Sei sulla pagina 1di 10

Universit degli Studi di Brescia, Facolt di Ingegneria

Elementi di Reti di TLC, Prof. L. Salgarelli, A.A. 2009/2010


Appello desame del 25/01/2010
COGNOME, NOME: ________________________________________________

MATRICOLA: _______________________

Istruzioni
a) Plico e brutta copia. Si firmi ciascuna pagina del presente plico prima di iniziare. Andr consegnato sia il plico
(bella copia) che i fogli di brutta copia. Questi ultimi non verranno per presi in considerazione in fase di
correzione. necessario riportare in bella copia le risposte agli esercizi che si vuole vengano considerati.
b) Risposte agli esercizi. Si scrivano le risposte negli appositi riquadri. obbligatorio spiegare brevemente i
passaggi principali seguiti per arrivare alla soluzione. Non verranno prese in considerazione risposte non
motivate adeguatamente.
c) Domande V/F. Rispondere alle domande barrando ciascuna casella con V per vero e F per falso.
Ciascuna risposta corretta vale +1/2 punto, ciascuna risposta errata vale -1/2 punto, ciascuna risposta non data
vale 0 punti. obbligatorio motivare ciascuna risposta, nello spazio previsto, con due righe al massimo di
spiegazione.
d) Grafici. Eventuali grafici vanno riportati nelle ultime due pagine del plico.

Esercizio 1 (10 punti)


1

In caso di perdite di segmenti TCP

L'algoritmo Go-back-N efficiente nel gestire perdite singole

La ritrasmissione avviene dopo un tempo pari a RTT

La sorgente pu ricevere pi volte l'ack relativo ad un segmento ricevuto correttamente

L'host di destinazione non riceve mai il segmento dati inviato

Per trasferire dati attraverso il protocollo TCP

L'host non pu immettere sulla rete un numero di segmenti superiore alla propria RCVWND

Si utilizza lalgoritmo di Fast Recovery per gestire perdite multiple di pacchetti

Si utilizza il campo Acknowledge per rilevare perdite di segmenti

prima indispensabile terminare con successo la procedura di three-way-handshake

Pagina 1/10
Copyright 2003-2010 L. Salgarelli <luca@salgarelli.com> & M. Dusi, tutti i diritti riservati

FIRMA STUDENTE
_________________________________

Universit degli Studi di Brescia, Facolt di Ingegneria


Elementi di Reti di TLC, Prof. L. Salgarelli, A.A. 2009/2010
Appello desame del 25/01/2010
3
a

Il protocollo UDP
Si basa sul valore del campo destination port per passare il contenuto del payload al processo destinatario dei
dati

Pu essere usato su reti che non utilizzano il protocollo IP come livello di rete

Ha sempre un header di lunghezza fissa pari a 8 byte

sempre da evitare nei casi in cui lapplicazione non gestisce il recupero degli errori

Nelle reti GSM


Linterfaccia aria adotta FDMA e TDMA contemporaneamente per risolvere il problema della multiplazione dei
segnali

Il segnale vocale viene trasferito nella rete di accesso utilizzando commutazione di pacchetto

Ogni volta che un cellulare si sposta da una cella alla successiva durante una chiamata, viene scatenata una
procedura di segnalazione SS7 tra VLR e HLR

Il codificatore del segnale vocale usato sui cellulari genera un bitrate di 128 kb/s

Un NAPT
Pu funzionare anche nel caso la sua interfaccia di connessione verso Internet abbia capacit variabile nel
tempo

Pu supportare correttamente linoltro di traffico TCP

Pu supportare correttamente linoltro di traffico ICMP

Pu gestire al massimo 216 connessioni TCP contemporanee

Pagina 2/10
Copyright 2003-2010 L. Salgarelli <luca@salgarelli.com> & M. Dusi, tutti i diritti riservati

