Sei sulla pagina 1di 19

Consiglio dei

Dell'Unione europea
Bruxelles, 9 ottobre 2014
(OR. it)
11103/13
DCL 1

OMC 139
SERVIZI 26
FDI 17
USA 18
DECLASSIFICAZIONE
del documento:

ST 11103/13 RESTREINT UE/EU LIMITATO

datato:
nuovo status:

17 giugno 2013
Pubblico

Oggetto:

Direttive per il negoziato sul commercio transatlantico e investimenti


Partenariato tra l'Unione europea e gli Stati Uniti d'America

Si allega per le delegazioni la versione declassificata del suddetto documento.


Il testo di questo documento identico alla versione precedente.

11103/13 DCL 1
DG F 2 A

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO

CONSIGLIO DI
L'UNIONE EUROPEA

Bruxelles, 17 giugno 2013

11103/13
RESTREINT UE/EU LIMITATO
OMC 139
SERVIZI 26
FDI 17
USA 18
NOTA
Da:
A:
Oggetto:

Segretariato generale del Consiglio


Delegazioni
Direttive per il negoziato sul commercio transatlantico e investimento
partenariato tra l'Unione europea e gli Stati Uniti d'America

Le delegazioni si allega le direttive per la negoziazione sul commercio transatlantico e investimento


partenariato tra l'Unione europea e gli Stati Uniti d'America, come adottata al Consiglio affari esteri
(commercio) su 14 giugno 2013.

NB: Questo documento contiene informazioni classificate RESTREINT EU/UE riservato


cui divulgazione non autorizzata potrebbe essere svantaggioso per gli interessi
dell'Unione europea o di uno o pi Stati membri. Tutti i destinatari sono pertanto
invitati a gestire questo documento con la particolare cura richiesta dalle regole di
sicurezza del Consiglio per documenti classificati RESTREINT UE/EU ristretta.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


DIRETTIVE PER I NEGOZIATI SU UN ACCORDO DI INVESTIMENTO E IL
COMMERCIO GLOBALE CHIAMATO IL PARTENARIATO TRANSATLANTICO
COMMERCIO E GLI INVESTIMENTI TRA L'UNIONE EUROPEA E DEGLI STATI
UNITI D'AMERICA

Natura e ambito di applicazione dell'accordo


1.

L'accordo conterr esclusivamente le disposizioni sul commercio e settori legati al commercio


applicabile tra le parti. L'accordo dovrebbe confermare che il partenariato transatlantico,
commerciali e di investimento si basa su valori comuni, tra cui la protezione e la promozione
dei diritti umani e sicurezza internazionale.

2.

L'accordo sar ambizioso, completa, equilibrata e pienamente coerente con gli obblighi e le
regole di organizzazione mondiale del commercio (OMC).

3.

L'accordo prevede la reciproca liberalizzazione degli scambi di beni e servizi, nonch regole
su questioni attinenti al commercio, con un alto livello di ambizione, andando oltre le attuali
impegni WTO.

4.

Gli obblighi dell'accordo sono vincolanti su tutti i livelli di governo.

NB: Questo documento contiene informazioni classificate RESTREINT EU/UE riservato


cui divulgazione non autorizzata potrebbe essere svantaggioso per gli interessi dell'Unione
europea o di uno o pi Stati membri. Tutti i destinatari sono pertanto invitati a gestire
questo documento con la particolare cura richiesta dalle regole di sicurezza del Consiglio
per documenti classificati RESTREINT UE/EU ristretta.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO

5.

L'accordo composto da tre componenti chiave: accesso al mercato (a), (b)


regolamentazione problemi e gli ostacoli Non tariffari (NTB) e (c) le regole. Tutti e tre i
componenti saranno negoziati in parallelo e fanno parte di un'unica impresa, garantendo un
risultato equilibrato tra l'eliminazione dei dazi, l'eliminazione di inutili ostacoli normativi al
commercio e un miglioramento nelle regole, che portano ad un risultato notevole in ognuno
di questi componenti e apertura effettiva di ogni altri mercati.

Preambolo e principi generali


6.

