Sei sulla pagina 1di 4

DINAMICHE ATTIVE E PASSIVE NEL

RAPPORTO DI COPPIA
Nei rapporti di coppia quando vi una qualsiasi forma di disequilibrio relazionale si innescano
dinamiche emotive spesso etichettate come patologiche ma in realt del tutto normali e
prevedibili.
Le cause di squilibrio in una relazione possono essere molteplici e derivare da fattori esterni
(avvenimenti che cambiano le condizioni originarie della coppia) o interni (disequilibri personali
presenti nel rapporto di coppia).
In ogni situazione di squilibrio relazionale, i due partner assumono rispettivamente posizioni
complementari che condizionano il loro vissuto emozionale e le dinamiche interne alla coppia.
Esse sono rispettivamente:
1. POSIZIONE PASSIVA: colui che sente un forte coinvolgimento emotivo e una forte
attrazione verso il partner attivo.
2. POSIZIONE ATTIVA: colui che, prosciugato emotivamente, ha un forte calo del
coinvolgimento emotivo e dellattrazione verso il partner passivo.
Tali posizioni innescano dinamiche relazionali che aumentano il disequilibrio nella coppia in
quanto il coinvolgimento emotivo e lattrazione sono legati alla paura di abbandono ossia
pi il passivo si sente insicuro pi il suo coinvolgimento aumenta e pi cerca di riconquistare
lattivo meno questultimo si sente emotivamente coinvolto

PASSIVO

ATTIVO

FORTE COINVOLGIMENTO EMOTIVO E


ATTRAZIONE VERSO LATTIVO

CALO DEL COINVOLGIMENTO EMOTIVO E


DELLATTRAZIONE VERSO IL PASSIVO

In un rapporto disequilibrato la posizione


pi dolorosa (generalmente considerato il
buono o la vittima).

Sembra quello che ha il potere ma anche


lui vittima delle dinamiche attive (spesso
etichettato come il cattivo).

FASI DEL PASSIVO

FASI DELLATTIVO

1. Il passivo intuisce il distacco dellattivo e


comincia a sentire le prime ansie.
2. Aumenta la sua attrazione verso il partner
e la paura di perderlo.
3. Prende consapevolezza del distacco del
partner attivo e lansia diventa sofferenza.
4. La sofferenza genera rabbia e gelosia.
5. Scattano le dinamiche comportamentali
passive nella speranza di riavvicinare il
partner ma queste non fanno che
allontanarlo maggiormente.

1. Lattivo sente un calo di attrazione verso


il partner ma pensa che la situazione
possa cambiare col tempo.
2. Ci non avviene e comincia a chiedersi
quali siano i suoi reali sentimenti.
3. Pi nega a se stesso la sua situazione
pi si sente in trappola.
4. Pi il partner richiede amore pi si
sente freddo e distante.
5. Le dinamiche attuate dal passivo gli
provocano rabbia e senso di colpa.
6. tentato a rassegnarsi ad un rapporto
basato su affetto e sicurezza ma questo
gli crea insoddisfazione e rabbia.

EMOZIONI PASSIVE

EMOZIONI ATTIVE

SOFFERENZA: il dolore, langoscia e la


paura di essere abbandonati sono le
emozioni alla base del ruolo passivo.

PROSCIUGAMENTO EMOTIVO: Lattivo


incapace di sentire coinvolgimento
emotivo e pi si sforza di sentire amore
pi si sente insensibile e distante.

RABBIA: la sofferenza presto genera una


forte rabbia che pu portare il passivo ad
avere
comportamenti
aggressivi
o
manipolatori.

RABBIA:
La
rabbia
dellattivo

proporzionale al suo sentirsi in trappola e


viene amplificata dalle dinamiche che il
passivo attua nei suoi confronti.

GELOSIA: linsicurezza del passivo genera


in lui gelosia. Essa viene poi amplificata
dagli schemi comportamentali dellattivo
che al contrario ne esente.

