Sei sulla pagina 1di 83

EDIZIONE VERDE

EDIZIONE VERDE Claudio Giunta Cuori Intelligenti mille anni di letteratura 1 dalle origini al Rinascimento CONTENUTI
Claudio Giunta Cuori Intelligenti mille anni di letteratura
Claudio Giunta
Cuori
Intelligenti
mille anni di letteratura

1

dalle origini al Rinascimento

mille anni di letteratura 1 dalle origini al Rinascimento CONTENUTI ZONA LIBRO MISTO E-BOOK INTEGRATIVI ITALIANO
mille anni di letteratura 1 dalle origini al Rinascimento CONTENUTI ZONA LIBRO MISTO E-BOOK INTEGRATIVI ITALIANO
mille anni di letteratura 1 dalle origini al Rinascimento CONTENUTI ZONA LIBRO MISTO E-BOOK INTEGRATIVI ITALIANO
CONTENUTI ZONA LIBRO MISTO E-BOOK INTEGRATIVI ITALIANO INCLASSE
CONTENUTI
ZONA
LIBRO MISTO
E-BOOK
INTEGRATIVI
ITALIANO
INCLASSE

Cuori Intelligenti 1

dalle origini al Rinascimento

EDIZIONE VERDE

Intelligenti 1 dalle origini al Rinascimento EDIZIONE VERDE Ambiente Educativo Digitale Libro in versione cartacea +

Ambiente Educativo Digitale

al Rinascimento EDIZIONE VERDE Ambiente Educativo Digitale Libro in versione cartacea + Un approccio personalizzato

Libro in versione cartacea

+

Un approccio personalizzato alla didattica

Contenuti Digitali Integrativi 1 2 3 4 Off line Offline On line Cloud Online Extended
Contenuti Digitali Integrativi
1
2
3
4
Off line
Offline
On line
Cloud
Online
Extended
INIZIARE SUBITO
APPROFONDIRE
SINCRONIZZARE
GESTIRE LA CLASSE
Tutto ciò che ti serve, SU DVD, SENZA CONNESSIONE
e REGISTRAZIONE. Il modo più facile e immediato per
avere il tuo libro in formato digitale, con preziose risorse
multimediali: video, animazioni, audio, test ed esercizi
interattivi, mappe concettuali.
Gli approfondimenti che
desideri, pronti per te.
Per svolgere il tuo lavoro in
modo efficace, flessibile e
immediato.
Per avere tutto (libro,
esercizi, approfondimenti,
audio, video, animazioni)
sul computer, il tablet e lo
smartphone.
La tecnologia al servizio del
tuo lavoro per continuare a
fare l’insegnante, in modo
semplice, anche connesso
da casa.
+
+
+
Minisiti
Portali
VeriTest
eBook
Biblioteca
App
Classe
InClasse
di prodotto
tematici
digitale
virtuale
Easy eBook
Easy eBook
per lo studente
Minisiti di prodotto
eBook
Classe virtuale
per l’insegnante
Spazio web ad accesso
riservato, per il libro
adottato, con risorse
integrative.
Il libro digitale con
risorse già pronte o da
personalizzare. Multidevice,
multimediale, sincronizzabile
Creare e gestire la tua
classe virtuale con
semplicità per condividere
attività, approfondimenti e
e aggiornabile, utile per la
monitorare i progressi.
Portali tematici
Proposte didattiche
aggiornate, sulle varie
discipline.
LIM. Particolarmente efficace
per i Bisogni Educativi
Speciali.
InClasse
Biblioteca digitale
VeriTest
Archivio digitale di esercizi
Una collezione di eBook e
di risorse digitali per area
disciplinare, con contenuti
extra.
Materiali aggiuntivi per
creare percorsi didattici
diversificati. Perfettamente
integrato in “Classe
virtuale”.
per creare e stampare
verifiche personalizzate.
App
Utili strumenti didattici a
supporto dell’apprendimento.
Per tablet e smartphone.

L’eBook dello studente

onlineL’eBook dello studente Scopri la versione digitale del tuo libro di testo che amplia le lezioni

Scopri la versione digitale del tuo libro di testo che amplia le lezioni del corso
Scopri la versione digitale del tuo libro di testo
che amplia le lezioni del corso con una serie
di rimandi a risorse multimediali interattive, che
potrai usare sia online che oline.
Che cos’è?
Come si usa?

È

LA VERSIONE MULTIMEDIALE

E

INTERATTIVA DEL TUO LIBRO

Con risorse audio e video, contenuti già pronti, personalizzabili o personalizzati dal tuo insegnante.

Sarà per te uno strumento per studiare in modo più stimolante e coinvolgente, per esercitarti e per stare in contatto con la tua classe. Puoi utilizzarlo sia online (anche senza scaricarlo) che offline, scegliendo di scaricare, di volta in volta, ciò che ti serve.

ONLINE IN VERSIONE WEB Lo consulti subito, direttamente dal tuo browser, senza scaricarlo.

ANCHE OFFLINE Puoi consultarlo anche offline, scaricando l’app bSmart per il tuo device (PC/MAC, Tablet o Smartphone) decidendo tu cosa e quando scaricare, in base a quello che ti serve.

Se vuoi usare il tuo eBook subito, puoi scaricare velocemente solo il testo. Successivamente puoi scegliere di scaricare le risorse che ti servono:

• • •

per capitolo

per tipologia (per esempio, solo i video)

per singola risorsa.

le risorse che ti servono: • • • per capitolo per tipologia (per esempio, solo i
le risorse che ti servono: • • • per capitolo per tipologia (per esempio, solo i
le risorse che ti servono: • • • per capitolo per tipologia (per esempio, solo i
Il tuo libro di testo su PC/MAC, tablet, smartphone Come funziona? È TOTALMENTE PERSONALIZZABILE Grazie
Il tuo libro di testo su PC/MAC, tablet, smartphone Come funziona? È TOTALMENTE PERSONALIZZABILE Grazie

Il tuo libro di testo su PC/MAC, tablet, smartphone

Come funziona?
Come funziona?
libro di testo su PC/MAC, tablet, smartphone Come funziona? È TOTALMENTE PERSONALIZZABILE Grazie a semplici funzioni
libro di testo su PC/MAC, tablet, smartphone Come funziona? È TOTALMENTE PERSONALIZZABILE Grazie a semplici funzioni
libro di testo su PC/MAC, tablet, smartphone Come funziona? È TOTALMENTE PERSONALIZZABILE Grazie a semplici funzioni
libro di testo su PC/MAC, tablet, smartphone Come funziona? È TOTALMENTE PERSONALIZZABILE Grazie a semplici funzioni

È TOTALMENTE PERSONALIZZABILE

Grazie a semplici funzioni puoi intervenire sulle lezioni da studiare: puoi ritagliare

e

ricomporre i testi, evidenziare

e

annotare le tue osservazioni.

Puoi aggiungere immagini e link a video

o siti esterni e prepararti le mappe concettuali che più ti aiutano ad assimilare

e ricordare ciò che stai studiando.

È UTILE PER RESTARE SEMPRE

IN CONTATTO

Puoi condividere le tue attività col docente

e con i tuoi compagni di classe, anche in tempo reale.

ATTIVA IL TUO EBOOK 1 Registrati a deascuola.it 2 Clicca su “attiva libro” e inserisci
ATTIVA IL TUO EBOOK
1 Registrati a deascuola.it
2 Clicca su “attiva libro” e inserisci
il codice nell’apposito campo
3 Entra subito nel tuo eBook online

È PERFETTO PER STUDIARE

Puoi scegliere il carattere, aumentarne le dimensioni, impostare la spaziatura e modificare lo sfondo della pagina che vanno meglio per te. Le mappe concettuali e tutto il testo in versione audio sono un aiuto in più per andare incontro a tutte le tue esigenze.

È SEMPRE A PORTATA DI MANO

Puoi utilizzarlo su tutti i tipi di dispositivo:

PC/MAC, netbook, tablet, smartphone. Il contenuto si adatta al device che stai usando per garantire la massima leggibilità e la migliore esperienza di studio.