Il preambolo si ricorder che il partenariato con gli Stati Uniti si basa su principi e valori
coerenti con i principi e gli obiettivi dell'azione esterna dell'Unione comuni. Sar fare
riferimento, tra l'altro, a:
-

Condivisi valori in settori quali i diritti umani, delle libert fondamentali, democrazia e stato di
diritto;

L'impegno delle parti per lo sviluppo sostenibile e il contributo del commercio


internazionale per lo sviluppo sostenibile nelle sue dimensioni economiche, sociali e
ambientali, tra cui lo sviluppo economico, occupazione piena e produttiva e lavoro
dignitoso per tutti come la protezione e la conservazione dell'ambiente e delle risorse
naturali;

L'impegno delle parti a un accordo in piena conformit con i loro diritti e obblighi
derivanti dall'OMC e di supporto del sistema commerciale multilaterale;

Il diritto delle parti di adottare misure necessarie per raggiungere gli obiettivi di politica
pubblica legittima sulla base del livello di protezione della salute, sicurezza, lavoro,
consumatori, l'ambiente e la promozione della diversit culturale, come previsto nella
Convenzione dell'UNESCO sulla protezione e la promozione della diversit delle
espressioni culturali, che lo ritengano opportuno;

L'obiettivo comune delle parti di prendere in considerazione le particolari sfide per


piccole e medie imprese nel contribuire allo sviluppo del commercio e degli
investimenti;

L'impegno delle parti a comunicare con tutte le pertinenti parti interessate, tra cui il
settore privato e le organizzazioni della societ civile.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


Obiettivi
7.

L'obiettivo dell'accordo quello di aumentare il commercio e gli investimenti tra l'UE e gli Stati
Uniti realizzare il potenziale inespresso di un luogo di mercato veramente transatlantico,
generando nuove opportunit economiche per la creazione di posti di lavoro e di crescita
attraverso l'accesso al mercato maggiore e una maggiore compatibilit regolamentare e
impostando il percorso standard globali.

8.

L'accordo dovrebbe riconoscere che lo sviluppo sostenibile un obiettivo globale delle parti
e che mirano a garantire e facilitare il rispetto di standard e di accordi internazionali
ambientali e del lavoro, promuovendo al contempo elevati livelli di protezione dell'ambiente,
del lavoro e dei consumatori, coerenti con l'acquis comunitario e le legislazioni degli Stati
membri. L'accordo dovrebbe riconoscere che i partiti non incoragger commerciali o
investimenti esteri diretti abbassando il lavoro ambientale, domestico o la salute sul lavoro e
sicurezza leggi e normative vigenti, o di norme fondamentali del lavoro rilassante o politiche
e la legislazione volta a tutelare e promuovere la diversit culturale.

9.

L'accordo non deve contenere disposizioni che rischiano di pregiudicare la diversit culturale
e linguistica dell'Unione o dei suoi Stati membri, vale a dire nel settore culturale, n limitare
l'Unione e gli Stati membri di mantenere le attuali politiche e misure a sostegno del settore
culturale, dato il suo status speciale all'interno dell'Unione europea e gli Stati membri.
L'accordo non pregiudica la capacit dell'Unione e gli Stati membri ad attuare le politiche e
misure per tener conto degli sviluppi in questo settore, in particolare nell'ambiente digitale.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


MARKET AACCESSO
Scambi di merci
10.

Dazi ed altri requisiti per quanto riguarda le importazioni e le esportazioni


L'obiettivo sar quello di eliminare tutti i dazi sul commercio bilaterale, con il comune
obiettivo di conseguire una sostanza eliminazione delle tariffe doganali all'entrata in vigore e
una graduale eliminazione tutti ma il pi sensibile delle tariffe in un breve lasso di tempo. Nel
corso dei negoziati, entrambe le parti prender in considerazione le opzioni per il trattamento
dei prodotti pi sensibili, compresi i contingenti tariffari di tasso. Sono aboliti tutti i dazi
doganali, tasse, tasse o oneri sulle esportazioni e di restrizioni quantitative o requisiti di
autorizzazione sulle esportazioni a altra parte che non sono giustificate dalle eccezioni
nell'ambito dell'accordo sull'applicazione dell'accordo. I negoziati devono affrontare
preoccupazioni per quanto riguarda i restanti ostacoli agli scambi di prodotti doppio uso
compromettere l'integrit del mercato unico.

