Sei sulla pagina 1di 9

Alessia Bonazza

Paolo Martinis

Trieste, 17 aprile 2004

Universit degli Studi di Trieste


Facolt di Ingegneria
Corso di strade, ferrovie, aeroporti A.A. 2003-2004

Esercitazione 4
Per due circonferenze lungo le quali vogliamo far passare due curve a raggio costante abbiamo le
coordinate georeferenziate dei centri
M1=(2427896.57,5062594.99)
M2=(2427370.66,5062271.49)
ed i raggi
R1=360m
R2=252m
Inserire un flesso planimetrico tra le due curve a raggio costante.

Introduzione
Il flesso planimetrico costituito da una successione di due clotoidi contrapposte e con la medesima
origine e serve per collegare due archi di cerchio con curvature di segno opposto. La situazione
rappresentata in figura:

Lobiettivo quello di individuare la linea formata dai due archi di clotoide, tangenti nel punto O,
detto punto di flesso, in cui R=.
I centri (M1,M2) ed i raggi (R1,R2) dei due cerchi sono fissati, e di conseguenza fissata la distanza
D tra i due cerchi. Per il triangolo M1M2C valgono le relazioni:
(R1 + R2 + D )2 = xM1 + xM 2 2 + y M1 + y M 2 2

tg =

) (

x M1 + x M 2
y M1 + y M 2

Dovremo quindi risolvere queste equazioni per trovare la posizione del punto di flesso e
lorientazione degli assi x e y, e quindi poter disegnare le due clotoidi.

Posizione della terna Oxy


Procedimento
Possiamo scrivere lequazione
(R1 + R2 + D )2 = xM1 + xM 2

) + (y
2

M1

+ yM 2

come
2

2
1 k 4i1
1 k 4i3 k + 1

12i1
12i
i +1
i +1
= (1)
1+
1+
+
+ (1)
(4i 3)(2i 1)! B B k
(4i 1)(2i)! B B
i =1
R1 i=1

dove
= R1 + R2 + D la distanza tra i due centri delle circonferenze;
R
k = 1 il rapporto tra i due raggi delle circonferenze;
R2
A
B = 1 il rapporto tra i due parametri delle clotoidi.
A2
Per risolvere lequazione necessario fissare queste ultime tre quantit: facilmente misurabile
per via grafica (da Autocad) o calcolabile, k un rapporto tra dati del problema, mentre B va fissato
tenendo conto del fatto che solitamente 1<B<1.2.
Fissare queste tre quantit, per, non basta: lequazione non sar comunque risolvibile per via
analitica. Osserviamo per che il secondo membro dellequazione funzione di 1 , che a sua volta
funzione del parametro A1, ricavabile dalla
A2
1 = 1 2
2 R1
Potremo cos procedere per via numerica, ossia per tentativi: fissiamo un certo A1 (o, meglio, un
certo rapporto A1/R1) dal quale troveremo un certo 1 ; inseriamo poi questultimo valore
nellequazione e verifichiamo se essa soddisfatta. Qualora non lo fosse, fissiamo un altro rapporto
e procediamo ad una nuova verifica; itereremo il procedimento fino a quando lequazione non
soddisfatta.
Per avere unidea del parametro da scegliere nel caso B=1, possiamo utilizzare i diagrammi di
Osterloch, ossia degli abachi che in funzione dei rapporti D/R1 e k ci forniscono un valore
approssimato di A/R1.

Verifica dellequazione
Verifichiamo quindi lequazione a partire dai valori assegnati e fissando A1/R1=0.73 (ricavato dal
diagramma di Osterloch). Per il calcolo approntiamo un foglio di lavoro Excel e sviluppiamo le
sommatorie fino ad n=10.
R1
R2
k
1/k
delta
delta/R1
D/R1
A1/R1
A1
A2
B
tau1

