Sei sulla pagina 1di 36

St.

Honor Company
since 1977

PORTA LA
CHITARRA
il canzoniere della
St.Honor Company

RCG TAPE & NETWORK

Revisione 0 del 10 novembre 2001

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Acqua azzurra, acqua chiara Lucio Battisti

Alla fiera dell'est

Ogni notte ritornar per cercarla in qualche bar


domandare "Ciao che fai?"
e poi uscire insieme a lei.
Ma da quando ci sei tu tutto questo non c' pi

E venne il cane, che morse il gatto


che si mangi il topo
che al mercato mio padre compr
Alla fiera dell'est
E venne il bastone che picchi il cane
che morse il gatto che si mangi il topo
che al mercato mio padre compr
Alla fiera dell'est

Acqua azzurra, acqua chiara


con le mani posso finalmente bere
nei tuoi occhi innocenti
posso ancora ritrovare
il profumo di un amore puro
puro come il tuo amor

E venne il fuoco che bruci il bastone


che picchi il cane che morse il gatto
che si mangi il topo che al mercato mio padre compr
Alla fiera dell'est

Ti telefono se vuoi, non so ancora se c' lui


accidenti che far quattro amici trover
ma da quando ci sei tu tutto questo non c' pi

E venne l'acqua che spense il fuoco


che bruci il bastone che picchi il cane
che morse il gatto che si mangi il topo
che al mercato mio padre compr
Alla fiera dell'est

Acqua azzurra, acqua chiara


con le mani posso finalmente bere
Acqua azzurra, acqua chiara...
Son le quattro e mezza ormai,
non ho voglia di dormir
a quest'ora cosa vuoi, mi va bene pure lei,
ma da quando ci sei tu tutto questo non c' pi

E venne il bue che bevve l'acqua


che spense il fuoco che bruci il bastone
che picchi il cane che morse il gatto
che si mangi il topo che al mercato mio padre compr
Alla fiera dell'est

Acqua azzurra, acqua chiara...

E venne il macellaio che uccise il bue


che bevve l'acqua che spense il fuoco
che bruci il bastone che picchi il cane
che morse il gatto che si mangi il topo
che al mercato mio padre compr
Alla fiera dell'est

Agnese Ivan Graziani


Se la mia chitarra piange dolcemente
stasera non sera di vedere gente
e i giochi nella strada che ho chiusi dentro al petto
mi voglio ricordare.

E l'angelo della morte sul macellaio


che uccise il bue che bevve l'acqua che spense il fuoco
che bruci il bastone che picchi il cane
che morse il gatto che si mangi il topo
che al mercato mio padre compr
Alla fiera dell'est

Io penso ad un barcone rovesciato al sole


in un giorno in pieno agosto
le biciclette in riva al mare
Agnese mi parlava nella sabbia infuocata
ed io non so perch non lho dimenticata.

E infine il Signore sull'angelo della morte


sul macellaio che uccise il bue
che bevve l'acqua che spense il fuoco
che bruci il bastone che picchi il cane
che morse il gatto che si mangi il topo
che al mercato mio padre compr

Lei mi raccontava di quello che la gente


diceva del suo corpo con malizia ed allegria
ed io che sto provando le cose che provavo ieri
non ho capito ancora
se gelosia o se sono prigioniero di questo cielo nero
e di un ricordo che fa male
e se continuo a bere i miei liquori inquinati
vero che quei giorni non li ho dimenticati.

Alla fiera dell'est per due soldi


un topolino mio padre compr

E uscito un po di sole da questo cielo nero


linverno cittadino sembra quasi uno straniero
Agnese, dolce Agnese, color di cioccolata
adesso che ci penso non ti ho mai baciata.

Amore bello - Claudio Baglioni


Cos vai via, non scherzare no
domani via, per favore no
Devo convincermi per che non nulla
ma le mie mani tremano
in qualche modo io dovr restare a galla
e cos te ne vai, cosa mi preso adesso?
Forse mi scriverai, ma s lo stesso

Agnese dolce Agnese color di cioccolata,


adesso che ci penso
Io vado in bicicletta per sentirmi vivo
alle cinque di mattina con la nebbia nei polmoni,
per non c pi Agnese seduta sul manubrio
a cantar canzoni, a cantar canzoni.

Cos vai via, l'ho capito sai


che vuoi che sia, se tu devi vai
Mi sembra gi che non potr pi farne a meno
mentre i minuti passano
forse domani correr dietro il tuo treno

Alla fiera dellEst Angelo Branduardi


Alla fiera dell'est per due soldi
un topolino mio padre compr

Tu non scordarmi mai, com' banale adesso


balliamo ancora dai, ma s lo stesso

E venne il gatto che si mangi il topo


che al mercato mio padre compr
1

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Sei ancora tu, purtroppo l'unica


ancora tu, l'incorreggibile
ma lasciarti non e' possibile
lasciarti non possibile
lasciarti non possibile
no, lasciarti non e' possibile!

Amore bello come il cielo, bello come il giorno


bello come il mare, amore, ma non lo so dire
Amore bello come un bacio, bello come il buio
bello come Dio, amore mio non te ne andare
Perch cos? no non giusto se cos
se te ne vai, se te ne vai
Perch cos? Perch finisce tutto qui
tra poco andrai, un lento, l'ultimo oramai

Sei ancora tu, purtroppo l'unica


ancora tu l'incorreggibile,
ma lasciarti non possibile
no, lasciarti non possibile
lasciarti non possibile
no, lasciarti non possibile!

E fare finta, che ne so, di essere matto


piangere urlare e dire no
non serve a niente, gi lo so, finito tutto

Disperazione e gioia mia


sar ancora tuo sperando che non sia follia
(ma sia quel che sia)
abbracciami amore mio, abbracciami amor mio
che adesso lo voglio anch'io!

E se tu caso mai, ma non mi sente adesso


balliamo ancora dai, ma s lo stesso
Amore bello come il cielo, bello come il giorno
bello come il mare, amore, ma non lo so dire

Ancora tu, non mi sorprende, lo sai?


Ancora tu, ma non dovevamo vederci pi?
E come stai domanda inutile
stai come me e ci scappa da ridere!

Amore bello come un bacio, bello come il buio


bello come Dio, amore mio non te ne andare
Vai via cos? No non giusto ma cos
sei bella sai, sei bella sai
Vai via cos? Finisce allora tutto qui
fra poco andrai, un lento, l'ultimo oramai

Anima mia Cugini di campagna


Andava a piedi nudi per la strada
mi vide come un ombra mi segu
col viso in alto di chi il mondo sfida
e tiene in piedi un uomo con un s

Anche per te - Lucio Battisti


Per te che ancora notte gi prepari il tuo caff
che ti vesti senza pi guardar lo specchio dietro te
che poi entri in chiesa e preghi piano
e intanto pensi al mondo ormai per te cos lontano.

Nel cuore aveva un volo di gabbiani


e un corpo di chi ha detto troppi s
negli occhi la paura del domani
come un ragazzo me ne innamorai

Per te che di mattina torni a casa tua perch


per strada pi nessuno ha freddo e cerca pi di te
per te che metti i soldi accanto a lui che dorme
e aggiungi ancora un p d'amore a chi non sa che farne

La notte lei dormiva sul mio petto


sentivo il suo respiro su di me
e poi mi dava i calci dentro il letto
c' ancora il suo sapore qui con me

Anche per te, vorrei morire ed io morir non so


anche per te, darei qualcosa che non ho

Anima mia torna a casa tua


ti aspetter dovessi odiare queste mura
anima mia nella stanza tua
c' ancora il letto come l'hai lasciato tu

E cos, e cos, e cos io resto qui


a darle i miei pensieri, a darle quel che ieri
avrei affidato al vento, cercando di raggiungere chi
al vento avrebbe detto s

Avrei soltanto voglia di sapere (non cercarmi)


che fine ha fatto e chi sta con lei (non pensarmi)
se sente ancora freddo nella notte
se ha sciolto i suoi capelli oppure no

Per te che di mattina svegli il tuo bambino e poi


lo vesti lo accompagni a scuola e al tuo lavoro vai
per te che un errore ti costato tanto
che tremi nel guardare un uomo e vivi di rimpianto

Anima mia torna a casa tua


ti aspetter dovessi odiare queste mura
anima mia nella stanza tua
c' ancora il letto come l'hai lasciato tu

Anche per te...

Ancora tu Lucio Battisti

Anna e Marco Lucio Dalla

Ancora tu, non mi sorprende, lo sai?


Ancora tu ma non dovevamo vederci pi?
E come stai, domanda inutile
stai come me e ci scappa da ridere

Anna come sono tante, Anna permalosa


Anna bello sguardo
sguardo che ogni giorno perde qualcosa
Se chiude gli occhi lei lo sa, stella di periferia
Anna con le amiche, Anna che vorrebbe andar via

Amore mio, hai gi mangiato o no?


Ho fame anch'io, e non soltanto di te
che bella sei, sembri pi giovane
o forse sei solo pi simpatica!

Marco grosse scarpe e poca carne


Marco cuore in allarme
con sua madre e una sorella, poca vita, sempre quella
Se chiude gli occhi lui lo sa, lupo di periferia
Marco col branco, Marco che vorrebbe andar via

Io lo so cosa tu vuoi sapere


nessuna, no, ho solo ripreso a fumare

Il Canzoniere della Saint Honor Company

E la luna una palla ed il cielo un biliardo


quante stelle nei flipper, sono pi di un miliardo
Marco dentro a un bar, non sa cosa far
poi c' qualcuno che trova una moto
si pu andare in citt

Sono io la morte e porto corona


io son di tutti voi signora e padrona
e davanti alla mia falce il capo tu dovrai chinare
e dell'oscura morte al passo andare
Sei l'ospite d'onore del ballo che per te suoniamo
posa la falce e danza tondo a tondo
il giro di una danza e poi un altro ancora
e tu del tempo non sei pi signora

Anna bello sguardo non perde un ballo


Marco che a ballare sembra un cavallo
in un locale che uno schifo, poca gente che li guarda
c' una checca che fa il tifo
Ma dimmi tu dove sar, dov' la strada per le stelle
mentre ballano si guardano e si scambiano la pelle

Bella senzanima Riccardo Cocciante

E cominciano a volare, con tre salti sono fuori dal locale


con un aria da commedia americana
sta finendo anche questa settimana
Ma l'America lontana, dall'altra parte della luna
che li guarda e anche se ride a vederla mette quasi paura

E adesso siediti su quella seggiola


stavolta ascoltami senza interrompere
tanto tempo che volevo dirtelo
Vivere insieme a te stato inutile
tutto senza allegria, senza una lacrima
niente da aggiungere n da dividere
nella tua trappola ci son caduto anch'io
avanti il prossimo, gli lascio il posto mio

E la luna in silenzio ora si avvicina


con un mucchio di stelle cade per strada
luna che cammina, luna di citt
poi passa un cane che sente qualcosa
li guarda, abbaia e se ne va

Povero diavolo, che pena mi fa!

Anna avrebbe voluto morire


Marco voleva andarsene lontano
Qualcuno li ha visti tornare tenendosi per mano

E quando a letto lui ti chieder di pi


glielo concederai perch tu fai cos
come sai fingere, se ti fa comodo
Adesso so chi sei e non ci soffro pi
e se verrai di l te lo dimostrer
e questa volta tu te lo ricorderai

Arrendermi mai Renato Zero


Nelle mani di un robot qui finisce la mia storia d'uomo
Fu per gioco o per follia
quando ad un rel affidai la sorte mia

E adesso spogliati come sai fare tu


ma non illuderti io non ci casco pi
tu mi rimpiangerai, bella senz'anima

Io sfidai finanche Dio, credendo l'infinito fosse mio


Per questa febbre al buio andavo incontro
cieco da non vedere che avevo l'universo dentro

Bomba o non bomba - Antonello Venditti

Arrendermi mai, io non voglio arrendermi


Questo corpo fragile, la mente no
Sogni non ho, io non so di cosa vivr
Io, guerriero senza storia, un'ombra in cerca di memoria

Partirono in due ed erano abbastanza


un pianoforte una chitarra e molta fantasia
e fu a Bologna che scoppi la prima bomba
tra una festa e una piadina di periferia
e bomba o non bomba noi arriveremo a Roma
malgrado voi

Arrendermi mai, io non voglio arrendermi


Non sar mai un atomo senza volont
Ritrover un'altra volta l'amore
il dolore, la piet, la speranza, la mia et

A Sasso Marconi incontrammo una ragazza


che viveva sdraiata sull'orlo di una piazza
noi le dicemmo vieni dolce sar la strada
lei sfogli il fiore e poi ci disse no
ma bomba o non bomba noi arriveremo a Roma
malgrado voi

Il robot fermo l, l'ho sconfitto e non lo sa, lui ride!


Crede di aver vinto gi, ma il mio cuore batte ancora,
vivo, vivo!
Arrendermi mai! Io non posso arrendermi!

A Roncobilaccio ci venne incontro un vecchio


lo sguardo profondo e un fazzoletto al collo
ci disse ragazzi in campana qui non vi lasceranno andare
hanno chiamato la polizia a cavallo
ma bomba o non bomba noi arriveremo a Roma
malgrado voi

Ritrover intatti i sogni che ho


Il mio cielo, la mia storia, la poesia la mia memoria
Arrendermi mai, io non voglio arrendermi!
Come posso arrendermi? Il mio corpo fragile, la mente
no!
Ritrover qualcosa chiamato amore
Il dolore, la piet. Sono vivo, vedi? Sono qua, difendimi!

A Firenze dormimmo da un intellettuale


la faccia giusta e tutto quanto il resto
ci disse no, compagni, amici, io disapprovo il passo
manca l'analisi e poi non c'ho l'elmetto
ma bomba o non bomba noi arriveremo a Roma
malgrado te

Ballo in Fa diesis minore Angelo Branduardi


Sono io la morte e porto corona
io son di tutti voi signora e padrona
e cos sono crudele, cos forte sono e dura
che non mi fermeranno le tue mura

A Orvieto poi ci fu l'apoteosi


il sindaco, la banda e le bandiere in mano
ci dissero l'autostrada bloccata e no
non vi lasceranno passare
ma sia ben chiaro che noi, noi siamo tutti con voi
3

Il Canzoniere della Saint Honor Company

e bomba o non bomba voi arriverete a Roma


malgrado noi

stando qui a sognare


Cercami io sono nel mondo degli uomini
cercami nei mari che non traversammo mai
(nel sonno dell'erba di sera)
Cercami nei fuochi d'estate sugli argini
(ai margini della pianura)
Cercami negli altri che piangono e ridono

Parlamentammo a lungo e poi ci fu un discorso


il capitano disse va bene e cos sia
e la fanfara poi inton le prime note
e ci trovammo proprio in faccia a Porta Pia
e bomba o non bomba noi arriveremo a Roma
malgrado voi

Io ti voglio incontrare sulle strade del mondo


voglio fare un respiro e riempirmi di vento
ci dobbiamo svegliare e guardare di fuori noi
non siamo soli

La gente ci amava, e questo l'importante


regalammo cioccolata e sigarette vere
bevemmo poi del vino rosso dalle mani unite
e finalmente ci fecero suonare
e bomba o non bomba noi siamo arrivati a Roma
insieme a voi

Cercami negli uomini in mare che sognano


(un pesce gigante e unamante)
Cercami nell'alba fra il cielo e le fabbriche
(nel traffico senza parole)
Cercami nei mari che non traversammo mai
(e dopo parliamo di noi)
Cercami io sono nel mondo degli uomini

Buona domenica Antonello Venditti


Buona domenica, passata a casa ad aspettare
tanto il telefono non squilla pi
e il tuo ragazzo ha preso il volo
Buona domenica, tanto tua madre non capisce
continua a dirti " Ma non esci mai?
Perch non provi a divertirti "
Buona domenica, quando misuri la tua stanza
finestra, letto e la tua radio che
continua a dirti che domenica

C' tutto un mondo intorno Matia Bazar


Se per caso un giorno o l'altro ti trovassi solo sai
senza una compagna che ti aiuta nei tuoi guai
e se poi il cielo blu si chiude all'improvviso su di te
e ti senti come un ladro che ha paura anche di s
guardati allo specchio e guarda un poco un poco intorno
a te

Ciao, ciao domenica, passata a piangere sui libri


tanto lo sai che non t'interroga
e poi domani che ti frega
Ciao, ciao buona domenica davanti alla televisione
con quegli idioti che ti guardano
e che continuano a giocare
Ciao, ciao domenica, e tua sorella parla parla
con quello sguardo da imbecille, poi
apre la porta la domenica

C' tutto un mondo intorno


che gira ogni giorno e che fermare non potrai
e gira insieme con noi, tu non girargli intorno
ma entra dentro al mondo dai
Se nel buio che ti avvolge una fiamma scorgerai
corri corri senza indugi, forse il sole che tu vuoi
ma se come un fiume in piena poi
il tempo ormai usato se ne va
ed un naufrago ti senti tu che da solo scruta il blu
quella fiamma sconosciuta la tua zattera lo sai

Ciao, ciao domenica, passata ad ascoltare dischi


meno ti cerca e pi ci stai a pensare
e questo tu lo chiami amore
Ciao, ciao domenica, madonna non finisce mai
sono le sei c' ancora il sole fuori
nessuno a cui telefonare
Ciao, ciao domenica, il tuo ragazzo non ti chiama
tristezza nera nello stomaco
e in testa voglia di morire

C' tutto un mondo intorno


che gira ogni giorno e che fermare non potrai
e gira insieme con noi, tu non girargli intorno
ma entra dentro al mondo dai
che gira ogni giorno e che fermare non potrai
e gira insieme con noi, tu non girargli intorno
ma entra dentro al mondo dai

Ma non morire di domenica, in questo giorno da buttare


tutto va bene, guarda pure il sole
aspetta ancora una domenica

C' tutto un mondo intorno


che gira ogni giorno e che fermare non potrai

Cercami - Pooh
Che ne fai di te - Pooh

Cercami io sono nel mondo degli uomini


cercami nei mari che non traversammo mai
(nel vento del primo mattino)
Cercami nel sole che scoppia di rondini
(sul fiume che porta lontano)
Cercami nel mondo che vive pi in l di noi

Freddo non fa ma da te forse nevica di gi


La tua citt troppo al nord non t'aiuta a ricordare
Qui invece resta tutto al posto suo, solo il tempo passa
ed ho ancora addosso il calore delle sere
quando c'eri tu
E mi resta il segno troppo in fondo di un amore
speso per met, Michelle, Michelle

Vorrei farti un ritratto e stamparlo gigante


la tua fantasia raccontarla alla gente
ma nascosto agli sguardi questo amore perfetto
quattro muri e un letto

