Sei sulla pagina 1di 5

Universit degli Studi di Bergamo

Economia e Tecnica degli Scambi Internazionali


A.A. 2015 - 2016

introduzione

Universit degli Studi di Bergamo

Silvia Ceraolo

lo scenario attuale
cosa significa e perch
necessario/indispensabile
operare con lestero

Silvia Ceraolo

andamento del commercio mondiale

IL CONTESTO MONDIALE:
NUMERI E DINAMICHE
(sintesi)

quanto importante il commercio internazionale


per leconomia mondiale?
bisogna considerare sia gli scambi di beni che
di servizi
nellultimo ventennio, a livello globale il peso
del commercio internazionale cresciuto pi
della produzione
non esiste una relazione unidirezionale di
causalit bens di complementariet tra
produzione e commercio

Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo

Universit degli Studi di Bergamo


Economia e Tecnica degli Scambi Internazionali
A.A. 2015 - 2016

concetti base
importazioni = beni e servizi di produzione estera
venduti allinterno del Paese

andamento del commercio internazionale


perch esiste il commercio internazionale?

esportazioni = beni e servizi di produzione nazionale


venduti allestero
bilancia commerciale = differenza tra il valore totale
delle esportazioni e il valore totale delle importazioni.
avanzo (surplus) commerciale = un Paese esporta
pi di quanto importa.
disavanzo (deficit) commerciale = un Paese importa
pi di quanto esporta.

Silvia Ceraolo

per ottenere dai Paesi esteri prodotti a


minor costo, di diverso tipo o di maggiore
qualit rispetto a quelli prodotti
internamente
fattori di competitivit aziendale

Silvia Ceraolo

andamento del commercio mondiale

andamento del commercio mondiale

la crescita delleconomia mondiale dovrebbe rafforzarsi


progressivamente nel 2015. Tuttavia permangono molte
incertezze

per larea Euro dovrebbe concludersi il ciclo negativo iniziato a fine


2011, con un incremento del Pil dell1,2 % a cui contribuirebbero
principalmente Germania e Francia, ma anche alcuni Paesi di recente
ingresso nellarea (Estonia, Lettonia e Slovacchia).

vulnerabilit di natura strutturale


volatilit dei mercati finanziari
tensioni geo-politiche.
segnali di miglioramento dalle economie avanzate e
soprattutto da emergenti e in via di sviluppo (prev. +4,9%),
ma con significative differenze tra Paese e Paese

tra i Paesi sviluppati, gli USA dovrebbero guidare la crescita (stima PIL:
+2,8 %) grazie a una ripresa degli investimenti nellindustria
manifatturiera e al minor costo dellenergia
i Paesi in via di sviluppo, che ormai realizzano oltre la met del PIL
mondiale, si confermano larea pi dinamica
Cina e India, che da sole pesano per oltre il 20%, dovrebbero registrare
andamenti diversi: a fronte di unaccelerazione del Pil indiano (+5,4%),
la Cina dovrebbe sperimentare un lieve rallentamento (+ 7,5 %).
crescita piuttosto sostenuta (tra il 5,4 e il 3,2%) anche per Africa e
Medio Oriente.

Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo

Universit degli Studi di Bergamo


Economia e Tecnica degli Scambi Internazionali
A.A. 2015 - 2016

andamento del commercio mondiale

andamento del commercio mondiale

continua la crescita degli scambi di merci in Asia, Africa,


Medio Oriente ( nuove direttrici della crescita produttiva)
ma crescente contributo delle economie sviluppate

ripresa debole nelle aree industrializzate


principali Paesi esportatori: Cina (che guadagna quote di
mercato ma la cui crescita rallenta), USA, Germania
Cina primo paese esportatore di merci per la capacit di produrre beni
a costo inferiore rispetto alla maggior parte dei Paesi industrializzati.
Germania tra i principali attori su scala globale grazie alla superiorit
della sua tecnologia nella produzione di beni manufatti di alta qualit
Stati Uniti hanno sia la tecnologia per produrre beni manufatti di alta
qualit sia la capacit di fornire beni agricoli a basso costo grazie
allabbondanza di risorse di terra e sussidi governativi

previsioni del FMI per il quinquennio 2014 2018:


PIL in forte crescita per Paesi ricchi di risorse naturali (Guinea,
Mongolia, Iraq, Sudan meridionale, Timor Est) seguiti dalla Cina (ma
con crescita in rallentamento: 9,6% medio sul quinquennio)
tassi in crescita per Paesi asiatici (Bangladesh, Cambogia, Laos,
Myannmar), africani (Mozambico, Costa dAvorio, Zambia, Mauritania,
Mozambico, Nigeria) e America latina (Cile, Per, Colombia, Messico)

per approfondire il tema dei Paesi emergenti: Rapporto ICE


Prometeia Oltre i BRICS: nuovi mercati per il made in Italy, su
www.comitatoleonardo.it/ricerche

per approfondire il ruolo dellItalia nel commercio


internazionale:
http://www.ice.it/statistiche/pdf/Rapporto_ICE_2013_2014.pdf

principali Paesi importatori: USA e Cina


Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo

i primi 20 esportatori mondiali (agg. 2014)

i primi 20 esportatori mondiali (agg. 2012)

