Sei sulla pagina 1di 1

DIPARTIMENTO DI FILOSOFIA E SCIENZE UMANE- PROGRAMMAZIONE CURRICOLARE

CLASSI: Quinte Scienze Umane

MATERIA: Scienze Umane

Finalità

Saperi (obiettivi) minimi

 

Verifiche

Approcciare la cultura pedagogica moderna in stretta connessione con le altre scienze umane per riconoscere in un’ottica multidisciplinare i principali temi del confronto educativo contemporaneo. Acquisire le nozioni fondamentali relative al significato che la cultura riveste per l'uomo, comprendere le diversità culturali e le ragioni che le hanno determinate anche in collegamento con il loro disporsi nello spazio geografico.

-

Riconoscere, definire ed analizzare temi e concetti

a) verifiche formative Tipologia: il controllo degli appunti, la partecipazione alla discussione organizzata, gli interventi spontanei o sollecitati, le esercitazioni svolte in classe, individuali o per piccoli gruppi Criteri/modalità: Osservazione

sistematica

afferenti dalle diverse discipline oggetto del corso di

Scienze Umane

 

Estendere la comprensione e l’uso della terminologia specifica

-

 

-

Acquisire e sviluppare capacità logico-

argomentative attraverso la ricostruzione dei passaggi essenziali di alcuni tipi di argomentazione inerenti a teorie o modelli studiati -conoscere e comprendere le diversità culturali ed il loro svilupparsi nel tempo e nello spazio -comprendere i diversi modelli educativi affermatisi nel novecento e i loro rapporti con la politica, la vita economica e quella religiosa

Obiettivi: Il controllo in itinere del processo di apprendimento consentirà agli allievi di mettere alla prova le

proprie capacità e di esperire i propri limiti di conoscenza e comprensione, così da acquisire una migliore capacità

   

di

autovalutazione e raggiungere un

 

Metodologie

 

migliore livello complessivo di preparazione.

Obiettivi attesi

Per favorire un approccio problematico e critico alla disciplina le lezioni si avvarranno di letture antologiche, delle spiegazioni del docente, del confronto con i libri di testo ed inoltre di esercitazioni scritte o pratiche su tematiche specifiche. La presentazione delle tematiche pedagogiche sarà svolta attraverso l’analisi di documenti, testimonianze e opere, con particolare riferimento ad autori come:

 

a)

Conoscenze

b) verifiche sommative Tipologia: La valutazione sommativa avverrà periodicamente in relazione a verifiche programmate su contenuti predeterminati e costituirà un’ulteriore occasione di apprendimento ed approfondimento nell’ambito di un sereno dialogo educativo. Essa riguarderà interrogazioni o relazioni individuali, tests, presentazione di

-

Estendere la comprensione e l’uso della

terminologia specifica

-

Riconoscere, definire ed analizzare concetti

afferenti dalle diverse discipline oggetto del corso di Scienze Umane

-

Conoscere problemi, tesi, dottrine e

Claparède, Dewey, Gentile, Montessori, Freinet, Maritain. Prevista la lettura di un’opera in forma integrale di uno di questi autori.

argomentazioni relative agli autori studiati

 

b)

Abilità

- consolidare le capacità di analisi e sintesi

- Acquisire e sviluppare capacità argomentative

attraverso la ricostruzione dei passaggi essenziali di alcuni tipi di argomentazione inerenti a teorie o modelli studiati nelle diverse discipline oggetto del corso di Scienze Umane

Inoltre durante il quinto anno sono presi in esame i seguenti temi:

le connessioni tra il sistema scolastico italiano e le

politiche dell’istruzione a livello europeo (compresa

la prospettiva della formazione continua) con una ricognizione dei più importanti documenti internazionali sull’educazione e la formazione e sui diritti dei minori;

a)

lavori di gruppo, anche a carattere multimediale, interventi articolati svolti

nel corso della discussione coordinata dal docente all’interno del gruppo classe, la correzione in classe di tutte le esercitazioni svolte. Le verifiche verranno predisposte su più unità didattiche sia per far emergere contiguità e rapporti tra le diverse discipline che per consentire uno sguardo d’insieme sempre più vasto in prospettiva dell’esame di Stato. Verrà dato spazio alla trattazione sintetica degli argomenti in un numero predisposto di righe, per abituare gli studenti alla sintesi ed alla esaustività dell’argomentazione. Nella valutazione

