Sei sulla pagina 1di 87

1

...Perch se il santo tale portento


che sa donare Dio al mondo,
lartista dona, in certo modo,
la creatura pi bella della terra:
lanima umana
Chiara Lubich

Alla famiglia che mi ha generato


Alla famiglia che Dio mi ha dato
a don Giovanni Coccolo e
a tutti coloro che mi vogliono un po di bene
Grazie!
2

ANTEFATTO
Perch scrivere un libro di Poesie, proprio oggi che
nessuno lo comprer?
Forse proprio perch nessuno lo comprer.
Forse ti capiter in mano per caso, o ti sar fatto
un dono da un amico ecco , proprio di un dono si
tratta.
Qualche anno fa, avevo giurato a me stessa che
queste pagine non sarebbero mai uscite dal mio
cassetto di segreti.
Anzi, qualche anno fa, avevo decisamente smesso
di scrivere.
Non volevo che gli altri sapessero che non ero
capace a vivere, che la mia anima , vive
costantemente sul filo di uno yo-yo.
Poi, un giorno, in macchina, di ritorno da una
giornata pesante, una persona che appena mi
conosce, mi dice: Si vede, che hai una grande
fede .
Avrei voluto dirle che no, non ce lavevo invece
mi uscito un ..si, proprio cosi.
Ho sperimentato che Dio agisce e vive in noi,
nonostante noi. Ho smesso di farGli resistenza. Ho
capito che se avessi avuto il coraggio di confessare
la mia debolezza al mondo, avrei solo potuto
aiutare chi si sente debole come me.
Aspetto ancora di cadere da cavallo come fu per
San Paolo, per vedere che un giorno, allimprovviso
sapr andare dietro Dio senza timore.
Ma non posso aspettare quel giorno per cominciare
a camminare
Questo libro per chi , come me, non ancora
arrivato ma non si ferma e continua a lottare
E per chi , nonostante tutto, non smette di cercare
lunico appoggio che nella vita lo potr sostenere.
3

Spero per te amico, che anche tu decida di seguire


quelluomo speciale che si chiama Ges, il pi bello
fra tutti i figli dellUomo.

PREFAZIONE
A cura dellautore
Malgrado la coscienza del Corpo Mistico, lamore
dei familiari ed il legame con la mia comunit, mi
sento solo: sono solo. Io e Lui : io e Dio. Ci
vorrebbe a sostenere questa solitudine Solus cum
sola unanima a dimensione dellAmore. .. ma io
cerco ancora di riempire il vuoto con affetti umani,
con presenza di creature. E invece queste ci sono
pi per amarle, per confortarle nella loro solitudine,
pi che per esserne confortati Maria , se avessi
Te, se io fossi in Te, nulla mi mancherebbe difatti
nulla mi manca Tu sogni la luce, una patria di
delizie, tu sogni il possesso eterno del Creatore di
queste meraviglie, tu credi di uscire un giorno dalle
caligini dove tu languisci. Avanza! Avanza!...
Godi della morte che egli ti dar , non ci che tu
speri, ma una notte pi profonda ancora .
Ma sono momenti : ch subito mi restituisce la
fiducia e rialza le pareti virginali fiorite della
speranza: e via via mi colma di pace ho
conosciuto abbastanza gli uomini: devo conoscere
assai di pi , in questo scorcio di esistenza, Lui,la
vita che non muore.
(Igino Giordani da Diario di Fuoco)
E bellissimo che Igino Giordani, anche conosciuto
come Foco, abbia dato voce in maniera cos fresca
e comprensibile ad un lavorio tanto doloroso ma
corroborante insieme dellEterno Padre su di me.
Lui non smette di coltivare la sua pianta con acqua
, concime , potature, diserbando tutto intorno per
lasciare libero il terreno dalle infestanti, la separa
dalle altre piante, ne uccide i parassiti intorno, ed
accarezza le fronde con il suo alito amorevole, la
scalda con sole irraggiante, la irriga perch non si
5

disidrati, le fa ombra dallalto con le sue nubi


laiuta a crescere.
Fa male crescere , mi dicevano da bambina,
quando sarai diventata grande rimpiangerai di non
essere pi piccolina. Forse perch crescendo
svanisce lIllusione del mondo? allora non cos
brutto crescere, aprire gli occhi sulla realt che solo
in Dio ogni cosa ha un senso.
Mi sembra di riporre sempre male i miei affetti
terreni perch mi convinco di aver seminato amore
, ma non riesco a raccogliere nulla, forse ho
seminato per la mia gloria e non per quella di Dio.
Allora a nulla vale non bisogna aspettarsi nulla.
E che lessere umano, proprio per la sua umanit
necessita di qualcosa di visibile , tangibile,
concretamente solido a conferma della validit del
suo agire. Il divino abbisogna di un essere pronto a
perdere tutta la sua umanit; non ci si pu elevare
a Dio con la zavorra del nostro Io. Staccarsi da
quello significa accettare spine in cambio di fiori e
lasciarsi pungere felici di poter donare ancora con
mani insanguinate damore; smettere di desiderare
un appagamento del cuore puntando ad un
appagamento maggiore dellanima, perch anche
quello per se nulla per s desiderare se non
quello che Dio vuole. Si tratta di far tacere la
mente per far parlare solo il cuore. Non pi Io, il
mio dolore, la mia angoscia, il mio abbandono, la
mia solitudine ma Dio , il suo grido di dolore che
aspetta il mio amore incondizionato. Sono ben
lontana da tutto questo, anche se lanima e la
mente han ben compreso ogni passaggio, aspetto
di veder mollare la corda che mi tiene ferma nel
porto con la sua pesante ancora saldamente fissata
sul fondo per mollare gli ormeggi e partire per
questa traversata.
6

INTRODUZIONE

Questa raccolta che definirei pi di scritti , di


piccole ma grandi comunioni dellAnima, che di
Poesie, raccoglie pi di venti anni di riflessioni, che
altres si spalmano sui quaranta anni dellautrice.
Essi riflettono lintera esistenza di colei che scrive ,
anche quando lo scritto non sincrono al vissuto
specifico e semplicemente lo narra.
Non vi un ordine cronologico del resto il tempo
una creazione delluomo. Tutto avviene in uno
spazio dove lora gi ma non ancora e quel che
stato passato ma ancora presente.
Unanima che si dona sempre qualcosa di molto
prezioso, poich ci rivela la parte pi nascosta di
una persona , la quale noi attraversiamo sulla
superficie e mai potremmo realmente penetrare se
lei stessa non ce lo permettesse.
Frammenti e dunque solo unidea di ci che la
realt del vissuto umano e del continuo lavoro di
Dio su questanima ha compiuto e compie.
Si prega di maneggiare con cura come quando si
ha a che fare con unanima scoperta.
Dedico questa introduzione ad un autore di una
Comunione dAnima che gira sulla rete e del
quale conosco il nome e apparentemente nullaltro .
In realt con le sue parole egli ha gi detto tutto di
s e ci fa riflettere Ve lo presento, non mi
interessa che tipo di vita, di credo, colore di pelle,
amici egli abbia , mi interessa ci che lui scrive e
poterlo condividere.
"Per tanto tempo ho avuto la sensazione che la mia
vita sarebbe presto cominciata, la vera vita! Ma
8

