Sei sulla pagina 1di 52
ee Num 1 it 25) : 477 Album II (N26 50) aS 3 4773 Album HI (N51. 75) Canto ePianoforte ceaeger 4779. Album TV (N 76 1011 (oPianoforte solo) (0 Mandolino e Pianoforte) Cadauno nelto (B) £4. Proprieté della, mh. lee 1101 1102 1103, 108 1108 106 io7 hog i109 io un iz m3, Mg 1s inte ny us m9 1120 nat 112 Ha ua 126 ua uz 29 i130 M131 i132 1133 uM 1135, 1138, 1137 1138 1139 10 na 1a ng ua 1145 SERVIBILI-PER Canto e Pianoforte - Canto e Chitarra- Mandolino - ( oViolino )-e Pianoforte - Pianoforte solo, Mandolino solo,Mandolino e Chitarra. [Addio per sempre (Giust) La mone 0 mo tse Gaatda che biomes haa Vieni vent alla Sareea Le hale mina Brezse leggere scherzano Bativo now vaole see hc Pincetra bases 1'Maceheront Rosa dh Maggio ssa (St. mae fuscia) ‘Macon is bn) Trpote ipa Ue fata dh Aral Vien, deta Les danes Rondiaels pellegsina che ti posi sal iat gent, dei bei color Ta eroce ‘Non 8 rammentiYore tugaci? Addio mis bella, acaio Lukimo baco (i sovien della note eerena) Ya Marinacelia MW prime amore a Lxiseta 13 tata Wei et lu belissima Yous, vora Slormell!tseant (lor de! ginggiol) Rispoto iovcano (0 Sanissime Vergine) Amare a mare Addio cara Notte & amore Lo spazzacamino Sul margine aun ro Dal dalve sonno svegith Nell amor ha posto Ido Le harcheus che score sul onde ‘Wien bella vent sul mar) Barearola veneriana (Tu sei bella) ust i182 1183 154 183 1185, us? 1158 1189) 1160 ier 1162 163 1164 1165, 1186, list nis 1169 no un un u73 un i 11% 8 un Hig iat $182 1185 has 1185 1186 i187 tise 39 1190 1191 192 1193 ust 1198, 1196 1197 Pet amor 18 it marinero La Carolina velar potest an signa Now ov arora 1 pagserinn E moro F amor aio Addie a Sopa! tippete, tuppele,tappete Derelia Leal Desolasione La foraia bello Nicola on vamment + bast Marinaresca vereziana (Iagera I afta) Now io ao Tr voglio bene assai ria venme am come EL baseio (La smania che sente) Piangi, vianet Le biondina in gondolet= Noo imi gariae @" amor shio' wero (Ti chest 4 amarm) {a rondinelia amatile (Ot d'un sor che muoce Tinehé te zondinete Ma perch (Quando vedo st io ts0e0) Flore baci cu tte a € pain) Tee We e tor Se volete vedere chi» adora IW mondo dels ana wma win © pescatar de” onda Bionda, 1s bela biomes FFaggiamo nel desert Cid une bombs Mariannina| Spunta il sole. alla_col iecio dei tai eappeli 1 sot el pont che I a Io fegna ‘Na come bali, bela bimba Rateplan, amburro io. sento Le conteasiohe relia (Spar ia note) istesaa leo, °d fo sono a Tu fost it primo palpite (Bela cicome an arene) cotana di «at si) L’ OCCHIO NERO. CELEBRI CANTI POPOLARI No76 Riduzione.di Andante M. CHIESA. a CANTO O. MANDOLINO Ti chie . si d’a.mar . mi Con pal. li. da PIANOFORTE. —— ————— cia; M’a-pri- - sti le brac. .cia, Mi de - stiil tuo —— Yoe . chio maYocchio tuo ‘ne - - ro... distort popolact Schmid. © 75 sen, Ineln msi. © Schum « C? Trieste, — -la -vapital.te_ro D'un raggiodi sol..... Bril . la.va pitt alte.ro Dun raggio di Bril. la -vapital.te.ro d’unrag-gio di oO -la . vapidal. te. ro