Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa

Sped. abb. postale


DL 353/2003
(conv. in L.
27/02/2004 n. 46)
art. 1, DCB Forl
Redazione:
via del Seminario, 85
47521 Cesena
tel. 0547 300258
fax 0547 328812

Diocesi

Attualit

11

Speciale

Le celebrazioni
per il patrono
San Vicino

Il grido della Siria


Siamo al culmine
dellagonia

Parrocchie
e comunit
qui la festa

omenica 28 agosto la
citt di Sarsina e la DioD
cesi ricordano il santo pri-

leppo citt martoriata. Il


parroco: Pi che edifiA
ci e strutture, qui si sta di-

icchi i programmi proposti dalle parrocchie di


R
Bulgaria, Madonna del

mo vescovo. Tutti gli appuntamenti

struggendo luomo. Tardiva la tregua di 48 ore

Fuoco, San Mauro in Valle,


Calabrina e Gattolino

Editoriale
Dico a te: Ci stai?

Gioved
25 agosto 2016
anno XLIX (nuova serie)

numero 30
euro 1,30

30
14

AgriRomagna
Inserto speciale
8 pagine
dedicate
ad agricoltura
alimentazione
e ambiente

Gmg 2016: quasi 200 i nostri giovani partecipanti allevento mondiale di fine luglio

di Francesco Zanotti

i stai?. Sembra ancora di sentirlo, il


Papa al Campus Misericordiae
durante la Gmg di Cracovia, davanti
a un milione e seicentomila giovani. Una folla
sterminata di ragazzi, dopo giorni di fatiche
indicibili e camminate interminabili, sono l,
davanti a quel padre anziano vestito di
bianco. Lo ascoltano in silenzio. Anzi, lui che
chiede a loro di stare in silenzio. Un momento
doro, prezioso, da fermare, con il cuore in
preghiera a Dio a cui chiedere un futuro di
pace e di fratellanza. Una richiesta che ha
dellincredibile, ma che in quel luogo si
intuisce possibile.
Risuona ancora oggi, a distanza ormai di un
mese da quelle giornate indimenticabili,
linvito di Bergoglio che scuote i giovani, li
sveglia dal torpore del divano per invitarli
sulle strade della vita, a camminare, a
marciare sicuri, in compagnia di tanti amici
che condividono la stessa esperienza, che si
schierano per il bello, il buono, il vero. Sembra
di ascoltare don Benzi, con quel suo dai, ci
stai? che Francesco fa suo in una serata in cui
sferza i giovani che gli si stringono attorno, lo
cercano, lo applaudono. Oggi Ges chiama te
dice il Pontefice che indica ciascuno dei
presenti, uno a uno -. Chiama te a lasciare la
tua impronta nella storia.
Cari giovani dice ancora Francesco nella
veglia del 31 luglio in Polonia non siamo
venuti al mondo per vegetare, per passarcela
comodamente. Usa un linguaggio diretto,
schietto, alla maniera dei ragazzi che da tutti i
continenti sono venuti per incontrarlo. Sa
benissimo che in pochi minuti si gioca tutto.
Sa che queste nuove generazioni cercano
punti di riferimento. Da lui si aspettano
indicazioni chiare, anche esigenti, ma senza
giri di parole.
Poi arriva linvito a fare un ponte
primordiale: stringetevi la mano. il grande
ponte fraterno spiega il Papa - e possano
imparare a farlo i grandi di questo mondo, ma
non per la fotografia quando si danno la
mano, pensano a unaltra cosa -, bens per
continuare a costruire ponti sempre pi
grandi. Che questo ponte umano sia seme di
tanti altri.
La scossa per tutti, non solo per quanti sono
presenti a Cracovia. Invece di alzare muri,
siamo chiamati a costruire ponti. solamente
lesatto contrario. Linvito alla conversione, a
cambiare vita, modo di pensare, agire,
ragionare, progettare. Francesco vuole
giovani, e tutti noi, protagonisti del proprio
destino e non in balia delle mode e delle
vecchie e nuove droghe, anche quelle
socialmente accettate che finiscono per
renderci schiavi. Ascoltiamo ancora il suo
pressante invito: Ci stai?. Ne va di te, di me,
di noi e della nostra libert.

Una storia
di incontri

GIOVANI DI CESENA AL PARCO BLONIA, A CRACOVIA,


IN OCCASIONE DELLA VIA CRUCIS DI VENERD 29 LUGLIO (FOTO MM)

A quasi un mese di distanza dalla Giornata mondiale della giovent svoltasi a


Cracovia (Polonia) sono ancora vivissimi i ricordi di quanto vissuto in due settimane
intense. Nel Primo piano di questa settimana abbiamo raccolto testimonianze di
alcuni fra i 180 giovani della nostra Diocesi che hanno preso parte ai gemellaggi
e allincontro con papa Francesco.
Unesperienza unica, indimenticabile, durante la quale si sperimentata la gratuit
dellaccoglienza. Ma non solo. I ragazzi, nessuno escluso, hanno fornito al mondo
una grandissima testimonianza: come chiesto dal Pontefice durante la veglia al
Campus Misericordiae sono stati in grado di costruire ponti con coetanei di
qualunque provenienza, abbattendo i muri dellindifferenza, delle differenze e delle
ostilit presenti tra gli Stati.
Primo piano alle pagg. 4 e 5

Cesena

12 Cesenatico

Cantieri e delibere
Novit
per il Sacro Cuore

Gambettola
Una comunit
in festa
per i due patroni

15

I conti
del Comune
sotto la lente

16 Sport

21

Cesena Calcio
Luned 29 agosto
la prima partita

Opinioni

Gioved 25 agosto 2016

Ettore Bernabei, un gigante della televisione


In morte
di un
re
comunicato

ETTORE BERNABEI STATO UN GIORNALISTA, DIRIGENTE D'AZIENDA E PRODUTTORE TELEVISIVO ITALIANO. MORTO LO
SCORSO 13 AGOSTO A 95 ANNI (FOTO SIR)

ue o tre anni fa ero andato a un appuntamento con Ettore Bernabei e vidi accanto ad altri libri
sul suo tavolo di lavoro un romanzo di Fabio Volo, best seller di quei mesi. Incuriosito gli chiesi
come mai leggesse proprio quel romanzo: Bernabei, che aveva gi superato i 90 anni, mi rispose
candidamente che sapeva che questo autore vendeva moltissimo e voleva capire come mai il libro
avesse tanto successo
Bernabei stato un gigante della nostra epoca, e credo che negli anni prossimi lo capiremo ancora di
pi di quanto non ci accorgiamo ora. stato per quindici anni direttore generale della Rai, costruendo
la struttura di quella che ancora oggi la pi grande azienda culturale italiana. Ha sviluppato lItalstat
facendola diventare un colosso, ha poi fondato, a 70 anni, la Lux vide, che dal 1992 ha prodotto
centinaia e centinaia di ore di ottimo intrattenimento televisivo, a cominciare dalla serie sulla Bibbia
negli anni 90, per arrivare alle serie per RaiUno Don Matteo, Che Dio ci aiuti, Un passo dal cielo, e molte
miniserie a contenuto storico (Soraya, Enrico Mattei), religioso (SantAgostino, Maria di Nazareth),
letterario (Guerra e pace, Anna Karenina).
Ho voluto iniziare da un aneddoto che sembra minimo perch credo che aiuti a comprendere diverse
cose del suo atteggiamento esistenziale. Lungi dal vivere di nostalgie, ha sempre guardato avanti senza
rimpianti e con grande voglia di fare, ma senza nessun protagonismo personale. Faceva, progettava,

Ha sempre cercato di mettersi al servizio del Paese e al servizio di Dio con la sua
competenza, prima di giornalista e poi di manager e di produttore televisivo.
Gli stavano a cuore tutti, in particolare le persone pi semplici: da qui la sua
passione per la televisione e per la cultura di massa, per le proposte di stili di vita
e di valori che vengono fatti ai cittadini

Cristianesimo e islam
Non luomo per la Legge
ma la Legge per luomo
ei giorni scorsi alcuni cattolici ultra-tradizionalisti
si sono mostrati scandalizzati dal fatto che i
musulmani siano stati accolti nelle chiese
cattoliche, dove hanno inteso dimostrare
solidariet per il brutale assassinio del parroco francese
Jacques Hamel mentre celebrava la Messa. Secondo questi
ultra-tradizionalisti si sarebbe trattato di una profanazione,
e di un cedimento di fronte a una religione (quella islamica)
diversa e ostile a quella cristiana.
Ma davvero cos? Al centro del messaggio di Ges c
sempre stata lesortazione a cogliere e vivere lo spirito delle
norme e delle pratiche di culto, specialmente a non fare
della lettera un alibi per perder di vista lo spirito. I farisei
lhanno sempre attaccato su questioni del genere (perch i
tuoi discepoli non si lavano le mani?, perch tu non
rispetti il sabato?, ecc.). E lui ha sempre risposto che la
lettera uccide, lo spirito vivifica. Non luomo per la Legge,
ma la Legge per luomo. Lui non ha mai avuto paura di farsi
profanare dal contatto con persone di ogni genere:
malfattori, prostitute, esponenti di religioni diverse, ecc.
Anzi, ha detto di esser venuto proprio per loro. Perch
dovrebbe sentirsi profanato se i musulmani si fanno vedere
in chiesa dove i cristiani lo pregano?
Per Ges, infatti, lo spirito di tutta la Legge (ebraica e
cristiana) e di tutte le pratiche di culto lamore di Dio e del
prossimo (i primi due comandamenti, in cui gli altri si
riassumono). E a domanda esplicita su chi sia il prossimo
che si deve amare Ges risponde con un esempio di amore
di una persona di religione diversa (un samaritano). Di pi,
Ges ci chiede di amare i nostri nemici! Quindi, ai giorni
nostri, non solo i musulmani (e i seguaci di ogni altra
religione), ma anche, per esempio, i combattenti dellIsis.
In realt, sarebbe sbagliato pensare ai musulmani come
nemici: forse lo 0,01 per cento dei musulmani che ha
dichiarato guerra anzitutto ai loro stessi correligionari che
non la pensano esattamente come loro, e poi anche ai
cristiani (finora le vittime del fondamentalismo islamico
sono soprattutto musulmane, e solo in piccola parte
cristiane). Ora, premesso che nei confronti di quello 0,01

