Sei sulla pagina 1di 137

INDICE

SEZIONE I

SUONI, SEGNI, PAROLE


Unit 1

Fonologia e ortografia
1 I segni e i suoni

........................................................................................

..........................................................................................................................................................

Le lettere dellalfabeto

.............................................................................................................................................

Come si scrivono e come si pronunciano ...........................................................................................


Luso delle lettere maiuscole e minuscole ..........................................................................................

2 Le vocali

..............................................................................................................................................................................

Dittongo, trittongo, iato

3 Le consonanti

6
8

..........................................................................................................................................

...............................................................................................................................................................

11

Digrammi e trigrammi
Il raddoppiamento

...............................................................................................................................................

12

........................................................................................................................................................

14

Consigli per una corretta ortografia

..............................................................................................................

14

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

16

4 La sillaba

............................................................................................................................................................................

La divisione in sillabe

..................................................................................................................................................

26
26

5 Laccento tonico e la sillaba

..........................................................................................................................

28

Parole proclitiche ed enclitiche

..........................................................................................................................

29

............................................................................................................................................................

29

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

31

Laccento grafico

SCHEDA LESSICALE
6 Lelisione

7 Il troncamento

Le parole omgrafe, p. 34

.............................................................................................................................................................................

37

.............................................................................................................................................................

39

Troncamento irregolare o apcope

...............................................................................................................

INDICE

III

40

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
SCHEDA LESSICALE

41

Il troncamento nei proverbi, p. 44

8 La punteggiatura

.....................................................................................................................................................

45

.....................................................................................................................................................................

47

MAPPA DEI CONTENUTI ..............................................................................................................................

49

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

50

SOSTA DI VERIFICA ....................................................................................................................................

54

ESERCIZI per il RECUPERO ...............................................................................................................

58

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO .............................................................................................

60

Grammatica in Pista

62

I segni grafici

..............................................................................................................................

Unit 2

La forma delle parole


1 La struttura delle parole

2 Parole primitive e parole derivate

..........................................................................................

64

..................................................................................................................................

66

.......................................................................................................

67

I prefissi

..................................................................................................................................................................................

68

I suffissi

...................................................................................................................................................................................

69

3 Parole alterate

4 Parole composte

............................................................................................................................................................

70

......................................................................................................................................................

71

Prefissi e suffissi di origine classica

.................................................................................................................

72

MAPPA DEI CONTENUTI ..............................................................................................................................

73

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

74

SCHEDE LESSICALI

Parole frase e parole mosaico, p. 79


Prefissoidi e suffissoidi che esprimono stati danimo, p. 80

SOSTA DI VERIFICA ....................................................................................................................................

82

ESERCIZI per il RECUPERO ...............................................................................................................

84

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO .............................................................................................

86

Grammatica in Pista

88

IV

INDICE

..............................................................................................................................

SEZIONE II

MORFOLOGIA
Unit 1

Il verbo
1 Che cos il verbo

2 La coniugazione del verbo

..............................................................................................................................................................

92

...................................................................................................................................................

94

...........................................................................................................................

95

La persona e il numero ..............................................................................................................................................

96

I tempi

.....................................................................................................................................................................................

97

I modi .......................................................................................................................................................................................

98

3 Laspetto del verbo

.......................................................................................................................................

99

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

101

SCHEDA LESSICALE
4 Le coniugazioni

Lorigine della parola verbo, p. 102


.................................................................................................................................................

108

Osservazioni sui verbi della prima coniugazione ..................................................................... 108


Osservazioni sui verbi della seconda coniugazione ............................................................... 109
Osservazioni sui verbi della terza coniugazione ........................................................................ 109
LA CONIUGAZIONE DEL VERBO ESSERE ........................................................................................................ 110
LA CONIUGAZIONE DEL VERBO AVERE .......................................................................................................... 111
LE CONIUGAZIONI REGOLARI: AMARE, TEMERE, SERVIRE ....................................................................... 112

I verbi irregolari

.....................................................................................................................................................

115

PRINCIPALI VERBI IRREGOLARI DELLA PRIMA CONIUGAZIONE ................................................................. 116


PRINCIPALI VERBI IRREGOLARI DELLA SECONDA CONIUGAZIONE .......................................................... 116
PRINCIPALI VERBI IRREGOLARI DELLA TERZA CONIUGAZIONE ................................................................. 123
I verbi difettivi ......................................................................................................................................................... 124
I verbi sovrabbondanti

.....................................................................................................................................

126

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

127

SCHEDE LESSICALI

Il participio presente dei verbi essere e avere, p. 129


I verbi tuttofare: andare e dare, p. 132
I verbi tuttofare: fare e dire, p. 133
Anche marito e moglie sono coniugati, p. 136

5 Luso dei modi e dei tempi verbali

.................................................................................................

141

Lindicativo ................................................................................................................................................................. 141

INDICE

Il presente ...........................................................................................................................................................
Limperfetto .......................................................................................................................................................
Il passato prossimo .......................................................................................................................................
Il passato remoto ...........................................................................................................................................
Il trapassato prossimo .................................................................................................................................
Il trapassato remoto .....................................................................................................................................
Il futuro semplice ............................................................................................................................................
Il futuro anteriore ...........................................................................................................................................
Il congiuntivo

...........................................................................................................................................................

Il condizionale

142
142
142
142
142
143
143
144

.........................................................................................................................................................

146

..............................................................................................................................................................

148

.......................................................................................................................................................................

149

Limperativo
Linfinito

141

Il participio

................................................................................................................................................................

150

Il gerundio

.................................................................................................................................................................

152

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

154

SCHEDA LESSICALE

Tempi difficili per il congiuntivo, p. 158

6 Il genere dei verbi: transitivi e intransitivi

7 La forma dei verbi: attivi e passivi

..............................................................................

168

.................................................................................................

169

................................................................................................

170

................................................................................................

171

.................................................................................................................

172

Dalla forma attiva alla forma passiva


Dalla forma passiva alla forma attiva
LA PRIMA CONIUGAZIONE PASSIVA

8 La forma dei verbi: i riflessivi

..............................................................................................................

173

Verbi riflessivi impropri ..................................................................................................................................... 174


Verbi intransitivi pronominali ........................................................................................................................ 174
LA PRIMA CONIUGAZIONE RIFLESSIVA ............................................................................................................ 175

9 Verbi e costruzioni impersonali

........................................................................................................

176

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

178

10 Funzioni particolari del verbo

............................................................................................................

186

.........................................................................................................................................................

186

.............................................................................................................................................................

187

I verbi ausiliari
I verbi servili

I verbi fraseologici

...............................................................................................................................................

189

I verbi predicativi e copulativi ...................................................................................................................... 191

MAPPA DEI CONTENUTI

......................................................................................................................

192

PER FARE LANALISI GRAMMATICALE .................................................................................... 194

VI

INDICE

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

195

SOSTA DI VERIFICA ....................................................................................................................................

200

ESERCIZI per il RECUPERO ...............................................................................................................

204

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO .............................................................................................

212

Grammatica in Pista

..............................................................................................................................

216

..............................................................................................................................................................

218

...........................................................................................................................................

220

................................................................................................................................

221

Unit 2

Il nome
1 Che cos il nome

2 Il significato del nome

Nomi concreti e nomi astratti ...................................................................................................................... 221


Nomi propri e nomi comuni .......................................................................................................................... 222
Nomi individuali e nomi collettivi .............................................................................................................. 223

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
SCHEDE LESSICALI

225

Il nome cosa, p. 227


Nomi propri o nomi comuni?, p. 228
Nomi collettivi formati con il suffisso -teca, p. 230

3 La forma del nome

........................................................................................................................................

Il genere: maschile e femminile

..................................................................................................................

231
231

Nomi di genere comune .......................................................................................................................... 232


Nomi di genere promiscuo ..................................................................................................................... 233
Il cambiamento di genere

..............................................................................................................................

I falsi cambiamenti di genere

234

................................................................................................................

235

......................................................................................................................

236

Nomi variabili ...................................................................................................................................................


Nomi invariabili ...............................................................................................................................................
Nomi difettivi ....................................................................................................................................................
Nomi sovrabbondanti ................................................................................................................................

237

Il numero: singolare e plurale

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
SCHEDE LESSICALI

238
239
240
242

Le parole della famiglia, p. 243


La cucina globale, p. 246
Pantaloni, calzoni o jeans?, p. 247
Parole straniere nellarredamento, p. 248

INDICE

VII

4 La struttura del nome

.................................................................................................................................

249

Nomi primitivi e nomi derivati ..................................................................................................................... 249


Nomi alterati ............................................................................................................................................................ 250
Nomi composti

......................................................................................................................................................

252

Il plurale dei nomi composti ................................................................................................................... 252

MAPPA DEI CONTENUTI

......................................................................................................................

254

PER FARE LANALISI GRAMMATICALE .................................................................................... 255

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
SCHEDE LESSICALI

256

Chi mangia troppo, chi troppo poco, p. 257


Anche il diavolo ha un avvocato?, p. 258
I proverbi, p. 260

SOSTA DI VERIFICA ....................................................................................................................................

262

ESERCIZI per il RECUPERO ...............................................................................................................

266

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO .............................................................................................

268

Grammatica in Pista

270

..............................................................................................................................

Unit 3

Larticolo
1 Che cos larticolo

2 La scelta degli articoli in base alla forma

....................................................................................................................................................

272

........................................................................................................................................

274

................................................................................

275

............................................................................................................

277

............................................................................................................................

278

Larticolo davanti ai nomi stranieri

3 Larticolo determinativo

Usi particolari dellarticolo determinativo

...........................................................................................

279

.......................................................................................................................

280

...........................................................................................................................................

281

4 Larticolo indeterminativo

5 Larticolo partitivo

MAPPA DEI CONTENUTI

......................................................................................................................

283

PER FARE LANALISI GRAMMATICALE .................................................................................... 283

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
VIII

INDICE

284

SOSTA DI VERIFICA ....................................................................................................................................

292

ESERCIZI per il RECUPERO ...............................................................................................................

296

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO .............................................................................................

298

Grammatica in Pista

..............................................................................................................................

300

................................................................................................................................................

302

..................................................................................................................................

304

Unit 4

Laggettivo
1 Che cos laggettivo

La concordanza dellaggettivo con il nome

.......................................................................................

305

La funzione dellaggettivo .............................................................................................................................. 306

2 Laggettivo qualificativo

...........................................................................................................................

Posizione e funzioni dellaggettivo qualificativo

............................................................................

307
307

Il genere e il numero: le classi dellaggettivo qualificativo ...................................................... 308


Particolarit nella formazione del plurale

......................................................................................

309

La struttura dellaggettivo qualificativo ................................................................................................ 310


I gradi dellaggettivo qualificativo ............................................................................................................ 311
Il grado comparativo ................................................................................................................................... 311
Il grado superlativo ....................................................................................................................................... 312
Forme speciali di comparativo e superlativo .............................................................................. 314

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
SCHEDE LESSICALI

316

Buono e grande, gli aggettivi tuttofare, p. 321


Uso e abuso del superlativo, p. 329

3 Gli aggettivi determinativi

Gli aggettivi possessivi

....................................................................................................................

330

.....................................................................................................................................

330

Altri aggettivi possessivi: proprio e altrui ...................................................................................... 331


La posizione dellaggettivo possessivo ........................................................................................... 332
Gli aggettivi dimostrativi ................................................................................................................................. 333
Altri aggettivi dimostrativi: stesso, medesimo, tale

...............................................................

333

Gli aggettivi indefiniti

........................................................................................................................................

334

Gli aggettivi numerali

........................................................................................................................................

336

Numerali cardinali ......................................................................................................................................... 337


Numerali ordinali ........................................................................................................................................... 337
Altri numerali

...........................................................................................................................................................

INDICE

340

IX

Numerali moltiplicativi ...............................................................................................................................


Numerali frazionari ........................................................................................................................................
Numerali distributivi .....................................................................................................................................
Numerali collettivi .........................................................................................................................................
Gli aggettivi interrogativi ed esclamativi

MAPPA DEI CONTENUTI

340
340
341
341

.............................................................................................

342

......................................................................................................................

343

PER FARE LANALISI GRAMMATICALE .................................................................................... 344

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
SCHEDE LESSICALI

345

Luso degli aggettivi indefiniti nei proverbi, p. 350


I numerali collettivi, parole dai molti significati, p. 354

SOSTA DI VERIFICA ....................................................................................................................................

356

ESERCIZI per il RECUPERO ...............................................................................................................

360

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO .............................................................................................

362

Grammatica in Pista

..............................................................................................................................

364

..............................................................................................................................................

366

..................................................................................................................................

368

Unit 5

Il pronome
1 Che cos il pronome

La distinzione tra aggettivo e pronome

2 I pronomi personali

...............................................................................................

369

.......................................................................................................................................

370

I pronomi personali soggetto

......................................................................................................................

371

I pronomi personali complemento ........................................................................................................... 372


Uso delle forme toniche del pronome personale complemento .................................. 372
Uso delle forme atone del pronome personale complemento ..................................... 373
I pronomi personali riflessivi

.........................................................................................................................

Luso dei pronomi personali riflessivi

375

................................................................................................

375

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

377

3 I pronomi possessivi

4 I pronomi dimostrativi

.....................................................................................................................................

384

...............................................................................................................................

385

Luso dei pronomi dimostrativi

5 I pronomi indefiniti

.............................................................................................................

385

........................................................................................................................................

386

Luso dei pronomi indefiniti

INDICE

....................................................................................................................

387

6 I pronomi relativi

.............................................................................................................................................

Caratteristiche e uso dei pronomi relativi

I pronomi relativi misti

388

.....................................................................................

389

......................................................................................................................................

391

7 I pronomi interrogativi ed esclamativi

MAPPA DEI CONTENUTI

.......................................................................................

392

......................................................................................................................

393

PER FARE LANALISI GRAMMATICALE .................................................................................... 394

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
SCHEDE LESSICALI

395

Luso dei pronomi indefiniti nei proverbi, p. 398


Significati particolari del pronome relativo che, p. 401

SOSTA DI VERIFICA ....................................................................................................................................

404

ESERCIZI per il RECUPERO ...............................................................................................................

408

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO .............................................................................................

410

Grammatica in Pista

412

..............................................................................................................................

Unit 6

Lavverbio
1 Che cos lavverbio

2 La forma dellavverbio

3 Il significato dellavverbio

................................................................................................................................................

414

.....................................................................................................................................

416

...............................................................................................................................

417

......................................................................................................................

418

Gli avverbi di modo o qualificativi

............................................................................................................

418

Gli avverbi di luogo ............................................................................................................................................. 419


Gli avverbi di tempo ........................................................................................................................................... 420
Gli avverbi di quantit ....................................................................................................................................... 421
Gli avverbi di valutazione o di giudizio

.................................................................................................

Gli avverbi interrogativi, esclamativi, presentativi

........................................................................

424

..............................................................................................

425

......................................................................................................................

427

4 I gradi e lalterazione dellavverbio

MAPPA DEI CONTENUTI

422

PER FARE LANALISI GRAMMATICALE .................................................................................... 427

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
SCHEDA LESSICALE

428

Perch si dice cos? Lorigine di alcune celebri


locuzioni avverbiali, p. 431

INDICE

XI

Unit 7

La preposizione
1 Che cos la preposizione

......................................................................................................................

438

......................................................................................................................

440

La funzione della preposizione

...................................................................................................................

2 La forma della preposizione

Le preposizioni proprie

................................................................................................................

441

....................................................................................................................................

441

Le preposizioni improprie
Le locuzioni prepositive

440

..............................................................................................................................

442

...................................................................................................................................

443

3 Il significato della preposizione

4 Luso della preposizione

........................................................................................................

444

...........................................................................................................................

445

MAPPA DEI CONTENUTI

......................................................................................................................

446

PER FARE LANALISI GRAMMATICALE .................................................................................... 446

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
SCHEDA LESSICALE

447

Modi di dire bestiali!, p. 450

Unit 8

La congiunzione
1 Che cos la congiunzione

2 La forma della congiunzione

3 La funzione della congiunzione

Le congiunzioni coordinanti

...................................................................................................................

452

.....................................................................................................................

454

...............................................................................................................

454

........................................................................................................

455

..........................................................................................................................

456

Le congiunzioni subordinanti

.......................................................................................................................

458

MAPPA DEI CONTENUTI

......................................................................................................................

460

PER FARE LANALISI GRAMMATICALE .................................................................................... 460

ESERCIZI ................................................................................................................................................................
SCHEDA LESSICALE

XII

INDICE

Congiunzioni minacciose e un po offensive, p. 466

461

Unit 9

Linteriezione
1 Che cos linteriezione

2 La forma dellinteriezione

Le interiezioni proprie

...............................................................................................................................

468

............................................................................................................................

470

......................................................................................................................

470

.......................................................................................................................................

470

Le interiezioni improprie

.................................................................................................................................

471

Le locuzioni esclamative

..................................................................................................................................

471

3 Le onomatopee: parole o suoni?

MAPPA DEI CONTENUTI

....................................................................................................

472

......................................................................................................................

473

PER FARE LANALISI GRAMMATICALE .................................................................................... 473

ESERCIZI ................................................................................................................................................................

474

SOSTA DI VERIFICA ....................................................................................................................................

476

ESERCIZI per il RECUPERO ...............................................................................................................

480

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO .............................................................................................

484

Grammatica in Pista

486

..............................................................................................................................

Grammatica in Pista - REGOLAMENTO DEL GIOCO


INDICE ANALITICO

....................................................................

488

.................................................................................................................................................

491

INDICE

XIII

O
B
R
E
V
IL
A
GR

AT
MM

ICA ITALIAN
A

FUNZIONI indica unazione, un evento casuale, unesistenza,

un modo di essere, uno stato.

TIT
CARTA DIDEN
DI

VERBO

FORMA una parte variabile del discorso, in quanto pu mutare


a seconda della coniugazione, del modo, del tempo e della persona.
POSIZIONE non ha una collocazione precisa, pertanto pu trovarsi

in qualsiasi parte del testo.


SEGNI PARTICOLARI , insieme al nome, lelemento pi importante
del discorso; senza di esso la comunicazione sarebbe impossibile.
Ogni frase, infatti, costruita attorno a un verbo, che normalmente
espresso, ma che, in casi particolari, pu essere sottinteso.

CHE COSA SAI

Riconoscere il verbo allinterno di un testo.


Individuare le informazioni fornite dalla coniugazione del verbo (modo, tempo, persona).
Conoscere i paradigmi delle tre coniugazioni regolari.
Riconoscere il genere del verbo (transitivo, intransitivo).
Riconoscere la forma del verbo (attiva, passiva, riflessiva).

CONTROLLA
Inserisci opportunamente nella tabella i verbi elencati.

avr creduto sono stato premiato cammino fu raggiunto restituirai avere speso
ho parlato avevano dormito vedere volevate avrete consigliato avere ricordato
che tu abbia vinto avrei voluto foste fuggiti che essi avessero spento ascolta
partecipante saranno accompagnati
TEMPO PASSATO

92

SEZIONE II. MORFOLOGIA

TEMPO PRESENTE

TEMPO FUTURO

TEMPO PASSATO

TEMPO PRESENTE

TEMPO FUTURO

Sottolinea i verbi presenti nel brano.

Il femminismo
movimento per lemancipazione della donna ebbe inizio nel XVIII secolo, durante
la Rivoluzione francese, quando, nel 1790, fu pubblicata la Dichiarazione dei diritti
della donna e della cittadina. I movimenti femministi richiesero non solo la fruizione
del diritto di voto, ma anche la parit dei diritti civili, sociali ed economici, nel lavoro,
nel diritto di famiglia e nel rapporto tra i sessi. La partecipazione delle donne alle battaglie sociali testimoniata dalla loro partecipazione alla Rivoluzione russa, alle lotte
operaie e alla Resistenza. Il femminismo, come movimento, nacque negli Stati Uniti
alla fine degli anni 60, si diffuse in tutti i Paesi industrializzati ed ebbe come obiettivi
la costruzione di una cultura autonoma, la volont di emancipazione, la lotta contro
ogni forma di maschilismo nella vita sociale e la conquista della libert sessuale. Il principio dellemancipazione, penetrato in fasce sempre pi ampie della societ, ha avuto
riscontri concreti nella presenza delle donne nei pi disparati settori del lavoro, delle
istituzioni politiche e sindacali e nelle forze armate.

Il

(AA. VV., Storialab, SEI, Torino)

Indica se i verbi sottolineati sono attivi (A) o passivi (P).


1. Ho ascoltato le tue parole, ma non credo che tu mi abbia detto la verit. 2. Se

fossi stato avvertito che la riunione stata rimandata , non sarei arrivato cos pre-

sto. 3. Sono caduto dalla scala mentre appendevo un quadro alla parete. 4. Tutti gli
allievi che non sono stati interrogati faranno una verifica scritta. 5. I Romani furono

sconfitti da Annibale nella battaglia di Canne, ma poi Scipione vinse il generale car-

taginese a Zama. 6. Ho prestato una notevole cifra al mio amico, ma poi quei soldi non
mi sono stati restituiti . 7. Non appena la bella notizia mi stata comunicata , ho fat-

to salti di gioia.

CHE COSA IMPARERAI

Riconoscere la funzione svolta dal verbo nel discorso.


Individuare gli elementi che concorrono alla coniugazione del verbo.
Riconoscere laspetto del verbo.
Distinguere le caratteristiche proprie dei modi e dei tempi verbali.
Riconoscere le funzioni specifiche svolte da alcuni verbi (ausiliari, servili, fraseologici,
copulativi, impersonali).
Riconoscere la particolare coniugazione di alcuni verbi (irregolari, difettivi,
sovrabbondanti).
Svolgere lanalisi grammaticale del verbo.
Utilizzare correttamente i verbi nella produzione di testi scritti e orali.

1. Il verbo

93

Che cos il verbo


f Pap legge il giornale, la mamma parla al telefono, la nonna
guarda la televisione e io faccio i compiti.
f I bambini giocano nel cortile della scuola.
f Al termine della cena gli invitati brindarono in onore del padrone
di casa.
Il
f postino consegna la corrispondenza ogni mattina.

Le parole evidenziate, pur diverse tra loro, sono accomunate dalla funzione che svolgono: esse, infatti, indicano delle azioni. Si tratta dunque di verbi.
verbo la parte variabile del discorso con la quale si esprimono, collocandoli nel
DEFINIZIONE Iltempo,
unazione, un evento casuale, unesistenza, un modo di essere, uno stato.

Ecco alcuni esempi delle possibili funzioni svolte dal verbo:


IL VERBO INDICA

OTA
N
N
BE E

ESEMPI

unazione

La bimba raccoglie dei fiori.


Il calcio di rigore stato parato dal portiere.

un evento casuale

Piove da tre giorni.

unesistenza

In quel bosco viveva una fata buona e bella.


Nella stanza cera un graziosissimo gattino dal pelo rosso.

un modo di essere

Sono orgoglioso di mio figlio.

uno stato

Mi fermer dagli zii per una settimana.

Il verbo lelemento fondamentale della frase, in quanto non possibile esprimere alcun pensiero senza di esso. Anche nei casi in cui il verbo non sia espresso, la sua presenza sottintesa:
f Fuori di qui! = Vai / Andate fuori di qui!
f Mani in alto! = Tieni / Tenete le mani in alto!

Frasi di questo tipo sono dette nominali (vedi vol. B, unit 1, cap. 1, par. 2), perch si reggono essenzialmente sul nome.

BANCO DI PROVA

Sottolinea i verbi presenti nel brano.

re della foresta, in condizioni di severa prigionia, soffre assai meno di molti animali feroci perch in lui meno intenso il bisogno di muoversi. Diremo anzi che il
leone quasi il pi pigro di tutti gli animali da preda: egli soffre di una pigrizia veramente invidiabile. Quando si trova in libert copre talvolta enormi distanze per andare
in cerca di cibo, ma lo fa evidentemente solo sotto la spinta della fame, non per il desi-

Il

94

SEZIONE II. MORFOLOGIA

derio di muoversi. assai raro vedere un leone in cattivit percorrere incessantemente


la gabbia in lungo e in largo, come fanno per ore le povere volpi e i poveri lupi. Se ha accumulato abbastanza bisogno di moto per andare un poco su e gi, la sua sar una placida passeggiatina digestiva, del tutto immune da quella frenetica fretta con cui i canini
sfogano il loro intenso bisogno di moto.
(adattamento da K. Lorenz, Lanello di Re Salomone, Bompiani, Milano)

RISPOSTE ESATTE

/ 19

ESERCIZI

p. 101

La coniugazione del verbo


f Essi credevano ai fantasmi.
f Io non credo ai fantasmi.
f Ora mi crederete?

Le parole evidenziate sono apparentate tra loro, in quanto sono tre diverse forme del
verbo credere. Ognuna di esse, per, portatrice di un particolare significato. Cambiano
infatti le persone che compiono lazione: essi credevano, io credo, voi crederete; cambia anche il momento in cui collocata lazione: credevano (passato), credo (presente), crederete
(futuro).
A determinare i differenti significati del verbo sono caratteristiche proprie della sua
struttura. Esaminiamo le tre forme verbali: esse hanno in comune una parte (cred-), mentre differiscono per il resto: -evano, -o, -er.
Chiameremo tema o radice la parte invariabile, desinenza quella variabile. Il tema contiene il significato di base del verbo, la desinenza fornisce una serie di informazioni sulla persona che compie lazione, sul momento in cui questultima si svolge e su altri
aspetti che vedremo in seguito. Linsieme delle possibili modificazioni che si ottengono
cambiando le desinenze detto coniugazione.
linsieme delle forme che il verbo pu assumere per indicare la perDEFINIZIONE Lasonaconiugazione
o le persone che compiono lazione, e il tempo e il modo in cui essa avviene.

Le coniugazioni sono tre e si riconoscono dalla desinenza con cui i verbi terminano allinfinito presente:

prima coniugazione verbi in -are (cant-are, ricord-are, osserv-are)


seconda coniugazione verbi in -ere (cred-ere, vend-ere, sap-ere)
terza coniugazione
verbi in -ire (usc-ire, scopr-ire, diminu-ire)

Le vocali a, e, i si dicono vocali caratteristiche o tematiche perch servono a distinguere le tre coniugazioni.
I verbi si coniugano aggiungendo alla radice la desinenza richiesta dalla persona, dal
numero, dal tempo e dal modo:
f io cant-o
f tu ricord-erai
f egli cred-eva

f che voi vend-iate


f che noi usc-issimo
f essi scopr-irebbero
1. Il verbo

95

I verbi che seguono il modello delle tre coniugazioni appena esaminate sono detti regolari: essi conservano immutata la radice, alla quale aggiungono le desinenze proprie
della coniugazione di appartenenza (vedi pp. 108-14).
Esistono anche numerosi verbi che si discostano da tale modello, e che pertanto sono
classificati come irregolari (vedi pp. 115-24).
I verbi essere e avere, infine, hanno una coniugazione diversa da quella di tutti gli altri verbi, definita coniugazione propria (vedi pp. 110-11).
Oltre a quelli gi individuati, vi sono altri elementi che concorrono alla coniugazione del
verbo:

la persona;
il numero;
il tempo;
il modo.

BANCO DI PROVA

Inserisci opportunamente nella tabella i verbi elencati.

mordeva aspetta cucinerei coprendo assalire ridente aperto studiassero


sconfitto poltriscono comprimeva recuperai scoprirete soffierete sfoglino
pulendo visto luccicante discuto aravano
1 CONIUGAZIONE

RISPOSTE ESATTE

2 CONIUGAZIONE

3 CONIUGAZIONE

/ 20

ESERCIZI

p. 102

La persona e il numero
Il verbo pu essere di numero singolare o plurale, a seconda che la persona del verbo,
costituita da un pronome personale (vedi p. 370), sia di numero singolare o plurale.
Le persone del verbo sono sei, tre per il numero singolare e tre per il numero plurale, e
a ciascuna di esse corrisponde una desinenza specifica:

96

SINGOLARE

PLURALE

1 persona

io am-o

noi am-iamo

2 persona

tu am-i

voi am-ate

3 persona

egli / ella / esso / essa am-a

essi / esse am-ano

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Spesso il soggetto, cio chi compie lazione espressa dal verbo (vedi vol. B, unit 1, cap. 3,
par. 1), pu essere sottinteso; in questo caso la persona si potr ricavare dalla desinenza:
f Domani (io) visiter il Museo Egizio.

OTA
N
BENE

Nel caso in cui i soggetti siano pi di uno, il verbo dovr essere concordato al plurale:
f Il cane e il gatto sono animali domestici.
f Romani e Cartaginesi combatterono per il predominio nel Mediterraneo.
f LArtide e lAntartide si trovano agli antipodi.

BANCO DI PROVA

Scrivi davanti a ciascun verbo la persona (io, tu, egli) corretta.


1.

decidi

7.

vincerebbero

2.

pescava

8.

mangiassimo

3.

riconobbero

9.

cadr

4.

ammiravate

10.

ebbi fallito

5.

aveste detto

11.

piegherebbero

6.

pensasti

12.

cominciamo

RISPOSTE ESATTE

/ 12

ESERCIZI

p. 103

I tempi
f Tempo fa a scuola leggemmo un bellissimo libro di un autore sudamericano.
f Pap legge il giornale tutti i giorni.
f Legger la lettera appena avr tempo.

Nelle frasi ricorre sempre lo stesso verbo (leggere) coniugato per in forme differenti. Nel
primo caso (legg-emmo) lazione si gi svolta, nel secondo (legg-e) si sta svolgendo, nel terzo (legg-er) deve ancora svolgersi. Sono perci le desinenze a determinare il tempo, cio
a stabilire se lazione, il modo di essere o lo stato si collocano nel passato, nel presente
o nel futuro.
tempo indica se, nel momento in cui si parla o scrive, lazione gi avvenuta (pasDEFINIZIONE Ilsato),
sta avvenendo (presente) o deve ancora avvenire (futuro).

I tempi verbali si dividono in:

semplici: formati da una sola parola (parlo, parlai, parlerei);


composti: formati da due o pi parole (ho parlato, avrei parlato, saresti stato visto).
I tempi composti sono costituiti dal verbo essere o avere (detti ausiliari, vedi p. 186),
seguito dal participio passato del verbo che esprime lazione.
1. Il verbo

97

I modi
f
f
f
f

Io leggo volentieri il giornale.


Leggerei volentieri un bel libro.
Credo che tu legga troppo poco.
Leggi questo articolo.

Nelle frasi ritorna ancora il verbo leggere. In questo caso, per, le quattro forme verbali
non differiscono per il fatto di collocare lazione su piani temporali diversi (sono tutti
verbi di tempo presente), ma per il modo in cui la presentano.
Nella prima frase il verbo (legg-o) descrive semplicemente unazione che si sta svolgendo;
nella seconda (legg-erei) esprime un desiderio; nel terzo (legg-a) manifesta una convinzione; nella quarta (legg-i) costituisce un ordine.
Le desinenze possono quindi determinare anche il modo in cui lazione si svolge.

DEFINIZIONE Il modo indica le circostanze in cui lazione ha luogo.


I modi verbali si dividono in:

finiti: nella coniugazione distinguono sempre persona e numero (indicativo, congiuntivo, condizionale e imperativo);
indefiniti: indicano unazione o uno stato in modo indeterminato, cio senza distinguere la persona e indicando solo in alcuni casi il numero (infinito, participio
e gerundio).

Ecco il quadro riassuntivo dei modi e dei tempi verbali (le desinenze dei tempi semplici
sono evidenziate):
MODI FINITI
PRESENTE
Tempo
semplice

Tempi
semplici

PASSATO
Tempi
composti

Presente

Imperfetto

Passato prossimo

Futuro semplice

Futuro anteriore

io amo

io amavo

io ho amato

io amer

io avr amato

Tempi
semplici

FUTURO
Tempi
composti

INDICATIVO

Passato remoto

Trapassato prossimo

io amai

io avevo amato
Trapassato remoto

io ebbi amato
CONGIUNTIVO
Presente

Imperfetto

Passato

(che) io ami

(che) io amassi

(che) io abbia amato


Trapassato

(che) io avessi amato


CONDIZIONALE
Presente

Passato

io amerei

io avrei amato
IMPERATIVO

Presente

ama (tu)

98

SEZIONE II. MORFOLOGIA

MODI INDEFINITI
PRESENTE
Tempo
semplice

PASSATO
Tempi
composti

Tempi
semplici

INFINITO
Presente

Passato

amare

avere amato
PARTICIPIO

Presente

Passato

amante

amato
GERUNDIO

Presente

Passato

amando

avendo amato

BANCO DI PROVA

Indica se i verbi elencati sono di tempo passato (PA), presente (PR) o futuro (F).
decollano insidiavo rinuncerai avrei cucinato dicano avr

vivere avendo costretto riduceva abbiate scoperto


miagolava ebbi riconosciuto imparerete cantando avere
discusso ebbero incontrato ho corretto avrete pensato
sperato

RISPOSTE ESATTE

/ 18

ESERCIZI

p. 105

Laspetto del verbo


Oltre al tempo e al modo in cui lazione si svolge, il verbo pu fornire anche unaltra indicazione: laspetto.

esprime alcune caratteristiche del verbo, in relazione allinizio, alla durata e


DEFINIZIONE alLaspetto
ripetersi dellazione nel tempo.

Gli aspetti del verbo sono tre:

puntuale, quando il verbo esprime unazione momentanea, che si svolge e si esaurisce in un istante:
f Il cane abbaia.

durativo, quando il verbo esprime unazione che si protrae nel tempo:


f Il cane abbaia da dieci minuti.

iterativo, quando il verbo esprime unazione che si ripete nel tempo:


f Il cane abbaia ogni volta che sente suonare il campanello.

Laspetto determinato dal contesto, ma vi sono alcuni modi specifici per indicarlo, come puoi osservare nello schema a p. 100.
1. Il verbo

99

Laspetto del verbo


indicativo passato remoto: indica unazione che si conclude
in un periodo preciso
f Napoleone conquist lEgitto.

puntuale:
pu essere segnalato da

verbi che indicano unazione che si conclude nel momento


stesso in cui inizia (morire, nascere, esplodere, ferire,
terminare, incontrare, cadere)
f Poco fa ho incontrato il mio vecchio amico Alex.
indicativo imperfetto: indica unazione che continua nel
tempo
f La luna brillava alta nel cielo.

durativo:
pu essere segnalato da

verbi che indicano unazione che si compie in un tempo


prolungato (attendere, lavorare, camminare, passeggiare,
viaggiare)
f Ho lavorato tutto il giorno.
avverbi o locuzioni che indicano ripetitivit (sempre, ogni
giorno, tutte le sere)
f Telefono ogni giorno a mia sorella.

iterativo:
pu essere segnalato da

verbi preceduti dai prefissi ri- e re-, che suggeriscono lidea


di unazione ripetuta (richiamare, rileggere, rivisitare,
reimpiegare, reinserire)
f Ho riletto volentieri Il Signore degli Anelli.

BANCO DI PROVA

Indica se le forme verbali elencate esprimono un aspetto puntuale (P), durativo (D)
o iterativo (I).
vinse aspettano rileggo nevica arrivasti dormite riscoprire
sono caduto camminava scoppia reintrodurre capirono rispiegare
parlavate ripercorsi tuon marciavano nasce
RISPOSTE ESATTE

100

/ 18

SEZIONE II. MORFOLOGIA

ESERCIZI

p. 106

RCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ES

Che cos il verbo p. 94

In ciascun gruppo di verbi nascosta una parola che non un verbo. Individua e sottolinea gli intrusi.
1.
2.
3.
4.
5.
6.

partiti assaliti destituiti detriti impediti avvertiti


parlando camminando quando aspettando incoraggiando
copiare considerare ragionare segnare cascare bare
venite meteorite costruite capite finite aprite
rete farete imparerete siete camminerete vedete
credeste componeste dipingeste ceste berreste aprireste

In ciascun gruppo di parole nascosto un verbo. Individualo e sottolinealo.


1.
2.
3.
4.
5.
6.

ERC

I
IZ

cavaliere cavallo cavalleria cavalcare cavalcioni


scala scalone scalano scaletta scalata
mano maneggiano manufatto manata manina
vento avventato ventoso avventarsi ventata
boccata bocca bocchino boccaglio boccheggiare
naso nasata nasino nasello annuso

Evidenzia i verbi presenti nel brano.

na volpe affamata, vedendo, nel cavo di una quercia, del pane e della carne lasciati
da qualche pastore, vi entr dentro e li mangi. Ma quando ebbe la pancia piena,
non riusc pi a venir fuori, e prese a sospirare e a gemere. Unaltra volpe che passava a
caso di l, ud i suoi lamenti e le si avvicin chiedendo perch si lamentasse. Quando
seppe laccaduto: E tu resta l, le disse, finch non sarai ritornata comeri quando ci
entrasti: cos ne uscirai facilmente.
Questa favola mostra che il tempo risolve le difficolt.

(Esopo, La volpe con la pancia piena, in Favole, Rizzoli, Milano)

Riscrivi le frasi inserendo il verbo sottinteso.


1. Permesso? 2. Fuori di qui, maleducati! 3. Soddisfatto dei regali? 4. Attento a quella
buccia di banana! 5. A voi la parola. 6. E tu, un succo di frutta o unaranciata? 7. Per favore, ragazzi, un po di silenzio. 8. Claudio, gi i piedi dalla sedia!

Indica se i verbi sottolineati indicano azione (A), evento casuale (EC), esistenza (ES),
modo di essere (M) o stato (S).
1. Il nostro usignolo canta tutto il giorno. 2. La nonna sedeva placidamente sul

divano. 3. Domani probabilmente piover . 4. Il ragazzo si sentiva felice per aver

compiuto quella buona azione. 5. Il gatto, disteso sulla poltrona, mi fissava


attentamente. 6. A Canne Annibale sconfisse lesercito romano. 7. Rimarr a ca-

sa ancora qualche minuto, poi uscir . 8. I Maori vivono in Nuova Zelanda.

ATTENZIONE. Nei brani riportati in alcuni esercizi troverai delle parole evidenziate: cercale sul
dizionario e scrivine sul quaderno le definizioni.

RCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESE

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESE
1. Il verbo

101

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
SCHEDA
LESSICALE

Lorigine della parola verbo

La parola latina verbum, da cui deriva litaliano verbo, indicava sia la specifica categoria
grammaticale, sia la parola in generale. Nella nostra lingua entrambi i significati sono rimasti: il primo come traduzione diretta, il secondo attraverso una serie di derivazioni un po pi articolate.
Derivano infatti da verbo i sostantivi:

f proverbio = detto di uso popolare, con cui si afferma una verit generalmente riconosciuta
f diverbio = discussione animata, litigio
f cruciverba = gioco che si fa disponendo parole in righe e colonne, in modo che si incrocino
Particolarmente vario luso del termine verbale, che pu essere utilizzato come sostantivo e come aggettivo. Come sostantivo indica il documento scritto con cui si registrano fedelmente parole dette in una riunione (ad esempio il verbale del Consiglio distituto, oppure della riunione di
condominio, o ancora il verbale compilato dal vigile quando d una multa). Come aggettivo significa fatto di parole (ad esempio, comunicazione verbale).
Scrivi una frase con ciascuna delle parole derivate da verbo riportate nella scheda.

La coniugazione del verbo p. 95

Nelle forme verbali elencate individua radici e desinenze e inseriscile nella tabella.
Lesercizio avviato.

FORMA VERBALE RADICE

imprimcorregg-

imprimevo
corregge

DESINENZA

-evo
-e

FORMA VERBALE RADICE

temettero
udissero

miagolano

comprendano

ammuffisce

scoraggiato

scaldato

costruendo

bagner

partecipante

ringrazierei

scaverebbero

invitante

cantassi

rugg

riprodotto

DESINENZA

Indica se i verbi sottolineati appartengono alla prima (1), alla seconda (2) o alla terza coniugazione (3).
1. Mentre linsegnante spiegava la lezione, gli allievi prendevano appunti. 2. Mamma, oggi andr a giocare con gli amici. 3. Lastronave proveniente da Alfa Cen-

tauri atterr in una zona remota della Siberia. 4. I Fenici costruivano le loro navi con
i cedri che crescevano

sulle loro montagne.