SENSO DI COLPA: Lattivo capisce il


valore di ci che potrebbe perdere ma non
riesce a sentire amore per cui si chiede
cosa c di sbagliato in lui. Questo genera
senso di colpa

DINAMICHE PASSIVE

DINAMICHE ATTIVE
1. Non fare chiarezza sulla relazione
(Lattivo non sa cosa vuole)

1. ACCONDISCENDENZA:
(ti dico si in ogni caso)
2. CORTEGGIAMENTO:
(per tentare di riconquistare il partner)
3. DICHIARAZIONI:
Ti amo Mi manchi
4. RICHIESTE:
Mi ami? Ti manco?
5. RICRIMINAZIONI O ACCUSE:
Non mi ami pi
non pensi ai figli/alla famiglia
non fai abbastanza
sei cambiato
non sei sincero
6. RABBIA E GELOSIA:
(comportamenti aggressivi, manipolatori o
di ipercontrollo)

2. Tenere aperte altre relazioni


3. Allontanarsi dal partner
(Lattivo richiede sempre pi spazi
per se e meno per la coppia)
4. Dire cose che aumentano
linsicurezza del passivo
(Lattivo parla spesso del suo passato
o dice cose che feriscono il proprio
partner)
5. Non comunicare
(Lattivo spesso non riesce a
condividere le proprie emozioni)
6. Comportamenti aggressivi

Schema riassuntivo delle


DINAMICHE ATTIVE E PASSIVE
ATTIVO

PASSIVO
+
+

Innamoramento
Attrazione

Innamoramento
Attrazione

Sicurezza

+ Sicurezza

(Paura di abbandono)

RABBIA
SENSO di COLPA

DOLORE
RABBIA

COMPORTAMENTI
ATTIVI

COMPORTAMENTI
PASSIVI

Non fare chiarezza sulla relazione

(non sa cosa vuole)

Tenere aperte altre relazioni


Allontanarsi dal partner
Richiedere spazi per s
Dire cose che aumentano
linsicurezza del passivo
(Passato, fantasie, ecc..)

Non comunicare
Non condividere
Comportamenti aggressivi

Richieste (Mi ami? Non mi ami?)


Affermazioni (Ti amo ecc..)
Giudizi (Sei cambiato ecc..)
Recriminazioni
Manipolazioni (Pensa ai figli..)
Atteggiamenti di seduzione
Gelosia e iper controllo
Comportamenti aggressivi

STRATEGIE DA ATTUARE NELLE DINAMICHE


ATTIVE E PASSIVE
1. Ammettere e riconoscere che c un problema nella coppia e che riguarda
tutti e due (non solo lattivo).
2. Voler veramente provare a riequilibrare la coppia (la domanda va posta
esplicitamente ad entrambi).
3. Riconoscere il proprio ruolo e riconoscere le dinamiche che entrambi
attuano.
4. Accettare laiuto del Counselor e le modalit proposte.

PASSIVO

ATTIVO

ENTRARE IN CONTATTO CON LA


PROPRIA SOFFERENZA
(Non negare a s stessi il proprio dolore e la
paura di abbandono)

PROVARE EMPATIA PER SE STESSI


ISOLARE IL SENSO DI COLPA
METTERE DA PARTE LE DOMANDE
Lo amo?, Sono felice?
Cosa provo veramente?

RICONOSCERE E BLOCCARE LE
PROPRIE DINAMICHE PASSIVE
PRENDERSI CURA DI S:
1. Non aspettarsi grandi aiuti dal partner.
2. Non apportare grossi cambiamenti alla
propria vita.
3. Far fronte alla sofferenza, sfruttando la
solitudine (fare ci che ci fa piacere,
farsi un piccolo regalo, coltivare un
hobby, frequentare amici, ecc..).

RISCOPRIRE LINTIMIT E LA
CONDIVISIONE:
1. La condivisione porta intimit e lintimit
aumenta il coinvolgimento emotivo.
2. Comprendere la valenza terapeutica
dellintimit di coppia.
3. Procedere a piccoli passi, senza forzarsi,
n giudicarsi.
4. Ricominciare a condividere le piccole cose
(pensieri, emozioni, fatti)
5. Sperimentare la vulnerabilit: (condividere
paure e insicurezze)

CREARE UNA SALUTARE DISTANZA:


1. Dedicare pi tempo a se stessi e meno
tempo al partner.
2. Individuare piccoli obiettivi nella nostra
vita al di fuori della coppia.
3. Lasciare aperta la porta del dialogo
(NB: Salutare distanza non significa
distacco o vendetta)

PERCORSO DI COPPIA con supervisione del Counselor:


1. Consapevolezza ed elaborazione della rabbia con le tecniche di Ascolto
Empatico e Messaggio IO.
2. Lavoro di coppia sulle Ferite Emotive.
3. Comprensione delle tecniche di Comunicazione Efficace.