La fotografia

Tradizionale appuntamento mensile, sabato 20 agosto in piazza Giovanni


Paolo II a Cesena come ogni 20 del mese, con la preghiera promossa dai
Comitati Nazarat per i cristiani perseguitati. Una bella testimonianza di fede
e di condivisione. (foto Pg Marini)
per cento vale il diritto-dovere della legittima difesa, e dunque bisogna
resistere loro coi mezzi necessari, come dovremmo comportarci nei
confronti del restante 99,99 per cento? Manifestare loro amore e solidariet
umana, incoraggiando e corrispondendo a ogni gesto analogo da parte loro
(come la manifestazione di solidariet che andando in chiesa hanno voluto
offrire ai cristiani per lassassinio dellabb Jacques Hamel)? Oppure cogliere
ogni occasione per mostrarsi ostili e scavare sempre pi un fosso di
inimicizia tra noi e loro?
Latteggiamento cristiano il primo, che lavora per la Pace. Il secondo, che
ultimamente lavora per la guerra, tutto fuor che cristiano. Io lo considererei
un atteggiamento idolatrico, nel senso che non pone come punto di
riferimento Dio, e di conseguenza lamore, ma cose materiali e umane, come
riti, tradizioni, norme, convinzioni radicate, identit e appartenenze etnicoreligiose, viste come fine a s stesse e come base di divisione anzich di
fratellanza e arricchimento reciproco.
Mario Alai

aveva grande fiducia nei giovani, ma lui era


come se non esistesse, non attirava mai
lattenzione sulla sua persona, si
considerava solo uno strumento.
Bernabei ha sempre cercato di mettersi al
servizio del Paese e al servizio di Dio con la
sua competenza, prima di giornalista e poi
di manager e di produttore televisivo. Gli
stavano a cuore tutti, in particolare le
persone pi semplici: da qui la sua
passione per la televisione e per la cultura
di massa, per le proposte di stili di vita e di
valori che vengono fatti ai cittadini.
Rispettava profondamente il pubblico
televisivo, la gente comune, nel lavoro e
nella vita di tutti i giorni, e si sforzava
sempre di raggiungere nei suoi programmi
il pi vasto numero di persone per dire loro
la verit. Ripeteva che la tv pu avere effetti
pi devastanti di una bomba atomica e
soffriva quando vedeva contesti ecclesiali
che sottovalutano il ruolo che essa ha nel
formare la mentalit comune e diffondere i
valori. Era un uomo che ogni giorno
andava a Messa, recitava il Rosario,
dedicava tempo alla preghiera personale,
leggeva molto una media di tre o quattro
ore al giorno passate sui libri: aveva una
cultura storico-politica e letteraria
vastissima, e si informava di tutto.
La sua passione per la comunicazione e per
la televisione gli veniva da un interesse che
dovremmo chiamare politico nel senso
pi nobile e alto del termine, e che era
quindi anche religioso, di evangelizzazione.
Non ha mai avuto complessi di inferiorit.
Non ha mai pensato che i cattolici
dovessero rimanere rinchiusi in una
nicchia, tantomeno in televisione: per
questo voleva i migliori sceneggiatori, i
migliori registi, i migliori attori
internazionali per i progetti televisivi che
gli stavano a cuore. Dovevano competere
con la comunicazione laicista e dovevano
quindi avere tutta la qualit necessaria.
Ma la qualit per lui era soprattutto nel
lavoro di ideazione, nella ricerca
intellettuale, nella elaborazione dei
contenuti: l investiva, e non invece in
macchinari, tecnologie, apparati
Aveva una enorme fiducia nel valore della
cultura, ma non di quella estetizzante,
arzigogolata o da casta chiusa: per lui la
cultura era la capacit di capire a fondo le
grandi domande delluomo, di saper
trovare delle risposte per comunicarle con
un linguaggio chiaro e accessibile a tutti.
Aveva una enorme fiducia nei giovani: in
un Paese gerontocratico, alla Lux aveva
affidato responsabilit importantissime a
giovani che sfioravano appena i trentanni,
ma scelti con grande cura e dopo aver
verificato la loro preparazione culturale e
morale. Alla formazione dei giovani aveva
dedicato tante energie, specialmente negli
ultimi anni: speriamo davvero che non
siano pochi quelli che ne raccoglieranno il
testimone, perch lascia uneredit davvero
imponente, che andr studiata e
assimilata.
Armando Fumagalli

Primo Piano

Gioved 25 agosto 2016

o
Gemellaggi

I giovani pellegrini cesenati hanno trascorso


la prima settimana in Polonia, nella diocesi di Tarnow

Ci siamo sentiti come a casa


C

arissimi giovani non sar


con voi a Cracovia, ma vi accompagno con la preghiera
perch io rimango a Cesena. Sono le
parole che il vescovo Douglas ha detto marted sera 19 luglio durante la benedizione e il saluto a ciascuno dei
180 fra ragazzi, seminaristi, sacerdoti
ed educatori in partenza per la Gmg di
Cracovia.
Venti ore di pullman sono assai lunghe, ma per noi sono trascorse velocemente con la certezza che ci aspettava
qualcosa di grande e ricco per la nostra vita. Le abbiamo passate riposando, cantando, pregando e facendo conoscenza degli amici delle altre parrocchie. Con questo spirito gioioso abbiamo viaggiato pieni di curiosit verso la diocesi di Tarnow, esattamente

nel paese di Szlachtowa dove ci attendevano famiglie, giovani e parroci che


ci hanno ospitati nelle loro case e canoniche per una settimana. Una settimana in cui abbiamo vissuto con il popolo polacco, commovendo tanti uomini e donne che hanno utilizzato le
loro ferie per stare con noi.
Abbiamo sperimentato da subito una
grande accoglienza. Ci siamo sentiti a
casa pur essendo lontani dai nostri cari, dagli amici e dalla nostra comunit.
Alla mattina ci radunavamo in chiesa
per un momento di preghiera e di canti fatto sia da noi italiani che dai giovani polacchi, insieme a tutta la comunit. Il resto della giornata era tutta una sorpresa che solo alla sera potevamo raccontare. Insieme ai nostri
ospiti abbiamo fatto conoscenza e gu-

Nei volti dei ragazzi


la gioia e la felicit
di essere cristiani
La Gmg ha lasciato il segno nel cuore di molti e ha
fatto dimenticare i contrattempi dovuti al caldo, ai
temporali, ai tram rotti, alla fatica, ai pranzi saltati

UN GRUPPO DI CESENATI AL PARCO BLONIA. SOTTO, I


PELLEGRINI DEL GRUPPO B IN PANNE IN AUTOGRILL

lice di tre anni, che ha


partecipato, con i
genitori Barbara e
Giacomo di San Giorgio di
Cesena, alla sua prima Gmg.
Un cellulare smarrito al
Campus Misericordiae in
mezzo a un milione e mezzo di
giovani festanti, scampato ad
un temporale torrenziale,
ritrovato e rispedito alla
proprietaria, Maria Battiato di
Cesenatico. Il viaggio di
ritorno del Pullman 14, con a bordo i 50 cesenati del pacchetto B, che
hanno trasformato le sette ore di ritardo accumulate in seguito alla
doppia rottura dellautobus in sette ore di pura allegria.
Tre istantanee curiose, le prime che mi sono venute in mente ma non le
uniche, che dicono di unesperienza, quella della XXXI Giornata
mondiale della giovent di Cracovia, che ha lasciato il segno nei cuori
di molti, compreso il mio. Che racconta di giornate faticose, di disagi,
di file, di intoppi e ingorghi in una citt fin troppo lillipuziana per
ospitare levento, ma che ha saputo accogliere con gioia centinaia di
migliaia di giovani festanti da tutto il mondo, facendo dimenticare i

GIOVANI DI CASE FINALI

stato un pezzo di Polonia, la loro fede


molto viva, le loro tradizioni, la loro
cucina, i loro canti popolari......insomma la loro vita.
Molto bella stata la camminata su un
monte che sovrasta la valle del fiume
Dunajec, tra le citt di Kroscienko e Tyliyanova, dove Giovanni Paolo II andava a riposare. L c un altare a lui dedicato, dove stata celebrata la Santa
Messa.
Abbiamo trascorso unaltra giornata
praticando le opere di Misericordia:
alcuni hanno curato il giardino delle
suore, altri hanno custodito, togliendo erbacce e rendendo pi bello, un
sentiero dove stata fatta una Via Crucis.
La domenica alcuni hanno fatto un giro in zattera, altri sono stati in barca

IL GRUPPO DI BULGARNO
ALLA GMG

vela, altri sono stati portati in giro con il calesse trainato da cavalli. Nella mattinata, con qualche lacrima di gioia negli occhi, per dire grazie
di quello che avevamo visto, conosciuto e testimoniato a vicenda abbiamo partecipato alla
Messa nelle parrocchie dove siamo stati ospitati
e ci siamo salutati ringraziando della bellezza e
ricchezza di quei giorni intensi.
Quei giorni li sintetizza meglio le parole di un
canto: Che siano una sola cosa perch il mondo veda, che siano un solo amore perch il
mondo creda.
I ragazzi di Bulgarn

contrattempi dovuti al caldo afoso, ai


temporali, alle fatiche del cammino, ai
tram rotti, ai pullman in panne, ai
pranzi saltati perch non facilmente
accessibili.
Ho visto quasi tutti i paesi
rappresentati. Anche le zone del globo
pi difficili, o dove i cattolici sono
minoranza. Ho visto sventolare nei cieli
di Cracovia i vessilli di Palestina, Israele,
Ucraina, Bosnia-Erzegovina, Libano,
Nigeria, Iraq, Egitto, Giordania. Ho visto
i cattolici del mondo anglosassone. I
giovani cattolici della laicissima
Francia. I rumorosi e coloratissimi
sudamericani, mai domi nei loro canti,
e i lontanissimi australiani. Con loro ci
siamo scambiati gadget, abbiamo riso e
cantato. Che dire poi dei padroni casa.
Ne abbiamo conosciuti tanti durante il
nostro soggiorno e tutti abbiamo
potuto testare il cuore grande dei
polacchi quando ci hanno accolto nelle
loro case, nella settimana dei
gemellaggi, e in quella successiva. Tra le
hit pi ascoltate tra i vicoli della citt
quella degli spagnoli, che non ha
bisogno di traduzione: Esta es - la
joventud del Papa. O il coro italiano
batti le mani, che ci ha fatti
riconoscere ovunque. Quante volte
Cesena-Sarsina si unita a loro, o ha
dato il via al coro Romagna mia per le
strade intasate della citt, in attesa di
un tram che non arrivava mai, o con la
pioggia fedele compagna pomeridiana.
Ma anche in un ameno autogrill
austriaco, quando il pullman proprio
non ne voleva sapere di ripartire. Le
distanze continentali sono
improvvisamente sparite, le frontiere e
le dogane azzerate.
S, questi giovani sono il sale delle
nostre parrocchie. Ho visto nei loro
volti la gioia di essere cristiani. Li ho
visti pregare insieme ai compagni senza
che gli fosse imposto, o avvicinarsi al
sacramento della confessione. Perch
non stata solo un magnifica
esperienza di vita, di viaggio, di festa.
Questi giovani son stati chiamati per
testimoniare la gioia del Vangelo e
hanno risposto presente. Ho visto un
popolo in festa, unito nel nome di
ununica grande fede. Un patrimonio
giovane da non disperdere, in grado
davvero di costruire di ponti e abbattere
muri, anche quelli del cuore.
M.mosc.

A casa con la consapevolezza


di far parte di qualcosa di grande
a sera della via Crucis osservare nella spianata di Blonia tutte quelle
consapevolezza
Lbandiere
e vedere migliaia di giovani mi ha lasciato dentro la
di far parte di una cosa grande che la Chiesa: con gioia,
ancora oggi a distanza di oltre 20 giorni dal rientro da Cracovia, Giada
Bissoni, ventenne di Budrio di Longiano, racconta della sua esperienza a
Cracovia. Nonostante tutte le fatiche stata unesperienza intensa in cui
ho conosciuto persone splendide che mi hanno accolta come una glia e

con cui sono rimasta in contatto.