360
252
1.4286
0.7000
617.44
1.7151
0.0151
0.73
262.8
262.8
1
0.2665
2

(-1)i+1
1
-1
1
-1
1
-1
1
-1
1
-1

(tau1)2i-2
2.6645E-01
1.8917E-02
1.3430E-03
9.5348E-05
6.7693E-06
4.8059E-07
3.4120E-08
2.4223E-09
1.7198E-10
1.2210E-11

(2i-1)!
4i-3 1/B*(k/B)4i-3
1.0000E+00
1
1.4286
6.0000E+00
5
5.9499
1.2000E+02
9
24.7809
5.0400E+03
13
103.2109
3.6288E+05
17
429.8662
3.9917E+07
21
1790.3633
6.2270E+09
25
7456.7400
1.3077E+12
29
31056.8096
3.5569E+14
33
129349.4777
1.2165E+17
37
538731.6857
somma1

ris
6.4709E-01
-4.3823E-03
3.2059E-05
-1.5165E-07
4.7279E-10
-1.0270E-12
1.6345E-15
-1.9839E-18
1.8952E-21
-1.4614E-24
0.6427

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

1
-1
1
-1
1
-1
1
-1
1
-1

(tau1)2i
7.0996E-02
5.0404E-03
3.5784E-04
2.5405E-05
1.8037E-06
1.2805E-07
9.0912E-09
6.4543E-10
4.5823E-11
3.2532E-12

(2i)!
4i-1 1/B*(k/B)4i-1
2.0000E+00
3
2.9155
2.4000E+01
7
12.1427
7.2000E+02
11
50.5733
4.0320E+04
15
210.6344
3.6288E+06
19
877.2780
4.7900E+08
23
3653.8026
8.7178E+10
27
15217.8367
2.0923E+13
31
63381.2441
6.4024E+15
35
263978.5260
2.4329E+18
39
1099452.4198
somma2
parte2

ris
4.6330E-02
-3.9431E-04
2.3302E-06
-8.8900E-09
2.2976E-11
-4.2480E-14
5.8780E-17
-6.3072E-20
5.3981E-23
-3.7697E-26
0.0459
1.7459

(delta/R1)2
soluzione

2.9416
3.4614

1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

(-1)i+1

I due ultimi valori, relativi a ciascuno dei due membri dellequazione, differiscono; procediamo
quindi in modo iterativo scegliendo altri rapporti A1/R1. Tali operazioni possono essere riassunte
nella tabella e nel grafico seguenti:
3.6

A1/R1
0.7300
0.7000
0.6000
0.5000
0.4000
0.3500
0.3800
0.3980
0.3990
0.3995

tau
0.2665
0.2450
0.1800
0.1250
0.0800
0.0613
0.0722
0.0792
0.0796
0.0798

sol2
3.4614
3.3737
3.1520
3.0166
2.9419
2.9204
2.9323
2.9409
2.9414
2.9416

(/R1)i

3.4

3.2

/R

3
1

1i
2.8
0.05

0.1

0.15

0.2

0.25

0.3

Troviamo cos il valore di 0.0798 per 1 e quindi il valore di 143.82 per A1.
Considerato per che i due raggi sono molto diversi, ripetiamo tutti i calcoli fissando un rapporto B
tra i parametri di scala delle clotoidi pari a 1.2.
La verifica sar soddisfatta per A1=159.73:

R1
R2
k
1/k
delta
delta/R1
D/R1
A1/R1
A1
A2
B
tau1

360
252
1.4286
0.7000
617.44
1.7151
0.0151
0.4437
159.732
133.11
1.2
0.0984

(-1)i+1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

2.9416
2.9416

1
-1
1
-1
1
-1
1
-1
1
-1

(tau1)2i-2
9.8435E-02
9.5378E-04
9.2415E-06
8.9545E-08
8.6764E-10
8.4069E-12
8.1458E-14
7.8928E-16
7.6477E-18
7.4102E-20