5. Camminando

di buon passo rag-

giungeremo il paese in meno di unora. 6. I racconti narrati da Sharaz


ad
affascina-

il re, che le risparmi la vita. 7. Ti confider un segreto che non devi


rivelare a nessuno. 8. Dice il proverbio: non molestare il cane che dorme .

rono

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
102

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Scrivi cinque forme verbali della prima coniugazione, cinque della seconda e cinque
della terza.

La persona e il numero p. 96

9
LESSICO

Inserisci opportunamente nella tabella i verbi presenti nel brano. Attenzione: considera solo una volta le forme verbali che si ripetono.

La principessa Allegra si sposa


silenzio era sceso sulla grande piazza. Tutti comprendevano che stava succedendo
qualcosa di straordinario e trattenevano la voce e il respiro.
Perch mi avete nascosto tutto questo?, protestava la principessa Allegra. Perch avete
permesso che mi divertissi e ridessi di ogni cosa mentre intorno a me cera tanto dolore?.
Il Primo Ministro balbett penosamente una spiegazione: Noi non credevamo..., ma
ormai Allegra non lo ascoltava pi. Ella fissava il giovane mutilato e il giovane le restituiva lo sguardo. In quello sguardo non cera rimprovero, ma solo unumile adorazione.
Allegra fu certa a un tratto che lo amava per tutto ci che aveva sofferto; e fu certa che
anche il giovane lamava perch indovinava la sua piet.
Si alz, scese lentamente verso la piazza, mentre la gente si accalcava in silenzio per vedere. Si avvicin al giovane. Il suo volto era pallido e i suoi occhi umidi, ma la sua voce
non trem, e tutti intesero le sue parole: Vuoi essere il mio sposo?.
E il giovane rispose soltanto: S, lo voglio.

Il

(adattamento da G. Rodari, Venti storie pi una, Editori Riuniti, Roma)


1 PERS. SING.

2 PERS. SING.

3 PERS. SING.

1 PERS. PLUR.

2 PERS. PLUR.

3 PERS. PLUR.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

103

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
10

Nelle frasi evidenzia chi compie lazione espressa dal verbo (persona, animale oppure cosa).
1. Il centravanti calci con forza e il pallone si infil allincrocio dei pali.
2. Presso i leoni, le femmine provvedono alla caccia, mentre i maschi per lo pi oziano.
3. Il tempo cambi rapidamente e un temporale violentissimo si scaten sulla pianura.
4. La Terra ruota attorno al Sole, mentre la Luna ruota attorno alla Terra.
5. Il grande pianista esegu un brano difficilissimo e il pubblico lo applaud a lungo.
6. Alle otto il campanello suon ed entrarono i primi ospiti.
7. Dalla parete rocciosa si stacc un masso enorme.
8. Quando allorizzonte apparvero le navi nemiche, le vedette diedero lallarme.
9. Verso sera, si affacciarono sopra i monti nuvole minacciose.

11
LESSICO

Sottolinea nel brano i verbi il cui soggetto sottinteso.

La tartaruga e la lepre
na tartaruga e una lepre discutevano sulla loro velocit. Finalmente fissarono un
giorno e un punto di partenza e presero il via. La lepre, in virt della sua naturale
velocit, non si preoccup della cosa: si butt gi sul ciglio della strada e si addorment. La tartaruga, invece, consapevole della sua lentezza, non si ferm, e cos pass davanti
alla lepre che dormiva e raggiunse il premio della vittoria.
La favola mostra che spesso con lapplicazione otteniamo pi che con i doni naturali
che non abbiamo coltivati.

(adattamento da Esopo, Favole, Rizzoli, Milano)

12

Trasforma le frasi volgendo tutte le forme verbali dal singolare al plurale e adattando, dove necessario, le altre parti del discorso.

f Vai da Lidia e dille che laspetto.

Andate da Lidia e ditele che laspettiamo.

1. Fai presto, io ti aspetto. 2. Credi che verr? 3. Tu sai certamente dove si nascosto.
4. Se mi accompagnerai alla chitarra, io canter. 5. Guida molto bene, ma a volte un
po spericolato. 6. Questa lettera indirizzata a te. 7. Non aprire la porta a nessuno,
finch non sar tornato. 8. Ho letto il romanzo che mi hai prestato, ma non mi piaciuto molto. 9. Il prigioniero evaso dalla prigione fu catturato dopo poche ore dalla polizia.
10. Sta fermo, perch non riesco a concentrarmi.

13

Le frasi contengono alcuni errori nelluso delle forme verbali. Riscrivile in modo corretto.
1. Non rimproverateci, perch non sono noi le responsabili dellaccaduto.
2. Mara e Francesca ci ha scritto una bellissima cartolina da Londra.
3. La partita era difficile, perci ogni atleta scesero in campo deciso a impegnarsi a fondo.
4. Questo problema troppo difficile e nessuno siamo riusciti a risolverlo.
5. Se tutti i professori siete daccordo, possiamo organizzare una visita al Museo Egizio.
6. Bisogna punire il colpevole, chiunque possiate essere stato.
7. Il branco di cavalli correvano nella prateria.
8. Se qualcuno di voi mi aiutassero, ne sarei felice.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
104

SEZIONE II. MORFOLOGIA

I tempi e i modi p. 97

14

Inserisci opportunamente nella tabella i verbi presenti nel brano. Attenzione: considera solo la prima volta i verbi che si ripetono.

La prima volta in birreria


onda solo acqua che si muove, dice sempre mio padre. Ho avuto sempre un po
paura delle onde, soprattutto da bambino quando mio padre mi portava a pescare
e io me le vedevo enormi davanti alla barca e mi dicevo: ecco, adesso ci sommergono e
ciao. Allora pap mi spiegava che lacqua si muove soltanto in alto e in basso e basta. Infatti vero: nessuna onda ci ha mai sommerso, ci tirava su e poi ci rimetteva gi.
Quindi mi faccio coraggio, della serie nulla perduto, e faccio il passo decisivo: chiedo
al Seba se viene una volta con me in birreria.
Bang!
Cos di brutto. Che sar mai, mi dico, tutto questo terrore di parlare al Seba. Sar mica Dio?
una specie di sfida, di doppia sfida: andr per la prima volta in birreria, e ci andr col Seba.

(adattamento da P. Mastrocola, Una barca nel bosco, Guanda, Parma)


TEMPO PASSATO

15

TEMPO PRESENTE

TEMPO FUTURO

Indica se i verbi elencati sono di modo finito (F) o indefinito (I).


esporremo ho visto coprire che egli veda cogliendo cucinato
ammirer gradiremmo avere inviato sognante ceduto che noi

abbiamo salvato che tu suoni gironzolare scritto rompo avendo

trattenuto diceva amai ebbe distrutto avendo posto arrossiva

16
LESSICO

Individua i verbi presenti nel brano, poi inseriscili opportunamente nella tabella a p. 106.

on so se sia stato il mio sangue, ma un momento dopo i pescicani cominciarono ad


accorrere intorno alla zattera. Mai, in vita mia, ne avevo visti tanti, e cos voraci.
Saltavano come delfini, inseguendo e divorando pesci vicino al bordo. Spaventato, mi
sedetti nellinterno della zattera e mi misi a contemplare il massacro.
Tutto si verific con tanta violenza che non mi resi conto del momento in cui il pescecane salt fuori dallacqua dando un forte colpo di coda, e la zattera, dopo aver traballato pericolosamente, si immerse nella schiuma luccicante. In mezzo allo splendore della
maretta che si accaniva contro il bordo, riuscii a vedere un lampo metallico. Istintivamente, dopo aver afferrato un remo, mi misi a vibrare colpi mortali: ero sicuro che il pescecane era entrato nella zattera. Ma in un attimo vidi lenorme pinna che spuntava
lungo il bordo e mi resi conto di ci che era accaduto. Essendo inseguito dal pescecane,
un pesce brillante e verde, di circa mezzo metro di lunghezza, era saltato dentro la zattera. Con tutte le mie forze vibrai il primo colpo di remo sulla sua testa.

(adattamento da G. Garca Mrquez, Racconto di un naufrago, Editori Riuniti, Roma)

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

105

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
Tempi semplici

17
SCRITTURA

18
SCRITTURA

MODI FINITI
Tempi composti

Tempi semplici

MODI INDEFINITI
Tempi composti

Scrivi tre frasi con almeno un verbo di tempo semplice e tre con almeno un verbo di
tempo composto.
Scrivi cinque frasi, ciascuna della quali contenga un verbo di modo finito e uno di
modo indefinito.

Laspetto del verbo p. 99

19

Indica se i verbi sottolineati hanno un aspetto puntuale (P), durativo (D) oppure iterativo (I).
1. Mio padre verr a prendermi alle sei.

2. Mio padre viene a prendermi tutte le sere alle sei.


3. da unora che aspetto mio padre.

4. Il telegiornale di questa rete televisiva comincia alle 20 in punto.


5. Questa notte Alberto rientrato alle tre!

6. Non mi piace che tu rientri ogni notte alle tre.

7. I Fenici commerciavano con molti popoli mediterranei.

8. I Fenici combatterono a lungo con i Greci per il predominio del Mediterraneo.


9. La citt di Cartagine fu fondata dai Fenici.

10. Vado allallenamento tre volte alla settimana.


11. Fermati, scattato il rosso!

12. La quaresima dura quaranta giorni.

13. Ogni quattro anni il mese di febbraio conta ventinove giorni.


14. Il professore ha spiegato ininterrottamente per due ore.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
106

SEZIONE II. MORFOLOGIA

20

Inserisci opportunamente nella tabella i verbi contenuti nelle frasi, a seconda che
presentino un aspetto puntuale, durativo o iterativo.
1. Ho riscritto la lettera tre volte. 2. Garibaldi nacque a Nizza. 3. La neve cadeva fitta e
leggera. 4. I dinosauri scomparvero probabilmente in seguito alla caduta di un enorme
asteroide. 5. Dopo la distruzione a opera dellesercito romano, Cartagine fu ricostruita.
6. Il cane dormiva saporitamente. 7. Aspetto con impazienza il suono della campanella.
8. Il fulmine si abbattuto sulla vecchia quercia.
VERBI PUNTUALI

21

VERBI DURATIVI

VERBI ITERATIVI

Riscrivi le frasi correggendo gli errori.


1. Per tutta la notte tuonava e lampeggiava, infine si abbatteva sul paese una terribile
tempesta.
....................................................................................................................................................................................
....................................................................................................................................................................................

2. Rimanevo incredulo quando vedevo per la prima volta Gino su quella fuoriserie.
....................................................................................................................................................................................
....................................................................................................................................................................................

3. Dopo aver aperto il frigorifero, mi accorgevo che non ci fu nulla di buono da mangiare.
....................................................................................................................................................................................
....................................................................................................................................................................................

4. Nella battaglia di Maratona gli Ateniesi sconfiggevano lesercito persiano.


....................................................................................................................................................................................
....................................................................................................................................................................................

5. Ieri sera giocavamo a carte per tre ore.


....................................................................................................................................................................................
....................................................................................................................................................................................

6. Non ebbi il denaro per comperare il biglietto del treno, perci viaggiavo in autostop.
....................................................................................................................................................................................
....................................................................................................................................................................................

7. Allinizio del secondo tempo, il centravanti fulminava il portiere con un potentissimo tiro.
....................................................................................................................................................................................
....................................................................................................................................................................................

8. Manzoni nasceva a Milano nel 1785.


....................................................................................................................................................................................
....................................................................................................................................................................................

22

SCRITTURA

Scrivi tre frasi che contengano un verbo di aspetto puntuale, tre con un verbo durativo e tre con un verbo iterativo.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

107

Le coniugazioni
In questo paragrafo sono riportate le tavole delle coniugazioni dei verbi essere e avere (vedi pp. 110-11) e quelle delle tre coniugazioni dei verbi regolari (vedi pp. 112-14), ciascuna rappresentata da un verbo tipo:

1a coniugazione amare
2a coniugazione temere
3a coniugazione servire

Nelle tavole delle coniugazioni regolari le desinenze dei tempi semplici sono evidenziate.
Di seguito sono elencate le particolarit ortografiche di ciascuna coniugazione regolare.

Osservazioni sui verbi della prima coniugazione

I verbi in -care e -gare conservano il suono gutturale di c e g in tutta la coniugazione; prendono quindi una h davanti alle desinenze che cominciano per i e per e
(rec-h-iamo, rec-h-eremmo; neg-h-ino, neg-h-erete).
I verbi in -ciare, -giare e -sciare (baciare, incoraggiare, lasciare) perdono la i finale della radice, quando la desinenza del verbo comincia per i e per e (bac-er, incoragg-eremo,
lasc-erei).
I verbi in -iare conservano la i della radice quando su questa cade laccento tonico della parola (inv-i, sp-ino); tuttavia, perdono la i della radice se questa non accentata
(stud-i, inv-iate, sp-iamo).
I verbi in -gnare sono regolari, quindi mantengono la desinenza propria della prima
coniugazione (indicativo pres.: 1 pers. plur.: bagn-iamo; 2 pers. plur.: bagn-ate; congiuntivo presente: 1 pers. plur.: che noi bagn-iamo; 2 pers. plur.: che voi bagn-iate).
I verbi che terminano in -gliare perdono la i della radice quando la desinenza comincia per i (tu sbagl-i e non tu sbagli-i).

BANCO DI PROVA

Inserisci opportunamente nella tabella i verbi della prima coniugazione presenti nellelenco, a seconda del modo di appartenenza.

corteggiavo ricamano valuterei ammirando sperare guardino costeggiasti


adorante seguitassero aravano insidieranno cominciato segnaliate mancando
acquistare diventereste dato
INDICATIVO
CONGIUNTIVO
CONDIZIONALE
INFINITO
PARTICIPIO
GERUNDIO

RISPOSTE ESATTE

108

/ 17

SEZIONE II. MORFOLOGIA

ESERCIZI

p. 129

Osservazioni sui verbi della seconda coniugazione

Alcuni verbi (temere, dovere, credere, riflettere, battere, cedere) ammettono alla 1 e alla 3
persona singolare e alla 3 plurale del passato remoto una duplice forma (io temei /
io temetti; egli tem / egli temette; essi temerono / essi temettero).
I verbi fare e dire, che risultano rispettivamente dalle contrazioni delle voci latine
facere e dicere, devono considerarsi appartenenti alla seconda coniugazione.
Cos appartengono alla seconda coniugazione i verbi in -arre, -orre, -urre, come trarre (forma contratta da trahere), porre (da ponere), condurre (da conducere).
I verbi in -gnere sono regolari, quindi assumono la desinenza propria della seconda
coniugazione (indicativo pres.: 1 pers. plur.: spegn-iamo; congiuntivo pres.: 1 pers.
plur.: che noi spegn-iamo; 2 pers. plur.: che voi spegn-iate).
I verbi che contengono nella radice il dittongo uo (muovere, cuocere, scuotere) conservano la u quando il dittongo si trova in una sillaba tonica (mu-vono, scu-tono); la
perdono, invece, quando si trova in una sillaba non accentata (movimo, scotimo) o
in una sillaba che, pur essendo accentata, termina con consonante (ms-so, scs-so).

BANCO DI PROVA

Evidenzia i verbi della seconda coniugazione presenti nellelenco.


cantava part conduce riconoscente vinto approdano sfiorito faccio traevano
contiene dicano scomparissero sto comporrei mangiando ridente
RISPOSTE ESATTE

/9

ESERCIZI

p. 133

Osservazioni sui verbi della terza coniugazione

Molti verbi della terza coniugazione (ad esempio ammonire, obbedire, condire, custodire, pulire, nitrire) inseriscono il suffisso -isc- tra la radice e la desinenza nelle persone
singolari e nella terza plurale dellindicativo, del congiuntivo e dellimperativo presente. Abbiamo cos:

Indicativo
Congiuntivo

io fin-isc-o, tu fin-isc-i, egli fin-isc-e, essi fin-isc-ono


io fin-isc-a, tu fin-isc-a, egli fin-isc-a, essi fin-isc-ano

Imperativo

fin-isc-i

Altri verbi presentano entrambe le forme (applaudo / applaudisco; inghiotto / inghiottisco).

Il participio presente in genere termina in -ente (fuggente, partente, seguente, uscente),


talvolta in -iente (esordiente, nutriente, dormiente, obbediente).

BANCO DI PROVA

Evidenzia i verbi della terza coniugazione presenti nellelenco.


dormiva aspetter facevo squittisce bevendo costruirebbero accettato
punito condividere fuggente avvilito riconobbe fiorir ascolta ruggisce
copri ambiscono
RISPOSTE ESATTE

/ 10

ESERCIZI

1. Il verbo

p. 134

109

LA CONIUGAZIONE DEL VERBO ESSERE

MODI FINITI
INDICATIVO
Presente

Passato prossimo

Passato remoto

Trapassato remoto

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

sono
sei

siamo
siete
sono

sono stato
sei stato
stato
siamo stati
siete stati
sono stati

fui
fosti
fu
fummo
foste
furono

fui stato
fosti stato
fu stato
fummo stati
foste stati
furono stati

Imperfetto

Trapassato prossimo

Futuro semplice

Futuro anteriore

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

ero
eri
era
eravamo
eravate
erano

ero stato
eri stato
era stato
eravamo stati
eravate stati
erano stati

sar
sarai
sar
saremo
sarete
saranno

sar stato
sarai stato
sar stato
saremo stati
sarete stati
saranno stati

CONGIUNTIVO
Presente

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

Passato

sia
sia
sia
siamo
siate
siano

Imperfetto

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

sia stato
sia stato
sia stato
siamo stati
siate stati
siano stati

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

Trapassato

fossi
fossi
fosse
fossimo
foste
fossero

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

CONDIZIONALE

IMPERATIVO

Presente

Passato

Presente

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

sii
(sia
(siamo
siate
(siano

sarei
saresti
sarebbe
saremmo
sareste
sarebbero

fossi stato
fossi stato
fosse stato
fossimo stati
foste stati
fossero stati

sarei stato
saresti stato
sarebbe stato
saremmo stati
sareste stati
sarebbero stati

tu
egli)
noi)
voi
essi)

MODI INDEFINITI
INFINITO

PARTICIPIO

GERUNDIO

Presente

Passato

Presente

Passato

Presente

Passato

essere

essere stato

stato

essendo

essendo stato

110

SEZIONE II. MORFOLOGIA

LA CONIUGAZIONE DEL VERBO AVERE

MODI FINITI
INDICATIVO
Presente

Passato prossimo

Passato remoto

Trapassato remoto

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

ho
hai
ha
abbiamo
avete
hanno

ho avuto
hai avuto
ha avuto
abbiamo avuto
avete avuto
hanno avuto

ebbi
avesti
ebbe
avemmo
aveste
ebbero

ebbi avuto
avesti avuto
ebbe avuto
avemmo avuto
aveste avuto
ebbero avuto

Imperfetto

Trapassato prossimo

Futuro semplice

Futuro anteriore

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

avevo
avevi
aveva
avevamo
avevate
avevano

avevo avuto
avevi avuto
aveva avuto
avevamo avuto
avevate avuto
avevano avuto

avr
avrai
avr
avremo
avrete
avranno

avr avuto
avrai avuto
avr avuto
avremo avuto
avrete avuto
avranno avuto

CONGIUNTIVO
Presente

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

Passato

abbia
abbia
abbia
abbiamo
abbiate
abbiano

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

Imperfetto

abbia avuto
abbia avuto
abbia avuto
abbiamo avuto
abbiate avuto
abbiano avuto

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

Trapassato

avessi
avessi
avesse
avessimo
aveste
avessero

CONDIZIONALE

IMPERATIVO

Presente

Passato

Presente

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

abbi
(abbia
(abbiamo
abbiate
(abbiano

avrei
avresti
avrebbe
avremmo
avreste
avrebbero

(che) io avessi avuto


(che) tu avessi avuto
(che) egli avesse avuto
(che) noi avessimo avuto
(che) voi aveste avuto
(che) essi avessero avuto

avrei avuto
avresti avuto
avrebbe avuto
avremmo avuto
avreste avuto
avrebbero avuto

tu
egli)
noi)
voi
essi)

MODI INDEFINITI
INFINITO

PARTICIPIO

GERUNDIO

Presente

Passato

Presente

Passato

Presente

Passato

avere

avere avuto

avente

avuto

avendo

avendo avuto

1. Il verbo

111

LE CONIUGAZIONI REGOLARI: AMARE, TEMERE, SERVIRE


1a coniugazione
AMARE

2a coniugazione
TEMERE

3a coniugazione
SERVIRE

MODI FINITI
INDICATIVO
Presente

Presente

Presente

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

amo
ami
ama
amiamo
amate
amano

temo
temi
teme
temiamo
temete
temono

servo
servi
serve
serviamo
servite
servono

Imperfetto

Imperfetto

Imperfetto

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

amavo
amavi
amava
amavamo
amavate
amavano

temevo
temevi
temeva
temevamo
temevate
temevano

servivo
servivi
serviva
servivamo
servivate
servivano

Passato remoto

Passato remoto

Passato remoto

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

amai
amasti
am
amammo
amaste
amarono

temei / temetti
temesti
tem / temette
tememmo
temeste
temerono / temettero

servii
servisti
serv
servimmo
serviste
servirono

Futuro semplice

Futuro semplice

Futuro semplice

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

amer
amerai
amer
ameremo
amerete
ameranno

temer
temerai
temer
temeremo
temerete
temeranno

servir
servirai
servir
serviremo
servirete
serviranno

Passato prossimo

Passato prossimo

Passato prossimo

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

ho amato
hai amato
ha amato
abbiamo amato
avete amato
hanno amato

ho temuto
hai temuto
ha temuto
abbiamo temuto
avete temuto
hanno temuto

ho servito
hai servito
ha servito
abbiamo servito
avete servito
hanno servito

Trapassato prossimo

Trapassato prossimo

Trapassato prossimo

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

avevo amato
avevi amato
aveva amato
avevamo amato
avevate amato
avevano amato

112

SEZIONE II. MORFOLOGIA

avevo temuto
avevi temuto
aveva temuto
avevamo temuto
avevate temuto
avevano temuto

avevo servito
avevi servito
aveva servito
avevamo servito
avevate servito
avevano servito

1a coniugazione
AMARE

2a coniugazione
TEMERE

3a coniugazione
SERVIRE

MODI FINITI
INDICATIVO
Trapassato remoto

Trapassato remoto

Trapassato remoto

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

ebbi amato
avesti amato
ebbe amato
avemmo amato
aveste amato
ebbero amato

ebbi temuto
avesti temuto
ebbe temuto
avemmo temuto
aveste temuto
ebbero temuto

ebbi servito
avesti servito
ebbe servito
avemmo servito
aveste servito
ebbero servito

Futuro anteriore

Futuro anteriore

Futuro anteriore

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

avr amato
avrai amato
avr amato
avremo amato
avrete amato
avranno amato

avr temuto
avrai temuto
avr temuto
avremo temuto
avrete temuto
avranno temuto

avr servito
avrai servito
avr servito
avremo servito
avrete servito
avranno servito

CONGIUNTIVO
Presente

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

Presente

ami
ami
ami
amiamo
amiate
amino

Imperfetto

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

amassi
amassi
amasse
amassimo
amaste
amassero

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi
(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

temessi
temessi
temesse
temessimo
temeste
temessero

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

abbia temuto
abbia temuto
abbia temuto
abbiamo temuto
abbiate temuto
abbiano temuto

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

serva
serva
serva
serviamo
serviate
servano
servissi
servissi
servisse
servissimo
serviste
servissero

Passato

Trapassato

avessi amato
avessi amato
avesse amato
avessimo amato
aveste amato
avessero amato

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi
Imperfetto

Passato

abbia amato
abbia amato
abbia amato
abbiamo amato
abbiate amato
abbiano amato

Trapassato

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

Presente

tema
tema
tema
temiamo
temiate
temano

Imperfetto

Passato

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

abbia servito
abbia servito
abbia servito
abbiamo servito
abbiate servito
abbiano servito

Trapassato

avessi temuto
avessi temuto
avesse temuto
avessimo temuto
aveste temuto
avessero temuto

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

avessi servito
avessi servito
avesse servito
avessimo servito
aveste servito
avessero servito

1. Il verbo

113

1a coniugazione
AMARE

2a coniugazione
TEMERE

3a coniugazione
SERVIRE

MODI FINITI
CONDIZIONALE
Presente

Presente

Presente

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

amerei
ameresti
amerebbe
ameremmo
amereste
amerebbero

temerei
temeresti
temerebbe
temeremmo
temereste
temerebbero

servirei
serviresti
servirebbe
serviremmo
servireste
servirebbero

Passato

Passato

Passato

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

avrei amato
avresti amato
avrebbe amato
avremmo amato
avreste amato
avrebbero amato

avrei temuto
avresti temuto
avrebbe temuto
avremmo temuto
avreste temuto
avrebbero temuto

avrei servito
avresti servito
avrebbe servito
avremmo servito
avreste servito
avrebbero servito

IMPERATIVO
Presente

Presente

ama
(ami
(amiamo
amate
(amino

temi
(tema
(temiamo
temete
(temano

tu
egli)
noi)
voi
essi)

Presente

tu
egli)
noi)
voi
essi)

servi
(serva
(serviamo
servite
(servano

tu
egli)
noi)
voi
essi)

MODI INDEFINITI
INFINITO
Presente

Presente

Presente

amare

temere

servire

Passato

Passato

Passato

avere amato

avere temuto

avere servito

Presente

Presente

Presente

amante

temente

servente

Passato

Passato

Passato

amato

temuto

servito

Presente

Presente

Presente

amando

temendo

servendo

Passato

Passato

Passato

avendo amato

avendo temuto

avendo servito

PARTICIPIO

GERUNDIO

114

SEZIONE II. MORFOLOGIA

I verbi irregolari
f Vado al cinema.
f Garibaldi nacque a Nizza.
f Ufficio aperto al pubblico dalle ore 9.00 alle ore 12.30.

I verbi evidenziati presentano unanomalia, in quanto si discostano dal modello delle coniugazioni regolari (vedi pp. 112-14). Se seguissero tali modelli, infatti, vado, nacque e
aperto dovrebbero comportarsi rispettivamente in questo modo:
and-are and-o (and- radice, -o desinenza dellindicativo presente, 1 pers. sing.)
nasc-ere nasc-, oppure nasc-ette (nasc- radice, - / -ette desinenze del passato remoto,
3 pers. sing.)
apr-ire apr-ito (apr- radice, -ito desinenza del participio passato).
Questi verbi si dicono perci irregolari.
dicono irregolari tutti i verbi che si discostano dal modello della coniugazione cui
DEFINIZIONE Siappartengono.

Naturalmente le forme irregolari riguardano soltanto alcuni modi, tempi e persone, non
tutte le voci del verbo. I tempi in cui si verificano pi spesso le irregolarit sono lindicativo passato remoto e il participio passato; la coniugazione che ne presenta il maggior numero la seconda.
Alle pp. 116-24 riportato lelenco dei principali verbi irregolari.

OTA
N
N
E
B E

I verbi che derivano da altri verbi irregolari si coniugano allo stesso modo; ad esempio:
f accadere si coniuga come cadere
f accogliere si coniuga come cogliere

f disfare, rifare si coniugano come fare


f divenire si coniuga come venire

BANCO DI PROVA

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi.


1. Mi sono sempre (chiedere) come (fare) Mara a mantenersi cos giovane. 2. Vorrei che tu mi (stare)

a sentire. 3. Fuggimmo tutti,

quando nella radura (apparire) un cinghiale. 4. Il guasto al motore (parere)

re)

subito grave, perci portammo lauto dal meccanico. 5. Nessuno mi (da-

(valere)

aiuto quando ne ebbi bisogno. 6. Spero che questi ragazzi (trarre)

un utile insegnamento dal loro errore. 7. Mi auguro che le tue promesse

pi di quelle che sei solito fare. 8. ora che i bambini (andare)

a letto. 9. Marina, (fare)

in modo che la casa sia in ordine

quando verranno gli ospiti. 10. (Avvenire) quel che deve avvenire!
RISPOSTE ESATTE

/ 11

ESERCIZI

1. Il verbo

p. 136

115

LE

VITA Ecco alcune delle forme verbali irregolari che pi spesso inducono in errore:
E
RRORE
FORME VERBALI

FORME ERRATE

FORME CORRETTE

Indicativo passato remoto


di dare e stare

dasti, dammo, daste; stasti, desti, demmo, deste; stesti,


stammo, staste
stemmo, steste

Congiuntivo imperfetto
di dare e stare

dassi, stassi

dessi, stessi

Congiuntivo presente
di andare, dare, stare

vadi, dii, stii

vada, dia, stia

Indicativo imperfetto
di benedire, maledire, disdire,
contraddire (composti di dire)

benedivo, maledivo,
disdivo, contraddivo

benedicevo, maledicevo,
disdicevo, contraddicevo

Imperativo presente
di dare, andare, fare, stare, dire

da / d, va / v, fa / f,
sta / st, di / d

da, va, fa, sta, di

Indicativo presente
di dare (3 pers. sing.)

da / da

PRINCIPALI VERBI IRREGOLARI DELLA PRIMA CONIUGAZIONE


INDICATIVO pres.: vado,

vai, va, andiamo, andate, vanno; futuro: andr, andrai, andr,


andremo, andrete, andranno; CONGIUNTIVO pres.: vada, vada, vada, andiamo,
andiate, vadano; CONDIZIONALE pres.: andrei, andresti, andrebbe, andremmo,
andreste, andrebbero; IMPERATIVO pres.: vai (va), vada, andiamo, andate, vadano

Andare
(aus.: essere)

pres.: do, dai, d, diamo, date, danno; pass. remoto: diedi (detti), desti,
diede (dette), demmo, deste, diedero (dettero); futuro: dar, darai, dar, daremo,
darete, daranno; CONGIUNTIVO pres.: dia, dia, dia, diamo, diate, diano; imperf.: dessi,
dessi, desse, dessimo, deste, dessero; CONDIZIONALE pres.: darei, daresti, darebbe,
daremmo, dareste, darebbero; IMPERATIVO pres.: dai (da), dia, diamo, date, diano

Dare

INDICATIVO

(aus.: avere)

pres.: sto, stai, sta, stiamo, state, stanno; pass. remoto: stetti, stesti,
stette, stemmo, steste, stettero; futuro: star, starai, star, staremo, starete, staranno;
CONGIUNTIVO pres.: stia, stia, stia, stiamo, stiate, stiano; imperf.: stessi, stessi, stesse,
stessimo, steste, stessero; CONDIZIONALE pres.: starei, staresti, starebbe, staremmo,
stareste, starebbero; IMPERATIVO pres.: stai (sta), stia, stiamo, state, stiano

Stare

INDICATIVO

(aus.: essere)

PRINCIPALI VERBI IRREGOLARI DELLA SECONDA CONIUGAZIONE


(aus.: avere)

pass. remoto: accesi, accendesti, accese, accendemmo, accendeste,


accesero; PARTICIPIO pass.: acceso

Accorgersi

INDICATIVO

Accendere

INDICATIVO

(aus.: essere)

pass. remoto: mi accorsi, ti accorgesti, si accorse, ci accorgemmo,


vi accorgeste, si accorsero; PARTICIPIO pass.: accortosi

Alludere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Appendere

INDICATIVO

(aus.: avere)

116

pass. remoto: allusi, alludesti, alluse, alludemmo, alludeste, allusero;


pass.: alluso

pass. remoto: appesi, appendesti, appese, appendemmo, appendeste,


appesero; PARTICIPIO pass.: appeso

SEZIONE II. MORFOLOGIA

pass. remoto: arsi, ardesti, arse, ardemmo, ardeste, arsero;


(aus.: essere / avere) PARTICIPIO pass.: arso
Ardere

INDICATIVO

Assistere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: assistei (assistetti), assistesti, assist (assistette), assistemmo,


assisteste, assisterono (assistettero); PARTICIPIO pass.: assistito

Assolvere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: assolsi, assolvesti, assolse, assolvemmo, assolveste,


assolsero; PARTICIPIO pass.: assolto

Assumere

INDICATIVO

(aus.: avere)

Bere
(aus.: avere)

pass. remoto: assunsi, assumesti, assunse, assumemmo, assumeste,


assunsero; PARTICIPIO pass.: assunto
pres.: bevo, bevi, beve, beviamo, bevete, bevono; imperf.: bevevo,
bevevi, beveva, bevevamo, bevevate, bevevano; pass. remoto: bevvi (bevei, bevetti),
bevesti, bevve (bev, bevette), bevemmo, beveste, bevvero; futuro: berr, berrai,
berr, berremo, berrete, berranno; CONGIUNTIVO pres.: beva, beva, beva, beviamo,
beviate, bevano; imperf.: bevessi, bevessi, bevesse, bevessimo, beveste, bevessero;
CONDIZIONALE pres.: berrei, berresti, berrebbe, berremmo, berreste, berrebbero;
IMPERATIVO pres.: bevi, beva, beviamo, bevete, bevano; PARTICIPIO pass.: bevuto;
GERUNDIO pres.: bevendo
INDICATIVO

(aus.: essere)

pass. remoto: caddi, cadesti, cadde, cademmo, cadeste, caddero; futuro:


cadr, cadrai, cadr, cadremo, cadrete, cadranno; CONDIZIONALE pres.: cadrei,
cadresti, cadrebbe, cadremmo, cadreste, cadrebbero

Chiedere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Chiudere

INDICATIVO

Cadere

INDICATIVO

pass. remoto: chiesi, chiedesti, chiese, chiedemmo, chiedeste, chiesero;


pass.: chiesto

(aus.: avere)

pass. remoto: chiusi, chiudesti, chiuse, chiudemmo, chiudeste, chiusero;


PARTICIPIO pass.: chiuso

Cogliere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pres.: colgo, cogli, coglie, cogliamo, cogliete, colgono; pass. remoto:


colsi, cogliesti, colse, cogliemmo, coglieste, colsero; CONGIUNTIVO pres.: colga,
colga, colga, cogliamo, cogliate, colgano; PARTICIPIO pass.: colto

Comprimere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: compressi, comprimesti, compresse, comprimemmo,


comprimeste, compressero; PARTICIPIO pass.: compresso

Concedere

INDICATIVO

(aus.: avere)

Condurre
(aus.: avere)

Conoscere
(aus.: avere)

pass. remoto: concessi, concedesti, concesse, concedemmo, concedeste,


concessero; PARTICIPIO pass.: concesso
pres.: conduco, conduci, conduce, conduciamo, conducete, conducono;
imperf.: conducevo, conducevi, conduceva, conducevamo, conducevate,
conducevano; pass. remoto: condussi, conducesti, condusse, conducemmo,
conduceste, condussero; futuro: condurr, condurrai, condurr, condurremo,
condurrete, condurranno; CONGIUNTIVO pres.: conduca, conduca, conduca,
conduciamo, conduciate, conducano; imperf.: conducessi, conducessi, conducesse,
conducessimo, conduceste, conducessero; CONDIZIONALE pres.: condurrei,
condurresti, condurrebbe, condurremmo, condurreste, condurrebbero;
IMPERATIVO pres.: conduci, conduca, conduciamo, conducete, conducano;
PARTICIPIO pres.: conducente; pass.: condotto; GERUNDIO pres.: conducendo
INDICATIVO

pass. remoto: conobbi, conoscesti, conobbe, conoscemmo, conosceste,


conobbero; PARTICIPIO pass.: conosciuto
INDICATIVO

1. Il verbo

117

pass. remoto: corsi, corresti, corse, corremmo, correste, corsero;


(aus.: essere / avere) PARTICIPIO pass.: corso
Correre

INDICATIVO

Crescere

INDICATIVO

(aus.: essere)

PARTICIPIO

Cuocere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Decidere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Deludere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Difendere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Dipingere

INDICATIVO

pass. remoto: crebbi, crescesti, crebbe, crescemmo, cresceste, crebbero;


pass.: cresciuto
pass. remoto: cossi, cocesti, cosse, cocemmo, coceste, cossero;
pres.: cocente; pass.: cotto
pass. remoto: decisi, decidesti, decise, decidemmo, decideste, decisero;
pass.: deciso
pass. remoto: delusi, deludesti, deluse, deludemmo, deludeste, delusero;
pass.: deluso
pass. remoto: difesi, difendesti, difese, difendemmo, difendeste, difesero;
pass.: difeso

pass. remoto: dipinsi, dipingesti, dipinse, dipingemmo, dipingeste,


dipinsero; PARTICIPIO pass.: dipinto

(aus.: avere)

pres.: dico, dici, dice, diciamo, dite, dicono; imperf.: dicevo, dicevi,
diceva, dicevamo, dicevate, dicevano; pass. remoto: dissi, dicesti, disse, dicemmo,
diceste, dissero; CONGIUNTIVO pres.: dica, dica, dica, diciamo, diciate, dicano;
imperf.: dicessi, dicessi, dicesse, dicessimo, diceste, dicessero; IMPERATIVO pres.: di, dica,
diciamo, dite, dicano; PARTICIPIO pres.: dicente; pass.: detto; GERUNDIO pres.: dicendo

Dire

INDICATIVO

(aus.: avere)

(aus.: avere)

pass. remoto: diressi, dirigesti, diresse, dirigemmo, dirigeste, diressero;


PARTICIPIO pass.: diretto

Discutere

INDICATIVO

Dirigere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: discussi, discutesti, discusse, discutemmo, discuteste,


discussero; PARTICIPIO pass.: discusso

Distinguere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: distinsi, distinguesti, distinse, distinguemmo, distingueste,


distinsero; PARTICIPIO pass.: distinto

Distruggere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: distrussi, distruggesti, distrusse, distruggemmo,


distruggeste, distrussero; PARTICIPIO pass.: distrutto

Dividere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Dovere

INDICATIVO

pass. remoto: divisi, dividesti, divise, dividemmo, divideste, divisero;


pass.: diviso
pres.: devo (debbo), devi, deve, dobbiamo, dovete, devono (debbono);

(aus.: essere / avere) futuro: dovr, dovrai, dovr, dovremo, dovrete, dovranno; CONGIUNTIVO pres.: deva

(debba), deva (debba), deva (debba), dobbiamo, dobbiate, devano (debbano);


CONDIZIONALE pres.: dovrei, dovresti, dovrebbe, dovremmo, dovreste, dovrebbero;
PARTICIPIO pass.: dovuto
(aus.: essere)

pass. remoto: emersi, emergesti, emerse, emergemmo, emergeste,


emersero; PARTICIPIO pass.: emerso

Esistere

PARTICIPIO

Emergere

INDICATIVO

pass.: esistito

(aus.: essere)

(aus.: avere)

pass. remoto: espulsi, espellesti, espulse, espellemmo, espelleste,


espulsero; PARTICIPIO pass.: espulso

Esplodere

INDICATIVO

Espellere

(aus.: essere)

118

INDICATIVO

pass. remoto: esplosi, esplodesti, esplose, esplodemmo, esplodeste,


esplosero; PARTICIPIO pass.: esploso
SEZIONE II. MORFOLOGIA

Fare
(aus.: avere)

pres.: faccio, fai, fa, facciamo, fate, fanno; imperf.: facevo, facevi, faceva,
facevamo, facevate, facevano; pass. remoto: feci, facesti, fece, facemmo, faceste,
fecero; futuro: far, farai, far, faremo, farete, faranno; CONGIUNTIVO pres.: faccia,
faccia, faccia, facciamo, facciate, facciano; imperf.: facessi, facessi, facesse,
facessimo, faceste, facessero; CONDIZIONALE pres.: farei, faresti, farebbe, faremmo,
fareste, farebbero; IMPERATIVO pres.: fai (fa), faccia, facciamo, fate, facciano;
PARTICIPIO pres.: facente; pass.: fatto; GERUNDIO pres.: facendo
INDICATIVO

pass. remoto: finsi, fingesti, finse, fingemmo, fingeste, finsero;


pass.: finto

Fingere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Fondere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Friggere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

pass. remoto: fusi, fondesti, fuse, fondemmo, fondeste, fusero;


pass.: fuso
pass. remoto: frissi, friggesti, frisse, friggemmo, friggeste, frissero;
pass.: fritto

pres.: giaccio, giaci, giace, giacciamo (giaciamo), giacete, giacciono;