È TUTTO SINCRONIZZATO

Ogni modifica o personalizzazione che apporti viene memorizzata e la ritrovi su tutti i device. Scrivi note e svolgi esercizi sul tuo smartphone e te li ritroverai sul tuo pc o tablet.

e la ritrovi su tutti i device . Scrivi note e svolgi esercizi sul tuo smartphone
internet: deascuola.it e-mail: info@deascuola.it Redattore responsabile: Laura Lanzeni Redazione e ricerca

internet: deascuola.it e-mail: info@deascuola.it

Redattore responsabile: Laura Lanzeni

Redazione e ricerca iconografica: Marisa Lorenzini – Conedit Libri srl, Davide Beltramelli, Luisa Rinaldi

Redazione multimediale: Sergio Raffaele

Tecnico responsabile: Daniela Maieron

Progetto grafico: Alessandra Soi

Art Director: Nadia Maestri

Il Sistema di Gestione per la Qualità di De Agostini Scuola S.p.A. è certiicato per
Il
Sistema di Gestione per la Qualità di De Agostini Scuola S.p.A.
è
certiicato per l’attività di “Progettazione, realizzazione
e
distribuzione di prodotti di editoria scolastica”

Coordinamento grafico: Sara Fabbri

Impaginazione: Michele Riffaldi, Rossana Salvi

Illustrazioni: Deborah di Leo

Ricerca iconografica per la copertina: Alice Graziotin

Copertina: Silvia Bassi

A questo volume hanno collaborato: Giuseppe Albertoni (quadri di storia medievale; Il mondo visto da Firenze: Malispini, Compagni,

Villani); Gian Mario Cao (quadri di storia della cultura); Laura Cavazzini (quadri e schede di storia dell’arte del Duecento, Trecento e

Quattrocento); Vittorio Celotto (La poesia popolare e giullaresca; il Paradiso di Dante; la Commedia illustrata); Caterina Ciccopiedi (quadri

di storia: il Cinquecento); Luca Degl’Innocenti (L’Umanesimo; La letteratura popolareggiante; La letteratura cavalleresca nel Quattrocento;

Ludovico Ariosto); Luca D’Onghia (Rinascimento anticlassico); Aldo Galli (quadri e schede di storia dell’arte del Cinquecento); Marco Grimaldi (Alle origini delle letterature europee; Francesco Petrarca; Giovanni Boccaccio); Matteo Largaiolli (La poesia del Quattrocento; Francesco Guicciardini; Il mondo raddoppia: le grandi scoperte geografiche; L’età dei trattati; Vasari e Cellini: le vite degli artisti); Alessandro Metlica (Torquato Tasso; La prosa tra Cinquecento e Seicento); Andrea Severi (Filippo Beroaldo); Emilio Torchio (La poesia lirica nel Cinquecento).

Le Lezioni di Storia della lingua sono a cura di Roberta Cella. Le sezioni Scrivere la scienza sono a cura di Alessandro Della Corte. Le schede Come è fatta la letteratura sono a cura di Matteo Largaiolli. Le schede In dialogo con il presente sono a cura di Barbara Salvadori.

Le attività didattiche sono a cura di Michele Ruele e Stefano Lotti. Hanno collaborato Paola Caterina Mattioda, Eliana Petrolli, Claudia Resinelli, Annamaria Bisi, Paolo Poggi, Giovanni Accardo e Clara Lotti.

La revisione didattica è a cura di Alfredo Panigada.

L’autore ringrazia per l’aiuto e il consiglio Michele Noldin, Michele Ruele, Amedeo Savoia e Roberta Bellino.

Proprietà letteraria riservata

© 2016 De Agostini Scuola SpA – Novara

1a edizione: gennaio 2016 Printed in Italy

Le fotografie di questo volume sono state fornite da: De Agostini Picture Library, Archivi Alinari Firenze, Archivi Scala Firenze, Bridgeman, Corbis, Getty Images, Marka, Mondadori Portfolio, Shutterstock, Webphoto&Services Immagini in copertina: Teodora Film/ Webphoto&Services, De Agostini Picture Library, Bridgeman, Stephen Jesse Taylor/Alamy Stock

L’Editore dichiara la propria disponibilità a regolarizzare eventuali omissioni o errori di attribuzione.

Nel rispetto del DL 74/92 sulla trasparenza nella pubblicità, le immagini escludono ogni e qualsiasi possibile intenzione o effetto promozionale verso i lettori.

Tutti i diritti riservati. Nessuna parte del materiale protetto da questo copyright potrà essere riprodotta in alcuna forma senza l’autorizzazione scritta dell’Editore.

Il software è protetto dalle leggi italiane e internazionali. In base ad esse è quindi vietato decompilare, disassemblare, ricostruire il progetto originario, copiare, manipolare in qualsiasi modo i contenuti di questo software. Analogamente le leggi italiane e internazionali sul diritto d’autore proteggono il contenuto di questo software sia esso testo, suoni e immagini (fisse o in mo- vimento). Ne è quindi espressamente vietata la diffusione, anche parziale, con qualsiasi mezzo. Ogni utilizzo dei contenuti di questo software diverso da quello per uso personale deve essere espressamente autorizzato per iscritto dall’Editore, che non potrà in nessun caso essere ritenuto responsabile per eventuali malfunzionamenti e/o danni di qualunque natura.

Eventuali segnalazioni di errori, refusi, richieste di informazioni sul funzionamento dei prodotti digitali o spiegazioni sulle scelte operate dagli autori e dalla Casa Editrice possono essere inviate all’indirizzo di posta elettronica info@deascuola.it.

Nel Libro dei Re, Salomone chiede a Dio di dargli

«un cuore intelligente», che lo faccia

essere giusto e lo aiuti a distinguere il bene dal male. Abbiamo scelto questo titolo non perché suona bene (in realtà anche un po’ per questo) ma perché dice esattamente ciò a cui, secondo noi, dovrebbe mirare

lo studio della letteratura a scuola: non a formare

giovani specialisti di Petrarca, o di Ariosto, o di Montale, ma a far crescere gli studenti sia dal punto di vista emotivo sia dal punto

di vista intellettuale. Speriamo di esserci riusciti.

Quello che leggeremo

La letteratura italiana nasce grande. Nell’arco di meno di cinquant’anni, in un fazzoletto

di terra nel cuore della Toscana, nascono tre dei più grandi scrittori che siano mai vissuti

sul nostro pianeta: il più importante poeta lirico del Medioevo, Francesco Petrarca,

il più importante narratore del Medioevo, Giovanni Boccaccio, e quel genio supremo,

non incasellabile in alcuna categoria, che è stato Dante Alighieri.

Non nascono dal nulla. Alle loro spalle ci sono già più di due secoli di letteratura in

volgare. C’è la poesia dei trovatori, nel sud della Francia; ci sono i romanzi cavallereschi, nel nord della Francia; e c’è soprattutto la splendida fioritura di poesia lirica che comincia, nel primo Duecento, alla corte siciliana di Federico II e si chiude alla fine del secolo in Toscana, con i poeti dello Stilnovo. Leggeremo alcune pagine di questi antichi testi (non sono soltanto belli, sono anche importanti, perché alcune delle idee sull’amore che abbiamo ancor oggi vengono proprio da lì), dopodiché ci immergeremo nelle opere

di quelle che un tempo si chiamavano “le tre corone”, cioè per l’appunto Dante, Petrarca

e Boccaccio. Del primo leggeremo parecchio, e soprattutto parecchia Commedia, che

cercheremo di trattare non come una somma di bellissimi “pezzi di letteratura” ma

come una magnifica storia che ha un inizio, uno svolgimento e una fine, e che quindi

va anzitutto raccontata; del secondo leggeremo soprattutto le opere poetiche in volgare,

il Canzoniere e i Trionfi, che per quattro secoli saranno mandati a memoria da

generazioni di scrittori e amanti della poesia; del terzo leggeremo alcune pagine dedicate

al suo maestro ideale, Dante (Boccaccio fu uno dei primi studiosi della Commedia), e

poi parecchie pagine del Decameron, che tra gli altri pregi ha quello di essere un libro molto divertente (divertente è una parola che sta benissimo accanto a letteratura: non si escludono a vicenda, al contrario, quindi prepariamoci a una festa, non a un funerale).

