Sei sulla pagina 1di 2

TECNICA DELLE COSTRUZIONI

Argomento

Proiezione dei carichi su piani inclinati

Redatto

Dott. Ing. Simone Caff

Riferimento

ENV 1991

Scheda

Pagina

1 di 2

1. PROIEZIONE DEI CARICHI SU PIANI INCLINATI


Il carico della neve, cos come altri carichi, viene assunto come applicato sulla proiezione orizzontale del piano inclinato a
cui riferito:

L=

Lsen = 300

q = 10 [kN/m]

0
50

Lcos = 400

Il carico q pu in figura genera un momento flettente pari a:

M Sd =

q (L cos )
10 (5 cos(36.87))
=
= 20
8
8
2

[kNm]

A volte conveniente scomporre tale carico sulla lunghezza reale dellelemento. Lo schema di calcolo precedente
equivalente al primo schema riportato nella figura seguente, che a sua volta equivalente alla somma dei due schemi
successivi:

Schema 1:

q = q cos = 10 cos(36.87) = 8.00


2

q L
8.00 5
cos =
cos(36.87) = 20
8
8
q L 8.00 5
R=
=
= 20
2
2
M Sd =

[kN/m]

[kNm]
[kN]

TECNICA DELLE COSTRUZIONI

Argomento

Proiezione dei carichi su piani inclinati

Redatto

Dott. Ing. Simone Caff

Riferimento

ENV 1991

Scheda

Pagina

2 di 2

Schema 2 + 3:

= q (cos )2 = 10 cos(36.87)2 = 6.40


q

p = q cos sen = 10 cos(36.87) sen(36.87) = 4.80


L2 6.40 5 2
q
=
= 20
8
8
L 6.40 5
q
=
=
= 16
2
2
p L 4.80 5
=
=
= 12
2
2

[kN/m]
[kN/m]

M Sd =

[kNm]

VSd

[kN]

NSd

[kN]

La reazione vincolare vale per tanto:

R = VSd cos + NSd sen = 20

[kN]