(2i-1)!
4i-3 1/B*(k/B)4i-3
1.0000E+00
1
0.9921
6.0000E+00
5
1.9926
1.2000E+02
9
4.0023
5.0400E+03
13
8.0387
3.6288E+05
17
16.1462
3.9917E+07
21
32.4305
6.2270E+09
25
65.1383
1.3077E+12
29
130.8337
3.5569E+14
33
262.7861
1.2165E+17
37
527.8192
somma1

ris
1.9609E-01
-9.5143E-05
4.2804E-08
-1.2353E-11
2.4115E-15
-3.3528E-19
3.4607E-23
-2.7439E-27
1.7187E-31
-8.7064E-36
0.1960

1
-1
1
-1
1
-1
1
-1
1
-1

(tau1)2i
9.6894E-03
9.3885E-05
9.0969E-07
8.8144E-09
8.5406E-11
8.2753E-13
8.0183E-15
7.7693E-17
7.5280E-19
7.2942E-21

(2i)!
4i-1 1/B*(k/B)4i-1
2.0000E+00
3
1.4060
2.4000E+01
7
2.8240
7.2000E+02
11
5.6721
4.0320E+04
15
11.3928
3.6288E+06
19
22.8830
4.7900E+08
23
45.9616
8.7178E+10
27
92.3162
2.0923E+13
31
185.4218
6.4024E+15
35
372.4292
2.4329E+18
39
748.0431
somma2
parte2

ris
3.8854E-03
-2.1370E-06
7.6636E-10
-1.8061E-13
2.9584E-17
-3.5275E-21
3.1788E-25
-2.2330E-29
1.2545E-33
-5.7583E-38
0.0039
1.7039

(-1)i+1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

(delta/R1)2
sol2

Possiamo ora calcolare i parametri della clotoide 2:


A 159.72
A2 = 1 =
= 133.11
B
1.2
A22 133.112
2 = 2 =
= 0.1395
2 R2 2 252 2

Calcolo dellangolo
Abbiamo ora a disposizione tutti i dati per trovare le coordinate dei centri delle circonferenze nel
sistema di riferimento Oxy, o meglio le loro distanze, e dellangolo .
Le equazioni che useremo sono:

1 k 4i3
12i1
i +1
xM1 + xM2 = R1 (1)
1+
(4i 3)(2i 1)! B B
i=1
4

k + 1
1 k 4i1
12i
i +1
+ (1)
1+
yM1 + yM2 = R1
(4i 1)(2i)! B B
i =1
k
xM + xM 2
= arctan 1
y M1 + y M 2

Con il solito foglio Excel abbiamo:


R1
R2
k
1/k
delta
delta/R1
D/R1
A1/R1
A1
A2
B
tau1

360
252
1.4286
0.7000
617.44
1.7151
0.0151
0.4437
159.732
133.11
1.2
0.0984

(-1)i+1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

70.5576
613.3980
0.1145

1
-1
1
-1
1
-1
1
-1
1
-1

(tau1)2i-2
9.8435E-02
9.5378E-04
9.2415E-06
8.9545E-08
8.6764E-10
8.4069E-12
8.1458E-14
7.8928E-16
7.6477E-18
7.4102E-20

(2i-1)!
4i-3 1/B*(k/B)4i-3
1.0000E+00
1
0.9921
6.0000E+00
5
1.9926
1.2000E+02
9
4.0023
5.0400E+03
13
8.0387
3.6288E+05
17
16.1462
3.9917E+07
21
32.4305
6.2270E+09
25
65.1383
1.3077E+12
29
130.8337
3.5569E+14
33
262.7861
1.2165E+17
37
527.8192
(xM1+xM2)/R1

ris
1.9609E-01
-9.5143E-05
4.2804E-08
-1.2353E-11
2.4115E-15
-3.3528E-19
3.4607E-23
-2.7439E-27
1.7187E-31
-8.7064E-36
0.1960

1
-1
1
-1
1
-1
1
-1
1
-1

(tau1)2i
9.6894E-03
9.3885E-05
9.0969E-07
8.8144E-09
8.5406E-11
8.2753E-13
8.0183E-15
7.7693E-17
7.5280E-19
7.2942E-21