Dunrag_gio di Poi sin da quell’ ora Anche cggi, amorosa, Me ovunque seguisti, Avvinta a’ miei piedi, Giorni esuli e tristi S'io t' amo, mi chiedi, Traendo con me. Al par di quel ai. Ma V occhio tuo nero E Tocchio tuo nero Brilld sempre altero Scintilla pid altero Qual raggio di sol. D'un raggio di sol. MI Sen. LA RONDINELLA AMABILE. Celebri Canti popolari NO77. Riduzione di Allegretto moderato MICHELE CHIESA Canto o = = Jas Mandolino. Pianoforte. } ron = di - nel dil_te chic son per» mar, Raislont popotart Sehmidl, c. 1N76*Seh, Incia.manie.C. Schmidl © C2 Tria. poco plu moss. oo Sei don - nn bar. ba. ra Dille cif io partir’, Dill che & ur’ infedele, Non la vedr® pit, Dille che a ha tradito, To che Pamava tanto Dille che is maledico.... Ed essa non mama pit 3 Perch, ece. Le ore notturne passano Torna, leggiadro zeftiro, tu non vieni ancora, Vanne dal? idot mio, Spunlar vedrd Paurore Daile F estremo addio. Na ti vedrd mai pik Dille che io parti’. Perche, ecc. Perchi, ccc. Dal dotce sonno destati, Ma'se sovente trovasi Sono il {uo,amante,o cara; Soleta alla campagna Non posso il giorno averti, W suo sudor risparmia, Vengo a risvegliarti ancor. Non farla raffreddar Perch’, ooo. Perchi, eco. Dille che io morird, Non mivedra mai pi, Dille ch’ io Ie perdono.... Oh Dio! come morrd! Perchd tradirmi, Porché fuggirmi ? Sei donna barbara, Non hai cor. 176 Sen. ODI D’UN UOM CHE M Celetri Canti popolari NE 78 Andante mesto Canto o Mandolino P 0- di dur uom Pianoforte O-di V'e-stre - mo suon: Ri -ce - viEl-vi-ra, in don. . [Réisiont popolart Schmid © NTT Ben, Riduzione di M. CHIESA Sncls. music. C. Schmidlo C2-Trievte =— Dehtu ri-cor - daal-men....--- 11 suo color vivace N’ prego mai ab planto Offusea oggi il paller, La Parca impietosi; Emblema allor di pace, essa ed intuona il eaito Or pegno di dolor. Del ultimo mio di; L’avrai nel sen scolpito Vedi Jaggi, quel rio Se crudo il cor non 3: Lambendo il mirto va: Quale ti tu rapito, La del riposo mio Tale vien reso a te La tomba sorger’ © gioroi miei grediti Allorché il giorno manca, Di prima gioventi, E si fa bruno il ciel, Por me siete spariti, Avvolta in veste bianca N& tornerote pi! La testa in bianco vel, Volea Ia sorte avara Vieni, 0 diletta Elvira, Tal.fosse il mio destin: Sulla mia tomba vien: Non disporarti, o cara, E fa soave lira Nop lacerarti il erin. Poggia sul tuo bel ser To da quel suon destato Dall’ urna sorger®, Spirito- innamorato Al fianco tuo verrd; E rasciugando il pianto Che dai begli occhi usci, Ripetéremo il canto Del’ ultino mio di. M’ AVVINCI SIRENA Celebri Canti popolari Ne 79 Riduzione di M. CHIESA Moderato Canto o Mandolino Pianoforte -rabuna sce - - na D’e-ter- - - nepro-cel - - le: Las. sit =— dition! popolast Schieiat NT. Sen, cia, vue.C, Schmidt « C2- Trieste Sia M’ avvinci, sirena, Go bracei infocati; Voliamo intrecciati Sui nuvoli 9° or. La terra ® una scena D'eterne procelie Lossir féa te stelle Pit bello & 1 amor. © ns - + phin 5 pio maf fi Confusi da veli, Da chiome, da baci, Da