Sei sulla pagina 1di 5

SCHELETRO DEL TRONCO

COLONNA VERTEBRALE
Il tronco comprende: collo, torace e cavit addomino-pelvica. Il diaframma un muscolo
che separa la cavit toracica da quella addominale.
Il tronco costituito posteriormente dalla colonna vertebrale.
La colonna vertebrale una successione di ossa brevi di numero 33-34:
- 7 cervicali
- 12 toraciche
- 5 lombari
- 4-5 sacro-coccigee
La colonna sul piano sagittale (vista di profilo), presenta delle curvature che possono
avere concavit anteriore o posteriore.
cifosi: dorsale e sacrale (o curva pelvica)
lordosi: cervicale e lombare
Sul piano frontale possibile notare un'altra curvatura che tende a destra detta scoliosi,
essa fisiologica e consente il passaggio dell'aorta.
CARATTERI GENERALI DI TUTTE LE VERTEBRE:
Tutte le vertebre sono costituite da un corpo posto anteriormente e da un arco
posteriormente, uniti da 2 peduncoli. Al centro presente il foro vertebrale, esso
limitato anteriormente dal corpo, posteriormente dall'arco, lateralmente dai due
peduncoli. Quando le vertebre si articolano fra loro, dalla successione dei fori, si viene a
creare il canale vertebrale dove raccolto il midollo spinale.
Le articolazioni tra i corpi vertebrali sono delle sinfisi;
Le articolazioni tra i processi articolari sono invece delle artrodie.
L'arco anche detto massa apofisiaria o apofisi, perch presenta delle apofisi cio
due processi ossei:
-processo spinoso che si trova dorsalmente
-(2) processi trasversi che si trovano lateralmente.
(l'incisura vertebrale si trova inferiormente ed pi sporgente) Dalla sovrapposizione
delle incisure si vengono a formare i fori vertebrali che consentono il passaggio a 33
paia di nervi spinali.
L'atlante (prima vertebra), l'epistrofeo (seconda vertebra) e la prominente (settima,
chiamata cosi perch facilmente apprezzabile al tatto se chiniamo il capo) sono vertebre
atipiche, mentre le altre 4 si assomigliano:
-Sono accomunate dal processo spinoso bifido (tranne la prominente)
-Corpo molto piccolo il cui volume aumenta verso il basso
-Presenza del foro trasversario nel processo trasverso (in tutte e sette le cervicali),
perch passano la vena e l'arteria vertebrale, tutte le vertebre cervicali consentono il

passaggio alla vena, ma l'arteria dalla settimana non passa perche il foro troppo
piccolo (lo dovete sapere bene).
(Come ci arriva questo vaso in cavit cranica? ci passa passando per i fori trasversali
delle vertebre cervicali.)
(piccola l'arteria sale dalle vertebre fino alla cavit cranica, si anastomizza con la
carotide interna, per dare origine al circolo poligono di willis).
ATLANTE
prima vertebra cervicale, si chiama cosi perch richiama il mito di Atlante che sostiene
il mondo.
Ha una forma quasi circolare, posteriormente presente il processo spinoso;
(qui fa un errore ma dopo diversi minuti lo spiega bene, non ve lo scrivo per non
confondervi.)
Si articola:
-superiormente con l'osso occipitale tramite l'articolazione atlo-occipitale (condilo).
-inferiormente con l'epistrofeo (artrodia).
presente il foro trasversario;
Anteriormente (ricordatevelo) presente la fossetta del dente, l si inserir il dente
dell'epistrofeo attraverso un'articolazione a ginglimo.
EPISTROFEO
La caratteristica macroscopica il processo osseo detto dente che corrisponde al corpo
dell'atlante che si fuso all'epistrofeo durante l'evoluzione.
Il dente si articola con l'atlante con una ginglo-trocoide consentendoci il movimento di
girare la testa.
Il condilo da solo (tra occipitale ed atlante) non permetterebbe questa rotazione in
questa maniera, perche i movimenti sarebbero pi stretti.
PROMINENTE
una vertebra di passaggio tra le cervicali e le toraciche (qui rif il discorso della vena e
dell'arteria vertebrale).
Ricapitoliamo: le vertebre cervicali sono 7, la caratteristica il foro trasversario che
danno il passaggio alla vena e all'arteria vertebrale. le prime 6 arteria e vena, l'ultima
solo l'arteria, detta prominente perche si apprezza al tatto, la prima l'atlante e si
articola con superiormente l'occipitale e inferiormente con l'epistrofeo, il processo
spinoso nelle prime sei bifido, nell'ultima non bifido. Nell'epistrofeo presente il
dente che si articola con l'atlante permettendoci di ruotare la testa.
VERTEBRE TORACICHE
Sono 12. Il corpo aumenta di dimensioni man mano che si scende, dunque il corpo delle
vertebre toraciche abbastanza grande. Il processo spinoso lungo ed orientato verso il
basso.
La caratteristica principale la presenza dei capi articolari delle coste:
posteriormente sono presenti due faccette articolari che accoglieranno i capi delle