(2i)!
4i-1 1/B*(k/B)4i-1
2.0000E+00
3
1.4060
2.4000E+01
7
2.8240
7.2000E+02
11
5.6721
4.0320E+04
15
11.3928
3.6288E+06
19
22.8830
4.7900E+08
23
45.9616
8.7178E+10
27
92.3162
2.0923E+13
31
185.4218
6.4024E+15
35
372.4292
2.4329E+18
39
748.0431
somma2
(yM1+yM2)/R1

ris
3.8854E-03
-2.1370E-06
7.6636E-10
-1.8061E-13
2.9584E-17
-3.5275E-21
3.1788E-25
-2.2330E-29
1.2545E-33
-5.7583E-38
0.0039
1.7039

(-1)i+1
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10

xM1+xM2
yM1+yM2
epsilon

Verifica e tracciamento delle clotoidi


Ora che abbiamo trovato le due clotoidi da inserire nel flesso, dobbiamo verificare che siano
compatibili con le prescrizioni del DM 05.11.2001 e tracciarle per punti.
Procediamo quindi allo stesso modo dellEsercitazione 2. Supponiamo innanzitutto di inserire il
flesso in una strada di tipo C2.
Verifichiamo dapprima che il rapporto tra i raggi delle due curve sia in zona buona o accettabile:
5

Ci troviamo in zona buona e quindi possiamo proseguire.


Ricaviamo ora le velocit di progetto delle due curve. Per entrambe vale R<437m e quindi
assumiamo la pendenza trasversale q pari a 0.07. Per la curva 2 abbiamo immediatamente dal
grafico (linee gialle) la velocit di progetto di 80km/h, mentre per la curva 1 sar necessario il
calcolo.

Prendiamo in prima approssimazione Vp=93km/h; cerchiamo poi, in base alla tabella di pagina 72
del DM, il coefficiente di aderenza impegnato trasversalmente per la Vp che abbiamo adottato:
poich non abbiamo Vp=93km/h in tabella, baster fare una semplice proporzione (consentita dalla
normativa):
0,11 0,13 x 0,13
=
100 80
93 80
0,11 0,13
x = 0,13 + (93 80 )
= 0,117
100 80
Avremo pertanto ft=0,117.
6

Useremo quindi la relazione a pagina 71 del DM per trovare la Vp:


V p2
= q + ft
R 127
Inserendo i valori trovati in tale equazione abbiamo:
V p = V p2 =

(q + f t )127 R = (0,07 + 0,117 ) 127 400 =

8550 = 92,46 km

Adottiamo quindi Vp1=92km/h.

Verifica del parametro A delle clotoidi


Utilizziamo un foglio di calcolo MS Excel per le verifiche, con lassunzione dei valori reali del
contraccolpo dalla normativa svizzera, che incrementano comunque il fattore di sicurezza:
Elemento

R
m

n
Descrizione
1 Curva
2 Punto di flesso
3 Curva

360
inf
252

Limitazione del contraccolpo


Clotoide
n
Tratto
g
m/s2
9.806
9.806

1 1-2
2 2-3

Lmin
m
64
0
56

Parametri
qsx

-7.0%
0
7.0%

7.0%
0
-7.0%

Formula esatta
c
Amin,dx Amin,sx
m/s3
0.450
0.500

Sovrapendenza longitudinale
Clotoide
imax
1 1-2
0.68%
2 2-3
0.79%

Amin
113.5
88.5

Criterio ottico
Clotoide
1 1-2
2 2-3

Amax
360
252

Amin
120.0
84.0

qdx

151.8
119.4

125.4
93.8

Vp
km/h
92

vp
m/s
25.56

80

22.22

B
m
3.50
3.50
3.50

Formula
approssimata
m
177.7
134.4

Possiamo cos dire che i parametri di entrambe le clotoidi sono compatibili con le prescrizioni del
DM 05.11.2001.

