Sei sulla pagina 1di 130

Precauzioni

Dislocazione

Usando lunit nelle seguenti locazioni potrebbero verificarsi dei malfunzionamenti:


Direttamente esposto alla luce solare
In luoghi con temperatura e umidit estreme
In luoghi eccessivamente sporchi o polverosi
In luoghi soggetti ad eccessive vibrazioni
Vicino a campi magnetici

Alimentazione
Collegate ladattatore AC in dotazione ad una presa di corrente con voltaggio adeguato. Non collegate lalimentatore
ad alcuna presa che abbia un voltaggio diverso da quello
specificato.

Interferenze con altri apparecchi elettrici


Radio e TV posizionate nelle vicinanze dello strumento
possono subire disturbi alla ricezione. Operate con questa
unit ad una ragionevole distanza da radio e TV.

Uso
Per evitare guasti non applicate forza eccessiva su tasti e
controlli.

Pulizia
Se lunit si sporca, pulitela con un panno morbido ed
asciutto. Non usate solventi di alcun tipo: potreste danneggiare la superficie dello strumento.

Il manuale
Dopo aver letto questo manuale, riponetelo dove possiate
ritrovarlo per future consultazioni.

Fate attenzione a non far cadere oggetti o


liquidi allinterno
Non appoggiate mai oggetti contenenti del liquido vicino
allo strumento. Se del liquido cadesse allinterno dellunit potrebbe provocare guasti, incendi o scosse elettriche.
Fate attenzione a non far cadere oggetti metallici allinterno dello strumento. Se ci dovesse accadere, staccate la
spina dalla presa elettrica e contattate il vostro rivenditore
di fiducia o il vostro distributore Korg.

II

NORME FCC (per U.S.A.)


Questo apparecchio stato provato e si rivelato adeguato ai limiti per le unit digitali di classe B, secondo
larticolo 15 delle norme FCC. Questi limiti sono studiati per fornire una ragionevole protezione dai disturbi
nelle installazioni residenziali. Questo apparecchio usa,
genera e pu irradiare energia in radio frequenza e, se
non installato secondo le istruzioni, pu causare interferenze alle comunicazioni radio. Comunque non vi sono
garanzie che queste interferenze non possano verificarsi
in installazioni particolari. Se lapparecchio causa interferenze alla ricezione di radio o televisione, possibile
determinarlo spegnendo e accendendo lapparecchio
stesso, le interferenze possono essere corrette adottando
le seguenti misure:
Riorientate o ridislocate lantenna ricevente.
Aumentate la distanza tra apparecchio e ricevitore.
Collegate lapparecchio ad una presa appartenente ad
un circuito diverso da quello a cui collegato il ricevitore.
Per ulteriore supporto consultate il vostro rivenditore
o un tecnico radio TV qualificato.
Cambiamenti e modifiche non autorizzate allapparecchio possono portare al sequestro dellapparecchio
stesso.

Marchio CE per gli standard europei


Il marchio CE che stato adottato dalla nostra societ sin
dal Dicembre del 1996 significa che il prodotto conforme alle direttive EMC (89/336/EEC) ed alle direttive del
MARCHIO CE (93/68/EEC).
Inoltre il marchio CE che viene usato dal 1 gennaio 1997
significa che i prodotti sono conformi alle direttive EMC
(89/336/EEC), le direttive CE (93/68/EEC) e le direttive
di basso voltaggio (73/23/EEC).
Inoltre il marchio CE posto sui nostri prodotti alimentati
a batteria significa che sono conformi alle direttive EMC
(89/336/EEC) e CE (93/68/EEC).

Apple, Mac ed Audio Units sono marchi registrati della


Apple Computer inc. Registrati in U.S. ed in altre nazioni.
Windows XP un marchio registrato delle Microsoft
Corporation. Registrato in U.S. ed in altre nazioni.
VST un marchio registrato della Steinberg Media Technologies GmbH.
RTAS un marchio registrato della Avid Technology
Inc. o delle sue sussidiarie o divisioni.
Altri prodotti e nomi di societ sono marchi registrati dei
rispettivi proprietari

Grazie per aver acquistato il sintetizzatore musicale Korg X 50. Per ottenere le migliori prestazioni dal
vostro nuovo strumento leggete attentamente questo manuale.

Il manuale

I manuali e come usarli

Convenzioni in questo manuale

LX 50 arriva dalla fabbrica con due manuali.

Abbreviazioni per i manuali GU, PG

Guida alluso
Parameter Guide (inclusa nel CD Rom)

Guida alluso
Leggete questa guida per prima. Descrive i nomi e le
funzioni delle varie parti dellX 50, come realizzare le
connessioni, una spiegazione generale dei vari Modi operativi e come modificare i suoni. Inoltre sono descritte le
funzioni dellarpeggiatore , gli effetti ed i Drum Kit.

Parameter Guide
Questa guida contiene spiegazioni sulle operazioni dellX
50 e sulle regolazioni dei vari parametri.
Le descrizioni sono organizzate per Modo e pagina. Sono
inoltre fornite spiegazioni degli effetti e dei loro parametri.
Consultate questa guida quando sul display appare un parametro che non vi familiare o quando desiderate avere
ulteriori informazioni su una determinata funzione.

Nella documentazione i riferimenti ai due manuali sono


abbreviati come segue.
GU: Guida alluso
PG: Parameter Guide

Procedura: passi 1,2,3


Indica i vari passi di una procedura

Simboli:

, Note

Questi simboli indicano rispettivamente un momento di


particolare attenzione, una descrizione relativa al MIDI ed
una nota supplementare.

Esempi di pagine del display


I valori dei parametri indicati negli esempi di questo manuale sono puramente indicativi e non debbono necessariamente corrispondere ai valori che appaiono sul display
del vostro strumento.

Descrizioni relative al MIDI


CC# unabbreviazione che sta per numero di Control
Change (Cambio di controllo).
Nelle descrizioni dei messaggi MIDI i numeri tra parentesi
quadre [ ] indicano sempre numeri esadecimali.

III

INDICE
Precauzioni .................................................. II

Modifica semplificata dei programmi ........... 43

Il manuale ................................................... III

Performance Edit .......................................... 43

Avvio rapido .................................................. 1

Controlli REALTIME [1], [2], [3], [4],


[SELECT] ..................................................... 43

Messa in opera .................................................. 1

Salvare le modifiche apportate...................... 45

Usare programmi e combination..................... 2

Modifica dettagliata dei programmi ............. 46

Ascoltare i brani dimostrativi.......................... 8

Prima di iniziare la modifica......................... 46

Introduzione .................................................. 9

Regolazioni di base degli oscillatori............. 47

Funzioni principali ........................................... 9

Usare gli LFO e gli inviluppi (EG)............... 50

Pannello frontale e pannello posteriore ........ 11

Usare la Alternate Modulation...................... 51

Il Pannello frontale ....................................... 11

Controllare lintonazione .............................. 51

Il Pannello posteriore.................................... 14

Usare i filtri ................................................... 52

Oggetti sul display e la loro funzione ........... 15

Usare la sezione Amp ................................... 55

Informazioni di base....................................... 17

Gli Effetti ...................................................... 56

I Modi dellX 50 ........................................... 17

Usare/modificare combination................... 57

Operazioni di base ........................................ 19

Usare le combination ...................................... 57

Messa in opera............................................. 23

Selezionare le combination........................... 57

Accensione/Spegnimento................................ 23

Usare i controlli ............................................ 59

Collegare lalimentatore AC......................... 23

Modifica semplificata delle combination ...... 60

Accendere lo strumento ................................ 23

Cambiare i programmi della combination .... 60

Spegnere lo strumento .................................. 24

Regolare il pan e il volume dei timbri .......... 60

Connessioni ..................................................... 25

Controlli REALTIME [1], [2], [3], [4],


[SELECT] ..................................................... 61

Connessioni di base ...................................... 25

Salvare le modifiche ..................................... 61

Collegare un pedale di sustain, un pedale


di controllo o un interruttore a pedale........... 26

Modifica dettagliata delle combination ........ 60

Collegare un computer.................................. 27

Prima di iniziare la modifica......................... 62

Collegare delle unit MIDI........................... 34

Selezionare un programma per ogni timbro . 63

Usare/modificare programmi..................... 37

Status e regolazioni MIDI............................. 63

Usare i programmi.......................................... 37

Layers, Splits e Velocity Switch................... 64

IV

Selezionare i programmi............................... 37

Alterare i programmi per inserirli in


una combination............................................ 66

Usare i controlli ............................................ 40

Gli Effetti ...................................................... 68

Usare e modificare i multi set..................... 69

Regolazioni dellArpeggiatore ................... 91

Considerazioni sul MIDI................................ 69

Larpeggiatore in Modo Program ................. 91

Selezionare un multi set................................ 69

Larpeggiatore nei Modi Combination


e Multi........................................................... 95

Assegnare un programma ad una traccia


e regolarne volume e pan.............................. 70
Copiare le regolazioni di una combination
in un multi set ............................................... 72
Cosa si pu fare in Modo Multi.................... 73
Usare i controlli ............................................ 74
Alterare i programmi per inserirli
in un multi set ............................................... 74

Creare un pattern di arpeggio ....................... 99


Salvare un pattern di arpeggio .................... 104
Sincronizzare larpeggiatore....................... 105

Usare i Drum Kit....................................... 107


Cos un Drum Kit...................................... 107
Prima di iniziare la modifica....................... 107

Layer, Split e Velocity Switch...................... 75

Modificare un Drum Kit ............................. 108

Gli Effetti ...................................................... 75

Salvare un Drum Kit................................... 110

Salvare le modifiche ..................................... 75

Altre funzioni............................................. 111

Controllo via MIDI ....................................... 76

Regolazioni degli effetti .............................. 79


Gli effetti nei vari Modi................................ 79
I tipi di effetti ................................................ 79

Ripristinare le regolazioni di fabbrica


(ricaricare i dati iniziali) ............................. 111
Assegnare un nome (Rename) .................... 112
Regolare le funzioni di [SW1] ed [SW2] ... 113

Regolazioni degli effetti in un programma... 81

Assegnare le funzioni della manopole [1] , [4]


REALTIME CONTROLS in modo B ....... 113

Regolazioni degli effetti in una


combination e in un multi ............................. 84

Regolare il contrasto del display................. 114

Dynamic Modulation e BPM/MIDI Sync..... 85


Salvare le modifiche alle regolazioni
degli effetti.................................................... 86
Scavalcare leffetto insert e leffetto master. 86

Modo Global ................................................ 87

Controllo Tap Tempo ................................. 114


Abbreviazioni ............................................. 114

Appendici ................................................... 115


Salvare i dati ................................................. 115
Tipi di dati che possono essere salvati........ 115

Come strutturato il Modo Global............... 87

LEdit Buffer .............................................. 116

System Setup 0: System................................ 87

Problemi ........................................................ 117

Regolazioni relative al MIDI 1: MIDI.......... 89

Specifiche tecniche ed accessori opzionali .. 120

Creare scale personalizzate 2: User Scale .... 89

Specifiche tecniche ..................................... 120

Modificare i nomi delle categorie


3. Category Name ......................................... 90

Operazioni necessarie al collegamento


ad un computer ........................................... 121

Salvare le regolazioni globali ....................... 90

Accessori opzionali..................................... 121

Drum Kit 4. DKit.......................................... 90

Tabella di implementazione MIDI .............. 122

VI

AVVIO RAPIDO
Lavvio rapido viene fornito per tutti coloro che desiderano iniziare immediatamente a provare i suoni.
Esso descrive come mettere in opera lX 50, come selezionare programmi, controllare i suoni e come ascoltare i brani dimostrativi.
Terminato di leggere questa sezione, consultate anche la descrizione pi completa che segue.

Messa in opera
Fate tutte le connessioni con gli strumenti spenti. Non facendolo correreste il rischio di danneggiare lX
50 e/o le altre apparecchiature. Fate molta attenzione.
1. Collegate ladattatore AC in dotazione .
Usate solo lalimentatore in dotazione allX 50. Non
collegate alcun altro tipo di alimentatore.
2. Collegate lX 50 al vostro sistema di ascolto.
Usando cavi con jack standard da 1/4 collegate le uscite
MAIN OUTPUT L/MONO ed R agli ingressi del vostro
mixer, delle vostre casse amplificate o del vostro registratore.
Se state ascoltando in cuffia, collegate la cuffia alla
presa headphone dislocata sulla sinistra del pannello frontale
dellX 50.
La cuffia fornisce lo stesso segnale delle prese (MAIN OUTPUT) L/MONO ed R.

3. Abbassate il cursore [VOLUME] dellX 50.


Accendete il vostro sistema di ascolti e regolate il volume su un livello medio.
4. Accendete lX 50 premendo linterruttore Power dislocato sul pannello posteriore.
5. Alzate lentamente il cursore [VOLUME] dellX 50 sino ad un livello appropriato.

Usare programmi e combination


Per default, quando accendete lunit viene selezionato il Modo Combination.
Suonate la tastiera e sentirete il suono della Combination numero 00 del banco A.
Una Combination consiste in un insieme di un massimo di otto programmi che sono divisi sulla tastiera, disposti in zone,
sovrapposti o commutati dalla dinamica della tastiera. Una Combination pu usare simultaneamente due arpeggiatori
(un programma pu usare un solo arpeggiatore) consentendovi di produrre suoni pi complessi rispetto ad un singolo
programma.
Sebbene possiate semplicemente continuare a selezionare ed usare diverse Combination, passiamo invece a selezionare
ed ascoltare i suoni basilari dellX 50. I programmi.
NOTE: Se suonando la tastiera non avvertite alcun suono verificate di nuovo le connessioni. Inoltre assicuratevi che il cursore
[VOLUME] dellX 50 ed il volume del vostro sistema di ascolto siano regolati opportunamente.

Selezionare programmi per banco e numero

1. Premete il tasto [PROG] (il bottone si accende).


Questo il Modo Program. Da notare che la riga superiore del display indica PROG0:Play (nome del Modo,
mero di pagina e nome).

nu-

2. Assicuratevi che Program Select (numero e nome del programma) sia selezionato. Se non lo usate il ClickPoint
[5] [6] per evidenziare lindicazione Program Select.
3. Ruotate la manopola [VALUE] per selezionare il programma che desiderate usare. Potete anche premere il centro del
ClickPoint per evidenziare il campo, ed usate i tasti [5] [6] per selezionare un programma, poi premete il centro per
finalizzare la vostra selezione.
4. Per cambiare i banchi premete uno dei tasti [A] - [GM].

Quando selezionate un altro banco, il Led del suo tasto si accende ed il banco selezionato appare sul display a sinistra.
Per esempio per selezionare il banco B premete il tasto PROG BANK [B]. Il tasto [B] si accender ed il nome Bank B
apparir nella parte sinistra del display. Il tasto [GM] opera in modo diverso dagli altri tasti di selezione di banco. Ogni
volta che premete il tasto vengono selezionati ciclicamente i valori G -> g(d) -> G -> g(d) -> etc.
I programmi sono organizzati in banchi di 128 (ad eccezione del banco g(d). Selezionate il banco desiderato e poi selezionate il numero del programma allinterno del banco.
5. Suonate la tastiera per ascoltare il programma selezionato.
Suonando la tastiera usate le rotelle [MOD] e [PITCH], i tasti [SW1] ed [SW2] i controlli in tempo reale per modificare
il suono. Il risultato sar diverso a seconda del programma selezionato per cui suonate la tastiera, operate sui controlli
ed ascoltatene leffetto.
Per ulteriori informazioni sui controlli consultate Usare i controlli per modificare il suono (pag. 5).
Potete anche premere il tasto [AUDITION] (che si accende) e verr automaticamente eseguita una frase musicale adatta
a quel programma.

Selezionare programmi per categoria


Potete anche selezionare i programmi divisi per categorie come keyboard, organ, bass o drums.

1. Premete il tasto [CATEGORY].


Apparir il menu delle categorie.

2. Potete usare i tasti [PAGE+] [PAGE-] per scorrere una alla volta le varie categorie. Per esempio se scegliete 00: Keyboard, potrete fare una selezione solo tra i programmi che appartengono alla categoria Keyboard. La categoria Keyboard
contiene programmi come il piano acustico, il piano elettrico etc.
3. Usando la manopola [VALUE] o il ClickPoint [3] [4] per selezionare i programmi potrete scorrere tra i programmi
della stessa categoria.
4. Premete il tasto [MENU/OK] per confermare la selezione. Se decidete di non selezionare un programma premete il
tasto [EXIT/CANCEL].
Note: potete anche cambiare le categorie usando il ClickPoint [3] [4], per selezionare Category No. nella prima riga del menu
delle categorie e ruotando la manopola [VALUE`].

Selezionare Combination per banco e numero

1. Premete il tasto [COMBI] (il Led del tasto si accender).


Accederete al Modo Combination. Da notare che la riga superiore del display indica COMBI 0: Play (nome del modo,
numero e nome della pagina).

2. Assicuratevi che lindicazione Combi Select (nome e numero della Combination) sia selezionata.
Se non lo fosse usate il ClickPoint [5] [6] per evidenziare lindicazione Combi Select.
3. Ruotate la manopola [VALUE] per selezionare la Combination desiderata.
4. Premete uno dei tasti COMBI BANK [A] - [C] per cambiare banco.
Quando selezionate un altro banco, il Led del tasto si accende ed il banco selezionato appare nella parte sinistra del
display.
Per esempio per selezionare il banco B, premete il tasto COMBI BANK [B]. Il tasto [B] si accender ed il nome Bank
b apparir nella parte sinistra del display .
Le Combination sono organizzate in banchi da 128. Selezionate il banco desiderato e poi selezionate il numero di una
Combination allinterno di quel banco.
5. Suonate la tastiera per ascoltare la Combination selezionata.
Suonando la tastiera usate le rotelle [MOD] e [PITCH], i tasti [SW1] ed [SW2] o i controlli in tempo reale per modificare
il suono. Il risultato differisce a seconda della Combination selezionata perci suonate la tastiera e provate ad usare i
controlli per provare la loro funzione.
Note: in Modo Combination potete usare il tasto [AUDITION] per far eseguire una frase musicale .

Selezionare Combination per categoria


In Modo Combination potete selezionare le Combination proprio come in Modo Program. Per la procedura consultate
Selezionare programmi per categoria a pag. 3.
4

Usare i controlli per modificare il suono


Per dare maggiore espressivit alle vostre esecuzioni potete operare sulle rotelle [MOD], [PITCH], sui tasti [SW1],
[SW2] e sui controlli in tempo reale.

Rotelle [PITCH] e [MOD]


Potete usare le rotelle [PITCH] e [MOD] dislocate a sinistra della tastiera per variare lintonazione o regolare la profondit della modulazione. Il risultato dipende dal programma o dalla Combination selezionati, ma, in generale, questi
controlli vengono usati per applicare i seguenti effetti.

Controlli REALTIME [1] [2] [3] [4] [SELECT]


Usate il tasto [SELECT] per selezionare il modo A/B/C dei controlli in tempo reale ed usate le manopole [1] - [4] per
controllare il tono, gli effetti, i cambi di controlli MIDI, larpeggiatore etc. Usate queste manopole quando desiderate
modificare il suono durante unesecuzione o per apportare semplici modifiche.
Ora descriveremo come usare i controlli in tempo reale in Modo Program.

1. Premete il tasto [PROG] il tasto si accender.


2. Scegliete Program Select (nome e numero del programma) e ruotate la manopola [VALUE] per selezionare il programma che desiderate modificare usando i controlli in tempo reale.
3. Premete il tasto REALTIME CONTROLS [SELECT] per attivare il Led A situato alla destra del bottone.
4. Ruotate la manopola [1] (LPF CUTOFF) per regolare il taglio di frequenza del filtro passabasso.
Regolando il taglio di frequenza del filtro, la brillantezza del suono cambia. Leffetto dipende dalle regolazioni dei parametri del programma ma, normalmente, ruotando la manopola verso destra il suono si schiarisce e ruotandola verso
sinistra si scurisce.
5. Ruotate la manopola [2] (RESONANCE/HPF) per regolare il livello di risonanza del filtro passabasso o del taglio di
frequenza del filtro passaalto. Il parametro che viene controllato dipende dal tipo di filtro specificato nel programma.
Regolando il livello di risonanza del filtro, potete aumentare o diminuire il livello di risonanza per dare un particolare
carattere al suono.
Regolando il taglio di frequenza del filtro passaalto, potete modificare la presenza del suono a cui vengono tagliate le
frequenze basse.
5

6. Ruotate la manopola [3] (EG-INTENSITY) per regolare lintensit dellinviluppo sul filtro (la profondit a cui linviluppo viene applicato al filtro).
Ruotando la manopola potrete influenzare la profondit dellinviluppo sul filtro. Normalmente ruotando la manopola
verso sinistra linviluppo verr applicato con minore profondit e ruotandola verso destra con maggiore. Dato che
linviluppo sul filtro opera basandosi sul taglio di frequenza, le manopole [1] e [3] operano insieme per controllare le
variazioni tonali prodotte dal filtro.
7. Ruotate la manopola [4] (EG RELEASE) per regolare i tempi di rilascio del filtro e dellamplificatore. Questo determina il tempo che trascorre dal rilascio del tasto a quando il suono termina.
Agendo sulla manopola, i tempi di rilascio del filtro e dellamplificatore cambiano. Normalmente ruotando la manopola
verso sinistra i tempi di rilascio si abbreviano e ruotandola verso destra si allungano.
8. Premete il tasto REALTIME CONTROLS [SELECT] per far accendere il Led B situato a destra del tasto.
In modo B le funzioni di ogni programma e combination vengono assegnate alle manopole. Questo vi consente di
usare le manopole per controllare il volume, il tempo del portamento, il pan, lEG del filtro e dellamplificatore, lLFO
dellintonazione, i livelli delle mandate agli effetti master ed altri parametri. Ruotate la varie manopole per ascoltare la
variazione apportata.
Note: le funzioni del modo B per le manopole REALTIME CONTROLS [1], [2], [3] e [4] possono essere visualizzate sul display per
il Modo Program nella pagina 0: Play, Program e per il Modo Combination nella pagina 0: Play.

Usare lArpeggiatore
Selezionando ed ascoltando i vari programmi e le varie Combination avrete notato che alcuni di essi iniziano a suonare
automaticamente. Questo dovuto allarpeggiatore.
Larpeggiatore una funzione che genera automaticamente degli arpeggi (le note di un accordo suonate singolarmente
seguendo un pattern ritmico). La maggior parte degli arpeggiatori produce un arpeggio quando suonate un accordo sulla
tastiera. Oltre a tutto questo, larpeggiatore dellX 50 un arpeggiatore polifonico in grado di produrre una ampia gamma di variazioni degli accordi o frasi basate sullintonazione o il tempo delle note suonate sulla tastiera. Queste funzioni
vi consentono di usare larpeggiatore per eseguire una ampia gamma di pattern ritmici comprendenti frasi ritmiche di
basso e batteria o pattern di chitarra o tastiera . Inoltre efficace usare larpeggiatore come parte del processo di creazione del suono , durante la costruzione di suoni con oscillazioni , suoni di sintetizzatore o effetti sonori.
In Modo Program potete usare un arpeggiatore.
In Modo Combination ed in Modo Multi potete usare insieme due pattern di arpeggio (Doppio arpeggiatore polifonico).
Questo vi d una ampia gamma di possibilit, come applicare pattern di arpeggio separati ad un pattern di batteria ed ad
una parte di basso, o usare split o velocity switch tra pattern di arpeggio.
Qui descriveremo come usare larpeggiatore in Modo Program.

Usare i controlli in tempo reale per controllare larpeggiatore


1. Premete il tasto [PROG] (il tasto si accender).
2. Scegliete Program Select (numero e nome del programma) e ruotate la manopola [VALUE]. Noterete che, per
alcuni programmi, il tasto [ARP ON/OFF] acceso. Selezionate uno di questi programmi e suonate la tastiera; larpeggiatore inizier a suonare. Negli altri programmi potete premere il tasto [ARP ON/OFF] (che si accende) per attivare
larpeggiatore. Suonando la tastiera larpeggio si avvier.
3. Premete il tasto REALTIME CONTROLS [SELECT] per attivare il Led C dislocato alla destra del tasto.
4. Per cambiare il tempo ruotate la manopola [4] (TEMPO).
5. Per modificare la durata delle note arpeggiate ruotate la manopola [1] (ARP GATE).
Note: quando le manopole [1]-[3] sono in posizione centrale (mezzogiorno) i parametri hanno il valore specificato nel programma.

6. Per modificare il livello delle note arpeggiate ruotate la manopola [2] (ARP VELOCITY).
7. Per cambiare la durata del pattern di arpeggio ruotate la manopola [3] (ARP-LENGHT).
Modificare la durata del pattern ne cambier il carattere. Questa operazione non funziona con i pattern presettati (UP,
DOWN. ALT1, ALT2 e RANDOM).

Cambiare il pattern di arpeggio


LX 50 contiene pattern di arpeggio presettati con numeri da 0 a 4 e pattern programmabili da U000 a U250.
1. Premete il tasto [PAGE+] per accedere alla pagina PROG 0: Play, Arp. Play

2. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per scegliere Pattern ed usate la manopola [VALUE] o i tasti [INC] [DEC]
per selezionare un pattern di arpeggio. Per fare la selezione, potete usare anche i tasti numerici [0] - [9] per inserirne il
numero ed il tasto [ENTER] per confermarlo.
3. Suonate la tastiera e provate i vari pattern di arpeggio.
7

Ascoltare i brani dimostrativi


LX 50 contiene dei brani dimostrativi.
Spendete un po del vostro tempo per ascoltarli e rendervi conto dei vari suoni e delle enormi potenzialit espressive
dellX 50.

1. Tenete premuto il tasto [CATEGORY] e premete il tasto [AUDITION].

Apparir la pagina Demo Song Player.


2. Premete di nuovo il tasto [AUDITION] per interrompere lascolto.
4. Per selezionare il brano da ascoltare usate il ClickPoint [5] [6] per selezionarne il campo del nome (Demo Song
Select) ed usate la manopola [VALUE] per scegliere il brano.
5. Per uscire dalla pagina Demo Song Player premete il tasto [EXIT/CANCEL].
Potete uscire dalla pagina anche premendo uno dei tasti [COMBI], [PROG], [GLOBAL] o [MULTI].

Cambiare il Modo Play


Potete ascoltare tutti i brani dimostrativi in successione o ascoltarne solo uno alla volta. Usate il ClickPoint [3] [4]
[5] [6] per selezionare il Modo Play e la manopola [VALUE] per cambiare le regolazioni.
Continue to next song: quando il brano attualmente selezionato termina, il brano successivo inizia automaticamente.
Stop at end of selected song: quando il brano attualmente selezionato termina, il riascolto si interrompe.
Se desiderate ascoltare tutti i brani dimostrativi e far s che si ripetano ciclicamente, usate il ClickPoint [3] [4] [5]
[6] per selezionare la casella di verifica Repeat All e premete il centro del ClickPoint per inserire il segno di spunta
nella casella.
Note: questa funzione disponibile solo se Play Mode regolato su Continue to next song.

La sezione Avvio rapido solo una breve introduzione al vostro nuovo sintetizzatore . Leggete con altrettanta attenzione le sezioni che seguono.

INTRODUZIONE
Funzioni principali
Suoni di alta qualit forniti dallHI
Synthesis System
Il sintetizzatore Korg X 50 dotato del sistema di generazione sonore HI (Hyper Integrated) Synthesis System.
LHI Synthesis System un generatore sonoro PCM con
possibilit di modulazione estesa, indirizzamento degli
effetti ed elaborazione digitale del suono che garantiscono
un suono ricco ed espressivo.

Sezione Tone Generator


64 Mb di preset ROM PCM contenenti 470 multicampioni
e 518 campioni percussivi.
La frequenza di campionamento pari a 48 KHz e la polifonia a 62 voci.

Sezione Filter /Synthesis


Possono essere usati un filtro passabasso ed un passaalto a
24dB/ott. con risonanza. Usando i filtri possono essere ottenuti suoni molto pieni e profondi o sottili ed aggressivi.
Una ampia gamma di parametri vi consente di controllare
tutti gli aspetti del suono.

Sezione Effetti

Una selezione di 512 programmi


In Modo Program lX 50 fornisce 512 programmi personalizzabili pi 128 programmi e 9 drum kit per la compatibilit GM.
Quando viene spedito dalla fabbrica lX 50 caricato con
programmi di altissima qualit che coprono una ampia
gamma di stili musicali.

Per produrre una ampia gamma di suoni i


programmi usano multicampioni
Basati su 470 multicampioni che forniscono una ampia
gamma di suoni a partire da strumenti acustici come il
piano, la chitarra, la tromba sino a suoni di sintetizzatore o
effetti sonori. I programmi presettati forniscono una ampia
gamma di parametri modificabili, effetti ed arpeggiatori.

Programmi ritmici adatti a tutti gli stili


musicali
Basati su 40 Drum kit e 9 Kit Rom compatibili GM con
il grande vantaggio di numerosi parametri modificabili,
degli effetti e dellarpeggiatore, lX 50 fornisce unampia
selezione di programmi presettati adatti ad ogni stile musicale.
I drum kit, che sono la base di ogni programma ritmico,
vi consentono di ridistribuire tutti i 518 suoni percussivi
su ogni nota della tastiera. Inoltre potete creare il vostro
proprio drum kit e specificare le regolazioni del filtro e
dellamplificatore, le regolazioni degli effetti e luscita
separata per ogni singolo suono.

Possono essere usati simultaneamente un effetto insert


(stereo in/stereo out), due effetti master (mono in/stereo
out) ed un EQ master (stereo in/stereo out) a tre bande.
Potete scegliere tra 89 tipi di algoritmi degli effetti e modificarli a piacimento.
E possibile un indirizzamento degli effetti estremamente
flessibile. Gli effetti possono essere indirizzati liberamente
alle uscite separate.

Alternate Modulation ed Effect Dynamic


Modulation
La Sezione Synthesis fornisce una funzione di Alternate
Modulation e la funzione effetti una di Effect Dynamic
Modulation. Questo vi consente di applicare liberamente
la modulazione ai parametri che influenzano lintonazione, il filtro, lamplificazione, linviluppo, lLFO, gli effetti
etc.
I parametri dellLFO e del tempo di ritardo possono essere sincronizzati ad un clock MIDI o al tempo. Potete
sincronizzare i suoni e gli effetti al tempo del sequencer o
dellarpeggiatore.

384 combination vi consentono di


combinare i programmi
LX 50 fornisce 384 combination personalizzabili. Le
regolazioni di fabbrica contengono una ampia gamma di
Combination precaricate.
Una combination vi consente di usare Layer, Split o
Velocity Switch per combinare sino ad otto programmi
insieme agli effetti ed ai due arpeggiatori e rende possibile
creare suoni complessi che non sarebbero possibili usando
un singolo programma. Potete anche creare Combination
che comprendano generatori sonori esterni.

Effetti per manipolare il suono con


creativit o generare ambienti diversi
Gli effetti dellX 50 possono essere usati in molti modi, sia
per modificare radicalmente il suono che per creare reverberazioni ricche di spazialit.

Uscite audio a 4 canali


Oltre alle uscite stereo principali (MAIN OUTPUT) L/
MONO ed R, lX 50 fornisce due uscite individuali, per
un totale di quattro canali in uscita. Il suono di ogni oscillatore, suono percussivo/traccia o effetto insert, pu essere
liberamente indirizzato ad ogni uscita.

Il Modo Multi esegue pi tracce di dati


provenienti da un sequencer esterno
In Modo Multi, lX 50 pu operare come modulo sonoro
multitraccia a sedici tracce, ricevendo dati di pi tracce o
esecuzioni da un sequencer esterno o da ununit simile.
Dato che potete usare anche gli effetti ed i due arpeggiatori,
lX 50 funziona anche come modulo sonoro avanzato.
Con lX 50 potete creare, salvare e richiamare numerosi
Multi set ed inoltre supportato il GM (General MIDI
System Level 1) che rende pi facile usare lo strumento
come modulo sonoro in un sistema musicale pi ampio.

Doppio Arpeggiatore polifonico


Sono forniti cinque preset di arpeggio (UP, DOWN, ALT1,
ALT2 e RANDOM) e 251 pattern programmabili. Con le
regolazioni di fabbrica i pattern contengono arpeggi adatti
a tutti i generi musicali.
Oltre a fornire le normali funzioni di arpeggiatore, larpeggiatore polifonico dellX 50 pu rispondere allintonazione o al ritmo con cui suonate, e produrre una gamma
diversa di accordi o frasi.

10

Questa funzione pu essere usata per eseguire una ampia


variet di frasi ritmiche, frasi di basso o riff di sottofondo
di tastiera o chitarra. Larpeggiatore si rivela molto utile
anche con suoni di sintesi con oscillazioni o su effetti
sonori.
In Modo Combination ed in Modo Multi, lX 50 fornisce
un doppio arpeggiatore polifonico che pu eseguire simultaneamente due pattern di arpeggio. Potete applicare
pattern di arpeggio separati per programmi di basso e di
batteria, o usare split o velocity switch tra pattern di arpeggio per ottenere delle esecuzioni ulteriormente dinamiche.

Connessione USB diretta con il vostro


computer
LX 50 fornisce un connettore USB che consente una
connessione al vostro computer tramite un singolo cavo,
senza bisogno di interfaccia o connettori MIDI. LX 50
supporta sistemi operativi Windows XP e Mac OS 10.3 o
successivi.

lEditor Plug In dellX 50 supporta modifiche dal software DAW


LEditor dellX 50 un programma stand alone che vi
consente di apportare modifiche allX 50 dal vostro computer Mac o Windows.
Inoltre lEditor vi consente di apportare modifiche allX 50
come strumento Plug In dallinterno di unapplicazione
host come il programma DAW (Digital Audio Workstation). Il programma supporta i formati VST, Audio Units
e RTAS. Ambedue gli editor sono inclusi nel corredo del
vostro X 50.

Pannello frontale e pannello posteriore


Pannello frontale

11

1. Rotelle [PITCH] e [MODULATION]


Controllano lintonazione, la profondit di modulazione
etc.
Muovendo la rotella potete controllare il suono. Le funzioni che vengono controllate dipendono dal programma e dai
parametri degli effetti.

2. Tasti [SW1] [SW2]


Questi tasti possono eseguire diverse funzioni, come modulare il suono o bloccare il valore della modulazione della
rotella [PITCH].
Le funzioni che vengono controllate dipendono dal programma e dai parametri degli effetti.

3. Cursore [VOLUME]
Regola il volume di uscita delle prese (MAIN OUTPUT)
L/MONO ed R e della presa cuffia.

4. Controlli REALTIME
Tasto [SELECT]
Manopole [1] - [4]
Usate il tasto [SELECT] per scegliere uno dei modi dei
controlli in tempo reale - A/B/C ed usate le manopole [1]
- [4] per controllare il tono, gli effetti, i cambi di controlli
MIDI, etc. durante le esecuzioni.

5. Arpeggiator
Larpeggiatore dellX 50 polifonico.

Tasto [ARP ON/OFF]


Questo tasto attiva o disattiva larpeggiatore. Quando
attivo il Led si accende.
Il Led dislocato al di sopra della manopola [4] lampeggia
scandendo i quarti.
Nel Modo C dei controlli potete usare le manopole [1]
[2] [3] [4] per variare in tempo reale il pattern di arpeggio.

Tasto [COMBI]
Tasto [PROG]
Tasto [GLOBAL]
Tasto [MULTI]

7. Display
Potete selezionare una pagina, una casella o un parametro
sul display e specificarne il valore.

8. CATEGORY
Potete selezionare programmi, multicampioni, combination, timbri/tracce, effetti o campioni percussivi per
categoria.

Tasto [CATEGORY]
Premete questo tasto per accedere al relativo Menu e scegliete il programma etc. dalla lista. Il menu Category appare se avete selezionato il Modo, la pagina o il parametro
adatti.

9. AUDITION, Demo Song Player


Tasto [AUDITION]
In Modo Program, quando premete il tasto [AUDITION]
(che si accende) viene eseguita una frase musicale adatta
al programma presettato attualmente selezionato (questa
viene definita funzione Audition). Per arrestare la frase
premete di nuovo il tasto [AUDITION].
Demo Song Player
Quando tenete premuto il tasto [CATEGORY] e premete il tasto [AUDITION], apparir la pagina Demo Song
Player.
Selezionate una song e premete il tasto [AUDITION] per
avviare il riascolto. Per arrestare la song premete di nuovo
il tasto [AUDITION].
Per uscire da questo Modo premete il tasto [EXIT/
CANCEL].

10. Controlli VALUE

6. MODE

I seguenti controlli VALUE vengono usati per regolare il


valore del parametro selezionato.

Usate questi tasti per accedere ai vari Modi. LX 50 possiede quattro Modi.

Manopola [VALUE]
Tasti [INC] [DEC]
Tasti numerici [0] - [9]
Tasti [./HOLD], [ENTER]

Premete un tasto (il Led si accender) per accedere al


Modo corrispondente.
12

11. PAGE, CURSOR


Tasti [PAGE+] [PAGE-]
Potete usare questi tasti per spostarvi avanti e indietro tra
le varie caselle di una pagina.
Tenendo premuto il tasto [MENU/OK] e premendo gli
stessi tasti potete spostarvi avanti e indietro tra le pagine
(0,1,2 etc.)

ClickPoint
Il ClickPoint un controllo multifunzione.
Potete muovere il ClickPoint nelle direzioni [3] [4] [5]
[6] per selezionare i parametri. Inoltre, per selezionare un
elemento sul display, potete premere direttamente al centro o in alto nel ClickPoint. Dopo aver selezionato un parametro espresso in valore numerico etc..., premete il centro
del ClickPoint; il valore verr evidenziato, ora potete usare
[5] [6] per incrementare o decrementare il valore. Per
finalizzare il valore premete di nuovo il centro.
Potete premere il centro del ClickPoint anche per accedere ad una finestra di dialogo, per regolare il valore di un
parametro modificabile o per attivare o disattivare un interruttore. Se premete il ClickPoint nel Menu Utility, nel
menu di una pagina o in una casella di modifica del testo,
il comando selezionato apparir nella pagina. Premendo
il centro del ClickPoint in una casella di verifica potrete
attivare o disattivare quellelemento. Premendo il centro
del ClickPoint su un bottone come OK o CANCEL potrete
confermare la scelta effettuata.

Quando aperta una finestra di dialogo, questo tasto annulla le regolazioni fatte nella finestra e la chiude (corrisponde al bottone Cancel). Se aperto un menu di utility
o un menu di una pagina, questo tasto chiude il menu.

12. BANK SELECT


Tasti PROG BANK [A] [B] [C] [D] [GM]
Tasti COMBI BANK [A] [B] [C]
Questi tasti commutano i banchi dei programmi e delle
combination. Il Led del tasto si accender ad indicare il
banco attualmente selezionato.
In Modo Program questi tasti selezionano i banchi dei
programmi.
In Modo Combination questi tasti hanno le due seguenti
funzioni:
Selezionano il banco delle Combination
Quando il cursore dislocato sul programma di un timbro
(che evidenziato), questi tasti selezionano il banco del
programma.

13. UTILITY, COMPARE


Tasto [UTILITY]
Premete questo tasto quando desiderate accedere alle funzioni di utilit.

Tasto [MENU/OK]

Tasto [COMPARE]

Premete questo tasto per accedere al menu della pagina.

Usate questo tasto quando desiderate comparare il suono


di un programma, combination o multi set che state modificando con la versione non modificata del suono attualmente in memoria.

Potrete spostarvi ad una specifica pagina premendo il tasto


[MENU/OK] insieme ad un altro tasto.
Tenendo premuto il tasto [MENU/OK] ed usando i tasti
numerici [0] - [9] per accedere ad un numero di pagina,
potrete aprire la pagina selezionata.
Tenendo premuto il tasto [MENU/OK] ed usando i tasti
[PAGE+] e [PAGE-] potrete spostarvi di una pagina in
avanti o allindietro.

14. Presa Headphone


Questo minijack stereo da 1/8 porta lo stesso segnale inviato alle prese (MAIN OUTPUT) L/MONO ed R. Il volume della cuffia viene controllato dal cursore [VOLUME].

Se aperta una finestra di dialogo questo bottone confermer le regolazioni nella finestra e la chiuder (questa la
stessa funzione del bottone OK).

Tasto [EXIT/CANCEL]
Quando siete in una pagina diversa dalla 0 in qualsiasi
Modo, potete premere questo tasto per accedere alla pagina 0 di quel Modo.
13

Pannello posteriore

1. USCITE AUDIO

Cos lUSB?

Collegate queste prese agli ingressi del vostro amplificatore o mixer. Oltre alle uscite audio (MAIN OUTPUT)
L/MONO ed R, lX 50 fornisce due uscite audio separate.

USB sta per Universal Serial Bus ed uninterfaccia per il


trasferimento dei dati tra computer, tastiere e/o periferiche
varie.

Prese MAIN OUTPUT L/MONO, R


Prese INDIVIDUAL OUT 1 , 2

Note: il connettore USB dellX 50 in grado solo di ricevere e


trasmettere dati.

2. PEDALI
A queste prese potete collegare un pedale di sustain, un
interruttore a pedale ed un controllo a pedale. Questo vi
consente di controllare una pi ampia gamma di funzioni
ed effetti.

Presa ASSIGNABLE PEDAL


Presa ASSIGNABLE SWITCH
Presa DAMPER

3. MIDI
Il MIDI vi consente di collegare lX 50 ad un computer o
ad altre unit MIDI per inviare e ricevere note, controlli,
regolazioni dei suoni etc.

