Sei sulla pagina 1di 61

Parte 2

Eventi da novembre 2009 ad aprile 2010

Gli eventi successivi sono al blog


Lavoratori Agile ex Eutelia in lotta

lavoratoriagile@gmail.com
Sono passati sei mesi dall'ultimo aggiornamento del
Dossier Eutelia Agile, questo documento aggrega gli eventi
dal novembre 2009 all'aprile 2010, con la tappa
fondamentale della sentenza di rigetto del concordato della
Omega (il gruppo di Liori e Massa in cui era la Agile dopo la
cessione da Eutelia).
La Omega è un ginepraio di scatole cinesi, con fondi e
diramazioni su società ombra inglesi (Restform e Anglo
Corporate), che fanno capo ad una altra scatola vuota: la
Libeccio, questo sistema ramificato è stato messo in stato
di insolvenza dalla procura di Milano, che ne ha chiesto il
fallimento, dopo che Domenico Lo Jucco, uomo Mediaset,
aveva assunto l'incarico di AD della Omega.
Tutto questo configura un incrocio di interessi fra politica e
finanza, i cui poteri forti hanno fin qui concorso alla
devastazione dell'azienda Agile ex Eutelia e dei quasi 2000
informatici ex Olivetti e Bull nelle loro professionalità e
nelle loro...vite.
La sentenza del tribunale di Roma del 20 aprile 2010 ha
tolto a questo sistema di malaffare politico-finanziario, il
controllo della Agile, i cui dipendenti a maggio hanno avuto
accesso alla cassa integrazione, dopo sette mesi senza
retribuzione...vergogna delle vergogne di questa vicenda.
Ma allo stato attuale (giugno 2010) quasi due mesi dopo la
sentenza del tribunale di Roma, con avvio delle procedure
di commissariamento della Agile, i lavoratori attendono che
il governo rispetti questo impegno assunto a febbraio 2010:

L'impegno del 23 febbraio 2010 che il


Governo deve rispettare
“In attesa delle decisioni che la Magistratura assumerà in relazione alla
proposta di concordato preventivo che il gruppo Omega ha avanzato, la
riunione già programmata pei il 23 febbraio è rinviata.
Il Governo assicura il massimo impegno nelle attività che ha, da tempo,
intrapreso per sostenere la prosecuzione dei contratti in atto programmata
nei confronti di AGILE.
Subito dopo la pronuncia del Tribunale sarà convocato un incontro con le
Organizzazioni Sindacali.”
Da comunicato della Presidenza del Consiglio
E' passato più di un mese dalla sentenza del Tribunale di
Roma, citata dal comunicato stesso della presidenza del
Consiglio, nel frattempo la Agile ha perso quasi tutte le
commesse e con esse buona parte delle chance di
sopravvivere. E' arrivato il tempo per il Governo di
mantenere l'impegno contenuto nel comunicato sopra
citato.
I lavoratori della Agile sono pronti a lottare ancora...
Venerdì 23 aprile - Articoli di MF e l'AnteFatto su Eutelia e sul ruolo di
Mediaset
Milano Finanza e l'Antefatto (blog de Il fatto Quotidiano) parlano della
nostra vertenza riferendo del momento attuale della Eutelia, del ruolo di
Omega e di Mediaset, è singolare come certe sentenze facciano scorrere fiumi
di inchiostro...

Eutelia | di Beatrice Borromeo 22 aprile 2010

L'ombra di Mediaset su Eutelia


Per Pd e lavoratori l’azienda di Berlusconi vuole i suoi asset
vai all'articolo >>
Milano Finanza 22 aprile 2010 - Banche in pressing su Eutelia
vai all'articolo >>
Decreto della Procura di Arezzo di fissazione del giudizio del Landi (we
have a dream...) vai al documento >>
Giovedì 22 aprile - La collega Gloriana Bracale chiamata della
Presidenza della Repubblica! L'intervista ad agenzia multimediale
italiana di Fabrizio Potetti (FIOM)

Riportiamo la felice testimonianza di Gloriana Bracale, una delle tante


lavoratrici impegnata con i colleghi nella vertenza Agile ex Eutelia. Il 22 aprile
scorso le è successo qualcosa che non ci si potrebbe mai aspettare, al suo
cellulare arriva una chiamata e Gloriana si sente rispondere da una fuzionaria
della Presidenza della Repubblica.
Emozione, sorpresa, gioia sono le sensazioni di Gloriana...
Il racconto di Gloriana Bracale della telefonata dal Quirinale >>
Fabrizio Potetti della FIOM ieri 21 aprile 2010, ha rilasciato alla ami un
intervista tutta da leggere sulla vicenda Agile ex Eutelia, in quanto "Questa
vicenda è piena di parti che vanno verificate fino in fondo", partendo dal
ruolo delle Istituzioni, passando per le responsabilità penali della proprietà, fino
ad arrivare al pesante conflitto di interessi del presidente del Consiglio, con
Domenico Lo Jucco uomo Mediaset che è AD della Omega, capogruppo della
Agile.
L'intervista di Fabrizio Potetti (FIOM) ad ami e il video>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Martedì 20 aprile - Agile ex Eutelia: il Tribunale dispone il
commissariamento, VITTORIA!
Eravamo rimasti in pochi a crederci, meno ancora disposti a combattere questa
battaglia che va oltre la sentenza del Tribunale di Roma, di rigetto
dell'allucinante concordato chiesto dall'azienda e che dispone il
commissariamento straordinario per la Agile ex Eutelia.
Oggi 20 aprile 2010, dopo sette mesi di vertenza, 157 giorni di occupazione,
manifestazioni, assemblee, presidi ai palazzi del potere nostri nemici, presidi al
Tribunale di Roma, hanno vinto due principi:
I lavoratori possono battere i poteri forti di politica e finanza
In questo paese c'è ancora spazio per Giustizia e Legalità
Non abbiamo paura di cadere nella prosopopea, di una vittoria che sentiamo
tutta nostra, dal sapore tanto più dolce per il fatto che l'abbiamo ottenuta
contro tutto e tutti, ma ricordando di dire grazie a tutti quelli da Palermo a
Torino, che ci hanno creduto, che ci hanno messo il cuore e la faccia, i legali
della FIOM CGIL presenti in Tribunale questi giorni, Lidia Undiemi
dell'Università di Palermo per i preziosi contributi giuridici e il Giudice Norelli
che uscendo dai canoni del protocollo, ha voluto dare la notizia ai colleghi
presenti in Tribunale.
Restiamo in attesa dei comunicati delle RSU.
Comunicati
On Madia (PD) su commissariamento ex Eutelia >>
EUTELIA, Zipponi (IDV): Bene commissariamento, ora ricerca
imprenditori credibili >>
Il Segretario del PD Bersani: "Bene commissariamento, ora ripresa è
possibile" >>
Da mente Critica - Agile Eutelia, Telecom Italia, Voicity Omnianetwork,
Comdata e Trascom: Esternalizzazioni e Disoccupazione - di Lidia
Undiemi >>
Comunicato stampa Fiom/Cgil Nazionale >>
Comunicato sindacale Agile/ex Eutelia: respinto il concordato! >>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email

Giovedì 15 aprile - Al centro sociale Acrobax, conferenza congiunta


Agile ex Eutelia e ISPRA
Su iniziativa delle delle Brigate di Solidarietà Attiva al centro sociale Acrobax si
è tenuta una conferenza con interventi di lavoratori e lavoratrici Agile ex
Eutelia e ISPRA, in cui si è parlato di Abruzzo (reale non virtuale di Minzolini e
Mimun...) , dei temi di stretta attualità di queste realtà e del lavoro in
generale. Il video sotto è l'introduzione di un esponente delle Brigate di
Solidarietà, segue l'intera playlist. Complimenti alla collega intervenuta.

A questo link si può vedere un intera playlist dell'evento>>

"Esternalizzazioni e tutela del lavoro: le possibili linee di intervento in


ambito comunitario" - Aula Magna della facoltà di Giurisprudenza Via
Maqueda 172 Palermo 14 Aprile alle ore 15.30.
"Esternalizzazioni e tutela del lavoro: le possibili linee di intervento in
ambito comunitario" - Partecipano c/o Università di Palermo l'On. De
Magistris, l'On. Alfano della IDV, Lidia Undiemi responsabile nazionale
IDV per "Trasformazioni d’impresa e tutela dei diritti” e Lucia Castellana. Aula
Magna della facoltà di Giurisprudenza Via Maqueda 172 Palermo 14 Aprile alle
ore 15.30.
Il video dell'evento all'Università di Palermo
Venerdì 9 aprile - Documento di rinvio del Tribunale di Roma disposto
dopo l'udienza di giovedì 8 aprile 2010
Il Tribunale di Roma a conclusione dell'udienza del giorno 8 aprile 2010, ha
disposto un rinvio di 7 giorni necessario all'esame di ulteriore documentazione
da parte dell'azienda.
Vai al Documento del rinvio del Tribunale di Roma>>
Mercoledì 7 aprile - Domani è un altro giorno...
Non sapendo più cosa pensare di questo ulteriore rinvio del tribunale di Roma,
occorso oggi per l'assenza di un giudice a latere del Collegio, esprimiamo delle
semplici domande su cosa accadrà domani 8 aprile, altra giornata di presidio di
noi Agile ex Eutelia, all'affannosa ricerca di risposte che ancora non arrivano:
Il giudice assente, motivo del rinvio di oggi, lo era per un improvviso attacco di
emicrania? oppure di gastrite?
Questo inconveniente del giudice suddetto, aveva cause naturali, oppure era
indotto da certe telefonate che arrivano al Tribunale di Roma, da palazzo Chigi,
ogni volta che si parla di Agile ex Eutelia?
Il sindacato, segnatamente la CGIL che fin'ora è stato il riferimento della
vertenza Agile ex Eutelia, oggi brillava per la sua assenza. E' casuale?
Il Ministro del Lavoro Sacconi, ha sovente sbandierato ampie disponibilità di
risorse per la CIG, come mai quella per noi ex Eutelia, richiesta dai Custodi del
Tribunale, langue in qualche cassetto del suo Ministero, magari proprio nel Suo
cassetto?
I giudici del tribunale di Roma, sanno che tipo di personaggio è l'avvocato che
rappresenta la Agile-Omega?
Lo sanno che quel "principe del foro" è un pregiudicato, condannato come
consulente nel crac Italcasse, per il quale furono condannati Cesare Geronzi
(ex Capitalia) e il Direttore generale MPS?
Lo sanno poi che quel "principe del foro" compare nelle inchieste per: Banda
della Magliana, Casina Valadier, Ciarrapico, Procura di Roma corrotta del
giudice Carnevale?
Domani è un altro giorno...
E noi Agile ex Eutelia saremo al Tribunale di Roma ad attendere per giustizia,
dignità e lavoro.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Martedì 6 aprile - Le vere responsabilità nella vicenda Agile ex Eutelia
di Lidia Undiemi
L'impagabile Lidia Undiemi ha pubblicato un appello con jaccuse alle Istituzioni
e al Governo, in quanto ultimi e più diretti responsabili della perdita delle
commesse e dei livelli occupazionali per i lavoratori della Agile ex Eutelia, tutto
questo soprattutto in considerazione del fatto che:
I lavoratori Agile (ex) Eutelia sono vittime di un sistema speculativo che
affonda le sue radici nella politica di assegnazione degli appalti pubblici, da
parte delle pubbliche amministrazioni.
I dirigenti delle amministrazioni appaltanti hanno il dovere di organizzare le
attività pubbliche nell’interesse collettivo, tenendo bene a mente che il
coinvolgimento dei privati deve essere effettuato, solo se ciò risulta
collettivamente conveniente.
La storia dei lavoratori Agile (ex) Eutelia, forse, è solo all’inizio."
Vai al documento di Lidia Undiemi>>

Questo non può essere un post come gli altri, è l'espressione di un senso di
gratitudine, fratellanza, nostalgia già a un giorno di distanza dalla fine di una
storia di occupazione, che per tutti noi sarà un pezzo di vita indimenticabile.
Ho ancora nella mente e negli occhi i lacrimoni di alcune colleghe, l'atmosfera
che tutti tentavamo di trasformare in una festa senza riuscirci, con quel senso
di solitudine e malinconia a pesare sul cuore. Ci guardavamo tutti con occhi
diversi il giorno numero 157 di occupazione, senza avere il coraggio di dire
NO DEVE CONTINUARE!
E' successo quasi all'improvviso, troppo all'improvviso per riuscire a capire che
si chiudeva un capitolo di storia nostra personale, ma anche collettiva di tutti
quelli che nell'immaginario collettivo ci vedono come il paradigma delle
vertenze.
Resteranno nella memoria di tutti noi gli eroi del 10 novembre, gli eventi che
abbiamo saputo organizzare in quel cortile, la solidarietà che abbiamo ricevuto
dalla gente comune, i momenti esaltanti che rimarranno al pari di quelli di
depressione. Grazie a tutti voi per quello che avete dato, ognuno regalando
lezioni di vita e di umanità anche senza rendersene conto.
Questo deve essere solo il primo capitolo di una storia di vita e di lotta che
continua per i diritti, per la giustizia, per il lavoro.
Terminiamo con un avviso ai naviganti e ai "pirati" dell' imprenditoria
all'italiana "creativa", in viale Liegi a Roma e in quel di via
Calamandrei ad Arezzo:
non vi illudete che la fine dell'occupazione della sede Agile/Eutelia a Roma, sia
la fine della nostra lotta, noi non molleremo mai sui nostri diritti e sul lavoro.

Sabato 3 aprile - Piccolo dossier sull'udienza al Tribunale e sull' Avv.


Santaroni legale della Agile
SINTESI UDIENZA AL TRIBUNALE DI ROMA PER AGILE 31/3/2010
Sintesi udienza del 31 marzo 2010 tribunale civile Roma sezione Fallimentare
istanza insolvenza per Società Agile Srl vai al documento>>
Concordato Agile al Tribunale di Roma udienza del 310301
Il giorno 31 marzo 2010 ore 11:00 presso il tribunale civile di Roma sezione
Fallimentare si è svolta la terza udienza per la valutazione della richiesta
d'insolvenza società Agile Srl presentata dai Lavoratori della Società, nel corso
dell'udienza la società Agile Srl ha presentato istanza di concordato a tutti i
componenti il collegio dei Giudici della Camera di Consiglio. vai al
documento>>
Il curriculum dell Avv. Mario Santaroni
L'avvocato Mario Santaroni era il rappresentante legale della Agile Srl,
all'udienza del Tribunale civile di Roma sezione fallimentare, ha rappresentato
una richiesta di concordato nella causa per insolvenza, da parte dei dipendenti,
nei confronti della società Agile Srl che fa parte del gruppo Omega. Questa
richiesta di concordato fa perno su una fidejussione della società COFIART, che
è stata dichiarata dal Pubblico Ministero come sotto osservazione per ipotesi di
violazione delle norme anti riciclaggio.
Nel documento vengono rappresentate tre vicende in cui l'avvocatio Santaroni
è fra i protagonisti, non solo come principe del foro.
Compaiono i casi: "casina Valadier", Scandalo Italcase, riferimenti alla banda
della Magliana, scandalo "I viaggi del ventaglio" vai al documento>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Mercoledì 31 marzo - Imprenditoria all'italiana "creativa" al Tribunale
di Roma per Agile ex Eutelia
Se non fossero in gioco i posti di lavoro, le famiglie e le vite di 1700 informatici
della Agile ex Eutelia, la scena di oggi al Tribunale fallimentare di Roma,
all'udienza per l'insolvenza della Agile e della Omega (sua capogruppo),
potrebbe essere una buona sceneggiatura per qualche commedia all'italiana,
del tipo "Totòtruffa" o "I soliti ignoti", purtroppo c'è ben poco da ridere e
queste sceneggiate sulla pelle dei lavoratori, non passano ai telegiornali di
Minzolini e Mimun.
Era attesa dai lavoratori della Agile, a centinaia da tutta Italia sotto il Tribunale
in viale delle Milizie a Roma, qualche risultanza sulla temuta richiesta di
concordato della capogruppo Omega, che consentirebbe se accolta un surreale
ritorno al controllo della Agile, da parte di una proprietà di noti speculatori e
liquidatori di aziende.

Potetti (FIOM-CGIL) al megafono parla al lavoratori Agile ex Eutelia dopo


l'udienza

Potetti della FIOM-CGIL e Alessandra Carnicella della RSU Agile, hanno riferito
alle ore 12 che il rappresentante legale della Omega, ha presentato un faldone
di documenti con la proposta di un concordato basato sulla gestione delle
attività tramite una società di call center (ancora...), che il legale Omega si è
detto stupito degli ostacoli all'accordo, visto che la Omega è disponibile a
pagare tutte le spettanze pregresse. Ha poi presentato una fidejussione della
società COFIART. Il giudice Norelli ha esaminato questa fidejussione,
dichiarandola illegittima in quanto la società in questione, è sotto inchiesta per
RICICLAGGIO. Il giudice ha disposto il rinvio al 7 aprile.
E' semplicemente incredibile...il video sotto mostra la rabbia dei lavoratori della
Agile, all'uscita dal Tribunale di questo personaggio della Omega.

Il video al Tribunale di Roma del 31 marzo 2010


Gianni Seccia della FIOM nel video spiega che questo concordato, è opera di un
azienda che non ha alcun progetto imprenditoriale, ma solo di continuare a
speculare in totale spregio dell'integrità della Agile Srl e con il concorso delle
istituzioni, citando il fatto che Domenico Lo Jucco, uomo Mediaset, è AD della
Omega, di questo gruppo che si permette il lusso di presentarsi in Tribunale
con una fidejussione frutto di denaro da riciclaggio.