c'erano sempre ostacoli da superare strada


facendo, qualcosa di irrisolto, un affare che
richiedeva ancora tempo, dei debiti che non erano
stati ancora regolati. In seguito la vita sarebbe
cominciata. Finalmente ho capito che questi
ostacoli erano la vita." Questo modo di percepire le
cose ci aiuta a capire che non c'e un mezzo per
essere felici ma la felicita e il mezzo. Di
conseguenza, gustate ogni istante della vostra vita,
e gustatelo ancora di pi perche lo potete dividere
con una persona cara, una persona molto cara per
passare insieme dei momenti preziosi della vita, e
ricordatevi che il tempo non aspetta nessuno.
Allora smettete di aspettare di finire la scuola, di
tornare a scuola, di perdere 5 kg, di prendere 5 kg,
di avere dei figli, di vederli andare via di casa.
Smettete di aspettare di cominciare a lavorare, di
andare in pensione, di sposarvi, di divorziare.
Smettete di aspettare il venerd sera, la domenica
mattina, di avere una nuova macchina o una casa
nuova. Smettete di aspettare la primavera, l'estate,
l'autunno
o
l'inverno.
Smettete di aspettare di lasciare questa vita, di
rinascere nuovamente, e decidete che non c'e
momento migliore per essere felici che il momento
presente. La felicit e le gioie della vita non sono
delle
mete
ma
un
viaggio.
Un pensiero per oggi: Lavorate, come se non
aveste bisogno di soldi; Amate, come se non
doveste soffrire; Ballate, come se nessuno vi
guardasse.
Alfred Souza

PROLOGO
C stato un momento, nel quale ho lasciato che
Dio toccasse il mio cuore. Da allora nulla pi
stato come prima quando , ancora oggi, mi
capita di pensare che niente abbia senso, che il
mondo giri troppo in fretta, che il dolore e la
tentazione siano troppo forti, torno a quel giorno ed
ogni cosa riacquista il senso perduto.
Dal mio diario:
Mi sono spesso chiesta, come mai, ad un dato
punto dellEternit, nel tempo e nello spazio, la
creazione avesse avuto luogo. Quasi come se Dio
annoiatosi di stare solo con se stesso , avesse
desiderato creare un universo stellato e colmo di
pianeti, buchi neri e quantaltro, dando origine
altres al pianeta terrestre ed alle creature viventi
che in esso albergano.
Ma ancor pi mi sono domandata quale fosse il
ruolo delluomo, creato a Sua immagine e
somiglianza, posto sulla terra come in una sorta di
tabellone di gioco, sul quale Egli si divertiva a fare
le sue mosse, mettendo in gioco ora questa ora
quella pedina ed eliminando quelle che non gli
servivano pi.
Mi sembrava un Dio crudele che non si
preoccupasse pi di tanto del pensiero di quei
piccoli omini che, a volte addirittura manovrati,
erano costretti a
subire, in un falso libero
arbitrio, la propria sorte.
Questo Dio emergeva ancora pi cattivo dal
momento che era il solo giudice di gara e che Lui
solo decideva dei soggetti in gioco; e checch tu ne
dica si liberi fino ad un certo punto se non si pu
fare piani per il futuro senza avere il terrore che Lui
10

col suo piedone calpesti tutto in forza del suo


Vigilate gente, vigilate!.
Mi chiedevo, ma perch se siamo parte di Lui, se ci
ama tanto, ci ha fatti nascere gi sapendo che
avremmo votato per il peccato originale?
Perch ? Se gi sapeva che, avremmo combattuto
guerre, distrutto met del tabellone di gioco coi
nostri carri armati , sofferto per langoscia di morire
saremmo addirittura arrivati ad uccidere il nostro
Creatore?
Poi una notte, appena terminato di allattare mia
figlia, ho posato la sua testolina sulla mia spalla ed
ho preso a baciarla con piccoli teneri bacetti sul
collo.
Ho sentito un grande dolore al pensiero che
crescendo non avrebbe pi avuto quella pace
immensa ed irreale che si ha quando ancora si
ignari del mondo.
Ho sentito di amarla infinitamente anche per gli
errori che avrebbe potuto commettere, per i dolori
che avrebbe dovuto patire, per langoscia che
avrebbe provato al pensiero di dover un giorno
morire, e mi sono domandata: Perch ti ho fatta
nascere pur sapendo tutto questo?.
In un lampo un pensiero chiarissimo.
Questo Dio che non capivo, il nostro Dio uno e
Trino, non uomo e non donna, ma uomo ed
donna. Come poteva non sentire dentro di s un
desiderio fortissimo di maternit? Di vedere il frutto
dellAmore concretizzarsi sotto il suo sguardo divino
se gli esseri umani stessi non resistono a tanta
gioia come potrebbe Dio che la gioia stessa ha
creato?
Improvvisamente il mio Dio cattivo divenuto ai
miei occhi un Dio tenero ed amorevole che tiene
ciascuno di noi sulla sua spalla fintanto che non
11

impariamo a camminare e a
decidere che
possiamo arrangiarci da soli, convinti che Lui non
capisca nulla dei nostri dolori, quando Lui per primo
si fatto come noi per aiutarci a portare il peso di
tutti i dolori del mondo.
Quale libert pi grande di questa? Ho immaginato
la Sua tenerezza per ogni Suo figlio, lamore
personale per ciascuno, lo sguardo colmo damore
per i nostri successi e di lacrime per i nostri
fallimenti.
Questo Dio, padre e madre nello stesso tempo, ci
ha voluti per amore e ci riconduce a s per
amore.
Ora non ho pi paura..
Ai miei figli ,
quando
un
giorno partir
per la vita che
non ha fine,
non
avr
nulla
di
materiale da
lasciare
...
lunica
cosa
che posseggo
lamore che
Dio mi ha dato per loro.
Se posso confermare , in qualche modo, le parole
di Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei
Focolari, citate in apertura, vorrei dire che s ,
lascio loro la mia Anima, della quale , qualche
frammento, ho fermato in queste pagine.
Vi dedico questo mio scritto, figlioli miei. Questo mi
rassicura e mi permette di sperare per voi, che
possiate vedere quel Mondo Unito per il quale
12

abbiamo dato e daremo ancora, spero, la vita


insieme!Con tutto il Suo Amore che sgorga da me,
questo per voi Angeli miei.
Mamma

13

Francesca Rasta
Angels in blues

GLI ANGELI VOLANO ANCHE SENZA ALI

40 anni di anima in rima


in uno specchio profondo

14

15

ANIMA BELLA
Benvenuta anima bella,
che ti illumini come una stella.
Benvenuta anima mia,
hai stravolto una vita,
la mia.
Fino a ieri davvero non ceri,
ogni cosa viaggiava da s,
ma da quando ho scoperto di te,
niente pi come prima ,
non me.
Benvenuta anima bella,
sei la gioia la vita gemella,
benvenuta a te nel mio cielo,
hai i colori dellarcobaleno.
Ti nascondo qui dentro il mio cuore,
tu compagna dei giochi e di me,
ombra e luce dei miei pensieri,
vetta irraggiungibile.
Benvenuta anima bella,
scoppia il cuore a guardarti
sei bella,
benvenuta e nel mio partire
io ti porter in volo con me.

