Sei sulla pagina 1di 4

2- Il Volto di Dio, volto di misericordia

Preghiamo: Spirito di Ges, tu che conosci la nostra vita,le nostre prove, il pericolo in cui viviamo,
apri i nostri cuori perch possiamo accogliere la tua grazia e possiamo comprendere ci che, in noi,
attenta alla speranza. Donaci la luce per discernere le Parola che oggi verr proclamata in questo
nostro gruppo e rendici saldi nella fede.

In ascolto della Parola: (Es 3,7-8.10)


7Il

Signore disse: "Ho osservato la miseria del mio popolo in Egitto e ho udito il suo grido a causa dei suoi
sovrintendenti: conosco le sue sofferenze. 8 Sono sceso per liberarlo dal potere dell'Egitto e per farlo salire
da questa terra verso una terra bella e spaziosa, verso una terra dove scorrono latte e miele, verso il luogo
dove si trovano il Cananeo, l'Ittita, l'Amorreo, il Perizzita, l'Eveo, il Gebuseo. 10Perci va'! Io ti mando dal
faraone. Fa' uscire dall'Egitto il mio popolo, gli Israeliti!".

Per riflettere:
Il volto di Dio non inespressivo, ma guarda, ascolta, conosce i problemi delluomo.
Jahv, che, sensibile alle sofferenze del suo popolo, invia un uomo di nome Mos perch lo faccia uscire
dallEgitto:
Questo racconto contiene in sintesi gli elementi essenziali della visione biblica del mondo. La vita, e ci
innegabile, segnata dalla sofferenza. Questa per non ha cause naturali, ma storiche, nasce dalla
volont oppressiva delluomo. Jahv non appare indifferente allinfelicit del popolo oppresso. La
liberazione di Israele, per, non vuole compierla da solo: chiama Mos a collaborare a questopera. E
promette non la salvezza dellanima, ma una terra dove tutti possano vivere con dignit.
7Ho certamente osservato lafflizione del mio popolo che in Egitto e ho udito il suo grido a motivo
dei suoi oppressori, poich conosco le sue sofferenze.
Lautore sacro ci vuole far capire che Dio non insensibile alla sofferenza: guarda, ascolta e conosce il
dolore e le necessit del suo popolo. Il Dio della Bibbia non un Dio lontano ma un Dio vicino. Tutta
la storia della salvezza racconta come Dio Padre, fedele al suo amore verso luomo, fa di tutto
perch si converta. E non fa che dimostrare come la sua misericordia e il suo perdono prevalgano
sullinfedelt delluomo. Dice: Sono sceso Egli scende per far risalire, quasi un anticipo del
mistero dellincarnazione; quasi a dire che solo il farsi prossimo verso la creatura pu orientare
questultima alla salvezza e alla sperimentazione dellamore viscerale e dunque misericordioso di
un padre. Vi si scorgono, in questo passo, gli echi dellincarnazione narrata dal IV Vangelo (...e il
Verbo si fatto carne e ha posto la sua dimora in mezzo a noi)
Riflettendo sulla storia dIsraele, e pi in particolare sulla vicenda della deportazione a Babilonia o
del secondo esodo, i profeti annunciano la Nuova Alleanza.
Dio vedendo lestrema debolezza del suo popolo, invece di abbandonarlo, lo riprende ancora, lo
riporta nuovamente a Gerusalemme che viene ricostruita, ma soprattutto fa sapere, per bocca dei