Unamicizia che mi sorprende ogni giorno.
Nicol Paganelli di Case Finali ricorda i volti
e i sorrisi provenienti da tutto il mondo che
ha incontrato. Quante bandiere sventolate
e quante canzoni cantate in lingue differenti
- scrive in un sms Nicol -. Quante le
abbiamo fatto, quanti treni abbiamo perso,
quanti libus e tram si sono rotti, quanti
dzien dobry (buongiorno) e quanti
dziekuje (grazie) abbiamo detto, quante
risate e foto e quanti sele abbiamo fatto.
Ai pellegrini romagnoli non sono mancati i

Da non perdere
La Gmg
continua
Il 2 settembre
appuntamento
a San Marino
Non si arresta in diocesi leco della Gmg
vissuta a Cracovia. Tantissimo
lentusiasmo portato a casa dai giovani
dopo le due
settimane vissute
in terra polacca e
lincontro con
papa Francesco.
Gioia e felicit
che non possono
essere tenute per
s. Diversi,
quindi, gli
incontri per condividere unesperienza
indimenticabile. Uno si gi tenuto a
Gambettola lo scorso 4 agosto. Davanti
ad amici e a familiari, i ragazzi della
parrocchia hanno narrato della loro
avventura alla Giornata mondiale.
Altri quattro appuntamenti sono in
calendario. Il primo per gioved 25
agosto a Sarsina, con una serata
promossa dalla Pastorale giovanile
diocesana (cfr. pag. 8). Ritrovo alle
20,30, nella chiesa del Suffragio. Si
replicher anche venerd 26 agosto a
Bulgarn, alle 21, con un incontro di
testimonianze con lausilio di foto che
accompagneranno i racconti dei ragazzi
della parrocchia. Gioved primo
settembre, sempre alle 21, la volta
della comunit di Calabrina: serata Gmg
nellambito della festa parrocchiale. Si
conclude questo primo ciclo venerd 2
settembre con un momento di ripresa e di
condivisione che si terr a San Marino e
rivolto a tutti i giovani delle diocesi della
Romagna. Alle 20 ci sar la Messa
celebrata dal vescovo locale, monsignor
Andrea Turazzi, nella chiesa di Dogana di
San Marino (Via A. Giangi, 36). Alle 21,15
seguir il concerto-testimonianza del
gruppo rock The Sun presso il Teatro
Nuovo di Dogana, piazza Marino Tini, a
150 metri dalla chiesa. Ingresso 12 euro,
la met per i minorenni. Per informazioni,
scrivere a: serviziopgx@gmail.com.

momenti faticosi con chilometri da


percorrere con sulle spalle zaini pesantissimi
e un caldo a tratti soffocante. Ma dopo ore di
viaggio la soddisfazione da parte dei papa
boys tantissima.
Il papa ci ha ricordato quanto Dio ci ama
cos come siamo - ricorda Vanessa Burnacci,
di SantEgidio che a soli 21 anni era alla
guida dei 32 pellegrini della sua parrocchia e ci ha detto di non dimenticare mai quanto
siamo indispensabili per Lui. Le Gmg sono
unesperienza intensa che pu veramente
cambiare la vita delle persone. (Bb)

Primo Piano

Giovani
testimoni
di fede, pace
e speranza

Gioved 25 agosto 2016

FOTO AGENSIR

A Cracovia , in Polonia, durante la Giornata


mondiale della giovent, la gioia dei cesenati
stata pi forte delle file e della stanchezza.
Non lasciate che altri decidano il vostro
futuro, li ha ammoniti il Papa

i erano le difficolt, pi aumentava la festa.


Verrebbe da dire cos a ricordare tutti i
momenti di una Gmg memorabile.

Inizio in salita. Linizio subito in salita. Marted 26


luglio, in tarda mattinata, a Cracovia piomba la notizia
del sacerdote sgozzato a Rouen. E il giorno della
cerimonia di apertura. Al parco Blonia, bagnato dopo
un forte scroscio, i colorati k-way dei giovani pellegrini
disegnano un arcobaleno umano che scaccia il
temporale. La migliore risposta alla violenza e al
terrorismo si consuma proprio nelle strade della citt
polacca dove i giovani danno una grande prova di
pace, fede, e speranza. Abbracciano i loro coetanei
spagnoli, messicani, canadesi. Battono i cinque con
brasiliani, libanesi, americani. Cantano alle stazioni
dei tram in ritardo, ballano sotto la pioggia, costante
pomeridiana di queste giornate. Come se si
conoscessero da sempre, da una vita. E cos quando ti
accomuna qualcosa di grande.
Al Santuario della Divina Misericordia. Mercoled sera
27 luglio, davvero una festa con tutti gli italiani
presenti a Cracovia. Ottantamila voci e un unico coro
sulle note di Volare . Quando papa Francesco
compare in diretta sullo schermo cala il silenzio. Parla
del perdono il Pontefice, incalzato dalle domande di
alcuni ragazzi. Perdonare quello che ti ha ferito, che ti
ha fatto del male come quando Ges nel Vangelo dice:

SABATO 30 LUGLIO, CAMPUS MISERICORDIAE


DON ANDREA BUDELACCI CONFESSA
UNA GIOVANE CESENATE

a chi ti d uno schiaffo sua una guancia, dagli


laltra. Con poche parole riuscito a entrare cuore
di tutti, commentano i ragazzi di Cesena-Sarsina
per i quali le parole del Papa hanno fatto sparire la
pesantezza della giornata. Ci hanno rafforzato e
rincuorato, in un momento storico attraversato da
grandi tensioni.

Siamo
giovani ma
non sempre
riusciamo a
vedere il
bello che c
in noi. Papa
Francesco ci
ha dato una
scossa. Ci ha
sgridato
come un
padre

Giovani con le scarpe. Il dialogo coi giovani


pellegrini caratterizza tutti i momenti di incontro
del Santo Padre coi ragazzi. Pi volte li ha stimolati.
Volete essere giovani addormentati, imbambolati,
intontiti? - chiede loro durante la veglia di sabato 31
luglio al Campus Misericordiae -. Volete che altri
decidano il futuro per voi? Volete essere liberi? Volete
essere svegli? Volete lottare per il vostro futuro?. Il
Pontefice li sprona a non essere giovani-divano,
un divano che faccia stare chiusi in casa senza
affaticarci n preoccuparci, ma giovani con le
scarpe perch non siamo venuti al mondo per
vegetare, per passarcela comodamente, per fare
della vita un divano che ci addormenti. Al contrario
siamo venuti per lasciare unimpronta.

fare da oggi: perdonare chi mi ha fatto male. C


anche chi ha partecipato alla Gmg per la prima volta
come la giovanissima Margherita Riceputi, 16 anni, di
San Carlo, una delle pi piccole del gruppo. I primi
giorni sono stati molto impegnativi. Ero intimidita,
con tante paure. I giorni successivi mi sono lasciata
trascinare dal clima di festa che si respirava e le paure
me le sono lasciata scivolare addosso. Il Papa ci ha
spronato ad avere coraggio. Parole che mi hanno fatto
riflettere su come affrontare il prossimo anno
scolastico. Matteo Facchini, 25 anni, della parrocchia
di San Pio X, rimasto colpito dalla Via Crucis che si
tenuta venerd 29 luglio al parco Blonia. Mi ha
coinvolto molto perch dedicata alle opere di
Misericordia. Diventate protagonisti nel servizio ci
ha detto papa Francesco. Mi hanno fatto pensare alla
mia situazione personale, a cosa devo migliorare.
Anche la veglia al Campus stata motivo di
riflessione. Mi capita di vivere in apatia. Francesco
mi ha invitato a dare una svolta, ad andare
controcorrente, anche se questo costa fatica. Il mio
percorso di vita ora continua con uno slancio nuovo,
testimoniando agli altri quello che ho vissuto qui.

I giovani di Cesena-Sarsina. E uno dei passi che pi


ha toccato i giovani di Cesena-Sarsina. Mi sono
sentito particolarmente coinvolto da queste parole
del Papa - dice Luca Vernocchi, 31 anni di
Cannucceto -. Anche a me capita di essere un
giovane-divano. Siamo giovani, ma non sempre
riusciamo a vedere il bello che c in noi. Papa
Francesco ci ha dato una scossa. Amorevolmente ci
ha sgridato come un padre che arriva a casa e dice,
esci, ci sono i tuoi amici che ti aspettano.
Non volevo partire - svela Anna Pacioni, 31 anni di
Gatteo -. Vengo da un anno difficile. Ad un certo
punto ho pensato, stavolta, Ges, non ce la fai a
risollevarmi. Il fatto di essere partita lo reputo gi un
segno della Misericordia. Come ci ha ricordato il
Papa, la Misericordia sta nel fatto che le cose vecchie
sono vecchie e tu puoi fare tutto nuovo. E vero, il
Signore scommette sempre sul futuro, sul domani. Ti
proietta sempre allorizzonte, mai al museo. Allora
puoi sognare in grande. Per farlo ci vuole coraggio.
Come serve coraggio per perdonare. Questo voglio

La Gmg continua. Il sole del mattino batte forte nella


spianata alla periferia di Cracovia. Le forze
dellordine invitano i giovani a bere molto per
contrastare il caldo afoso che nel primo pomeriggio
sfocer in una pioggia torrenziale. Un milione e
600mila persone sono il volto giovane di una chiesa
in cammino. Il vangelo di Luca parla dellincontro tra
Ges e Zaccheo. La Gmg comincia oggi e continua
domani, a casa - ammonisce il Papa -. Mentre ti
chiede di venire a casa tua, Ges, come ha fatto con
Zaccheo, ti chiama per nome. Il tuo nome prezioso
per lui. Con questa consapevolezza i giovani di
Cesena-Sarsina, zaini in spalla, si rimettono in
marcia per raggiungere i pullman che li hanno
riportati in Romagna. La pioggia non li risparmia
neanche nellultimo tratto a piedi verso i bus. E
come se ci avesse benedetto. Come se ci avesse
lavato dai nostri peccati - commentata qualcuno -.
La Gmg davvero un momento per ripartire e
ricominciare.
Michela Mosconi

Vita della Diocesi

Gioved 25 agosto 2016

NOTIZIARIO DIOCESANO

Pellegrinaggio degli ammalati al Monte


Domenica 4 settembre alle 15
Si svolge domenica 4 settembre il tradizionale pellegrinaggio
degli ammalati al Santuario della Madonna del Monte di
Cesena, posticipato, per i vari impegni diocesani,
dallappuntamento tradizionale dellultima domenica di
maggio al periodo della festa in onore della Madonna del
Monte. Loccasione propizia per ottenere lIndulgenza
Plenaria dellAnno Santo della Misericordia, in una delle
cinque basiliche diocesane in cui stata aperta la Porta
Santa.
Il pellegrinaggio curato dalle due associazioni di
volontariato del Centro Volontari della Sofferenza e
dellUnitalsi, i cui aderenti si prenderanno cura del trasporto
e della assistenza ai disabili.
Il programma prevede laccoglienza al Santuario alle 15, la
recita del Rosario alle 15,30 e la celebrazione della Messa alle
16. Poi, come di consueto, il momento di convivialit fraterna
nel chiostro del Monastero, con un momento di convivialit
preparato dai volontari delle due associazioni.

