Sei sulla pagina 1di 2

Costruire la pace: il modello di Gandhi

Gandhi stato sicuramente uno dei pi grandi fautori della pace nel mondo
insieme a Martin Luther King e Nelson Mandela. Nacque nel 1869 nell'ovest
dell'India, a Porbander. Nel 1888 and a Londra per studiare legge. Per un
breve periodo soggiorn anche in Sudafrica, schierandosi dalla parte dei coloni
indiani, sempre stati trattati male. Dal 1893 speriment una nuova tattica di
guerra: la non-violenza, che rimarr al suo fianco per tutta la vita. Quando
torn in India cerc modi per risolvere la povert e per far cessare il sistema
delle caste. Quando inizi a volere l'indipendenza dell'India anche in politica
venne arrestato dagli Inglesi, ma fu prosciolto. Egli riusc a far smuovere le
masse, contagiandole con la non-violenza. Mise fine al regime dell'apartheid
in India, facendolo diventare un vero eroe. La sua protesta pi famosa fu la
Marcia del Sale di Dandi del 12 marzo 1930, che era volta contro la tassa
inglese sul sale, dato che questi avevano il monopolio sulla sua produzione.
Questa grande opera influenz l'attivista Martin Luther King. Anche lui gioc un
ruolo molto importante sulla fine dell'apartheid, o segregazione razziale, in
America, che ormai vigeva da parecchio tempo, che aveva portato una
profonda divisione tra le persone bianche e quelle di colore. Gli sforzi di Gandhi
alla fine vennero premiati: nel 1947, aiutato anche da Lord Mountbatten,
l'ultimo vicer dell'India, quest'ultima ottenne l'indipendenza. Fu l'obiettivo a
cui non solo Gandhi ma tutti gli indiani aspiravano. Per, al momento della
divisione tra India e Pakistan, scoppi la guerra tra musulmani e Ind. Gandhi
perci cerc di creare una convivenza pacifica tra questi, ma gli estremisti
ind, ritenendolo un traditore, lo assassinarono il 30 gennaio 1948 a Delhi. Il 2
ottobre stato dichiarato dall'ONU Giornata Internazionale della Non-Violenza.
Gandhi rimane tuttora uno dei modelli di pace che tutti dovrebbero seguire,
anche se la via della non violenza, o Ahimsa, come chiamata in indiano, oggi
non presa in considerazione. Infatti le nazioni stanno cercando un modo per
accrescere i loro armamenti, anzich ridurli. I rapporti ad esempio tra Stati
Uniti e Russia sono sicuramente migliorati dai tempi della Guerra Fredda, per
l'incrinatura rimane. Se Gandhi fosse ancora vivo ai giorni nostri, sarebbe
sicuramente riuscito a creare una pace mondiale e a mettere del mastice in

questa frattura che ormai si protrae da troppo tempo. Si guardino le guerre


tuttora in corso in Siria, dove si contrappongono le forze fondamentaliste
dell'ISIS contro tutto il mondo. Basti guardare a ci che succede in Libia, in
Libano, in Israele per capire che proprio oggi sarebbe stato magnifico se ci
fosse stato Gandhi. La non-violenza oramai si dissolta in un mare che diviene
sempre pi rosso ogni giorno che passa. I pacifisti nel mondo servono, e per
fortuna ce ne sono, ma sono troppo pochi. Se la guerra non ci fosse, nel mare
non ci sarebbero veramente i coccodrilli.