Alessandra Carnicella RSU Agile, intervistata all'uscita dal Tribunale di Roma


Noi non siamo esperti di diritto penale, ma pensiamo che in qualunque paese
del mondo occidentale, un avvocato che osi presentare in Tribunale una
fidejussione illegittima o falsa, verrebbe denunciato, se non arrestato, o
almeno verrebbe espulso dall'ordine degli avvocati.
In Italia avviene questo e l'avvocato in questione come si vede dal video, è
molto contrariato dall'essere contestato dai lavoratori Agile presenti al grido di
"ladri!", evidentemente si sentiva in pieno diritto come la Omega che
rappresenta, a continuare in questi giochini dell' "Imprenditoria all'italiana
creativa" sulla pelle di 1700 persone, che chiedono solo giustizia e lavoro.
Attendiamo gli esiti dell'assemblea di domani 1 aprile, alle ore 10,30 nella sede
Agile in via Bona a Roma, i comunicati di FIOM-CGIL ed RSU per altri
particolari.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Domenica 28 marzo - Esternalizzazioni criminali Eutelia e Telecom,
analisi di Lidia Undiemi
Lidia Undiemi come per la Agile ex Eutelia, ha analizzato le distorsioni e le
anomalie dei processi di esternalizzazione messi in atto dalla Telecom, che
mettono a rischio in questi giorni oltre 2000 posti di lavoro. I processi di
espulsione dei lavoratori per Eutelia e per Telecom coincidono, con il
trasferimento dei lavoratori in scatole vuote partecipate dalle aziende stesse,
per poi liberarsi definitivamente del costo del lavoro con falsi passaggi di ramo
d'azienda, funzionali ai licenziamenti.
Noi rigraziamo Lidia Undiemi per quello che ha fatto per noi Agile ex Eutelia,
speriamo si possa in futuro coordinare delle azioni di protesta e denuncia con i
lavoratori Telecom, contro questo management finanziario e industriale, di cui
è complice un Governo CHE E' DEL FARE:
SCEMPIO DELL'INFORMATICA ITALIANA E DEI LAVORATORI
Vai all'articolo sulle esternalizzazioni Telecom ed Eutelia >>
Esternalizzazioni Telecom Dossier di Lidia Undiemi>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Mercoledì 24 marzo - Presidio al Tribunale di Roma, la Agile alla ricerca
dei diritti negati
Un altra giornata di vertenza Agile ex Eutelia è passata, altre ore, minuti,
secondi, tempo prezioso per il rilancio dell'azienda sono passati, con un
presidio dei lavoratori Agile al Tribunale fallimentare, per chiedere alle
istituzioni quello che dovrebbe essere un diritto inalienabile: LAVORO
Ci sentiamo come certi soldati giapponesi, nella rovente primavera 1945 della
guerra nel Pacifico, gli Americani conquistavano isola dopo isola verso il
Giappone, ma loro i soldati del Sol Levante morivano senza cedere di un
metro. Noi della Agile faremo lo stesso e il 31 marzo saremo ancora lì, nella
nostra "isola di viale Giulio Cesare", a chiedere giustizia, dignità e lavoro.
Perchè essere senza lavoro è come una non vita... Il comunicato delle
RSU>>
L'uomo del Cavaliere di Arcore, nuovo AD Omega
Domenico Lo Jucco ai tempi della sua elezione a deputato di FI
Interviste a Radio Articolo 1 dei lavoratori e lavoratrici della Agile
Il podcast che segue "Agile, ex Eutelia quale futuro?" risale alle interviste
rilasciate dai lavoratori e lavoratrici della Agile a Radio Articolo 1, il 4 marzo
2009 al Ministero del Lavoro, in occasione della richiesta di CIG straordinaria
da parte dei custodi del tribunale. Da allora nulla è cambiato.
Agile, ex Eutelia quale futuro? su Spreaker
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Martedì 23 marzo - La aberrante denuncia di Samuele Landi a Peppe
Mariani
Sul sito di Samuele Landi "Imprenditori d'Italia", improbabile movimento
contro le vessazioni e le ingiustizie dei lavoratori e dei sindacati nei confronti
degli imprenditori, è pubblicato un comunicato a firma dello stesso Landi che
annuncia: "Denunciato Peppe Mariani, Presidente della Commissione
Lavoro Lazio"

Peppe Mariani, Presidente della Commissione Lavoro della Regione Lazio


Le motivazioni della denuncia del Landi sono inconsistenti e aberranti, al punto
da spingerci ad esprimere la nostra solidarietà a Peppe Mariani e a dire la
nostra su questa allucinante vicenda per l'ennesima volta.
Vai al documento sulla denuncia di Samuele Landi a Peppe Mariani>>
Lunedì 22 marzo - Grottaferrata (RM), Teatro Comunale, Via Garibaldi
incontro-dibattito CHI PAGA LA CRISI..?! Parla Gloriana Bracale
Voci e testimonianze da parte dei lavoratori. Fabio Sebastiani Giornalista
economico di Liberazione, il caso AGILE EX EUTELIA: Gloriana Bracale, Fiom-
CGIL Agile - ex-Eutelia, il caso ISPRA: Andeka De La Fuente Origlia,
ricercatore ISPRA, Il caso Alitalia: Rossella Guidotti, ex dipendente, Il caso
consorzio RI.REI: Simona Sturba, precaria. A cura di Enrico Del Vescovo
L'iniziativa è promossa ed organizzata da Alternativ@Mente,
www.alternativamente.info
L'intervento di Gloriana Bracale della Agile ex Eutelia
Il video con Gloriana Bracale
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Album dall'assemblea pubblica a Montecitorio del 17 marzo, foto di M.
Evangelisti
L'album di Maurizio Evangelisti
Giovedì 18 marzo - Dal blog IlSole24ore: le tracce di Eutelia, Omega
portano a San Marino
Riportiamo il testo apparso sul blog del Sole24ore che riferisce di indagini della
procura di Forlì, per fondi Agile ex Eutelia e Omega nascosti in banche di San
Marino, sui quali c'è richiesta di rogatoria della magistratura.

Le tracce di Eutelia, Omega portano a San Marino


Dal blog "Guardie e ladri" di Roberto Galullo del Sole24ore
A fare le capriole saranno soprattutto quelli che (in malafede?) hanno cercato
le talpe nel Tribunale di San Marino – di cui chiede conto a San Marino la
Procura di Forlì nella rogatoria Varano-bis – nella tana sbagliata. E dire che
l’articolo che ho scritto il 1° marzo (andatevelo a rivedere su questo blog) era
inequivocabile: la talpa non è “del” Tribunale ma “nel” Tribunale, tra coloro i
quali, scrivevo, hanno libero accesso. Indovinello: oltre ai magistrati, chi sono?

Sapete – cari lettori - che ci muoviamo nell’ambito della cosiddetta inchiesta


Varano (figlia dell’altra, Re Nero), nella quale la Procura di Forlì ipotizza, tra
l’altro, associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio di denaro, che
sarebbe avvenuta sul Titano.
Vai al documento>>
Mercoledì 17 marzo - Il Cavaliere di Arcore scende in campo per la
Omega
Uno striscione della sede di Roma della Agile ex Eutelia occupata recita:
"ex Olivetti, ex Getronics, ex Eutelia siamo ex-austi"
era una delle più efficaci espressioni di orgoglio per un passato glorioso,
frustrazione per essere finiti nelle fauci dei peggiori speculatori della storia
dell'informatica italiana, rabbia per le vessazioni subite in era Eutelia,
insofferenza per questi nuovi padroncini arrivati a devastare una delle più belle
realtà dell' Italian Technology (per noi IT significava questo...).

Credevamo fino a quel maledetto 23 febbraio 2010, giorno della mazzata da


parte del Tribunale di Roma, che rinviava al 31 marzo la sentenza sul
commissariamento della Agile ex Eutelia, di avere come nemici solo Omega che
voleva realizzare un licenziamento di...Massa, la Eutelia dei Landi mandanti del
massacro della ex Olivetti e Bull, al massimo il Governo guardava indifferente,
poi il dubbio...
- C'è qualcuno o qualcosa nei palazzi del potere che ce l'ha con noi?
- Oppure vogliono togliere di mezzo la Agile, perchè è l'ostacolo per arrivare a
14000 maledetti Km di fibra ottica?
- O forse c'è qualcuno che ha appoggi potenti e aspetta il momento opportuno
per farsi avanti?
NON VOLEVAMO CONFESSARE A NOI STESSI DELLA AGILE IL DUBBIO ATROCE
Eppure c'erano degli indizi già qualche settimana fa e noi non volevamo
guardare in faccia alla realtà, non volevamo pensare al perchè Gianni Letta
aveva "raccomandato" un rinvio al 31 marzo al giudice Norelli del Tribunale
fallimentare di Roma, per meglio valutare la richiesta di "concordato" della
Omega.
Non abbiamo voluto capire perchè il "Concordato" che la Omega presentava
anche a Novara per Phonemedia, si risolveva in uno pseudo
commissariamento, che in realtà era una semplice custodia straordinaria, ma
pur sempre un allontanamento dei call center dalle grinfie di Massa e Liori. Noi
della Agile invece no, ancora con la spada di damocle sulle teste di tornare nel
tritacarne Omega, ultima lettera dell'alfabeto greco dopo cui c'è il nulla...delle
nostre professionalità, delle nostre vite, della nostra dignità.

Poi le settimane passavano, con in arrivo la seconda mazzata: lettere di


sospensione dal servizio, ad opera dei custodi del Tribunale, le non risposte dei
custodi stessi alle assemblee sul loro operato, con il pretesto di non poter
divulgare notizie riservate al Giudice fallimentare Norelli, sullo stato
dell'azienda, sui margini di bilancio e di operatività.
Pochi giorni di tempo e la terza mazzata al senso di unione dei lavoratori, alla
voglia di lottare e di crederci, arrivava sotto forma di blocco dell'accesso alla
Intra aziendale e alla posta elettronica, illegittimo oscuramento dei nostri dati
personali, ma soprattutto... recisione di un ultimo cordone ombelicale per il
70% dei lavoratori, dagli effetti psicologici gravissimi.
Pochi giorni fa un video su Internet ci apriva gli occhi (che tenevamo chiusi
volontariamente...), "I lavoratori Agile ex-Eutelia nella trappola di
Omega" a cui abbiamo aggiunto "e di Mediaset", perchè nella scatola cinese
Restform, legata a Libeccio, altra scatola vuota holding di comodo della Omega
sul Registro delle Imprese risultano i nomi dei manager Mediaset Ciocchetti
e Bogarelli, quest'ultimo socio in affari di Tarak Ben Ammar, finanziere
franco tunisino legato a Mediaset, altro indizio.
I lavoratori Agile ex-Eutelia nella trappola di Omega e di Mediaset
(parte 2)
Il video da Clash City Workers

Lunedì 15 marzo arrivava il terzo indizio, tale da aprire gli occhi anche a un
cieco. I custodi giudiziari, senza consenso delle OOSS, al Ministero del Lavoro
presentavano richiesta di CIG straordinaria e riferivano che Domenico Lo
Jucco, ex dirigente Publitalia (concessionaria pubblicitaria Mediaset), fra i
fondatori di Forza Italia ed ex deputato in FI è il nuovo AD di Omega.
In questa nostra derelitta, fagocitata, devastata Italia, da un potere politico
che si è trasformato in una piovra che tutto prende e tutto stritola, in una
dittatura neppure più strisciante è assolutamente normale che un comune
cittadino, solo perchè si senta legittimato dal voto della maggioranza degli
elettori, possa usare il suo potere per strangolare l'informazione e la libera
opinione? Zittisca la TV pubblica mentre le sue reti dicono tutto e il contrario di
tutto? Intimidisca magistrati che indagano su di lui a Trani e in altre Procure?
Calpesti le norme elettorali accusando poi magistratura e altri partiti di
"bloccare il voto"? Emanando poi decreti "interpretativi"? Che blocchi le azioni
giudiziarie nei suoi confronti con "legittimi impedimenti"?

Ora in pieno e spudorato conflitto di interessi, il Cavaliere scende in campo per


la Omega, arcipelago di call center e di informatici della Agile sparsi ai quattro

angoli d'Italia, un popolo di oltre 9000 disperati del lavoro, senza stipendi e
senza prospettive da mesi e mesi. Si trasformerà in Cavaliere bianco o dell'
Apocalisse?
Noi della Agile abbiamo aperto gli occhi...su 14000 Km di fibra ottica Eutelia.
Siamo l'ultimo ostacolo del Cavaliere per arrivare alla rete della Web TV e della
banda larga? Oppure un mezzo?
Di sicuro in un paese civile e consapevole dei diritti e dei limiti del potere,
questa brutta storia sarebbe finita con la galera per chi se la merita, il potere al
suo posto a governare, e noi della Agile a lavorare.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
APPELLO AL GOVERNO PER UN INTERVENTO URGENTE A SOSTEGNO DELLE
LAVORATRICI E DEI LAVORATORI DI EUTELIA/AGILE

Sabato 13 marzo - Un decreto legge sulla Marzano può salvare la Agile,


il governo ha il dovere di emanarlo subito!
Beatrice Borromeo ha scritto su "Il Fatto Quotidiano" vari articoli sulle
vicenda della Agile ex Eutelia, in un pezzo dello scorso febbraio ha affermato
senza mezzi termini, che il Governo se solo lo volesse potrebbe salvare gli
informatici della Agile con un decreto legge.

Si tratta di un decreto sulla legge Marzano, che potrebbe consentire al


magistrato stesso di utilizzare gli strumenti di assegnazione
dell'amministrazione straordinaria. E' noto che attualmente solo la proprietà
quindi la Omega, potrebbe fare questa richiesta, ma il fatto stesso che abbia
presentato istanza di "concordato" dimostra la volontà pervicace di uccidere la
Agile di Massa e Liori.
Il governo ora è chiamato a fare in fretta un decreto legge, che consenta il
salvataggio dei 1800 posti di lavoro, e ha dimostrato di saperlo fare per le
famose liste elettorali...
Vai al documento da Il Fatto Quotidiano>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Venerdì 12 marzo - Spettacolo sul Tevere dello speleologo rocciatore
Enrico a difesa del lavoro
Chi fosse passato per caso sul ponte antistante il Palazzo di Giustizia di
Giustizia a Roma alle 10,30 di lunedì 10 marzo scorso, avrebbe assistito a uno
spettacolare "pendolo umano" che oscillava sul muraglione del Tevere. Un
uomo in tenuta da rocciatore appeso a una cima, oscillava paurosamente
aggrappato a un grande disco grigio, con le limacciose acque del fiume in piena
a pochi metri sotto di lui.
Un pazzo? Un esibizionista? Un tentativo di record da guiness dei primati?
Il video dello speleologo appeso sul Tevere
Bastava guardare l'enorme striscione poco più a sinistra, per capire che si
trattava di un lavoratore che cerca di difendere il suo lavoro e che con questo
pericoloso gioco di vita appesa a una corda, cercava di attirare l'attenzione
sulla vertenza Agile ex Eutelia, trasformandosi nella metafora del tempo che
passa esaurendo le speranze di ripresa per l'azienda informatica, i cui 1800
dipendenti ex Edisontel, Olivetti e Bull lottano per non soccombere allo spettro
della disoccupazione, non per la "crisi" ma per sporchi giochi speculativi di
cui il Governo è complice.
Complimenti a Gloria, dipendente Agile che non si arrende al debutto da
cameraman e al suo amico regista, che ha provveduto al montaggio delle
riprese con un sonoro suggestivo e inquietante.
La nostra ammirazione va anche a Enrico, metafora non solo del tempo, ma
anche del coraggio che spinge chi disperatamente difende lavoro, diritti,
dignità.
Il video dei Clash City Workers denuncia lo spregevole gioco di Eutelia,
Omega e di Mediaset ai danni dei lavoratori Agile ex Eutelia
Era da tempo che i lavoratori della Agile pensavano a spregevoli e rapaci
manovre, all'origine della crisi Agile ex Eutelia, con Omega di Liori e Massa nel
ruolo di killer. Ma era evidente con il passare dei mesi, con incontri infruttuosi
al Ministero dello Sviluppo Economico, seguiti da altri a Palazzo Chigi con
l'ineffabile Gianni Letta, senza che si trovasse una soluzione che, c'era ben
altro sotto questa vergognosa vicenda di furto del lavoro e della dignità per i
1800 informatici della Agile.

Due video dei Clash City Workers apparsi su YouTube percorrono l'angosciosa e
inquietante vicenda di questi lavoratori ex Olivetti e Bull, provenienti da due
aziende che hanno letteralmente scritto la storia dell'informatica italiana. Gli
ingredienti del piatto avvelenato si chiamano Restform, Libeccio, Omega,
Eutelia, fibre ottiche e...
Mediaset...!
I lavoratori Agile -Eutelia nella trappola di Omega (parte 1)
Il video da Clash City Workers
Da servizi giornalistici del Fatto Quotidiano e da un reportage sul posto, alla
sede della Restform di Londra (scatola cinese ombra di Libeccio capogruppo
della Omega) da parte di giornalisti de Il Manifesto, già era stato dimostrato
che tutto il mostruoso tritacarne Omega ai danni di Agile, si basava su fondi
esteri di comodo, funzionali a una grande speculazione architettata con
infernale precisione.
Ma il video che segue collega uno di questi fondi collegati a Libeccio ai
manager Mediaset Ciocchetti e Bogarelli, quest'ultimo socio in affari di Tarak
Ben Ammar, finanziere franco tunisino che ha portato a Mediaset capitali arabi
ed ex membro del consiglio di amministrazione Mediaset. E' poi noto che
Mediaset è interessata alla fibra ottica, per lo sviluppo del futuro business di
banda larga per Internet, fonia e TV on Demand, e che Eutelia è proprietaria di
14000 Km di rete in fibra ottica in Italia.

Lavoratori Agile-Eutelia nella trappola di Omega (parte II)


Il video da Clash City Workers
Stia pur certo Chi è a capo di questa speculazione infame, che i lavoratori della
Agile non subiranno passivamente queste sporche manovre, a qualunque livello
siano i responsabili anche a livello di vertice governativo e che troveranno
altri riscontri utili a denunciare, chi è il vero colpevole di questo scempio.
Lo faranno non solo per salvare i loro 1800 posti di lavoro, ma anche perchè
questo è solo uno dei tanti attacchi al tessuto connettivo delle imprese italiane,
che se non combattuto porterà all'implosione dell'intero sistema di corrette
relazioni societarie, industriali, sindacali, sociali.
Ci sono altri occhi, mani, menti rapaci e predatorie, in attesa di conoscere se
da Agile in poi sarà possibile massacrare impunemente altre aziende,
dimostreremo di essere più forti di chi vuole distruggerci e distruggere il
sistema Italia.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Mercoledì 10 marzo - I lavoratori Agile ex Eutelia tornano in piazza a
Montecitorio e non molleranno sui loro diritti alla giustizia, al lavoro,
alla dignità

Il popolo Agile davanti Palazzo Chigi (foto M. Evangelisti)


Qualcuno nel Governo e nelle Istituzioni, si era illuso di aver piegato la
resistenza e la voglia di lottare dei lavoratori Agile ex Eutelia. A partire dalle
ore 13,00 in Piazza Montecitorio avranno la risposta dei lavoratori Agile:
PRESIDIO AD OLTRANZA A PIAZZA MONTECITORIO FINO ALLA
SOLUZIONE DELLA VERTENZA
Il governo e le istituzioni hanno sulle loro spalle la responsabilità piena della
crisi Agile ex Eutelia, fin dal giugno 2009.
IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO HA AVVALLATO IL
PASSAGGIO AD OMEGA
Era evidente fin da allora che il passaggio di un ramo d'azienda con 1800
informatici ex Olivetti e Bull, impegnati in commesse strategiche per lo Stato
Italiano, per le Istituzioni e gli enti locali, a una Srl con 96000 euro di
capitale sociale, configurava una truffa in grande stile.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha avvallato il passaggio della Agile in