Calcolo dei parametri delle clotoidi


Il calcolo dei parametri generali di entrambe le clotoidi fornisce i risultati:
Cloto

R
L
xf
yf
m
m
rad
m
m
Approssimato 159.73 360 70.8713 0.0984 70.8713 2.3253
Esatto (n=10) 159.73 360 70.8713 0.0984 70.8027 2.3237
Scarto
0.0686 0.0016
Approssimato 133.11 252 70.3106 0.1395 70.3106 3.2696
Esatto (n=10) 133.11 252 70.3106 0.1395 70.1739 3.2650
Scarto
0.1367 0.0045
Metodo

m
0.5813
0.5811
0.0002
0.8174
0.8168
0.0006

xM
m
35.4357
35.4347
0.0010
35.1553
35.1534
0.0019

yM
m
360.5813
360.5811
0.0002
252.8174
252.8168
0.0006

TL
m
47.2478
47.2715
-0.0238
46.8740
46.9216
-0.0476

TK
m
23.6238
23.6456
-0.0218
23.4369
23.4804
-0.0435

rad
0.0328
0.0328
0.0000
0.0465
0.0465
0.0000

lc
m
70.8713
70.8408
0.0305
70.3106
70.2498
0.0608

Non si riportano i calcoli in quanto stato utilizzato lo stesso procedimento e lo stesso foglio di
calcolo usato nellEsercitazione 2.
7

Tracciamento per punti delle clotoidi


Il tracciamento si effettua dividendo la lunghezza L in n parti uguali, calcolando langolo relativo a
ciascuna parte e calcolando poi, con il metodo esatto, le coordinate x ed y del punto. Prendiamo per
entrambe le clotoidi n=15.
Per la clotoide 1 abbiamo:
Punto
0
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15

A
m
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73
159.73

R
m
360
360
360
360
360
360
360
360
360
360
360
360
360
360
360
360

L
m
0.0000
4.7248
9.4495
14.1743
18.8990
23.6238
28.3485
33.0733
37.7980
42.5228
47.2475
51.9723
56.6971
61.4218
66.1466
70.8713

rad
0.0000
0.0004
0.0017
0.0039
0.0070
0.0109
0.0157
0.0214
0.0280
0.0354
0.0437
0.0529
0.0630
0.0739
0.0857
0.0984

x
m
0.0000
4.7248
9.4495
14.1742
18.8989
23.6235
28.3478
33.0718
37.7951
42.5174
47.2385
51.9577
56.6746
61.3882
66.0979
70.8027

y
m
0.0000
0.0007
0.0055
0.0186
0.0441
0.0861
0.1488
0.2363
0.3527
0.5022
0.6889
0.9169
1.1902
1.5131
1.8896
2.3237

rad
0.0000
0.0006
0.0025
0.0056
0.0099
0.0155
0.0223
0.0304
0.0397
0.0502
0.0620
0.0750
0.0893
0.1048
0.1215
0.1395

x
m
0.0000
4.6874
9.3747
14.0621
18.7493
23.4363
28.1228
32.8086
37.4931
42.1757
46.8557
51.5321
56.2037
60.8690
65.5264
70.1739

y
m
0.0000
0.0010
0.0078
0.0262
0.0620
0.1211
0.2092
0.3323
0.4959
0.7061
0.9685
1.2889
1.6731
2.1267
2.6555
3.2650

Per la clotoide 2 abbiamo:


Punto
0
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15

A
m
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11
133.11

R
m
252
252
252
252
252
252
252
252
252
252
252
252
252
252
252
252

L
m
0.0000
4.6874
9.3747
14.0621
18.7495
23.4369
28.1242
32.8116
37.4990
42.1864
46.8737
51.5611
56.2485
60.9359
65.6232
70.3106

Non riportiamo gli sviluppi in serie di x ed y relativi ad ogni punto, considerato che stato
utilizzato lo stesso foglio di calcolo dellEsercitazione 2.
In allegato si riporta la tavola in scala relativa allintera costruzione del flesso. In essa vi sono anche
le tabelle relative alle coordinate georeferenziate E-N per tutti i punti delle due clotoidi, ottenute
direttamente da Autocad mediante il cambio di coordinate UCS da locali a globali, dopo che il
tracciamento stato condotto in coordinate locali.