(aus.: essere / avere) pass. remoto: giacqui, giacesti, giacque, giacemmo, giaceste, giacquero;
CONGIUNTIVO pres.: giaccia, giaccia, giaccia, giacciamo (giaciamo), giacciate
(giaciate), giacciano; IMPERATIVO pres.: giaci, giaccia, giacciamo (giaciamo), giacete,
giacciano; PARTICIPIO pass.: giaciuto
Giacere

INDICATIVO

Giungere

INDICATIVO

(aus.: essere)

PARTICIPIO

Godere

INDICATIVO

(aus.: avere)

CONDIZIONALE

Invadere

INDICATIVO

pass. remoto: giunsi, giungesti, giunse, giungemmo, giungeste, giunsero;


pass.: giunto
futuro: godr, godrai, godr, godremo, godrete, godranno;
pres.: godrei, godresti, godrebbe, godremmo, godreste, godrebbero

(aus.: avere)

pass. remoto: invasi, invadesti, invase, invademmo, invadeste, invasero;


PARTICIPIO pass.: invaso

Leggere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Mettere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Mordere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Muovere

INDICATIVO

pass. remoto: lessi, leggesti, lesse, leggemmo, leggeste, lessero;


pass.: letto
pass. remoto: misi, mettesti, mise, mettemmo, metteste, misero;
pass.: messo
pass. remoto: morsi, mordesti, morse, mordemmo, mordeste, morsero;
pass.: morso

(aus.: avere)

pass. remoto: mossi, movesti (muovesti), mosse, movemmo (muovemmo),


moveste (muoveste), mossero; PARTICIPIO pass.: mosso

Nascere

INDICATIVO

(aus.: essere)

PARTICIPIO

Nascondere

INDICATIVO

pass. remoto: nacqui, nascesti, nacque, nascemmo, nasceste, nacquero;


pass.: nato

(aus.: avere)

pass. remoto: nascosi, nascondesti, nascose, nascondemmo,


nascondeste, nascosero; PARTICIPIO pass.: nascosto

Nuocere

INDICATIVO

(aus.: avere)

Parere
(aus.: essere)

pres.: nuoccio (noccio), nuoci, nuoce, nociamo, nocete, nuocciono


(nocciono); pass. remoto: nocqui, nocesti, nocque, nocemmo, noceste, nocquero;
CONGIUNTIVO pres.: nuoccia (noccia), nuoccia (noccia), nuoccia (noccia), nociamo,
nociate, nuocciano (nocciano); PARTICIPIO pass.: nociuto
pres.: paio, pari, pare, paiamo, parete, paiono; pass. remoto: parvi,
paresti, parve, paremmo, pareste, parvero; futuro: parr, parrai, parr, parremo,
parrete, parranno; CONGIUNTIVO pres.: paia, paia, paia, paiamo, paiate, paiano;
CONDIZIONALE pres.: parrei, parresti, parrebbe, parremmo, parreste, parrebbero;
PARTICIPIO pres.: parvente; pass.: parso
INDICATIVO

1. Il verbo

119

(aus.: avere)

pass. remoto: percossi (percotei), percotesti, percosse (percot),


percotemmo, percoteste, percossero (percoterono); PARTICIPIO pass.: percosso

Perdere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Persuadere

INDICATIVO

Percuotere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: persi, perdesti, perse, perdemmo, perdeste, persero;


pass.: perso (perduto)

pass. remoto: persuasi, persuadesti, persuase, persuademmo,


persuadeste, persuasero; PARTICIPIO pass.: persuaso
pres.: piaccio, piaci, piace, piacciamo, piacete, piacciono; pass. remoto:
piacqui, piacesti, piacque, piacemmo, piaceste, piacquero; CONGIUNTIVO pres.:
piaccia, piaccia, piaccia, piacciamo (piaciamo), piacciate (piaciate), piacciano;
PARTICIPIO pass.: piaciuto

Piacere

INDICATIVO

(aus.: essere)

(aus.: avere)

pass. remoto: piansi, piangesti, pianse, piangemmo, piangeste, piansero;


PARTICIPIO pass.: pianto

Piovere

INDICATIVO

Piangere

INDICATIVO

pass. remoto: piovvi, piovesti, piovve, piovemmo, pioveste, piovvero;

(aus.: essere / avere) PARTICIPIO pass.: piovuto

pass. remoto: porsi, porgesti, porse, porgemmo, porgeste, porsero;


pass.: porto

Porgere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Porre

pres.: pongo, poni, pone, poniamo, ponete, pongono; imperf.: ponevo,


ponevi, poneva, ponevamo, ponevate, ponevano; pass. remoto: posi, ponesti, pose,
ponemmo, poneste, posero; futuro: porr, porrai, porr, porremo, porrete, porranno;
CONGIUNTIVO pres.: ponga, ponga, ponga, poniamo, poniate, pongano; imperf.:
ponessi, ponessi, ponesse, ponessimo, poneste, ponessero; CONDIZIONALE pres.:
porrei, porresti, porrebbe, porremmo, porreste, porrebbero; IMPERATIVO pres.: poni,
ponga, poniamo, ponete, pongano; PARTICIPIO pass.: posto; GERUNDIO pres.: ponendo
INDICATIVO

(aus.: avere)

pres.: posso, puoi, pu, possiamo, potete, possono; futuro: potr, potrai,
(aus.: essere / avere) potr, potremo, potrete, potranno; CONGIUNTIVO pres.: possa, possa, possa,
possiamo, possiate, possano; CONDIZIONALE pres.: potrei, potresti, potrebbe,
potremmo, potreste, potrebbero; PARTICIPIO pres.: potente; pass.: potuto
Potere

INDICATIVO

Prendere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Proteggere

INDICATIVO

pass. remoto: presi, prendesti, prese, prendemmo, prendeste, presero;


pass.: preso

(aus.: avere)

pass. remoto: protessi, proteggesti, protesse, proteggemmo,


proteggeste, protessero; PARTICIPIO pass.: protetto

Pungere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Radere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Reggere

INDICATIVO

pass. remoto: punsi, pungesti, punse, pungemmo, pungeste, punsero;


pass.: punto
pass. remoto: rasi, radesti, rase, rademmo, radeste, rasero;
pass.: raso

(aus.: avere)

pass. remoto: ressi, reggesti, resse, reggemmo, reggeste, ressero;


PARTICIPIO pass.: retto

Rendere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

pass. remoto: resi, rendesti, rese, rendemmo, rendeste, resero;


pass.: reso

Resistere

PARTICIPIO

pass.: resistito

(aus.: avere)

120

SEZIONE II. MORFOLOGIA

(aus.: avere)

pass. remoto: risi, ridesti, rise, ridemmo, rideste, risero;


PARTICIPIO pass.: riso

Riflettere

INDICATIVO

Ridere

(aus.: avere)

Rimanere
(aus.: essere)

INDICATIVO

pass. remoto: riflettei (riflessi), riflettesti, riflett (riflesse), riflettemmo,


rifletteste, rifletterono (riflessero); PARTICIPIO pass.: riflettuto (riflesso)
pres.: rimango, rimani, rimane, rimaniamo, rimanete, rimangono; pass.
remoto: rimasi, rimanesti, rimase, rimanemmo, rimaneste, rimasero; futuro: rimarr,
rimarrai, rimarr, rimarremo, rimarrete, rimarranno; CONGIUNTIVO pres.: rimanga,
rimanga, rimanga, rimaniamo, rimaniate, rimangano; CONDIZIONALE pres.: rimarrei,
rimarresti, rimarrebbe, rimarremmo, rimarreste, rimarrebbero; IMPERATIVO pres.:
rimani, rimanga, rimaniamo, rimanete, rimangano; PARTICIPIO pass.: rimasto
INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: risposi, rispondesti, rispose, rispondemmo, rispondeste,


risposero; PARTICIPIO pass.: risposto

Rodere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Rompere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Sapere

INDICATIVO

Rispondere

(aus.: avere)

Scegliere
(aus.: avere)

Scendere

INDICATIVO

pass. remoto: rosi, rodesti, rose, rodemmo, rodeste, rosero;


pass.: roso
pass. remoto: ruppi, rompesti, ruppe, rompemmo, rompeste, ruppero;
pass.: rotto

pres.: so, sai, sa, sappiamo, sapete, sanno; pass. remoto: seppi, sapesti,
seppe, sapemmo, sapeste, seppero; futuro: sapr, saprai, sapr, sapremo, saprete,
sapranno; CONGIUNTIVO pres.: sappia, sappia, sappia, sappiamo, sappiate, sappiano;
CONDIZIONALE pres.: saprei, sapresti, saprebbe, sapremmo, sapreste, saprebbero;
IMPERATIVO pres.: sappi, sappia, sappiamo, sappiate, sappiano; PARTICIPIO pres.: sapiente
pres.: scelgo, scegli, sceglie, scegliamo, scegliete, scelgono;
pass. remoto: scelsi, scegliesti, scelse, scegliemmo, sceglieste, scelsero;
CONGIUNTIVO pres.: scelga, scelga, scelga, scegliamo, scegliate, scelgano;
CONDIZIONALE pres.: sceglierei, sceglieresti, sceglierebbe, sceglieremmo,
scegliereste, sceglierebbero; IMPERATIVO pres.: scegli, scelga, scegliamo, scegliete,
scelgano; PARTICIPIO pass.: scelto
INDICATIVO

INDICATIVO

pass. remoto: scesi, scendesti, scese, scendemmo, scendeste, scesero;

(aus.: essere / avere) PARTICIPIO pass.: sceso

Sciogliere
(aus.: avere)

pres.: sciolgo, sciogli, scioglie, sciogliamo, sciogliete, sciolgono; pass.


remoto: sciolsi, sciogliesti, sciolse, sciogliemmo, scioglieste, sciolsero; CONGIUNTIVO pres.:
sciolga, sciolga, sciolga, sciogliamo, sciogliate, sciolgano; CONDIZIONALE pres.: scioglierei,
scioglieresti, scioglierebbe, scioglieremmo, sciogliereste, scioglierebbero; IMPERATIVO
pres.: sciogli, sciolga, sciogliamo, sciogliete, sciolgano; PARTICIPIO pass.: sciolto
INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: sconfissi, sconfiggesti, sconfisse, sconfiggemmo,


sconfiggeste, sconfissero; PARTICIPIO pass.: sconfitto

Scrivere

INDICATIVO

Sconfiggere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: scrissi, scrivesti, scrisse, scrivemmo, scriveste, scrissero;


PARTICIPIO pass.: scritto

Scuotere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: scossi, scotesti, scosse, scotemmo, scoteste, scossero;


PARTICIPIO pass.: scosso

Sedere

INDICATIVO

(aus.: essere)

pres.: siedo (seggo), siedi, siede, sediamo, sedete, siedono (seggono);


IMPERATIVO pres.: siedi, sieda (segga), sediamo, sedete, siedano (seggano)

Sorgere

INDICATIVO

(aus.: essere)

pass. remoto: sorsi, sorgesti, sorse, sorgemmo, sorgeste, sorsero;


PARTICIPIO pass.: sorto
1. Il verbo

121

Spegnere
(aus.: avere)

pres.: spengo, spegni, spegne, spegniamo, spegnete, spengono; pass.


remoto: spensi, spegnesti, spense, spegnemmo, spegneste, spensero;
CONGIUNTIVO pres.: spenga, spenga, spenga, spegniamo, spegniate, spengano;
PARTICIPIO pass.: spento
INDICATIVO

pass. remoto: spinsi, spingesti, spinse, spingemmo, spingeste, spinsero;


pass.: spinto

Spingere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Stringere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Svellere

INDICATIVO

pass. remoto: strinsi, stringesti, strinse, stringemmo, stringeste, strinsero;


pass.: stretto

(aus.: avere)

pass. remoto: svelsi, svellesti, svelse, svellemmo, svelleste, svelsero;


PARTICIPIO pass.: svelto

Tacere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pres.: taccio, taci, tace, taciamo, tacete, tacciono; pass. remoto: tacqui,
tacesti, tacque, tacemmo, taceste, tacquero; CONGIUNTIVO pres.: taccia, taccia, taccia,
taciamo, taciate, tacciano; IMPERATIVO pres.: taci, taccia, tacciamo, tacete, tacciano;
PARTICIPIO pass.: taciuto
pass. remoto: tesi, tendesti, tese, tendemmo, tendeste, tesero;
pass.: teso

Tendere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Tenere

pres.: tengo, tieni, tiene, teniamo, tenete, tengono; pass. remoto: tenni,
tenesti, tenne, tenemmo, teneste, tennero; futuro: terr, terrai, terr, terremo,
terrete, terranno; CONGIUNTIVO pres.: tenga, tenga, tenga, teniamo, teniate, tengano;
CONDIZIONALE pres.: terrei, terresti, terrebbe, terremmo, terreste, terrebbero;
IMPERATIVO pres.: tieni, tenga, teniamo, tenete, tengano

(aus.: avere)

INDICATIVO

pass. remoto: tinsi, tingesti, tinse, tingemmo, tingeste, tinsero;


pass.: tinto

Tingere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Togliere

INDICATIVO

(aus.: avere)

pres.: tolgo, togli, toglie, togliamo, togliete, tolgono; pass. remoto: tolsi,
togliesti, tolse, togliemmo, toglieste, tolsero; CONGIUNTIVO pres.: tolga, tolga, tolga,
togliamo, togliate, tolgano; IMPERATIVO pres.: togli, tolga, togliamo, togliete,
tolgano; PARTICIPIO pass.: tolto
pass. remoto: torsi, torcesti, torse, torcemmo, torceste, torsero;
pass.: torto

Torcere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

Trarre

pres.: traggo, trai, trae, traiamo, traete, traggono; imperf.: traevo, traevi,
traeva, traevamo, traevate, traevano; pass. remoto: trassi, traesti, trasse, traemmo,
traeste, trassero; futuro: trarr, trarrai, trarr, trarremo, trarrete, trarranno;
CONGIUNTIVO pres.: tragga, tragga, tragga, traiamo, traiate, traggano; imperf.:
traessi, traessi, traesse, traessimo, traeste, traessero; CONDIZIONALE pres.: trarrei,
trarresti, trarrebbe, trarremmo, trarreste, trarrebbero; IMPERATIVO pres.: trai, tragga,
traiamo, traete, traggano; PARTICIPIO pass.: tratto; GERUNDIO pres.: traendo

(aus.: avere)

INDICATIVO

pass. remoto: unsi, ungesti, unse, ungemmo, ungeste, unsero;


pass.: unto

Ungere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

pres.: valgo, vali, vale, valiamo, valete, valgono; pass. remoto: valsi,
(aus.: essere / avere) valesti, valse, valemmo, valeste, valsero; futuro: varr, varrai, varr, varremo, varrete,
varranno; CONGIUNTIVO pres.: valga, valga, valga, valiamo, valiate, valgano;
CONDIZIONALE pres.: varrei, varresti, varrebbe, varremmo, varreste, varrebbero;
PARTICIPIO pass.: valso
Valere

122

INDICATIVO

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Vedere
(aus.: avere)

Vincere
(aus.: avere)

pass. remoto: vidi, vedesti, vide, vedemmo, vedeste, videro; futuro:


vedr, vedrai, vedr, vedremo, vedrete, vedranno; CONDIZIONALE pres.: vedrei,
vedresti, vedrebbe, vedremmo, vedreste, vedrebbero; IMPERATIVO pres.: vedi, veda,
vediamo, vedete, vedano; PARTICIPIO pass.: visto (veduto)
INDICATIVO

pass. remoto: vinsi, vincesti, vinse, vincemmo, vinceste, vinsero;


PARTICIPIO pass.: vinto
INDICATIVO

pass. remoto: vissi, vivesti, visse, vivemmo, viveste, vissero; futuro: vivr,
(aus.: essere / avere) vivrai, vivr, vivremo, vivrete, vivranno; CONDIZIONALE pres.: vivrei, vivresti, vivrebbe,
vivremmo, vivreste, vivrebbero; PARTICIPIO pass.: vissuto
Vivere

INDICATIVO

Volere

INDICATIVO

pres.: voglio, vuoi, vuole, vogliamo, volete, vogliono; pass. remoto: volli,

(aus.: essere / avere) volesti, volle, volemmo, voleste, vollero; futuro: vorr, vorrai, vorr, vorremo, vorrete,

vorranno; CONGIUNTIVO pres.: voglia, voglia, voglia, vogliamo, vogliate, vogliano;


CONDIZIONALE pres.: vorrei, vorresti, vorrebbe, vorremmo, vorreste, vorrebbero

pass. remoto: volsi, volgesti, volse, volgemmo, volgeste, volsero;


pass.: volto

Volgere

INDICATIVO

(aus.: avere)

PARTICIPIO

PRINCIPALI VERBI IRREGOLARI DELLA TERZA CONIUGAZIONE


Apparire
(aus.: essere)

pres.: appaio, appari, appare, appariamo, apparite, appaiono;


pass. remoto: apparvi, apparisti, apparve, apparimmo, appariste, apparvero;
CONGIUNTIVO pres.: appaia, appaia, appaia, appariamo, appariate, appaiano;
CONDIZIONALE pres.: apparirei, appariresti, apparirebbe, appariremmo, apparireste,
apparirebbero; PARTICIPIO pass.: apparso
INDICATIVO

(aus.: avere)

pass. remoto: aprii (apersi), apristi, apr (aperse), aprimmo, apriste,


aprirono; PARTICIPIO pass.: aperto

Morire

INDICATIVO

Aprire

(aus.: essere)

Offrire
(aus.: avere)

INDICATIVO

pres.: muoio, muori, muore, moriamo, morite, muoiono;


CONGIUNTIVO pres.: muoia, muoia, muoia, moriamo, moriate, muoiano;
CONDIZIONALE pres.: morirei (morrei), moriresti (morresti), morirebbe, moriremmo,
morireste, morirebbero (morrebbero); PARTICIPIO pass.: morto
pass. remoto: offrii (offersi), offristi, offr (offerse), offrimmo, offriste,
offrirono (offersero); PARTICIPIO pres.: offerente; pass.: offerto
INDICATIVO

pres.: salgo, sali, sale, saliamo, salite, salgono; CONGIUNTIVO pres.: salga,
(aus.: essere / avere) salga, salga, saliamo, saliate, salgano; IMPERATIVO pres.: sali, salga, saliamo, salite, salgano
Salire

INDICATIVO

Seppellire

PARTICIPIO

pass.: sepolto

(aus.: avere)

Udire
(aus.: avere)

Uscire
(aus.: essere)

pres.: odo, odi, ode, udiamo, udite, odono; futuro: udr (udir), udrai
(udirai), udr (udir), udremo (udiremo), udrete (udirete), udranno (udiranno);
CONGIUNTIVO pres.: oda, oda, oda, udiamo, udiate, odano; CONDIZIONALE pres.: udrei
(udirei), udresti (udiresti), udrebbe (udirebbe), udremmo (udiremmo), udreste
(udireste), udrebbero (udirebbero); IMPERATIVO pres.: odi, oda, udiamo, udite, odano
INDICATIVO

pres.: esco, esci, esce, usciamo, uscite, escono; CONGIUNTIVO pres.: esca,
esca, esca, usciamo, usciate, escano; IMPERATIVO pres.: esci, esca, usciamo, uscite, escano
INDICATIVO

1. Il verbo

123

pres.: vengo, vieni, viene, veniamo, venite, vengono; pass. remoto: venni,
venisti, venne, venimmo, veniste, vennero; futuro: verr, verrai, verr, verremo,
verrete, verranno; CONGIUNTIVO pres.: venga, venga, venga, veniamo, veniate,
vengano; CONDIZIONALE pres.: verrei, verresti, verrebbe, verremmo, verreste,
verrebbero; IMPERATIVO pres.: vieni, venga, veniamo, venite, vengano;
PARTICIPIO pres.: veniente

Venire

INDICATIVO

(aus.: essere)

I verbi difettivi
f Per rilanciare la nostra azienda urgono nuovi investimenti.
f Un comportamento del genere non si addice a un ragazzo educato come te.
f La discussione verte su un tema di grande attualit.

I verbi evidenziati si caratterizzano per il fatto che possono essere coniugati soltanto in
un numero assai limitato di modi, di tempi e di persone.
Ad esempio, non si pu dire io urgo, tu ti addici, che noi vertiamo. Questi verbi, pertanto, si
dicono difettivi, in quanto difettano, cio mancano, di alcune forme, poich non sono pi usate o non sono mai esistite.

DEFINIZIONE Si dicono difettivi i verbi di cui si usano soltanto alcuni modi, tempi e persone.

Ecco lelenco dei verbi difettivi pi diffusi; per ciascuno di essi sono indicate le forme pi
frequenti:
MODO / TEMPO

FORME USATE

addirsi
(convenire, essere adatto)

VERBO

indicativo presente
indicativo imperfetto
congiuntivo presente
congiuntivo imperfetto

si addice, si addicono
si addiceva, si addicevano
si addica, si addicano
si addicesse, si addicessero

constare
(risultare, essere composto)

indicativo presente
indicativo imperfetto

consta
constava

delinquere
(commettere delitti)

infinito presente
participio presente

delinquere (usato nellespressione


associazione a / per delinquere)
delinquente (usato con valore di sostantivo)

fervere
(essere in attivit)

indicativo presente
indicativo imperfetto
participio presente
gerundio presente

ferve, fervono
ferveva, fervevano
fervente (usato con valore di aggettivo)
fervendo

ostare
(essere di ostacolo)

indicativo presente

osta (usato solo nellespressione


nulla osta)

solere
(essere solito)

indicativo presente

soglio, suoli, suole, sogliamo,


solete, sogliono
solevo, solevi, soleva, solevamo,
solevate, solevano
soglia, soglia, soglia, sogliamo,
sogliate, sogliano
solessi, solessi, solesse,
solessimo, soleste, solessero
solito (usato con valore di aggettivo)
solendo

indicativo imperfetto
congiuntivo presente
congiuntivo imperfetto
participio passato
gerundio presente

124

SEZIONE II. MORFOLOGIA

VERBO

MODO / TEMPO

FORME USATE

urgere
indicativo presente
(essere urgente, necessitare) indicativo imperfetto
indicativo futuro semplice
congiuntivo imperfetto
condizionale presente
participio presente
gerundio presente

urge, urgono
urgeva, urgevano
urger, urgeranno
urgesse, urgessero
urgerebbe, urgerebbero
urgente (usato con valore di aggettivo)
urgendo

vertere
(riguardare)

indicativo presente
indicativo imperfetto
indicativo passato remoto
indicativo futuro semplice
congiuntivo presente
congiuntivo imperfetto
condizionale presente
participio presente
gerundio presente

verte, vertono
verteva, vertevano
vert, verterono
verter, verteranno
verta, vertano
vertesse, vertessero
verterebbe, verterebbero
vertente
vertendo

vigere
(essere in vigore)

indicativo presente
indicativo imperfetto
indicativo futuro semplice
congiuntivo presente
congiuntivo imperfetto
condizionale presente
participio presente
gerundio presente

vige, vigono
vigeva, vigevano
viger, vigeranno
viga, vigano
vigesse, vigessero
vigerebbe, vigerebbero
vigente (di uso piuttosto frequente)
vigendo

Allindicativo presente suole, soprattutto nellespressione come si suol dire, lunica forma ancora in uso, mentre le altre voci sono limitate alla lingua scritta e abitualmente sono sostituite da essere solito.
Sono difettivi anche quei verbi che, mancando del participio passato, non possono
formare i tempi composti, come concernere, dirimere, discernere, esimere, incombere, indulgere,
prudere, splendere, stridere.

BANCO DI PROVA

Completa le frasi con i verbi difettivi adatti, scegliendo tra quelli elencati.

urgenti solevano fervevano verte delinquere vigente consta


1. I lavori di costruzione della casa e lopera era quasi terminata. 2. Gli imputati sono accusati di associazione a di stampo mafioso. 3. Il manuale di
grammatica di tre volumi: il primo tratta la morfologia, il secondo la sintassi, il terzo la comunicazione e i testi. 4. Un tempo molte famiglie mangiare di magro durante la quaresima. 5. Non conosco i temi su cui

la

discussione. 6. Questo permesso non pu esservi accordato secondo la normativa

. 7. Provvediamo subito a sbrigare le pratiche .

RISPOSTE ESATTE

/7

ESERCIZI

1. Il verbo

p. 138

125

I verbi sovrabbondanti
f Devo dimagrire di qualche chilo.
f Devo adempiere i miei doveri.

f Anchio devo dimagrare di qualche chilo.


f Anchio devo adempire i miei doveri.

I verbi evidenziati presentano una caratteristica opposta rispetto ai difettivi; essi, infatti, possiedono due diverse forme, pur mantenendo lo stesso significato. Dimagrire e dimagrare costituiscono varianti dello stesso verbo e cos pure adempiere e adempire. Tali
verbi sono perci detti sovrabbondanti.
sovrabbondanti i verbi che hanno la stessa radice e il medesimo significaDEFINIZIONE Sito,dicono
ma appartengono a due diverse coniugazioni.

Alcuni verbi, che hanno in comune solo la radice ma hanno coniugazione e significato
diversi, sono invece detti sovrabbondanti apparenti.

Tra i verbi che mantengono lo stesso significato, ricordiamo:

f adempiere / adempire
f ammansare / ammansire
f compiere / compire

f dimagrare / dimagrire
f indurare / indurire
f infradiciare / infradicire

f annerare / annerire
f intorbidare / intorbidire
f starnutare / starnutire

Tra i verbi che mutano significato, ricordiamo:

VERBO

SIGNIFICATO

VERBO

SIGNIFICATO

arrossare

far diventare rosso

arrossire

diventare rosso

atterrare

gettare a terra, abbattere

atterrire

spaventare

imboscare

nascondere

imboschire

piantare alberi

impazzare

scatenarsi

impazzire

diventare pazzo

scolorare

togliere il colore

scolorire

perdere il colore

sfiorare

rasentare, toccare lievemente

sfiorire

perdere il fiore

BANCO DI PROVA

Completa le frasi con i verbi sovrabbondanti adatti, scegliendo tra i due proposti in
corsivo.
1. Le rose del giardino sono tutte (sfiorate / sfiorite)

. 2. Dove hai (imbo-

scato / imboschito) i libri che ti ho prestato? Non riesco a trovarli 3. I Romani, quando videro per la prima volta gli elefanti di Pirro, ne furono (atterrati / atterriti)

. 4. Quel rimprovero immeritato la fece (arrossire / arrossare) .

5. Il nuovo detersivo ha fatto (scolorire / scolorare) questa bella maglietta.


6. Che fai? Sei (impazzato / impazzito) ?
RISPOSTE ESATTE

126

/6

SEZIONE II. MORFOLOGIA

ESERCIZI

p. 139

RCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ES

ERC

I
IZ

La coniugazione di essere e avere p. 110

Scrivi le forme del verbo essere corrispondenti alle indicazioni fornite.


MODO

TEMPO

PERSONA

indicativo

imperfetto

1 sing.

condizionale

presente

2 plur.

participio

passato

congiuntivo

trapassato

1 sing.

imperativo

presente

2 sing.

indicativo

trapassato remoto

3 plur.

indicativo

futuro anteriore

2 plur.

congiuntivo

imperfetto

1 plur.

gerundio

passato

congiuntivo

presente

1 sing.

condizionale

passato

3 plur.

indicativo

passato prossimo

3 sing.

gerundio

presente

indicativo

passato prossimo

3 plur.

FORMA VERBALE

Indica il modo, il tempo e la persona delle forme del verbo essere elencate. Attenzione: ricorda che le forme di modo indefinito non hanno la persona.
FORMA VERBALE

MODO

TEMPO

PERSONA

sarete
fossimo
stato
sareste
eravamo stati
essendo
siano
furono stati
essere stato
sarei stato
sono stato
fossero stati
eravate

ATTENZIONE. Nei brani riportati in alcuni esercizi troverai delle parole evidenziate: cercale sul
dizionario e scrivine sul quaderno le definizioni.

RCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESE

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESE
1. Il verbo

127

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
3

Indica il modo, il tempo e la persona delle forme del verbo avere elencate. Attenzione: ricorda che le forme di modo indefinito non hanno la persona.
FORMA VERBALE

avremo

MODO

TEMPO

PERSONA

indicativo

futuro semplice

1 a plur.

avresti
avuto
avessimo avuto
avrete
avreste
avesti
avente
aveva avuto
ebbe
avendo avuto
avere avuto
avevate
hai avuto
ebbi

Scrivi le forme del verbo avere corrispondenti alle indicazioni fornite.


1. indicativo futuro semplice, 2 persona plurale

2. indicativo trapassato remoto, 3 persona singolare

3. condizionale passato, 1 persona singolare

4. gerundio presente

5. participio presente

6. imperativo, 2 persona plurale

7. indicativo futuro semplice, 2 persona plurale

8. congiuntivo trapassato, 2 persona plurale

Nelle frasi alcune forme dei verbi essere e avere sono scritte in modo errato. Individua e correggi gli errori.
1. Giacomo e un ragazzo molto educato. 2. Finalmente tutti gli allievi anno portato il denaro per la gita. 3. Quellanno ci f una siccit terribile. 4. Perch non mi hai chiamato
subito? 5. Ai miei tempi pochi giovani havevano la possibilit di studiare. 6. Non dirmi
che ai gi finito di leggere quel romanzo! 7. I giovani di oggi hanno molta dimestichezza con il computer. 8. Non so chi ti habbia dato una simile notizia. 9. Chi fu linventore
del telefono? 10. Perch non mi havete detto la verit? 11. I miei cugini hanno una graziosa villa sul lago di Garda. 12. Devo ringraziare mio padre che si sempre sacrificato
per me.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
128

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Trasforma le frasi, volgendole dal presente ai tempi dellindicativo richiesti in corsivo.

f Quel medico competente? (imperfetto)


1.
2.
3.
4.
5.

Quel medico era competente?

I cani sono animali fedeli alluomo. (imperfetto)


Marco e Anna sono amici. (passato remoto)
La stagione piovosa. (trapassato prossimo)
Nessuno di noi presente. (passato prossimo)
Franco non con voi. (futuro semplice)

Trasforma le frasi, volgendo i tempi semplici del verbo avere nei corrispondenti tempi composti (ad esempio dal presente al passato prossimo, dallimperfetto al trapassato prossimo ecc.).

f Ho sempre piena fiducia in te.


1.
2.
3.
4.
5.

SCHEDA
LESSICALE

Ho sempre avuto piena fiducia in te.

Nerone aveva molti nemici.


Credo che tu abbia ragione.
Avrei dei dubbi sulla tua proposta.
Forse avrai mie notizie.
Credevano che io avessi paura.

Il participio presente dei verbi essere e avere

I participi presenti ente, avente e abbiente sono usati con una diversa funzione grammaticale, in un numero limitato di casi.

Ente (participio presente del verbo essere) utilizzato soltanto come sostantivo nei seguenti
significati:
f Dio lEnte (= lEssere) supremo.
f in corso una raccolta di fondi per vari enti (= istituti, associazioni) di beneficenza.
Avente e abbiente (rispettivamente forma moderna e antica del participio presente del
verbo avere) sono usati con valore di aggettivo o sostantivo nei seguenti significati:
f Possono votare nellassemblea gli aventi (= coloro che hanno) diritto.
f Fabio una persona abbiente (= benestante).

Scrivi una frase con il participio presente dei verbi essere e avere in ogni significato possibile.

La prima coniugazione pp. 108, 112

Sottolinea i verbi della prima coniugazione presenti nellelenco.


sedeva disperdono amante correvano aspettaste rovinato gemendo vanno
coprireste incontrer cadendo riconobbi controllavi accolto definire
spedirono soffiavano fuggisti aggiungeste sembrasse apparvi discuteste
improvviser bevuto vedente aperto salutava ridono spegni

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

129

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
9
LESSICO

Evidenzia nel brano i verbi della prima coniugazione.

Viva Piva
medeo Piva era il sesto di sessantadue fratelli, tutti poverissimi: il padre tagliava la
frutta per le macedonie in un ristorante e la madre allevava ranocchi nella vasca da
bagno, per poi venderli ai bordi della strada. Fin da piccolo Amedeo cominci a lavorare: portava a pascolare i ranocchi in un rigagnolo parallelo alla strada nazionale, mentre i suoi sessantun fratelli pulivano la vasca. Durante le sue pascolate, passava vicino al
campo sportivo di Biandrate, e spesso il parroco lo chiamava per tener su la traversa.
Ben presto si vide che Amedeo era nato per il calcio: mentre i suoi sessantun fratelli passavano tutto il loro tempo a rubare televisioni e a giocare coi ranocchi, lui si chiudeva
in camera da letto e dormiva, sognando di giocare con una palla di stracci contro il muro della chiesa. [...]
Un bel giorno nonno Piva port Amedeo sul campo di calcio e disse al parroco: Ho un
ragazzo che fa per te. E Amedeo fu messo a fare il segnalinee. La domenica, al suo debutto, si addorment subito appoggiandosi alla bandierina. Fu svegliato da una pallonata che lo prese in faccia: il piccolo Piva spar una bestemmia e calci via adirato la
sfera. Essa decoll come un missile, pass il tetto della chiesa, labitato di Biandrate, il
casello dellautostrada, e scomparve verso Milano. Tutti rimasero stupefatti: il parroco
si avvicin ad Amedeo e gli disse: Ma tu diventerai un campione! Ma s, ma s disse
Piva, e si riaddorment.
Il piccolo Amedeo divenne ben presto lidolo del paese.

(S. Benni, Bar Sport, Mondadori, Milano)

10

Di ciascuna forma verbale indica il modo, il tempo, la persona, il numero. Lesercizio


avviato.
a
...................................................................................................................................
1. camminavo

indicativo imperfetto, 1 pers. sing.

11

2. pagherei

...................................................................................................................................

3. covando

...................................................................................................................................

4. voterete

...................................................................................................................................

5. contarono

...................................................................................................................................

6. che tu cerchi

...................................................................................................................................

7. calante

...................................................................................................................................

8. rubato

...................................................................................................................................

9. prega tu

...................................................................................................................................

10. che tu avessi lasciato

...................................................................................................................................

11. io avrei aspettato

...................................................................................................................................

12. avere scaldato

...................................................................................................................................

13. avendo osato

...................................................................................................................................

14. aveste truccato

...................................................................................................................................

15. avevate soffiato

...................................................................................................................................

Scrivi le forme verbali corrispondenti alle indicazioni fornite.


1. eliminare, ger. pass.

.................................................................................................

2. lanciare, ind. fut. sempl., 2 pers. plur.

.................................................................................................

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
130

SEZIONE II. MORFOLOGIA

12

3. tagliare, cong. trap., 2 pers. plur.

.................................................................................................

4. spiare, ind. pres., 2 pers. sing.

.................................................................................................

5. studiare, cong. pres., 3 pers. plur.

.................................................................................................

6. consigliare, cong. pres., 3 pers. sing.

.................................................................................................

7. bagnare, ind. pres., 2 pers. plur.

.................................................................................................

8. sognare, cong. pres., 1 pers. plur.

.................................................................................................

9. consegnare, ind. pres., 1 pers. plur.

.................................................................................................

10. avviare, cong. pres., 3 pers. sing.

.................................................................................................

11. mancare, cond. pres., 3 pers. plur.

.................................................................................................

12. recare, ind. fut. sempl., 1 pers. sing.

.................................................................................................

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi della prima coniugazione tra


parentesi.
1. Non ti (pregare) tanto, se non fossi davvero in difficolt. 2. Quando vidi quella scena terribile, (gridare) per lo spavento. 3. Sebbene quella volta (studiare)

non riuscii ad avere il voto che desideravo. 4. Dopo che

(ritornare) a Milano, mio padre consegu la laurea in lettere. 5. Non sono


certo che tu (affrontato) il problema nel migliore dei modi. 6. Nessuno capiva perch larbitro (annullare) la rete segnata dal centravanti. 7. Dopo che (terminare) i compiti, Giorgio accompagner la
mamma al mercato. 8. Se (superare) la prova orale, dovr sostenere presto lesame di guida. 9. Vorrei che tu mi (prestare) la tua bicicletta perch
devo andare in paese. 10. Se non ti (ascoltare) , sarebbe stato meglio. 11. Quando vidi quella scena (provare)
12. Se (confessare)

una paura indescrivibile.

la sua colpa, lautore del furto avrebbe avuto

una condanna pi lieve.

13

Completa le frasi con i verbi mancanti, scegliendo tra i due proposti in corsivo.
1. Facendo questo lavoro, noi (guadagnamo / guadagniamo) bene. 2. Ho
saputo che il Ministro della Sanit presto (lancer / lancier) una campagna di informazione per far conoscere ai cittadini i danni causati dal fumo. 3. Credo che
questo campione si (avvi / avvii) sulla strada del tramonto. 4. Sono contento che tu finalmente (studi / studii) con il necessario impegno. 5. Spero che voi (bagnate / bagniate) abbastanza queste piante: mi sembrano
in condizioni piuttosto critiche! 6. Domani ci (svegleremo / sveglieremo)
presto, perch vogliamo andare per funghi. 7. Cari ragazzi, voi (sognate / sogniate)

a occhi aperti! 8. Non capisco perch tu (odi / odii)

tanto quella persona che non ti ha fatto nulla di male. 9. Credo che (guadagnamo / gua-

dagniamo)

troppo poco in considerazione del lavoro che svollgiamo.

10. Non ti (lascier / lascer) mai, perch non posso vivere senza di te.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

131

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
SCHEDA
LESSICALE

I verbi tuttofare: andare e dare

Accade spesso che il nostro lessico cio le parole che usiamo tenda a restringersi eccessivamente, con il risultato che alcuni termini sono impiegati ogniqualvolta sia possibile, pur non
rappresentando la scelta pi precisa e opportuna. Spesso la pigrizia mentale ci induce a pronunciare la parola che viene in mente per prima. Generalmente, per, le soluzioni facili ed economiche presentano delle lacune; in effetti, questa tendenza fa s che il nostro linguaggio diventi
banale, ripetitivo, generico, privo di originalit e di gusto.
A occupare, a proposito e a sproposito, posizioni di rilievo nelle classifiche delle parole pi usate sono i verbi andare, dare, fare e dire. Si tratta, naturalmente, di verbi utilissimi, ma sarebbe
bene alloccorrenza sostituirli con espressioni pi adatte al contesto.
Gli esercizi che ti proponiamo hanno lo scopo di farti riflettere sulla ricchezza della lingua e di
abituarti alla scelta non pi facile, ma pi opportuna. Iniziamo dai verbi andare e dare (a p. 133
saranno presi in esame fare e dire).
A. Tra i verbi elencati, indica quelli che ritieni pi adatti a sostituire nelle frasi le espressioni sottolineate, che contengono il verbo andare.

seguire rincorrere funzionare uscire procedere entrare piacere soddisfare lasciarsi


sfuggire inseguire frequentare allontanarsi progredire peggiorare bazzicare
scendere migliorare praticare avanzare salire
1. Lasci andare () unoccasione favorevole. 2. And fuori ()
dalla stanza di corsa. 3. Andai dentro () con il batticuore. 4. Non andare con
() quei tipi. 5. Non ti accorgi che, invece di andare avanti (), vai
indietro ()? 6. La tua risposta non mi va (). 7. Il lavoro va avanti () a stento. 8. Pochi gli andavano dietro (). 9. Vagli dietro
() subito. 10. And su () con sospetto. 11. Andai via
() lentamente. 12. Andammo gi () di corsa. 13. Questo motore non va ().
B. Tra i verbi elencati, indica quelli che ritieni pi adatti a sostituire nelle frasi il verbo dare.

fissare esprimere distribuire consegnare concedere cedere attribuire assegnare


offrire presentare sacrificare appiccare affidare impartire infliggere fornire donare
1. Gli fu dato () il nomignolo di sciancato. 2. Al disertore sar dato
() il giusto castigo. 3. Da () il tuo posto a quel signore. 4. A
ciascuno venne dato () un posto. 5. Mi diede () le ultime disposizioni. 6. Fu condannato per avere dato () fuoco alla casa. 7. Diede
() la vita per la nostra salvezza. 8. Il generale diede () le medaglie al valore. 9. Ci fu data () lautorizzazione di partire. 10. Mi diedero
() tutte le informazioni necessarie. 11. Mi ha dato () appuntamento per gioved. 12. Tutti i ragazzi diedero () qualcosa per il compagno.
13. Mi diano () le prove. 14. A tutti furono dati () pacchi dono. 15. Gli fu dato () un incarico di fiducia.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
132

SEZIONE II. MORFOLOGIA

La seconda coniugazione pp. 109, 112

14

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi della seconda coniugazione


tra parentesi.
1. Domani mi (porre)

io stesso alla guida delle truppe, e le (condurre)

alla vittoria. 2. Quella volta (temere) davvero di esse-

re investito. 3. Quel pastore dice che ci (condurre) volentieri fino al


rifugio. 4. Sarei pazzo se ti (credere) . 5. Presto, ragazzi, (muoversi)

, altrimenti arriverete in ritardo. 6. Se ieri non (vedere)

con i miei occhi quellastronave, non (credere)


7. Molti anni fa (dovere)

ai racconti sugli

UFO.

vendere la casa di campagna, ma la (rimpian-

gere) ancora adesso. 8. Domani il parroco (benedire)


la nostra casa. 9. Credo che i genitori di Claudio (possedere) un motoscafo. 10. Spero che mio figlio (vivere) una vita pi felice della mia.

