Sei sulla pagina 1di 22

INTRODUZIONE ALLE BIOTECNOLOGIE

BIOTECNOLOGIA
conoscenza e studio delle scienze della vita per il concreto svolgimento di
attivit volte a trasformare qualsiasi materia prima per produrne e
ricavarne beni e o per innovare servizi.
BIOTECNOLOGIE MICROBICHE
si riferiscono pi specificamente a tutti quei processi di trasformazione
della materia prima nei quali il processo produttivo dipende da
microrganismi interi o da componenti delle cellule microbiche (es. enzimi).
IERI
Produzione di metaboliti mediante fermentazione
OGGI
Qualunque operazione basata sul progresso scientifico che impieghi
razionalmente i microrganismi (o parti di essi) per produrre beni
commerciali e per migliorare tale produzione

The microbial biomass on the earth largely exceeds


that of plants and animals

Less than 100 species can be considered human pathogens,


while the total number of beneficial species is incalculable

DIVERSITA E VERSATILITA
UNA MINIERA DI POSSIBILI APPLICAZIONI

10 30 cellule ba+eriche presen2 sulla terra LA MAGGIORE BIOMASSA SUL PIANETA


10 10 esseri umani

CENNI STORICI
PREISTORIA FINO AL 1850 CIRCA
Uso inconsapevole delle biotecnologie microbiche

1850 circa
Pasteur d vita ad una nuova scienza: la
microbiologia.
I suoi primi studi nel campo sono biotecnologici

Le fermentazioni industriali
Processi di coltura su larga scala di microrganismi per la produzione e
lisolamento di sostanze chimicamente definite del metabolismo, aventi valore
economico.
A PARTIRE DAL 1880 CIRCA
LE FERMENTAZIONI ANAEROBIE

Prodotti finali del metabolismo primario


(es. alcol etilico, acido acetico, acido lattico).

Queste sostanze sono il prodotto finale del metabolismo primario di


microrganismi anaerobi o aerobi facoltativi coltivati in assenza di ossigeno
(metabolismo anaerobio o fermentativo)

FERMENTAZIONE ALCOLICA
Letanolo viene prodo+o a livello industriale mediante fermentazione
Il microrganismo u2lizzato il lievito Saccaromyces cerevisiae

glucosio

Fermentazione alcolica:
il piruvato derivante
dalla glicolisi viene
decarbossilato ad
acetaldeide e quindi
rido+o ad etanolo

piruvato
Piruvato
decarbossilasi

acetaldeide

etanolo

Alcool
deidrogenasi

FERMENTAZIONE

Processo di ossidazionedi un substrato organico (che porta alla generazione di


ATP) nel quale laccettore terminale di elettroni una sostanza organica
generata dalla trasformazione chimica del substrato iniziale stesso.

PRODUZIONE DI ETANOLO RISPETTO ALLA


CRESCITA ED AL CONSUMO DI SUBSTRATO

La produzione dei metaboli2


primari che sono anche
prodoL nali del
metabolismo si accompagna
alla produzione di ATP e alla
crescita del microrganismo

Anzi, imprescindibile dalla
crescita !

LE FERMENTAZIONI AEROBIE
1) Intermedi del metabolismo primario (es. aminoacidi, acido citrico)
2) Metaboliti secondari (es. antibiotici)
3) Enzimi (es. amilasi, proteasi)
Nel loro complesso queste produzioni sono chiamate fermentazioni
aerobiche

I metaboliti primari

(che non sono prodotti finali del metabolismo)


sono essenziali per la crescita, vengono normalmente prodotti in quantit
estrememante controllata.
Un loro accumulo ottenuto alterando il metabolismo agendo sulla
composizione del terreno di coltura, oppure migliorando geneticamente il
ceppo produttore
Esempi trattati nel corso: Acido citrico/ Glutammato /Lisina

METABOLITI SECONDARI

-non fanno parte del metabolismo primario


-non hanno una funzione ovvia nel processo di
crescita
-i ceppi produttori possono perdere per
mutazione la capacit di sintetizzarli senza
apparente svantaggio
-spesso sintetizzati durante lidiofase
-frequentemente sintetizzati comefamiglie di
prodotti simili
-dotati di attivit biologica (antimicrobici,
anticancerogeni, tossine, immunomodulatori,
antivirali, erbicidi, pigmenti.)