Connettore MIDI IN
Connettore MIDI OUT

4. USB
Connettore USB
(Per la connessione ad un computer)
Con questo connettore potete collegare lX 50 al vostro
computer. Con un singolo cavo USB potete inviare e ricevere dati MIDI direttamente al e dal computer senza aver
bisogno di uninterfaccia MIDI.
14

5. Alimentazione
Assicuratevi di consultare la sezione Accensione e spegnimento e di seguire la procedura indicata.

Interruttore Power
Questo interruttore accende e spegne lX 50.

Connettore AC Adapter
Collegate a questa presa lalimentatore in dotazione.
Le connessioni debbono essere realizzate con lo strumento spento. Fate attenzione perch operazioni poco
accorte potrebbero danneggiare il sistema di ascolti o causare dei malfunzionamenti.

Fermacavo
Usate il fermacavo per assicurare il cavo delladattatore
AC. Dopo aver collegato ladattatore fate girare il cavo
intorno al fermacavo dislocato sul pannello posteriore
dellX 50 in modo che il cavo non possa essere staccato
accidentalmente. Lasciate libero abbastanza cavo in modo
da poter, quando lo desiderate, staccare il cavo di alimentazione della presa.
Fate attenzione a non tirare il cavo pi del necessario
ed a lasciare la spina saldamente inserita.

Gli oggetti sul display e le loro funzioni

Menu Utility

a. Current page
Quando premete il bottone [UTILITY] in una pagina, appare il Menu Utility. Il Menu Utility contiene i comandi
che possono essere usati in quella pagina. Il Menu che
appare cambia a seconda della pagina attualmente selezionata.
Indica la pagina attualmente selezionata allinterno dellattuale Modo.
Da sinistra questarea indica il nome del Modo, il numero
della pagina, il nome, il nome della casella ed il nome del

Per i dettagli sulla selezione e lesecuzione dei comandi di


utility consultate 3. Selezionare ed eseguire una funzione
di utility.

Finestre di dialogo
Quando selezionate una funzione di utility etc. si apre una
finestra di dialogo.

parametro nella casella di modifica.

b. Tab
La maggior parte delle pagine sono divise in una o pi
caselle (Tab). Usate i tasti [PAGE+] e [PAGE-] per selezionare un Tab ed accedere alla relativa pagina.

c. Parametri
I parametri delle varie regolazioni vengono indicati sul
display. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare il parametro desiderato.

Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare i


parametri. Per inserire il valore di un parametro usate un
controllo VALUE come la manopola [VALUE] il ClickPoint [5] [6] o i tasti [INC] [DEC].
Selezionando in una finestra di dialogo il numero di un
programma o di una combination, potete fare la selezione
usando anche i tasti PROG/BANK COMBI/BANK.
Per eseguire un comando di utility premete il bottone
[MENU/OK]. Se decidete di non eseguire il comando
premete il bottone [EXIT/CANCEL]. Il bottone [EXIT/
CANCEL] equivale a Cancel, Done o Exit.

Finestra di dialogo di testo

d. Edit cell (casella di modifica)


Quando usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] , il parametro selezionato viene evidenziato sul display. Questarea
viene chiamata Edit cell o casella di modifica e le vostre
modifiche influenzano larea evidenziata. Per ulteriori dettagli su come modificare il valore consultate Selezionare
un parametro e modificarne il valore.

e. Casella di verifica
Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare
una casella di verifica ed usate il centro del ClickPoint o
i tasti [INC] e [DEC] per inserire o rimuovere il segno di
spunta.
Quando spuntata il parametro funziona, se il segno di
spunta non c il parametro non in funzione.

Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare un


bottone di testo come e premete il centro per accedere
alla finestra di dialogo.
In questa finestra di dialogo potete modificare dei nomi
(es. i nomi dei programmi, delle Combination o dei Multi
set).

Bottoni funzione
Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare uno
di questi bottoni e premete il centro per eseguire le seguenti funzioni

15

Barra di scorrimento
Indica che la lista contiene pi selezioni o parametri di
quanti ne possano essere visualizzati in una sola volta sul
display. Usate il ClickPoint [5] [6] per spostarvi nella
lista.

Menu di pagina
Nei Modi Program, Multi o Combination premendo il
bottone [MENU/OK] apparir una lista delle pagine di
quel Modo.
Per selezionare una pagina usate il ClickPoint [3] [4]
[5] [6] per scegliere la pagina desiderata e premete il
centro.
Quando Page Menu Style = Icon

Quando Page Menu Style = List

Note: potete regolare il parametro Page menu Style nella pagina GLOBAL 0: System, Preference.

Altri oggetti
Per usare oggetti a forma di cursore o di manopola usate il
ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare lelemento
desiderato ed usate i controlli VALUE per regolarne il
valore.
Altri tipi di oggetti appaiono nella pagina di indirizzamento degli effetti.

16

Informazioni di base

LX 50 pu ricevere dati GM o della vostra esecuzione da


un sequencer MIDI esterno ed eseguirli.

I Modi dellX 50

In Modo Multi potete:

LX 50 offre unampia gamma di possibilit, vi consente


di usare programmi e combination, di modificarle, di usare
il suo generatore sonoro pilotandolo da un sequencer MIDI
esterno, di fare regolazioni che ne influenzano lintero funzionamento come la trasposizione o lintonazione. Lunit
maggiore che viene usata per organizzare tutte queste funzioni chiamata Modo. LX 50 possiede quattro Modi.

Selezionare ed usare Multi set

Modo Program
I programmi sono i suoni di base dellX 50. In Modo Program potete:
Selezionare ed usare i programmi
Modificare i programmi
Fare regolazioni dettagliate per oscillatori, filtri, amplificatori, inviluppi, LFO, effetti, arpeggiatore etc.
Creare programmi ritmici usando i Drum Kit (creati in
Modo Global).

Modificare i Multi set


Potete usare la funzione Tone Adjust per fare semplici
modifiche al programma di ogni traccia.
Assegnare programmi alle 16 tracce, ognuna con volume,
pan, EQ zone di tastiera e di dinamica separate, fare regolazioni degli effetti e dei due arpeggiatori.

Modo Global
Il Modo Global vi consente di fare regolazioni generali per
lintero X 50 e modificare i drum kit e gli arpeggiatori.
In Modo Global potete:
Fare regolazioni che influenzano lintero X 50 come lintonazione generale ed il canale MIDI globale.
Creare drum kit, arpeggiatori e scale personalizzati.

Usare e controllare un arpeggiatore

Rinominare programmi, combination e categorie

Modo Combination

Regolare le funzioni dei pedali.

Le Combination sono insiemi composti da un massimo


di otto programmi che possono suonare contemporaneamente e vi consentono di creare suoni molto pi complessi
rispetto a quelli dei singoli programmi. In Modo Combination potete:

Trasmettere dump di dati di sistema esclusivo

Selezionare ed usare le Combination


Usare lX 50 come generatore sonoro multitimbrico ad
otto tracce.
Modificare le Combination
Potete usare la funzione Tone Adjust per fare semplici
modifiche al programma di ogni timbro.
Assegnare programmi agli 8 timbri, ognuno con volume,
pan, EQ, zone di tastiera e di dinamica separati, fare regolazioni per gli effetti e per larpeggiatore.
Controllare e far suonare due arpeggiatori.

Modo Multi
Potete usare lX 50 come generatore sonoro multitimbrico
a 16 tracce.
17

18

Operazioni di base

Selezionare una pagina

Dopo aver acceso lX 50, ecco come eseguire le operazioni di base come selezionare Modi e pagine.

Usare il menu di pagina per muoversi

1. Selezionare i Modi
Per usare una particolare funzione dellX 50, dovete prima
selezionare il giusto Modo.
Premete uno dei tasti del pannello frontale per accedere al
relativo Modo.
Tasto [COMBI]: Modo Combination
Tasto [PROG]: Modo Program
Tasto [GLOBAL]: Modo Global
Tasto [MULTI]: Modo Multi

Nei Modi Combination, Program e Multi potete premere


il bottone [MENU/OK] per vedere una lista delle pagine
di quel Modo.
1. Premete il tasto [MENU/OK].
Apparir il menu di pagina
La pagina in cui eravate quando avete premuto il tasto
[MENU/OK] apparir evidenziata come nella figura sottostante.
2. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare la
pagina che desiderate osservare.
3. Eseguita la selezione, premete il centro del ClickPoint.
Accederete direttamente alla pagina selezionata che verr
visualizzata sul display.
Come esempio provate a selezionare Key Zone. Apparir la pagina 5:Ed-Key Zone.

2. Selezionare le pagine
Ogni Modo possiede un ampio numero di parametri che
sono raggruppati nelle pagine. Le pagine sono ulteriormente suddivise in caselle o Tab.
Assicuratevi che sia selezionato il Modo desiderato.
Per ulteriori dettagli sulla selezione del Modo consultate
Selezionare i Modi qui sopra. In questa descrizione useremo, come esempio, il Modo Combination.
Premete il tasto [COMBI].

Note: se selezionate la regolazione Page Menu Style del


Modo Global su List, potrete spostarvi selezionando pagine e
Tab come mostrato nella figura sottostante (il display del passo
2 relativo alla regolazione Icon del parametro Page Menu
Style).

Usare il tasto [MENU/OK} + i tasti


[PAGE+] [PAGE-] per muoversi
Tenete premuto il tasto [MENU/OK} e premete i tasti
[PAGE+] o [PAGE-].
In Modo Combination potrete muovervi tra le pagine nel
seguente ordine: 0.Play <-> 1: Ed-Tone Adjust <-> 2: EdTrack Parameter <-> 3: Ed-MIDI Filter<-> etc. La pagina
che apparir la pagina relativa al Tab selezionato pi
recentemente.

Note: apparir la pagina COMBI0: Play (il nome della pagina


in alto a sinistra sul display).
Nei Modi Combination, Program e Multi (non nel Modo Global) normalmente userete la pagina 0.Play. In questa pagina
potete anche fare semplici modifiche al suono. Per apportare
modifiche pi dettagliate usate la pagina 1 (COMBI1: Ed-Tone
Adjust) e le seguenti.

19

Usare il tasto [MENU/OK] + i tasti numerici [0] [9] per muoversi


Per specificare la pagina che desiderate osservare tenete
premuto il tasto [MENU/OK] ed usate i tasti numerici [0]
- [9].
Apparir la pagina con il numero specificato. La pagina
che appare sar la pagina relativa al Tab specificato pi
recentemente.

Tasto [EXIT/CANCEL]
Da qualsiasi pagina potete premere il tasto [EXIT/
CANCEL] per tornare alla pagina 0.
Selezionare i Tab
Tasti [PAGE+] [PAGE-]
Potete premere questi tasti per spostarvi avanti e indietro
di un Tab alla volta.
1. Premete il tasto [PAGE+] o il tasto [PAGE-]. Vi sposterete di conseguenza tra i vari Tab. Dallultimo Tab di una
pagina passerete al primo Tab della pagina seguente. Allo
stesso modo dal primo Tab di una pagina potrete passare
allultimo Tab della pagina precedente.
Questo esempio indica la pagina Combination.

do premuto il tasto [ENTER] e premendo una nota.


Note: potete usare il tasto [COMPARE] per comparare il suono
modificato con quello originale

Controlli VALUE
Manopola [VALUE]
Usate questa manopola per modificare il valore del parametro selezionato. E particolarmente utile quando dovete
scorrere una ampia lista di valori.

Tasti [INC] [DEC]


Usate questi tasti per aumentare o diminuire il valore del
parametro selezionato a scatti di una unit. Sono particolarmente utili per fare regolazioni dettagliate dei parametri.

ClickPoint
Dopo aver selezionato un parametro espresso con valori
numerici etc. premete il centro del ClickPoint. Il valore
verr evidenziato ed ora potrete usare i tasti [5] [6] per
aumentare o diminuire il valore. Per finalizzare il valore
inserito premete di nuovo il centro.
Potete anche premere il centro del ClickPoint per attivare
o disattivare una casella di verifica.

Tasti numerici [0] - [9], tasto [./HOLD],


tasto [ENTER]
2. Premendo pi volte i tasti [PAGE+] o [PAGE-] vi sposterete di conseguenza tra i vari Tab. Spostandovi in avanti
dallultimo Tab di una pagina passerete al primo Tab della
pagina successiva.

3. Selezionare i parametri e modificarne


il valore
1. Usate il clickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare il
parametro che desiderate modificare.
Il valore verr evidenziato ed il nome del parametro verr
indicato a destra in alto sul display (chiameremo questa
casella casella di modifica).
2. Per modificare il valore nella casella di modifica usate
uno dei controlli VALUE: la manopola [VALUE], i tasti
[INC] [DEC], i tasti numerici [0] - [9], il tasto [-], il tasto
[./HOLD], il tasto [ENTER] o il ClickPoint.
Per alcuni parametri potete usare i tasti PROG BANK per
specificare il banco di un programma etc. o per specificare
il valore del parametro. In alcuni casi potete anche usare la
tastiera musicale per inserire un valore di dinamica tenen20

Questi tasti sono utili quando conoscete il valore esatto


che desiderate inserire. Usate i tasti [0] - [9], i tasti [-] e
[./HOLD] per inserire il valore e poi premete il tasto [ENTER] per confermare linserimento.
Il tasto [-] inverte il segno del valore del parametro. Il tasto
[./HOLD] inserisce un decimale per i valori con virgola.
Nelle pagine P:0 Play dei Modi Program e Combination
potete premere questi tasti per usare la funzione Category
o la funzione 10s Hold.
Tenendo premuto il tasto [ENTER] e suonando una nota
della tastiera potete inserire i seguenti tipi di dati.
Per i parametri in cui dovete specificare un numero di nota
(come un Sol3 o un Do#2), per specificare direttamente un
valore potete tenere premuto il tasto [ENTER] e suonare
una nota sulla tastiera. Per i parametri in cui specificare un
valore di dinamica la forza con cui suonate la nota determina il valore.

Tasto [ENTER] + tastiera


(nota o dinamica)
Potete usare la tastiera dellX 50 per specificare il valore di
un parametro (quando dovete inserire il nome di una nota o
un valore di dinamica). Tenete premuto il tasto [ENTER]
e suonate la nota che desiderate inserire; verr inserita la
corrispondente nota o il valore di dinamica generato.
Quando il display mostra la pagina Global 4. Drum kit,
potete tenere premuto il tasto [ENTER] e suonare una nota
per accedere alle regolazioni assegnate a quella nota (se
selezionato un parametro con un valore di dinamica, questa azione inserir il valore di dinamica).
Potete anche specificare il tempo premendo il tasto [ENTER] ad intervalli adeguati (questa funzione viene chiamata Tap Tempo).

4. Selezionare ed eseguire una funzione


di utility

Le funzioni di utility forniscono dei comandi specifici per


ogni pagina come Write (Save) o Copy. Le funzioni di utility disponibili dipendono dalla pagina selezionata.
Per esempio le funzioni di utility in Modo Program vi consentono di salvare (Write) le regolazioni o eseguire modifiche come la copia di regolazioni tra oscillatori o effetti, o
usare la funzione Sync che consente di modificare insieme
due inviluppi.
1. Premete il tasto [UTILITY]. Apparir il Menu Utility

Tasti PROG BANK [A], [B]. [C], [D],


[GM]
Tasti COMBI BANK [A], [B]. [C]

2. Usate il clickPoint [5] [6] per selezionare un comando.

Questi tasti commutano il banco dei programmi o delle


combination. Il Led si accende ad indicare il banco attualmente selezionato.

Apparir una finestra di dialogo per la funzione di utility


selezionata (alternativamente potete accedere alla finestra
di dialogo premendo di nuovo il tasto [UTILITY] o premendo il tasto [MENU/OK].

In Modo Program questi tasti selezionano il banco del


programma. In Modo Combination questi tasti hanno le
seguenti due funzioni.
Selezionano il banco delle combination
Quando il cursore dislocato sul programma di un timbro (evidenziato) questi bottoni commutano il banco del
programma.
In Modo Multi quando il cursore dislocato sul programma di una traccia (evidenziato) questi bottoni commutano
il banco del programma.

Tasto [COMPARE]
Usate questo tasto quando desiderate comparare le modifiche che avete apportato ad un programma o ad una
combination con una versione non modificata (quella in
memoria) del programma o della Combination.
Modificato un programma o una Combination premete
questo tasto. Il Led si accende e viene richiamata lultima
versione salvata di quel programma o di quella combination. Quando premete di nuovo il tasto [COMPARE] il
Led si spegne e viene ripristinato il programma o la combination modificata.
La funzione Compare non disponibile in Modo Global.

3. Premete il centro del ClickPoint.

Per i comandi con caselle di verifica lo status del comando


cambia senza usare alcuna finestra di dialogo.
Note: tenendo premuto il tasto [ENTER] e premendo un tasto
numerico [0] - [9] potete accedere alle finestre di dialogo delle
prime dieci funzioni di utility senza passare dai menu.

4. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare


un parametro nella finestra di dialogo.
5. Per regolare il valore del parametro usate un controllo
VALUE come la manopola [VALUE], il ClickPoint (premete il centro ed usate i tasti [5] [6]) o i tasti [INC] e
[DEC]. Quando selezionate il numero di un programma o
di una combination in una finestra di dialogo potete usare
i tasti PROGBANK/COMBIBANK invece dei controlli
VALUE per inserire il banco.
6. Per eseguire un comando di utility premete il tasto
[MENU/OK].
Se decidete di non eseguire il comando premete il tasto
[EXIT/CANCEL]. Il tasto [EXIT/CANCEL] equivale a
Cancel, Done o Exit.
La finestra di dialogo si chiuder.
Se il menu di utility visualizzato sul display, premete il
tasto [EXIT/CANCEL] per chiuderlo.
21

5. Saving (Writing)
Terminate le modifiche potete salvarle in memoria.
Per esempio se avete modificato un programma, se ne selezionate un altro o se spegnete lo strumento, le modifiche
andrebbero perdute. La stessa cosa succede alle Combination o ai Multi set.
Le modifiche apportate in Modo Global vengono mantenute sino a quando lo strumento acceso, ma vanno perdute quando lo spegnete.
Per i dettagli sulle operazioni di salvataggio consultate le
seguenti pagine:
I Programmi
Le Combination
I Multi set
Le regolazioni globali
I Drum Kit
I Pattern di arpeggio
Salvare i dati

22

pag. 45
pag. 61
pag. 75
pag. 90
pag. 110
pag. 104
pag. 115

MESSA IN OPERA
Accensione/spegnimento
Collegare ladattatore AC

Accensione

Dovete usare solo ladattatore AC in dotazione. Usare


un altro adattatore potrebbe causare dei guasti o dei malfunzionamenti.

1. Abbassate il cursore [VOLUME] dellX 50.

Note: assicuratevi che linterruttore Power dellX 50 sia in posizione STANDBY.

1. Collegate la spina delladattatore AC alla presa situata


sul pannello posteriore dellX 50.
2. Collegate il cavo di alimentazione alladattatore AC.
3. Collegate la spina del cavo di alimentazione ad una
presa di corrente.
4. Per prevenire che la spina si possa staccare accidentalmente fate girare il cavo attorno al fermacavo dislocato
sul pannello posteriore dellX 50. Fate attenzione a non
tendere troppo il cavo e la spina.

Se avete collegato delle casse amplificate o un amplificatore stereo abbassate il volume anche di queste apparecchiature.
2. Per accendere lX 50 premete linterruttore Power situato sul pannello posteriore.
Il display indicher il nome del modello e la revisione
software.
(Lillustrazione che segue si riferisce allo strumento appena uscito dalla fabbrica. La revisione software soggetta a
variazioni senza obbligo di preavviso)

3. Accendete il vostro sistema di ascolti.


4. Alzate il cursore [VOLUME] dellX 50 e portatelo in
una posizione adeguata, poi regolate il volume del vostro
sistema di ascolti.
Note: lo stato dellX 50 quando viene acceso dipende dalla
regolazione del parametro Power on Mode (GLOBAL 0:
System, Preference )

23

Spegnimento
Terminate le modifiche, assicuratevi di salvarle. Se
modificate un programma e poi ne selezionate un altro o
se spegnete lo strumento, le modifiche apportate andranno
perdute. Lo stesso vale per le Combination o i Multi set.
Le modifiche apportate in Modo Global vengono mantenute sino a che lo strumento acceso ma vengono annullate quando lo strumento viene spento.
1. Abbassate il cursore [VOLUME] dellX 50
2. Abbassate anche il volume delle vostre casse amplificate o dellamplificatore.
3. Premete linterruttore Power situato sul pannello posteriore per accendere lo strumento.
Non spegnete mai lo strumento mentre i dati vengono
salvati nella memoria interna.
Se lo strumento viene spento durante le operazioni di
salvataggio le operazioni di scrittura della memoria non
vengono eseguite correttamente. Se ci accade lX 50
provvede automaticamente ad inizializzare la propria memoria in modo da poter operare correttamente. Questo non
un malfunzionamento.
Quando i dati vengono salvati il display indica Now
writing into internal memory. I dati vengono salvati nella
memoria interna dalle seguenti operazioni.
Salvando un programma, una Combination, un Multi, le
regolazioni globali, un drum kit o un pattern di arpeggio.
Caricando dati presettati per programmi. Combination,
Multi, regolazioni globali, drum kit o pattern di arpeggio.
Ricevendo un dump di dati MIDI per programmi, combination, multi, regolazioni gobali, dati del drum kit o
pattern di arpeggio.

24

Connessioni
Le connessioni debbono essere realizzate con lo strumento spento. Ricordate che eventuali dimenticanze potrebbero danneggiare il vostro sistema di ascolti o causare
dei malfunzionamenti.

Connessioni di base
Collegate i cavi audio come indicato nel diagramma sottostante.

Collegare unit alle uscite audio

Se state realizzando connessioni in stereo collegate le due


prese L/MONO ed R. Se invece state realizzando connessioni mono usate la presa L/MONO. Se possibile vi suggeriamo di usare la connessione in stereo.
Se state ascoltando tramite un amplificatore stereo o un lettore di cassette stereo che hanno degli ingressi , collegate
le uscite dellX 50 agli ingressi marcati LINE IN, AUX IN
o EXTERNAL INPUT (potreste aver bisogno di un adattatore per far corrispondere i connettori) .
Se ascoltate lX 50 usando il vostro impianto Hifi, ricordate che un volume troppo alto pu danneggiare le casse.
Fate attenzione a non alzare eccessivamente il volume.

Qui potete collegare delle casse amplificate o un sistema


audio per ascoltare i suoni dellX 50.

Collegare le prese INDIVIDUAL


OUTPUT 1/2

Collegare le prese MAIN OUTPUT


L/MONO e R

Se lo desiderate, potete collegare queste due uscite separate. I connettori sono jack standard sbilanciati.

Queste sono le uscite principali. I connettori sono jack


standard sbilanciati. Il volume di queste prese viene
controllato dal cursore [VOLUME]. Tutti i programmi e
le combination di fabbrica sono programmate affinch il
suono venga inviato a queste uscite.

Queste prese vi consentono di inviare in uscita i suoni


separatamente dalle prese (MAIN OUTPUT) L/MONO
ed R . Ci pu essere utile nelle registrazioni o usando un
sistema di ascolti pi sofisticato.

1. Collegate i connettori (MAIN OUTPUT) L/MONO ed


R agli ingressi del vostro sistema di ascolti.

1. Collegate le prese (INDIVIDUL OUTPUT) 1 e 2 agli


ingressi del vostro mixer etc.
Note: il cursore [VOLUME] non influenza il volume delle prese
INDIVIDUAL 1 e 2.

25

Note: il suono viene inviato a queste prese se il parametro Bus


Select impostato su 1, 2 o 1/2

Cuffia
1. Usando una cuffia collegatela alla presa PHONES situata sul pannello frontale.
Per regolare il volume della cuffia usate il cursore [VOLUME]. La presa per cuffia dellX 50 porta lo stesso segnale
che viene inviato alle prese (MAIN OUTPUT) MONO/L
ed R.
Note: se desiderate ascoltare anche il segnale indirizzato alle
prese (INDIVIDUAL OUTPUT) 1 e 2, pu essere necessario un
mixer esterno.

Collegare i pedali
Collegando un interruttore a pedale, un pedale di controllo
o un pedale di sustain (opzionali) , potete controllare un
maggior numero di funzioni ed effetti.

Collegare un pedale damper


Questo pedale fornisce un effetto damper (sustain). LX 50
supporta anche la funzione di mezzo pedale.
Ecco come collegare un pedale damper opzionale Korg
DS-1H ed usarlo per controllare la funzione di mezzo
pedale.
1. Collegate il pedale opzionale DS-1H alla presa DAMPER.
Potrete controllare leffetto di mezzo pedale. Se invece
desiderate usare un normale pedale di sustain, questo funzioner solo come interruttore.
2. Dopo aver acceso lo strumento, regolate la polarit del
pedale e regolate la risposta della funzione mezzo pedale
per assicurarvi che funzioni correttamente.

Collegare un interruttore a pedale


Se collegate un normale interruttore a pedale come il Korg
PS-1 alla presa ASSIGNABLE SWITCH, potete usarlo
per attivare/disattivare gli effetti di sostenuto o di sordina o larpeggiatore, oppure per cambiare programmi e
combination, per eseguire il tap tempo o per applicare una
modulazione o un effetto.
Questo interruttore funziona sempre allo stesso modo indipendentemente dal programma, dalla Combination o dal
Multi selezionati. Potete assegnare la funzione del pedale
nella pagina GLOBAL 0: System, Foot del modo Global.
1. Collegate un pedale come il Korg PS-1 (opzionale) alla
presa ASSIGNABLE SWITCH.
2. Dopo aver acceso lo strumento usate i parametri Foot
SW Assign e Foot SW Polarity della pagina GLOBAL
0: System, Foot del modo Global per assegnare la funzione
al pedale e per specificarne la polarit.

26

Collegare un controllo a pedale

Collegare un computer

Se collegate un controllo a pedale opzionale come il Korg


EXP-2 o il Korg XVP-10 alla presa ASSIGNABLE PEDAL, potete usarlo per applicare modulazione ad suono o
agli effetti, o per regolare il volume generale .

Potete collegare lX 50 al vostro computer ed usarlo sia


come master keyboard per inserire i dati che come modulo
sonoro per eseguirli.

Questo pedale funziona sempre allo stesso modo indipendentemente dal programma, combination o multi set
selezionato. Potete assegnare la sua funzione nella pagina
GLOBAL0: System, Foot, usando il parametro Foot Pedal Assign.
1. Collegate un pedale opzionale XVP-10 o EXP-2 alla
presa ASSIGNABLE PEDAL.
2. Dopo aver acceso lunit accedete alla pagina GLOBAL
0: System, Foot ed assegnate al parametro Foot Pedal Assign la funzione che deve essere controllata dal pedale.

Potete anche usare leditor in dotazione ed usare il vostro


computer per apportare delle modifiche.
Potete collegare lX 50 al computer in uno dei seguenti
modi:
usando un cavo USB
Note: se collegate lX 50 ad un computer che risponda alle
richieste di sistema specificate pi avanti, e fate la connessione usando un cavo USB, dovete installare il Korg USB MIDI
Driver.

Usando uninterfaccia MIDI commerciale.

Richieste di sistema per il Korg MIDI


Driver e lEditor software
Contenuto del CD ROM
X 50 Editor / Plug in Editor (Windows XP/Mac OS)
Korg USB MIDI DRIVER (Windows XP/Mac OS)
Parameter Guide (PDF)
Manuale Editor / Plug in Editor (PDF)
Licenza del software (PDF)

Prima delluso
I diritti di tutto il software incluso nellX 50 sono di propriet esclusiva della Korg Inc.
La licenza del software viene fornita separatamente. Prima di installare il software si raccomanda di leggere attentamente il contratto. Linstallazione del software segno
irrevocabile di accettazione delle norme del contratto.

Korg USB MIDI Driver.


Richieste di sistema
Windows:
Computer
Un computer dotato di porta USB e che possa supportare il
sistema operativo Microsoft Windows XP

27

Sistema operativo
Microsoft Windows XP edizione Home, Professional o
X64 ( il driver per lX 64 una versione beta).

Macintosh
Computer
Un Macintosh dotato di porta USB che supporti il sistema
operativo Mac OS X.
Sistema operativo
Mac OS X versione 10.3 o successiva.
Ricordate che con alcuni computer il sistema pu non
funzionare correttamente anche se il computer conforme
alle richieste di sistema.

Editor / Plug in Editor


Richieste di sistema
Se desiderate collegare lX 50 al vostro computer via
USB ed usare leditor software dovete installare in Korg
USB MIDI Driver.
Non possibile far girare leditor pi volte. Ci significa che non possibile usare leditor per modificare due o
pi X 50 contemporaneamente.

Windows XP:
installare il Korg USB MIDI Driver e
leditor software
Installazione dellapplicazione microX/
X50
Linstaller dellapplicazione X 50 installa automaticamente il korg USB MIDI Driver Tools e lEditor/Plug in Editor
dellX 50 forniti nel CD ROM in dotazione.
Note: dovete installare il Korg USB MIDI Driver Tools prima di
collegare lX 50 al computer via USB.

1. Inserite il CD ROM in dotazione nel drive del vostro


computer.
Normalmente lapplicazione microX/X50 application
installer si avvia automaticamente.
Se il vostro computer regolato in modo che linstaller
non si avvii automaticamente, fate un doppio click su
KorgSetup.exe nel CD-ROM.
2. Dalla lista selezionate [KORG X 50 MUSIC SYNTHSIER] e fate click su [Next ->].

Windows
Computer
CPU: Pentium III/ 1 GHz o superiore
Memoria: 256 Mb o maggiore
Monitor: 1024 x 768 punti, colore a 16 bit o superiore
Un computer dotato di porta USB che possa supportare
Windows XP.

3. Dalla lista selezionate lapplicazione che desiderate installare e fate click su [Install].

Sistema operativo
Microsoft Windows XP nelle edizioni Home, Professional, Service Pack 1 o successive.

Macintosh
Computer
CPU: Apple G4/400 MHz o superiore
Memoria: 256 Mb o maggiore
Monitor: 1024 x 768 punti, 32.000 colori o superiore
Un Macintosh dotato di porta USB che supporti il sistema
operativo Mac OS X.
Sistema operativo
Mac OS X versione 10.3.9 o successiva

Lapplicazione selezionata verr installata.


4. Seguite le istruzioni sul monitor per installare le varie
applicazioni.
Se avete fatto le regolazioni come indicato in figura per il
passo 2, apparir per prima la schermata del Korg MIDI
Driver Tools.
Fate click su [Next ->].
Apparir il License Agreement, leggete attentamente

28

il contenuto e se approvate laccordo di licenza ponete il


segno di spunta sulla casella I accept the terms of the license agreement e fate click su [Next ->].

7. La prima volta che collegate lX 50 alla posta USB del


vostro computer, il driver USB-MIDI standard fornito con
Windows viene installato automaticamente.

Specificate la destinazione dellinstallazione. Il monitor


indicher la cartella di destinazione . Se desiderate cambiarla fate click su [Change] e selezionate la cartella di
destinazione desiderata.

Se desiderate usare il Korg USB MIDI Driver per Windows XP reinstallate il driver usando la procedura descritta qui di seguito.

Installare il Korg USB MIDI Driver

Fate click su [Next ->] per avviare linstallazione.

1. Prima di eseguire questa procedura dovete installare nel


vostro computer il Korg USB MIDI Driver Tools.

Terminata linstallazione fate click su [Finish] per uscire


dalllinstaller.

Poi riavviate il sistema operativo del vostro computer ed


accendete lX 50.

Installate allo stesso modo la prossima applicazione.

Note: il driver deve essere installato per ogni porta USB. Se


collegate lX 50 ad una porta USB diversa da quella usata per
linstallazione del Korg USB MIDI Driver per Windows, dovrete usare di nuovo la procedura per reinstallare il driver.

5. Se al passo 2 selezionate lX 50 Editor/Plug in Editor


scegliete lapplicazione ( o le applicazioni) che desiderate
installare.
Successivamente selezionate ed installate lEditor (Stand
alone), lEditor Plug In (VST) e/o lEditor Plug in (RTAS)
come meglio credete.
Per esempio se desiderate installare la versione stand alone
fate click su [Install Stand Alone version], poi seguite le
istruzioni sullo schermo per completare linstallazione e
fate click su [Close] quando linstallazione terminata.
Se desiderate installare una versione Plug In fate click
sulla schermata dellinstaller per selezionare il formato di
Plug In ed eseguite linstallazione.

2. Usando un cavo USB collegate il connettore USB dellX 50 a quello del vostro computer.
Assicuratevi che la spina sia orientata correttamente ed
inseritela nella presa.
Windows rilever che lX 50 stato collegato.

Poi il driver standard verr installato automaticamente.

3. Nella barra scegliete [Start] -> [Tutti i programmi] ->


[KORG] -> [KORG USB MIDI Driver Tools] -> [Install
KORG USB MIDI Device] per avviare lapplicazione.

Terminata linstallazione delle applicazioni desiderate


fate click su [Exit] o uscite dallinstaller.

Lunit Korg USB MIDI attualmente collegata al vostro


computer verr indicata nella lista .

6. Terminata linstallazione delle applicazioni fate click su


[Finish] per uscire dallinstaller.
29

Larea in basso indicher la versione del Driver che verr


installato. Selezionate X 50 nella lista e fate click su [Install]. Il driver verr installato.

Mac OS X:
Installare il Korg USB MIDI Driver e
lEditor software
Installare il Korg USB MIDI Driver
Note: se state collegando lX 50 ad un computer conforme alle
specifiche descritte in Richieste di sistema dovete usare il
Korg USB MIDI Driver.

1. Inserite il CD ROM nel drive del vostro computer.


4. Se, durante linstallazione, appare una finestra di dialogo riguardante lautenticazione della firma digitale, fate
click su [Continue] e proseguite linstallazione.

2. Nel CD ROM navigate nella cartella Korg USB


MIDI Driver e fate un doppio click su Korg USB MIDI
Driver.pkg per avviare linstaller.
3. A seconda della versione del vostro sistema operativo a
questo punto potrebbe apparire una finestra di dialogo. Se
ci accade inserite la password e fate click su [OK]. Quando linstaller si avvia apparir la seguente schermata. Fate
click su [Continue].

5. Terminata linstallazione del driver fate click su [Finish]


per uscire dallInstaller. Vi verr chiesto se desiderate riavviare Windows . Scegliete [Yes] e riavviate il computer.
Note: per i dettagli sullinstallazione, la messa in opera e la
disinstallazione consultate Installation Manual (HTML) sul
vostro computer. Per leggere lInstallation manual fate click
su [Start]-> [Tutti i programmi] -> [KORG] -> [KORG USBMIDI Driver Tools] -> [Installation manual].

Le porte del Driver e dellX 50


Porta KEYBOARD
Le applicazioni sul vostro computer usano questa porta
per ricevere i messaggi MIDI dallX 50 ( i dati dalla tastiera e dai controlli).
Porta SOUND
Le applicazioni sul vostro computer usano questa porta
per inviare i messaggi MIDI al generatore interno dellX
50.

Operare con lEditor/Plug in Editor


dellX 50
Per i dettagli sulla messa in opera e luso dellEditor/ Plug
In Editor dellX 50 consultate il manuale in formato PDF
Editor/Plug In Editor Manual.

30

4. Apparir la schermata Import information leggete con


attenzione il contenuto e fate click su [Continue].
5. Apparir la schermata License agreement leggetela
con attenzione e fate click su [Continue].
Una finestra di dialogo che vi chieder se accettate i termini della licenza. Se accettate fate click su [Agree].
6. Apparir una schermata in cui potrete scegliere
lInstallation destination. Scegliete la destinazione dellinstallazione e fate click su [Continue].

7. Apparir la finestra di dialogo Easy Installation. Fate


click su [Install].
8. A seconda della versione del sistema operativo, a questo
punto potrebbe apparire una finestra di dialogo. Se ci accade inserite la password e fate click su [OK].
9. Terminata con successo linstallazione , fate click su
[Close] per uscire dallInstaller.

Le porte del Driver e dellX 50

Collegare lX 50 tramite il connettore


USB
Connettore USB (per la connessione al
computer)
Se collegate il connettore USB dellX 50 al vostro computer potrete scambiare informazioni riguardanti note,
regolazioni dei suoni e messaggi MIDI tra lo strumento ed
il vostro computer.

Porta KEYBOARD

Note: il connettore USB dellX 50 pu solo ricevere e trasmettere dati MIDI.

Le applicazioni sul vostro computer usano questa porta


per ricevere i messaggi MIDI dallX 50 ( i dati dalla tastiera e dai controlli).

Note: se state collegando lX 50 ad un computer conforme alle


specifiche descritte in Richieste di sistema dovete usare il
Korg USB MIDI Driver.

Porta SOUND
Le applicazioni sul vostro computer usano questa porta
per inviare i messaggi MIDI al generatore interno dellX
50.

1. Usando un cavo USB collegate il connettore USB dellX 50 al vostro computer.


Assicuratevi che la spina sia orientata correttamente.

Installare lEditor/Plug In Editor


Per installare il software in Mac OS X procedete come
segue.
1. Inserite il CD ROM nel drive.

2. Fate le regolazioni necessarie in Modo Global.

2. Nel Cd ROM navigate nella cartella X 50 Editor e fate


un doppio click su X50 Editor installer.pkg per avviare
lInstaller.

Collegare il computer via MIDI

3. Seguite le istruzioni sullo schermo per installare lapplicazione.


Consultate Installare il Korg USB MIDI Driver.
4. Quando linstallazione stata completata con successo,
fate click su [Restart].

Operare con lEditor/Plug In Editor dellX 50

Ecco come collegare lX 50 al vostro computer usando


uninterfaccia MIDI commerciale.
Per i dettagli su come usare la vostra interfaccia MIDI
consultate il suo manuale di istruzioni.
Alcuni modelli di interfaccia MIDI USB possono non
essere in grado di trasmettere o ricevere i messaggi MIDI
di sistema esclusivo dellX 50.

Per i dettagli sulla messa in opera e luso dellEditor/ Plug


In Editor dellX 50 consultate il manuale in formato PDF
Editor/Plug In Editor Manual.

31

2. Fate le regolazioni necessarie in Modo Global.


Consultate Regolazioni del Modo Global qui di seguito.

Regolazioni del Modo Global


Regolazioni Local Control On
Attivate la funzione Echo Back sul vostro sequencer MIDI
esterno o sul vostro computer (per cui i dati ricevuti dal
MIDI IN vengono ritrasmessi dal MIDI OUT o dallUSB),
e regolate su Off il parametro Local Control ( in modo che
la tastiera dellX 50 ed il suo generatore sonoro vengano
disconnessi).
Quando suonate la tastiera dellX 50 i dati vengono trasmessi ad sequencer MIDI esterno o al computer e reinviati al generatore sonoro dellX 50. In altre parole impostando il Local Control su Off potete prevenire che le note
vengano suonate due volte in quanto la nota suonata sulla
tastiera dellX 50 verrebbe suonata di nuovo grazie ai dati
trasmessi indietro dal computer o sequencer.
Se larpeggiatore attivo, suonando la tastiera dellX 50
larpeggiatore si avvier ma verranno trasmessi solo i dati
relativi alle note suonate sulla tastiera. Larpeggiatore
operer solo in risposta alle note ricevute dal MIDI IN. In
questo modo impostando il controllo Local su Off potrete
prevenire che anche larpeggiatore operi in risposta a note
duplicate. Usate questa regolazione quando desiderate
registrare sul sequencer esterno o sul computer solo le
note che avviano larpeggiatore, ed usare le note reinviate
indietro per avviare larpeggiatore mentre ascoltate la registrazione o durante il riascolto.
Note: se desiderate che le note prodotte dallarpeggiatore vengano registrare su un sequencer esterno o su un computer, regolate il parametro Local Control su On e disattivate la funzione
di Echo back sul sequencer/Computer.

La regolazione di default per il Local Control On. Per


disattivare il Local Control la casella di verifica Local
Control On (pagina GLOBAL 1: MIDI) deve rimanere
senza il segno di spunta.
Usando lX 50 da solo, lasciate il controllo Local attivato
( se non lo , suonando la tastiera dellX 50 non verr prodotto alcun suono).
Note: la regolazione del controllo Local dellX 50 pu essere
disattivata da un messaggio MIDI di Local Control Off inviato
dallEditor o dal Plug In Editor.

32

Regolazione MIDI Filter Exclusive


Se desiderate che lX 50 trasmetta e riceva dati MIDI di
sistema esclusivo dovete porre il segno di spunta sulla
casella di verifica MIDI Filter Exclusive nella pagina
GLOBAL 1. MIDI. Se desiderate fare delle modifiche
allX 50 dal computer ponete il segno di spunta su questa
casella. Dovete porre il segno di spunta nella casella anche
quando desiderate usare lEditor o il Plug In Editor. La
regolazione di default di questa casella attiva (segno di
spunta presente).

Regolazione Convert Position


Nell X 50 i parametri Key Transpose e Velocity Curve (pagina GLOBAL 0: System, basic) vi consentono di
trasporre lintonazione e regolare sensibilit alla dinamica.
La regolazione Convert Position (pagina GLOBAL 1:
MIDI) specifica il punto a cui queste regolazioni influenzano i dati della tastiera o i dati inviati o ricevuti dal MIDI
IN/USB o MIDI OUT/USB.
Controllando un generatore sonoro esterno dallX 50,
selezionate PreMIDI. Le regolazioni elencate qui sopra
influenzano i dati MIDI trasmessi.
I dati MIDI in arrivo vengono gestiti da regolazioni equivalenti a Key Transpose 0 e Velocity Curve 4.
Controllando il generatore sonoro dellX 50 da ununit MIDI esterna selezionate PostMIDI. Le regolazioni
elencate qui sopra influenzano i dati MIDI che vengono
ricevuti.
I dati MIDI inviati vengono gestiti da regolazioni equivalenti a Key Transpose 0 e Velocity Curve 4.
Le regolazioni di default sono Key Transpose 0 e Velocity Curve 4 (Normal) e Convert Position PreMIDI.

