Sei sulla pagina 1di 13

Corso di lingua

Italiana A2
Professoressa Losi

Cynthia Morin
Antonia Yaconi

Un po di storia

L'Accademia Filarmonica di Bologna venne fondata nel 1666


dal nobile Vincenzo Maria Carrati, con sede nel palazzo di
famiglia, nell'attuale via Guerrazzi 13

Rappresent sempre un punto di riferimento nella vita


culturale bolognese fino a divenire, nella seconda met del
Settecento, una delle istituzioni pi alte della cultura
musicale europea.

Un po di storia

l'Accademia Filarmonica ha avviato da qualche tempo progetti mirati alla


divulgazione della cultura musicale, in particolare nelle scuole, che vedono
annualmente il coinvolgimento di pi di millecinquecento ragazzi

L'Accademia rivolge inoltre molta attenzione all'ambito della ricerca, con


diversi convegni e giornate di studio organizzati ogni anno, e alla
valorizzazione e recupero del proprio inestimabile patrimonio.

Di primaria importanza, infine, il rapporto dellAccademia Filarmonica con la


musica del proprio tempo: sul filo ininterrotto della tradizione, come sempre
avvenuto fin dalla sua fondazione, ancora oggi lAccademia commissiona
nuove opere a grandi compositori della scena internazionale

Un po di storia

Attenta all'eccellenza in campo musicale l'Accademia non poteva


non accogliere fra i propri Maestri Onorari le due personalit che pi
segnarono il secolo, anche se profondamente diverse tra loro:
Giuseppe Verdi, come il pi grande operista italiano, il pi
popolare, artista-simbolo della grande melodia e della potenza
drammatica (aggregato nel 1868), e Richard Wagner, il musicistapoeta tedesco che pi rappresent la temperie romantica portata
alle estreme conseguenze, creatore di impegnative opere in cui si
fonde parola, musica e rappresentazione scenica (aggregato nel
1876). L'Accademia, dunque, che rappresentava l'istituzione pi
influente di questo attento ambiente culturale e musicale, diede il
primo riconoscimento italiano alla genialit wagneriana

Un po di storia

Allattivit concertistica, alla ricerca e alla valorizzazione del


proprio patrimonio musicale ed architettonico, lAccademia
Filarmonica unisce oggi un originale impegno nel settore del
perfezionamento
artistico,
mediante
l'organizzazione
di
masterclass con docenti di alto livello. Nella prospettiva di una
sempre pi fattiva relazione con la citt di Bologna, con gli enti
pubblici e le istituzioni musicali nazionali ed internazionali, anche
vive il trascinante entusiasmo di Bologna capitale europea della
cultura, aprendosi a tutti, per farsi conoscere, ma anche per offrire le
sue testimonianze, l'opportunit di approfondire l'arte musicale e la
sua storia, o semplicemente di apprezzarne la bellezza, respirandola
in una delle sue dimore pi illustri.

L'accademia composta
delle ..

Sala Mozart: gli accademici, che si distinguevano nelle tre


classi di Compositori, Cantanti e Suonatori, si ritrovavano
settimanalmente, ora sede della stagione concertistica
dell'Accademia. In questa sala, all'epoca di dimensioni pi
ridotte dell'attuale, si svolgevano anche gli esami per
accedere alla classe dei compositori.

L'accademia composta
delle ..

L'archivio storico e la Biblioteca: custodiscono il patrimonio


documentario e bibliografico d'una delle piu importi
accademie musicale europee del periodo barocco. La
Biblioteca conserva libri, manoscritti e stampe musicali
utilizzati o raccolti dall'Accademia per la propria attivit: un
fondo antico, un fondo Autografi , e vari altri fondi, fra cui
uno polacco di musicologia e uno di dissertazioni di laurea.

L'accademia composta
delle ..

Le collezioni musicali; al secondo piano del palazzo si


possono visitare le varie sale che custodiscono le Collezioni
musicali dell'Accademia Filarmonica: una salla con
Quadreria, fototeca ed oggettistica varia, un'altra con i
Collezioni di strumenti musicali e in piu, "La Bottega del
Liutaio che, donata all'accademia dal Maestro Liutaio Ivano
Coratto costituisce una preziosa esposizione composata da
strumenti ad arco costruiti da Coratti, i suoi attrezzi del
mestiere, il tavolo da lavoro e strumenti ad arco grezzi o in
via di costruzione.

Intervista

Che cosa si preferisce fare in questo luogo?

Direi organizzare grandi eventi con i grandi musicisti che di solito


vengono a sonare.

Per voi, qual stato il concerto pi bello /significativo


che avete visto qui?

Dopo quasi 25 anni che lavoro come segretario dell'accademia


filarmonica, non riesco scegliere uno tra tutti i grandi eventi che
ho visto.

Intervista

Cosa le piace di pi della accademia e perch?

Come io lavoro qui, per forza mi piace tutto dalla accademia, la sua
biblioteca, la sala mozart, degli eventi, le persona, tutto.

Sappiamo un po sulla storia dellaccademia, ma potrebbe


raccontare qualcosa che non tutti sanno?

Sulla storia, io lavoro da saranno 25 anni e la filarmonica avr 250


anni. Tutta questa informazione la trova sull internet, anche la
curiosita che un posto cosi vecchio sicuramente ha. Ma non saprebbe
dirle una in particolare

Qual ltipo di persona che frequenta questo luogo, come


si definisce secondo voi?

Di

solito

sono

contemporanea.

le

persone

che

gli

piacciono

della

musica

Il visitatore

Nell'accedere oggi alle preziose sale dello storico palazzo


della Filarmonica,

il visitatore si trova immerso in

un'ammaliante atmosfera musicale, ascoltando concerti


di prestigiosi interpreti nella sala Mozart, ammirando
quadri, strumenti e cimeli musicali nelle Sale Carrati, ma
anche un po' ovunque nel dedalo di sale e salette, negli
uffici come nella biblioteca e nelle aule didattiche.
Allattivit concertistica, alla ricerca e alla valorizzazione
del proprio patrimonio musicale ed architettonico

Grazie mille.