Bene non va per va, manca un po' di fantasia


La notte poi su di te mi si affollano le idee

Non diventa pi amore ma sopravvivenza


del tuo dolce silenzio non so fare senza
ma facciamo qualcosa, si pu anche morire

Che ne fai dei giorni? Che ne fai di te?


dimmi quando torni, qui la voglia resta, non mi basto
4

Il Canzoniere della Saint Honor Company

sei lontana mille notti fa


E fa notte presto e il tempo troppo per pensare
a non pensare a te, Michelle, Michelle

" vero, con te io stavo bene


e se io fossi una donna che torna qui che tornerei"
Poi cenammo qui, le chiesi domani cosa fai
la pioggia batteva sui balconi
rispose ci penser domani

Chi fermer la musica? - Pooh

Mi svegliai la mattina e sentii la sua voce di l


parlava in inglese
La guardai, aveva il telefono in mano e il caff
e non mi sorprese
Accettai il breve sorriso e il viso di una che non resta
Se puoi, mi disse, se puoi
non cambiare mai da come sei

Ora si respira hai travolto la mia barriera


Una polveriera! Quante donne che sei stasera
Tastiera che suoni per le mie mani
luna a cui mando i miei aeroplani
stai cambiando i suoni alla mia musica
Buona primavera, per chi vola non c' frontiera
bevo per chi bravo a mangiarsi la vita vivo
per quelli che vanno in amore spesso
per te che mi cambi colore addosso
per me stesso cambio pelle e stelle io

Poi se ne and via nel modo che io sapevo gi


passava un tass, lo prese al volo
abbi cura di te pensai da solo

Chi fermer la musica? L'aria diventa elettrica


e un uomo non si addomestica
le corde mi suonano forte la molle carica
Chi fermer la musica? Quelli che non si sbagliano
quelli che non si svegliano
stanno nei porti a tagliarsi le vele
tu parti nel sole con me

Classe '58 - Pooh


Un biglietto del tram, mille lire di film e cos, se ne va
la tua libera uscita il tuo colpo di vita in citt, se ne va
Sotto la luna le donne
tra i fuochi di gomme di periferia

Ero barricato nel mio spazio come un bandito


Brava, mi hai colpito, ti ringrazio non hai sbagliato
Mi hai dato contatto alla mia maniera
sospetto che stai per costarmi cara
l'aria troppo chiara per nascondersi

Al tuo sguardo di gatto sperduto


han sorriso e han risposto ragazzo fa presto
e ora torni a dormire con gli altri
col cuore per terra aspettando la guerra
Soldato d'Italia, che guardi la notte in silenzio
dai vetri del tram

Chi fermer la musica? L'aria diventa elettrica


e un uomo non si addomestica
le corde mi suonano forte la molle carica
Chi fermer la musica? Quelli che non si sbagliano
quelli che non si svegliano
stanno nei porti a tagliarsi le vele
tu parti nel sole con me

Una birra, un juke box, la Domenica Sport e cos se ne


va anche il giorno di festa e l'angoscia rimasta con te
pi che mai
Tutta la gente l intorno alla fine del giorno
ha il suo letto di casa
Mentre tu butti un anno di vita appoggiato a un fucile
di guardia a un cortile
La tua casa ha i balconi sul mare, c' odore di viole
nei giorni di sole
Un cespuglio di luci si specchia nel porto stasera
che giorno di fiera
Soldato d'Italia, che ascolti il silenzio
parlando a una fotografia

Buona primavera, per chi vola non c' frontiera


ora si respira, quante donne che sei stasera
Chi fermer la musica

Ci penser domani - Pooh


Lei entr sulle scale qualcuno guard
i suoi strani vestiti
Appoggi le spalle alla porta dicendo
"con lui ci siamo lasciati"
Osservai due occhi segnati e il viso bagnato dalla pioggia
Non so, mi disse, non so come uscirne fuori, non lo so

Cogli la prima mela Angelo Branduardi


Bella che cos fiera vai non lo rimpiangerai
cogli la prima mela, cogli la prima mela
cogli la prima mela-a
Bella che cos fiera vai non ti pentire mai
cogli la prima mela, cogli la prima mela
cogli la prima mela-a

La guardai ed ebbi un momento di pena perch


sembrava smarrita
Io vorrei, mi disse, vorrei che non fosse cos
ma proprio finita
Disse poi ritrovando un sorriso a stento
comunque l'ho voluta
lo sai, le strade per farmi del male non le sbaglio mai

Danzala la vita tua al ritmo del tempo che va


ridila la tua allegria cogli la prima mela-a
Bella che cos fiera vai non lo rimpiangerai
cogli la prima mela, cogli la prima mela
cogli la prima mela-a
Bella che cos fiera vai non aspettare mai
cogli la prima mela, cogli la prima mela
cogli la prima mela-a

Poi mi raccont la storia che io sapevo gi


dall'ultima volta si sentiva
che era pi sola, pi cattiva
Si calm, guardandosi intorno e parlammo di me
bevendo pi volte
si sdrai in mezzo ai cuscini e mi disse
con te ero io la pi forte
Disse poi inseguendo un pensiero

Stringilo forte a te l'amico che ti sorrider


e fortuna a chi se ne va cogli la prima mela-a

Il Canzoniere della Saint Honor Company

se libera vuoi essere come sono io


Credi che ma credi che qualcuno possa darti amore
se dell'amore non padrone

Comunque bella Lucio Battisti


Tu vestita di fiori o di fari in citt
con la nebbia o i colori
cogliere le rose a piedi nudi e poi
con la sciarpa stretta al collo bianca come mai
ma
Eri bella,

bella,

Confusione, confusione mi dispiace


se sei figlia della solita illusione e se fai confusione
Confusione, tu vorresti imbalsamare
anche l'ultima e pi piccola emozione

comunque bella

Con il nastro rosa Lucio Battisti

Quando l'arcobaleno era in fondo ai tuoi occhi


quando sotto al tuo seno
l'ira avvelenava il cuore tuo perch
tu vedevi un'altra donna avvicinarsi a me
prima ancora che io capissi e riscegliessi te
tu
Eri bella,

bella,

Inseguendo una libellula in un prato


un giorno che avevo rotto col passato
quando gi credevo d'esserci riuscito son caduto
Una frase sciocca un volgare doppio senso
mi ha allarmato, non e' come io la penso
ma il sentimento era gi un po' troppo denso
e son restato

comunque bella

Anche quando un mattino tornasti vestita di pioggia


con lo sguardo stravolto da una notte d'amore
"siediti qui" "non ti chiedo perdono perch tu sei un uomo"

Chiss, chiss chi sei


chiss che sarai, chiss che sar di noi
lo scopriremo solo vivendo
Comunque adesso ho un po' paura
ora che quest'avventura
sta diventando una storia vera
spero tanto tu sia sincera

Coi capelli bagnati "so che capirai"


con quei segni sul viso, "mi spiace da morire, sai"
coi tuoi occhi arrossati
Mentre tu mentivi e mi dicevi che
ancor pi di prima tu amavi me
tu
Eri bella,

bella,

Il magazzino che contiene tante casse


alcune nere, alcune gialle, alcune rosse
dovendo scegliere e studiare le mie mosse
sono all'impasse
mi sto accorgendo che son giunto dentro casa
con la mia cassa ancora con il nastro rosa
e non vorrei aver sbagliato la mia spesa o la mia sposa

comunque bella

Confusione - Lucio Battisti


Tu lo chiami solo un vecchio sporco imbroglio
ma uno sbaglio petrolio
troppo furbo per non essere sincero
ma davvero oro nero

Chiss, chiss chi sei


chiss che sarai, chiss che sar di noi
lo scopriremo solo vivendo
Comunque adesso ho un po' paura
ora che quest'avventura
sta diventando una storia vera
spero tanto tu sia sincera

Io perch non dovrei dirti tutto quello che sento nel cuore
Io perch non dovrei parlarti di tutto
anche di un nuovo mio amore
sei o non sei, sei o non sei
al di sopra di ogni mia grande passione

Dammi solo un minuto - Pooh

Confusione, confusione mi dispiace


se sei figlia della solita illusione e se fai confusione
Confusione, tu vorresti imbalsamare
anche l'ultima e pi piccola emozione

Lo so, so tutto non parlare pi


lo so che forse e' meglio ma crederci non voglio
non c'ero preparato, ci vuole fiato a dirti

Se tu credi che il carbone bruci meglio


un abbaglio petrolio
Comunque se ami pi del fuoco il fumo di un cero
non usare l'oro nero
Ma perch non dovrei liberare
qualunque sentimento per chiunque sia
tanto sai io non ti sentirei
certamente per questo meno mia
Ma chi mai disse che si deve amar come se stessi
il prossimo con moderazione

Addio, c' fumo e odore caldo qui


di dolci e di caff, ognuno pensa a s
il giorno pi normale ma io sto male, male
Dammi solo un minuto un soffio di fiato
un attimo ancora
stare insieme finita abbiamo capito ma dirselo dura
stato un bel tempo il mio tempo con te
Dammi solo un minuto un soffio di fiato un attimo
ancora
noi tranquilli e lontani ognuno per s piangeremo
domani
ma che coraggio che hai, come fai?

Confusione, confusione mi dispiace


se sei figlia della solita illusione e se fai confusione
Confusione, tu vorresti imbalsamare
anche l'ultima e pi piccola emozione
Confusione! Confusione!

E poi ti guardo, in fondo cosa sei


un fuoco presto spento se tira un po' di vento
un gioco senza impegno ma lasci il segno tu

E non dir che antico privilegio d'uomo


per mia comodit faccio mio
perch tu comunque libera saresti

Dammi solo un minuto un soffio di fiato


un attimo ancora
6

Il Canzoniere della Saint Honor Company

stare insieme finita abbiamo capito ma dirselo dura


svegliati, svegliami dai, cosa fai?

E allora gi quasi per caso, pi vicino ai marciapiedi


dove vero quel che vedi
E allora gi, senza bussare
fra le ciglia di un bambino, per potersi addormentare
E allora gi, fra stracci amore, dove un lusso la fortuna
c' bisogno della luna
E allora gi, gi, gi

Ma vero che sta tremando il tuo respiro


ma s che proprio vero
Come mai i tuoi occhi ora stanno piangendo
dimmi che era un sogno ci stiamo svegliando

E allora gi quasi per caso, pi vicino ai marciapiedi


dove vero quel che vedi
E allora gi, gi, senza bussare
fra le ciglia di un bambino, per potersi addormentare
E allora gi, fra stracci amore, dove un lusso la fortuna
c' bisogno della luna
E allora gi, gi, gi, gi

Come mai i tuoi occhi ora stanno piangendo


dimmi che era un sogno ci stiamo svegliando

Dieci ragazze Lucio Battisti


Ho visto un uomo che moriva per amore
ne ho visto un altro che pi lacrime non ha
Nessun coltello mai ti pu ferir di pi
di un grande amore che ti stringe il cuor

Emozioni Lucio Battisti


Seguir con gli occhi un airone sopra il fiume e poi
ritrovarsi a volare
e sdraiarsi felice sopra l'erba ad ascoltare
un sottile dispiacere
E di notte passare con lo sguardo la collina per scoprire
dove il sole va a dormire
Domandarsi perch quando cade la tristezza
in fondo al cuore, come la neve non fa rumore

Dieci ragazze per me posson bastare


dieci ragazze per me voglio dimenticare
Capelli biondi daccarezzare
e labbra rosse sulle quali morire
dieci ragazze per me, solo per me
Una la voglio perch sa bene ballare
Una la voglio perch ancor non sa cosa vuol dir l'amore
Una soltanto perch ha conosciuto tutti tranne me
Dieci ragazze cos che dicon solo di s

E guidare come un pazzo a fari spenti nella notte per


vedere
se poi tanto difficile morire
E stringere le mani per fermare qualcosa che
dentro me ma nella mente tua non c'...

Vorrei sapere chi ha detto che non vivo pi senza te


Matto, quello proprio matto perch forse non sa
che posso averne una per il giorno e una per la sera
per quel matto mi conosce perch ha detto una cosa
vera

Capire tu non puoi, tu chiamale se vuoi emozioni


tu chiamale se vuoi emozioni

Dieci ragazze per me posson bastare


dieci ragazze per me voglio dimenticare
capelli biondi daccarezzare
e labbra rosse sulle quali morire
Dieci ragazze cos che dicon solo di s

Uscir nella brughiera di mattina


dove non si vede a un passo
per ritrovar se stesso
Parlar del pi e del meno con un pescatore per ore e ore
per non sentir che dentro qualcosa muore
E ricoprir di terra una piantina verde sperando possa
nascere un giorno una rosa rossa

Vorrei sapere chi ha detto che non vivo pi senza te


Matto, quello proprio matto perch forse non sa
che posso averne una per il giorno e una per la sera
per quel matto mi conosce perch ha detto una cosa
vera

E prendere a pugni un uomo


solo perch stato un po' scortese
sapendo che quel che brucia non son le offese
E chiudere gli occhi per fermare qualcosa che
dentro me, ma nella mente tua non c'

Dieci ragazze per me, dieci ragazze per me


dieci ragazze per me, per io muoio per te

Capire tu non puoi, tu chiamale se vuoi emozioni


tu chiamale se vuoi emozioni

E la luna buss Loredana Bert


E penso a te Lucio Battisti

E la luna buss alle porte del buio


fammi entrare, lui rispose di no
e la luna buss dove c'era il silenzio
ma una voce sguaiata disse non pi tempo
quindi spalanc le finestre del vento e se ne and
a cercare un po' pi in l qualche cosa da fare
dopo avere pianto un po' per un altro no
per un altro no che le disse il mare, che le disse il mare

Io lavoro e penso a te
torno a casa e penso a te
le telefono e intanto penso a te
Come stai? e penso a te
dove andiamo? e penso a te
le sorrido abbasso gli occhi e penso a te

E la luna buss su due occhiali da sole


quello sguardo non si accorse di lei
ed allora prov ad un party in piscina
senza invito non entra nemmeno la luna
quindi rotol su champagne e caviale e se ne and
a cercare un po' pi in l qualche cosa da fare
dopo avere pianto un po' per un altro no
per un altro no di un cameriere

Non so con chi adesso sei


non so che cosa fai
ma so di certo a cosa stai pensando
troppo grande la citt per due che come noi
non sperano per si stan cercando, cercando

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Scusa tardi e penso a te


ti accompagno e penso a te
non son stato divertente e penso a te

Ieri ho ritrovato le tue iniziali nel mio cuore


non ho pi voglia di pensare e sono sempre pi sbadato
Tu come stai? Tu come stai? Tu come stai?

Sono al buio e penso a te


chiudo gli occhi e penso a te
io non dormo e penso a te

Tu cosa pensi, come cammini


chi ti ha portato via, chi scopre le tue spalle
chi si stende al tuo fianco, chi grida il nome tuo
chi ti accarezza stanco

la, la, la, la, ......

Tu come stai? Tu come stai? Tu come stai?


Tu come stai? Non cambiato niente no
il vento non mai passato tra di noi, tu come stai?
Non accaduto niente no, il tempo non ci ha mai
perduto
come stai? Tu come stai?

E tu Claudio Baglioni
Accoccolati ad ascoltare il mare
quanto tempo siamo stati senza fiatare
Seguire il tuo profilo con un dito
mentre il vento accarezzava piano il tuo vestito
E tu, fatta di sguardi tu e di sorrisi ingenui tu
ed io, a piedi nudi io sfioravo i tuoi capelli io
e fermarci a giocare con una formica
e poi chiudere gli occhi, non pensare pi
senti freddo anche tu, senti freddo anche tu

Figli delle stelle Alan Sorrenti

E nascoste nell'ombra della sera poche stelle


ed un brivido improvviso sulla tua pelle
Poi correre felici a perdifiato
fare a gara per vedere chi resta indietro

Non c' tempo di fermare questa corsa senza fine


che ci sta portando via
e il vento spegner il fuoco che si accende
quando sono in te, quando tu sei in me

Come le stelle noi, soli nella notte ci incontriamo


come due stelle noi, silenziosamente insieme ci
sentiamo

E tu, in un sospiro tu, in ogni mio pensiero tu


ed io restavo zitto io per non sciupare tutto io
e baciarti le labbra con un filo d'erba
e scoprirti pi bella coi capelli in su
e mi piaci di pi, e mi piaci di pi, forse sei l'amore

Noi siamo figli delle stelle


figli della notte che ci gira intorno
Noi siamo figli delle stelle
non ci fermeremo mai per niente al mondo
Noi siamo figli delle stelle
senza storia, senza et, eroi di un sogno
noi stanotte figli delle stelle
ci incontriamo per poi perderci nel tempo

E adesso non ci sei che tu, soltanto tu e sempre tu


che stai scoppiando dentro il cuore mio
Ed io che cosa mai farei se adesso non ci fossi tu
ad inventare questo amore

Come due stelle noi riflessi sulle onde scivoliamo


come due stelle noi avvolti dalle ombre noi ci amiamo

E per gioco noi siamo caduti coi vestiti in mare


ed un bacio e un altro e un altro ancora
da non poterti dire

Io non cerco di cambiarti, so che non potr fermarti


tu per la tua strada vai
addio ragazza, ciao, io non ti scorder
dovunque tu sarai, dovunque io sar

Che tu, pallida e dolce tu eri gi tutto quanto tu


ed io non ci credevo io e ti tenevo stretta io
coi vestiti inzuppati stare li a scherzare
poi fermarci stupiti, "Io vorrei... cio..."
ho bisogno di te, ho bisogno di te, dammi un po' d'amore

Noi siamo figli delle stelle


figli della notte che ci gira intorno
noi siamo figli delle stelle
non ci fermeremo mai per niente al mondo

E adesso non ci sei che tu, soltanto tu e sempre tu


che stai scoppiando dentro il cuore mio
Ed io che cosa mai farei se adesso non ci fossi tu
ad inventare questo amore

Noi siamo figli delle stelle


senza storia, senza et, eroi di un sogno
noi stanotte figli delle stelle
ci incontriamo per poi perderci nel tempo

E tu come stai Claudio Baglioni


Fiori rosa, fiori di pesco Lucio Battisti

Ho girato e rigirato senza sapere dove andare


ed ho cenato a prezzo fisso seduto accanto ad un dolore
Tu come stai? Tu come stai? Tu come stai?

Fiori rosa fiori di pesco, c'eri tu


fiori nuovi, stasera esco, ho un anno in pi
stessa strada, stessa porta.

E mi fanno compagnia quaranta amiche...le mie carte


anche il mio cane si fa forte e abbaia alla malinconia
Tu come stai? Tu come stai? Tu come stai?