Regolazioni del Modo Multi


Normalmente userete il Modo Multi quando desiderate
impiegare lX 50 come modulo sonoro multitimbrico per
riprodurre pi tracce provenienti da un sequencer esterno.
Comunque potete usare il Modo Multi anche quando desiderate usare lX 50 come Master Keyboard per controllare
un modulo sonoro esterno (normalmente, per usare lX 50
come Master keyboard userete il Modo Combination).
A seconda di quale delle due situazioni descritte avete
bisogno, potete fare le regolazioni del Modo Multi nella
pagina GLOBAL 0: System, Preference in modo che lX
50 possa operare al meglio nella situazione che preferite.
For Ext-Seq la regolazione che dovete scegliere quando
usate lX 50 come modulo sonoro multitimbrico.
Quando cambiate il Multi set nellX 50, le tracce il cui
status pari a EXT o BTH non trasmetteranno messaggi
come i cambi di programma. Questo eviter la spiacevole
situazione in cui i dati di ritorno dal sequencer o dal computer cambino di nuovo le tracce dellX 50 con lo stesso
canale sullidentico programma, pan, volume etc.
For Master la regolazione che dovreste scegliere usando
lX 50 come Master Keyboard. In questo caso, quando
cambiate il Multi set le tracce il cui status pari a EXT
o BTH trasmetteranno i messaggi MIDI di cambio di
programma etc. per regolare opportunamente il modulo
sonoro MIDI esterno.

Fare le regolazioni in Modo Global

Modo Multi
Scegliete System se desiderate eseguire queste regolazioni.
Apparir una delle pagine GLOBAL 0. System. Usate i
bottoni [PAGE+] e [PAGE-] per selezionare la pagina
Preference.

4. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare il


parametro di cui desiderate modificare la regolazione.
Per Local Control On o Exclusive selezionate il parametro e premete il centro del clickPoint per attivarlo o
disattivarlo.
Per Local Control On il parametro disattivato quando
non c il segno di spunta.
Per Convert Position e Multi Mode selezionate il
parametro e ruotate la manopola [VALUE] per variare la
regolazione.

Ecco come regolare i parametri del Modo Global.


1. Premete il tasto [GLOBAL] (il tasto si accender) per
accedere al Modo Global.
2. Premete il tasto [MENU/OK+ per accedere al menu
della pagina.

3. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare


una pagina e premete il centro del ClickPoint stesso.
Local Control On
MIDI Filter Exclusive
Convert Position
Scegliete MIDI se desiderate eseguire queste regolazioni.
Apparir la pagina GLOBAL1: MIDI
33

Esempio di connessioni usando lEditor


o il Plug In Editor dellX 50
Se desiderate miscelare il segnale audio dellX50 con i segnali audio inviati dallapplicazione che usa linterfaccia
audio, o con i segnali di un altro modulo sonoro, realizzate
le connessioni come mostrato in figura.

Collegare unit MIDI


Collegando i connettori MIDI dellX 50 ad unaltra unit
MIDI, potete trasferire regolazioni dei suoni e dati delle
note tra lX 50 e lunit MIDI esterna.

Il MIDI
MIDI sta per Musical Instrument Digital Interface ed uno
standard mondiale per lo scambio di vari tipi di dati musicali tra strumenti musicali elettronici e computer. Quando
i cavi MIDI vengono usati per collegare due o pi unit
MIDI, i dati dellesecuzione possono essere scambiati tra
le unit anche se sono di marca diversa.

Connettori MIDI
MIDI IN:
Questo connettore riceve i dati MIDI.
Usatelo per far suonare lX 50 pilotandolo da unaltra unit o da un sequencer esterno.
Se desiderate applicare un effetto Plug In al segnale audio
dellX 50 o per controllare i segnali audio dellX 50 insieme ai dati audio della Legacy Collection della Korg o ad
altre tracce audio realizzate le connessioni come indicato
in figura.
Fate le regolazioni pi adatte allapplicazione che state
usando.
Per ulteriori dettagli sulla messa in opera consultate il manuale Editor/Plug In Editor Manual in formato PDF.

MIDI OUT:
Questo connettore trasmette i dati MIDI.
Usatelo per controllare dallX 50 delle unit MIDI esterne
o per registrare in un sequencer.

Controllare un generatore sonoro esterno dallX 50


Quando desiderate usare la tastiera, i controlli e larpeggiatore dellX 50 per far suonare un generatore sonoro
esterno, usate un cavo MIDI per collegare il MIDI OUT
dellX 50 al MIDI IN del generatore sonoro esterno.

Collegare il generatore sonoro dellX 50

34

da ununit MIDI esterna


Quando desiderate suonare o controllare il generatore
sonoro dellX 50 da una tastiera MIDI esterna o da un
sequencer etc. usate un cavo MIDI per collegare il connettore MIDI OUT dellunit esterna al MIDI In dellX 50.

Controllare due o pi generatori sonori


MIDI dallX 50

Per controllare pi unit potete usare anche una patch by


MIDI.

Collegare un sequencer MIDI esterno

Potete collegare lX 50 al vostro sequencer MIDI esterno


ed usarli entrambi come tastiera di controllo e modulo
sonoro.
1. Collegate il connettore MIDI OUT dellX 50 al connettore MIDI In del vostro sequencer e collegate il connettore
MIDI OUT del sequencer al MIDI In dellX 50.
2. Fate le regolazioni necessarie in Modo Global.
Vedi Regolazioni del Modo Global a pag. 32

35

36

USARE/MODIFICARE PROGRAMMI
Cos un programma?
I programmi sono i suoni di base dellX 50.

Modo Multi potete far suonare pi programmi ricevendo


messaggi MIDI di pi tracce dal vostro sequencer o da un
programma DAW.

I programmi sono anche un elemento importante degli


altri Modi. In Modo Combination potete combinare insieme pi programmi e creare suoni complessi, mentre in

Questa sezione del manuale fornisce una guida rapida alluso dei programmi, dei controlli del pannello frontale e
delle tecniche di modifica di base.

Usare i programmi
Selezionare i programmi

Vi sono diversi modi di selezionare i programmi. Ognuno


comodo per certi aspetti:

Selezionare programmi dal pannello frontale


1. Premete un tasto [PROG] (il tasto si accender).
Accederete al Modo Program. Noterete che la riga superiore del display indica PROG 0: Play (nome del modo
nome e numero della pagina).

Selezionare programmi dal pannello frontale:


Usando Program Select per selezionare
Ruotate la manopola [VALUE]
Usate i tasti [INC] [DEC]
Usate i tasti numerici [0] - [9] per inserire il numero del
programma e premete il tasto [ENTER].
Premete il centro del ClickPoint per evidenziare il campo,
usate [5] [6] per selezionare un programma e premete il
centro per finalizzare la selezione.
Usate i tasti PROG BANK [A] - [GM] per scegliere il
banco del programma.

2. Assicuratevi che Program Select (nome e numero del


programma) sia selezionato.
Se non selezionato usate il ClickPoint [5] [6] per
evidenziare lindicazione Program Select.
3. Usate la manopola [VALUE] etc. per selezionare il programma che desiderate usare.

Usate la funzione 10s Hold per selezionare il programma.


Selezionare programmi per categoria
Potete selezionare i programmi usando le categorie come
piano o drums.
Usate Select by category per selezionare per categoria
(vedi pag. 38).
Usate Cat. HOLD per selezionare una categoria vedi pag.
38.
Selezionare programmi usando un pedale
Potete cambiare programma anche mentre le mani sono
occupate. Mentre state suonando comodo poter cambiare
programma usando un pedale.
Selezionare programmi ricevendo dei Program
Change via MIDI

Per selezionare un programma potete usare i seguenti


metodi:
Ruotate la manopola [VALUE]
Usate i tasti [INC] [DEC]
Usate i tasti numerici [0] - [9] per inserire il numero del
programma e premete il tasto [ENTER].
Premete il centro del ClickPoint per evidenziare il campo,
usate [5] [6] per selezionare il programma e premete il
centro per finalizzare la selezione.

Potete cambiare programma inviando listruzione da un


sequencer o da una tastiera di controllo MIDI esterni.
37

4. Premete un tasto PROG BANK [A] - [GM] per cambiare il banco.


Quando selezionate un altro banco, il Led del tasto si accende ed il banco selezionato appare nella parte sinistra
del display.
Per esempio per selezionare il banco B premete il tasto
PROG BANK [B]. Il tasto [B] si accender ed il nome
Bank b apparir nel display sulla sinistra.
Ogni volta che premete il tasto [GM] il banco si alterner
cos: G -> g(d) -> G -> g(d) -> G...

Quando lX 50 viene spedito dalla fabbrica, i programmi


precaricati sono organizzati in 16 categorie.
Nella pagina PROG 0. Play potete selezionare i programmi per categoria come segue.

Selezionare programmi per categoria


1. Premete il tasto [CATEGORY].
Apparir il menu delle categorie. Le categorie verranno
elencate nella parte sinistra del display ed una lista dei programmi della categoria selezionata apparir sulla destra.

Ascoltare il suono
5. Suonate una nota sulla tastiera per ascoltare il suono che
avete selezionato.
Alternativamente potete premere il tasto [AUDITION] (il
tasto si accender) per attivare la funzione omonima: lX
50 suoner automaticamente una frase musicale adatta al
programma selezionato.

I banchi dei programmi


Quando viene spedito dalla fabbrica, lX 50 caricato con
512 programmi. Potete anche salvare i programmi che voi
stessi creerete.
I programmi sono organizzati in cinque banchi come indicato dalla Tabella.

2. Potete usare i tasti [PAGE+] o [PAGE-] per scorrere ad


una ad una le categorie.
3. Usando la manopola [VALUE] o il ClickPoint [5] [6]
per selezionare i programmi, potete scorrere i programmi
allinterno di quella categoria.
4. Per confermare la vostra selezione premete il tasto
[MENU/OK]. Se decidete di non selezionare il programma premete il tasto [EXIT/CANCEL].

Note: potete cambiare categoria usando il ClickPoint [3] [4]


per selezionare Category No. nella riga superiore del menu
delle categorie e poi ruotare la manopola [VALUE].

Usare Cat. HOLD per selezionare per


categoria
1. Premete il tasto [./HOLD] per accedere a Cat.
HOLD.
La categoria verr bloccata

Selezionare per categoria


Potete selezionare programmi dallinterno di una categoria
come Keyboard, Organ, Bass e Drums.
38

2. Usate il ClickPoint per selezionare Category ed usate


i tasti [INC] [DEC] o la manopola [VALUE] per scegliere
una categoria.
3. Usate il ClickPoint per selezionare Program Select.

Usate i tasti [INC] [DEC] o la manopola [VALUE] per


scorrere i programmi della stessa categoria.
4. Per uscire dalla funzione Category Hold premete due
volte il tasto [./HOLD] per uscire dalla pagina Cat.
HOLD.
Note: nella pagina PROG 0: Play, premendo il tasto [./HOLD]
il valore girer ciclicamente tra Cat. HOLD -> 10s
HOLD -> Cancel.

Usare la funzione 10S HOLD per selezionare programmi


Mentre selezionate un programma potete bloccare la cifra
delle decine.
1. Scegliete Program Select
2. Premete il tasto [./HOLD] affinch il display indichi
10s HOLD.
La cifra delle decine del numero del programma verr
bloccata.

3. Premendo un tasto numerico [0+ -[9] potete inserire la


cifra delle unit con una singola azione.
4. Per cambiare la cifra delle decine potete usare i tasti
[INC] [DEC].
5. Per uscire dalla funzione 10s HOLD premete di nuovo
il tasto [./HOLD].

Usare un pedale per selezionare programmi


Potete assegnare ad un pedale la funzione di scorrere i
programmi ad uno ad uno sia crescendo (0,1,2,3 etc.) che
decrescendo (3,2,1 etc.).
Ci vi consente, durante le esecuzioni live, di cambiare
programma senza usare le mani.
Per fare questa regolazione:
1. Collegate un interruttore a pedale alla presa ASSIGNABLE SWITCH.
Usate un semplice interruttore a pedale come il Korg PS-1
(opzionale)
2. Premete il tasto [GLOBAL] per accedere al Modo Global.
3. Premete il tasto [EXIT] per accedere alla pagina GLOBAL 0: System.
4. Premete il tasto [PAGE+] per accedere al Tab Foot
5. Selezionate Foot SW Assign e specificate Program

Up o Program Down.
Program Up vi consente di selezionare il programma con
il prossimo numero pi alto ogni volta che premete il pedale.
Program Down vi consente di selezionare il programma
con il prossimo numero pi basso ogni volta che premete
il pedale.
6. Regolate Foot SW Polarity sulla polarit del pedale
che avete collegato.
Se avete collegato un pedale Korg PS-1 (opzionale) scegliete la regolazione standard Korg (-).
Con queste regolazioni potrete scorrere i programmi ad
uno ad uno semplicemente premendo il pedale.
Se desiderate che queste regolazioni vengano conservate
anche quando spegnete lo strumento, assicuratevi di salvare le modifiche apportate.
7. Usate il tasto [PROG] per accedere alla pagina PROG 0:
Play e premete il pedale: il programma cambier.
Note: queste regolazioni si applicano anche al cambio delle
combination.

Usare messaggi MIDI di program change per selezionare programmi


Inviando allX 50 messaggi MIDI di Program Change insieme a messaggi di Bank Select da ununit MIDI esterna
(come un sequencer, un programma DAW, un controller
etc.) potete selezionare un qualsiasi programma dai sei
banchi.
Potete anche installare il Plug In Editor nel vostro programma DAW come plug In e selezionare facilmente i
programmi e le combination dellX 50 dallinterno del
programma. Per ulteriori dettagli consultate Editor/Plug
In Editor manual.

Regolazione del canale MIDI


Per far suonare lX 50 via MIDI, lunit che trasmette i
dati (Sequencer o computer) e lunit che li riceve (lX
50) debbono essere regolati sullo stesso numero di canale
MIDI. In Modo Program lX 50 riceve i dati sul canale
MIDI globale.
1. Assicuratevi che lX 50 e lunit esterna siano collegate
correttamente. Per i dettagli sulla connessione consultate
pag. 27.
2. Premete il tasto [GLOBAL] per accedere al Modo Glo39

bal.
3. Premete il tasto [MENU] per accedere al menu della
pagina.
4. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare
MIDI e premete il centro.

Apparir la pagina GLOBAL 1: MIDI.


5. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare
MIDI Channel ed usate la manopola [VALUE] per specificare il canale MIDI globale.
Per default questo valore regolato a 01.

Selezionare programmi
Per cambiare programma inviate dalla vostra unit MIDI
esterna un messaggio di Program Change.
Per cambiare banco inviate un messaggio di Bank Select
(CC#0: byte superiore, CC#32: byte inferiore). LX 50
passer al programma ed al banco specificati nel momento
in cui ricever un comando di Program Change seguito dal
Bank Select.
Note: nel banco G i numeri di programma da 000 a 127 corri-

LX 50 fornisce dei controlli in tempo reale come la rotella


[MOD] la rotella di Pitch Bend ed i tasti [SW1] [SW2] che
vi consentono di rendere pi espressive le vostre esecuzioni.
Questi controlli vi permettono di modificare il tono, lintonazione, il volume, gli effetti etc. in tempo reale mentre
suonate.
Per esempio un suono di pianoforte pu essere suonato
realisticamente solo usando la tastiera, ma la vostra esecuzione migliorer sicuramente se userete un pedale di
sustain. Se state simulando una chitarra o uno strumento a
fiato, potete usare la rotella [PITCH] per controllare lintonazione o la rotella [MOD] per applicare del vibrato.
Note: nelle pagine che seguono, la descrizione sar incentrata
sulle funzionalit specifiche di ogni controllo. Comunque potete
usare questi controlli come sorgenti di alternate modulation o
effect dynamic modulation ottenendo una gamma di soluzioni
pi ampia di quella che descriveremo qui. Per ulteriori dettagli
su queste possibilit consultate Usare lAlternate Modulation
a pag. 51 e 151.

La tastiera
Velocity (dinamica)
La forza con cui suonate influenza lespressivit del suono.
Potete regolare il volume in modo che suonando dolcemente verr prodotto un suono dolce e morbido e suonando con forza verr prodotto un suono pi forte ed energico.
Inoltre potete regolare la brillantezza del suono e le regolazioni dellinviluppo come lattacco o il rilascio.
Usando il velocity Switch nei modi Combination e Multi
potete usare programmi diversi a seconda della forza applicata sulla tastiera.
Per informazioni su come cambiare i livelli di volume
e le regolazioni degli inviluppi usando la dinamica della
tastiera, consultate pag. 55.
Per informazioni su come cambiare la brillantezza ed il
tono del suono usando la dinamica della tastiera consultate
pag. 54.

spondono ai programmi da 1 a 128.


Note: R (Receive) indica che supportata solo la ricezione.
Note: i messaggi di bank Select non vengono trasmessi o ricevuti
se la casella di verifica MIDI Filter Bank della pagina GLOBAL 1: MIDI non ha il segno di spunta.
Note. la Tabella soprastante descrive le operazioni con Bank
Map regolato su GM. Per i dettagli sulla mappatura Korg consultate la PG a pag. 78.

Usare i controlli
40

Per informazioni su come cambiare lintonazione usando


la dinamica della tastiera consultate pag. 10

Numero di nota (Note Number)

I suoni possono essere programmati affinch cambino carattere in base alla nota suonata. Suonando note pi acute
o pi gravi, il numero della nota pu modulare il timbro
e farlo diventare sempre pi chiaro a mano a mano che le
note diventano pi acute. Anche linviluppo pu essere pi
lento o pi rapido, o il volume pu cambiare e cos via.

Potete usare le rotelle [PITCH] e [MOD] dislocate alla


sinistra della tastiera per variare lintonazione o regolare
la profondit della modulazione. Il risultato dipende dal
programma ma questi controlli vengono usati normalmente per applicare i seguenti effetti:

Assegnando la funzione appropriata ai tasti [SW1] ed


[SW2], potete usarli per trasporre la tastiera a scatti di
unottava, attivare o disattivare la funzione portamento o
bloccare leffetto della rotella [PITCH].
Ogni tasto pu operare sia come commutatore che come
interruttore momentaneo. In modo commutatore la funzione assegnata viene commutata On/Off ogni volta che
il tasto viene premuto. In modo momentaneo la funzione
assegnata attiva solo per il tempo in cui il tasto rimane
premuto.
In Modo Program potete osservare le funzioni dei tasti
[SW1] ed [SW2] nella pagina 0:Play, Program. In Modo
Combination nella pagina 0. Play Combination ed in
Modo Multi nella pagina 0. Play, Multi.

[PITCH] i movimenti della rotella regolano la quantit di


spostamento dellintonazione.

Per cambiare ottava


PROG 7: Ed-Arp7Ctrls, Controls (pag. 25)

Rotelle [PITCH] [MOD]

Per attivare/disattivare il portamento


PROG 7: Ed-Arp7Ctrls, Controls (pag. 25)
Per bloccare la funzione della rotella [PITCH]
PROG 7: Ed-Arp7Ctrls, Controls (pag. 25)
PROG 2: Ed-Pitch, OSC1 (pag. 52).
[PITCH] i movimenti della rotella regolano la frequenza
di taglio.
PROG 4: Ed-Filter 1/2 (pag. 16)
[MOD] la rotella pu regolare la profondit del vibrato.
PROG 2. Ed-Pitch, OSc 1/2 LFO (pag. 52)
[MOD] la rotella pu regolare la profondit delleffetto
Wha.
PROG 4. Ed- Filter 1/2, LFO Mod (pag. 18)
[MOD] la rotella pu regolare la velocit dellLFO.
PROG 3: Ed-LFO, OSC 1/2 (pag. 14)
Note: assegnando la funzione Pitch Bend Lock ai tasti [SW1]
o [SW2] potete bloccare leffetto applicato in modo che venga
mantenuto anche se la rotella [PITCH] torna in posizione centrale.

SW1, SW2

Per variare la profondit dellintervento dellinviluppo


sullintonazione
PROG 2. Ed-Pitch (pag. 10)
Per ulteriori dettagli consultate Le funzioni dei tasti
[SW1] ed [SW2] a pag. 113.
Note: quando salvate un programma, una combination o un
Multi set, viene salvato anche lo status dei tasti [SW1] ed
[SW2]

Controlli REALTIME [1] [2] [3+ [4+


[SELECT]
Usate il tasto [SELECT] per selezionare il modo A/B/C
dei controlli in tempo reale ed usate le manopole [1+ - [4]
per controllare il tono, gli effetti, i cambi MIDI di controllo, larpeggiatore etc. mentre suonate.
Nello specifico potete usare questi controlli per modificare
il taglio di frequenza del filtro, la risonanza, lequalizzatore, il volume, il tempo di portamento, il pan, lLFO che
agisce sullintonazione ed il livello della mandata alleffetto master. Inoltre potete usarli per modificare anche il
tempo dellarpeggiatore, la dinamica, la durata etc.
1. Premete il tasto REALTIME CONTROL [SELECT] per
commutare la funzione dei controlli tra i modi A, B o C.
2. Ruotate la manopola desiderata per controllare il suono.
Le funzioni dei controlli REALTIME [1] [2] [3] e [4] in
modo B possono essere osservate per il Modo Program
nella pagina 0. Play, per il Modo Combination nella pagina
0. Play Combination e per il Modo Multi nella pagina 0:
Play, Multi.
41

Usare i pedali per il controllo


Pedale Damper (Sustain)
Il pedale damper viene spesso chiamato pedale di sustain.
Esso agisce in modo simile al suo omonimo in un piano
acustico. Quando premete il pedale le note continuano a
suonare anche se rilasciate i tasti della tastiera.

Interr. Damper e Half Damper


Potete usare sia un semplice interruttore a pedale (come il
Korg PS-1) o un pedale speciale (in grado di svolgere la
funzione di mezzo pedale) come il Korg DS-1H. Se usate
un interruttore esso operer come un normale pedale di
sustain di un sintetizzatore: le note rimarranno attive sino
a quando il pedale non viene rilasciato.
Un pedale con la funzione di mezzo pedale un tipo particolare di pedale di controllo continuo (un normale pedale
di controllo generalmente non pu svolgere questa funzione). Esso fornisce un controllo pi accurato del sustain che
si rivela particolarmente utile per i suoni di pianoforte.
LX 50 rileva automaticamente se alla presa DAMPER,
situata sul pannello posteriore, viene collegato un pedale
in grado di svolgere la funzione di mezzo pedale. Per
eseguire correttamente le operazioni, dovrete calibrare il
pedale usando il comando Half Damper Calibrate nel
menu della pagina Global.

Vi consente di usare un pedale di controllo continuo come


il Korg EXP-2 (opzionale) o il Korg XVP-10 EXP/VOL,
come un pedale assegnabile.
Come linterruttore a pedale gi descritto, il pedale di
controllo assegnabile pu essere usato per varie funzioni
tra cui:
Volume master
Volume del canale, pan o espressione
Modulazione assegnabile con diversi livelli di AMS o
Dmod.
Controllo del livello della mandata effetti.
Duplicazione di molti controlli del pannello frontale
come la rotella [MOD] i controlli in tempo reale o i tasti
[SW1] [SW2].
Le funzioni di cui sopra operano sempre come specificato
nella pagina GLOBAL 0: System, Foot indipendentemente dal programma, combination o multi selezionati.
Per ulteriori informazioni consultate Specificare la funzione dellinterruttore ASSIGNABLE e del pedale ASSIGNABLE (pag. 88).

Interr. a pedale assegnabile

Inviare informazioni MIDI dai vari controlli

Questa funzione vi consente di usare un semplice interruttore a pedale come il Korg PS-1, come un controllo
assegnabile. Linterruttore a pedale pu eseguire unampia
gamma di funzioni come:

Quando operate su un controllo dellX 50, il corrispondente cambio di controllo viene inviato via MIDI. I messaggi
di Pitch Bend vengono inviati solo quando operate sulla
rotella [PITCH].

Modulazione di suoni o effetti


Portamento on/Off
Program Select Up o Down
Tap tempo
Arpeggiatore On/Off

In Modo Program questi messaggi vengono trasmessi sul


canale MIDI globale.

Duplicazione di molti controlli del pannello frontale inclusa la rotella [MOD], le manopole dei controlli in tempo
reale e i tasti [SW1] [SW2}.
Le funzioni diverse da quelle di modulazione operano
sempre come specificato nella pagina GLOBAL 0: System, Foot indipendentemente dal programma, combination o multi selezionati.

Pedale Assegnabile

42

Modifica semplificata

dei programmi
Potete modificare i programmi gi presenti nellX 50
oppure potete inizializzare un programma ed iniziare la
programmazione da zero.
NellX 50 potete usare gli otto cursori della pagina Performance Editor ed i controlli in tempo reale per apportare
delle semplici variazioni ad un programma senza dover
accedere alle pagine di modifica che contengono i vari
parametri.

Performance Edit
Usando gli otto cursori della pagina Performance Edit potete fare delle regolazioni generali del suono.
Quando muovete un cursore diversi parametri del programma vengono regolati simultaneamente, il che significa che potete regolare diversi parametri muovendo un solo
cursore.
1. In Modo Program (pagina PROG 0: Play) selezionate il
programma che desiderate modificare.
2. Premete il tasto [PAGE+] o il tasto [PAGE-] per accedere alla pagina PROG 0: Perform, Edit.
3. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare il

Amp Level: indica il livello dellamplificatore. Regola il


volume generale dellintero programma.
Attack Time: regola il tempo di attacco degli inviluppi del
filtro e dellamplificatore. Regola la velocit dellattacco
ad iniziare dal nota On.
Note: per massimizzare leffetto delle regolazioni del tempo
di attacco debbono essere regolati anche i parametri Amp EG
Start Level, Attack level, Start Level Modulation ed Attack Time
Modulation.

Decay Time: indica il tempo di decadimento ed il tempo


di pendenza degli inviluppi del filtro e dellamplificatore.
IFX Balance: regola simultaneamente il bilanciamento
W/D (Wet/Dry) di tutti gli effetti insert.
MFX Balance: regola simultaneamente i parametri return
1 e 2 delleffetto master.
Note: a seconda delle regolazioni dei parametri del programma
leffetto pu essere pi o meno evidente.

5. Se desiderate salvare le modifiche apportate, selezionate


il comando Write del Menu Utility e salvate il programma.
Se cambiate programma o spegnete lo strumento senza
salvare i dati, le modifiche apportate andranno perdute.

parametro che desiderate regolare.


4. Usate la manopola [VALUE] per regolare il valore.
Note: se desiderate resettare il valore e ripristinare la regolazione precedente, premete il tasto numerico [0] e premete il
tasto [ENTER].

Octave: indica la regolazione dellottava.


Pitch Stretch: regola simultaneamente la trasposizione e
lintonazione delloscillatore, vi consente di produrre una
ampia gamma di variazioni tonali senza perdere il carattere del suono originale.
E particolarmente efficace per i programmi di strumenti
acustici come la chitarra, il basso o il pianoforte. Selezionate alcuni programmi e provatene leffetto.
OSC Balance: regola il bilanciamento tra gli oscillatori
1 e 2.
Note: per i programmi in cui il parametro Mode (Oscillator
Mode) (pagina PROG 1: Ed-Basic, Prog basic) regolato su
Single, loscillatore 2 non suona. Cambia solo il livello delloscillatore 1.
Su un programma Drums (percussivo) questo performance Editor non ha alcun effetto.

Controlli REALTIME [1] [2] [3] [4]


[SELECT]
Le manopole dei controlli REALTIME [1] [2] [3] [4] possono essere usate per modificare parametri come il taglio
di frequenza del filtro, la risonanza, gli inviluppi del filtro
e dellamplificatore, il volume, il tempo di portamento, il
pan, la velocit dellLFO ed altro ancora. Tre diversi modi
A,B,C permettono ad ogni manopola di controllare tre diversi parametri.
1. Premete il tasto REALTIME CONTROLS [SELECT]
per commutare le funzioni dei controlli tra i modi A.B e
C.
Ogni volta che premete il tasto vengono selezionati ciclicamente il modo A, il B ed il C ed il Led corrispondente
si accende.
Note: se i controlli CC# 70-79 vengono assegnati al modo A o al
modo B dei controlli in tempo reale il suono modificato tramite
le manopole [1] - [4] pu essere salvato nel programma.

43

Regolando il taglio di frequenza del filtro passaalto modificherete la nitidezza del suono le cui frequenze basse
verranno filtrate.

2. Ruotate la manopola desiderata per controllare il suono


etc. Quella che segue la descrizione delle funzioni.

Manopola [3] Eg INTENSITY

Controlli in modo A

Regola lintensit con cui linviluppo agisce sul filtro.


Ruotando la manopola potrete influenzare lintensit con
cui linviluppo agisce sul filtro. Normalmente ruotando
la manopola verso sinistra lintensit dellintervento dellinviluppo diminuisce e ruotandola verso destra aumenta.
Dato che linviluppo opera basandosi sul taglio di frequenza del filtro, le manopole [1] e [3+ operano insieme per
controllare il carattere tonale delle variazioni prodotte dal
filtro.

In modo A le manopole [1] - [4] controllano le seguenti


funzioni:
Note: posizionando le manopole al centro (mezzogiorno) questa posizione produrr il valore specificato nel parametro del
programma.

Manopola [1] LPF CUTOFF


Regola il taglio di frequenza del filtro passabasso.
Quando regolate il taglio di frequenza del filtro, la brillantezza del suono cambia. Leffetto dipende dalle regolazioni dei parametri del programma ma , normalmente,
ruotando la manopola verso sinistra il suono diventa pi
scuro e ruotandola verso destra diventa pi chiaro.

Manopola [4] EG- RELEASE

Manopola [2] RESONANCE/HPF


Regola il livello di risonanza del filtro passabasso o il taglio di frequenza del filtro passaalto.
Il materiale sonoro che viene controllato dipende dal tipo
di filtro specificato nel programma.
Regolando il livello di risonanza del filtro, potete aumentare o diminuire la risonanza e dare un carattere unico al
suono.

44

Regola i tempi di rilascio degli inviluppi del filtro e dellamplificatore. Questo determina il tempo che intercorre
tra il nota Off e la fine del suono.
Quando regolate questa manopola i tempi di rilascio degli
inviluppi del filtro e dellamplificatore cambiano. Normalmente ruotando la manopola verso sinistra i tempi di rilascio si abbreviano e ruotandola verso destra si allungano.

Controlli in modo B
Potete controllare parametri come il volume, il tempo di
portamento, il pan, gli inviluppi del filtro e dellamplificatore, lLFO dellintonazione, le mandate agli effetti master
etc.
Le regolazioni del modo B vengono eseguite individualmente per ogni programma, combination o multi set.
Potete specificare separatamente le funzioni del modo B
per ogni programma, combination o multi set.
Le funzioni del modo B dei REALTIME CONTROLS
[1], [2], [3] e [4] possono essere osservate per il Modo
Program nella pagina 0: Play, Program, per il Modo Combination nella pagina 0: Play, Combination e per il Modo
Multi nella pagina 0. Play, Multi.
Ogni manopola in modo B pu essere usata anche come
sorgente di Alternate Modulation o Effect Dynamic Modulation per controllare parametri dei programmi o degli
effetti, consentendovi una ampia gamma di interventi sul
suono.

Controlli in modo C
Potete controllare in tempo reale leffetto dellarpeggiatore.
Per i dettagli sulle operazioni consultate pag. 91

Salvare le modifiche
Una volta ottenuto il suono che volevate, dovrete salvare il
vostro lavoro. Per salvare le modifiche apportate:
Ricordate che se modificate il suono di un programma
o lo salvate in un diverso banco o numero, e poi usate una
combination che contiene il programma modificato, il
suono della combination sar diverso.
1. Premete il tasto [UTILITY] per accedere al Menu Utility.

GLOBAL 0: System e togliete il segno di spunta dalla casella di


verifica Program.

3. Opzionalmente potete anche selezionare una nuova locazione o cambiare il nome del programma.
Se desiderate cambiare il banco ed il numero del programma di destinazione usate il ClickPoint per selezionare il
nome del programma dislocato a destra del To ed usate
la manopola [VALUE] per selezionare la destinazione del
salvataggio.
Per selezionare la destinazione del salvataggio potete usare anche i tasti PROG BANK ed [ENTER].
Note: non potete salvare nei banchi G o g(d).

Se desiderate modificare il nome, usate il ClickPoint per


selezionare il bottone del testo ( ) e poi premete il centro
del ClickPoint per accedere alla finestra di dialogo di testo.
Potete dare al programma un nome descrittivo usando la
tastiera rappresentata sul display.
Inserito il nome premete il tasto [MENU/OK].
La finestra di modifica del testo scomparir e tornerete alla
finestra di dialogo Write Program.
Se desiderate specificare la categoria, usate il ClickPoint
per selezionare Category ed usate la manopola [VALUE] per specificare la categoria desiderata. La categoria
specificata qui, potr essere usata selezionando programmi
per categoria tramite il tasto [CATEGORY].
Potete selezionare per categoria nelle seguenti pagine:
PROG 0. Play
COMBI 0: Play, Prog Program Select
COMBI 1: Ed-Tone Adjust, Prog
MULTI 0: Play, program

2. Usate il ClickPoint per selezionare Write Program e


poi premete il centro del ClickPoint stesso.

4. Nella finestra di dialogo Write Program, premete il tasto


[MENU/OK] per salvare il programma.

Apparir la finestra di dialogo Write Program.

5. Un messaggio vi chieder una conferma. Se siete sicuri


di voler salvare il programma premete di nuovo il tasto
[MENU/OK] . Il programma verr salvato.

Potete accedere a questo comando di utility anche tenendo


premuto il tasto [ENTER] e premendo il tasto numerico
[0].
Note: se il display indica Memory Protected la protezione
della memoria dei programmi attiva. Accedete alla pagina

45

Modifica dettagliata dei programmi


Potete creare i vostri propri suoni modificando i programmi residenti dalla fabbrica o inizializzando un programma
(banco D 127 Init. Program) ed iniziando da zero. Potete
salvare i vostri programmi in qualsiasi banco tranne il banco G o g(d), che non pu essere modificato.

Prima di iniziare le modifiche


I tre attributi del suono: intonazione, tono
e volume
Il suono possiede tre attributi basilari: lintonazione, il
tono ed il volume.
Per controllare questi attributi lX 50 fornisce le sezioni
Oscillatore, Filtro ed Amplificatore.
Le regolazioni della sezione Oscillatore variano
lintonazione, quelle del Filtro il tono e quelle dellAmplificatore il volume.

Oscillatore, Filtro e Amplificatore


NellX 50 le regolazioni che determinano lintonazione
sono poste nelle pagine PROG 1. Ed-Basic e PROG 2: EdPitch. Nella pagina PROG 0: Ed-basic potete specificare
la forma donda (il multicampione) e la sua intonazione di
base. Nella pagina Ed-Pitch potete specificare come lintonazione seguir la tastiera e fare altre regolazioni relative
allintonazione.
Finalmente, le regolazioni dellAmplificatore vengono
eseguite nelle pagine PROG 6: Ed-Amp 1/2. Queste regolazioni controllano il volume ed inviano il suono alle
uscite.
Queste tre sezioni determinano il suono di base del programma.

46

Controlli EG, LFO, Keyboard Tracking,


AMS, Dmod
Oltre alle sezioni gi descritte lX 50 fornisce dei sistemi
con cui il suono pu essere variato a seconda del tempo,
della gamma di tasti o di vari tipi di espressione. Questi
sistemi vengono controllati dai modulatori e dai controlli
come gli inviluppi (EG), loscillatore in bassa frequenza
(LFO), il Keyboard Tracking, lAMS (Alternate Modulation Source), la Dmod (Dynamic Modulation), le rotelle
di [PITCH] e [MOD]. Potete usare questi modulatori e
controlli per applicare variazioni al suono basilare del
programma.
Date unocchiata al diagramma intitolato Struttura del
programma e pagine corrispondenti noterete che il segnale audio scorre nellordine Oscillatore -> Pitch -> Filtro
->Amplificatore. Inoltre noterete come lEG e lLFO influenzino questi blocchi.
Come indicato in figura un programma consiste negli
Oscillatori 1/2, effetti e arpeggiatore.

OSC 1/2
Ogni timbro costituito dai blocchi Oscillatore/Pitch,
Filtro, Amp, EG ed LFO. Potete creare programmi pi
complessi usando due oscillatori insieme in un programma
tramite la funzione Layer.
Note: il Pitch EG condiviso dagli oscillatori 1 e 2.

EFFETTI
Luscita degli OSC 1 e 2 viene inviata alleffetto insert,
alleffetto master ed al master EQ. La sezione mixer vi
consente di controllare lindirizzamento e specificare dove
il suono debba essere inviato.

Per leffetto insert ed i due effetti master potete scegliere


tra 89 tipi di effetti. LEQ master un equalizzatore stereo
a tre bande.

ARPEGGIATOR
Un programma pu usare un arpeggiatore. Potete selezionare un pattern di arpeggio, specificare la gamma in cui
larpeggio debba essere generato, la gamma di note e la
dinamica che avviino larpeggiatore.

Le pagine di modifica
Nella pagina PROG 0: Play potete selezionare ed usare
programmi, usare il Performance Editor o i controlli per
fare semplici modifiche al suono e fare le regolazioni dellarpeggiatore.
Le altre pagine vi consentono di modificare il suono in
modo pi dettagliato.
0: Play

1. Ed- basic

2: Ed-Pitch
3. Ed-LFOs

4: Ed-Filter 1
5. Ed-Filter 2
6. Ed-Amp 1/2
7: Ed-Arp/Ctrls
8. Ed-Insert FX

9. Ed-Master FX

Selezionare ed usare programmi


Usare il Performance Editor per semplici modifiche ed apportare semplici variazioni ai pattern
di arpeggio

Specificare il tipo di programma Single, Double


o Drum
Selezionare multicampioni
Specificare lassegnazione delle voci Mono o
Poly
Selezionare il temperamento (es. equal).

Comparare(suoni originali e modificati)


Durante la modifica di un suono, premendo il tasto [COMPARE] potrete richiamare la versione originale del suono
(lultima versione salvata) cos comera prima delle modifiche. Per indicare che state ascoltando lultima versione
salvata del suono, il Led si accender.
Premendo di nuovo il tasto [COMPARE] potrete tornare
alla versione modificata del suono ed il Led si spegner.
Se apportate delle modifiche mentre il Led del tasto
[COMPARE] acceso, il Led si spegner e le modifiche
apportate precedentemente andranno perdute.

Regolazioni basilari delloscillatore


Regolazione Program Type (Single, Double, Drum Kit)
Qui potete specificare il tipo di programma (se user un
oscillatore, due oscillatori o un drum kit). Per specificare
il tipo di programma usate il parametro Oscillator Mode
nella pagina PROG 0:Ed-Basic, Prog Basic

Regolazioni dellintonazione e dellinviluppo


dellintonazione.
Regolazioni di tipo e velocit per i due LFO
forniti per ogni oscillatore ( necessario fare le
regolazioni nelle pagine Pitch, Filter e Amp per
specificare la profondit delle regolazioni dellLFO eseguite qui).
Regolazioni del filtro (tono). Regolazioni dellEg del filtro.
Regolazioni del filtro (tono). Regolazioni dellEg del filtro.
Regolazioni relative allAmp 1/2 (volume) incluso lAmp EQ ed il pan (la posizione stereo)
Regolazioni dellarpeggiatore (condivise con i
parametri di 0. Play). Regolazioni dei controlli.

Selezione del bus e del livello della mandata


alleffetto master per luscita delloscillatore.
Indirizzamento delleffetto insert, selezione e
regolazioni.
Selezione e regolazioni delleffetto master.
Regolazioni dellEQ master.

Per i dettagli su come accedere ad ogni Modo, pagina e comando di utility, e per come modificare i valori consultate
Operazioni di base.

I programmi Single hanno un solo oscillatore ed i programmi Double ne hanno due. Ogni oscillatore comprende una voce sintetizzata completa con multicampioni
in velocity switch, due filtri, Eg, LFO etc.
Il modo Drum una variazione del modo Single ed usa
un Drum Kit (come creato in Modo Global) invece di un
multicampione.

Polifonia
La polifonia il numero di note che possono essere
suonate simultaneamente come un accordo. La polifonia
dipende dal tipo di programma.

Tipo di programma
Single
Double
Drums

Polifonia
62
31
62

47

Polyphonic/monophonic

Selezionare multicampioni

Il parametro Voice Assign Mode seleziona se il programma debba suonare polifonicamente (Poly) o monofonicamente (Mono).

Se specificate multicampioni High e Low per un oscillatore, sia il multicampione High che il Low suoneranno a
seconda della dinamica della nota (la forza con cui la nota
viene suonata). Questa funzione viene chiamata Velocity
multisample switching.
Note: per rendere pi facile ascoltare il risultato della selezione
del multicampione, regolate il Program Type su Single.

Quando regolato su Poly, potete suonare sia linee melodiche che accordi. Quando regolato su Mono suoner
solo una nota alla volta (anche prendendo un accordo).
Normalmente lascerete questa regolazione su Poly mentre
la regolazione Mono utile per suoni di basso sintetizzato,
di sintetizzatore o per degli assolo. Unaltro aspetto importante del suono monofonico il Legato. Quando il Legato
attivo (la casella ha il segno di spunta) se una nota viene
suonata prima che la precedente sia stata rilasciata, gli inviluppi del filtro e dellamplificatore non si riavviano per
cui potete muovervi da una nota allaltra proprio come se
fossero legate tra loro. Se la nota precedente viene rilasciata prima di suonare la nota successiva, gli inviluppi della
nuova nota vengono eseguiti normalmente.
Provate a suonare con Poly e Mono ed ascoltate il cambiamento.

