Sei sulla pagina 1di 1

44

Sport

LA NUOVA SARDEGNA SABATO 15 OTTOBRE 2016

Mignanisenzatimori
ACremonaincampo
nonperdifenderci
Il tecnico dellOlbia prepara la prima delle due dure sfide
E ricorda un Siena-Cagliari con lui, Tesser e Andrea Cossu
OLBIA

Che intrecci, anche mancati,


nella partita tra Cremonese e
Olbia. Undici anni fa, alcuni
dei protagonisti della sfida si incontrarono in serie A. Si giocava Siena-Cagliari, la prima
della stagione 2005-2006. Il Cagliari era allenato da Attilio Tessere, attuale tecnico della Cremonese: fu quella la sua unica
partita sulla panca dei rossobl, Cellino lo esoner dopo la
sconfitta in terra senese per
2-1. Nel Cagliari, faceva il debutto, in quella gara, un giocatore che avrebbe fatto parlare
di s: Andrea Cossu. Nel Siena,
invece, al centro della difesa
cera Michele Mignani, oggi allenatore dei bianchi.
Ed stato proprio lui, Mignani, ieri a Casa Olbia, ha ricordare quella partita. Lui e Tesser si
troveranno da avversari in panchina; peccato solo che non
possa esserci Cossu, squalificato per un turno.
Tornando allattualit, la sfi-

Mattia Muroni e lallenatore dellOlbia Michele Mignani

da di domenica in casa della


Cremonese aprir un ciclo durissimo per lOlbia: dopo i grigiorossi, i bianchi affronteranno in casa la corazzata Alessandria e, poi, in trasferta il Como.
I bianchi ci arrivano motivati, dopo la vittoria in rimonta
contro la Giana Erminio, ma
con alcuni acciacchi. Mignani
dovr fare ancora a meno di
Francesco Pisano per la difesa,

di Andrea Feola per il centrocampo e, ultimo arrivato in infermeria, di Daniel Kouko in attacco. Qualche buona notizia
arriva dalla mediana: Mattia
Muroni, che aveva saltato per
infortunio la partita con la Giana, tornato ad allenarsi e domenica sar disponibile.
Fatti i conti, lOlbia dovrebbe
giocare con Montaperto in porta, Pinna, Dametto, Miceli e Co-

tali in difesa. Per il centrocampo, due opzioni: molto dipender dal trequartista, Se Mignani, per sostituire Cossu, sceglier il giovane Alessio Murgia, la
linea mediana sar composta
da Muroni, Geroni e Piredda.
Se invece questultimo, Piredda, sar impiegato dietro le
punte, il centrocampo sar formato da Muroni, Geroni e Auriemma. Per lattacco, la scelta

quasi secca: accanto a Capello, dovrebbe giocare Ragatzu:


per lui, sarebbe il de butto dal
primo minuto.
Mignani, come sempre, non
si sbilancia: La Cremonese
una squadra dal passato importante, costruita per provare ad
arrivare prima, con un allenatore di peso. Noi siamo la piccola
Olbia che va ad affrontare il gigante, ma con la voglia, tanta

Larivoluzione Hermaea alla provadel parquet


Volley: domani la partita desordio nel terzo campionato di fila in A2. Le due stelle straniere
OLBIA

Unamichevole dellHermaea

Una rivoluzione che aspetta solo la prova del campo. L'Hermaea Entu Olbia, rappresentante isolana nella serie A2 di
volley femminile, ha deciso di
puntare sul rinnovamento,
cambiando l'intera rosa in vista della stagione che sta per
iniziare. Esordio domani pomeriggio alle 17 contro la VolAlto
Caserta, sul taraflex del palazzetto dello sport di Viale Medaglie d'Oro della citt campana.
Un primo banco di prova per la
societ del presidente Gianni
Sarti. Per il terzo anno consecutivo l'Hermaea Entu Olbia porter in giro per l'Italia il nome e
l'immagine della Sardegna.

Una grande soddisfazione,


ma anche un grande impegno
che richiede sacrifici e dedizione di tutto lo staff - spiega Sarti
-. Per questo il pubblico olbiese
e gallurese deve starci vicino.
La rivoluzione dell'Hermaea
partita dalla guida tecnica: salutato coach Ivan Iosi, arrivato Giuseppe Davide Galli, ex
tattico dell'ItalVolley all'epoca
di Bonitta, con una lunga esperienza in nazionale tra Club Italia e settore giovanile. Con un
coach simile parso quasi inevitabile costruire una squadra
giovane e di prospettiva. Cos
l'Hermaea ha rifondato interamente il suo roster con una rosa futuribile ma di grande talento: partendo dalla palleggiatri-

ce Giulia Carraro (1994), affiancata da Emma Bateman (1995).