Omega
QUESTA TRUFFA E' STATA AVVALLATA A DANNO DEI LAVORATORI E
DELL'AZIENDA STESSA
Poi sono arrivati puntuali i frutti avvelenati, stipendi che non arrivavano, DURC
irregolari, commesse Comune di Roma, Poste, Camera dei deputati, RAI sfilate
alla Agile e girate ad altre aziende.
LA AGILE ERA UN APPESTATO DA ESPELLERE
Troppo comodo avvalersi dei servizi di personale esternalizzato e non
retribuito, dagli speculatori della Omega/Eutelia, con lavoratori che si
aggrappavano disperatamente alle commesse per difendere il lavoro lavorando
gratis, come è accaduto in Camera dei deputati e RAI:
PER POI PRIVARLI DEL LAVORO E DELLA DIGNITA'.
In sintesi:
- il governo ha avvallato il licenziamento di massa della Agile ex Eutelia,
mascherato da passaggio di ramo d'azienda
- pochi mesi dopo ha tolto le commesse agli stessi soggetti che aveva
accreditato per i servizi informatici dello Stato, la Omega di Liori e Massa
- sempre il Governo ha continuato a retribuire la Eutelia, mandante della
truffa, per le commesse sfilate alla Agile
- ora che i lavoratori sono senza lavoro, senza retribuzione da mesi, senza più
prospettive avendo nello Stato l'80% del portafoglio clienti, il Governo usa la
Magistratura per prendere tempo in attesa della
MORTE DELLA AGILE EX EUTELIA
I lavoratori Agile non si fermeranno e saranno in presidio a Piazza Montecitorio
fino all'ottenimento di: giustizia, lavoro e dignità a partire dalle 13,30 di
mercoledì 10 marzo.
Il comunicato della FIOM - CGIL>>
Lidia Undiemi, incontro alla sede Agile di Roma
Lo scorso lunedì 8 marzo 2010, Lidia Undiemi ricercatrice presso l'Università di
Palermo e Coordinatrice nazionale IDV per "Trasformazioni d'impresa e diritti"
ha incontrato i lavoratori della Agile ex Eutelia alla sede di Roma occupata,
hanno partecipato alla riunione Enrico Ceccotti - PD Dipartimento Nazionale
"economia e lavoro" e Rosa Rinaldi - Rifondazione Comunisti Italiani, dando il
loro valido contributo alla discussione.
Lidia Undiemi al centro, a sinistra Enrico Ceccotti (PD) a destra Rosa Rinaldi
(Rifondazione Comunisti Italiani) foto M. Evangelisti
Lidia Undiemi ha illustrato in chiave giuridica, le responsabilità speculatorie
dell'azienda e quelle oggettive del Governo, che ne ha avvallato le manovre di
ottenimento del profitto a scapito di qualunque etica imprenditoriale.
Il Governo e le Istituzioni, non hanno controllato varie anomalie gestionali sulle
esternalizzazioni del lavoro nella Pubblica Amministrazione e sui passaggi di
ramo d'azienda da parte di Eutelia e di Omega, non esercitando prima un
controllo su questi processi a danno dei lavoratori Agile, per poi risolvere il
problema togliendo le commesse ad Agile e creando paurosi vuoti
occupazionali.
Le conclusioni della relazione di Lidia Undiemi convergono sul Governo, come
corresponsabile della crisi Agile ex Eutelia e quindi chiamato a risolverla,
creando nel contempo una legislazione che colmi questo vuoto normativo, in
cui nuotano a loro piacimento "squali" come: famiglia Landi (rinviata a giudizio
ad Arezzo), Massa e Liori con Libeccio scatola vuota-holding di Omega in via di
fallimento a Milano.
Vertenza Agile (ex) Eutelia: responsabilità politiche e ruolo delle
istituzioni e dei committenti, dal pagamento degli stipendi arretrati
alla stabilizzazione dei lavoratori di Lidia Undiemi
Vai al documento della relazione>>
Luigi De Magistris, l'ex magistrato ora al Parlamento UE, si esprime
sulla vicenda Agile ex Eutelia

Vai all'articolo di Luigi De Magistris sulla crisi Agile ex Eutelia>>


Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Grazie a Spreaker.com la Social Web radio per tutti, e a Radio Articolo1 Web
radio della CGIL, possiamo farvi ascoltare le interviste di Davide Colella ed
Emma Berti dello scorso 4 marzo 2010, ai lavoratori della Agile ex Eutelia.
Oltre 130 giorni di occupazione, lavoro rubato con scatole cinesi, rottamazione
di aziende, truffe di im-prenditori senza scrupoli ai danni dei lavoratori e della
collettività, un im-prenditore che tenta lo sgombero dell'azienda che ha ceduto,
storie di una vertenza da incubo kafkiano raccontate da noi di Agile ex Eutelia.
Vai al podcast da Radio Articolo 1 su Spreaker>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Lunedì 8 marzo - "La verità sulla esternalizzazione di Agile ex Eutelia",
con Lidia Undiemi, Enrico Ceccotti, Rosa Rinaldi
Incontro con Lidia Undiemi – Responsabile nazionale IDV del settore
“Trasformazioni d’impresa e tutela dei diritti”, Enrico Ceccotti - PD
Dipartimento Nazionale "economia e lavoro", Rosa Rinaldi - Rifondazione
Comunisti Italiani, per una forte iniziativa di rilancio della lotta dei lavoratori
Agile.
La riunione a cui parteciperanno i rappresentanti RSU e i lavoratori, avrà luogo
Lunedì 8 marzo, ore 10.00 alla sede Agile di Roma in Via Bona 67.

Vai alla locandina>>


Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Giovedì 4 marzo - Sciopero con presidio dei lavoratori Agile al
Ministero del lavoro
In occasione dell'incontro presso il Ministero del Lavoro, è indetto uno
sciopero di 8 ore (per tutti i lavoratori in servizio). E' previsto un
presidio in Via Fornovo dalle ore 10:30.
Lo shock degli eventi di questi giorni ci ha letteralmente "ammutolito" per sette
giorni, il rinvio del giudice Norelli della sentenza per l'insolvenza della Omega,
le lettere di sospensione dal servizio, infine il blocco degli accessi alla Intra
aziendale e alla posta elettronica. Questi ultimi due eventi (Intra aziendale e
posta bloccati ai lavoratori sospesi), nell'incontro con uno dei custodi, la Avv.
Pace, sono stati vivacemente contestati dai lavoratori.
La Avv. Pace ha riferito che "prenderà in carico" il problema, ma auspichiamo
che i custodi (o chiunque abbia preso questa inaccettabile iniziativa) si rendano
conto che nell'Intra aziendale e nella posta elettronica ci sono:
Dati personali degli utenti
e come tali se bloccati mettono chi li inibisce, in una posizione illegittima.
Il comunicato delle OOSS su questi argomenti>>
Per i tempi dilatati al 31 marzo della sentenza al Tribunale, la Avv. Pace ha
affermato che sono "ristretti al massimo" considerando i normali tempi di un
procedimento di questo tipo. Sfortunatamente i tempi della giustizia, non sono
abbastanza ristretti da evitare che l'azienda rischi di arrivare come l'Ammiraglio
Nelson in Inghilterra dopo Trafalgar: Vincente ma morto.
Allora fatta salva l'indipendenza sacra della Magistratura, i lavoratori della Agile
affermeranno in questi giorni l'altrettanto sacro diritto al lavoro e alla dignità,
negati da un gruppo di speculatori e parassiti, che ora presentano un
"concordato" solo per poter completare l'opera di devastazione della Agile.
Era stato lei giudice Norelli a interrompere il "lavoro sporco" di Sebastiamo
Liori e Claudio Massa il 23 dicembre scorso, ora sta a lei fermarli!
Noi lavoratori Agile siamo comunque entrati nell'ordine di idee di
avere dei nemici nella politica, nelle istituzioni e nei partiti. Il
documento che segue è solo l'inizio della denuncia che faremo, di chi è
il nostro vero nemico.
Chi sono i nemici della Agile, oltre a Omega ed Eutelia?>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Giovedì 24 febbraio - "Day after" Agile scandaloso rinvio al 31 marzo
del Tribunale di Roma per il commissariamento
I lavoratori Agile ieri erano al Tribunale di Roma per sollecitare una sentenza
alla causa di insolvenza per Omega, aspettandosi almeno una risposta
interlocutoria, è arrivata una vera mazzata: rinvio al 31 marzo.
Siamo in un momento di emergenza dei fondamenti delle relazioni industriali,
sindacali e politiche. Tutto quello che sta succedendo in questi giorni, indica
chiaramente che è necessaria un azione forte di tutta l'opposizione, per
impedire che la vertenza Agile ex Eutelia finisca con la morte per asfissia della
nostra lotta, della nostra azienda, della stessa volontà dei lavoratori di lottare.
Nella giornata di ieri, il tribunale di Novara ha stabilito il commissariamento per
Phonemedia, che fino a prova contraria fa parte:
DELLO STESSO GRUPPO OMEGA DI CUI FACCIAMO PARTE NOI DELLA
AGILE
Nella stessa giornata, con gli stessi elementi di giudizio, a fronte di una
relazione dei custodi ben strutturata da una parte e di una richiesta di
concordato indecente, da parte di un gruppo come la Omega, che fa capo a
Libeccio, per cui il PM Greco di Milano ha chiesto il fallimento:
IL GIUDICE NORELLI HA DISPOSTO UN RINVIO AL 31 MARZO
Questa dicotomia di giudizio può essere determinata solo da:
UN AZIONE A LIVELLO DI PARTITI, ISTITUZIONI E GOVERNO
CONTRARIA ALLA SOLUZIONE DELLA VERTENZA AGILE
Quali sono gli interessi che si muovono dietro la morte della Agile?
Chi trae giovamento dalla fine ingloriosa di 1800 informatici ex Olivetti
e Bull?
Quali sono le conseguenze di questo rinvio?
Mentre il giudice Norelli si prende il tempo di decidere con tutta calma, noi alla
Agile abbiamo le seguenti commesse in scadenza:
- Schengen il 28 febbraio (Ministero dell'Interno)
- Banca d'Italia
- Contratto di assistenza per i prodotti Dell
- INPDAP
- Lottomatica
Si tratta degli ultimi contratti rimasti, strategici per una ripartenza della Agile,
arrivare al 31 marzo ammesso che che avremo la forza di arrivarci, significa:
PERDERE QUESTE ULTIME COMMESSE E FINE DELLA AGILE

La Banca d'Italia è una delle più importanti commesse della Agile


Nella riunione che avemmo giorni fa con esponenti del PD alla Camera,
ricordiamo che un Onorevole disse di questa vertenza che va risolta: "In punta
di diritto".
Da come sta evolvendo la nostra vicenda così non è, visto che il Tribunale di
Novara con gli stessi elementi di giudizio ha accordato il commissariamento
mentre a Roma si rinvia, per:
"esaminare la richiesta di concordato della Omega".
E' necessario da parte di tutti i soggetti possibili dell'opposizione, un
impegno straordinario, forte e determinato, per individuare una soluzione
politica, perchè a questo punto:
SOLO LA POLITICA, LE ISTITUZIONI E IL GOVERNO POSSONO
SALVARE O CONDANNARE A MORTE LA AGILE.
Non c'è più tempo, chiederemo a tutti di agire oppure:
DI ASSUMERSI LE PROPRIE RESPONSABILITA'.
Perchè la vertenza Agile-Omega, lo ripetiamo ancora una volta, non è come le
altre, è uno spartiacque. Se dovesse averla vinta la Omega-Libeccio, si
creerebbe un precedente devastante per le corrette procedure aziendali,
sindacali e dei diritti fondamentali del lavoro, aprendo una stagione di
speculazione selvaggia ai danni delle aziende e delle attività produttive, con
costi enormi sul piano umano, sociale e occupazionale.

Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email


Mercoledì 24 febbraio - Il "concordato" della Omega sarebbe la morte
della Agile ex Eutelia
I lavoratori Agile ex Eutelia sono ancora in attesa della sentenza del Tribunale
di Roma, da cui auspicano il commissariamento.
Ogni altra decisione, decreterebbe la fine della nostra azienda.
Una sentenza che sembrava quasi scontata ora è in bilico per una richiesta di
"concordato", presentata dai legali della Omega (l'attuale proprietà), che mira
a rientrare nel controllo dell'azienda attualmente sotto sequestro.
Se passasse il tentativo della Omega di Sebastiano Liori e di Claudio Massa
della Omega, di riprendere il controllo della Agile ex Eutelia, sarebbe:
la morte della Agile e quella professionale per 1800 informatici ex
Olivetti, Bull ed Edisontel.
Vai al documento sulla richiesta di "concordato" per Agile della
Omega>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Lunedì 22 febbraio - Gianni Letta rinvia l'incontro Agile ex Eutelia, in
attesa della sentenza per il commissariamento
La tensione montava questa mattina in sede Agile occupata, anche per l'attesa
della sentenza del Giudice Novelli, del tribunale fallimentare di Roma, per il
commissariamento.
C'era la convinzione di esssere fuori tempo massimo per l'incontro di domani
da Letta, la conferma indiretta dello slittamento dei tempi per la sentenza è
arrivata dal Sottosegretario Gianni Letta stesso, che in una lettera di oggi
rinvia l'incontro per Agile ex Eutelia a una data da destinarsi, in attesa della
sentenza.

Questo è il comunicato ANSA di oggi 22 febbraio poco dopo le 14,30

Eutelia/Agile: salta incontro Palazzo Chigi.


In attesa decisioni magistratura sul concordato preventivo.
(ANSA) - ROMA, 22 FEB - L'incontro previsto per domani a palazzo Chigi sulla
vertenza Eutelia/Agile e in generale il gruppo Omega e' stato rinviato.
E' quanto si legge in una lettera della presidenza del Consiglio firmata dal
sottosegretario Gianni Letta, in cui si sottolinea la necessita' di rinviarlo in
attesa delle decisioni della magistratura sul concordato preventivo.

Il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta rinvia per Agile ex
Eutelia
Chiediamo ai partiti e alle istituzioni, un forte impegno politico per arrivare a
soluzioni urgenti sull'immediato per il commissariamento, e per gli
ammortizzatori sociali. C'è il rischio concreto che si crei una spaccatura nel
fronte dei lavoratori Agile ex Eutelia, effetto di questa scellerata divisione
determinata dalle lettere di sospensione, fra "abili e arruolati" da una parte e
"nel limbo" dall'altra.
Tanto più scellerata in quanto:
SONO ARRIVATE LETTERE DI SOSPENSIONE DAL SERVIZIO A
COLLEGHI IMPEGNATI IN PRESIDIO, CASO ECLATANTE:
DUE TECNICI IMPEGNATI ALLA BANCA D'ITALIA
Tutto questo mette a rischio le poche commesse ancora in piedi e
nell'economia della vertenza, allontana la possibilità di una soluzione.
Perchè se non arriva una sentenza dal Tribunale in pochi giorni, potrebbe
essere vanificata la possibilità di arrivare a discutere di una ripartenza
dell'azienda, essendo i lavoratori logorati da mesi e mesi di vertenza a zero
retribuzione e senza accesso ad ammortizzatori sociali.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Domenica 21 febbraio - Resistere!
Chi scrive in questo blog ha vissuto quella che potrebbe essere una delle sue
ultime notti di occupazione, è stata una serata strana, diversa dalle altre con
tutti voi: Alessandra, Antonio, Pino, Maurizio, Nando, Andrea, Marcello e poi
tutti gli altri che è impossibile nominare uno per uno/a e che ringrazio per
quello che hanno dato a me e a tutti noi, in occupazione alla Agile ex Eutelia di
Roma.
Eravamo "invisibili" quando tutto è cominciato e non per niente quelle
maschere bianche, da fantasmi del diritto al lavoro, alla vita civile, alla dignità
di uomini e donne, sono diventate il simbolo della nostra lotta.

Poi l'irruzione, all'improvviso l'attenzione dei media, eravamo delle "star" delle
vertenze, le manifestazioni, l'angoscia sotto quel palazzo dove torneremo il 23
febbraio prossimo, il Tribunale per la sentenza che attendiamo e adesso lo
stillicidio di quelle lettere maledette, il non sapere cosa ci riserva il futuro.
Mi è passato tutto davanti al mattino di quel sabato strano e triste di ieri, come
il film della mia e della vostra vita/non vita in questi 100 e passa giorni insieme
a voi e ho pensato che non può finire tutto così.
Tutto ha un inizio e tutto ha una fine, fra pochi giorni finirà questo nostro pezzo
di vita, in quel palazzo a via Bona che abbiamo tanto odiato e che ha finito per
diventare la nostra casa, oltre alla nostra trincea.
Non può e non deve finire così!
Sapete tutti cosa intendo, la nostra occupazione fra pochi giorni avrà esaurito
la sua stessa ragione di esistere, intanto arrivano come colpi al cuore quelle
lettere, io la mia l'ho rispedita al mittente, non ho voluto nemmeno leggerla.
Ma questi 100 e oltre giorni insieme, a cucinare, urlare in strada, dormire,
svegliarsi, fare assemblee, incazzarsi anche fra noi, prendere manganellate
(grande Andrea...), aspettare sentenze e comunicati al palazzo del Re Sole,
non saranno serviti a nulla se non rimarremo uniti, anche dopo lo stillicidio
degli "abili e arruolati" da un a parte e di quelli "nel limbo" dall'altra.
Ora più che mai abbiamo bisogno di unità!
Ci sono gli spazi per ripartire, io ci credo e questo è un appello a tutti voi,
fantastici compagni di un incubo che dobbiamo lavorare perchè finisca.
Non so come per ora, ne dove sarà possibile, ma dobbiamo trovare il modo di
rimanere assieme per riprenderci il lavoro, i diritti, la vita che ci hanno negato.
Resistere tutti, resistere insieme!
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Venerdì 19 febbraio - Incontro con il Presidente Peppe Mariani
Alla Libreria "Scuola e cultura" in via Ugo Ojetti a Roma, i lavoratori della
Agile Antonio Pallotti e Stefano Fedele hanno incontrato Peppe Mariani,
Presidente della Commissione Lavoro alla Regione Lazio.
L'occasione era la presentazione del suo libro "due o tre cose su di me",
cronaca dell'attività politica di Mariani in Regione Lazio, lontana da certi auto
incensamenti, già visti in altre pseudo auto biografie di politici più o meno noti.
La narrazione degli eventi, delle vertenze seguite da Mariani, dei suoi interventi
in situazioni di degrado urbano e umano, di "invisibilità" delle sacche di
povertà, del suo intervento personale nella vicenda dell'Istituto di vigilanza
URBE, non è funzionale a una vuota carrellata di "successi".

Il filo conduttore è invece la politica del non farsi coinvolgere dai meccanismi
stritolatori della politica attuale, come spiegato dalla prefazione di Aldo
Morrone:
"Oggi è sempre più arduo intraprendere il cammino della politica senza
rimanerne vittime, senza essere schiacciati dagli inesorabili meccanismi di
potere e coinvolti nelle sue infide trame ed esibite manifestazioni."
Nell'ambito della presentazione del libro, il caso Eutelia è stato citato come
emblematico delle vertenze attuali e Antonio Pallotti, ne ha esposto ai presenti
i meccanismi di "speculazione anomala" che l'hanno determinato.
Il Presidente Peppe Mariani si è dimostrato attento e disponibile, ad ascoltare i
due lavoratori Agile ex Eutelia, che gli hanno rappresentato il difficile momento
attuale, chiedendogli di farsi parte attiva nelle prossime fasi della vertenza.
Mariani, come suo stile, non si è lasciato andare a facili promesse pre
elettorali, garantendo il suo apporto nelle prossime fasi della vicenda Agile ex
Eutelia.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Giovedì 18 febbraio - Incontro alla Camera dei deputati con il PD

Oggi una delegazione di lavoratori e delle RSU Agile, ha incontrato esponenti di


primo piano del PD fra cui il Segretario On Bersani, l'On Damiano, l'On Madia
ed altri, si è discusso all'interno della Camera dell'andamento della vertenza
Agile, in particolare delle vicende legate ai custodi, alla cassa integrazione, alla
grottesca richiesta di "conciliazione" della Omega in tribunale per il
commissariamento, ma soprattutto i lavoratori e le RSU della Agile hanno
chiesto una forte azione politica per sciogliere il nodo delle commesse.
Vai all'articolo sull'incontro con il PD alla Camera dei deputati>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Mercoledì 17 febbraio - Richiesta di Conciliazione della Omega per
Agile ex Eutelia e sospensione dei lavoratori Agile? NO GRAZIE!