Scusa se son venuto qui questa sera


da solo non riuscivo a dormire perch
di notte ho ancor bisogno di te
fammi entrare per favore
Solo! Credevo di volare e non volo
credevo che l'azzurro di due occhi per me
fosse sempre cielo, non
fosse sempre cielo, non

Tu come vivi, come ti trovi


chi viene a prenderti chi ti apre lo sportello
chi segue ogni tuo passo chi ti telefona
e ti domanda adesso
Tu come stai? Tu come stai? Tu come stai?

Il Canzoniere della Saint Honor Company

posso stringerti le mani

La verit in una sporca bugia,


volevi il corpo e non la mente mia!
Anche il coraggio ti pu dire di no
Io, un'abitudine, no! Un'abitudine, no!
Finirei...fra i sensi tuoi, mi perderei!!!

Come sono fredde, tu tremi


no, non sto sbagliando mi ami
dimmi che vero, dimmi che vero, dimmi che vero
dimmi che noi non siamo stati mai lontani
ieri era oggi, oggi gi domani vedrai davvero
dimmi che ve...

Lasciami qui! Lasciami qui! Lasciami qui!


Lasciami ai voli miei!
Aspetter, aspetter, aspetter finch tu dirai no!
No a chi di vivere ha paura!
No a chi amer una volta sola!

Scusa! Credevo proprio che tu fossi sola


credevo non ci fosse nessuno con te
oh scusami tanto se puoi
signore chiedo scusa anche a lei
ma io ero proprio fuori di me
io ero proprio fuori di me quando dicevo
Posso stringerti le mani?

Fortuna c'era atmosfera! Fortuna fu una pazzia


Fortuna! Fortuna io ci credevo
e mentre nascevo io stavo morendo
ma non mi arrendevo!

Come sono fredde, tu tremi


no, non sto sbagliando mi ami
dimmi che vero, dimmi che vero, dimmi che vero
dimmi che vero

Porta via il tempo tutto quello che sa


Quel po' di orgoglio, la mia volont
Catene d'oro ai desideri che ho
per ritrovare un uomo o la sua ombra, non so!
Come mai mi maledici e poi rimani?

Firenze (canzone triste) Ivan Graziani

Lasciami qui! Lasciami qui! Lasciami qui!


Lascia che sia cos!
Aspetter, aspetter, aspetter finch tu dirai, no!
No! Se non conosci i sentimenti
No! Se mi regali i tuoi rimpianti!

Firenze lo sai non servita a cambiarla


La cosa che ha amato di pi stata l'aria
Lei ha disegnato ha riempito cartelle di sogni
Ma gli occhi di marmo del colosso toscano
guardano troppo lontano

Fortuna ridere ancora mentre tu te ne vai, Fortuna!


Fortuna? Quale Fortuna?
Tenersi le mani e giurare che poi
saremmo arrivati a domani!

Caro il mio Barbarossa, studente in filosofia


Con il tuo italiano insicuro certe cose le sapevi dire
Oh lo so, lo so, lo so, lo so bene, lo so
Una donna da amare in due in comune fra te e me

Lasciami qui! Lasciami qui! Magari giusto cos!


Un'abitudine, no! Un'abitudine, no!

Ma di tempo c' ne, in questa citt


Fottuti di malinconia e di lei

Fortuna tu eri vera! Fortuna fu una pazzia, Fortuna!


Sicuro, sicuro, io rester ancora in piedi, lo giuro!
Fortuna!

Per questo canto una canzone triste triste triste


Triste triste triste, triste triste triste, triste come me
E non c' pi nessuno che mi parli ancora un po' di lei
Ancora un po' di lei

Futura Lucio Dalla

Ricordo i suoi occhi strano tipo di donna che era


Quando gett i suoi disegni
con rabbia gi da Ponte Vecchio
"Io sono nata da una conchiglia" diceva
"La mia casa il mare e con un fiume, no
non la posso cambiare"

Chiss, chiss domani


su che cosa metteremo le mani
se si potr contare ancora le onde del mare
e alzare la testa
non esser cos seria, rimani
I russi, i russi, gli americani
no lacrime, non fermarti fino a domani
sar stato forse un tuono, non mi meraviglio
una notte di fuoco, dove sono le tue mani
nascer e non avr paura nostro figlio

Caro il mio Barbarossa, compagno di un avventura


Certo che se lei se n' andata no, non colpa mia
Oh lo so, lo so, lo so, la tua vita non cambier
Ritornerai in Irlanda con la tua laurea in filosofia
Ma io che far in questa citt?
Fottuto di malinconia e di lei

E chiss come sar lui domani


su quali strade camminer
cosa avr nelle sue mani.. le sue mani
si muover e potr volare, nuoter su una stella
come sei bella
e se una femmina si chiamer Futura

Per questo canto una canzone triste triste triste


Triste triste triste, triste triste triste, triste come me
E non c' pi nessuno che mi parli ancora un po' di lei
Ancora un po' di lei

Il suo nome detto questa notte mette gi paura


sar diversa, bella come una stella, sarai tu in miniatura
ma non fermarti voglio ancora baciarti
chiudi i tuoi occhi non voltarti indietro
qui tutto il mondo sembra fatto di vetro
e sta cadendo a pezzi come un vecchio presepio

Fortuna Renato Zero


Di troppo amore s'impazzisce semmai
Semmai d'amore ti ubriacherai
Ride il demonio delle tue virt
se scopre che a letto il demonio sei tu
Come mai, godi e poi scompari?

Di pi, muoviti pi fretta, di pi, benedetta


pi su, nel silenzio tra le nuvole, pi su
che si arriva alla luna, s la luna
9

Il Canzoniere della Saint Honor Company

ma non bella come te questa luna


una sottana americana
allora su, mettendoci di fianco, pi su
guida tu che sono stanco, pi su
in mezzo ai razzi e a un batticuore, pi su
son sicuro che c' il sole, ma che sole!
un cappello di ghiaccio questo sole
una catena di ferro senza amore
amore, amore, amore

(a-a-ah, a-a-ah, a-a-ah) Gloria per chi accende il giorno


e invece di dormire con la memoria torna
a un tuffo nei papaveri in una terra libera
per chi respira nebbia, per chi respira rabbia
Per me che senza gloria con te, nuda sul divano
faccio stelle di cartone pensando a Gloria
Gloria manchi tu nell'aria
manchi come il sale manchi pi del sole
sciogli questa neve che soffoca il mio petto, o-oh
t'aspetto Gloria

Lento lento adesso batte pi lento, ciao, come stai


il tuo cuore lo sento, i tuoi occhi cos belli
non li ho visti mai
ma adesso non voltarti, voglio ancora guardarti
non girare la testa, dove sono le tue mani
aspettiamo che ritorni la luce, di sentire una voce
aspettiamo senza avere paura domani

Gloria (Gloria) chiesa di campagna (Gloria)


acqua nel deserto (Gloria) lascio aperto il cuore
(Gloria)
scappar senza far rumore dal lavoro, dal tuo letto
dai gradini di un altare, ti aspetto Gloria!

Giulia Antonello Venditti


Ho un anno di pi Lucio Battisti

Giulia, gli occhiali sul naso, ti sfiora la mente


parla di uomini e donne come solo lei sa
e la camera bassa e la mano piano piano che scende
trova la tua tenerezza e la sua verit

Ma che cosa cambiato dopo che ti ho incontrato?


Direi non molto
Ma che cosa restato dopo che ti ho amato?
Direi non molto

Giulia ci sa fare, Giulia intelligente


Giulia qualcosa di pi
Giulia ti accarezza, Giulia lotta insieme
Giulia parla anche per te
Oh! Giulia che ti tocca, Giulia che ti porta via da me

Ho un anno di pi e qualcosa in meno, tu


Ho un anno di pi e qualcosa in meno, tu
Ho un anno di pi - uuu

dove il cammino deserto e il deserto confine


calda la luce degli occhi ti guider
mentre io dovrei il tuo o il suo giustiziere
scopro la dolce vittoria della sua crudelt

Io giocavo a pallone, sono il solito scarpone


ma ancora gioco
E per fare impressione sai che imitavo il pavone
ancora gioco

Giulia ci sa fare, Giulia intelligente


Giulia qualcosa di pi
Giulia ti accarezza, accarezza la tua mente
Giulia lotta anche per te
Oh! Giulia che ti tocca, Giulia che ti porta via da me

Ho un anno di pi e qualcosa in meno, tu


Ho un anno di pi e qualcosa in meno, tu
Ho un anno di pi
Il mio vecchio editore l'ho sempre fatto arrabbiare
lavoravo poco
Ora quasi contento, dice che scrivo con pi sentimento
lavoro poco

Perch lei solo la mia vita, lei solo tutto il mondo


lei solo una gran parte di me
lei solo una bambina, oh! lei solo troppo bella
lei solo troppo anche per te
ma lei solo un po' confusa e ti prego non portarla via da
me

Ho un anno di pi e qualcosa in meno, tu


Ho un anno di pi e qualcosa in meno, tu
Ma che cosa cambiato dopo che ti ho incontrato?
Direi non molto
Ma che cosa restato dopo che ti ho amato?
Direi non molto

Giulia, oh! Giulia, oh! Giulia

Ho un anno di pi e qualcosa in meno, tu


Ho un anno di pi e qualcosa in meno, tu
Un anno di pi, un anno di pi, un anno di pi

Gloria Umberto Tozzi


Gloria manchi tu nell'aria
manchi ad una mano che lavora piano
manchi a questa bocca che cibo pi non tocca
e sempre questa storia che lei la chiamo Gloria.

Ho un anno di pi e qualcosa in meno, tu

Generale Francesco De Gregori

Gloria sui tuoi fianchi la mattina nasce il sole


entra odio ed esce amore dal nome Gloria

Generale dietro alla collina


ci sta la notte crucca e assassina
e in mezzo al prato c' una contadina
curva sul tramonto sembra una bambina
di cinquant'anni e di cinque figli
venuti al mondo come conigli
partiti al mondo come soldati
e non ancora tornati

Gloria manchi tu nell'aria


manchi come il sale, manchi pi del sole
sciogli questa neve che soffoca il mio petto
t'aspetto Gloria
Gloria (Gloria) chiesa di campagna (Gloria)
acqua nel deserto (Gloria)
lascio aperto il cuore (Gloria)
scappar senza far rumore dal lavoro, dal tuo letto
dai gradini di un altare, ti aspetto Gloria!

Generale dietro la stazione


lo vedi il treno che portava al sole
10

Il Canzoniere della Saint Honor Company

non fa pi fermate neanche per pisciare


si va dritti a casa senza pi pensare
che la guerra bella anche se fa male
che torneremo ancora a cantare
e a farci fare l'amore, l'amore dalle infermiere

un po' mignotta e va con tutti s per


per, per proprio sul meglio ha detto no
E il carrozzone riprende la via
facce truccate di malinconia
tempo per piangere, no, non ce n'
tutto continua anche senza di te

Generale la guerra finita


il nemico scappato vinto battuto
dietro la collina non c' pi nessuno
solo aghi di pino e silenzio e funghi
buoni da mangiare, buoni da seccare
da farci il sugo quando viene Natale
quando i bambini piangono
e a dormire non ci vogliono andare

Bella la vita che se ne va


vecchi cortili dove il tempo non ha et
i nostri sogni, la fantasia
ridevi forte e la paura era allegria
Bella la vita, dicevi tu
e t'ha imbroglio e t'ha fottuto proprio tu
con le regine, con i suoi re
il carrozzone va avanti da s

Generale queste cinque stelle


queste cinque lacrime sulla mia pelle
che senso hanno dentro al rumore di questo treno
che mezzo vuoto e mezzo pieno
e va veloce verso il ritorno
tra due minuti quasi giorno, quasi casa
quasi amore

Il cielo Renato Zero


Quante volte ho guardato al cielo
ma il mio destino cieco e non lo sa
che non c' piet per chi non prega e si convincer
che non solo una macchia scura il cielo

I giardini di marzo Lucio Battisti

Quante volte avrei preso il volo


ma le ali le ha bruciate gi
la mia vanit e la presenza di chi andato gi
rubandomi la libert, il cielo

Il carretto passava e quell'uomo gridava "gelati "


al ventuno del mese i nostri soldi erano gi finiti
io pensavo a mia madre e rivedevo i suoi vestiti
il pi bello era nero coi fiori non ancora appassiti

Quanti amori conquistano il cielo


perle d'oro nell'immensit
qualcuna cadr, qualcuna invece il tempo vincer
finch avr abbastanza stelle il cielo

All'uscita di scuola i ragazzi vendevano i libri


io restavo a guardarli cercando il coraggio per imitarli
poi sconfitto tornavo a giocar con la mente e i suoi tarli
e la sera al telefono tu mi chiedevi perch non parli?

Quanta violenza sotto questo cielo


un altro figlio nasce, e non lo vuoi
gli spermatozoi, l'unica forza tutto ci che hai
ma che uomo sei se non hai il cielo
Il cielo, il cielo

Che anno , che giorno


questo il tempo di vivere con te
le mie mani come vedi non tremano pi
e ho nell'anima, in fondo all'anima
cieli immensi e immenso amore
e poi ancora, ancora amore, amor per te
Fiumi azzurri e colline e praterie
dove corrono dolcissime le mie malinconie
l'universo trova spazio dentro me
ma il coraggio di vivere, quello, ancora non c

Il dono del cervo Angelo Branduardi


Dimmi, buon signore che siedi cos quieto
la fine del tuo viaggio che cosa ci port?
Le teste maculate di feroci tigri
per fartene tappeto le loro pelli?

I giardini di marzo si vestono di nuovi colori


e le giovani donne in quel mese vivono nuovi amori
Camminavi al mio fianco e ad un tratto dicesti
Tu muori!
Se mi aiuti son certa che io ne verr fuori"
Ma non una parola chiar i miei pensieri
continuai a camminare lasciandoti attrice di ieri
Che anno , che giorno .....

Sulle colline tra il quarto e il quinto mese


io per cacciare, da solo me ne andai
E fu cos che col cuore in gola
un agguato al daino io tendevo
ed invece venne il cervo che davanti a me si ferm
Piango il mio destino, io presto morir
ed in dono allora a te io offrir
queste ampie corna, mio buon signore
dalle mie orecchie tu potrai bere

Il carrozzone Renato Zero


Il carrozzone va avanti da s
con le regine, i suoi fanti, i suoi re
ridi buffone per scaramanzia, cos la morte va via

Un chiaro specchio sar per te il mio occhio


con il mio pelo pennelli ti farai

Musica, gente, cantate che poi


uno alla volta si scende anche noi
sotto a chi tocca, in doppiopetto blu
una mattina sei sceso anche tu

Se la mia carne cibo ti sar, la mia pelle ti riscalder


e sar il mio fegato che coraggio ti dar
E cos sar, buon signore
che il corpo del tuo vecchio servo
sette volte dar frutto, sette volte fiorir

Bella la vita che se ne va


un fiore, un cielo, la tua ricca povert
il pane caldo, la tua poesia
tu che stringevi la tua mano nella mia
Bella la vita, dicevi tu

Dimmi, buon signore che siedi cos quieto


la fine del tuo viaggio che cosa ci port?
Che cosa ci port?
11

Il Canzoniere della Saint Honor Company

(Pietre un giorno case ricoperte dalle rose selvatiche


rivivono, ci chiamano
boschi abbandonati e perci sopravvissuti vergini
si aprono, ci abbracciano)

Il gatto e la volpe Edoardo Bennato


Quanta fretta, ma dove corri, dove vai?
Se ci ascolti per un momento capirai
lui il gatto ed io la volpe, siamo in societ
di noi ti puoi fidar

In un mondo che prigioniero


respiriamo liberi io e te
e la verit si offre nuda a noi
e limpida l'immagine ormai.

Puoi parlarci dei tuoi problemi, dei tuoi guai


i migliori in questo campo siamo noi
una ditta specializzata, fai un contratto e vedrai
che non ti pentirai

Nuove sensazioni, giovani emozioni


si esprimono purissime in noi
la veste dei fantasmi del passato
cadendo lascia il quadro immacolato
e s'alza un vento tiepido d'amore
di vero amore, e scopro te

Noi scopriamo talenti e non sbagliamo mai


noi sapremo sfruttare le tue qualit
dacci solo quattro monete e ti iscriviamo al concorso
per la celebrit
Non vedi che un vero affare, non perdere l'occasione
senn poi te ne pentirai
Non capita tutti i giorni di avere due consulenti
due impresari, che si fanno in quattro per te

Il nostro caro angelo Lucio Battisti


La fossa del leone ancora realt
uscirne impossibile per noi, uno slogan, falsit

Avanti non perder tempo firma qua


un normale contratto, una formalit
tu ci cedi tutti i diritti e noi faremo di te
un divo da hit parade

Il nostro caro angelo si ciba di radici e poi


lui dorme nei cespugli sotto gli alberi
ma schiavo non sar mai
Gli specchi per le allodole
inutilmente a terra balenano ormai
come prostitute che nella notte vendono
un gaio un cesto d'amore che amor non mai

Quanta fretta, ma dove corri, dove vai ?


Che fortuna che hai avuto ad incontrare noi
lui il gatto ed io la volpe, siamo in societ
di noi ti puoi fidar, di noi ti puoi fidar, di noi ti puoi fidar

Paura alienazione e non quello che dici tu


le rughe han troppi secoli oramai
truccarle non si pu pi

Il mio canto libero Lucio Battisti

Il nostro caro angelo giovane lo sai


le reti il volo aperto gli precludono
ma non rinuncia mai
Cattedrali oscurano
le bianche ali bianche non sembran pi
Ma le nostre aspirazioni il buio filtrano
traccianti luminose gli additano il blu

In un mondo che non ci vuole pi


il mio canto libero sei tu
e l'immensit si apre intorno a noi
al dil del limite degli occhi tuoi
Nasce il sentimento, nasce in mezzo al pianto
e si innalza altissimo e va
e vola sulle accuse della gente
a tutti i suoi retaggi indifferente
sorretto da un anelito d'amore, di vero amore

Il pescatore Fabrizio De Andr

(coro )
pietre un giorno case
ricoperte dalle rose selvatiche
rivivono
ci chiamano
boschi abbandonati
e perci sopravissuti
vergini si aprono
ci abbracciano.