I punti di forza dovrebbero essere rappresentati soprattutto
dalle due giocatrici straniere e
di maggior esperienza della
compagine di coach Galli: Ivana Radonjic, schiacciatrice serba e Jean Ayana Whitaker, centrale americana. Classe 1991, alta 1,86, Radonjic gioca nel ruolo di opposta ed alla prima
esperienza in Italia, ma vanta
gi un buon curriculum. Dopo
gli esordi nel paese natale, infatti, da quattro anni gioca all'
estero, nella stagione scorsa in
Romania nel Csm Lugoj mentre l'anno prima aveva vinto il
campionato ungherese nelle file del Bkscsabai. La Whi-

prima categoria

Dueanticipi:ilTeltiincasacercailriscattodopoilprimoko
OLBIA

La terza giornata di andata


nel girone D del campionato
di Prima categoria inizia questo pomeriggio (ore 16) con
importanti anticipi che riguardano due formazioni galluresi.
Al Comunale di Telti, i gialloverdi allenati da Giorgio Bagatti ricevono la visita de La
Caletta. La matricola gallurese, dopo aver vinto la gara
desordio nel derby contro il
Monti di Mola, ha conosciuto
domenica scorsa una pesante
sconfitta a Calagonone e adesso ha loccasione, davanti al
pubblico amico, di tornare al

successo contro un avversario anchesso reduce da una


sconfitta in casa contro la
Montalbo.
A Posada arriva un Golfo
Aranci assetato di punti: di
fronte ai padroni di casa si trover un avversario che nei primi centottanta minuti di gioco ha conosciuto due sconfitta a Orosei contro la Fanum e
in casa contro lOschirese.
Domani pomeriggio sono
in programma le altre sei gare
della terza giornata: la gara
pi interessante quella che
si gioca a Oschiri dove i granata allenati da Fogu ospitano il
Buddus: per il cannoniere
dellOschirese e del girone Se-

Unazione del Telti

bastiano Canu (sei reti nelle


prime due gare contro Bittese
e Golfo Aranci) una sfida diversa dalle altre, visto che di

Buddus e dallaltra parte ci


saranno parenti che faranno
di tutto per fermarlo.
Reduce dal successo inter-

taker, invece, ha fatto la sua gavetta nei college americani,


con una parentesi in Finlandia
con la LP Vampula. Alta un metro e 90 centimetri, giunge in
Gallura in veste di potenziale
sorpresa del prossimo campionato di A2 femminile di volley.
A completare una rosa tutta
da scoprire anche la schiacciatrice Francesca Trevisan (95), il
libero Lucrezia Formenti (96),
la centrale Noura Mabilo (96),
l'altro libero Marianna Maggipinto (96), la schiacciatrice
Francesca Villani (95), la centrale Sirya Tangini (97), la
schiacciatrice Giulia Angelina
(97) e infine l'ultima giocatrice
della batteria d'attacco, Marianna Iannone (96).

no contro lOllolai, il Monti di


Mola allenato da Mario Puddu gioca sul campo di un Calagonone che vuole sfruttare al
meglio le due gare casalinghe
che il calendario le ha riservato. Anche il Berchidda di mister Giampaolo Degortes di
scena in trasferta: i bianconeri (vittoriosi nel turno precedente contro la Fanum di Orosei) sono di scena sul terreno
di Siniscola ospite della Montalbo. Pu essere la giornata
dellOschirese: se i granata
battono il Buddus rimangono a punteggio pieno nel girone Gallura/Nuoro e si potrebbero ritrovare da soli in testa,
viste le non semplici gare che
attendono le altre capolista:
Calagonone (contro il Monti
di Mola), Posada (contro il
Golfo Aranci) e Montalbo
(contro il Berchidda). (p.m.)

voglia, di rompergli le scatole.


Gli avversari hanno giocatori
con un passato in serie A e in serie B, ma, poi, in campo, siamo
undici contro undici. Cambiare il modo di giocare in trasferta? Non credo serva. Non prepariamo le sfide per difenderci.
Se ci obbliga lavversario a farlo, un conto. Ma noi andiamo
per giocare: non siamo capaci
di partire difendendoci.

Boxe, tutto il tifo


degli aggesi
per Federico Lutzu
AGGIUS. E' stata successo di
pubblico e di partecipanti la
riunione di boxe svoltasi sabato
sera nello spazio coperto del
Parco Alvinu di Aggius,
organizzata da un gruppo di
volontari locali supportati da
Maria Grazia Pasella del gruppo
pugilistico "Aurora
Calangianus: di fronte a 1300
spettatori entusiasti,
convenuti dai centri dell'Alta
Gallura e del Sassarese, si sono
esibiti venti atleti, distribuiti in
dieci incontri in ordine
crescente di categoria. Gli occhi
del pubblico si sono soprattutto
concentrati sui validissimi
ragazzi della palestra
"Aurora", sapientemente
preparati dal maestro Tony
Orezzo, e soprattutto sul peso
medio aggese Federico Lutzu,
comprensibilmente sostenuto
da un tifo calorosissimo.
Visibilmente emozionato, il
ragazzo ha impiegato diversi
minuti per ritrovare ed
esprimere al meglio le sue
qualit tecniche e fisiche,
raggiungendo un pareggio in
rimonta. Si sono inoltre esibiti
anche due campioni italiani, i
gemelli Federico e Gianmario
Serra di Sassari. Miglior pugile
della serata stato dichiarato il
calangianese Christopher
Corongiu, vittorioso ai punti.
Hanno inoltre raccolto vittorie
il tempiese Roberto Cansella,
campione regionale dei
medio-massimi, Andrea Pirinu,
Francesco Abeltino e Samuele
Ferrante, tutti in forza
all'Aurora. Hanno invece
riportato rispettivamente una
sconfitta ed un pareggio
Alessandro Amadori e Gabriele
Cabras. (t.b.)

Potrebbero piacerti anche