Sei sulla pagina 1di 3

A Levico Terme dal 21 al 23 settembre, il convegno internazionale

“Le nuove frontiere delle aritmie”


DOPING E ARITMIE: NEMICI MORTALI PER IL CUORE
I migliori specialisti al mondo discutono dei rischi negli atleti causati
da rianimazioni inefficaci e cardiopatie subdole

Il mondo dello sport, compresi gli atleti professionisti, registra un


continuo stillicidio di gravi eventi cardiaci con morti improvvise. Gli sportivi
President
presentano frequentemente aritmie cardiache - di solito benigne ma a volte
F. Furlanello (Trento, Milan Italy)
potenzialmente letali – che necessitano di approfonditi controlli prima di
Program Chairman affrontare l’attività agonistica. Una delle cause riguarda il doping: il mondo
R. Cappato (Milan, Italy) dello sport sembra non rendersi conto a sufficienza che l’assunzione delle
Program Co-Chairmen sostanze illecite a scopo dopante e mascherante rappresenta frequentemente
L. De Ambroggi (Milan, Italy)
A. Pelliccia (Rome, Italy) un grave rischio aritmico e sono comunque fonte di tante aritmie cardiache.
Sono molti gli interrogativi ancora da risolvere. Perché è difficile riconoscere
Congress Founding Committee
R. Cappato (Milan, Italy) in tempo patologie cardiache silenti teoricamente potenzialmente letali? E
L. De Ambroggi (Milan, Italy)
L. Dellai (Trento, Italy) perché la rianimazione cardiaca sul campo non viene impiegata
M. Disertori (Trento, Italy)
F. Furlanello (Trento, Milan Italy)
tempestivamente e razionalmente?
G. Galanti (Florence, Italy)
G. Inama (Crema, Italy)
Il doping, come detto, è una delle cause più importanti di aritmie
C. Stefenelli (Trento, Italy)
G. Thiene (Padua, Italy)
cardiache anche gravi e mortali in atleti e sportivi di ogni età. La
C. Vassanelli (Verona, Italy) somministrazione di prodotti illeciti a breve, medio e lungo termine irrita e
G. Vergara (Rovereto, Italy)
mina in maniera severa il cuore. A correre i maggiori rischi sono soprattutto gli
atleti non professionisti che non godono di una assistenza medica costante e
che si affidano ad assunzione fai da te delle sostanze. Drammi che si
consumano in silenzio, al di fuori dei circuiti ufficiali ma che ogni anno
colpiscono nel mondo migliaia di praticanti di tutte le categorie sportive.
L’allarme è lanciato dagli esperti che parteciperanno al Congresso
internazionale le “Nuove Frontiere dell’Aritmologia Sportiva”, e che si svolgerà
dal 21 al 23 settembre 2007 a Levico Terme in Trentino, presso il Centro
Congressi del Grand Hotel Imperial.
Il Congresso si propone come un’ideale continuazione del ciclo dei 16
Congressi biennali, “Le Nuove Frontiere delle Aritmie”, organizzato a
Marilleva Val di Sole (Trento), dal 1974 al 2004, con la partecipazione dei
massimi aritmologi mondiali e che hanno contribuito a far conoscere
l’aritmologia italiana a livello internazionale.
“In occasione del congresso di Levico – spiega il professore
Francesco Furlanello, uno dei massimi aritmologi internazionali e presidente
del Congresso - abbiamo ritenuto che fosse maturato il momento per fare il
punto sui progressi delle conoscenze relative alla diagnostica e al trattamento
delle aritmie dello sportivo di ogni età e ranking con particolare riguardo alla
prevenzione della morte improvvisa ed allo studio delle conseguenze
aritmiche comprese quelle mortali dovuto all’assunzione delle sostanze illecite
President intese come dopanti, mascheranti e ricreazionali analizzando
F. Furlanello (Trento, Milan Italy)
sistematicamente tali effetti in ogni sostanza elencata nella lista WADA
Program Chairman (World AntiDoping Agency) più recente (gennaio 2007)”.
R. Cappato (Milan, Italy) A Levico si confronteranno specialisti e dirigenti sportivi di fama
Program Co-Chairmen internazionale. Ad incominciare da Liang Xiaowen, responsabile dei controlli
L. De Ambroggi (Milan, Italy)
A. Pelliccia (Rome, Italy) sanitaria delle prossime Olimpiadi di Pechino; dall’americano Berry Maron,