Oggi al Tribunale di Roma si è svolta l'udienza per l'auspicato


commissariamento della Agile ex Eutelia, con in giudicato lo stato di insolvenza
della Omega, attuale proprietaria dell'azienda. La sentenza avrà un
prolungamento dei tempi, a causa di una grottesca "richiesta di
conciliazione" da parte della Omega. Tutto ciò mentre rimbalza da Milano la
notizia della richiesta di un PM, di fallimento per insolvenza della Libeccio-
Omega.
I lavoratori Agile rigettano al mittente (i custodi del Tribunale) la
richiesta di sospensione dal servizio, del 75% della forza lavoro e
riprendono con forza le azioni di agitazione e occupazione delle sedi.
Chiunque pensi che la vertenza della Agile ex Eutelia sia come le altre, si
ricrederà a breve, perchè c'è da parte dei lavoratori la determinazione a
impedire che altre realtà produttive e del terziario, debbano in futuro subire la
loro stessa sorte. E' in gioco l'intero apparato produttivo, di relazioni
industriali, sindacali e istituzionali del Paese.
Vai al documento sulla causa di insolvenza della Omega>>
I custodi del Tribunale di Roma, hanno spedito lettere di sospensione
dal servizio per il 75% dei lavoratori, non saranno ritirate dagli
interessati. Hanno presentato al giudice la loro relazione sullo stato
dell'azienda.
La relazione dei custodi al giudice>>

Reazioni di Lidia Undiemi, ricercatrice dell'Università di Palermo e di


Maurizio Zipponi (responsabile del lavoro IDV)
Vai al documento su Lidia Undiemi e Maurizio Zipponi>>
Lunedì 15 febbraio - Trauma al Ministero del Lavoro, chiesta dai
custodi del Tribunale la sospensione per 3/4 dei lavoratori
All'incontro convocato inaspettatamente dal Ministero del Lavoro, i custodi
hanno annunciato l'avvio di una procedura di sospensione dal servizio per il
75% dei lavoratori della Agile ex Eutelia. Le motivazioni dei custodi, con il
benestare del Dott. Leggio del Ministero, riguardano l'esigenza di contemperare
il bilancio con l'urgenza degli ammortizzatori sociali, in una situazione
patrimoniale da risanare.
L'impressione di un provvedimento tampone, a una situazione che andava
gestita con ben altra tempestività dai custodi è forte, ora l'appuntamento di
domani 17 febbraio al Tribunale di Roma, per l'auspicato
commissariamento diventa un'altra giornata campale, per una vicenda che
potrebbe essere ormai l'incipit di un giallo, ogni giorno c'è un colpo di scena...
Vai al documento sull'incontro al Ministero del Lavoro>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Sabato 13 febbraio - Lo scorso 10 febbraio selvaggia carica di Polizia,
al presidio in Prefettura per diritto alla casa e al lavoro
Alla prefettura di Roma, un presidio autorizzato della Rete romana contro la
crisi, presenti lavoratori di aziende del territorio, sindacati di base, precari e
altri movimenti è stato caricato dalla Polizia. Era in corso mercoledì 10 scorso
la manifestazione a cui erano intervenuti anche lavoratori ex Eutelia,
direttamente in causa insieme alle altre rappresentanze per il diritto al lavoro e
alla casa a P.za S. Apostoli a Roma.
Alle cinque pomeridiane, per un lancio di bottiglia dichiarato dalle autorità di PS
e smentito da testimoni, fra cui un consigliere regionale presente sul posto, gli
agenti si scatenavano contro chiunque capitasse a tiro, con cariche,
manganellate e irruzione di mezzi blindati su una piazza gremita anche di
persone in carrozzella, donne e bambini.

Una scena da '68 messicano di cui le forze di PS faranno bene a vergognarsi,


perchè se i media "ufficiali" fanno omertoso silenzio, internet e i blog non
tacciono, tantomeno noi di Lavoratori Agile in lotta, con un collega ferito alla
testa, mentre era già a terra dalle solerti manganellate di un "valoroso"
gendarme. Ma se questo atto è grave, testimoni citano di una donna incinta
ferita e ricoverata.
Una prima testimonianza è in questo video su YouTube.
Il video sui fatti a piazza SS Apostoli
Pubblichiamo il racconto di una nostra collega, sui momenti delle cariche della
polizia, insieme a un video con testimonianze del giorno dopo e a un articolo
del quotidiano "il Manifesto". Il documento parla di una vera caccia all'uomo,
in una piazza dove non c'erano problemi di ordine pubblico, tali da giustificare
cariche e manganellate, ma persone in cerca di risposte al loro disagio. A
questo disagio ora le istituzioni rispondono con le manganellate...?
Vai al documento della testimonianza e all'articolo de "il
manifesto">>
Mercoledì 10 febbraio - Convocazione al Ministero del Lavoro di
Custodi giudiziari e Sindacati
E' arrivata a sorpresa la convocazione del Min. del Lavoro, per un "esame della
situazione aziendale Agile", indirizzata alle Organizzazioni Sindacali e ai custodi
giudiziari nominati dal Tribunale di Roma. Non sappiamo ufficialmente cosa
significhi la sibillina motivazione della convocazione, possiamo solo dire che se
l'argomento in discussione, sarà la eventuale cassa integrazione, per i 1800
dipendenti Agile ex Eutelia coinvolti in questa vertenza infinita e durissima, si
dovrebbe chiedere come minimo una pausa di riflessione.
A chi lo avesse "dimenticato" ricordiamo che ci sono due passaggi
fondamentali:
- il prossimo 17 febbraio c'è la sentenza del Tribunale sull' invocato
commissariamento
- pochi giorni dopo, il 22 febbraio, c'è il tavolo in Presidenza del Consiglio dal
Sottosegretario Gianni Letta, su prospettive di rilancio e commesse pubbliche.
Ribadendo queste priorità su eventuali discorsi da intavolare al Min. Lavoro, vi
diamo lettura della convocazione per lunedi 15 febbraio al Ministero del Lavoro.
Vai alla convocazione del Ministero del Lavoro per il 15 febbraio>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email
Mercoledì 10 febbraio - Rinvio a giudizio della Procura di Arezzo per 15
indagati della famiglia Landi e dirigenti Eutelia
Pubblichiamo da Arezzo Notizie l'articolo di oggi sul rinvio a giudizio, da parte
della Procura di Arezzo, di 15 indagati della famiglia Landi e dirigenti della
Eutelia Spa, i reati ipotizzati sono associazione a delinquere: finalizzata al falso
in bilancio, all’appropriazione indebita e alla frode fiscale. Più una raffica di
imputazioni minori in cui rientra persino la subornazione di un testimone.

Samuele Landi, ex AD Eutelia fra i rinvii a giudizio


Clic qui per leggere l'articolo da Arezzo Notizie>>

Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta email


Sabato 6 febbraio - Interviste di Radio Articolo 1 e Radio Meridiano 12
alla Agile di Roma
Giovedì 4 febbraio alla sede Agile di Roma, il giornalista Davide Colella della
web Radio di CGIL Articolo 1, ha intervistato alcuni lavoratori sulla situazione
attuale della vertenza Agile - Eutelia e sull'argomento delle commesse perdute.
Dalle risposte emerge rabbia e delusione, ma anche la voglia di crederci
ancora.

Vai alle interviste alla Agile di Radio Articolo 1 >>


Venerdì 5 febbraio a Radio Meridiano 12, ha rilasciato un intervista Gloriana
Bracale rappresentante CGIL alla Agile Eutelia, con un parallelo fra il film "Fra
le nuvole" con Clooney e i "fallimentatori all'italiana" Eutelia e Omega.

Vai all'intervista a Radio Meridiana 12 di Gloriana Bracale>>


Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Giovedì 4 febbraio - I lavoratori Agile ex Eutelia "festeggiano" 100
giorni di occupazione
Samuele Landi, non contento di aver distrutto la più importante azienda
informatica italiana, sparge le sue sporche menzogne su LA7, dicendo alla
trasmissione Tetris del 3 febbraio, che lui la notte del 10 novembre è "entrato
con le chiavi" alla sede occupata di Roma e che ci sono "20 operai" a Roma che
impediscono ai lavoratori di andare al lavoro.
Gli rispondiamo che siamo tecnici non operai! Che siamo 200 e che lui è un
fascista, altro che imprenditore coraggioso.
Ora Samuele guardati l'immagine sotto...

L'immagine sopra risale a 100 giorni fa, è il simbolo per noi lavoratori Agile ex
Eutelia di una lotta che è arrivata al 100° giorno e che continuerà, fino alla
sconfitta di chi come Samuele Landi e la sua fanmiglia, di Sebastiano Liori e
Claudio Massa di Omega, hanno puntato le loro sporche carte sulla
speculazione selvaggia ai danni di 2000 informatici ex Olivetti, Bull ed
Edisontel.
Noi lavoratori Agile ex Eutelia oggi abbiamo brindato al nostro 100° giorno di
occupazione, che ha l'immagine sopra come simbolo di una lotta che non si
ferma.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Mercoledì 3 febbraio - Proposta del PD per gli stipendi dei lavoratori
Agile ex Eutelia
A prima vista potrebbe sembrare una provocazione, poi invece ci siamo dovuti
rendere conto che è una buona idea. Alludiamo alla proposta lanciata dal PD e
presentata in un articolo apparso su "L'Unità" di ieri:
Eutelia, da sette mesi senza stipendio. PD: "A loro i soldi del Ponte di
Messina"
Si tratta di un emendamento al decreto "Milleproroghe" che trasferirebbe 50
milioni di €, dai fondi per il Ponte di Messina (che avrebbero così un utilità
effettiva...). A parte quello che pensiamo del Ponte suddetto, il dato concreto è
che può essere un provvedimento di sostegno al reddito di lavoratori come noi,
in vertenza e senza stipendi da tanti (troppi) mesi. Ora l'attesa è per il 17
gennaio, con la sentenza del Tribunale per il commissariamento, ma per gli
stipendi la situazione resta drammatica e vanno adottate procedure di
emergenza che diano respiro ai lavoratori in attesa del "Milleproroghe".
In figura sotto l'articolo apparso ieri 2 febbraio, su "L'Unità":
Clic qui per leggere l'articolo su L'Unità del 2 gennaio>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Lunedì 1 febbraio 2010 - Giornata di manifestazione al PD e a Palazzo
Chigi
I lavoratori Agile hanno affrontato un altra giornata di lotta, a manifestare per
il lavoro, per i diritti, per la dignità negata, preceduta da un incontro alle 15,30
alla sede nazionale del PD, sulla vertenza Eutelia - Agile.
Da Apcom - Agile/ Pd: Serve impegno in Parlamento e in piazza
All'appuntamento hanno preso parte gli esponenti del Pd Stefano Fassina,
Enrico Ceccotti, Paolo Nerozzi, Marianna Madia, Enrico Gabaglio e Cesare
Damiano, i lavoratori e le rappresentanze sindacali delle due aziende, nonché
gli altri partiti dell'opposizione (presente, tra gli altri, Franco Giordano).

l'Onorevole Marianna Madia del PD


Il Partito Democratico ritiene si debba agire, viste le potenzialità del settore e il
patrimonio tecnologico di Agile-ex-Eutelia, non in un ottica di pura
sopravvivenza ma di rilancio aziendale.
"Per questo - spiega il comunicato - è indispensabile mantenere, recuperare e
magari allargare le commesse statali dell'azienda; fare in modo che il
Parlamento approvi l'emendamento del Pd al decreto milleproroghe che
prevede l'istituzione di un fondo Inps per sostenere i redditi dei lavoratori;
organizzare, insieme ai sindacati e agli altri partiti dell'opposizione, una
manifestazione per il 17 febbraio, giorno in cui il tribunale di Roma si
pronuncerà sul commissariamento o meno dell'azienda; presentare una
proposta di legge che impediscano, rivedendo le norme sulle cessione dei rami
d'azienda, il ripetersi di situazioni come ex-Eutelia".

I "fantasmi" della Agile Eutelia manifestano a Palazzo Chigi


Roma - 20:30 Lavoratori Agile in presidio durante l'incontro fra OOSS
e governo sulla vertenza a Palazzo Chigi.
Oggi dopo la riunione al PD, i lavoratori Agile (ex Eutelia) erano in presidio a
Palazzo Chigi, in attesa delle risultanze dell'incontro fra Gianni Letta e le OOSS
con Rinaldini e Potetti di FIOM.
Poco prima delle 22 i suddetti esponenti FIOM, sono scesi dall'incontro a
comunicarci che c'e volontà di confronto da parte del governo ora, su rilancio
dell'azienda, commesse, ammortizzatori sociali (discorso pensiamo parallelo a
Milleproroghe). Per questo è convocato un incontro successivo al 17 prossimo,
giorno della sentenza del tribunale per il commissariamento, per il 22 gennaio,
in cui presenti le istituzioni coinvolte nelle commesse tolte ad Agile, enti locali e
Letta, si discuterà delle basi da cui rilanciare la Agile e di ammortizzatori
sociali, COME PERCORSI PARALLELI E UNIVOCI.
Appena disponibili, pubblicheremo i comunicati ufficiali dell'incontro fra OOSS e
Gianni Letta, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Mercoledì 27 gennaio 2010 - Inchiesta Operaia presenta: La lotta
dell'ex Eutelia.
Alla Facoltà di Sociologia di via Salaria 113 Roma, alle ore 11,30 Aula
C4 II° piano, viene presentata l'inchiesta sull'ex Eutelia Occupata.

Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email


Martedì 26 gennaio 2010 - Altro rinvio di Gianni Letta, per la vertenza

Agile-Eutelia...a che gioco giochiamo con le vite di 1800 dipendenti?


I lavoratori Agile dopo l'ennesimo rinvio della Presidenza del Consiglio, si
chiedono a che gioco sta giocando il Governo con le vite di 1800 informatici (le
loro vite...), che se Qualcuno dovesse aver dimenticato, sono senza stipendi da
sei mesi, con la spada di Damocle della mobilità o del licenziamento, con una
situazione aziendale tutta da ricostruire e con le famose commesse da
preservare in pubblica amministrazione, convolate per altri lidi, dopo la famosa
dichiarazione di dicembre della Presidenza del Consiglio, che non ci
stancheremo mai di ricordare a Letta e...Berlusconi, troppo impegnato con i
suoi affari privati e giudiziari, per ricordarsi che la Agile ex Eutelia sta
languendo.
Questo è il famoso appello rimasto lettera morta

Da Eulav.net
Dopo lunghissime ore di attesa dei lavoratori in piazza e forti pressioni della
delegazione salita ad incontrare i rappresentati della Presidenza del Consiglio si
è ottenuto un incontro con il sottosegretario on.le G.Letta per Lunedì 01
febbraio, con la partecipazione delle OO.SS. confederali e di categoria.
Il video da C6.tv sul presidio dei lavoratori Agile ex Eutelia a Palazzo Chigi il
25/01/2009, con interviste ai lavoratori e ad esponenti politici.
Il video da C6.tv sul presidio dei lavoratori Agile a Palazzo Chigi
Eutelia-Agile, sciopero nazionale. I sindacati: "Il governo ci convochi"
Articolo su Repubblica.it>>
I lavoratori Agile ex Eutelia saranno ancora in piazza il giorno 1
febbraio, non si illuda il Governo che molleranno la presa sui loro
diritti...

Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email


Martedì 19 gennaio 2010 - Da Lavoratori Agile di Torino in lotta:
Eutelia, Rsu e Fiom chiedono un incontro a Palazzo Chigi
Tratto dal blog di Lavoratori Agile di Torino in lotta
Le Rsu di Agile-Eutelia di Torino e di Ivrea e la Fiom hanno scritto alla
presidente della Regione, Mercedes Bresso e agli assessori regionali Andrea
Bairati e Angela Migliasso perchè solleciti il governo a convocare le parti a
Palazzo Chigi.
I lavoratori chiedono che «l’appello del governo del 26 novembre scorso alle
Pubbliche Amministrazioni a conservare le commesse Agile si concretizzi in una
disposizione formale» in quanto «non è stato accolto dalla maggior parte delle
imprese pubbliche che hanno rescisso i contratti con Agile». Sono inoltre
necessarie «iniziative nazionali di sostegno al reddito per i lavoratori senza
stipendio e senza ammortizzatori sociali sull’esempio di quanto fatto nelle
Regioni Piemonte e Toscana».
I lavoratori del gruppo Agile-Eutelia sono circa 2.000 (circa 300 nelle sedi di
Torino e Ivrea) e la maggior parte non riceve lo stipendio da luglio o agosto.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Domenica 17 gennaio 2010 - La Dott.ssa Lidia Undiemi commenta la
sentenza del Tribunale di Roma del 15 gennaio per art. 28
Lidia Undiemi dell'Università di Palermo è una studiosa di diritto del lavoro,
che già a ottobre 2009 ci presentò una relazione sulla vicenda del passaggio
d'azienda della Agile, da Eutelia ad Omega, che pubblicammo.
Argomenti a Favore dei Lavoratori Ex Eutelia>>
In questa relazione la Dott.ssa Undiemi ravvisava già allora gravi irregolarità,
nel passaggio di ramo d'azienda della Agile a Omega, in particolare con
violazione dell'Art. 28, con omissione di informazione alle OOSS, funzionale ai
licenziamenti annunciati puntualmente a fine 2009 dalla Omega.
Gli argomenti di quella relazione sono sostanzialmente gli stessi, che fanno da
impianto alla sentenza dello scorso 15 gennaio del Tribunale di Roma, che
sancisce l'irregolarità del trasferimento della Agile, e l'ingiunzione a Eutelia di
annullarne gli effetti.
Pubblichiamo il commento a questa sentenza della Dott.ssa Lidia Undiemi
Commento alla Sentenza del Tribunale Di Roma Eutelia Agile
Omega>>
Con una considerazione finale che è un vero j'accuse per la Pubblica
amministrazione: "La sopravvivenza di queste realtà produttive è legata a
commesse pubbliche e private, ed è evidente che almeno per l'operatore
pubblico, sussiste una responsabilità politica decisiva per il mantenimento dei
livelli occupazionali".
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email

Venerdì 15 gennaio 2010 - La sentenza del Tribunale di Roma:


passaggio di ramo Eutelia/Omega irregolare
E' arrivata la sentenza del Tribunale di Roma, sulla irregolarità del passaggio di
ramo d'azienda da Eutelia ad Agile-Omega, per comportamento anti sindacale
delle aziende, in violazione all'art. 28 dello Statuto dei lavoratori.
In sostanza la sentenza sancisce che in occasione del passaggio di ramo
d'azienda della Agile, Eutelia ed Omega avevano già avviato le trattative per il
trasferimento d'azienda, senza informare preventivamente i sindacati. Inoltre è
irregolare anche la dichiarazione sul numero dei lavoratori interessati, in
numero di oltre 100 superiore a quanto dichiarato ufficialmente alle autorità.
Restano delle ambiguità nel testo della sentenza, da chiarire...
Sentenza del 15 gennaio per violazione Eutelia-Omega all'art 28 >>
FIOM-CGIL - “L’Azienda condannata per comportamento antisindacale sulla
cessione del ramo di It ad Agile. I rapporti di lavoro ritornano in capo ad
Eutelia”
Il comunicato della FIOM-CGIL >>
Da EULAV.NET Comunicato delle segreterie sindacali sul coordinamento RSU,
sui presidi delle sedi aziendali >>
Giovedì 14 gennaio 2010 - Lo stallo della vertenza Eutelia Agile
A Roma nella sede di via Bona alle ore 11:00, si è tenuto un Coordinamento
RSU. All'ordine del giorno erano le iniziative da adottare, in relazione alle
richieste dei custodi giudiziari, fatte nella riunione dello scorso 7 Gennaio.
Intanto noi lavoratori rispetto all'entusiasmo del 24 dicembre per la vittoria del
sequestro alla Omega dell'azienda, stiamo vivendo un momento di sconcerto.
Sembra che si sia entrati in una fase di stallo, specie da parte dei sindacati che
sembrano ancora "ubriacati" dal famoso 24 dicembre.