-

Potenziare la propria capacità critica nella

valutazione delle tesi e delle argomentazioni degli autori studiati

b)

la questione della formazione alla cittadinanza e

dell’educazione ai diritti umani;

 
 

c)

Competenze

c) l’educazione e la formazione in età adulta e i servizi di cura alla persona;

d)

i media , le tecnologie e l’educazione;

-

fondamentale per l’uomo -conoscere e comprendere le diversità culturali ed il loro svilupparsi nel tempo e nello spazio

-comprendere i diversi modelli educativi affermatisi nel ‘900 e i loro rapporti con la politica, la vita economica e quella religiosa -Saper leggere pagine di autori di diverso orientamento individuandone il nucleo fondamentale e lo sviluppo dell’argomentazione -Selezionare nei documenti e/o in internet le informazioni in base ad una richiesta -analizzare situazioni/problemi di natura psicopedagogica e/o sociale sapendo utilizzare

analizzare come il concetto di cultura sia

e)

l’educazione in prospettiva multiculturale;

l’integrazione dei disabili e la didattica inclusiva.

Scegliendo fra questi temi gli studenti compiono una semplice ricerca empirica utilizzando gli strumenti principali della metodologia della ricerca anche in

f)

si

terrà conto di: conoscenza dei

 

contenuti, capacità di analisi e sintesi,

prospettiva multidisciplinare con psicologia, antropologia e sociologia.

Per quanto attiene alle tematiche sociologiche, durante il quinto anno sono affrontati in maniera sistematica:

capacità di rielaborazione, competenza comunicativa ed espressiva, competenza argomentativa. Criteri/modalità Per quanto riguarda i criteri di valutazione, gli obiettivi, l’individuazione dei livelli minimi di

a)

alcuni problemi/concetti fondamentali: la società

totalitaria,

la

società

democratica,

i

processi di

globalizzazione;

 

b)

il contesto socio-culturale in cui nasce e si sviluppa

competenza ed il rapporto tra giudizi, voti e livelli si fa riferimento alla griglia A) deliberata dal Dipartimento di Scienze Umane, nella quale, relativamente a: conoscenza, comprensione, applicazione, analisi, sintesi, comunicazione si fa corrispondere al livello 4 la valutazione

il

modello occidentale di welfare state;

 

chiavi di lettura riferite a diversi orientamenti

c)

gli elementi essenziali dell' indagine sociologica

maturare gradualmente alcune competenze di

base nell’ambito delle diverse metodologie di ricerca, più precisamente impadronirsi dei princìpi, dei metodi e dei modelli della ricerca nel campo delle scienze econonomico-sociali e antropologiche, sia di tipo quantitativo che qualitativo. -Imparare a formulare adeguate ipotesi interpretative da collegare alle elaborazioni dei dati e ai modelli rappresentativi;

-

"sul campo", con particolare riferimento all'applicazione della sociologia all'ambito delle politiche di cura e di servizio alla persona: le politiche della salute, quelle per la famiglia e l’istruzione nonché l'attenzione ai disabili specialmente in ambito lavorativo.

di

sufficiente (sei/decimi). Tale griglia

Il

dialogo educativo verrà sollecitato da una breve

verrà applicata a tutte le verifiche,

lezione frontale dell’insegnante che introdurrà il tema e, dopo averlo delineato negli aspetti essenziali, cercherà di coinvolgere attivamente nella discussione

nella produzione di interventi il maggior numero di

allievi. Oltre alla lezione frontale ed al dibattito guidato all’interno del gruppo classe (lezione dialogata, scoperta guidata), si farà ricorso, per alcune tematiche, all’insegnamento per problemi (mantenendo desto l’interesse per gli aspetti pluridisciplinari) ed al lavoro di approfondimento e di ricerca condotto individualmente o per piccoli gruppi. Per ciascuno di questi temi è prevista la lettura di pagine significative tratte da autori classici e contemporanei.

e

svolte sia in forma scritta che orale. Per

la

valutazione dei lavori di gruppo e di

presentazioni multimediali realizzate dagli allievi il docente potrà avvalersi anche della griglia C) deliberata sempre

 

in

sede di Dipartimento.

Quantificazione • sono previste almeno due valutazioni

scritte e due orali per ciascuno studente nell’arco del 1° trimestre e almeno quattro scritte e tre orali nel corso del pentamestre, Obiettivi • Vedi griglie di valutazione

A)

e C) allegate