15

SCHEDA
LESSICALE

Scrivi le forme verbali corrispondenti alle indicazioni fornite.


1. perdere, inf. pres.

..............................................................................................

2. cedere, ind. trap. rem., 1 pers. sing.

..............................................................................................

3. vendere, cong. pres., 2 pers. sing.

..............................................................................................

4. credere, ind. fut. sempl., 3 pers. plur.

..............................................................................................

5. battere, ind. imp., 1 pers. plur.

..............................................................................................

6. ardere, ind. pass. rem., 2 pers. sing.

..............................................................................................

7. riflettere, ind. pass. rem., 3 pers. sing.

..............................................................................................

8. temere, cong. trapass., 2 pers. plur.

..............................................................................................

I verbi tuttofare: fare e dire

Riprendendo il discorso avviato nella scheda di p. 132, ti proponiamo gli esercizi riguardanti i verbi dire e fare, il cui impiego spesso eccessivo e impreciso.
A. Tra i verbi elencati, indica quelli che ritieni pi adatti a sostituire nelle frasi il verbo fare.

compiere agire giocare frequentare infondere esercitare (la professione) lasciare


inviare preparare tentare stringere spedire rivolgere porgere prestare pronunciare
1. Faccio () la prima media. 2. Lo zio fa () lavvocato. 3. Mi fecero () domande facilissime. 4. Ci hai fatto () un pranzo squisito. 5. Ti ho fatto () un espresso. 6. Tra i due fu fatta () una ben
triste alleanza. 7. Che brutto scherzo mi hai fatto ()! 8. Fa () attenzione alle lezioni! 9. Nessuna speranza ormai; quanto si poteva fare () stato
fatto (). 10. Fece () un discorso veramente coraggioso. 11. Il
caff non mi fa () dormire. 12. timido: bisogna fargli () coraggio. 13. Avete fatto () male: occorreva prudenza.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

133

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
B. Tra i verbi elencati, indica quelli che ritieni pi adatti a sostituire nelle frasi il verbo dire.

proporre affermare confessare raccontare suggerire assicurare rivelare descrivere


annunciare dichiarare confidare domandare giurare narrare esporre rispondere
esclamare soggiungere
1. Noi gli dicemmo () ci che doveva fare. 2. Ci disse () che
laccordo era stato raggiunto. 3. Ho detto () a Gianni di lavorare con me. 4. Ho
detto () che quella sola la verit. 5. Dico () che io non ero presente, e sono pronto a dirlo () anche in tribunale. 6. Ti dico ()
che falso. 7. Disse () davanti a tutti che era innocente. 8. Non dirgli
() ci che ti ho detto (). 9. Non possibile disse
() alzandosi di scatto. 10. Mi disse () ci che aveva fatto, mi disse () ci che aveva visto. 11. Mi dissero () se lo avessi visto e io
dissi () che non ne sapevo nulla e dissi () anche che non ero suo
amico. 12. Mi ha detto () il suo parere.

La terza coniugazione pp. 109, 112

16

Sottolinea e analizza i verbi della terza coniugazione presenti nellelenco.


aderisco sopportava ripetente coprendo usciremmo inseguano avresti tirato
conseguito indicherei partiranno ebbero applaudito fuggiste comprimeva
restando cuciva intuito avevano ricamato sparissero esegue dormiente
splendono hanno mentito fiorir istituissero spesero contava obbediente
avvisato componevo finii aver contribuito sofferente

17

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi della terza coniugazione tra parentesi.
1. Aspetter che Alessio mi (spedire) quel libro, prima di iniziare la ricerca.
2. Ancora oggi (rabbrividire) , quando penso al pericolo che ho corso!
3. Ti (proibire) di usare questo tono con me!
4. Se potessi, (partire) gi domani.
5. Le foglie, ormai (ingiallire) , volteggiano nellaria.
6. Dopo quello che mi era capitato, quella notte per riuscire a prendere sonno (ingerire)

una forte dose di sonnifero.

7. Di fronte a quel meritato rimprovero, il bambino (ammutolire) .


8. Sono certo che, grazie alle tue cure, (guarire) presto.
9. Spero che il cattivo tempo non mi (impedire)

di compiere

lescursione sul monte Ventoso.


10. Sono sicuro che se vi (costituire) , il giudice vi user clemenza.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
134

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Esercizi riassuntivi sulle tre coniugazioni regolari p. 112

18

Completa la tabella inserendo gli elementi mancanti.

VERBO

CONIUGAZIONE

MODO

TEMPO

PERSONA

creduto
rincorrano
avreste tradito
digerente
ascoltate voi
avendo spedito
che voi ragionaste
perdetti
che egli tema
avrete conosciuto
aveste compiuto
che voi sogniate
che essi lascino
avendo ricevuto
portando
ebbero dormito
finito
che egli avesse saputo
che tu alzassi

19

Alcune forme verbali presenti nelle frasi sono scritte in modo errato. Individua gli errori e correggili. Attenzione: non tutte le frasi contengono errori.
A. 1. Non temete, non vi lascieremo mai soli.
2. Non si pu fermare lattimo fuggiente.
3. Ho acquistato in profumeria una portentosa crema nutrente.
4. Se sarai in difficolt, lancierai un segnale radio per chiedere soccorso.
5. Non voglio che qualcuno mi spii mentre apro la cassaforte.
6. Quel poco che ho te lo offrisco con tutto il cuore.
7. Spero che tu studii sempre volentieri come hai fatto finora.
8. Parla piano, altrimenti svegleremo tutti!
B. 1. Non capisco perch tu mi odii tanto.
2. Se usciamo con questa pioggia, ci bagnamo di sicuro.
3. Spero che ci accompagniate a casa.
4. Moviti, non stare tutto il giorno a poltrire!
5. Se spegnamo questa lampada, non riusciamo a leggere.
6. Spero che questa volta tu mi consiglii bene.
7. Se non ti scoraggierai, raggiungierai la meta che ti sei prefissato.
8. Spero che il professore rinvii la verifica di matematica.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

135

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
SCHEDA
LESSICALE

Anche marito e moglie sono coniugati

La parola coniugazione deriva dal latino coniugare


, che significa congiungere. In grammatica si usa questo termine per definire le scelte morfologiche che mettono insieme i modi, i tempi e le persone del verbo e le congiungono, in modo da dare loro ordine e senso.
Dallo stesso vocabolo latino derivano poi il nome coniuge, laggettivo coniugale, il participio
passato coniugato. Il legame tra il termine latino e queste parole chiaro: i coniugi sono il marito e la moglie, cio due persone congiunte, legate tra loro da un vincolo molto forte.
Scrivi una frase con ciascuna delle parole riportate nella scheda.

I verbi irregolari p. 115

20

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi irregolari della prima coniugazione riportati tra parentesi.
1. Se voi (stare) pi attenti, non dovrei sempre ripetere due volte ci che dico. 2. Quando mi rispose cos, ci (stare)

male. 3. Vorrei che tu mi (dare)

ascolto, una volta tanto! 4. Quella fu la notizia che mi (dare)

la forza di sperare. 5. Non dimenticher mai laiuto che tu mi (dare) allora,


quando ero in grave difficolt. 6. Si fatto tardi, ed bene che io (andare)
a dormire. 7. Pensavo che il quadro (stare) meglio su questa parete, ma mi
sono sbagliato. 8. Desidero che tu (stare) attenta, quando ti parlo. 9. Dopo
che ebbe ricevuto quella notizia, (stare) per qualche istante come imbambolato, poi se ne (andare) senza dire una parola. 10. Hai ancora quellorologio
che io ti (dare) in regalo quando compisti diciotto anni? 11. Mi auguro che
questa trattativa (andare) a buon fine.

21
VERBO

Scrivi le forme verbali irregolari della prima coniugazione corrispondenti alle indicazioni fornite.
MODO

TEMPO

PERSONA

andare

imperativo

presente

2 sing.

andare

indicativo

futuro semplice

2 plur.

dare

condizionale

presente

3 sing.

dare

indicativo

passato remoto

1 sing.

dare

congiuntivo

imperfetto

1 plur.

stare

congiuntivo

presente

1 sing.

stare

congiuntivo

imperfetto

3 sing.

stare

congiuntivo

imperfetto

3 plur.

FORMA VERBALE

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
136

SEZIONE II. MORFOLOGIA

22

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi irregolari della seconda coniugazione riportati tra parentesi.
1. Il sovrano (dividere) il regno tra i suoi due figli. 2. Speravo che mi (fare)

provare la sua auto nuova. 3. Alessandro Magno (condurre)

una fortunatissima campagna contro i Persiani. 4. Oggi (rimanere)

volentieri a casa, ma devo uscire per fare la spesa. 5. Quando mi venne

comunicata quella notizia, ci (rimanere)

proprio male. 6. Quando udii

quel rumore, (correre) subito a vedere che cosera accaduto. 7. Leopardi (comporre) i primi capolavori quando era appena ventenne. 8. meglio che tu (tacere) , piuttosto che accampare simili accuse. 9. Il buon re
(concedere) la mano della figlia al prode cavaliere che aveva vinto il torneo. 10. Il ladro, (cogliere) sul fatto, si diede a una fuga precipitosa.

23

Scrivi le forme verbali irregolari della seconda coniugazione corrispondenti alle indicazioni fornite.

VERBO

MODO

TEMPO

PERSONA

cuocere

indicativo

passato remoto

2 plur.

trarre

indicativo

passato remoto

1 sing.

dire

indicativo

imperfetto

3 sing.

porre

participio

passato

condurre

participio

presente

fare

congiuntivo

imperfetto

2 plur.

fare

imperativo

presente

2 sing.

bere

indicativo

passato remoto

1 sing.

comprimere

participio

passato

assolvere

indicativo

passato remoto

3 sing.

conoscere

indicativo

passato remoto

1 sing.

rimanere

condizionale

presente

2 plur.

24

FORMA VERBALE

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi irregolari della terza coniugazione riportati tra parentesi.
1. Quando allimprovviso si vide davanti quel brutto tipo, la ragazza per poco non (svenire)

. 2. Allorch (udire) le accuse ingiuste che mi erano ri-

volte, a stento (riuscire) a trattenermi. 3. Non appena il temporale fu cessato, (apparire) in cielo larcobaleno. 4. Credo che Antonio non (venire)

a giocare, perch deve finire i compiti. 5. Non gridare cos forte, se non

vuoi che ci (udire)

dalla strada. 6. Il sole, (apparire)

oriente dietro le montagne, annunci linizio di un nuovo giorno. 7. Spero che i miei amici non (uscire) tardi da scuola. 8. Andiamo, io (morire)
dalla voglia di vedere quel film.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

137

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
25

Scrivi le forme verbali irregolari della terza coniugazione corrispondenti alle indicazioni fornite.
MODO

TEMPO

PERSONA

soffrire

VERBO

participio

passato

offrire

indicativo

passato remoto

2 sing.

offrire

participio

passato

riuscire

indicativo

passato remoto

3 sing.

salire

congiuntivo

presente

1 sing.

svenire

indicativo

passato remoto

3 plur.

udire

condizionale

presente

1 sing.

uscire

participio

presente

apparire

participio

passato

26
SCRITTURA

FORMA VERBALE

Scrivi una frase con ciascuna delle forme verbali elencate, coniugate allindicativo
passato remoto.
diedi stetti concessi delusi emersi espressi finsi morsi percossi ressi
scossi torsi offrii svenni coprii

27
SCRITTURA

Scrivi una frase con ciascuna delle forme verbali elencate, coniugate al participio passato.
arso persuaso deluso percosso assunto roso volto scoperto venuto apparso

28

Individua e correggi gli errori compiuti nella coniugazione dei verbi irregolari. Attenzione: non tutte le frasi contengono errori.
1. Tu vorresti che io ti dassi ragione, ma non posso. 2. Venghi pure signore, si accomodi.
3. Se mi facete un altro scherzo, mi arrabbio sul serio! 4. In passato grandi meteoriti cadettero dal cielo. 5. I due cavalieri, al sopraggiungere delle tenebre, convennero di rimandare il duello al giorno successivo. 6. Temo che questo ciclamino muora presto, perch sta
perdendo molte foglie. 7. Prima che stesse male, invitai Paolo a smettere di mangiare dolci. 8. Pi di un testimone diceva che quella sera un fantasma era apparito nella biblioteca
del castello. 9. Odii anche tu questo rumore che viene dal bosco? 10. Gli Ateniesi tenettero testa da soli allesercito persiano. 11. Se tu mi dassi ascolto, sarebbe meglio. 12. Quel
tipo mi da proprio sui nervi! 13. Sta fresco, se crede che gli faccia il lavoro gratis!

I verbi difettivi p. 124

29

In ciascun gruppo di verbi si trova un verbo difettivo. Individualo e sottolinealo.


1.
2.
3.
4.
5.
6.

aggiungere azionare addirsi aspettare alzarsi accettare


delinquere definire decidere determinare destare deridere
fare felicitarsi ferire fervere favorire fantasticare
usare usurare umiliare ungere uccidere urgere
copiare costare constare combinare conteggiare coricare
ostare organizzare oliare odiare ospitare offrire

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
138

SEZIONE II. MORFOLOGIA

30

Completa ciascuna frase con un verbo difettivo di significato equivalente a quello


del verbo o dellespressione tra parentesi, adeguando, se necessario, il resto della
frase. Lesercizio avviato.

suole

1. Il nonno ( solito) fare ogni giorno una lunga passeggiata. 2. Il tema


della conferenza (riguarda i)

composta)

cambiamenti climatici. 3. Questa legge (

di otto articoli. 4. Temo che il tuo abito non (sia adatto)

a una serata di gala. 5. Secondo le regole (in vigore)

non c limite al numero di stranieri che le squadre di calcio possono tesserare. 6. Questi
piagnistei non (sono adatti) a un ragazzo maturo come te. 7. Provvediamo prima a sbrigare le pratiche (che devono essere smaltite in tempi rapidi)

. 8. Secondo gli esperti ( urgente)

una riforma della

scuola italiana, che stenta a rimanere al passo con i tempi.

31

Individua e sottolinea i verbi difettivi presenti nelle frasi.


1. La professoressa Martini suole interrogare tutti i giorni. 2. Questa cravatta si addice
perfettamente al tuo abito blu. 3. I capitali messi a disposizione per la costruzione dellautostrada sono quasi finiti, perci urgono nuovi finanziamenti. 4. Secondo le leggi vigenti, nulla osta alla fusione delle due banche. 5. I lavori della conferenza verteranno sui
cambiamenti climatici in atto nel mondo. 6. Il noto personaggio stato arrestato con laccusa di associazione a delinquere. 7. La Divina Commedia consta di cento canti.

32

Le frasi contengono alcuni verbi classificati come difettivi in quanto mancano dei
tempi composti. Individuali e sottolineali.
1. Per quanto mi concerne non ho altro da dire, perci cedo la parola a chi desidera rispondermi. 2. Ho chiesto il tuo aiuto per dirimere una controversia sorta tra noi. 3. Le
tue difficolt non ti esimono dal dovere di impegnarti seriamente nello studio. 4. Luomo
saggio discerne chiaramente il bene dal male e non si lascia ingannare dalle apparenze.
5. Ero consapevole che un grave pericolo incombeva su di noi. 6. La luna splendeva alta
nel cielo, e il fiume, che ne rifletteva la luce, sembrava un nastro dargento. 7. Ogni volta
che viene chiusa o aperta, questa porta stride poich i cardini sono arrugginiti.

33
SCRITTURA

Scrivi una frase con ciascuna forma dei verbi difettivi elencati.
vige fervente constava verter delinquere

I verbi sovrabbondanti p. 126

34

Sostituisci il verbo sovrabbondante tra parentesi con la sua forma alternativa.


1. Limprovvisa comparsa di una fitta nuvolaglia (anner) lorizzonte. 2. Ho
sempre (adempito) i miei compiti con grande scrupolo. 3. Smettila di dirmi salute ogni volta che (starnuto) . 4. Come puoi avere il cuore cos
(indurato) da non sentire piet per quel poveretto? 5. Da quando ha cominciato una rigida dieta, Silvana (dimagrisce)

a vista docchio. 6. San

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

139

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
Francesco (ammans) il feroce lupo che terrorizzava i dintorni di Gubbio.
7. Quando scoppi il temporale non avevo lombrello, perci rientrai a casa completamente
(infradiciato) . 8. Gli scarichi di quella fabbrica (intorbidano)

35

le acque del torrente.

Completa le frasi con i verbi sovrabbondanti adatti, scegliendo tra i due proposti in
corsivo.
1. Quellululato spaventoso nel cuore della notte mi (atterr / atterr)
2. Gli aerei militari (atterriranno / atterreranno)

su questa pista. 3. Per

evitare frane e smottamenti occorrer (imboscare / imboschire) i fianchi


di queste montagne. 4. Con il passare degli anni anche la bellezza del suo volto (sfior /

sfior) . 5. I ladri avevano (imboscato / imboschito)


il bottino della rapina in un vecchio casolare abbandonato. 6. Carmen aveva gli occhi
(arrossiti / arrossati ) dal pianto. 7. Dopo due soli lavaggi questa camicia completamente (scolorata / scolorita)

no (scolorato / scolorito)

la tenda del salotto. 9. Mia sorella molto

timida e (arrossisce / arrossa)

. 8. I raggi del sole aveva-

per un nonnulla. 10. Per fortuna la tem-

pesta ha appena (sfiorito / sfiorato) la nostra citt.

36

37
SCRITTURA

Scrivi accanto a ciascuno dei verbi sovrabbondanti elencati la forma alternativa.


1. adempieva

2. compiranno

3. infradicire

4. annerirono

5. dimagrii

6. intorbidassi

7. starnuterei

8. ammansivano

Scrivi una frase con ciascuno dei verbi sovrabbondanti elencati, coniugandoli nel modo e nel tempo che desideri.
arrossare arrossire sfiorare sfiorire scolorare scolorire atterrare atterrire

38

Nelle frasi alcuni verbi sovrabbondanti sono usati in modo errato. Individuali e correggili. Attenzione: non tutte le frasi contengono errori.
1. Quando la guardano, Mara arrossa tutta. 2. La bandiera, appesa da tempo al balcone,
era ormai scolorata. 3. Il giovane sfior con una carezza la guancia della sua ragazza. 4. La
pianta di ciclamini tutta sfiorita. 5. Quella scossa di terremoto atterr tutti gli abitanti della citt. 6. Il ladro tent di imboscare la refurtiva, ma fu sorpreso dai carabinieri. 7. Queste
montagne dovrebbero essere imboscate, altrimenti vi saranno ancora altre frane. 8. Con
un pugno ben assestato, luomo atterr il suo aggressore. 9. Per qualche tempo non prender pi sole perch ho tutto il corpo arrossito.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
140

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Come abbiamo detto (vedi p. 98) i modi verbali sono sette: quattro finiti (indicativo,
congiuntivo, condizionale, imperativo) e tre indefiniti (infinito, participio, gerundio).
In questo paragrafo imparerai a utilizzare correttamente i tempi verbali di ciascun modo.

Lindicativo
f Io mangio.
f Io ho mangiato poco fa.
f Io manger tra poco.

I verbi evidenziati sono di tempo diverso, ma hanno una caratteristica comune: esprimono tutti unidea di realt, di certezza. Lazione del mangiare, infatti, gi avvenuta (ho
mangiato), sta avvenendo (mangio) o data come imminente (manger): in nessuno dei tre
casi possono esservi dubbi sul fatto che essa abbia avuto, abbia o avr luogo.
Il modo che esprime questi significati lindicativo.
indicativo esprime fatti e modi di essere certamente verificatisi in passato, o
DEFINIZIONE Ilchemodo
stanno verificandosi nel presente, o il cui verificarsi nel futuro dato per certo.

Esso comprende otto tempi:


quattro semplici: presente, imperfetto, passato remoto, futuro semplice;
quattro composti: passato prossimo, trapassato prossimo, trapassato remoto,
futuro anteriore.

Il presente
Il presente indica:

unazione che si verifica nel momento stesso in cui si parla:


f Piove a dirotto.

unazione che si ripete sempre allo stesso modo o in condizioni abituali:


f Il telegiornale della sera va in onda alle 20 in punto.
f In autunno le rondini emigrano verso i paesi caldi.

leggi scientifiche e norme legislative:


f Una molecola dacqua contiene due atomi di idrogeno e uno di ossigeno.
f Il Governo esercita il potere esecutivo.

affermazioni generali, che restano immutate nel tempo e non necessitano di alcuna dimostrazione:
f La ricchezza, da sola, non d la felicit.
f Il leone il re della foresta.

azioni presenti nei proverbi (questo presente detto gnmico, cio sentenzioso):
f Il mattino ha loro in bocca.
f Chi non risica non rosica.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
5 Luso dei modi e dei tempi verbali

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

141

unazione che si verifica nel passato, come se stesse accadendo nel momento in
cui si parla (presente storico):
f Annibale valica le Alpi con un forte esercito e sconfigge ripetutamente i Romani.

unazione destinata a verificarsi in un futuro molto vicino (si usa soprattutto nel
linguaggio colloquiale):
f Quando vedi (= vedrai) Maurizio, salutamelo.

Limperfetto
Limperfetto indica unazione:

che si verifica nel passato con continuit:


f I miei nonni possedevano una casa in campagna.

che si verifica nel passato contemporaneamente a unaltra:


f La sveglia suon proprio mentre facevo un bellissimo sogno.

che viene data nel passato come abituale:


f Da piccola giocavo con le bambole.

in descrizioni riferite al passato allinterno di testi narrativi:


f Per una di queste stradicciole, tornava [] don Abbondio.

Il passato prossimo
Il passato prossimo indica unazione:

che si verifica in un passato recente:


f Questa mattina non ho letto il giornale.

che si verifica in un passato lontano, i cui effetti non si sono ancora esauriti:
f Harry Potter il personaggio che ha reso celebre la scrittrice J. K. Rowling.

Il passato remoto
Il passato remoto indica unazione:

che si verifica e si conclude nel passato:


f Il continente di Atlantide scomparve nelle acque delloceano.

Il trapassato prossimo
Il trapassato prossimo indica unazione:

che si verifica nel passato, mentre inizia unazione che si svolge sempre nel passato:
f Ero rientrato in casa da pochi minuti, quando squill il telefono.

Il trapassato remoto
Il trapassato remoto indica unazione:

che si verifica nel passato e si conclude prima di unaltra (questultima espressa


con il passato remoto):
f Dopo che ebbe fatto i compiti, Davide and a giocare con gli amici.

142

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Il futuro semplice
Il futuro semplice esprime:

unazione che deve ancora verificarsi nel momento in cui si parla:


f Questanno la mia squadra vincer lo scudetto.

un dubbio:
f Sar una decisione giusta?

un ordine:
f Farai come ti dico!

un concetto approssimato:
f Sar una trota di sei etti!

una concessione:
f Avrai tanti soldi, ma non ti invidio.

Il futuro anteriore
Il futuro anteriore esprime:

unazione che si verifica nel futuro, prima di unaltra (questultima espressa con
il futuro semplice):
f Quando avr finito il liceo, mi iscriver alla facolt di Medicina.

un dubbio:
f Avr fatto bene?

un concetto approssimato:
f Sar stata quasi mezzanotte.

una concessione:
f Forse avr avuto un po di fortuna, ma ho meritato la vittoria.

BANCO DI PROVA

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi.


1. Ragazzi, domani se ne (vedere)

scere)

delle belle! 2. Dopo che mi (ricono-

, il mio vecchio amico Bartolo mi (abbracciare)

calorosamente. 3. Il professore disse: Quando (finire) di spiegare, vi conceder cinque minuti di pausa. 4. Lanno prossimo, non appena (finire)
le scuole, io (andare) in Inghilterra. 5. I Galli (vivere) nellattuale Francia. 6. Dopo che (leggere) quella lettera, mio padre apparve turbato. 7. A volte la verit (fare)

RISPOSTE ESATTE

male. 8. Sergio non (fare)

i compiti, perci volle copiare i miei.

/ 10

ESERCIZI

1. Il verbo

p. 154

143

Il congiuntivo
f Credo che tu abbia ragione.
f probabile che la mia squadra vinca.
f Si pensa che i Vichinghi abbiano
raggiunto lAmerica.

f Hai ragione tu.


f La mia squadra vincer.
f I Vichinghi raggiunsero lAmerica.

Le frasi riportate nella colonna di sinistra hanno un significato molto simile a quello delle corrispondenti frasi della colonna di destra. Identici sono i soggetti (tu, la mia squadra,
i Vichinghi) e i verbi utilizzati (avere, vincere, raggiungere), eppure non difficile comprendere che esiste una differenza sostanziale: nelle prime gli eventi riferiti sono dati come
possibili, nelle altre sono considerati certi.
A determinare questa importante sfumatura di significato il modo dei verbi: nel secondo caso lindicativo, il modo della certezza; nel primo caso il congiuntivo, il modo
della possibilit.
Il modo congiuntivo esprime fatti e azioni che non si verificano con certezza, ma che
DEFINIZIONE sono
considerati possibili, probabili o ipotetici.

Esso comprende quattro tempi:


due semplici: presente, imperfetto;
due composti: passato, trapassato.
Il congiuntivo pu essere usato sia in frasi indipendenti, sia, pi spesso, in frasi dipendenti.
La frase (o proposizione) indipendente possiede un senso compiuto e pu stare da sola, mentre la frase dipendente acquista senso soltanto appoggiandosi a unaltra proposizione:
f Guido leggeva il giornale.
frase indipendente

f Guido leggeva il giornale mentre gli parlavo dello spettacolo.


frase dipendente

La proposizione indipendente anche detta reggente, mentre la frase che ad essa si appoggia prende il nome di subordinata.
Nelle frasi indipendenti il congiuntivo indica:

un desiderio o un augurio:
f Iddio vi renda merito!

unesortazione o un comando (congiuntivo esortativo):


f Siate gentili!
f Venga con me!

un dubbio:
f Che abbia sbagliato io?

Nelle frasi dipendenti il congiuntivo dobbligo:

dopo verbi che esprimono speranza, dubbio, desiderio, timore:


f Mi chiedo se abbia fatto bene a stabilirmi in questa citt.
f Spero che questo momentaccio finisca presto.

144

SEZIONE II. MORFOLOGIA

dopo alcune congiunzioni (affinch, purch, qualora, quantunque...) e locuzioni


congiuntive (nonostante che, a patto che, senza che, come se, quasi che):
f Sono disposto a compiere qualsiasi sacrificio affinch mio figlio sia felice.
f Nonostante che guadagnasse molto, era sempre senza soldi.

dopo alcuni verbi seguiti dalla congiunzione che (occorre che, necessario che, possibile che, pu darsi che, bisogna che):
f Occorre che tutti compiano il proprio dovere.

dopo aggettivi e pronomi indefiniti (qualsiasi, qualunque, chiunque, dovunque):


f Qualsiasi cosa io faccia, il direttore mi rimprovera sempre.

Luso dei tempi dipende dal rapporto temporale tra il verbo della reggente e quello della dipendente. Queste le modalit di impiego:
TEMPO
DELLA REGGENTE

RAPPORTO
TRA REGGENTE
E SUBORDINATA

TEMPO
ESEMPI
DELLA SUBORDINATA

presente o futuro

azione
contemporanea

congiuntivo presente Comprendiamo


quanto egli soffra.

presente o futuro

azione anteriore

congiuntivo passato

Comprendiamo
(comprenderemo)
quanto egli abbia
sofferto.

passato

azione
contemporanea

congiuntivo
imperfetto

Comprendevamo
quanto egli soffrisse.

passato

azione anteriore

congiuntivo
trapassato

Comprendevamo
(abbiamo compreso,
comprendemmo,
avevamo compreso)
quanto egli avesse
sofferto.

BANCO DI PROVA

Unisci ciascuna frase della colonna di sinistra a una frase della colonna di destra, in
modo da formare dei periodi di senso compiuto. Lesercizio avviato.
1. Sarei diventato un campione
2. Avrei preferito
3. Faccio tutto il possibile
4. Si dice che i dinosauri
5. bene
6. Non immaginavo che tu
7. Gli antichi Greci credevano
8. Spero che la mia proposta
RISPOSTE ESATTE

/7

a. che tu vada a dormire presto.


b. ti abbia convinto.
c. che Prometeo avesse donato
il fuoco agli uomini.
d. parlassi cos bene linglese.
e. se non avessi subito quellinfortunio.
f. siano scomparsi per una catastrofe
ambientale.
g. che tu mi dicessi subito la verit.
h. perch non ti manchi nulla.
ESERCIZI

1. Il verbo

p. 156

145

Il condizionale
f Ti lancerai con il paracadute.
f Si lanciato con il paracadute.
f Non mi lancer con il paracadute.
f Vado al cinema.
f Ti alleni con pi impegno.
f Con Claudia sono felice.

f Ti lanceresti con il paracadute?


f Secondo i testimoni si sarebbe lanciato
con il paracadute.
f Chiss se mi lancerei con il
paracadute...
f Andrei volentieri al cinema.
f Al tuo posto, mi allenerei con pi
impegno.
f Se fossi con Claudia, sarei felice.

Le frasi riportate nella colonna di destra sono molto simili a quelle della colonna di sinistra, in quanto sono formate da parole quasi identiche, compresi i verbi; eppure il loro senso diverso, almeno in parte.
A introdurre differenti sfumature e a modificare considerevolmente il significato la
coniugazione dei verbi stessi. Nella prima colonna essi sono tutti di modo indicativo,
e quindi, come abbiamo visto, esprimono certezza; nella seconda colonna, invece, pongono una domanda (Ti lanceresti?), riportano un fatto non del tutto sicuro (si sarebbe lanciato), esprimono un dubbio (Chiss se mi lancerei), un desiderio (Andrei al cinema), un
parere (Al tuo posto, mi allenerei), oppure indicano unazione che avverr soltanto al verificarsi di una condizione (se fossi con Claudia, sarei felice). Proprio da questultimo uso discende il nome del modo cui essi appartengono, che il condizionale.
condizionale indica unazione subordinata a una condizione, oppure esprime
DEFINIZIONE Ilunmodo
desiderio, un dubbio, unopinione, una richiesta.

Esso comprende due tempi:

uno semplice: presente;


uno composto: passato.

Il condizionale pu essere usato nelle frasi indipendenti e nelle dipendenti.


Nelle frasi indipendenti il condizionale indica:

un desiderio:
f Avrei fatto volentieri una bella dormita.

unopinione:
f Secondo il professor Santini, dovremmo studiare di pi.

una supposizione:
f Secondo i testimoni, lUFO sarebbe atterrato dietro quelle case.

un dubbio (solo nelle frasi interrogative):


f Avresti il coraggio di compiere una simile azione?

una richiesta in forma attenuata:


f Scusi, saprebbe dirmi dove si trova il cinema Ariston?

146

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Nelle frasi dipendenti il condizionale indica:

unazione legata al verificarsi di una condizione:


f Se conoscessi linglese, svolgerei meglio il mio lavoro.
f Nel caso in cui avessi firmato quel contratto, sarei stato rovinato.

Per quanto riguarda i tempi, si usa il presente per indicare un evento che potrebbe accadere nel presente, solo nel caso in cui una certa condizione si realizzi o si sia gi realizzata:
f Se Luca mi prestasse la bicicletta, farei un giro fino al ponte.
f Se ti avessi dato ascolto, non mi troverei in queste condizioni.

Si usa invece il passato nel caso in cui, sempre nel passato, si fosse realizzata una certa
condizione:
f Non ti avrei telefonato, se avessi saputo che dormivi.

LE

Nel caso in cui la frase che esprime la condizione sia introdotta dal se ipotetico, si deve
VITA sempre
E
usare il congiuntivo, mai il condizionale. Osserva:
RRORE
f Se verrebbe anche Anna, sarei contento. Se venisse anche Anna, sarei contento.
Se lo avessi saputo, te lo avrei detto.
f Se lo avrei saputo, te lo avrei detto.

Nel linguaggio colloquiale possibile, in certi casi, esprimere la condizione con un verbo
di modo indicativo:
f Se venivi con me, ti divertivi (anzich: Se fossi venuto con me, ti saresti divertito).

BANCO DI PROVA

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi al modo condizionale.


1. Sebbene fosse gi tardi, i miei fratellini (dormire)

quanto! 2. Se steste un po zitti, (riuscire)

ancora per chiss

a sentire la spiegazione del

professore. 3. Signore, (potere) indicarmi la strada per andare alla stazione? 4. Qualora glielo avessimo domandato, Gianni ci (aiutare)
volentieri, ne sono sicuro. 5. Nel caso in cui Adriana mi domandasse di accompagnarla,
lo (fare)

volentieri. 6. Se potessi tornare indietro, non (commettere)

lo sbaglio di interrompere gli studi. 7. Che regalo ti (piacere)

ricevere per il tuo compleanno? 8. Se la Terra non fosse circondata dal-

latmosfera, non (esserci) vita su di essa. 9. Per fare questa torta ci (vo-

lere) della farina, ma ne siamo sprovvisti.


RISPOSTE ESATTE

/9

ESERCIZI

1. Il verbo

p. 159

147

Limperativo
f Abbassa il volume dello stereo!
f Torna presto.
f Fidati di me!

I verbi evidenziati impartiscono degli ordini (Abbassa il volume), avanzano delle richieste
(Torna presto), danno dei consigli (Fidati di me). Essi hanno carattere imperativo e proprio per questo il modo in cui sono coniugati prende il nome di imperativo.
modo imperativo esprime un comando, ma anche una richiesta, unesortazione, un
DEFINIZIONE Ilconsiglio,
una preghiera.

Esso comprende un solo tempo:

presente:
f Ascolta ci che ti dico!

e due persone:

seconda singolare e seconda plurale:


f Cammina / Camminate pi in fretta!

Nelle persone mancanti, limperativo sostituito dal congiuntivo esortativo (vedi


p. 144):
f I passeggeri allaccino le cinture di sicurezza.
f Gli atleti raggiungano i blocchi di partenza.

I comandi che riguardano unazione da eseguirsi nel futuro sono espressi con il futuro
semplice del modo indicativo:
f Obbedirai ai miei ordini!
f Verrai anche tu a teatro, anche se non ne hai voglia.

OTA
N
N
E
B E

Limperativo negativo si forma, per la seconda persona singolare, con linfinito presente preceduto dalla negazione non:
f Non ridere di chi pi sfortunato di te!
f Non raccontare bugie!

BANCO DI PROVA

Individua e sottolinea i verbi di modo imperativo.


1. Dimmi come si trova larea del rettangolo. 2. Aspetta, devo dirti una cosa. 3. Non
muovetevi, arriver subito. 4. Chiudete la finestra, non sentite che freddo fa? 5. Fai presto, non ho tempo da perdere! 6. Prendi lombrello, se non vuoi bagnarti. 7. Sta tranquillo, non mi dimenticher di te. 8. Spegni il gas, per favore.
RISPOSTE ESATTE

148

/8

SEZIONE II. MORFOLOGIA

ESERCIZI

p. 161

Linfinito
f Mi piacerebbe visitare lisola di Creta.
f Chiss quando finir di piovere!
f Credi di essere stato furbo, invece ti sei comportato da sciocco.

I verbi evidenziati non contengono sfumature e significati di alcun genere (certezza,


dubbio, condizione, ordine ecc.): essi esprimono unicamente unazione (visitare), un
evento (piovere), uno stato (essere stato). Sono queste le caratteristiche del modo infinito, a cui appartengono le forme verbali esaminate.
Il modo infinito esprime il significato di base del verbo, senza aggiungere altre inDEFINIZIONE formazioni.

Esso comprende due tempi:

uno semplice: presente;


uno composto: passato.

Nelle frasi indipendenti linfinito si usa:

con valore di imperativo, in frasi sia affermative sia negative:


f Dare la precedenza.
f Non piangere!

con valore di dubbio in frasi interrogative:


f Che fare, in quella situazione?

con valore di nome (infinito sostantivato); in questo caso spesso accompagnato dallarticolo:
f Tra il dire e il fare c di mezzo il mare.

Nelle frasi dipendenti linfinito presente indica azioni o modi di essere:

contemporanei a quelli espressi nella reggente:


f Mi piacerebbe giocare a tennis.
f Limperatore Augusto sosteneva di discendere dal mitico Enea.

posteriori a quelli espressi nella reggente:


f Sono convinto di superare (= che superer) lesame.
f Gli Ateniesi decisero di affrontare (= che avrebbero affrontato) i Persiani.

Linfinito passato, sempre nelle frasi dipendenti, indica azioni o modi di essere:

anteriori a quelli espressi nella reggente:


f Riconosco di aver avuto molta fortuna.
f Diceva di aver visto dei cinghiali lungo la strada.
1. Il verbo

149

BANCO DI PROVA

Di ciascuna delle forme verbali elencate scrivi linfinito presente e quello passato.
FORMA VERBALE

INFINITO PRESENTE

INFINITO PASSATO

approvai
apri
che egli preghi
ebbe detto
ho dimostrato
che tu stessi
render
ottenni
avessero
avr spinto
condussero
berrei
fu
finivano

RISPOSTE ESATTE

/ 28

ESERCIZI

p. 163

Il participio
f Questa mattina c un sole splendente.
f La torta della mamma ha un aspetto invitante.
f Il vincitore stato generoso con i nemici vinti.

I verbi evidenziati presentano due aspetti complementari: da un lato esprimono unazione (splendente = che splende; invitante = che invita; vinti = che sono stati vinti), ma al tempo stesso indicano una caratteristica, come gli aggettivi qualificativi. In quanto partecipe
di questa duplice natura, il modo dei verbi esaminati viene detto participio.
participio deriva il suo nome dal fatto che partecipa delle funzioni di verbo
DEFINIZIONE eIl modo
di aggettivo, svolgendole entrambe.

Esso comprende due tempi: presente e passato (entrambi semplici).


Il participio presente varia solo nel numero (ridente / ridenti), il participio passato anche
nel genere (amato /amata / amati /amate).
Il participio pu essere usato con funzione di verbo, di aggettivo o di nome.
Participio con funzione di verbo:

al presente, quando indica azione contemporanea a quella della reggente:


f Volenti (= che vogliate) o nolenti (= che non vogliate), dovrete obbedire.
f Limpero romano fu attaccato da popoli provenienti (= che provenivano) da nord.

150

SEZIONE II. MORFOLOGIA

al passato, quando indica azione anteriore a quella della reggente:


f Salutati (= dopo che ebbe salutato) i genitori, il giovane si mise in cammino.

Participio con funzione di aggettivo:

al presente:
f Marco ha acquistato unauto nuova fiammante.
f La ricerca di Marco interessante.

al passato:
f Marco ha acquistato unauto usata.
f La ricerca di Marco approfondita.

Participio con funzione di nome:

al presente:
f I dipendenti della ditta in cui lavoro sono scesi in sciopero.

al passato:
f Limputato fu assolto con formula piena.

OTA
N
N
E
B E

Come abbiamo gi detto (vedi p. 97), il participio passato viene unito agli ausiliari essere e avere per formare i tempi composti. In questo caso le concordanze avvengono nei modi seguenti:

con il verbo avere il participio passato rimane di norma invariato:


f Maria ha acquistato il biglietto per il teatro.
f Il nonno ha subito una delicata operazione.

con il verbo essere il participio passato concorda sempre in genere e in numero con
il soggetto:
f Laereo atterrato senza difficolt.
f Le ore sono trascorse veloci.

con i riflessivi impropri (vedi p. 174) la concordanza del participio passato pu avvenire sia con il soggetto sia con loggetto:
f Laura si truccata (o truccati) gli occhi.
f Pap si allacciato (o allacciate) le scarpe.