In questa fase i custodi non possono, o non vogliono dare risposte ai lavoratori,
in queste settimane c'è stata una drammatica diaspora delle commesse, perse:
Poste, RAI, Camera dei deputati e gli stipendi sono al palo da sei mesi per
molti, c'è il concreto pericolo di vanificare una vertenza che aveva assunto toni
epici, specie dopo l'irruzione di Landi e dei suoi bravacci alla sede di Roma.
In sintesi in Agile ci si chiede: che succede? Ne usciremo vivi?
Vai al documento: Lo stallo della vertenza Agile Eutelia>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Martedì 12 gennaio 2010 - Invito dai lavoratori Sirti per una riunione
nazionale autoconvocata dei lavoratori contro la crisi il 23 gennaio
I lavoratori della Appalti Sirti di Roma, hanno invitato noi lavoratori Agile ad
una assemblea nazionale dei lavoratori a Roma per il prossimo 23 gennaio. E'
un occasione importante per confrontarci e discutere con i lavoratori di tante
altre aziende, che stanno subendo i morsi di una "crisi padronale" devastante.
E' solo creando un "network" di lotta fra lavoratori, che si possono confrontare
esperienze di vertenza e trovare più forza di contrasto con l'unione.

Fra i tanti presenti lavoratori di: Alitalia, Telecom, Atesia, Pubblico Impiego,
Engineeering, Marcegaglia Buildtech, OMNIA Service, Merloni di Fabriano,
Phonemedia, Answers, FIAT, Fincantieri, Alenia, oltre a Sirti ovviamente.
Questo è il testo dell'invito via email dai lavoratori Sirti di Roma per il
prossimo 23 gennaio, all'assemblea nazionale a Piazzale degli eroi a
Roma:
Caro Stefano, cari compagni dell'ex Eutelia in lotta
Stiamo raccogliendo le ultime adesioni per la riunione nazionale autoconvocata
dei lavoratori contro la crisi che si svolgerà a Roma sabato 23 gennaio dalle 11
alle 16 circa presso la Casa del Popolo Trionfale a piazzale degli eroi 9
(facilmente raggiungibile dalla staz. termini fermata Metro A Cipro).
Il testo dell'invito ai lavoratori Agile all'assemblea nazionale contro la
crisi>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Domenica 10 gennaio 2010 - Arancia Metalmeccanica per i lavoratori
Agile ai quattro angoli d'Italia
«Arancia metalmeccanica» era partita come iniziativa di PRC e PDCI di
Roma Tiburtina a sostegno finanziario, di solidarietà e vicinanza ai lavoratori
Eutelia/Agile in vertenza, impegnati nell'occupazione della sede Agile di Roma
al tiburtino. Dai primi giorni di dicembre ad oggi, la vendita di arance
biologiche "metalmeccaniche", hanno fatto tanta strada non certo solo in senso
lato, diventando un vero tour di sostegno ai lavoratori Agile in vertenza, senza
stipendio da sei mesi ormai, ai quattro angoli d'Italia, perchè è bene ricordarlo:
Agile/Eutelia è un problema nazionale.
Infatti a più di un mese dal debutto a Viale Kant a Roma, «Arancia
metalmeccanica» ha organizzato banchetti di vendita delle arance bio, anche
a: Tivoli, Livorno, Siena, Monteroni di Lecce, Napoli, Montecatini (PT),
Racconigi (TO), Venezia, Rovigo, e ultima tappa 9-10 gennaio a Casalecchio
(BO) e Piacenza. Quest'ultima tappa è in favore dei 140 lavoratori Agile e
Phonemedia dell'Emilia Romagna.
Chiunque voglia sostenere l'iniziativa e organizzare banchetti di «Arancia
metalmeccanica», può farlo scrivendo una mail a:
aranciametalmeccanica@gmail.com
Oppure collegandosi al sito di Arancia Metalmeccanica
5 gennaio 2010 - RAI TG3 Piemonte, alla RAI di Torino la protesta dei
lavoratori Agile
E' una corsa contro il tempo ormai, i custodi giudiziari nominati dal Tribunale di
Roma a dicembre, stanno cercando di ricostruire l'operatività dell'azienda,
hanno in programma per giovedì 7 gennaio un incontro con le OO.SS. Nazionali
e Coordinamento RSU alla sede Agile di Pregnana. Nel frattempo proseguono le
fughe di contratti e commesse, da parte di una Pubblica amministrazione cinica
e sorda agli appelli della presidenza del Consiglio, di mantenere le commesse
ad Agile, per assicurare la sopravvivenza dell'azienda e l'occupazione.
Dopo le scandalose espulsioni dei lavoratori Agile da RAI e Camera dei
Deputati, ora è la volta di Trenitalia, per un totale di oltre 340 lavoratori
coinvolti!
I lavoratori Agile NON SI RASSEGNANO e denunceranno in tutte le sedi
possibili questo scandalo della Pubblica Amministrazione, nuova nemica dei
livelli occupazionali in Agile, a questo proposito è illuminante il servizio del TG3
Piemonte di ieri 4 gennaio sulla manifestazione in RAI dei lavoratori.

Il video della manifestazione dei lavoratori Agile alla RAI

Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email


Il vuoto legislativo di fronte alle esternalizzazioni della Dott.ssa Lidia
Undiemi
La Dottoressa Lidia Undiemi, Dottoranda di ricerca dell'università di
Palermo, è una studiosa del fenomeno delle esternalizzazioni e del precariato,
ha organizzato e discusso vari convegni sul tema, anche con riferimenti diretti
al caso Eutelia/Agile. In questo video dell'ottobre 2009, ha anticipato le
distorsioni del mercato del lavoro, determinate dal vuoto legislativo sulle
esternalizzazioni, con riferimento alle Pubbliche Amministrazioni e sul loro
ruolo nei processi di precarizzazione del lavoro, se non di espulsione dei
lavoratori. Ecco il video.
Il vuoto legislativo di fronte alle esternalizzazioni
Il video di Lidia Undiemi
Il commento di Lidia Undiemi al video>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
29 dicembre 2009 - I Sindacati: Palazzo Chigi intervenga sulle
commesse tolte ad Agile in Camera dei deputati e Poste
(ASCA) - Roma, 29 dic - Con una nota congiunta, i sindacati Fim Cisl -
Fiom Cgil - Uilm Uil nazionali Fistel Cisl - Slc Cgil - Uilcom Uil, lamentano
la rescissione del contratto di fornitura con Agile/Eutelia deciso dalla Camera
dei deputati e dalle Poste. E chiedono l'intervento di Palazzo Chigi.

''Denunciamo questa gravissima decisione presa malgrado l'impegno assunto


dal Consiglio dei Ministri su proposta del sottosegretario Gianni Letta, ma
soprattutto in spregio a quanto i lavoratori stanno facendo. Chiediamo percio'
che le decisioni assunte dalla Camera dei Deputati e da Poste Italiane vengano
immediatamente riviste e che qualora ci siano problemi da affrontare, questi
vengano discussi nelle sedi istituzionali gia' attivate, al fine di escludere
qualsiasi strumentalizzazione'', spiegano i sindacati.
La nota conclude chiedendo al sottosegretario Letta di convocarre le parti e
verificare ''tutte le azioni possibili per riattivare le commesse perse o in
discussione, pagare le retribuzioni arretrate ai lavoratori e riprendere
l'operativita' aziendale''.

29 dicembre 2009 - Agile/Ex Eutelia: PD propone nel Milleproroghe


fondo per i "senza stipendio"
(ASCA) - Torino, 29 dic - Un fondo per tutti i lavoratori che si trovano nella
I lavoratori Agile il 26 novembre a palazzo Chigi in sit-in (foto Maurizio
Evangelisti rassegna.it)
stessa situazione di quelli Agile-ex Eutelia, non pagati da mesi. Da istituire
presso il ministero del Welfare, per sostenere il reddito di chi non viene pagato
da almeno quattro mesi e non beneficia di ammortizzatori sociali perche' non
ne esistono le condizioni (ad esempio lo stato di crisi dell'azienda, ndr). E' il
contenuto dell'emendamento scritto dal leader del pd Pier Luigi Bersani e che
verra' presentato, intorno al 12-13 gennaio, alla prima riunione di commissione
lavoro come allegato al decreto governativo Milleproroghe del 17 dicembre
scorso. Lo hanno illustrato oggi ai lavoratori dello stabilimento Agile di Torino,
presso il centro Piero della Francesca, Antonio Boccuzzi, Stefano Esposito e
altri parlamentari piemontesi del Pd.

Gli On. Boccuzzi ed Esposito del PD erano oggi alla Agile di Torino
''Se il governo vorra' prendersi a cuore il caso Eutelia e altri simili - ha detto
Stefano Fassina, responsabile nazionale economia e lavoro del partito - avra'
anche uno strumento in piu'. Il decreto Sviluppo, che passera' intorno al 15
gennaio. A quel provvedimento si potrebbe inserire comunque come
emendamento la nostra proposta, senza dover aspettare cosi' l'iter
parlamentare del Milleproroghe, che, se va bene, si chiudera' tra due mesi''.
Francesco Boccia, portavoce del gruppo parlamentare Pd per le questioni
economiche, ha poi annunciato che, insieme all'emendamento, il partito
presentera' un documento per esortare il governo a mantenere le promesse
fatte dal sottosegretario Gianni Letta durante il tavolo di crisi sull'azienda.
Letta a Palazzo Chigi aveva promesso infatti che si sarebbe impegnato per
salvare le commesse dell'azienda, in particolare quelle della pubblica
amministrazione.

Il PD solleciterà il Governo al rispetto delle promesse per Agile del


Sottosegretario Gianni Letta
Il caso della commessa non rinnovata alla Camera dei deputati e della
RAI che ha rescisso in favore di IBM
''Molte pero' sono saltate - ha denunciato oggi Bocca - come quella della Rai''.
Mimo Luca', parlamentare Pd, ha spiegato che quella della Camera dei deputati
invece scadra' il 31 dicembre. ''La commessa non e' stata abbandonata, ma e'
in scadenza - ha spiegato - il che e' ancor piu' grave: la Camera ha contestato i
mancati pagamenti ai lavoratori della sede di Roma (circa 450, ndr) ma la Agile
non ha mai dato risposta. In ogni caso - ha precisato - la Camera ha
accantonato le somme dovute per procedere ai pagamenti arretrati dei
dipendenti''.
29 dicembre 2009 - Gli ironici auguri dei lavoratori Agile al Presidente
Fini, l'inganno delle commesse P.A. negate
Il 26 novembre all'incontro in Presidenza del Consiglio, il Sottosegretario
Gianni Letta garantiva che le Pubbliche Amministrazioni avrebbero mantenuto
le commesse della Agile/Eutelia, per "assicurare una prospettiva di
continuità e sviluppo alla professionalità dei lavoratori". E' passato un
mese da allora e la cronaca di queste settimane è sotto gli occhi di tutti:
- Comune di Roma: le commesse per i servizi informatici tolte ad Agile
- RAI: il CDA toglie i servizi informatici ad Agile per affidarli alla IBM
- Camera dei deputati: la Agile sta per essere espulsa dai servizi IT alla
Camera.
I lavoratori Agile hanno pensato di fare gli auguri (ironici) al Presidente Fini di
buon 2010, ricordandogli che la Camera dei deputati è Pubblica
Amministrazione all'ennesima potenza, con una vergognosa escalation di
espulsione dei lavoratori Agile, in barba agli accordi in Presidenza del Consiglio
e dando così il "buon esempio".

Auguri al Presidente Fini dai lavoratori Agile ingannati!


Il testo della mail di auguri:
I lavoratori della Agile (ex Eutelia) Le inviano gli auguri di felice 2010, anche
considerando che fra pochi giorni la Camera vuole espellerli dai suoi servizi
informatici, nonostante l'impegno della Presidenza del Consiglio di mantenere
le commesse della Pubblica Amministrazione. Auguri
Lavoratori Agile in lotta
Il comunicato dei lavoratori Agile
La Camera e la P.A. sconfessano la Presidenza del Consiglio, ingannati
i lavoratori Agile>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
25 dicembre 2009 - Al TG3 Natale in occupazione con ISPRA e Agile,
informazione reale e di regime...
Mentre i telegiornali presentavano servizi su shopping di Natale, su Berlusconi
che rassicurante parla di "indici dell'economia tutti positivi" (forse i suoi
indici...) e gossip, al TG3 di ieri 24 dicembre 2009, i servizi di apertura erano
dedicati ai ricercatori della ISPRA, agli informatici della Agile (ex Eutelia)
che passeranno il Natale in occupazione delle loro sedi, a difesa di lavoro e
diritti negati e alla FIAT di Termini Imerese. Questa non è solo una scelta
"editoriale" ma di vita del TG3, una volta etichettato come "Telekabul", oggi
unica fonte di informazione del paese REALE, non finto come a Mediaset e nel
resto della RAI. Grazie TG3!

RAI TG3 - Natale in Occupazione ISPRA e Agile


Il video al TG3 del Natale ISPRA e Agile
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Mercoledì 24 dicembre 2009 - La sentenza del Tribunale di Roma di
sequestro della Agile
Pubblichiamo il documento del Tribunale di Roma con la sentenza di sequestro
dell'azienda Agile del 23 dicembre 2009. La Agile non è più nelle mani sporche
di Massa, Liori e di qualcuno ad Arezzo...
Il documento della sentenza di sequestro della Agile del Tribunale di
Roma>>
Mercoledì 23 dicembre 2009 - Il Tribunale di Roma sequestra la Agile,
è commissariamento!
Oggi è stata un altra giornata campale per i lavoratori Agile, che si sono
concentrati fin dalle prime ore del mattino in piazza SS Apostoli a Roma, per un
presidio in attesa degli esiti del procedimento in Tribunale, sull'insolvenza
dell'azienda per l'avvio della procedura di commissariamento.
E' stata un attesa lunga e snervante, non si sperava in una sentenza per oggi
stesso, anche se in tarda mattinata Alessandra Carnicella, figura carismatica
delle RSU, riferiva di buone impressioni avute in presenza del Giudice.

Alessandra Carnicella di RSU Agile Roma


Alessandra riferiva di tre avvocati dell'azienda, assurdamente nominati da Liori
che aveva dato le dimissioni dalla direzione Agile e ora "redivivo", impreparati
per loro stessa ammissione, che mettevano sul tavolo due assegni per un
totale di 500000 €, un DURC non più valido e documenti per comprovare
un'assurda confutazione dell'insolvenza di Agile.
Carnicella poi diceva del Giudice molto attento alle istanze delle OOSS, delle
RSU e dei lavoratori presenti in buon numero all'udienza, che dichiaravano il
tentativo di mantenere in piedi le commesse, nonostante l'opera di costante
sabotaggio dell'azienda, che non paga gli stipendi da Luglio, a dipendenti che
intanto hanno tenuto insieme l'operatività e le commesse senza retribuzioni.
Alessandra lanciava un motto di battaglia:

Resistere un minuto più del padrone!


I lavoratori hanno atteso poi nel pomeriggio l'esito dell'udienza, venendo a
conoscenza dopo le 17 che un incubo è finito, oggi è una giornata storica:
Il Tribunale di Roma ha sequestrato l'azienda Agile
Sono stati nominati tre custodi, in attesa che vengano verificati i bilanci
aziendali, sequestrati i due assegni per un importo da 500000 € presentati in
giudizio dall'azienda, il 17 febbraio si darà l'avvio al commissariamento.
Ora la Politica, il Governo e Istituzioni devono gestire alcune urgenze, in favore
dei lavoratori che hanno sostenuto questa vertenza durissima:
Verificare gli spazi di recupero delle commesse
Adottare delle procedure d'urgenza per gli stipendi
I lavoratori Agile sono orgogliosi dei risultati raggiunti e hanno dimostrato di
saper "resistere un minuto più del padrone", si aspettano ora risposte
urgenti su questi temi, le retribuzioni sono ferme a luglio, molte commesse
sono andate perdute, altre possono essere recuperate, questi sono buoni
motivi, per non abbandonarsi alla gioia di un risultato vertenzialmente storico.
Domani pubblicheremo un documento sulla sentenza del tribunale di Roma.
Comunicato di Zipponi (IDV) e Il Messaggero sul sequestro Agile>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Martedì 22 dicembre 2009 - Le Pubbliche Amministrazioni e la RAI
sconfessano la Presidenza del Consiglio...vergognoso inganno ai
lavoratori Agile/Eutelia!
E' troppo facile e lacerante dire che i lavoratori Agile se lo aspettavano...Le
Amministrazioni Pubbliche sia statali che locali, perfino la RAI, stanno
sconfessando, l'accordo del 26 novembre alla Presidenza del Consiglio in cui il
Sottosegretario Gianni Letta chiedeva il mantenimento delle commesse
pubbliche, per i 2000 dipendenti della Agile/Eutelia, questo è un estratto dal
comunicato della Presidenza del Consiglio:

All'incontro in Presidenza del Consiglio, in presenza delle OOSS, di una


delegazione delle RSU, presieduto dal Sottosegretario Gianni Letta, il
governo si era impegnato a garantire presso le Pubbliche Amministrazioni e gli
altri committenti, le commesse Agile/Eutelia, per "assicurare una
prospettiva di continuità e sviluppo alla professionalità dei lavoratori".
In questi giorni si stanno verificando fatti sconcertanti, nei confronti dei 2000
lavoratori Agile, fin'ora impegnati nelle commesse alle Pubbliche
Amministrazioni, questi gli eventi, sui cui Governo e Istutuzioni hanno il dovere
di intervenire:
- Comune di Roma: annullata da mesi la commessa per i servizi informatici
ad Agile
- RAI: oggi 22 dicembre 2009, rescisso il contratto con Eutelia/Agile (27
dipendenti a Torino e 20 a Roma che svolgono servizi di rete), siglando
contemporaneamente un contratto con la Ibm per 2 milioni di euro, ad
opera del CDA della RAI.
- Camera dei Deputati: una delle più importanti Istituzioni dello Stato
italiano, ha deciso di precarizzare i dipendenti Agile, con sei mesi di
permanenza residua, dopo un servizio eccellente che risale al 2001,
abbandonandoli al loro destino senza nessun rispetto per l'accordo con la
Presidenza del Consiglio, dando così il "buon esempio" a tutte le altre
Amministrazioni!
I lavoratori Agile non si rassegnano e denunceranno in tutte le sedi possibili,
questa vergognosa escalation di espulsione dei lavoratori, dalla Pubblica
Amministrazione!
Vai al documento>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Martedì 22 dicembre 2009 - Lettera aperta da Camilla, la figlia di un
padre speciale in lotta
In questo blog abbiamo pubblicato alcune lettere aperte, alcune delle quali
indirizzate alla politica e all'opinione pubblica. Non avremmo mai immaginato
che il più potente, emozionante, toccante, manifesto di lotta potesse arrivare
da un'adolescente, figlia di un lavoratore in lotta come noi, per il lavoro, per la
dignità, per i diritti negati. Camilla (15 anni) scrive a tutti noi, al suo "papà
speciale" ma anche agli indifferenti, ai complici, alla politica per dire:

"C'è sempre una cosa essenziale che devo ricordarmi e che colgo l'occasione di
ricordare anche a voi: bisogna sempre lottare per vincere, senza pentirsi senza
impaurirsi, ma lottando, lottando e ancora lottando. Solo così l'ignoranza potrà
essere sconfitta e le persone incapaci di guardare al di là dei propri interessi e
della propria ricchezza potranno essere sconfitte e magari loro stesse potranno
capire quello che hanno sbagliato e che non hanno mai fatto.
Concludo questa lettera dicendovi, cari lavoratori, che vi voglio bene e che vi
ammiro, perché siete per me degli esempi fantastici di vita!"

