Sei sulla pagina 1di 4

Prova scritta di SCIENZA DELLE COSTRUZIONI

Ingegneria Edile Architettura - Prof. Erasmo Viola - A.A. 2014/15 21 Febbraio 2015 - COMPITO 1

Nome

Cognome

Matricola:

Note:

Lo studente è tenuto a dedicare 40 minuti alla soluzione di un singolo esercizio.

Per la sufficienza occorre rispondere positivamente alla prima domanda di ogni esercizio.

Durante lo svolgimento della prova scritta, non si possono chiedere chiarimenti relativi alla soluzione degli esercizi. Se qualche punto non è chiaro, oppure mancano dei simboli, lo studente può operare coerentemente con le ipotesi introdotte personalmente.

Si prega di leggere con attenzione il testo di ogni esercizio prima di iniziarne lo svolgimento.

ESERCIZIO 1

Si consideri lo stato piano di tensione nel punto B rappresentato in figura.

1. Determinare le tensioni principali e individuare le direzioni principali mediante: a) l’impiego del circolo di Mohr; b) risolvendo il problema agli autovalori.

2. Calcolare la legge di variazione della componente normale e della componente tangenziale di tensione agenti sulla giacitura del fascio il cui sostegno è la retta che ha la traccia nel punto B.

3. Disegnare i tre circoli di Mohr, specificando per ognuno di essi la retta che esprime il sostegno del relativo fascio di piani per B.

ESERCIZIO 2

Per la trave isostatica di figura, la cui sezione è caratterizzata dal parametro di lunghezza B :

1. tracciare i diagrammi del momento flettente M e del taglio T ed eseguire il progetto della sezione della trave sollecitata a flessione retta dal momento massimo.

2. Calcolare il valore della tensione tangenziale massima per la sezione progettata al punto 1.

3. Tracciare il diagramma della tensione normale

associata

ad uno sforzo normale eccentrico di trazione N applicato nel vertice K della sezione retta mostrata in figura.

z

y

B

B

x

y

xy

2

5 N mm

 55 N mm

z y  B x  y  xy 2 5 N mm   55

40 N mm

2

B x  y  xy 2 5 N mm   55 N mm 

x

2

F  30kN L  4m L  4m K B B B B B
F  30kN
L  4m
L  4m
K
B
B
B
B
B B
amm 140N mm
2

ESERCIZIO 3

Con riferimento alla struttura mostrata in figura:

q

2F

L

L L L L F M  2FL B A L C
L
L
L
L
F
M  2FL
B
A
L
C

1. calcolare analiticamente le reazioni vincolari e tracciare i diagrammi delle caratteristiche della sollecitazione N , T e M .

2. Valutare le reazioni del vincolo in C con il metodo delle catene cinematiche.

3. Impostare il calcolo dello spostamento del punto B con il principio dei lavori virtuali, dopo aver tracciato il diagramma del momento flettente fittizio.

ESERCIZIO 4

Si consideri la struttura iperstatica rappresentata in figura, sollecitata sul tratto BC da un carico q

uniformemente ripartito e da un incremento uniforme t di temperatura sul tratto HD.

D

L t 45 q L L 45 2L B 2L C H
L
t
45
q
L
L
45
2L
B
2L
C
H

1. Risolvere la struttura iperstatica supponendo che i tre pendoli abbiano la stessa lunghezza L , la medesima sezione di area A e modulo elastico E .

2. Tracciare i diagrammi delle caratteristiche della sollecitazione assumendo t 0 nella soluzione ricavata al punto 1.

3. Valutare l’energia elastica di deformazione del sistema.

Prova scritta di SCIENZA DELLE COSTRUZIONI

Ingegneria Edile Architettura - Prof. Erasmo Viola - A.A. 2014/15 21 Febbraio 2015 - COMPITO 2

Nome

Cognome

Matricola:

Note:

Lo studente è tenuto a dedicare 40 minuti alla soluzione di un singolo esercizio.

Per la sufficienza occorre rispondere positivamente alla prima domanda di ogni esercizio.

Durante lo svolgimento della prova scritta, non si possono chiedere chiarimenti relativi alla soluzione degli esercizi. Se qualche punto non è chiaro, oppure mancano dei simboli, lo studente può operare coerentemente con le ipotesi introdotte personalmente.

Si prega di leggere con attenzione il testo di ogni esercizio prima di iniziarne lo svolgimento.

ESERCIZIO 1

Per la struttura isostatica mostrata in figura:

1. definire tratto per tratto la curva delle pressioni e tracciare il diagramma del momento flettente.

2. Disegnare i diagrammi dello sforzo assiale e del taglio, nonchè la deformata elastica.

in

corrispondenza della cerniera E, dopo aver disegnato il diagramma del momento fittizio che interviene nella formulazione del problema mediante il principio dei lavori virtuali.

3. Impostare il calcolo per valutare la rotazione relativa

E

ESERCIZIO 2

La struttura piana a gomito ( L 1,5m ) illustrata in figura è

sollecitata da una forza concentrata F 5 kN applicata ortogonalmente al piano delle due travi HB e BC, aventi sezione circolare di raggio R .

1. Valutare le caratteristiche di sollecitazione nella sezione di incastro e disegnare i diagrammi delle tensioni associate alle caratteristiche stesse. Calcolare i valori massimi delle tensioni in parola.

2. Determinare lo spostamento del punto H secondo la direzione del carico F , evidenziando i contributi associati alle varie caratteristiche di sollecitazione.

3. Disegnare i diagrammi delle caratteristiche di sollecitazione del problema spaziale in narrativa.

q G C L D L E B H L L L C F L
q
G
C
L
D
L
E
B
H
L
L
L
C
F
L
B
H

Sezione dei tratti HB e BC

R R  6 cm
R
R  6 cm

ESERCIZIO 3

La travatura reticolare di figura è realizzata da aste in acciaio aventi la sezione sottile biconnessa di spessore b 0.5cm , la cui

area

,

raggio

è

distribuita

lungo

la

circonferenza

media

di

R 5cm . Assumere per i calcoli L 1.5m ,

E  2.110 N mm 5 2
E  2.110 N mm
5
2

amm

L  1.5m , E  2.110 N mm 5 2  amm  140N mm

140N mm

2 e tensione di snervamento

o

5 2  amm  140N mm 2 e tensione di snervamento  o  210N

210N mm

2

.

1. Determinare gli sforzi nelle aste in funzione di F e calcolare il valore massimo di F che si può applicare alla struttura considerando la condizione limite per la sola crisi per trazione, oppure la sola crisi per compressione. Calcolare il valore della snellezza limite.

2. Calcolare lo spostamento orizzontale del nodo D della struttura assegnata in funzione della forza F mediante l’applicazione del principio dei lavori virtuali.

3. Calcolare l’energia elastica della struttura, nonchè l’energia potenziale totale, in funzione di F .

F D L H C B
F
D
L
H
C
B
L L

L

L L

L

L L
b R
b
R

ESERCIZIO 4

Si consideri la struttura iperstatica mostrata in figura, sollecitata da una coppia concentrata in C.

L M A L B C 2L
L
M
A
L
B
C
2L

1. Risolvere la struttura con il metodo delle forze e tracciare i diagrammi delle caratteristiche della sollecitazione.

2. Risolvere la struttura impiegando il metodo delle deformazioni e calcolare la rotazione della sezione A.

3. Tracciare la deformata elastica della struttura.