11.

Regole di origine
Negoziati mireranno a conciliare gli approcci UE e noi alle regole di origine in modo che
facilita il commercio tra le parti e che prende in considerazione le regole di origine dell'Unione
europea e gli interessi dei produttori UE. Dovrebbe anche mirano ad assicurare che errori
amministrativi si sono affrontate in modo appropriato. A seguito di presentazione di un'analisi
della Commissione, delle sue possibili conseguenze economiche e previa consultazione con il
comitato di politica commerciale, le possibilit di cumulo con i paesi vicini che hanno concluso
accordi di libero scambio (ZLS) con entrambi l'UE e gli Stati Uniti saranno considerati.

12.

Eccezioni generali
L'accordo prevede una clausola di eccezione generale basata su articoli XX e XXI GATT.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


13.

Anti-dumping e misure compensative


L'accordo dovrebbe includere una clausola sull'antidumping e compensativi, riconoscendo che
nessuna delle parti pu prendere misure appropriate contro il dumping e/o compensative
sovvenzioni ai sensi dell'accordo dell'OMC sull'applicazione dell'articolo VI dell'accordo
generale sulle tariffe doganali e sul commercio del 1994 o dell'accordo OMC sulle
sovvenzioni e sulle misure compensative. L'accordo deve stabilire un dialogo regolare in
materia di difesa commerciale.

14.

Misure di salvaguardia
Per ottimizzare gli impegni di liberalizzazione, l'accordo dovrebbe contenere una clausola
bilaterale di salvaguardia di cui pu rimuovere delle parti, in parte o in preferenze completa,
dove un aumento delle importazioni di un prodotto dall'altra parte causando o minacciano di
causare gravi lesioni alla sua industria domestica.

Gli scambi di servizi e stabilimento


15.

L'obiettivo dei negoziati sul commercio dei servizi sar associare il livello di autonomo
esistente della liberalizzazione di entrambe le parti al massimo livello di liberalizzazione
catturato in esistenti accordi di libero scambio, in linea con l'articolo V del GATS, che
coprono sostanzialmente tutti i settori e tutte le modalit di fornitura, ottenendo di nuovo
accesso al mercato affrontando rimanenti barriere di accesso mercato di vecchia data,
riconoscendo la natura sensibile di certi settori. Inoltre, gli Stati Uniti e l'Unione europea
includer impegni per fornire trasparenza, imparzialit e rispetto delle procedure in materia di
licenze e qualifica requisiti e procedure, nonch a migliorare la regolamentazione discipline
incluse negli attuali Stati Uniti e accordi di libero scambio UE vincolanti.

16.

Le parti dovrebbero decidono di concedere un trattamento non meno favorevole per


l'istituzione nel loro territorio di aziende, filiali o succursali di altra parte rispetto a quello
accordato alle proprie imprese, filiali o succursali, tenendo in debito conto la natura sensibile
di alcuni settori specifici.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


17.

L'accordo dovrebbe sviluppare un quadro per facilitare il riconoscimento reciproco delle qualifiche
professionali.

18.

L'accordo sar non esclude l'applicazione delle eccezioni sulla fornitura di servizi
giustificabile sotto le pertinenti norme dell'OMC (XIV articoli e XIVbis GATS). La
Commissione dovrebbe inoltre garantire che nulla nell'accordo impedisce alle parti
applicando loro diritto nazionale, regolamenti e disposizioni in materia di ingresso e
soggiorno, a condizione che, in tal modo, essi non vanificare o compromettere i benefici
derivanti dall'accordo. L'Unione europea e degli Stati membri leggi, regolamenti e
disposizioni in materia di lavoro e le condizioni del lavoro continua ad applicarsi.

19.

L'alta qualit dei servizi pubblici dell'UE deve essere conservato in conformit del TFUE e
in particolare protocollo n 26 su servizi
di interesse generale e tenendo in
o
conto l'impegno dell'UE in questo settore, tra cui il GATS.