Una lezione di vita, di forza d'animo, di orgoglio, di combattività per noi


lavoratori in lotta, e per tutti con la dolcezza di un'adolescente.
"Dedicato a un padre Speciale" di Camilla Polimadei
GRAZIE CAMILLA!
Vai alla lettera di Camilla>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Presidio dei lavoratori Agile in P.zza SS Apostoli per prima udienza del
Tribunale fallimentare
Dalle ore 10:00 in poi, autorizzato dalla Questura di Roma, presidio dei
lavoratori Agile ex Eutelia in Piazza dei SS Apostoli, in occasione della prima
udienza del Tribunale fallimentare.
Domenica 20 dicembre 2009 - Da "Assemblea!": la tempesta della
crisi...Non siamo tutti sulla stessa Barca!
Il sito blog Assemblea! Ha messo in rete il documento "La tempesta della
crisi", con valutazioni politiche, dati e testimonianze di una "crisi" economica e
del lavoro che solo in parte è figlia della congiuntura globale. In realtà fa parte
di una cultura imperante di certa imprenditoria, che fa speculazione pura sulla
pelle dei lavoratori, creando crisi artefatte con altissimi costi per la collettività e
per l'economia reale. La vicenda Eutelia/Agile nel documento, è definita come
"paradigmatica" di certi comportamenti del "padronato"
Vai al documento>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Domenica 20 dicembre 2009 - Festa dei bambini alla sede Agile di
Roma
Alla sede Agile di Roma in via Bona 67 alle ore 17:00
Festa dei bambini: favole, racconti e...magie!

Venerdì 18 dicembre 2009 - Assemblea congressuale della CGIL alla


sede Agile di Roma
Alla sede Agile di Roma in via Bona 67 alle ore 14:00, in Sala Riunioni al III
piano, si terrà l'Assemblea Congressuale della CGIL, aperta a tutti ma con
voto finale riservato agli iscritti.
Lunedì 14 - Guida al calcolo della posizione INPS online, niente più file
allo sportello...
In questo periodo di vertenza (e di Finanziarie scippa-TFR del Governo) è utile
controllare la propria posizione previdenziale INPS. Prima di tutto controllare!
Non ci crederai, ma grazie ai servizi online niente più file e lunghe attese nei
corridoi dell’INPS, ora è semplicissimo controllare se l’azienda per la quale hai
lavorato in passato o quella per cui stai lavorando ora abbia versato di fatto i
contributi.
In questo documento, tratto dal sito web di Clash City Workers, vi
spiegheremo passo-passo come farlo. Vai al
documento>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Domenica 13 Dicembre 2009 - Agile: il Governo deve agire subito per
gli stipendi

Nell'incontro del 26 novembre alla Presidenza del Consiglio la Omega aveva


sottoscritto un impegno a cui i lavoratori non hanno mai creduto: pagare gli
stipendi entro i primi giorni di dicembre. Era facile prevedere che gli
"imprenditori all'italiana" Claudio Massa e Sebastiano Liori, non
avrebbero smentito la loro natura di criminali, proprio in quei giorni hanno dato
le dimissioni da Omega. Ora i lavoratori non possono attendere ancora, hanno
preso atto degli impegni del Governo a farsi carico della vertenza Agile, ma è
urgente che il Governo attui una procedura di emergenza:
devono essere versati gli stipendi ai lavoratori ORA!
Vai al documento>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Giovedì 11 Dicembre 2009 - Agile, il punto di una vertenza infinita

Dal Comunicato stampa della Presidenza del Consiglio


Eutelia-Omega-Phonemedia: Letta riceve parti sociali
Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, ha ricevuto questa
sera a Palazzo Chigi le organizzazioni sindacali coinvolte nella vicenda Eutelia-
Omega-Phonemedia. All’incontro non si sono presentati i rappresentanti del
gruppo. Gli stessi rappresentanti, con una comunicazione scritta alla
Presidenza del Consiglio (pervenuta in data odierna), hanno ammesso di non
aver rispettato l’impegno di pagare gli stipendi arretrati entro il 5 dicembre
scorso, assunto nella riunione del 26 novembre.
Governo e organizzazioni sindacali hanno registrato l’assenza dei
rappresentanti del gruppo e preso atto delle dimissioni degli amministratori.
Il sottosegretario Letta ha ribadito l’impegno del governo affinchè la pubblica
amministrazione confermi gli impegni assunti con il gruppo da committenti e
fornitori e rivolto un invito che altrettanto facciano le aziende private. Analogo
appello il Governo, su invito del sindacato, rivolgerà a enti locali e sistema del
credito affinché assumano tutte le iniziative tese ad alleviare le condizioni di
disagio dei lavoratori.
Le parti sociali hanno auspicato che il Tribunale fallimentare prenda in
considerazione tutte le istanze presentate dai dipendenti del gruppo.
I lavoratori in attesa dei fatti
Possiamo per ora solo prendere atto dello stato attuale:
- si è dimostrato che il MSE Economico (titolare Scajola), non ha saputo o
voluto gestire una crisi in atto da molti mesi
- si è arrivati alla cancrena di un azienda, che gestisce contratti con la Pubblica
Amministrazione, senza che la stessa abbia reagito quando era in atto una
semplice "azzoppatura" nel corso del 2009
- ora siamo alla "terapia" o alla "amputazione"? Letta si è impegnato a
ricomporre i cocci di una situazione drammatica della Agile tramite il
Commissariamento, preceduto da una sentenza del Tribunale Fallimentare.
I lavoratori ricordano al governo che gli stipendi non arrivano da luglio, e
stanno attendendo nei presidi delle sedi occupate, una risposta immediata su
questo problema che deve essere affrontato IMMEDIATAMENTE!
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email

Lunedì 7 Dicembre 2009 - La grande puntata di Crash - "Ex Eutelia: la


vera storia" è on line!
Avremmo pensato la stessa cosa della puntata di "Crash" di RAI Educational
del 4 dicembre, sulla nostra vicenda sindacale e industriale, anche se non
fossimo lavoratori ex Eutelia, "Ex Eutelia: la vera storia" è stato un
momento di grande televisione. Condividiamo in pieno quanto dice Valeria
Colante a conclusione della trasmissione, tratta dall'inchiesta di Federico
Ruffo, sulla vertenza Rutelia-Agile-Omega: "Siamo fieri del nostro
lavoro...".
Federico Ruffo e Valeria Colante, hanno saputo rappresentare la vertenza,
l'occupazione, le sperande, la rabbia, i momenti di lotta, quelli di serenità di noi
lavoratori ex Eutelia, con un'umanità e una partecipazione che non
dimenticheremo mai, continuate a seguirci e...a emozionarci!

"Ex Eutelia: la vera storia" è on line! Clic qui per vederla


Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Rinvio di 24 ore da Letta per Omega, i topi abbandonano la nave...
Adesso sarebbe troppo facile dire: lo avevamo previsto...Claudio Marcello
Massa e Sebastiano Liori, dando le dimissioni da Omega hanno dimostrato
tutta la cifra criminale di cui sono capaci. La vertenza Agile-Omega, ora si
dispiega per quello è dall'inizio: un buco nero che ha risucchiato 10000
dipendenti, senza stipendi da mesi, senza un vertice aziendale (non c'è mai
stato...), senza una qualsiasi prospettiva industriale e una sola soluzione:
COMMISSARIAMENTO!
Quella che sembrava la soluzione per 2000 informatici della Agile, ora è
diventata un'emergenza nazionale con Phonemedia, Answers e altre
aziende, coinvolte in un crack, le cui dimensoni per costi alla collettività sono
tutte da verificare. L'incontro con la Presidenza del Consiglio è rinviato al 9
dicembre, e tutta la drammaticità della vicenda Omega è nel comunicato di
Letta.
I topi abbandonano la nave che affonda, i ratti di Arezzo se ne sono andati
ancora prima di salpare, si erano già satollati al porto di partenza...

Scandalo italiano "Phonemedia-Omega-Agile": 9000 fantasmi


(testimonianza da Novara)
Dario ci scrive dalla sede Phonemedia di Novara attualmente occupata, dove
lavorano 700 persone e denuncia il dramma Phonemedia a: Biella, Trino
Vercellese, Monza, Bologna, Pistoia, Catanzaro (dove lavorano 2000 persone),
Bitritto, Trapani, e una sede perfino a Buenos Aires. Chiede a noi della Agile
che la nostra "perseveranza nella lotta comune per la salvaguardia del nostro
posto di lavoro", comprenda nelle sedi opportune anche le vertenze per
Phonemedia e Answers.
Ebbene Sebastiano Liori e Claudio Marcello Massa, nella loro ecumenica smania
di "accomunare" aziende, ora hanno accomunato Omega abbandonandola al
suo destino. Noi è da mesi che andiamo dicendo del dato oggettivo, che
Omega con i suoi 10000 disperati dipendenti è un problema nazionale,
ora i topi hanno abbandonato la nave, dopo averla depredata. Attendiamo le
risultanze della convocazione a palazzo Chigi da Letta mercoledì 9, per alcune
valutazioni su chi doveva vigilare...
l'articolo dal blog "colsenter" sul dramma Phonemedia>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Venerdì 4 Dicembre 2009 - Ex Eutelia: la vera storia su Crash, di RAI
Educational all'una di notte su RAI 3
In onda venerdì 4 dicembre all'1:00 su RaiTre e, in replica, domenica 13
dicembre alle 19:00 e alle 4:35 su Rai Storia: Ex Eutelia: lavera storia . La
puntata sarà on line lunedì alle 14:00

Comunicati da Maurizio Zipponi e Giovanni Di Bella della IDV, su


Omega ed Eutelia
EUTELIA, ZIPPONI (IDV): Dimissioni dirigenza? Se confermate sono
prova che il piano industriale e inconsistente (venerdì 4 dicembre ore
15,50)“La notizia che ci è giunta riguardo le dimissioni di Sebastiano Liori e
Claudio Marcello Massa, dirigenti del gruppo Omega, se confermata sarebbe
la prova che questa dirigenza ha preso in giro anche il Governo, presentando lo
scorso 26 novembre un piano industriale senza copertura finanziaria, quindi nei
fatti inconsistente”. Lo afferma Maurizio Zipponi, responsabile Welfare e
Lavoro dell’IdV, che spiega: “questa decisione fa pensare inoltre al tentativo,
da parte della dirigenza, di sfuggire alle proprie responsabilità e proteggersi
preventivamente dall’azione della magistratura, oltre ad avere come
conseguenza l’annullamento dell’ incontro previsto il 7 dicembre presso la
Presidenza del Consiglio, che avrebbe avuto come oggetto la questione degli
stipendi da garantire ai lavoratori e la formulazione di un serio piano
industriale”. Secondo Zipponi, “la vicenda Omega è un’emergenza nazionale
per Governo, sindacati e partiti, che va risolta nell'interesse dei lavoratori e del
Paese. Per questo –conclude- il primo passo è avviare immediatamente la
procedura per il commissariamento e lasciare che la magistratura faccia il suo
corso, accertando anche la trasparenza o meno della acquisizione dell’Ex-
Eutelia da parte dell’Omega”.

EUTELIA, ZIPPONI (IDV): A rischio certificazione del bilancio (0re


18,42)
“Ci risulta che la società di certificazione per il bilancio Eutelia, Price
waterhouse, abbia sollevato una serie di osservazioni e di riserve che
mettono in luce la criticità del bilancio e l’opacità della cessione del ramo
d'azienda della IT da Eutelia a Omega. Questo conferma le ragioni
dell'opposizione dei lavoratori e del sindacato all’operazione, espressa anche
attraverso gli esposti ai tribunali, e rende ancora più urgente l’azione della
Consob, alla quale l’Italia dei Valori si rivolgerà nei prossimi giorni. Sempre più
questa vicenda si sta gonfiando per dimensione dello scandalo, persone
coinvolte e coperture politico-finanziarie che possono far impallidire
persino la vicenda Cirio o quella Parmalat”. Lo afferma in una nota
Maurizio Zipponi, responsabile Welfare e Lavoro dell’IdV.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Giovedì 3 Dicembre 2009 - La disinformazione di Libero.it su Eutelia e
Agile-Omega, dolo o incompetenza?
Certo giornalismo all'italiana, oltre all'imprenditoria naturalmente, sembra che
non sappia per incompetenza o non voglia per dolo, rappresentare la realtà per
come è, le notizie per quello che sono, i fatti che ormai sono noti anche alle
comari della profonda provincia di Benevento. E' una fatica rettificare a questi
signori dell'editoria, guarda caso sempre di un certo tipo di orientamento, non
certo dalla parte delle vere vittime di questo scandaloso caso di speculazione
industriale...i lavoratori.
Lavoratori Agile manifestano a Palazzo Chigi il 26 dicembre (foto M.
Evangelisti)
Oggi la versione sul web di Libero, pubblica un articolo a firma di Nino
Sunseri, altro carneade del giornalismo che scrive di Eutelia e di Agile-
Omega o per sentito dire, oppure volendo dare l'ennesima versione vista dal
lato dell'azienda o meglio delle aziende coinvolte, quindi come al solito distorta.
Il massacro della realtà oggettiva inizia già dal titolo del pezzo di oggi 3
dicembre su Libero.it
L’indagine su Eutelia licenzia 10mila persone
Questo titolo vorrebbe far intendere che i posti di lavoro, vengono messi in
pericolo dalla Magistratura e che queste 10000 persone sono dipendenti
Eutelia.
E' da maggio 2009 che Eutelia ha messo in atto un licenziamento di massa per
oltre 1800 suoi ex dipendenti, con un falso passaggio di ramo d'azienda della
Agile (che era una sua società) al gruppo Omega. Scopo dell'operazione:
rottamazione dell'azienda (ex comparto IT Eutelia) e licenziamento di 2000
informatici ex Olivetti e Bull, dopo aver fatto sparire TFR per 100 milioni euro,
attuato falso in bilancio ed essersi approriati degli immobili ex Bull in zona della
Expo Milano 2015. Queste sono alcune delle motivazioni dell'inchiesta della
Procura di Milano nei confronti di Eutelia.
Quindi il titolo di questo pezzo è fuorviante e strumentale:
i posti di lavoro sono a rischio grazie alle speculazioni finanziarie della
famiglia Landi, in relazione ai 2000 informatici della Agile ex Olivetti e Bull
sull'immediato, in quanto annunciati da Omega, attuale proprietaria.
Gli altri oltre 8000 posti di lavoro sono a rischio in prospettiva, sempre da
parte di Omega, che oltre ad Agile comprende Phonemedia e Answer (call
center), le aziende suddette sono avvelenate da stipendi che non arrivano da
oltre tre mesi dalla Omega di Claudio Massa e Sebastiano Liori, noti liquidatori
di aziende.
Il loro ruolo appare quello di esecutori della rottamazione di Agile su mandato
dei Landi di Eutelia. Anche su questo indaga la Procura di Milano, che vuole
dipanare la paurosa matassa Eutelia-Omega-Agile.
Altra perla di Sunseri: "la vendita di Agile a Eutelia sia solo una
finzione per alimentare un rialzo artificiale delle azioni". La vendita di
Agile è stata fatta da Eutelia non "a Eutelia", e il fatto che Samuele Landi
abbia fatto irruzione nella sede Agile di Roma, scassinando porte e cassetti,
indica che l'azienda la considera ancora "roba sua" e che a Roma ci sono
documenti compromettenti per i Landi, quali? E' fra gli scopi dell'inchiesta
della Procura.

E' il 10 novembre 2009, la Polizia vera arresta i falsi poliziotti di Samuele


Landi alla Agile di Roma
Sebastiano Liori Direttore di Omega (socio di Claudio Massa) sulla
vendita di Agile da Eutelia e Omega:
«Ma non è vero, Landi è entrato perchè nei locali di Agile ci sono
ancora impianti di sua proprietà il cui blocco impediva alle sue altre
aziende di lavorare. Noi, comunque, ci siamo formalmente dissociati
da Landi. Dimostreremo al giudice che la vendita è stata reale.
Nessuna operazione fittizia».
Il problema degli impianti ancora di proprietà Eutelia è falso e strumentale.
Eutelia potrebbe avere dati in gestione all'interno dei server della sede Agile.
SONO IN OTTIME MANI. Quelli che libero.it chiama "operai", sono in realtà
specialisti informatici al massimo livello, che hanno tutto l'interesse a
mantenere quei server in piena efficienza, e questo succede! Quei server
non sono mai stati assistiti così amorevolmente...!
Perchè questo? Si tratta di super computer che fanno capo alle commesse,
che da sempre i lavoratori difendono, mentre l'azienda Agile fa di tutto per
perdere...paradosso incredibile! E questo è stato verificato dalle Forze
dell'ordine.
"Nessuna operazione fittizia dice Liori"
Questo è l'unico barlume di verità da parte di Liori; Massa e i Landi, la vendita
è reale...Peccato che sia finalizzata a coprire le speculazioni finanziarie, dei
Landi sui patrimoni aziendali ex Olivetti ed ex Bull, oltre che alla rottamazione
di Agile, attraverso la deliberata perdita di contratti con la Pubblica
Amministrazione: Camera dei Deputati, Banca d'Italia, Schengen, Comune di
Roma, Regione Puglia e tanti altri, per finire con i licenziamenti di 2000
informatici ai massimi livelli (altro che operai...) e un danno alla collettività in
TFR e mancati introiti all'erario, per oltre 100 milioni di Euro. La Procura
indaga su questi fatti nei confronti di Eutelia e le risposte di Liori,
configurano la sua paura di essere coinvolto nell'inchiesta!
Ancora Liori: «Noi abbiamo cercato il contatto con i sindacati per
trovare una soluzione. Non è stato possibile. Il sindacato non ha mai
voluto parlare con noi. Addirittura sono stati minacciati i proprietari
degli alberghi che dovevano ospitare le trattative».
Le trattative sul destino di 1800 informatici impegnati in commesse nella
Pubblica Amministrazione, vanno fatte nelle sedi Istituzionali, rispondiamo a
Liori, che in questa risposta dimostra il suo cronico disprezzo per le normali
regole e procedure di trattativa aziendale, oltre che per le Istituzioni e le
OOSS.