16

LAUTOSTRADA
Vita che
Come unautostrada
Corri lungo i campi
E lasci dietro la tua scia
Cambiano i paesaggi
Ma qui in macchina con me
sempre la tua musica mi tiene compagnia
La mia auto va
Ogni tanto guardo
Se luscita quella mia
So che se poi sbaglio
Indietro pi non torner
Ma c un faro che mi abbaglia
Perdo gi il controllo e vado
Fuori di me
Fuori dal mio corpo
Dalla vita via
Sento sollevarsi
ogni piccola tensione
Fuggire via
Non dover cercare pi
la strada mia
Senza pi il dolore,
senza questo groppo in gola
Eccomi qui
Quasi fuori dallasfalto sterzo
E rientro in corsia
Lho scampata per un pelo questa follia
Guardo avanti ,in dietro e intanto
Non so quanto lungo il viaggio
Per favore dammi il cambio
guida Tu...
17

Fuori di me
Fuori dal mio corpo
dalla vita mia
non avere pi paura, non fuggire via
Fuori di me
Perdersi ogni giorno
Far benzina e ritrovarsi
Rientro in autostrada
Rientro in Te.

18

ABISSO
Dentro me
Sento un grande incredibile vuoto
Non penso che a te
Ai tuoi occhi bagnati di lacrime
Pensando a me
Ai chilometri che separavano i nostri due cuori
allangoscia che avevi provato
Rimanendo da solo a aspettare
Che dallalto tornassi a vedere
Al di la del dolore.
Solo se
io smettessi di colmare fuori
labisso che in me
col tuo amore che grande e profondo
Cos grande pi grande del mondo
Sentirei che la gioia
E guardarti e poterti sfiorare.
Amore che
Distruggendomi lanima e il cuore
Tu raggiungi me
Stai chiedendomi il sole e la luna
Tu pretendi la vita mia piena
Nello spazio del vuoto che lascia
Il non essere !
Amore che
Stai privandomi anche dellaria
Del fuoco che in me
Mi riprendi cos per la gola
Da un abisso che pi grande ancora
Ho scoperto che amare vuol dire
Perdendo si trova.

19

TI RITROVERO _ A pap _
Oggi sento un motivo a me noto che suona
costante
Ma non ho neanche un filo di voce
Non riesco a cantare
Sei andato lontano e non puoi
Ritornare nemmeno se vuoi
Desiderio di averti qui accanto a parlare di noi.
Mi dicevi un tamburo che batte di notte
incessante
E ti spacca la testa ti alzi e non riesci a dormire
gi da tempo sapevo che tu
Non avresti sorriso mai pi
E di colpo mi guardo e piangendo mi scopro ormai
grande.
Com bello guardarti e capire che non sei distante
Il tuo viso ha un po perso colore
E il sorriso ammiccante
E hai il respiro interrotto da ore
Come quello di un uomo che muore
E pensando a quel giorno ricordo gridavo , lo so ...
Che non ci sarai, nei mattini pi belli e pi tristi
tu non ci sarai , in quel dolce e pi bianco Natale
Tu non ci sarai, sopra spiagge, montagne e vallate
Io ti cercher
Sorvolando orizzonti lontani ti perdo gi un po.
Nei ricordi dei tempi passati sorrisi e tristezza
Le parole taciute, sprecate, gli abbracci e i silenzi
Mi hai guardato e di colpo mi fai
Ritornare bambina dei guai
E nellultimo istante il mio grido : Ti amo, lo sai
20

Dio ti prego che sia breve il viaggio, pi breve che


puoi
E ti vedo gi, a pescare nei fiumi pi belli e pi
azzurri che mai
Con i pesci dai 1000 colori e volando pi in l
Scorgo i grandi vastissimi campi di gigli e i lill
Con il sole che ti scalda ancora e la vita pian piano
riaffiora
E risplendi di luce che ancora non posso sperare...
Ma non ci sarai, nei mattini pi belli e pi tristi
Tu non ci sarai ,
in quel dolce e pi bianco Natale
Tu non ci sarai,
sopra spiagge, montagne e vallate
Io ti cercher
Sorvolando orizzonti lontani ti ritrover.

21

DIMENTICA LA MUSICA
Ma che fai
ti dimentichi i battiti
gli eco , i riverberi
lemozione nuovissima che
hai provato ascoltando di me
quella voce che hai dentro
e non smette di cantare mai.
Se lo vuoi
Puoi far finta che il
Cuore non abbia
i suoi palpiti
Ma domani se incontrerai me
Lotta pure anche contro di te
Sentirai che ti scoppio nel petto
Tenermi non puoi
Dimentica
Che la musica dolce ti scioglie anche lanima
E se un giorno io non ci sar
La canzone che ho scritto lo so
Rester nella mente , nel cuore
respiro sar
Dimentica
La mia voce e la voglia di dirmi di ci che hai
Nelle sere da solo anche tu
Quando al buio non parlerai pi
Avrai me nella mente , nel cuore
Respiro sar.

22

LALFABETO DELLAMORE _per Ico_


A- Amore che fa B-attere il cuore
C-ogli loccasione non torner mai pi.
D -Donare molto pi che dare
E-sci da te stesso
Incontrerai Ges
F-arsi uno un modo per scoprire
Che in questo grande mondo non ci sei solo tu
G-Giocare e insieme camminare
Vedrai sar pi bello
Saltando in su e in gi
H-o scoperto il trucco per amare
Se vivo lI-deale io resto sempre s
L-lottare si pu senza sparare
Avremo il mondo unito se crederci sai tu.
M-morire nel modo di pensare
se impari ad ascoltare chi non ascolta pi
N-on mollare non lo puoi proprio fare
Se il buio ora ti assale
La luce ancor pi su
P-provare Q-ui puoi R-icominciare
Se dopo un poco inciampi per non restare giu.
S-Sorriso divisa da indossare
Da mettere al mattino e non togliere mai pi.
T-utti U-niti
il motto da gridare
Sar come V-olare ma ora dormi tu.
ZZZZZZZZZZZ

23

SOLITUDINE

Solitudine
Maledetta compagna della mia vita
che anche nella pienezza dellInfinito
ti affacci al mio cuore
per ricordarmi lessenza delluomo.
Solitudine
sensazione dellanima,
ricerca di uno sguardo,
lamico mai trovato.
Quanta paura mi fai
Per i giorni che han da venire,
quale angoscia pensare che tu
fantasma del mio passato
sporadica presenza nel mio presente,
sarai lunica costante del mio futuro.
Luomo non fu creato per esser solo,
chi sei dunque tu,
solitudine?

24

25

POESIA
Ne passato di tempo ormai
Quei momenti dimenticati mai
Mentre ti guardi intorno
E ripensi cos ai vestiti smessi
Alla gioia di un giorno
Ai discorsi perduti
E quando donavi senza pensarci su
Quel qualcosa che avevi
E che spesso non era il di pi.
Cosa me ne faccio per
Di tutto ci che ho
Se pi non mi appartiene
Se di quelluomo la
Che aspetta soltanto di riavere
Ci che pi non ha.

26

RIVELAZIONE
_ LASCIANDO LE COSE DI QUAGGI _
Pensando a te
Alla dolce e potente emozione
Al sogno che in me
Ho viaggiato nel mondo lontano dei ma e dei se
Lorizzonte del tempo spaziava
E la strada era sempre pi chiara
Pi mi accosto al ricordo di te
Pi io perdo me.
Se io avessi te
Se io potessi starti accanto
Non ci sarebbe pi lincanto
Del cuore che si butta dentro un altro cuore.
Se io avessi te
Non ci sarebbe pi la luce
Lamore che raccoglie il canto
Dellanima che suona e fa scorgere il sole.
Scegliendo Te
Entra e lacera la spada fredda,
la rivelazione...
Se io avessi te
Vibrare come corda intanto
Fra le tue mani solo il pianto
E si distruggerebbe certo il nostro cuore.
Se io avessi te
Allora non sarei me stessa
Avrei tradito la mia scelta
E si dissolverebbe come neve al sole
Questo grande amore.
Scegliendo Te
Entra ed ecco si fa strada in fretta la rivelazione...