20.

I servizi forniti nell'esercizio dell'autorit pubblica, come definito dall'articolo i. 3 del GATS
sono esclusa da questi negoziati.

21.

Servizi audiovisivi non saranno coperti da questo capitolo.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


Protezione dell'investimento
22.

L'obiettivo dei negoziati sugli investimenti sar a negoziare disposizioni di investimento


liberalizzazione e protezione nelle zone di competenza mista, come ad esempio gli aspetti
portafoglio investimenti, propriet e l'espropriazione, in base ai pi alti livelli di
liberalizzazione e pi elevati standard di protezione che entrambe le parti hanno negoziato
fino ad oggi. Previa consultazione con gli Stati membri e in conformit dei trattati dell'UE
l'inclusione degli investimenti protezione e investitore-di-stato delle controversie (ISDS)
dipende se si ottiene una soluzione soddisfacente, interessi dell'UE riguardanti le questioni di
cui al paragrafo 23, di incontro. La questione si considerano anche in considerazione del
saldo finale dell'accordo.

23.

Per quanto riguarda la protezione degli investimenti, l'obiettivo delle rispettive disposizioni dell'accordo
dovrebbe:
-

prevedere il massimo livello di certezza e di tutela legale per gli investitori europei
negli Stati Uniti,

fornire per la promozione degli standard europei di protezione che dovrebbe aumentare
l'attrattiva dell'Europa come destinazione per gli investimenti esteri,

prevedere un piano di parit per gli investitori negli Stati Uniti e nell'Unione europea,

basarsi sulle esperienze degli Stati membri e migliori pratiche per quanto riguarda i loro
accordi di investimento bilaterale con i paesi terzi,

e dovrebbe essere fatto salvo il diritto dell'UE e gli Stati membri di adottare e
applicare, conformemente alle loro rispettive competenze, le misure necessarie a
perseguire obiettivi di politica pubblica legittima come sociale, ambientale, sicurezza,
stabilit del sistema finanziario, pubblica sicurezza e salute in un modo non discriminatorio. L'accordo dovrebbe rispettare le politiche dell'UE e dei suoi Stati
membri per la promozione e la tutela della diversit culturale.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


Ambito: il capitolo di protezione investimento dell'accordo dovrebbe coprire una vasta
gamma di investitori e le loro partecipazioni, diritti di propriet intellettuale, inclusi, se
l'investimento fatto prima o dopo l'entrata in vigore dell'accordo.

Standard di trattamento: i negoziati dovrebbero mirare a includere in particolare, ma non


esclusivamente, le seguenti norme di trattamento e di regole:
a)

trattamento equo e solidale, tra cui il divieto di misure irragionevole, arbitrarie o


discriminatori,

b)

trattamento nazionale,

c)

trattamento della nazione pi favorita,

doppie)
protezione contro l'espropriazione diretta e indiretta, compreso il diritto di richiedere,
compensazione adeguata ed efficace,
e)

piena protezione e sicurezza degli investitori e degli investimenti,

f)

altre disposizioni di protezione efficace, come una clausola


di"ombrello", libero trasferimento dei fondi di capitali e di pagamenti
da parte degli investitori,
norme in materia di surrogazione.

g)
h)

Applicazione: l'accordo dovrebbe mirare a prevedere un meccanismo di composizione delle


controversie investitore da stato efficace e stato-of-the-art, fornendo per la trasparenza,
l'indipendenza degli arbitri e prevedibilit dell'accordo, anche attraverso la possibilit di
interpretazione dell'accordo delle parti di associazione. Stato per stato delle controversie
dovrebbero essere incluse, ma non dovrebbero interferire con il diritto degli investitori a fare
ricorso ai meccanismi di insediamento della controversia investitore da stato. Dovrebbe
fornire agli investitori un'ampia gamma di arbitrato per come attualmente disponibile
nell'ambito di accordi bilaterali di investimento degli Stati membri. Il meccanismo di
risoluzione di disputa investitore da stato dovrebbe contenere salvaguardie contro
affermazioni manifestamente ingiustificati o frivole. Considerazione dovrebbe essere data la
possibilit di creare un meccanismo d'appello applicabile investitore-di-stato delle
controversie ai sensi dell'accordo e il rapporto appropriato tra ISDS e rimedi domestici.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


Rapporto con le altre parti dell'accordo: disposizioni di tutela di investimento non devono
essere collegati agli impegni accesso mercato sull'investimento prese altrove nell'accordo. ISDS
non si applica alle disposizioni accesso mercato. Questi impegni di accesso di mercato possono
includere, quando necessario, norme che proibiscono i requisiti prestazionali.