Di Pietro era fra i lavoratori Agile il 26 novembre sotto Palazzo Chigi


Liori: Ora si è aggiunto Antonio Di Pietro «che ha trasformato le nostre
sedi in luoghi per i suoi comizi».
Altra falsità, Di Pietro è fisiologico che dia fastidio a un faccendiere come
Liori, ma era presente alle nostre manifestazioni sotto Palazzo Chigi, con noi
impegnati in un sit-in e Di Pietro che è venuto ad ascoltarci, insieme ad altri
esponenti dell'opposizione non solo della IDV.
Liori: «Gran parte degli operai rimasti sono piuttosto avanti con l’età e
fortemente sindacalizzati». Ora si è aggiunto Di Pietro «il cui obiettivo
è quello di costituire una superquestura privata»
Ancora ci chiami OPERAI Liori? Con questo dimostri di non sapere neppure
che grado di professionalità stai rottamando, non ti interessa nulla di noi, salvo
intascare i trenta denari che ti arriveranno dalla nostra disoccupazione... E poi
quando parli di questura privata, hai un esperto ad Arezzo, tale Samuele Landi,
lui sì...è uno specialista, al punto da presentarsi a Via Bona a Roma TUA SEDE
AGILE, a sgomberare gli "operai", chiedere documenti e spacciarsi per
poliziotto, quella sì che è "superquestura privata".
Infine in un articolo che è un tritacarne della realtà e dei fatti, una notizia
vera: la società di tlc della multinazionale farmaceutica Novartis, ha dichiarato
all’agenzia Radiocor, la disponibilità a rilevare Eutelia. Ma a noi in attesa di
sapere che fine farà il nostro posto di lavoro non interessa...non siamo più
"operai" di Eutelia, ma informatici ai massimi livelli senza prospettive e con le
tasche vuote.
Per vedere le vere notizie sulla Procura di Milano che indaga su Eutelia
ecco due link:
La Nazione - Arezzo Eutelia: Indaga anche Milano Pm il big Francesco
Greco
L'Unità - Economia Eutelia sotto inchiesta La Procura di Milano indaga
sulla società di tlc
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Mercoledì 2 Dicembre 2009 - Eutelia contro Annozero per la
trasmissione del 26 novembre...i Landi senza vergogna.
In un video YouTube, tratto dal servizio della trasmissione Annozero del 26
novembre 2009, c'è la prova che Samuele Landi ex AD Eutelia, tutta la famiglia
Landi, e gli altri componenti del consiglio di amministrazione Eutelia, sono i
mandanti della falsa cessione di ramo d'azienda del comparto IT Eutelia a
Omega. A fornire un'altra prova inconfutabile di questo (la terza) è:
SAMUELE LANDI stesso.
Nel video l'ex AD Eutelia, fa la dichiarazione spudorata e arrogante del padrone
non solo della sua "roba", ma anche delle vite e delle professionalità di oltre
1800 dipendenti, sbolognati alla Agile-Omega, "Capitan Uncino" (come si fa
chiamare) anzi sbandiera spavaldo questa sua prerogativa di PADRONE
ASSOLUTO e dice davanti alla telecamera:
"Io sono il padrone di casa...questi signori devono uscire...fatemi
capire".
Questo è il video della "confessione" di Samuele Landi ad Annozero del 26
novembre.
Il video di Samuele Landi ad Annozero
Si può dire che questa è la prova numero tre del diretto coinvolgimento
Eutelia, nell'operazione di smantellamento dell'azienda Agile (ex IT Eutelia), e
del successivo licenziamento di 1200 lavoratori su 1800 annunciato a ottobre
da Agile-Omega.
PROVA NUMERO DUE
Samuele Landi irrompe con 15 gorilla al seguito nella sede Agile in via Bona
a Roma, alle 5 del mattino il 10 novembre, per sgombrare la sede dai
lavoratori in occupazione contro i licenziamenti. Se la Eutelia non c'entra nulla
in questa storia, il Landi cosa ci fa il quel posto a quell'ora, con 15 bravacci al
seguito?
PROVA NUMERO TRE
Il giornalista Ruffo di RAI Educational è presente all'irruzione del 10
novembre, gira un video che è agli atti della Magistratura, in cui è documentata
l'irruzione e testimonia sul reato di Landi e compari, che si presentavano ai
lavoratori spacciandosi per poliziotti, e chiedendo i documenti. Oltre ai
documenti dei lavoratori cosa cercava Landi e compagnia, scassinando porte e
cassetti coi piedi di porco? Prove di coinvolgimenti Eutelia in affari sporchi con
Omega? Oppure tracce di reati sul patrimonio?

Il momento del servizio ad Annozero dove Samuele Landi dice: "Io sono il
padrone di casa...questi signori devono uscire...fatemi capire"
Alla luce di queste prove con che sfrontata arroganza, la Eutelia osa adire le
vie legali contro Annozero e Gianni Dragoni, giornalista del Sole 24 Ore, per
l'accusa di citare esplicitamente Eutelia stessa, come promotore e attore di una
falsa cessione di ramo d'azienda?
E' un problema di moralità umana, civile, aziendale quello di Eutelia, che deve
essere risolto dalla giustizia penale, civile e dalle Istituzioni, per evitare che
altri personaggi come i Landi di Eutelia, come i vari Claudio Massa e Sebastiano
Liori di Agile-Omega, continuino indisturbati a:
- distruggere il tessuto dell'economia italiana
- licenziare per coprire speculazioni finanziarie
- scaricare i costi per TFR e CIG sulla collettività
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Il gatto e la volpe di Censurati.it e il Seminario sulla crisi economica
del PD
Sono tempi terribili per gli architravi su cui si basa la nostra società:
l'informazione libera e l'economia reale.
L'informazione libera e indipendente
L'aria che tira su TV e giornali è pesante, redazioni schierate, giornalisti che
manifestano per la libertà di informazione (e poi la massacrano), dossier usati
come clave per screditare altri giornalisti, la politica che allunga le mani sul
sistema mediatico a tutti i livelli. Ma c'è ancora chi fa informazione non
schierata, non condizionata da "ordini di scuderia", insomma che le canta
chiare e tonde a chiunque: politica di destra e di sinistra, potentati di mafia e
di economia, icone del giornalismo televisivo e vicende "invisibili" come la
nostra vertenza Omega-Agile.
Abbiamo parlato con Antonella Serafini, fra le firme di spicco sul portale di
Attualità, Informazione, Politica e fatti di attualità Censurati.it, della vertenza
Agile-Omega. L'abbiamo fatto con la meraviglia di chi ha di fronte una
giornalista d'altri tempi, sincera e vera fino in fondo, umanamente vicina e
interessata alle nostre vicende, al punto da sentirla "uno dei nostri", non come
certe sue colleghe venute a fare passerella dagli "operai aggrediti dal padrone",
già il titolo del suo pezzo ne fa capire la sostanza da grande giornalismo.
"io il gatto, lui la volpe, siamo in società..." La strana storia del caso
Eutelia Agile Omega di Antonella Serafini su Censurati.it
Bei tempi quando il nemico dell'operaio era il capitalista. Un po' come gli
indiani d'america e i Ranger. Da una parte i buoni, dall'altra i cattivi. Prima
c'era l'operaio che lavorava in una fabbrica di proprietà di un padrone che
guadagnava tanto e che dava uno stipendio misero a tanti schiavetti. Adesso
non ci sono più nè padroni nè schiavetti. E già, perchè gli operai di adesso
sono dipendenti che ricoprono varie mansioni, i padroni sono ricchi
imprenditori senza scrupoli, ma il futuro di tutti quanti lo decidono persone che
usano i criminali/imprenditori, rimanendo però con le mani pulite perchè fanno
fare i giochi sporchi agli scagnozzi. Ecco presentato il caso Agile - Omega (ex
Eutelia)... Vai all'articolo su Censurati.it>>
Mercoledì 2 dicembre, alle ore 18.00 - Presso la sede PD di Colli
Aniene
Via D’Onofrio, 67, I piano il seminario: “L’analisi e i risvolti della crisi
economica mondiale ed italiana” con Stefano Fascina - responsabile
economico della segreteria nazionale del PD. E' importante la partecipazione di
tutti, essendo la "crisi" Agile-Omega fra gli argomenti. Vai all'invito>>

Sabato 28 Novembre 2009 - Le "verità" di Claudio Massa su Agile e


CGIL a "il Giornale.it"
Su "il Giornale.it", versione internettiana del quotidiano di Vittorio Feltri, a
firma di Guido Mattioni, è apparso un articolo-intervista a Claudio Marcello
Massa, 62 anni, contitolare con Liori del gruppo Omega, in cui fra le tante
panzane da contro informazione, Massa ha dichiarato:
«Perché in questo business il nostro primo competitor è la Fiom Cgil, che
controlla diverse aziende del settore. Destabilizzi un competitor, poi quando è
in difficoltà lo fai acquistare da un amico. Pensi che Fiom controlla anche una
società che si occupa di intercettazioni. E non mi faccia dire altro».
Per questa madre di tutte le menzogne dell'imprenditore all'italiana
Massa, è partita oggi la querela per diffamazione da Rinaldini della
CGIL.
Noi lavoratori Agile, chiamati in causa rispondiamo a Massa e alle sue
esternazioni da teatrino, con un articolo che smonta uno per uno tutti i suoi
voli pindarici sulla situazione disastrosa dell'azienda, sugli stipendi e le
spettanze non corrisposti e sulla Restform, il fondo ombra inglese, a cui
farebbe capo la Omega.
Nella "bella sede Restform al centro di Londra" (come la definisce Massa), c'è
un "uomo di Paglia" inglese che fa da prestanome spacciandosi per "Direttore"
della compagnia, a cui fa capo la Libeccio che in un giro di scatole cinesi da mal
di testa sarebbe la Capo Gruppo di Omega...da impazzire per capirci qualcosa!
Claudio Massa, racconta le sue "verità" su Agile e CGIL in un intervista
a il Giornale.it>>
Parte Arancia Metalmeccanica! Il sito...>>
Per aderire, richieste e info:
aranciametalmeccanica@gmail.com
Circoli PRC del Municipio 5 di Roma
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email

Le striscie satiriche su Agile ex Eutelia di Virus (L'Unità) >>


Giovedì 26 Novembre 2009 - La lunga notte dei lavoratori Agile a
Palazzo Chigi, è commissariamento!

Foto di Maurizio Evangelisti (rassegna.it)


Come previsto parecchie centinaia di lavoratori Agile erano alla manifestazione
in via del Corso, di fronte a palazzo Chigi, a sostegno della delegazione delle
OOSS e delle RSU dal Sottosegretario Letta per la vertenza in atto, l'atmosfera
era di attesa spasmodica, acuita dalla troupe di AnnoZero (RAI 3) che ci
collegava in diretta con la trasmissione.
Eravamo tutti in uno stato di esaltazione, ma anche di tensione, aspettandoci
annunci roboanti di vittoria, oppure di sconfitta dalla delegazione che
comprendeva Rinaldini e Potetti per le OOSS, Alessandra Carnicella per le
RSU.
Alle 11,15 circa è scesa la delegazione sindacale, per relazionare i lavoratori,
ed è successo ciò che era prevedibile, Rinaldini ha spiegato che:
- è partita la procedura legale di insolvenza verso l'azienda
- al termine della procedura suddetta viene avviata l'amministrazione
straordinaria, di un soggetto istituzionale da definire che traghetti l'azienda
verso una soluzione imprenditoriale, con uno o più soggetti industriali.
- l'azienda si è impegnata a versare gli stipendi entro il 5 dicembre
C'è stata a questo punto una reazione verbalmente violenta verso le OOSS,
accusate dai lavoratori di aver tenuto un atteggiamento troppo morbido, verso
l'azienda per gli stipendi e le spettanze da versare, e verso il Governo per il
commissariamento.

Foto di Maurizio Evangelisti (rassegna.it)


C'è da comprendere da parte di noi lavoratori che per il commissariamento la
procedura legale di insolvenza contro l'azienda, è un passaggio obbligato, per
poter arrivare al commissariamento stesso. Tutto questo comporta dei tempi
tecnici, ma è giusto pretendere dal Governo e dalle OOSS, di fare tutto il
necessario per stringerli. Allo stesso modo la contestazione furiosa dei
lavoratori sulla data del 5 dicembre, per il versamento di stipendi e spettanze,
era prevedibile e comprensibile, per tre motivi:
- l'azienda già in passato su questo aspetto ha fatto giochi a rimpiattino, con
promesse di futuri versamenti delle spettanze non rispettate
- la data del 5 dicembre che è un sabato risulta ridicola e pretestuosa
- i lavoratori attendono stipendi e spettanze da luglio, il limite della
sopportazione umana è già stato superato da un pezzo.
Le OOSS, le istituzioni nazionali e locali, devono fare il massimo sforzo per
abbreviare i tempi di questa via crucis dei lavoratori, ormai alla fame e
stremati da un periodo di vertenze e occupazioni infinito.
Ma non condividiamo la contestazione sui tempi necessari alla procedura di
insolvenza in tribunale e successivo commissariamento, che sono passaggi
obbligati e in ogni caso:
QUESTO ERA UNO DEGLI OBIETTIVI DELLA VERTENZA AGILE:
RAGGIUNTO!
Da eulav.net il comunicato del Sottosegretario alla Presidenza del
Consiglio Gianni Letta>>

E' necessario che si ricomponga il dissidio fra lavoratori comprensibilmente


esasperati e le OOSS, perchè il risultato raggiunto questa notte è
fondamentale, ma occorre essere compatti per non perdere quanto ottenuto, a
prezzo di occupazioni e manifestazioni sfibranti: il commissariamento
dell'azienda.
Ma il nodo degli stipendi e delle spettanze deve essere sciolto in tempi
brevi, e in questo i lavoratori giustamente pretendono un impegno forte di
OOSS e Istituzioni.
Antonio Di Pietro: L'unica strada è il commissariamento
Il video sotto Palazzo Chigi con On Di Pietro e Zipponi
Da notare la presenza degli On. Di Pietro, Sonia Alfano e Maurizio Zipponi
della IDV in piazza, come sempre presenti alla vertenza Agile, si sono
adoperati per cercare di spiegare a tutti noi l'importanza politica, del risultato
di oggi, che ha avuto l'approvazione perfino di...Tremonti, e allora:
se il "diavolo" è dalla nostra parte...forse il paradiso non è lontano.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Giovedì 26 Novembre - Minacce di morte al Giornalista Ruffo di RAI
Educational
Da Ultimora News di 5News.it
Minacce ai giornalisti che seguono il crack Eutelia
"Ruffo, sei morto", questo il messaggio scritto in nottata con vernice rossa sul
muro dell'abitazione di Federico Ruffo, l'inviato di Crash, il programma di
Rai Educational, che all'alba del 10 Novembre scorso filmo' l'irruzione di un
gruppo di guardie giurate guidate da Samuele Landi all'interno degli edifici
occupati dai lavoratori dell' Agile (ex Eutelia). Al momento la compagnia dei
Carabinieri di Ostia, stazione di Acilia, sta effettuando gli accertamenti del caso
per rintracciare i responsabili del gesto intimidatorio. Federico Ruffo, insieme a
Emilio Casalini, stanno lavorando da piu' di un mese sulla storia della crisi
dell'azienda, sugli intrecci finanziari che l'hanno portata allo stato attuale, sulla
protesta dei lavoratori, sui passaggi di proprieta' non sempre documentabili e
non sempre trasparenti. La puntata di "Crash" che raccontera' tutta la vicenda,
compreso questo ultimo capitolo delle minacce, sara' in onda su Rai Tre
all'1,00 di Venerdi' 4 Dicembre.
Da parte di tutti i lavoratori della Agile in lotta, ma in particolare dalla
sede di Roma occupata, va a Federico Ruffo tutta la nostra solidarietà.
Speriamo che vengano assicurati alla giustizia i responsabili,
vigliacchi, spregevoli protagonisti dell'intimidazione a Ruffo. Non ci
vuole molta immaginazione per capire chi sono i mandanti vero...?
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Mercoledì 25 Novembre - AVANTI POP per i lavoratori Agile (ex
Eutelia), una serata da non perdere in sede Agile a Roma
Una sera di canzoni sul lavoro, alla vigilia dell'incontro con il governo, leggendo
il diario di un mese di occupazione. Sul camioncino con i Têtes de Bois:
Simone Cristicchi, Mario Monicelli, Massimo Pasquini, Ulderico Pesce,
Chiara Rapaccini, Daniele Silvestri, Sergio Staino, Paola Turci, Dario
Vergassola. In collaborazione con l'associazione Movimenti.

Simone Cristicchi, Daniele Silvestri, Paola Turci, Dario Vergassola sarano in


Agile occupata a Roma
L'appuntamento è per Mercoledì 25 novembre presso la sede Eutelia di
Roma in Via G.V. Bona, 67 alle 20,30, ingresso gratuito. UNA SERATA DA
VIVERE IN SEDE AGILE A ROMA!
Martedì 24 Novembre - Nota della IDV su Omega/ex Eutelia inviata
dall' On. Maurizio Zipponi
Abbiamo ricevuto sul contatto email del nostro blog Lavoratori Agile in lotta,
una nota dell' On Zipponi, responsabile IDV per welfare e lavoro. La
pubblichiamo per ringraziarlo, ma anche per rafforzare la determinazione di noi
lavoratori Agile, che dovremo mettere in campo nella giornata del prossimo 26
novembre, alla Presidenza del Consiglio.
Sul caso del gruppo Omega/ex Eutelia, Italia dei Valori ritiene importante che
da un lato intervenga la magistratura per verificare ogni possibile violazione
della legge italiana, dall’altro ritiene indispensabile che il Governo proceda
immediatamente ad avviare l’iter per il commissariamento al fine di ottenere:
- il blocco dei licenziamenti, la copertura del reddito dei lavoratori e la ricerca
di industriali seri che permettano di dare un futuro certo ad un uno dei settori
fondamentali dell’industria italiana.
- Un ruolo fondamentale di garanzia deve essere svolto dalla Presidenza del
Consiglio e dal Ministero delle Attività Produttive.
Tale posizione è stata più volte affermata dal Presidente dell’Italia dei Valori
Antonio Di Pietro ed è per il dipartimento nazionale lavoro-welfare dell’Italia
dei Valori l’unica strada credibile da percorrere.
Maurizio Zipponi
Responsabile nazionale IDV
Dipartimento lavoro-welfare
Domenica 22 Novembre - Le OOSS raccolgono le firme per l'istanza di
ammnistrazione controllata
Roma V.Bona h 10:30 - Incontro con i legali delle OOSS per la raccolta delle
firme sui moduli di richiesta di ammnistrazione controllata. Trattandosi
dell'unico incontro previsto è necessaria la massima partecipazione dei
lavoratori.
Roma V.Bona h 17:00 - Incontro pubblico con dibattito "Per la difesa del
Lavoro. Per una Politica industriale di rilancio dell’informatica e delle
Telecomunicazioni". Come apertura del dibattito è previsto uno spettacolo
teatrale realizzato dall’Associazione Culturale PALCOMIX.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
20 novembre - Solidarietà dalla INNSE ai lavoratori Eutelia di Roma
Abbiamo ricevuto al contatto di posta del nostro blog, un messaggio di
solidarietà dai lavoratori della INNSE, la cui vicenda è adesso più che mai, un
simbolo della lotta per il lavoro e i diritti. Un esempio per tutti noi...
Vi esprimiamo il nostro completo appoggio, la vicenda della squadraccia
capitanata dal padrone per sgomberare l’azienda ci ha fatto venire in mente
tutti gli attacchi che anche noi abbiamo dovuto subire da parte di questi
personaggi. Agli ordini del padrone Genta volevano smontare la fabbrica e
rendere inutile il presidio.
Abbiamo resistito come voi, come voi ci siamo opposti ai licenziamenti fino alla
conclusione positiva della vicenda. Avete la forza e la determinazione per non
cedere e non farvi intimidire, resistete perché niente è scritto. La volontà del
padrone, il suo interesse a fare profitti buttandoci in mezzo ad una strada, non
è una legge divina, si può e si deve rovesciare.
La forza può spezzare una resistenza anche accanita, ma se la resistenza
resiste sarà la forza a spezzarsi.
Da una fabbrica all’altra la resistenza si sta generalizzando e rafforzando,
possiamo farcela.
Un caro saluto dagli operai della INNSE di Milano
Solidarietà e un forte abbraccio dalla INNSE di Milano, ciao Gino

Giu' le mani dai lavoratori ex Olivetti e Bull aggiungiamo...