CHIESA INFORMA

Stimmate di San Francesco, invito a La Verna


Dal 16 al 18 settembre nella casa di fraternit La Roccia
delle suore francescane della Sacra Famiglia
Un invito rivolto ai giovani dai 18 ai 35
anni: le suore francescane della Sacra
Famiglia aprono la loro casa di
fraternit La Roccia (ai piedi del sacro
monte di La Verna) per una tre giorni
che si svolger dalla sera di venerd 16 a
domenica 18 settembre, in occasione
della Festa delle Stimmate di San
Francesco. In particolare, i giovani
vivranno intensamente e spiritualmente
la Notte delle Stimmate e la Veglia
notturna.
Per info: suor Alessandra, iaia-80libero.it

IL GIORNO
DEL
SIGNORE
Il segreto di una famiglia felice vivere una fecondit allargata
Domenica 28 agosto (Anno C)
22 domenica Tempo Ordinario
Sir 3,19-21.30-31; Sal 67; Eb 12,18-19.22-24a;
Lc 14,1.7-14

l Vangelo della XXII domenica del tempo


ordinario ci presenta Ges invitato a pranzo a
casa di uno dei capi dei farisei. La
partecipazione del Signore ai banchetti un evento
ricorrente nei testi evangelici e in queste occasioni
Egli pronuncia sempre degli insegnamenti decisivi.
In genere lo troviamo a tavola con uomini ricchi e
influenti, ma, a volte, anche con peccatori o
comunque con persone lontane da Lui per vari
motivi. Non esclude nessuno dalla Sua attenzione.
Di fronte a Lui c un posto per tutti, non ci sono
posti riservati. Osservando come gli invitati
sceglievano i primi posti a tavola, racconta una
parabola ambientata in un banchetto di nozze.
una parabola, non un insegnamento di buon
comportamento o di gerarchie a tavola. La scena
presentata pu essere anche limmagine della
nostra vita: la lotta per il primo posto, lorgoglio di
voler apparire. Ges mette in crisi questo
atteggiamento facendoci riflettere su cosa serve il
primo posto sulla terra e sulla posizione delluomo
in rapporto a Dio. Ci insegna lumilt, la strada
scelta da Lui che ha preso lultimo posto nel
mondo la croce e proprio con questa umilt
radicale ci ha redenti e costantemente ci aiuta
(Deus caritas est, 35). Papa Francesco in una delle
prime meditazioni mattutine presso la Casa Santa
Marta ci ricordava che tutta la storia della nostra
fede fatta di umilt e ci parla di umilt. A
cominciare dal fatto storico della nascita di Ges

tutto lamore di Dio, per arrivare a noi,


prende la strada dellumilt. Dio, umile, si
abbassa: viene da noi e si abbassa. E
continuer ad abbassarsi fino alla croce.
Lumilt, affermava il Santo Padre, la
regola doro: per il cristiano progredire
vuol dire abbassarsi. La parabola ci aiuta
a capire che al pranzo della vita siamo
tutti invitati e il Signore vuole che ognuno
scopra il suo posto. La posizione lha
assegnata Lui, lha preparata Lui ed
quella in cui troviamo la nostra
realizzazione e felicit. Ges cimpartisce
anche unaltra lezione: nella vita cristiana
non deve entrare mai il tornaconto umano
come motivo delle nostre azioni. una
logica che appare difficile e che richiama a
unaltra parola chiave: la gratuit. La
persona umile agisce, serve il prossimo e
non pretende nessuna ricompensa. La
vera ricompensa la dar Dio chiamandoci
amici, facendoci andare pi avanti,
vicino a Lui, esaltandoci. NellEsortazione
apostolica Amoris Laetitia papa Francesco
cita questo brano nel capitolo quinto
parlando della fecondit allargata e lo
applica alla famiglia. Il segreto di una
famiglia felice vivere in maniera
eloquente questo testo evangelico. Al
paragrafo 183 leggiamo: Una coppia di
sposi che sperimenta la forza dellamore,
sa che tale amore chiamato a sanare le
ferite degli abbandonati, a instaurare la
cultura dellincontro, a lottare per la
giustizia.
Marco Castagnoli

La Parola
di ogni giorno
luned 29 agosto
martirio
San Giovanni
Battista
Ger 1,17-19; Sal 70;
Mc 6,17-29
marted 30
santi Felice
e Adautto
1Cor 2,10b-16;
Sal 144; Lc 4,31-37
mercoled 31
santAristide
1Cor 3,1-9; Sal 32;
Lc 4,38-44
gioved
1 settembre
santEgidio abate
1Cor 3,18-23;
Sal 23; Lc 5,1-11
venerd 2
santElpidio
1Cor 4,1-5; Sal 36;
Lc 5,33-39
sabato 3
san Gregorio Magno
1Cor 4,6b-15;
Sal 144; Lc 6,1-5

A MESSA DOVE

Messe feriali
a Cesena
7.00 Cattedrale, Cappuccine,
Cappella dellospedale
7.30 Basilica del Monte
7.35 Chiesa Benedettine
8.00 Cattedrale, San Paolo,
Addolorata, Villachiaviche
8.30 Madonna delle Rose,
San Rocco, SantEgidio,
cappella del cimitero,
Santo Stefano, Case Finali,
9.00 Suffragio, Addolorata
9.30 Osservanza
10.00 Cattedrale
18.00 Cattedrale, Madonna
delle Rose, San Domenico,
San Paolo, Osservanza
18.30 San Pietro, Santa Maria
della Speranza, Cappuccini,
SantEgidio
20.00 San Giovanni Bono,
Ponte Pietra,
Gattolino, Tipano
20.30 Villachiaviche, San Pio X,
Torre del Moro

Sabato
e vigilie
15.00 Formignano
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno)
17.00 Cappella cimitero Cesena,
Capp. ospedale Bufalini
Luzzena (1 sabato mese),
Bora (2 sabato mese)
17.30 Santuario del Suffragio
Santuario dellAddolorata
18.00 Cattedrale, San Domenico,
Santo Stefano, San Paolo,
Madonna delle Rose,
Diegaro, Borello,
San Giorgio, San Vittore
18.30 Convento Cappuccini,
Case Finali, San Rocco,
San Pietro, SantEgidio,
Santa Maria della Sper.
19.00 Osservanza, Villachiaviche
19.30 Bulgarn
20.00 Tipano, Ruffio,
Pioppa, Pievesestina,
Ponte Pietra,
20.30 San Pio X, Calisese,
San Giovanni Bono,
Torre del Moro, Gattolino,
San Mauro in Valle,
Ronta, Bulgaria

Messe festive
7.00 Cattedrale
7.30 Santuario dellAddolorata,
Cappuccine, Martorano,
Calabrina, Ponte Pietra,
Villachiaviche
8.00 Basilica del Monte,
San Pietro, San Pio X,
Santa Maria della Sper.
San Mauro in Valle,
San Giovanni Bono,
SantEgidio, Calisese,
Torre del Moro, Gattolino,
Bulgaria,
Madonna del Fuoco,
Macerone, Borello
8.30 Cattedrale, San Rocco,
Case Finali, Tipano,
San Cristoforo,
Roversano
8.45 San Martino in Fiume
9.00 San Giuseppe (Cesena
corso Comandini),
chiesa Benedettine,
Santo Stefano,
San Bartolo, San Paolo,
San Domenico, Diegaro,
Pievesestina, SantEgidio,
Capannaguzzo,
Ponte Pietra,
Santa Maria Nuova,
San Vittore,
San Carlo, Ruffio
9.30 cappella del cimitero,
Santuario dellAddolorata,
Madonna delle Rose,
Osservanza, Villachiaviche,
Montereale, San Tomaso
9.45 Bulgarn
10.00 Cattedrale, Case Finali,
San Rocco, Santa Maria
della Speranza, Ronta,
Bagnile, Torre del Moro,
Carpineta, Cappuccini,
San Pio X,
SantAndrea in B.,
10.30 Santuario del Suffragio,
Casalbono, Bulgaria
11.00 Santuario Addolorata,
Basilica del Monte,
San Domenico,
Santo Stefano,
San Paolo, San Pietro,
San Bartolo, Villachiaviche,
SantEgidio,
San Giovanni Bono,
Calabrina, Calisese,

11.10
11.15
11.30
17.00
18.00
18.30
19.00
20.00

Gattolino,
Madonna del Fuoco,
San Mauro in Valle,
Pievesestina, Pioppa,
Ponte Pietra,
Borello, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
Macerone, Capannaguzzo
Torre del Moro
Madonna delle Rose,
Diegaro, Martorano
Cattedrale,
Istituto Lugaresi,
San Pio X,
Cappella ospedale Bufalini
Cattedrale,
San Domenico
San Pietro, San Rocco,
Cappuccini
Osservanza
San Bartolo, Villachiaviche

Comuni del
comprensorio
Bagno di Romagna
ore 20 (sabato);
11,15 / 20
San Piero in Bagno:
chiesa parrocchiale
ore 18 (sabato);
8 / 11 / 17.
Chiesa San Francesco:
10 / 15,30
Ospedale Angioloni:
ore 16 (sabato)
Selvapiana: 11,15
(20,30 sabato);
Acquapartita: 9
Valgianna: 10
Bertinoro
Santa Maria Nuova: 9,
10,30 (19 sabato)
Cesenatico
Sabato: ore 16 Boschetto;
17,30 Conv. Cappuccini,
Santa Maria Goretti;
18,30 Valverde,
San Giuseppe;
20 Sala;
20,30 Santa Maria Goretti;
21 San Giacomo,
Boschetto

Festivi:7 San Giacomo,


7,30 Valverde,
Bagnarola;
8 Santa Maria Goretti;
8,30 Sala, Boschetto;
9 Cappuccini,
San Giuseppe, Valverde;
9,15 San Pietro;
9,45 Cannucceto;
10 Villalta;
10,30 Cappuccini,
San Giuseppe;
11 San Giacomo, Sala;
11,15 Bagnarola,
Santa Maria Goretti;
17,30 Cappuccini;
18,30 San Giuseppe,
Valverde,
Zadina Park Hotel;
21 Boschetto,
San Giacomo

Mercato Saraceno
10.00; Ciola: 8,30
Linaro: 11,15;
Monastero
di Valleripa: 9;
Montecastello: 11
Montejottone: 8.30
Montepetra: 8.30
Piavola: prefestiva sabato
ore 18 (San Giuseppe),
9,30 chiesa parrocchiale;
Pieve di San Damiano
11,30;
San Romano: 11;
Taibo: 10

Civitella di Romagna
Giaggiolo: 9,30
Civorio: 9

Roncofreddo
Sorrivoli: 11,15;
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30

Gambettola
chiesa SantEgidio abate:
8,30 / 10,30 / 18; 20,30
(sabato). Consolata: 19
(sabato); 7,30 / 9,30
Gatteo
ore 20 (sabato);
9 / 11 / 18
SantAngelo: 20 (sabato);
8, 45; Casa di riposo: 9,30
- 11. Istituto don Ghinelli:
18,30 (sabato), 7,30
Gatteo Mare: Sabato 18
20,45; Festivi 7, 8, 9, 11,
18, 20,45
Longiano
Sabato:18 Santuario
SS. Crocifisso;
18,30 Crocetta;
20,30 Budrio
Festivi: ore 7,30 Santuario
SS. Crocifisso;
8 Budrio; 8,30 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio,
Santuario SS. Crocifisso;
9,45 Balignano;
10 Badia, Montilgallo;
11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in
Scanno; 11,15 Crocetta;
18 Santuario Crocifisso

Montiano
ore 20,30 (sabato); 9.
Montenovo:
ore 18,30 (sabato), 10,30

Sarsina
Concattedrale: 7 / 9 /
11 / 18; Casa di Riposo:
ore 16 (sabato);
Tavolicci: 10,30 (liturgia
della Parola con Eucar.);
Ranchio: 20 (sabato), 11;
Sorbano: 9.30;
Turrito: 17 (sabato), 10;
San Martino in Appozzo: 9
(liturgia della Parola con
Eucaristia); Quarto:
10,30; Pieve di Rivoschio:
15,30; Romagnano:
11,15; Pagno: 16
(seconda dom. del mese).
Verghereto
ore 16 (sabato), 9,15;
Balze (chiesa parr): 11,15;
Montecoronaro: 9,45;
Montecoronaro orat. Ville
(al sabato): 16;
Eremo di SantAlberico:
domenica, ore 16;
Alfero: 17 (sab.); 11,15;
Pereto: 10; Riofreddo: 10;
Corneto: 11

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Queste cose vi scriviamo, perch la vostra gioia sia piena (1Gv 1,4)
Direttore editoriale
Piero Altieri
Direttore responsabile
Francesco Zanotti
Vicedirettore
Ernesto Diaco
Membro della
Federazione
Italiana
Settimanali
Cattolici
Associato
allUnione
Stampa
Periodica
Italiana