27

PICCOLO SOLE
Piccolo sole,
ti specchi nel mare mio blu,
piccolo o grande,
dipende se amarmi sai tu.
Chiss se anche dentro di te,
confusione e disastro che ho in me,
stan compiendo la stessa impensabile rivoluzione.
E avevi ragione con me,
quando hai detto che il tempo ha in s,
soluzioni e risposte, e trasporta via i dubbi
e i perch.
Dentro lanima,
schiacciata sta,
quellimmagine di verit,
da proteggere e non intaccare,per leternit.

28

SILENZIO
Silenzio...
Aspettando il suono agognato.
Silenzio...
Valutando presente e passato.
Silenzio...
Vuoto...dubbi...pensieri...
Quando cominciato? Quando finir?
Finir?
Nulla come prima, nulla sar.

29

RIGIDITA
Devo, non devo
che rigido modo di pensare il mio.
Sempre o mai
E non mi accorgo di finire in mezzo ai guai.
Ci fosse una via di mezzo
Un posso o un potrei
Oppure un forse, sai ...
E stato poi cos
Per gioco o per un caso
Che ho pensato a un se.

30

A MIO PADRE
E a volte mi sembra ancora di vedere il tuo sorriso
Sento leco della tua risata
Vedo le tue grosse mani con quellunghia
Esageratamente lunga
I tuoi capelli fini come la seta
Che il tempo andava ingrigendo
Sotto le dita
Il tuo respiro aspro
Durante il sonno
E il lieve russare che giunge dallaltra stanza
Il ventre prominente per la malattia
E gli occhi luminosi sempre un po pi spenti
La tua voce
Quella non la ricordo pi
Devo sforzarmi e chiudere gli occhi
Stringerli forte per recuperare un pezzo del passato
Ed ecco che ti sento ancora
Nel tuo saluto originale
Che mi chiami...
Ciao bambola!
Ciao pap.

31

DESIDERIO DAMARE
Desiderio di recuperare sensazioni perdute.
Dolore nel cuore e passione ardente,
per qualcuno o forse per nessuno
o per la speranza di amare ancora.
Vuoto
odore di solitudine,
paura di essere giudicati
da tutti o forse da nessuno.
Un nodo in gola,
lacrime che scorrono
per qualcuno o forse per nessuno,
o per la paura di non amare pi.
E poi il pensiero di non essere,
il tempo sprecato,
alla ricerca di qualcosa o forse anche di niente,
che si perso e non si pu recuperare.
Voglia di amare e poi quella parola nella testa:
RICOMINCIARE
E dura , per , ricominciare dal NULLA.

32

E PER TE
A nonna Rita,

E per te questalba che sorge


Per te il coro degli uccelli, migliaia, un concerto.
E per te questo giorno
In cui le lacrime lavano via il dolore
Ma inutilmente pare
Visto che il cuore non smette di sanguinare.
E per te il fiume di ricordi
Di risa, dolcezza e tanto amore.
E per te che nulla e nessuno
Potr portare via da me.

33

PREGHIERA
Le corde vibrano sotto le dita della fremente mano
Ed al suono della voce
Si fondono melodia e canto.
Come una preghiera dolcemente sinnalza.
Sorvola cieli, spazi e mari,
poi ridiscende...improvvisamente simpenna
e nellapice del suo volo
tocca altezze irraggiungibili.
Un brivido scuote la platea.
Poi lentamente si placa.
Sento distintamente le note
Non odo pi il canto.
Alzo lo sguardo e vedo quel volto
E mi perdo nellimmensit dei suoi occhi.

34

GIUDIZIO
Per mille belle parole ricevute,
per mille sguardi grati generati,
per mille sorrisi o lacrime di commozione provocati
nel tentativo di essere amore,
basta una frase
una sola ed unica frase
a infangare la gioia e la Sua bellezza.
Giudizio,
specchio nero di quell uomo vecchio
che nemmeno ha il coraggio di s manifestare,
colpisce di netto.
Come una ghigliottina affilatissima e luccicante,
Vedi solo cadere la tua e la testa dei tuoi compagni
nel cesto che ai suoi piedi.
Ecco l il volto di Colui che vince sopra ogni cosa.
Eccolo che affiora
col suo sguardo di dolore
nellattesa di farsi abbracciare.
Lui conta!
E il resto?
E solo la cornice delleterno amore.

35

STELLA CADENTE
_A PATRIZIA MARGHERITA_
Stringerti cos
Fra le mie braccia
Sogno che pensavo non avrei vissuto mai
Morbidissima
E profumata
Dolce come non avrei creduto mai
E tengo nelle mie le tue piccole mani
Un gesto che gustavo dalleternit
Eccoti qui negli occhi miei
Oh se griderei
Limmenso ed infinito amore mio per te
Invece solo una debole voce sale dal cuore
Un flebile e timidissimo grazie
Non ci sono parole
Non c altro che amore
Una stella sei tu
Una piccola stella cadente
Che per amore vien gi
E se guardo i tuoi occhi
Puri come lacqua di fonte
Limpidi come il cielo in primavera
Mi illudo di vedervi riflessa
limmagine di Colui che tanto mi ha amata
da fare di te
il dono suo per
me.

36

LA CROCE
Nel Suo disegno l averti incontrata
raggio che filtra dalla porta accostata
Accendi il fuoco e ritorna il sereno
con i colori dellarcobaleno
E come averti tenuta per mano
E con te entrare in un giardino raro
A poco a poco imparo che amore
Anche la prova ed ogni dolore
E se cercavo la pace del cuore
Lho ritrovata in questo Ideale
Tu mi hai donato il segreto pi grande
Star nel presente e viver l istante
Ogni mio s da il sapore alla vita
Del sacrificio di chi lha scolpita
E sulla croce io incontro anche te
In quellabbraccio damore che ha in s
La soluzione al quesito di vita
Che nella piaga la sol via duscita.

37

MA DOVE VANNO A FINIRE LE NUVOLE


A Federico
Se alzi il tuo nasino al cielo
Ci scopri una nuvola almeno
Sul grande campo dei girasoli
negli occhi di due bambini soli
sul prato macchiato di sangue
sul gran carro armato che segue
Sui tetti di tutte le case
Baracche e capanne comprese
Su spiagge di sole assolate
Su terre deserte incontaminate
Su alberi da frutto gustosi
Su sterpi dai fusti legnosi
Sui mari di acque salate
Su fiumi e laghetti destate
Su picchi di cime nevose
Colline e montagne rocciose
Sui grandi serpenti di strade
Su viali sentieri e contrade
Nellaria che profuma di te,
nel giorno dei tuoi grandi perch

38

COME UN VECCHIO FILM


A mia madre
Come in un film degli anni 60
Resto a guardarti in quel fotogramma
Bella oggi cos come ieri
con il viso incorniciato dai capelli neri
Dolcissima e per natura portata a sacrifici veri
Ma lo sguardo sempre un po triste
con la bocca che sforza un sorriso,
in un volto dal fascino raro
che le rughe ed il tempo hanno reso
prezioso e a me caro.
Quanto ti amai, in quei giorni speciali
intonando le note di canti famosi e regali
di un castello fatato da te tanto amato
dove tu troneggiavi regina col re adorato
Quanto ti amai, in quel tempo passato
quando gli occhi brillavano
colmi di amore esclusivo
per luomo sposato
Quanto ti amai, quando piangesti
colui che tanto amasti
ed un giorno perdesti
quanto ti amo...non saprai mai
non si pu consolare quel
pianto
se tu non vuoi
forse un ponte damore non
basta
a raggiungerti ormai