All'ombra dell'ultimo sole s'era assopito un pescatore


aveva un solco lungo il viso come una specie di sorriso
Venne alla spiaggia un assassino
due occhi grandi da bambino
due occhi enormi di paura
eran gli specchi di una avventura
E chiese al vecchio dammi il pane
ho poco tempo e troppa fame
e chiese al vecchio dammi il vino
ho sete e sono un assassino

In un mondo che prigioniero


respiriamo liberi io e te
e la verit si offre nuda a noi
e limpida l'immagine ormai

Gli occhi dischiuse il vecchio al giorno


non si guard neppure intorno
ma vers il vino e spezz il pane
per chi diceva ho sete ho fame

Nuove sensazioni, giovani emozioni


si esprimono purissime in noi
la veste dei fantasmi del passato
cadendo lascia il quadro immacolato
e s'alza un vento tiepido d'amore
di vero amore, e scopro te

E fu il calore di un momento
poi via di nuovo verso il vento
davanti agli occhi ancora il sole
dietro le spalle un pescatore.

Dolce compagna che


non sai dove andare ma sai che ovunque andrai
al fianco tuo mi avrai se tu lo vuoi

Dietro le spalle un pescatore


e la memoria gi dolore
gi il rimpianto di un aprile
giocato all'ombra di un cortile
12

Il Canzoniere della Saint Honor Company

E non lasciano lerba, non lasciano lerba


non lasciano lerba, non lasciano lerba
Eh no! Se va avanti cos chiss come finir
Chiss, chiss, chiss, come finir

Vennero in sella due gendarmi


vennero in sella con le armi
chiesero al vecchio se l vicino
fosse passato un assassino

E cos la seconda storia che vi voglio raccontare


quella del pastore Serafino
Al mondo antico chiuso nel suo cuore
la gente del duemila ormai non crede pi

Ma all'ombra dell'ultimo sole


s'era assopito il pescatore
e aveva un solco lungo il viso
come una specie di sorriso
e aveva un solco lungo il viso
come una specie di sorriso

Con le pecore ed un cane fedele


gli amici sempre pronti, nei pascoli sui monti
ad una spanna dal regno dei cieli viveva felice cosi
Oh! Serafino difendi, difendi la tua libert, la libert

Il poeta di corte Angelo Branduardi

Quel giovane pastore piaceva alle ragazze


perch negli occhi aveva l'avventura
e quando prese in pugno la fortuna
e un gruzzolo di soldi per caso eredit

venuto il corvo di mare a predirmi la sorte


tempo tu non avrai di fuggire, ti raggiungono gi
Strapperanno i tuoi occhi, bruceranno il tuo cuore
tempo tu non avrai di fuggire, ti raggiungono gi

Si fece una grande festa da fare girar la testa


Scoppiarono i mortaretti, si fecero dei banchetti
Per tutti ci fu un sorriso, che giorni di paradiso
per il pastore ricco Serafino

Io non ho paura di dovere morire


e tu vecchio corvo i suoi occhi strapperai
Io non ho paura, molto a lungo ho cantato
ma il suo cuore falso come il mio brucer

Regal qualche cosa agli amici


che gioia nel paese per quelle pazze spese
Uno scialle, una radio, un coltello
e una macchina rossa per s

venuto dal mare il granchio, alla sua bocca spetter


di potere con l'ultimo respiro rubargli l'anima (2 v.)
E il mio signore lo sa, una sola volta non baster
che l'avvoltoio divori il mio corpo
per far tacere per sempre il mio cuore (2 v.)

Oh! Serafino le donne, le donne ti dicono di s


beato te!
Piero, Piero, Piero, Piero, pieron, pieron, pieron
Vuoi spingere la macchina che in un burrone va
e scoppier!

Il ragazzo della via Gluck/Serafino A.


Celentano

Dopo i giorni dell'allegria, amaro resta il vino


Si trova in tribunale Serafino
I suoi nemici per prendere i suoi soldi
lo fan passar per matto e lui che cosa fa?
Si riprende le pecore ed il cane, gli amici sempre pronti
nei pascoli sui monti, nella casa pi grande del mondo
che soffitto e pareti non ha

Questa la storia di uno di noi,


anche lui nato per caso in via Gluck
in una casa fuori citt
gente tranquilla che lavorava
L dove c'era l'erba ora c' una citt
e quella casa in mezzo al verde, ormai, dove sar?

Oh! Serafino ... difendi, difendi la tua libert, la libert!

Questo ragazzo della via Gluck


si divertiva a giocare con me
ma un giorno disse "Vado in citt!"
e lo diceva mentre piangeva
io gli domando "Amico, non sei contento?
Vai finalmente a stare in citt
L troverai le cose che non hai avuto qui
potrai lavarti in casa senza andar gi nel cortile"

Ti voglio bene, pastore Serafino


un uomo con il cuore da bambino
E libero come l'aria purissima del mattino
per vivere, l sui monti, ritorna Serafino! (2v.)

Il tempo di morire Lucio Battisti

"Mio caro amico - disse - qui sono nato


e in questa strada ora lascio il mio cuore
Ma come fai a non capire
una fortuna per voi che restate
a piedi nudi a giocare nei prati
mentre l in centro io respiro il cemento
Ma verr un giorno che ritorner ancora qui
e sentir l'amico treno che fischia cos, Wa wa"

Motocicletta, 10 HP, tutta cromata, tua se dici s


mi costa una vita, per niente la darei
ma ho il cuore malato e so che guarirei
Non dire no, non dire no, non dire no, non dire no
io so che ami un altro ma che ci posso fare
io sono un disperato perch ti voglio amare

Passano gli anni, ma otto son lunghi


per quel ragazzo ne ha fatta di strada
ma non si scorda la sua prima casa
ora coi soldi lui pu comperarla
Torna e non trova gli amici che aveva
solo case su case, catrame e cemento
L dove c'era l'erba ora c' una citt
e quella casa, in mezzo al verde, ormai, dove sar?

Perch ti voglio amare, perch ti voglio amare


perch ti voglio amare, stanotte adesso s
Mi basta il tempo di morire fra le tue braccia cos
domani puoi dimenticare, domani
adesso, adesso dimmi di s
Non dire no, non dire no, non dire no

Perch continuano a costruire le case


13

Il Canzoniere della Saint Honor Company

prendi tutto quello che ho


Mi basta il tempo di morire fra le tue braccia cosi
domani puoi dimenticare, domani,
adesso, adesso dimmi di s, adesso dimmi di s

Parla ancora con me l'antenna un'ombra bruna


contro la luna e sopra la citt
L'alba dietro le case si scalda
e questo momento in diretta nel vento
lo voglio dedicare a te

Il treno Riccardo Cocciante


Innocenti evasioni Lucio Battisti

E il treno corre forte il treno va lontano


e il quadro cambia sempre l dietro al finestrino
io non ho avuto il tempo di stringere la mano
io non ho avuto il tempo di dire una parola
per asciugare il pianto di una madre che resta sola
per sciogliere quel nodo che mio padre aveva in gola

Che sensazione di leggera follia


sta colorando l'anima mia
immaginando preparo il cuscino
Qualcuno, gi nell'aria qualcuno
sorriso ingenuo e profumo

Ma il treno va lontano il treno porta via


e batte un tempo strano lungo la strada mia
pi indietro c' un bambino col naso che gli cola
poi vengono gli amici dei tempi della scuola
l'amore chiuso al bagno con una mano sola
le canzoni sconce urlate a squarciagola

I giradischi, le luci rosse e poi


champagne ghiacciato e l'avventura pu iniziare ormai
accendo il fuoco e mi siedo vicino
Qualcuno, stasera arriva qualcuno
sorrido intanto che fumo

Ma il treno corre forte, il treno adesso vola


sulle distese immense di ciclamini viola
sulle colline dolci coperte da lenzuola
sopra quei balli tristi coi buchi nella suola
sopra le notti spese in cerca di puttane
sui versi di Pavese, sulle promesse vane

Ma come mai tu qui stasera? Ti sbagli sai, non potrei


non aspettavo ti giuro nessuno!
Strana atmosfera, ma cosa dici mia cara?
Non sono prove, no, no
un po' di fuoco per scaldarsi un po'
e poca luce per sognarti, no?

Ma il treno corre forte su tutta la mia vita


che passa via veloce, che sfugge fra le dita
risento la sua voce, si riapre la ferita
la giovent passata per non ritornare mai pi

Siediti qui accanto, anima mia


ed abbandona la tua gelosia se puoi
combinazione ho un po' di champagne se vuoi, amore
Come sei bella, amore, sorridi e lasciati andare!

Ma il treno va lontano e non si mai fermato


ma gli occhi di quest'uomo conservano il passato
e adesso vedo i visi di gente sconosciuta
che cerca nei sorrisi la libert perduta
la zingara fortuna che scopre le mie carte
che legge nella luna quale sar la sorte

Chi pu bussare a quest'ora di sera?


sar uno scherzo o un amico, e chi lo sa?
no, non alzarti, chiunque sia si stancher, amore!
Come sei bella amore, ho ancora un brivido in cuore!

Io canto Riccardo Cocciante

Ma il treno corre forte si fermer soltanto quando


qualcuno un giorno mi chiamer nel vento

La nebbia che si posa la mattina


Le pietre di un sentiero di collina
Il falco che s'innalzer, il primo raggio che verr
La neve che si scioglier correndo al mare

In diretta nel vento - Pooh


Vivo, mi piace la notte e ci vivo
con le mie sigarette e il piatto che gira
e dietro i vetri la citt

L'impronta di una testa sul cuscino


I passi lenti e incerti di un bambino
Lo sguardo di serenit, la mano che si tender
La gioia di chi aspetter, per questo e quello che verr

Strano, il microfono come un bambino


gli parlo e non so se dorme o mi ascolta
la luce sciolta nel caff

Io canto, le mani in tasca canto


La voce in festa canto, la banda in testa canto
Corro nel vento e canto, la vita intera canto
La primavera canto, la mia preghiera canto
Per chi mi ascolter! Voglio cantare sempre cantare

E ogni notte cos questa radio il mio mondo


coi dischi i giornali e gli scontrini del bar
Senti senti il telefono ancora, la solita signora, oh no!
Ed invece sei tu ma senti che sorpresa
due giorni e due notti per dimenticare
metto un disco per te poi vattene a dormire
no, scusa, aspetta, dimmi dove sei

L'odore del caff nella cucina


La casa tutta piena di mattina
E l'ascensore che non va, l'amore per la mia citt
La gente che sorrider lungo la strada
I rami che si intrecciano nel cielo
Un vecchio che cammina tutto solo
L'estate che poi passer, il grano che maturer
La mano che lo coglier, per questo e quello che verr

Dimmi stasera sei in casa da sola


o parli nascosta fra coperte e cuscino
la radio l vicino a te?
E addosso cos'hai? Voglio saperti tutta
ti voglio sentire come stando l

Io canto, le mani in tasca canto


La voce in festa canto, la banda in testa canto
Corro nel vento e canto, la vita intera canto
La primavera canto, la mia preghiera canto

Senti, senti, volevi pensarci, e allora ci hai pensato o no?


Metto un disco per te e fra pensieri e suono
mi torna la voglia di due giorni fa
14

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Per chi mi ascolter! Voglio cantare, cantare, cantare

non caldo come il sole del mattino


chiss dovera casa mia
e quel bambino che giocava in un cortile

Io canto, le mani in tasca canto


La voce in festa canto, la banda in testa canto
Corro nel vento e canto oh na na na

Io, vagabondo che son io


vagabondo che non sono altro
soldi in tasca non ne ho ma lass mi rimasto Dio
Vagabondo che son io,
vagabondo che non sono altro
soldi in tasca non ne ho ma lass mi rimasto Dio

Io sono vivo - Pooh


Quando il vento della notte lascia il posto all'aria chiara
molto mondo dorme ancora io sono vivo
Quando il sole del mattino fruga i tetti piano piano
pettinando la citt io sono vivo

La collina dei ciliegi Lucio Battisti

Quando al buio ci si vede, quando la mia donna ride


quando la mia donna gode io sono vivo
L'inverno va nei pesci a primavera
il mio segno un corpo che respira

E se davvero tu vuoi vivere una vita


luminosa e pi fragrante
cancella col coraggio quella supplica dagli occhi
troppo spesso la saggezza e' solamente
la prudenza pi stagnante
e quasi sempre dietro la collina il sole!

Io correr, mi trasformer
una goccia, un torrente, l'oceano sar
Stammi vicino volando con me, cadendo con me
con la luna dipinta che spunta alle spalle del mondo
Navigher, mi trasciner
una goccia, un torrente, l'oceano sar
Stammi vicino volando con me, cadendo con me
nel tramonto d'arancia che accende
la guancia del mondo

Ma perch tu non ti vuoi azzurra e lucente?


ma perch tu non vuoi spaziare con me
volando intorno a una tradizione
come un colombo intorno a un pallone frenato
e con un colpo di becco ben aggiustato
forarlo e lui gi, gi, gi...
E noi ancora ancor pi su
planando sopra boschi di braccia tese
un sorriso che non ha ne' pi un volto ne' pi un'et

Quando il sole si distende prepotente sulla strada


la mia mente forte e nuda, io sono vivo
Quando un passo di violenza lacera a met un sorriso
non nascondo il viso io, io sono vivo

E respirando brezze che dilagano su terre


senza limiti e confini
ci allontaniamo e poi ci ritroviamo pi vicini
e pi in alto e pi in l (se chiudi gli occhi un istante)
ora figli dell'immensit

Quando tra dolcezza e voglia ogni cosa ti assomiglia


il mio sangue si risveglia, io sono vivo
L'inverno va nei pesci a primavera
il mio segno un corpo che respira

Se segui la mia mente, se segui la mia mente


abbandoni facilmente le antiche gelosie
ma non ti accorgi che e' solo la paura
che infine uccide i sentimenti
le anime non hanno sesso nei sogni

Io correr, mi trasformer
una goccia, un torrente, l'oceano sar
Stammi vicino volando con me, cadendo con me
con la luna dipinta che spunta alle spalle del mondo
Navigher, mi trasciner
una goccia, un torrente, l'oceano sar
Stammi vicino volando con me, cadendo con me
nel tramonto d'arancia che accende
la guancia del mondo

No, non temere, tu non sarai preda dei venti


ma perch non mi dai la tua mano perch
potremmo correre sulla collina
e dai ciliegi veder la mattina ... ( giorno!)
E dando un calcio ad un sasso residuo d'inferno
farlo rotolar gi, gi, gi

Io vagabondo - Nomadi

E noi ancora ancor pi su


planando sopra boschi di braccia tese
un sorriso che non ha ne' pi un volto ne' pi un'et

Io un giorno crescer e nel cielo della vita voler


Ma un bimbo che ne sa
sempre azzurra non pu essere l'et

E respirando brezze che dilagano su terre


senza limiti e confini
ci allontaniamo e poi ci ritroviamo pi vicini
e pi in alto, e pi in l
ora figli dell'immensit

Poi, una notte di settembre mi svegliai


il vento sulla pelle
sul mio corpo il chiarore delle stelle
chiss dovera casa mia
e quel bambino che giocava in un cortile

La favola mia Renato Zero

Io, vagabondo che son io


vagabondo che non sono altro
soldi in tasca non ne ho ma lass mi rimasto Dio

Ogni giorno racconto la favola mia


la racconto ogni giorno, chiunque tu sia
E mi vesto di sogno per darti se vuoi
l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi

S, la strada ancora l
un deserto mi sembrava la citt
Ma un bimbo che ne sa
Sempre azzurra non pu essere l'et

Queste luci impazzite si accendono e tu


cambi faccia ogni sera, ma sei sempre tu
Sei quell'uomo che viene a cercare l'oblio

Poi, una notte di settembre me ne andai


il fuoco di un camino
15

Il Canzoniere della Saint Honor Company

la poesia che ti vendo, di cui sono il dio

La luna Angelo Branduardi

Dietro questa maschera c' un uomo e tu lo sai


L'uomo di una strada che la stessa che tu fai
E mi trucco perch la vita mia
non mi riconosca e vada via

Un giorno all'improvviso la luna si stanc


di guardare il mondo di lass
Prese una cometa il volto si vel
e fino in fondo al cielo cammin

Batte il cuore ed ogni giorno un'esperienza in pi


La mia vita e nella stessa direzione, tu
E mi vesto da re perch tu sia
tu sia il re di una notte di magia

E sorpresa fu che la bianca distesa non fosse neve


Eran solo sassi e i piedi si fer
piangendo di nascosto lei fugg

Con un gesto trasformo la nuda realt


poche stelle di carta il tuo cielo, ecco qua
Ed inventa te stesso la musica mia
E dimentichi il mondo con la sua follia

Affrontare il mondo a piedi nudi non si pu


e dall'alto a spiarlo lei rest
E sorpresa non pi che la bianca distesa non sia neve

Tutto quello che c' fuori rimane dov'


tu sorridi, tu piangi, tu canti con me
Forse torni bambino e una lacrima va
sopra a questo costume che a pelle mi sta

La mia banda suona il rock Ivano Fossati

Dietro questa maschera c' un uomo e tu lo sai


Con le gioie, le amarezze ed i problemi suoi
E mi trucco perch la vita mia
non mi riconosca e vada via

La mia banda suona il rock e tutto il resto all'occorrenza


sappiamo bene che da noi fare tutto un'esigenza
un rock bambino soltanto un po' latino
una musica che speranza, una musica che pazienza

Batte il cuore ed ogni giorno un'esperienza in pi


La mia vita e nella stessa direzione, tu
E mi vesto da re perch tu sia
tu sia il re di una notte di magia

come un treno che passato con un carico di frutti


eravamo alla stazione, s, ma dormivamo tutti
e la mia banda suona il rock
per chi l'ha visto e per chi non c'era
e per chi quel giorno l inseguiva una sua chimera

Dietro questa maschera lo sai ci sono io


(sono io soltanto io)
Quel che cerco, quel che voglio, lo sa solo Dio
(e lo sa soltanto Dio) Ed ogni volta nascer
ed ogni volta morir per questa favola che mia
Vieni ti porto nella favola mia

Non svegliatemi oh, non ancora


e non fermateci no, no, per favore no
La mia banda suona il rock e cambia faccia
all'occorrenza
da quando il trasformismo diventato un'esigenza
ci vedrete in crinoline, come brutte ballerine
ci vedrete danzare come giovani zanzare

L'alba Riccardo Cocciante

Ci vedrete alla frontiera con la macchina bloccata


ma lui ce l'avr fatta, la musica passata
un rock bambino soltanto un po' latino
viaggia senza passaporto e noi dietro col fiato corto
lui ti penetra nei muri, ti fa breccia nella porta
ma in fondo viene a dirti che la tua anima non morta

L'alba di un nuovo giorno, l'alba del mio ritorno


L'alba di chi ha sbagliato, l'alba di chi battuto
L'alba lungo le strade, l'alba di chi ora cede
E poi il giorno sulla mia casa
il giorno senza una scusa una scusa
Il giorno su per le scale
il giorno che fa pi male, pi male
Il giorno sulla tua porta
Il giorno che mi riporta qui

Non svegliatemi oh, non ancora


e non fermateci no, per favore no
La mia banda suona il rock ed un'eterna partenza
viaggia bene ad onde medie e a modulazione di
frequenza
un rock bambino soltanto un po' latino
una musica che speranza una musica che pazienza
come un treno che passato con un carico di frutti
eravamo alla stazione, s, ma dormivamo tutti
e la mia banda suona il rock
per chi l'ha visto e per chi non c'era
e per chi quel giorno li inseguiva una sua chimera

E poi la sera ti asciuga il viso


La sera ti d un sorriso, un sorriso
La sera sopra il tuo letto
La sera cancella tutto, tutto
La sera nelle tue mani
La sera nelle mie mani, le mie mani
E poi la notte senza un domani
La notte e tu che sempre mi perdoni
La notte nella stazione
La notte per una nuova illusione
La notte per non restare
La notte per non morire, non morire
La notte per ricominciare
La notte per scappare, per scappare via, via, via

Non svegliatemi oh, non ancora


e non fermateci no, per favore no

LAnno Che Verr Lucio Dalla


Caro amico ti scrivo cos mi distraggo un po'
e siccome sei molto lontano pi forte ti scriver
Da quando sei partito c' una grossa novit
l'anno vecchio finito ormai
ma qualcosa ancora qui non va
16

Il Canzoniere della Saint Honor Company

La tua idea, la tua idea. Non mollare, difendi la tua idea


Ricordi quando ti nasceva una canzone
e quando la speranza aveva gli occhi tuoi?