Tutte le autorit sub-centrale ed entit (ad esempio gli Stati o comuni) dovrebbe rispettare
efficacemente il capitolo protezione degli investimenti del presente accordo.

Appalti pubblici
24.

L'accordo mira per l'ambizione massima, completando il risultato dei negoziati dell'accordo
riveduto governo degli appalti in termini di copertura (entit, settori, servizi e soglie appalti, in
particolare la costruzione pubblica). L'accordo riguarder rafforzata reciproco accesso ai mercati
degli appalti pubblici a tutti i livelli amministrativi (nazionali, regionali e locali) e nei settori dei
servizi pubblici, coprendo le relative operazioni di imprese operanti in questo campo e
garantendo il trattamento non meno favorevole di quello accordato a localmente stabilite
fornitori. L'accordo comprende anche norme e discipline alle barriere indirizzo avendo un
impatto negativo su ogni altri mercati degli appalti pubblici, inclusi i requisiti di produzione
locale di contenuti o locale, in particolare disposizioni America(n) comprare e quelli praticati
all'appalto, specifiche tecniche, rimediare a procedure ed esistente carve-out, anche per piccole e
medie imprese, al fine di sempre maggiore accesso al mercato e se del caso, razionalizzare,
semplificare e aumentare la trasparenza delle procedure.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

10

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


REGULATORY IoSSUES e
25.

TSUMURA
NON-TTOKIKO
BARRIERS

L'accordo avr lo scopo di rimuovere inutili ostacoli agli scambi e agli investimenti,
BNT esistenti compresi, attraverso meccanismi efficaci ed efficienti, raggiungendo un ambizioso
livello di compatibilit regolamentare per beni e servizi, anche attraverso la reciproca rafforzata
riconoscimento, armonizzazione e attraverso

cooperazione tra i regolatori.

Compatibilit regolamentare lascia impregiudicato il diritto di regolamentare in conformit


con il livello di salute, sicurezza, consumatori, tutela ambientale e del lavoro e diversit
culturale che ogni lato ritenga opportuno o altrimenti incontro legittimi obiettivi normativi e
sar in conformit con gli obiettivi di cui al paragrafo 8. A tal fine, l'accordo comprendono
disposizioni relative alle seguenti materie:

Misure sanitarie e fitosanitarie (SPS)


Misure SPS, negoziati devono seguire le direttive di negoziato adottate dal Consiglio il
20 febbraio 1995 (Consiglio doc 4976/95). Le parti stabiliscono disposizioni che
costruire previa accordo SPS dell'OMC e le disposizioni dell'accordo veterinario
esistente, introducono discipline per quanto riguarda la salute delle piante e istituito un
forum bilaterale per il miglioramento del dialogo e della cooperazione su questioni
SPS. Pertinenti disposizioni in aree coperte dall'esistente accordo UE-USA veterinario,
da considerarsi come punto di partenza delle trattative. Disposizioni del capitolo SPS si
baser sui principi fondamentali dell'accordo SPS dell'OMC, tra cui il requisito che
misure SPS su ogni lato essere valutazioni del rischio basata sulla scienza e sulle norme
internazionali o scientifica, pur riconoscendo il diritto delle parti di valutare e gestire il
rischio secondo il livello di protezione che ogni lato ritiene opportuno, in particolare
quando pertinenti prove scientifiche sono insufficienti, ma applicato solo nella misura
necessaria per proteggere umani, salute o vita vegetale o animale e sviluppato in modo
trasparente, senza indebito ritardo. L'accordo dovrebbe anche mirare a stabilire
meccanismi di cooperazione che, tra l'altro, discuter equivalenza sul benessere degli
animali, tra le parti.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

11

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


L'accordo dovrebbe cercare di ottenere la piena trasparenza per quanto riguarda i sanitari
e fitosanitari misure applicabili agli scambi, in particolare stabilire disposizioni per il
riconoscimento dell'equivalenza, attuazione del pre-elenco della produzione alimentare
stabilimenti, impedendo l'attuazione della pre-liquidazione, riconoscimento della
malattia-libero e lo stato di salute indenne delle parti e il principio di regionalizzazione
sia per le malattie degli animali e vegetali parassiti.