39

SABRINA
Sei uscita dalla porta
Senza guardare indietro
Profondo sguardo
Inattesa forza
Luminoso sorriso
Sei uscita dalla porta
senza portarti dentro
Tristezza
Rancore
Cuore in sospeso
Sei uscita dalla porta
A passi di danza
Ultimo applauso
Meravigliosa
Perfetta
Protagonista
Di un irreplicabile
Divina Commedia

40

IL CORAGGIO DI VIVERE
Se la paura assale
Se il mondo sgomenta
Se non ti senti sicuro
Se la vita spaventa
Se non riesci a dormire
Se non puoi respirare
Se parlare angoscia
Se non sai camminare
Se allaperto vuoi il chiuso
Se il chiuso opprimente
Se un sorriso commuove
Se un abbraccio ti allenta
Se un amico si scorda
Se la corsa rallenta
Se la virt si tenta
Se la tentazione aumenta
Esci dal fosso
Salta fuori
Si pu esser pi morti da vivi
Che in un obitorio
Esci dal fosso
Che nel tuo cuore
Attaccati a un raggio di sole
Respira
E ritroverai: il coraggio di vivere

41

42

VITA CHE VIVE


Mi piacerebbe esser svuotata
privata di certi pensieri
Poter aprire la mente
lasciarli volare lontani
Come in un colpo di vento
guardare che vengono fuori
Carezzata da brezza leggera
Sentire il sollievo del cuore
Spalancare finestre sbarrate
Accecarmi con la luce del sole
Puntare in faccia al mondo
In tutto il suo innato splendore
Sostenere lo sguardo della gente
Discorrer leggera
non soppesando parole
Viaggiare in un auto scoperta
gridando canzoni
Questa io chiamo la mia libert
respiro che mi rende lanima
gioia che mi fa correre ancora
a piedi nudi spruzzando
o sotto la pioggia ballando
Rotolare nellerba che accarezza la pelle
profumo di fiori inonda narici
Vita che abbia ancora un buon sapore
Vita che vive
E che vivrei io, oggi, ancora.

43

ANNALISA

Il calore di una casa


Lamore di una famiglia
La gioia di accogliere
Unanima candida e fresca
Che si affaccia al mondo
La speranza per un futuro di Pace
Da donare a te che nasci
La certezza di un giorno pieno di sole
Nel cielo dei tuoi occhi

44

"LA GOCCIA"
Vivr
come goccia d'acqua sgorgata da limpida fonte
che, nel suo scivolare sul vetro,
col suo cammino breve
accarezza la superficie liscia
del suo recipiente all'esterno
e gi s'abbandona
all'irrefrenabile corso del suo andare
gi sapendo che dovr cadere
perdendo l'originaria sua forma,
per confondersi nella madre terra,
divenendo parte indistinguibile
dell'infinito paesaggio,
ma felice del suo breve percorso
in cui, seppure per poco,
apparsa,
toccata dal
raggio della luce
del sole,
in tutta la sua
bellezza e
splendore.

45

SOFFIO
Posso io comandare il cuore?
Posso dirgli smetti di palpitare?
Un momento,
un istante solo io bramo
Sfiorarti il volto con un dito
Un bacio in un soffio
Ali di farfalla
In un palpito breve di vita
Una volta, una sola
Smetterebbe allora di battere il mio cuore
Arrestato per sempre
Nel tentativo di eternizzare
Quellattimo fuggente.

46

PAGINE BIANCHE
Ci sono pensieri che resteranno per sempre chiusi
in fondo al cuore
Parole che nessuno orecchio potr mai udire
Sogni che non si potranno realizzare
Scie luminose di stelle cadenti
senza ritorno
Sospiri soffocati in un respiro di aria nuova
Immagini nella mente
Fotografie accartocciate
che nessuno potr mai vedere
Musiche scritte solo per me
Note di una canzone impossibile
Voli di angeli stanchi
Storia che muore con il suo scrittore
libro senza autore
pagine bianche
piene di parole

47

PENSIERO DI TE
Sola,
guardando fuori di me
non vedo che vuoto
nellimmenso frastuono che c
ma dentro
pi dentro di me
il vuoto
quel vuoto
non c
finch ci sar il pensiero di Te
Non c pace,
non silenzio,
non lassurdo movimento
di vita da vivere
Non c casa,
sicurezza,
non radici ancorate al suolo con me
ma il vuoto
quel vuoto
non c
finch ci sar il pensiero di Te.
Se un giorno
Svegliandomi
Il mio pensiero non corresse pi a Te
Allora
Il vuoto,
quel vuoto
avrei io in me.

48

CHIARA

Posso dire senza parole,


mostrare senza indicare.
Posso raccontare storie di dolore
che si trasforma in Amore ,
posso ancora lottare
per un mondo nel quale
ama chi tace,
prega chi offre,
vive chi muore a se stesso.
Nulla per potrei,
se non avessi conosciuto Lei,
madre di anime ,
immagine di santit,
luce per gli uomini,
penna docile nelle mani del Dio suo sposo.
Acqua fresca dopo tanto affanno
Morbido giaciglio per il capo stanco
Aria pulita e profumo di fiori
Pace del cuore e datrice d Amore
Chiara
Risposta dellEterno alluomo,
varco aperto per il Paradiso.

49

ANIMA AQUILA
Seduto sulla roccia fisso le scarpe
Buio e freddo nellanima
la luna manda un leggero bagliore
La candida piuma si posa sulla mia mano
Nelloscurit incontro il suo sguardo
Spiccando il volo cos in alto quasi da sparire,
mi lascia inchiodato al suolo
ho invidiato la sua libert, lampiezza delle sue ali.
Lho vista volare veloce e sicura
Ed ho sentito la forza e il suo coraggio.
Lho vista virare
e di colpo mi sono sentito leggero
la mia anima nellinfinito cielo
Come unaquila

50

SEI CON ME

Non finzione , ma pura realt


Trasformare il dolore in amore
Come indossare una maschera
Perch tu non veda il pianto
Non importa se il mio cuore esplode
Che tu sia felice
Questo il mio solo desiderio
E se domani io non potessi
Rivedere te
Non mi resta che loggi
Da vivere come se fosse
Un attimo eterno.

51

LA BIECA ILLUSIONE
Come far tacere il cuore
quando batte senza interruzione.
Come annientare unemozione,
quando lanima vibra senza sollecitazione.
Illudersi di non aver amato,
questa la soluzione?
Fingere di non aver mentito
Dare a chi ? la colpa,
di un amore nato e mai vissuto.
E nel profondo di s capire:
Nessun amor che nasce
Potr mai morire!

52

FUORI DALLE CITTA


Ho visto una farfalla appena uscita dal bozzolo
colori lucenti e morbide ali nel fluido volo
Ho desiderato si posasse sulla mia spalla
Per sentirne il tocco e accarezzarla
Rapidamente si distaccata
e volteggiando si allontanata,
ma or si volta e attende chio corra
giocherellando su ogni corolla
Soltanto ieri sarei rotolato gi dai pendii
del bel monte argentato
per catturarla e portarla lontano
a passeggiar man nella mano.
Ma il tempo passa e ha portato con s
anche una piccola parte di me
quella che sembra per tutti importante
e che ti lega al presente ogni istante.
Non il fanciullo perenne che in me
Non la carezza che serbo per te.