profeti, che questo segno di un Amore che superer definitivamente lostacolo pi grande: il
peccato delluomo. Cos Is 40,1-22 annuncia la grande Consolazione. " Consolate, consolate il mio
popolo... e gridate che finita la sua schiavit" (40,1s).
Il profeta Geremia assicura che la legge del Signore verr scritta non pi su tavole di pietra, ma
direttamente nel cuore dell uomo che cos potr conoscere il Signore e avere il perdono.
.
Ezechiele in 36,2
"Vi dar un cuore nuovo, metter dentro di voi uno spirito nuovo, toglier da voi il cuore di pietra e
vi dar un cuore di carne. Porr il mio spirito dentro di voi e vi far vivere secondo i miei statuti"
Geremia 31,31-34:31 Ecco, verranno giorni -oracolo del Signore -nei quali con la casa dIsraele e
con la casa di Giuda concluder unalleanza nuova.
Non sar come lalleanza che ho concluso con i loro padri, quando li presi per mano per farli
uscire dalla terra dEgitto, alleanza che essi hanno infranto, bench io fossi loro Signore. Oracolo
del Signore. Questa sar lalleanza che concluder con la casa dIsraele dopo quei giorni oracolo del Signore -: porr la mia legge dentro di loro, la scriver sul loro cuore. Allora io sar il
loro Dio ed essi saranno il mio popolo. 34Non dovranno pi istruirsi lun laltro,
dicendo:Conoscete il Signore, perch tutti mi conosceranno, dal pi piccolo al pi grande
-oracolo del Signore -, poich io perdoner la loro iniquit e non ricorder pi il loro peccato.
2) Per il dialogo e il confronto:
I brani del Primo testamento ci hanno fatto scoprire la gratuit dellamore di Dio. Chiediamoci :
credo nellamore gratuito di Dio per me o sono propenso a credere che lamore di Dio va meritato
con le opere buone? Quando penso al volto di Dio come immagino il suo sguardo su di me? Ho
qualche idea sbagliata su Dio? Faccio fatica a credere in un Dio misericordioso che si fa tenero con
me anche quando sono debole, fragile, peccatore, incostante, poco amabile? Ho pensato qualche
volta che Dio fa bene a non ricordarsi di me, e che dovrebbe castigarmi? So leggere negli
avvenimenti della mia vita il passaggio della misericordia di Dio? Quante volte sentiamo dire o
abbiamo detto: Che male ho fatto? Perch mi capitata questa disgrazia o questa malattia?
Preghiamo con il salmo 32
Inno a Dio, creatore e Signore della storia
9
1

Esultate, o giusti, nel Signore;


per gli uomini retti bella la lode.
2
Lodate il Signore con la cetra,
con l'arpa a dieci corde a lui cantate.
3
Cantate al Signore un canto nuovo,
con arte suonate la cetra e acclamate,
4
perch retta la parola del Signore
e fedele ogni sua opera.
5
Egli ama la giustizia e il diritto;
dell'amore del Signore piena la terra.
6
Dalla parola del Signore furono fatti i cieli,
dal soffio della sua bocca ogni loro schiera.
7
Come in un otre raccoglie le acque del mare,
chiude in riserve gli abissi.
8
Tema il Signore tutta la terra,
tremino davanti a lui gli abitanti del mondo,

perch egli parl e tutto fu creato,


comand e tutto fu compiuto.
10
Il Signore annulla i disegni delle nazioni,
rende vani i progetti dei popoli.
11
Ma il disegno del Signore sussiste per
sempre,
i progetti del suo cuore per tutte le
generazioni.
12
Beata la nazione che ha il Signore come
Dio,
il popolo che egli ha scelto come sua eredit.
13
Il Signore guarda dal cielo:
egli vede tutti gli uomini;
14
dal trono dove siede
scruta tutti gli abitanti della terra,
15
lui, che di ognuno ha plasmato il cuore
e ne comprende tutte le opere.

16

Il re non si salva per un grande esercito


n un prode scampa per il suo grande vigore.
17
Un'illusione il cavallo per la vittoria,
e neppure un grande esercito pu dare
salvezza.
18
Ecco, l'occhio del Signore su chi lo teme,
su chi spera nel suo amore,

19

per liberarlo dalla morte


e nutrirlo in tempo di fame.
20
L'anima nostra attende il Signore:
egli nostro aiuto e nostro scudo.
21
in lui che gioisce il nostro cuore,
nel suo santo nome noi confidiamo.
22
Su di noi sia il tuo amore, Signore,
come da te noi speri