Sei sulla pagina 1di 2

barriere architettoniche: per barriera architettonica si intende:

-ogni ostacolo fisico che crea difficolt di movimento a chi abbia ridotte capacit
motorie;-ogni ostacolo che limita la comoda utilizzazione di parti, attrezzature e
componenti degli edifici e dell'arredo urbano; la mancanza di accorgimenti e
segnalazioni che consentano a chiunque compresi i non vedenti e i non udenti di
orientarsi riconoscere i luoghi e riconoscere le fonti di pericolo.
i tre livelli di funzione degli edifici: accessibilit: consiste nella possibilit di fruire
autonomamente e senza pericolo di ogni spazio interno ed esterno dell'edificio,
visibilit: consiste nella possibilit di accedere agli spazi di relazione e ad almeno un
servizio igienico, adattabilit: consiste nella possibilit di modificare nel tempo lo
spazio costruito a costi limitati.
x le abitazioni private di nuova costruzione o ristrutturate devono essere resi
accessibili gli spazi esterni e le parti comuni, presupponendo l'istallazione di
ascensori e servoscale -ed residenziali a 3 piani possibilit di installare un ascensore
in tempi successivi- ed residenziali oltre 3 piani obbligatoria installazione ascensore.
visitabili: accessibili soggiorno e o sala da pranzo un servizio igienico e i relativi
percorsi interni- adattabili.
D.M. 236/89 stabilisce le norme per rendere fruibili alle xsone diversamente abili gli
spazi esterni pubblici e privati. larg min percorso pedonale 1,50m dislivello ottimale
tra piano percorso pedonale e piano terreno 2,5cm e non >10cm, ogni volta che il
xcorso pedonale si raccorda con il livello stradale o interrotto da un passo carrabile
vi devono essere rampe di lung = a quella del xcorso pedonale e di pendenza non >
15%, la pendenz max xcorso pedonale non deve essere >5% pu arrivare al 8% se vi
sono corrimano a 0,80m-cordolo sopraelevato di 10cm da entrambi i lati del percorso
pedonale-piano oriz di lung max 1,50 ogni 10 m sviluppo lineare del xcorso
pedonale, la pavimentazione deve essere antisdrucciolo, i cigli del percorso pedonale
devono essere realizzati con materiale atto ad assicurare l'immediata percezione
visiva e acustica, per dislivelli <3,20m consentito l'uso di rampe se > devono essere
installati montascale e servoscale per dislivelli >4m necessario ricorrere ad
ascensori.
parcheggi: il parcheggio deve essere previsto in aderenza ad un percorso pedonale
che abbia comunicazione non interrotta con gli accessi medesimi, le zone carrabili e
le zone pedonali del parcheggio devono essere o complanari o su piani diversi con un
dislivello max di 2,5cm, lo schema distributivo preferibile che sia a spina di pesce
con inclinazione max di 30, larghezza min 3,20 il parcheggio deve essere
contrassegnato con diversa colorazione e la zona necessaria al libero movimento deve
essere contrassegnata con zebratura, le zone pedonali del parcheggio devono essere
raccordate mediante rampa con i percorsi pedonali vicini se questi presentano un
livello sup a 2,5cm con il piano carrabile, i parcheggi devono infine essere il pi
possibile vicino all'ingresso della struttura consigliabile dist 10m e possibilmente
dotati di copertura.
accessi: devono avere luce in 1,50m le zone antistanti e retrostanti devono essere in
piano e allo stesso livello ed estendersi x una profondit di 1,50m, se indispensabile
una soglia non deve essere > di 2,5cm, la zona antistante gli accessi deve essere

protetta dagli agenti atmosferici per almeno 2m, se vi una soglia deve essere
arrotondata e realizzata con appostiti materiali atti all'immediata percezione visiva ed
acustica, nel caso di porte esterne gli infissi devono consentire visuale int-est.
piattaforme distribuzione: la loro sup min deve essre di 6m2con lato minore nn
<2m.
scale: andamento regolare ed omogeneo, pendenza costante e rampe con lunghezza
preferibilmente uguale pedata minima 30cm alazata max 16cm, alazata inclinata
rsispetto alla pedata di circa 7580, in caso di disegno discontinuo l'aggetto della
pedata deve esser compreso tra min 2cm e una max 2,5cm, pavimentazione
antisdrucciolo, dotate di parapetto min 1m e corrimano posto a 0,90m, per i bambini
deve essere previsto un secondo corrimano, le rampe di scale sup a 1,80m devono
essere munite di doppio corrimano. art.236/89
passaggi e porte: larg min corridoi 1,50m non devono presentare variazioni di
livello, le porte devono avere luce minima di 0,85m ottimale 0,90m, luce min porta a
due battenti 0,85m realizzato con un unico battente, spazio libero intermedio tra pi
porte 1,50m, porte e stipiti devono essere resistenti all'urto all'usura specie parti
comprese entro 0,4 m, la forza necessaria ad aprire le porte non deve superare 8kg
(consigliabili valori3-4kg), consigliabile uso maniglie a leva poste ad h max di 0,9m.
servizi igienici: Minime dimensioni 180 cm X 180 cm,Porte:85 cm luce netta
minima, Apertura verso l'esterno,WC:Posto nella parte opposta all'accesso. L'asse
della tazza deve essere posto ad una distanza minima di 140 cm dalla parete laterale
sinistra e ad una distanza minima di 40 cm dalla parete laterale destra. Lavabo:Deve
essere posto preferibilmente nella parete opposta a quella cui fissata la tazza WC
lateralmente all'accesso. Il piano lavabo deve essere posto ad un'altezza di 80 cm dal
pavimento.
Il lavabo deve essere del tipo a mensola .Le tubazioni di carico e scarico dell'acqua
devono essere sotto traccia per evitare ingombri sotto il lavabo. La rubinetteria deve
avere il comando a leva. Specchio:Deve essere posto sopra il lavabo in una zona
compresa tra 90 cm e 170 cm d'altezza. Corrimano:Il locale deve essere provvisto di
un corrimano orizzontale continuo fissato lungo l'intero perimetro del locale (escluso
lo spazio interessato dal lavabo e dalla porta).Il corrimano deve essere fissato
all'altezza di 80 cm dal pavimento e ad una distanza di 5 cm dalla parete. Altro
corrimano deve essere previsto all'altezza di 80 cm fissato nel lato interno della porta
per consentire l'apertura a spinta verso l'esterno. Due corrimani verticali fissati al
pavimento e al soffitto: il primo deve essere posto, a sinistra (per chi entra) della
tazza WC ad una distanza dall'asse di 40 cm e dalla parete posteriore di 15 cm; il
secondo, deve essere posto a destra (per chi entra) della tazza WC a 30 cm dal bordo
anteriore della tazza e di 15 cm dalla parete laterale destra. I corrimani devono essere
realizzati in tubo di acciaio da un pollice, rivestito e verniciato con materiale plastico.
Campanello elettrico:Deve essere del tipo a cordone, posto in prossimit della tazza
WC.