53

DAMMI LA MANO
La tua mano che prende la mia,
la tua forza che mi sostiene
Un modo per volersi bene,
sento che posso sperare
di veder svanire i fantasmi del mio dolore
il tuo sorriso si accende
e la mia vita risplende
come un mattino pieno di sole

54

IL FARO IN ISOLA
Come nave sbattuta dalle onde,
naufrago,
nella tempesta, mi perdo
Schiaffeggiata dal mare
Sappresta la cresta spumosa
Oh mare
quale terra ti ha infranto?
quale lido ti accoglier,
quando calma e pace
ti culleranno ancora
nel tuo apparente immutabile moto
Gi mi avvolgi e il freddo
mi penetra
impotente a te mi affido
cos, abbandonato.
Nel pi profondo blu
felicit mi invade
libert imprevista
Com dolce in te restare
Un po riemergo
e nel fittodella nebbia
luce mi abbaglia
L, li solo il mio sguardo si posa
e ritrovo il timone,
in un impeto di speranza
mai perduta.

55

RISPOSTA PER ME
E ritornano i ricordi
Di quei giorni in cui io e te
Persi dentro i nostri sguardi
Parlavamo ore ed ore
Col sole che andava gi
Primo bacio a quellincrocio
Io bambina e un uomo tu
Poi sul fiume a passeggiare
Il cuore canta che tu
Tu sei la risposta per me
Una risposta che c
Nel mio domani
Perch una risposta non
Una risposta per me
Se tu non sei con me
Guarda bella quella foto
Ma sei veramente tu?
Hai uno sguardo che non scordo
Non lo so se ancora uguale
Penso mi amassi di pi
Sto sbagliando e tu ti arrabbi
Sembri offeso anche di pi
Di quel giorno in cui scappavo
urlando al cielo lass
Che sei la risposta per me
Una risposta che c
Nel mio domani
Perch una risposta non
Una risposta per me

56

Se tu non sei con me


Non pu essere che il tempo
Abbia cancellato un po
Lemozione di quei giorni
E i momenti tuoi rubati
Solo per stringerti a me?
Poi nel buio una carezza
E una lacrima va gi
Improvvisa una certezza
Nessuno vale di pi
Tu sei la risposta per me
Una risposta che c
Nel mio domani
Perch una risposta non
Una risposta per me
Se tu non sei con me

57

CUNEO
NON SEI MIA
Non mi hai vista nascere
Ma mi hai donato anni di gioia
E belt
Giorni di cielo limpido e di sole
Di trasparenti atmosfere e dintenso calore
Da far battere il cuore
Tua la gente che mi ha amato
Tuoi i Santuari in cui ho pregato
Qui hanno aperto gli occhi i miei figli
Qui hanno chiuso gli occhi i miei padri
Qui sbocciato e cresciuto lamore
Qui Dio mi ha portato
Qui Dio mi ha parlato
Da qui Dio mi ha staccato
Non ti dimenticher
Citt dagli antichi splendori
Non ti dimenticher
Citt dai tanti campanili
Non dimenticher
Regina delle Alpi
La tua corona di montagne innevate
Cuneo, quanti sorrisi, paure e lacrime
Su di te ho versato
Piccola grande casa di una fanciulla ormai donna
Non scordare i miei occhi che ti hanno adorata,
esplorata, odiata e amata.
Non scordare laria che ho respirato
Ho sempre saputo che non sarebbe stato per
sempre
Non ti scordare di me, piccolo fiore,
seppur ti lascio per seguire il mio Signore.

58

ALLORA DIO TI SCRIVO


Allora Dio ti scrivo
Perch a parlarti devo imparare
Adesso mi chiedi gioia
Anche se mi sembra di annaspare
C il dolore di chi sta male
E quello di chi non sa amare
Io soffro del male degli altri
Del bene che non troverai
Dentro un gran tormento
Un peso che mi schiaccia e sai
quel tipo di dolore
Che a darglielo un nome non ce lhai
E angoscia che attanaglia il cuore
E non ti lascia in pace mai
Sembra desser sempre minacciati
Da un nemico che magari non conoscerai
Non sto nel presente e mi perdo nel niente
Un grido mi sale : dove sei?
Anche se il buio mi acceca
Sono certa che Tu mi vedrai
Che grande momento mai questo
Credo anche se non ti vedo
Ti ascolto anche se non ti sento
Mi chiami , mi aspetti
Mi tiri fuori dai guai
Io non ci vivo senza Te
Tu non farmi mollare mai.

59

NEL GIARDINO DEI FRATI


_ a Didi primavera 2004 _
Come fiore tra i fiori
Volteggiando tra tanti colori
Sorridendo correvi
E il tuo sguardo
Al mio sguardo volgevi
In quell Anima Sola
Ho sognato vederti in quellora
Ma tu gi mi chiamavi
E in un battito dali
Affidai al mio Dio
Il tuo domani

60

ETERNITA
Nessuno potr cancellare
LAmore che nato nel nostro cuore
Non il tempo, non la distanza
come un marchio apposto nel cielo
Che ovunque saremo vedremo
E se un giorno il mio sguardo
Il tuo sguardo incontrer
Sar come fosse oggi
Per l Eternit.

61

AMICO AMATO
Ancora uno sguardo al mare
Prima di tornare
Ancora un pensiero a te vola
Nel silenzio infinito
Della mia anima sola.

62

VOLO
Voliamo insieme dove ti pare
Dove non c la guerra
Dove non c il male
Voliamo insieme
Fin dove il cuore ci vuol portare
Nellinfinito azzurro del cielo
Per poi tuffarci dritti dentro il mare
Non smettere mai per di volare
Sarebbe come smettere
una volta per tutte
di amare

63

PAROLE A CASO
Quante persone che vedo ogni giorno
Quante parole che ascolto
Sorrisi spenti , gli occhi non brillano
Voci e parole rincorrono
Strade percorse di gente affollate
Tante persone persino ammassate
Code viventi e ruggenti motori
Solo rumore assordante ed odori
Ma che senso ha restare
Se non c pi nulla da dire
Se non c pi niente da fare
Si pu provare a scavare
Guardarsi dentro e pensare
E dagli abissi afferrare
canzoni nuove , parole
E se puoi parlare, parla
Se poi vuoi tacere ascolta
Cerca di portar con te
Solo la Parola che parla ,
Anche senza dire, parla
Parla con la vita, urla
Non ti trattenere Tu
Dacci una parola in pi.

64

LURLO
Dietro i miei occhi
occhi di uomini e donne annientati
bambini senza presente
senza domani
Lo senti che ride?
Col suo odio lacera le stanche membra
di questo mondo
che sembra aver dimenticato Dio
Urla agghiaccianti
nei vicoli bui
sulle strade di notte
dentro le fossa piene di ossa
Scoppia tuona irrompe
ovunque ti giri lo senti gridare...
Dove sei.... fatti trovare
Sei tu , sono io
il tuo dolore il mio
un coltello che si muove dentro me
un ago che mi buca
mia linfanzia rubata
lurlo di paura
lansia pi pura.
Forse il mondo non si pu cambiare
ma qualche cosa la posso fare
Vivere
Credere anche per te
Per te che sei me.