Regolamentazioni tecniche, norme e procedure di valutazione della conformit


Basandosi su impegni delle parti nell'ambito dell'accordo OMC sugli ostacoli tecnici al
commercio (TBT), le parti anche stabilire disposizioni che costruire e integrano tali
disposizioni, al fine di facilitare l'accesso ai mercati di altro e stabilire un meccanismo
migliore dialogo e cooperazione per affrontare le questioni bilaterali di TBT. Gli obiettivi
di queste disposizioni sarebbe resa maggiore apertura, trasparenza e convergenza in
approcci normativi e requisiti e processi di sviluppo di standard correlati, anche al fine di
adottare norme internazionali pertinenti, nonch, tra l'altro, per ridurre i requisiti di test e
certificazione dei ridondanti e onerosi, promuovere la fiducia nei nostri organismi di
valutazione della conformit rispettive e rafforzare la cooperazione su questioni di
valutazione e standardizzazione di conformit a livello mondiale. Anche in considerazione
alle disposizioni sull'etichettatura e mezzo per evitare informazioni ingannevoli per i
consumatori.

Coerenza regolamentare
L'accordo prevede discipline trasversali sulla regolamentazione coerenza e trasparenza
per lo sviluppo e l'implementazione di efficiente, conveniente e regolamenti pi
compatibili per beni e servizi, tra cui prime consultazioni sui regolamenti significativi,
utilizzano delle valutazioni di impatto, valutazioni, revisione periodica delle misure
normative esistenti e applicazione delle buone pratiche di regolamentazione.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

12

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


-

Disposizioni settoriali
L'accordo
comprender disposizioni o allegati contenenti impegni aggiuntivi
o passi volti a promuovere la compatibilit normative in settori specifici, concordate
beni e servizi, con l'obiettivo di ridurre i costi derivanti da differenze normative in
settori specifici, tra cui considerazione di approcci relative all'armonizzazione
regolamentare, equivalenza o riconoscimento reciproco, ove opportuno. Questo
dovrebbe includere disposizioni specifiche e sostanziali e procedure nei settori di
significativa importanza per l'economia transatlantica, compresi, ma non limitato a,
automotives, prodotti chimici, prodotti farmaceutici e altre industrie salute,
tecnologie dell'informazione e comunicazione e servizi finanziari, garantendo la
rimozione di NTB esistenti, impedendo l'adozione del nuovo BNT e permettendo
l'accesso al mercato ad un livello maggiore di che consegnato attraverso norme
orizzontali dell'accordo. Per quanto riguarda i servizi finanziari, negoziati dovrebbero
mirare anche a comuni quadri di cooperazione prudenziale.

26.

L'accordo comprendono anche un quadro per identificare le opportunit e per ulteriore lavoro
di guida su questioni normative, comprese le disposizioni che forniscono una base
istituzionale per imbrigliare l'esito delle successive discussioni normativi nell'accordo
generale.

27.

L'accordo obbligatorio su tutti i regolatori e le altre autorit competenti delle due parti.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

13

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


RULES
Diritti di propriet intellettuale.
28.

L'accordo riguarda questioni relative ai diritti di propriet intellettuale. L'accordo riflette l'alto
valore inserito da entrambe le parti sulla protezione della propriet intellettuale e compilazione
sul dialogo UE-USA esistente in questo settore.

29.