QUOTA %
2013

2004

2012

2013

CINA

11.8

11

ITALIA

2,8

USA

8,4

10

13

12

BELGIO

2,5

GERMANIA

7,7

12

13

CANADA

2,4

GIAPPONE

3.8

13

14

14

SINGAPORE

2,2

PAESI BASSI

3,5

14

16

15

MESSICO

2,0

FRANCIA

3,1

15

15

16

ARABIA SAUDITA

2,0

12

COREA DEL SUD

3,0

28

17

17

EMIRATI ARABI
UNITI

1.9

11

REGNO UNITO

2.9

16

20

18

SPAGNA

1.7

11

10

HONG KONG

2.9

20

19

19

INDIA

1,7

15

10

RUSSIA

2,8

29

18

20

TAIWAN

1.6

2004

2012

2013

PAESE

PAESE

QUOTA
% 2013

somma quota dei primi 20 Paesi: 70%


Paesi area Euro sostanzialmente stabile
Italia scesa dall9
(superata dalla Russia)

all11

posto

sono i nostri concorrenti mondiali

fonte: elaborazioni ICE su dati WTO

Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo

Universit degli Studi di Bergamo


Economia e Tecnica degli Scambi Internazionali
A.A. 2015 - 2016

i primi 10 Paesi di import dellItalia (agg. 2014)


PAESE

VALORE

i primi 10 Paesi di export dellItalia (agg. 2014)

% 2012/13

PAESE

% 2012/13

Germania

52935

-3,9

Germania

48425

-0,8

Francia

30332

-4,0

Francia

42226

-2,3

Cina

23135

-7,5

Stati Uniti

27023

1,4

Paesi Bassi

20678

0,6

Svizzera

20403

-10,8

Russia

20056

9,5

Regno Unito

19592

3,4

Spagna

16176

-4,7

Spagna

17.150

-6,3

Belgio

15041

3,4

Belgio

11407

10,3

Stati Uniti

11541

-8,8

Russia

10797

8,2

Svizzera

10520

4,1

Turchia

10084

-4,8

10

Regno Unito

9570

-1,5

10

Cina

9852

9,5

fonte: elaborazioni ICE su dati ISTAT

fonte: elaborazioni ICE su dati ISTAT

Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo

Paesi clienti e fornitori dellItalia


Primi 10 avanzi commerciali dellItalia (2013, val. in milioni di ):
PAESE

Paesi clienti e fornitori dellItalia


Primi 10 disavanzi commerciali dellItalia (2013, val in milioni di ):

VALORI

PAESE

VALORI

1. USA

15482

1. Cina

-13283

2. Francia

11894

2. Paesi Bassi

-11609

3. Regno Unito

10021

3. Russia

-9259

4. Svizzera

9883

4. Azerbaijan

-6376

5. Turchia

4576

5. Libia

-5244

6. Hong Kong

4515

6. Germania

-4529

7. Emirati Arabi Uniti

4212

7. Belgio

-3634

8. Giappone

3462

8. Kazakhstan

-2955

9. Australia

3167

9. Irlanda

-2085

10. Polonia

2761

10. Algeria

-2007

fonte:elaborazione ICE su dati ISTAT

Fonte :elaborazione ICE su dati ISTAT

Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo

VALORE

Silvia Ceraolo

Universit degli Studi di Bergamo


Economia e Tecnica degli Scambi Internazionali
A.A. 2015 - 2016

Bergamo 2014

Bergamo 2014

importazioni: 7.943 milioni (+5,6 % per cento


sullanno precedente)
esportazioni: 13.834 milioni (+5,3 % rispetto
al 2013, di cui +5,7 v/ UE e + 4,6 extra UE)
aumento dellexport ben pi marcato rispetto
a Lombardia (+1,4%) e Italia (+2%)
saldo bilancia commerciale: positivo per
5.890 milioni, superiore al saldo del 2013
(5.617)

1 settore merceologici dellexport provinciale, macchinari (2.651


mln nel primi tre trim. 2014).

Silvia Ceraolo

statistiche del commercio internazionale

2: metalli e prodotti in metallo (1.536 mln , +0,7% su base


annua)
i prodotti chimici raggiungono i 1.449 mln (+7,5% tendenziale).
Seguono gli articoli in gomma e plastica, che valgono 903 milioni
(+6,2). Nei mezzi di trasporto lexport vale 891 milioni (+8%), in
crescita sul mercato europeo (+8,3%), e su quelli extraeuropei
(+6,9%).
per i prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori lexport dei
primi nove mesi vale 718 mln (+1,3%) con vendite in
progresso sui mercati europei (+4,2%) ma in netta flessione sui
mercati extraeuropei (-3,3%).

Silvia Ceraolo

Domande?

Bergamo: Camera di Commercio


www.bg.camcom.gov.it/studi
Lombardia: Unioncamere Lombardia
www.lom.camcom.it/?/osservatorio-economico
nazionali:
Istat www.coeweb.istat.it
ICE http://actea.ice.it/
europee: http://ec.europa.eu/eurostat
mondiali:
WTO http://stat.wto.org
IMF http://www.imf.org/external/data.htm

fonte: CCIAA Bergamo su dati ISTAT

Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo

Silvia Ceraolo