Operare con i Multicampioni

1. Accedete alla pagina PROG 1: Ed-Basic,, OSC 1.


2. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per evidenziare
High Multisample.
Usate la manopola [VALUE] o i tasti numerici ed il tasto
[ENTER] per fare la selezione.

Alternativamente potete selezionare un multicampione


per categoria.
Con High Multisample evidenziato premete il tasto
[CATEGORY] per accedere al menu omonimo.

Cos un multicampione?
Un campione la registrazione digitale di un particolare
strumento o forma donda (o altri suoni elaborati sia naturali che artificiali), registrato ad una specifica intonazione.
Un multicampione una raccolta di suoni campionati simili usati per creare lo stesso tipo di suono (piano, basso,
chitarra, archi, organo etc. ) disposti sulla tastiera. Il multicampione la base di un programma. Gli oscillatori dei
programmi usano i multicampioni. NellX 50 vi sono 470
multicampioni.
Potete assegnare due multicampioni ad ogni oscillatore e
commutarli usando la Velocity Switch. Questa operazione
viene definita Velocity multisample switching.

Multicampioni e Drum Kit


I Multicampioni ed i Drum Kit vi consentono di usare i
campioni in modi diversi.
I multicampioni distribuiscono uno o pi campioni sulla
tastiera. Per esempio un multicampione molto semplice di
chitarra potrebbe avere sei campioni, uno per ogni corda.
Come suggerisce il nome stesso, i Drum Kit sono ottimizzati per usare strumenti percussivi.

48

Usate i tasti [PAGE+] e [PAGE-] per selezionare una categoria. Poi usate la manopola [VALUE] per selezionare
un multicampione, infine premete il tasto [MENU/OK] per
finalizzare la selezione.
3. Specificate lintonazione di base delloscillatore. Per
farlo usate il parametro Octave.
4. Allo stesso modo selezionate il Low multisample. Ora
avete assegnato i multisample High e Low.
Ora regoleremo la gamma di dinamica.
5. Specificate un valore di dinamica per Velocity SW L
-> H.
Le note suonate sulla tastiera ad una dinamica inferiore al
valore specificato useranno il multicampione Low mentre
quelle con il valore specificato o con un valore di dinamica
superiore useranno il multicampione High.
Per esempio se regolate Velocity SW L->H su 100 suonando dolcemente ascolterete il multicampione Low e
suonando con forza il multicampione High .

6. Regolate Level per i multicampioni High e Low


per impostare il loro bilanciamento.

In questo esempio i multicampioni suoneranno su quattro


livelli.

Note: se non desiderate usare questa funzione regolate il Velocity SW L->H su 001. Suoner solo il multicampione High.

Valori di dinamica 001- 031:


Suona solo il Low multisample dellOSC 1.

Casella di verifica Reverse


Il Reverse vi consente di far suonare il multicampione
selezionato allindietro senza loop. Questo permette di
produrre effetti sonori o timbri inusuali. Normalmente
lascerete questa casella senza il segno di spunta.

Usare gli oscillatori 1 e 2 per creare suoni


con detune
Potete usare un programma double (un programma in
cui il parametro Oscillator Mode regolato su Double)
per creare suoni leggermente scordati come segue:
1. Assicuratevi di avere lo stesso multicampione e le stesse
regolazioni dellinviluppo per lOSC1 e lOSC2.

Valori di dinamica 032 - 063


Suona solo lHigh multisample dellOSC 1.
Valori di dinamica 064 - 095
Suonano lHigh multisample dellOSC 1 ed il Low multisample dellOSC2
Valori di dinamica 096 - 127
Suonano gli High Multisample egli OSC 1 e 2.

Copiare regolazioni tra OSC 1 e 2


Molti parametri dei programmi possono essere regolati in
modo diverso per lOSC 1 e lOSC2.
Tra questi vi sono:

Sar utile usare lutility Copy Oscillator per far coincidere le regolazioni degli oscillatori.

Tutti i Tab della pagina Ed-Pitch ad eccezione del Pitch


EG

2. Specificate lintonazione degli OSC1 e 2.

Tutti i Tab della pagina Ed-Filter


Tutti i Tab della pagina Ed - Amp
Tutti i Tab della pagina Ed-LFO

Lintonazione pu essere regolata indipendentemente


usando lo stesso multicampione con una leggera differenza dellintonazione stessa. Potete scordare gli oscillatori
per produrre un suono pi ricco. In generale viene recepita
pi sgradevole la scordatura calante rispetto a quella crescente per cui lasciate unoscillatore in tono ed impostate il
secondo su unintonazione leggermente crescente.

Usare la dinamica per commutare gli


oscillatori 1 e 2

Potete usare il menu di utility Copy Oscillator per copiare questi parametri da unoscillatore allaltro.. Potete
copiare questi parametri anche nelloscillatore di un altro
programma.
Questo comando utile quando desiderate regolare i due
oscillatori sugli stessi valori, o quando desiderate duplicare delle regolazioni gi effettuate.

Assegnare un Drum Kit


Cos un Drum Kit?

Qui potete specificare la gamma di dinamica che far suonare gli oscillatori 1 e 2.
Nellesempio la gamma di dinamica la seguente.
LOSC1 suona con tutti i valori di dinamica
LOSC2 suona solo con i valori di dinamica superiori a
64 (le note suonate con forza).
Oltre a questa commutazione potete usare anche il Velocity Multisample Switch . Per questo esempio regolate
il Velocity SW L -> H su 32 per lOSC1 e su 96 per
lOSC2. Le regolazioni sono indicate come linee verticali
sul display.

Se desiderate usare un Drum Kit in un programma, regolate Oscillator Mode su Drums. Poi scegliete uno dei 40
Drum Kit programmabili o dei 9 Drum Kit compatibili
GM.
Un programma Drum usa un Drum Kit per il suo oscillatore. Un Drum Kit costituito da multi campioni di suoni
percussivi disposti sulla tastiera. Vi sono 518 campioni di
strumenti percussivi.
In Modo Global potete creare o Modificare i Drum Kit.
Potete assegnare sino a due campioni percussivi (High e
Low) ad ogni nota della tastiera e commutarli usando la
dinamica.
Potete anche specificare gli effetti e lindirizzamento alle
uscite audio.
49

Selezionare un Drum kit

Regolazioni di base dellLFO

1. Accedete alla pagina PROG 1. Ed-Basic, Prog Basic.

Note: a seconda del programma selezionato potreste non avvertire il risultato delle seguenti modifiche. Se ci accade aumentate il valore di uno dei parametri Intensity in modo da
avvertire i cambiamenti.

2. Regolate Oscillator Mode su Drums.

Per esempio, per usare OSC1 LFO 1 per modulare il Filter


1 dovrete incrementare il valore di Intensity to A o Intensity to B nella pagina PROG 4: Ed-Filter 1, LFo Mod.
LFO1.
3. Accedete alla pagina PROG 1. Ed-Basic, OSC1.

1. Accedete alla pagina PROG 3. Ed-LFOs, OSC1 LFO.

4. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per evidenziare


Drum Kit.
Usate la manopola [VALUE] o i tasti numerici ed il tasto
[ENTER] per selezionare un Drum kit.

2. Selezionate il parametro Waveform.


3. Usate la manopola [VALUE] per selezionare la forma
donda dellLFO desiderata.

5. Specificate lintonazione di base delloscillatore. Per un


Drum Kit regolate Octave su 0 [8].

Usare gli LFO e gli inviluppi (EG)


Usare gli LFO
Ogni oscillatore possiede due LFO: LFO1 ed LFO2.
Potete usare gli LFO per modulare molti parametri tra
cui:
Pitch (vibrato). PROG 2. Ed-Pitch, OSC 1 LFO Intensity e lo stesso parametro per lOSC2 LFO.
Filtro (effetto wha) PROG 4. Ed-Filter1, LFO Mod. Intensity to A e to B e lo stesso parametro in PROG 5.
Ed-Filter2.
Volume (auto-tremolo) PROG 6: Ed-Amp1/2, Mod,
LOF1 Mod. Intensity e lo stesso parametro per lLFO2
Mod.
Oltre a quanto gi descritto, potete usare un LFO come
sorgente di Alternate Modulation o Effect Dynamic Modulation per modulare una ampia gamma di parametri.
Assegnando un LFO a Pan AMS (PROG 6: Ed-Amp1/2,
Level/Pan) potete creare un effetto di auto-pan.

Il display indica una rappresentazione grafica della forma


donda.
Vi sono diverse forme donda tra cui scegliere, ciascuna
adatta ad una certa applicazione.
Triangle e Sine sono le classiche forme donda dellLFO
adatte a vibrato, tremolo, panning ed effetto wha del filtro.
Square adatta ad effetti di apertura del filtro o dellamplificatore e crea un effetto di sirena di ambulanza quando
viene applicata per modulare lintonazione.
La forma donda Guitar progettata specialmente per il vibrato della chitarra in quanto si sposta solo in alto rispetto
al valore di base.
Saw ed Exponential Saw Down sono ottime per filtri ritmici ed effetti .
Random 1 (S/H) crea il classico effetto di Sample &
Hold che ottimo per la modulazione dei filtri.
4. Dopo aver provato le diverse forme donda selezionate
Triangle.
5. Usate il parametro Frequency per regolare la velocit
dellLFO.
6. Usate i parametri Fade e Dly per controllare il modo
in cui lLFO si comporta allinizio della nota.
Tutti questi parametri controllano il modo in cui lLFO
opera. Per gestire come lLFO influenza il suono, potete
usare gli indirizzamenti dedicati dellLFO sul filtro, sullintonazione e sullamplificatore, o usare gli LFO come
sorgenti di AMS per unampia gamma di parametri.

50

Frequency Modulation
LAMS pu essere usata per variare la velocit dellLFO.
Ci vi consente di cambiare la velocit dellLFO operando
su un controllo o tramite linviluppo o le regolazioni di
Keyboard Tracking.

MIDI/Tempo Sync

Intensity un parametro che regola il grado (velocit,


profondit quantit etc.) con cui lAMS controlla la modulazione.
Gli indirizzamenti della modulazione usati pi frequentemente, come usare la rotella [PITCH] per variare lintonazione, sono gi forniti come ulteriori indirizzamenti
dedicati, separati dallAMS.

Se la casella MIDI/TEMPO Sync ha il segno di spunta,


la regolazione Frequency viene ignorata e lLFO si sincronizza sul tempo del sistema, regolato dalla manopola
TEMPO o dal clock MIDI esterno.

Da notare che non tutte le sorgenti di AMS possono essere


disponibili per le stesse destinazioni della modulazione.

Questo vi consente di produrre un vibrato, un wha, un


auto-pan o un tremolo sincronizzati allarpeggiatore o al
clock MIDI esterno.

Suggerimenti sulluso dellAMS

Generatore di inviluppo (EG)


Un inviluppo crea un segnale di modulazione spostandosi
da un livello ad un altro in un determinato tempo, poi spostandosi ad un ulteriore livello in un altro periodo di tempo
e cos via.
Ogni programma comprende tre inviluppi, uno per lintonazione, uno per il filtro ed uno per lamplificatore. Questi
inviluppi producono rispettivamente variazioni nel tempo
dellintonazione, del tono e del volume. Essi possono essere usati anche per modulare un certo numero di parametri
dei programmi tramite lAMS.

Per ulteriori dettagli sulla modulazione alternata consultate Alternate Modulation Source (AMS) (PG a pag.151)

Eseguendo delle regolazioni per lAMS pensate alleffetto


che desiderate produrre, quale tipo di modulazione sar
necessaria e quale parametro delloscillatore, del filtro o
dellamplificatore debba essere controllato.
Poi selezionate una sorgente (AMS) e regolate Intensity.
Se procedete in questo modo usando la logica, riuscirete a
produrre leffetto desiderato.
Per esempio se desiderate controllare un suono di chitarra
in modo che generi del feedback quando ruotate la rotella
[MOD], dovrete regolare la rotella [MOD] affinch moduli la frequenza del filtro e la risonanza.

Controllare lintonazione
Qui potete specificare come cambi lintonazione del multicampione selezionato per loscillatore.
Le regolazioni dellinviluppo dellintonazione (Pitch Eg)
e dellLFO consentono allintonazione di variare nel tempo.
Note: per specificare lintonazione di base del multicampione
usate il parametro Octave nelle pagine PROG 1: Ed-Basic,
OSC1 o OSC2.

Usare lAlternate Modulation


LAMS (Alternate Modulation Source= sorgente di modulazione alternata) si riferisce ad ogni sorgente di modulazione assegnabile dellX 50 inclusi:
Controlli fisici come le rotelle [PITCH] e [MOD], e le
manopole dei controlli in tempo reale.
Controlli MIDI in arrivo
Modulatori come gli inviluppi del filtro, dellintonazione
e dellamplificatore, o gli LFO.

Variare lintonazione a seconda della


posizione sulla tastiera (Pitch Slope)
Negli strumenti a tastiera come un pianoforte o un organo,
lintonazione si alza mano a mano che suonate note verso
destra e si abbassa se suonate note verso sinistra.
Potete usare il parametro Pitch Slope per specificare
come questo debba accadere.
Con valori positivi (+), lintonazione si alza mano a mano
che le note si fanno pi acute. Con valori negativi (-),
mano a mano che le note si fanno pi acute lintonazione
si abbassa.
Normalmente lascerete questo parametro a +1.0.

51

Modulare lintonazione
Pitch EG
Pitch bend
Le regolazioni PBend + e PBend- specificano la quantit
di variazione dellintonazione (in semitoni) che si verifica
quando viene ricevuto un messaggio MIDI di Pitch Bend
o quando viene usata la rotella [PITCH]. Una regolazione
pari a +12 consente di controllare sino ad un massimo di
unottava sopra mentre una regolazione pari a -12 unottava sotto.

Quando il valore di Intensity regolato a +/- 12.00 linviluppo dellintonazione specificato nella pagina Pitch EG
produce una variazione di intonazione massima pari a +/-1
ottava.
Per simulare realisticamente le piccole variazioni di intonazione che si verificano quando una corda viene pizzicata
o nellattacco di uno strumento a fiato o nel suono di una
voce umana, potete usare lEg per creare una sottile variazione dellintonazione durante lattacco del suono.

Ribbon (#16) specifica la quantit di variazione dellintonazione (in semitoni) che si verifica quando viene
ricevuto un messaggio MIDI CC16 (o quando operate sul
controllo Ribbon di un TRITON extreme o simili).

Portamento
Il portamento addolcisce le variazioni di intonazione
quando suonate una nota prima di aver rilasciato la nota
precedente.
Il parametro Time controlla in quanto tempo si verifichi la variazione. Se il valore viene aumentato il tempo
si allunga, mentre se viene diminuito si abbrevia. Con un
valore pari a 000 non c portamento.
Potete attivare o disattivare il portamento usando i tasti
[SW1] ed [SW2] assegnando loro il valore Porta. SW
CC65.

Creare un vibrato
Potete usare un LFO per creare un vibrato.
LFO 1/2 Intensity regola la profondit a cui viene creato
leffetto di vibrato dallLFO quando operate su un AMS
(Alternate Modulation Source). Con una regolazione pari
a +12.00 il vibrato produrr una variazione di intonazione
massima pari a +/- 1 ottava.
Mod. Whl. Int. specifica la profondit del vibrato creato
dallLFO quando muovete la rotella [MOD] o quando viene ricevuto un controllo #1.
AMS Intensity specifica la profondit del vibrato creato
dallLFO quando operate su una AMS (Alternate Modulation Source). Per esempio supponete di regolare LFO1
AMS su KnobM1[+] (Knob mod1: CC#17), ed alzare
AMS Intensity. Se Knob B Assign Knob 1-B regolato su Knob Mod.1 (CC17), il vibrato verr applicato
quando ruotate la manopola [1] o quando viene ricevuto il
controllo CC#17.
52

Usare i filtri
I filtri vi consentono di diminuire o enfatizzare specifiche
aree di frequenze nel suono.
Il tono del suono dipende significativamente dalle regolazioni del filtro
LX 50 fornisce il Filter 1 per lOSc1 ed il Filter 2 per
lOSc2. Per ognuno di questi filtri potete selezionare tra
due tipi (Low Pass resonance o Low Pass & High Pass
= passabasso con risonanza o passabasso e passaalto). Il
Filter 2 pu essere usato se Mode (Oscillator Mode)
regolato su Double.

Tipi di filtro
Seleziona le parti del suono che verranno influenzate dal
filtro come descritto qui di seguito.

Filtro Low pass (passabasso)


Questo il tipo di filtro pi comune, che lascia passare
le frequenze basse e taglia le frequenze acute. Quando le
armoniche degli acuti vengono tagliate un suono chiaro
diventa scuro (pi dolce).
24 dB/Ott e 12dB/Ott sono le due possibilit di taglio. 24
dB/Ott significa che il guadagno diminuisce di 24 dB in
unottava (quando la frequenza raddoppia). Un filtro a
12dB/Ott decrementa il guadagno di 12 dB per ottava. Il
filtro a 24 dB/Ott produce un taglio pi netto.

Con una regolazione media, la risonanza altera il timbro


del filtro rendendo il suono pi nasale o pi estremo. Con
regolazioni molto alte la risonanza pu essere percepita
come un timbro a s stante molto acuto e sibilante.
Per rendere lintonazione della risonanza dipendente dalla
tastiera consultate 4-2a: Keyboard Track.

Selezionare un filtro per modificare il


tono
Ecco come selezionare un tipo di filtro e regolare i parametri Frequency (taglio di frequenza) e resonance
(livello di risonanza)
1. Usate Type per selezionare un tipo di filtro.
Low Pass Resonance: questo un filtro passabasso a 24
dB/ott con risonanza.
Low Pass & High Pass: questi sono un filtro passabasso
a 12 dB/ott ed un filtro passaalto a 12 db/ott collegati in
serie.

Filtro High pass (passaalto)


Questo tipo di filtro lascia passare le frequenze acute e taglia le frequenze basse. Usatelo quando desiderate ottenere un suono pi sottile. Comunque se il taglio di frequenza
del filtro viene alzato eccessivamente il volume diviene
molto basso.

2. Se selezionate Low Pass resonance come tipo di filtro,


potrete regolare i parametri per il Filtro A.
Frequency specifica il taglio di frequenza. Le armoniche
al di sopra del taglio verranno diminuite, rendendo il tono
pi scuro.
Resonance specifica il livello di risonanza. Questo enfatizza le armoniche nella regione specificata da Frequency dando al suono un carattere particolare.

Resonance
Quando resonance regolato su valori alti le armoniche
della regione del taglio di frequenza vengono enfatizzate
come indicato nella figura sottostante, dando un carattere
particolare al suono.
Quando regolato a 0 non c enfatizzazione e le frequenze al di l del taglio diminuiscono dolcemente.

Se avete specificato Low Pass & High Pass come tipo di


filtro, potrete usare i parametri del filtro A per fare le regolazioni del Low Pass Filter ed i parametri del filtro B per
fare le regolazioni dellHigh Pass Filter.
Le armoniche al di sopra della regolazione di Frequency
del filtro B verranno diminuite. Abbassando la gamma
bassa il suono diventer pi sottile.

53

Modulare il filtro
Potete modulare il taglio di frequenza del filtro usando
linviluppo del filtro, lLFO, il Keyboard Tracking ed i
controlli sia incorporati che MIDI. Questo un ottimo
modo per ottenere una grande ricchezza di variazioni tonali del suono.

Keyboard Track
La maggior parte degli strumenti acustici hanno un suono
che si schiarisce diventando pi acuto. Fondamentalmente
il Keyboard Tracking ricrea questo effetto incrementando
il taglio di frequenza del filtro passabasso mano a mano
che le note si fanno pi acute. Normalmente per rendere un
timbro consistente su tutta la gamma di note necessaria
una certa quantit di Keyboard Tracking.
Quando Ramp Low regolato su un valore positivo
(+), il taglio di frequenza si alza quando suonate le note
gravi sulla tastiera rendendo il suono pi chiaro. Con valori negativi (-), il taglio di frequenza del filtro si abbassa
quando suonate le note gravi della tastiera rendendo il
suono pi scuro.
Quando Ramp High regolato su un valore positivo
(+), il taglio di frequenza si alza quando suonate le note
acute sulla tastiera rendendo il suono pi chiaro. Con valori negativi (-), il taglio di frequenza del filtro si abbassa
quando suonate le note acute della tastiera rendendo il
suono pi scuro.
Int to A e Int to B regolano leffetto che il Keyboard
Tracking ha sui filtri A e B.

Filter EG (Inviluppo del filtro)


Linviluppo del filtro un inviluppo multisessione che
potete usare per modulare il filtro (naturalmente) ed altri
parametri del programma. Linviluppo viene regolato
nella pagina Filter; il modo in cui influenza il filtro viene
controllato dai parametri descritti qui di seguito.
Le regolazioni Int to A e Int to B controllano, prima
di altre modulazioni, la quantit di modulazione di base
dellinviluppo sulle frequenze dei filtri A e B.
Le regolazioni Vel to A e Vel to B vi consentono di
usare la dinamica per scalare la quantit di modulazione
dellinviluppo.
La regolazione AMS controlla una sorgente di modulazione AMS per scalare la quantit di modulazione dellinviluppo applicata ai filtri A e B. I due filtri condividono
una sola sorgente di AMS, con due separate regolazioni
di intensit.

54

Modulazione dellLFO
Potete modulare i filtri usando gli LFO 1 e 2. Tra le varie
applicazioni, la modulazione del filtro tramite lLFO produce il classico effetto Auto Wha. La pagina Ed-Filter1,
LFO Mod (o Ed-Filter 2) vi consente di regolare i seguenti
parametri separatamente per ogni LFO.
Intensity to A ed Intensity to B specificano quanto
lLFO interverr sul tono.
JS-Y to A e JS-Y to B specificano la profondit delleffetto Wha creato quando viene ricevuto un controllo
CC#2.
La regolazione AMS seleziona una sorgente di modulazione per scalare la quantit di LFO applicata ai filtri A e
B. I due filtri condividono una singola sorgente di modulazione AMS con due separate regolazioni di intensit.
Per esempio se regolate la manopola B assegnando Knob
1-B su Knob Mod.1 e regolate AMS su Knob M1#17,
potete ruotare la manopola [1] dei controlli in tempo reale
per applicare un effetto di auto wha.

Modulazione AMS
Oltre agli inviluppi, agli LFO e al Keyboard Track, potete
usare due sorgenti di modulazione AMS per modulare i
filtri. Per esempio potreste usare la rotella [PITCH] per
cambiare la brillantezza.

Usare la sezione Amp

Velocity (Amp Modulation)

La sezione Amp comprende i controlli per il volume ed


il pan. Potete controllare il volume usando linviluppo
dellamplificatore, gli LFO 1 e 2, il Keyboard track, la
dinamica e le sorgenti di modulazione AMS.
Ogni oscillatore ha una sua propria sezione Amp. Amp 1
per lOSC 1 e Amp 2 per lOSC 2.

Velocity Intensity viene usato da molti programmi per decrementare il volume delle note suonate con dolcezza ed
aumentare quello delle note suonate con forza.
Normalmente questo parametro viene regolato su valori
positivi (+). Aumentando la regolazione ci sar una maggiore differenza di volume tra le note suonate dolcemente
e quelle suonate con forza.

Suoni diversi hanno le loro caratteristiche forme dei livelli


del volume.

LFO 1/2 Mod.

Per esempio il volume di una nota di pianoforte, inizia ad


alto volume nellistante in cui suonate la nota e poi decresce gradualmente.
Il volume di una nota di organo, daltra parte, rimane costante per tutto il tempo in cui tenete premuto il tasto.

Il volume di una nota di un violino o di uno strumento ad


ancia pu essere aumentato o diminuito durante la nota
(aumentando la pressione dellarco o la forza del fiato).

Regolare il livello di base dellAmp

Specifica come lLFO produca variazioni cicliche nel volume (effetto tremolo).
Il volume viene influenzato dallLFO a seconda della regolazione di LFO1 Mod Intensity o LFO2 Mod Intensity.
Intensity (AMS Intensity), regola la profondit a cui verr
prodotto leffetto di tremolo generato dallLFO quando
assegnate una sorgente AMS (LFO1 AMS, LFO2 AMS).
Per esempio, se regolate AMS (LFO1 o LFO2) su JSY#02, ricevendo un controllo CC#2 verr applicato un
effetto di tremolo.

Amp EG (inviluppo dellamp)


Linviluppo dellamplificatore vi consente di controllare
come il volume cambi nel corso di una nota.

Il livello di base del volume viene regolato dal parametro


Amp Level.
Potete anche alterare questo livello usando una sorgente di
modulazione come segue:

Applicare modulazione allamp

Ogni strumento ha il suo proprio caratteristico inviluppo


del volume. Questa una componente di quello che conferisce ad ogni strumento il suo carattere.
Contrariamente cambiando landamento del volume, per
esempio ad uno strumento ad arco, e dandogli landamento di volume di un organo, possibile ottenere dei suoni
inusuali ed interessanti.

Keyboard Track

Vi consente di variare il volume in funzione della nota


che suonate. Per ulteriori dettagli consultate Keyboard
Track a pag. 54.

55

Regolare il Pan (posizione stereo)

Gli Effetti
Gli effetti sono descritti nella loro sezione del manuale per
cui in questa sezione non entreremo nei dettagli.

Gli Effetti insert


Il parametro principale Pan determina il posizionamento
del suono nel panorama stereo dopo che il segnale passato attraverso gli oscillatori, il filtro e lamplificatore.
Normalmente regolerete questo parametro su C064 in
modo che il segnale sia distribuito equamente tra gli altoparlanti destro e sinistro.
Per creare un effetto stereo quando Oscillator Mode
regolato su Double, regolate il Pan dellAmp 1 su L001
e dellAmp2 su R127. Questa regolazione invier lOSC1
allaltoparlante sinistro e lOSC2 al destro.
Con una regolazione pari a Random il pan cambia casualmente ogni volta che suonate una nota producendo un
effetto particolare.

Pan AMS ed Intensity


Intensity specifica la profondit della modulazione del
Pan dalla sorgente di AMS selezionata.
Se regolate AMS su Note Number, il Pan cambia in accordo alla posizione sulla tastiera di ogni nota suonata.
Con una regolazione pari a LFO1 o 2 il suono passa da un
lato allaltro creando un effetto di auto-pan.

Pan - Use DKit Setting


Use DKit Setting si applica quando Oscillator Mode
regolato su Drums.
Se la casella ha il segno di spunta, il programma pu usare
una diversa posizione di pan per ogni suono percussivo. Se
la casella non ha il segno di spunta tutti i suoni percussivi
usano la posizione di pan definita dal programma. I preset
di fabbrica ed i Drum Kit GM usano posizioni di pan individuali per i vari strumenti percussivi per cui normalmente
lascerete questa casella con il segno di spunta.

56

Potete fare le regolazioni degli effetti insert nella pagina


PROG 8: Ed-InsertFx.
Gli effetti insert possono essere assegnati individualmente
agli oscillatori o allintero programma. Potete usare qualsiasi tipo di effetto dal distorsore al compressore e dal
chorus al reverb.
Gli effetti insert possono essere indirizzati alle uscite principali o alle uscite separate.

Gli Effetti master


Potete fare le regolazioni per gli effetti master nella pagina
PROG 9: Ed-masterFX.
Vi sono due effetti master a cui potete accedere tramite le
mandate 1 e 2. Qui gli effetti preferiti sono il reverbero ed
il delay ma potete usare qualsiasi tipo di effetto.

LEQ master
Potete fare le regolazioni dellEQ master nella pagina
PROG 9. Ed-masterFX.
LEQ master dislocato immediatamente prima delle
uscite (MAIN OUTPUT) L/MONO ed R. Usatelo per
regolare il tono generale.

USARE/MODIFICARE Combination
Cos una Combination?
Una Combination o Combi vi consente di distribuire
sulla tastiera o di sovrapporre sino ad otto timbri.
Una Combination costituita da un massimo di otto timbri.
Ogni timbro costituito da un programma, dai parametri

per Key e Velocity Zone, dalle regolazioni del mixer, dal


filtraggio del canale MIDI e dei controlli e cos via.
Come i programmi, ogni combination possiede 1 effetto
insert, 2 effetti master ed un EQ master per dare forma e
trasformare i suoni dei singoli timbri. Inoltre la combination usa due pattern di arpeggio contemporanei.

Usare le combination
Selezionare le combination
Vi sono diversi modi per selezionare una combination,
ognuno comodo per certi aspetti.
Selezionare combination dal pannello frontale
Usando Combi Select per selezionare

Selezionare Combination dal pannello


frontale
1. Premete il tasto [COMBI] (il tasto si accender).
Accederete al Modo Combination. Da notare che la riga
superiore del display indicher COMBI 0. Play (nome del
modo, numero e nome della pagina).

Ruotando la manopola [VALUE]


Usando i tasti [INC] [DEC]
Usando i tasti numerici [0] - [9] per inserire il numero della combination e premendo il tasto [ENTER].
Premendo il centro del ClickPoint per evidenziare il campo, usando [5] [6] per selezionare la combination e premendo il centro per finalizzare la selezione.
Usando i tasti COMBI BANK [A] - [C] per selezionare il
banco di una combination.
Selezionare le combination per categoria di programma

2. Assicuratevi che Combi Select (numero e nome della


combination) sia selezionato.
Se non selezionato usate il ClickPoint [5] [6] per
evidenziare lindicazione Combi Select.
3. Usate la manopola [VALUE] per selezionare la combination che desiderate usare.

Potete selezionare le combination per categorie come piano o drums


Usando Select by Category per selezionare per categoria.
Usando Cat. HOLD per selezionare una categoria.
Selezionare combination usando un pedale
Potete cambiare la combinaton anche con le mani occupate. Questo particolarmente utile nelle esecuzioni dal
vivo.
Selezionare combination ricevendo un Program Change
via MIDI
Potete cambiare la combination da un sequencer o un controller MIDI esterni.

Per selezionare una combination potete usare uno dei seguenti metodi:
Ruotando la manopola [VALUE]
Usando i tasti [INC][DEC].
Usando i tasti numerici [0] - [9] per inserire il numero
della combination e premendo il tasto [ENTER].
Premendo il centro del ClickPoint per evidenziare il
campo, usando [5] [6] per selezionare la combination e
premendo il centro per finalizzare la selezione.
57

4. Premendo i tasti COMBI BANK [A] - [C] per cambiare


banco.
Quando selezionate un altro banco, il Led del tasto si accender ed il banco selezionato apparir nella parte sinistra
del display.

Usare 10s HOLD per selezionare una


combination
Potete bloccare la cifra delle decine del numero della
combination. Per ulteriori dettagli consultate Usare 10s
HOLD per selezionare i programmi a pag. 39.

Per esempio per selezionare il banco B premete il tasto


COMBI BANK [B] ed il nome Bank B apparir sul display.

Usare un pedale per selezionare una


combination

Ascoltare il suono

Potete assegnare un pedale per scorrere le combination una


ad una verso lalto (0,1,2,3) o verso il basso (3,2,1 etc.).

5. Suonate una nota sulla tastiera per ascoltare il suono che


avete selezionato.
Note: in Modo Combination non potete usare il tasto [AUDITION] per far eseguire una frase.

I Banchi delle combination


Quando viene spedito dalla fabbrica lX 50 viene caricato
con 384 combination. Inoltre potete salvare le combination che create voi stessi
Le combination sono organizzate in tre banchi come nella
Tabella seguente.

I banchi delle combination


Banco

Num. Combi

A,B,C

000.....127

Descrizione

Con le regolazioni di fabbrica questi banchi contengono


una ampia gamma di combiPer le com- nation precaricate che usano
bination
programmi, effetti e pattern
precaricate di arpeggio.
128 combination possono
essere scritte e riscritte nei
banchi A-C (per un totale
di 384).

Selezionare per categoria


Potete selezionare le combination allinterno di una categoria come Keyboard, Synthesizer, Bass e Drums.
Quando viene spedito dalla fabbrica, le combination precaricate sono divise in sedici categorie.
Per ulteriori informazioni su come selezionare le combination con questo sistema consultate Selezionare programmi per categoria e usare Cat.HOLD per selezionare per
categoria a pag. 38.

58

Ci vi consente di cambiare la combination senza usare le


mani. Questo utile soprattutto durante le esecuzioni dal
vivo.
Per ulteriori dettagli consultate Usare un pedale per selezionare programmi a pag. 39.

Usare program change MIDI per selezionare una combination


Potete selezionare le combination nella pagina COMBI 0:
Play o cambiare i programmi dei timbri inviando dei messaggi MIDI di Program Change dalla vostra unit MIDI
esterna (software DAW, sequencer o controller) allX 50.
Se avete installato l X 50 Plug In Editor nel vostro software DAW come Plug In potete facilmente selezionare i
programmi e le combination dellX 50 da un elenco allinterno del vostro software. Per ulteriori dettagli consultate
Editr/Plug-In Editor Manual in formato PDF.

Cambiare combination via MIDI


Le combination cambiano quando lX 50 riceve un cambio
di programma sul canale MIDI che corrisponde al canale
MIDI globale.
Comunque questa operazione viene influenzata dalla regolazione Combi (Combination Change) della pagina
GLOBAL 1: MIDI. Questa regolazione deve avere il segno di spunta. Se questa regolazione non ha il segno di
spunta la combination non cambia; invece cambia il programma del timbro che ha il canale MIDI corrispondente a
quello del messaggio.

Cambiare il programma di un timbro via


MIDI
Il canale MIDI di un timbro viene specificato dalla pagina COMBI 2: Ed-Track Param, MIDI MIDI Channel.
Quando viene ricevuto un messaggio di Program Change
su un canale MIDI che corrisponde al canale di un timbro,
il timbro il cui status INT cambia.
Comunque, il cambio dei timbri viene influenzato dalla
regolazione Program Change della pagina COMBI 3:
Ed-MIDI Filter, -1.

La regolazione Status dislocata nella pagina COMBI 2: Ed-Track param. MIDI e la regolazione Program
Change nella pagina COMBI 3: Ed-MIDI Filter, -1.
Il risultato della ricezione di un messaggio MIDI di Program Change dipende dalla regolazione di GLOBAL 1:
MIDI Combi (Combination Change).

Usare i controlli
Proprio come in Modo Program, potete usare i controlli
come la rotella [MOD], la rotella [PITCH] ed i controlli in
tempo reale [1] - [4] per avere una maggiore espressione
anche in Modo Combination.
Questi controlli vi consentono di modificare il tono, lintonazione, il volume, gli effetti etc. durante le esecuzioni.
Per ulteriori dettagli consultate Usare i controlli a pag.
59.

Inviare informazioni MIDI dai vari


controlli
Quando selezionate una combination sullX 50, viene trasmesso un Program Change MIDI sul canale MIDI globale,
contenente il numero della combination selezionata. Allo
stesso tempo vengono trasmessi messaggi di Bank Select,
Program Change e Volume (CC#7) sui canali MIDI specificati per ogni timbro il cui status sia EXT o EX2.
Comunque questi messaggi non vengono trasmessi per i
timbri regolati sullo stesso canale MIDI del canale globale.
In questo caso i timbri il cui status EX2 indicheranno
Program Select Bank as - e trasmetteranno il numero
di banco specificato in Bank (EX2) MSB e Bank (EX2)
LSB (2-1a).
I messaggi MIDI trasmessi mentre operate sullX 50 vengono inviati sul canale MIDI globale. Allo stesso tempo
i timbri il cui status EXT o EX2 trasmettono gli stessi
messaggi sul loro proprio canale MIDI.

59

Modifica semplificata delle combination


Potete modificare le combination gi presenti nellX 50
o iniziare con una combination inizializzata per crearla
partendo da zero.
NellX 50 potete usare la pagina COMBI 0. Play, le manopole dei controlli in tempo reale e i tasti del pannello per
fare semplici modifiche ad una combination, senza dover
entrare nelle pagine che contengono i vari parametri.

Cambiare i programmi di una combination


Cambiare il programma assegnato ad ogni timbro un
sistema rapido per alterare drammaticamente il suono di
una combination.
Note: potete fare le seguenti regolazioni dalle pagine COMBI 0.
Play o COMBI 1: Ed-Tone Adjust.

Selezionare programmi dal pannello


frontale e dal display

Ascoltare il suono del programma di un


solo timbro
Ecco come potete ascoltare il programma di un solo timbro.
1. Premete il tasto [UTILITY] per accedere al menu Utility.

2. Usate il ClickPoint [5] [6] per scegliere Solo Selected Timbre e premete il centro del ClickPoint.
Ora ascolterete solo il suono del programma del timbro
attualmente selezionato. La parte inferiore del display indicher [Solo].

Per cambiare il programma assegnato ad un timbro:


1. Accedete alla pagina COMBI 0: Play, Prog.

3. Per annullare questa regolazione scegliete di nuovo


Solo Selected Timbree premete il centro del ClickPoint.

Ricevere Program Change MIDI per


cambiare i programmi dei timbri
2. Usate il ClickPoint per evidenziare Program Select
ed usate la manopola [VALUE] etc. per selezionare un
programma.
Per selezionare un programma potete usare uno di questi
metodi.
Selezionare programmi dal pannello frontale pag. 37
Selezionando per categoria lunico metodo disponibile
sar Selezionare programmi per categoria a pag. 38.

Consultate Cambiare il programma di un timbro via


MIDI a pag. 58.
Note: il cambio di programma via MIDI funziona solo sui timbri
il cui status sia regolato su INT.

Regolare il pan e il volume dei timbri


Regolare il Pan (posizione stereo)
Ecco come regolare il pan ed il volume di ogni timbro.
1. Accedete alla pagina COMBI 0: Play, Mixer.
Questa pagina mostra le regolazioni di pan e volume per i
programmi assegnati ai timbri 1 - 8.

Usate il ClickPoint [3] [4][5] [6] per evidenziare il

60

Pan del timbro di cui desiderate modificare la regolazione di pan ed usate la manopola [VALUE] per impostare
la regolazione. Una regolazione pari a C064 rappresenta il
centro, L001 interamente a sinistra e R064 interamente a
destra. Con una regolazione pari a RND la posizione stereo cambia casualmente tra sinistra e destra ogni volta che
viene suonata una nota.

Regolare il volume
Ecco come regolare il volume di ogni timbro.

Salvare le modifiche
Raggiunto il suono che desiderate, dovete salvarlo. Per
eseguire il salvataggio:
1. Premete il tasto [UTILITY] per accedere al menu omonimo.
2. Usate il ClickPoint per selezionare Write combination
e premete il centro del ClickPoint stesso.

1. Accedete alla pagina COMBI 1: Play, Mixer.


2. Usate il ClickPoint [3] [4][5] [6] per evidenziare il
Volume del timbro di cui desiderate regolare il volume
ed usare la manopola [VALUE] per impostare il valore.

Apparir la finestra di dialogo Write Combination.

Regolare il volume preservando il bilanciamento tra i timbri

Potete accedere a questo comando di utility anche tenendo


premuto il tasto [ENTER] e premendo il tasto numerico
[0].

1. Premete il tasto [UTILITY] per accedere al menu omonimo.

2. Usate il ClickPoint [5] [6] per selezionare Hold Balance e premete il centro del ClickPoint.

La riga superiore del display indicher Hold Bal..


3. Quando cambiate il valore di Volume di un timbro,
verranno cambiati anche i valori di volume degli altri timbri in modo da preservare il bilanciamento che esisteva
quando avete posto il segno di spunta nella casella Hold
balance.
4. Per disabilitare questa regolazione premete di nuovo
Hold Balance e premete il centro del ClickPoint.

REALTIME CONTROLS [1], [2], [3],


[4],[SELECT]
Come in Modo Program, potete usare i controlli in tempo
reale [1] - [4] ed il tasto [SELECT] per modificare i suoni
e gli effetti o i controlli dellarpeggiatore.
Note: i controlli in tempo reale nei modi A e B possono controllare i timbri che abbiano lo stesso canale MIDI del canale
globale.

Note: se il display indica Memory Protected la protezione


della memoria delle combination attiva. Accedete alla pagina
GLOBAL 0: System, Preference e togliete il segno di spunta dalla casella Combination.

3. Opzionalmente potete anche selezionare una nuova locazione o cambiare il nome della combination.
Se desiderate cambiare il banco ed il numero della destinazione del salvataggio usate il ClickPoint per selezionare
il nome della combination dislocato a destra del To ed
usate la manopola [VALUE] per selezionare la destinazione del salvataggio desiderata.
Per selezionare la destinazione del salvataggio potete anche usare i tasti COMBI BANK ed il tasto [ENTER].
Se desiderate cambiare il nome usate il ClickPoint per
selezionare il bottone di testo e poi premete il ClickPoint
per accedere alla finestra di dialogo di testo.
Potete dare alla combination un nome descrittivo usando
la tastiera sul display. Inserito il nome premete il tasto
[MENU/OK]. La finestra di dialogo di testo scomparir e
tornerete alla finestra Write Combination.
Se desiderate specificare la categoria usate il ClickPoint
per selezionare Category ed usate la manopola [VALUE] per specificare la categoria desiderata. La categoria
che specificate qui potr essere usata selezionando per
categorie tramite il tasto [CATEGORY].
4. Nella finestra di dialogo Write premete il tasto [MENU/
OK] per salvare la combination.
5. Un messaggio vi chieder una conferma. Se desiderate
salvare la combination premete di nuovo il tasto [MENU/
OK].
La Combination verr salvata.
61

Modifica dettagliata delle combination


Potete modificare le combination precaricate o cominciare
da una combination inizializzata (Banco C 127 init. Combination) per creare i vostri suoni.
Potete usare i programmi della fabbrica per creare nuove
combination o usare i vostri programmi personalizzati.
Potete salvare le combination nei banchi A-C.

