 nel
territorio che oggi chiamiamo Brasile vi erano cinque milioni di indios. Un
anno dopo arriv anche Amerigo Vespucci che annot: Se dovesse esistere
un paradiso sulla Terra, non pu essere lontano da qui. Entrambi trovarono
terreno fertile, venti moderati, clima ottimo, acqua potabile, frutta a volont,
popolazione accogliente con tanta innocenza in volto. Poco dopo, i primi
gesuiti giunti in Brasile annotarono: Onde quer que vamos, somos recibidos con grande boa vontade.

053-065-De Masi 64 ok.indd 55

27/02/14 17.19

Poi inizi la mattanza: gli indios furono decimati e rimpiazzati con quattro
milioni di schiavi africani. Lunione dei portoghesi con gli indios gener i
mamelucchi, quella con gli schiavi gener i creoli. Nel 1888, quando la legge aurea liber gli schiavi, arrivarono i salariati svizzeri, tedeschi, italiani,
polacchi, serbi, giapponesi, cinesi. Lincrocio di tutte queste razze e sottorazze ha creato un meticciato unico al mondo: un popolo composto da pi di
quaranta etnie, che pu vantare pi di cento colori della propria pelle.
Il mio vero nome dir il grande architetto Niemeyer Oscar Ribeiro Almeida Niemeyer Soares: Ribeiro e Soares sono portoghesi, Almeida
arabo, Niemeyer tedesco. Dunque sono meticcio come meticci sono tutti i
miei fratelli brasiliani.
2014
marzo

sit a fare del Brasile una sorta di laboratorio della societ postindustriale e
della cultura postmoderna. Di fronte alla sua complessit, il brasiliano si

Aspenia

QUANDO INVENTARONO IL BRASILE. proprio questa comples-

64

56

posto domande sulla propria identit, ne ha esplorato le componenti, ne ha


ricostruito levoluzione, lha elevata a modello.
Chi siamo noi brasiliani, fatti di tante e tanto varie componenti umane? si
chiede Darcy Ribeiro nel suo capolavoro O povo brasileiro. A formao e o
sentido do Brasil, pubblicato nel 1995. E poi ancora si chiede: la fusione in
noi di tanti fattori si completata, ancora in corso o mai si concluder?
Siamo condannati per sempre a essere un popolo multicolorato sul piano
culturale e razziale? Ci sar una caratteristica specifica dei brasiliani in
quanto popolo, bench siamo gente arrivata da ogni parte?
Rispondendo a queste domande, alcuni sociologi e antropologi di grande
levatura inventarono il Brasile. Fernando Henrique Cardoso, grande sociologo e grande uomo politico, ha scritto che Srgio Buarque de Hollanda
venne ad affiancarsi a nomi come Joaquim Nabuco, Euclides da Cunha,

053-065-De Masi 64 ok.indd 56

27/02/14 17.19

Manoel Bomfim, Paulo Prado, Oliveira Viana, Alcantara Machado e Gilberto Freire nellimpegno di rivelare il Brasile ai brasiliani. Si devono a questi
saggisti molti dei concetti, delle immagini, dei miti e dei poli narrativi che
ancora oggi sono usati per definire il paese, per spiegare la specificit brasiliana. Ciascuno a suo modo, furono essi i veri inventori del Brasile.
Nel 1931 Jorge Amado, appena ventenne, pubblic Il paese di carnevale, un
romanzo che inizia con esponenti della buona borghesia brasiliana in frivola
conversazione sul destino del loro paese. Uno dice che il Brasile il paese
con il pi grande avvenire, laltro che entro centanni sarebbe stato il primo
paese del mondo. Dieci anni dopo, nel 1941, lo scrittore austriaco Stefan
Zweig riprende il concetto di Amado e lo trasforma da ironico in profetico

Questo refrain radicato nellimmaginario sociale si rivelato profetico: oggi


il Brasile democratico dimostra che il suo futuro arrivato, e non solo per il
fatto di avere unalta percentuale di popolazione giovane, ma anche perch

2014
marzo

ripetere che o Brasil o pais do futuro.

64

il 1964 e il 1984, il Brasile, oppresso dalla dittatura militare, si sentito

57

Aspenia

con un libro intitolato appunto Brasile, terra del futuro. Per ventanni, tra

una delle poche democrazie del pianeta in cui il pil cresce da trentanni,
le distanze sociali si accorciano, la qualit della vita migliora, lalternanza
al potere assicurata da regolari elezioni democratiche. lunico grande
paese che non combatte guerre contro nessuno e non vuole dominare su
nessuno. lunica economia in cui per otto anni un presidente sociologo
Cardoso ha incrementato la ricchezza nazionale e per altri otto anni un
presidente sindacalista Lula lha ridistribuita.
Cos facendo, senza esibirlo e quasi senza accorgersene, il Brasile ha costruito nella pratica un modello di straordinaria vitalit, pezzo per pezzo,
come fosse una preziosa favela firmata da architetti straordinari come Oscar
Niemeyer o Paolo Mendes da Rocha.