Si esce poco la sera compreso quando festa


e c' chi ha messo dei sacchi di sabbia vicino alla finestra
e si sta senza parlare per intere settimane
e a quelli che hanno niente da dire, del tempo ne rimane

Vincerai, se lo vuoi, ma non farti fregare gli anni tuoi


il blu del cielo forse adesso ha una ragione
ferma l'amore, non lasciarlo andare via

Ma la televisione ha detto che il nuovo anno


porter una trasformazione
e tutti quanti stiamo gi aspettando
sar tre volte Natale e festa tutto il giorno
ogni Cristo scender dalla croce
anche gli uccelli faranno ritorno

Chi di violenza vive forse ha quella soltanto


prendi la gioia al volo prima che sia rimpianto
La tua macchina rossa potrai averla anche tu
ma non a trecento all'ora che avrai di pi

Ci sar da mangiare e luce tutto l'anno


anche i muti potranno parlare mentre i sordi gi lo fanno

La tua idea, la tua idea


Quando sparisce col sorriso la paura
ti vivr accanto, far il viaggio insieme a te
Sar io la tua idea!

E si far l'amore ognuno come gli va


anche i preti potranno sposarsi
ma soltanto a una certa et
E senza grandi disturbi qualcuno sparir
saranno forse i troppo furbi e i cretini di ogni et

Credimi, tu non devi smettere di giocare agli indiani


il tuo destino non nella ruota ma nelle tue mani
ed per questo, credimi, che meglio fingersi acrobati
che sentirsi dei nani

Vedi caro amico cosa ti scrivo e ti dico


e come sono contento, di essere qui in questo momento
Vedi, vedi, vedi, vedi, vedi caro amico
cosa si deve inventare
per poterci ridere sopra, per continuare a sperare

Luciah Lucio Battisti

E se quest'anno poi passasse in un istante


vedi amico mio, come diventa importante
che in questo istante ci sia anch'io

Oggi stata gran festa in paese, s lo so


ma non per questo si brucian le chiese, no no no
La botte era grande, il vino era buono, lo sai anche tu
ti tanto piaciuto che ci hai fatto il bagno
non farlo mai pi

Luci-ah!

L'anno che sta arrivando tra un anno passer


io mi sto preparando, questa la novit

La tua veste colore di fuoco molto bella per


troppo a lungo l sul campanile sventol
gli indumenti di pizzo ricaman la pelle
ma mi sembra che tu
questa sera al chiaror delle stelle non li avevi pi

La rete doro Renato Zero


Questa rete d'oro adesso ha pescato noi
dolci prede, peccatori mai
Noi di questo mare, noi la sola verit
un azzurro complice e il segreto che ci unir

Luci-ah! Luci-ah! Di solito cos non si fa! Luci-ah! Luciah!


Luci-ah! Luci-ah! Di solito cos non si fa! Luci-ah! Luciah!

Vuoi, vuoi, c' una stella in cielo e, giura, non ci tradir


mai
Vuoi, vuoi, lasciami scoprire dove vanno i sogni tuoi

Tu sapevi che il curato ogni giorno prega sempre per te


ma perch l'hai legato e a lui intorno hai ballato, perch?
E quando il figlio del tuo macellaio
ti ha chiesto in sposa per lui
non dovevi rispondere che una bistecca non sei
E siam d'accordo con te devi decidere tu
il fidanzato che vuoi
comunque esageri un po' con la richiesta che fai
provarli tutti non puoi!

Io non sono ricco, un nome tutto quello che ho


ma il mio corpo forte e tu sei fiore, ti protegger
Mentre il tempo dolce piano ci canceller
dalle ombre della notte un'altra luce ci raccoglier
Vuoi, vuoi
Vuoi, vuoi, prendimi, difendimi
e poi ti costruir un pianeta dove tu sarai poesia
Vuoi, vuoi, prendimi, difendimi
e poi ti costruir un pianeta dove tu sarai poesia

Luci-ah! Luci-ah! Di solito cos non si fa! Luci-ah! Luciah!


Luci-ah! Luci-ah! Di solito cos non si fa! Luci-ah! Luciah!

La tua idea Renato Zero

Ho l'impressione che se non smetti all'inferno


forse tu finirai
ma se non altro quel luogo pi allegro
ed umano renderai

E' meglio fingersi acrobati che sentirsi dei nani


spendere tutti i sogni eludendo i guardiani
Finch il tuo cuore intatto e il tuo coraggio non mente
ti ritroverai uomo dietro un fantasma di niente

Luci-ah!
Luci-ah!
Luci-ah!
Luci-ah!

Ti mostrano il sorriso e poi li scopri assassini


ti vendono la morte pur di fare quattrini
E sulla pelle del tuo ultimo fratello innocente
c'era rimasto un buco solamente

17

Luci-ah! Di solito cos non si fa!


Luci-ah!
Luci-ah! Di solito cos non si fa!
Luci-ah!

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Occhi di donnola, bocca di fragola


pelle di nuvola, freddo che penetra
Batte il suo tempo strano e stretto
il forte tamburo del petto
Cielo pesante come roccia l'ultima notte di caccia
Luna che scivola dietro una nuvola
fiato di polvere senza capire perch

Lugano addio Ivan Graziani


Le scarpe da tennis bianche e blu
seni pesanti e labbra rosse e la giacca a vento
Oh! Marta io ti ricordo cos
il tuo sorriso e i tuoi capelli fermi come il lago
Lugano addio cantavi mentre la mano mi tenevi
"Canta con me" tu mi dicevi ed io cantavo
di un posto che non avevo visto mai

Luna Gianni Togni

Tu, tu mi parlavi di frontiere, di finanzieri e contrabbando


mi scaldavo ai tuoi racconti
"Eh mio padre s" tu mi dicevi
"quass in montagna ha combattuto"
Poi del mio mi domandavi

E guardo il mondo da un obl, mi annoio un po'


passo le notti a camminare dentro a un metr
sembro uscito da un romanzo giallo
ma cambier, s cambier
Gettano arance da un balcone, cos non va
tiro due calci ad un pallone, e poi chiss
non sono ancora diventato matto
qualcosa far, ma adesso no, Luna

Ed io pensavo a casa mio padre fermo sulla spiaggia


le reti al sole i pescherecci in alto mare
conchiglie e stelle le bestemmie e il suo dolore
Oh! Marta io ti ricordo cos
il tuo sorriso e i tuoi capelli fermi come il lago

Luna non mostri solamente la tua parte migliore


stai benissimo da sola, sai cos' l'amore
e credi solo nelle stelle, mangi troppe caramelle, Luna

Lugano addio cantavi mentre la mano mi tenevi


addio cantavi e non per falsa ingenuit
tu ci credevi e adesso anch'io che sono qua

Luna ti ho visto dappertutto anche in fondo al mare


ma io lo so che dopo un po' ti stanchi di girare
restiamo insieme questa notte
mi hai detto no per troppe volte, Luna

Oh! Marta mia, addio, ti ricordo cos


il tuo sorriso e i tuoi capelli fermi come il lago...

E guardo il mondo da un obl, mi annoio un po'


se sono triste mi travesto come Pierrot
poi salgo sopra i tetti e grido al vento
guarda che anch'io ho fatto a pugni con Dio

L'ultima notte di caccia - Pooh


Batte il suo tempo sempre esatto
il forte tamburo del petto
cuore di guerra sempre attento, cuore di quercia nel vento
Luna di maggio brucia il legno per una donna ed un sogno
biondi capelli, stretti fianchi, per una donna dei bianchi
Occhi di donnola, bocca di fragola
pelle di nuvola freccia che penetra
Luna di maggio, gialla falce, grido d'amore dell'alce
Ombre di carri nella sera, fuochi di gente straniera
Fiamme che ballano, occhi di cenere
resta invisibile, l'attimo giusto verr

Ho mille libri sotto al letto, non leggo pi


ho mille sogni in un cassetto, non lo apro pi
parlo da solo e mi confondo e penso
che in fondo, s, sto bene cos, Luna
Luna tu parli solamente a chi innamorato
chiss quante canzoni ti hanno gi dedicato
ma io non sono come gli altri
per te ho progetti pi importanti, Luna
Luna non essere arrabbiata, dai non fare la scema
il mondo piccolo se visto da un'altalena
sei troppo bella per sbagliare, solo tu mi puoi capire
Luna

Lei ha detto che verr e lingua di serpente lei non ha


nel suo corpo tiepido la sete del suo sesso scioglier
Per altre notti ancora il frutto si aprir
il lupo di frontiera nutrir

E guardo il mondo da un obl, mi annoio un po'


a mezzanotte puoi trovarmi vicino a un juke-box
poi sopra i muri scrivo in latino
evviva le donne, evviva il buon vino

Stan giocando gli uomini


la bocca all'acquavite e gli occhi a lei
Si sentono invincibili non sanno che li guardi e che ci sei
La luna le sue spalle d'argento vestir
l'amante del ribelle lei sar

Son pieno di contraddizioni, che male c'


adoro le complicazioni, fanno per me
non metter la testa a posto mai
e a maggio vedrai che mi sposerai, Luna

Notte di corsa senza fiato, notte di volpe in agguato


Batte il coraggio nella pelle fra l'agrifoglio e le stelle
Porta la donna tua dentro la terra tua
Dentro la gente tua, dentro la storia tua
Fuochi nel campo tutti spenti mordi l'attesa tra i denti
Vengono passi sul sentiero, mordi tra i denti il respiro
Quella la donna tua, quella la forza tua
gli uomini pallidi non la vedranno mai pi

Luna non dirmi che a quest'ora tu gi devi scappare


in fondo presto, l'alba ancora si deve svegliare
bussiamo insieme ad ogni porta
se sembra sciocco cosa importa, Luna
Luna che cosa vuoi che dica non so recitare
ti posso offrire solo un fiore poi portarti a ballare
vedrai saremo un po' felici
e forse molto pi che amici, Luna

Lei ha detto che verr e lingua di serpente lei non ha


sul tuo corpo d'albero la seta del suo sesso scioglier
L'aurora le sue spalle di rosso vestir
l'amante del ribelle lei sar
Ultima luna del tuo viaggio cuore di puma selvaggio
vengono passi sul sentiero, un lampo di luce, uno sparo
18

Il Canzoniere della Saint Honor Company

L'uomo falco Antonello Venditti

Mi ritorni in mente Lucio Battisti

L'uomo falco vola in alto sul suo trono di diamanti


per natura nega sempre ed muto come un pesce
lui un uomo falco e se qualcuno lo cerca
lui vola pi in alto perch

Mi ritorni in mente bella come sei, forse ancora di pi


mi ritorni in mente dolce come mai, come non sei tu
Un angelo caduto in volo, questo tu ora sei
in tutti i sogni miei
come ti vorrei, come ti vorrei
Ma c qualcosa che non scordo
c qualcosa che non scordo

Perch suo nonno era Ponzio Pilato


e suo padre i 40 ladroni
e sua moglie le sette sorelle
e sua madre un segreto militare
lui un uomo falco e se qualcuno lo cerca
lui vola pi in alto perch

Quella sera ballavi insieme a me e ti stringevi a me


all'improvviso mi hai chiesto lui chi , lui chi
un sorriso e ho visto la mia fine sul tuo viso
il nostro amor dissolversi nel vento
ricordo sono morto in un momento

Lui ti offre cioccolato, fiori finti da annusare


gli orologi pi precisi, medicine da mangiare
lui un bravo ragazzo e se qualcuno lo accusa
se ne lava le mani perch

Mi ritorni in mente bella come sei, forse ancora di pi


mi ritorni in mente dolce come mai, come non sei tu
Un angelo caduto in volo, questo tu ora sei
in tutti i sogni miei
come ti vorrei, come ti vorrei
Ma c qualcosa che non scordo
c qualcosa che non scordo
che non scordo

Perch lui porta la cravatta, il sorriso pi smagliante


ha una banca che lo aspetta e un aereo sempre pronto
e lui vola sempre pi in alto e San Pietro ha aperto
proprio l'ultima porta per lui
Cos organizza t danzanti fughe di angeli dalla capitale
corsi completi per diavoli aspiranti
e per la Caritas Internazionale
lui un figlio di puttana e se qualcuno lo cerca
lui vola pi in alto che pu

Non si pu morire dentro Gianni Bella


Se il nostro amore un altro fallimento
non me la prender con te con lui o con il vento
perch son stato io a sollevarti il mento
perch non ti comprai e adesso non ti vendo

lui un uomo falco e se qualcuno lo cerca


lui vola pi in alto che pu

Tu, bella e triste tu mi dicesti quanto ti lasciai


non si pu morire dentro e morendo me ne andai
Ora sono qui, dopo un anno l'ho capito che
non si pu morire dentro e morivo senza te

Margherita Riccardo Cocciante


Io non posso stare fermo con le mani nelle mani
tante cose devo fare prima che venga domani
e se lei gi sta dormendo io non posso riposare
far in modo che al risveglio non mi possa pi scordare

Abbracciami anche tu ci son troppe persone


senn io lo farei l'amore qui alla stazione
Ma non restare l a buttar via i minuti
il mondo tu lo sai degli innamorati

Perch questa lunga notte non sia nera pi del nero


fatti grande dolce luna e riempi il cielo intero
e perch quel suo sorriso possa ritornare ancora
splendi sole domattina come non hai fatto ancora

Tu chi nascondi tu, se c' un altro dillo pure qui


non si pu morire dentro e sorridersi cos
Anche senza me bella s ma triste tu sarai
non si pu morire dentro e restando morirei
Un puntino tu, la tua storia scrivere vorrei
ma non si pu morire dentro e restando morirei

E per poi farle cantare le canzoni che ha imparato


io le costruir un silenzio che nessuno ha mai sentito
sveglier tutti gli amanti, parler per ore ed ore
abbracciamoci pi forte perch lei vuole l'amore e poi
Corriamo per le strade e mettiamoci a ballare
perch lei vuole la gioia, perch lei odia il rancore e poi
coi secchi di vernice coloriamo tutti i muri
case, vicoli e palazzi, perch lei ama i colori
raccogliamo tutti i fiori, che pu darci primavera
costruiamole una culla, per amarci quando sera poi

Notte a sorpresa - Pooh


Prendo la strada del centro
stasera non rientro da te ormai
lingua di menta fra i denti, pensieri distanti da te ormai
dissetante gustarsi la gente tranquillamente cos

Saliamo su nel cielo e prendiamole una stella


perch Margherita buona, perch Margherita bella

Respirer tutta l'aria che c'


notte a sorpresa lontano da casa
mi prende e mi d, questa grande citt
come una donna mi tenta e diventa qua e l
malinconia, poesia e fantasia

Perch Margherita dolce, perch Margherita vera


perch Margherita ama, e lo fa una notte intera perch
Margherita un sogno, perch Margherita il sale
perch Margherita il vento e non sa che pu far male

Piazza spazzata dal vento


io sono contento di me perch
vivo, mi basto, mi spendo
nel mondo anche senza di te ormai
Luna sorride fra nuvole rade, traccia le strade per me

Perch Margherita tutto ed lei la mia pazzia


Margherita Margherita, Margherita adesso mia ...

Respirer tutta l'aria che c'


notte a sorpresa lontano da casa
mi prende e mi d, questa grande citt
19

Il Canzoniere della Saint Honor Company

come una donna mi tenta e diventa qua e l


malinconia, poesia e fantasia
Qua e l malinconia, poesia e fantasia
Qua e l malinconia, poesia e fantasia

Non restare chiuso qui pensiero


riempiti di sole e va nel cielo
cerca la tua casa e poi sul muro
scrivi tutto ci che sai pensiero, pensiero

Pensieri e parole Lucio Battisti

Pensiero stupendo Patty Pravo

Che ne sai di un bambino che rubava


e soltanto nel buio giocava
e del sole che trafigge i solai, che ne sai?
e di un mondo tutto chiuso in una via
e di un cinema di periferia
che ne sai della nostra ferrovia, che ne sai?

E tu, E noi, E lei, Fra noi


Vorrei, Non so, Che lei o no
Le mani, Le sue

Conosci me la mia lealt


tu sai che oggi morirei per onest
Conosci me, il nome mio
tu sola sai se vero o no che credo in Dio

E tu, E noi, E lei, Fra noi


Vorrei, Vorrei, E lei adesso sa che vorrei
Le mani, Le sue

Pensiero stupendo, nasce un poco strisciando


Si potrebbe trattare di bisogno d'amore, meglio non dire

O prima o poi, poteva accadere sai


Si pu scivolare se cos si pu dire, questioni di cuore

Che ne sai tu di un campo di grano


poesia di un amore profano
la paura d'esser preso per mano, che ne sai?

Pensiero stupendo, Nasce un poco strisciando


Si potrebbe trattare di bisogno d'amore, meglio non dire

L'amore mio (che ne sai di un ragazzo perbene)


roccia ormai (che mostrava tutte quante le sue pene)
e sfida il tempo e sfida il vento e tu lo sai
(la mia sincerit per rubare la sua verginit)
s tu lo sai (che ne sai?)