spice procaci, Due corpi in un sol, Voliamo de’ cielt Per 1 ampiv zaffiro, Sia tutto un detiro, Un fremito i wl! 10 JO T’AMERO FINCHE LE RONDINELLE. Celebri Canti popolari N°80 Riduzione di M. CHIESA. Andante moderato Canto o Mandolino Io t'a.me - rd fin.che le ron-di- nel - le Ri-tor-ne - Pianoforte -ran-noalni-do lor d'a-mo - re, Io t'a-me - rd finché dal ciel le stel - le Mi pio-ve - -ranno la lor lu.cein co - re, Io t'a-me - rd, To tame - rd, Finch? di éistont popolari Schmid ce. 179 sen. Incts, musle, C. Sohmidl © CE Trlete To fame. ro, Jo t'ame -rd, Fin.che di {prime strofe a ee je vi. taunsoffioinsen” a oT: Jo t’ amerd finchd I’ altre tempeste Infieriranno nella notte oscura, Finch’ il nevoso inverno alle foreste Togliera i dolci vezzi e la verdura. To t’amerd Finché di vita un soffio in seno avrd. Jo t'amerd finch® con le viole Fra noi ritorneré 1'april beato, Finché tramonti mestamente il sole, Finchd la luna splenda nel creato. To t’amerd Finchd di vita un soffio in seno avrd. c. HT9 seh, MA PERCHE? (Quando vedo it mio tesoro) Celebri Canti popolari Nest Allegretto Canto o 7 == Mandolino — P Quan - do vedoilmiote.so - ro, Vor - reifarleundoleeinvi — Pianoforte — Riduaione di M. CHIESA. — —, Vor . reidir-lechel'a-do - ro, E mi tro-vo sbi.got-ti -~- to. Maper- >. -ch®, ma perch ma per-che, Aialont popelart Sehm ©. MSU Seb unnonso che? Schmid C7- Telente woh... ee 1B ma per-che, .. Unnonso che? —— a Quando vedo il mio tesoro Vorrei farle un dolce invito; Vorrei dirle che I’ adoro, E mi trovo sbigottito. Ma perch’, Sento al core un non so che? Se mi sto solingo e mesto Il pensiero a lei sen vola E silente immobil regtd Nell’ udir la sua parola. Ma perché, Sento al core un non so che?’ Sempre enumero gl’ incanti Della sua belta divina, Poi la vedo a me davanti E'l mio labbro s' impappina. Ma perch’ Sento al core un non so che? Andra, ignara del mio amore, Sposa ad altri la fanciulla, Ed io avrd la morte in core Senza osar di dirle nulla. Ma perché, Sento al core un non so che? 80 Seb. 4 FIORE E BACIO ) (Se si fosse amor mio di primavera) Celebri Canti popolari Ne sz Riduzione di M. CHIESA. Canto o Mandolino = seamormio, di pri-ma.ve-ra, An-drei co - a — Pianoforte -gliendounfiorellin nel prato; Lo po-se - rei sul-la tuatreccia ne-ra, Lo adat-te - Pitt mosso Oo -rei nel cri-ne ina -nel-la - to S Pitdulna gem. _ - mass: QO ial Edisiont popolari Schmidt 81 Sen, sale. C. Schmldl © 2 eieate 1) - sai ii d'unmo-ni - - . le splende - reb-be quel fio-rel_ d’a- d@u.na gem - maassai piu d'unm —_———s splende_reb_be quel fio.reld’a - pri Se si fosse, amor mio, di primavera, Andrei cogliendo un'florellin nel prato; Lo poserel sulla tua treccia nera, Lo adattere! nel crine inanellato. Pid d'uoa gemma assai, pli d'un monile Vi eplenderebbe quel fiorel d’ aprile, Mo siomo dlnvern, bianca 3 In montagns, Non trovo up florellin per Ia campagoe ‘A me In sorte fu di gemme avai Che moi porrd sulle tue trecce,o cara? To porrd questo labbro innamorato Dove avrei posto il fiorellin del prato, E'l bacio mio rlsplenderd siccome Un fior d’aprite sulle rune chiome, c. TT Sea. 16 TIC E TIC E TOC Colebek Canti popolart ce Riduzione di @. POROPAT. Tempo di Valzer con brio Canto o Mandolino “ Tic etice toc mio bel mo-ret - Pianoforte tie e tice toc quan - to i no nono no que - sto * Edizion! popolart Sehmidl ©. 