BANCO DI PROVA

Individua e sottolinea i verbi di modo participio: in rosso quelli al tempo presente,


in blu quelli al tempo passato.
accogliere stancante ammorbidito reggeva indovinato rincorrendo rideva
avanzereste stringeva pensai visto cotto rimbombante aspirato avere coperto
intuire ringhiasse previsto avendo osservato ripet infamante appeso
costruirono caduto avente
RISPOSTE ESATTE

/ 12

ESERCIZI

1. Il verbo

p. 164

151

Il gerundio
f
f
f
f
f

Il naufrago si salvato aggrappandosi a un relitto.


Pranzando, guardo spesso il telegiornale.
Avendo perso il treno, arrivai in ritardo.
Mi guard sorridendo.
Sapendo ci che mi aspettava, non mi sarei mai imbarcato in quellavventura.

I verbi evidenziati spiegano le circostanze in virt delle quali si verifica lazione espressa dal verbo della proposizione reggente. In particolare essi indicano:

il mezzo (aggrappandosi = con laggrapparsi);

il tempo (Pranzando = mentre pranzo);

la causa (Avendo perso = poich avevo perso);

il modo (sorridendo = in modo sorridente);

la condizione (Sapendo = se avessi saputo).

gerundio indica le modalit (di mezzo, di tempo, di causa, di modo) secondo


DEFINIZIONE leIl modo
quali avviene unaltra azione, oppure esprime una condizione.

Esso comprende due tempi:

uno semplice: presente;


uno composto: passato.

Nelle frasi indipendenti il gerundio si usa soltanto se preceduto dai verbi stare e andare, con i quali forma delle perifrasi che esprimono:

unazione in corso di svolgimento:


f Franca sta mangiando un gelato.
f Sbrigati, gli ospiti ti stanno aspettando.

unazione che si ripete nel tempo:


f Il livello del fiume andava crescendo in modo preoccupante.
f La temperatura della Terra va aumentando progressivamente.

Nelle frasi dipendenti il gerundio si usa:

al presente per indicare unazione contemporanea a quella espressa nella reggente:


f Camminava fischiettando allegramente.
f Sentendo quelle parole, si commosse.

al passato per indicare unazione anteriore a quella espressa nella reggente:


f Avendo finito i compiti, uscii con gli amici.
f Essendo rimasto senza benzina, ritornai a casa a piedi.

152

SEZIONE II. MORFOLOGIA

LE

abbiamo gi detto (vedi p. 98), nei modi indefiniti la persona non espressa, ma
VITA Come
E
solo
individuabile
dallinsieme della frase.
RRORE
In particolare, nelluso dellinfinito e del gerundio pu nascere facilmente qualche difficolt nellidentificazione della persona che svolge la funzione di soggetto.
Esaminiamo, ad esempio, le frasi:
f Vi fu una lunga discussione tra il signor Rossi e la moglie; appena terminata, part.
f Essendo febbricitante, la mamma preg Sergio di non uscire.
Lambiguit evidente: nella prima frase, infatti, non chiaro se a partire sia il signor Rossi o la moglie; nella seconda non si capisce se ad avere la febbre sia la mamma o Sergio.
In questi casi, lunico modo per evitare errori quello di ribadire il soggetto, ad esempio:
f Vi fu una lunga discussione tra il signor Rossi e la moglie; appena terminata, la
donna part.
f La mamma di Sergio, essendo questi febbricitante, lo preg di non uscire.

BANCO DI PROVA

Sottolinea nelle frasi i verbi di modo gerundio: in rosso quelli di tempo presente, in
blu quelli di tempo passato.
1. Avrei voluto telefonarti, ma non conoscendo il tuo numero telefonico, non ho potuto
farlo.
2. Che cosa vai cercando in quel cassetto?
3. Cominciavo a preoccuparmi, non avendo avuto tue notizie da qualche giorno.
4. Non sar negando levidenza che limputato potr essere assolto.
5. Non sono riuscito a raggiungere la sufficienza in inglese, pur essendomi impegnato
al massimo.
6. Ho preferito restare a casa, avendo avuto qualche linea di febbre nel corso della notte.
7. Provando e riprovando, alla fine sono riuscito a risolvere il problema.
8. Se n andato arrabbiatissimo, sbattendo la porta e protestando ad alta voce.
9. Quando torno a casa, il mio cagnolino mi aspetta scodinzolando davanti alla porta.
10. Non sar negando le tue responsabilit che potrai nascondere gli errori commessi.
11. Pur avendoti sconfitto a scacchi, riconosco di aver trovato in te un degno avversario.
12. Pur essendo caduto dal primo piano, il gatto non si fatto nulla.
RISPOSTE ESATTE

/ 14

ESERCIZI

1. Il verbo

p. 167

153

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC

ES

Lindicativo p. 141

ERC

I
IZ

Inserisci opportunamente nella tabella i verbi elencati.

ho vinto cammina avrai speso ridemmo aveva percorso vidi avemmo parlato
aspetta nevicava ricorder hai spiegato credono avete sospeso gridavate
avranno condiviso ricominci abbiamo incontrato sudavate aveste avrete
avevate avete
PRESENTE
IMPERFETTO
PASSATO REMOTO
FUTURO SEMPLICE
PASSATO PROSSIMO
TRAPASSATO PROSSIMO
TRAPASSATO REMOTO
FUTURO ANTERIORE

Indica se i verbi presenti nelle frasi esprimono azioni che si ripetono (A), definizioni
scientifiche o norme legislative (B), affermazioni generali (C), azioni dei proverbi (D).
1. Incontro spesso Davide alla fermata del tram.
2. A diciotto anni si diventa maggiorenni.
3. Ride bene chi ride ultimo.
4. Gli amici si aiutano nel momento del bisogno.
5. Le partite di calcio durano 90 minuti.
6. Nellatomo, gli elettroni ruotano attorno al nucleo.
7. Rosso di sera, bel tempo si spera.
8. La velocit si ottiene dividendo lo spazio per il tempo.

Indica se i verbi sottolineati (coniugati allindicativo presente) esprimono unazione, uno stato o un modo di essere che si verifica nel presente (PR), nel passato (PA) o nel futuro (F).
1. Appena posso , vado a trovare Ivan. 2. Giunti in India, i soldati di Alessandro Magno rifiutano di proseguire oltre. 3. Oggi mi sento benissimo. 4. Lucia
suona molto bene il pianoforte. 5. Al suo ritorno dalla Cina, Marco Polo scrive
un libro in cui racconta i suoi viaggi nel lontano Oriente. 6. Nelle prossime vacanze
di Natale vado a sciare in Val dAosta. 7. Non ricordo il numero di telefono di
Marisa. 8. Ricevuto lordine di fermare le sue truppe vittoriose, Garibaldi obbedisce ,
seppur controvoglia.

4
SCRITTURA

Scrivi tre frasi usando il presente storico.


f

Dopo essere stato sconfitto da Cesare, Pompeo si rifugia in Egitto.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
154

SEZIONE II. MORFOLOGIA

I verbi presenti nelle frasi sono coniugati allindicativo imperfetto. Indica se esprimono unazione che si verifica con continuit (A), o che abituale (B), o che si verifica contemporaneamente a unaltra (C).
1. Dario aspettava da unora. 2. Mio padre ritornava sempre alle sette di sera. 3. Da
giovane, il nonno lavorava come cuoco. 4. Mentre dormivi, ho lavato i piatti. 5. Fran-

co allora abitava a Cagliari. 6. Rientrai proprio mentre cominciava a piovere. 7. I fe-

deli ascoltavano attenti le parole del sacerdote.


disputavano ogni quattro anni.

8. Nellantica Grecia, le Olimpiadi si

Coniuga opportunamente i verbi tra parentesi al passato prossimo o al passato remoto.


1. Questa mattina mi (venire)

una forte emicrania, che poi (passare)

verso mezzogiorno. 2. Non dirmi che (iscriversi) anche

tu in questa scuola! 3. Gli Achei (conquistare)


durato dieci anni. 4. (Sentire)

Troia dopo un assedio

quello che ti sto dicendo? 5. Nel Me-

dioevo, il Papato e lImpero (essere) spesso in lotta tra loro. 6. Questa


mattina (telefonare)

un signore che mi (dire)

di voler

parlare con te.

Riscrivi le frasi volgendole al futuro semplice.

f Sono stato a casa tutto il pomeriggio.

Star a casa tutto il pomeriggio.

1. Ti ho aspettato per unora! 2. Lavoro come impiegato in una grande azienda. 3. Il dottore scrive una ricetta per il paziente. 4. La pioggia cadde per quaranta giorni e tutte le
terre furono sommerse. 5. Part per primo Oreste, gli altri lo seguirono. 6. Quando ebbe compreso lerrore, si pent. 7. Chi ha visto deve parlare. 8. Il ciclista che vinse la gara fu premiato con un bacio dalla miss.

Indica se i verbi sottolineati (coniugati allindicativo futuro) esprimono un ordine (O),


un concetto approssimato (A), un dubbio (D) o una concessione (C).

fino a domani. 3. Sar pure una


bella canzone, ma a me non piace. 4. Giorgia avr una ventina danni. 5. Guarderai
la TV dopo aver fatto i compiti. 6. Esisteranno davvero gli extraterrestri? 7. Sar anche una persona colta, ma cos noioso quellinsegnante! 8. Quella villa coster un mi-

1. Sar

vera questa notizia?

2. Mi aspetterete

lione di euro.

Riscrivi le frasi nella forma corretta.


1. Dopo che finir i compiti verr a giocare con te. 2. I primi uomini sono arrivati in America attraverso lo stretto di Bering. 3. Stamattina incontrammo Oscar che andava al lavoro. 4. Mi hanno pregato di dirti che vennero tra cinque minuti. 5. Poco fa vidi Vincenzo
al bar. 6. Mentre camminammo su un sentiero di montagna, vedemmo un camoscio.
7. Fino a quando non ti metterai a dieta, non dimagrisci. 8. Ho molto apprezzato le parole che dici.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

155

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
10

In ciascuna frase sono presenti due verbi: indica se il secondo rappresenta unazione, uno stato o un modo di essere anteriore (A), contemporaneo (C) o successivo (S)
al primo.
1. Quella ditta mi assumer soltanto dopo che avr conseguito il diploma. 2. Quando

mi chiamerai, verr da te. 3. Vedo con piacere che hai scelto per i capelli una foggia meno bizzarra. 4. Dar uno sguardo al giornale, mentre tu ti prepari
stestate andr in California soltanto se avr ottenuto

la promozione.

5. Que-

6. Se oggi vi

comporterete bene, domenica vi porter al mare. 7. Dopo che avrete finito i compiti,

potrete guardare la televisione. 8. Sarete fortunati se troverete ancora un biglietto


per il concerto. 9. Se mi presti il motorino, arriver a scuola in perfetto orario.

Il congiuntivo p. 144

11

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi al modo congiuntivo.


1. Se (potere) ti accompagnerei, ma non ho tempo. 2. Ritengo che Bruno in questo momento (essere) il miglior giocatore della squadra. 3. Ho
limpressione che tu oggi non ti (stare) impegnando abbastanza. 4. Speravo che Grazia (accettare) il mio invito a cena. 5. probabile che i mutamenti climatici (dipendere) dallemissione di gas nellatmosfera. 6. Se
almeno (smettere)

questo, mente.

di piovere, potrei tornare a casa. 7. Chiunque (dire)

8. Se io non ti (svegliare)

saresti rimasto a letto fino a mezzogiorno. 9. Speriamo che domani non (fare)
troppo caldo. 10. Temevamo che voi non (venire) . 11. Mi pare che
il tempo (stare) migliorando. 12. Comprer questa cravatta, sebbene mi
(sembrare) un po vistosa.

12

Indica se i verbi di modo congiuntivo sottolineati esprimono desiderio o augurio (A),


esortazione o comando (C), oppure dubbio (D).
1. Prenda questo biglietto della lotteria, signore, quello fortunato! 2. Potessi rivi-

il maggiordomo, lautore del delitto? 4. Possa


quelluomo pentirsi delle sue malefatte! 5. Siate pi generosi con i poveri. 6. Che abbia lasciato la penna stilografica in ufficio? 7. Prego, si accomodi . 8. Mi dica tutvere quei giorni felici! 3. Che sia

to quello che sa.

13

Sottolinea i verbi di modo congiuntivo presenti nelle frasi e indicane la coniugazione, il tempo e la persona.
1. Spero che tu abbia dormito bene.

...................................................................

2. Si dice che il pirata abbia nascosto qui il tesoro.

...................................................................

3. Speravo che nessuno ci avesse visti.

...................................................................

4. Credo che Paolo abbia ricevuto un regalo.

...................................................................

5. Se non lo avessi visto, non ci avrei creduto.

...................................................................

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
156

SEZIONE II. MORFOLOGIA

14

6. Sebbene avessi studiato poco, ottenni un bel voto.

...................................................................

7. Spero che tu non abbia creduto a Luca.

...................................................................

Completa le frasi con le forme verbali adatte. Lesercizio avviato.

me lo avessero domandato.

1. Forse sarei uscito con loro se


2. Sebbene

.....................................................................................................................

.........................................................................................

3. Nel caso in cui

...........................................................................................................

, venite a trovarmi.

4. Il giudice era convinto che

........................................................................................................................

5. Tutti desidererebbero che

.........................................................................................................................

6. Veramente avrei preferito che


7. In quel momento pens che

15

Massimo si dichiarava innocente.

.................................................................................................................

....................................................................................................................

Riscrivi le frasi volgendo i verbi di modo congiuntivo dal tempo presente al passato.
1. Ritengo che Marco abbia ragione. 2. Credo che gli zii arrivino alle sei. 3. Temo che Alice non mi ami. 4. Speriamo che il nonno guarisca. 5. Tutti i critici sostengono che lo spettacolo sia entusiasmante. 6. Non capisco perch tu mangi tanto. 7. probabile che il
corteo passi in questa piazza. 8. Mi auguro che tu comprenda i tuoi errori.

16

Riscrivi le frasi volgendo i verbi di modo congiuntivo dal tempo imperfetto al trapassato.
1. Credevano che dimenticassi lappuntamento. 2. Ero convinto che Stefania andasse in
vacanza a Viareggio. 3. Ero certo che Lella si comportasse in modo discutibile. 4. Temevo che tu arrivassi tardi. 5. Non sapevo spiegare perch quella canzone avesse tanto
successo. 6. Non capivo come facesse Piero a risolvere con facilit quei problemi di geometria. 7. Si diceva che nel lago vivesse un terribile mostro. 8. Pensavo che Franca e
Gianni fossero amici.

17

Riscrivi le frasi volgendo i verbi dallindicativo al congiuntivo, in modo tale che il fatto, dato per certo, divenga una possibilit (a), un dubbio (b), un desiderio (c). Lesercizio avviato.
1. Carlo un bravo pianista.

Credo che Carlo possa diventare un bravo pianista.


b. Dubito che Carlo sia un bravo pianista.
c. Oh, se Carlo diventasse un bravo pianista!
a.

2. La verit venuta a galla.


a.

..............................................................................................................................................................................

b.

.............................................................................................................................................................................

c.

..............................................................................................................................................................................

3. Domani piover.
a.

..............................................................................................................................................................................

b.

.............................................................................................................................................................................

c.

..............................................................................................................................................................................

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

157

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
4. Presto rivedr Marcella.
a.

..............................................................................................................................................................................

b.

.............................................................................................................................................................................

c.

..............................................................................................................................................................................

5. Acquister unauto sportiva.

18

..............................................................................................................................................................................

b.

.............................................................................................................................................................................

c.

..............................................................................................................................................................................

Riscrivi le frasi correggendo gli errori nelluso del congiuntivo e ripristinandolo dove occorre.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

SCHEDA
LESSICALE

a.

Ritengo che Anselmo un bravo ragazzo.


giusto che chi sbaglia paga.
Aspetta che mi rimprovera, e poi vedrai come gli rispondo!
Mangiava come se era a digiuno da un mese!
Chiunque ha dipinto questo quadro un grande artista.
Gli Egizi credevano che il Faraone era un dio.
Se non venivo in moto, non sarei mai arrivato!
Credo che Giulia ha litigato con il suo ragazzo.
Temendo che pioveva ho preso lombrello.
Ho limpressione che tu sai pi di quanto vuoi farci credere.

Tempi difficili per il congiuntivo


Spesso alla radio o alla televisione capita di sentir pronunciare frasi come:

f Credo che bene adottare questo provvedimento.


f Mi piacerebbe che le cose vanno meglio.
Chi stato abituato allosservanza delle regole grammaticali prova un senso di fastidio nelludire
frasi di questo genere. Si deve dire:
f Credo che sia bene adottare questo provvedimento.
f Mi piacerebbe che le cose andassero meglio.
Il congiuntivo tende a essere utilizzato sempre meno e addirittura nel linguaggio colloquiale va
quasi scomparendo. Eppure lindicativo, con il quale lo si sostituisce, ha generalmente una funzione ben diversa, come gi sai (vedi p. 141), poich esprime certezza, mentre il congiuntivo
il modo della possibilit, del dubbio, dellaugurio, e quindi dellincertezza. Luso delluno o dellaltro modo non dipende dunque da una semplice pignoleria grammaticale, ma dalla logica stessa della lingua: non ha senso infatti esprimere in modo identico eventi certi ed eventi incerti.
Confondere i due piani significa impoverire la lingua e andare incontro a possibili ambiguit.
Per ciascuna parola o espressione elencata scrivi una frase che contenga un verbo di modo
congiuntivo.
bench nonostante che affinch a patto che qualsiasi cosa bene occorre

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
158

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Il condizionale p. 146

19

Individua e sottolinea i verbi di modo condizionale presenti nelle frasi.


1. Non ti avrei disturbato, se non avessi avuto urgente bisogno di un tuo consiglio. 2. Verresti al cinema con me? 3. Nel caso in cui Pavoni si fosse candidato sindaco, lo avrei votato. 4. Secondo alcuni storici, gli Etruschi sarebbero originari dellAsia Minore. 5. Mi
piacerebbe molto avere un gatto siamese. 6. Che ne diresti di un bicchiere di aranciata?
7. Se non fossi convinto di ci che dico, non sosterrei una simile tesi. 8. Signore, sarebbe
cos gentile da indicarmi dove si trova la biblioteca comunale?

20

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi al tempo corretto del condizionale.
1. Chi non (volere) essere bello e intelligente al tempo stesso? 2. Io non
ti (rimproverare)

se non te lo fossi meritato. 3. Marta e io (sposarsi)

anche subito, ma non riusciamo a trovare una casa. 4. Non (dare)

quella risposta, se non fossi stato sicuro che era esatta. 5. Se potessi,

(andare) subito a dormire. 6. Chi mai (immaginare) un


simile disastro? 7. Non mi (aspettare) un atteggiamento simile da
parte sua. 8. Non (volere) disturbarti, ma sono stato costretto a farlo.
9. (Mentire) , se dicessi che Aldo mi simpatico. 10. Io non (scommet-

tere) un euro sul cavallo che ha vinto!

21

Sottolinea i verbi di modo condizionale presenti nelle frasi, poi indicane la coniugazione, il tempo e la persona.
1. Se qualcuno mi aiutasse a preparare la tavola, ne sarei ben lieta.
...................................................................................................................................................................................

2. Mi daresti un passaggio fino a casa?


...................................................................................................................................................................................

3. A detta di molti, gli stadi non sarebbero pi sicuri.


...................................................................................................................................................................................

4. Una catastrofe naturale avrebbe provocato la decadenza della civilt cretese.


...................................................................................................................................................................................

5. Visiterei molto volentieri il Louvre.


...................................................................................................................................................................................

6. Ti avrei preparato la cena, se avessi saputo del tuo arrivo.


...................................................................................................................................................................................

7. Andrea non oserebbe farmi un affronto simile!


...................................................................................................................................................................................

8. Avrei fatto qualsiasi cosa pur di conquistare quella ragazza!


...................................................................................................................................................................................

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

159

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
22

Riscrivi le frasi volgendo al passato i verbi di modo condizionale e adattando, se necessario, il resto della frase.

f Verrei volentieri al cinema con te, ma non posso.

Sarei venuto volentieri al cinema con te, ma non potevo.

1. Se sapessi come aiutarti, lo farei. 2. Al festival musicale parteciperebbero alcuni artisti


molto noti. 3. Sapresti risolvere un problema del genere? 4. Mi piacerebbe tanto andare in vacanza alle Maldive... 5. Non ti rimprovererei se non mi stesse a cuore la tua felicit. 6. Se non ricevessi quel denaro, sarei davvero nei guai! 7. Sarebbe un guasto
meccanico la causa dellincidente ferroviario. 8. Mi piacerebbe imparare a suonare il piano, se trovassi un bravo maestro.

23

Inserisci opportunamente nella tabella i verbi al modo condizionale presenti nelle


frasi, in base alla sfumatura di significato che contengono.
1. La polizia avrebbe individuato gli autori della rapina alla banca. 2. Chi di voi potrebbe
aver compiuto una simile azione? 3. Penso che non avrebbe dovuto pronunciare quelle parole. 4. Quanti testimoni avrebbero assistito allincidente? 5. La prego, vorrebbe accomodarsi nel mio ufficio? 6. A mio avviso, avresti vinto lincontro se non ti fossi fatta
sopraffare dallemozione. 7. Saresti tu il mio prossimo avversario nel torneo di ping-pong?
8. Per favore, mi indicherebbe la strada per arrivare allo stadio? 9. A detta dellidraulico,
dovremmo rifare limpianto di riscaldamento. 10. Come mi piacerebbe quella camicia!
11. La scomparsa dei dinosauri sarebbe dovuta alla caduta di un enorme meteorite.
12. Sarebbe davvero bello se Anna e Pamela venissero a trovarci!

DUBBIO

24

OPINIONE

DESIDERIO

RICHIESTA
CORTESE

SUPPOSIZIONE

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi al modo congiuntivo o condizionale.
1. Se (essere) pi attento, non (combinare)
questo disastro! 2. Forse Napoleone non (perdere) la guerra, se
(evitare)

di invadere la Russia. 3. Se non ti (rivolgere)

al dottor Renzi, non (guarire) da quel fastidioso mal di

schiena. 4. Qualora lhotel Miramare non (avere) pi stanze libere, (po-

tere) rivolgerci allhotel Bellafonte. 5. Mamma, nel caso in cui (tardare)

, ti (telefonare)

per avvertirti. 6. Riconosco che ieri

non (risolvere) questo problema se tu non mi (aiutare)

. 7. (Essere)

molto felice se la prossima estate tu (venire)

in vacanza con me. 8. Se ti (dire) che la scorsa notte

ho incontrato dei marziani, mi (credere) ?

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
160

SEZIONE II. MORFOLOGIA

25

In ciascuna frase sono presenti due verbi, uno dei quali al modo condizionale: indica
se lazione espressa da questultimo anteriore (A), contemporanea (C) o successiva (S) a quella dellaltro verbo.
1. Mi fermerei volentieri a casa tua, se avessi tempo. 2. Temevo che avrebbe continua-

to a piovere per tutto il giorno. 3. Ero certo che avrebbe pagato il debito appena
ne avesse avuto la possibilit. 4. Ero convinto che avresti comprato tu il giornale. 5. Ti

accompagnerei , ma non posso. 6. So che avresti fatto

qualsiasi cosa per aiutarmi.

meglio evitare discussioni.


pi impegno, avremmo vinto .
7. Ritengo che sarebbe stato

26
SCRITTURA

27

8. Se avessimo giocato con

Scrivi due frasi in cui il verbo di modo condizionale esprima desiderio, e altrettante
in cui esprima opinione, dubbio e richiesta cortese.
Nelle frasi sono stati commessi errori nelluso del condizionale e del congiuntivo. Individuali e correggili.
1. Mi farebbe piacere se verresti anche tu alla festa. 2. Non vorrei unauto di quel tipo
nemmeno se me la regalerebbero. 3. Per favore, mi dicesse che ore sono? 4. Qualora tu
venderesti il tuo cellulare, io lo comprerei volentieri. 5. Non avessero dovuto trattarmi in
quel modo! 6. Per favore, mi prestassi la tua biro? 7. Se questa sera non tornerei a casa
presto, i miei genitori mi rimprovererebbero. 8. Quandanche prenderei la sufficienza in
matematica, mi basterebbe per essere promosso?

Limperativo p. 148

28

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi al modo imperativo.


1. Vittorio, (spedire) quella lettera al pi presto. 2. Finora hai fatto di testa tua, ma adesso (ascoltare) i miei consigli. 3. Hanno suonato il campanello; Piero, per favore, (andare) ad aprire la porta. 4. Ragazzi, (fidarsi)

di me e (fare)

come vi dico. 5. Marcello, (aprire)

bene le orecchie, perch non ripeter.

6. Sonia, (fermarsi) :

non vedi che il semaforo rosso? 7. (Venire) tutti qui: ho da darvi una
notizia sensazionale! 8. Mamma, la prossima volta (mettere) pi sale nel
sugo della pasta.

29

Riscrivi le frasi volgendo alla forma negativa i verbi che esprimono comando o esortazione.
1. Segui i consigli di Andrea. 2. Leggi lultimo libro della serie di Harry Potter. 3. Per risolvere il problema usate la calcolatrice. 4. Ripeti quel che hai detto! 5. Fermatevi a cena con noi. 6. Prendi la medicina che ti ha prescritto il dottore. 7. Cambia canale, per
favore. 8. Ragazzi, salite sul pullman.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

161

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
30

Sottolinea i verbi che, pur non essendo di modo imperativo, esprimono un comando
o unesortazione.
1. Quando sarai tornato a casa, dirai ai tuoi genitori che il professore di italiano desidera
parlare con loro. 2. Mi raccomando, Marina, non tornare a casa tardi. 3. Capiti quel che
capiti, domani andrai a scuola! 4. Gli allievi che hanno gi finito lesercizio escano dallaula
e facciano lintervallo. 5. Ora non voglio pi discutere: studierai finch non avrai imparato la lezione! 6. Non arrabbiarti, non intendevo offenderti! 7. Questo non un consiglio,
un ordine: non riferirete a nessuno ci che avete visto. 8. La prego, signore, attenda ancora pochi minuti, poi il dottore la ricever.

31

Individua le forme verbali che hanno valore di comando o di esortazione, poi inseriscile opportunamente nella tabella.
1. Non temere, tutto andr bene! 2. Chi non condivide le mie proposte, lo dica subito.
3. Obbedisci ai miei ordini, o sarai punito! 4. Questa sera, prima di andare a letto, berrai
questa tisana, assai efficace contro linsonnia. 5. Il proverbio dice: Chi ha tempo, non
aspetti tempo. 6. Appena cesser di piovere, andrai a comprare il giornale. 7. Abbi fede, vedrai che non ti accadr nulla di male. 8. Faccia il suo dovere e sar rispettato.
IMPERATIVO

32

FUTURO
SEMPLICE

INFINITO

Trasforma le frasi passando dalla seconda alla terza persona, singolare o plurale, e
sostituendo limperativo con il congiuntivo esortativo.

f Vai a comprarmi il giornale.

33

CONGIUNTIVO
ESORTATIVO

Vada a comprarmi il giornale.

1. Portami gli occhiali.

2. Raccogli il fazzoletto caduto.

3. Inserisci la quarta marcia.

4. Scrivi una lettera allavvocato.

5. Uscite subito.

6. Trovate quel documento a tutti i costi.

7. Parlate uno per volta.

8. Riconosci i tuoi errori.

Completa le frasi coniugando i verbi tra parentesi al modo imperativo o in modi e


tempi equivalenti allimperativo (congiuntivo esortativo, futuro semplice).
1. Amici, non (fare) agli altri ci che non volete sia fatto a voi. 2. (Andare)

a dormire subito, perch domani dovete alzarvi presto. 3. (Entrare)

pure signor Bianchi, lavvocato laspetta. 4. Chi non ha peccato (sca-

gliare) la prima pietra. 5. (Studiare) con pi impegno

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
162

SEZIONE II. MORFOLOGIA

e sarai promosso. 6. (Guardare) lass: non vedete anche voi quella strana luce che attraversa il cielo? 7. Gli atleti (raggiungere) la linea del traguardo. 8. Carissimi, (fare) come se foste a casa vostra!

34
SCRITTURA

Talvolta i comandi sono impartiti con espressioni nominali, in cui il verbo sottinteso. Scrivi una frase con ciascuna delle espressioni elencate.
mani in alto ai vostri posti fermo l silenzio in piedi attenti al cane niente paura
a terra zitti

Linfinito p. 149

35

Individua e sottolinea nel brano i verbi di modo infinito.

era una volta una vecchina che viveva in una bottiglia dellaceto. Un giorno pass
di l una fata che sent la vecchina borbottare tra s: Che rabbia, che rabbia, che
rabbia, diceva la vecchina, non dovrei mica vivere in una bottiglia dellaceto. Dovrei vivere in una bella casetta col tetto coperto di paglia e le rose rampicanti sul muro, l che
dovrei vivere.
La fata, dopo aver sentito le parole della vecchina, disse: Benissimo. Stasera, quando vai
a letto, girati tre volte e chiudi gli occhi, e domattina vedrai cosa vedrai.
Cos la vecchina and a letto e, dopo essersi girata tre volte, chiuse gli occhi. La mattina
dopo eccola l, in una graziosa casetta col tetto di paglia, e le rose rampicanti sui muri.
Si rallegr e si meravigli molto, ma si dimentic di ringraziare la fata.
La fata and a nord, e and a sud, e and a est, e and a ovest, tutta presa dai propri affari. Poi un bel giorno si disse: Andiamo a vedere come se la passa quella vecchina. Devessere molto felice nella sua piccola casetta.

(adattamento da K. Briggs, Fiabe popolari inglesi, Einaudi, Torino)

36

Sostituisci le espressioni tra parentesi con altre che contengano dei verbi di modo infinito. Lesercizio avviato.
1. Mi ha giurato (che non sa)
(che non sono)

di non sapere

nulla di quel furto. 2. Ho capito

adatto a praticare il calcio. 3. Limputato ha

confessato (che ha compiuto) lui il furto. 4. Sono felice


(perch ho superato) lesame. 5. Prima (che io vada)

in vacanza devo finire un ultimo lavoro. 6. Il capitano ordin ai suoi sol-

dati (che andassero) allassalto. 7. La professoressa mi ringrazi (poich le avevo raccolto)

promesso (che non commetter)

i fogli caduti. 8. Ho

mai pi un errore cos scioc-

co. 9. Il medico stato chiamato (affinch visitasse) il nonno.

37

Indica se i verbi di modo infinito sottolineati esprimono comando (C) o dubbio (D).

o non essere , questo il dilemma. 2. Rallentare in prossimit di un


centro abitato. 3. Come risolvere questo problema? 4. Perch accettare questa
imposizione? 5. Circolare , circolare , non successo niente. 6. Chi invitare alla
festa? 7. Come comportarsi con una persona cos irascibile?
1. Essere

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

163

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
38

Indica se i verbi di modo infinito sottolineati svolgono la funzione di nome (N) o di


verbo (V).
1. Ho sempre fatto il mio dovere .

2. Il ripetersi di gravi incidenti automobilistici ha indotto le autorit a chiudere quella


strada.
3. Preferisci guardare la televisione o giocare a carte?

4. Il cinguettare dei passerotti mi infondeva un senso di pace e di serenit.

5. Per tenere una corretta contabilit, bisogna conteggiare il dare e lavere .


6. Non sar con il cercare sempre nuove scuse che ti meriterai la mia stima.
7. Cerca di non fare troppo rumore.

8. Nessuno poteva mettere in discussione il volere del sovrano.

39

Sostituisci i verbi allinfinito tra parentesi con sostantivi di uguale significato, adattando, quando sia necessario, gli altri elementi della frase. Lesercizio avviato.

gracidio

1. Il (gracidare) delle rane non mi infastidisce. 2. Lauto si ferm con un grande (stridere) di freni. 3. Tra il (dire)

e il (fare) c di mezzo il mare. 4. Il Medioevo vi-

de il (nascere) della civilt comunale. 5. Bisogner provvedere


a (sostituire) la gomma bucata. 6. Dalla strada saliva un insolito (vociare) . 7. vietato il (circolare)
nei giorni festivi. 8. Quando udirono (squillare) la tromba, i soldati si lanciarono sul nemico. 9. Ho sempre rispettato il suo (volere)

. 10. Nellaria risuonava lallegro (garrire)

delle rondini. 11. Tra il (guidare)

una motocicletta e (guidare)

unauto c una bella differenza!

Il participio p. 150

40

Da ciascuno dei verbi elencati, coniugati in modi e tempi diversi, ricava il participio
presente e quello passato.
VERBO

PARTICIPIO PRESENTE

PARTICIPIO PASSATO

vedevo
assediavano
riconoscesse
amerebbe
convincer
scrivano
avere vinto
brucino
strisciai

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
164

SEZIONE II. MORFOLOGIA

41

Sottolinea i verbi coniugati al participio passato: in rosso quelli usati autonomamente, in blu quelli usati nei tempi composti.
1. Visto il costo del progetto, abbiamo deciso di rinviarne lattuazione. 2. Tutti gli amici
sono stati avvisati, escluso Sandro, che non sono riuscito a trovare. 3. Appena cessato il
temporale, siamo tornati a casa. 4. Abbiamo deciso di giocare a carte, dal momento che
alla televisione non cerano spettacoli di nostro gradimento. 5. Sconfitto a Waterloo, Napoleone fu costretto ad arrendersi ai nemici. 6. Accolta la richiesta della difesa, il giudice decise di aggiornare il processo al mese successivo. 7. Cristoforo Colombo, sbarcato
in America, pens di aver raggiunto le Indie. 8. Il prossimo anno mi iscriver al liceo scientifico, ammesso che riesca a superare lesame di fine anno.

42

Sottolinea i verbi di modo participio: in rosso quelli di tempo presente, in blu quelli
di tempo passato.
1. Vista la mala parata, i ladri se la diedero a gambe. 2. Roma, una volta sconfitta Cartagine, fu padrona del Mediterraneo. 3. Sarai responsabile delle conseguenze derivanti
dalla tua decisione. 4. Bruno risultato assente anche oggi. 5. Il tempo perduto non ritorner mai pi. 6. Lasciata lauto in un parcheggio, prosegu a piedi. 7. Questanno la
nostra azienda ha avuto una crescita esaltante. 8. Hai dimostrato una prontezza stupefacente nel rispondere alle domande del professore.

43

Completa le frasi con le forme adatte, scegliendo tra le due proposte in corsivo.
Attenzione: se fossero corrette entrambe, riportale tutte e due.
1. Mamma, ti sei (ricordato / ricordata) di bagnare le piante sul balcone?
2. Abbiamo (visto / viste) molte belle chiese in Umbria. 3. Allaltare, Marco e Gianna si sono (scambiato / scambiati) lanello nuziale. 4. Terr conto dei tuoi consigli perch li ho (apprezzato / apprezzati) molto. 5. Ti ho
(rivelato / rivelati) segreti della massima importanza. 6. Roberto e Marta si sono (incontrati / incontrate) per caso. 7. La mamma si (dimenti-

cato / dimenticata)

44

la borsetta a casa. 8. Ho (incontrato / incontrate)

delle amiche e ho (fatto / fatti) quattro passi con loro.

Sostituisci le espressioni tra parentesi con verbi coniugati al participio presente che
abbiano uguale significato.
1. Ieri ho visto un film (che emoziona) . 2. Alle domande del professore ho risposto in maniera (che esita)
ch un ragazzo (che invade)

. 3. Non lo invito a casa mia per-

. 4. Dopo le recenti manifestazioni di

protesta, nella citt oggi regna una calma (che appare) . 5. Sono stato
assunto da unazienda (che appartiene) a una societ svizzera. 6. In questa regione, le carestie sono una minaccia (che ricorre)
simpatica perch ha sempre un viso (che sorride)

. 7. Lara mi

. 8. La squadra (che

vince) entrer in finale.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

165

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
45

Sostituisci le espressioni tra parentesi con verbi coniugati al participio passato che
abbiano uguale significato.
1. Non si deve sprecare il cibo (che avanzato) dal pasto precedente.
2. Non dimenticher mai i giorni (che ho trascorso)

che termin)

a Cuba. 3. (Dopo

il temporale, in cielo spunt larcobaleno. 4. (Quando si

fu accorto) di avermi offeso, fece di tutto per farsi perdonare. 5. La professoressa ha tenuto conto dellimpegno (che stato profuso) dai suoi
allievi e li ha promossi tutti. 6. (Dopo aver vinto) una grossa somma alla roulette, Dino non seppe fermarsi e continu a giocare, perdendo tutto. 7. (Quando

ebbe stabilito) a chi toccasse preparare la tavola, la mamma si avvi verso la cucina. 8. (Avendo saputo)

che i nemici stavano per attaccare, il

generale ordin la ritirata.

46

Indica se i participi sottolineati svolgono la funzione di verbo (V), di aggettivo (A) o


di nome (N).
A. 1. Il nostro nuovo compagno di scuola un ragazzo simpatico, disponibile, educato .
2. Sono stata visitata dallassistente del professor Bongiorni.
3. Nella mia classe i respinti sono stati soltanto due.

4. Guardava con aria rapita la luce scintillante delle stelle.


5. Mi avventurai nella strada brulicante di folla.

6. Superato il Rubicone, Cesare marci verso Roma.

7. Limpiegato appose la sua firma sul foglio, quindi me lo restitu.


8. Questa nuova imposta dannegger soprattutto i commercianti .

B. 1. Partiti da Quarto, i Mille si diressero verso la Sicilia.


2. Ho sempre apprezzato le doti di quel cantante .

3. Mia mamma stata invitata a una serata danzante .

4. Il professore ci ha spiegato in maniera esauriente il fenomeno delle eclissi.


5. Mi complimento con te per i progressi compiuti in matematica.
6. Una pioggia battente aveva allagato i campi.

7. I sopravvissuti ricostruirono le case e rifondarono la citt.

8. Attento a maneggiare quel coltello, perch ha la lama molto affilata .

47

Scrivi tre frasi con un participio presente e tre con un participio passato.

SCRITTURA

48
SCRITTURA

49
SCRITTURA

Scrivi due frasi con un participio presente in funzione di aggettivo e due con un participio presente in funzione di nome.

Scrivi due frasi con un participio passato in funzione di aggettivo e due con un participio passato in funzione di nome.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
166

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Il gerundio p. 152

50

Indica se i gerundi sottolineati hanno valore di mezzo (ME), modo (MO), causa (CA),
tempo (TE), oppure esprimono una condizione (CO).
1. Aspettando il tuo arrivo, ho letto qualche pagina del giornale.

2. Camminando di questo passo, non arriveremo mai!


3. Avendo creduto in te, sono fiero dei tuoi successi.

4. Essendo stato rinviato lo sciopero del personale scolastico, domani le lezioni si


svolgeranno regolarmente.
5. Avendo avuto poco tempo, ho preparato un pranzo piuttosto frugale.
6. Il giovane le and incontro sorridendo .

7. Ho ottenuto questo successo allenandomi seriamente.

8. Potendo tornare indietro, non mi iscriverei pi alla facolt di Ingegneria.

51

Sostituisci le espressioni tra parentesi con verbi di modo gerundio che abbiano uguale significato.
1. (Quando penso) a quei tempi, sento un po di nostalgia. 2. Neppure (se volessi)

potrei concederti un prestito. 3. (Poich ero stanco)

andai a dormire presto. 4. (Dal momento che mi sono trovato)

a passare vicino a casa tua, ho pensato di farti visita. 5. (Quan-

do viaggio)

in treno, mi addormento facilmente. 6. (Mentre pranzo)

mi piace seguire il telegiornale. 7. (Quando vidi) quel-

le nuvole in cielo, tornai immediatamente a casa. 8. (Se seguirete)

at-

tentamente le lezioni, non avrete alcuna difficolt a fare i compiti.