Il Quattro e il Cinquecento sono pieni di storie di cavalieri, battaglie, fanciulle in pericolo, prodigi magici. Sono gli ingredienti di quel genere che oggi chiamiamo fantasy (chi non ha visto Il Signore degli Anelli o Harry Potter?). Ebbene, poeti come Boiardo e Ariosto scrivono, in versi, meravigliose storie fantasy che rimettono in circolo i racconti nati in Francia tre o quattro secoli prima: in questo modo, le origini della letteratura romanza (la Chanson de Roland, le avventure di Tristano e di Lancillotto) rivivono nell’età aurea della letteratura italiana, il Rinascimento.

Ma c’è poi anche, naturalmente, un Rinascimento tutto diverso, fatto di studio, erudizione, recupero e imitazione dei classici greci e latini. Spesso è la parte più indigesta del programma scolastico, perché si tratta di testi difficili, che sembrano parlare di un mondo che non ha niente a che fare con il nostro. Ebbene, non è vero: basta leggere i grandi umanisti del Quattrocento, come Leon Battista Alberti, Lorenzo Valla, Poliziano, come eroi (attualissimi) di una battaglia contro l’ignoranza e i pregiudizi; e basta allargare la visuale ad autori meno noti ma altrettanto e forse più interessanti, come

Giannozzo Manetti, Giovanni Pico della Mirandola, Beroaldo, autori che – dopo secoli

di disprezzo per le cose del mondo (si intitolava così un celebre trattato di papa

Innocenzo III) – tornano a fissare lo sguardo su ciò che di meraviglioso c’è nella natura degli esseri umani.

Del resto, se si è in cerca di meravigliosi esseri umani, il nostro Cinquecento non delude davvero: è l’ultimo secolo nel quale l’Italia è al centro del panorama culturale mondiale, e questo soprattutto grazie al massimo pensatore politico del suo tempo, Niccolò Machiavelli (del quale, attraverso le lettere, cercheremo di illuminare anche il carattere: è stato uno degli uomini più brillanti e simpatici che siano mai vissuti); grazie a un grande storico, Francesco Guicciardini; e grazie a due narratori-poeti che per almeno tre secoli verranno letti, amati e imitati in tutta Europa: Ariosto e Tasso.

In questo primo volume, come e più che nei seguenti, ci sono parecchie cose interessanti

che fanno un po’ da contorno ai testi letterari. È un contorno molto succoso, fatto di brani che abbiamo riunito sotto l’etichetta di Letteratura come documento. Comincia la serie degli approfondimenti su Scrivere la scienza, con estratti dalle opere di Restoro d’Arezzo

e

Leonardo da Vinci: opere e autori che di solito non si leggono a scuola, ma che servono

a

farsi un’idea più autentica e precisa di che cosa è stata la cultura del Medioevo

e

della prima età moderna, una cultura all’interno della quale il sapere umanistico

e il sapere scientifico non erano affatto scissi, come sono oggi, e si trovavano anzi spesso nelle medesime persone (Leonardo è uno scienziato, uno studioso o un artista? Queste tre cose insieme, ovviamente: e queste tre cose è giusto documentare, come abbiamo fatto nelle pagine a lui dedicate). E cominciano le serie intitolate Altri mondi (perché è sempre interessante vedere come gli esseri umani del passato vedevano

e descrivevano esseri umani diversi da loro: e qui passeremo da Marco Polo a Brunetto

Latini, e dai “viaggiatori immaginari” Boccaccio e Petrarca ai viaggiatori reali Antonio Pigafetta e Giovanni da Verrazzano), Raccontare la storia (perché le pagine di alcuni

storici sono spesso prove di alta letteratura), Scrivere la propria vita (perché è bello vedere in che modo gli scrittori del passato parlavano di se stessi o degli altri:

ciò che nell’esistenza umana a noi sembra importante non sempre sembrava importante

ai

cioè di conoscenza intorno al modo in cui un tempo veniva trasmessa e “consumata”

la letteratura per aprire scenari che nemmeno immaginavamo: che cosa voleva dire,

per esempio, leggere il testo della Commedia con a fianco delle miniature? E che cosa

voleva dire “pubblicare” un libro prima dell’età della stampa? È bene riflettere anche

su questi aspetti materiali della cultura, e lo faremo insieme).

nostri antenati

)

e Come è fatta la letteratura (perché basta un po’ di filologia,

Bene, non resta che cominciare

Claudio Giunta

Indice

Indice Testi disponibili su eBook SEZIONE I Dalle origini alla fine del Trecento 1. La storia

Testi disponibili su eBook

SEZIONE I Dalle origini alla fine del Trecento 1. La storia Prima lezione di Storia
SEZIONE
I
Dalle origini alla fine del Trecento
1.
La storia
Prima lezione di
Storia della lingua
3

Il Medioevo

 

3

Q

Spazio e tempo nel Medioevo

4

Q

A

Oriente: l’Impero bizantino

5

5 5

5

5 5

Q

LINK STORIA

Il papa e l’imperatore

Q

La battaglia di Roncisvalle

Q

LINK STORIA

Un imperatore per grazia di Dio

Il Duecento e il Trecento

6

Q

Federico II: stupor mundi

6

Q

LINK STORIA

Come il Sole e la Luna

Federico II, l’Anticristo

Come il Sole e la Luna Federico II, l’Anticristo 9
Come il Sole e la Luna Federico II, l’Anticristo 9

9

Q

LINK STORIA

Q

La peste nera

Q

LINK STORIA

Manigoldo, un podestà bresciano

a

Genova

Q

LINK STORIA

Le arti e l’ascesa del “popolo”:

il

caso di Firenze

Q

LINK STORIA

Le parole perdute delle donne

Q

LINK STORIA

L’obbligo della vendetta

Q

LINK STORIA

Un contratto del XIII secolo

All’incrocio tra i due mondi: la scuola, l’università

10

10

12

tra i due mondi: la scuola, l’università 10 10 12 14 15 15 16 18 19

14

15

15

16

18

19

19

21

23

23

25

26

Il quadro storico-linguistico dalle origini alla fine del Trecento

28

L’italiano e le altre lingue romanze

28

Q

La

distribuzione in Europa delle lingue romanze

28

Q

Lingua e dialetto

29

Dal latino al volgare

Q

Come si trasforma o muore una lingua

30

I primi documenti della lingua italiana

muore una lingua 30 I primi documenti della lingua italiana 31 I testi di carattere pratico:

31

I testi di carattere pratico: mercanti e notai La lingua di Dante, Petrarca e Boccaccio

33

33

 
 

PERCORSO 1

38

GENERI E TESTI

Alle origini delle letterature europee

Amanti e cavalieri

1. Nel sud della Francia. I trovatori

39

Q

Perché si chiamano lingua d’oc e lingua d’öil?

40

Temi e generi della poesia dei trovatori

40

Q

La

nascita della letteratura in volgare

nascita della letteratura in volgare

Dall’XI al XIII secolo: gli autori

41

Q

Q

Q

Arnaut Daniel in Dante

I trovatori dell’Ottocento

Canzoni per corrispondenza

La poesia d’amore: Bernart de Ventadorn

Q Arnaut Daniel in Dante I trovatori dell’Ottocento Canzoni per corrispondenza La poesia d’amore: Bernart de
Q Arnaut Daniel in Dante I trovatori dell’Ottocento Canzoni per corrispondenza La poesia d’amore: Bernart de
Q Arnaut Daniel in Dante I trovatori dell’Ottocento Canzoni per corrispondenza La poesia d’amore: Bernart de

Jaufré Rudel T1 Bernart de Ventadorn, Quando vedo

e

43

 

43

l’allodola T2 Anonimo del XIII secolo, La vita

di

un trovatore: Jaufré Rudel

l’allodola T 2 Anonimo del XIII secolo, La vita di un trovatore: Jaufré Rudel

T3 Jaufré Rudel, Quando le giornate

La poesia delle armi: Bertran de Born T4 Bertran de Born, Non posso fare a meno

3 Jaufré Rudel, Quando le giornate La poesia delle armi: Bertran de Born T 4 Bertran

46

di

diffondere il mio canto

Bertran de Born nel De vulgari eloquentia e nella Commedia

diffondere il mio canto Bertran de Born nel De vulgari eloquentia e nella Commedia
diffondere il mio canto Bertran de Born nel De vulgari eloquentia e nella Commedia