E tu, E noi, E lei, Fra noi


Vorrei, Vorrei, E lei adesso sa che vorrei
Le Mani, Le sue, E poi un'altra volta noi due
Vorrei per amore, per ridere, Dipende da me

Davanti a me c' un'altra vita la nostra gi finita


e nuove notti e nuovi giorni, cara vai o torni con me?
Davanti a te ci sono io (dammi forza mio Dio)
o un altro uomo (chiedo adesso perdono)
e nuove notti e nuovi giorni, cara non odiarmi se puoi

E tu ancora E noi ancora E lei un'altra volta fra noi


Le mani questa volta sei tu e lei
E lei a poco a poco di pi, di pi
Vicini per questioni di cuore se cos si pu dire, dir
E tu ancora E noi ancora E lei un'altra volta fra noi
Fra noi, fra noi

Conosci me (che ne sai di un viaggio in Inghilterra)


quel che darei (che ne sai di un amore israelita)
perch negli altri ritrovassi gli occhi miei
(di due occhi sbarrati che mi han detto bugiardo finita)
Che ne sai di un ragazzo che ti amava
che parlava e niente sapeva
eppur quel che diceva chiss perch chiss adesso verit

Pensiero stupendo, Nasce un poco strisciando


Si potrebbe trattare di bisogno d'amore, meglio non dire

Perch no Lucio Battisti

Davanti a me c' un'altra vita la nostra gi finita


e nuove notti e nuovi giorni, cara vai o torni con me?
Davanti a te ci sono io (dammi forza mio Dio)
o un altro uomo (chiedo adesso perdono)
e nuove notti e nuovi giorni, cara non odiarmi se puoi

In un grande magazzino una volta al mese


spingere un carrello pieno sotto braccio a te
e parlar di surgelati rincarati
far la coda mentre sento che ti appoggi a me
Prepararsi alla partenza con gli sci e scarponi
essersi svegliati presto prima delle sei
e fermarsi in trattoria per un panino
e restar due giorni a letto non andar pi via

Pensiero - Pooh
Non restare chiuso qui pensiero
riempiti di sole e vai nel cielo
cerca la tua casa e poi sul muro
scrivi tutto ci che sai che vero, che vero

Perch no? Perch no? Perch no? Perch no?


Scusi lei mi ama o no?
Non lo so, per ci sto

Sono un uomo strano ma sincero


cerca di spiegarlo a lei pensiero
quella notte gi in citt non c'ero
male non le ho fatto mai davvero, davvero

Comperar la terra, i semi e qualche grande vaso


coltivare un orto sul balcone insieme a te
chi rub la mia insalata? chi l'ha mangiata?
e rincorrerti sapendo quel che vuoi da me

Solo lei nell'anima rimasta lo sai


questo uomo inutile troppo stanco ormai
Solo tu pensiero puoi fuggire se vuoi
la sua pelle morbida accarezzerai

Chieder gli opuscoli turistici della mia citt


e con te passare il giorno a visitar musei
monumenti e chiese parlando inglese
e tornare a casa a piedi dandoti del lei

C' sulla montagna il suo sentiero


vola fin lass da lei pensiero
dal cuscino ascolta il suo respiro
porta il suo sorriso qui vicino, vicino

Perch no? Perch no? Perch no? Perch no?


Scusi lei mi ama o no?
Non lo so, per ci sto

20

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Perdendo Anna Umberto Tozzi

Per un'ora d'amore Matia Bazar

Il dottore dice che ho il cuore


di un atleta e ho tanto da campare
l'acqua calda qui in piscina

Per un'ora d'amore non so cosa farei


per poterti sfiorare non so cosa darei
chiudo gli occhi senza te, le serate non finiscono mai
sole giallo, mare blu, non vorrei farti restare cos
un ricordo di unestate di pi

Sto bene eppure sto perdendo Anna, lo so


proprio Anna per al Cavour stasera danno un film
che non le piaceva proprio perch piaceva a me

E per un'ora d'amore venderei anche il cuore


E per un'ora d'amore venderei anche il cuore

Bell'incosciente stai perdendo Anna, lo sai


senza anna che fai? Quelle quattro ragazzine che hai
cosa credi che vengon solo perch hai la macchina

Per un'ora d'amore non so cosa farei


per poterti sfiorare non so cosa darei
chiudo gli occhi, ti vorrei
non nei sogni ma cos come sei
sole giallo, mare blu, mi risveglio ora che manchi tu
aspettarti e sapere che ormai

E alla partita sto perdendo Anna, per


senza Anna che goal, forse lei portava male un po'
chi mi vuole al bar? Al telefono c' Anna
proprio mentre ho la scala reale massima

Io per un'ora d'amore venderei anche il cuore


Io per un'ora d'amore venderei anche il cuore

Quanto costa andare al night? Ho vinto


dove vuoi andare tutto spento
il mio giorno da leone
alla fine e so che sto perdendo Anna, per
dove vado non so, se pulissero le strade un po'
dai piccioni della cattedrale allora qui

Chiudo gli occhi penso a te, i ricordi non finiscono mai


sole giallo, mare blu, come il vento sei volata anche tu
non rimane che dire vorrei
E per un'ora d'amore venderei anche il cuore
E per un'ora d'amore venderei anche il cuore

Potrei dormire aspettando Anna, lo so


che lei passa di qui, travestito da ambulante potrei
farle i prezzi a met contrattando un po' come piace a lei

Per un'ora d'amore non so cosa farei


per poterti sfiorare non so cosa darei
Per un'ora d'amore non so cosa farei
per poterti sfiorare non so cosa darei
Per un'ora d'amore non so cosa farei
per poterti sfiorare non so cosa darei

E invece sveglio la portiera e sto perdendo Anna ma c'


un biglietto per me, sto aspettando sono Anna, perch
tu non passi da me? Mentre sto perdendo Anna

Periferia Renato Zero

Pierre - Pooh

C' chi fin l non giunge mai, l che muore il mondo


E la citt oltre non va dove anche un cielo di fango

Penso a te nei tempi della scuola con noi


sottile pallido un po' perso
tu gi da noi cos diverso, triste
Penso a te, ricordo si rideva tra noi
di quel tuo sguardo di bambina
di quella tua dolcezza strana, triste

Figli ce n', ce n' anche qui, tutti una faccia ed un nome


Figli del mai, piccoli eroi, in guerra per un sorriso
Periferia, dove vivere un terno alla lotteria
dove un miracolo un pane in pi
un giorno in pi che strappi tu
Periferia, le baracche e pi avanti la ferrovia
l c'ero io, non certo Dio

Pierre ti ho rivisto questa sera e tu


tu abbassi gli occhi, ti nascondi e poi te ne vai
Scusami se ti ho riconosciuto per
sotto il trucco gli occhi sono i tuoi
non ti arrendi a un corpo che non vuoi, senti

L tutto fa colore, rifiuti e povert


Qui non mai Natale, la noia qui non ha piet
Sporchi stracci senza sorte, morte dove sei?
Tanto non lasci eredi, sei figlio della strada ormai

Pierre sono grande, l'ho capito sai


io ti rispetto, resta quel che sei, tu che puoi

Un giorno poi ti sveglier la strana voglia di andare


dietro quel sole affinch scaldi anche te
e asciughi in fretta il dolore

Pigro Ivan Graziani

Periferia, dove vivere un terno alla lotteria


dove un miracolo un pane in pi
un giorno in pi che strappi tu
Periferia, le baracche e pi avanti la ferrovia
l c'ero io, non certo Dio

Tu sai citare i classici a memoria


ma non distingui il ramo da una foglia
il ramo da una foglia, Pigro!
Una mente fertile dici alla base
ma la tua scienza ha creato l'ignoranza
ha creato l'ignoranza, Pigro!

Qui tutto fa colore, rifiuti e povert


Qui non mai Natale, la noia qui non ha piet
Sporchi stracci senza sorte morte dove sei?

E poi le parolacce che ti lasci scappare


che servono a condire il tuo discorso d'autore
come bava di lumache stanno l a dimostrare ch' vero
vero non si pu migliorare
col tuo schifo di educazione
col tuo schifo di educazione. Pigro!

In periferia, l che ho lasciato un po' di questa vita mia


Periferia

21

Il Canzoniere della Saint Honor Company

La capra per il latte la donna per le voglie


ma non ti accorgi della noia che ha tua moglie
della noia che ha tua moglie. Pigro!

E poi ti ritrovo qui, puntuale al posto tuo


tu spettatore vuoi davvero che io viva il sogno che
non osi vivere te

Tu castighi i figli in maniera esemplare


poi dici siamo liberi, nessuno deve giudicare
nessuno deve giudicare. Pigro!

Questa vita ti sfugge se tu non la fermerai


se qualcuno sorride tu non tradirlo mai
la speranza una musica antica e un motivo in pi
canterai e piangerai insieme a me dimmi lo vuoi tu

E poi le parolacce che ti lasci scappare


che servono a condire il tuo discorso d'autore
come bava di lumache stanno l a dimostrare ch' vero
vero non si pu migliorare
col tuo schifo di educazione
col tuo schifo di educazione. Pigro!

Sveleremo al nemico quel poco di lealt


insegneremo il perdono a chi dimenticare non sa
la paura che senti la stessa che provo io
canterai e piangerai insieme a me, fratello mio

Pi ci penso Gianni Bella

Pi su, pi su, pi su
ed io mi caler nel ruolo che ormai mio
finch ci creder, finch ce la far

I tuoi corti capelli come sono cambiati


no, non mi dire chi li ha accarezzati
Fossi un pittore brucerei il tuo ritratto
ma sono solo un amante distratto

Pi su, pi su, pi su
fino a sposare il blu, fino a sentire che
ormai sei parte di me
Pi su, pi su

Io non posso cantare e non voglio


mi lasciasti solo col mio orgoglio
La mia anima e' in un labirinto
dove ho spento il fuoco con le mani
ma come vuoi che io ti dica rimani
se ti sfioro eppure siamo lontani

Poster Claudio Baglioni


Seduto con le mani in mano
sopra una panchina fredda del metr
sei l che aspetti quello delle sette e trenta
chiuso dentro il tuo paletot
Un tizio legge attento le istruzioni
sul distributore del caff
e un bambino che si tuffa dentro a un bign

Pi ci penso e pi mi viene voglia di lei


anche se nella mia mente pi bella tu sei
La mia sete cresce finch l'acqua non c'
ed ora che ci sei
io pi ci penso pi mi viene voglia di lei
Le mie forze di uomo sono poche, perdono
io mi avvicino e riscopro il tuo seno
e il tuo profumo come un dolce veleno
sfida il ricordo di pure emozioni

E l'orologio contro il muro


segna l'una e dieci da due anni in qua
il nome di questa stazione
mezzo cancellato dall'umidit
Un poster che qualcuno ha gi scarabocchiato
dice "Vieni in Tunisia
c' un mare di velluto ed una palma
e tu che sogni di fuggire via

Lei aveva una paura dolce


il tuo sguardo taglia come una falce
io di te subisco la presenza
ma di lei non posso fare senza
Sono qui ed il tuo amore consumo
come lei non mi amer nessuno

E andare lontano, lontano


E da una radiolina accesa
arrivano le note di un'orchestra jazz
Un vecchio con gli occhiali spessi un dito
cerca la risoluzione a un quiz
Due donne stan parlando
con le braccia piene di sacchetti dell'UPIM
E un giornale aperto sulla pagina dei film

Pi ci penso e pi mi viene voglia di lei


anche se nella mia mente pi bella tu sei
La mia sete cresce finch l'acqua non c'
ed ora che ci sei
io pi ci penso pi mi viene voglia di lei

E sui binari quanta vita


che passata e quanta che ne passer
E due ragazzi stretti stretti
che si fan promesse per l'eternit
Un uomo si lamenta ad alta voce
del governo e della polizia
E tu che intanto sogni ancora
sogni sempre, sogni di fuggire via...

Pi su Renato Zero
E poi di colpo eccomi qua
sarei arrivato io in vetta al sogno mio
com' lontano ieri
E poi pi in alto e ancora su
fino a sfiorare Dio, e gli domando io, Signore
perch mi trovo qui se non conosco amore

E andare lontano, lontano...


andare lontano, lontano...

Sboccia un fiore malgrado nessuno lo annaffier


mentre l'aquila fiera in segreto a morire andr
il poeta si strugge al ricordo di una poesia
questo tempo affamato consuma la mia allegria
canto e piango pensando che un uomo si butta via
che un drogato soltanto un malato di nostalgia
che una madre si arrende e un bambino non nascer
che potremo restare abbracciati all'eternit

Sei li che aspetti quello delle sette e trenta


chiuso dentro il tuo paletot
seduto sopra una panchina fredda del metr

22

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Prendila cos Lucio Battisti

Qualcosa qualcuno Umberto Tozzi

Prendila cos, non possiamo farne un dramma


conoscevi gi, hai detto, i problemi miei di donna
certo che lo so, certo che lo so
non ti preoccupare, tanto avr da lavorare
forse tardi e rincasare vuoi

Qualcosa, qualcuno, lontano, forse vicino


s, qualcosa, s, qualcuno che ti chiama forse nessuno
S, ti passer, malattia
com venuta puoi mandarla via
scompaiono le efelidi di un bel ricordo adolescente qui
si ingoia un po' di amaro e dolce
come serate di provincia

No che non vorrei, io sto bene in questo posto


No che non vorrei, questa sera ancora presto
Ma che sciocca sei, ma che sciocca sei
A parlar di rughe, a parlar di vecchie streghe
meno bella certo non sarai

A qualcosa, a qualcuno, a un profumo devo pensare


forse andare, forse amare
Amare cos'? ascoltare in silenzio la luna
perdere te e soffrir senza fare rumore
Amare sei tu, rallentato risveglio di un fiore
amare di pi una dolce follia
anche un po' colpa mia che t'amo di pi

E siccome facile incontrarsi anche in una grande citt


e tu sai che io potrei purtroppo non esser pi solo
cerca di evitare tutti i posti
che frequento e che conosci anche tu
nasce l'esigenza di sfuggirsi per non ferirsi di pi

Del passero sull'albero


che aspetta un colpo per buttarsi gi
verso la terra e il suo profumo
che troppe volte sa di guerra e fumo
e intanto va, e intanto cresce l'illusione che mai finisce

Lasciami gi qui, la solita prudenza


loro senza me, mi hai detto, un problema di coscienza
Certo che lo so, certo che lo so
non ti preoccupare, tanto avr da lavorare
ora e' tardi e rincasare vuoi

E qualcosa e qualcuno si avvicina col suo veleno


nuovo antico, chiede poco, sembra un gioco
non so che fare, forse andare, forse amare
Amare cos'? ascoltare in silenzio la luna
perdere te e soffrir senza fare rumore
Amare sei tu, rallentato risveglio di un fiore
amare di pi una dolce follia
anche un po' colpa mia
che t'amo di pi

No che non vorrei, io sto bene in questo posto


No che non vorrei, dopo corro e faccio presto
meno bella certo non sarai
E siccome facile incontrarsi anche in una grande citt
e tu sai che io potrei purtroppo, anzi spero
non esser pi solo
cerca di evitare tutti i posti
che frequento e che conosci anche tu
nasce l'esigenza di sfuggirsi per non ferirsi di pi

4 Marzo 1943 Lucio Dalla

Prendila cos, non possiamo farne un dramma

Dice che era un bell'uomo e veniva, veniva dal mare


parlava un'altra lingua per sapeva amare
e quel giorno lui prese a mia madre sopra un bel prato
l'ora pi dolce prima di essere ammazzato

Pronto buongiorno la sveglia - Pooh


Pronto buongiorno la sveglia, ma di muoversi manca la
voglia
colazione per modo di dire, tutto in fretta bisogna partire
ci aspetta gi un'altra citt
L'auto ci attende pulita e la conta decide chi guida
voglio stare seduto davanti che i chilometri oggi son tanti
facciamo il pieno e poi via

Cos lei rest sola nella stanza, la stanza sul porto


con l'unico vestito ogni giorno pi corto
e bench non sapesse il nome e neppure il paese
m'aspett come un dono d'amore fino dal primo mese
Compiva sedici anni quel giorno la mia mamma
le strofe di taverna le cant a ninna nanna
e stringendomi al petto che sapeva, sapeva di mare
giocava a far la donna con il bimbo da fasciare

Mangia la strada il motore e la radio riempie le ore


uno legge, uno dorme, uno fuma ed intanto s' fatta gi
l'una
fermiamoci c' l'autogrill

E forse fu per gioco o forse per amore


che mi volle chiamare come nostro Signore
Della sua breve vita il ricordo, il ricordo pi grosso
e' tutto in questo nome che io mi porto addosso

Pranzo speciale alla lista e un autografo per il barista


ventimila compresa la frutta, un minuto per il caff, si
parte
Sull'autostrada del Sole come sempre finisce che piove
vai pi piano che c' la stradale
se ci ferma facciamo qui Natale

E ancora adesso che gioco a carte e bevo vino


per la gente del porto mi chiamo Ges bambino
E ancora adesso che gioco a carte e bevo vino
per la gente del porto mi chiamo Ges bambino

Io questi qui li conosco, al casello ci chiedono un disco


dove siete stasera a suonare, se non pago vi vengo a
sentire
ma siete pi belli in TV
Eccoci quasi arrivati, ci guardiamo sui muri incollati
e sbagliamo la strada e chiediamo
e poi regolarmente ci perdiamo
Gente davanti al teatro, sar meglio passare da dietro
preoccupato qualcuno ci aspetta
Si comincia tra poco, fate in fretta

Quella carezza della sera New Trolls


Quando tornava mio padre sentivo le voci
dimenticavo i miei giochi e correvo l
mi nascondevo nell'ombra del grande giardino
e lo sfidavo a cercarmi io sono qui
Poi mi mettevano a letto finita la cena
lei mi spegneva la luce ed andava via
23

Il Canzoniere della Saint Honor Company

io rimanevo da solo ed avevo paura


ma non chiedevo a nessuno rimani un po'

Questo piccolo grande amore C. Baglioni


Quella sua maglietta fina
tanto stretta al punto che mi immaginavo tutto
e quell'aria da bambina
che non glielo detto mai ma io ci andavo matto

Non so pi il sapore che ha


quella speranza che sentivo nascere in me
Non so pi se mi manca di pi
quella carezza della sera
o quella voglia di avventura
voglia di andare via di l

Le chiare sere d'estate, il mare, i giochi, le fate


e la paura e la voglia di essere nudi
un bacio a labbra salate, il fuoco, quattro risate
e far l'amore gi al faro
ti amo davvero, ti amo lo giuro, ti amo ti amo davvero