52

In alcune frasi i verbi di modo gerundio sono coniugati al tempo errato. Individua gli
errori e correggili.
1. Non avendo avuto fretta, possiamo prendercela comoda. 2. Passeremo la giornata
avendo camminato sui sentieri di questa bellissima montagna. 3. Vedendo gi quel film
due volte, ho preferito cambiare canale. 4. Dimenticandomi di bagnare le piante, sono
tutte appassite. 5. Facendo quella promessa, ora devo mantenerla. 6. Esaurendo la benzina, fui costretto a fermarmi. 7. Cadendo proprio in vista dellarrivo, non vinsi quella gara. 8. Riconoscendo i propri errori, fu perdonato.

53

Nelle frasi i verbi di modo gerundio sono usati in modo da generare ambiguit e confusione. Individua gli errori e riscrivi le frasi nella forma corretta.

f Il conducente del pullman, essendo arrivato in ritardo, non mi aspett.

Il conducente del pullman non mi aspett perch arrivai in ritardo.

1. Il vigile, essendo passato con il rosso, mi mult. 2. Avendo dormito soltanto poche ore,
la mamma ci preg di non svegliare il babbo. 3. Lallenatore, pur non essendo in forma,
volle schierare Giorgio nella formazione titolare. 4. Essendosi rifugiato nella boscaglia, il
cacciatore non pot colpire il cinghiale. 5. Il professore, non avendo studiato la lezione, mi
rimprover aspramente. 6. Mio padre, essendo tornato troppo tardi, mi fece una scenata.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

167

Il genere dei verbi: transitivi e intransitivi


f Per favore, accendi il televisore.
f Sandra ha invitato gli amici.

f Il babbo dorme sul divano.


f Il vento soffiava da est.

Le frasi a sinistra contengono verbi che non avrebbero un senso compiuto se non fossero integrati dalla parola che li segue. Se dicessimo: Per favore, accendi, oppure: Sandra ha
invitato, il messaggio sarebbe incompleto. Occorre quindi indicare che cosa deve essere
acceso (il televisore) e chi ha invitato Sandra (gli amici). Questi verbi esprimono compiutamente il pensiero solo se lazione pu transitare dal soggetto al complemento oggetto (vedi vol. B, unit 2, cap. 3, par. 1). Per questo si dicono transitivi.
I verbi a destra, invece, esprimono unazione che ha gi un senso compiuto. In questi casi lazione non transita direttamente, ma pu farlo solo mediante una preposizione (sul
divano, da est). Questi verbi si dicono intransitivi.
Si definisce transitivo un verbo la cui azione passa direttamente dal soggetto al compleDEFINIZIONE mento
oggetto; si definisce invece intransitivo un verbo la cui azione rimane sul soggetto.

OTA
N
BENE

Il complemento oggetto prende anche il nome di complemento diretto, perch si unisce direttamente al verbo, senza bisogno di preposizioni:
f Il sole illumina la pianura.

Gli altri complementi, invece, sono definiti indiretti (vedi vol. B, unit 2, cap. 2, par. 2)
perch si uniscono al verbo in modo indiretto, cio mediante una preposizione:
f LArno sfocia nel mar Tirreno.
f Sto bene con te.
f Arrivo dalla montagna.

Per capire se un verbo transitivo o intransitivo sufficiente porsi la domanda chi? / che
cosa? in riferimento al verbo.

Se possibile rispondere, il verbo transitivo:


f Per favore, accendi

che cosa?

f Sandra ha invitato

chi?

il televisore
gli amici

Se non possibile rispondere, il verbo intransitivo:


che cosa?
f Il babbo dorme
(non possibile rispondere; si pu rispondere invece alla domanda: dove?)
che cosa?
f Il vento soffiava
(non possibile rispondere; si pu rispondere invece alla domanda: da dove?)

Alcuni verbi, anche se di natura transitiva, nel discorso possono assumere valore ora
transitivo, ora intransitivo. In questo caso a volte mutano di significato:
VALORE TRANSITIVO

168

VALORE INTRANSITIVO

Ho bruciato tutte le sue lettere.

La casa bruci in pochi minuti.

Ho iniziato un nuovo lavoro.

Lo spettacolo inizia alle nove.

Il suolo filtra lacqua piovana.

La luce filtrava attraverso la tenda.

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Alcuni verbi transitivi possono essere usati con valore assoluto, quando non presentano il complemento oggetto, ma lo sottintendono:
f Ascolta! (sottinteso: le mie parole)
f Vuoi bere? (sottinteso: acqua, aranciata ecc.).

In questo caso tali verbi devono essere comunque considerati transitivi.


Alcuni verbi intransitivi possono essere usati transitivamente quando il complemento oggetto costituito da una parola che ha il medesimo significato del verbo (dormire
sonni tranquilli) o che formata con la radice del verbo stesso (cantare una canzone). Il complemento oggetto di questi verbi si chiama complemento delloggetto interno.

OTA
N
BENE

Per quanto riguarda lausiliare da utilizzare nei tempi composti, ricorda che:

i verbi transitivi vogliono sempre avere;


i verbi intransitivi per la maggior parte vogliono lausiliare essere, ma ve ne sono alcuni che richiedono avere (ridere, camminare, stentare).

BANCO DI PROVA

Indica se i verbi sottolineati sono transitivi (T) o intransitivi (I).


1. Domani pomeriggio andr dai nonni.

2. Quando avrai raggiunto quella vetta, vedrai uno spettacolo stupendo.


3. Ragazzi, non fate baccano, perch pap riposa .

4. Ti ho chiamato perch ho voglia di parlare con qualcuno.


5. Quel signore che passato sullauto rossa mi ha salutato .
6. Abbi fede e vedrai che, prima o poi, i tuoi guai finiranno .

7. Il pubblico applaud a lungo lattore, che aveva interpretato magnificamente il ruolo del protagonista.

8. Ti aspetter alla fermata del tram, ma non tardare .


RISPOSTE ESATTE

/ 16

ESERCIZI

p. 178

La forma dei verbi: attivi e passivi


f La professoressa interroga Marco.
f Il vento ha abbattuto il cipresso.

f Marco interrogato dalla professoressa.


f Il cipresso stato abbattuto dal vento.

Le frasi riportate nella colonna di sinistra contengono dei verbi che esprimono unazione compiuta dal soggetto (la professoressa compie lazione di interrogare Marco, il
vento compie lazione di abbattere il cipresso); i verbi presenti nelle frasi della colonna
di destra, invece, esprimono unazione subita dal soggetto (Marco subisce linterrogazione, il cipresso subisce labbattimento). I verbi del primo gruppo sono attivi, quelli
del secondo gruppo passivi.
1. Il verbo

169

ha forma attiva quando il soggetto compie lazione, ha forma passiva quanDEFINIZIONE Ildoverbo
il soggetto la subisce.

OTA
N
BENE

I verbi transitivi possono avere forma attiva e passiva:


forma attiva
f Luca ha accompagnato Mario in palestra.
f Mario stato accompagnato in palestra da Luca. forma passiva

I verbi intransitivi, invece, hanno solo la forma attiva:


f Il gatto dorme profondamente. forma attiva

Nella forma passiva il verbo, al participio passato, sempre preceduto dallausiliare essere o dai verbi venire, andare, finire, restare:
f
f
f
f
f

La gara motociclistica stata vinta da Valentino Rossi.


Il contratto verr firmato (= sar firmato) tra pochi giorni.
Il testamento and perduto (= fu perduto).
Se non studi, finirai bocciato (= sarai bocciato).
Restai deluso (= fui deluso) da quella accoglienza.

La forma passiva si pu realizzare anche facendo precedere il verbo di forma attiva dalla particella si, ma solo alla terza persona singolare e plurale. In questo caso la particella si viene detta passivante:
f Si decisa (= stata decisa) la sospensione dello sciopero.
f In questo bosco si raccolgono (= sono raccolti) molti funghi.

A p. 172 riportata la tavola della prima coniugazione passiva (la seconda e la terza coniugazione si comportano allo stesso modo).

Dalla forma attiva alla forma passiva


Un verbo passivo pu sempre essere trasformato in attivo ma, come abbiamo detto,
solo i verbi transitivi seguiti da un complemento oggetto possono assumere forma passiva.
Passando dalla forma attiva a quella passiva, il soggetto della frase attiva, espresso o sottinteso, diventa complemento dagente (vedi vol. B, unit 3, cap. 2, par. 2); il complemento oggetto della frase attiva diventa soggetto della frase passiva:
Frase attiva
f Maria
soggetto

Frase passiva

spedisce

una lettera.

verbo attivo

compl. oggetto

f La lettera
soggetto

spedita

Nella trasformazione della frase da attiva a passiva accade che:

170

il complemento oggetto (una lettera) diventa soggetto (La lettera);

il verbo da attivo (spedisce) diventa passivo ( spedita);

il soggetto (Maria) diventa complemento dagente (da Maria).

SEZIONE II. MORFOLOGIA

da Maria.

verbo passivo compl. dagente

Dalla forma passiva alla forma attiva


Abbiamo gi accennato al fatto che qualsiasi verbo passivo pu essere trasformato in
attivo. Vediamo ora in quale modo avviene la trasformazione dalluna allaltra forma:
Frase passiva

Frase attiva

f Il passeggero salutato dal capitano.


soggetto

f Il capitano

verbo passivo compl. dagente

saluta

il passeggero.

soggetto verbo attivo compl. oggetto

Nella trasformazione della frase da passiva ad attiva accade che:

LE

il soggetto (Il passeggero) diventa complemento oggetto;

il verbo da passivo ( salutato) diventa attivo (saluta);

il complemento dagente (dal capitano) diventa soggetto (Il capitano).

VITA Spesso le inserzioni commerciali presentano forme come:


E
RRORE f Vendesi appartamenti. f Affittasi appartamenti.
Tali espressioni, per, non sono corrette, poich i verbi vendesi e affittasi assumono significato passivo ed equivalgono a venduto, affittato (terza persona singolare), quindi non possono essere concordati con un soggetto plurale (appartamenti). Lespressione
corretta dovrebbe essere:
f Vendesi appartamenti. Vendonsi (= si vendono) appartamenti.
f Affittasi appartamenti. Affittansi (= si affittano) appartamenti.

BANCO DI PROVA

Indica le frasi che contengono un verbo passivo.


1. Siamo venuti a piedi per salutarti.
2. Siamo lodati dal preside e dai professori.
3. Il babbo era andato a Roma per lavoro.
4. Il cantante era accolto da tutti con molti applausi.
5. I nipotini sono festeggiati dai nonni.
6. Le chiavi sono rimaste nella toppa.
7. Molto denaro fu speso da costui.
8. Piovve non appena fu partito da casa.
9. Quando sar arrivato, glielo diremo.
10. Il biglietto sar controllato sul treno.
RISPOSTE ESATTE

/5

ESERCIZI

1. Il verbo

p. 180

171

LA PRIMA CONIUGAZIONE PASSIVA

MODI FINITI
INDICATIVO
Presente

Passato prossimo

Passato remoto

Trapassato remoto

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

sono amato
sei amato
amato
siamo amati
siete amati
sono amati

sono stato amato


sei stato amato
stato amato
siamo stati amati
siete stati amati
sono stati amati

fui amato
fosti amato
fu amato
fummo amati
foste amati
furono amati

fui stato amato


fosti stato amato
fu stato amato
fummo stati amati
foste stati amati
furono stati amati

Imperfetto

Trapassato prossimo

Futuro semplice

Futuro anteriore

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

ero amato
eri amato
era amato
eravamo amati
eravate amati
erano amati

ero stato amato


eri stato amato
era stato amato
eravamo stati amati
eravate stati amati
erano stati amati

sar amato
sarai amato
sar amato
saremo amati
sarete amati
saranno amati

sar stato amato


sarai stato amato
sar stato amato
saremo stati amati
sarete stati amati
saranno stati amati

CONGIUNTIVO
Presente

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

Passato

sia amato
sia amato
sia amato
siamo amati
siate amati
siano amati

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

sia stato amato


sia stato amato
sia stato amato
siamo stati amati
siate stati amati
siano stati amati

Imperfetto

Trapassato

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

fossi amato
fossi amato
fosse amato
fossimo amati
foste amati
fossero amati

CONDIZIONALE

IMPERATIVO

Presente

Passato

Presente

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

sii amato tu
(sia amato egli)
(siamo amati noi)
siate amati voi
(siano amati essi)

sarei amato
saresti amato
sarebbe amato
saremmo amati
sareste amati
sarebbero amati

fossi stato amato


fossi stato amato
fosse stato amato
fossimo stati amati
foste stati amati
fossero stati amati

sarei stato amato


saresti stato amato
sarebbe stato amato
saremmo stati amati
sareste stati amati
sarebbero stati amati

MODI INDEFINITI
INFINITO
Presente

Passato

essere amato essere stato amato

172

SEZIONE II. MORFOLOGIA

PARTICIPIO

GERUNDIO

Presente

Passato

Presente

stato amato

essendo amato essendo stato amato

Passato

La forma dei verbi: i riflessivi


f
f
f
f

Marina si specchia.
Perch non vi siete preparati?
Curati!
Dobbiamo organizzarci.

Oltre a quella attiva e passiva, i verbi possono assumere una forma riflessiva.
questo il caso dei verbi evidenziati nelle frasi precedenti, la cui caratteristica consiste
nel far s che lazione compiuta dal soggetto ritorni, cio si rifletta, sul soggetto stesso.
A determinare questo ritorno sono i pronomi riflessivi (vedi p. 375), che possono
precedere il verbo (si specchia, vi siete preparati) oppure seguirlo, formando con esso una
parola sola (curati, organizzarci). In ogni caso, lazione rimbalza su chi lha compiuta:
Marina specchia se stessa, voi preparate voi stessi ecc. Come vedi, soggetto e complemento oggetto coincidono.
I verbi riflessivi esprimono unazione che si riflette sul soggetto che la compie. Essi soDEFINIZIONE no
accompagnati dai pronomi mi, ti, si, ci, vi.

Questi verbi si definiscono riflessivi propri, per distinguerli da altri, simili nella forma
ma diversi nel significato.
I verbi riflessivi si coniugano come i verbi di forma attiva; differiscono da questi perch
sono sempre accompagnati dalle particelle pronominali mi, ti, si, ci, vi. Nei tempi composti hanno sempre per ausiliare il verbo essere (la tavola della prima coniugazione riflessiva riportata a p. 175):
f Questa mattina mi sono svegliato alle sei.
f Le barche si erano avvicinate alla riva.

LE

abbiamo visto, il pronome che accompagna il verbo conferisce ad esso un valore


VITA Come
E
riflessivo
solo se nella stessa persona del soggetto.
RRORE

Sono perci riflessivi i verbi contenuti nelle frasi:


f Tu

ti

vesti.

2
2
pers. pers.

f Patrizia
3
pers.

si

pettina.

3
pers.

Non sono riflessivi, invece, i verbi contenuti nelle frasi:


f Tu
2
pers.

mi

parli.

1
pers.

f Patrizia
3
pers.

ti

accompagna.

2
pers.

1. Il verbo

173

Verbi riflessivi impropri


Vengono cos definiti quei verbi che, pur mantenendo una costruzione riflessiva, assumono particolari sfumature di significato. Essi si dividono in due categorie:

riflessivi apparenti: lazione non si riflette su chi la compie, ma passa direttamente sul
complemento oggetto; in questo caso le particelle mi, ti, si, ci, vi svolgono la funzione di
complemento di termine (vedi vol. B, unit 3, cap. 2, par. 1) e significano a me, a
te, a s, a noi, a voi:
f Io mi lavo le mani. = Io lavo le mani a me stesso (non: lavo me stesso).
f La donna si trucca il viso. = La donna trucca il viso a se stessa (non: trucca se
stessa).
Perch
ti
sei
tagliato
i
baffi?
= Perch hai tagliato i baffi a te stesso (non: hai
f
tagliato te stesso)?

riflessivi reciproci: le particelle pronominali riflessive, sempre plurali (ci, vi, si), indicano che lazione scambievole, reciproca, tra due o pi persone:
f Noi ci amiamo. = Io amo te, tu ami me / noi amiamo voi, voi amate noi.
f I ragazzi si lanciavano la palla. = si lanciavano la palla lun laltro.
f Figli miei, aiutatevi sempre. = aiutatevi lun laltro, vicendevolmente.

Verbi intransitivi pronominali


A volte la particella pronominale riflessiva parte integrante del verbo, che non si pu
quindi coniugare senza di essa. Ci accade con alcuni verbi intransitivi, che dunque
non hanno nulla in comune con i riflessivi, se non la forma. Come tutti i verbi intransitivi, non possiedono la forma passiva. Osserva:
f Egli si addormenta. non significa egli addormenta se stesso, ma egli cade
addormentato.
f Noi ci arrendiamo. non significa noi arrendiamo noi stessi (frase priva di
senso), ma noi deponiamo le armi, oppure noi ci
consegniamo al nemico.
non significa io vergogno me stesso, ma io provo vergogna.

f Io mi vergogno.

Tali verbi prendono il nome di intransitivi pronominali. Eccone alcuni: pentirsi, arrendersi, accorgersi, addormentarsi, vergognarsi, imbattersi, impadronirsi.

BANCO DI PROVA

Sottolinea i verbi riflessivi presenti nelle frasi. Attenzione: non tutte le frasi ne contengono.

1. Hai letto quel libro che ti ho prestato? 2. Questa volta mi sono preparato bene per linterrogazione di storia. 3. Ho saputo che ti sei dimesso dalla carica di presidente del nostro circolo. 4. Gina si veste sempre in modo impeccabile. 5. Ti ho chiamato perch devo
parlarti. 6. Asciugati bene le mani, altrimenti la pelle si screpola. 7. Quando mi guardo
nello specchio, vedo i segni del tempo sul mio volto. 8. Franca e io ci incontriamo tutti i
giorni alla fermata del tram.
RISPOSTE ESATTE

174

/6

SEZIONE II. MORFOLOGIA

ESERCIZI

p. 182

LA PRIMA CONIUGAZIONE RIFLESSIVA

MODI FINITI
INDICATIVO
Presente

Passato prossimo

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

mi
ti
si
ci
vi
si

lavo
lavi
lava
laviamo
lavate
lavano

mi
ti
si
ci
vi
si

sono
sei

siamo
siete
sono

lavato
lavato
lavato
lavati
lavati
lavati

Passato remoto

Trapassato remoto

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

mi
ti
si
ci
vi
si

lavai
lavasti
lav
lavammo
lavaste
lavarono

mi
ti
si
ci
vi
si

fui
fosti
fu
fummo
foste
furono

Imperfetto

Trapassato prossimo

Futuro semplice

Futuro anteriore

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

io
tu
egli
noi
voi
essi

mi
ti
si
ci
vi
si

lavavo
lavavi
lavava
lavavamo
lavavate
lavavano

mi
ti
si
ci
vi
si

ero
lavato
eri
lavato
era
lavato
eravamo lavati
eravate lavati
erano
lavati

mi
ti
si
ci
vi
si

laver
laverai
laver
laveremo
laverete
laveranno

mi
ti
si
ci
vi
si

lavato
lavato
lavato
lavati
lavati
lavati

sar
sarai
sar
saremo
sarete
saranno

lavato
lavato
lavato
lavati
lavati
lavati

fossi
fossi
fosse
fossimo
foste
fossero

lavato
lavato
lavato
lavati
lavati
lavati

CONGIUNTIVO
Presente

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

Passato

mi
ti
si
ci
vi
si

lavi
lavi
lavi
laviamo
laviate
lavino

Imperfetto

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

mi
ti
si
ci
vi
si

sia
sia
sia
siamo
siate
siano

lavato
lavato
lavato
lavati
lavati
lavati

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

mi
ti
si
ci
vi
si

Trapassato

lavassi
lavassi
lavasse
lavassimo
lavaste
lavassero

(che) io
(che) tu
(che) egli
(che) noi
(che) voi
(che) essi

CONDIZIONALE
Presente

io
tu
egli
noi
voi
essi

mi
ti
si
ci
vi
si

IMPERATIVO

Passato

laverei
laveresti
laverebbe
laveremmo
lavereste
laverebbero

io
tu
egli
noi
voi
essi

mi
ti
si
ci
vi
si

mi
ti
si
ci
vi
si

Presente

sarei
saresti
sarebbe
saremmo
sareste
sarebbero

lavato
lavato
lavato
lavati
lavati
lavati

lavati tu
(si lavi egli)
(laviamoci noi)
lavatevi voi
(si lavino essi)

MODI INDEFINITI
INFINITO

PARTICIPIO

GERUNDIO

Presente

Passato

Presente

Passato

Presente

Passato

lavarsi

essersi lavato

lavantesi

lavatosi

lavandosi

essendosi lavato

I verbi riflessivi della seconda e della terza coniugazione si coniugano allo stesso modo. La coniugazione dei
verbi riflessivi impropri e quella dei verbi intransitivi pronominali seguono il modello della coniugazione riflessiva riportata nella tavola.
1. Il verbo

175

Verbi e costruzioni impersonali


f
f
f
f

Nevica ininterrottamente da due giorni.


Bisogna rispettare il prossimo.
Si prevede che il prezzo della benzina diminuisca.
giusto che si riconosca il valore delle persone meritevoli.

Come avrai notato, il soggetto dei verbi nevica, bisogna, prevede, giusto non espresso,
ma nemmeno sottinteso; di fatto non esiste, in quanto non si dice chi o che cosa dovrebbe compiere lazione, trovarsi in un certo stato, avere un determinato modo di essere ecc. Questi verbi si dicono quindi impersonali.
impersonali non si riferiscono a un soggetto determinato e sono sempre usaDEFINIZIONE Itiverbi
alla terza persona singolare.

Hanno valore impersonale:

verbi e locuzioni che indicano fenomeni meteorologici, come piovere, nevicare,


grandinare, tuonare, fare caldo, fare bello:
f Speriamo che non piova.
f Questestate ha fatto un caldo terribile.

verbi come occorrere, bisognare, accadere, capitare, succedere, sembrare, parere, convenire, piacere, importare:
f Succede a volte che non tutto vada per il verso giusto.
f Sembra che il professor Banelli ritorni domani.
f Conviene fare in fretta, se vogliamo arrivare in tempo!

qualsiasi verbo usato alla terza persona singolare, preceduto dalla particella si,
oppure da ci si se il verbo riflessivo:
f Si spera sempre in un futuro felice.
f Da quel ragazzo ci si aspetta molto.

locuzioni formate dal verbo essere (alla terza persona) seguito da un aggettivo, da
un nome o da un avverbio:
f bello essere tutti qui, come una volta.
f un miracolo che non mi sia fatto nulla cadendo dalla scala.
f Era presto e i negozi erano ancora chiusi.

Di norma, i tempi composti dei verbi impersonali riferiti a fenomeni meteorologici vogliono lausiliare essere, ma si pu anche utilizzare lausiliare avere.
La scelta determinata dallidea che si vuole esprimere: se intendiamo dire che si svolto un determinato fenomeno atmosferico, useremo lausiliare essere; se invece desideriamo esprimerne la durata, useremo avere:
f Ieri piovuto (= si messo a piovere).
f Ha piovuto (= ha continuato a piovere) per tre ore.

176

SEZIONE II. MORFOLOGIA

OTA
N
N
E
B E

La particella si pu svolgere diverse funzioni. Osserva:


f Si dice che (= la gente dice che...) il costo della vita sia aumentato. si impersonale
f Si vendono pomodori freschi (= i pomodori sono venduti). si passivante
f Egli si lava (= egli lava se stesso). riflessivo proprio
f Egli si lava le mani (= egli lava le mani a se stesso). riflessivo apparente
f Essi si aiutano (= luno aiuta laltro vicendevolmente). riflessivo reciproco
f Essi si pentono. intransitivo pronominale

BANCO DI PROVA

Sottolinea i verbi e le locuzioni impersonali presenti nelle frasi.


1. Preferisco restare in casa perch fa troppo caldo; se lo desideri, usciremo quando il sole sar tramontato.
2. Conviene partire presto, prima che faccia troppo caldo.
3. Nellantica Grecia si credeva che gli dei avessero la loro reggia sul monte Olimpo.
4. Era chiaro che le due squadre avevano esaurito le energie e si accontentavano di un
pareggio.
5. A volte si compiono delle azioni di cui poi ci si vergogna.
6. Credo che non sia giusto comportarsi come fai tu nei confronti dei genitori.
7. Accade spesso che i cinghiali penetrino negli orti e distruggano le colture.
8. Stanotte alle due ha tuonato cos forte da svegliare tutti.
9. Non si sa chi sia stato il colpevole del furto, ma prima o poi verr scoperto.
10. Siamo rientrati in casa di corsa perch diluviava.
RISPOSTE ESATTE

/ 11

ESERCIZI

1. Il verbo

p. 185

177

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC

ES

ERC

I
IZ

Il genere dei verbi: transitivi e intransitivi p. 168

Unisci ciascun soggetto al verbo transitivo e al complemento oggetto adatti, in modo da ottenere una frase di senso compiuto. Lesercizio avviato.
SOGGETTO

VERBO TRANSITIVO

COMPLEMENTO OGGETTO

Il vento
Le nuvole
Linsegnante
Il muratore
Lautomobilista
Il giudice
Il leone

insegue
pronuncia
costruisce
spiega
muove
coprono
parcheggia

una sentenza
la lezione
lantilope
la vettura
un muro
le foglie
il sole

Unisci ciascun soggetto al verbo intransitivo e al complemento indiretto adatti, in


modo da ottenere una frase di senso compiuto. Lesercizio avviato.
SOGGETTO

VERBO INTRANSITIVO

COMPLEMENTO INDIRETTO

Il negozio
Io
Il gatto
La mamma
Marco Polo
La Luna
I bambini
Il vincitore

nacque
giocano
ruota
sal
apre
dorme
pattino
andata

attorno alla Terra


a teatro
sul tappeto
nel cortile
alle otto
sul podio
a Venezia
sul ghiaccio

Sottolinea in rosso i verbi transitivi, in blu quelli intransitivi.


camminare indossare giungere invecchiare preparare guardare ridere fuggire
ammirare raccontare credere navigare rimanere spiegare

Indica se i verbi sottolineati sono transitivi (T) o intransitivi (I).


1. Negli ultimi tempi il prezzo della benzina aumentato notevolmente.
2. Dovremo aumentare gli sforzi per raggiungere la meta.

3. Sono guarito perfettamente da quella fastidiosa influenza.

4. La panacea una medicina immaginaria, capace di guarire tutti i mali.

5. I festeggiamenti per la vittoria della squadra cittadina sono continuati per tutta la notte.
6. Continua il tuo lavoro, perch dovr essere finito entro domani.

7. Dopo quello che successo, dovr cambiare i miei programmi.


8. In questo paese non cambia mai nulla.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
178

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Completa le frasi con i complementi oggetto adatti.


1. Il meteorologo prevede

2. Cristoforo Colombo scopr

3. Il noto violinista terr

4. Le pecore brucavano

5. Il postino consegn

6. Il portiere ha deviato

7. Il Sole riscalda

8. Il cameriere port

Cancella lespressione errata, scegliendo tra le due proposte in corsivo.


1. Domani accompagner Nicola / a Nicola allallenamento. 2. Ai giardini ho incontrato
un vecchio compagno / a un vecchio compagno di scuola. 3. Ormai non credo pi Babbo Natale / a Babbo Natale. 4. Ascolta bene ci / a ci che ti dico. 5. I soldati sparavano i nemici / ai nemici che avanzavano. 6. Devo ricordarmi di scrivere i nonni / ai nonni.
7. Linsegnante ha rimproverato i suoi allievi / ai suoi allievi per lo scarso impegno. 8. Dicono che Aldo sposer Elvira / a Elvira.

Tutti i verbi presenti nelle frasi sono transitivi, ma mentre alcuni introducono un complemento oggetto, altri sono usati in senso assoluto. Evidenzia con colori diversi i verbi del primo e del secondo tipo.
1. Ti aspetto alla fermata del tram. 2. Per favore, aspetta. 3. Quel chitarrista suona molto bene. 4. Suonami una canzone alla chitarra. 5. Mio padre non fuma pi da due anni.
6. Tuo zio fuma la pipa o le sigarette? 7. Chi cerca, trova. 8. Chi trova un amico, trova un
tesoro. 9. Studio molto volentieri. 10. Studio pi volentieri la matematica che litaliano.
11. Ho mangiato troppo. 12. Ho mangiato soltanto uninsalata.

Completa le frasi con gli ausiliari adatti.


1. Ieri venuto a cercarti, ma non ti trovato. 2. Il babbo caduto
dalla scala, ma per fortuna non si fatto niente. 3. Non uscir finch non
finito di piovere. 4. Perch non ti fermato? 5. Se non scivolato allultimo momento, il centravanti segnato sicuramente. 6. Gino arrivato allultimo momento, proprio mentre il treno stava per partire. 7. Dopo le cure il paziente si
ripreso in pochi giorni. 8. Non mi mai creduto un genio, ma solo un ragazzo di discreta intelligenza.

9
SCRITTURA

Scrivi due frasi con ciascuno dei verbi elencati: nella prima dovr essere usato come
transitivo, nella seconda come intransitivo.

f aspettare

1. scendere
transitivo
intransitivo

Aspetto il treno in arrivo da Fiesole.


Aspetta qui, ritorno subito.
..........................................................................................................................................................
..........................................................................................................................................................

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

179

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
2. diminuire
transitivo

..........................................................................................................................................................

intransitivo

..........................................................................................................................................................

3. cessare
transitivo

..........................................................................................................................................................

intransitivo

..........................................................................................................................................................

4. saltare
transitivo

..........................................................................................................................................................

intransitivo

..........................................................................................................................................................

5. passare
transitivo

..........................................................................................................................................................

intransitivo

..........................................................................................................................................................

6. affondare

10
SCRITTURA

transitivo

..........................................................................................................................................................

intransitivo

..........................................................................................................................................................

Scrivi, con ciascuno dei verbi elencati, una frase che contenga un complemento delloggetto interno.
vivere combattere dormire sognare giocare piangere correre disegnare

La forma dei verbi: attivi e passivi p. 169

11

Evidenzia con colori diversi i verbi attivi e quelli passivi.


1. Giochi a scacchi con me? 2. Ho giocato a scacchi con Alberto, ma sono stato battuto.
3. Finora la Luna stata raggiunta soltanto da astronauti americani. 4. Sono arrivato con
il treno delle otto. 5. La nuova strada sar ultimata entro due anni. 6. Ho ricevuto le lodi
di tutti i professori. 7. La riparazione dellauto stata effettuata in due ore. 8. Il meccanico ha effettuato la riparazione dellauto in due ore. 9. La notizia sar pubblicata sui giornali di domani. 10. Francesca mi fissava con i suoi occhioni azzurri.

12

Indica se i verbi elencati sono attivi o passivi.


1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

ATTIVO

PASSIVO

sono avvistato
sono scivolato
sono infastidito
sono ritornato
sono scoperto
sono caduto
sono venuto
sono avvertito
sono chiamato
sono premiato

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
180

SEZIONE II. MORFOLOGIA

13

Le frasi elencate contengono dei verbi coniugati con lausiliare essere: distingui quelli attivi (A) da quelli passivi (P).
1. Sei stato invitato alla festa di stasera? 2. Come sei caduto in basso! 3. Sono ve-

nuto per parlarti di quella faccenda. 4. Quali biglietti sono stati estratti alla lotteria?
5. La teoria della relativit fu elaborata da Einstein. 6. Finalmente i vostri meriti sono
stati riconosciuti

7. Siete andati

a lungo dal pubblico.

14

a salutare Giacomo?

8. Il cantante fu applaudito

Evidenzia con colori diversi la persona o la cosa che compie lazione e la persona o
la cosa che la subisce.
1. Il sonar misura le profondit marine. 2. LAfrica fu circumnavigata per la prima volta da
Vasco de Gama. 3. Il professore ha consegnato i compiti in classe corretti. 4. Il ponte fu
costruito dagli operai in meno di due anni. 5. I Greci colonizzarono la Sicilia e lItalia meridionale. 6. Litaliano Meucci invent il telefono. 7. La pianura fu inondata dal fiume.
8. La messa stata celebrata dal sacerdote.

15

Sostituisci le forme verbali tra parentesi usando lausiliare essere.


1. Sarebbe una grave perdita se le tradizioni popolari di questa regione (andassero perdute)
.

2. Limportante documento (fin smarrito)

negli archivi del Ministero. 3. Domani (verr corso) il Palio di


Siena. 4. Non (sta scritto) da nessuna parte che i lavori pi
faticosi debba sempre farli io! 5. Se continui a trascurare lo studio, di sicuro (finirai respinto)
.

6. (Vengano spente) le luci, poi vi faremo

vedere la videocassetta che abbiamo registrato durante il nostro viaggio in India. 7. (Reste-

rete sorpresi) dalla rivelazione che stiamo per farvi!

16

Trasforma le frasi, sostituendo il si passivante con il verbo passivo.

f Si subito individuato lerrore.

Lerrore stato subito individuato.

1. Nella gestione di questo affare si sono compiuti molti errori. 2. In quella pasticceria si
preparano torte deliziose. 3. Si inizino le danze. 4. In quelloccasione si presentarono
nuove proposte operative. 5. Desidero che si osservino le regole. 6. Allimprovviso, si vide
una luce abbagliante. 7. Si attendeva da un momento allaltro larrivo del nemico. 8. In
questa zona si coltiva prevalentemente il riso.

17

Volgi le frasi dalla forma attiva a quella passiva.


1. Franco ti aspetta davanti alla stazione. 2. Il professore di fisica ha interrogato tutti gli
allievi. 3. Il signor Anselmi mi ha ringraziato per quel piccolo favore. 4. Il babbo ha appeso alla parete un quadro di dubbio gusto. 5. Il centravanti ha segnato una rete spettacolare. 6. Il cane mi ha seguito lungo la strada. 7. Lautore del romanzo ambienta la
storia nella Lombardia del Seicento. 8. Il direttore mi ha affidato un incarico delicatissimo.
9. Ho rivisto con piacere quel vecchio film. 10. Non ho mai attraversato il fiume a nuoto.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

181

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
18

Volgi le frasi dalla forma passiva a quella attiva.


1. Le stelle non saranno mai raggiunte dalluomo. 2. Troia fu conquistata dai Greci mediante linganno del cavallo di legno. 3. Quelluomo sempre tormentato dai rimorsi.
4. In occasione delle Olimpiadi, la citt sar invasa da una folla di turisti. 5. Sono stato invitato a Trani dallo zio. 6. Il Chianti prodotto dai vigneti toscani. 7. La scena fu vista da
due testimoni. 8. Sono stato avvertito del tuo arrivo da Loredana.

19

Scrivi le forme verbali corrispondenti alle indicazioni fornite. Lesercizio avviato.


ATTIVO

PASSIVO

1. sgridare: ind. fut. sempl.,1 pers. sing.

sgrider

sar sgridato

2. ascoltare: ind. imperf., 3 pers. sing.

3. lavare: ind. trap. rem., 2 pers. sing.

4. spingere: cong. imperf., 1 pers. sing.

5. vedere: cong. pass., 2 pers. sing.

6. attendere: cond. pres., 2 pers. plur.

7. amare: imp. pres., 2 pers. sing.

8. costruire: part. pass.

9. consigliare: inf. pass.

10. distribuire: ger. pass.

20

Indica per ciascuna forma verbale coniugazione, modo, tempo, persona, numero, genere (transitivo / intransitivo) e forma (attiva / passiva).
a
f era assistito
a

verbo assistere, 2 coniugazione, modo indicativo, tempo imperfetto,


3 persona singolare, transitivo, passivo.

fu coperto sar stato battuto era caduto che tu fossi scivolato saresti ammonito
essendo passato essendo visto sorgeva sar cancellato che tu fossi nominato
essere venduto saresti arrivato amante sono stato ammesso avere compreso

La forma dei verbi: i riflessivi p. 173

21

Sottolinea i verbi riflessivi (propri, apparenti, reciproci) presenti nelle frasi. Attenzione: non tutte ne contengono.
1. Giulia e io ci siamo scambiate numerose lettere. 2. Mi sono asciugato i capelli al sole.
3. Ci vedremo questa sera. 4. Il meccanico mi ha assicurato che lauto perfettamente
funzionante. 5. Nellantica Grecia si credeva che Zeus scagliasse i suoi fulmini contro i nemici. 6. Quel vanitoso si guarda sempre nello specchio. 7. Si prevede che la prossima
estate sar caldissima. 8. I nostri genitori si frequentano spesso.

22

Trasforma le espressioni tra parentesi nei verbi riflessivi corrispondenti.


1. Non (agitare te stesso) , perch non siamo affatto in ritardo. 2. Non dovete (muovere voi stessi) da qui, qualsiasi cosa accada. 3. Nonostante il
suo fisico tuttaltro che bello, Antonio (ritiene se stesso) un uomo affasci-

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
182

SEZIONE II. MORFOLOGIA

nante. 4. Il momento in cui la Terra (avvicina se stessa) maggiormente al


Sole viene detto perielio. 5. I soldati ricevettero lordine di (abbassare se stessi)

per evitare i colpi dei nemici. 6. Federico cos presuntuoso che (consi-

dera se stesso) un genio. 7. Se (pieghi te stesso) alla volont dei potenti, sarai sempre un servo. 8. Con chi (schiererete voi stessi)
nella prossima campagna elettorale? 9. Le specie viventi che non (adattano se stesse)

ai cambiamenti ambientali scompaiono. 10. Ormai tardi, perci sar

bene (avviare noi stessi) verso casa.

23

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi riflessivi tra parentesi.


1. Con questo caldo, farei una bella doccia per (rinfrescarsi) . 2. Ogni
volta che (pettinarsi) , mio fratello spalma sui capelli quellorribile pomata che li rende duri e lucidi. 3. Per far s che mio figlio (alzarsi) al mattino, devo sempre chiamarlo due o tre volte. 4. A volte, con la fantasia, io (vedersi)
protagonista di straordinarie avventure.

5. Sentendo quel rumore (vol-

tarsi) ma non vidi nessuno. 6. Se (mettersi)


in viaggio prima, a questora saremmo gi arrivati. 7. Poco fa (iscriversi)
al torneo di tennis, ma temo che verr eliminato al primo turno. 8. (Cambiarsi)
quella camicia: non vedi che macchiata?

9. I poliziotti salirono sulla

loro auto e (lanciarsi) allinseguimento dei ladri. 10. Caro Alberto, ho


limpressione che negli ultimi tempi tu (adagiarsi) sugli allori.

24

Riscrivi le frasi coniugando i verbi riflessivi sottolineati in accordo con la persona indicata.
1. Io mi ero riposato un poco.
Tu

..........................................................................................................................................................................

Egli

..........................................................................................................................................................................

2. Tu ti affidi alla clemenza del giudice.


Io

..........................................................................................................................................................................

Egli

..........................................................................................................................................................................

3. Egli si volt bruscamente.


Io

..........................................................................................................................................................................

Tu

..........................................................................................................................................................................

4. Noi ci siamo trattenuti a stento dal rispondere.


Voi

..........................................................................................................................................................................

Essi

..........................................................................................................................................................................

5. Voi vi siete impegnati a fondo.


Essi

..........................................................................................................................................................................

Noi

..........................................................................................................................................................................

6. Essi si lanciarono nella mischia


Noi

..........................................................................................................................................................................

Voi

..........................................................................................................................................................................

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

183

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
25
SCRITTURA

26

Scrivi delle frasi che contengano il verbo riflessivo e il nome indicati.


f osservarsi / specchio
1. sollevarsi / volo
.......................................................................................................................................

Giulia si osservava compiaciuta nello specchio.

2. vestirsi / freddo

.......................................................................................................................................

3. dedicarsi / canto

.......................................................................................................................................

4. nutrirsi / cibo

.......................................................................................................................................

5. scagliarsi / nemico

.......................................................................................................................................

6. iscriversi / universit

.......................................................................................................................................

Inserisci opportunamente nella tabella i verbi riflessivi e intransitivi pronominali sottolineati nelle frasi.
A. 1. Dopo aver mangiato il cibo nella ciotola, il gatto si leccava i baffi. 2. I due innamorati si scrivevano spesso. 3. La professoressa si gir allimprovviso e mi vide mentre copiavo il compito. 4. Negli ultimi tempi mi sono accorto che la storia una materia
molto interessante. 5. La mamma e la nonna si telefonano tutti i giorni. 6. Domani
partir, ma ci rivedremo presto. 7. Girati verso di me, se vuoi che ti pettini!
B. 1. Dopo la prima guerra punica, i Romani si impadronirono della Sicilia e della Sardegna.
2. Non stupitevi di ci che vi far vedere. 3. A quella conferenza mi sono annoiato moltissimo. 4. I ragazzi si lanciavano palle di neve da un marciapiede allaltro. 5. Mia sorella
impiega pi di unora per truccarsi! 6. Non dobbiamo arrenderci di fronte alle prime difficolt. 7. Stanco morto, mi sono gettato sul divano e ho dormito per due ore.