65

SANTA CHIARA
Mosse i capelli biondi
Sciolti nel vento
Carezza del viso
poi fiore reciso
Fu un taglio discreto
dolore leggero
frullo di ali
nel volo contento
Calore di sole
Azzurro di cielo
Fratello ogni fiore
del campo sul velo
Dagli occhi scorgevi
lamore infinito
un palpito dentro
un brivido intenso
da oggi sposa
sposa per sempre
regina del mondo
per tutta la vita
spiga raccolta
per il Pane spezzato
calice vuoto
che Dio ha colmato.

66

PRENDIMI COSI
Ogni volta che dico di si
non mai per sempre
ogni volta che arrivo fin l
c' un traguardo assente
certamente non pensi che io
potrei mai lasciarti
ma mi sembra che dirti di si
sia anche un po' ingannarti
Conoscendoti scommetterei
che tu ci hai creduto
anche quando nel buio e pi gi io non ho capito
hai lasciato passare da me
freddo e vuoto e il silenzio di te
solamente alla fine mi hai detto che tu
eri li ad aspettarmi
prendimi cos
non saprei che dire
tutto qui
forse anche per me
comunque perder te
senza pi pensare che
pu far tanto male
male da morire
morire io per te
Chi lo sa se con gli anni sapr
anche un po' fidarmi
hai provato di tutto e di pi quanto sai amarmi
nelle tue braccia aperte potrei
anche addormentarmi
ma c' un tarlo qui dentro di me
non abbandonarmi
67

INSIEME
Ti ho incontrato nel deserto della vita
Un fiore in me sbocciato
Dolce questo canto che mi porta a te
Dolce questo pianto che mi lava il cuore
La mia vita met gioie met dolore
ora chiede pi delle parole
C una luce che risplende nella strada
Suoni di risa e canti
Nasce dentro me una gioia immensa c
Dietro quella porta solamente amore
La mia vita sta cambiando e dentro il mio cuore
Sento che ogni limite mio perde valore
Apro ed entro li decisa a dare la vita
Mi accorgo che un castello
Dove il tempo ormai non pi tempo
Dove ci che perdi lo ritrovi ancora
Tramutato nellamore cuore dentro cuore
Correr tutte quante insieme verso il sole
Ho scoperto ci che solo conta nella vita
Una certezza in me
Niente pi importante del donare ogni ora
Non dimenticare neanche una Parola
Che non vada perso nulla nemmeno un respiro
Finch non si compia ci che rende uno

68

TUTTO DI TE
Se esprimi un desiderio perch vedi cadere una
stella
Abbassi lo sguardo e nellaria c ancora il suo
profumo
C della sua voce leco dentro te e nel respiro del
vento
E freddo e sei fuoco nel cuore,
trattieni un respiro che come un lamento
Quanto male pu fare amare
Quanto male da non respirare
Quanto inutile allontanare il pensiero che c
E che Tutto di te
Tutto di te
Se la nebbia cela i prati non avrai orme di passi
segnati
Svanite le stelle allo sguardo riappaiono ancora
negli occhi suoi belli
Hai dipinto il cielo nero nel tramonto sfumato
dargento
Ma dentro un cassetto la tela hai nascosto
Quel giorno di agosto
Quanto male pu fare amare
Quanto male da non respirare
Quanto inutile allontanare il pensiero che c
E che tutto di te
Tutto di te
Se esprimi un desiderio perch vedi cadere una
stella
Apri le mani falla posare e portala via con te
69

SEMPRE CON TE
Eccoti qui,
Senti il grazie che nasce
dal cuore di chi non ha et
Tu col tuo s
Ci hai svelato nel sole
Che scalda ed illumina
il raggio su cui camminare
Non pi uomo o donna o una razza
Ma umanit
Che vive e va
Per portare lut omnes
nel mondo
Si infiammer
Insieme a te
E nel cuore la gioia e le note
di questa musica
Anche per me
In un giorno di sole o di pioggia
C un sogno che si fa realt
Che libert
Niente al mondo pi mi lega
E nasce il seme nuovo c
Solo amore ed amore
lAmore che vive in me.

70

TRAMONTO
Mi sono fermata a fare una foto al cielo
Avessi una moto ci salterei su
Che bello sarebbe andare on the road
Tanto pi lontani di cos non si pu
Sogni sporcati dalle foglie nel tempo
Fiato sprecato e silenzio
Come onde di vento su un prato
Eppure sto ancora qui
Cosa mi trattiene se non amore?
Il sole si spegne nel mare.

71

LASCIA CHIO VIVA


Voglio volar con te
Voglio legarmi a te
e domani
Se ci sar il sole
Io sento che tu,
tu mi amerai
Non guarder quegli occhi
Non penser alle sue parole
Se il fuoco mi brucia
Far che sia solo per te
Questo dolore
che spacca il mio cuore
vedrai ci avviciner
ricorda sempre
tienilo a mente
nessuno potr portarmi via
Lascia chio viva ancora
questattimo senza storia
un giorno a Novembre
il vento lo porter con s.

72

FOR LOVERS
Perduto il mio cuore
A quei due laghi verdi legato
Affogo damore
In un desiderio che rester celato
E mi accontenter
Di sfiorar di nascosto
E non ti cercher
Sei in un sogno riposto
Ti osserver da lontano
Ti accarezzer una mano
Ti parler allorecchio
Ti bacer allo specchio
Sei fresco e profumato
Sei balsamo e carezza
Nella tua immagine riflessa
I tuoi biondi capelli
Brivido alla schiena
Stomaco contorto e pena
Piango e resto nellincanto
Principe sul suo destriero
E il mare sullo sfondo

73

SOGNO
Il tuo sguardo magnete
dal quale non posso
distogliere gli occhi
Le tue labbra
un soffio dagosto
sempre pi vicino
La tua mano
raccoglie il mio viso
Abbandonarsi
lasciarsi cadere nelloblio
Allo schiudersi della tua bocca
un sapore inconsueto
dolce, mieloso, fruttato di bosco
orizzonte da sempre nascosto
Assaggio, mangio, assaporo, mi discosto
Avrei voluto restare per sempre cos
Ma era un sogno
Pertanto fin.

74

DESIDERIO NASCOSTO

(1998)

C dentro ognuno di noi


il desiderio nascosto
di ritornare al calore di braccia amate
Sogno la morbidezza del tuo seno
il profumo della tua pelle
e quel tenero dolce bacio
dentro il mio cuore
Nessuno al mondo mai
ha saputo guardare dentro di me
oltre la scorza di ci che appare
Ogni sforzo vano
nel tentativo di placare
il desiderio di essere
ci che nessuno vuol vedere
Solo tu , a volte,
sembri varcare le porte
e saltare il fosso
solo tu, in certi momenti,
hai veduto linvisibile
nascosto in me.
Ma dura poco
poi di nuovo
labisso della solitudine.

75

CI SONO COSE CHE SEMBRANO STRANE


il bianco con il nero,
il dolce col salato
l'amore col peccato...
Osservando le cose da fuori
sono gioie ma anche dolori
E guardavo quest'angelo bello
con il lupo dal candido vello
non ti sembra che siano diversi
eppur simili per certi versi?
Stan guardando la terra dall'alto
tutti e due con il volto sofferto
e se presti un po pi di attenzione
ululando in sua direzione
il lupetto che dice qualcosa
a una fragile palla sospesa
con il putto che guarda all'in su
ma di spalle per non cascar gi...