uno dei luminari della ricerca sulle aritmie nel mondo dello sport; dal professor
Congress Founding Committee
R. Cappato (Milan, Italy) Gaetano Thiene, anatomopatologo dell’Università di Padova ed esperto in
L. De Ambroggi (Milan, Italy)
L. Dellai (Trento, Italy)
medicina sportiva applicata ai giovani atleti; il professor Riccardo Cappato,
M. Disertori (Trento, Italy)
F. Furlanello (Trento, Milan Italy)
dell’ospedale San Donato Milanese e presidente dell’Ecas (European Cardiac
G. Galanti (Florence, Italy)
G. Inama (Crema, Italy)
Arrhythmias Society), ente patrocinatore del convegno; e Day Hu Wang,
C. Stefenelli (Trento, Italy) presidente della Chinese Society of Cardiac; oltre allo stesso professor
G. Thiene (Padua, Italy)
C. Vassanelli (Verona, Italy) Francesco Furlanello, aritmologo di fama internazionale.
G. Vergara (Rovereto, Italy)
In particolare il Congresso è dedicato alla prevenzione della morte
improvvisa dell’atleta attraverso i 3 momenti fondamentali attuali:
• studio e divulgazione delle metodiche e delle cure fondamentali per
l’individuazione degli atleti a rischio di presentare gravi eventi aritmici in
corso di attività sportiva con particolare riguardo alla morte improvvisa
• studio delle conseguenze aritmiche comprese quelle mortali nel giovane e
nell’atleta dovute all’assunzione delle “sostanze illecite” intese come
sostanze dopanti e mascheranti (nei riguardi dei controlli antidoping) e
ricreazionali (cocaina, hasish, marijuana ed ecstasy). Fino ad ora l’effetto
deleterio di queste sostanze vietate a livello cardiovascolare è stato poco
approfondito rispetto a quanto fatto per altri organi ed apparati come il
cervello, il fegato, il rene, il sangue, l’apparato sessuale ecc.
• studio delle tecniche di resuscitazione sul campo rendendo
sempre più disponibili ed alla portata di maggior numero di
persone il DAE (Defibrillatore Automatico Esterno) il cui impiego
se rapido e precoce è in grado di salvare l’atleta colpito da
arresto cardiaco recuperandolo senza conseguenze
neurologiche.
President Il Congresso Internazionale “Le Nuove Frontiere
F. Furlanello (Trento, Milan Italy)
dell’Aritmologia Sportiva” intende rappresentare un importante punto
Program Chairman di riferimento informativo a tutti coloro che operano nel campo dello
R. Cappato (Milan, Italy) sport con particolare riguardo ai Cardiologi e Medici Sportivi.
Program Co-Chairmen Il programma prevede un momento pubblico, sabato 22
L. De Ambroggi (Milan, Italy)
A. Pelliccia (Rome, Italy) settembre alle ore 20.45, nella sede del Palace Congress Center di
Levico Terme. Il tema della serata è “Per uno sport più sicuro: abuso
Congress Founding Committee
R. Cappato (Milan, Italy) di sostanze illecite, cardiopatie non riconosciute, rianimazione
L. De Ambroggi (Milan, Italy)
L. Dellai (Trento, Italy)
cardiorespiratoria tardiva, morti improvvise sul campo, una spirale
M. Disertori (Trento, Italy)
F. Furlanello (Trento, Milan Italy)
insidiosa”. Il tema riporta alla drammatica cronaca delle scorse
G. Galanti (Florence, Italy)
G. Inama (Crema, Italy)
settimane, quando su un campo da calcio morì per attacco cardiaco il
C. Stefenelli (Trento, Italy) giocatore spagnolo Puerta. All’incontro parteciperanno, tra gli altri,
G. Thiene (Padua, Italy)
C. Vassanelli (Verona, Italy) campioni dello sport, quali Vittorio Adorni e Francesco Moser
G. Vergara (Rovereto, Italy)
(ciclismo), Roberto Boninsegna (calcio), Giorgio Vanzetta (sci di
fondo), Francesco Botrè (direttore scientifico del Laboratorio
antidoping F.M.S.I.), oltre a dirigenti sportivi, magistrati, giornalisti e
medici sportivi.
Il Comitato Organizzatore del convegno è costituito dalla
presidenza della Provincia autonoma di Trento, Istituto Policlinico San
Donato IRCCS, Università di Milano, Padova, Verona, Firenze,
Divisioni di Cardiologia di Trento, Rovereto e Crema, Dipartimento
cardiologico di Villa Bianca di Trento.