Q

2. Nel nord della Francia. L’epica cavalleresca e il romanzo cortese

47

 

Q

Un giullare del XXI secolo: il Vajont

di

Marco Paolini

48

La Chanson de Roland

48

Q

L’incontro con il mondo arabo

L’epica contemporanea: una canzone di crociata

L’incontro con il mondo arabo L’epica contemporanea: una canzone di crociata

Q

L’epica contemporanea: una canzone di crociata Q 2. La società e la cultura Il mondo dei

2. La società e la cultura

Il mondo dei religiosi Il mondo dei laici

3. Il pensiero filosofico

La nuova filosofia cristiana: dalla Patristica alla Scolastica

Q

La filosofia greca

La Scolastica

Q

Il neoplatonismo

Le fasi della Scolastica

Q

Avicenna e Averroè

4. La storia dell’arte

Alle radici dell’arte medievale Il Duecento Il Trecento

 

T5 Dalla Chanson de Roland: la morte

 

di

Rolando

 

49

Q

Suonare il corno

51

Q Suonare il corno 51 53 T 6 Dalla Chanson de Roland : la morte di
Q Suonare il corno 51 53 T 6 Dalla Chanson de Roland : la morte di
Q Suonare il corno 51 53 T 6 Dalla Chanson de Roland : la morte di

53

T6 Dalla Chanson de Roland: la morte di Gano

Q

Q

Come muore il “cattivo”

La

tecnica formulare dell’epica

La leggenda di Tristano

Q

Che cos’è un romanzo

 

T7 Dal romanzo di Béroul, La fuga

T 7 Dal romanzo di Béroul, La fuga

di

Tristano e Isotta

54

T8 Dal romanzo di Béroul, Una lettera

 
57 di T 9 Dal romanzo di Thomas, I dubbi di Tristano Tristano La leggenda
57 di T 9 Dal romanzo di Thomas, I dubbi di Tristano Tristano La leggenda

57

57 di T 9 Dal romanzo di Thomas, I dubbi di Tristano Tristano La leggenda di

di

T9 Dal romanzo di Thomas, I dubbi di Tristano

Tristano

La leggenda di re Artù e della Tavola Rotonda T10 Chrétien de Troyes, Perceval e il sacro Graal

LETTURA CRITICA

C1 I. Frank, Il ruolo dei trovatori nella formazione della poesia lirica moderna

C 1 I. Frank, Il ruolo dei trovatori nella formazione della poesia lirica moderna

Q

I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE

58

Q

MAPPA DI SINTESI

Q

BIBLIOGRAFIA

59

 
PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO 60

PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO

60

   
 

GENERI E TESTI

PERCORSO 2

62

 

La poesia italiana delle origini

 

Da san Francesco allo Stilnovo

 
 

Una storia in quattro tempi

64

1. Le prime poesie in volgare

64

 

Q

COME È FATTA LA LETTERATURA della poesia in volgare

I primi documenti

I primi documenti

Francesco d’Assisi e il francescanesimo

65

Q

Il primo nucleo dei seguaci di Francesco

Il primo nucleo dei seguaci di Francesco

T1 Francesco d’Assisi, Il Cantico delle creature:

lodare Dio attraverso le sue opere

66

 

Q

Gli altri scritti di Francesco e la letteratura francescana

Gli altri scritti di Francesco e la letteratura francescana

Q

NEL MONDO DELLARTE

Le Storie di san Francesco

 
 

di

Giotto ad Assisi

 

69

 

La lauda e Iacopone da Todi T2 Iacopone da Todi, Quando t’alegri, omo d’altura: il morto che parla al vivo

71

72

 

2. La scuola siciliana

76

Giacomo da Lentini, notaio e caposcuola

77

 

Q

La

rima siciliana

 

78

T3 Giacomo da Lentini, Amore è uno desio

 

79

che ven da’ core: il segreto è negli occhi T4 Giacomo da Lentini, Io m’aggio posto in core a Dio servire: in Paradiso, ma soltanto con la donna amata

occhi T 4 Giacomo da Lentini, Io m’aggio posto in core a Dio servire : in
 

T5 Giacomo da Lentini, Meravigliosamente:

se l’amante è timido Il “contrasto” di Cielo d’Alcamo T6 Cielo d’Alcamo, Rosa fresca aulentissima

3. La prima generazione tosco-emiliana

Q COME È FATTA LA LETTERATURA

Guittone d’Arezzo

T7 Guittone d’Arezzo, Ahi, lasso! or è stagion

I canzonieri antichi

81

83 Ahi, lasso! or è stagion I canzonieri antichi 81 84 85 de dopo Montaperti doler tanto

84

Ahi, lasso! or è stagion I canzonieri antichi 81 83 84 85 de dopo Montaperti doler

85

de

dopo Montaperti

doler tanto: la disperazione di un guelfo

de dopo Montaperti doler tanto : la disperazione di un guelfo
de dopo Montaperti doler tanto : la disperazione di un guelfo

Q

La battaglia di Montaperti

Guido Guinizelli

86

T8 Guido Guinizelli, Al cor gentil rimpaira sempre amore: solo i migliori sanno amare

86

Q

I lapidari

88

T9 Guido Guinizelli, Io voglio del ver

la

mia donna laudare: la donna è un fiore

90

T10 Guittone d’Arezzo, Una risposta al Guinizelli di Io voglio del ver T11 La tenzone tra Bonagiunta e Guinizelli

Q Le tenzoni poetiche

tenzone tra Bonagiunta e Guinizelli Q Le tenzoni poetiche 4. Lo Stilnovo 91 Guido Cavalcanti 94

4. Lo Stilnovo

91

Guido Cavalcanti

94

T12 Guido Cavalcanti, L’anima mia vilment’è sbigottita: l’amore fa male

94

T13 Guido Cavalcanti, Pegli occhi fere uno spirito sottile: gli spiriti e la parodia

T 13 Guido Cavalcanti, Pegli occhi fere uno spirito sottile : gli spiriti e la parodia

T14 Guido Cavalcanti, Era in penser d’amor quand’i’ trovai: una trasferta (e un amore) a Tolosa T15 Guido Cavalcanti, Perch’i’ no spero

penser d’amor quand’i’ trovai : una trasferta (e un amore) a Tolosa T 15 Guido Cavalcanti,

di

tornar giammai: una ballata-lettera spedita

alla donna lontana

96

Lapo Gianni

99

T16 Lapo Gianni, Amor, eo chero mia donna

in domìno: il sogno della dolce vita

eo chero mia donna in domìno : il sogno della dolce vita 5. La poesia comico-realistica

5. La poesia comico-realistica

100

Rustico Filippi

100

T17 Rustico Filippi, Quando Dio Messerin fece:

ritratto di un uomo mostruoso T18 Rustico Filippi, Ne la stia mi par esser

101

101

col

leone: il ritratto di un sudicione

Cecco Angiolieri T19 Cecco Angiolieri, Di tutte cose mi sento fornito: il lamento di un poveraccio T20 Cecco Angiolieri, S’i’ fosse foco:

una catena di maledizioni

Q La versione di Fabrizio De André

T21 Cecco Angiolieri, «Becchin’amor!»:

una lite tra fidanzati

102

di Fabrizio De André T 21 Cecco Angiolieri, «Becchin’amor!» : una lite tra fidanzati 102 102

102 versione di Fabrizio De André T 21 Cecco Angiolieri, «Becchin’amor!» : una lite tra fidanzati 102

104

T22 Cecco Angiolieri scrive a Dante Alighieri (che non risponde)

LETTURA CRITICA

C1 C. Giunta, Che differenza c’è tra una poesia del Duecento e una poesia moderna

LA LETTERATURA COME DOCUMENTO

PERCORSO 4

127

Altri mondi

 

Marco Polo e Brunetto Latini:

 

la scoperta dell’Asia

 

1. Il Milione di Marco Polo

 

127

T1 Marco Polo, Due grandi uomini tra realtà e fantasia: Gengis Khan e il Prete Gianni T2 Marco Polo, Qubilai Khan T3 Marco Polo, Il Vecchio della montagna