76

LACRIME DI NEVE
Lacrime di neve sul mio viso
senza i tuoi occhi
senza il tuo sorriso,
non posso spiegare,
non riesco a parlare
non voglio mangiare
non senso dormire
cento volte ancora
sfiorerei il tuo viso,
per un bacio in un soffio
pregherei il paradiso ,
ma tu non lo sai
e non saprai mai
che hai rubato il mio cuore
in un giorno pieno di sole
che il mio pensiero il tuo viso
dentro i miei occhi improvviso
una foto nascosta per guardarti ognora
per baciare i tuoi occhi per gridarti : ancora!
anche se non mi puoi sentire
non potrai mai capire
ali fradice e stanche
di un Angelo bianco che ha pianto
per un amore impossibile
o per un sogno infranto.

77

OBLIO
C un momento nel quale
Anche Dio non si vede
E loblio
Ed strano sentirsi cos
Senza un ramo a cui appendersi
O una mano a cui stringersi
C un silenzio
Che assenza di te
C una pace che pace non
Ed assurdo sentirsi cos
Senza un guscio in cui chiudersi
O un oceano in cui perdersi
Cos questo vuoto che avvolge
Ogni parte di me
E mi d limpressione di vivere
Fuori da ogni realt
Cos questo immenso bisogno damore
In un giorno gi pieno di sole
Non si pu rimanere da soli
In un mondo di gente
Che sola non
Io ti chiedo
Ritorna un momento
Ritorna per me
Gi ti sento
E ho un brivido dentro
Sei Tu, sei con me.

78

EPILOGO
Quando guardo quegli occhi
E vedo odio nascosto
Dietro sguardi sperduti
Sei celato ,
Quando mi giro attorno
E sento odore di morte
Nello sbaglio delluomo
Sei celato
Della tua onnipotenza
Chiedo sempre ragione
Sei celato e presente
Sei il mio immenso dolore
E come un pugno nello stomaco
come un colpo sulla testa
Terra che sprofonda sotto i piedi
Vuoto che inghiotte la mente
Ma lanima canta
Parole perfette
Parole gi dette
Lhanno fatto a me
Lo faranno a te
Allora sei Tu
Allora ci sei
Tutto dolore prima di Te
Coshai cercato ,
Perch non sei scappato
Coshai provato
Ci hai amato
Dove sei andato
Innamorato
Sposo Adorato
Dove ti trovo
Ti trovo in me
Forza e ragione
Di ogni perch.
79

ULTIMI SCRITTI

MARE
Senso di libert
Respiro daria pura
Sguardo terso
Profumo di pace
Risveglio dei sensi
Speranza di vita nuova
Luce per lanima
Silenzio per la mente
Nostalgia del tuo sguardo innocente
ALBA
Adesso stai dormendo
E non sai che io invece penso a te
Lalba il momento pi intenso
Nel silenzio che precede il giorno
Quando un abbraccio fa la differenza
Un ricordo accende la speranza
La tua assenza sottolinea la mancanza

NUVOLE
Nuvole sopra la mia testa
Nuvole dentro la mia testa
Nuvole
Aria di tempesta
80

STELLE ACCESE
Se guardi oltre lumano visibile
Scorgi anime che luccicano come stelle
Se provi a catturarne una
Si spegne
Ma se lami risplende di luce riflessa
POETA
Ogni verso di poeta
respiro dellanima
Ogni respiro
Musa di un poeta
Se si potesse scrivere
Di una vita intera
Non basterebbero
Tutti i libri del mondo
SENSAZIONE
Un ghiacciolo succhiato
Un limone spremuto
Un bambino sudato
Un pianto gi dato
tempo di rialzare il capo
E di ricominciare a camminare
Non si pu dare a chi non vuole
meglio rientrare
Chi legato alle sue
catene
Non sa amare
E pu solo ferire

81

PUNTI DI VISTA
Chi sono davvero per te?
Una meteora ?
Un lampo nel cielo dagosto ?
Un soffio del vento nel bosco ?
Un tocco ?
Uno schiocco ?
Uno scroscio ?
Qualcosa che passa di li ?
Parentesi per qualche d ?
Amica .?
Amante .?
Sorella .?
Sorsata di bibita fresca ?
Ristoro in terra deserta ?
Motivo di gioia e dolore ?
Passione ma non certo Amore !
Inverno scaldato dal sole
Capitolo senza parole
Di vita che cogli e poi getti
Che usi bevendo a sorsetti
Ci sono per oggi e domani?
Ti scivoler fra le mani
Sparita non mi cercheresti
di certo non combatteresti
e dunque chi sono per te ?
se puoi fare a meno di me ?
Non valgo la pena del cuore
Sar solo un tuffo nel mare.

82

83

Lautrice
... Francesca
ha sempre
dimostrato una
innata musicalit
e propensione al
canto, tanto che
gi da bambina
veniva scelta per
le parti da
protagonista nei
cori scolastici e
nelle attivit
parrocchiali.
Ha saggiato il
mondo artistico
partecipando con
successo a vari
concorsi tra i
quali quello di
Castrocaro,
cantando con la
sorella, ma sceglie di interrompere quel percorso e
dedicarsi agli studi di Scienze Infermieristiche.
Canta per molti anni con i giovani del Movimento
dei Focolari, eseguendo concerti nelle piazze di
Torino, Aosta e Genova. Si sposa e, pur lavorando,
si dedica all'attivit musicale attraverso lo studio
del Canto Jazz presso il Centro Jazz di Torino dove
studia Canto prima con Lucia Minetti e poi con
Giovanni Grimaldi, Teoria / Armonia con Diego
Borotti e Pino Russo dal 1994 al 1998.
Segue una stagione nel Coro Polifonico di Boves
diretto dal maestro F. Becchis , frequenta alcuni
seminari tra i quali, quello con la cantante Mary
84

Stalling,
Cantoglobale 1 diretto dal maestro S.Crippa ,
canto lirico con Wally Salio , frequenta per un anno
il corso per Musicoterapisti e qualche lezione di
canto difonico col maestro A.Ezzu .
Canta con gli Amici di Gi (AdG) dal 1998, come
voce solista e compone canzoni in testo e musica
ed iscritta alla SIAE nella categoria Autori e
Compositori.
Con gli AdG pubblica nel 2006 il CD
"UNNONSOCHE" edito da Citt Nuova, con canzoni
composte e arrangiate dagli AdG e realizzato da
Connection Studio di Enrico Sabena.
Ha esperienza di direzione corale a livello
amatoriale, e di workshops per ragazzi;
insegna vocalit e canto , a Cuneo e Bra.
La sua formazione continua e si attua attraverso
seminari con professionisti di alto livello.
Dal 2008 iscritta alla facolt di Tradizioni Musicali
Extraeuropee ad Indirizzo Afroamericano presso il
Conservatorio "Ghedini" di Cuneo, E continua i suoi
studi musicali con il Berkleeschoolmusic .
FRANCESCA oltre che appassionata di musica,
scrive poesie ed fotografa d'arte, molte delle foto
qui pubblicate fanno parte della sua collezione
privata.

85

Autore : Francesca Rasta

Editore:
Collana:
Data
Genere:
Pagine:
ISBN-10:
ISBN-13:
di Pubblicazione:
115
Gruppo
LETTERATURA
Nuove
8856735865
9788856735865
voci
Albatros
01 Gennaio
Il
ITALIANA:
Filo'11
ISBN-13: 9788856735864