Quelle giornate d'autunno sembravano eterne


(io chiedevo a mia madre doveri tu)
quando chiedevo a mia madre dov'eri tu
(che cosera quellombra negli occhi tuoi)
io non capivo cos'era quell'ombra negli occhi
(rimanevo a pensare che mi manchi)
e rimanevo a pensare mi manchi tu

E lei, lei mi guardava con sospetto


poi mi sorrideva e mi teneva stretto stretto
ed io, io non ho mai capito niente
visto che ora mai non me lo levo dalla mente
che lei, lei era

Non so pi il sapore che ha


quella speranza che sentivo nascere in me
Non so pi se mi manca di pi
quella carezza della sera
o quella voglia di avventura
voglia di andare via

Un piccolo grande amore


solo un piccolo grande amore
niente pi di questo, niente pi
mi manca da morire quel suo piccolo grande amore
adesso che saprei cosa dire
adesso che saprei cosa fare
adesso che voglio un piccolo grande amore

Non so pi il sapore che ha


quella speranza che sentivo nascere in me
Non so pi se mi manca di pi
quella carezza della sera
o quella voglia di avventura
voglia di andare via di l

Quella camminata strana


pure in mezzo a chiss che l'avrei riconosciuta
mi diceva "sei una frana"
ma io questa cosa qui mica l'ho mai creduta

Che cosa c' negli occhi tuoi, negli occhi miei che cosa c'
Non lo conosco questo momento
la voce del vento cresce dentro di me

Le lunghe corse affannate incontro a stelle cadute


e mani sempre pi ansiose di cose proibite
e le canzoni stonate urlate al cielo lass
"chi arriva prima a quel muro"
non sono sicuro se ti amo davvero
non sono, non sono sicuro

La musica suona, io non la sento


la gente balla, io non la vedo
La luce rossa, la luce gialla
diventi bella sempre di pi, sempre di pi
sempre di pi, sempre di pi, sempre

E lei tutto ad un tratto non parlava


ma le si leggeva chiaro in faccia che soffriva
ed io, io non lo so quant' che ha pianto
solamente adesso me ne sto rendendo conto
che lei, lei era

Questo folle sentimento Formula 3

Ah l'amore! Questo folle sentimento che


ah l'amore! Pi lo fuggo e pi ritorna da me
e stavolta ha il tuo volto perch
io mi sto innamorando di te, di te

Un piccolo grande amore


solo un piccolo grande amore
niente pi di questo, niente pi
mi manca da morire quel suo piccolo grande amore
adesso che saprei cosa dire
adesso che saprei cosa fare
adesso che voglio un piccolo grande amore

Quando ti ho visto gi lo sapevo


cosa accadeva io gi lo sapevo
A cosa serviva cercar di fuggire
tanto valeva lasciarsi cadere

Ricominciamo Adriano Pappalardo

E adesso son qui pazzo di te


desidero te e nient'altro che te
La luce rossa, la luce gialla
diventi bella sempre di pi, sempre di pi
sempre di pi, sempre di pi, sempre

Lasciami gridare, lasciami sfogare


io senza amore non so stare
Io non posso restare seduto in disparte
n arte n parte, non sono capace
di stare a guardare questi occhi di brace
e poi non provare un brivido dentro
e correrti incontro, gridarti ti amo! Ricominciamo!

Ah l'amore! Questo folle sentimento che


ah l'amore! Pi lo fuggo e pi ritorna da me
e stavolta ha il tuo volto perch
io mi sto innamorando di te, di te (3 v.)

So dove passi le notti, un tuo diritto


io guardo e sto zitto ma penso di tutto
mi sveglio distrutto per io ci provo
ti seguo, ti curo, non mollo lo giuro
perch sono nel giusto, perch io ti amo! Ricominciamo!
Ricominciamo! Ricominciamo!

24

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Cosa vuoi che faccia? Io sar una roccia


Guai a quello che ti tocca

Portami via con te, rubiamo insieme un'isola


voglio dai piedi all'anima sentirmi ancora mio

So che tu ami le stelle, gettarti nell'occhio


del primo ciclone non perdi occasione
per darti da fare e farti valere
ma fammi il piacere ti voglio aiutare
su fammi provare ancora ti amo! Ricominciamo....

Sabato pomeriggio Claudio Baglioni


Passerotto non andare via
nei tuoi occhi il sole muore gi
scusa se la colpa un poco mia
se non so tenerti ancora qua

Rimmel Francesco De Gregori

Ma cosa stato di un amore che asciugava il mare


che voleva vivere e volare, che toglieva il fiato
ed ferito ormai, non andar via, ti prego

E qualcosa rimane tra le pagine chiare e le pagine scure


e cancello il tuo nome dalla mia facciata
e confondo i miei alibi e le tue ragioni
i miei alibi e le tue ragioni

Passerotto non andare via


senza i tuoi capricci che far
ogni cosa basta che sia tua
con il cuore a pezzi cercher

Chi mi ha fatto le carte mi ha chiamato vincente


ma uno zingaro, un trucco
e un futuro invadente fossi stato un po pi giovane
l'avrei distrutto con la fantasia
l'avrei stracciato con la fantasia

Ma cosa stato di quel tempo che sfidava il vento


che faceva fremere e gridare contro il cielo
non lasciarmi solo no, non andar via, non andar via

Ora le tue labbra puoi spedirle a un indirizzo nuovo


e la mia faccia sovrapporla a quella di chiss chi altro
ho ancora i tuoi quattro assi, bada bene di un colore solo
li puoi nascondere o giocare con chi vuoi
o farli rimanere buoni amici come noi

Senza te morirei, senza te scoppierei


senza te brucerei tutti i sogni miei
solo senza di te che farei, senza te, senza te, senza te
Sabato pian piano se ne va
passerotto ma che senso ha

Santa voglia di vivere e dolce venere di rimmel


come quando fuori pioveva e tu mi domandavi
se per caso avevo ancora quella foto
in cui tu sorridevi e non guardavi

Non ti ricordi migravamo come due gabbiani


ci amavamo e le tue mani
da tenere, da scaldare, passerotto no
non andar via, non andar via

Ed il vento passava sul tuo collo di pelliccia


e sulla tua persona
e quando io senza capire ho detto s
hai detto " tutto quel che hai di me"
tutto quel che ho di te

Senza te morirei, senza te scoppierei


senza te brucerei tutti i sogni miei
solo senza di te che farei, senza te, senza te, senza te

Ora le tue labbra puoi spedirle a un indirizzo nuovo


e la mia faccia sovrapporla a quella di chiss chi altro
ho ancora i tuoi quattro assi, bada bene di un colore solo
li puoi nascondere o giocare con chi vuoi
o farli rimanere buoni amici come noi

Samarcanda Roberto Vecchioni


Ridere, ridere, ridere ancora
ora la guerra paura non fa
brucian le divise dentro il fuoco la sera
brucia nella gola vino a saziet
musica di tamburelli fino all'aurora
il soldato che tutta la notte ball
vide tra la folla quella nera signora
vide che cercava lui e si spavent

Rubiamo unisola - Pooh


Portami via con te, rubiamo insieme un'isola
voglio dai piedi all'anima sentirmi ancora mio
Apro le vele mie verso orizzonti facili
ma il mare sempre piccolo visto dalla citt

"Salvami, salvami grande sovrano


fammi fuggire, fuggire di qua
alla parata lei mi stava vicino
e mi guardava con malignit"
"Dategli, dategli un animale
figlio del lampo, degno di un re
presto, pi presto perch possa scappare
dategli la bestia pi veloce che c'"

Prima che sia ieri questo mio cantare


io mi inventer ali per volare
Come un pescatore vivo e so di sale
voglio e non vorrei
sogno e mi risveglio sempre sul mio scoglio
Portami via con te con l'acqua nelle scarpe ma
col sole dentro l'anima e un po' di tempo in pi
Portami via con te, rubiamo insieme un'isola
voglio dai piedi all'anima sentirmi ancora mio

"Corri cavallo, corri ti prego


fino a Samarcanda io ti guider
non ti fermare, vola ti prego
corri come il vento che mi salver...
oh oh cavallo, oh oh cavallo, oh oh cavallo,
oh oh cavallo, oh oh".

Basta un po' di noia a tagliarti il fiato


quando all'entusiasmo muore appena nato
Io ti invidio forte nel tuo strano andare
sei come ti vuoi
anche senza vento riesci a navigare
Domani partirai, ultimo giorno utile
per cominciare a vivere se vengo via da qui
25

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Sara Antonello Venditti

7 e 40 Lucio Battisti

Sara svegliati primavera


Sara sono le sette e tu devi andare a scuola
Sara prendi tutti i libri ed accendi il motorino
e poi attenta, ricordati che aspetti un bambino

Mi sono informato c' un treno che parte alle 7 e 40


non hai molto tempo il traffico lento nell'ora di punta
Ti bastano dieci minuti per giungere a casa, la nostra
la chiave ricorda che sempre l, l sulla finestra
E nel far le valigie ricordati di non scordare
qualcosa di tuo che a te poi mi faccia pensare

Sara, se avessi i soldi ti porterei ogni giorno al mare


Sara, se avessi tempo ti porterei ogni giorno a far l'amore
ma Sara mi devo laureare, forse un giorno ti sposer
magari in chiesa
dove tua madre sta aspettando per poter piangere un po'

E ora basta non stare pi qui, ti rendi conto anche tu


che noi soffriamo di pi ogni istante che passa di pi
no, non piangere
presto, presto
presto, presto
presto, presto, vai

Sara tu vai dritta non ti devi vergognare


le tue amiche dai retta a me lasciale tutte parlare
Sara stato solo amore
se nel banco non c'entri pi
e tu sei bella anche se i vestiti non ti stanno pi

Da un minuto sei partita e sono solo


sono strano e non capisco cosa c'
sui miei occhi da un minuto sceso un velo
forse solo suggestione o paura, o chiss che
possibile che abbia fin da ora gi bisogno di te

Sara mentre dormivi l'ho sentito respirare


Sara mentre dormivi ti batteva forte il cuore
Sara tu non sei pi sola, il tuo amore gli baster
il tuo bambino se ci credi nascer

Mi sono informato c' un volo che parte alle 8 e 50


non ho molto tempo il traffico lento nell'ora di punta
mi bastano dieci minuti per giungere a casa, la nostra
la chiave l'hai messa senz'altro l, l sulla finestra
e nel far le valigie stavolta non devo scordare
di mettere un fiore che adesso ti voglio comprare
con l'aereo in un'ora son l, e poi di corsa un tass
sono certo cos quando arrivi col treno mi vedi
non piangere. Presto, presto

Sara Sara Sara....

Sesso o esse Renato Zero


Ah, ah! Ah! Ah, ah!
Sesso, mi dispiace niente sesso
sono l'ombra di me stesso, sono ormai ridotto all'osso
Sesso, tutto intorno sesso
la tua pelle in cartellone, tutto un mondo in distorsione

S viaggiare Lucio Battisti


Quel gran genio del mio amico, lui saprebbe cosa fare
lui saprebbe come aggiustare
con un cacciavite in mano fa miracoli
ti regolerebbe il minimo alzandolo un po'
e non picchieresti in testa, cos forte no
e potresti ripartire, certamente non volare ma viaggiare

Niente da inventare, niente da maledire


che l'amore sia amore, non un morto da esumare
o affidarsi al sesso e buttare i sentimenti in fondo il cesso
Vita! Fa che sia vita!
Che io schiavo non sia di una squallida idea
che quel letto non sia la chiave di tutto
E vero che ti sai dare
l'amore non godere, l'amore non un affare!
Non un modo di dire l'amore
Sesso! Sesso!

S, viaggiare, evitando le buche pi dure


senza per questo cadere nelle tue paure
Gentilmente, senza fumo, con amore
dolcemente viaggiare
rallentando per poi accelerare
con un ritmo fluente di vita nel cuore
gentilmente, senza strappi al motore
E tornare a viaggiare
e di notte con i fari illuminare
chiaramente la strada per saper dove andare
con coraggio, gentilmente
gentilmente, gentil dolcemente viaggiare

Sesso! Che la tua non sia una sfida


un dovere il dare, un insulto il verbo amare
Sesso, frase senza nesso
forse un compromesso, per chi gi stato fatto fesso
Senza mai invecchiare, col rimorso per tutore
fare finta di cambiare mentre resta tutto uguale
o affidarsi al sesso e buttare i sentimenti in fondo al cesso

Quel gran genio del mio amico


con le mani sporche d'olio
capirebbe molto meglio, meglio certo di buttare, riparare
Pulirebbe forse il filtro soffiandoci un po'
scinderesti poi la gente, quella chiara dalla no
e potresti ripartire, certamente non volare ma viaggiare
S, viaggiare

Vita! Ho bisogno di vita!


Cambia un poco anche tu, cerca d'essere tu
prima che la notte scenda e sia finita
Vita! Questo avanzo di vita
questo straccio di vita, vale meno di niente
ha di bello solamente ch' vita
Sesso! Sesso!
Sesso o esse, sesso o esse, o esse

Solo Claudio Baglioni


Lascia che sia tutto cos, e il vento volava sul tuo foulard
avevi gi preso con te le mani le sere la tua allegria
Non tagliare i tuoi capelli mai
mangia un po' di pi che sei tutt'ossa
e sul tavolo fra il t e lo scontrino
ingoiavo pure questo addio

Vita! Oh vita!
Ho bisogno di vita, ho bisogno che non sia finita
Donna vero che ti sai dare
ma credi l'amore non un fatto di ore
non solo sesso, sesso
sesso, sesso, sesso o esse, o esse
26

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Lascia che sia tutto cos e il cielo sbiadiva dietro le gru


no non cambiare mai e abbi cura di te
della tua vita del mondo che troverai
Cerca di non metterti nei guai
abbottonati il palt per bene
e fra i clacson delle auto e le campane
ripetevo "non ce l'ho con te"

Non potr mai diventare direttore generale


delle poste e delle ferrovie
non potr mai far carriera nel giornale della sera
anche perch finirei in galera
Mai nessuno mi dar il suo voto per parlare
o per decidere del suo futuro
Nella mia categoria tutta gente poco seria
di cui non ci si pu fidare

E non darti pena sai per me, mentre il fiato si faceva fumo
mi sembrava di crollare piano piano
e tu piano piano andavi via

Guarda invece che scienziati, che dottori, che avvocati


che folla di ministri e deputati
Pensa che in questo momento, proprio mentre io sto
cantando
stanno seriamente lavorando

E chiss se prima o poi se tu avrai compreso mai


se ti sei voltata indietro
E chiss se prima o poi se ogni tanto penserai
che son solo
E se adesso suono le canzoni
quelle stesse che tu amavi tanto
lei si siede accanto a me sorride e pensa
che le abbia dedicate a lei

Per i dubbi e le domande, che ti assillano la mente


va da loro e non ti preoccupare
Sono a tua disposizione e sempre senza esitazione
loro ti risponderanno

E non sa di quando ti dicevo


"mangia un po' di pi che sei tutt'ossa"
non sa delle nostre fantasie del primo giorno
e di come te ne andasti via...

Io di risposte non ne ho, io faccio solo rock'n roll


Se mi conviene bene, io pi di tanto non posso fare
Gli impresari di partito mi hanno fatto un altro invito
e hanno detto che finisce male
se non vado pure io al raduno generale
della grande festa nazionale

E chiss se prima o poi se tu avrai compreso mai


se ti sei voltata indietro...
E chiss se prima o poi se ogni tanto penserai
che io solo resto qui
e canter solo, camminer solo
da solo continuer...

Hanno detto che non posso rifiutarmi proprio adesso


che anche a loro devo il mio successo
che son pazzo ed incosciente, sono un irriconoscente
un sovversivo, un mezzo criminal
Ma che ci volete fare, non vi sembrer normale
ma l'istinto che mi fa volare
Non c' gioco n finzione perch l'unica illusione
quella della realt, della ragione

Solo tu Matia Bazar


Solo tu nel calore
del mattino che rinasce intorno al sole
Cosa pu importare
se la pelle tua si lascia accarezzare
Risvegliarsi ormai per me non ha senso senza te
Solo tu stamattina
per alzarmi e' ancora giorno insieme a te

Per a quelli in malafede, sempre a caccia delle streghe


dico no, non una cosa seria
E cos se vi pare ma lasciatemi sfogare
non mettetemi alle strette o con quanto fiato ho in gola
vi urler non c' paura! Ma che politica, che cultura!
sono solo canzonette, non mettetemi alle strette

Solo tu fuori a cena


soli con l'intimit di una candela
e sicuri di creare
l'atmosfera giusta di chi vuole amare
impazienti come mai nel silenzio intorno a noi
Solo tu questa sera
per alzarmi e' ancora giorno insieme a te

Sono s sono s sono solo canzonette

Sotto il segno dei pesci Antonello Venditti


Ti ricordi quella strada, eravamo io e te
e la gente che correva e gridava insieme a noi
Ma tutto quel che voglio, pensavo
solamente amore ed unit per noi
che meritiamo un'altra vita pi giusta e libera se vuoi

Solo tu qui vicino


le tue voglie tra i capelli sul cuscino
Solo tu mi sai dare cose vecchie sempre nuove da sognare
mille volte tu lo sai non e' stato uguale mai
Solo tu notte intera
per svegliarmi e' ancora giorno insieme a te

Corri amore corri non aver paura


Mi chiedevi che ti manca? Una casa tu ce l'hai
hai una donna una famiglia che ti tira fuori dai guai
Ma tutto quel che voglio, pensavo
solamente amore ed unit per noi
che meritiamo un altra vita pi giusta e libera se vuoi
nata sotto il segno, nata sotto il segno dei pesci

Sono solo canzonette Edoardo Bennato


Mi ricordo che anni fa di sfuggita dentro un bar
ho sentito un juke-box che suonava
e nei sogni di bambino la chitarra era una spada
e chi non ci credeva era un pirata

Ed il rock passava lento sulle nostre discussioni


diciott'anni sono pochi per promettersi il futuro
ma tutto quel che voglio dicevo
solamente amore ed unit per noi
e meritiamo un altra vita violenta e tenera se vuoi
nata sotto il segno, nata sotto il segno dei pesci

E la voglia di cantare, e la voglia di volare


forse mi venuta proprio allora
forse stata una pazzia per l'unica maniera
di dire sempre quello che mi va

27

Il Canzoniere della Saint Honor Company

E Marina se ne andata, oggi insegna in una scuola


vive male, insoddisfatta e capisce perch sola
ma tutto quel che cerca e che vuole
solamente amore ed unit per noi
che meritiamo un altra vita violenta e tenera se vuoi
nata sotto il segno, nata sotto il segno dei pesci

Tanta voglia di lei - Pooh


Mi dispiace di svegliarti, forse un uomo non sar
ma d'un tratto so che devo lasciarti
fra un minuto me ne andr
E non dici una parola, sei pi piccola che mai
in silenzio morderai la lenzuola
so che non perdonerai

E Giovanni un ingegnere che lavora in una radio


ha bruciato la sua laurea, vive solo di parole
ma tutto quel che cerca e che vuole
solamente amore ed unit per noi
stretti in libera sorte, violenti e teneri se vuoi

Mi dispiace devo andare, il mio posto l


il mio amore si potrebbe svegliare, chi la scalder?
Strana amica di una sera io ringrazier
la tua pelle sconosciuta e sincera
ma nella mente c' tanta, tanta voglia di lei

Figli di una vecchia canzone...