1182 Sch. ‘Stamp. Music. C.Schmidi eCtfrieste Je-ra le-ra ral. % 7 -la . re-la le~ra la tic tie tie tio tic tic. 2 8. Tic e tic @ toc mio bel moretto Tice tic etoe mio belmoretto tic e tic e toc quanto sei caro tice tic e toc ascolta bene ti sovvien del giorno amaro cesseranno le mie pene che da me t’allontand! quando al senti stringerd. Tralera ecc. Tralera ecc. c. 1182 Sen. 18 SE VOLETE VEDERLO CHI V’ADORA Celebri Canti popolari No 84 SERENATA Ridusione di M. CHIESA Moderato Canto o Mandolino P Se vo-le-te ve - der-lo chi v'a - do. ra,Vi prego,beLla, farvial-la fi - Pianoforte -ne stra;Nondi-co mica che n'u-sci- te fuo-raPer-ché di not-te non @ co-sao- -ne_. sta.Se,bellaalia fi - ne-stra vi fa - re - te,Chivamaechiv'a-do-ra lo ve- - dre-te;Se,bellaalla fi - ne-stra ti fa- ra-i,Chit'amaechit'a-do-ra lo ve-drai. | Co- == ———= |, Kaistont popotari Schmidt ©. 1183 Sen. nets, munie € 19 piano -me chiaror di stel - la 1 vol to tuoalambir, —Ven-gailmiocantoo bel - la, Ei tuoibegli occhi a-prir. Ven-gailmio cantoo bel - Finestra che di notte stai serrata E’l giorno aperta per farmi morire; © finestra di fior tutta adornata, Per gentilezza ti dovresti aprire. Finestra dalle pietre minutelle, Di dentro il sole e di fuori le stelle; Finestra dalle pietre preziose, Di dentro il giglio e di fuori le rose, Tl canto o mio bel sole, Ti chiami al davanzal, Di roride viole Spargendo ii tuo guancial. ©, 1183 Sch, IL MONDO DELLA LUNA Celebri Canti popolari No 85 Riduzione di M. CHIESA, Allegro Canto o Mandolino f¥ ‘Plo vor-rei_ che nel-la —‘Iu-na Ci s‘an-das - - se col Pianoforte - real-I'a - mo-re Con le Aiton) popolurl Scheid cSt Sen susie, C. Schmid « Trieste 2 — = M’ hanno detto che le bionde Son lasst tanto carine, Che hanno V'oro sopra il crine E negli occhi lo zaffir. Colmiamo, compagni, il bitchier; Si beva, si canti: fugace @ il piacer. M’hanno detto che le brune Son lassi tanto procaci, Che un lor bacio, cento baci Val di queste di quaggiu. Colmiamo, compagni, colmiamo il bicchier; Si beva, si canti: fugace & il piacer. E che bionde e brune tutte Hanno un core solo solo, E non sanno darlo a nolo Come quelle di quaggiu. Colmiamo, compagni, colmiamo il bicchier; Si beva, si canti: fugace é il piacer. c. s184 sek, 2 O PESCATOR DELL’ ONDA Celebri Canti popolari N? 86 Riduzione di M, CHIESA Allegretto Canto o = Mandolino P 0 eo Pianoforte ? Ri - por - tamial-la spon - da L'a-nel chedper -soin mar —=—= o qua-leomio te-so . ro, Pre-mio nea-vrd? U-no zecchi-no d'o - ro Per distoni popolart Schmial C. 1185 Sea, nein, muse. C. Sehmidl eC*-Trste pill mosso V’a-nelmio da - rd — Zecchini non desio, Dimmelo e dammelo, caro mio bene, Un