130

T4

Marco Polo, Vino e carbone

 

133

n

Marco Polo nel XX secolo. Le città invisibili di Calvino

2. Un confronto: il Tresor di Brunetto Latini

 

134

n

Chi era Brunetto Latini

134

T5 Brunetto Latini, La parte d’Oriente che è chiamata Asia

135

PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO

 

ATTIVA I TESTI

 
SU EBOOK

SU EBOOK

DI STATO   ATTIVA I TESTI   SU EBOOK   n I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE
DI STATO   ATTIVA I TESTI   SU EBOOK   n I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE
DI STATO   ATTIVA I TESTI   SU EBOOK   n I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE
DI STATO   ATTIVA I TESTI   SU EBOOK   n I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE
DI STATO   ATTIVA I TESTI   SU EBOOK   n I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE
 

n

I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE

106

n

MAPPA DI SINTESI

n

BIBLIOGRAFIA

107

PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO 108  

PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO

108

 
   
 

GENERI E TESTI

PERCORSO 3

110

 

La prosa del Duecento

 

Il volgare italiano per comunicare, insegnare, divertire

 

1. Come scrivere e come parlare in volgare

T1 Guido Faba, Come si scrive una lettera? T2 Guido Faba, Come si parla in pubblico? Scrivere lettere

111

T 1 Guido Faba, Come si scrive una lettera? T 2 Guido Faba, Come si parla
T 1 Guido Faba, Come si scrive una lettera? T 2 Guido Faba, Come si parla

112

n

Che cos’è una lettera medievale

112

 

T3 Bartolomeo del Massiccio, Una lettera mercantile

T 3 Bartolomeo del Massiccio, Una lettera mercantile

2. Insegnare, moralizzare

113

 

I trattati T4 Bono Giamboni, Morte alla Superbia!

113

113

n

Che cos’è l’allegoria? Perché gli scrittori se ne servono?

115

116

Le prediche T5 Giordano da Pisa, Come una nave in mezzo al mare: una predica

Le prediche T 5 Giordano da Pisa, Come una nave in mezzo al mare: una predica

3. La prosa narrativa

116

Le vite esemplari: i santi T6 Iacopo da Varazze, San Paolo Eremita

117

118

Le vite esemplari: i santi T 6 Iacopo da Varazze, San Paolo Eremita 117 118

T7 Dai Fiori e vita di filosofi ed altri savi e imperadori, Giulio Cesare Il Novellino T8 Anonimo, Il prologo

Dai Fiori e vita di filosofi ed altri savi e imperadori, Giulio Cesare Il Novellino T

120

121

n

Imitazione e attualizzazione

T9 Anonimo, La rivincita (a parole)

dei poveri sui ricchi T10 Anonimo, Nominare gli anonimi:

ser Lizio e ser Rinieri

n

Preti e frati nel Novellino

T11 Il fantastico nel quotidiano:

Anonimo, Nominare gli anonimi: ser Lizio e ser Rinieri n Preti e frati nel Novellino T
Anonimo, Nominare gli anonimi: ser Lizio e ser Rinieri n Preti e frati nel Novellino T
Anonimo, Nominare gli anonimi: ser Lizio e ser Rinieri n Preti e frati nel Novellino T
Anonimo, Nominare gli anonimi: ser Lizio e ser Rinieri n Preti e frati nel Novellino T

la novella di Federico II

123

 

LETTURA CRITICA

 

C1 F. Bruni, La nascita della prosa volgare:

l’importanza dei notai

l’importanza dei notai

n

I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE

125

n MAPPA DI SINTESI n BIBLIOGRAFIA 126

n

MAPPA DI SINTESI

n

BIBLIOGRAFIA

126

LA LETTERATURA COME DOCUMENTO

PERCORSO 5

138

Scrivere la scienza

 

Restoro d’Arezzo: la scienza in volgare

La vita

 

138

n

La (s)fortuna di Restoro

 

139

La Composizione del mondo

139

T1

Restoro d’Arezzo, Il sistema dei cieli

140

T2 Restoro d’Arezzo, La lettura del mondo

attraverso l’arte

 

142

 

AUTORE

PERCORSO 6

144

Dante Alighieri

 

Il più geniale inventore di mondi

 

1. La vita

 

147

Gli anni della giovinezza L’attività politica a Firenze Un lungo esilio di corte in corte

147

149

150

2. L’opera di Dante e il suo posto nella storia della letteratura

153

La fortuna

 

155

3. La Vita nova

 

157

n

Severino Boezio

158

n

La Vita nova: la trama

160

T1 Un’altra vita: l’inizio della Vita nova

Q Dante conosceva Omero?

T2 Donne ch’avete intelletto d’amore

Q Le donne e la letteratura in volgare

T3 Tanto gentile e tanto onesta pare

Q Gianfranco Contini sul lessico di Tanto gentile

T4 Oltre la spera che più larga gira

162

165

9. La Commedia

Q

198

la spera che più larga gira 162 165 9. La Commedia Q 198 198 199 200

198

199

200

201

larga gira 162 165 9. La Commedia Q 198 198 199 200 201 202 204 204

202

204

204

205

207

207

209

209

210

210

211

213

213

214

217

219

220

220

221

223

209 210 210 211 213 213 214 217 219 220 220 221 223 228 229 233
228
228

229

233

234

239

240 211 213 213 214 217 219 220 220 221 223 228 229 233 234 239 243

243

243

245
245

248

219 220 220 221 223 228 229 233 234 239 240 243 243 245 248 166
219 220 220 221 223 228 229 233 234 239 240 243 243 245 248 166

166

NEL MONDO DELLARTE

Le miniature della Commedia

Cronologia interna, argomento e struttura dell’opera La data di composizione Perché la Commedia si chiama così? La struttura

Q

I personaggi

Come si distribuiscono le anime nell’oltretomba Il contrappasso Il realismo Dante personaggio e poeta Il metro La lingua e lo stile La visione Le fonti e i modelli

Q

Viaggi mistici e miracolosi

Le interpretazioni

Lettera e allegoria T21 Perdersi in una foresta: il primo canto dell’Inferno

T21a

T21b L’uscita dalla selva e l’incontro con le tre fiere T21c L’incontro con Virgilio

L’inizio del viaggio

Q

L’importanza dell’Impero romano

T22 L’ingresso nella città del dolore T22a «Lasciate ogne speranza» T22b Gli ignavi

T23

T24 L’incontro con due fiorentini

T24a Farinata degli Uberti

Paolo e Francesca

Q

Farinata degli Uberti

T24b Cavalcante T24c Ciò che vedono i dannati

Q

Malebolge

T25

Ulisse: il folle volo

Q

Il conte Ugolino

T27 Dall’altra parte del mondo:

la montagna del purgatorio

Q Catone

T28 Il sorriso di Dante

T29

T29a

T29b

T29c Arnaut Daniel T30 Beatrice, dieci anni dopo

Q Questioni di tecnica. Come iniziano i canti della Commedia

L’incontro con i poeti

Bonagiunta Orbicciani Guido Guinizelli

con i poeti Bonagiunta Orbicciani Guido Guinizelli 168 4. Le Rime 171 Q Le Egloghe T
con i poeti Bonagiunta Orbicciani Guido Guinizelli 168 4. Le Rime 171 Q Le Egloghe T

168

4. Le Rime

171Bonagiunta Orbicciani Guido Guinizelli 168 4. Le Rime Q Le Egloghe T 5 T 6 Se

Q Le Egloghe

T5

T6 Se vedi gli occhi miei di pianger vaghi

Q La tenzone dalla Provenza all’Italia

T7 La tenzone con Forese Donati T7a Chi udisse tossir la malfatata:

Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io

tossir la malfatata : Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io 173 1 7
tossir la malfatata : Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io 173 1 7