FIRMA STUDENTE
_________________________________

Universit degli Studi di Brescia, Facolt di Ingegneria


Elementi di Reti di TLC, Prof. L. Salgarelli, A.A. 2009/2010
Appello desame del 25/01/2010
Esercizio 2 (7 punti)
Si consideri la rete rappresentata in figura, collegata
ad Internet attraverso il canale C-X (il router X il
router di default per la rete). Sapendo che ciascuna
LAN ospita il numero di host indicato, e che ad un
host di LAN-5 stato assegnato lindirizzo
191.0.185.211:

a) Si assegnino gli indirizzi di rete, broadcast e default-gateway alle LAN 1, 2, 3, 4 e 5, minimizzando la dimensione del
blocco CIDR assegnato alla rete e minimizzando la dimensione delle tabelle di routing dei router A, B e C. Qual il blocco
CIDR assegnato alla rete?

Pagina 3/10
Copyright 2003-2010 L. Salgarelli <luca@salgarelli.com> & M. Dusi, tutti i diritti riservati

FIRMA STUDENTE
_________________________________

Universit degli Studi di Brescia, Facolt di Ingegneria


Elementi di Reti di TLC, Prof. L. Salgarelli, A.A. 2009/2010
Appello desame del 25/01/2010
b) Si assegnino gli indirizzi a ciascuna interfaccia che insiste su un canale punto-punto (A-B e B-C), utilizzando il blocco di
indirizzi privati 10.0.0.0/24 come base.

c) Si mostrino le tabelle di routing dei router A, C ed X.

Pagina 4/10
Copyright 2003-2010 L. Salgarelli <luca@salgarelli.com> & M. Dusi, tutti i diritti riservati

FIRMA STUDENTE
_________________________________

Universit degli Studi di Brescia, Facolt di Ingegneria


Elementi di Reti di TLC, Prof. L. Salgarelli, A.A. 2009/2010
Appello desame del 25/01/2010

Esercizio 3 (7 punti)
La rete rappresentata in
figura composta da due
segmenti Ethernet a 1 Gb/s,
pi una linea seriale
ottenuta dalla combinazione di quattro timeslot E1. La linea seriale viene utilizzata per instaurare una connessione PPP tra il
NAT e il router R. Le caratteristiche della connessione PPP sono:
MTU = 1500 byte;
Dimensione header+trailer PPP = 10 byte.
Un applicativo su PC-A deve trasferire 1.013.818 byte ad un applicativo su PC-B, utilizzando lo User Datagram Protocol (si
ricorda che lheader UDP include porta sorgente, porta destinazione, lunghezza del datagramma e checksum).
a) Si calcoli il tempo necessario perch tutti i dati da trasferire siano a disposizione dellapplicativo su PC-B, sotto le
seguenti ipotesi:
- Tutti i ritardi trasmissivi sui canali di comunicazione sono trascurabili.
- I tempi di trasferimento dei dati tra PC-A e NAT sono trascurabili.
- I tempi di trasferimento dei dati tra R e PC-B sono trascurabili.
- Eventuali errori trasmissivi e overhead non introdotti dal PPP sulla linea seriale sono trascurabili.
- Lapplicativo sfrutta nella maniera pi efficiente possibile la rete.

Pagina 5/10
Copyright 2003-2010 L. Salgarelli <luca@salgarelli.com> & M. Dusi, tutti i diritti riservati

FIRMA STUDENTE
_________________________________

Universit degli Studi di Brescia, Facolt di Ingegneria


Elementi di Reti di TLC, Prof. L. Salgarelli, A.A. 2009/2010
Appello desame del 25/01/2010
b) Ipotizzando che lapplicativo su PC-B sia in ascolto alla porta 5000, e che lapplicativo su PC-A stia utilizzando la porta
sorgente 222, si mostri il valore che assumono i campi indirizzo IP sorgente/destinazione e porta sorgente/destinazione nei
pacchetti UDP/IP che transitano sulle interfacce del NAT e del router R.

c) Cosa succederebbe se PC-B venisse spento a met del trasferimento?