bacio sol vogl’io Dal labbro tuo gentil. —E chi la gente trista Potria frenare allor, Ch’io fossi quivi vista Baciare il pescator? —Andrem nel bosco fondo, Dimmelo e dammelo, caro mio bene, La nessun occhio al mondo Il nostro amor vedra. — No: fra le antiche piante Ove non filtra il sol D' una tradita amante L' ombra aggirar si suol. — c.1a5 8. U- no zecchi-no do 23 - ro Perl'a-nelmo da - rd. —Sostiam qui alla costiera, Dimmelo e dammelo, caro mio bene, Finch’ I’ amica sera Nasconda il nostro amor. — Dalla mia soglia, quando Cadesse il sole in mar, Uaresti singhiozzando It nome mio chiamar. —La in mezzo al paesello, Dimmelo ¢ dammelo, caro mio bene, Sorge di Dio 1’ostello E’l bruno campani —La sol, I anello mio Da te ricevero; La sol dinanzi a Dio Il bacio a te dard. BIONDA, LA BELLA BIONDA. Celebri Canti popolari Riduzione di Nos7. . MICHELE CHIESA Tempo di Valzer. 2p Canto o Mandolino. Che bei o - eT a i Pianoforte. -cie. ti chebeio.cie.ti che gh'a la rizza biondahebei o - cie-ti che bei o_ -cieti che gha lariz.za bionda,Chebeio - cie_ti, chebei o -cie. ti che gh’A la riz_za bion-da,la bel.la biouda la riz-za bion.da mi vo'spo- sar. Falstont popolart Schild. © 86 Sen, 2% FUGGIAMO NEL DESERTO CELEBRI CANTI POPOLARI 288 Riduzione di Andantino M. CHIESA CANTO 0 MANDOLINO. Fug-gia-monel de-ser . to Fuggiamoaman-te mi . a; Ve- PIANOFORTE. -diil sen-tie - roa-per . . to Par ché c'in-vi. tia se....... Ie Laquieteinter _ mi na. _ Ombrad’i-gno . ti boschi, Eaitont popolast Schmial, 1187 sah. neta. Schmidt 02 Trieste 26 e -lom-bain-na,. mo.ra. . ta, Tua-bi . te-rai Re.gi-na del de ser. _ to. @ome barchetta errante La mano del nocchier, Noi non avrem dinante Che, sola guida, il cor. Ti canto degli augelli Sara @ amore I’ inno Faranno a’ tuoi capelli Serto nuziale, i fior. Regina del deserto To ti saluterd. 6. M87 Sen. Cc’ E UNA BOMBA. CELEBRI CANTI POPOLARI no89 Riduzione di M. CHIESA Andantino cANTO 0 MANDOLINO. éu-na bom . ba che rim. PIANOFORTE.. Bom - ba, bom.ba,eil cie-loé ne - ro; di-ceil ve - ro, Al- la mo . da distont popelart Sehmial © 88 Sen. Inca. muile.C.Schmbdl o C2.7rieste 28 Se Gi-get. to di-ceii ve-ro, Alla mo-da s'an-de — ma Se.Gi.getto di-ceil ve.ro,Al-ia moda s’ande. r: ¢’8 una bomba che rimbomba, C’ 8 una bomba che rimbomba, Bomba, bomba, la in bottega; Bomba, bomba, per le scale: E.una cosa che si spiega: Le cornacchie abbassan I’ale, La baracea in aria va. Oh, che festa sha da far! Se Gigetto dice il vero, Se Gigetto dice il vero, Alla moda s'andera. Alla moda s' andera. SS) = 8 una bomba che rimbomba, s C8 una bomba che rimbomba, Bomba, bomba, in porteria; Bomba, bomba, a tramontana; Fiasco. fa chi fa la spia, Suona a festa la campana: Non c’é pesce da pigliar. Chi s aspetta arriva gid. Se Gigetto dice il vero, E Gigetto ha detto il vero Alla moda s*ander’. E alla moda ora si va. c. U88 Sen. MARIANNINA anti popolari 290 Riduzione di @.POROPAT. —— Allegretto Cantoo Mandolino Te Tho det-to tarte Pianoforte = =— far baie col pompie- re, han