Strada facendo Claudio Baglioni

Lei si muove e la sua mano dolcemente cerca me


e nel sonno sta abbracciando piano, piano
il suo uomo che non c'

Io ed i miei occhi scuri siamo diventati grandi insieme


con l'anima smaniosa a chiedere di un posto che non c'
tra mille mattini freschi di bicilette
mille e pi tramonti dietro i fili del tram
ed una fame di sorrisi e braccia intorno a me

Mi dispiace devo andare, il mio posto l


il mio amore si potrebbe svegliare, chi la scalder?
Strana amica di una sera io ringrazier
la tua pelle sconosciuta e sincera
ma nella mente c' tanta, tanta voglia di lei

Io e i miei cassetti di ricordi e di indirizzi che ho perduto


ho visto visi e voci di chi ho amato prima o poi andar via
e ho respirato un mare sconosciuto
nelle ore larghe e vuote di un'estate di citt
accanto alla mia ombra lunga di malinconia

Teorema Marco Ferradini


Prendi una donna, dille che l'ami
scrivile canzoni d'amore
Mandale rose e poesie, dalle anche spremute di cuore
Falla sempre sentire importante
dalle il meglio del meglio che hai
cerca di essere un tenero amante
sii sempre presente risolvile i guai

Io e le mie tante sere chiuse come chiudere un ombrello


col viso sopra il petto a leggermi i dolori ed i miei guai
ho camminato quelle vie che curvano seguendo il vento
e dentro un senso di inutilit
e fragile e violento mi son detto tu vedrai, vedrai, vedrai
Strada facendo vedrai che non sei pi da solo
strada facendo troverai un gancio in mezzo al cielo
e sentirai la strada far battere il tuo cuore
vedrai pi amore, vedrai

E stai sicuro che ti lascer


chi troppo amato amore non d
E stai sicuro che ti lascer
chi meno ama pi forte si sa

Io troppo piccolo fra tutta questa che c' al mondo


io che ho sognato sopra un treno che non partito mai
e ho corso in mezzo a prati bianchi di luna
per strappare ancora un giorno alla mia ingenuit
e giovane e invecchiato mi son detto
tu vedrai, vedrai, vedrai

Prendi una donna, trattala male


lascia che ti aspetti per ore
Non farti vivo e quando la chiami
fallo come fosse un favore
Fa sentire che poco importante
dosa bene amore e crudelt
Cerca di essere un tenero amante
ma fuori dal letto nessuna piet

Strada facendo, vedrai, che non sei pi da solo


strada facendo, troverai anche tu
un gancio in mezzo al cielo
e sentirai la strada far battere il tuo cuore
vedrai pi amore, vedrai

E allora si vedrai che t'amer


chi meno amato pi amore ti d
E allora si vedrai che t'amer
chi meno ama pi forte si sa

E una canzone e neanche questa potr mai cambiar la vita


ma che cos' che mi fa andare avanti
e dire che non finita
cos' che mi spezza il cuore tra canzoni e amore
che mi fa cantare e amare sempre pi
perch domani sia migliore, perch domani tu

No caro amico, non sono d'accordo, parli da uomo ferito


Pezzo di pane lei se ne andata e tu non hai resistito
Non esistono leggi in amore
basta essere quello che sei
Lascia aperta la porta del cuore
vedrai che una donna gi in cerca di te

(strada facendo vedrai)


perch domani sia migliore, perch domani tu

Senza l'amore l'uomo che cos',


su questo sarai d'accordo con me
Senza l'amore l'uomo che cos',
questa l'unica legge che c'

28

Il Canzoniere della Saint Honor Company

Ti amo Umberto Tozzi

Tu Umberto Tozzi

Ti amo, un soldo, ti amo, in aria, ti amo


se viene testa vuol dire che basta, lasciamoci
Ti amo, io sono, ti amo, in fondo un uomo
che non ha freddo nel cuore, nel letto comando io

Dan, dabadan, dabadan


babadan, bam, bam, bam, bam...
Tu, stiamo qui stiamo l, c' l'amore a cena e tu
dimmi s se ti va, il mio letto e' forte e tu
pesi poco di pi della gommapiuma tu
perch tu non ci sei e mi sto spogliando

Ma tremo davanti al tuo seno, ti odio e ti amo


e' una farfalla che muore sbattendo le ali
l'amore che a letto si fa (ti amo)
rendimi l'altra met (ti amo)
oggi ritorno da lei (ti amo, ti amo, ti amo, ti amo)
primo maggio, su coraggio

Tu quanti anni mi dai , ho un lavoro strano e tu


ma va l che lo sai, vista da vicino tu
sei pi bella che mai, baci da un minuto tu
non ne dai, non ne dai, chi ti ha fatto entrare?

Io ti amo e chiedo per-dono, ricordi chi sono


apri la porta a un guerriero di carta igienica e

Tu, chi mi brucia sei tu e anche la mia marcia in pi


ed un po' di follia, quanto basta perch tu
come lei non sei mia, se mi fai l'amore
ti cantero' come se fossi una canzone

Dammi il tuo vino leggero (ti amo)


che hai fatto quando non c'ero (ti amo)
e le lenzuola di lino (ti amo, ti amo, ti amo, ti amo)
dammi il sonno di un bambino che ta sogna (ti amo)
cavalli e si gira, e un po' di la-voro
fammi abbracciare una donna che stira cantando e poi
Fatti un po' prendere in giro (ti amo)
prima di fare l'amore (ti amo)
vesti la rabbia di pace, le sottane sulla luce

Canter e camminando sveglier chi sta sognando pi


di me
al mondo siamo io e te ragazza triste
Canter la pioggia perch venga gi
il vento che si calmi un po'
il cielo perch sia pi blu e mi sorrida tu

Io ti amo, e chiedo per-dono, ricordi chi sono


ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo

Dabadan, dabadan
babadan, bam, bam, bam, bam...

Dammi il tuo vino leggero (ti amo)


che hai fatto quando non c'ero (ti amo)
e le lenzuola di lino (ti amo, ti amo, ti amo, ti amo)
dammi il sonno di un bambino che ta sogna (ti amo)
cavalli e si gira, e un po' di la-voro
fammi abbracciare una donna che stira cantando e poi
Fatti un po' prendere in giro (ti amo)
prima di fare l'amore (ti amo)
vesti la rabbia di pace, le sottane sulla luce

Tu, non sarai mica tu una saponetta che scivolando non


c'
dimmi che da un'ora tu hai bisogno di me
che ti ossigeno di pi, dimmi che non sei tu
un miraggio, ma sei tu
Dabadan, dabadan
babadan, bam, bam, bam, bam...

Io ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo, ti amo

Canter e camminando sveglier chi sta sognando pi


di me
al mondo siamo io e te ragazza triste
Canter la pioggia perch venga gi
il vento che si calmi un po'
il cielo perch sia pi blu e mi sorrida tu

Triangolo Renato Zero


L'indirizzo ce l'ho, rintracciarti non un problema
ti telefoner, ti offrir una serata strana
il pretesto lo sai, quattro dischi e un po' di whisky
sar grande vedrai, fammi spazio e dopo mi dirai
uuuh! che maschio sei!

Dabadan, dabadan
babadan, bam, bam, bam, bam...

Tu sei l'unica donna per me Alan Sorrenti

Lui chi ? Come mai l'hai portato con te?


Il suo ruolo mi spieghi qual ?
Io volevo incontrarti da sola, semmai
Mentre lui, (lui chi ?) Lui chi ? (lui chi ?)
Lui chi ?. Gi difficile farlo con te, mollalo!
Lui chi ? (lui chi ?) lui com (lui chi ?) Lui chi ?
E' distratto ma certo di troppo, mollalo!

Dammi il tuo amore, non chiedermi niente


dimmi che hai bisogno di me
tu sei sempre mia anche quando via
tu sei l'unica donna per me
Quando il sole del mattino mi sveglia
tu non vuoi lasciarmi andare via
il tempo passa in fretta quando siamo insieme noi
triste aprire quella porta
io rester se vuoi, io rester se vuoi

Mi aspettavo, lo sai, un rapporto un po' pi normale


quale eventualit trovagli una collocazione
ora spiegami, dai, l'atteggiamento che dovr adottare
mentre io rischierei
di trovarmi al buio fra le braccia lui
uuuh! Non il mio tipo!

Dammi il tuo amore, non chiedermi niente


dimmi che hai bisogno di me
tu sei sempre mia anche quando vado via
tu sei l'unica donna per me

Lui chi ? Come mai l'hai portato con te?


Il suo ruolo mi spieghi qual ?
Io volevo incontrarti da sola, semmai
Mentre lui, (lui chi ?) Lui chi ? (lui chi ?)
Lui chi ?. Gi difficile farlo con te, mollalo!
Lui chi ? (lui chi ?) lui com (lui chi ?) Lui chi ?
E' distratto ma certo di troppo, mollalo! Lui chi

Quando il sole del mattino mi sveglia


tu non vuoi lasciarmi andare via
il tempo passa in fretta quando siamo insieme noi
triste aprire quella porta
29

Il Canzoniere della Saint Honor Company

io rester se vuoi, io rester se vuoi

Sogno al mio risveglio di trovarti accanto


intatta con le stesse mutandine rosa
non pi bandiera di un vivissimo tormento
ma solo l'ornamento di una bella sposa

Sei proprio tu l'unica donna per me


il resto non conta se io sono con te
non voglio andar via, se ti perdo non ho
pi nessuna ragione per vivere

Ma
Ma
Ma
Ma

Dammi il tuo amore, non chiedermi niente


dimmi che hai bisogno di me
tu sei sempre mia anche quando vado via
tu sei l'unica donna per me

che colore ha una giornata uggiosa?


che sapore ha una vita mal spesa?
che colore ha una giornata uggiosa?
che sapore ha una vita mal spesa?

Sogno di abbracciare un amico vero


che non voglia vendicarsi su di me di un suo momento
amaro
e gente giusta che rifiuti di esser preda
di facili entusiasmi e ideologie alla moda

Tu sei, tu sei, oh s tu sei lunica donna per me


Tu sei, tu sei, oh s tu sei lunica donna per me

Una donna per amico Lucio Battisti

Ma
Ma
Ma
Ma

Pu darsi che io non sappia cosa dico


scegliendo te una donna per amico
ma il mio mestiere vivere la vita
che sia di tutti i giorni o sconosciuta
ti amo forte, debole compagna
che qualche volta impara e a volte insegna

che colore ha una giornata uggiosa?


che sapore ha una vita mal spesa?
che colore ha una giornata uggiosa?
che sapore ha una vita mal spesa?

Sogno il mio paese infine dignitoso


e un fiume con i pesci vivi a un'ora dalla casa
di non sognare la Nuovissima Zelanda
fuggire via da te, Brianza velenosa

L'eccitazione un sintomo d'amore


al quale non sappiamo rinunciare
le conseguenze spesso fan soffrire
a turno ci dobbiamo consolare
e tu amica cara mi consoli
perch ci ritroviamo sempre soli

Ma
Ma
Ma
Ma

Ti sei innamorata di chi troppo docile non fa per te


lo so divento antipatico ma sempre meglio che ipocrita

che colore ha una giornata uggiosa?


che sapore ha una vita mal spesa?
che colore ha una giornata uggiosa?
che sapore ha una vita mal spesa?

Un albero di trenta piani Adriano Celentano

D'accordo fa come vuoi, i miei consigli mai


mi arrendo fa' come vuoi, ci ritroviamo come al solito poi

Per la tua mania di vivere in una citt


guarda bene come ci ha conciati la metropoli
Belli come noi ben pochi sai ce n'erano
e dicevano quelli vengono dalla campagna
Ma ridevano, si spanciavano, gi sapevano
che saremmo ben presto anche noi diventati come loro
Tutti grigi come grattacieli con la faccia di cera
con la faccia di cera, la legge di questa atmosfera
che sfuggire non puoi fino a quando tu vivi in citt

Ma che disastro io mi maledico


ho scelto te, una donna per amico
ma il mio mestiere vivere la vita
che sia di tutti i giorni o sconosciuta
ti odio forte debole compagna
che poche volte impara e troppo insegna
Non c' una gomma ancor che non si buca
Il mastice sei tu mia vecchia amica
oh! la pezza sono io ma che vergogna
che importa tocca a te, avanti sogna!
Ti amo, forte e debole compagna
che qualche volta impara e a volte insegna

Nuda sulla pianta prendevi il sole con me


e cantavano per noi sui rami le allodole
Ora invece qui nella citt i motori
delle macchine gi ci cantano la marcia funebre
E le fabbriche ci profumano anche l'aria
colorandoci il cielo di nero che odora di morte
Ma il Comune dice che per la citt moderna
non ci devi far caso se il cemento ti chiude anche il naso
la nevrosi di moda, chi non l'ha ripudiato sar

Mi sono innamorato, s un po', rincoglionito, non dico no


Per te sono tutte un po' squallide, la gelosia non lecita
Quello che voglio lo sai, non mi fermerai
Che menagramo che sei, eventualmente puoi sempre
ridere poi

Ah! Io non respiro pi, mi sento che soffoco un po


sento il fiato che va gi, va gi e non viene su
vedo solo che qualcosa sta nascendo
forse un albero, s un albero di trenta piani

Ma che disastro io mi maledico


ho scelto te, una donna per amico
ma il mio mestiere vivere la vita
che sia di tutti i giorni o sconosciuta
Ti amo, forte e debole compagna
che qualche volta impara e a volte insegna

Un'avventura Lucio Battisti


Non sar un'avventura
non pu essere soltanto una primavera
questo amore non una stella
che al mattino se ne va

Una giornata uggiosa Lucio Battisti


Sogno un cimitero di campagna e io l
all'ombra di un ciliegio in fiore senza et
Per riposare un poco, due o trecento anni
giusto per capir di pi e placar gli affanni

Non sar un'avventura


questo amore fatto solo di poesia
tu sei mia, tu sei mia

30

Il Canzoniere della Saint Honor Company

fino a quando gli occhi miei


avran luce per guardare gli occhi tuoi

tutte le promesse tutte le speranze


per un mondo d'amore

Innamorato sempre di pi
in fondo all'anima per sempre tu
Perch non una promessa ma quel che sar
domani e sempre, sempre vivr,
sempre vivr, sempre vivr, sempre vivr

29 Settembre Equipe 84
Seduto in quel caff io non pensavo a te
Guardavo il mondo che girava intorno a me

No, non sar un'avventura


non un fuoco che col vento pu morire
ma vivr quanto il mondo
fino a quando gli occhi miei
avran luce per guardare gli occhi tuoi

Poi d'improvviso lei sorrise e ancora prima di capire


mi trovai sottobraccio a lei
stretto come se non ci fosse che lei
Vedevo solo lei e non pensavo a te
E tutta la citt correva incontro a noi

Innamorato sempre di pi
in fondo all'anima per sempre tu
Perch non una promessa ma quel che sar
domani e sempre, sempre vivr

Il buio ci trov vicini, un ristorante e poi


di corsa a ballar sottobraccio a lei
stretto verso casa abbracciato a lei
quasi come se non ci fosse che
quasi come se non ci fosse che lei

Perch non una promessa ma quel che sar...

Mi son svegliato e, e sto pensando a te


Ricordo solo che, che ieri non eri con me

Un giorno credi Edoardo Bennato


Un giorno credi di essere giusto
e di essere un grande uomo
in un altro ti svegli e devi cominciare da zero

Il sole ha cancellato tutto, di colpo volo gi dal letto


e corro l al telefono e parlo, rido e tu
tu non sai perch, t'amo, t'amo e tu
tu non sai perch, parlo, rido e tu, tu non sai perch

Situazioni che stancamente si ripetono senza tempo


una musica per pochi amici come tre anni fa

Viaggio di un poeta Dik Dik

A questo punto non devi lasciare


qui la lotta pi dura ma tu
se le prendi di santa ragione insisti di pi

Lasci il suo paese all'et di vent'anni


con in tasca due soldi e niente di pi
aveva una donna che amava da anni
lasci anche lei per qualcosa di pi

Sei testardo, questo sicuro


quindi ti puoi salvare ancora
metti tutta la forza che hai nei tuoi fragili nervi

Promise a se stesso di non ritornare


al vecchio paese della sua giovent
dove nessuno voleva sognare
i campi da arare e niente di pi

Quando ti alzi e ti senti distrutto


fatti forza e va incontro al tuo giorno
non tornare sui tuoi soliti passi, basterebbe un istante

Cominci cos a fare il vagabondo girando paesi e citt


cercando fortuna in quartieri del mondo
dimenticando la sua povert

Mentre tu sei l'assurdo in persona


e ti vedi gi vecchio e cadente
raccontare a tutta la gente del tuo falso incidente (2v.)

Un giorno in casa di un grande poeta


trov dei ragazzi che parlavan di pace
di colpo cap che era quella la meta
che aveva raggiunto per esser felice

Un mondo d'amore Gianni Morandi


C' un grande prato verde dove nascono speranze
che si chiamano ragazzi, questo il grande prato
dell'amore

Ritorn cos a fare il vagabondo girando paesi e citt


voleva portare l'amore nel mondo
ma pens al paese di tanti anni fa

Uno non tradirli mai, han fede in te


Due non li deludere, credono in te
Tre non farli piangere, vivono in te
Quattro non li abbandonare, ti mancheranno

Senza un soldo in tasca torn ancora verso casa


aveva capito cosa conta di pi
davanti alla sua porta c'era lei che lo aspettava
tutto come prima non chiedeva di pi

Quando avrai le mani stanche tutto lascerai


per le cose belle ti ringrazieranno
soffriranno per gli errori tuoi
E tu ragazzo non lo sai ma nei tuoi occhi c' gi lei
ti chieder l'amore ma l'amore ha i suoi comandamenti
Uno non tradirla mai, ha fede in te
Due non la deludere, lei crede in te
Tre non farla piangere, vive per te
Quattro non l'abbandonare, ti mancher
E la sera cercher tra le braccia tue
31

Il Canzoniere della Saint Honor Company

32

Cartiera Frank
Finito di stampare il 12 novembre 2001