streptomicina

Acido nalidixico
eritromicina

tetraciclina

vancomicina

trimetroprim

ENZIMI INDUSTRIALI
DETERGENTI (50% del mercato globale)
PROTEASI , AMILASI, LIPASI, CELLULASI
Risparmio energetico per riduzione tempi lavaggio e temperatura lavaggio
Risparmio acqua
Riduzione inquinamento (biodegradabili, minor rilascio fosfati)
Ringiovanimento dei tessuti
Miglioramento generale dellefficacia del detersivo (rimozione macchie difficili, sbiancamento)
PRINCIPALI CARATTERISTICHE
attivi a pH alcalino, stabili ad alta temperatura, resistenti allossidazione (compatibili con ipoclorito di
sodio o H2O2)
INDUSTRIA ALIMENTARE (30% del mercato globale)
Amilasi (produzione zuccheri semplici a partire da mais, cereali, etc.)
Glucanasi, glicosidasi, pectinasi (succhi di frutta, vino)
Chimosina (produzione formaggio)
Lipasi, carboidrasi, proteasi (produzione formaggio)
ALIMENTAZIONE ANIMALE (7% del mercato globale)
Un enorme variet di enzimi viene aggiunta come additivo ai mangimi
destinati ad animali da allevamento per rendere maggiormente disponibili i
nutrienti (aumentare digeribilit) e per utilizzare materie prime alternative
e pi economiche
Cellulasi, emicellulasi, glucosidasi, xilanasi, amilasi, pectinasi, Proteasi, Fitasi

Acido fitico

MIGLIORAMENTO DEI CEPPI INDUSTRIALI


DEFINIZIONE:
la scienza e la tecnologia utilizzate per manipolare e migliorare ceppi
microbici al fine di aumentare le loro capacit metaboliche utili ad
applicazioni biotecnologiche

SCOPI

AUMENTARE

RIDURRE

Produttivit
Sicurezza
Qualit (purezza)

Costi
Complessit operativa
Scarti

Biotecnologie mature
Processi e tecnologie sviluppate da decenni che hanno raggiunto un ottimo grado di
efficienza sia per quanto riguarda tempi e costi di produzione, sia per resa del prodotto
Questo miglioramento dovuto a :
Ottimizzazione delle condizioni colturali (terreni, pH, ossigeno, temperatura ecc.).
Miglioramento genetico del ceppo produttore mediante mutagenesi random e screening.
Permette di ottenere buoni produttori anche in assenza di approfondite conoscenze sulle vie
biosintetiche e sulla loro regolazione.
Ottimizzazione della geometria del fermentatore (agitazione della biomassa, rifornimento di
ossigeno, mantenimento di condizioni omogenee in ogni parte del fermentatore) e dei sistemi
di controllo.
Il miglioramento del processo produttivo deriva per il 50% dal miglioramento del ceppo e per
il 50% dalle condizione colturali e dal tipo di fermentatore.
Le principali discipline che hanno concorso allo sviluppo delle Biotecnologie mature sono la
microbiologia, la chimica e lingegneria.

Biotecnologie molecolari
(dette anche Nuove Biotecnologie)

si basano principalmente sulla tecnologia del DNA ricombinante e il loro sviluppo


legato al concorso di
microbiologia --biologia molecolare biochimica-- mmunologia --genetica -ingegneria chimica --biologia cellulare --bionformatica
Sono applicabili solo se si hanno approfondite conoscenze metaboliche, genetiche e regolative
di un dato microrganismo e se esiste un sistema per modificare geneticamente tale
microrganismo con tecniche di DNA ricombinante.

determinazione della sequenza del genoma o di parti del genoma (specifiche vie metaboliche oggetto della
modificazione genetica da apportare)
studi di regolazione del pathway dinteresse
studi di trascrittomica, proteomica e dei flussi metabolici

Concettualmente, la principale differenza fra le biotecnologie mature e quelle molecolari che queste
ultime permettono di progettare direttamente il microrganismo con caratteristiche tali da fornire in
quantit economicamente compatibili il prodotto desiderato

Alcuni prodotti possono essere ottenuti solo tramite ingegneria genetica (es. proteine
ricombinanti).
Con laumento delle conoscenze, incominciano ad essere usati microrganismi modificati
tramite ingegneria genetica anche per la produzione di prodotti tipici delle biotecnologie
mature (aminoacidi, antibiotici).
La convenienza a sviluppare un processo tramite le biotecnologie molecolari dipende dal tipo e
dal valore del prodotto
La scelta esclusivamente economica

Le aziende italiane operano principalmente nell


principalmente nell ambito della salute delluomo

PROGRAMMA
- CARATTERISTICHE DEI MICRORGANISMI INDUSTRIALI
- COLTURA IN BATCH E CONTINUA-FERMENTATORI
- TERRENI INDUSTRIALI
- CENNI DI METABOLISMO
- ENZIMI INDUSTRIALI E PROTEINE-FARMACO
- PRODUZIONE DI ETANOLO
- PRODUZIONE DI ACIDO CITRICO E GLUTAMMATO
- MIGLIORAMENTO DEI CEPPI INDUSTRIALI E PRODUZIONE DI
LISINA
- PRODUZIONE DI ANTIBIOTICI