173

174

175

Dante scrive a Forese T7b L’altra notte mi venn’una gran tosse:

la risposta di Forese T8 Un dì si venne a me Malinconia

Q La melancolia

T9 Ne le man vostre, gentil donna mia T10 Tre donne intorno al cor mi son venute

Q Il Nilo, il fiume della Giustizia

T11

cor mi son venute Q Il Nilo, il fiume della Giustizia T 11 177 178 179

177

178

179

180

Così nel mio parlar vogli’esser aspro

5. Il De vulgari eloquentia

Q La torre di Babele

Perché oggi leggiamo il De vulgari eloquentia La nascita del linguaggio T12 L’origine delle lingue T13 Babele La lingua che illumina: il volgare illustre T14 Che cos’è il volgare illustre?

il volgare illustre T 14 Che cos’è il volgare illustre? 181 181 183 186 187 188
il volgare illustre T 14 Che cos’è il volgare illustre? 181 181 183 186 187 188

181

181

183

186

187

188

6. Il Convivio

Q Lettera e allegoria

Il primo trattato del Convivio

T15

T16 Voi che ’ntendendo il terzo ciel movete

T17 «Mostrar sotto figura»: come funziona l’allegoria nel Convivio

Una lingua per farsi capire

T26 Mangiare il proprio nemico: 26 Mangiare il proprio nemico:

il conte Ugolino lingua per farsi capire T 26 Mangiare il proprio nemico: 7. La Monarchia 191 192 Q

7. La Monarchia

191

192

Q I due Soli

T18 Enea, il predestinato

Monarchia 191 192 Q I due Soli T 18 Enea, il predestinato 194 8. Le Lettere

194

8. Le Lettere

I due Soli T 18 Enea, il predestinato 194 8. Le Lettere 194 195 T 19

194

195

T19 Dante rifiuta di tornare a Firenze Un’interpretazione d’autore della Commedia? La lettera a Cangrande T20 Il titolo, i sensi e il genere della Commedia

 
 

T31 Il primo canto del Paradiso

T31a L’ingresso in paradiso e l’invocazione

T 31 Il primo canto del Paradiso T 31a L’ingresso in paradiso e l’invocazione

ad

Apollo

ad Apollo

T31b Il viaggio in paradiso:

un’esperienza mistica

Q

Questioni di struttura. Dove risiedono

T 31b Il viaggio in paradiso: un’esperienza mistica Q Questioni di struttura. Dove risiedono
 

le

anime dei beati

 
 

T31c La ragione e il significato del viaggio di Dante

Q

Questioni di struttura. Un corpo (Dante)

e

un’anima (Beatrice) di cielo in cielo

T32 I due campioni della Chiesa cattolica:

di struttura. Un corpo (Dante) e un’anima (Beatrice) di cielo in cielo T 32 I due
di struttura. Un corpo (Dante) e un’anima (Beatrice) di cielo in cielo T 32 I due
di struttura. Un corpo (Dante) e un’anima (Beatrice) di cielo in cielo T 32 I due

san Francesco e san Domenico

249

 

T32a

San Francesco

250

T32b

San Domenico

252

T33 Il dialogo con un grande antenato:

 

254

Cacciaguida T34 Dante osserva tutto l’universo

T35

La visione di Dio

Cacciaguida T 34 Dante osserva tutto l’universo T 35 La visione di Dio 260

260

LETTURE CRITICHE

 

C1 E. Auerbach, Dante, estrattore

di

quintessenze

di quintessenze

C2 M. Tavoni, Dante a quarant’anni:

il Convivio e il De vulgari eloquentia C 3 T.S. Eliot, Una straordinaria immaginazione visiva:

il Convivio e il De vulgari eloquentia C3 T.S. Eliot, Una straordinaria immaginazione visiva: Dante e l’allegoria C4 Ch. Singleton, La Commedia: una finzione che dichiara di non essere una finzione C5 C. Giunta, Un’idea delle Rime di Dante

La Commedia : una finzione che dichiara di non essere una finzione C 5 C. Giunta,
La Commedia : una finzione che dichiara di non essere una finzione C 5 C. Giunta,
La Commedia : una finzione che dichiara di non essere una finzione C 5 C. Giunta,

Q

I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE

262

Q

MAPPA DI SINTESI

Q

BIBLIOGRAFIA

263

  PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO 264  
 

PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO

264

 
 

AUTORE

PERCORSO 7

266

 

Francesco Petrarca

   

Il primo letterato italiano veramente europeo

 

Petrarca: un uomo moderno

268

 

1.

La vita

 

269

 

Ovunque un pellegrino

269

Q

LINK STORIA

Perché i papi erano ad Avignone?

271

 

Q

Laura: figura reale o immaginaria?

272

Q

NEL MONDO DELLARTE

Simone Martini al servizio

 

di

Petrarca

272

 

Q

Il

rifugio di Valchiusa

274

La poesia e la fama

274

Q

La

corona poetica

275

Q

Petrarca politico: l’appoggio a Cola di Rienzo

276

 

Q

LINK STORIA

La prima biblioteca pubblica d’Europa

278

2. La cultura di Petrarca

279

Alle fonti dell’ispirazione

279

I temi principali

281

3. Il Canzoniere

 

282

Come è fatto il libro

282

Il Canzoniere come romanzo

283

Il Canzoniere come diario e autobiografia

284

La lingua

284

La fortuna

285

285

Q

Petrarca nel tempo

Q

COME È FATTA LA LETTERATURA

Petrarca copista

 

delle sue poesie: il manoscritto del Canzoniere

286

Q

Italiano antico e italiano moderno

287

T1 Voi ch’ascoltate in rime sperse il suono:

il prologo al libro T2 Movesi il vecchierel canuto e bianco:

287

amore sacro e amore profano

290

Q

Come lavorava Petrarca

292

T3 Solo e pensoso i più deserti campi:

la solitudine impossibile

293

Q

AUTORI A CONFRONTO la natura e il realismo

Petrarca e Montale:

295

T4 Non al suo amante più Dïana piacque:

i miti, l’amore, la musica T5 Benedetto sia ’l giorno, e ’l mese, e l’anno:

T 5 Benedetto sia ’l giorno, e ’l mese, e l’anno : una pagina di diario

una pagina di diario T6 Erano i capei d’oro a l’aura sparsi:

la visione di un sole vivo T7 Piangete, donne, e con voi pianga Amore:

per la morte di un poeta T8 Chiare, fresche e dolci acque:

296

298

7 Piangete, donne, e con voi pianga Amore : per la morte di un poeta T

il paesaggio dell’anima T9 Italia mia, benché ’l parlar sia indarno:

300

la poesia politica

305

Q

AUTORI A CONFRONTO la pace e la guerra

Petrarca e Brecht:

311

T10 Tre sonetti antiavignonesi

312

T10a Fiamma dal ciel su le tue trecce piova

312

T10b L’avara Babilonia ha colmo il sacco

313

T10c Fontana di dolore, albergo d’ira

314

T11

Tutta la mia fiorita e verde etade:

amore in tarda età

315

Q

AUTORI A CONFRONTO

Petrarca e Yeats

317

4. I Trionfi

318

Una parata di personaggi allegorici

l’incontro con Laura

318

Il Trionfo d’Amore

Il Trionfo d’Amore

T12 La notte che seguì l’orribil caso:

T13 Il ghiaccio e la rosa

T 12 La notte che seguì l’orribil caso : T 13 Il ghiaccio e la rosa
T 12 La notte che seguì l’orribil caso : T 13 Il ghiaccio e la rosa
5. Il Secretum 319 La fortuna 362 T3 n LINK FILOLOGIA Come si data un
5.
Il Secretum
319
La fortuna
362
T3
n
LINK FILOLOGIA
Come si data un testo medievale?
Il caso del Secretum
320
T4
T14 Che cos’è l’uomo
T5
Il Proemio
La peste
In fuga da Firenze
364
368
321
372
T6 Le malizie della fede: la confessione
6.
Le lettere
324
di
ser Ciappelletto
375
T15 L’ascesa al Monte Ventoso
324
T7 Dal tramonto all’alba: il racconto
n
AUTORI A CONFRONTO
Petrarca e Wordsworth
329
di
formazione di Andreuccio da Perugia
T16 Contro l’astrologia
▶ANALISI ATTIVA
384
n La Napoli di Andreuccio da Perugia
7.
Il poeta epico, lo storico, il moralista
330
L’Africa
330
T8 Lisabetta da Messina muore per amore
T9 Il cuore mangiato: Rossiglione
I trattati latini
331
e
Guardastagno
392
LETTURE CRITICHE
C1 M. Santagata, La posizione storica
del Canzoniere di Petrarca
C2 F. De Sanctis, Di quale amore
parla Petrarca
C3 G. Contini, Come Petrarca parla d’amore
T10 L’inferno fantastico di Nastagio
degli Onesti
396
n
NEL MONDO DELL’ARTE
da Botticelli
Nastagio visto
403
n
AUTORI A CONFRONTO
da Boccaccio a Keats
La donna spietata:
404
n
I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE
333
T11 Amare o mangiare: il dilemma
n
MAPPA DI SINTESI
n
BIBLIOGRAFIA
334
di Federigo
n
IN DIALOGO CON IL PRESENTE
La frantumazione dell’io 335
PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO
337
T12 Il fornaio Cisti mostra di essere
un uomo di mondo
T13 Chichibio e la gru con una zampa sola
405
T14
Eretici e poeti: Guido Cavalcanti
408
n
La passeggiata di Guido
410
T15 La commedia delle beffe: Calandrino
e
l’elitropia
412
AUTORE
PERCORSO 8
340
n
Giovanni Boccaccio
NEL MONDO DELL’ARTE
pittore e burlone
Vita e opere di Buffalmacco,
419
Il primo grande narratore italiano
T16 Le disavventure della virtù: Griselda
420
n
Un matrimonio nel Medioevo
424
1. La vita
342
n
LETTERATURA E CINEMA
Il Decameron al cinema
431
n
Chi erano i Bardi?
343
n
COME È FATTA LA LETTERATURA
Boccaccio copista
432
n
LINK STORIA Leggere e scrivere a Firenze
nel Trecento
350
6. Raccontare in prosa dopo Boccaccio
2. Il mondo di Boccaccio
351
Le due anime di Boccaccio: latino e volgare
351
L’eredità del Decameron
La prosa dei predicatori
I
temi e i generi
351
T17 Le prediche di san Bernardino:
n
Riscrivere Boccaccio: da Busi a Twitter
352
il Decameron come fonte esemplare
n
Che cosa è una novella
353
LETTURE CRITICHE
3. Le opere minori, tra Napoli e Firenze
354
n
Il Filostrato e l’invenzione dell’ottava
355
4. Le opere latine e della maturità
356
T1 Come Boccaccio presenta Dante
T2 Come Boccaccio legge la Commedia:
C1 A. Moravia, Narrare e basta: perché
Boccaccio è un grande scrittore
C2 K. Flasch, Boccaccio filosofo
C3 U. Bosco, Perché Boccaccio adopera
una “cornice”?
lettera e allegoria
n
I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE
434
n
Le Esposizioni sopra la Comedìa di Dante
MAPPA DI SINTESI
n
n
BIBLIOGRAFIA
435
n
5. Il Decameron
358
IN DIALOGO CON IL PRESENTE
metaforica
Peste reale e “peste”
436
n
LINK STORIA DELLA LINGUA
La lingua del Decameron
360
PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO
438

PERCORSO 9

PERCORSO 10

 

LA LETTERATURA COME DOCUMENTO

 

442

 

Raccontare la storia

Il mondo visto da Firenze:

 

Malispini, Compagni, Villani

 

Che cos’è la storia nel Medioevo?

442

L’Istoria fiorentina di Ricordàno Malispini T1 Ricordàno Malispini, L’incoronazione di Federico II La Cronica di Dino Compagni T2 Dino Compagni, L’origine del conflitto tra Cerchi e Donati

443

444

446

447

La Nuova Cronica di Giovanni Villani 451 T3 Giovanni Villani, Il fallimento delle banche

fiorentine

T4 Giovanni Villani, Il primo ritratto di Dante 452

T 5 Matteo Villani, Dopo la peste  

T5 Matteo Villani, Dopo la peste

 
Dante 452 T 5 Matteo Villani, Dopo la peste   LA LETTERATURA COME DOCUMENTO Altri mondi
Dante 452 T 5 Matteo Villani, Dopo la peste   LA LETTERATURA COME DOCUMENTO Altri mondi

LA LETTERATURA COME DOCUMENTO

Altri mondi

Viaggiare senza muoversi da casa: Petrarca e Boccaccio

ATTIVA I TESTI SU EBOOK

ATTIVA I TESTI SU EBOOK

da casa: Petrarca e Boccaccio ATTIVA I TESTI SU EBOOK Tre modi per conoscere il mondo:

Tre modi per conoscere il mondo: leggere, ascoltare, partire Petrarca: piccola guida per il viaggio in Terrasanta (scritta da chi non c’è mai stato) T1 Francesco Petrarca, Un pellegrino alla scoperta dell’Egitto

Q Qual era la strada per la Terrasanta?

Una lettera dalle Canarie T2 Giovanni Boccaccio, Un esercito alla scoperta delle Canarie

Giovanni Boccaccio, Un esercito alla scoperta delle Canarie SEZIONE II Il Quattrocento. L’età dell’Umanesimo 1.
Giovanni Boccaccio, Un esercito alla scoperta delle Canarie SEZIONE II Il Quattrocento. L’età dell’Umanesimo 1.
Giovanni Boccaccio, Un esercito alla scoperta delle Canarie SEZIONE II Il Quattrocento. L’età dell’Umanesimo 1.
Giovanni Boccaccio, Un esercito alla scoperta delle Canarie SEZIONE II Il Quattrocento. L’età dell’Umanesimo 1.
Giovanni Boccaccio, Un esercito alla scoperta delle Canarie SEZIONE II Il Quattrocento. L’età dell’Umanesimo 1.
Giovanni Boccaccio, Un esercito alla scoperta delle Canarie SEZIONE II Il Quattrocento. L’età dell’Umanesimo 1.
SEZIONE II Il Quattrocento. L’età dell’Umanesimo 1. La storia 455 4. La storia dell’arte 469
SEZIONE
II
Il Quattrocento.
L’età dell’Umanesimo
1. La storia
455
4. La storia dell’arte
469

L’evoluzione politica dell’Europa e dell’Italia nel Quattrocento

455

Q

La Guerra dei Cent’anni

455

Le città italiane

456

Q COME È FATTA LA LETTERATURA

Aldo Manuzio

e l’invenzione della stampa moderna

L’Europa e il mondo: le grandi scoperte geografiche

Q

LINK GEOGRAFIA

Cartografia e arte nautica

N K G E O G R A F I A Cartografia e arte nautica 458

458

459

2. La società e la cultura

Che cos’è l’Umanesimo?

Q I manoscritti, un bene raro e prezioso

Lo studio della lingua greca, la nascita delle biblioteche

460

460

460

461

Q LINK STORIA

La lettera di donazione del cardinale

Bessarione al doge e al Senato di Venezia

L’Umanesimo a Firenze

al doge e al Senato di Venezia L’Umanesimo a Firenze 462 Q Il pensiero di un

462

Q

Il pensiero di un grande studioso dell’Umanesimo, Eugenio Garin

463di un grande studioso dell’Umanesimo, Eugenio Garin La scuola degli umanisti 3. Il pensiero filosofico 464

La scuola degli umanisti

3. Il pensiero filosofico

464

Q

Lo stoicismo

465

Q

L’

epicureismo

465

Q

Ermetismo, alchimia, cabala e oracoli caldaici

466

La stagione del Gotico internazionale L’arte rinascimentale Nel nord Europa: la pittura fiamminga

469

470

473

Seconda lezione di

Storia della lingua

Il Quattrocento

 

475

Il latino degli umanisti e il volgare

475

Q

La lingua non è sempre la stessa:

la variazione linguistica

476

Lorenzo de’ Medici e l’Umanesimo volgare La diffusione del toscano

477

478

Q

Polifilesco e macaronico

Q Polifilesco e macaronico

Q

Le edizioni a stampa della Commedia:

Milano e Firenze

479

Q Polifilesco e macaronico Q Le edizioni a stampa della Commedia : Milano e Firenze 479

PERCORSO 1

GENERI E TESTI

GENERI E TESTI 482 L’Umanesimo Leggere i classici, vivere come loro ATTIVA I TESTI SU EBOOK

482

GENERI E TESTI 482 L’Umanesimo Leggere i classici, vivere come loro ATTIVA I TESTI SU EBOOK

L’Umanesimo

Leggere i classici, vivere come loro

ATTIVA I TESTI SU EBOOK

ATTIVA I TESTI

SU EBOOK

Antichi e moderni

Che cos’è e a che cosa serve la filologia

La scrittura umanistica

Poggio Bracciolini T1 Poggio Bracciolini, Quintiliano liberato Guarino Veronese T2 Guarino Veronese, Lettera al suo diletto figlio Niccolò Lorenzo Valla Angelo Poliziano T3 Angelo Poliziano, Imitare sì, ma come?