Prima di iniziare le modifiche


Una combination possiede otto timbri. Ogni timbro consiste in un programma con parametri come la keyboard zone,
la velocity zone, le regolazioni del mixer, il canale MIDI
ed il filtro. Potete osservare il tutto nella figura Struttura
della combination e pagine corrispondenti.

I parametri del Modo Combination


Selezionare un programma per ogni timbro
Nella pagina COMBI 0: Play, Prog (o COMBI 1. Ed-Tone
Adjust, Prog) selezionate un programma per ogni timbro.

Status e regolazioni MIDI


Nella pagina COMBI 2. Ed-Track Param, MIDI regolate
status su INT per i timbri che desiderate usare e regolate
il loro canale MIDI sullo stesso numero del canale MIDI
globale.

62

Layer, Split e Velocity Switch


Nelle pagine COMBI 5. Ed-Key Zone, Key e COMBI 6.
Vel Zone, Vel specificate la gamma (layer, split velocity
switch etc.) in cui ogni programma deve suonare.

Regolare i programmi nella combination


Per ogni timbro specificate la regolazione poly/mono e
regolate il parametro come il Portamento e il Transpose.

Effetti
Luscita di ogni timbro viene inviata alleffetto insert, alleffetto master ed allEQ master. Potete usare la sezione
mixer per specificare liberamente lindirizzamento dei
segnali audio.
Ci sono un effetto insert e due effetti master e per ognuno
di essi potete scegliere tra 89 tipi di effetti. LEQ master
un equalizzatore stereo a tre bande.
Note: le regolazioni degli effetti creati e salvati in un programma in Modo Program non possono essere usate in Modo Combination. Le regolazioni degli effetti vengono eseguite indipendentemente per la combination.

Arpeggiatore
Una combination pu usare due arpeggiatori (Dual
Polyphonic Arpeggiator). Potete selezionare il pattern di
arpeggio, specificare la gamma in cui larpeggio verr
generato, la gamma di note o la dinamica delle stesse note
che avvieranno larpeggiatore.

Le pagine di modifica
Nella pagina COMBI 0: Play potete selezionare ed usar
le combination, selezionare il programma usato da ogni
timbro, regolare il missaggio e fare le regolazioni dellarpeggiatore.
Le altre pagine vi consentono di modificare pi dettagliatamente il suono.

0: Play

1: Ed-Tone Adjust

2: Ed-Timbre param
3: Ed-MIDI Filter1
4: Ed-MIDI Filter2
5: Ed-Key Zone
6: Ed-Vel Zone

7. Ed-Arp7Ctrls

8: Ed-InsertFX

9: Ed-MasterFX

Selezionare ed usare le combination


Selezionare il programma per ogni timbro
e regolare status, pan e livello (le regolazioni della pagina 1. Ed-Tone Adjust possono essere eseguite anche in altre pagine).
Selezionare il programma per ogni timbro
e regolare status, pan e livello
Usare Tone Adjust per regolare i parametri
Regolazioni MIDI, OSC, Pitch, Delay e
Scale di ogni timbro.

Trasmissione, ricezione e filtri MIDI per


ogni timbro.
Trasmissione, ricezione e filtri MIDI per
ogni timbro.
Regolazione di Key Zone per ogni timbro.
Regolazione di Vel Zone per ogni timbro.

Regolazioni dellarpeggiatore (come in


0. Play possono essere modificate in altre
pagine.
Regolazioni dei controlli.
Regolazioni del Bus e della mandata alleffetto master di ogni timbro.
Indirizzamento, selezione e regolazioni
delleffetto insert.
Selezione e regolazioni delleffetto master.
Regolazioni dellEQ master

Comparare suono modificato e suono


originale
Durante il processo di modifica del suono, premendo il
tasto [COMPARE] richiamerete lultima versione salvata
di quel suono, cos comera prima di iniziare le modifiche.
Ad indicare che state ascoltando lultima versione salvata
il Led del tasto si accender.
Premendo di nuovo il tasto [COMPARE] tornerete alla
versione modificata del suono ed il Led del tasto si spegner.

Selezionare un programma per ogni


timbro
Potete selezionare un programma per ogni timbro nelle
pagine COMBI 0: Play, Prog o COMBI 1: Ed-tone Adjust,
Prog.
Per la procedura consultate Cambiare i programmi di una
combination a pag. 60.

Regolazioni Status e MIDI


Status e canale MIDI
Status
Controlla lo status del MIDI e del generatore sonoro interno di ogni timbro. Normalmente, se state suonando con
programmi interni, regolato su INT.
Se lo status regolato su OFF, EXT o EX2 i suoni interni
non vengono usati. OFF disabilita semplicemente quel
timbro EXT o EX2 consentono al timbro di controllare
unit MIDI esterne.

Bank Select (quando status EX2)


Quando Status regolato su EX2 questi parametri vi consentono di trasmettere messaggi MIDI di Bank Select per
selezionare i banchi su unit MIDI esterne.

MIDI Channel (canale MIDI)


I timbri che desiderate far suonare dalla tastiera dellX 50
debbono essere regolati sul canale MIDI globale. Le note
che suonate sulla tastiera vengono trasmesse sul canale
MIDI globale e fanno suonare tutti i timbri il cui canale
MIDI coincide con quello globale.
In alcune combination precaricate, i timbri usati dallarpeggiatore possono avere il canale MIDI regolato su un
valore diverso da Gch. Quelli sono timbri che suoneranno
solo quando verr attivato larpeggiatore. Questa unottima tecnica per creare combination che utilizzano larpeggiatore. Per ulteriori dettagli consultate Larpeggiatore
nei Modi Combination e Multi a pag. 95. In particolare
osservate la relazione tra lassegnazione dellarpeggiatore
ed il canale MIDI.

Se apportate delle modifiche mentre il Led del tasto acceso, il Led del tasto si spegner e le modifiche precedenti
andranno perdute.

63

Regolazioni MIDI Filter

Layer, Split e Velocity Switch

Qui potete specificare se i dati MIDI ricevuti ed inviati dai


timbri 1-8 debbano essere filtrati.

In una combination potete usare i numeri di nota e la dinamica per determinare quale timbro debba suonare.
Il programma assegnato ad ogni timbro pu suonare in tre
modi: come parte di un Layer, di uno Split o di un Velocity Switch. Una combination pu essere regolata per usare
ognuno di questi tre modi o usarli tutti simultaneamente.

Se una casella di verifica ha il segno di spunta il dato MIDI


corrispondente pu essere ricevuto ed inviato. Se Status
INT i movimenti dei controlli dellX 50 o i dati MIDI in
arrivo hanno effetto sul programma di quel timbro (le funzioni di Dynamic Modulation non vengono influenzate da
queste regolazioni). Se Status EXT o EX2 i movimenti
dei controlli dellX 50 vengono trasmessi come dati MIDI
sul canale di quel timbro. Le regolazioni di ricezione/
trasmissione MIDI per lintero X 50 vengono eseguite
nella pagina MIDI Filter (GLOBAL 1).
Se una casella di verifica non ha il segno di spunta il corrispondente dato MIDI non viene n ricevuto n inviato.
Come ulteriore esempio supponiamo di aver selezionato
un programma di basso per il timbro 1 ed un programma
di piano per il timbro 2 con lobiettivo di creare uno split
basso/piano. Potreste fare le seguenti regolazioni in modo
che premendo il pedale damper venga influenzato solo il
suono del piano:
1. Accedete alla pagina COMBI 3:Ed-MIDI Filter1,-2.
2. Togliete il segno di spunta dalla casella Damper CC#64
per il timbro 1.

Layer
Il Layer fa in modo che quando suonate una nota due o pi
timbri suonino simultaneamente

Split
Lo Split fa in modo che timbri diversi suonino su aree diverse della tastiera.

Velocity Switch
Il Velocity Switch fa in modo che suonino timbri diversi a
seconda della dinamica della tastiera (quanta forza applicate sui tasti)

3. Ponete il segno di spunta nella casella Damper CC#64


del timbro 2.
NellX 50 potete usare programmi diversi per ognuno
degli otto timbri e combinare due o pi metodi tra quelli
appena esposti per creare combinazioni molto complesse

Come ulteriori possibilit potete regolare la pendenza per


una zona di tasti o di dinamica in modo che il volume diminuisca gradualmente. Ci vi consente di cambiare uno
Split e farlo diventare un cross fade (miscelazione incrociata) o un Velocity Switch in un Velocity Crossfade.

64

3. Accedete alla pagina COMBI 5. Ed-key Zone, Slope.

Creare Split e Layer

4. Ora regolate il Bottom Slope del timbro 1 su 12 ed il


Top Slope del timbro 2 su 12. Il suono, invece di cambiare immediatamente, cambier gradualmente.

Ora creeremo una combination che comprenda sia Split


che Layer come nel diagramma che segue:

1. Accedete alla pagina COMBI 0: Play, Prog.

5. La pagina COMBI 5: Ed-Key Zone, Review mostra una


rappresentazione grafica della regione di tasti (o di note) su
cui suonano i timbri 1-8. La regione in cui il timbro suona
rappresentata da una linea, larea tratteggiata indica la
porzione occupata dallo Slope (pendenza).

2. Selezionate un suono di pianoforte per il timbro 1, uno


di fiati per il timbro 2 ed uno di archi per il timbro 3.
3. Accedete alla pagina COMBI 2: Ed-Timbre Param,
MIDI
4. Per i timbri 1-3 regolate lo status su INT ed il canale
MIDI su Gch (canale MIDI globale).
5. Accedete alla pagina COMBI 5: Ed-Key Zone, Key.

Creare Velocity Switch


Ora dobbiamo creare un semplice Velocity Switch come
in figura:

6. Regolate il Top Key del timbro 1 su G9 ed il Bottom


Key su C4.
7. Regolate il Top Key dei timbri 2 e 3 su B3 ed il Bottom
Key su C-1.
Potete inserire questi valori anche selezionando il parametro, tenendo premuto il tasto [ENTER] e suonando una
nota sulla tastiera. Il programma di pianoforte suoner
quando suonate un Do 4 o una nota superiore, mentre i
programmi di fiati e di archi suoneranno sulle note inferiori al Do 4.

1. Accedete alla pagina COMBI 0: Play, Prog.


2. Selezionate il suono di fiati per il timbro 1 ed il suono di
archi per il timbro 2.
3. Accedete alla pagina COMBI 2. Ed-Timbre Param,
MIDI
4. Per i timbri 1 e 2 regolate Status su INT e MIDI Channel su Gch (il canale MIDI globale).
5. Accedete alla pagina COMBI 6: Ed-Vel Zone, Vel.

Key Zone Slope


Oltre allo Split radicale, in cui il suono cambia brutalmente, potete usare il parametro Slope per sfumare
gradualmente il suono su una determinata gamma di note.
Presumiamo che stiate continuando la modifica dallesempio precedente.

6. Regolate la Top Velocity del timbro 1 su 127 e la


Bottom Velocity su 64.
7. Regolate la Top Velocity del timbro 2 su 63 e la Bottom
Velocity su 1.
Il programma di archi verr usato quando suonate dolcemente e quello di fiati quando suonate con forza.

1. Accedete alla pagina COMBI 5. Ed-Key Zone, Key.


2. Nellesempio di cui sopra potreste regolare il Bottom
Key dei timbri da 1 a 3 su G3 ed il Top Key del timbro
2 su G4, in modo che i timbri si sovrappongano.
65

Velocity Zone Slope


Come per il Key Zone Slope gi descritto, il Velocity Zone
Slope vi consente , invece di avere un brutale cambiamento di suono, di creare sfumate graduali su una determinata
gamma di valori di dinamica.
Presumiamo che stiate continuando le modifiche dallesempio precedente.
1. Accedete alla pagina COMBI 6. Ed-Vel Zone, Vel.
2. Nel caso dellesempio soprastante dovreste regolare le
Velocity Zone dei due timbri in modo che si sovrappongano.
3. Accedete alla pagina COMBI 6. Ed-Vel Zone, Slope.
4. Regolate il Top Slope ed il Bottom Slope in modo
che i suoni cambino gradualmente invece di cambiare
istantaneamente ai valori di dinamica 63 e 64.

Alterare i programmi di una combination


Potete fare diverse variazioni ai programmi nel contesto
di una particolare combination, per farli convivere meglio
con altri programmi o per creare particolari effetti sonori.
Questi cambiamenti non influenzano il programma originale e come il programma continui a suonare nelle altre
combination.

Specificare come suoni il timbro

Potete fare queste regolazioni nella pagina COMBI 2: EdTimbre param, OSC.

Force OSC Mode


Normalmente lascerete questo parametro regolato su PRG,
in modo che il suono sia quello definito nel programma
originale.

5. La pagina COMBI 6: Ed-Vel Zone, Review mostra una


rappresentazione grafica della regione di dinamica su cui
i timbri 1 - 8 debbono suonare. La regione in cui i timbri
suonano viene indicata con una linea mentre la porzione
ombreggiata quella occupata dallo Slope.

Se desiderate forzare un programma polifonico a suonare


monofonicamente regolate questo parametro su Mono
o LGT (Legato). Contrariamente regolatelo su Poly se
desiderate forzare un programma monofonico a suonare
polifonicamente.

OSC Select
Normalmente lascerete questo parametro regolato su
Both.
Se il timbro sta usando un programma il cui Oscillator
Mode Double e desiderate che suoni solo loscillatore 1
o loscillatore 2 (e non entrambi), regolate il parametro su
OSC1 (suoner solo loscillatore 1) o OSC2 (suoner solo
loscillatore 2).

Portamento
Normalmente lascerete questo parametro regolato su
PRG.
Se il programma usa il portamento e desiderate invece
che in questa combination il portamento non venga usato,
regolate il parametro su Off. Contrariamente se desiderate
forzare lattivazione del portamento o modificare il tempo
del portamento regolate questo parametro su un valore
compreso tra 001 e 127. Il portamento cambier per usare
il nuovo tempo specificato.

66

Regolare lintonazione (Pitch)

Potete fare queste regolazioni nella pagina COMBI 2. EdTimbre Param, Pitch.

Transpose, Detune (BPM Adjust)


Questi parametri regolano lintonazione del timbro.
In una combination di tipo Layer potete regolare due o
pi timbri con lo stesso programma per creare un suono
pi ricco usando il Transpose per trasporre lintonazione
di unottava o usando il Detune per scordare leggermente lintonazione tra due timbri.
In una combination di tipo Split potete usare il Transpose per trasporre lintonazione (in semitoni) del programma specificato per ogni Key Zone.
Se desiderate modificare il riascolto di un programma
ritmico usate Detune. Se cambiate la regolazione di
Transpose la relazione tra le note ed i suoni percussivi
cambier.

Regolare il BPM dei multicampioni


Se state usando una frase o un loop ritmico multisample
nel programma di un timbro, potete regolare il BPM.
Potete usare il menu di utility Detune BPM Adjust per
richiamare un nuovo valore di BPM. Questa operazione
modifica il BPM cambiando lintonazione del riascolto.
Per ulteriori informazioni consultate la Parameter Guide.

Specificare la gamma di variazione di intonazione controllata dalla rotella [PITCH]


Questo valore viene specificato dal parametro Bend Range. Potete specificare la gamma di valori in semitoni. Con
la regolazione PRG viene usato il valore specificato nel
programma.

Regolazioni Delay e Scale

Potete fare queste regolazioni nella pagina COMBI 2. EdTimbre Param, Other.

Delay
Potete regolare alcuni timbri in modo che non suonino immediatamente al Nota On. Questo pu creare effetti molto
particolari e sovrapposizioni pi evidenti.
Potete specificare il ritardo di ogni timbro sia in millisecondi che con un valore ritmico sincronizzato al tempo del
sistema.
Se regolate il parametro Delay su Key Off il timbro suoner quando la nota viene rilasciata.

Use programs Scale


Specifica la scala per ogni timbro.
Se ponete il segno di spunta sulla casella Use programs
Scale verr usata la scala specificata nel programma. I
timbri per cui la casella non ha il segno di spunta useranno
invece la regolazione Type (Combi Scale).

Modificare i programmi con il Tone


Adjust
Usando il Tone Adjust potete realizzare dettagliate modifiche ai programmi nel contesto della combination. Potete
assegnare sei parametri ad ogni timbro e regolarli, ma
potete anche rispecificare parametri e fare ulteriori aggiustamenti.
Procedete come segue:
1. Nelle pagine COMBI 1: Ed-Tone Adjust, TA1 - TA3
accedete alla pagina che desiderate modificare.

2. Per ogni timbro usate Destination 1-6 per selezionare


il parametro che desiderate modificare per il programma.
3. Usate la manopola [VALUE] etc. per regolare il valore
del parametro selezionato in Destination 1-6. Il suono
cambier di conseguenza.
Con le regolazioni di default potete controllare i seguenti
parametri.
67

LPF Fc: regola la frequenza di taglio del filtro passabasso


degli oscillatori 1/2. influenza la chiarezza del suono.
Reso HP: regola il livello di risonanza del filtro passabasso
o il taglio di frequenza del filtro passaalto degli oscillatori
1 e 2. Il parametro che viene controllato dipende dal tipo
di filtro specificato nel programma.
F EG Int: regola lintensit dellinviluppo del filtro (la
profondit dellintervento dellinviluppo sul filtro) degli
oscillatori 1/2.
A EG A: regola i tempi di attacco degli inviluppi del filtro
e dellamplificatore per gli oscillatori 1/2. Per massimizzare il risultato di questa regolazione necessario regolare
allo stesso tempo anche i parametri Amp Eg Sustain Level, Attack level, Start Level Modulation e Attack
Time.

Gli Effetti
Gli effetti verranno descritti in una sezione del manuale
dedicata. Per questo ora non entreremo nei dettagli.

Effetto insert
Potete fare le regolazioni per leffetto insert nella pagina
COMBI 8: Ed-InsertFX.
Luscita di ogni timbro pu essere inviata alleffetto insert. Potete usare qualsiasi tipo di effetto. Dal distorsore al
compressore e dal delay al reverbero.
Leffetto insert pu essere indirizzato alle uscite principali
o ad una delle uscite separate.

Effetti master

A EG D: regola il tempo di decadimento ed il tempo di


Slope degli inviluppi del filtro e dellamplificatore per gli
oscillatori 1/2.

Potete fare le regolazioni per gli effetti master nella pagina


COMBI 9: Ed-MasterFX.

A EG R: regola il tempo di rilascio degli inviluppi del


filtro e dellamplificatore per gli oscillatori 1/2.

Vi sono due effetti master a cui possibile accedere tramite le mandate 1 e 2 (Send 1 e 2). Questi sono gli effetti
ideali come il Reverb o il Delay ma potete usare qualsiasi
tipo di effetto.

EQ master
Potete fare le regolazioni per lEQ master nella pagina
COMBI 9: Ed-MasterFX.
LEQ master dislocato immediatamente prima delle
uscite (MAIN OUTPUT) L/MONO ed R, usatelo per regolare il tono generale.

68

USARE/MODIFICARE I MULTI SET


Il Modo Multi ottimo quando desiderate far eseguire
allX 50 i dati di pi tracce provenienti dal vostro sequencer esterno. Questa sezione descrive come usare il Modo
Multi.
Potete usare lX 50 come modulo sonoro multitimbrico a
16 tracce. Potete assegnare un diverso programma ad ogni
traccia, come per esempio la batteria alla traccia 1, il basso
alla traccia 2, il piano alla traccia 3 e cos via.
Potete fare regolazioni come il volume ed il pan per ogni
traccia e potete usare i controlli in tempo reale per variare
il suono.
Inoltre potete usare larpeggiatore e sincronizzarne il tempo con quello del sequencer MIDI.
LX 50 pu essere usato anche come master keyboard per
controllare moduli sonori esterni.

La regolazione Multi Mode


Questa regolazione dislocata nella pagina GLOBAL 0.
System, Preference, Multi Mode e potete cambiarla per
adattare lX 50 alle vostre necessit.
for Ext-Seq: scegliete questa regolazione se state usando
lX 50 come modulo sonoro multitimbrico. Quando cambiate il Multi set sullX 50, i Program Change e gli altri
messaggi MIDI non vengono trasmessi anche se la regolazione di Status dei timbri EXT o BTH.
for Master: scegliete questa regolazione se state usando
lX 50 come master keyboard. In questo caso quando cambiate il multi set, vengono trasmessi i Program Change e
gli altri messaggi MIDI dalle tracce il cui Status EXT o
BTH.

Considerazioni sul MIDI


In Modo Multi normalmente cambierete o programmi
e controllerete il volume, il pan etc. inviando messaggi
MIDI dal sequencer esterno o dal software DAW. In questa sezione descriveremo invece come fare queste regolazioni dallo stesso X 50. Comunque fare queste regolazioni
dallX 50 non significa che verranno riportate anche sul
sequencer.
Queste regolazioni possono essere trasferite al vostro
sequencer MIDI inviando un dump di dati dallX 50 (se
il vostro sequencer in grado di ricevere dati di sistema
esclusivo), o usando il Plug In Editor incluso nella dotazione per leggere questi dati dallX 50. Poi potete, se
necessario, reinviare questi dati indietro allX 50.

Selezionare un Multi Set


Selezionare i Multi set dal pannello
frontale
1. Premete il tasto [MULTI] (il tasto si accender).
Accederete al modo Multi. Da notare che la riga superiore
del display indicher MULTI 0: Play (nome del modo,
nome e numero della pagina).

2. Assicuratevi che Multi Select (nome e numero del


multi set) sia selezionato.
3. Usate la manopola [VALUE] per selezionare il multi set
che desiderate usare.

Per selezionare un multi potete usare uno dei seguenti


metodi.
Ruotare la manopola [VALUE]
Usare i tasti [INC] [DEC]
Usare i tasti numerici [0] - [9] per inserire il numero del
multi ed usare il tasto [ENTER].
Premere il centro del ClickPoint per evidenziare un campo, usare [5] 6] per selezionare un multi set e premere il
centro per finalizzare la selezione.

69

Altri modi per selezionare un multi set


Per cambiare i multi set potete usare un pedale collegato
alla presa ASSIGNABLE SWITCH.
Assegnare un programma ad una traccia e regolare volume
e pan

Selezionare un programma per una


traccia e regolare volume e pan
1. Accedete alla pagina MULTI 0: Play, Program
Questa pagina mostra 8 tracce alla volta, inclusa lassegnazione dei programmi, il volume, il pan, il play/mute, il
Solo ed altro ancora.

2. Usate il ClickPoint per evidenziare Program Select


ed usate la manopola [VALUE] per selezionare un programma.

Ricevere dati MIDI da un sequencer esterno per far suonare lX 50


Per default le tracce dellX 50 da 1 a 16 sono regolate sui
canali MIDi da 1 a 16 con la traccia 1 che riceve sul canale
1, la 2 sul canale 2 etc.
1. Per ascoltare la traccia (1) la cui regolazione MIDI
Channel pari a 1 trasmettete i dati delle note dal vostro
sequencer sul canale MIDI 1. Se Status INT o BTH il
generatore sonoro dellX 50 suoner. Se Status Off, EXT
o EX2 il generatore sonoro non suoner.

Porre in Mute una traccia


LX 50 fornisce una funzione Mute che vi consente di
tacitare la traccia o le tracce desiderate. Per esempio potete usare questa funzione per ascoltare solo la traccia ritmica mentre registrate una nuova traccia. Inoltre potete usare
questa funzione per modificare la struttura della song.
1. Accedete alla pagina MULTI 0: Play, Program
2. Selezionate PLAY/MUTE e premete il centro del ClickPoint.

Per selezionare un programma potete usare uno dei seguenti metodi.

Ogni volta che premete le regolazioni PLAY e MUTE si


alternano.

Selezionare i programmi dal pannello frontale a pag.


37

Se selezionato MUTE quella traccia non produrr alcun


suono anche ricevendo dati dalla tastiera dellX 50 o da
ununit MIDI esterna.

Selezionando per categoria Selezionare i programmi


per categoria a pag. 38, sar lunico metodo disponibile.

Verificare il suono di una traccia


Suonare con la tastiera dellX 50 per
ascoltare il suono
1. Usate la regolazione Control Track per scegliere la
traccia che risponder alla tastiera dellX 50.

Se Status (Status e MIDI channel a pag. 71) regolato


su INT o BTH, potrete suonare con la tastiera dellX 50
ed operare sui controlli per ascoltare il generatore sonoro
interno dellX 50 con le regolazioni (programma, livello
etc.) della traccia specificata in Control Track. Suoner
anche qualsiasi altra traccia che abbia lo stesso numero di
canale MIDI. Se lo Status della traccia EXT, EX2 o BTH
verranno trasmessi i corrispondenti messaggi MIDI sul
canale MIDI specificato per quella traccia
70

Note: la regolazione mute delle tracce non viene salvata.

Regolare il pan (posizione stereo)


Ecco come regolare il pan di ogni traccia.
1. Accedete alla pagina MULTI 0: Play, Mixer.
Questa pagina indica le regolazioni di pan e di volume
delle tracce 1 - 16.

I dati MIDI vengono trasmessi e ricevuti sul canale MIDI


specificato separatamente per ogni traccia dal parametro
MIDI Channel.
Dati dalle operazioni del- Dati ricevuti
lArpeggiatore dellX 50
Status
INT
EXT,EX2

2. Usate il ClickPoint per evidenziare il Pan della traccia


che desiderate regolare ed usate la manopola [VALUE]
per impostarne il valore.
Una regolazione pari a C64 il centro, L001 interamente a
sinistra ed R127 interamente a destra. Con una regolazione
pari a RND la locazione stereo cambia casualmente ogni
volta che suonate una nota.

Regolare il volume
Ecco come regolare il volume di ogni traccia.
1. Accedete alla pagina MULTI 0: Play, Mixer.
2. Usate il ClickPoint per evidenziare il Volume della
traccia che desiderate regolare ed usate la manopola [VALUE] per impostarne il valore.

Status e MIDI Channel

BTH

Generatore
interno

M I D I Generatore M I D I
OUT/USB interno
O U T /
USB

Per ulteriori dettagli consultate Status a pag. 61.

Bank Select ( Se Status EX2)


Se il valore di Status EX2, i valori MSB ed LSB del
Bank Select MSB/LSB vengono abilitati ed il numero di
banco specificato qui viene trasmesso via MIDI.

MIDI Channel
Specifica il canale MIDI che la traccia usa per inviare e
ricevere dati. Se pi tracce sono regolate sullo stesso canale MIDI e il loro Status regolato su INT, ricevendo dati
MIDI quelle tracce suonano e vengono controllate tutte
allo stesso modo.
La regolazione Control Track specifica la traccia che
viene suonata dalla tastiera dellX 50 e controllata dai suoi
controlli. I dati sul canale MIDi della Control Track vengono eseguiti dal generatore sonoro interno dellX 50 in
accordo alle regolazioni della traccia (programma, volume
etc.) se lo status della traccia INT o BTH. Se lo Status
EXT, EX2 o BTH questi messaggi vengono trasmessi sul
canale MIDI specificato per quella traccia.

Status

Regolazioni MIDI Filter

Specifica lo status MIDI per ogni traccia del generatore


interno.

Ogni elemento MIDI Filter specifica se il corrispondente


messaggio MIDI debba essere ricevuto e trasmesso. Il
messaggio pu essere ricevuto e trasmesso se la casella ha
il segno di spunta.

Se desiderate che il generatore sonoro interno dellX 50


suoni, scegliete le regolazioni INT o BTH. Queste regolazioni vi consentono di usare lX 50 come un generatore
sonoro multitraccia. La regolazione BTH vi consente di
controllare ununit MIDI esterna e contemporaneamente
di far suonare il generatore sonoro interno.
Scegliete la regolazione Off per le tracce che non usate.
Con le regolazioni Off, EXT o EX2 potete far suonare un
modulo sonoro esterno sullo stesso canale MIDI della
Control Track.

71

Copiare le regolazioni di una combination in un Multi set


Potete copiare le regolazioni di una combination in un
multi set. Se avete una combination preferita, questa funzione fornisce un modo utile di copiare i suoi suoni nelle
tracce di un multi set.
Note: regolate il canale MIDI globale (GLOBAL 1: MIDI,
MIDI Channel) su 1.

1. Selezionate un multi set.


2. Scegliete lutility Copy From Combi
Apparir una finestra di dialogo.

3. Usate il campo Combi per selezionare la combination


che desiderate copiare.
4. Se desiderate copiare anche le regolazioni degli effetti
della combination ponete il segno di spunta nella casella
With Effects.
5. Specificate le tracce del multi set che desiderate copiare
negli otto timbri della combination.
Se desiderate copiare le regolazioni dei timbri della combination nelle tracce 1-8 scegliete Tracks 1 to 8. Se invece desiderate copiare le tracce 9-16 scegliete Tracks 9
to 16.
6. Se desiderate che il suono della combination comprenda
larpeggiatore da registrare in un sequencer esterno per riprodurre in seguito gli stessi suoni che state usando ponete
il segno di spunta nella casella Auto Adjust Arpeggio
setting.
Questa operazione eseguir i necessari aggiustamenti del
canale MIDI e di altre regolazioni di alcune tracce per assicurare che lesecuzione dellarpeggio venga riprodotta.
A seconda delle regolazioni della combination, potreste
dover fare alcune ulteriori variazioni alle regolazioni delle
tracce.
Note:. questo disponibile se avete selezionato Track 1 to 8.
Per poter usare la funzione Auto adjust Arpeggio setting la
combination che state copiando deve essere stata salvata con il
tasto [ARP ON/OFF] acceso.

7. Premete il tasto [MENU/OK] per eseguire la copia.

72

8. Regolate Control Track su 01.


Per ottenere gli stessi suoni e far suonare larpeggiatore
come in Modo Combination dovete scegliere una traccia
che sia regolata sul canale MIDI globale. Suonate la tastiera ed ascolterete gli stessi suoni della combination.
9. Iniziate la registrazione multitraccia sul vostro sequencer MIDI esterno ed operate sulla tastiera e sui controlli
dellX 50.
Quando eseguite la registrazione multitraccia vengono registrati anche i diversi canali pilotati dallarpeggiatore.
10. Terminata lesecuzione arrestate la registrazione e verificate che riproduca i suoni che avete ascoltato durante le
registrazione stessa.

Cosa potete fare in Modo Multi


Un multi possiede sedici tracce. Ogni traccia consiste in un
programma e in alcuni parametri come la Keyboard Zone,
la Velocity Zone, le regolazioni del mixer, il canale MIDI
e le regolazioni del filtro.
Vedi la figura La struttura del multi e le pagine corrispondenti.
Il Modo Multi ha le seguenti funzioni principali.
Vi sono 128 multi set. Ognuno di essi vi consente di
assegnare un programma ad ognuna delle sedici tracce.
Potete combinare i programmi in Split e Layer come nelle
combination.
Ogni multi set vi consente di fare regolazioni per un effetto insert, due effetti master e lEQ master.
Potete usare due arpeggiatori e sincronizzarli con il vostro sequencer MIDI.
Regolando lo status di una traccia su INT o BTH potete
usare lX 50 come un modulo sonoro multitimbrico e farlo
suonare dal vostro sequencer MIDI.
Regolando lo status di una traccia su BTH, EXT o EX2
potete far suonare moduli sonori esterni regolati sul canale
MIDI della Control Track.
Potete controllare i parametri del programma di una traccia in tempo reale usando lAMS (Alternate Modulation
Source) o i cambi di controllo MIDI. Potete anche usare
la funzione MIDI Sync per sincronizzare la velocit dellLFO o il tempo di delay al tempo.
Potete assegnare un nome al multi set e ad ogni traccia.
Potete copiare le regolazioni di una combination in un
multi set.

La funzione Tone Adjust vi consente di fare modifiche


dettagliate al programma usato da ogni traccia.

I parametri del Multi set


Selezionare il programma per ogni traccia
Nella pagina MULTI 0: Play, Program potete selezionare
il programma per ogni traccia.

Regolazioni Status e MIDI


Nella pagina MULTI 2. Trak Param, MIDI regolate
Status su INT per le tracce che desiderate far suonare e
regolate il loro canale MIDI sul canale MIDI globale.

Regolare i programmi per il multi set


Per ogni traccia specificate la regolazione Poly/Mono e
regolate i parametri del timbro come il portamento ed il
transpose.

Layer, Split e Velocity Switch


Nelle pagine MULTI 5: Key Zone, Key e 6. Vel Zone, Vel
specificate la gamma (layer, split, velocity switch etc.) in
cui ogni programma debba suonare.

Effetti
Luscita di ogni traccia pu essere inviata alleffetto insert,
alleffetto master ed allEQ master. Potete usare la sezione mixer per specificare liberamente lindirizzamento dei
segnali audio.
Ci sono un effetto insert e due effetti master e per ognuno
di essi potete scegliere tra 89 tipi di effetti. LEQ master
un equalizzatore stereo a tre bande.

La funzione PLAY/MUTE vi consente di porre in Mute


rapidamente qualsiasi traccia.

73

Le regolazioni degli effetti create e salvate in un programma in Modo Program non vengono usate in Modo Multi.
Le regolazioni degli effetti vengono realizzate indipendentemente per un multi set.

Arpeggiatore
Un multi set pu usare due arpeggiatori (dual polyphonic
arpeggiator). Potete selezionare il pattern di arpeggio, la
gamma in cui larpeggio viene generato e specificare la
regione di note o la gamma di dinamica che lo avviano.

Le pagine di modifica
Le seguenti pagine vi consentono di modificare in dettaglio un multi set.

0: Play

1. Tone Adjust

2: Track param
3: MIDI Filter 1
4. MIDI Filter 2
5: Key Zone
6: Vel Zone

7: Arp/Ctrls
8: InsertFX
9. MasterFX

Seleziona il multi set da usare con la tastiera


dellX 50.
Riceve ed esegue i dati in arrivo da un sequencer MIDI esterno.
Seleziona un programma per ogni traccia e
specifica il pan ed il volume
Regola i parametri.

Regolazioni MIDI, OSC, Pitch, Delay e Scale


per ogni traccia.
Regolazioni dei filtri per la trasmissione / ricezione MIDI di ogni traccia
Regolazioni dei filtri per la trasmissione / ricezione MIDI di ogni traccia
Regolazioni di Key Zone per ogni traccia.

Regolazioni di Velocity Zone per ogni traccia.


Regolazioni dellarpeggiatore.
Regolazioni dei controlli

Livelli delle mandate effetti per ogni traccia.


Indirizzamento, selezione e regolazioni delleffetto insert.
Indirizzamento, selezione e regolazioni delleffetto master.
Regolazioni dellEQ master.

Per ulteriori dettagli su come accedere ai vari Modi e come


modificare i valori dei parametri consultate operazioni di
base a pag. 19.

74

Comparare suoni originali e suoni modificati


Durante il processo di modifica, premendo il tasto [COMPARE] richiamerete lultima versione salvata del suono
cos comera prima che iniziaste le modifiche. Per indicare
che state ascoltando lultima versione salvata il Led del
tasto si accender.
Premendo di nuovo il tasto [COMPARE] tornerete alla
versione modificata del suono ed il Led del tasto si spegner.
Se apportate delle modifiche mentre il Led del tasto
acceso, il Led del tasto si spegner e tutte le modifiche
precedenti andranno perdute.

Usare i controlli
Come negli altri Modi, potete usare i controlli come la
rotella [MOD], la rotella [PITCH], i tasti [SW1] [SW2]
ed i controlli in tempo reale [1] - [4], per dare maggiore
espressivit alle vostre esecuzioni.
Questi controlli vi consentono di modificare il tono, lintonazione, il volume, gli effetti etc. in tempo reale mentre
suonate.

Alterare i programmi di un multi set


Potete fare delle regolazioni al suono del programma di
ogni traccia. Per esempio cambiando il modo in cui esso
suona o regolandone lintonazione o la scala.
Potete fare diverse modifiche al programma nel contesto di
un particolare multi set per farlo coesistere meglio con gli
altri programmi, o per creare degli effetti particolari. Queste modifiche non influenzano il programma originale n
il modo in cui il programma suona negli altri multi set. E
come nel Modo Combination. Per ulteriori dettagli consultate Alterare i programmi di una combination a pag. 66.

Layer, Split e Velocity Switch

Salvare le modifiche

Potete usare delle parti della tastiera o una gamma di


dinamica per usare tracce diverse proprio come in Modo
Combination.

Una volta ottenuto il suono che volevate, dovrete salvare il


vostro lavoro. Per salvare le modifiche apportate:

Gli Effetti
Gli effetti sono descritti nella loro sezione del manuale per
cui in questa sezione non entreremo nei dettagli.

1. Premete il tasto [UTILITY] per accedere al Menu Utility.


2. Usate il ClickPoint per selezionare Write Multi e poi
premete il centro del ClickPoint stesso.

Gli Effetti insert


Potete fare le regolazioni degli effetti insert nella pagina
MULTI 8: Ed-InsertFx.
Luscita di ogni traccia pu essere inviata ad un effetto
insert. Potete usare qualsiasi tipo di effetto dal distorsore
al compressore e dal chorus al reverb.
Gli effetti insert possono essere indirizzati alle uscite principali o alle uscite separate.

Apparir la finestra di dialogo Write Multi.


Potete accedere a questo comando di utility anche tenendo
premuto il tasto [ENTER] e premendo il tasto numerico
[0].

Gli Effetti master

Note: se il display indica Memory Protected la protezione


della memoria dei multi set attiva. Accedete alla pagina GLOBAL 0: System, Preference e togliete il segno di spunta dalla
casella di verifica Multi.

Potete fare le regolazioni per gli effetti master nella pagina


MULTI 9: Ed-masterFX.

3. Opzionalmente potete anche selezionare una nuova locazione o cambiare il nome del multi set.

Vi sono due effetti master a cui potete accedere tramite le


mandate 1 e 2. Qui gli effetti preferiti sono il reverbero ed
il delay ma potete usare qualsiasi tipo di effetto.

Se desiderate cambiare il nome del multi set usate il ClickPoint per selezionare il bottone del testo ( ) e premete il
centro del ClickPoint stesso per aprire la finestra di dialogo
di testo.

LEQ master
Potete fare le regolazioni dellEQ master nella pagina
MULTI 9. Ed-masterFX.
LEQ master dislocato immediatamente prima delle
uscite (MAIN OUTPUT) L/MONO ed R. Usatelo per
regolare il tono generale.

Potete dare al multi set un nome descrittivo usando la tastiera rappresentata sul display.
Inserito il nome premete il tasto [MENU/OK].
La finestra di modifica del testo scomparir e tornerete alla
finestra di dialogo Write Multi.
5. Un messaggio vi chieder una conferma. Se siete sicuri di voler salvare il multi set premete di nuovo il tasto
[MENU/OK] . Il multi set verr salvato.

75

Controllo via MIDI

Dati di esecuzione

Il Modo Multi abilita lX 50 a funzionare come un generatore sonoro MIDI che viene controllato da un computer
collegato per eseguire brani costituiti da pi parti strumentali. Questo Modo vi consente anche di usare lX 50 come
generatore sonoro GM.

Nota On/Off
Program Change (incluso Bank Select)
Pitch Bend
After Touch (Poly After Touch)
Messaggi di sistema esclusivo

Parametri e dati di esecuzione

Tempo

Un multi set costituito dalle tracce 1 - 16, da parametri


come il nome, dai parametri degli effetti, dellarpeggiatore
e dalla regolazione di tempo. NellX 50 potete salvare sino
a 128 multi set. Le tracce 1 - 16 sono composte dai seguenti parametri e trasmettono e ricevono i dati di esecuzione
indicati qui sotto.

Potete registrare il tempo come un dato dellesecuzione


mentre registrate sul vostro sequencer MIDI. Ricevendo
questo dato, potete cambiare le regolazioni del multi set
durate il riascolto.
Altri parametri: modificando le regolazioni durante la
registrazione in tempo reale, potete registrare nel vostro
sequencer, i corrispondenti dati MIDI di sistema esclusivo
insieme ai dati dellesecuzione. Questo vi consente, durante il riascolto, di cambiare le regolazioni del multi set (la
casella di verifica Exclusive della pagina GLOBAL 1:
MIDI, MIDI Filter, deve avere il segno di spunta).

Tracce MIDI 1 - 16
Parametri
Bank/Program No.*, Pan*, Volume*, Status, MIDI Channel, Bank Select (Quando Status=EX2), Force OSC Mode,
OSC Select, Portamento*, Transpose**, Detune**, Bend
Range**, OSC On/Off Ctrl, Delay, Use Programs Scale,
MIDI Filter, Key Zone, Velocity Zone, Track Name, IFX/
Indiv.Out BUS Select, Send1(MFX1)*, Send2(MFX2)*

2
7
8

Tracce 1-9, 11-16

Traccia 10

Pan

C 064

C064

Program Select
Volume
Status

Use programs Scale


Arpeggiator Assign

Altri parametri dellarpeggiatore


IFX/Individ. Out BUS Select
Send 1(MFX1)
IFX

Pan (CC#8)
BUS Select
Send 1
Send 2

GM001. Acoustic piano


100
-

L/R
0

40
-

g001: (d) Standard Kit


100
-

La regolazione rimane invariata

La regolazione rimane invariata

DKit

La regolazione rimane invariata


La regolazione rimane invariata

40
-

La regolazione rimane invariata

La regolazione rimane invariata

La regolazione rimane invariata


La regolazione rimane invariata
La regolazione rimane invariata

Altri parametri degli effetti insert

La regolazione rimane invariata

MFX2

53. Rev Smth Hall

MFX1

Return 1
Return 2

Altri parametri degli eff. master e EQ

76

La Tabella seguente indica le regolazioni di default per


il modo Multi che vengono selezionate automaticamente
quando viene eseguito un GM Initialize o quando lX 50
riceve un messaggio MIDI di GM ON (F0 7E 7F 09 01
F7).