coste: una superiore ed una inferiore.


Tutte le vertebre toraciche hanno due emifaccette, eccetto:
- 1 --> la faccetta superiore completa, quella inferiore un'emifaccetta.
-10 -11 -12 --> entrambe le faccette sono complete.
Solo le prime dieci presentano un'ulteriore faccetta articolare che accoglie il tubercolo
costale
VERTEBRE LOMBARI
Presentano il corpo pi grande in assoluto, il processo spinoso ha una forma
quadrangolare, l'incisura vertebrale inferiore ha un corpo smussato
la caratteristica peculiare delle lombari la presenza di nuovi processi ossei:
-mammilare
-accessorio (sostituiscono i processi trasversi)
-costiforme che sembrerebbero un residuo di antiche coste lombari.
OSSO SACRO
Nasce dalla fusione delle 5 vertebre sacrali. Ha una forma triangolare; la base dei lati
l'apice.
Ha convessit posteriore e concavit anteriore. Anteriormente e posteriormente si
notano dei fori che danno passaggio ai rami anteriori e posteriori dei nervi spinali
sacrali.
Anteriormente abbiamo delle linee che indicano la saldatura tra le primitive 5 vertebre
sacrali;
Posteriormente presente la cresta sacrale mediana che testimonia la fusione dei
processi spinosi e la cresta sacrale articolare dei processi articolari.
Si articola:
-lateralmente con l'osso dell'anca tramite la faccetta auricolare, entrando a far parte
dell'articolazione sacro iliaca (che una sincondrosi),
- posteriormente con la tuberosit sacrale che da inserzione a strutture
legamentose.
L'apice presenta 2 cornetti divisi da uno spazio chiamato hiatus sacrale.
COCCIGE
4/5 vertebre fuse, solo la prima assomiglia a una vertebra poich possibile notare i
processi trasversi e spinosi, mentre le altre appaiono meno definite e sono sempre pi
piccole.
Il coccige si articola con l'osso sacro mediante sinfisi.

ARTICOLAZIONI DELLA COLONNA VERTEBRALE


Abbiamo articolazioni:
1. INTRINSECHE (tra le vertebre)
I corpi si articolano tramite sinfisi con la particolarit di avere lo strato cartilagineo

molto vascolarizzato, a costituire il nucleo polposo. Esso pu andare in contro a


compressione causando la fuori uscita del disco intervertebrale dalla capsula articolare,
causando dell'ernia al disco.
I processi articolari si articolano tramite artrodie.
I legamenti di rinforzo sono:
-legamenti longitudinali anteriori e posteriori che circondano anteriormente e
posteriormente i processi articolari.
-legamenti gialli, detti cos perch ricchi di fibre elastiche; sono di forma
quadrangolare e si trovano tra le vertebre.
-legamenti sovraspinosi e interspinosi: connettono i processi spinosi (il legamento
sovra spinoso nel segmento cervicale costituisce il legamento nucale
-legamento nucale che corrisponde ad un sotto spinoso che a livello cervicale si
inspessisce.
-legamenti intertrasversali: tra i processi trasversi.
2. ESTRINSECHE (tra colonna e testa)
-Atlo-occipitale: tra atlante ed osso occipitale, una condiloidea/condilartrosi.
I legamenti di rinforzo sono atlo occipitale anteriore e posteriore
-Atlo-assiale: tra atlante ed epistrofeo, si divide a sua volta in
-mediale: ginglo-trocoide. Nell'epistrofeo viene accolto un anello osseo fibroso che
viene completato dal legamento trasverso dell'atlante.
-laterale: faccette articolari inferiori dell'atlante con epistrofeo superiore e sono delle
artrodie.
Articolazione lombo-sacrale
Tra la base del sacro nella faccetta articolare lombo sacrale, e l'ultima vertebra
lombare. una sinfisi
Articolazione sacro-coccigea
Apice del sacro che si articola con la base del coccige, una sinfisi.
I legamenti di rinforzo sono i sacro-coccigei anteriori laterali e posteriori.
(integrare con libro e appunti, l'importante che sappiamo bene quello di cui parliamo,
in particolare articolazioni, legamenti, origine e inserzioni muscolari)

