Sei sulla pagina 1di 38
2 eg 3 i. ean) ear eE ee & Sunininaisnnlisnumissibggg Er a Modo perImparare a fonare SEDI TR'OMB Ae be He o 3 TANTO DIGVERRA Sg85 See tanto Muficalmente in Organo, con Tromba $4 es e ‘ordina, col Cimbalo, e ogn’altroiftrumento. & inntoni molte fonatecome Balletti, Brandi,( apriccy Serabande, Corre a et aral orb bgwetpine aR S#2DI GIROLAMO FANTINIE#3 sghe SPOLETI 233 € Ses 2 3 rs ce del Serenifs.Gran Duca Ren diTofcana FERDINANDO II. £, SESSEEEEE retire a ) SPITSITTIFTS 6 SEESESESESESE S \Se97 SaSSTSF D vem) kebdacome. SB 339333 1. = COPIA: Seog oes ¢ IN FRANCOFORT PerDaniel Vualtch. 1638. a Com lerrae ee Supra S$ wi aa SEESESEEEES: Seb blciasaesaptestaesesseessennsssesgsit S33 SUSSSUUS STOO SDTSSSNNOUSUST SUES SSIES ee Madrigale del Sig. Aleffandro Adimari. In lode dell’ Autore. Fortunata FLOR A, Figlia diROMA antica, E delle {we venture Emula amica, Tie nel two Rege un nuouo Eneagodi hora, 4 Che pit d'un Palinuro ha nel Tirreno; Ti mancaua un Mifeno, E GIROLAMO é qui, fonante ogniora Con si mirabil arte, Che pud col fiero canto accender Marte, E toglie( per formar si vaghi accenti) Alla Fama la Tromba, all AriaiV enti. D’Autore incerto al medesimo. V ESTO,che al {won di bellico ftrumento Al fo voler fé-vacillar cimieri, Ethaste fracaffar, fremer defiriert Pin feroci del fulmine ye del-vento. Hor ecco come in Mufico concento, Faraddolcendo glimpeti pits feeri, Languir di gioia e Dame,eCaualieri, Volto in amore il Martial talento. Merauigliofa infieme arte, enatura, Tanta virtude inn {ol petto ferra, Che del prifco Mifen la fama ofcura. Monarca della T rombahoggi eglit'nterra, Chbadei cor la vittoria ogn'hor ficura, Arbitro della pace,e della guerra. SERENISSIMO GRANDVCA. A magnanima liberalitadi VA‘. e gl infiniti obblighi, chio le tengo per lo {pazio di otto anni chiiola feruo, mi hanno indotto a dar qualche fegnodi ricognizione di gratitudine di me fteflo, quale confeflo effere afsai pic- colo, in rifpetto di quel che dourei a tanto Principe mio Signore, ePadrone: la cui magnificenza é ftata cagione, che quel poco d’ozio,che da treanni in qua miéftatoalle volte concefso, accompagnato dallo ftudio, e diligenza ame poflibile,m’ha fatto parto- rire vna debole Opera, quantunque ame faticofa, nella quale tratto Yartedella Trombadai fuoi primi principii, finoa quella perfezzione eftrema,che mai fino a’tempi noftri ¢ venuta: dimoftrando qualfiuoglia operazione di efsa,, tantoincofe di Guerra, come in qualfiuoghia altra azionealla Trombaappartenente. Prego dunquel’A. V.S. fidegni ac- cettare fotto la fua protezione quefta mia roza fatica, quale io le las e dedico indimoftrazione del fincero affetto dell'animo mio. Noncon- ueniua,ne fi poteuaadaltri,chea V.A.S. prefentare tale Opera : fiper- cheildebito mio richiedeua, che io confecraffi il frutto a chi l'aucua fatto nafcere:fi ancora, perche l'accrefciuta perfezzione della profef- fione della Tromba adaltri nonapparteneua, che al Monarcadi quei Popoli, chegia di tale artifizio furono inuentori. E mentre per finecon ognidebita reuerenza a lei m'inchino, le pregodal Cieloil colmodogni fuodesiderio. Dat. il di 20.4 Aprile 1638. DiVAS Dewoti[sioo, et bumilifsimo feruitore Girolamo Fantini. Principio di Tromba nominato dalla Mufica, : e dallo stile delli antichi ans Cc. Cc G. eS feet gs Sotto ® Bafso, Bafso. Vurgano. Striano toccata quinta. CDE i G4. BG. A. GiB. Ee D.C. Sa ss e——— =F a — —s ———| F do re mi fa a re mi fa la fol fa la fol fa Primatoccata di Baffo. Seconda toccata. itiemasiee se Tegheda tanta tanta tanta tan, L Autore ai Lettori, Auendomandatoalleftampe quefto mio debil volum: benefizio di chi profeffa , 0 voleffe profeffare di forr Tromba: non pit inaria comegia fi foleua , maco'l verc a & damentocome giialeri {tramenti perfetti,benche la Trc non habbialtro che le fie note naturali, come fi vede nel princif queftopera, perchea volercomporre fopraa dette note, e lafciar!’: non fié pofsuto far maggioresforzo,eperd ¢ bifognato obbligarfi c gia dichiarate, che da per loroapportano poca vaghezza:ficome molti baffinon fi fono diminuiti , perche ¢ necefsario per reggere ftrumento d’afsai armonia . Graditelo con ogni affetto, che cosi fac hauerete da mé col tempoaltropere ; rimettendomi perd alloro d to giudizio. Aunertimenti per quelli che volefsero imparare a fonar di Tromba Muficalmente in concerto di yoci, oaltro #f E-vonoliprofefori di detto ftramentofonare con lingua puntata ch nar di fiatonon forma voce perfetta. Sauuervfee » che quando feguentifonate ff troueranno note puntase fi dewe del punto fern a per ripighar fiato, fecondo Loccafione , o-vero la difpofizsione di 1 fifa desto Strumento. E trowandoil Groppo fidewe battere con lingua puntata trillo va fatto a forza di perto, e battutocon la gola, efi forma in tutte le noted Strumento. Si troueranno alcune note ,che nel principio dellopera non [ono ace che avvoler fermanifi fonoimperfette, ma perche paff-ano prefto, poffonoferuire. 5 anco anuertire, che quando fi troweranno note divvalore ,cioe divuna, didua, eq battute, fideuonotenere in modocantabile, con mettere la-voce piano, ¢ poivem feendo fino al mexo valore della nota, econ Paltromez.o andar calando fino al fine bastuta, che a pene fifenta, che cosi facendo fi rendera perfetta armonia, E principio del libro’ flampato fatto allanota del Cefilfaut il do, vuole ftare in que perche laT rombanon forma ni du, ne-vt : perd fi deuono fuggire come fail pe cantore che nonforma palfaggi nt in i, nb in w3 ef anco nelle toccate di Guer {ono parole che diconodaton della, atta non tano, € attanallo, voglion dire buttaf canalcare,e acauallo, et il tin ta viol dire tutti; si fon dettate in quefta manier che con laTromba ff proferi{cono meglio, ¢ firendono pits facili a punteggiarle lingwa, quale éal vero modo di [onare. B pet la Tromba Sordina fi dene fonar per d L Autore ai Lettori. Auendomandato alle ftampe quefto mio debil volume per benefizio di chi profeffa , © volefle profeflare di fonar di Tromba: non piitinaria comegia fi foleua ,maco'l vero fon. Brees damentocome giialeriftrumenti perfetti,benche la Tromba non habbialtro che le fue note naturali, come fi vede nel principio di queftopera, perchea voler comporre fopraa dette note, ¢ lafciar Valtre, non fié pofsuto far maggioresforzo, perd ébifognato obbligarfi con le gia dichiarate , che da perloroapportano poca vaghezza:ficomeanco molti baffinon fi fono diminuiti, perche ¢ necefsario per reggere tale ftrumento d’afsai armonia. Graditelo con ogni affetto, che cosi facendo hauerete da mé col tempoaltropere ; rimettendomi perd al loro difcre- to giudizio. Auuertimenti pet quelli che volefgero imparare a fonar di Tromba Muficalmente in concerto di yoci, oaltro Wf. Euonoli profeffori di detto ftrumentofonare con lingua puntata, che il fo- W nar di fiatonon forma voce perfetta. Cai » che quando nelles fequentifonate fi troveranno note puntate, fi deue del punto feruirfene R per ripighar fiato, fecondo Voccafione, b-vero la difpofiz.ione di chi pro» feffa detto Strumento. E trowandoil Groppo fi dewe battere con lingua puntata, ma il trillo va fatto a forza di petto,e battutoconla gola, e fi forma in tutte le note didetto Strumento. Si troueranno alcune note ,che nel principio dellopera non{ono accennate, cheavoler fermanifi fonoimperfette,ma perche paffano prefto poffonoferuire, Si dene anco anuertire, che quando fi troweranno note dé ‘valore cio diuna, di dua, e quattro