053-065-De Masi 64 ok.indd 57

27/02/14 17.19

LUCI E OMBRE DELLA CRESCITA BRASILIANA. Secondo Le Monde


Diplomatique Brasil del novembre 2010, il Brasile una macchina economica
costruita per far vivere bene o benissimo l8% della popolazione (classe A).
Questi privilegiati, cresciuti dell1% in meno di dieci anni, sono imprenditori,
professionisti, professori universitari, giuristi, dirigenti che godono di formazione, servizi sanitari, abitazioni, consumi, sport, spettacoli e viaggi di prima
qualit. La classe medio-alta (B), che salita dal 10% al 13%, composta
da professionisti di livello medio, da manager, militari, tecnici che fruiscono
di un livello di vita poco inferiore a quello della classe alta. La classe mediobassa (C), che salita dal 30 al 39%, comprende insegnanti della scuola di
base, infermieri, impiegati, barbieri, parrucchieri che vivono in uno stato di
2014

dal 28 al 30%, e il sottoproletariato che sceso dal 25 al 10%.


Su 200 milioni di brasiliani, il 51% si autodefinisce di razza nera o mista.

Aspenia

ti, lalimentazione, il tempo libero. Infine, c la classe operaia (D) che salita

marzo

precariet strutturale per quanto riguarda le abitazioni, listruzione, i traspor-

64

58

Tra i neri con pi di 15 anni il tasso di analfabetismo si aggira intorno al


27%. Il reddito delle fasce sociali pi ricche 42 volte superiore al reddito
delle fasce sociali pi povere.
Tre anni dopo quellanalisi di Le Monde Diplomatique Brasil, i 200 milioni
di brasiliani sono risultati cos divisi: 31 milioni appartenenti alla classe
alta, 113 milioni alla classe media, 56 milioni alla classe bassa. Praticamente, nei dieci anni intercorsi tra il 2003 e il 2013 ben 42 milioni di brasiliani sono saliti socialmente, anche grazie alla Bolsa Famlia e allintroduzione di quote razziali per lingresso nelle universit pubbliche. Tuttavia il
10% della popolazione bianca possiede tuttora il 75% di tutta la ricchezza.
Parlando alla Fiera del libro di Francoforte l8 ottobre 2013, lo scrittore
Luiz Ruffatto ha detto: Quando non vediamo il prossimo, il prossimo non ci
vede. Cos accumuliamo il nostro odio e il simile diventa nemico. Il tasso di

053-065-De Masi 64 ok.indd 58

27/02/14 17.19

omicidi in Brasile raggiunge i venti assassinati ogni 100.000 abitanti, pari


a 37.000 persone lanno, un numero tre volte superiore alla media mondiale. E chi pi esposto alla violenza non sono i ricchi ma i poveri confinati
in favelas e quartieri di periferia, alla merc di narcotrafficanti e poliziotti
corrotti. Negli ultimi dieci anni, sono state assassinate 45.000 donne. Codardi, abbiamo accumulato pi di 100.000 denunce di maltrattamenti contro i bambini e gli adolescenti. Non una coincidenza che la popolazione
carceraria brasiliana, circa 550.000 persone, sia formata prevalentemente
da giovani tra i 18 e i 34 anni, poveri, neri e con istruzione bassa.
Sempre nel 2013, il quotidiano economico Valor ha dedicato un inserto ai
ricchi e al lusso: ormai il 6% dei brasiliani miliardario e nella classifica

razza mista. Tra i 20 milioni di brasiliani pi ricchi, 18 sono bianchi. Tra i


20 milioni di brasiliani pi poveri, 15 sono neri.
Il quotidiano O Globo ha dedicato un inserto ai 12 milioni di brasiliani che