RIFLESSIVI
PROPRI

27
SCRITTURA

28

RIFLESSIVI
APPARENTI

RIFLESSIVI
RECIPROCI

INTRANSITIVI
PRONOMINALI

Scrivi tre frasi che contengano un verbo riflessivo proprio e tre con un riflessivo apparente, un riflessivo reciproco e un intransitivo pronominale.
Indica per ciascuna forma verbale sottolineata coniugazione, modo, tempo, persona,
numero, genere (transitivo / intransitivo) e forma (attiva / passiva / riflessiva).

f Gioco bene a tennis ma non mi ritengo un campione.


a
a

mi ritengo = verbo ritenere,


2 coniugazione, modo indicativo, tempo presente, 1 persona sing., transitivo, riflessivo.
1. Chi si ferma perduto. 2. Non illuderti di farla franca, perch la mamma si accorger della marachella che hai combinato. 3. Se quella ragazzina non si truccasse sarebbe molto pi
carina. 4. Durante le interrogazioni, Gianni cos teso che si rosicchia continuamente le unghie. 5. Spero che quando ti sarai riconciliato con il tuo amico, lo avrai caro come prima.
6. I due cani nel prato giocavano a rincorrersi. 7. Lucia e Andrea, dopo essersi amati per
cinque anni, litigarono e si lasciarono in seguito a un banale litigio. 8. Non mi pento di
aver detto a quel presuntoso ci che penso di lui.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
184

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Verbi e costruzioni impersonali p. 176

29

Sottolinea i verbi e le locuzioni verbali impersonali presenti nelle frasi.


1. Capita a volte, in questa stagione, che scoppino improvvisi temporali. 2. Piove da tre
giorni e le previsioni dicono che continuer a piovere per tutta la settimana. 3. Oggi si
mangia pi tardi. 4. Non giusto che lallenatore non mi faccia mai giocare da titolare.
5. Occorre che ci sbrighiamo, se vogliamo arrivare in tempo. 6. Non basta essere bravi a
parole, bisogna dimostrare la propria bravura con i fatti. 7. un peccato che tu non possa
venire in vacanza con me. 8. Fa un caldo insopportabile in questa stanza!

30

Indica se i verbi e le locuzioni sottolineati hanno valore impersonale (I) oppure hanno una costruzione personale (P).
1. Sulla nostra compagnia teatrale sono piovute critiche poco lusinghiere. 2. Non giusto

che tu scappi sempre quando c da lavorare.

3. Basta un piccolo gesto, a volte, per ren-

derci felici. 4. I professori dicono che necessario

un maggior impegno da parte tua.

5. Per acquistare quella villa occorrono molti pi soldi di quanti io possieda. 6. Mi capita

a volte di svegliarmi nel cuore della notte in preda a un incubo. 7. Non piace a nessuno faticare per gli altri. 8. Bisogna avere pazienza e perseveranza se si vogliono raggiungere traguardi importanti. 9. Rientrai in casa di corsa, perch pioveva a dirotto. 10. Quando
occorre , bisogna essere audaci. 11. Le sfortune capitano tutte a me! 12. Occorre fare attenzione ad attraversare questa strada perch c sempre molto traffico. 13. Cerchiamo
di fare silenzio, altrimenti fioccano le note sul registro. 14. Pare che le temperature debbano diminuire nei prossimi giorni. 15. Carlo, con quel vestito, pare un clown.

31

Indica se le particelle si sottolineate svolgono una funzione riflessiva (R), impersonale


(I) o passivante (P).

riteneva che esistessero pietre dotate di poteri magici. 2. Pap si


rade con il rasoio elettrico. 3. In questa pasticceria si producono ottimi cioccolatini.
4. Si dice che non tutto oro ci che luccica. 5. La cavalleria si lanci in un attacco furibondo. 6. Il passante si spost per non essere investito dallautomobilista imprudente. 7. Un tempo si credeva allesistenza dei draghi. 8. Mara si guard nello

1. Un tempo si

specchio e rimase soddisfatta dal suo aspetto.

32

Trasforma le frasi volgendole dalla forma personale a quella impersonale.

f Un tempo la gente credeva che la Terra fosse piatta.

Un tempo si credeva che la Terra fosse piatta.

1. Presto cominceremo ad andare a scuola. 2. Se vogliamo essere rispettati dobbiamo


compiere il nostro dovere. 3. Antonio e io non ci vedevamo da anni. 4. Nessuno torni a
rivangare quella storia. 5. La gente parla spesso di ci che non sa. 6. Non crediate che
questo lavoro sia facile. 7. In questa calca non riusciamo pi a muoverci.

33
SCRITTURA

Scrivi una frase con ciascuno dei verbi impersonali elencati.


nevica tuona basta capita occorre pare bene si crede si dice

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

185

10 Funzioni particolari del verbo


Alcuni verbi, che pure possiedono un proprio significato, possono perdere la loro autonomia e svolgere una particolare funzione di servizio nei confronti di un altro verbo. In questi casi precedono il verbo suddetto e formano con esso un unico blocco
logico e sintattico. Svolgono tale funzione i verbi ausiliari, servili e fraseologici.
Privi di un significato autonomo sono anche i verbi copulativi, che fungono da collegamento tra il soggetto e un altro elemento della proposizione, che pu essere un nome
o un aggettivo. Per questa ragione essi vengono distinti dai verbi predicativi, che invece possiedono un significato proprio.

I verbi ausiliari
f Ieri sono andato al cinema e ho visto un film molto interessante.
f Quella bicicletta di Alex.
f Ora anche Alex ha una bicicletta nuova!

Le forme verbali evidenziate appartengono ai verbi essere e avere. Esse presentano una
caratteristica evidente: non sono coniugate partendo dalle rispettive radici ess- e av-. Ci
significa che, come abbiamo detto, questi due verbi non seguono il modello delle tre coniugazioni regolari, ma hanno una coniugazione propria (vedi pp. 96, 110-11).
Unaltra loro caratteristica quella di poter assumere un significato autonomo ( di Alex
= appartiene ad Alex; Alex ha = Alex possiede), oppure di perdere la propria identit, unendosi a un altro verbo (sono andato; ho visto). In questo secondo caso tali verbi svolgono una
funzione di ausilio, cio di aiuto, agli altri verbi e per questo si definiscono ausiliari.
essere e avere, dotati di coniugazione propria, possono svolgere la funzione
DEFINIZIONE Idiverbi
ausiliari al servizio di altri verbi, oppure avere un significato proprio.

Ecco, in dettaglio, i casi in cui i verbi essere e avere sono impiegati come ausiliari:
Essere

per coniugare la forma passiva:


f Il festival stato vinto dal mio cantante preferito.

Nelle frasi passive il verbo essere pu essere sostituito da altri verbi, come venire,
vedersi ecc.:
f Napoleone venne esiliato nellisola di SantElena.
f Di fronte allevidenza dei fatti, limputato si visto costretto a confessare.

per coniugare i tempi composti della forma riflessiva:


f Per la festa in maschera, mi sono travestito da corsaro.

per coniugare i tempi composti di numerosi verbi intransitivi:


f La zia arrivata ieri.

per coniugare i tempi composti dei verbi impersonali:


f Dopo un lungo periodo di siccit, finalmente ieri piovuto.

186

SEZIONE II. MORFOLOGIA

Avere
per coniugare i tempi composti dei verbi transitivi attivi:
f Ho incontrato un vecchio amico.

per coniugare i tempi composti di alcuni verbi intransitivi:


f Carlo e io abbiamo giocato a scacchi.

Indichiamo ora i casi in cui essere e avere hanno un significato proprio, quindi svolgono una funzione predicativa.
Essere
pu significare esistere, risiedere, abitare, provenire, trovarsi, appartenere, essere fatto di:
f Dio (= esiste).
f Sandra (= vive, si trova) a Roma.
f La Tour Eiffel (= si trova) a Parigi.

f Mio padre di (= proviene da) Foggia.


f Questa borsa di (= appartiene a) Anna.
f Questa camicia di (= fatta di) seta.

Avere
significa possedere, ottenere:
f I Cartaginesi avevano (= possedevano) una flotta molto potente.
f Ho avuto (= ottenuto) ci che desideravo.

OTA
N
N
E
B E

Il verbo essere pu avere valore copulativo quando, seguito da un nome o da un aggettivo, forma con essi un predicato nominale (vedi vol. B, unit 1, cap. 2, par. 3):
f La balena un cetaceo.

f Il tempo era bello.

BANCO DI PROVA

Indica se i verbi essere e avere sottolineati hanno significato proprio (P) oppure sono
utilizzati come ausiliari (A); indica inoltre se il verbo essere ha valore copulativo (C).
1. Questa volta non hai avuto la sorte favorevole, ma la prossima sarai pi fortuna-

del dottor Anselmi, che le ha ereditate dal padre. 3. Se


non avessi avuto fiducia in te, te lo avrei detto. 4. Io sono di Reggio Calabria,
mentre Carlo nato a Ferrara. 5. Ho speso molto per acquistare questo appartamento, ma ne valsa la pena! 6. Chi avrebbe detto che quel cantante potesse avere tanto successo? 7. Questa pianta bellissima, ma deve essere bagnata molto
spesso. 8. Giuro che tutto quello che ti ho detto vero.
to. 2. Queste terre sono

RISPOSTE ESATTE

/ 16

ESERCIZI

p. 195

I verbi servili
f Devo lavare lauto.
f Caro, potresti accompagnarmi al supermercato?
f Vuoi giocare a dama con me?

I verbi evidenziati presentano una caratteristica comune: precedono altri verbi di modo
infinito, con i quali danno vita a forme verbali che assumono un significato preciso solo se considerate nel loro insieme.
1. Il verbo

187

Ritorniamo sulla prima delle frasi esaminate. Se dicessimo: lavare lauto, indicheremmo
lazione, ma non la persona che la compie, n il modo n il tempo in cui essa avviene. Se
dicessimo: devo lauto, conosceremmo la persona, il modo e il tempo, ma non lazione. Solo mettendo insieme i due verbi otteniamo tutte le informazioni necessarie. Inoltre, i
verbi dovere, potere, volere indicano particolari sfumature di significato, in quanto manifestano concetti come quelli di necessit (devo), possibilit (potresti) e volont (vuoi). Tali verbi sono al servizio del verbo principale (quello che esprime lazione), pertanto sono
detti servili.
Si dicono servili i verbi potere, volere e dovere quando sono al servizio di un altro verDEFINIZIONE bo
di modo infinito per arricchirne il significato.

Oltre a quelli citati, possono essere impiegati come servili:

i verbi sapere (= saper fare), desiderare, preferire, osare:


f Io non so suonare il piano.
f Desidero riposare.
f Non osavano affrontarlo.

locuzioni come essere solito, essere capace, essere in grado:


f Capisco il francese, ma non sono in grado di parlarlo.

Nei tempi composti i verbi servili utilizzano lausiliare richiesto dal verbo allinfinito che
li accompagna:
f Non voluto andare (perch si dice andato).
f Non ha voluto rispondere (perch si dice ha risposto).

Nel linguaggio corrente, tuttavia, si usa spesso avere in luogo di essere:


f Non ha voluto andare.

I verbi potere, volere e dovere possono inoltre avere un significato proprio ed essere usati da soli:
f Affidiamoci a Colui che tutto pu.
f Vorrei un caff ristretto, per favore.
f Devo molto ai miei genitori.

BANCO DI PROVA

Individua e sottolinea i verbi e le locuzioni servili presenti nelle frasi.

1. Che cosa potremo fare per rimediare a questo errore? 2. I Vichinghi sapevano costruire navi veloci e robustissime. 3. Gigi non si allontanava mai dalla riva perch era capace
appena di stare a galla. 4. Pur essendo onesto, non pot pagare i debiti, perch non aveva pi un centesimo! 5. Non verr in barca con voi perch non so nuotare. 6. Chi non sarebbe in grado di risolvere un indovinello cos facile? 7. Che cosa desideri mangiare a
cena? 8. Hai fatto molto per me, perci vorrei esprimerti la mia gratitudine. 9. Non oserai
accusarmi di aver commesso una simile ingiustizia? 10. Se potessi disporre della somma
necessaria, farei un bel viaggio in India.
RISPOSTE ESATTE

188

/ 10

SEZIONE II. MORFOLOGIA

ESERCIZI

p. 195

I verbi fraseologici
f
f
f
f

Finalmente comincio a sentirmi meglio.


I ragazzi stanno giocando in giardino.
Ho cercato di risolvere il problema, ma non ci sono riuscito.
Quei burloni ci hanno fatto prendere un bello spavento!

La caratteristica propria dei verbi evidenziati quella di precedere altri verbi di modo indefinito (infinito, participio, gerundio), ai quali sono uniti direttamente (stanno giocando, hanno fatto prendere) o per mezzo di una preposizione (comincio a sentirmi,
ho cercato di risolvere). Anche in questo caso, come gi per i verbi servili, ne risultano
forme verbali che possiedono un significato completo solo se considerate nel loro
insieme.
I verbi di modo indefinito indicano lazione o il modo di essere, i verbi che li precedono
ne indicano il tempo e il modo; questi ultimi, inoltre, segnalano che unazione inizia
(comincio a sentirmi meglio), si sta svolgendo (stanno giocando), tentata (ho cercato di risolvere il problema) o causata (ci hanno fatto prendere un bello spavento).
Tali verbi si dicono fraseologici in quanto definiscono meglio il senso della frase.
fraseologici precedono un altro verbo di modo infinito, gerundio o participio
DEFINIZIONE Iperverbispecificare
aspetti particolari dellazione che questo esprime.

I verbi fraseologici indicano unazione che:

sta per iniziare (stare per, essere sul punto di, accingersi a + infinito):
f La gara sta per iniziare.

inizia (mettersi a, cominciare a + infinito):


f Cominci a muoversi.

si sta svolgendo (stare, venire, andare + gerundio):


f Che cosa vai dicendo?

si protrae nel tempo (continuare a, ostinarsi a, insistere a + infinito):


f Perch continui a mentire?

si conclude (smettere di, finire di, cessare di + infinito):


f Ho smesso di fumare.

causata (fare, lasciare + infinito) o tentata (cercare di, provare a + infinito) dal
soggetto:
f Ti ho fatto chiamare perch devo parlarti.
f Prover a cambiare pettinatura.

subita dal soggetto (trovarsi, vedersi + participio; lasciarsi + infinito):


f Mi vedo costretto a rimproverarti.
f Lasciati ammirare!
1. Il verbo

189

Nei tempi composti i verbi fraseologici, a differenza dei servili, utilizzano il proprio ausiliare, non necessariamente quello richiesto dal verbo che li accompagna:
f stato lui che mi ha fatto cadere.
f Il professore non mi ha lasciato uscire.

Come i verbi servili, anche i fraseologici possono avere un significato proprio ed essere usati da soli:
f Dante fu costretto a lasciare Firenze per sempre.
f Lo spettacolo comincia alle nove in punto.

BANCO DI PROVA

Completa le frasi con i verbi fraseologici adatti.


1. Prendi lombrello perch tra poco a piovere. 2.

nevicando da tre ore e i campi erano ormai unimmensa distesa bianca. 3. Ap-

pena di fare i compiti, andr a giocare. 4. Credendo di essermi


smarrita nel bosco, mi

prendere dallaffanno. 5. Nonostante la

sconfitta, la mia squadra a condurre la classifica. 6. Ieri mio padre,


per la prima volta, mi

guidare la sua auto. 7. Perch non

di fare scherzi cos sciocchi? 8. Appena entrato in classe, come

sempre il professore a rimproverarci. 9.


per cadere dallalbero, quando sei arrivato tu a salvarmi. 10. Vedendo che non arrivavi, abbiamo a preoccuparci. 11. Non a guardare la televisione e fai piuttosto i compiti!
RISPOSTE ESATTE

/ 11

ESERCIZI

Lasciati ammirare!

La gara sta per iniziare.

Dante fu costretto
a lasciare Firenze
per sempre.

190

SEZIONE II. MORFOLOGIA

p. 197

I verbi predicativi e copulativi


f
f
f
f

Il gabbiano vola.
La bambina mangia un gelato.
Presto diventer padre.
La soluzione sembra facile.

Nelle frasi alcuni verbi evidenziati hanno senso compiuto, in quanto possono essere
usati da soli (vola) o accompagnati da un complemento (mangia un gelato); altri verbi, invece, acquistano un senso solo se uniti a un nome (diventer padre) o a un aggettivo (sembra facile).
I verbi del primo gruppo si dicono predicativi, quelli del secondo gruppo prendono il
nome di copulativi.
I verbi predicativi hanno un significato ben definito di per s; possono quindi essere
DEFINIZIONE usati
da soli. I verbi copulativi non hanno un senso compiuto di per s, perci devono essere accompagnati da un nome (o aggettivo) che li completi.

Il verbo copulativo per eccellenza il verbo essere; altri verbi copulativi sono: sembrare,
parere, diventare, divenire, apparire, nascere, crescere, vivere, morire, rimanere, restare.
Osserva:
f
f
f
f

Oggi sono felice.


Cristoforo Colombo mor povero.
Quelluomo rimarr solo.
Tutti partirono contenti.

Occorre per fare attenzione, perch uno stesso verbo pu in certi casi svolgere funzione predicativa, in altri funzione copulativa, come nelle frasi:
funzione predicativa
f Solo lei rimase con me.
f Rimase sorpreso da quelle parole. funzione copulativa

BANCO DI PROVA

Indica se i verbi sottolineati svolgono funzione predicativa (P) o copulativa (C).


1. La tua mi pare unidea ottima.

2. Gridava e urlava , sembrava pazzo!


3. Dopo il temporale riapparve il sole.

4. Dormiamo subito, cos domani partiremo freschi e riposati.


5. Nel secondo tempo la squadra ospite ha dominato la partita.

6. Questo problema di geometria mi sembra difficilissimo e non lo risolver mai.


7. Mi sembri triste: che coshai ?

8. Mi sembrato di udire un rumore.


RISPOSTE ESATTE

/ 14

ESERCIZI

1. Il verbo

p. 198

191

IL VERBO
la parte variabile del discorso con la quale si esprimono, collocandoli
nel tempo, unazione, un evento casuale, unesistenza, un modo di essere, uno stato

ASPETTO

GENERE

FORMA

puntuale

transitivo

attiva

Il pianista suona
una canzone.

Ho mangiato una mela.

Lavo lauto.

durativo

intransitivo

passiva

Il pianista suonava
da unora.

Sono arrivato in ritardo.

Lauto lavata da me.

iterativo

riflessiva

Il pianista suona
tutte le sere.

192

SEZIONE II. MORFOLOGIA

riflessivo
proprio

riflessivo
improprio

intransitivo
pronominale

Mi lavo.

Mi lavo le mani.

Mi lamento.

TIPI E FUNZIONI

CONIUGAZIONE

1 -are
2 -ere
3 -ire

Modi

Tempi

Persona

semplici

1a

temevo

amo, amiamo

composti

2a

avevo temuto

ami, amate

a
a

essere

finiti

indefiniti

avere

verbi regolari

indicativo

infinito

3a

amo

leggo

leggere

ama, amano

verbi irregolari

congiuntivo

participio

vado

che io legga

letto

verbi difettivi

condizionale

gerundio

solere

leggerei

leggendo

verbi
sovrabbondanti

imperativo

compiere / compire

impersonali
piove, si dice,
giusto

leggi!

ausiliari

servili

fraseologici

predicativi

copulativi

essere, avere

volere, potere,
dovere, sapere

stare per,
smettere di

La rondine vola.

Anna felice.

1. Il verbo

193

PER FARE LANALISI GRAMMATICALE


Per svolgere lanalisi grammaticale del verbo occorre indicare:

la voce del verbo allinfinito

la coniugazione: 1, 2, 3, oppure coniugazione propria per i verbi essere e avere

il modo: indicativo, congiuntivo, condizionale...

il tempo: passato, presente, futuro...

la persona: 1, 2, 3

il numero: singolare, plurale

il genere: transitivo, intransitivo

la forma: attiva, passiva, riflessiva

altre eventuali caratteristiche (irregolare, difettivo, sovrabbondante, impersonale, servile,


fraseologico)
f Vorrei sapere che cosa hai combinato.
Vorrei: voce del verbo volere, 2 coniugazione, modo condizionale, tempo presente, 1
persona singolare, servile
sapere: voce del verbo sapere, 2 coniugazione, modo infinito, tempo presente, transitivo,
attivo
hai combinato: voce del verbo combinare, 1 coniugazione, modo indicativo, tempo passato
prossimo, 2 persona singolare, transitivo, attivo
f Sono felice che tu sia riuscito a superare lesame.
Sono: voce del verbo essere, coniugazione propria, modo indicativo, tempo presente, 1
persona singolare
sia riuscito: voce del verbo riuscire, 3 coniugazione, modo congiuntivo, tempo passato, 2
persona singolare, fraseologico
superare: voce del verbo superare, 1 coniugazione, modo infinito, tempo presente,
transitivo, attivo

Analizza i verbi presenti nelle frasi.


1. Non posso accettare che tu compia questo sacrificio per me!
2. Ho finito di tagliare lerba del giardino e tra poco cener.
3. Sono convinto di essere stato multato dal vigile per uninfrazione che non ho commesso.
4. Bisogna che tutti collaborino se vogliamo che il nostro piano abbia successo.
5. Specchiati e vedrai come arrossata la tua pelle!
6. Presso i Germani vigeva la legge del taglione, che consisteva nel vendicare le offese patite arrecando un uguale danno.
7. Devi finirla di disturbarmi per simili stupidaggini!
8. Non mi sono pentito di aver cambiato lavoro, anzi, se potessi tornare indietro, rifarei la stessa scelta.

194

SEZIONE II. MORFOLOGIA

RCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ES

I verbi ausiliari p. 186

ERC

I
IZ

Sottolinea i verbi essere e avere presenti nelle frasi: in rosso quando hanno significato autonomo, in blu quando sono ausiliari.
1. Ho suonato a casa di Alberta, ma non cera nessuno. 2. In questa professione ho avuto molte soddisfazioni e molti riconoscimenti. 3. Ieri non sono venuto a trovarti perch
ho avuto degli impegni imprevisti. 4. Possibile che tu non abbia freddo? 5. Questo bellissimo orologio di mio padre. 6. Ho finito la scuola da tre mesi e gi ho trovato lavoro. 7. La famiglia di Sonia di Frosinone. 8. Questo pavimento di materiale plastificato,
ma sembra legno. 9. La mamma non c, oggi in ufficio.

Sostituisci i verbi essere e avere sottolineati con verbi di analogo significato e adattando la frase, se necessario.

f Lauto che vedi di Dario.


1. Se non sarai qui alle sette, partir da solo. 2. Bravo, con tutta la tua superbia hai avuto ci che meritavi! 3. Di chi lauto parcheggiata nel cortile? 4. Ho una casetta in campagna, ma non ci vado quasi mai. 5. Chi l? 6. La trattoria di cui ti parlavo vicino alla
stazione. 7. Ieri ho avuto un elogio dal mio professore. 8. Non c motivo per cui dobbiamo preoccuparci. 9. Questa collana di ambra. 10. La mia famiglia di Napoli.

Lauto che vedi appartiene a Dario.

Nelle frasi vi sono otto errori nelluso degli ausiliari. Individuali e sottolineali.
1. Solo chi si ha trovato in una situazione come quella pu capirmi. 2. Non so chi dei
due avesse ragione, ma quella discussione mi disgustato. 3. Non ho stato abbastanza
pronto da rispondergli ci che meritava. 4. Se questa notizia non mi avesse stata riferita
da lui, non ci avrei creduto. 5. Non sono venuto a trovarvi perch non ne ho avuto il tempo. 6. Non ti hai mai chiesto perch Luigi non vuole pi vederti? 7. Non mi aveva mai
capitato di fare una figuraccia simile e mi ho vergognato molto. 8. Di fronte a quella prepotenza, ti avresti dovuto ribellare. 9. Non mi sarei aspettato una risposta simile.

I verbi servili p. 187

Completa le frasi con i verbi servili adatti.


1. Il buon automobilista rispettare il codice della strada. 2. Sembrava che

incenerirmi con lo sguardo! 3. Che cosa

mangiare adesso?

4. Che cosa fare per te? 5. Anna sempre mettersi in mostra


davanti ai professori. 6. In questo momento non

trovarmi nei suoi panni.

7. Lauto si era fermata di colpo, ma io non certo lasciarla in mezzo alla strada. 8. Non ho voglia di uscire, restarmene a casa. 9. Chi ancora consegnare il compito? 10. Chi avrebbe immaginare una cosa simile?

ATTENZIONE. Nei brani riportati in alcuni esercizi troverai delle parole evidenziate: cercale sul
dizionario e scrivine sul quaderno le definizioni.

RCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESE

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESE
1. Il verbo

195

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
5

Completa le frasi con gli ausiliari corretti davanti ai verbi servili.


1. Devi scusarmi se non ti

meno questa volta Enrico si

saputo dare linformazione che desideravi. 2. Nem-

saputo togliere dagli impicci. 3.

dovuto

partire oggi, ma non mi stato possibile. 4. Se non potuto ritornare entro mezzanotte, non aspettatemi: vorr dire che dormir da Renato. 5. Scusami se non
potuto arrivare puntuale allappuntamento, ma ho trovato molto traffico. 6. Stai attento:
secondo me voluto assumerti un rischio troppo grande! 7. Certo che ti
dovuto assumere una bella responsabilit. 8. Oggi non mi potuto muovere da
casa, poich aspettavo unimportante telefonata. 9. Il concerto tanto atteso non si

potuto tenere a causa di un violento temporale abbattutosi improvvisamente

sulla citt. 10. Credo che Simone non potuto iscriversi al corso di inglese.

Individua e sottolinea i verbi e le locuzioni servili presenti nelle frasi.


1. Preferisco restare a casa perch ho limpressione che presto piover. 2. Mio padre, subito dopo essersi alzato, solito fare mezzora di ginnastica. 3. Era da tanto tempo che
desideravo vedere questo film. 4. Avrei preferito mangiare una minestra, ma la mamma
anche oggi mi ha preparato la pastasciutta. 5. Non sono in grado di far funzionare questo vecchio trattore. 6. La cantante di quel gruppo molto brava, ma i suoi compagni non
sanno suonare. 7. Marina non proprio capace di custodire un segreto! 8. Achille prefer vivere una vita breve ma gloriosa, piuttosto che una vita lunga e insignificante.

Evidenzia con colori diversi i verbi potere, volere e dovere, a seconda che abbiano
un significato proprio o svolgano la funzione di servili.
1. Che cosa voleva da te quel signore? 2. Quello un signore che pu molto. 3. Se avessi potuto aiutarti, lo avrei fatto certamente. 4. Eccoti il denaro che mi avevi prestato: ora
non ti devo pi nulla. 5. Tu qui? Non posso credere ai miei occhi! 6. Non devi ascoltare
i suoi consigli, perch non sono saggi. 7. Non posso venire al cinema perch devo studiare. 8. Ho cercato di spiegargli laccaduto, ma non ha voluto sentire ragioni. 9. Non capisco che cosa voglia quel ragazzo. 10. Se il giovane sapesse, se il vecchio potesse!
11. Oggi dovrei lavorare, ma non ne ho proprio voglia. 12. Non vorrei trovarmi nei suoi
panni per nulla al mondo!

8
SCRITTURA

Con ciascun verbo o locuzione scrivi due frasi: nella prima il verbo dovr essere usato come servile, nella seconda con significato proprio.
vorrei potrete doveva che tu osi sono in grado di era solito

Individua e correggi gli errori compiuti nelluso degli ausiliari dei verbi servili. Attenzione: non tutte le frasi contengono errori.
1. Non mi avrei voluto accontentare del secondo posto. 2. Sono contento che mio figlio si
abbia voluto iscrivere a Medicina. 3. Davanti a quella scena non sono potuto fare a meno
di ridere. 4. Chi ci avrebbe potuto aiutare a risolvere quel problema? 5. Il dottore diceva
che avrei dovuto restare a letto tre giorni, ma io mi sono alzato dopo poche ore. 6. Durante
linterrogazione non mi ho saputo esprimere in modo chiaro. 7. Ieri non siamo potuti venire a trovarti, ma verremo oggi. 8. Quando mi avr fatto la doccia, andr a dormire.

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
196

SEZIONE II. MORFOLOGIA

I verbi fraseologici p. 189

10

Individua e sottolinea i verbi fraseologici presenti nelle frasi.


1. Avevo appena finito di tagliare lerba in giardino che cominci a tuonare. 2. Sentendo
ululare i lupi, le pecore cercavano di uscire dal recinto. 3. Abbiamo cominciato a cenare
molto tardi e non abbiamo pi voglia di uscire. 4. I legionari erano sul punto di cedere,
quando il generale li riport allattacco. 5. Per fortuna non ti sei lasciato ingannare da quel
truffatore. 6. Quando ho conosciuto lofferta dei concorrenti, mi sono visto costretto a rinunciare allacquisto del quadro. 7. Nella popolazione affamata e umiliata il malcontento
andava crescendo. 8. Finiscila di disturbarmi mentre lavoro. 9. Nonostante il frastuono
che proveniva dalla strada, Carlo ha continuato a dormire tranquillamente. 10. Di fronte alla caduta del loro alibi, i colpevoli del furto si videro costretti a confessare.

11

Indica se i verbi sottolineati svolgono una funzione fraseologica (F) oppure sono usati in modo autonomo (A).
1. Lasciami stare in pace, non ho voglia di scherzare!
2. Giulia e io ci siamo lasciati la settimana scorsa.

3. State buoni, ragazzi, non mettetevi a fare baccano!


4. Mettetevi in posa: sto per scattare la fotografia.

5. Ho saputo che le scuole cominceranno il 15 settembre.


6. Spero che non comincerai a lamentarti, come al solito!
7. Vai a casa presto, mi raccomando!
8. Vai a cercarlo subito, per favore.

9. Dopo aver cercato inutilmente un parcheggio, mi sono rassegnato a tornare a casa.

10. Non cercare di abbindolarmi con le tue chiacchiere!

12
LESSICO

Evidenzia nel brano con colori diversi i verbi servili e quelli fraseologici.

Lunguento miracoloso
era una volta una giovane mamma, che viveva con il suo bambino in una casa sulle colline.
Un giorno stava cullando il suo piccolo e gli stava preparando il latte, quando sent bussare. Alla porta cera una splendida dama con un bimbo piccolo in braccio anche lei.
Sono in viaggio da tanto tempo, disse la donna, potresti preparare qualcosa da mangiare per me e il mio bambino?
La mamma cap che quella dama era una fata, e per questo motivo cerc di trattarla con
tutti gli onori. Alla fine del pranzo, la dama disse:
Voglio darti una ricompensa: con questo unguento che ti dono, potrai far guarire persone ed animali e diventare ricca.
Per diverso tempo la mamma umana pot usufruire dei suoi poteri: ma molta gente del
villaggio vicino cominci ad essere gelosa verso di lei, e cominci a tramare contro lei e
il suo bambino.
La mamma chiese laiuto della fata, che le port via lunguento:
Purtroppo la tua gente non pu apprezzare un simile dono!
La mamma ritorn una donna normale ma lei e suo figlio non dimenticarono mai lamicizia che li legava al mondo delle fate, e ad ogni luna piena si ricordarono sempre di lasciare fuori dalla casa cibo e latte per i loro amici del Popolo Fatato.

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

197

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZI

ESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERC
13
SCRITTURA

14
SCRITTURA

Scrivi una frase con ciascuno dei verbi fraseologici elencati.


finire di cercare di vedersi costretto a stare per andare diminuendo ostinarsi a
Scrivi una frase per illustrare ciascun tipo di azione espressa da un verbo fraseologico.
Lesercizio avviato.
1. azione che sta per iniziare:

Rientriamo subito a casa, perch sta per piovere.

...................................................................................................................................................................................

2. azione che inizia:


...................................................................................................................................................................................

3. azione che si sta svolgendo:


...................................................................................................................................................................................

4. azione che si conclude:


...................................................................................................................................................................................

5. azione che si protrae nel tempo:


...................................................................................................................................................................................

6. azione che il soggetto ha causato:


...................................................................................................................................................................................

7. azione che il soggetto ha tentato:


...................................................................................................................................................................................

8. azione che il soggetto ha subito:


...................................................................................................................................................................................

I verbi predicativi e copulativi p. 191

15

Indica se i verbi sottolineati svolgono una funzione predicativa (P) o copulativa (C).
1. Il ragazzo si sentiva libero e felice. 2. Presto andr

a Londra.

3. Il cane un

animale molto intelligente. 4. Il pastore viveva sereno con la sua famiglia. 5. Quel tipo mi riesce simpatico. 6. Gli sposi uscirono dalla chiesa tra due ali di folla. 7. Il tem-

po, oggi, non sembra molto bello. 8. Allora la vita mi appariva ricca di promesse.

16

Ciascuna coppia di frasi contiene uno stesso verbo usato in funzione ora predicativa
ora copulativa. Evidenzia i verbi con colori diversi in base alla funzione svolta.
1. a. Il ragazzo cresceva libero e forte.
b. La rabbia cresceva dentro il suo cuore.
2. a. Sono felice di rivederti.
b. Gli occhiali sono sul tavolo.
3. a. In cielo apparve un bagliore improvviso.
b. La legge apparve a tutti ragionevole.
4. a. Rimango stupefatto davanti a simili ragionamenti!
b. Questestate rimango in citt.
5. a. Mio nonno vive sereno in campagna, lontano dal caos della citt.
b. In questa citt caotica non si vive pi!

IZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES
198

SEZIONE II. MORFOLOGIA

17
SCRITTURA

Con ciascuno dei verbi elencati scrivi due frasi: in una il verbo dovr svolgere funzione
copulativa, nellaltra funzione predicativa.
crescere giungere sembrare diventare vivere rimanere

ANALISI GRAMMATICALE

18

Analizza i verbi presenti nelle frasi.


A. 1. strano che pap non sia ancora tornato a questora.
2. Smettiamo di discutere, tanto non ci troveremo mai daccordo.
3. Nella vita bisogna saper cogliere le occasioni quando si presentano.
4. Finiscila di disturbarmi mentre lavoro.
5. Chi vuole andarsene libero di farlo.
6. Sta per arrivare un temporale.
7. Poich stava per piovere, ci affrettammo a ritornare a casa.
8. Oggi, ultimo giorno di scuola, il preside ci ha fatto uscire con unora di anticipo.
9. Lappuntamento di oggi molto importante: cerca di non arrivare in ritardo.
B. 1. Ecco Piero che aspetta il tram: di sicuro sta andando a lavorare.
2. Con i tuoi complimenti mi fai arrossire!
3. Cerca di capire quanto sto per dirti, perch non lo ripeter pi!
4. Questa sosta ci far perdere un bel po di tempo!
5. Nel momento in cui vi accingete a intraprendere questa carriera, sappiate che lunga e difficile, ma potr darvi impagabili soddisfazioni.
6. Nonostante che cucini benissimo, mia madre non sa preparare il tiramis.
7. Capita spesso che le persone pi ignoranti si credano le pi intelligenti.
8. Dal ponte si vedevano i pesci nuotare allegramente nellacqua limpida.
9. Nel mitico Far West vigeva la legge del pi forte.

19

Analizza i verbi presenti nel brano.

ragazzo, a scuola, rub a un compagno le tavolette di cera usate per la scrittura e le port a casa a sua madre, la quale non solo non lo pun, ma anzi lo approv; allora, unaltra volta, egli rub un mantello e glielo port, venendo ancora lodato.
Col passare del tempo, divenuto ormai un giovane, egli si diede senzaltro a rubare cose
di maggior valore. Ma un giorno fu colto sul fatto: lo ammanettarono e lo condussero
al supplizio, mentre la madre lo seguiva battendosi il petto. Egli disse che voleva parlarle
allorecchio, e, quando lebbe vicina, le afferr un lobo dellorecchio e glielo morse. Essa lo rimprover per la sua malvagit: non contento dei delitti commessi, ora aveva ferito anche sua madre! Ma il figlio ribatt: Non sarei arrivato al punto dessere condotto
al patibolo, se tu mi avessi picchiato quando per la prima volta venni da te con le tavolette rubate!.

Un

(adattamento da Esopo, Favole, Rizzoli, Milano)

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

CIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIES

ERCIZIESERCIZIESERCIZIESERCIZIESER
1. Il verbo

199

SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICA

SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIV
IL VERBO

SOSTA
D
A
I V ERIFIC

VERIFICA CHE COSA HAI IMPARATO


Indica se le affermazioni sono vere (V) o false (F). Per ogni soluzione corretta, 1 punto.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.

Il verbo indica caratteristiche e qualit di un nome.


Le coniugazioni regolari sono cinque.
I modi si dividono in regolari e irregolari.
I tempi possono essere semplici e composti.
Tutti i modi hanno il tempo futuro.
Il modo imperativo non ha il passato.
Laspetto di un verbo pu essere puntuale, durativo e iterativo.
I verbi irregolari differiscono da quelli regolari in tutti i modi e i tempi.
I verbi difettivi hanno soltanto i tempi semplici.
I verbi impersonali non hanno il soggetto.
I verbi volere, potere e dovere sono sempre servili.
PUNTEGGIO

V
F

V
F

V
F

V
F

V
F

V
F

V
F

V
F

V
F

V
F

V
F

/ 11

Scrivi i termini corrispondenti alle definizioni elencate. Per ogni soluzione corretta,
1 punto.
1. Verbo che lascia passare lazione dal soggetto al complemento oggetto:
...................................................................................................................................................................................

2. Verbo che esprime unazione subita dal soggetto:


...................................................................................................................................................................................

3. Verbo che esprime unazione compiuta dal soggetto:


...................................................................................................................................................................................

4. Verbo che esprime unazione che ritorna sul soggetto:


...................................................................................................................................................................................

5. Verbo che esprime unazione che i soggetti si scambiano tra loro:


...................................................................................................................................................................................

6. Modo che esprime unazione in modo certo:


...................................................................................................................................................................................

7. Modo che indica unazione subordinata al verificarsi di una condizione:


...................................................................................................................................................................................

8. Modo che indica unazione espressa in modo possibile, incerto, desiderato:


...................................................................................................................................................................................

9. Modo che esprime un ordine:


...................................................................................................................................................................................
PUNTEGGIO

/9

ERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFIC
200

SEZIONE II. MORFOLOGIA

APPLICA CIO CHE HAI IMPARATO

Indica se laspetto dei verbi sottolineati puntuale (P), durativo (D) o iterativo (I). Per
ogni soluzione corretta, 1 punto.
1. Lassassino ritorna sempre sul luogo del delitto.

2. Con voi ho trascorso giorni felici.

3. Maria scivolata su una buccia di banana.


4. I Fenici vivevano nel Libano.

5. Prendo questa medicina tutte le sere.


6. Garibaldi mor a Caprera.

7. Ho aspettato a lungo il tuo ritorno.


8. Riconosco i tuoi meriti.

9. Vado a scuola in autobus.

10. Marco Polo rimase in Cina molti anni.


PUNTEGGIO

Sottolinea i verbi presenti nelle frasi: in rosso quelli attivi, in blu quelli passivi. Per
ogni soluzione corretta, 1 punto.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

La risposta esatta mi stata suggerita da un compagno di classe.


Quando sei ritornato dal viaggio in Austria?
I Galli vennero sottomessi da Giulio Cesare.
Perch non siete venuti ieri?
La mamma partita con il treno delle dieci.
I miei nonni sono nati in questa citt.
Il cavallo di Troia fu ideato da Ulisse.
Poco fa sono scivolato sul pavimento bagnato.
Lautomobilista indisciplinato fu fermato dalla polizia.
Simone stato informato del nostro arrivo?
PUNTEGGIO

/ 10

/ 10

Indica se i verbi sottolineati sono transitivi (T) o intransitivi (I). Per ogni soluzione
corretta, 1 punto.
1. Ornella mi attende .

