Sei sulla pagina 1di 10

Esercitazione 3

PROVA A VUOTO E IN CORTOCIRCUITO


DI UN MOTORE ASINCRONO TRIFASE A GABBIA

Data:27/11/2015

Alunni
Di Dato Luca N42000604
Di Gennaro Ugo N42000626
D'Acunzo Fortunato N42000616
Fierro Santino N42000604
Caputo Vincenzo N42000543
1

Schema elettrico di misura:

Per una prova pi accurata bisognerebbe inserire 3


Voltmetri per misurare le 3 tensioni concatenate, 3
Amperometri per misurare le tre correnti di fase e 3
Wattmetri per misurare le 3 potenze assorbite su ogni fase,
ma per questioni pratiche usiamo solo 3 strumenti
misurando le tensioni e le correnti di fase e moltiplicando
per 3 il valore letto sul wattmetro ipotizzando che il nostro
sistema trifase sia simmetrico.

Apparecchiature utilizzate:
Quantit

Apparecchiature

1
1
1
1
1
1
1
1

Amperometro
Voltmetro
Wattmetro digitale
Wattmetro
Variac
Freno dinamometrico ad isteresi
Motore asincrono
Ohmmetro

Dati di targa motore:


Marca-Modello: Siemens-LA 5083-4AA10-Z
Pn= 0.75kW
Vn(concatenata)= 230/400V /Y
In= 3.25/1.86A /Y
cos(n)= 0.8
Frequenza nominale: 50Hz
Collegamento a stella(Vn=400 e In=1.86)
Velocit nominale= 1395 rpm
Rendimento Nominale= (Vn*In*cos)/Pn =(400*1.86*0.8)/750=0.79
Classe di isolamento F
Tipo di montaggio B3
Grado di protezione IP55
Osservazioni:
Ci troviamo davanti a un motore con carcassa autoventilata grazie
ad una ventola posta sull'albero e alle alette che aiutano la
dispersione del calore; la morsettiera presenta 6 morsetti con
possibilit dell'utente di optare per un collegamento a stella o a
triangolo degli avvolgimenti statorici.
3

Prova a vuoto
Caratteristiche strumenti di misura:
Strumento
Amperometro
Voltmetro
Wattmetro

Fondo scala
5
150 div

Portate
2.5 A
300V
200 W

Cost di misura
0.5
2

Per misurare la velocit usiamo un freno dinamometro MAGTROL


Valore resistenza avvolgimento prima della prova(facciamo la media
aritmetica delle resistenze dei tre avvolgimenti statorici):
Rs=12.1

Amperometro

Wattmetro[W]

Voltmetro

Mis.velocit[rad/s]

0.500 A 50.4

60

120 V

49.76

1.1

0.550 A 61.5

65

130 V

49.80

1.15

0.575 A 72.6

73

152 V

49.83

1.25

0.625 A 84.6

80

160 V

49.83

1.4

0.700 A 98.1

86

172 V

49.86

1.6

0.800 A 119.1

95

190 V

49.86

1.8

0.900 A 136.8

103

206 V

49.86

2.05

1.025 A 153.6

109

218 V

49.86

2.45

1.225 A 175.8

16

232 V

49.86

1.400 A 205.5

120

240 V

49.86

10 2.8

Valore resistenza avvolgimento dopo la prova


Rs=12.5

Grafici richiesti:

Nella prova a vuoto osservando i dati ottenuti notiamo che la velocit di


rotazione costante e molto prossima a quella di sincronismo (50 rad/s)
quindi saranno costanti anche le perdite meccaniche(k).
La potenza a vuoto che misuriamo quindi varier al variare delle perdite nel
ferro.
Col metodo di Hummel separo le perdite nel ferro da quelle meccaniche(k).
P0= k + Pfe
Graficamente si deduce che P0=175 W e I0= 1.19A

Per il calcolo delle perdite meccaniche, si fa ricorso al metodo grafico di


Hummel.
Le perdite meccaniche rimarranno sempre allincirca uguali, mentre le
perdite nel ferro aumentano allaumentare della tensione.
Pertanto estrapolando alla tensione uguale a 0 possibile ricavare il
valore delle sole perdite meccaniche che sono circa 15W(k).

Determinare Xm e Rfe
Per la determinazione di tali parametri utilizziamo un circuito equivalente
monofase ad L; esso si basa sull'ipotesi che la caduta di tensione
sull'impedenza di statore sia trascurabile rispetto alla tensione stessa. Si
tratta di una operazione empirica, non corrispondente alla formulazione del
modello matematico, al pari di quanto gi fatto nel caso del trasformatore. In
realt, per la macchina asincrona la semplificazione rappresentata dal
circuito ad L pi onerosa rispetto al trasformatore, in quanto la caduta
sullimpedenza distatore non tanto piccola, ma dellordine del 1520%
della tensione dialimentazione per macchine di potenza medio-grande (>100
kW) e del 2035% per macchine di potenza medio-piccola (1100 kW). In
letteratura anche possibile trovare varianti al circuito a "L" che lo rendono
maggiormente approssimante quello a "T", mediante opportune correzioni dei
valori dei parametri elettrici. Questa un'inutile complicazione, in quanto l'uso
del circuito a "L" ha senso esclusivamente nel caso in cui si vogliano
determinare rapidamente alcuni valori o alcune dipendenze funzionali e non
si dispone di strumenti di calcolo idonei e,quindi, non richiesta
approssimazione spinta nei calcoli.

Rfe = 3Vnf/Pfe =

32302
17515

= 991.87 dove Pfe=P0-k

Ia=Vnf / Rfe = 0.232 A


I = Io 2Ia 2 = 1.167 A
Xm= Vnf/I=197.08

7
Prova in Cortocircuito

Caratteristiche strumenti di misura:


Strumento
Amperometro
Voltmetro
Wattmetro

Fondo scala
5
150 div
150

Portate
2.5 A
300V
75W/150W

Cost di misura
0.5
2
0.5/1

Valore resistenza avvolgimento prima della prova(facciamo la media


aritmetica delle resistenze dei tre avvolgimenti statorici):
Rs=12.1

1
2
3
4
5
6
7
8*
9*
10
*

Amperometro
1.8
0.900 A
2.1
1.050 A
2.35
1.175 A
2.5
1.250 A
2.7
1.350 A
3.1
1.550 A
3.5
1.750 A
3.8
1.900 A
4.15
2.075 A
4.35
2.175 A

33
47
59
69
80
104
136
79
95
107

Wattmetro
49.5 W
70.5 W
88.5 W
103.5 W
120 W
156 W
204 W
237 W
285 W
321 W

Voltmetro
50
100 V
59
118 V
65
130 V
70
140 V
76
152 V
87
174 V
98
196 V
107
214 V
118
236 V
125
250 V

*la portata del wattmetro passa a 150W

Valore resistenza avvolgimento dopo la prova


Rs=12.8

Grafici richiesti:

Determinare (Rs+Rr) e Xd,t= Xd,s+Xd,r


In questa prova essendo il rotore bloccato lo scorrimento s=1
Consideriamo trascurabili le perdite nel ferro che si hanno nella prova in
cortocircuito e quindi il wattmetro misurer le sole perdite Joule.
Inoltre la Is essendoci il cortocircuito sar pari a In
Graficamente ricaviamo alla corrente nominale Vcc=210 V e Pcc=225 W=Pj

Pj / 3*In2=(Rs+Rr)= 21.7 (Pj=Pcc)


Rr = (21.7 12.1) = 9.6
Da questaltra relazione ricaviamo Xd,t = 110.8
Dove s=1 ; Vs=Vcc e Is= In

10