2014
marzo

condizioni di estrema povert (cio con 30 euro al mese), 11 sono neri o di

64

simo posto nel mondo. Dei 16 milioni di persone che vivono nel paese in

59

Aspenia

planetaria elaborata in base al numero di miliardari, il Brasile al dodice-

vivono nelle favelas. Ebbene, l80% orgoglioso di abitarvi e il 70% assicura che continuerebbe a viverci anche se il suo reddito aumentasse. Del
resto, il 65% di tutto il popolo delle favelas appartiene ormai alla classe C,
cio medio-bassa.
Una scrupolosa comparazione fatta dallibge in base a 130 indicatori dimostra in modo sorprendente la sostanziale continuit nei trend tra il decennio 1992-2002 quando alla presidenza della repubblica vi erano Itamar
Franco del pmdb e poi Fernando Henrique Cardoso del psdb e il decennio
2002-2012, quando alla presidenza vi sono stati Lula da Silva e poi Dilma
Rousseff, entrambi del Partito dei Lavoratori. Le differenze tra le performance di centrodestra e sinistra non sono state mai eccessive: le presidenze di

053-065-De Masi 64 ok.indd 59

27/02/14 17.19

Franco e Cardoso hanno ottenuto risultati migliori nel mercato del lavoro,
nellincremento del reddito e nella riduzione delle disuguaglianze sociali; le
successive presidenze del pt hanno ottenuto una crescita maggiore nelleducazione, nellespansione dei servizi pubblici e nellampliamento dei beni di
consumo essenziali. Purtoppo la scolarizzazione, quantitativamente aumentata, lascia ancora molto a desiderare qualitativamente: il 20% dei giovani
che hanno concluso linsegnamento fondamentale e che vivono nelle grandi
citt non domina n la lettura n la scrittura.
Oggi il Brasile non pi inchiodato alla monocoltura, non pi un paese
dipendente, una fattoria del mondo. Sta uscendo dalla fase industriale e
sta entrando in quella postindustriale. Non c paese al mondo che non vor2014

in questo stesso paese che fino a 50 anni fa ha importato solo schiavi, avventurieri e migranti poverissimi.

Aspenia

giorno in giorno il numero di giovani laureati che da ogni parte immigrano

marzo

rebbe avere rapporti commerciali con questo colosso economico; e cresce di

64

60

Ma le disuguaglianze socioeconomiche tuttora scandalose, la corruzione, la


violenza, le deficienze scolastiche hanno fatto scoppiare movimenti sociali
imprevisti che, pur contemporanei ad altri movimenti come Occupy Wall
Street o come le proteste in Turchia e nellAfrica mediterranea, hanno presentato loro proprie caratteristiche. Anche a Brasilia, a Rio, a San Paolo,
internet ha svolto un ruolo determinante di coagulo, subito seguito dalla partecipazione reale dei cittadini alle manifestazioni di piazza. Grazie alla rete,
i movimenti non hanno avuto bisogno di leader e dunque non stato possibile guidarli n decapitarli. I movimenti hanno rinunziato a fare proposte
e si sono limitati a esprimere esigenze in modo perentorio; spettava poi ai
politici, ai tecnici e ai burocrati risolvere i problemi: sono pagati per questo.
I movimenti hanno agito fuori dai partiti e dai sindacati, considerati vecchi
e inutili. Nei loro match con il governo e con le istituzioni hanno raggiun-

053-065-De Masi 64 ok.indd 60

27/02/14 17.19

to alcuni obiettivi immediati come la riduzione delle tariffe dei trasporti e


cospicui aumenti salariali per i professori; hanno dimostrato di poter mobilitare il dissenso senza bisogno di leader e di programmi; sono riusciti a denudare lindegnit morale della classe dirigente. Soprattutto, sono riusciti a
sollecitare una rapida presa di coscienza da parte di singoli e di istituzioni.

LIDENTIT BRASILIANA E LA FUSIONE DELLE DIVERSIT.


Dunque, cos oggi il Brasile? Chi sono i brasiliani? In cosa si distinguono,
se si distinguono, dagli altri sudamericani? Qual il volto reale di questo
paese cos diverso per i suoi aspetti naturali e culturali?
Linteresse per la propria identit si ulteriormente acuito in occasione

plinare di 25 prestigiosi esperti brasiliani.


I risultati hanno confermato la persistenza dei fattori qualificanti che si sono
accumulati lungo tutto il percorso della storia brasiliana. Scrive Gilberto

2014
marzo

italiano Stefano Palumbo, che si avvalso della collaborazione interdisci-

64

ho promosso la ricerca Cara brasileira, affidata alla direzione del sociologo

61

Aspenia

del quarto e poi del quinto centenario della scoperta. Io stesso, nel 2002,

Freire: Considerata in modo generale, la formazione brasiliana stata [...] un


processo di equilibrio di antagonismi. Antagonismi di economia e di cultura.
La cultura europea e lindigena. Leuropea e lafricana. Lafricana e lindigena. Leconomia agricola e la pastorizia. Lagricola e lestrattiva. Il cattolico e
leretico. Il gesuita e il fazendero. Il bandeirante e il signore di engenho. Il
paulista e lemboaba. Il pernambucano e il mascate. Il grande proprietario
e il paria. Il laureato e lanalfabeta. Ma, predominando su tutti gli antagonismi, il pi generale e il pi profondo: il signore e lo schiavo. [...] Tuttavia,
la mentalit brasiliana non si scandalizza per il gioco di contrasti, confronti,
paradossi, misture e antinomie. Il Brasile vive il sincretismo, la coniugazione
degli opposti, il matrimonio di ci che inconciliabile a prima vista.