2. Tutti gli ospiti erano arrivati .

3. Dopo lintervento chirurgico ho zoppicato per una settimana.


4. Stasera rimarr a casa.

5. Il portiere ha parato un tiro difficile.

6. Il cane dorme saporitamente nella sua cuccia.


7. Far una telefonata alla zia.
8. Questa biro costa un euro.

9. Quel camion in mezzo alla strada blocca il traffico.

10. Quella ragazza canta molto bene.

PUNTEGGIO

/ 10

SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICA

VERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICA

SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADI
1. Il verbo

201

SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICA

SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIV
6

Indica se i verbi sottolineati sono riflessivi propri (RP), apparenti (RA), reciproci (RR)
o intransitivi pronominali (IP). Per ogni soluzione corretta, 1 punto.
1. Mi sono lavato i capelli cinque minuti fa.

2. Non vergognarti di questo errore veniale.


3. Francesca e Marco si scrivono spesso.
4. La donna si pettin con cura.

5. Mi prender una lunga vacanza.

6. La guarnigione assediata si arrese per fame.


7. Guardati nello specchio.
8. Mi pento della mia vilt.
9. Rimettiti la cravatta.

10. Ora abbracciatevi da buoni amici.

/ 10

PUNTEGGIO

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi. Per ogni soluzione corretta, 1 punto.
1. Le previsioni meteorologiche dicono che domani (piovere) .
2. Spero che tu (accettare) la mia offerta.
3. Gianni, (chiudere) la finestra, perch entra aria fredda.
4. (Mangiare) guardo spesso il telegiornale.
5. Se lautista del taxi non avesse frenato prontamente, (urtare)

lauto che lo precedeva.


6. Non leale (attribuire) sempre agli altri la colpa dei propri insuccessi.
7. (entrare) solo quando sarete chiamati.
8. Credo che tu (essere) adatto a recitare questa parte.
9. Se non avessi visto con i miei occhi, non (credere)

possibile

unimpresa del genere!


10. Quando tutti gli spettatori si (sistemare)

, si alz il sipario e lo

spettacolo ebbe inizio.


PUNTEGGIO

/ 10

Scrivi le forme verbali corrispondenti alle indicazioni fornite. Per ogni soluzione corretta, 1 punto.
1. stare, indicativo, passato remoto, 1 pers. plur.

2. condurre, participio passato

3. andare, indicativo, futuro semplice, 2 pers. plur.

4. cuocere, indicativo, passato remoto, 1 pers. sing.

5. apparire, participio passato

6. dare, congiuntivo, imperfetto, 2 pers. sing.

7. uscire, indicativo, passato remoto, 1 pers. sing.

ERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFIC
202

SEZIONE II. MORFOLOGIA

8. fare, participio presente

9. salire, congiuntivo presente, 3 pers. sing.

10. scegliere, indicativo, passato remoto, 3 pers. plur.

/ 10

PUNTEGGIO

Indica se i verbi sottolineati sono difettivi (D), sovrabbondanti (S) o impersonali (I).
Per ogni soluzione corretta, 1 punto.
1. Tanto tuon che piovve.

2. Lassessore ha comunicato alla nostra ditta che nulla osta allinizio dei lavori.

3. Devo soffrire di qualche allergia perch continuo a starnutire da questa mattina.


4. Il buon cittadino adempie i suoi doveri senza protestare.

5. Urgono rinforzi, altrimenti la nostra squadra di calcio rischia la retrocessione.


6. Ero furibondo con Remo e non mi sono lasciato ammansire dalle sue scuse.
7. Fa davvero freddo oggi!

8. Al mio paese a Natale il parroco suole organizzare un presepe vivente.

9. Capita talvolta che, dopo un temporale, venga a mancare la corrente elettrica.

10. Spesso si sbaglia nel giudicare le persone.

/ 10

PUNTEGGIO

10

Sottolinea i verbi fraseologici presenti nelle frasi. Per ogni soluzione corretta, 1 punto.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.

Questa volta non sono riuscito a finire il tema che ci ha assegnato il professore.
Ho cercato di avvisarti, ma non ti ho trovato.
La barzelletta che ha raccontato Marta mi ha fatto morire dal ridere!
Se continuer a nevicare, domani non usciremo di casa.
Ho limpressione che tu ti sia lasciato abbindolare dalle chiacchiere di quel
negoziante.
Quando racconta episodi della sua giovinezza, il nonno non smette pi di parlare.
Stavo leggendo il giornale quando, allimprovviso, squill il telefono.
Quando ho visto quellombra, mi sono messo a gridare dalla paura!
Io non capisco perch tu vada dicendo tutte quelle falsit sul mio conto.
Non metterti a piangere adesso, non accaduto nulla di tragico!

/ 10

PUNTEGGIO
PUNTEGGIO COMPLESSIVO

INSUFFICIENTE

fino a 59
svolgi gli Esercizi
per il Recupero

SUFFICIENTE

da 60 a 69

BUONO

da 70 a 79

DISTINTO

da 80 a 89

/ 100

OTTIMO

da 90 a 100

svolgi gli Esercizi


per il Potenziamento

SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICA

VERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICA

SOSTADIVERIFICASOSTADIVERIFICASOSTADI
1. Il verbo

203

p e r il R ECUPERO

ER

SERCIZI p e r il ECUPERO E S

CI Z I

Individua i verbi presenti nel brano e inseriscili opportunamente nella tabella.

Il contadino e la serpe
vecchio contadino durante la stagione dellinverno, avendo trovato una serpe intirizzita dal freddo e avendone avuto compassione, la prese e se la mise in seno.
Quella poi, riscaldandosi e riprendendo la propria natura, fer il benefattore e lo uccise.
Allora lui morendo disse:
Ho quello che mi merito, poich ho avuto compassione di quella malvagia.
La favola mostra che i malvagi sono immutabili, anche se sono trattati con estrema bont.

Un

(Esopo, Favole, Rizzoli, Milano)


CONIUGAZIONE PROPRIA

1 CONIUGAZIONE

2 CONIUGAZIONE

3 CONIUGAZIONE

Completa la tabella inserendo gli elementi mancanti.

VERBO

RADICE

DESINENZA

PERSONA

NUMERO

passeggia
incontrarono
vedevi
comparissero
viene
preghiamo
aspetterei
inseguirete
capiste
spingerei

204

Sottolinea con colori diversi i tempi semplici e i tempi composti.


ebbi riempito sorridente comprendendo pass venissero avendo diffuso
restringere liberato ho udito scegliereste avendo temuto comincino
avere vissuto ricordando accecante ebbero teso scoprivano avreste incontrato
SEZIONE II. MORFOLOGIA

ESERCIZI per il RECUPERO

ESERCIZI per il RECUPERO

Riprendi le forme verbali dellesercizio precedente e inseriscile opportunamente nella tabella.

MODI FINITI

MODI INDEFINITI

Scrivi le forme del verbo essere corrispondenti alle indicazioni fornite.


TEMPO

PERSONA

indicativo

MODO

imperfetto

1 sing.

condizionale

presente

2 plur.

participio

passato

congiuntivo

trapassato

1 sing.

imperativo

presente

2 sing.

indicativo

trapassato remoto

3 plur.

indicativo

futuro anteriore

2 plur.

congiuntivo

imperfetto

1 plur.

gerundio

passato

ESERCIZI per il RECUPERO

FORMA VERBALE

Indica il modo, il tempo e la persona delle forme del verbo avere elencate.

FORMA VERBALE

MODO

TEMPO

PERSONA

avresti
avuto
avessimo avuto
avrete
avreste
avesti
avente
aveva avuto
ebbe

Scrivi le forme verbali regolari corrispondenti alle indicazioni fornite.


1. lanciare, ind. fut. sempl., 3 pers. plur.

2. tagliare, cong. trap., 2 pers. plur.

3. spiare, ind. pres., 2 pers. sing.

4. bagnare, ind. pres., 2 pers. plur.

5. sognare, cong. pres., 1 pers. plur.

6. emergere, cong. pres., 1 pers. sing.

1. Il verbo

205

ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESER

7. cedere, ind. trap. rem., 1 pers. sing.

8. spegnere, ind. imp., 1 pers. plur.

9. vivere, cong. pres., 1 pers. plur.

10. scegliere, ger. pres.

11. morire, ind. imperf., 2 pers. plur.

12. aprire, part. pass.

13. soffrire, ind. pass. rem., 2 pers. plur.

14. obbedire, part. pres.

15. finire, cong. pres., 3 pers. sing.

Scrivi le forme verbali irregolari corrispondenti alle indicazioni fornite.


1. andare, ind. pres., 3 pers. plur.

2. andare, ind. fut. sempl., 2 pers. plur.

3. dare, ind. pass. rem., 3 pers. plur.

4. dare, cong. imp., 1 pers. plur.

5. stare, ind. pass. rem., 1 pers. plur.

6. stare, cong. pres., 1 pers. sing.

In ciascuna coppia di verbi irregolari, cancella la forma errata.


1. accendei / accesi
6. sapei / seppi
2. avvolgette / avvolse
7. emergetti / emersi
3. nacqui / nascetti
8. condurranno / conduceranno
4. conobbi / conoscetti
9. cogliuto / colto
5. rifletterono / riflettettero 10. detto / diciuto

10

11

11. cotto / cociuto


12. ammettuto / ammesso
13. occorse / occorrette
14. giungiuto / giunto
15. spenduto / speso

Analizza le forme verbali irregolari elencate.


1. svenne

..............................................................................................................................................................

2. escano

..............................................................................................................................................................

3. morireste

..............................................................................................................................................................

4. udiate

..............................................................................................................................................................

5. offerto

..............................................................................................................................................................

6. verranno

..............................................................................................................................................................

Evidenzia con colori diversi i verbi difettivi e quelli sovrabbondanti.


1. Nella nostra citt fervevano i preparativi per le Olimpiadi invernali. 2. Quando c bisogno di mio figlio per qualche lavoretto, il furbone riesce sempre a imboscarsi. 3. Ora
che dimagrita, Carla sta molto meglio. 4. Serena, questo tono non si addice a una ragazza educata! 5. Che fai, sei impazzito? 6. Quando le fanno un complimento, Erminia
arrossisce subito. 7. Urgono modifiche a questa legge che si rivelata inefficace. 8. La
nonna suole andare tutti i giorni alla messa delle otto.

206

SEZIONE II. MORFOLOGIA

CIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI

12

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi allindicativo imperfetto o passato remoto.
1. Da giovane Carlo (essere)

do (capire)

un calciatore promettente, ma poi (subire)

un infortunio e (dovere) cessare lattivit agonistica. 2. Quan-

che (stare)

per piovere, Gianna (ritornare)

precipitosamente a casa. 3. In quel momento la campanella (suonare)

e tutti gli allievi (uscire) dallaula. 4. Stefano non (comprare)

mai il giornale perch (dire) che non (avere) il

tempo di leggerlo. 5. Il nonno (stare)

dormendo, quando (squillare)

il telefono. 6. In quel momento (sentire) la voce della mam-

ma che mi (chiamare)

. 7. Allora mio fratello (dovere)

rico-

noscere che (avere) torto. 8. Mentre (passeggiare) nel bosco


Luca (vedere) due scoiattoli che (correre) tra gli alberi.

13

Riscrivi le frasi volgendole al tempo futuro semplice.

f Trascorro le vacanze a Taormina.


1. Sono andato a trovare i miei amici.

Trascorrer le vacanze a Taormina.

...................................................................................................................................................................................

2. Il direttore mi ha fatto i complimenti per il lavoro da me svolto.


...................................................................................................................................................................................

3. Accetto volentieri il tuo regalo.


...................................................................................................................................................................................

4. Tutti sanno chi il colpevole.


...................................................................................................................................................................................

5. Aspetto che il tempo migliori.


...................................................................................................................................................................................

14

Completa le frasi con le forme verbali adatte, scegliendo tra le due proposte in
corsivo.
1. Lultima glaciazione ( finita / fin) circa dodicimila anni fa. 2. Questa
mattina (ho perso / perdetti) il treno. 3. Ieri nella nostra classe
(sono accadute / accaddero) cose davvero strane! 4. Il nonno
dice che ai suoi tempi i giovani (ebbero / avevano) meno pretese di oggi. 5. Non appena le lezioni furono terminate, tutti gli studenti se ne (andava-

no / andarono) al campo sportivo ad assistere alle gare di atletica. 6. Potrai


uscire solo dopo che (finirai / avrai finito) i compiti. 7. La scorsa notte,
mentre (dormivo / avevo dormito) , (ho fatto / feci) un
brutto sogno. 8. Per andare al lavoro si (alzava / era alzato) tutti i giorni alle cinque e mezzo.
1. Il verbo

207

ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESER

15

Indica se i verbi sottolineati si riferiscono a eventi certi (C) o possibili (P).


1. Mi auguro che Manuela telefoni

presto.

2. Sarebbe bello se tu venissi

in cam-

peggio con noi. 3. Quando avrai sentito tutto, resterai sbalordito. 4. Ritengo che ci sia-

ottime prospettive in questa professione. 5. Dal momento che hai voluto fare di
testa tua, ne subirai le conseguenze. 6. Molti studiosi sono convinti che il diluvio sia
avvenuto realmente. 7. Non avr pace finch non avr risolto questo mistero. 8.
probabile che gli attuali cambiamenti climatici siano dovuti alleffetto serra.
no

16

Completa le frasi con le forme verbali adatte, scegliendo tra le due proposte in corsivo.
1. Sono convinto che il professore (ha / abbia) grande stima di te. 2. Nonostante che (amavo / amassi) la mia citt, fui costretto a trasferirmi per
motivi di lavoro. 3. So che tu domani (andrai / vada) a sciare. 4. Spero
che non (piove / piova)

perch domani voglio andare a sciare. 5. Se

(voleva / avesse voluto) avrebbe potuto aiutarmi, ma non lha fatto. 6. Credo che questa volta (ha / abbia)

ragione Mario. 7. Il profes-

sore ordin che nessuno si (muoveva / muovesse) . 8. Alfredo, (aspetta /

aspettassi) un momento, devo parlarti.

17

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi.


1. Spero che tu (avere) la possibilit di fermarti a cena da noi. 2. Marco,
(sapere) quanto sono contento di rivederti! 3. Tutti hanno fretta, perci
(aspettare) anche lei il suo turno. 4. Se tu (dormire) un
po di pi, non ti sentiresti cos stanco. 5. Sebbene (infliggere)

una durissima sconfitta ai Romani nella battaglia di Canne, Annibale non ebbe il coraggio
di attaccare Roma. 6. Feci tutto ci che era nelle mie possibilit perch non gli (mancare)

nulla. 7. Mi dispiace che tu non (sapere) accettare se-

renamente la sconfitta.

18

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi.


1. (Venire)

motivo (dovere)

sturbare)

volentieri a trovarti, se avessi potuto. 2. Per quale

salutarlo, visto che lui non saluta me? 3. Non ti (di-

se non avessi avuto davvero bisogno del tuo aiuto.

4. Quanto mi (piacere)

5. Mamma, che ne (dire)

fare un viaggio alle isole Eolie, questa estate!

di prepararci una bella torta di mele? 6. Lu-

ca, (essere) cos gentile da dirmi lora? 7. Qualora vincessi al lotto, (de-

volvere)

208

una parte della vincita in beneficenza. 8. Non mi (fare)

interrogare di italiano, se non fossi sicuro di essere ben preparato.

SEZIONE II. MORFOLOGIA

CIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI

19

Individua e sottolinea le forme verbali che esprimono un comando o unesortazione.


1. Entrerete quando ve lo dir. 2. Siate ragionevoli, non potete sempre fare ci che vi piace. 3. Non molestare il can che dorme. 4. Muoviti, dobbiamo andare. 5. Non avrai altro Dio allinfuori di me. 6. Allaltro capo del telefono, una voce registrata ripeteva:
Attendere, prego. 7. Verrai con me, se te lo ordiner. 8. Parlino solo i testimoni.

20

Indica il modo a cui appartengono i verbi sottolineati.


1. Rialzatosi () dopo la caduta, il ragazzo se ne and zoppicando ().
2. Vorrei tanto suonare () quel brano di Mozart, ma non ho lo spartito. 3. La
corsa, disputata () sotto un sole battente (), fu durissima.
4. Avendo perso () il treno, arrivai in ritardo al lavoro. 5. Rimanendo
() con lui avremmo potuto aiutarlo (), ma Fabrizio prefer
restare () solo. 6. Detto () questo, detto () tutto.
7. Provare () per credere ()! 8. Ho finalmente trovato il denaro occorrente (). 9. Spero di aver dato () un risposta valida alle vostre richieste. 10. Finite () le vacanze, il rientro a scuola sempre un po
triste.

21

Sottolinea i verbi transitivi.


pensare ricordare camminare ridere osservare consigliare dormire incolpare
morire coprire viaggiare definire cuocere cadere scivolare assalire
conquistare

22

Indica se i verbi sottolineati sono transitivi (T) o intransitivi (I).


1. Spero di poter ritornare presto nella mia citt. 2. Ieri ho rivisto Emilia, dopo tan-

ti anni, e quasi non la riconoscevo . 3. Alcuni pescatori subacquei hanno avvistato a

poche centinaia di metri dalla riva una nave romana affondata secoli or sono. 4. La lu-

na splendeva alta nel cielo e la sua luce illuminava le cime dei monti. 5. Ti riveler
un segreto, ma ti prego di non parlarne con nessuno. 6. Esci subito, altrimenti per-

il tram. 7. La mamma andata al mercato e torner tra un paio dore.


8. Non dormire e aiuta tuo padre a tagliare lerba in giardino.

derai

23

Nelle frasi alcuni verbi intransitivi sono usati transitivamente grazie alla presenza del
complemento delloggetto interno. Evidenzia con colori diversi i verbi e i complementi.
1. Non piangere lacrime di coccodrillo, tanto so che non sei affatto pentito per il guaio che
hai combinato. 2. Dalla finestra si udiva la voce del vicino, che cantava una vecchia canzone. 3. Ai recenti campionati studenteschi ho corso la gara dei cento metri in undici secondi netti. 4. Quando si in pace con la propria coscienza si dormono sonni tranquilli.
5. Il poveretto gridava parole sconnesse e incomprensibili. 6. Come al solito quel furbone ha cercato di giocarmi un tiro mancino. 7. Mio zio ha vissuto una vita molto dura, ma
finalmente pu godere il frutto dei suoi sacrifici. 8. La sentinella intim lalt, poi spar un
colpo in aria.
1. Il verbo

209

ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESER

24

Inserisci opportunamente nella tabella i verbi elencati.

essere creduto fu visto scivolato sono venuti erano discesi sarei accompagnato essendo stato ascoltato essendo arrivato siate avvisati sar vissuto era approdato sarei raggiunto fossi caduto
VERBI ATTIVI

25

VERBI PASSIVI

Sottolinea i verbi passivi presenti nelle frasi. Attenzione: non tutte le frasi ne contengono.
1. Mi sono stupito, quando ho visto che allappuntamento non venuto nessuno. 2. Non
sono stato avvisato del fatto che lassemblea stata rinviata. 3. Credevo che la mia auto
fosse stata riparata, ma il meccanico mi ha detto che sar pronta solo domani. 4. Greta
e Barbara non sono venute alla festa perch non sono state invitate. 5. Se non ti fossi
comportato con tanta arroganza, saresti stato accettato meglio da tutti noi. 6. Sarei impazzito se non fossi stato aiutato da te a risolvere quel problema di geometria. 7. Quando sono stato chiamato dal professore sono andato alla cattedra convinto che volesse
interrogarmi. 8. Quando sono passato nel quartiere dove abitavo un tempo, sono stato
riconosciuto da molte persone che ho salutato con piacere.

26

Volgi le frasi dalla forma passiva a quella attiva e viceversa.


1. Lo sciopero stato proclamato da tutte le confederazioni sindacali. 2. I biglietti per il
concerto saranno acquistati da Roberto. 3. LAmerica fu scoperta da Cristoforo Colombo.
4. I campi erano stati ricoperti dalla neve. 5. Il bandito minacci il cassiere della banca con
la pistola in pugno. 6. Il ragazzo, affacciato alla finestra, guardava i passanti. 7. Paride rap Elena, moglie di Menelao, re di Sparta. 8. Gli astronauti raggiunsero la costellazione
del Centauro dopo un viaggio lunghissimo.

27

Sottolinea i verbi riflessivi presenti nelle frasi. Attenzione: non tutte le frasi ne contengono.
1. Bruno si ritiene il pi intelligente della classe, ma nessuno gli concede molta stima. 2. Ricorda di restituirmi quel DVD che ti ho prestato la settimana scorsa. 3. Le cime degli alberi
si specchiavano nelle acque del lago e in lontananza il sole si nascondeva dietro ai monti.
4. Non ti dar nessun aiuto, dopo quello che mi hai fatto! 5. La lepre si gett nella boscaglia e i cani si lanciarono al suo inseguimento. 6. Stamattina mi sei passato accanto ma non
mi hai visto. 7. Spero che vi preparerete adeguatamente in vista del difficile impegno che
vi attende. 8. Piero si fa la barba con la lametta e non vuole usare il rasoio elettrico che gli
ha regalato suo padre. 9. Nicoletta non si vede nei panni della donna fatale.

210

SEZIONE II. MORFOLOGIA

CIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI per il RECUPERO ESERCIZI

28

Inserisci opportunamente nella tabella i verbi sottolineati.


1. Oggi mi mettter le scarpe nuove. 2. Ci prendiamo sempre in giro, ma non litighiamo
mai. 3. A settembre le rondini si preparano a migrare verso i paesi caldi. 4. Non sopporto le donne che si dipingono le unghie con lo smalto nero. 5. Quanto tempo impieghi a pettinarti? 6. Per recitare quella scena mi sono travestito da mago Merlino. 7. I
gatti si lavano con la lingua. 8. Il mio fidanzato pretende che mi accorci i capelli, ma io non
voglio. 9. Per favore, non dimenticarti di comprare il giornale.

RIFLESSIVI
PROPRI

29

RIFLESSIVI
APPARENTI

RIFLESSIVI
RECIPROCI

INTRANSITIVI
PRONOMINALI

Indica se i verbi sottolineati sono utilizzati come servili (S) o svolgono una funzione
autonoma (A).
1. Sono molte le cose che non so . 2. Milena sa vestirsi con molta eleganza. 3. Presto ti restituir la somma che ti devo

4. Devo

lasciarti perch vado di fretta.

5. Forse potrei rimandare lappuntamento con il dentista. 6. Che cosa ne posso io,

se quellauto non mi ha dato la precedenza? 7. Dobbiamo

a te questo successo.

8. Preferisco laranciata al succo di frutta. 9. Preferisco bere aranciata, piuttosto che

succo di frutta.

30

Sottolinea i verbi fraseologici presenti nelle frasi. Attenzione: non tutte le frasi ne
contengono.
1. Da domani cominceremo ad allenarci per il torneo di calcio della scuola. 2. Stavo dormendo saporitamente quando fui svegliato da un rumore molto forte. 3. Nonostante che
il dottore lo abbia trovato benissimo, mio nonno continua a lamentarsi per un malessere
immaginario. 4. Ho cercato di convincerlo a venire con noi, ma non ne ha voluto sapere.
5. Entriamo tutti in classe, ragazzi, sta per arrivare il professore e, se ci trover fuori, ci
rimproverer. 6. Oggi non posso venire a trovarti, ma verr domani. 7. Non capisco perch Renato si ostini a scrivere poesie, quando chiaro che non ha alcuna attitudine letteraria. 8. Ora possiamo uscire, visto che ha smesso di piovere ed tornato il sole.
9. Quel giorno provavo la strana sensazione che stesse per succedere qualcosa di importante. 10. Vorrei sapere dove si sono cacciati i nostri amici!

31

Completa le frasi con i verbi impersonali adatti, scegliendo tra quelli elencati.

si mormora meglio capita nevica conviene pare si cena


1. Ragazzi, siate puntuali:

alle otto in punto! 2.

che

Gianni e Ida stiano per lasciarsi. 3. da appena mezzora e gi i tetti sono tutti bianchi. 4. che i primi uomini a stabilirsi in America provenissero dallAsia. 5. In questa stagione

temporali. 6. Piuttosto che guardare la televisione,

spesso che si scatenino furiosi

che tu legga un li-

bro. 7. Non comprare in questo negozio: troppo caro!


1. Il verbo

211

ER

SERCIZI p e r il OTENZIAMENTO E S

CI Z I

Trasforma le frasi volgendo le forme verbali dal plurale al singolare e adattando, dove necessario, le altre parti del discorso.
1. Siamo felici di ricevere questo riconoscimento. 2. Abbiate rispetto per i vostri genitori.
3. Furono loro a diffondere questa falsa notizia. 4. Sappiate che vi ricordiamo sempre con
grande affetto. 5. Verremo a giocare non appena avremo finito i compiti. 6. Se foste stati pi prudenti, non avreste combinato questo guaio. 7. Perch non avete risposto, quando vi abbiamo chiamati? 8. Non pensate di potervi sottrarre alle vostre responsabilit.

Evidenzia con colori diversi i verbi di tempo presente, passato e futuro; indica poi se
sono di modo finito (F) o indefinito (I).
1. Usciti da scuola, Mario e io siamo andati a casa sua a fare i compiti. 2. Dopo

lItalia meridionale dai Borboni, Garibaldi ritorn alla sua isola di Caprera. 3. Terminato il liceo, mi iscriver alla facolt di Medicina. 4. Avendo perso il treno, non mi rest che prendere un taxi. 5. Spero che Marina venga
aver liberato

al cinema con noi.

Indica se laspetto dei verbi sottolineati puntuale (P), durativo (D) o iterativo (I).

allimprovviso. 2. Mio padre, dopo cena, legge sempre il


giornale. 3. Michele mi ha dato il suo numero di telefono. 4. Ho lavorato per sei
anni presso una compagnia di assicurazioni, poi sono entrato in banca. 5. Il treno per
Foggia parte alle dieci in punto. 6. I pellirosse vivevano prevalentemente di caccia.

1. Il temporale scoppi

Analizza i verbi elencati, indicando coniugazione, modo, tempo e persona.


1. ebbero lodato

...............................................................................................................................................

2. aspetterei

...............................................................................................................................................

3. amereste

...............................................................................................................................................

4. perdemmo

...............................................................................................................................................

5. assordante

...............................................................................................................................................

6. dormissero

...............................................................................................................................................

7. avreste finito

...............................................................................................................................................

8. avessero capito

...............................................................................................................................................

9. parla!

...............................................................................................................................................

10. udito

...............................................................................................................................................

11. avendo sentito

...............................................................................................................................................

I verbi sovrabbondanti presenti nelle coppie elencate a volte hanno lo stesso significato, altre volte lo modificano. Sottolinea in rosso quelli che mantengono lo stesso
significato.
1. dimagrare / dimagrire

212

SEZIONE II. MORFOLOGIA

2. compiere / compire

3. starnutare / starnutire

per

il P OTENZIAMENTO

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO ESERCIZI per il POTENZIAMENTO

4. scolorare / scolorire
5. annerare / annerire

6. imboscare / imboschire
7. atterrare / atterrire

8. adempiere / adempire
9. sfiorare / sfiorire

Completa le frasi con le forme verbali di modo indicativo adatte.


1. Potrai uscire dopo che ...................................................................................................................................
2. Mi trasferir nella nuova casa appena
3. Cadr dalle nuvole, quando

...................................................................................................

.......................................................................................................................

4. Farete la ricreazione solo quando

............................................................................................................

5. Noleggeremo una barca non appena


6. La cicala patir il freddo, mentre

....................................................................................................

..............................................................................................................

7. Partiremo nel momento in cui ....................................................................................................................


8. Il preside ci risponder che

Volgi al passato remoto le frasi che hai costruito nellesercizio precedente.

f Potrai uscire dopo che

.........................................................................................................................

Potesti uscire dopo che

Completa le frasi coniugando opportunamente i verbi tra parentesi.


1. Quando (finire)

di prepararti, avvertimi. 2. Domani (iniziare)

i campionati studenteschi di atletica leggera. 3. Furono i Vichinghi i primi

europei che (sbarcare) in America. 4. Firmer questo contratto solo dopo


che (parlare) con il mio avvocato. 5. (Aspettare)
qui, ti raggiunger subito. 6. Se non (sbagliare) lultima risposta, il
professore mi avrebbe dato dieci. 7. Non ti (disturbare) , se avessi
potuto farne a meno. 8. Bench (essere) una giornata faticosa, Alberto volle ugualmente andare in discoteca. 9. Se (avere) il denaro, comprerei volentieri un appartamento al mare. 10. Dopo che (assediare)
la citt di Troia per dieci anni, i Greci riuscirono a conquistarla con linganno del cavallo. 11. Nonostante che (sparare) tre colpi, il cacciatore non riusc a colpire la volpe. 12. Quando (terminare) il lavoro, gli operai tornarono a casa.

Sottolinea i verbi di modo participio presenti nelle frasi: in rosso quelli di tempo passato, in blu quelli di tempo presente.
1. Il concorso per la borsa di studio riservato agli allievi aventi meno di diciotto anni.
2. Questanno tutti i ripetenti sono stati assegnati alla stessa classe. 3. La causa di queste
emicranie ricorrenti dovuta alla cattiva digestione. 4. Tutto considerato, ho deciso di
non effettuare un investimento cos rischioso. 5. Acceso il fuoco, ci avvicinammo al camino per asciugare i panni bagnati. 6. La pioggia battente sul selciato produceva un suono
che mi affascinava. 7. Vista la mala parata, i banditi fuggirono a rotta di collo. 8. Pagata
lultima rata del muto, potr comprare unauto nuova.
1. Il verbo

213

ESERCIZI per il POTENZIAMENTO ESERCIZI per il POTENZIAMENTO ESERCIZI per il

10

Sostituisci le espressioni tra parentesi con verbi di modo gerundio.


1. (Siccome ero rimasto)

senza benzina, fui costretto a fare lautostop.

2. Alla stazione, (mentre aspettavo) il treno, ho incontrato il mio vecchio


amico Emilio. 3. (Mentre faccio) i compiti mi piace ascoltare della buona musica. 4. (Se potessero)

parlare, quante cose avrebbero da rac-

contare i muri di questa vecchia scuola! 5. (Per essere passato)


giallo, fui multato dal vigile. 6. (Se volessi)

con il

, potrei uscire questa sera,

ma non so dove andare. 7. (Poich ero) ben preparato, mi offrii volontario per linterrogazione di matematica. 8. Mi fermer ancora in ufficio, (poich devo fi-

nire) un lavoro molto urgente.

11

I gruppi elencati sono formati da verbi transitivi, ma in ciascun gruppo presente anche un verbo intransitivo. Individua gli intrusi ed evidenziali.
1.
2.
3.
4.
5.

12

piacere cogliere rincorrere coprire guardare attendere


rivelare temere rispettare cadere aggiustare costruire
continuare riassumere interpretare rimanere condividere incoraggiare
premiare capire esprimere preparare addolcire nascere
svegliare svenire definire disegnare sciogliere tradurre

Evidenzia nel brano con colori diversi i verbi attivi e quelli passivi.

Il Welfare State
espressione Welfare State, che viene usata comunemente in tutti i Paesi del mondo, fu coniata da Alfred Zimmern e fu utilizzata abitualmente a partire dalla seconda guerra mondiale. Il Welfare State (stato di benessere) rappresent un nuovo
programma sociale, in cui lo Stato assicurava lesercizio del diritto al lavoro e il benessere dei suoi cittadini, garantito dalla solidariet della nazione. Lo stato sociale realizzato quando viene messa in atto una legislazione finalizzata alla garanzia, oltre che dei
diritti civili e politici, di quelli sociali, mediante la realizzazione di servizi a carico della comunit. Alla nascita dello stato sociale contribu, sul piano teorico e ideologico, la pubblicazione nel 1942 del Rapporto Beveridge in cui lautore raccomandava ladozione di
misure sociali che sarebbero confluite pi tardi nellattuazione del Welfare State.

(AA. VV., Storialab, SEI, Torino)

13

Scrivi una frase con ciascuno dei verbi elencati, che potrai coniugare in qualsiasi modo e tempo. Indica poi se nelle frasi questi verbi svolgono la funzione di riflessivi
propri, apparenti, reciproci o di intransitivi pronominali.
radersi amarsi mettersi conoscersi pentirsi vestirsi addormentarsi

14

Indica se le forme del verbo essere hanno un significato proprio (P), svolgono la funzione di ausiliari (A) o di verbi copulativi (C).
1. Tommaso un ragazzo buono e gentile. 2. La settimana scorsa sono stato a Pra-

ga, una citt che mi piaciuta molto. 3. Questa villa dei genitori di Lorenzo. 4. Questa collana doro e non sta bene con gli orecchini che sono dargento. 5. Si era

fatta notte e la citt era silenziosa. 6. I miei genitori sono di Roma, ma io sono nato a Firenze. 7. Perch la mamma non qui?

214

SEZIONE II. MORFOLOGIA

POTENZIAMENTO ESERCIZI per il POTENZIAMENTO ESERCIZI per il POTENZIAMENTO

15

Evidenzia con colori diversi le forme del verbo avere quando hanno un significato proprio e quando svolgono la funzione di ausiliari.
1. Questo palazzo ha cinque piani. 2. Non ti ho telefonato prima perch temevo di disturbarti. 3. Non hai il diritto di parlarmi cos! 4. Chi ti ha raccontato una simile favola?
5. Ho ballato per tutta la sera e adesso sono stanco morto. 6. Si dice che gli elefanti abbiano una memoria molto lunga. 7. Scusami, ma devo andare perch ho fretta. 8. Dopo
che ebbe attraversato le Alpi, Annibale si scontr con gli eserciti romani.

16

Evidenzia nel brano i verbi essere e avere quando hanno un significato proprio.

La donna e la gallina
era una volta una vedova, che aveva un pollaio e nel pollaio cera una gallina davvero speciale. Questa infatti era capace di donarle un uovo al giorno e luovo aveva una particolarit: era pi grande e pi buono di tutti quelli prodotti dal pollaio.
La vedova allora pens che se avesse aumentato la quantit di grano che le dava da mangiare, avrebbe potuto ogni giorno sfornare almeno due uova.
Cos fece... ma si lasci prendere la mano. La gallina, infatti, ingrass cos tanto che a
un certo punto non fu pi in grado di darle nemmeno lunico uovo.
La vedova, demoralizzata e arrabbiata, chiam il miglior veterinario del paese per cercare
di porre rimedio, ma era troppo tardi: la gallina si ammal e mor.
La fiaba dimostra che quanti per avidit aspirano ad avere di pi, perdono anche ci che
hanno a portata di mano.

(adattamento da Fedro, Favole, Rizzoli, Milano)

17

Evidenzia con colori diversi i verbi servili, fraseologici e impersonali.


1. Presto comincer a frequentare il liceo scientifico. 2. Perch non vuoi accompagnarmi
alla partita? 3. Bisogna avere pazienza con quel benedetto ragazzo! 4. Se non la smetti
di piagnucolare, me ne vado subito! 5. Cerchiamo di capire perch il risultato di questo
calcolo errato. 6. Occorre unire gli sforzi per risolvere i problemi comuni. 7. Non uscir perch fa troppo freddo. 8. Pur essendo stata sottomessa dai Romani, la Grecia non
cess di svolgere un ruolo fondamentale nella cultura del tempo. 9. Sapresti risolvere
questo problema? 10. Sembra che in casa non ci sia nessuno. 11. Quella notizia mi ha
fatto star male. 12. Ho cercato di convincere Carlo a entrare nella nostra squadra, ma
non ha voluto saperne. 13. Capita a volte che il treno arrivi in ritardo. 14. Voglio complimentarmi con te perch hai giocato veramente bene.

18

Indica se i verbi sottolineati sono sovrabbondanti (S), difettivi (D) o impersonali (I).
1. In base alla legislazione vigente

un imputato deve considerarsi innocente fino a

quando un tribunale non abbia pronunciato una sentenza di colpevolezza. 2. Non stare

troppo al sole perch altrimenti ti si arrosser la pelle. 3. Nevicava da pochi minuti, ma i tetti delle case erano gi tutti imbiancati. 4. Non riuscirai mai a dimagrire

, se

continuerai a mangiare in maniera cos smodata. 5. Si dice che nel lago di Loch Ness
viva un mostro enorme. 6. Il regolamento del nostro condominio consta di dodici ar-

ticoli. 7. Mi capita spesso di fare strani sogni. 8. tutta la mattina che Carlo continua
a starnutire . 9. Il tuo comportamento non si addice a un ragazzo bene educato come dovresti essere. 10. La siccit ha indurito il terreno.

1. Il verbo

215

Grammatica
1
O

del

O
EG L

IO C

in

Pista

Coniugando correttamente in verticale le forme di essere e avere richieste, nella riga colorata comparir un verbo di cui si molto parlato in questa unit...
Se riesci a completare il cruciverba, 6 punti.
4

1. La 1 persona singolare del passato remoto


di avere.
2. Un participio, ma anche... una nazione.
3. Un futuro che, senza laccento, diventa un
nome di donna.
4. Un infinito che indica possesso.
5. La 3 persona di un imperfetto che pu
essere primaria o cenozoica.
6. La 1 persona plurale del passato remoto
di avere.

6
5

PUNTEGGIO

2
O

del

O
EG L

IO C

Con i verbi andare, dare e soprattutto fare si sono costruiti numerosi modi di dire. Completa quelli elencati inserendo la parola mancante.
Per ogni parola individuata, 1 punto.

1. Andare con i piedi di (quando si procede con cautela).


2. Fare orecchi da (quando si fa finta di non udire).
3. Fare buon viso a cattiva

(quando si finge di accettare volentieri ci

che invece dispiace).


4. Farne le (subire le conseguenze).
5. Fare da tutte le parti (si dice di un ragionamento che non sta in piedi).
6. Fare tanto di (quando si riconosce il valore altrui).
7. Fare (fare un cenno dintesa o di complicit).
8. Fare in aria (fantasticare).
9. Fare dogni erba un (non saper distinguere tra cose diverse).
10. Dare al tempo (aspettare senza fretta).
PUNTEGGIO

3
O

del

O
EG L

IO C

216

Con i verbi della seconda coniugazione si sono costruiti numerosi modi di dire.
Completa quelli elencati inserendo la parola mancante.
Per ogni parola individuata, 2 punti.

1.

lucciole per lanterne (scambiare una cosa per unaltra).

2.

largo ai giovani (cedere il passo a chi pi giovane).

SEZIONE II. MORFOLOGIA

3.

pan per focaccia (ricambiare con gli stessi mezzi chi ci arreca un danno).

4.

a ferro e a fuoco (devastare).

5.

il passo pi lungo della gamba (andare oltre le proprie possibilit).

6.

fuoco (sentirsi prendere dallira).


PUNTEGGIO

4
O

del

O
EG L

IO C

Allinterno dello schema sono scritti, orizzontalmente e verticalmente, alcuni verbi impersonali (al presente indicativo). Individuali e cancellali: alla fine resteranno alcune lettere con le quali formerai uno dei verbi impersonali cancellati in
precedenza.
Se riesci a completare il gioco, 10 punti.

O
B
I
S
O
G
N
A

5
O

del

O
EG L

IO C

C
N
A
E
P
T
C
S

C
E
C
P
P
U
A
E

O
V
C
A
I
O
P
M

R
I
A
R
O
N
I
B

R
C
D
E
V
A
T
R

E
A
E
R
E
A
A
A

G
R
A
N
D
I
N
A

Verbo impersonale:
PUNTEGGIO

I verbi potere, volere, dovere, sapere compaiono spesso nei proverbi e nei modi di dire, sia con significato proprio sia come verbi servili. Completa i proverbi
e i modi di dire elencati inserendo il verbo opportuno.
Per ogni verbo individuato, 2 punti.

1. Volere .
2. Chi troppo nulla stringe.
3. Si salvi chi .
4. Prima il poi il piacere.
5. Ne una pi del diavolo.
6. Se il giovane , se il vecchio .
PUNTEGGIO
PUNTEGGIO COMPLESSIVO

(riportare a pp. 488-89)

1. Il verbo

217

Potrebbero piacerti anche