Testata che fruisce


di contributi di cui
allart. 3 comma 3 della
legge n. 250 del 7/8/1990
Giornale locale ROC
(Registro degli operatori
di comunicazione)

Redazione, Segreteria e Amministrazione


via del Seminario, 85,
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258,
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Abbonamenti
annuo ordinario euro 48;
sostenitore 70 euro;
di amicizia 100 euro;
estero (via aerea) 100 euro.
Settimanale dinformazione
Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale
della stampa n. 4.234
Editore e Propriet
Diocesi di Cesena-Sarsina
Stampa
Rotopress
via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
www.rotoin.it

Tiratura del numero 29 del 21 luglio 2016: 8.052 copie


Questo numero del giornale stato chiuso in redazione
alle 18 di marted 23 agosto 2016

Vita della Diocesi

Con la Caritas a Roma


per Madre Teresa di Calcutta
19 anni dalla morte, Madre Teresa di Calcutta sar
proclamata santa a Roma domenica 4 settembre: un
evento da tutti atteso che papa Francesco ci dona la gioia
di vivere in piazza San Pietro.
La piccola suora albanese, fondatrice delle Missionarie
della Carit, ha vissuto come una matita nelle mani di
Dio perch Lui potesse disegnare le opere della sua
misericordia, soprattutto quella di confortare con la

te
n
o
M
l
e
d
a
c
i
l
Basi

preghiera e il calore del suo abbraccio i moribondi


nella baraccopoli di Calcutta. Madre Teresa, santa
della carit, che ha vissuto con grande umilt, ma
con la grande forza della preghiera e della
profonda comunione con il Signore.
La Caritas diocesana insieme allUfficio
Pellegrinaggi organizza il viaggio a Roma nella sola
giornata del 4 settembre per partecipare alla
solenne celebrazione.
Prenotazioni entro il 26 agosto presso Segreteria
Caritas, tel. 0547 22423 e Ufficio pellegrinaggi
(Luciano Veneri, 335 8007280). Quota: 40 euro
(da versare alliscrizione), pranzo al sacco.

BASILICA DEL MONTE (CESENA),


LUNED 15 AGOSTO: NELLA FOTO
DI PIERGIORGIO MARINI,
LA PARTECIPAZIONE ALLA MESSA
DELLE 6

Come non pensare


alle donne offese
nella loro dignit?
R

iflessione dellAssunta dedicata alle donne e al loro ruolo nella societ di


oggi. Partendo dai dipinti della cupola del Milani della basilica del Monte,
il 15 agosto, nel giorno della solennit di Santa Maria Assunta in cielo, il
vescovo Douglas nella Messa delle 18 ha tratteggiato limportanza del ruolo
femminile nelle Sacre scritture, passando per Maria la madre di Ges per poi
affrontare la situazione attuale. Non si distrugge la societ solo con le bombe
del terrorismo ha detto monsignor Regattieri - ma anche sfaldando poco a
poco i fondamenti naturali della famiglia con leggi inique e dannose alla societ.
In questo voi donne avete una grave responsabilit.
Come da tradizione la giornata ha
da monsignor Regattieri. Una
visto la salita al Monte, a Cesena, da
tradizione che tiene. Anzi, pare tenere
parte di migliaia di pellegrini. Fin
parecchio al di l dei luoghi comuni e
dalle prime luci dellalba a centinaia si
delle ferie a ogni costo che invitano a
sono messi in cammino per
tuttaltro modo nel vivere le vacanze.
raggiungere la basilica benedettina e
Molto frequentato anche il
partecipare alle Messe che sono state
sacramento della Riconciliazione, con
celebrate a tutte le ore, dalle 6 fino a
numerosi sacerdoti sempre impegnati
mezzogiorno e poi nel tardo
nella cripta della basilica. Nellanno
pomeriggio quella solenne presieduta

Le parole del vescovo


Douglas nel giorno in cui
migliaia di pellegrini hanno
celebrato la festa di Santa
Maria Assunta (15 agosto)
giubilare della Misericordia, molti
fedeli hanno preso loccasione della
festa dellAssunta per riconciliarsi con
Dio.
Nellomelia il vescovo ha aggiunto che
in Maria vediamo raggiunto il finale
compimento di ogni uomo. La festa
dellAssunzione richiama il cielo a cui
siamo tutti indirizzati. Lei ci ha
preceduto. La sua glorificazione, in
anima e corpo, una promessa certa
anche per noi. Poi andato col
pensiero alle donne di oggi, a voi
sorelle carissime. Celebrando questa
festa voi vi dovete sentire protagoniste.
Penso a voi, al vostro lavoro in casa e
fuori casa, al compito educativo che
avete, alle vostre famiglie, penso ai
tanti servizi ecclesiali che svolgete
nelle nostre comunit parrocchiali,
alle donne vedove, penso alle sorelle
consacrate a Dio nella vita religiosa,
nellOrdo Virginum, alle monache
Benedettine, alle Clarisse-Cappuccine,
a quelle della Piccola Famiglia della
Risurrezione, della Comunit del
Padre Nostro, alle sorelle appartenenti
a diversi istituti secolari. E come non
pensare alle donne offese nella loro
dignit anche qui da noi?.
Monsignor Regattieri ha chiuso la sua
riflessione facendo proprie le parole
pronunciate dal Concilio Vaticano II
oltre 50 anni fa. Voi donne avete
sempre in dote la custodia del
focolare, lamore delle origini, il senso
delle culle. Voi siete presenti al mistero
della vita che comincia. Voi consolate
nel distacco della morte. La nostra
tecnica rischia di diventare disumana.
Riconciliate gli uomini con la vita. E
soprattutto vegliate, ve ne
supplichiamo, sullavvenire della
nostra specie. Trattenete la mano
delluomo che, in un momento di
follia, tentasse di distruggere la civilt
umana.

Gioved 25 agosto 2016

In breve
Al monastero delle Cappuccine
una reliquia di Santa Teresa
Domenica 28 e
luned 29
agosto il
monastero
delle
Cappuccine di
Cesena (di
fronte al
cimitero
urbano)
accoglier una reliquia di Santa Teresa di Ges
Bambino del Volto Santo.
Alle 18 di domenica 28 agosto arrivo della reliquia
di Santa Teresa e celebrazione dei vespri; alle
20,30 veglia di preghiera guidata da monsignor
Mario Morigi.
Luned 29 agosto alle 7 Messa e alle 10 partenza
della reliquia.

Giubileo misericordia
Due nuove Porte Sante
per la Diocesi
di Cesena-Sarsina
ue nuove Porte sante, e due nuove
D
chiese giubilari, nel territorio della
Diocesi per il Giubileo della Misericordia
voluto da papa Francesco.
Alle quattro gi presenti, la Cattedrale, la
Concattedrale di Sarsina, la Basilica del
Monte e il santuario del Crocisso di
Longiano, si aggiungono, per volont del
vescovo Regattieri, la basilica dellAssunta
di Bagno di Romagna (dal 15 agosto al 13
novembre) e il santuario di Santa Maria del
Rosario di Sala di Cesenatico (dal 30
settembre al 9 ottobre).
Tutte le Porte sante in diocesi si
chiuderanno il 13 novembre.

A Ronta percorsi
interdiocesani di arte e fede
Percorsi interdiocesani di arte e fede:
lappuntamento che toccher la Diocesi di CesenaSarsina si svolger mercoledi 7 settembre 2016
alle 20,45 presso la Pieve di Santa Maria in Ronta,
in occasione della settimana della festa
parrocchiale. Col titolo Nativit di Maria con
SantAnna e San Gioacchino: la tela ritrovata e il
territori, la serata intende accompagnare lo
sguardo dal quadro, alla storia della comunit che
lo ha commissionato, alle tracce della devozione
mariana riconoscibili nel territorio costellato di
cellette devozionali sorte sin dal XVII, agli innesti
di cardi e decumani delle centuriazioni romane.
Presentano il progetto il professor Giovanni
Gardini e la dottoressa Maria Grazia Berlini.
Introduce don Ettore Ceccarelli e accompagna La
Gregoriana, corale della Basilica benedettina di
Santa Maria del Monte. Lidea dei percorsi nata
allinterno del corso di Teologia e Pastorale della
Bellezza, tenuto presso lIstituto superiore di
Scienze religiose di Forl.

La testimonianza di una coppia di ritorno dalla quattro giorni di fraternit presso


la casaLa rocciadelle suore francescane della Sacra Famiglia, a LaVerna

Misericordia, un dono da vivere

uestanno dal 28 al 31 luglio, la nostra famiglia ha avuto la grazia di poter


partecipare allesperienza di preghiera organizzata presso la casa La roccia a La
Verna.
Il tema stato: La famiglia luogo privilegiato di Misericordia.
Prima esperienza per noi, la porteremo sempre nel cuore per le emozioni e la ricchezza
spirituale che ci ha regalato.
Gli incontri con suor Ornella sul tema della Misericordia da vivere in famiglia. La nostra
considerazione come coppia stata che mai avremmo pensato che il primo impegno di
Misericordia lo dobbiamo assolvere con il nostro coniuge quotidianamente. Ci siamo
infatti resi conto di quanto sia importante, ma allo stesso tempo difficile, essere
misericordiosi allinterno della coppia e in famiglia. Riflessione condivisa e sostenuta
anche dalle altre coppie presenti, con le quali si subito creato un clima di amicizia e
fraternit nonostante non ci si conoscesse tutti.

I tanti bambini presenti hanno allietato le


giornate con la loro presenza serena e
spensierata, giocando liberamente e in
gruppo nel bellissimo giardino della casa.
I momenti di preghiera e di riflessione sono
stati arricchiti da due piacevolissime
passeggiate nella Foresta Casentinese.
Luscita sensoriale notturna, condotta
da due guide esperte e appassionate, stata
molto emozionante perch ci ha permesso
di godere del silenzio e del buio pesto
del bosco, facendoci riscoprire emozioni
dimenticate e troppo poco sollecitate.
Un silenzio ricco di suoni a noi sconosciuti
ci ha permesso di dare sfogo alla fantasia.
La Messa quotidiana, tra cui una
con un ospite speciale, il nostro vescovo
Douglas che si intrattenuto con noi
per la riflessione di gruppo e per il pranzo,
insieme alle Lodi, alle visite al Santuario,

alla celebrazione del Giubileo con il


Passaggio della Porta Santa, ci hanno aiutato
a capire limportanza dellessere
misericordiosi prima di tutto con il nostro
coniuge.
Troppo spesso perdiamo di vista il valore di
chi ci circonda e ci pi vicino, dando per
scontata la loro presenza.
La Misericordia la vera forza che ci
permette di perdonare, un dono da vivere
e da coltivare quotidianamente. Questo il
grande valore che ci siamo portati a casa e
non possiamo che ringraziare per questa
bellissima esperienza che ci ha permesso,
grazie alla forza della preghiera, di essere pi
vicini anche alla nostra figlia maggiore che
in quei giorni si trovava a Cracovia per
lincontro con il Papa.
Riccardo e Simona
parrocchia di San Giorgio-Bagnile