tutt'al-tronel pen-sie>—Te, sai, ti lasciaesene va,saifi lasciaesene va, sai,tilasciaesene va. Ma - rian. Edixtoni popelari Schmid} ©., 189 Soh. -C.Schmidl 6 CrTrteste 80 -ni-- naani - ma mia, no non far - mi pil lau-guir! Ma - rian- =~ GT per Finire -ni - naani..ma mia, no non far-mipid lan-guir! 2. A Quando egli esce dal quartiere, Oh! chiamate mamma mia Con la sua sciabolaallato Moro gid di passione... Col caschetto arrovesciato, T ‘hai da rodere il limone Oh! lasciatelo passar'!.. Quello 1a non é per te! Mariannina,anima mia, Mariannina,anima mia, No,non farmi pid languir! No,non farmi pid languirt! 5. Tel*ho detto tante volte Vanne al largo del Castello, Non ti metter coi soldati, Si son fattii giardinetti, In pid luoghi son chiamati; Mail ponpiere che tu aspetti Ei tilascia ese ne va! Sempre al fresco tifa star! Mariannina, anima mia, Mariannina,anima mia, No,non farmi piit languir! No non farmi pitt languir! ©. 1189 Beh. SPUNTA IL SOLE ALLA COLLINA ” (Dammi un riecio det tuoi capells) Celebri Canti popolari NO Ot RIDUZIONE DI G. POROPAT Andante MANDOLINO; © CANTO Ko Sulla ter_rasul_later_rade . relit - to O__gni PIANOF ORT! spe . meo . gni spe_me hopostaintet Con.so_ lar st con.solar un cor Eo merta - resi mertar daleielmercé! Edizions popolare Schmidt, © 4190 sen, 32 at tuoi ca_pel fi avrd da quel. — li ea rayru bao cara edallo a met -ta . none lon. tan sa-rd da 2. Con quel riecio benedetto Ogni. mal scongiurerd... In un cor d’argento stretto Sul mio petto il porterd. B guardandolo nei giorni Che ei tristi fa amor, Penserd ov’io ritorni, Potrd stringerti al mio cor! 1190 33. L’ E SOTT’ EL PONT CHE’L FA LA LEGN Celebri Canti popolari NO 92. Riduzione di Allegro non troppo MICHELE CHIESA Canto 0 = Mandolino. = —- Li sot’ el port Lésott et rn St pont chelfa la di_se.ghechél ve . gna! di-se_ ghoche'’l a 2 Lé sott’ el pont Lasott’ el pontche'lfa la le - aisions popolari Schmit © U9P Sen. Tncis.muste.C, Schmid) C Testa 34 = ~~ di-segheche'lve -. gna! di_se.gheche'l ve - gna di_ se. ghechel TS = ci i) of 8m e cichete cia cidcid cid Ft 3 TI >> Se Dion.do Pa. rea d'apri-leunfio . re, Di quin-di-cianni le giu-rai cél Ly Con 80 a piacere ay a non ave.va al mon.do Al - tro che patria’ a.mor.-—~ > a Rataplan! Vo alla ventura Pra i fucili e fra i canngnis Rataplan! Senza paura Vo il nemico ad affrostar. Lacrimando, sopra il core, ‘Tratlaléra, trallala, Questo nastro tricslore La Lisetta a me posd. A quindiei anni, ta ger ‘Ainarti m’hai insegnato, E amnr la libert Va: questa stella che sul sen ti motto Tal piombo del Croato Ilcor ti salvera. wha detto, c, 193. Sen. 38 LA CONFESSIONE Celebri Canti popolari No 95 Riduzione di MICHELE CHIESA Moderato Canto o = = Mandolino = Pa-dre san-to,ai vo--stri pie - di, Voi ve-de-te, Voi ve-de-teun'in-fe- Pianoforte Pe-ni-ten-te che vi di- - ce Sed pec.ca-to, se pecca-toa farl’a - dun impo-stor.... Sunar . ra-te, fi-glia — Bdisiont yopolari Schmldl c. 194 Sch. etn, mule. C.Schmidl ¢ C Trieste 39 mia di-te pursen-za