053-065-De Masi 64 ok.indd 61

27/02/14 17.19

La mescolanza di fattori cos diversi, che in altri contesti risulterebbe distruttiva, nel nostro caso benefica. Il concetto di brasilianit rinvia immediatamente allincontro e al rapporto interpersonale. Le relazioni inglobano gli individui. Lindividualismo assume unaccezione negativa. Vivere
significa avere rapporti sociali. Saudade significa interruzione incresciosa di questi rapporti.
Allarmonia del fisico, alla sensualit e alla salute, si aggiungono doti psicologiche come lamicalit, la cordialit, il senso di ospitalit, la socievolezza,
la generosit, il buonumore, lallegria, lottimismo, la spontaneit, la creativit. Per questo la cultura brasiliana amata in tutto il mondo: mai nessuno
avrebbe bombardato le torri gemelle se fossero state in Brasile!
2014

lit ogni relazione, anche di tipo professionale, e le sue azioni assumono significati diversi in base ai sottesi rapporti personali. Molte decisioni, anche

Aspenia

carcter. Ma il brasiliano non senza carattere: tende a colorare di amica-

marzo

Nel 1928, Mario de Andrade scrisse Macumama. O her sem nehum

64

62

minime, sono influenzate dal gruppo dei parenti o degli amici.


La religione e la fede, come la vita, sono legate ai concetti di tolleranza e
curiosit. La pazienza, la capacit di muoversi tra diversi codici di comportamento e di reinterpretare le regole, le norme, i linguaggi, sono attitudini
frequenti, come pure la tendenza a considerare fluidi i confini tra sacro e
profano, tra formale e informale, tra pubblico e privato, tra emozione e regola. Il jeitinho brasileiro proprio questo modo di armonizzare i contrasti, di
dribblare gli intoppi, di usare con una certa spregiudicatezza anche espedienti che vanno al di l delle regole.
Molti sono gli elementi che riescono ad amalgamare le diversit dando allinterno e allesterno unimmagine unitaria del paese. La natura esuberante,
con unestate che in molte regioni dura tutto lanno, fa del Brasile un paese
tropicale organico mai funestato da cataclismi naturali. Sul piano sociale

053-065-De Masi 64 ok.indd 62

27/02/14 17.19

il ruolo unificante giocato dalla struttura federativa dei vari stati che si
riconoscono nella medesima costituzione, dalla lingua generale, dal sincretismo culturale, dalle grandi feste civili e religiose incorporate nel modo
di vivere popolare, dalla musica, dal ruolo della donna nella vita sociale,
dalla sessualit senza sensi di colpa (No existe pecado do lado de baixo do
Equador canta Chico) e, a livello pi intellettuale, dalla spiccata capacit di
riciclaggio culturale tramite una permanente attivit di assimilazione, adeguamento, rilettura, metabolismo.
Il Brasile aperto al nuovo e ai cambiamenti; anche nei momenti peggiori,
affronta la realt con sentimento positivo. Parte del suo modello culturale deriva dallilluminismo e dal positivismo: il motto Ordem e Progresso

miscelando per il nuovo con il vecchio, dando luogo a un modo originale di


evolvere, adattando, accettando, modificando, rendendo pi problematico e
complesso ma anche pi ricco il modello di vita allo stato nascente. Il

2014
marzo

dizione e innovazione. Essendo giovane, il Brasile incline a rinnovarsi,

64

Nel paese, come in tutto lOccidente, in corso una lotta feroce fra tra-

63

Aspenia

contenuto nella sua bandiera tratto dal pensiero di Auguste Comte.

design di Fernando e Humberto Campana offre un esempio e una metafora


di questo processo.
Tutto questo conferisce al modello brasiliano un valore universale e offre
contributi preziosi alla costruzione del modello nuovo che dobbiamo sviluppare per dare senso alla societ postindustriale.
Nel 2013, dieci anni dopo la ricerca Cara brasileira, il gruppo oca (Organizao de Conhecimentos Associados) di San Paolo ne ha condotto una analoga intervistando 44 personalit della cultura brasiliana. I risultati indicano la persistenza dei valori basici: il ritmo, la sensualit senza complessi, la
festosit, lesaltazione dei colori e dei sapori, linterculturalit, la capacit
di copiare e di inventare.