Speciale Festa San Vicinio

Gioved 25 agosto 2016

Festa di San Vicinio


patrono
della Diocesi

Le celebrazioni in onore del santo


che fu primo vescovo nella citt di Sarsina
Domenica 28 agosto la Messa
nella Concattedrale presieduta
dal vescovo Douglas

anti gli appuntamenti che intendono celebrare San Vicinio, patrono


della diocesi e della citt di Sarsina. Come di consueto, momenti religiosi si intrecciano con una festa paesana da sempre molto sentita in
tutto il territorio. Il programma religioso prevede una serata dedicata ai giovani, curata dal Servizio diocesano di Pastorale Giovanile. Gioved 25 agosto,
nella chiesa del Suffragio si terr lincontro I giovani in cammino da Sarsina
a Cracovia con video e testimonianze dei ragazzi che hanno partecipato alla
Giornata mondiale della giovent a Cracovia nel luglio scorso.
Venerd 26 agosto (20,30) in Cattedrale di terr una veglia di preghiera animata e guidata dai fratelli della Comunit monastica Piccola famiglia della
Resurrezione in Valleripa.
Sabato 27 agosto (17,30) nella Basilica Concattedrale avr luogo la celebrazione dei primi vespri della Solennit, presieduti dal vescovo Douglas. Alle
18, la tradizionale benedizione degli automezzi in piazza Plauto. In serata
(20,30) nella chiesa del Suffragio si terr la celebrazione del Sacramento
della Riconciliazione/Confessione presieduta dal vescovo Douglas.
Domenica 28 agosto, giorno di San Vicinio, si inizia con la prima Messa alle
7. La celebrazione delle 9, sar animata dalla corale della comunit parrocchiale di Quarto, mentre quella delle 11 dalla corale di Sarsina. Alle 17, solenne Concelebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Douglas e
concelebrata dai presbiteri della chiesa di Cesena-Sarsina.
Il canto sar animato dalla corale di Sarsina. A seguire processione con le
reliquie di San Vicinio per le vie del paese.
Luned 29 agosto, alle 18, Messa per gli iscritti, vivi e defunti, alla Compagnia di San Vicinio. in programma per sabato 3 settembre il consueto pellegrinaggio al monte di San Vicinio: alle 18 dalla chiesa di Taibo e dalla
Basilica Concattedrale di Sarsina partono i due cammini.
Alle 21 verr celebrata la Messa alloratorio di San Vicinio presieduta dal vescovo Douglas, seguito da un momento di fraternit.

SARSINA, PIAZZA PLAUTO CON LA CONCATTEDRALE

PROGRAMMA FESTA CIVILE


Gioved 25 agosto, notte latina con i Cayman serata offerta dalla Pro Loco di Sarsina. Ore 19 stand gastronomico in piazza Plauto.
Venerd 26 agosto, ore 18 presso il centro storico di Sarsina Bolle a passi di tango, degustazione bollicine accompagnata da passi e note di Tango Argentino.
Sabato 27 agosto, festa vintage. ore 21 in piazza Plauto con Qluedo risonanze 80, a seguire Radio Studio
Delta. Serata offerta dalla Bcc di Sarsina. stand gastronomico ore 18.
Domenica 28 agosto, orchestra Chicco Fabbri e la sua orchestra. spettacolo con fuochi musicali.
Stand gastronomico ore 12 e ore 18.

UN PO DI STORIA PER ACCOMPAGNARE LA RIFLESSIONE E LA PREGHIERA


Il santo venerato e
proclamato protettore: egli
vigila, tutela e intercede,
sostiene poveri, orfani e
vedove; protegge i pellegrini;
guarisce gli ammalati; libera
gli ossessi e i carcerati. Agisce
da pastore nei confronti del
suo gregge. Anche dopo la sua
morte non cessa le funzioni e
le prerogative che gli erano
proprie in vita

Ai piedi
del vescovo
protettore
C

una provvidenziale saggezza


nellapparente ripetitivit del
calendario liturgico, che ogni
anno torna a farci rivivere le tappe che
marcano la nostra storia, la nostra vita
materiale e spirituale: con una
preoccupazione educativa cos cara alla
Chiesa perch tanto preoccupata
delluomo e del suo destino buono.
quanto accade il 28 agosto, festa di san
Vicinio, primo vescovo di Sarsina e
patrono della diocesi. Ma chi il patrono?
Perch presiede a tutte le vicende delle
nostre Chiese particolari? Perch a lui
sono dedicate pressoch tutte le
cattedrali antiche e medievali, spesso
edificate proprio sul sepolcro del loro
santo titolare? Il concetto di patronus
nasce in ambito giuridico e nelloccidente
latino, sempre congiunto a cliens
(cliente, cio colui che non godeva della
civitas romana, che si trovava in
condizione dinferiorit e dunque
bisognoso di protezione), a libertus

(liberto, cio uno schiavo liberato che


resta volontariamente vincolato al suo
affrancatore) e a discipulus (discepolo,
cio colui che segue le orme buone di chi
gli sta sopra o davanti). Poi, con lavvento
del cristianesimo, il termine si tramuta in
defensor civitatis (difensore della citt),
quando la tutela giuridica diviene anche
fisica e protettiva da ciascun abuso (cos
la norma diviene consuetudine). A partire
dal IV secolo gli scrittori cristiani

additano alla venerazione i


santi martiri confidando nella
loro intercessione
(dichiarandosi persino loro
alumni, alunni); via via,
martiri e santi assumono
funzione tutoria verso i singoli
fedeli e lintera comunit, si
fanno intercessori presso Dio
(santAmbrogio parla proprio di
advocati, avvocati) e le loro
spoglie divengono pegno e
garanzia: perch le reliquie
garantiscono protezione e difesa alla
Chiesa e/o alla citt che le custodisce.
Dunque il patrono protegge i cittadini e li
guida nella conquista della cittadinanza
celeste: sinstaura con lui un vero e
proprio rapporto di patronato (pensiamo
alla sua permanenza ancora oggi nelluso
sindacale), con una tutela riservata a
persone ma anche a cose, idee e modi
dessere. La ricca letteratura agiografica
(cio le Vite dei santi) documenta quanto

la presenza del patrono materializza un fenomeno


sociale: il culto determina pellegrinaggi, che
agiscono modificando la vita urbana con la
crescita dellagglomerato civile, giungendo a
influenzare usi e pratiche, persino a livello daffari
e commercio (si pensi a quante fiere si svolgevano,
un po ovunque, nel nome del patrono e nel
giorno della sua festa), senza dimenticare le
consuetudini ludiche. Se poi la figura quella del
santo vescovo, venerato e proclamato protettore:
egli vigila, tutela e intercede; sostiene poveri,
orfani e vedove; protegge i pellegrini; guarisce gli
ammalati; libera gli ossessi e i carcerati; insomma,
agisce da pastore nei confronti del suo gregge
(ubbidendo a un modello cristologico
chiaramente da rintracciare nel Vangelo, perch
anche il santo discepolo del Maestro); anche
dopo la sua morte non cessa le funzioni e le
prerogative che gli erano proprie in vita.
Troviamo tutti questi fattori anche nella Vita e
miracoli di san Vicinio, vescovo di Sarsina, lunico
testo in nostro possesso che proviene dal
medioevo: stato composto a cavallo dei secoli
XI-XII, da un anonimo clto (lui stesso si definisce
esperto), un agiografo che ben conosce gli scritti
di san Pier Damiani, forse appartenente
allambiente culturale riminese e in buoni
rapporti con ecclesiastici sarsinati (con il vescovo
Uberto, 1025-1053?); egli ci parla del santo
vescovo quale artefice dellevangelizzazione in
valle Savio e della cristianizzazione della pagana
Sassina. Il ritratto di Vicinio risponde s al canone
letterario cos diffuso nel medioevo, ma
corrisponde soprattutto al modello evangelico
delluomo di Dio e costituisce lexemplum da
imitare: amabile maestro per tutto il clero, degno
di venerazione per il popolo, comprensivo come
un padre verso i poveri, generoso con le vedove,
povero per s, protettore degli orfani, sofferente
con i sofferenti, come si legge nella Vita del santo.
la ragione per cui, invocandolo, facciamo festa.
Marino Mengozzi

Attualit
Lincontro del 22 agosto
fra Renzi, Merkel e Hollande
non va enfatizzato,
ma nemmeno sottovalutato.
I tre maggiori Paesi dellUe
confermano - nellepoca dei
populismi e dei nazionalismi
dilaganti - la necessit di
unEuropa unita ed efficace.
Come quella che,
negli anni 40, sognavano
Spinelli, Rossi e Colorni

Gioved 25 agosto 2016

Scuola

FOTO SIR

Si emigra
verso le cattedre
leffetto demografico
Pi studenti al Nord
e pi docenti al Sud

e
Summit a tr

Nel dopo Brexit, unagenda politica


per rilanciare la casa comune europea
L

omaggio alla tomba di Altiero


Spinelli - padre del federalismo
europeo - sullisola di
Ventotene, poi il vertice a bordo della
portaerei Garibaldi, che rimanda alla
capacit di difesa dalle minacce
esterne ma anche allimpegno per
salvare in mare i migranti che partono
dalle coste africane. Storia, simboli,
non poca retorica e volont pervicace
di costruire un futuro comune hanno
caratterizzato il vertice a tre fra Renzi,
Merkel e Hollande del 22 agosto. Non
un momento decisionale in senso
stretto, ma un appuntamento cordiale
per ribadire che lEuropa necessaria,
oggi come ieri, allepoca dellIsis come
in quella del tramonto nazifascista.
Grandi ideali e piccoli passi: la storia
dellintegrazione comunitaria.
Era cos ai tempi di De Gasperi,
Schuman e Adenauer, e lo scenario si
ripete - pur con sensibili differenze allinizio del terzo millennio. Nel
secondo dopoguerra cera da
ricostruire, non solo materialmente, il
continente distrutto dal conflitto
mondiale; oggi si tratta di rimettere in
piedi un sogno che sembra profilarsi
come lunica risposta alla
globalizzazione e alle sfide che essa
porta con s: la perdita di peso dei
singoli Stati, lurgenza di condividere le
sovranit per salvaguardare gli interessi
comuni, la lotta al terrorismo, la
risposta alle migrazioni di massa, il
potenziamento del mercato comune e
delle economie nazionali in un quadro
di Unione economica e monetaria.
Dunque in una fase storica altrettanto
complessa rispetto al passato ci vuole
di pi: pi slancio ideale, maggiore
visione politica, la forza per superare le
paure diffuse, la capacit di convincere

cittadini e popoli rispetto a un


orizzonte comune, lintelligenza nel
costruire giorno dopo giorno risultati
concreti che facciano intendere
proprio il valore aggiunto di unEuropa
libera, democratica e unita. Quella
stessa Europa di cui trattava il
Manifesto di Ventotene di Spinelli,
Rossi e Colorni.
Cos i tre leader che si sono dati
appuntamento sullisola pontina
hanno voluto lanciare un segnale forte:
il premier italiano, la cancelliera
tedesca e il presidente francese sono
europeisti quanto basta, si ergono a
difensori degli interessi nazionali, e
sono - tutti e tre, non meno degli altri
capi di Stato e di governo dei Paesi Ue accerchiati da forti sentimenti populisti
e antieuropeisti, ai quali si pu
rispondere con i fatti pi che con le
parole.
Numerosi i temi emersi durante
lincontro nel Mar Tirreno: sul piano
squisitamente politico il dopo Brexit, i
negoziati per il divorzio da Londra, la
preparazione del summit di Bratislava
di met settembre per il futuro
dellUe; il terrorismo, la sicurezza e la
politica di difesa; la situazione in Siria e
Libia; la crescita economica per creare
lavoro, la quale richiede investimenti
(piano Juncker) e ulteriore flessibilit
sui conti pubblici; laccoglienza dei
migranti come responsabilit europea,
la politica comune di asilo, la
cooperazione allo sviluppo con Paesi di
origine e transito delle migrazioni, la
collaborazione con la Turchia di
Erdogan. E, inoltre, i giovani, la cultura,
lenergia, lambiente Non sono
ancora risposte ai problemi, ma certo
il tentativo di imbastire unagenda che
definisca soluzioni plausibili ed

efficaci.
Matteo Renzi vola alto ed esprime un
auspicio non banale: Molti hanno
pensato che dopo la Brexit lUe fosse
finita: non cos. Abbiamo voglia di
scrivere una nuova pagina di futuro.
Per questo, per, bisogna tenere
insieme sogni e concretezza. Non sar
un percorso facile, ma la Ue non si tira
indietro. Angela Merkel mette le mani
in pasta, concreta come sempre, e
riferendosi a Pil, crescita e
investimenti, spiega: Credo che il
Patto di stabilit conceda gi molte
possibilit di flessibilit (messaggio
rivolto agli amici francesi e italiani,
sempre alle prese con bilanci pubblici
ballerini). Quindi aggiunge: Noi
vogliamo che Italia, Francia e
Germania possano crescere, in modo
da creare posti di lavoro e questo
significa realizzare delle condizioni per
favorire gli investimenti privati. Dal
canto suo Franois Hollande, per ovvie
ragioni, rivolge lo sguardo a sicurezza,
difesa, confini e, sugli scenari mondiali,
afferma: Penso a quanto succede ad
Aleppo, una catastrofe umanitaria, che
se non faremo nulla, un giorno sar la
vergogna dellintera comunit
internazionale.
Cos risuonano, ancora una volta, le
parole della Dichiarazione Schuman
del 1950:
LEuropa non potr farsi in una sola
volta, n sar costruita tutta insieme;
essa sorger da realizzazioni concrete
che creino anzitutto una solidariet di
fatto. Oggi come ieri: tempi duri e sfide
apparentemente insormontabili per il
Vecchio continente, che richiedono
ideali alti, progetti e maniche
rimboccate.
Gianni Borsa