battute, fidewonotenere inmodocantabile, con mettere lavoce piano, e poi venir cre~ feendo fino al mez.o valore della nota, econ! altro mez.o andar calando fino al fine della battuta,che a pena fifenta, che cosi facendo fi rendera perfetta armonia. E fé nel principiodel libro? flampato fatto allanota del Ce(olfaut il do, vuole flare in quel modo, perche laT romba non forma nt du, nous: perd fi deuono fuggire come fa il perferso cantore che non forma palfaggi nd in i, ne in; et anco nelle toccate di Guerra wi Sono parole che dicono daton della, atta non tano,e attanallo, voglion dire buttafella,a canalcare,e acauallo, et il tin ta vuol dire tusti; si fon dettate in quefta maniera, per- checon laTramba ff proferifcono meglio, ¢ firendono pits facili a punteggiarle con la lingua, quale ¢il vero modo di fonare .E pet la Tromba Sordina fi deue fonar pet de folre. Principio di Tromba nominato dalla Mufica, e dallo stile deli antichi Trombetti. Cc. Cc. G. Cc E G. _=s—— ae —— Sotto * Bago. Bafso. Vurgano. Striano toccata quinta. Gore fa flive mi fa la fol fa le [ol fa Primatoccata di Baffo. Seconda toccata. fH 1 yopeeeerts ae Tegheda tanta tanta tanta tan, iter pag ae et a EES cFE : Decimaterza toccata, Decima jet foceata. Da reghe feeee 2 ah segheda da ta — da teghe teghe da teghe teghe data da tegheteghe da :: Decima quintaroceata + Ts AEE ta. Modo di battere lalingua puntataindiverfi modi. eal le ra le va lire & ta te ta ta ti ta Siri ti ri ti ri di Ia le va la lala ls teghe seghe seghe di Jal de ra de rade ra ta te ta fe tate ta le ra le ra le tate tate ta la vale ra lara la _— te ghete gheda tere te re da dia dia da tavate reda tara tere te ve da leralera la tiri ti vi da teghe teghe teghe da la la le ra le va le ra teghe teghe teghe teghe tiri tiri tivi si tere tere te re tere leva leraleralera tegheteghe seghe di Sateredi i tatetatatitatate tatatatetatatata ti sclttiantneiay ait eS fe tate ta sz Prima chiamata diGuerra, Sparata di buttafella,. SAA teghe data tanano. teghe teghe da tanano teghe teghe teghe da SSS tadra da to Sireplica la [parata,e poi fegue larotta. beret pyrite ales titata ta tita ti ta tati teghe tegheda ta ti tateghe teghe da in = ae datodatondel la tadra datondellatinsintella but tafella :: but ta fella tinsintella tara tarara teghe teghe dara teghe datata teghe teghe da tara PA ential t seghe da teghe dara — teghe teghe da:: A FEE ra teghe teghe da ta teghe teghe teghe teghe teghe teghe dara. Allo Stendardo. EH eerte tuttitutti allo fédardo kee Se Teghe data tatin taitata tintatitaita tin teghe Ae data tintateghe pay Ff Tate reghe da une he dana jatdta 3: 3 ta teghe teghe dati teghe teghe da, Butta latenda : ti rala tenda. bearer SES aA EEEEEEEEE: butta butta la tenda ~ 16 pte ¢. — apap EEEE EEG butta butta la tenda ee i enda peep rere eeeesteeyt pemullaiie Saas = Paneer 47 HHS eg Eel ze sta SEE TERE yun bs plein ype ee Hi Seconda parte. IPI ony FEET teghe tegheda 33 ta __teghe seghe da _reghe teghe da Tere a fi fideue far i danano teghe teghe Entrata ee per fonare in concerto. Ser Tee Teghe dataitanotintatat tano tita titaitano ti regheteghe 6 da ano tatin atinta teghe teghedatanta teghereghe dé, T A concerto facci patefa, e doppo fi repighi quel che fegue, ElGa Trini 2 ~ teghe da ta nonoseghe teghe fe dana no tegheteghe da == = : _ tabi 7 datinta tin 5 ‘ele data ” da tinta teghereghedatatin teghe tegheda teghe reghe ” seghe teghe das: tintatintatin ta da tintanta tatintantitai tatintegheteghe daitatin teghe teghe da ta ¢ poifi termina alla Croce. Siricomincia da capalentrata, Seconda Imperiale. Seconda chiamata. Quarta chiamata. si site Da teghe seghe a vie ide te tegheda i SSeS PEE pore —repepepereeyg ieee sett Ya teghe seghe da