Parametro

Send 2 (MFX2)

Regolazioni di default in Modo Multi

16. St. Chorus


127
050

Regolazioni di default

Selezionare un multi set

Controlli MIDI dai controlli dellX 50

Potete cambiare i multi set via MIDI inviando dei messaggi di Song Select. Un messaggio di Song Select viene trasmesso dallX 50 quando cambiate il multi set. Contrariamente potete cambiare il multi set ricevendo un messaggio
di Song Select dalla sorgente che specificate.
Se il parametro Multi mode del Modo Global regolato
su for Master, cambiando il numero del multi set, ogni
traccia il cui status sia EXT, EX2 o BTH invier messaggi
di Bank Select, program Change, Volume, Pan, Portamento, Send 1 e 2, Post IFX pan e Post IFX send 1 e 2 sul suo
canale.

Se lo Status INT o BTH suonando la tastiera o operando


sui controlli sulla Control Track suoner e verr controllato il generatore sonoro interno dellX 50 con le regolazioni (programma, volume etc.) della traccia selezionata,
e suoner amche qualsiasi altra traccia che abbia lo stesso
numero di canale MIDI. Se lo Status EXT o EX2 o BTH,
questi messaggi verranno anche trasmessi sul canale MIDI
specificato nella traccia.

Cambiare via MIDI il programma assegnato ad una traccia


Ricevendo un messaggio MIDI di Program Change potete
selezionare un programma.
Note: per selezionare programmi con messaggi MIDI di Program change lo Status della traccia deve essere regolato su
INT.

Il canale MIDI della traccia viene specificato dal parametro MIDI Channel nella pagina MULTI 2: Track param.
MIDI. Quando un program change viene ricevuto sul canale MIDI di una traccia il cui Status pari a INT il programma di quella traccia cambia. Comunque il cambio del
programma di una traccia dipende anche dalla regolazione
Program Change. La regolazione di Status dislocata
nella pagina MULTI 2. Track Param e la regolazione Program change nella pagina MULTI 3: MIDI Filter1.

Per ulteriori informazioni sui messaggi MIDI trasmessi


quando operate sui controlli dellX 50, lAMS (Alternate Modulation Source) o la DMS (Dynamic Modulation
Source) che corrispondono ai messaggi MIDI consultate
la Parameter Guide a pag. 166.

Altri controlli MIDI


Per ulteriori informazioni su come lX 50 opera quando
trasmette e riceve messaggi MIDI di Control Change
consultate la Parameter Guide a pag. 166. Per ulteriori
informazioni sul MIDI in generale consultate la Parameter
Guide a pag. 171.

Se avete installato il Plug in Editor in dotazione nel vostro


software DAW potrete facilmente selezionare i programmi dellX 50 da un elenco allinterno al vostro software.
Per ulteriori dettagli consultate Editor/Plug in Editor
manual.

77

78

LE REGOLAZIONI DEGLI EFFETTI


La sezione effetti dellX 50 fornisce un effetto insert,
due effetti master, un EQ master (equalizzatore stereo a
tre bande) ed un mixer che controlla lindirizzamento dei
componenti.

Gli effetti nei vari Modi


Modo Program
In Modo Program leffetto insert pu essere usato come
parte integrante della creazione del suono, allo stesso
modo in cui luscita delloscillatore viene inviata al filtro
e allamplificatore. Poi leffetto master pu essere usato
per applicare effetti che diano spazialit come il Reverb.
Lequalizzatore stereo a 3 bande (master EQ), dislocato
immediatamente prima delle uscite (MAIN OUTPUT)
L/MONO ed R viene usato per fare degli aggiornamenti
finali. Queste regolazioni possono essere eseguite per ogni
programma.
Prog 8: Ed-InsertFX
Seleziona il BUS ed il livello della mandata alleffetto
master per luscita delloscillatore.
Selezione, regolazioni ed indirizzamento delleffetto
insert.
Prog 9: Ed-masterFX
Selezione e regolazioni delleffetto master
Regolazioni dellEQ master

Selezione e regolazioni delleffetto master.


Regolazioni dellEQ master.
MULTI 8: InsertFX
Seleziona il BUS ed il livello della mandata alleffetto
master per ogni traccia.
MULTI 9: MasterFX
Selezione e regolazioni delleffetto master
Regolazioni dellEQ master

Tipi di effetto
Potete scegliere tra 89 tipi di effetto interamente digitali.
Questi effetti sono divisi come segue.
Categorie degli 89 tipi di effetti
Effetto n.

Tipo di effetto

16 - 31

Effetti di modulazione di pitch e phase come Chorus


e Phaser

01 - 15

32 - 40
41 - 51
52 - 57

Modo Combination Modo Multi


In Modo Combination ed in Modo Multi leffetto insert
pu essere applicato ad ogni timbro/traccia. Gli effetti master vengono usati per applicare spazialit e lEQ master
per dare regolazioni generali di tono.
Queste regolazioni vengono eseguite in Modo Combination indipendentemente per ogni combination, ed in Modo
Multi per ogni multi set.
Combi 8: Ed-InsertFX
Regolazioni del BUS e del livello della mandata per leffetto master di ogni timbro.
Indirizzamento, selezione e regolazioni delleffetto insert.
COMBI 9: Ed-MasterFX

58 - 59

Effetti di filtro e dinamica come EQ e compressore

Altri effetti di modulazione e pitch shift come Rotary


Speaker e Pitch Shifter
Effetti di Early Reflection e Delay
Effetti di Reverb

Effetti mono e mono-chain in cui due effetti vengono


collegati in serie.

Qui descriveremo alcuni effetto rappresentativi di ogni


categoria.

Effetti di filtro e di dinamica


Equalizzatori(07:St.Para,4EQ-08:St.Graphic7EQ) dividono la gamma di frequenze in diverse bande, e vi consentono di enfatizzare o tagliare il livello di ogni banda.
Normalmente possono essere usati per correggere e compensare il suono, o per simulare la risposta in frequenza di
un particolare strumento (come la risonanza di una chitarra
o di un altro strumento a corda).
Compressori (02: St. Compressor) comprimono la gamma
dinamica del segnale in ingresso. La compressione rende il
suono pi incisivo e consistente. E particolarmente efficace su suoni di chitarra, pianoforte o percussioni.
Limiters: (03: St. Limiter-04: MLtband Limit) limitano il
livello del segnale in ingresso e lo portano al livello massimo specificato.
79

Exciters: (11: St.Exct/Enhcr) danno al suono maggiore


chiarezza e definizione. LEnhancer esalta la presenza del
suono portandolo in primo piano nel missaggio. Usando
questo effetto potete mettere in evidenza suoni che tendono a scomparire nel missaggio generale.
Distortion (06: OD/HiGain Wha) distorce il suono. Simula
il suono distorto che viene creato con una chitarra e un
amplificatore che satura. Spesso viene usato anche con
suoni di organo.

Senza la reverberazione potete ottenere un suono estremamente pulito.


Delay: (43: LCR Delay-51: Sequence Dly) crea un effetto
di eco ritardando il suono di un tempo prefissato. Potete
anche far ripetere il suono ritardato (feed back).

Effetti di modulazione di Pitch e Phase


Chorus: (16: St. Chorus-19: St. Ensemble, 26: St. Biphase
Mod). Questi effetti sono ideali per dare spazialit e spessore al suono. Si adattano particolarmente a suoni di piano
elettrico, archi, chitarre e cos via. In un insieme le variazioni di intonazione tra i vari strumenti creano un suono
ricco e caldo. Essenzialmente danno limpressione che diversi musicisti stiano suonando insieme. Leffetto Chorus
simula proprio questo. In stereo limmagine stereofonica
viene allargata creando uno stupendo effetto di spazialit.
Flanger: (20. St. Flanger - 22. St. Env. Flanger) aggiunge
carattere al suono. Sebbene sia simile al Chorus il Flanger
usa un delay pi breve e reinvia parte del segnale in uscita
alleffetto, creando una forte oscillazione. Il Flanger particolarmente adatto a suoni che contengano molte armoniche ed a suoni di chitarra distorta.
Phaser: (23:St.Phaser-25: St. Env.Phaser) modula ciclicamente la fase del suono. E simile agli effetti Flanger
e Chorus in quanto usa anchesso la modulazione, ma in
maniera che la variazione di tono sia diversa. E efficace
con suoni di piano elettrico, chitarra e sintetizzatore con
un giusto sustain.

Effetti di Reverb
Reverb: (52: Rev Hall - 57: Rev Brt, Room) un effetto
che crea la reverberazione del suono prodotto in una sala o
in una stanza. Il Reverb simula il suono che viene riflesso
dalle pareti e dal soffitto.
Quando ascoltate musica in una sala da concerto il suono
degli strumenti e delle voci raggiunge direttamente le vostre orecchie, ma raggiunge il vostro udito anche il suono
riflesso dal soffitto e dalle pareti (e viene ritardato del
tempo necessario). In questo modo il suono diretto (dry)
viene miscelato alle numerose riflessioni che creano limpressione di un largo spazio acustico. Il modo in cui il suono viene riflesso dipende dai materiali di soffitto e pareti
ed anche dalla dimensione e dalla forma della sala. Questi
fattori influenzano anche il modo in cui la reverberazione
decade. Diversi tipi di effetti vi consentono di simulare
una ampia gamma di reverberazioni. Inoltre potete modificare i parametri per apportare dettagliate modifiche al
carattere del suono.

Altri effetti di modulazione e di Pitch


Shift
Leffetto di Rotary Speaker (40: Rotary SP) simula laltoparlante rotante usato con gli organi. E ideale con i suoni
di organo ma pu creare anche effetti particolari se usato
con altri suoni.
Pitch Shifter: (39: Pitch Shifter, 39. pitchShift Mod) sposta
lintonazione del segnale in ingresso. Potete miscelare il
suono con lintonazione spostata con il suono originale per
creare degli effetti di chorus o per creare effetti speciali in
cui lintonazione continua a salire (o a scendere).

Effetti di Early Reflection e di Delay


Early reflection (41: Early Reflect) produce solo la prima
riflessione di un effetto di reverbero. Usando proprio questa prima riflessione insieme alla reverberazione potete
aggiungere peso e spazialit al suono.
80

Effetti che combinano due effetti mono


collegati in serie
Questo effetto collega in serie due effetti. Comprende un
equalizzatore parametrico a quattro bande con altri diversi
effetti (es. exciter, chorus, delay o un compressore collegato ad altri effetti (del tipo elencato qui sopra).

Regolazione degli effetti in un programma


Indirizzamento
La struttura degli effetti insert, master e dellEQ master
la stessa in ogni Modo. Comunque, lindirizzamento determina come luscita degli oscillatori di un programma
venga inviata alleffetto insert ed agli effetti master. Come
esempio ecco come specificare lindirizzamento e fare le
regolazioni degli effetti in Modo Program.

1,2,1/2: luscita viene inviata alle prese (INDIVIDUAL


OUTPUT) 1 o 2 (vedi il diagramma sottostante).
Note: luscita non verr inviata alleffetto insert, agli effetti
master ed allEQ master.

1. Accedete alla pagina PROG 8. Ed-insertFX,BUS


2. Selezionate BUS Select (All OSCs) per specificare
dove deve essere inviata luscita delloscillatore.
L/R. luscita viene inviata alle prese (MAIN OUTPUT)
L/MONO ed R (vedi il diagramma sottostante).
Note: Dopo essere passato attraverso lEQ master il segnale
viene inviato alle prese (MAIN OUTPUT) L/MONO ed R.

Off: il suono non viene inviato alle prese (MAIN OUTPUT) L/MONO ed R e alle prese (INDIVIDUAL OUT)
1 e 2. Dopo essere passato attraverso leffetto master, il
suono viene inviato alle uscite principali. Scegliete questa
regolazione se desiderate inviare il suono in serie alleffetto master al livello della mandata specificato da MFX
Send (vedi il diagramma sottostante).

IFX: luscita viene inviata alleffetto insert IFX (vedi il


diagramma sottostante).

81

3. MFX Send specifica il livello della mandata da ogni


oscillatore alleffetto master.
Questo valido solo se BUS Select (All OSCs) regolato su L/R o OFF.
Se in BUS Select selezionato IFX, il livello della
mandata agli effetti master regolato dai parametri Send
1(MFX1) e Send 2 (MFX2) nella pagina (PROG 8: EdInsertFX, Setup) dopo che il segnale passato attraverso
leffetto insert.

Selezionare un effetto insert ed indirizzare dopo leffetto insert


1. Accedere alla pagina PROG 8: Ed-insertFX, Setup.
La pagina Setup indica lo stato dellindirizzamento e le
regolazioni delleffetto insert. In questa pagina potete fare
anche le regolazioni di BUS Select. Usate il ClickPoint
per scegliere (AllOSCs) ed usate la manopola [VALUE]
etc. per fare la selezione.

2. In Insert Effect selezionate leffetto desiderato.


Potete premere il tasto [CATEGORY] e scegliere leffetto
tra sei categorie.
3. In IFX On/Off attivate o disattivate leffetto.
Se regolato su Off il risultato sar uguale alla selezione
di 00: No Effect. Il suono in ingresso verr inviato in uscita senza variazioni.
Note: potete usare il comando di utility Copy Insert Effect per
copiare le regolazioni degli effetti da un altro programma etc.

4. Regolate i parametri Pan (CC#8), BUS Select, S1


(Send 1 (MFX1)) e S2 (Send 2) MFX2)) che seguono
leffetto insert.
Pan (CC#08) : regola il pan. E valido solo se BUS
Select regolato su L/R.
BUS Select specifica la destinazione delluscita. Normalmente lascerete questa regolazione su L/R. Se desiderate inviare il suono in uscita alle prese (INDIVIDUAL
OUTPUT) 1 e 2 regolate questo parametro su 1, 2 o 1/2.
Send1 (MFX1) e Send 2 (MFX2) regolano il livello
della mandata agli effetti master. Per questo esempio regolate il parametro a 127.

82

5. Portatevi alla pagina IFX e regolate i parametri delleffetto che avete selezionato come effetto insert.

Chain Signal specifica se il segnale inviato da un effetto


master allaltro sar stereo solo L o solo R.
Chain Level specifica il livello a cui il segnale verr
inviato da un effetto master allaltro.

Per i dettagli sui parametri degli effetti consultate la Parameter Guide.

6, Portatevi alla pagina MFX 1 o MFX 2 e regolate i


parametri delleffetto che avete selezionato come effetto
master.

Selezionare gli effetti master e le regolazioni chain


Il livello di ingresso delleffetto master viene determinato dalle regolazioni di Send 1 e Send2. Se il livello delle
mandate 1 e 2 pari a 0, leffetto master non verr applicato. Il Send level 1 per lMFX1 ed il Send Level 2 per
lMFX2.
1. Accedete alla pagina PROG 9: Ed-MasterFX, Setup.

2. In Master Effect1 e Master Effect 2 selezionate il


tipo di effetto master.
Potete premere il tasto [CATEGORY] e scegliere un effetto tra sei categorie.

Per i dettagli sui parametri di ogni effetto consultate la


Parameter Guide a pag. 104.

Note: linput/output delleffetto master mono in/stereo out.


Anche se selezionate un effetto con ingresso stereo, lentrata
sar comunque mono.

1. Usate lEQ master stereo a tre bande per dare lequalizzazione e il ritocco finale immediatamente prima che
il segnale venga inviato alle prese (MAIN OUTPUT)
L/MONO ed R.

3. In MFX1 On/Off e MFX2 On/Off attivate o disattivate ogni effetto master.


Se la regolazione Off leffetto master non verr utilizzato.
4. In Return1 e Return2 regolate il livello di uscita di
ogni effetto master.
Per ogni effetto il valore W di W/D (Wet/Dry) il livello di uscita delleffetto. Questo viene moltiplicato per
il valore di ritorno (Rtn = 127 x1.0) per determinare
lattuale livello di uscita delleffetto master.

EQ master

Regolate Low, Mid ed High Gain nella pagina PROG 9:


Ed-MasterFX, Setup. Low ed High sono equalizzatori di
tipo Shelving e Mid di tipo Peaking. Queste regolazioni
sono collegate con i parametri Low, Mid e High della
pagina Master EQ. Oltre a queste regolazioni, la pagina
master EQ vi consente di specificare la frequenza centrale
e lampiezza di banda (solo Mid) di ogni banda e fare le
regolazioni per la Dynamic Modulation.

5. Specificate lindirizzamento degli effetti master 1 e 2.


Se la casella di verifica MFX Chain ha il segno di spunta, gli MFX 1 e MFX 2 verranno collegati in serie.
Chain Direction specifica la direzione in cui MFX1 e
MFX 2 verranno collegati.
83

Regolazioni degli effetti in Combination


e Multi
Indirizzamento
Nei Modi Combination e Multi, potete specificare lindirizzamento di ogni timbro/traccia alleffetto insert e agli
effetti master. Queste regolazioni vengono eseguite come
negli altri Modi. Come descrizione useremo un esempio
realizzato in modo Combination.
1. Accedete alla pagina COMBI 8. Ed-InsertFX, BUS.

2. In BUS Select specificate dove debba essere inviata


luscita di ogni timbro (vedi il diagramma sottostante).
L/R: luscita viene inviata alle prese (MAIN OUTPUT)
L/MONO ed R.
Note: dopo essere passata attraverso lEQ master il suono viene
inviato alle prese (MAIN OUTPUT) L/MONO ed R.

in serie attraverso gli effetti master al livello specificato da


MFX Send (vedi il diagramma sottostante).
3. S1 (Send 1 MFX1)), e S2 (Send 2 (MFX2)) specificano il livello della mandata di ogni timbro agli effetti
master.
Questa regolazione possibile solo se BUS Select
regolato su L/R o Off.
Il livello attuale della mandata sar il livello della mandata
di ogni timbro moltiplicato per il livello della mandata di
ogni oscillatore del programma selezionato per quel timbro. Se il livello della mandata di un programma pari a 0,
il livello attuale sar 0 anche se il livello di Send 1 viene
alzato.
Se in BUS Select selezionato IFX, regolate i livelli
delle mandate agli effetti master usando i parametri S1
(Send1(MFX1)) e S2 (Send 2(MFX2)) nella pagina
COMBI: Ed-insertFX, dopo che il segnale passato attraverso leffetto insert.

Selezionare un effetto insert ed indirizzare dopo leffetto insert

IFX: luscita viene inviata alleffetto insert IFX.


1,2 1/2: luscita viene inviata alle prese (INDIVUDUAL
OUTPUT) 1 o 2.
Note: non viene inviata alleffetto insert, agli effetti master e
allEQ master.

Off: il suono non viene inviato alle uscite (MAIN OUTPUT) L/MONO ed R n alle uscite (INDIVIDUAL OUTPUT) 1 e 2. Dopo essere passato attraverso gli effetti master il suono viene inviato alle prese MAIN OUTPUT).
Scegliete questa regolazione se desiderate inviare il suono

84

Questa pagina indica lo stato dellindirizzamento e le regolazioni delleffetto insert.


In questo esempio, IFX 1 usato dai timbri 2 e 5.

Come in un programma, potete selezionare leffetto insert, attivarlo o disattivarlo e regolare i parametri Pan
(CC#8), BUS Select, S1 (Send1(MFX1)), S2 (Send
2(MFX2)) che seguono leffetto insert.

Effetti master
EQ master
Queste regolazioni vengono eseguite come in Modo Program.

Dynamic Modulation e BPM/MIDI


Sync
La Dynamic Modulation (Dmod) una funzione che vi
consente di usare i messaggi MIDI o i controlli dellX 50
per pilotare in tempo reale degli specifici parametri degli
effetti.
BMP/MIDI Sync unaltra funzione che controlla i parametri degli effetti e viene usata per sincronizzare la velocit dellLFO, gli effetti di modulazione o il tempo di delay
etc, al tempo dellarpeggiatore o di un sequencer esterno.

Specificare il canale MIDI che controlla Usare la Dynamic Modulation per congli effetti
trollare gli effetti in tempo reale
Effetto insert
Potete specificare il canale MIDI che controlla la modulazione dinamica (Dmod) delleffetto insert e le regolazioni Pan (CC#8), S1 (Send1(MFX1)), S2 (Send
2(MFX2)) che seguono leffetto insert.
Un asterisco * viene indicato a destra del Ch01-16 per i
numeri di canale ed i timbri che sono indirizzati allIFX.
Se pi timbri/tracce su canali MIDI diversi sono indirizzati
allIFX, regolate Control Channel per specificare il canale che userete per controllare leffetto.
Per una combination normalmente userete il Gch (canale
MIDI globale) per controllare leffetto.
Per un multi set potete usare qualsiasi canale MIDI vi sia
conveniente.

Questi esempi indicano come usare la Dynamic Modulation per controllare in tempo reale i parametri degli
effetti.
1. Come descritto nella procedura di regolazioni degli
effetti in un programma regolate IFX su 49: LCR BPM
Delay. Verificate che un suono di Delay venga inviato in
uscita.
Ora proseguite nella regolazione degli elementi qui di
seguito.

Muovere la rotella [MOD] per variare il


livello del delay via Dmod

AllRt. sta per All Routed (tutti indirizzati) e significa


che potete controllare leffetto usando il canale di un qualsiasi timbro/traccia che sia indirizzato.

1. Accedete alla pagina PROG 8: Ed-insertFX, IFX.

Effetti master

3. Regolate Src su M.Whl#1.

Potete specificare il canale MIDI che controlla la modulazione dinamica (Dmod) degli effetti master.

La rotella [MOD] controller il livello di ingresso delleffetto.


Se questo parametro regolato su M.Whl#1, muovendo la
rotella [MOD] potrete incrementare gradualmente il livello del segnale del delay.

Per una combination, normalmente userete il Gch (canale


MIDI globale) per controllare leffetto.

2. Regolate InLvl Mod su +100.

Per un multi set potete usare qualsiasi canale MIDI vi sia


conveniente.

Usare la funzione Dmod e il tasto [SW1]


per variare il livello di feedback
1. Nella pagina PROG 7: Ed-Amp/CTRLS, Controls regolate la funzione di SW1 su SW1 Mod (CC# 80), su
Toggle.
85

Se ruotate la manopola [4] per cambiare il tempo mentre


il delay sta suonando, potrebbe verificarsi del rumore nel
suono del delay. Questo perch il suono del delay diventa
discontinuo e non un malfunzionamento.
2. Tornate alla pagina PROG 8: Ed-insertFX, IFX e regolate il C fB (C delay feedback) (Source) su SW1 # 80.
3. Regolate Amount su +30.

4. (Muovete la rotella [MOD]) Premete il tasto [SW1]: il


livello del feedback aumenter, ed il livello del Delay continuer per diverso tempo.
La regolazione Amount determina il livello di feedback quando viene premuto il tasto [SW1]. Se regolate
Amount su -10 e premete il tasto [SW1] il livello di
feedback sar pari a 0.

Usare la funzione BPM/MIDI Sync per


sincronizzare il tempo di delay ai cambi
di tempo dellarpeggiatore

Per alcuni effetti, potete sincronizzare la frequenza dellLFO al tempo. Regolate il parametro BPM MIDI Sync
su On e BPM su MIDI.

Salvare le regolazioni modificate degli


effetti
I parametri degli effetti che modificate in Modo Program,
vengono salvati quando salvate il programma. Allo stesso
modo i parametri degli effetti che modificate nei Modi
Combination o Multi vengono salvati quando salvate la
combination o il multi set.

Bypassare leffetto insert o gli effetti


master
Normalmente, attiverete o disattiverete gli effetti individualmente per ogni programma, combination o multi set.
Comunque avete anche lopzione di bypassare (scavalcare) leffetto insert o gli effetti master per lintero X 50.

La funzione BPM/MIDI Sync vi consente di sincronizzare


il tempo di delay al tempo dellarpeggio.

Per esempio questa funzione pu essere utile quando usate


ununit di effetti esterna o quando usate degli effetti Plug
in sul vostro computer per registrare il suono dellX 50
insieme ad altre sorgenti.

1. Nella pagina PROG 8. Ed-insertFX, IFX regolate


BPM su MIDI.

1. Premete il tasto [GLOBAL] per accedere al Modo Global.

2. Per L, C ed R regolate L/C/R Bs e Times come


desiderate.

2. Accedete alla pagina GLOBAL 0: System, basic.

Per questo esempio regolate L/C/R Bs su e Times


su 1 in modo che leffetto sia facilmente distinguibile. Il
tempo di delay si ripeter ad intervalli di unottavo.
3. Regolate la funzione dei controlli in tempo reale sul
modo C e ruotate la manopola [4] (TEMPO).
Muovete la rotella [MOD] ed operate sulla manopola: il
tempo di delay cambier.
4. Attivate il tasto [ARP ON/OFF] per avviare larpeggiatore.
Selezionate il pattern di arpeggio desiderato.
Muovete la rotella [MOD], quando ruotate la manopola [4]
il tempo di delay cambier in sincronia con larpeggiatore
qualsiasi variazione apportiate al tempo dellarpeggiatore
stesso.

86

3. Se desiderate scavalcare leffetto insert ponete il segno


di spunta nella casella di verifica IFX Off.
Ponete il segno di spunta nella casella MFX1 Off se
desiderate scavalcare leffetto master 1 o MFX2 Off se
desiderate scavalcare leffetto master 2.

IL MODO GLOBAL
Struttura del Modo Global

System Setup 0: System

In Modo Global potete fare regolazioni generali che si


applicano allintero X 50 come lintonazione, la trasposizione, lattivazione degli effetti, il canale MIDI globale ed
il clock di sistema.

Pagina base

Inoltre potete creare dei Drum Kit personalizzati, degli


arpeggi, delle scale, fare le assegnazioni per i vari pedali
e specificare i nomi delle categorie per i programmi e le
combination.

Struttura delle pagine del Modo Global


0: System
1: MIDI

2: User Scale
3: Category Name
4: DKit

5: Arp. Pattern

Regolazioni di base dellintero X 50


Regolazione dei controlli etc. per i pedali
collegati al pannello posteriore
Regolazioni del MIDI per lintero X 50

Regolazioni per la scala user.


Specifica di 16 scale di ottava ed una scala per
tutte le note
Modifica dei nomi delle categorie per programmi e combination
Modifica dei Drum Kit

Modifica dei pattern di arpeggio user

Per i dettagli su come accedere ad ogni pagina, Tab o comando di utility e modificarne i valori, consultate Operazioni di base a pag. 19.
Le modifiche apportate in Modo Global vengono mantenute sino a quando lo strumento viene spento, poi vanno
perdute. In Modo Global vengono gestiti tre tipi di dati:
regolazioni dei Drum Kit user (GLOBAL 4), regolazioni
dellarpeggiatore (GLOBAL 5) ed altre regolazioni globali (GLOBAL 0-3). Il tutto nellarea di memoria riservata.
Da notare che la funzione Compare non pu essere
usata in Modo Global.

Accordatura con un altro strumento/


trasposizione
Master Tune regola lintonazione generale. Modificate
questa regolazione quando state suonando lX 50 con altri
strumenti o quando suonate su un CD o un nastro. Potete
regolare lintonazione su una gamma che va da +/- 50 cent.
(un semitono = 100 cent.). Se la regolazione pari a 0 il La
centrale accordato a 440 Hz.
Key Transpose sposta lintonazione a scatti di semitoni.
Modificate questa regolazione quando desiderate trasporre
lintero X 50. Potete regolare la trasposizione su una gamma di valori di +/- 1 ottava.

Regolare il modo in cui la dinamica


influenza il volume o il tono
Potete regolare il modo in cui la dinamica influenza il
volume o il tono selezionando diverse curve di dinamica.
Ogni curva possiede il suo proprio carattere per cui selezionate la curva pi adatta al vostro modo di suonare, e
alleffetto che desiderate ottenere. Velocity Curve seleziona la curva di dinamica.

Bypassare gli effetti


Se le caselle di verifica IFX Off, MFX1 Off, MFX2
Off hanno il segno di spunta, leffetto insert e gli effetti
master 1 e 2 vengono scavalcati. Questa operazione si
applica allintero X 50 indipendentemente dal Modo. Per
esempio se avete collegato luscita dellX 50 ad un mixer
esterno e state usando un elaboratore esterno per applicare
reverbero o chorus al suono, potete disabilitare gli effetti
master dellX 50.

87

Collegare larpeggiatore a programmi e Pagina Foot


combination
Potete specificare se le regolazioni dellarpeggiatore salvate in un programma o in una combination debbano essere
selezionate quando usate quel programma o quella combination, o se invece debba essere mantenuto lo stato in cui
larpeggiatore era prima della selezione del programma o
della combination.
Quando lX 50 viene spedito dalla fabbrica selezionata
la regolazione former. Potete usare la regolazione latter, se
desiderate usare le stesse regolazioni dellarpeggiatore per
generare frasi musicali e pattern, mentre provate programmi e combination diversi.
Se le caselle Program e Combination della pagina
Auto Arp. hanno il segno di spunta, selezionando un programma o una combination selezionerete anche le regolazioni dellarpeggiatore salvate in quel programma o in
quella combination.

Pagina Preference

Richiamare allaccensione lultimo


Modo e lultima pagina selezionati
Lo Stato dellX 50 allaccensione dipende dalla regolazione Power On Mode.
Se Power on Mode regolato su reset (Factory Setting),
lX 50 selezioner automaticamente la pagina 0: Play del
modo Combination.
Se Power On Mode regolato su Memorize, lX 50 si
accender usando lo stesso Modo e la stessa pagina che
erano selezionati quando stato spento.

Proteggere la memoria
Se una o pi caselle Memory Protect hanno il segno di
spunta, operazioni come il salvataggio, il caricamento etc.
sono proibite per il corrispondente tipo di memoria.
Se desiderate modificare e salvare delle regolazioni, dovete togliere il segno di spunta dalla casella relativa. Per
caricare i dati di fabbrica, dovete prima togliere il segno
di spunta dalla casella del tipo di dati che desiderate caricare.

88

Specificare le funzioni dellASSIGNABLE Switch e dellASSIGNABLE Pedal


Assignable Switch
Foot SW Assign vi consente di assegnare una funzione ad
un interruttore a pedale come il Korg PS-1 (opzionale),
collegato alla presa ASSIGNABLE SWITCH situata sul
pannello posteriore.
Queste sono le possibili regolazioni di Foot SW Assign:
Alternate Modulation Source
Effect Dynamic Modulation Source
Portamento On/Off
Sostenuto Effect
Soft Pedal Effect On/Off
Arpeggiator On/Off
Selezione di programmi e combination (up/Down)
Tap tempo
Trasmissione di Aftertouch
Funzioni dei controlli come la rotella [MOD] o le manopole [1] - [4]

Assignable Pedal
Potete specificare la funzione di un pedale di controllo
come lXVP-10 EXP/VEL o lEXP2 (opzionali) collegati
alla presa ASSIGNABLE PEDAL.
Queste sono le possibili regolazioni di Foot SW Assign:
Master Volume
Alternate Modulation Source
Effect Dynamic Modulation Source
Velocit del portamento
Volume
Pan che segue leffetto insert
Espressione
Livelli delle mandate agli effetti master
Trasmissione di Aftertouch
Funzioni dei controlli come la rotella [MOD] o le manopole [1] - [4]

Note: potete usare il pedale come sorgente per la Alternate


Modulation o per lEffect Dymanic Modulation, oppure per
controllare i parametri dei programmi o degli effetti. In questo
caso regolate Foot SW Assign su FootSW (CC#82) e Foot
Pedal Assign su Foot Pedal (CC#04)

Regolazioni MIDI 1: MIDI

MIDI Setup. MIDI Filter


Qui potete eseguire le regolazioni relative al MIDI per lintero X 50, come il canale MIDI globale ed il clock MIDI.
Potete anche usare i comandi di utility di questa pagina per
trasmettere dump MIDI di sistema esclusivo.

Creare scale user


2: User Scale
Creare una scala originale ed assegnarla ad un programma
Nella pagina User Scale, potete creare le vostre proprie
scale. Vi sono sedici scale user Octave, in cui lintonazione di ogni nota dellottava viene ripetuta in tutte le ottave,
ed una User All Note Scale in cui lintonazione di ognuna
delle 128 note pu essere specificata singolarmente.
Regolando lintonazione di ogni nota nella gamma di +/99 cent. potete alzare o abbassare lintonazione di circa 1
semitono rispetto allintonazione normale.
Le scale user che create qui possono essere usate per specificare la scala di un programma, per ogni timbro di una
combination o per ogni traccia di un multi set.
Potete scegliere le scale nelle seguenti pagine:
Modo

Pagina

Combination

2: Ed-TimbreParam, Other

Program
Multi

1: Ed-Basic, program basic


2. Track Param, Other

Ecco come scegliere il tipo di scala per ogni traccia in


Modo Multi.
1. Create una User Octave Scale o una User All Notes
Scale.

Selezionate una nota ed usate i controlli [VALUE] per regolarne lintonazione. La gamma di +/- 99 alza o abbassa
lintonazione di circa un semitono.
Note: potete anche selezionare una nota tenendo premuto il tasto [ENTER] e suonando la nota desiderata sulla tastiera.

2. Premete il tasto [MULTI] per accedere al Modo Multi.


3. Premete il tasto [MENU/OK], scegliete track param
dal menu della pagina e poi premete il tasto [PAGE+] per
accedere alla pagina 2. track param, Other.

89

Salvare le regolazioni globali


Terminate le modifiche in Modo Global, dovete salvare le
regolazioni eseguite.
4. Se desiderate che la traccia usi la scala salvata con il suo
programma, ponete il segno di spunta nella casella Use
progs Scale.
Le tracce in cui la casella non ha il segno di spunta useranno la scala specificata da Scale Type.
5. Regolate Type per selezionare la scala per la attuale
song.

Se non provvedete al salvataggio, se spegnete lo strumento le modifiche effettuate andranno perdute.


1. Selezionate una delle pagine GLOBAL 0: System -3:
Category Name
2. Premete il bottone [UTILITY] per accedere al menu di
utility e scegliete Write Global Setting.

Modificare i nomi delle categorie

3. Per salvare le vostre regolazioni premete il bottone


[MENU/OK].

3. Category Name

Una finestra di dialogo vi chieder una conferma.

Program, Combination category

4. Per salvare le regolazioni premete il bottone [MENU/


OK], se invece decidete di non salvare premete il bottone
[EXIT/CANCEL].
Le regolazioni globali verranno salvate.

Le pagine category name vi consentono di assegnare i


nomi alle categorie di programmi e combination.

Regolazioni Drum Kit 4. DKit,


Arpeggiator 5. Arp.Pattern
Qui potete fare le regolazioni dellarpeggiatore e del Drum
Kit.
Consultate le pagine seguenti:
Pag. 107 Usare i Drum Kit
Pag. 91 Regolazioni Arpeggiator

90

REGOLAZIONI ARPEGGIATOR
lArpeggiator una funzione che genera automaticamente
degli arpeggi (esegue individualmente le note di un accordo ad un tempo costante). In genere gli arpeggiatori producono un arpeggio suonando un accordo sulla tastiera.

Funzioni dellarpeggiatore in Modo


Program
Usare larpeggiatore in Modo Program
1. Premete il tasto [PROG] (il tasto si accender).
Verr selezionato il Modo Program.
Selezionando vari programmi, noterete che il tasto [ARP
ON/OFF] si accender per alcuni di loro. Suonate la tastiera dellX 50 e larpeggio si avvier.

Oltre a ci, larpeggiatore dellX 50 un arpeggiatore polifonico in grado di produrre una ampia variet di trasformazioni armoniche o frasi musicali basate sullintonazione o
sul tempo delle note che suonate sulla tastiera.
Queste funzioni vi consentono di usare larpeggiatore per
produrre unampia gamma di pattern , incluse frasi di basso e di chitarra o riff di batteria. Inoltre utile usare larpeggiatore come parte del processo di creazione del suono
quando create dei pad oscillanti o degli effetti sonori.
In Modo Program potete usare un arpeggiatore. Nei Modi
Combination e Multi lX 50 fornisce il Dual polyphonic
arpeggiator che vi consente di usare simultaneamente due
pattern di arpeggio. Potete sfruttare questa caratteristica in
molti modi, come applicare pattern di arpeggio diversi ad
un programma di batteria e ad uno di basso, osare zone di
tastiera o velocity split per passare da un pattern allaltro.
UP
DOWN
ALT1
ALT2
RANDOM

U000 - 250

Pattern di arpeggio presettati

Per altri programmi, per avviare larpeggiatore potete


premere il tasto [ARP ON/OFF] (il tasto si accender).
Larpeggio verr avviato quando suonate una nota sulla
tastiera.
2. Come descritto nella prossima sezione, muovete i controlli o modificate i parametri per variare il modo in cui
larpeggio verr eseguito.

I Controlli dellarpeggio
Arpeggiator On/Off (ARP ON/OFF)
Ogni volta che premete il tasto [ARP ON/OFF] larpeggiatore viene attivato/disattivato.
Quando attivo, il tasto si accende e suonando una nota
sulla tastiera il pattern di arpeggio selezionato viene avviato.

Con le regolazioni di fabbrica


queste locazioni contengono
una ampia gamma di pattern di
arpeggio. Potete creare e salvare
i vostri pattern personalizzati.

91

Regolare il tempo dellarpeggiatore


[TEMPO]

Regolare il livello delle note dellarpeggiatore (ARP-VELOCITY)

1. Premete il tasto [SELECT] per far accendere il led C

1. Premete il tasto [SELECT] per fare accendere il Led


C.

2. Ruotate la manopola [4] [TEMPO] per regolare il tempo. Il valore in alto a destra nel display cambier.
Potete regolare il valore su una gamma che va da 40 a 240.
Il Led dislocato al di sopra della manopola [4] lampegger
ad intervalli di quarti del tempo specificato.
Potete anche regolare il tempo dal display. Potete usare
il ClickPoint per selezionare , usare i tasti numerici [0]
- [9] per inserire il tempo e premere il tasto [ENTER], oppure potete tenere premuto il tasto [ENTER] e ruotare la
manopola [VALUE]. Alternativamente potete specificare
il tempo usando la manopola [VALUE] o i tasti [INC]
[DEC]. Il Led lampegger al tempo specificato.

2. Ruotate la manopola [2] (ARP- VELOCITY) per regolare il livello ( o la forza) delle note dellarpeggiatore.
Ruotando la manopola verso sinistra il livello si abbassa
mentre ruotandola verso destra si alza. In posizione centrale (mezzogiorno) le note avranno la dinamica specificata
dal parametro Velocity (7: Ed-Arp/Ctrls, Setup) del
programma.
Note: potete controllare pi efficacemente il tono regolando
simultaneamente anche i controlli in tempo reale in modo A
[1] [LPF CUTOFF], [2] [RESONANCE/HPF] e [3] [EG-INTENSITY].

Note: potete regolare il tempo anche battendo sul tasto [ENTER] al tempo desiderato.

Cambiare la durata del pattern di arpeggio (ARP-LENGHT)

Alternativamente potete regolare il tempo battendolo


su un pedale PS-1 (opzionale) collegato alla presa PEDAl
(quando Foot SW Assign regolato su Tap Tempo).

1. Premete il tasto [SELECT] per fare accendere il Led


C.

Note: la velocit di riascolto dellarpeggio viene influenzata


dalla regolazione di Reso (resolution) (pagine 0: Play, Arp
Play e 7. Ed-Arp7Ctrls, Setup).

Se MIDI Clock (GLOBAL 1: MIDI) regolato su


Ext-MIDI o Ext-USB o Auto e se vengono ricevuti dei
messaggi MIDI di clock da ununit esterna, il display
indicher = EXT. Questo vi consente di sincronizzare
il tempo con ununit MIDi esterna. In questo caso non
potrete regolare il tempo dallX 50.

Regolare la durata delle note dellarpeggiatore (ARP-GATE)


1. Premete il tasto [SELECT] per fare accendere il Led
C.
2. Ruotate la manopola [1] (ARP GATE) per regolare la
durata delle note dellarpeggio.
Ruotando la manopola verso sinistra le note diverranno
pi brevi e ruotandola verso destra pi lunghe. In posizione centrale (mezzogiorno) le note avranno la durata
specificata dal parametro Gate (7: Ed-Arp/Ctrls, Setup)
del programma.
Note: potete controllare leffetto regolando simultaneamente
anche la manopola [4] (EG RELEASE).

92

2. Ruotate la manopola [3] (ARP- LENGHT) per regolare


la durata del pattern dellarpeggiatore. In posizione centrale (mezzogiorno) la durata sar la stessa specificata nel
parametro Lgh (Lenght). Ruotando la manopola verso
sinistra il pattern verr abbreviato, mentre ruotandola verso destra verr allungato. Il pattern di arpeggio suoner
ripetutamente per il numero di ripetizioni specificato da
LENGHT. Cambiando questo valore cambier il carattere
del pattern.
Note. Questa regolazione non ha alcun effetto sui pattern presettati (UP, DOWN, ALT1. ALT2, RANDOM)

Salvare le modifiche
Lo status del tasto [ARP ON/OFF) e quello delle manopole e dei tasti dei controlli in tempo reale vengono salvati
insieme al programma, combination o multi set.

Modificare regolazioni dellarpeggio


che appaiono sul display
Potete fare le regolazioni dellarpeggiatore nelle pagine
PROG 0: Play, Arp.Play o PROG 7: Ed-Arp/Ctrls, setup
e Zone. La pagina 0:Play, Arp, Play contiene parametri
(presi dalla pagina 7: Ed-Arp7Ctrls, Setup) che sono particolarmente efficaci per le modifiche durante le esecuzioni.
Comunque i parametri diversi da Swing possono essere
controllati come descritto in I controlli dellarpeggiatore.