053-065-De Masi 64 ok.indd 63

27/02/14 17.19

Il brasiliano informale, lavora in maniche di camicia e sa operare in gruppo, fluido nei suoi processi decisionali, non ha pregiudizi ideologici, apprende facendo, tende a coniugare il lavoro con il divertimento, presta i
servizi in modo attento, affabile, affettuoso.
Rispetto al passato vi sono due elementi nuovi: pi diffusa la consapevolezza delle grandi sfide interne corruzione, violenza, disuguaglianza,
deficit educativo e ormai il Brasile si sente un paese di punta, diverso e
positivo, capace di proporre anche allesterno il proprio modo di essere e di
fare come modello alternativo e positivo di societ.
Il successo, ovviamente, dipender dalla sua capacit di mobilitarsi, ornacia; di agire con maggiore razionalit senza perdere la simpatia; di mo-

2014

dernizzarsi senza compromettere la sostenibilit; di essere meno tollerante,


superficiale, improvvisatore, senza perdere la creativit.

Aspenia

64

64
marzo

ganizzarsi, rendere esplicito un progetto condivisibile, perseguirlo con te-

RIUSCIR IL BRASILE A REINVENTARE IL MONDO POSTINDUSTRIALE? Oggi il Brasile si trova in una situazione unica nei confronti del
suo passato e del suo futuro. Dopo avere copiato per 450 anni lEuropa e per
oltre 50 anni gli Stati Uniti, ora che entrambi questi modelli mito versano in
una crisi profonda, il gigante latinoamericano solo con se stesso, di fronte
al suo futuro. Si tratta di una situazione inquietante, che pu dissolversi
nella confusione o pu generare il modello inedito che occorre alla societ
postindustriale.
Nella sua corrispondenza Flaubert ci ha lasciato un pensiero che si attaglia
bene a questa situazione: Quando gli dei non cerano pi e Cristo non
ancora, tra Cicerone e Marco Aurelio, c stato un momento unico in cui
esistito luomo, solo. Quel magico momento di sospensione gener let di
Adriano: la pi felice di tutta la storia romana.

053-065-De Masi 64 ok.indd 64

27/02/14 17.19

Oggi anche il Brasile solo, tra due vecchi modelli in declino e un nuovo
modello che deve nascere. Ma, nella sua solitudine, pu vantare unimmensa
riserva di umanesimo corporale, preziosa come quella riserva di umanesimo
spirituale che fa dellIndia un punto di riferimento altrettanto ineludibile.
Nessun altro paese campione altrettanto rappresentativo e metafora altrettanto significativa del mondo intero, nella sua attuale fase evolutiva. Il
meticciato che fu prerogativa del Brasile oggi diventa normalit per lintero
pianeta, dove in atto la pi imponente mescolanza di tutti i tempi, determinata a livello fisico dalle grandi migrazioni e, a livello culturale, dai media e
dalla rete. Come nel Novecento la mescolanza brasiliana divenne modello e
paradigma grazie allinterpretazione geniale che poi ne fecero gli inventori

questa reinvenzione perch come gi notava Darcy Ribeiro la gente brasiliana, sotto linfluenza impercettibilmente riposante del clima, sviluppa
una minore forza durto, una minore irruenza e dinamismo ossia proprio

2014
marzo

Il Brasile e i suoi intellettuali possono contribuire in misura determinante a

64

ferendogli, attraverso un nuovo modello, una nuova e consapevole identit.

65

Aspenia

del Brasile, cos oggi il mondo intero attende qualcuno che lo reinventi con-

le qualit che oggi vengono drammaticamente sopravvalutate e considerate


come valori morali di un popolo.
Solo il Brasile non ha mai fatto guerre di potere con il resto del mondo
e ci gli conferisce una nobilt unica e amorosa. Gi nel 1941, in piena
guerra mondiale, Stefan Zweig si era reso conto di questo modello e della
sua possibile funzione salvifica per lOccidente: Se la civilt del nostro
vecchio mondo dovesse soccombere veramente nella lotta suicida, noi sappiamo per che in Brasile allopera una nuova civilt pronta a rendere
reale, ancora una volta, tutto ci che da noi le pi nobili generazioni hanno
vanamente desiderato e sognato: una civilt umana e pacifica.

053-065-De Masi 64 ok.indd 65

27/02/14 17.19