Pagina 6/10
Copyright 2003-2010 L. Salgarelli <luca@salgarelli.com> & M. Dusi, tutti i diritti riservati

FIRMA STUDENTE
_________________________________

Universit degli Studi di Brescia, Facolt di Ingegneria


Elementi di Reti di TLC, Prof. L. Salgarelli, A.A. 2009/2010
Appello desame del 25/01/2010
Esercizio 4 (7 punti)
Un bridge E collegato contemporaneamente a due segmenti distinti di rete, ciascuno con rate trasmissivo pari a 10Mbps; al
primo segmento, oltre al bridge E, sono attestate due stazioni A e B, mentre al secondo segmento, oltre al Bridge, sono attestate
due stazioni C e D. Le stazioni attestate sul medesimo mezzo condiviso comunicano utilizzando il protocollo di accesso al
mezzo CSMA 1-persistent.
Le caratteristiche del sistema sono le seguenti:
Le distanze A-B, B-E, E-C e C-D sono di 100m;
La velocita di propagazione del segnale nel cavo coassiale di 200000km/s;
Le trame spedite sono trame dati di dimensione 515Byte;
Si consideri trascurabile il tempo richiesto da ciascuna stazione e dal Bridge per processare le trame.
a) Sapendo che la tabella di bridging (interna al bridge E) vuota, determinare se la sequenza di pacchetti:
1. A B, inviata allistante t0=10ms
2. B D, inviata allistante t1=t0+2
3. D C, inviata allistante t2=t0+3T+5
permette di popolare appieno la tabella di bridging del bridge. In caso mancato popolamento della tabella, proporre una
successiva sequenza di trame che le stazioni devono scambiare per permettere al bridge di raggiungere una completa
conoscenza della rete entro il tempo 12.0645ms. Indicare listante di tempo (espressione analitica e numerica) entro il
quale il bridge raggiunge completa conoscenza della rete.

b) Relativamente allinvio della trama dati B D, indicare quale altra stazione oltre a D avverte la presenza della trama sulla
rete, motivando la risposta.

Pagina 7/10
Copyright 2003-2010 L. Salgarelli <luca@salgarelli.com> & M. Dusi, tutti i diritti riservati

FIRMA STUDENTE
_________________________________

Universit degli Studi di Brescia, Facolt di Ingegneria


Elementi di Reti di TLC, Prof. L. Salgarelli, A.A. 2009/2010
Appello desame del 25/01/2010

c) Allistante 12.0645ms, la stazione C invia una trama dati alla stazione B, mentre la stazione A invia una trama dati a B
allistante 12.0645ms +T. Si determini in quale istante la stazione B riceve completamente le due trame dati inviate dalle
stazioni A e C. In caso di collisione, ogni apparato/stazione attende Z ms dopo la fine della trasmissione della trama corrotta
e prova di ritrasmettere. Z viene deciso secondo il seguente metodo: si attende un tempo pari a n*T ms, dove n la
posizione nellalfabeto della lettera corrispondente allapparato (esempio, A=1, B=2, C=3, etc.)

Pagina 8/10
Copyright 2003-2010 L. Salgarelli <luca@salgarelli.com> & M. Dusi, tutti i diritti riservati

FIRMA STUDENTE
_________________________________

Universit degli Studi di Brescia, Facolt di Ingegneria


Elementi di Reti di TLC, Prof. L. Salgarelli, A.A. 2009/2010
Appello desame del 25/01/2010

Pagina 9/10
Copyright 2003-2010 L. Salgarelli <luca@salgarelli.com> & M. Dusi, tutti i diritti riservati

FIRMA STUDENTE
_________________________________

Universit degli Studi di Brescia, Facolt di Ingegneria


Elementi di Reti di TLC, Prof. L. Salgarelli, A.A. 2009/2010
Appello desame del 25/01/2010

Pagina 10/10
Copyright 2003-2010 L. Salgarelli <luca@salgarelli.com> & M. Dusi, tutti i diritti riservati

FIRMA STUDENTE
_________________________________