Negoziati dovrebbero, in particolare, affrontare le zone pi rilevanti per favorire lo scambio di


beni e servizi con contenuti IP, al fine di sostenere l'innovazione. I negoziati mirano a fornire
per una maggiore protezione e riconoscimento delle indicazioni geografiche dell'UE
attraverso l'accordo, in modo che si integra e si basa sui viaggi, affrontando anche il rapporto
con il loro uso anteriore sul mercato statunitense con l'obiettivo di risolvere i conflitti esistenti
in maniera soddisfacente. Previa consultazione con il comitato di politica commerciale,
ulteriori problemi di diritti di propriet intellettuale sono considerati nei negoziati.

30.

L'accordo non contiene disposizioni sulle sanzioni penali

Commercio e sviluppo sostenibile


31.

L'accordo prevede impegni di entrambe le parti in termini di aspetti ambientali e del lavoro, del
commercio e dello sviluppo sostenibile. Saranno considerate misure per facilitare e promuovere
gli scambi di merci ecologico e basso carbonio, energia e risorse-efficiente beni, servizi e
tecnologie, anche attraverso appalti pubblici verdi e sostenere scelte di acquisto informate dai
consumatori. L'accordo prevede anche disposizioni per promuovere rispetto e attuazione
efficace delle norme concordate a livello internazionale e accordi nel settore ambientale e del
lavoro come condizione necessaria per lo sviluppo sostenibile.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

14

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


32.

L'accordo includer meccanismi per supportare la promozione del lavoro dignitoso attraverso
l'efficace implementazione interna delle norme fondamentali del lavoro dell'organizzazione
internazionale del lavoro (OIL), come definito nella dichiarazione dell'OIL 1998 di principi
fondamentali e diritti nel lavoro e pertinenti accordi multilaterali sull'ambiente, nonch
migliorare cooperazione commercio sugli aspetti dello sviluppo sostenibile. Va sottolineati
anche l'importanza dell'attuazione e applicazione della normativa nazionale sul lavoro e
ambiente. Dovrebbe includere anche disposizioni a sostegno delle norme internazionalmente
riconosciute, responsabilit sociale, nonch la conservazione, la gestione sostenibile e la
promozione del commercio in legalmente ottenute e sostenibile delle risorse naturali, come
legno, animali selvatici o risorse di pesca. L'accordo si prevede il monitoraggio dell'attuazione
di tali disposizioni attraverso un meccanismo tra cui la partecipazione della societ civile, come
pure uno per risolvere eventuali controversie.

33.

Gli impatti economici, sociali e ambientali saranno esaminati mediante un'indipendente


sostenibilit impatto valutazione (ASI), coinvolgere la societ civile e verranno eseguiti in
parallelo con i negoziati e saranno completati prima della firma dell'accordo. ASI avr lo
scopo di chiarire i probabili effetti dell'accordo sullo sviluppo sostenibile, nonch a proporre
misure (commerciali e non commerciali aree) per massimizzare i benefici dell'accordo e per
prevenire o minimizzare i potenziali impatti negativi. La Commissione garantisce che l'ASI
condotta in un dialogo regolare con tutte le parti interessate dalla societ civile. Nel corso dei
negoziati, la Commissione dovr inoltre mantenere un dialogo regolare con tutte le parti
interessate dalla societ civile.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

15

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


Agevolazioni doganali e commerciali
34.

L'accordo comprendono disposizioni per facilitare lo scambio tra le parti, garantendo controlli
efficaci e misure anti-frode. A tal fine che essa comprende tra l'altro impegni sulle regole, i
requisiti, le formalit e le procedure delle parti relative all'importazione, esportazione e
transitano, un elevato livello di ambizione, andando di l degli impegni negoziati in seno
all'OMC. Queste disposizioni dovrebbero promuovere la modernizzazione e semplificazione
delle norme e procedure, documentazione standard, trasparenza, il riconoscimento reciproco
delle norme e la cooperazione tra le autorit doganali.

Accordi commerciali settoriali


35.

L'accordo dovrebbe, dove appropriato, rivedere, costruire e integrare gli accordi commerciali
settoriali esistenti, come l'accordo tra la Comunit europea e gli Stati Uniti sul commercio del
vino, in particolare per quanto riguarda i negoziati dei termini sotto allegato II dell'accordo
2005, l'accordo sul reciproco riconoscimento tra la Comunit europea e gli Stati Uniti e
l'accordo tra la Comunit europea e gli Stati Uniti d'America sulla cooperazione doganale e di
assistenza amministrativa reciproca in dogana questioni.