Modifiche nella pagina PROG 0: Play,


Arp.Play
Accedete alla pagina PROG 0: Play, Arp.Play

Selezionare un pattern di arpeggio (Pattern)


Un pattern di arpeggio pu essere selezionato tra i pattern
presettati (Preset 0 - Preset 4) o tra i pattern programmabili
U000 - 250. Con le regolazioni di fabbrica i pattern U000
- 250 contengono unampia gamma di pattern.
Usate il ClickPoint per selezionare Pattern ed usate la
manopola [VALUE o i tasti [INC] [DEC] per selezionare
un pattern. Potete selezionare un pattern di arpeggio anche
usando i tasti numerici [0] - [9] per inserire il numero e
premendo il tasto [ENTER].
Il modo in cui il pattern viene eseguito dipende dalle
regolazioni di Octave e Sort. Preset 0 - Preset 4 nel
diagramma sottostante mostrano come un pattern venga
eseguito quando Octave regolato su 1 e Sort ha il
segno di spunta. Preset 4. RANDOM una possibilit.

U000 - U250
Con le regolazioni di fabbrica, i vari pattern di arpeggio
sono precaricati. Essi comprendono unampia variet di
pattern con frasi di basso e di batteria.

Cambiare il valore di Timing delle note


arpeggiate (Resolution)
Usate Reso (Resolution) per specificare lo spazio tra le
note arpeggiate in una gamma di
.
Usate il ClickPoint per selezionare Reso (Resolution) e
poi usate la manopola [VALUE] o i tasti [INC] [DEC] per
specificare lo spazio fra le note arpeggiate.

Selezionare la gamma di ottave delle note


arpeggiate (Octave)
Usate Octave per specificare la gamma di ottave su cui
larpeggio viene prodotto.
Usate il ClickPoint per selezionare Octave ed usate la
manopola [VALUE] o i tasti [INC] [DEC] per specificare
la gamma di ottave su cui verr prodotto larpeggio.

93

Con il segno di spunta: larpeggio continua a suonare


anche quando alzate le mani dalla tastiera.
Senza il segno di spunta: quando alzate le mani dalla tastiera larpeggio si arresta.

Sincronizzare larpeggiatore al vostro


tempo o al tempo del sistema (Key Sync)
Note: se selezionato un pattern di arpeggio la regolazione
Octave Motion (GLOBAL 5: Arp. Pattern, Setup).

Selezionare lordine di riascolto per le note


arpeggiate (Sort)
Sort diverso dalla selezione del pattern di arpeggio..
Sort specifica se le note dellarpeggio debbano essere
suonate in ordine di intonazione (indipendentemente da
come vengono suonate), o nellordine in cui vengono
suonate.
Usate il ClickPoint per selezionare la casella di verifica
Sort, ponete il segno di spunta e premete il centro del
ClickPoint stesso.
Con il segno di spunta: larpeggio suona tutte le note in
ordine di intonazione, indipendentemente dalla sequenza
con cui sono state suonate.
Senza il segno di spunta: larpeggio suona le note nellordine in cui suono state suonate sulla tastiera.

Key Sync specifica se il pattern di arpeggio inizi nel momento in cui suonate la tastiera o segua sempre il tempo di
sincronia del clock MIDI.
Usate il ClickPoint per selezionare Key Sync, ponete il
segno di spunta e premete il centro del ClickPoint stesso.
Con il segno di spunta: quando alzate le mani dalla tastiera il pattern di arpeggio riparte dallinizio in sincronia
con la prima nota che avete suonato. Questa regolazione
adatta a quando desiderate che larpeggio parta dallinizio
della battuta mentre state suonando.
Senza il segno di spunta: il pattern di arpeggio sempre
sincronizzato al clock MIDI o al tempo del sistema.

Selezionare se ascoltare le note arpeggiate,


le note che suonate fisicamente sulla tastiera o ambedue
Usate il ClickPoint per selezionare Keyboard, ponete il
segno di spunta e premete il centro del ClickPoint stesso.
Con il segno di spunta: si sentono sia le note che suonate
che quelle dellarpeggio.
Senza il segno di spunta: si sentono solo le note arpeggiate.

Modifiche nella pagina PROG 7. Ed-Arp/


Ctrls, Setup
Lasciare che larpeggio continui a suonare
anche alzando le mani dalla tastiera (Latch)
Latch specifica se larpeggio debba continuare a suonare
anche se avete alzato le mani dalla tastiera o se invece,
quando alzate le mani, debba arrestarsi.
Usate il ClickPoint per selezionare Latch, ponete il segno di spunta e premete il centro del ClickPoint stesso.

94

Per i dettagli sui parametri che potete modificare consultate la sezione precedente. Qui descriveremo i parametri
restanti:
Accedete alla pagina PROG 7: Ed-Arp/Ctrls, Setup.

Regolare la durata delle note arpeggiate


(Gate)
Gate vi consente di specificare la durata delle note
arpeggiate. Se selezionato un pattern di arpeggio programmabile, potete regolare questo parametro su Step. In
questo caso viene usato il valore della regolazione Gt
per ogni step (pagina GLOBAL 5: Arp.Pattern, Edit).

Note: questo valore sar efficace se la manopola [1] in modo


C dei controlli in tempo reale nella posizione centrale (mezzogiorno). Quando fate questa regolazione assicuratevi che la
manopola sia in quella posizione.

Specificare la gamma di dinamica in cui


larpeggiatore debba operare (Vel Btm,
Vel Top)

Regolare la dinamica delle note arpeggiate


(Velocity)

Vel Btm e Vel Top : larpeggiatore operer quando


suonate delle note con una dinamica allinterno della gamma specificata. Le note con una dinamica al di fuori della
gamma specificata suoneranno normalmente, indipendentemente dalla regolazione On/Off dellarpeggiatore.

Velocity vi consente di specificare la dinamica delle


note arpeggiate. Se regolato su Key verr usata la dinamica con sui sono state suonate le note. Se selezionato
un pattern di arpeggio programmabile, potete regolare
questo parametro su Step. In questo caso verr usato il
valore di Vel (velocity) per ogni step (pagina GLOBAL
5: Arp.Pattern, Edit).
Note: questo valore sar efficace se la manopola [ARP-VELOCITY] in modo C dei controlli in tempo reale nella posizione
centrale (mezzogiorno). Quando fate questa regolazione assicuratevi che la manopola sia in quella posizione.
Note: quando selezionato un pattern di arpeggio programmabile, regolando Gate o Velocity su Step il pattern di
arpeggio acquisir un senso di groove.

Salvare le regolazioni dellarpeggiatore


I parametri dellarpeggio che modificate in Modo Program
vengono salvati insieme a tutti gli altri dati quando salvate
il programma. Per ulteriori dettagli su come salvare i programmi consultate Salvare le modifiche a pag. 45.
Legare larpeggiatore ad un programma

Swing modifica il tempo delle note pari dellarpeggio


dando un carattere sincopato al pattern.

Potete specificare se le regolazioni dellarpeggiatore salvate in un programma debbano essere anchesse richiamate
quando richiamate il programma o se invece debba essere
mantenuto lo status attuale dellarpeggiatore. Con le regolazioni di fabbrica selezionata la regolazione former.
Se desiderate usare la regolazione latter ponete il segno
di spunta nella casella Program in Auto Arp (pagina
GLOBAL 0. System, Basic).

Modifiche nella pagina PROG 7. Ed-Arp/


Ctrls, ScanZone

Larpeggiatore nei Modi Combination


e Multi

Accedete alla pagina PROG 7: Ed-Arp/Ctrls, ScanZone.

Nei Modi Combination e Multi lX 50 fornisce una funzione Dual Polyphonic Arpeggiator che vi consente di usare
simultaneamente due pattern di arpeggio. La regolazione
simile in ognuno dei due modi. Come esempio la descrizione seguente indica come fare le regolazioni in Modo
Combination.

Specificare la gamma di note in cui larpeggio debba operare (Key btm, Key Top)

Usare larpeggiatore mentre suonate in


Modo Combination

Key btm e Key Top: larpeggiatore operer solo se


suonate note allinterno della gamma specificata. Le note
al di fuori della gamma possono essere suonate normalmente e non influenzeranno il comportamento dellarpeggiatore.

1. Premete il tasto [COMBI] (il tasto si accender).

Eseguire lo Shuffle del pattern di arpeggio (Swing)

Per esempio se regolate Pattern su Preset-0: UP, e


ponete il segno di spunta nella casella Latch, regolate
Key Top su B3 e Key Btm su C-1, suonando un B3
(Si3) o una nota pi bassa avvierete larpeggiatore. Dato
che il Latch attivo, larpeggiatore proseguir anche
quando alzerete le mani dalla tastiera. Potrete usare le note
da C4 (Do4) in su per suonare convenzionalmente insieme
allarpeggio. Per cambiare arpeggio usate i tasti nella gamma da Si 3 in gi.

Accedete al Modo Combination (vedi pag. 57 Selezionare le Combination).


Selezionando diverse combination, noterete che in alcune
di esse, il tasto [ARP ON/OFF] si accende. Quando suonate una nota sulla tastiera, larpeggiatore si avvia.

95

Per le altre combination, potete premere il tasto [ARP ON/


OFF] (il tasto si accender) per attivare larpeggiatore.

Selezionare larpeggiatore (i) da avviare

Con le combination e i multi set, a seconda della regolazione Arpeggiator A/B, premendo il tasto [ARP
ON/OFF] larpeggio potrebbe non avviarsi.

Usate la casella di verifica Arpeggiator Run per specificare larpeggiatore che desiderate avviare. Larpeggiatore
che ha il segno di spunta in questa casella si avvier quando il tasto [ARP ON/OFF] verr attivato.

2. Come descritto nelle sezioni I controlli dellarpeggiatore e Modificare le regolazioni dellarpeggio sul
display, per provare le variazioni nellarpeggio operate
sui controlli o modificate i parametri.

Comunque larpeggiatore suona un timbro, solo se nelle


caselle gli arpeggiatori A e B sono assegnati ai timbri 1-8.
Queste regolazioni debbono essere eseguite nel parametro
Assign della pagina COMBI 7. Ed-Arp.Ctrls, Setup.

Note: il tasto [1] [ARP ON/OFF] nel Modo C dei controlli in


tempo reale e le manopole [1] [ARP GATE], [2] [ARP-LENGHT] e [4] [TEMPO] sono valide sia per larpeggiatore A che
per il B. Il loro stato viene memorizzato quando la combination
viene salvata.

Arpeggiator -A, Arpeggiator-B

Modificare le regolazioni dellarpeggio


sul display
Potete fare le regolazioni relative allarpeggio nelle pagine
COMBI 0: Play, Arp., Play A e B o nella pagina COMBI
7: Ed-Arp/Ctrls. Le pagine COMBI 0: Play, Arp., Play A
e B contengono i parametri selezionabili (presi da 7: EdArp/Ctrls, Arp A e B) che sono particolarmente efficaci
per le modifiche durante unesecuzione. Comunque i parametri diversi da Swing possono essere controllati come
descritto nella sezione I controlli dellarpeggiatore.

Per ogni arpeggiatore A e B potete fare le regolazioni


per i parametri Pattern Reso (Resolution), Octave,
Sort, Latch, Key Sync e Keyboard.

Verificare la struttura di un pattern di


arpeggio user
Vediamo come sono strutturati gli arpeggiatori di una
combination.
1. Selezionate la combination C053: Echo Jamm ed osservate le pagine Arp, Play A ed Arp, Play B.

Con le seguenti eccezioni le regolazioni del display nella


pagina 0. Play, Arp, Play A e B sono essenzialmente le
stesse del Modo Program.
1. Accedete alla pagina COMBI 0: Play, Arp, A e fate le
regolazioni per larpeggiatore A.
2. Accedete alla pagina COMBI 0: Play, Arp, B e fate le
regolazioni per larpeggiatore B.

Come potete vedere dalla Tabella Timbre Assign in


alto a destra sul display, larpeggiatore A assegnato ai
timbri 4 e 8, mentre larpeggiatore B al timbro 2. Quando
suonate la tastiera il pattern di arpeggio Dr BigBeats 2
suoner usando il programma B084. Drumnbass Kit del
timbro 4. Il pattern di arpeggio Gt-STabRhythm suoner
usando il programma B108 FunkinGuitar del timbro 2.
Se togliete il segno di spunta dalle caselle Arpeggiator
Run A o Arpeggiator Run B larpeggiatore senza il segno di spunta si arrester.
Se ponete di nuovo il segno di spunta e suonate la tastiera
larpeggiatore si avvier nuovamente.
Osservate la pagina COMBI 7:Ed-Arp/CTRLS, ScanZone
e vedrete che i parametri Btm e Top A sono regolati
in modo che larpeggiatore A operi sui tasti da B3 in gi,
mentre i parametri Btm e Top B sono regolati in modo
che larpeggiatore B operi sui tasti da C4 in su.

96

Regolazioni del Dual Poliphonic Arpeggiator

3. Selezionate la pagina COMBI 7. Ed-Arp7Ctrls, Setup

La funzione Dual Poliphonic Arpeggiator vi consente di


fare le seguenti cose:
Assegnare un arpeggiatore ad ogni timbro. Scegliete tra
Off, (arpeggiatore) A o (arpeggiatore) B.
Specificate se operer larpeggiatore A o il B.
Selezionate un pattern di arpeggio e regolate i parametri
indipendentemente per larpeggiatore A o B.
Fate le regolazioni per la pagina ScanZone in modo che
possiate usare una gamma di tasti o una gamma di dinamica per passare dal suonare normalmente allattivare larpeggiatore, o per passare dallarpeggiatore A al B.
Fate le regolazioni per i timbri che dovranno stare in
silenzio quando larpeggiatore disattivato, e suoneranno
quando attivo.

Arpeggiator On/Off
Ogni volta che premete il tasto [ARP ON/OFF] larpeggiatore viene attivato/disattivato. Quando larpeggiatore
attivo il Led del tasto [ARP ON/OFF] si accende. Quando
suonate la tastiera il pattern di arpeggio selezionato si
avvia. La regolazione On/Off viene salvata quando viene
salvata la combination.
Note. se Assign off o se Arpeggiator Run non ha il segno di spunta, larpeggiatore non funziona anche se il tasto
acceso.

Regolazioni dellArpeggiatore
1. Selezionate la pagina COMBI 0: Play, Prog.
Selezionate i programmi per i timbri che desiderate usare.
Per questo esempio selezionate un qualsiasi programma
per i timbri 1- 4.

4. Regolate (Temp) per specificare il tempo.


La procedura come in Modo Program. Comunque il tempo viene condiviso dagli arpeggiatori A e B.
5. Fate le regolazioni di Assign.
Assegnate gli arpeggiatori A e B ai timbri desiderati. Ogni
timbro verr usato dallarpeggiatore a cui stato assegnato.
6. Fate le regolazioni per Arpeggiator Run.
Ponete il segno di spunta sulla casella dellarpeggiatore
che desiderate usare. Gli arpeggiatori relativi alle caselle
che hanno il segno di spunta suoneranno quando attiverete
il tasto [ARP ON/OFF].
Con le regolazioni riportate sul display per i passi 2 e 3,
attivando il tasto [ARP ON/OFF] larpeggiatore A operer
usando i timbri 1 e 2 ed il B usando il timbro 3. Quando il
tasto [ARP ON/OFF] viene disattivato i timbri 1- 4 suoneranno sovrapposti (in Layer).
Se Assign Off per tutti i timbri o se nessuna casella
Arpeggiator Run ha il segno di spunta, larpeggiatore
non funzioner.
7. Nelle pagine Arp A e B regolate i parametri per gli arpeggiatori A e B.
I parametri deli arpeggiatori sono gli stessi del modo Program.
8. Nella pagina ScanZone specificate la gamma in cui gli
arpeggiatori A e B dovranno operare.
I parametri degli arpeggiatori sono gli stessi del modo
Program.

2. Selezionate la pagina COMBI 2: Ed-Timbre.Param.


MIDI. Per i timbri che state usando regolate Status su
INT e regolate MIDI Channel su Gch o sul numero
del canale MIDI globale (regolato in GLOBAL 1: MIDI.
MIDI Channel).

Per operare con gli arpeggiatori o per passare dallarpeggiatore A al B potete usare una zona di tastiera o una
gamma di dinamica. Usando le pagine COMBI 5: Ed-Key
Zone e COMBI 6: Ed-Vel Zone, per inserire zone di tastiera e gamma di dinamica in congiunzione luna sullaltra
potete creare ulteriori variazioni.

Per questo esempio regolate lo Status dei timbri 1- 4 su


INT e dei timbri 5-8 su Off. Regolate il MIDI Channel
dei timbri 1- 4 su Gch.

9. Se desiderate salvare le modifiche alla combination nella memoria interna, disattivate la protezione della memoria in Modo Global e salvate la combination.
97

Nella pagina GLOBAL 0: System, Preference togliete il


segno di spunta alla casella Combination.
10. Le regolazioni Status, MIDI Channel e Assign
mostrate sul display ai passi 2 e 3 possono essere eseguite
in modo che certi timbri suonino solo quando larpeggiatore attivo e rimangano silenti quando disattivato.

Esempi di regolazioni
Sebbene questa sia una tecnica di programmazione abbastanza sofisticata, come esempio descriveremo le regolazioni di una delle combination presettate.

Combination A 021. Urban Nature RnB


Selezionate la combination A021Urban Nature RnB.
Prima di suonare assicuratevi che il canale MIDI globale
(parametro MIDI Channel della pagina GLOBAL 1:
MIDI) sia regolato su 01.
Larpeggiatore A assegnato a T (timbro) 4 e 5. Quando
suonate la tastiera il pattern di arpeggio Dr-Nature RnB
suona solo il T4 con il programma B004: Trance/Garage
Kit.
Il pattern di arpeggio usa la regolazione Fixed Note che
adatta ad un arpeggio percussivo (la casella Fixed Note
ha il segno di spunta nella pagina GLOBAL 5: Arp. Pattern, Setup). Con questa regolazione il pattern di arpeggio
suona sempre allintonazione specificata, indipendentemente dalle note ricevute dalla tastiera.
I parametri Key Btm e Key Top (pagina COMBI 7.
Ed-Arp/Ctrls.Scan Zone) sono regolati in modo che larpeggiatore A operi solo con le note da B3 in gi.
Larpeggiatore A anche assegnato al T5, ma questo significa che il programma B004 Trance/Garage Kit del T4
suona solo quando larpeggiatore attivo.
Notate le regolazioni dei timbri per T4 e T5
T4
T5

Status

MIDI channel

Assign

Off

Gch

INT

02

Se larpeggiatore disattivato, suonando la tastiera


suoneranno i timbri che sono regolati su Gch o sul canale
MIDI globale (in questo caso 01).
Dato che MIDI Channel del T4 regolato su 02, esso
non suona. T5 regolato su Gch ma, dato che Status Off,
non suona.
Qualsiasi canale MIDI assegnato ad un timbro pu
attivare larpeggiatore. In questo caso questi saranno il
canale MIDI 02 e Gch (il canale MIDI globale). Quando
larpeggiatore attivo, suonando la tastiera si avvier lar98

peggiatore A che assegnato al T5 (Gch). T4 verr usato


dallarpeggiatore A, dato che Status del T5 Off questo
non suoner.
Dato che Status del T5 Off, questo non suoner indipendentemente dallattivazione o disattivazione dellarpeggiatore. Questo un timbro fantasma per fare in modo
che quando larpeggiatore attivo suoni il T4.

Combination B071: In the pocket


Selezionate la combination B071: In the pocket.
Prima di suonare assicuratevi che il canale MIDI globale
(parametro MIDI Channel della pagina GLOBAL 1:
MIDI) sia regolato su 01.
Larpeggiatore A assegnato a T7 e T8 e larpeggiatore
B a T5. Quando suonate la tastiera il programma del T7
C004: HipHop Kit viene suonato dal pattern di arpeggio
Dr-In The pocket. Il programma del T5 A66. Chord Trigger viene suonato dal pattern di arpeggio Bs-Echo.
I parametri Key Btm e Key Top dellarpeggiatore B
(pagina COMBI 7: Ed-Arp/Ctrls, ScanZone) sono regolati
in modo che larpeggiatore B operi solo per le note da G3
in su.
Larpeggiatore B assegnato anche al T8 ma questa
una regolazione fatta in modo che quando larpeggiatore
attivo suoni solo il programma del T7 C004: HipHop Kit.

Salvare le regolazioni dellarpeggiatore


I parametri dellarpeggio che avete modificato nei Modi
Combination e Multi vengono salvati insieme alle altre
regolazioni della combination o del multi set. Per la procedura di salvataggio consultate Salvare le modifiche a
pag. 61.

Collegare larpeggiatore alla combination


Se desiderate che le regolazioni dellarpeggiatore di una
combination divengano attive quando richiamate quella combination , ponete il segno di spunta nella casella
Combi per Auto Arp (pagina GLOBAL 0: System,
basic).

Creare un pattern di arpeggio user


I pattern di arpeggio possono essere creati in Modo Global.

o un pattern di arpeggio user , dovete prima usare Copy


Drum Kit o Copy Arpeggio Pattern per copiare il Drum
Kit o il pattern di arpeggio che desiderate modificare in
una locazione libera, poi potrete modificare la copia.

Quando suonate in Modo Global, lo strumento suona


nello stato del Modo in cui eravate.

Precauzioni quando larpeggiatore


usato da pi programmi o combination

Se vi portate dal Modo Multi al Modo Global, suonando


la tastiera verranno usati il programma e larpeggiatore
della traccia il cui canale MIDI coincide con il canale
globale.

Quando modificate un pattern di arpeggio user, le modifiche hanno effetto su tutti i programmi, combination, o
multi set che usano quel pattern.

Struttura della memoria per i pattern


di arpeggio
LX 50 possiede 251 locazioni di memoria per i pattern di
arpeggio divise tra arpeggi presettati ed arpeggi programmabili come segue:
Pattern di arpeggio presettati: vi sono cinque pattern: UP,
DOWN, ALT1, ALT2 e RANDOM.
Il modo operativo di questi pattern fisso e non pu essere
modificato.
Pattern di arpeggio user: vi sono 251 pattern (000 - 250)
che forniscono accordi o frasi in unampia gamma di possibilit, basandosi sulle note che suonate sulla tastiera o sul
tempo con cui le suonate.
In GLOBAL 5: Arp.Pattern potete modificare questi pattern o crearne di nuovi partendo dalla condizione di inizializzazione. I pattern di arpeggio modificati possono essere
salvati in memoria.

Cambiare la regolazione di protezione


della memoria
Quando desiderate modificare un pattern di arpeggio user,
togliete per prima cosa la protezione della memoria togliendo il segno di spunta dalla casella Arp. UsrPat nella
pagina GLOBAL 0: System. Preference.

Salvare e comparare i dati


Le modifiche apportate in Modo Global vengono preservate sino a quando lo strumento viene spento. Pertanto se
spegnete lX 50 le modifiche vanno perdute. In Modo Global vengono gestiti tre tipi di dati. Regolazione dei Drum
Kit user (GLOBAL 4), regolazioni dellarpeggiatore
(GLOBAL 5) e altre regolazioni globali (GLOBAL 0-3).
Ogni tipo di dati possiede la sua area di memoria.
Da notare che la funzione Compare non pu essere usata
in Modo Global. Se desiderate modificare un Drum Kit

Inizializzare un pattern di arpeggio


Con le regolazioni di fabbrica, tutti i pattern di arpeggio
user dellX 50 contengono dei dati precaricati.
Se desiderate creare un nuovo pattern di arpeggio, scegliete un pattern adatto ed inizializzatelo.
Note: anche se inizializzate un pattern, in qualsiasi momento
potete ricaricare i dati di fabbrica usando il Modo Global.

1. Premete il tasto [GLOBAL] per accedere al Modo


Global ed accedete alla pagina GLOBAL 5: Arp.Pattern,
Setup.
2. Selezionate il pattern di arpeggio che desiderate inizializzare.

3. Accedete alla pagina GLOBAL 5. Arp.Pattern, Edit.


4. Premete il tasto [UTILITY]; dal menu che appare scegliete Initialize Steps per aprire la finestra di dialogo.

5. Se regolate Type su Empty, il pattern verr inizializzato in uno stato di vuoto senza alcun dato. Se selezionate Full tutte le note verranno occupate. In questo
esempio scegliete Empty e premete il tasto [MENU/
OK]. Il pattern verr inizializzato.

99

Modificare un pattern di arpeggio user


in Modo Program
Se entrate in questa pagina dal Modo Program, le modifiche apportate si applicheranno al pattern di arpeggio
specificato per il programma selezionato.
1. In Modo Program, selezionate un programma che contenga il pattern di arpeggio che desiderate modificare, o un
programma che desiderate usare come base per modificare
il pattern di arpeggio.
2. Premete il tasto [ARP ON/OFF] per attivare larpeggiatore (il tasto si accender).
Anche se vi portate in modo Global da un programma in
cui larpeggiatore disattivato, potete usare il tasto [ARP
ON/OFF] per attivarlo.
3. Accedete alla pagina GLOBAL 5: Arp.Pattern, Setup.

4. In Pattern selezionate il pattern di arpeggio che desiderate modificare. Per questo esempio selezionate un
pattern di arpeggio vuoto.
Se selezionato un pattern vuoto, suonando la tastiera
larpeggio non verr avviato.
Note: sebbene possano essere selezionati, i pattern di arpeggio
0 - 4 non possono essere modificati.

5. In Lgth (Lenght) specificate la durata del pattern.


Quando il pattern stato eseguito per la durata specificata,
esso ricomincia da capo. Questa regolazione pu essere
cambiata durante o dopo la fase di modifica. Per questo
esempio inserite il valore 8.
6. Fate le regolazioni per i parametri (Tempo), Reso
(Resolution), Oct (Octave), Sort, Latch, K.Sync
(Key Sync) e Kbd(Keyboard).

8. Accedete alla pagina di modifica.

Un Pattern costituito da Step e Tone.


Step: un pattern di arpeggio user pu avere al massimo
48 Step. Larpeggiatore inizier dal primo Step, e proseguir con passi uguali al valore di tempo specificato da
Reso (Resolution). Le righe verticali al centro del display indicano gli Step.
Usate Step (Step No.) per selezionare lo Step. Per ogni
Step specificate Pitch (Pitch Offset), Gt (Gate), Vel
(Velocity) e Flam.
Per cambiare lo Step usate il ClickPoint per selezionare
Step (Step No.) ed usate la manopola [VALUE] o i tasti
[INC] [DEC] per selezionare lo Step desiderato. Per muovervi tra gli Step di questa pagina potete usare anche [3],
[4].
Tone: ad ogni Step pu essere eseguito un accordo contenente sino a 12 Tone (Tone No. 00 - 11).
Le linee orizzontali tratteggiate nella griglia al centro del
display indicano i Tone.
Quando selezionato Step (Step No.) potete premere il
centro del ClickPoint per specificare il Tone.
Usate il ClickPoint [5] [6] per selezionare un Tone e
premete il centro del ClickPoint stesso per inserirlo. Il
Tone verr attivato/disattivato ogni volta che premete il
centro del ClickPoint.
Usate il ClickPoint [3] [4] per portarvi allo Step precedente o successivo. Selezionate uno Step, usate [5] [6]
per selezionare un Tone e premete il centro per inserirlo.
Terminata loperazione premete il tasto [MENU/OK]

Note: questi parametri del programma possono essere regolati


anche in questa pagina.

Se vi spostate qui dal Modo Program, modificate questi


parametri e desiderate conservare le modifiche apportate,
tornate al Modo Program e salvate il programma. Questi
parametri non vengono salvati dalla funzione Write Arpeggio Pattern. Per questo esempio fate le regolazioni
indicate nella terza figura.
7. I parametri Type (Arpeggio type), Octave Motion e
Fixed Note specificano come larpeggio verr eseguito.
Queste regolazioni possono essere cambiate durante o
dopo la fase di modifica.
100

Per inserire i Tone, selezionate Step (Step No.) e poi


usate i tasti numerici [0] - [9], [-] e [./HOLD].
Il Tone No. corrisponde ai tasti [0] - [9], [-] e [./HOLD].
ogni volta che premete un tasto [0] - [9], [-] e [./HOLD] il
Tone corrispondente viene attivato/disattivato.
Le linee orizzontali tratteggiate nella griglia al centro del
display indicano i Tone.
Tone 00 - 09: tasti [0] - [9].

Tone 10: tasto [-]


Tone 11: tasto [./HOLD]

Pitch (Pitch Offset): questo valore sposta lintonazione


delle note dellarpeggio a scatti di semitoni in alto o in
basso. Potete inserire lo stesso Tone in ogni Step e cambiare il valore di Pitch (Pitch Offset) per creare una melodia
usando un singolo Tone.
Gt (Gate) specifica la durata delle note dellarpeggio per
ogni Step. Con una regolazione di Lgt la nota continua a
suonare sino alla nota seguente dello stesso Tone o sino al
termine del pattern. Con una regolazione Off il Tone non
suona.

Creare un Pattern di esempio

1. Regolate Step su 01 e premete il tasto [0].


2. Regolate Step su 02 e premete il tasto [1].
3. Regolate Step su 03 e premete il tasto [2].
4. Regolate Step su 04 e premete il tasto [1].
5. Regolate Step su 05 e premete il tasto [3].
6. Regolate Step su 06 e premete il tasto [1].

Vel (Velocity): specifica la forza delle note. Con la regolazione Key la nota suona con la forza con cui stata
suonata.
Note: le regolazioni di Gt(Gate) e Vel (Velocity) sono
valide se i parametri Gt(Gate) e Vel (Velocity) (PROG
7: Ed-Arp/Ctrls, Setup) del programma selezionato in modo
Program sono regolati su Step. Se questi parametri hanno una
regolazione diversa da Step, le regolazioni Gt(Gate) e Vel
(Velocity) eseguite qui verranno ignorate e le note dellarpeggio suoneranno in accordo alle regolazioni della pagina PROG
7: Ed.Arp7Ctrls, Setup. Assicuratevi di verificare le regolazioni
del programma.
Note: prima di regolare Gt (Gate) portate la manopola [ARP/
GATE] dei controlli in tempo reale in Modo C, in posizione centrale (mezzogiorno).
Note: prima di regolare Vel (Velocity) portate la manopola
[ARP/VELOCITY] dei controlli in tempo reale in Modo C, in
posizione centrale (mezzogiorno).

11. Per cambiare il nome del pattern di arpeggio user usate

7. Regolate Step su 07 e premete il tasto [2].


8. Regolate Step su 08 e premete il tasto [1].

il comando di utility Rename Arpeggio Pattern.


12. Se desiderate salvare il pattern di arpeggio modificato
nella memoria interna ricordate di usare la funzione Write.

9. Quando suonate la tastiera, come indicato nellillustrazione, larpeggiatore inizier a suonare.

Se spegnete lo strumento senza eseguire il salvataggio le


modifiche apportate andranno perdute.

Tone 0 corrisponde allintonazione della nota pi grave


dellaccordo che suonate (Se Sort non ha il segno di
spunta corrisponde alla prima nota)

13. Se desiderate salvare allo stesso tempo lo stato del


programma, tornate al Modo Program e salvate il programma.

10. Per i passi 01 - 08, fate le regolazioni per Pitch (Pitch


Offset), Gt (Gate), Vel (Velocity) e Flam.

101

Altri esempi di creazione di pattern di


arpeggio
Pattern melodico

1. Regolate Step su 01 e premete il tasto [0].


Regolate Gate su LGT.
2. Per lo Step 2 non inserite alcun Tone.
3. Regolate Step su 03 e premete i tasti [1], [2], [3] e [4].
4. Regolate Step su 04 e premete i tasti [1], [2], [3] e [4].
5. Per lo Step 5 non inserite alcun Tone.
6. Regolate Step su 06 e premete i tasti [1], [2], [3] e [4].
Regolate Gate su LGT.

1. Regolate Step su 01 e premete il tasto [0].


Regolate Ptch (Pitch Offset) su +00.
2. Regolate Step su 02 e premete il tasto [0].
Regolate Ptch (Pitch Offset) su +10.
3. Regolate Step su 03 e premete il tasto [0].
Regolate Ptch (Pitch Offset) su +00.
4. Regolate Step su 04 e premete il tasto [0].
Regolate Ptch (Pitch Offset) su +00.
5. Regolate Step su 05 e premete il tasto [0].
Regolate Ptch (Pitch Offset) su +12.

7. Per lo Step 7 non inserite alcun Tone.


8. Regolate Step su 08 e premete i tasti [1], [2], [3] e [4].
Note: per simulare gli slittamenti di tempo tra le corde di un accordo di chitarra selezionate Flam. In Modo Program, selezionate un programma di chitarra acustica e scegliete il pattern
di arpeggio user che avete appena creato. Nella pagina Setup di
PROG 7: Ed-Arp/Ctrls, Setup regolate Gate su Step.

Poi tornate alla pagina GLOBAL 5: Arp.Pattern, Edit. Per


gli step con numero dispari regolate Flam su un valore
positivo (+) . Per gli Step con numero pari regolate Flam
su un valore negativo (-).

6. Per Step 06 non inserite alcun Tone.


7. Regolate Step su 07 e premete il tasto [0].
Regolate Ptch (Pitch Offset) su +00.
8. Regolate Step su 08 e premete il tasto [0].
Regolate Ptch (Pitch Offset) su - 02.

Pattern ritmico
Potete usare larpeggiatore per eseguire un pattern ritmico
adoperando Fixed Note con un programma ritmico.
1. Selezionate un programma ritmico.

Pattern con accordi

Per questo esempio selezionate il programma A 020 Standard Kit 3.


2. Selezionate la pagina GLOBAL 5: Arp.Pattern, Setup e
regolate i parametri.
Ponete il segno di spunta nella casella Fixed Note. Se
la casella ha il segno di spunta, i Tone suoneranno sempre
allintonazione specificata. Se regolate Mode (Fixed Note
Mode) su Trigger As Played le note che voi suonate determineranno come i Tone vengono eseguiti.

102

6. Inserite il charleston chiuso (Tone 02)


Regolate Step (Step No.) su 01, 02, 03, 05, 06 e 07 e
premete il tasto [2] per ogni Step.

Se Fixed Note ha il segno di spunta potrete regolare


Tone No. e Fixed Note No..

7. Inserite il charleston aperto (Tone 03)


Regolate Step (Step No.) su 04 e premete il tasto [3]. Poi
regolate Step (Step No.) su 08 e premete il tasto [3].

Selezionate Tone No. e poi regolate Fixed Note No.


per specificare il numero della nota che il Tone debba
suonare.
Qui, regolate Tone No. e Fixed Note No. come segue.
Tone No.

Fixed Note No.

01

F2 (FA2 Rullante)

00
02
03

C2 (DO2 Cassa)

F#3 (FA#3 Charleston chiuso)

A#3 (LA#3 Charleston aperto)

I campioni percussivi che corrispondono ad ogni numero


di nota differiscono a seconda del Drum Kit.
Dopo aver usato la tastiera per trovare il suono percussivo
che desiderate usare, potete tenere premuto il tasto [ENTER] e suonare una nota per inserire Fixed Note No..
3. Accedete alla pagina di modifica.
Ogni Tone nel display verr indicato con un piccolo cerchietto.
Per ogni riga orizzontale (Tone) nel display, potete specificare un campione percussivo ( numero di nota) del Drum
Kit.
Ora inseriremo un pattern ritmico.

Se Mode (Fixed Note Mode) regolato su Trigger All


Tones, suonando una singola nota sulla tastiera il pattern
ritmico verr avviato.
Se Mode (Fixed Note Mode) regolato su Trigger As
Played, suonando una singola nota sulla tastiera verr suonata solo la prima cassa (il Tone 00). Suonando due note
sulla tastiera verranno suonati solo la cassa (Tone 00) ed
il rullante (Tone 01). In questo modo il numero delle note
che suonate verr eseguito dallo stesso numero di Tone.
8. Regolate i parametri per ogni Step.
Usate Vel (velocity) etc. per dare degli accenti al pattern
ritmico.
Note: le regolazioni di Gt (Gate) e Vel (Velocity) eseguite
qui, saranno valide se i parametri Gate e Velocity della
pagina PROG 7: Ed-Arp/Ctrls, Setup del programma selezionato in Modo program sono regolati su Step.

Se questi parametri hanno una regolazione diversa da Step,


le regolazioni Gt (Gate) e Vel (Velocity) specificate
per ogni Step verranno ignorate e le note dellarpeggio
suoneranno a seconda delle regolazioni di Gate e Velocity specificate nel programma.
Note: prima di regolare Gate portate la manopola [ARPGATE] dei controlli in tempo reale in posizione centrale (mezzogiorno).
Note: prima di regolare Velocity portate la manopola [ARPVELOCITY] dei controlli in tempo reale in posizione centrale
(mezzogiorno).

4. Inserite la cassa (Tone 00).


Regolate Step (Step No.) su 01 e premete il tasto [0]. Poi
regolate Step su 05 e premete il tasto [0].
5. Inserite il rullante (Tone 01).
Regolate Step (Step No.) su 03 e premete il tasto [1]. Poi
regolate Step (Step No.) su 07 e premete il tasto [1].

103

Modifiche del Dual Polyphonic Arpeggiator nei Modi Combi e Multi


Come esempio per la descrizione useremo una combination.
La stessa procedura si applica alla modifica di un pattern di
arpeggio in Modo Multi.
Se siete entrati in questo Modo dal Modo Combination,
verr influenzato dalle modifiche il pattern di arpeggio
selezionato dalla Combination.
1. In Modo combination selezionate una combination che
usa il pattern di arpeggio che desiderate modificare.
Per questo esempio selezionate una combination a cui
sono assegnati gli arpeggiatori A e B.
2. Premete il tasto [ARP ON/OFF] per attivare larpeggiatore (il tasto si accender).
Anche se quando siete arrivati al Modo Combination
larpeggiatore era disattivato, potete usare il tasto [ARP
ON/OFF] per attivarlo. Comunque, se le caselle Arpeggiator Run A o B non hanno il segno di spunta e se non
sono stati assegnati dei timbri in Assign, larpeggiatore
non funziona.
3. Accedete alla pagina GLOBAL 5: Arp.Pattern, Setup.

4. Se vi spostate qui dal modo Combination usate Arp


(Arpeggio Select) A e B per selezionare larpeggiatore
che desiderate modificare.
Se A le vostre modifiche verranno applicate al pattern di
arpeggio usato dallarpeggiatore A.
Se B le vostre modifiche verranno applicate al pattern di
arpeggio usato dallarpeggiatore B.
5. Commutate gli arpeggiatori A e B e modificate i rispettivi pattern di arpeggio.
Se desiderate arrestare uno degli arpeggiatori tornate al
Modo Combination e, nella pagina COMBI 0:Play, selezionate la pagina Arp A o Arp B e togliete il segno di
spunta dalla casella Arpeggiator Run.
6. Per modificare il nome di un pattern di arpeggio user
nella memoria interna, dovete prima salvarlo.
7. Se desiderate memorizzare il pattern di arpeggio modificato nella memoria interna dovete salvarlo.
In questo caso, i due pattern di arpeggio verranno salvati
simultaneamente. Se spegnete lo strumento senza eseguire
il salvataggio, le modifiche apportate andranno perdute.
104

8. Se desiderate salvare anche lo stato della combination,


tornate al Modo Combination e salvate la combination.
Note: modificando un pattern di arpeggio user, fate attenzione
al canale MIDI globale, al canale di ogni traccia ed allassegnazione dellarpeggiatore. Inoltre assicuratevi che quello che
state ascoltando sia il pattern che desiderate modificare.

Assegnare un nome
Vi raccomandiamo di assegnare un nome ai pattern di arpeggio che create.
Potete farlo usando lutility Renamo Arpeggio Pattern.
Per i dettagli sullassegnazione del nome consultate pag.
112.

Salvare un arpeggio user


Terminate le modifiche dovete salvare il pattern di arpeggio.
Le regolazioni Tempo, Pattern, Octave, Resolution, Sort, Latch, Key Sync, e Keyboard di
un pattern di arpeggio user sono parametri che vengono
salvati insieme al programma , alla combination o al multi
set. Questi parametri non vengono salvati dalla procedura
descritta qui. Se desiderate salvarli tornate al modo precedente e salvate i dati.
Note: dovrete disattivare la protezione della memoria per i pattern di arpeggio user. Nella pagina GLOBAL =:System. Preference togliete il segno di spunta dalla casella Arp.UsrPat.

1. Premete il tasto [UTILITY] per accedere al Menu Utility e scegliete Write Arpeggio Patterns.
2. Per salvare le vostre regolazioni premete il tasto
[MENU/OK].
Una finestra di dialogo vi chieder una conferma.
3. Per salvare le vostre regolazioni premete il tasto
[MENU/OK]. Se decidete di non salvare premete il tasto
[EXIT/CANCEL].
Il pattern di arpeggio verr salvato.

Sincronizzare larpeggiatore

Sincronia con un clock MIDI esterno

Il tempo delle note dellarpeggiatore differisce a seconda dello stato della casella Key Sync.

Larpeggiatore sar sincronizzato al (Tempo) basandosi sul clock MIDI esterno.

Se la casella ha il segno di spunta, larpeggiatore si avvia


iniziando dallinizio della prima nota che suonate dopo
che tutti i tasti sono stati rilasciati.

Sincronia con il messaggio MIDI di Start

Se la casella non ha il segno di spunta larpeggiatore opera


in sincronia con il clock MIDI interno o esterno.

Quando larpeggiatore attivo, la ricezione di un messaggio MIDI di Start causa un reset dellarpeggiatore che
riparte dallinizio del pattern (questo non ha alcuna relazione con la regolazione Key Sync).

Il paragrafo che segue descrive come la sincronizzazione


avvenga quando la casella Key Sync non ha il segno
di spunta (comunque la sincronizzazione con i comandi
MIDI in tempo reale di Song Start e di Start rappresentano
delle eccezioni).

Sincronizzazione tra gli arpeggiatori A


eB
Nei Modi Combination e Multi, i due arpeggiatori possono operare simultaneamente. In questo caso se avviate un
arpeggiatore (la cui casella Key Sync non ha il segno
di spunta), mentre laltro sta gi suonando, larpeggiatore
che fate partire si avvier in sincrono con il (Tempo)
basato sul ritmo dellarpeggiatore che sta gi suonando.
Note: se Key Sync ha il segno di spunta, gli arpeggiatori A e
B opereranno ognuno con il suo tempo.