Non manca molto allinizio dellanno scolastico e si


moltiplicano proteste e preoccupazioni sulla
mobilit dei docenti. Grande imputato, lormai
famoso algoritmo del Ministero che regola
lassegnazione delle sedi di servizio nelle diverse
parti dItalia.
Algoritmo: viene da pensare a un calcolo infallibile,
una procedura matematica che non pu avere falle.
Cosa sta succedendo? Un interessante studio di
Tuttoscuola aiuta a comprendere meccanismi e
ragioni della mobilit degli insegnanti, compreso
quel fenomeno della deportazione denunciato con
enfasi dalla categoria, per cui in tanti sono costretti a
lasciare la propria regione di appartenenza per
approdare ad altre, in particolare dal Sud al Nord.
Lalgoritmo - spiega Tuttoscuola - ha fatto emergere
pi chiaramente un fenomeno sociale, sotterraneo ma
non troppo, che sta caratterizzando da anni la nostra
scuola. E cio lo squilibrio esistente tra domanda e
offerta sul territorio nazionale, il fatto per cui - detta
in estrema sintesi - gli studenti abbondano al Nord e
gli insegnanti al Sud, per cui la migrazione di questi
ultimi inevitabile.
Tuttoscuola spiega, con corredo di dati elaborati sulla
base di quelli del Ministero, che ci sono fenomeni
demograci e sociali che hanno spostato negli anni il
baricentro della scuola italiana, mettendola su un
piano inclinato: pi studenti al centro-nord spingono
un gran numero di docenti, concentrati nel
meridione, verso nord. E di fronte a queste tendenze
strutturali non c algoritmo che tenga: nessuna
formula matematica potrebbe creare tante cattedre al
sud da occupare la sovrabbondante offerta di lavoro
che l si manifesta. Per questo, aggiungono gli
esperti, siamo di fronte a una vera e propria
emigrazione di docenti meridionali verso il nord,
migranti intellettuali sbarcati in molti casi da atenei
del sud rincorrendo il miraggio di una cattedra che
non c per tutti, almeno in quelle aree del paese.
Come negli anni cinquanta e sessanta del secolo
scorso si migrava verso le fabbriche, ora si migra
verso le cattedre. Sempre i dati del periodico di
settore mostrano come si tratti di un fenomeno ben
prevedibile e in atto da tempo, conseguente ai ussi
demograci. Due numeri su tutti, tra quelli offerti dal
periodico, sono illuminanti: Con riferimento al primo
ciclo di istruzione, solo il 37% degli studenti italiani
risiede al sud, Isole incluse (18 anni fa era il 47%);
mentre ben il 78% dei docenti coinvolti in questa
tornata di trasferimenti nato nel meridione.
A questo punto si pu capire che, algoritmo o no, e
fatte salve le correzioni da apportare ad eventuali
errori, mobilit e deportazioni si muovono in un
orizzonte ben pi complesso delle formule
matematiche. E per superare una situazione difficile
occorrono politiche di sistema ampie e a lungo
termine. Rilanciare le scuole del Sud, suggerisce
ancora Tuttoscuola, tenerle aperte al pomeriggio,
incentivare il tempo pieno, puntare al recupero della
dispersione e dei gap della scuola meridionale
rilevati anche nei test Invalsi e Pisa. Possono essere
strade percorribili, a patto di investimenti importanti.
Alberto Campoleoni

Organizzazione Tecnica Ariminum Viaggi e Robintur Viaggi, IOT e Brevivet - Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

PELLEGRINAGGIO GIUBILARE
IN TERRA SANTA
Oo giorni dal 6 al 13 oobre 2016
Passaggio della Porta Santa
nella Basilica del Getzemani
sul Monte degli Ulivi
Trasferimento in pullman per Bologna, aereo da Bologna: Nazareth, Monte Carmelo, Cafarnao, i Santuari del Lago di Tiberiade,
Gerico, Betlemme, Gerusalemme. Pensione completa, ingressi, accompagnatore e guida, assicurazione sanitaria e annullamento.
Guida spirituale del pellegrinaggio sar don Pier Giulio Diaco, vicario generale della Diocesi di Cesena-Sarsina

GIUBILEO OPERATORI DI MISERICORDIA


e CANONIZZAZIONE DI MADRE TERESA: Roma, domenica 4 seembre 2016
Con Caritas diocesana: pullman, Messa con papa Francesco e passaggio Porta Santa

40 euro

da 1.130 euro

ULTIME RIMANENZE

PREZZI
SCONTATI
FINO AL 70%
PER CHIUSURA

Attualit

Gioved 25 agosto 2016

11

SIRIA, UNUMANIT DISTRUTTA. In dialogo con il parroco latino di San Francesco, padre Ibrahim Alsabagh

na lenta
agonia. La
situazione
disastrosa.
Le parole di padre Ibrahim
Alsabagh, francescano e
parroco della cattedrale latina
di san Francesco, ad Aleppo,
citt martire siriana, sembrano
contemplare sia lo sguardo
frastornato del piccolo Omran
Daqneesh, il bambino di
cinque anni colpito insieme ad
altri piccoli nel quartiere
Qaterji, da un
bombardamento aereo, le cui
foto hanno fatto il giro del
mondo, sia la disperazione di
una popolazione oramai allo
stremo delle forze. Tutto
lorrore di una guerra in una
foto. Nella mente del religioso
francescano sono tanti i
piccoli e i grandi Omran che
ancora vivono ad Aleppo dove
c da fare i conti con una
violenza mai vista.

La lenta agonia
di Aleppo

ALEPPO: OMRAN DAQNEESH, IL BAMBINO


DI CINQUE ANNI COLPITO INSIEME AD
ALTRI PICCOLI NEL
QUARTIERE QATERJI
(FOTO AFP/SIR)

al bene del popolo,


di ogni uomo e di
tutto luomo.
Vogliamo che i
Paesi che scrivono
la storia della
nostra umanit
usino misericordia
verso luomo devastato e
sofferente oggi in Siria, in
modo speciale ad Aleppo.
La Chiesa locale cerca di fare
la sua parte. Un impegno
quotidiano, silenzioso, di
accoglienza e di aiuto. Rivela
padre Ibrahim: Tanti nostri
fedeli ci dicono di vedere il
volto pi bello della Chiesa:
una Chiesa madre che si
preoccupa e aiuta
spiritualmente e
materialmente i suoi figli.
La foto del piccolo Omran Daqneesh, il bambino di cinque anni colpito insieme ad Posso dire che la Chiesa di
Sono 5 anni, ormai, che
siamo sottoposti a continue
una Chiesa
altri piccoli nel quartiere Qaterji, da un bombardamento aereo, limmagine nitida Aleppo
ondate di violenza - spiega il
raggiante, piena di luce, che
francescano -. Dopo ogni
fede, speranza e carit,
dellorrore di una guerra che nessuno vuole o pu fermare. Latto di accusa contro i emana
ondata il popolo riprendeva
non solo per i suoi figli, ma
commercianti della guerra e gli arricchiti della guerra, che giocano sulla testa dei
fiato e speranza in un futuro
per tutto il popolo siriano.
migliore di pace, di
Una Chiesa coraggiosa al
poveri. Pi che gli edifici e le strutture - dice il parroco - qui si sta distruggendo
convivenza. Per poi ricadere
punto di spogliarsi di tutto ci
nello sconforto. Ma nellultimo
che ha per donarlo al popolo.
luomo.
La
tregua
di
48
ore?
Tardiva
e
superficiale
periodo, a causa degli scontri
La nostra Chiesa , in ogni
tra esercito regolare e milizie
istante, in ginocchio per
armate, stiamo subendo
lavare i piedi dei lebbrosi del
unondata di morte, la
XXI secolo, che sono i poveri, i
peggiore mai vista. Ci sono stati anche
di catastrofe umanitaria. E porta degli
del nostro Paese, denuncia il francescano,
deboli, i rifugiati, i profughi, le vittime della
momenti in cui abbiamo creduto che si
esempi. Chi vede Aleppo non pu non
per il quale la richiesta di tregua
guerra. Continuiamo ad andare avanti,
potesse intravedere una soluzione, invece
restare impressionato. Aleppo oggi come
umanitaria di 48 ore appare tardiva e
nonostante le difficolt, per far arrivare gli
siamo di fronte al culmine della crisi che ci
le citt distrutte della Seconda Guerra
superficiale.
aiuti e lembargo. Padre Alsdabagh ricorda
sta portando a una lenta agonia. Non
Mondiale, o di epoche pi recenti, come
Oggi - ribadisce - non basta pi solo un
un recente viaggio in Italia e un colloquio
sembrano sorprendere pi di tanto le
Sarajevo. Non credo che si sia mai vista una pezzo di pane, ma una soluzione a questa
con il cardinale Angelo Bagnasco,
dichiarazioni dellinviato speciale dellOnu
simile quantit e qualit di violenza come
tortura, a questa sofferenza continua che
presidente della Conferenza episcopale
per la Siria, Staffan De Mistura, che ha
quella che sta distruggendo la Siria, e
non accenna a finire. La colpa dei
italiana (Cei). Davanti a lui mi sono fatto
annunciato di avere sospeso lattivit della
Aleppo in particolare. E non ancora
cosiddetti commercianti delle guerre, che
portavoce della Comunit cristiana di
task force umanitaria poich i continui
finita.
traggono profitto dalla situazione, che
Aleppo, chiedendo lintervento concreto
combattimenti ostacolano gli aiuti ai civili
La guerra continua come se niente fosse e
hanno in mano il gioco. Lo vediamo in
della Chiesa italiana; che si manifesti agli
e chiesto una tregua di almeno 48 ore, in
semina sempre pi morte, distruzione,
piccolo anche ad Aleppo, dove ci sono
aleppini come sua natura di Chiesa, un
particolare per Aleppo.
profughi e rifugiati. Pi che gli edifici e le
persone o gruppi - che qui chiamiamo i
riflesso della tenerezza di Dio.
strutture, qui si sta distruggendo luomo.
commercianti della guerra o gli arricchiti
In citt la gente martoriata. Le famiglie - Qui la voce del francescano sincrina, fino a della guerra - che giocano sulla testa dei
La Chiesa italiana sempre al nostro
racconta padre Ibrahim - soffrono
sussurrare un significativo questo ci
poveri.
fianco, spiritualmente e concretamente,
nellanimo, per la paura dei
che mi amareggia. Ricostruire strade,
Chi guida le sorti del mondo e di diversi
ma anche pronta a sostenere ogni sforzo
bombardamenti, delle malattie, dei traumi
scuole e palazzi sempre possibile, ma il
Paesi non deve avere questa mentalit. Il
nel trovare una soluzione a questa guerra
psicologici, del male prodotto ai loro
cuore delluomo? Non parlo solo di
rischio, altrimenti, che luomo venga
che pi grande di noi.
bambini. Soffrono nel corpo perch hanno
cristiani - sottolinea il parroco - ma di ogni
privato della sua dignit e venduto di
Abbiamo bisogno di grande sostegno grandi difficolt economiche. Manca tutto:
uomo che vive qui, specie di quello che nel
continuo. Non vogliamo che la comunit
conclude il parroco - siamo un popolo
acqua, luce, medicine, viveri. Manca il
suo cuore rifiuta le armi perch vuole
internazionale si abbassi a questo livello,
martoriato, siamo una Chiesa che soffre.
lavoro per guadagnare quel poco di pane
vivere in pace.
nel quale ogni potenza spinge per risolvere
Non esiste citt al mondo oggi che soffre
necessario a sopravvivere. una sofferenza
a suo tornaconto una crisi che uccide
come Aleppo. Il mondo ascolti la voce di
continua quella che vivono le famiglie di
NellAleppo di oggi nemmeno la preghiera
quotidianamente migliaia di persone e di
Aleppo e della Siria: che sia pace e pace
Aleppo. Davanti a tanto dolore, padre
sembra bastare pi. I bambini soffrono e i
famiglie. La speranza che la comunit
duratura.
Alsabagh non parla pi di emergenza, ma
potenti continuano a commerciare le sorti
internazionale sappia dialogare pensando
Daniele Rocchi