COME È FATTA LA LETTERATURA

la prima edizione della Commedia (Foligno, 1472)

La carriera degli umanisti

l’Umanesimo civile

Coluccio Salutati

Le Accademie umanistiche

T4 Coluccio Salutati, Invectiva contro Antonio Loschi

La tradizione volgare:

Leon Battista Alberti

La rinascita del dialogo

T5 Leon Battista Alberti, Vita pubblica e vita privata

dibattito sulla dignità dell’uomo

T6 Giannozzo Manetti, L’uomo è un essere meraviglioso T7 Giovanni Pico della Mirandola, L’uomo universale, al centro dell’universo T8 Filippo Beroaldo, L’uomo è una bolla

NEL MONDO DELLARTE

in Santa Maria del Carmine

LETTURA CRITICA

C1 P.O. Kristeller, L’idea fondamentale dell’Umanesimo: insegnare a vivere attraverso i libri

I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE

MAPPA DI SINTESI

 

PREPARAZIONE ALL’ESAME DI STATO

 
   
 
ALL’ESAME DI STATO         PERCORSO 2 GENERI E TESTI   500 La poesia
ALL’ESAME DI STATO         PERCORSO 2 GENERI E TESTI   500 La poesia
ALL’ESAME DI STATO         PERCORSO 2 GENERI E TESTI   500 La poesia
ALL’ESAME DI STATO         PERCORSO 2 GENERI E TESTI   500 La poesia
ALL’ESAME DI STATO         PERCORSO 2 GENERI E TESTI   500 La poesia
ALL’ESAME DI STATO         PERCORSO 2 GENERI E TESTI   500 La poesia
ALL’ESAME DI STATO         PERCORSO 2 GENERI E TESTI   500 La poesia
ALL’ESAME DI STATO         PERCORSO 2 GENERI E TESTI   500 La poesia
ALL’ESAME DI STATO         PERCORSO 2 GENERI E TESTI   500 La poesia

PERCORSO 2

GENERI E TESTI

 

500

La poesia del Quattrocento

 

Scrivere in versi dopo Petrarca

 

Geografia della lirica del Quattrocento

501

Q

Scrivere come Petrarca

 

1. Le corti del centro-nord

502

 

Matteo Maria Boiardo e gli Amorum libri tres 502 T1 Matteo Maria Boiardo, Amor, che me scaldava al suo bel sole: come iniziano gli Amorum libri

Q

NEL MONDO DELLARTE Schifanoia

Il Salone dei mesi a Palazzo

503

T2 Matteo Maria Boiardo, Già vidi uscir de l’onde una matina: la lode dell’amata T3 Matteo Maria Boiardo, Ligiadro veroncello, ove è colei: l’assenza dell’amata

504

2. Firenze e i Medici

 

506

 

Angelo Poliziano Le Stanze per la giostra

506

507

Q

La trama delle Stanze per la giostra

508

T4 Angelo Poliziano, Il Proemio

T5 Angelo Poliziano, Una cerva bianca. Iulio innamorato e Simonetta

509

L’Orfeo (o Fabula d’Orfeo) 512

T6 Angelo Poliziano, Il Prologo T7 Angelo Poliziano, La morte di Orfeo Le Rime T8 Angelo Poliziano, Che fa’ tu, Ecco, mentre io ti chiamo? Amo Lorenzo de’ Medici

512

Q

Dopo la congiura dei Pazzi. La strategia di Lorenzo

513

Il Canzoniere T9 Lorenzo de’ Medici, Co’ passi sparti e con la mente vaga T10 Lorenzo de’ Medici, Io mi diparto, dolci pensier’ miei T11 Lorenzo de’ Medici, Canzone di Bacco La Nencia da Barberino T12 Lorenzo de’ Medici, Denti più bianchi «che que’ del cavallo»: la ruspante bellezza della Nencia da Barberino

514

514

3. Napoli nella seconda metà del Quattrocento

517

 

Jacopo Sannazaro

 

518

L’Arcadia

 

518

Q

Et in Arcadia ego

 

519

T13 Jacopo Sannazaro, La primavera che non ritorna

519

LETTURA CRITICA

 

C1 J. Huizinga, I piaceri della vita

 

Q

I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE

 

522

Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523

Q

MAPPA DI SINTESI

Q

BIBLIOGRAFIA

523

  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523
  Q I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE   522 Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 523

PERCORSO 3

GENERI E TESTI

 

524

 

La letteratura popolar(eggiant)e

 

Sonetti bizzarri, novelle ingegnose e storielle argute

 

1.

Ridere del mondo

 

525

 

Il Burchiello T1 Il Burchiello, Nominativi fritti e mappamondi T2 Il Burchiello, Lievitomi in sull’asse come ’l pane

526

527

Q

La prigione: un’esperienza comune ma non piacevole

La novella spicciolata: il Grasso legnaiuolo

529

Q

NEL MONDO DELLARTE

La cupola di Santa Maria

 

del Fiore di Filippo Brunelleschi

 
 

T3 Tu non sei tu! Uno scherzo memorabile

a

Manetto Ammannatini

Le Facezie del Piovano Arlotto T4 Facezia fatta al Ponte a Sieve dal Piovano faccendogli freddo T5 Detto piacevole del Piovano Arlotto ad un suo amico molto avaro a tavola

529

530

Q

L’uomo piacevole e altri tipi ameni

Q

LETTERATURA E CINEMA

Il marchese del Grillo

532

LETTURA CRITICA

 

C1 G. Manganelli, Il Grasso legnaiuolo, uno scherzo inquietante

 

Q

I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE

 

532

Q MAPPA DI SINTESI Q BIBLIOGRAFIA 533

Q

MAPPA DI SINTESI

Q

BIBLIOGRAFIA

533

   

GENERI E TESTI

PERCORSO 4

 

534

 

La letteratura cavalleresca nel Quattrocento

 

Nel mondo degli eroi e dei giganti

 

1.

I precedenti medievali, i cantari

535

 

Q

L’ottava

Q

Cantastorie, canterini e cantimpanca

 
 

2.

Luigi Pulci e il Morgante

538

 

La vita

 

538

Il Morgante

 

539

Q

Il registro comico di Pulci

T1 Luigi Pulci, Il vanto di Margutte

T2 Luigi Pulci, Astarotte: un diavolo contro

pregiudizio e l’intolleranza T3 Luigi Pulci, Roncisvalle

il

541

 

3.

Matteo Maria Boiardo e l’Orlando innamorato

545

 

Q

L’Orlando innamorato: trama, temi e personaggi

Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca
Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca
Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca
Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca
Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca
Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca
Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca
537
537
Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca
Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca
Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca
Q L’ Orlando innamorato : trama, temi e personaggi 537 Q Guerra reale e poesia cavalleresca

Q

Guerra reale e poesia cavalleresca

Q Guerra reale e poesia cavalleresca

T4a Matteo Maria Boiardo, «Odir cantar de Orlando inamorato». Modelli canterini

546

548

T4b Matteo Maria Boiardo, e modelli arturiani

Q

Q

Piangere per Orlando

La tradizione carolingia e quella bretone

T5 Matteo Maria Boiardo, Angelica, un’apparizione T6 Matteo Maria Boiardo, Orlando

550
550

550

e

Agricane: la fede, la cultura e l’amore

e Agricane: la fede, la cultura e l’amore

LETTURA CRITICA

C1 M. Villoresi, Come si intitolavano

C 1 M. Villoresi, Come si intitolavano

i

romanzi cavallereschi?

 

Q

I TEMI E LE PAROLE-CHIAVE