mi- ster; Ma fug-gi-te la bu-gi - a, Con-fes_ Finoalla 4@ Strofa dopo Vuttima strofa ev ——S i ‘ . -sa-te tut-toil ver.... D.C -zion Ch'io vi do 1’asso- lu- zion. = — AI eta di guindict anot = Baluai subito dat eto, Mi bruciava un fuoco in petto E al chieror d'un tumicino Per amor del mio diletto Vidi sotto il mio Geppino Non potew riposar. Rannicchiato in un canton. Era quello un gran ponar: Scandalosa situazion! Seguitate, fixtia mia, Soguitate, figlia mia, Dite ‘pur senza mister; Dite pur senza mister; Ma fuggite ta ~bugia, Non vi tenti la bugia Confessate tutto il ver Confessate tutto it ver. — Usa notte verso il tocco ~Mossa allor da compassione, Jo mi stava per dormire, Lo raccolsi uel mio lotto, Quando parvemi d’udire B fo tenni stretto stretto Sotto il letlo un gran rumor Da quell’ ora sino al di. ‘Teotazioni dell? amor ! Figlia mia, basta cosi. Raccontate, figlia mia, Dite qualche avemmaria Dite pur senza mister Con profonda contria Ma evitate ogni bugia, Ite in pace, figlia mia, Confessate tutto il ver. Chie vi} 1” assotuzion. 1194 Sen, . LA PASTORELLA (Spari (a notte) Colebri Canti popolari NI96 Riduzione di G.POROPAT. Allegretto Canto o Mandolino Checerchiopa - sto- rel-la.. Pianoforte So-la fra l’er-beei fio-ri 5 For-se la bian - ca stel-la. Che ci pre- nun ziail ai? Faixtont popalert Sohmidl ©. 1195 Sen. ‘Stamp. Must, C.Schmidl 6C2-Teieste 41 2p St ral, notte, la not-te spa-ri dol - ce ni-do —— atempo Trovi l’a-man - te = Quel cheiltuo stral col -pi,.. P atempo Tro-vi }'a-man - te fi-do,. quel cheiltuo stral col - pi 2. fanciulla bella, Poi che tramontail sole, Odile mie parole, Giammaititradird Torna 1a notte, 1a luce spari Ma al noto nido Trovi1'amante fido Quel che 1 tuo strat colpi.... ©. 1195 Son. 42 Tu stai distesa a letto, ed io sono a ciel seren Cotebri Canti popolari Riduzione di NI97 G.POROPAT. ALL moderato dotee ——. Cantoo Mandolino Pianoforte sto sot-toal-la gron-da - = - Rulstoal popolari Schmidl c. 1196 Sen. Stamp. Musio.C.Sohmidl ¢ CL-Trieste Allegretto vivace stai fra cal-de —piu-me, loge-loa ciel a tempo stai fra cal-de piu-me,loge-loa ‘atempo Gaetano 2 So che non dormi,~ anima mia, ‘Ma io son qui che canto sulla via! Riposa,,fiposa,mio ben! Tu stai distesa a letto, Toxelo aciel seren! 3. Scendi dal letto - piceina mia, Apriun (antia la chiusa gelosia! Traffaccia,t’affaccia, mio ben! Siche vederti possa Brillar a ciel seren! La Giggia 4 Eecola qui - la'tua Giggétta Che tama assai,che sempre quit ‘aspetta Riguarda,riguarda mio ben... La tua diletta & qui, E proprio qui al seren! Questa canzone si pud cantare come vn deetlo,a botta e risposta, Sch. ce, 1196 43 De. Gaetano 5 Sei proprio ta, ~ Giggetta bella, Han gli occhi tuoi pit raggi di una stellat Favella, favell Noi parle D’amorea La Giggia 6. Dorme lamamma - 0 Gaetanin, Mio dolce amor, Fa pias,pianin! Ricanta, ricanta, mio ben, La vaga tuacanzon Infin che & il'cielo seren! Gaetano 2 Tu stai Lassi,~ stella adorata, To tremo qui, ché la brina gelata! Riposa, riposamio