MUSCOLI DEL DORSO


-Superficiali o spino appendicolari (partono colonna e si inseriscono agli arti
superiori)
essi si dividono a loro volta in:
-superficiali:
1. M. trapezio: ha forma triangolare e possiede una parte discendente (origina dalla linea
nucale superiore, dalla protuberanza occipitale esterna, dal legamento nucale, e si

inserisce nel margine posteriore della clavicola), una trasversa (origina in C7-T3, si
inserisce acromion e nella spina della scapola), una ascendente (origina in T3-T12, si
inserisce nel margine mediale della scapola nel punto di origine della spina). Innalza,
abbassa e sposta medialmente la scapola; inclina la testa e solleva il tronco.
2. M. gran dorsale: ha forma triangolare. Origina da T7-T12 e da L1-L5, dalla cresta
sacrale mediana, dalla cresta iliaca, si inserisce nel tubercolo minore dellomore. Porta
lomero indietro e medialmente e lo intraruota, solleva il tronco e le coste.
-profondi: m. piccolo romboide (origina dal legamento nucale in C7) e grande
romboide (origina dal T1-T4) e m. elevatore della scapola (origina da C1-C5) (muscoli che
si inseriscono nel margine mediale della scapola). Spostano medialmente la scapola,
mentre lelevatore la solleva.
Sono tutti innervati dal plesso brachiale (tranne il trapezio, innervato dai rami del plesso
cervicale e dal nervo accessorio).
-Intermedi o spino costali (partono dalla colonna alle coste): m. dentato posteriore
superiore (origina in C6-C7-T1-T2, si inserisce nel margine superiore e nella faccia
esterna della 2-5 costa) e posteriore inferiore (origina in T11-T12 e L1-L3, si inserisce
nel margine inferiore e nella faccia esterna della 9-12 costa). Sollevano e abbassano le
coste.
Innervati dai nervi intercostali.
-Profondi o spino dorsali (che hanno origine e inserzione nella colonna):
1. Spinotrasversari: m. splenio della testa (origina dal legamento nucale e dai processi
spinosi C2-C7, si inserisce nella linea nucale superiore e nel processo mastoideo) e del
collo (origina dai processi spinosi T3-T6, si inserisce nei processi trasversi C1-C3).
Estendono, inclinano lateralmente e ruotano dal proprio lato la testa e la colonna
cervicale. Innervati dal plesso cervicale.
2. Erettore della CV o Sacrospinale: m. ileo-costale (lateralmente), m. lunghissimo
(intermedio), m. spinale (mediale). Estende la colonna vertebrale, contrasta la gravit
permettendo la posizione eretta.
3. Trasverso-spinali: m. semispinale (pi superficiale), m. multifido, mm. Rotatori (pi
profondi). Hanno origine dai processi trasversi e si inseriscono nei processi spinosi. Il
semispinale della testa si inserisce nella squama dellosso occipitale. Estendono la
colonna vertebrale e la ruotano verso il lato opposto.
4. mm. interspinosi (originano e si inseriscono tra i processi spinosi di vertebre contigue)
5. mm. Intertrasversari (originano e si inseriscono tra i processi trasversi di vertebre
contigue)
6. mm. sub occipitali: 4 muscoli pari e simmetrici, situati profondamente nella parte
superiore del rachide; collegano le prime vertebre cervicali tra loro con la squama
dellosso occipitale

Potrebbero piacerti anche