Sei sulla pagina 1di 1

PRONUNCIA

La pronuncia abbastanza semplice. L'accento cade sempre sull'ultima sillaba.

Le vocali vanno lette come in italiano. La "E" e la "O" se non si trovano in sillaba accentata vanno lette

chiuse come nelle parole italiane "cena" e "come", altrimenti sono aperte. La "I" finale si pronuncia co
E finale francese.
I dittonghi si leggono come vocali separate.
Le consonanti "B, D, T, L, M, N, P, F, R e V" si leggono come in italiano.

La "G" sempre dura come nella parola "gatto" escluso quando preceduta dalla consonante "D" che
assume il suono diventando una doppia "D".
La "J" ha il suono della "J" francese della parola "je".
L' "H" una leggera aspirazione. A fine parola muta.

La "K" e la "Q" hanno lo stesso suono della "C" dura della parola "casa" ad inizio parola. La "K" nel cen
una parola una "C" dura preceduta da un'aspirazione.
Il suono del "TH" un "D" preceduta da un aspirazione.
La "S" ha sempre un suono della "S" sorda della parola "sole".
La "" ha il suono della "SC" dolce della parola "scia".