21 novembre - La vertenza Agile-Eutelia su RAI 3 a "Cominciamo


bene"
Alla trasmissione "Comiciamo bene" su RAI 3 condotta da Fabrizio Frizzi, è
intervenuta in studio la collega Gloria che ha esposto in diretta, insieme a
Gianni Seccia (FIOM Roma Sud), la situazione della vertenza Agile e dei
licenziamenti, dichiarati recentemente dall'azienda.

CLIC QUI per il video sulla vertenza Agile a Cominciamo bene su RAI 3
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email

19 novembre - Articolo dell'On Maurizio Zipponi, responsabile welfare


e lavoro della IDV
L’Agile- ex Eutelia è un’azienda del gruppo Omega che ha sede in diverse città
italiane e che opera nell’ambito dei call center e in settori strategici
dell’information technology, vantando anche commesse da diversi enti della
Pubblica amministrazione. (la convocazione alla Presidenza del Consiglio è
stata anticipata al 26 novembre ndr) Clic sul link sotto per leggere
l'articolo
Caso Agile Eutelia: appuntamento il 26 novembre
Tieniti aggiornato: http://www.italiadeivalori.it/

19 novembre - Al presidio Agile di Roma in via Bona presente la IDV,


con pranzo e spettacolo
L'Italia Dei Valori sarà presente al presidio Agile in Via Bona 87 a Roma, dove
interverranno vari esponenti della IDV fra cui il Sen. Pedica. E' annunciata la
visita di Eleonora Borromeo giornalista de IL FATTO QUOTIDIANO.
Previsti dal programma il pranzo per tutti i partecipanti, spettacoli musicali e di
cabaret con Francesca Fornario ed Enrico Capuano. Un giornata tutta da
vivere in presidio Agile in compagnia dei lavoratori e della IDV!
19 Novembre - FONSPA a Piazza S. Apostoli , Fratelli di lotta
I Lavoratori del FONSPA erano di nuovo in piazza per difendere il posto di
lavoro ed il proprio futuro, messo a rischio dalla politica di svuotamento delle
attività e di tentata liquidazione attuata dalla proprietaria Morgan Stanley.
Dalle ore 9,00 alle 12,00 a Piazza S. Apostoli hanno attuato un presidio. Una
loro delegazione sindacale è stata ricevuta dalla Regione Lazio, dalla Provincia
di Roma e dal Comune di Roma. I lavoratori FONSPA hanno associato la loro
vertenza alla nostra e partecipato alla manifestazione del gruppo Omega del
17 novembre scorso. A tutti loro va il nostro ringraziamento e il nostro
appoggio. Li consieriamo FRATELLI DI LOTTA.
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Vai al documento LA DURA LOTTA DEI LAVORATORI DEL FONSPA>>

17 novembre - Manifestazione nazionale dei lavoratori Omega

E' la vittoria della rabbia, della determinazione, della voglia di non mollare, fino
alla soluzione di questa brutta vicenda, che non ha nulla di industriale, di
"crisi", ma è solo lo scontro fra interessi predatori di speculazione, da parte di
un imprenditoria criminale (Landi, Massa, Liori & c.), contrapposti ai lavoratori
che chiedono solo il rispetto di un diritto fondamentale, nonchè primo Articolo
della Costituzione:
IL LAVORO

Una manifestazione di proporzioni mai viste per questo gruppo e per Agile,
oggi si è mossa con migliaia di lavoratori di tutto il gruppo Omega oltre a
quelli di Agile, urlando la propria voglia di lottare contro tutto e tutti. Alla
manifestazione era presente una delegazione della FONSPA , gruppo bancario
anch'esso vittima di "finanza allegra" che ringraziamo.
Determinante per l'ottenimento della convocazione è stato l'intervento diretto
dell'On Di Pietro della IDV, ha anche fatto letteralmente da scudo ai
lavoratori Omega, in sit-in davanti a Palazzo Chigi, che rischiavano cariche da
parte della Polizia. Il Segretario del PD Bersani ha dichiarato di voler fare un
appello straordinario a Berlusconi, erano presenti anche: On. Maurizio
Zipponi (IDV), On. Paolo Ferrero di Rifondazione, l'On Cesare Damiano
(PD), Susanna Camusso e Gianni Rinaldini (CGIL) che ha dato l'annuncio
dell'ottenimento del tavolo:
IL TAVOLO A PALAZZO CHIGI E' STATO ANTICIPATO AL 26 NOVEMBRE
L'annuncio della convocazione per il 26 novembre da rassegna.it>>
Questo era l'obiettivo della manifestazione ed è stato raggiunto.
Per maggiori particolari clic sull'articolo di rassegna.it>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
La manifestazione Omega a Roma su TG3 Linea Notte
Il video da TG3 Linea Notte sulla manifestazione Omega a Roma
Rassegna stampa della giornata di lotta Omega a Roma il 17/11/2009
La Repubblica - Eutelia, 'assedio' a Palazzo Chigi "Settemila famiglie a rischio"
La Repubblica ROMA - Vertenza Agile, sit in a via del Corso
Milano Finanza - Sale protesta ex dipendenti Eutelia, incontro col Governo il 27
novembre

Da PdCITV, Eutelia-Agile storia di rottamazione aziendale


Nel video dei Comunisti Italiani, la ricostruzione dei passaggi di ramo
d'azienda, a partire da Getronics e Bull, acquisite da Eutelia nel 2006, fino ad
arrivare al trasferimento in Agile del comparto IT e alla cessione in Omega, è
una storia contorta di "rottamazione aziendale" perfino difficile da raccontare.
Il video di PdCITV sulla rottamazione aziendale Agile ex Eutelia

15 novembre - Domenica evento alla sede Agile in via Bona a Roma


Al Presidio Agile in via Bona 67 a Roma domenica 15 novembre dalle ore 12:00
in poi, pranzo e cena con i lavoratori e le lavoratrici Agile/Eutelia in presidio
permanente e le loro famiglie. Proiezione del film "Le ombre rosse" di Citto
Maselli alla presenza del regista e altri artisti. La locandina dell'evento>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
14 novembre - Di Pietro, Zipponi della IDV ed Epifani in piazza alla
manifestazione CGIL ancora su Agile Omega e politica del malaffare
Il video della manifestazione CGIL del 14 novembre 2009

13 novembre - Diretta TV alle 21,00 al Presidio Agile Via Bona su


ROMAUNO, SKY e www.romauno.tv
Il Presidio Agile in via Bona a Roma è in diretta TV alle 21,00 su ROMAUNO, a
livello nazionale su SKY canale 860, in streaming su www.romauno.tv e a
Roma canale 31. In studio saranno presenti Gianni Seccia (Fiom CGIL Roma
Sud) e forse in contradditorio Samuele Landi.

Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email


12 novembre - Di Pietro: il caso Eutelia Agile in Parlamento
Oggi in Parlamento l'On. Di Pietro ha presentato un'interrogazione sul caso
Eutelia Agile, esponendo i fatti che hanno portato a questa vera stortura delle
regole aziendali, sociali e di etica imprenditoriale, anche in chiave Omega. Vi
mostriamo il video del suo intervento, ringraziando Lui e tutta la IDV per
l'impegno civile e la passione politica non solo nei nostri confronti. La speranza
di tutti i lavoratori Agile e della Omega, è in una soluzione industriale.
Video del discorso dell' On Di Pietro in Parlamento su ex Eutelia e
Omega
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
10 novembre - Cosa cercava Samuele Landi durante l'irruzione alla
Agile di Roma occupata?
Dalle ricostruzioni pubblicate dai giornali e dai media, viene fuori una serie di
fatti e di ipotesi, uno scenario fosco, da sottobosco di finanza piratesca, che si
nasconde dietro paraventi di società fittizie, nate solo per speculare, per
rastrellare soldi e potere, con spregevole protervia verso le vittime di questa
bieca finanza, che acquista aziende, poi le devasta per derubarle, licenzia
senza pietà, infine aggredisce fisicamente i lavoratori licenziati che si
oppongono pacificamente con le occupazioni.

Dietro la bravata pseudo fascista di "Capitan Uncino", come amava farsi


chiamare Samuele Landi nei blog, c'è molto di più della violenza da
latifondista che va a riprendersi la "sua roba" dagli sporchi lavoratori Agile che
la occupano.

Omega con Agile, Phonemedia, Answer e recentemente attività nei trasporti, è


diventata un gigante da oltre 10000 lavoratori, tutti senza stipendi e in
situazioni drammatiche, con commesse perse una dopo l'altra e l'incubo dei
licenziamenti incombenti, come gli annunciati 1200 di Agile su 1800 addetti.

Con questa aggressione vergognosa il Landi ha "confessato" a suo modo, che


c'è una connection dietro la crisi Agile...LA FAMIGLIA LANDI.
I fatti
Samuele Landi è un bugiardo, afferma il falso in una dichiarazione ad
Arezzoweb, dicendo che è entrato "usando le normali chiavi" trovando loschi
figuri, che ha "provveduto ad allertare le forze dell'ordine" e che "ne io ne gli
altri collaboratori, si sono presentati come Poliziotti o Carabinieri".

Mente spudoratamente! La prova è l'intervista rilasciata da Federico Ruffo,


giornalista RAI presente al fatto, che si è visto puntare una torcia in faccia e
chiedere i documenti da uno dei falsi poliziotti al seguito del Landi. Ad
inchiocare Samuele Landi alle sue responsabilità, oltre all'intervista rilasciata
dal giornalista, c'è il video girato dal giornalista stesso durante l'irruzione.
Vai al video di Ruffo dell'irruzione di Samuele Landi
Samuele Landi non era alla sede Agile solo per sgomberarla dai lavoratori, il
che è già un azione gravissima da Giustiziere fai da te, in realtà lo scopo
principale era un altro, trovare documenti compromettenti nella sede Agile di
Roma. Altrimenti per quale motivo i suoi gorilla hanno rovistato in armadi e
cassetti, scassinanadoli con i piedi di porco? Lo spieghi se ha coraggio...

Il gruppo Agile ed Eutelia hanno commesse importanti nelle Istituzioni. Al


Ministero dell'Interno la Eutelia gestisce il sistema informatico che collega le
questure di tutta Italia, inoltre c'è in gestione Agile/Omega il progetto
Schengen, sistema informatico che collega le Polizie europee.

I dati del Ministero dell'Interno e della Polizia, sono nelle mani di Agile nella
forma e nella sostanza. Ebbene non si conosce la proprietà effettiva della
Omega, proprietaria di Agile che ha la commessa, è addirittura probabile che
tutto il gruppo sia passato alla Libeccio Srl, controllata a sua volta dai due
fondi inglesi Restform e Anglo Corporate, semplici scatole cinesi. Come non
bastasse la Agile è diretta da Claudio Massa, con all'attivo 11 società liquidate
e 6 fallite. E' inaccettabile che i dati della Polizia e del Ministero dell'interno,
delicatissimi e spesso soggetti al segreto, siano in queste mani!

Questa è solo una delle commesse pubbliche, ce ne sono molte altre, che si
stanno perdendo nel buco nero degli stipendi non pagati ai dipendenti e della
totale paralisi dell'azienda.
Ipotesi
Perchè il Governo e il Sottosegretario Letta più volte chiamati in causa
non intervengono? Le ipotesi fanno paura ma sono plausibili:
- ci sono pezzi delle Istituzioni pesantemente compromessi con la vicenda

- ci sono partiti importanti e gruppi bancari (MPS e Banca Intesa) che


sponsorizzano Eutelia e Omega.
“Non vorrei - dichiara il segretario generale della Fiom-Cgil Rinaldini - che
questi fossero i primi segnali di un utilizzo di strumenti impropri e inaccettabili
che mettono a rischio la democrazia del nostro Paese. O la Presidenza del
Consiglio ci darà rapidamente disponibilità ad un incontro, o saremo autorizzati
a pensare che ci siano cose delicate da nascondere in virtù dell'attività svolta
dall'Azienda”. Il Gruppo, infatti, ha commesse importanti dai più grandi gestori
italiani di telefonia, da vari Ministeri, dalla Banca d’Italia e da altri settori della
Pubblica amministrazione.
TUTTO QUESTO E' INACCETTABILE...

Il video del servizio su Eutelia e Agile al TG3 nazionale del 11/11/2009


Vai al video su Agile ed Eutelia del RG3 Nazionale del 11/11/09
Articoli da "Il Manifesto" del 11/11/2009
Gli squadristi del padrone
AGILE/EUTELIA Sicurezza nazionale in mano al gruppo "venuto dal
nulla"
vai agli articoli>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
10 novembre - La Marcia su Roma dell'imprenditore all'italiana
Samuele Landi
Non tragga in inganno l'ironia del titolo di questo post, c'è poco da ridere sulla
bravata da squadrista di Samele Landi, pluri indagato dalla Procura di Arezzo
per reati finanziari, ex AD di Eutelia, mandante del licenziamento di massa
mascherato da passaggio di ramo d'azienda, dei lavoratori ex Olivetti e Bull
della Agile, altra sua creatura mostruosa che sta divorando 1200 posti di
lavoro. Pensavamo che il "Capitan Uncino" ci avesse già mostrato il peggio di
se...ingenui noi e criminale fino in fondo all'anima lui.

Roma, via Bona, quartiere Tiburtino, sede ex Eutelia ora Agile, nella notte
questo esemplare di homo sapiens senza anima ne morale, alla testa di
quattordici "bravacci" alle 5,00 forza le porte della sede occupata dai lavoratori,
per la vertenza Agile, li sveglia brutalmente con urla e torce accese in faccia,
chiede documenti spacciandosi per Polizia e li blocca con fare aggressivo.

Viene da chiederti Samuele: come mai questa furia, visto che ci hai venduto
per trenta denari, Giuda dell'imprenditoria all'italiana?

Hai firmato la tua confessione, con questa azione da ladro di diritti, lavoro e
dignità che non sei altro. Dimostrando anche la tua debolezza con la tua stessa
violenza, contro la volontà che non cede di noi che non molleremo mai ai tuoi
progetti criminali.
Ora attendiamo le risposte dei quieti rappresentanti delle Istituzioni, come ad
esempio quelle del silente Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio
Gianni Letta, più volte chiamato in causa questi giorni, per un tavolo che trovi
una soluzione politica e imprenditoriale alla crisi Omega/Agile, che per ora
riguarda 1200 lavoratori, ma in un prossimo futuro potrebbe riguardare 10000
posti di lavoro del gruppo Omega.

Cosa aspetta Dott. Gianni Letta, ci dica cosa altro deve succedere perchè lei si
desti dal suo torpore? Non le basta questa nuova Marcia su Roma
dell'imprenditore all'italiana Samuele Landi? Pendiamo dalle sue labbra...

(da rassegna.it)
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Agile (ex Eutelia), lavoratori aggrediti dai vigilantes
Le immagini del blitz contro i lavoratori Agile (ex Eutelia) di F.
Evangelisti
da corriere.it (articolo di Carlotta De Leo con dichiarazioni di
"Skywalker")
Eutelia, irruzione di vigilantes nella sede occupata: «Siamo la polizia»
dal blog "il Carattere" Video racconto e testimonianza di tre lavoratori
Vai al video racconto da “Il Carattere”

10 novembre - Lettera aperta alla Politica dai lavoratori Agile in lotta

Gentili Signori, Signore, Onorevoli e Senatori, questo è l'appello inviato a tutti


Voi da un lavoratore della Agile Srl, a nome di tutti i colleghi della mia azienda,
attualmente impegnati in una durissima vertenza con la suddetta azienda, a
difesa di lavoro, diritti e dignità civile negata.

Siamo 2000 lavoratori informatici, provenienti da due aziende che hanno


scritto la storia dell'informatica e dell'industria italiana, non solo in questo
nostro paese ma nel mondo: la Olivetti e la Bull.

Avrete notato il grassetto con cui ho scritto i nomi di queste aziende, che ormai
non esistono più, è il segno dell'orgoglio di essere fra coloro che insieme ai
colleghi, hanno contribuito a scrivere le piccole grandi storie, che fanno parte
di quelle grandi vicende industriali. vai alla lettera aperta>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email

Il caso Eutelia Agile Omega è sul blog "Clash City WORKERS"


Clash City WORKERS è un vero network di vertenze, che fa informazione
sulle tante vicende di diritti e dignità negati ai lavoratori. Hanno messo in rete
un video sulla vertenza della Eutelia, che in un gioco di matriosche: Agile,
Omega, Libeccio (?), sta licenziando il futuro di migliaia di lavoratori
dell'informatica, scaricando i costi sulla collettività. E' un contributo video che
sarebbe degno di "Report" o "AnnoZero": VIDEO EUTELIA eccolo...
Vai all'intervista a lavoratrice ex Eutelia di Clash City Workers

6 novembre 2009 - TG3 6/11/2009 Occupazioni nelle sedi Agile


Omega, contro i licenziamenti

Vai al video da servizio TG3 Linea notte a Pregana Milanese

Il TG3 nazionale delle 19, e poi TG3 LINEA NOTTE trasmettono servizi sulle
occupazioni nelle sedi del gruppo Omega-Agile a Pregnana Milanese e a Roma.
A Pregnana Milanese si parla di "imprenditoria criminale", di finte società
estere usate come scatole vuote, che divorano posti di lavoro e aziende sane,
viene fatto il nome di Claudio Massa come artefice di 1200 licenziamenti alla
Agile, ma noi aggiungiamo quello della famiglia Landi.

E' emergenza nazionale grazie a questi faccendieri, ladri di lavoro e


futuro...Fermiamoli!
Vedi il video dal servizio del TG3 a Pregnana Milanese

5 novembre 2009 - Comunicato stampa di Gianni Rinaldini, segretario


generale Fiom CGIL (da Eulav.net)
"Tra Eutelia Agile e Phonemedia sono ormai migliaia i lavoratori senza stipendio
e a rischio licenziamento. Necessaria una manifestazione nazionale a Roma."
vai al comunicato>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
4 novembre 2009 - Il comunicato stampa dell'IDV sulla vertenza Agile
(incontro con il Dott. Gianni Letta)
“Questa mattina il Presidente dell’Italia dei Valori, On. Antonio Di Pietro, ha
incontrato il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Dott. Gianni Letta,
per discutere della situazione dei lavoratori di Agile/Omega”. E’ quanto si
apprende da una nota dell’Italia dei Valori. Vai al comunicato>>
Pubblicato da Lavoratori Agile in lotta 0 commenti email
Articolo su Rassegna Sindacale: "Scaricati da Eutelia"

Per la FIOM, si tratta di un emergenza nazionale, che deve essere affrontata


nell'immediato vai all'articolo>>