ben, Richiudi il tuo veron, Fa freddo a ciel seren! lewltime due strofea due. 44 TU FOSTI IL PRIMO PALPITO. CELEBRI CANTI POPOLARI Riduzione di Allegro moderato M. CHIESA CANTO 0 po? ‘MANDOLINO. Bel . la sic. co_me un an . ge-lo Va . gaco. PIANOFORTE. ucna stel . Che mi fe_ri - sti il cor.. atsiont popolert Schmidl. N97 Sen, - stiilprimo pal - Pi. to i mosso. -ma Che...... so. spi Non da te tungi i vivere, Ne evento alcun,n’ Dio Non ti vorra la sorte, Potran dal petto mio Uni BZ imago tua strappar. E se al mio amor concedere dea, la morte Nel seno accogliero. ‘Ty fosti il primo palpito Tu fos Di questo cor che Cama, Che te sospira e brama, Che vive sol per t timo patpito Di questo cor che Cama, Ghe te sospira e brama, Che vive sol per te. 197 Sch. 46 VOGLIO BACIARTI Celebri Canti popolari No 99 Riduzione ai Allegretto moderato M, CHIESA Mandolino o — Canto. P Vo.glio ba-ciarti la ne . ra, Delsuo pro. Pianoforte. Lansie, gliaf-fan-ni, la ter — rain_ Oo Se vo . glioobli-ar. Vo! cen. to a \f a 1198 Sen. Incis, music. C.Schmil 6 ra 7 5 Sa vol.te dir che... t'a-do - ro, s Ja amar. Lan-sie, gli af - ter . rain. te. -ra, Te.co ra- pi - glioobli-ar. Qa _m 7 Voglio baciarti 1a chioma uera, Vo! in quell’ ebbrezza che il core inonda Del suo profumo mi vo' bears Laura Lbare del tuo respi L ansie, gli affanni, la terra intera, Vo! che un so bacio insiem confonda ‘Teco rapito, voglio obliar. Sui nostri labbri cento sospir. Vo" cento volte dir che t? adoro, E ti wo! ancora ridir che amo, Che m'e destino te sola amar. Ghe viver teco voglio,o mori se neneuncnmemmone nepenen ©1198 sen IL CERCHIO ALLA SOTTANA CELEBR? CANTI POPOLARI Not00 Riduzione di Allegretto M. CHIESA CANTO 0 = MANDOLINO. Al. la mammaglieI'ho det to, Voglio il cerchio alla sot-ta-na Il cap. PIANOFORTE. + -pello al-l'i-ta liana, I ca. pel-li ro_co_cd. 1 ca-pel-li 7 Pit mosso Tirae mo-la, mo-ret - ti- na, Ti.rae Faison! popotari Schmidl ©. 199 sen TIncls.muals.C. Sehmidl C2, Trieste a9 mol - la, mo ret . te - la; Con il cerchioal-la gon - nel - la, Bc. ne - Per finire, dopo Uultima strofa. mio, ti spo.se _ rd. Al_la mammaglie l'ho det .to, Voglioil cerchioal_la sot — -ta_na, Il cap-pel-loall’i. ta -lia.na, I ca~ pel-li ro. co . co. —Senza il corchio ch’¥ di moda “Me Io canta anche il mio damo, Sempre trista e disgraziata, Che se adesso sono bella, Zittellona disprezzata Con il cerchio alla gonnella Con la mamma resterd. Pitt carina diverrd. i —Tira ¢ molla, morettina, Tira ¢ molla, morettina, ‘Tira © molla, morettella, Tira e molla, morettetla, Con il cerchio alla gonnella, Con if cerchio alla gonnella, Bene mio, ti sposerd. Bene mio, ti sposerd, €.1199 Seb. 50 Celebri Canti popolari Ne101 SOTTO IL PONTE DI RIALTO CANZONETTA POPOLARE VENEZIANA « Riduz, di Ed. ZERNITZ Canto Sot .toil PIANO pon . tesot-toil pon .te di fer.me -re - mo fer-me- -re-mo 1a bar.chet-ta. Raition populaire Schmidl Trieste ©. 2043 Sen. ea F tra.la - scian.do ti da stel - la. non ti vo-glionon ti vo-glio pitscor- ©. 2083 Sek.