Sincronia con un sequencer esterno nei


Modi Program, Combination e Multi
Quando lX 50 lunit master
Se (Tempo) INT, larpeggiatore opera basandosi sul
clock interno.
(Tempo) sar INT se il parametro MIDI Clock della pagina GLOBAL 1: MIDI avr il valore Internal. Il
Tempo sar INT anche se selezionato Auto Setting e se
non viene ricevuto alcun clock MIDI da ununit esterna.

Quando lX 50 lunit slave


Se (Tempo) EXT, larpeggiatore sar sincronizzato
ai messaggi di clock MIDI e di Start ricevuti da un sequencer MIDI esterno o da ununit similare.
(Tempo) sar EXT se il parametro MIDI Clock
della pagina GLOBAL 1: MIDI avr il valore Ext-MIDI
o Ext-USB. Il Tempo inoltre sar EXT se selezionato
Auto Setting ed un clock MIDI viene ricevuto da ununit
esterna.

105

106

USARE I DRUM KIT


Cos un Drum Kit?
I Drum Kit, come dice lo stesso nome, sono ottimizzati
per creare suoni percussivi. I Drum Kit vengono creati in
Modo Global. Essi offrono alcune caratteristiche particolari come:
Ogni nota pu suonare con un suono diverso.
Per ogni nota potete usare due campioni con velocity
switching.
Ogni nota possiede regolazioni separate per i parametri
fondamentali del suono inclusi, volume, taglio di frequenza del filtro e risonanza, attacco e decadimento dellinviluppo e intonazione.
Potete specificare lindirizzamento delleffetto insert ed
il livello della mandata alleffetto master per ogni nota.
Per esempio potete usare queste regolazioni per inviare al
compressore solo il suono del rullante.
Potete usare i Drum Kit solo per i programmi il cui Oscillator Mode sia regolato su Drums.

Struttura della memoria dei Drum Kit


LX 50 possiede 49 Drum Kit divisi nei gruppi Internal,
User e GM (General MIDI).
Potete modificare o salvare i Drum kit in ogni locazione,
tranne il banco GM che non pu essere modificato.
Se desiderate iniziare con un Drum Kit del banco GM e
modificarlo, usate lutility copy Drum Kit per selezionare un Drum Kit e copiarlo nel banco USER.
Banchi dei Drum Kit
Banco

Num.

Contenuto

USER

16...39

User Drum Kit

INT
GM

00...15
40...48

Factory Drum Kit


GM 2 Drum Kit

Programmi con Drum Kit e Oscillator


Mode
La regolazione Oscillator Mode nella pagina PROG
1 Ed-basic.Prog basic specifica se loscillatore user un
Drum Kit o un multicampione convenzionale (come un
pianoforte o uno strumento ad arco).
Potete verificare questa regolazione nella pagina PROG 2:
Ed-Pitch, OSC1. Se Oscillator mode regolato su Single, potrete specificare due multicampioni ed un velocity
switch.

Se Double potrete fare un ulteriore set di regolazioni


nella pagina OSC2.
Se Oscillator mode regolato su Drums potrete eseguire le regolazioni per un Drum Kit. Un Drum Kit possiede regolazioni per il velocity Switch, ma queste vengono
realizzate in Modo Global e non possono essere modificate
n salvate in Modo Program.

Prima di iniziare le modifiche


Primo, selezionare un programma ritmico
In Modo Global suonerete il Kit che stavate ascoltando
quando eravate nei Modi Program, Combination o Multi
prima di accedere al Modo Global.
Pertanto prima di accedere alle pagine GLOBAL 4: DKit
sar meglio selezionare un programma che, in Modo Program, usa gi un drum Kit e possiede gi le regolazioni
desiderate per gli inviluppi, gli effetti etc. Scegliete un
programma come A 020: Standard Kit 3.
Se vi spostate dal Modo Multi al Modo Global, suonando
la tastiera suoner il programma e larpeggiatore delle
tracce che hanno il canale MIDI che coincide con il canale
MIDI globale.

Fate coincidere la mappa delle note e la


Key Position per il Drum Kit
Affinch la mappa delle note del Drum Kit coincida con
la disposizione della tastiera la regolazione Octave deve
essere a +00 [8]. Tutti i programmi che usano un Drum
Kit hanno gi questa regolazione. Potete assicurarvene voi
stessi:
1. Accedete alla pagina PROG 1. Ed-Basic, OSC1 in
Modo Program.
2. Verificate che il parametro Octave (in alto nella pagina) sia regolato su +00 [8].
Con una regolazione diversa da +00 [8], la relazione tra i
tasti e la mappa dei suoni del Drum Kit sar scorretta.

Verificare la regolazione memory protect


Quando desiderate modificare un Drum Kit user, prima
dovete disattivare la protezione della memoria dei Drum
Kit togliendo il segno di spunta dalla casella Drum kit
nella pagina GLOBAL 0: System preference.

107

Salvare e comparare i dati

Modificare i Drum Kit

Se spegnete lo strumento le modifiche eseguite in Modo


Global andranno perdute. Pertanto, se desiderate conservarle, dovete salvarle in memoria. In Modo Global vengono gestiti tre tipi di dati. Regolazioni dei Drum Kit user
(GLOBAL 4), regolazioni dellarpeggiatore (GLOBAL 5)
e altre regolazioni globali (GLOBAL 0 - 3). Potete salvare
ogni tipo di dati nella sua propria area di memoria.

Modifiche di base

Da notate che in Modo Global la funzione Compare non


pu essere usata. Se desiderate modificare un Drum Kit
user o un pattern di arpeggio, dovete prima usare Copy
Drum Kit o Copy Arpeggio pattern per copiare il drum
kit o il pattern di arpeggio in una locazione libera e poi
modificare la copia.

1. Selezionare il programma che desiderate usare per modificare il Drum Kit.


Per ulteriori dettagli consultate Primo, selezionare un
programma ritmico a pag. 107.
2. Premete il tasto [GLOBAL] per accedere al Modo Global.
3. Accedete alla pagina GLOBAL 4. DKit, High Sample.

Precauzioni con un Drum kit usato da


pi di un programma
Quando modificate un Drum Kit, le variazioni influenzano
tutti i programmi che usano lo stesso Drum Kit. Se desiderate modificare uno dei Drum Kit precaricati, meglio
copiarlo in una locazione libera del banco USER e poi
modificare la copia.

4. Usate il parametro Drum Kit per selezionare il Drum


Kit che desiderate modificare.
5. Usate il parametro Key per selezionare la nota che
desiderate modificare.
Usate la manopola [VALUE] del pannello frontale etc. per
modificare il valore del parametro.
Come abbreviazione potete tenere premuto il tasto [ENTER] e suonare una nota sulla tastiera.
Questa selezione Key si applica a tutte e tre le Tabelle di
modifica del Drum Kit.
6. Usate la casella di verifica Assign per specificare se
la nota user le proprie regolazioni o se invece verranno
usate le stesse regolazioni della nota accanto pi acuta.
Se Assign ha il segno di spunta la nota avr le proprie
regolazioni. Questa la situazione di default.
Se Assign non ha il segno di spunta la nota non avr
le proprie regolazioni ma user le stesse regolazioni della
nota adiacente pi acuta, ad eccezione del campione percussivo che verr suonato con unintonazione pi grave.
Lintonazione del suono dipende dalla regolazione Pitch
Slope della pagina PROG2: Ed-Pitch, OSC1.
Usate questa regolazione quando desiderate mantenere il
suono e cambiare lintonazione, come per i tom o i piatti.

Posizionare i campioni percussivi


Ecco come posizionare due campioni percussivi e commutarli usando la dinamica.
1. Accedete alla pagina GLOBAL 4. DKit, High Sample.

108

2. Selezionate High Drum Sample.


Premete il tasto [CATEGORY] per vedere una lista di
campioni percussivi organizzati in categorie. Per i dettagli
su come fare la selezione consultate Selezionare i programmi per categoria a pag. 38.
3. Selezionate il nome di un campione percussivo nella
lista per evidenziarlo.
4. Premete il tasto [MENU/OK] per confermare la selezione.

4. Ripetete i passi 1 - 3 per ogni nota del Drum kit.


Potete anche copiare le regolazioni da una nota allaltra
usando il comando di utility Copy Key Setup.

Usare i gruppi Esclusivi


1. Accedete alla pagina GLOBAL 4:DKit, Voice/Mixer.
2. Usate Excl Group (Exclusive Group) per poter tagliare un suono percussivo usando un altro suono come, per
esempio, il charleston chiuso e aperto.

5. Premete il tasto [PAGE+] per accedere alla pagina


GLOBAL 4:DKit-Low Sample.

Per esempio supponiamo di aver assegnato un charleston


aperto ed un charleston chiuso allo stesso gruppo esclusivo:

6. Specificate il Low Drum Sample come avete fatto ai


passi 2-4.

Suonate il charleston aperto

Ora avete assegnato i campioni allHigh Drum Sample e al


Low Drum Sample. Ora assegneremo la gamma di dinamica ad ognuno dei due campioni.
7. Regolate Velocity SW L->H.
Il Low Drum Sample suoner quando darete alla nota una
dinamica al di sotto del valore inserito in questo parametro
e lHigh Drum Sample suoner quando la nota avr una
dinamica superiore.
Per esempio se regolate Velocity SW L->H a 100, il campione percussivo assegnato al Low suoner con note che
hanno valori di dinamica inferiori a 100 ed il campione
assegnato allHigh con note con dinamica superiore a
100.
Note: se non desiderate usare questa funzione regolate Velocity SW L->H a 001. Suner solo il campione High.
Note: questa funzione uguale al velocity switching di un programma.

Accordatura fine per il suono di ogni


campione
1. Se lo desiderate, regolate i livelli dei due campioni percussivi.
Regolate High e Low Level per regolare il bilanciamento
di volume.
2. Regolate come credete lintonazione ed i parametri
dellinviluppo. Per ogni campione percussivo, potete
controllare loffset dalle regolazioni del programma per
trasposizione, accordatura e tempi di attacco e di rilascio
dellinviluppo.
3. Potete regolare il suono o specificare il Reverse Playback per ogni campione.
Per ogni campione regolate i parametri FC (Filter Cutoff) e Reso (Resonance) e specificate S.Ofs e Rev
(Reverse).

Mentra sta ancora suonando suonate il charleston chiuso.


Il charleston aperto verr tagliato simulando lazione di
un charleston reale.

Usare la funzione Hold


Il parametro Hold pu essere particolarmente utile per i
programmi ritmici, in quando vi consente di mantenere
il naturale decadimento dei suoni indipendentemente da
quanto la nota rimane premuta. Il modo in cui opera dipende dalle regolazioni sia del programma che del Drum Kit.
Per abilitare la funzione Hold:
1. Accedete alla pagina PROG 1: Ed-Basic, Prog Basic.
2. Voice Assign. Assicuratevi che la casella Hold abbia
il segno di spunta.
Attivata la funzione Hold per quel programma, la funzione viene controllata nota per nota in accordo alle regolazioni del Drum Kit.
3. Accedete alla pagina GLOBAL 4. Dkit, Voice/Mixer.

4. Per ogni nota, regolate il parametro Enable Note Off


Receive come ritenete opportuno.
Se la casella non ha il segno di spunta la nota viene mantenuta. Se invece ha il segno di spunta la nota non viene
mantenuta.
Se disattivate Hold nel programma, nessuna nota viene
mantenuta indipendentemente dalla regolazione di Enable
Note Off .

109

Controllare gli effetti per ogni nota

Salvare un Drum Kit

Un Drum kit vi consente di regolare leffetto insert e la


mandata alleffetto master per ogni nota.

Terminate le modifiche al Drum Kit, potete salvarlo.

1. Accedete alla pagina PROG 8: Ed-insertFX, BUS.


2. Assicuratevi che la casella di verifica Use DKit setting abbia il segno di spunta.
Quando Use DKit Setting ha il segno di spunta, il programma usa le regolazioni BUS Select e le mandate
effetto di ogni nota del Drum Kit.
3. Accedete alla pagina GLOBAL 4. DKit, Voice/Mixer.
4. Usate il parametro BUS Select per inviare i suoni
percussivi attraverso il loro effetto insert o alle uscite
separate.
Se lo desiderate, oltre che alle uscite principali L/R, potete
inviare ogni nota al suo proprio effetto insert o alle uscite
separate.
Per esempio potreste inviare tutti i suoni di rullante allIFX
ed i suoni rimanenti alle uscite L/R.
5. Usate Send1(MFX1) e Send2(MFX2) per regolare i
livelli delle mandate agli effetti master.

Regolare il pan per ogni nota


Per usare regolazioni di pan separate per ogni nota:
1. Accedete alla pagina PROG 5. Ed-Amp1/2, level/Pan.
2. Sotto Pan, assicuratevi che la casella di verifica Use
DKit Setting abbia il segno di spunta.
Quando la casella Use DKit Setting ha il segno di spunta verranno usate le regolazioni di pan per ogni nota del
Drum Kit.
3. Accedete alla pagina GLOBAL 4: DKit, Voice/Mixer.
4. Usate il parametro Pan per specificare la posizione di
ogni nota nel campo stereo.

Assegnare un nome
Vi raccomandiamo di assegnare un nome ai Drum Kit che
create.
Potete farlo usando lutility Rename Drum Kit. Per ulteriori informazioni su come assegnare un nome consultate
pag. 112.

110

Note: per eseguire il salvataggio dovete disattivare la protezione della memoria per i Drum Kit. Per farlo accedete alla pagina
GLOBAL 0. System. preference e togliete il segno di spunta dalla casella di protezione di memoria per i Drum Kit.

1. Premete il tasto [UTILITY] per accedere al Menu Utility e scegliete Write Drum Kits
2. Per salvare il Drum Kit premete il tasto [MENU/OK].
Una finestra di dialogo vi chieder una conferma.
3. Per salvare il Drum Kit premete di nuovo il tasto
[MENU/OK]. Se decidete di non eseguire il salvataggio
premete il tasto [EXIT/CANCEL].
Il Drum kit verr salvato.

ALTRE FUNZIONI
Ripristinare le regolazioni di fabbrica
(ricaricare i dati originali)

Caricare individualmente banchi o singoli elementi

Se lo desiderate potete ripristinare i programmi, le combination, i multi set e le regolazioni del modo Global e
riportarle allo status di fabbrica. Potete farlo ricaricando i
dati originali.

LX 50 vi consente di caricare individualmente banchi,


programmi o combination. Anche i multi set, i drum kit
ed i pattern di arpeggio possono essere caricati individualmente o in gruppo.

Questa operazione riscrive tutti i dati della memoria


interna. Se non desiderate perdere le modifiche apportate
dovete salvarle usando lEditor/Plug In Editor in dotazione
o un data filer esterno.

Questo utile quando desiderate ripristinare solo un elemento o quando opportuno riarrangiare lordine delle
combination per unesecuzione dal vivo.

1. Premete il tasto [GLOBAL] per accedere al Modo Global (il tasto si accender).
2. Premete il tasto [EXIT].
Accederete alla pagina GLOBAL 0: System.
3. Premete il tasto [UTILITY] per accedere al Menu Utility.
4. Usate il ClickPoint [6] per selezionare Load Preload
Data e premete il centro del ClickPoint stesso.

Riarrangiando i programmi, ricordate che se salvate un


programma in unaltra locazione o in un altro banco, tutte
le combination che usano quel programma continueranno
ad usare la stessa locazione e lo stesso banco e pertanto
suoneranno diversamente da prima.
Per esempio se desiderate caricare la combination B015
nella locazione C127 procedete come segue.
1. Accedete alla finestra di dialogo come descritto ai passi
1-4 qui sopra.

Apparir una finestra di dialogo.


2. Scegliete Kind ed usate la manopola [VALUE] o i
tasti [INC] [DEC] per selezionare la combination.
5. Scegliete Kind ed usate la manopola [VALUE] o i
tasti [INC] [DEC] per selezionare i dati che desiderate
caricare.

3. Usate il ClickPoint [6] per spostarvi verso il basso ed


usate la manopola [VALUE] o i tasti [INC] [DEC] per
selezionare Single.

Se desiderate riportate tutte le regolazioni allo status di


fabbrica scegliete All. Se eseguite loperazione con
questa regolazione, tutti i programmi, le combination, i
multi set, i Drum Kit, i pattern di arpeggio e le regolazioni
globali verranno caricate.

4. Allo stesso modo selezionate la combination B015


come sorgente della copia.

6. Premete il tasto [MENU/OK].

6. Premete il tasto [MENU/OK].

Una finestra di dialogo vi chieder una conferma.

Una finestra di dialogo vi chieder una conferma.

7. Premete di nuovo il tasto [MENU/OK].

7. Premete di nuovo il tasto [MENU/OK].

Tutti i dati originali verranno ricaricati.

I dati verranno caricati e la combination originale B015


verr copiata nella locazione C127.

Se appare la finestra di dialogo Memory Protect, togliete il segno di spunta dalla casella ed eseguite di nuovo
loperazione.

5. Allo stesso modo selezionate la combination C127


come destinazione della copia (To).

111

Assegnare un nome (Rename)


Potete modificare il nome di qualsiasi programma, combination, multi set, categoria, pattern di arpeggio etc.
La Tabella seguente indica gli elementi che potete rinominare e le pagine corrispondenti.
Elemento da rinominare

Pagina

Nome della combination

COMBI 0...9 Utility: Write Combination

Nome del programma

Nome del multi set


Nome della traccia

Nome del Drum Kit

PROG 0...9 Utility: Write Program

MULTI 0...1 Utility: Rename Track


MULTI 0...9 Utility: Write Multi

GLOBAL 4 utility: Rename Drum Kit

Nome del pattern di ar- GLOBAL 5 Utility: Rename Arpeggio


peggio
Pattern
Nome della categoria del GLOBAL 3: TEXT
programma
Nome della categoria della GLOBAL 3: TEXT
combination

1 Usate il ClickPoint per selezionare il bottone di testo (


), e premete il centro del ClickPoint stesso per aprire la
finestra di dialogo di testo.
Consultate la Tabella sottostante per la pagina necessaria.
Note: in un menu di utility, nella finestra di dialogo che appare
selezionate il bottone del testo ( ).

In GLOBAL 3, selezionate il bottone del testo ( ) nella


pagina.
Apparir la finestra di dialogo di testo.

Potete inserire del testo usando solo il ClickPoint.


Quando premete il centro del ClickPoint il cursore a forma
di quadrato sul display cambier.
Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare un
carattere. Premete di nuovo il centro per finalizzare la selezione.
Usate il ClickPoint [4] per selezionare il carattere successivo ed inseritelo allo stesso modo.
I tasti funzione indicati nella riga inferiore del display
svolgono le seguenti operazioni. Usate il ClickPoint [3]
[4] [5] [6] per selezionare un funzione e premete il
centro del ClickPoint stesso per eseguirla.
Clear: cancella tutto il testo.
Del (Delete) : cancella il carattere alla locazione del cursore.
Ins (insert): inserisce uno spazio alla locazione del cursore.
Cap. (Capital): commuta tra caratteri maiuscoli e minuscoli.
Per inserire un carattere possono essere eseguite le seguenti operazioni.
0 - 9, - e . possono essere inseriti usando i tasti
numerici. Inserito il carattere il cursore avanza automaticamente.
Premendo il tasto [ENTER] in uno spazio vuoto potete inserire il carattere di testo selezionato prima dello spazio.
4. Inserite i caratteri rimanenti come descritto al passo 3.
5. Premete il tasto [MENU/OK].

Per esempio per inserire il testo indicato nellillustrazione


procedete come segue.
2. Usate il ClickPoint [3] [4] [5] [6] per selezionare
Clear.
Il testo verr cancellato dalla finestra.
3. Inserite A.
Usate la manopola [VALUE] o i tasti [INC] [DEC] per
selezionare A.
Premete il tasto [ENTER] o il ClickPoint [4]. Il cursore
si sposter.
112

Se aprite la finestra di dialogo di testo dalla finestra di utility al passo 1, tornerete alla finestra di dialogo precedente.
In quella finestra premete due volte il tasto [MENU/OK]
per seguire loperazione Rename.
Se aprite la finestra di dialogo dalla pagina GLOBAL 3 al
passo 1, verr eseguita loperazione Rename.

Regolare le funzioni di [SW1] ed [SW2]


[SW1] ed [SW2] sono i due interruttori sotto le rotelle
[PITCH] e [MOD]. Questi interruttori On/Off possono
eseguire diverse funzioni come modulare i suoni o gli
effetti, o bloccare i valori della modulazione della rotella
[PITCH].
Inoltre ogni interruttore pu funzionare come commutatore o come interruttore momentaneo, che commuta il valore
solo nel periodo in cui rimane premuto.
Potete fare queste regolazioni in Knob B Assign nelle
pagine seguenti.
Usate SW 1/2 Assign nelle pagine seguenti per fare queste regolazioni:
Modo

Pagina

Combination

COMBI 7: Ed-Arp/Ctrls, Control

Programma
Multi

PROG 7: Ed-Arp7Ctrls, Controls


MULTI 7: Arp/Ctrls, Controls

Ogni programma, combination e multi set contiene le


regolazioni per la funzione dei due tasti, e se ogni tasto
sia attivo o meno (basato sullo stato dei tasti quando i dati
vengono salvati).
Usando i tasti SW1/2 per lAMS o la Dmod, le regolazioni di default solo le seguenti: SW1 Mod. CC#80) ed
SW2 Mod. (CC#81).
Per esempio consultate Usare la funzione Dmod e il
tasto [SW1] per variare il livello di feedback. Per una
lista completa delle possibili assegnazioni consultate la
Parameter Guide.
Note: se desiderate conservare queste regolazioni dopo che lo
strumento sia stato spento dovete salvare il programma, la combination o il multi set.

Assegnare le funzioni alle manopole


[1] - [4] dei controlli in tempo reale in
modo B
Ecco come potete assegnare le funzioni alle manopole [1]
- [4] dei controlli in tempo reale in modo B.
Le funzioni di queste manopole in modo B possono essere
assegnate separatamente per ogni programma, combination o multi set.
Potete fare le regolazioni di Knob b Assign nelle seguenti pagine:
Modo

Pagina

Combination

COMBI 7: Ed-Arp/Ctrls, Controls

Programma
Multi

PROG 7: Ed-Arp/Ctrls, Controls


MULTI 7: Arp/Ctrls, Controls

Le assegnazioni di default per le manopole 1- 4 sono


rispettivamente Mod. 1 (CC#17), Mod. 2 (CC#19), Mod.
3 (CC#20). Mod. 4 (CC#21). Per un lista completa delle
possibili assegnazioni consultate la Parameter Guide.
Ecco un esempio di come regolare la manopola [1] per
controllare il filtro di un programma ed il tempo di attacco
dellinviluppo dellamplificatore.
1. Premete il tasto [PROG] per accedere al Modo Program.
2. Accedete alla pagina PROG 7:Ed-Arp/Ctrls, Controls.
Premete il tasto [MENU/OK], usate il ClickPoint per selezionare Arp/Controls e premete il centro del ClickPoint
stesso.
3. Scegliete Knob 1-B Knob b Assign ed usate la manopola [VALUE] etc. per selezionare F/A Attack (CC# 73).
4. Premete il tasto [SELECT] dei controlli in tempo reale
per selezionare il modo B e ruotate la manopola [1] per
controllare lattacco degli inviluppi del filtro e dellamplificatore.
Note: se desiderate conservare queste regolazioni dopo che lo
strumento sia stato spento dovete salvare il programma, la combination o il multi set.

113

Regolare il contrasto del display

Abbreviazioni

Potete cambiare la regolazione del contrasto del display


usando il parametro LCD Contrast nella pagina GLOBAL 0: System. Preference.

Tasto [MENU] + tasti numerici [0+ - [9]

Note: se desiderate mantenere queste regolazioni anche dopo


che lo strumento sia stato spento dovete salvarle in Modo Global.

Controllo Tap Tempo


La funzione Tap Tempo disponibile nei Modi Program,
Combination e Multi.
In ogni Modo mentre larpeggiatore sta suonando, potete
premere il tasto [ENTER] o il pedale (quando Foot SW
Assign regolato su Tap Tempo) diverse volte per controllare in tempo reale il tempo del riascolto.
Questa funzione utile quando dovete far coincidere il
tempo dellarpeggiatore con il tempo di unaltra unit o
durante le esecuzioni dal vivo.
La funzione Tap Tempo fornisce inoltre un controllo in
tempo reale sugli effetti basati sul tempo BTM.
Il seguente esempio contiene la procedura per usare il Tap
Tempo in Modo Program.
1. In Modo Program selezionate un programma ritmico.
Troverete conveniente scegliere dalla categoria Drum.
2. Nella pagina PROG 0: Play, selezionate la pagina Arp
Play e verificate la casella Latch.
3. Attivate il tasto [ARP ON/OFF] del pannello frontale.
4. Premete il tasto [ENTER] o il pedale (quando Foot
SW Assign regolato su Tap Tempo) per diverse volte al
tempo desiderato.
Lindicazione del tempo in alto a destra sul display
cambia a seconda del tempo specificato.
Quando suonate la tastiera larpeggiatore suona un pattern
ritmico al tempo specificato.
5. Premete leggermente il tasto [ENTER] o il pedale sul
battere ed abbreviate gli intervalli tra una pressione e
laltra.
Il tempo di riascolto del pattern verr leggermente accelerato.
Note: il controllo Tap Tempo pu essere usato tutte le volte che
pu essere adoperata la manopola [TEMPO].

114

Potete usare questi tasti per accedere alle pagine di ogni


Modo. Tenete premuto il tasto [MENU] ed usate i tasti
numerici [0] - [9] per inserire il numero della pagina.

Tasto [MENU]+ tasti [PAGE +] e [PAGE-]


Consente di accedere alle varie pagine di ogni Modo.
Tenete premuto il tasto [MENU] ed usate i tasti [PAGE+]
[PAGE-] per spostarvi.

Tasto [ENTER] + tasti numerici [0+ - [9]


Consente di accedere ai comandi del Menu Utility di
ogni pagina (sino a dieci elementi). Tenete premuto il tasto
[ENTER] e premete i tasti numerici [0] - [9] per selezionare tra dieci elementi del Menu Utility.

Tasto [ENTER] + tastiera


Tenendo premuto il tasto [ENTER] e suonando una nota
sulla tastiera dellX 50 potete eseguire i seguenti inserimenti:
Inserire numeri di nota o valori di dinamica.
Selezionare Key nella pagina GLOBAL 4. DKit.

APPENDICI
Salvare dati

Modi e pagine in cui potete salvare dati


Potete scrivere i seguenti dati nelle corrispondenti pagine.

Tipi di dati che possono essere salvati

Elemento salvabile

Pagina

Potete salvare dati nei seguenti modi:

Combination

COMBI 0...9 Utility: Write Combination

Salvare dati nellX 50.


Salvare dati usando lEditor/Plug in Editor in dotazione.
Inviare un dump MIDI di dati ad un midi data filer o unit
similare.

Salvare i dati nellX 50

Programmi
Multi set

Regolazioni globali
Drum Kit

Pattern di arpeggio

PROG 0...9 Utility: Write Program


MULTI 0...9 Utility: Write Multi

GLOBAL 0...3 Utility: Write Global Setting


GLOBAL 4 Utility. Write Drum Kits

GLOBAL 5 utility: Write Arpeggio Pattern

MIDI Data Dump

Aree di dati che potete scrivere

Potete salvare i dati trasmettendoli come dati MIDI di


sistema esclusivo ad ununit MIDI collegata, ad un computer o ad un secondo X 50.

Potete scrivere (salvare) dati nelle seguenti aree di memoria. Per la procedura consultate le rispettive sezioni.

I seguenti dati possono essere trasmessi via MIDI data


dump ad ununit esterna come un data filer o similari.

Programmi
Programmi 0...127 nei banchi A-D (pag. 45)

Programmi, combination, multi set, regolazioni globali,


drum kit user, pattern di arpeggio user.

Combination
Combination 0-127 nei banchi A-C (pag. 61)
Multi set 000 - 127 (pag. 75)
Regolazioni globali (pagine 0 - 3) (pag. 87)

Usare lX 50 Editor/Plug In Editor


per salvare i dati nel vostro computer.
Per salvare i dati nel vostro computer potete usare lX 50
Editor/Plug In Editor. Per ulteriori informazioni consultate il manuale Editor/Plug In Editor in formato PDF.

Drum Kit 00 (INT) - 40 (user) (pag. 110)


Pattern di arpeggio U000...U250 (pag. 104)
Non potete scrivere dati nelle seguenti aree:
Banchi di programmi G:001-128, g(d): 001-128
Drum Kit presettati 40 (GM) - 48 (GM)
Pattern di arpeggio presettati
Preset 0 - Preset 4
Riff di preascolto programmi 000 - 383.
Quando lX 50 viene spedito, le aree programmabili contengono gi dei dati. Questi dati vengono definiti dati precaricati o originali. I dati precaricati sono memorizzati
nellX 50 e possono essere ricaricati usando loperazione
Load Preload Data (pag. 111).
Le aree non scrivibili contengono dei dati presettati. Questi dati non possono essere modificati o riscritti.
115

LEdit Buffer

La memoria in Modo Global

La memoria nei Modi Program, Combination e Multi

Quando lo strumento viene spento, i dati del Modo Global


vengono richiamati dalla memoria interna alla memoria
del modo Global. Poi, quando modificate i parametri in
Modo Global i dati nellarea di memoria vengono modificati. Se desiderate salvare questi dati modificati nella
memoria interna dovete salvarli.

Quando selezionate un programma, una combination o


un multi set nelle pagine PROG 0:Play, COMBI 0: Play e
MULTI 0:Play, i dati del programma, della combination o
del multi selezionato vengono richiamati nellEdit Buffer
dellX 50.
Quando modificate i parametri in pagine come la 0:Play,
le vostre modifiche apportano delle variazioni ai dati nellEdit Buffer.
Se desiderate salvare queste modifiche nella memoria interna dovete eseguire loperazione Write.
Quando eseguite loperazione Write, i dati dellEdit Buffer
vengono scritti nel numero di programma, di combination
o di multi e nel banco specificati.
Se selezionate un altro numero di programma, combination o multi senza salvare le modifiche, i dati del nuovo
programma, combination o multi, vengono richiamati
nellEdit Buffer e le modifiche apportate al programma,
combination o multi precedenti vanno perdute.
Quando premete il tasto [COMPARE] in questi Modi, i
dati in memoria (i dati gi salvati) vengono temporaneamente richiamati nellEdit Buffer. Questo vi consente di
comparare le modifiche apportate con lo status precedente
alle modifiche.

116

Quando salvate (Write), i dati nellarea di memoria vengono scritti nelle regolazioni globali, nei drum kit e nei
pattern di arpeggio della memoria interna
Se spegnete lo strumento senza eseguire il salvataggio le
modifiche apportate nellarea di memoria andranno perdute.

Problemi
Se incontrate dei problemi, verificate lelemento pi importante ed adottate le misure appropriate.

Alimentazione
Lo strumento non si accende
Ladattatore AC collegato a una presa ? (pag. 23)
Linteruttore Power acceso ?
Attivate linterruttore Power sul pannello posteriore
(pag. 23).

Display
Lo strumento acceso ma sul display non
appare nulla
LX 50 funziona normalmente quando
suonate o svolgete delle operazioni
In determinate condizioni ambientali il display pu, in
rare occasioni, essere difficile o impossibile da leggere. In
tali casi adottate la seguente procedura.
1. Tenendo premuto il tasto [EXIT/CANCEL] premete il
tasto [UTILITY]. Il tasto [GLOBAL] lampegger ed apparir la finestra di dialogo Update Global Setting.
Se non riuscite a leggere il display, o se la finestra di
dialogo Update Global Setting non appare, verificate se
il tasto [GLOBAL] sta lampeggiando. Se il tasto [GLOBAL] acceso o spento, lX 50 potrebbe essere occupato
nel salvataggio di dati provenienti da ununit MIDI esterna o nella risposta ad una richiesta di dati MIDI. Se cos
assicuratevi che tali operazioni non siano in corso o che
siano terminate. Poi spegnete lo strumento, attendete dieci
secondi, accendetelo di nuovo e ripetete la procedura dal
passo 1.
2. Usate la manopola [VALUE] per regolare il contrasto
del display.
3. Premete il tasto [MENU/OK].
La regolazione di contrasto del display verr memorizzata.
Note: allo stesso tempo verranno memorizzate anche le altre
regolazioni globali.

Lo strumento si accende, ma il display non


funziona normalmente ed appare un messaggio di errore. Suonando la tastiera non
si avverte alcun suono e lX 50 non funziona normalmente
Questo tipo di problemi pu verificarsi se un salvataggio
nella memoria interna non stato completato correttamente. Per esempio se lo strumento stato spento mentre un
programma o altri dati venivano salvati. Se ci accade
usate la seguente procedura per inizializzare la memoria
dellX 50.
1. Spegnete lo strumento.
2. Tenete premuto il tasto [ENTER] ed il tasto [0] ed accendete lX 50.
LX 50 verr inizializzato ed i dati di fabbrica verranno
ricaricati nella memoria interna. Durante il trasferimento il
display indicher Now writing into internal memory.

Uscite audio
Non c suono
Le connessioni al mixer o allamplificatore sono corrette?
Lamplificatore o il mixer sono accesi?
Il controllo Local attivo?
Nella pagina GLOBAL 1:MIDI ponete il segno di spunta
nella casella Local Control On (pag. 82).
Il cursore [VOLUME] alzato? (pag. 12)
Se non c suono dalle prese INDIVIDUAL OUTPUT
1/2 assicuratevi che BUS Select o BUS Select dopo
leffetto insert sia regolato su 1, 2, 1/2 (pag. 81).
Se specifiche tracce in Modo Multi non suonano assicuratevi che PLAY/MUTE sia regolato su PLAY (pag.
70)
Assicuratevi che Status sia INT o BTH (pag.71).
Key Zone e Velocity Zone sono regolati in modo
che suonando la tastiera venga prodotto un suono? (pag.
65).

Le note non si arrestano


In PROG 1. Ed-basic, selezionate la pagina Prog Basic
ed assicuratevi che la casella di verifica Hold non abbia
il segno di spunta.
In GLOBAL 0: System, Foot, assicuratevi che Damper
117

Polarity o Foot Sw Polarity siano regolati correttamente (pag.80).

Si sente del rumore o delle oscillazioni


Usando la funzione BPM/MIDI Sync per controllare il
tempo di delay o un effetto, pu verificarsi del rumore nel
suono del delay. Questo dovuto a delle discontinuit nel
suono del delay e non un malfunzionamento.
Alcuni effetti come lo 015. St. AnalogRecd generano
intenzionalmente del rumore. Inoltre possibile creare
delle oscillazioni usando un filtro con risonanza. Questi
non sono dei malfunzionamenti.

Programmi e combination
Le regolazioni per loscillatore 2 non appaiono
Assicuratevi che nella pagina PROG 1. Ed-Basic, Prog
Basic il parametro Mode (Oscillator Mode) sia regolato
su Double.

Una combination non suona correttamente dopo aver caricato i dati


I banchi e i numeri dei programmi usati dalla combination sono gli stessi di quando la combination stata
salvata?
Se avete cambiato il banco del programma, potete usare
il comando Change all bank references per cambiare il
banco di ogni timbro di una combination.

Multi set
Quando caricate i dati il Multi set non
suona correttamente
Il banco e il numero dei programmi usati dalla song
sono gli stessi di quando il Multi stato creato?

Effetti
Gli effetti non vengono applicati
Le regolazioni Global SW IFX Off, MFX1 Off o MFX2
Off (pagina GLOBAL 0. System, Basic) hanno il segno di
spunta? (pag. 87)
Se siete in Modo Combination o Multi e gli effetti master non vengono applicati quando alzate i parametri S1
(Send 1(MFX1)) o S2 (Send2 (MFX2)) del timbro/traccia,
debbono essere alzati anche Rtn1(Return1) o Rtn2 (Return2) dagli effetti master? (pag. 83)
Alternativamente Send 1 e Send2 per ogni oscillatore del
programma usato dal timbro/traccia sono stati abbassati?
(pag. 84) Il livello della mandata viene determinato moltiplicando la regolazione di Send di ogni oscillatore del
programma con la regolazione di Send del timbro/traccia.

Arpeggiatore
LArpeggiatore non si avvia
Il tasto [ARP ON/OFF] attivo (acceso)?
Se larpeggiatore non si avvia in una combination o in
un multi set assicuratevi che Arpeggiator Run abbia il
segno di spunta e che larpeggiatore sia selezionato per
Assign (pag. 96)
Il parametro MIDI Clock nella pagina GLOBAL 1:
MIDI regolato su Internal? (pag. 81)

Drum Kit
Lintonazione del campione percussivo
non cambia
Avete lasciato la casella Assign senza il segno di
spunta e desiderate far suonare il campione percussivo
adiacente a destra un semitono pi basso, ma lintonazione
non cambia.

Una combination copiata usando Copy


From Combi suona differentemente di
quanto facesse in Modo Combination

Se avete selezionato un programma ritmico in Modo


Program, e poi desiderate modificare il Drum Kit in Modo
Global, accedete alla pagina PROG 2. Ed-Pitch OSC 1 e
regolate Pitch Slope su +1.0 prima di accedere al modo
Global.

Le regolazioni nella finestra di dialogo Copy From


Combination erano corrette? (pag. 72)

Audition

Nella finestra di dialogo Copy From Combination,


prima di eseguire la copia verificate la casella Auto adjust
Arpeggio setting.

118

Quando viene premuto il tasto [AUDITION] non c suono


La funzione Audition disponibile solo in Modo Program.

Se, quando premete il tasto [AUDITION] in Modo


Program, non sentite alcun suono, assicuratevi che il parametro Audition Riff nella pagina PROG 1: Ed-Basic non
sia stato disattivato.

State tentando di installare da un drive collegato in


rete?
Questo software non pu essere installato da un drive
collegato in rete.

MIDI, USB
Lo strumento non risponde ai dati MIDI
in arrivo

lUSB stato abilitato?


Se state usando Windows XP aprite il pannello di controllo, selezionate Sistema e poi Hardware. in [Gestione Periferiche] verificate le regolazioni per Universal
Serial Bus ed USB Root Hub.

I cavi MIDI sono collegati correttamente? (pag.31)

LX 50 stato rilevato come periferica sconosciuta?

I dati MIDI vengono ricevuti sul canale su cui sono stati


trasmessi?

Lo strumento non risponde correttamente


ai dati MIDI in arrivo
Le regolazioni del MIDI Filter Enable Program
Change, Bank, Combi, Ctrl Change, After T.
ed Exclusive nella pagina GLOBAL 1. MIDI hanno il
segno di spunta?

Se state usando Windows XP aprite il pannello di controllo, aprite la cartella Sistema, selezionate Hardware e
verificate [Gestione periferiche]. Se lX 50 non stato
rilevato correttamente verr indicato come altra periferica
o come periferica sconosciuta. Ricollegate il cavo USB;
se lX 50 viene ancora riconosciuto come periferica sconosciuta il riconoscimento fallito. Cancellate la voce
periferica sconosciuta e reinstallate il driver. (Pag. 28)

Il software non risponde allX 50

Se desiderate ricevere messaggi MIDI di sistema esclusivo la casella Exclusive del MIDI Filter della pagina
GLOBAL 1. MIDI ha il segno di spunta (pag. 32).

Il cavo USB collegato correttamente?

Lo strumento supporta il tipo di messaggio che gli


stato inviato?

Il vostro computer ha rilevato lX 50?

Usando lUSB, lelaborazione del suono


lenta o il tempo instabile
Il driver MIDI installato per la porta USB che state
usando?
Il driver deve essere installato per ogni porta USB. Se
collegate lX 50 ad una posta USB diversa da quella che
avete usato installando il Driver per Windows XP, dovete
reinstallare il Korg USB MIDI Driver .
Avete eseguito le giuste regolazioni per echo back sul
computer e Local Control sull X 50?

CD ROM in dotazione
Non possibile installare il driver incluso
nel CD-ROM
Il cavo USB collegato correttamente?

te.

Il CD-ROM inserito nel drive?


Assicuratevi che il CD-ROM sia inserito correttamenLottica del vostro drive CD sporca?
Usate un pulitore commerciale per pulire le lenti.

Avete installato il driver?

Se state usando Windows XP aprite il pannello di controllo, aprite la cartella Suoni e periferiche audio e fate
click su Hardware.
Se state usando Mac OS X aprite il disco rigido, aprite
le cartelle Applicazioni, Utility, Configurazione MIDI Audio. Selezionate Dispositivi MIDI e verificate che lX 50
sia stato riconosciuto.
Alcuni computer possono non riconoscere lX 50 a causa della loro configurazione hardware.
Verificare le assegnazioni dellX 50 e le regolazioni
delle porte USB-MIDI.
Lunit collegata o il software possono non supportare i
messaggi che state trasmettendo. Consultate il manuale di
istruzioni dellunit collegata o del software per verificare
che supporti i messaggi che state trasmettendo.

Il software non opera correttamente


Il vostro computer conforme alle specifiche richieste
dal software?
Anche se il vostro computer conforme alle specifiche
richieste, possono verificarsi dei casi in cui il software non
opera correttamente a causa del computer.

119

Specifiche tecniche ed accessori


Specifiche tecniche

120

Richieste di sistema per la connessione ad un computer


Richieste di sistema del Korg MIDI Driver

Richieste di sistema dellX 50 Editor/Plug In Editor

Accessori opzionali

* Specifiche soggette a variazioni senza obbligo di preavviso (Feb. 06)

121

122

123

124