Commercio e concorrenza
36.

L'accordo dovrebbe mirare a includere

Io
disposizioni ng sulla politica di concorrenza, tra cui

disposizioni antitrust, fusioni e allo stato di aids. Inoltre, l'accordo dovrebbe affrontare
monopoli di stato, stato propriet di imprese e le imprese incaricate di diritti speciali o
esclusivi.

Energia e materie prime 37 correlate


Trade.
L'accordo prevede disposizioni affrontando il commercio e gli investimenti relativi aspetti di
energia e materie prime. Negoziati dovrebbero mirare a garantire un ambiente di lavoro aperto,
trasparente e prevedibile in materia di energia e a garantire un accesso senza restrizione e
sostenibile alle materie prime.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

16

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


Piccole e medie imprese
38.

L'accordo prevede disposizioni affrontando aspetti attinenti al commercio delle piccole e


medie imprese.

Pagamenti e movimenti di capitali


39.

L'accordo prevede disposizioni sulla liberalizzazione completa dei pagamenti correnti e


movimenti di capitali e includono una clausola di standstill. Esso comporter disposizioni
carve-out (per esempio. in caso di gravi difficolt per monetaria e politica del cambio, o per
la vigilanza prudenziale e tassazione), che sar in conformit con le disposizioni del trattato
UE sulla libera circolazione dei capitali. Negoziati tiene conto la sensibilit associata alla
liberalizzazione dei movimenti di capitali non legati a investimenti diretti.

Trasparenza
40.

41.

L'accordo affronter questioni di trasparenza. A tal fine, essa comprender disposizioni su:
-

L'impegno a consultare le parti interessate in anticipo l'introduzione di misure con un


impatto sul commercio e gli investimenti;

La pubblicazione di norme generali e misure con un impatto sul commercio


internazionale e gli investimenti in beni e servizi;

Trasparenza per quanto riguarda l'applicazione delle misure che incidono sul commercio
internazionale e gli investimenti in beni o servizi.

Niente in questo accordo dovrebbe interessare leggi UE o dello stato membro in materia di accesso del
pubblico ai documenti ufficiali.

Altre aree di regole


42.

A seguito di analisi da parte della Commissione e previa consultazione con il comitato di


politica commerciale ed in conformit con i trattati UE, l'accordo pu includere disposizioni
riguardanti altri settori legati al commercio e relazioni economiche dove, nel corso delle
trattative, stato espresso interesse reciproco in tal modo.

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

17

IT

RESTREINT UE/EU LIMITATO


Quadro istituzionale e disposizioni finali
43.

Quadro istituzionale
L'accordo istituir una struttura istituzionale per assicurare un efficace follow up degli
impegni nell'ambito dell'accordo, cos da favorire il progressivo raggiungimento della
compatibilit dei regimi di regolamentazione.

44.

La Commissione, in uno spirito di trasparenza, regolarmente riferir al comitato di politica


commerciale sul corso dei negoziati. La Commissione, secondo i trattati, pu formulare
raccomandazioni al Consiglio sui possibili ulteriori direttive di negoziato su qualsiasi questione,
con le stesse procedure per l'adozione, comprese le regole, per quanto riguarda questo mandato
di voto.

45.

Risoluzione delle controversie


L'accordo prevede un meccanismo di composizione della controversia appropriato, atte a
garantir che le parti rispettino regole concordate.
L'accordo dovrebbe includere disposizioni per problemi conveniente come un meccanismo
flessibile di mediazione. Questo meccanismo presteranno particolare attenzione a facilitare la
risoluzione delle differenze nelle questioni di NTB.

46.

Autentici lingue
L'accordo che sar ugualmente fede in tutte le lingue ufficiali dell'UE, devono includere una
clausola di lingua.

__________________________

11103/13

MP/sy
DG C 1

RESTREINT UE/EU LIMITATO

18

IT