il Periscopio

Siamo al culmine della crisi

di Zeta

Una festa di compleanno senza regali


si trasforma in unoccasione di solidariet

Amici controcorrente

ono tante le immagini di unestate ancora nel pieno del suo svolgimento. Vorrei
metterne in fila diverse in questo spazio in cui ogni settimana cerco di dare
voce a ci che accade attorno a noi e non viene preso nella giusta
considerazione, oppure rimane avvolto nelloblio di un silenzio immeritato.
Cos ci provo anche questa volta. Il mio solito amico Pino mi ha raccontato una
vicenda che mi ha incuriosito. Siccome di lui mi fido, la ripropongo anche per i
nostri lettori. Sta ormai diventando una moda festeggiare non solo i 18 anni dei
nostri figli (che giustamente li celebrano in compagnia) ma anche e soprattutto per
i 40, 50 e 60 di uomini e donne che non perdono occasione per ritrovarsi con parenti
e amici.
Nel mese di luglio Pino ha ricevuto un invito per i 50 anni di un suo nuovo amico.
Uno di quelli con il quale si trovato subito bene. Non puoi mancare al mio
compleanno. Ti aspetto con la mia famiglia per trascorrere assieme una serata da
ricordare, cos, pi o meno, suonava il messaggio fatto recapitare online.
Fin qui nulla di straordinario, e ci mancherebbe altro. Dove sta la notizia?, si chiede
chi giunto a leggere fin qui. Sta nel giro di email dei giorni seguenti tra chi si
subito mosso per pensare a un regalo da portare per la bella occasione. Anche in
questo caso, niente di nuovo. Tutto come da copione. Gi visto.
qui che si inserisce la novit. Lamico di Pino, scoperto con facilit che i suoi
invitati si stavano organizzando per mettere insieme un gradito dono per il suo
compleanno, non ci ha messo molto a stoppare tutti quanti. Ha scritto nella chat in

cui i suoi amici si


CESENA VISTA DALLA VIA DELLE SCALETTE
scambiavano idee e
CHE COLLEGA LA BASILICA DEL MONTE ALLA CITT
opinioni e ha
(ALBA DI LUNED 15 AGOSTO, FOTO PIERGIORGIO MARINI)
fermato tutti: non
voglio regali, ha
detto in maniera
categorica. Quella
sera ci sar un
boccione nel quale
raccoglieremo, per
chi vorr, delle
offerte per
unassociazione di
volontariato.
Tutti presi in
contropiede.
Stupiti, quasi
increduli, mi ha
riferito Pino. Eppure era vero. Tutto vero e finito come da volere del festeggiato. Una scelta
controcorrente, autentica, libera, anche spiazzante, compresa dagli ospiti e dagli amici che
sono di certo stati generosi come lo sarebbero stati con il tradizionale regalo.
un po quello che ho vissuto la mattina di Ferragosto, con un gruppo di giovani. A piedi per
10 chilometri, in pellegrinaggio alla Madonna del Monte, cantando e recitando rosari.
Davanti allo stupore di quanti ci hanno incontrato lungo le strade. Anche quei giovani
controcorrente, per due ore di cammino, in preghiera, per un altro momento da incorniciare.
(939)

12

Gioved 25 agosto 2016

Cesena

Parco Urbano Novello, nuova piazza della Libert, ex complesso


Sacra famiglia e nuova caserma dei Carabinieri in zona Montefiore

CANTIERE SACRO CUORE

Attese e realizzazioni
Cesena cantiere aperto
Nella stessa seduta il Consiglio comunale ha approvato anche il
emaforo verde per
progetti o cantieri
nuovo progetto presentato dalla Compagnia del Sacro Cuore che
attesi da tempo a
prevede, nel cantiere tra le vie PadreVicinio da Sarsina,Verdi e
Cesena: il parco Urbano
Pascoli, la possibilit di costruire in deroga per 2406 metri
Novello, la nuova piazza
della Libert, lex complesso
quadrati (assai meno dei 4081 concessi nel 2008), oltre alla
Sacra Famiglia e la nuova
conferma di un parcheggio sotterraneo su due piani da 326
caserma dei Carabinieri in
posti, con rampe daccesso poste in propriet privata
zona Montefiore.
A dare il via stato il
parcheggio sotterraneo su due piani da 326 posti, con
Consiglio comunale del 28 luglio scorso con
rampe daccesso poste in propriet privata (e non pi
lapprovazione in via preliminare dellaccordo di
parzialmente in area pubblica).
programma tra Regione Emilia Romagna e Provincia, in
Passando a piazza della Libert, molti cesenati si
variante a Prg e Ptcp, per lacquisizione gratuita
chiedevano da tempo come mai il cantiere di
dellimmobile da destinare a caserma dei Carabinieri.
riqualificazione non procedesse, pur avendo completato
Con questo atto la citt potr dotarsi, entro la fine del
la fase delle indagini archeologiche. Lo stop di qualche
2018 se tutto filer liscio, di un nuovo edificio di 3300
mese era stato imposto dalla Giunta, che ha voluto
metri quadrati per lArma tra il viadotto Kennedy e la
verificare con attenzione le dichiarazioni rese in sede di
ferrovia. I 5,5 milioni di euro di costo saranno a carico
gara dalla ditta vincitrice, al fine di scongiurare il rischio
della Commercianti indipendenti associati (Cia-Conad)
di un successivo blocco dei lavori. Ora il Consorzio
che, in cambio, potr ampliare larea commerciale
artigiani romagnolo di Rimini (aggiudicatario dellappalto
Montefiore di 6mila metri quadrati, in tre distinte
con unofferta di 1,83 milioni di euro) potr stipulare il
strutture, verso via Assano.
contratto entro la met del prossimo mese, facendo
Nella stessa seduta il Consiglio comunale ha approvato
partire i lavori attorno al 20 per concluderli in 500 giorni
anche il nuovo progetto presentato dalla Compagnia del
(febbraio 2018).
Sacro Cuore che prevede, nel cantiere tra le vie Padre
Passi in avanti anche per il Parco urbano Novello, a
Vicinio da Sarsina, Verdi e Pascoli, la possibilit di
corredo dellomonimo quartiere previsto tra lex mercato
costruire in deroga per 2406 metri quadrati (assai meno
ortofrutticolo e laccesso della stazione ferroviaria lato
dei 4081 concessi nel 2008), oltre alla conferma di un

Lotteria Fsc | Consegna del 1premio

Vigne. Di questo fantomatico progetto si parla da una


decina danni (lannuncio del 2007, il vincitore del
concorso del 2008) e, pure in questo caso, larea
strategica: 33 ettari vicini al centro urbano, da troppi anni
abbandonati a s stessi. Nelle scorse settimane
lAmministrazione comunale ha approvato il progetto
definitivo del primo lotto del parco, per un importo di 2
milioni di euro (a carico della Regione). Si riferisce alla
porzione centrale del parco, 35mila metri quadrati tra le
vie Montecatini, Perticara e la chiesa di San Pio X,
occupati oggi da verde spontaneo, due binari in disuso e
un edificio abbandonato.
Sar prolungato il percorso ciclopedonale che, dal retro
dello stadio, raggiunge gi oggi la zona, creando a corredo
piccoli spazi di incontro diffusi in tutta larea verde. Tre
spazi pi grandi saranno invece attrezzati: uno per i
giovani pi allinterno del parco, unarea per i pi piccoli e
una per anziani pi a ridosso del tessuto urbano.
MiB

Vivere il tempo | Torneo di maraffone


Luned 8 agosto
a Cesena, presso la Concessionaria Comac
in via Ascari,
avvenuta
la
consegna ufficiale della Renault Twingo,
primo premio
della lotteria di
San Giovanni.
Ha vinto lauto
Francesco Burgini, genitore di
uno studente
del Sacro Cuore.
Nella foto, la
consegna delle
chiavi a cura di
Cinzia Amaduzzi, presidente
della Fondazione Sacro Cuore.
(foto Mauro Armuzzi)

Negli spazi allaperto dellassociazione Vivere il Tempo si svolto il torneo di maraffone


di agosto, giunto alla ventiquattressima edizione. Al termine di sfide combattute risultata vincitrice la coppia Silvestro Romano e Alvaro Turci; secondi Lorenzo Casadei Turroni e
Mario Olivi; terzi Orlando Giovanardi e Roberto Campana; quarti Augusto Giunchi e Franca Amaducci. Nella foto, le quattro coppie vincitrici con il presidente Raniero Faedi.

Cesena

Gioved 25 agosto 2016

13

Chiesa Avventista

Partiti
i
e moviment
a confronto

Festa solidale
In via Gadda a Cesena
il 27-28 agosto e 3-4 settembre

Continua a tener banco


il dibattito sul nuovo
ospedale cittadino,
con lipotesi
sempre pi concreta
di trasferire il Bufalini
in una nuova struttura,
moderna e accessibile

La calda estate (anche) della sanit


U
nestate calda quella della sanit cesenate, tra problemi imminenti e progetti
futuri. Da un lato continua a tener banco il dibattito sul nuovo ospedale
cittadino, con lipotesi sempre pi concreta di trasferire il Bufalini in una nuova
struttura, moderna ed accessibile. Dallaltro divampano le polemiche per lattuale
cardiologia ospedaliera a mezzo servizio, che vede i casi critici trasportati durgenza a
Forl in molte ore della giornata (dopo le 14 nei feriali e nellintero fine settimana).
Dispute intensificatesi a seguito della morte, a fine luglio, di una donna colpita da
infarto durante il trasferimento a Forl.
Del problema si fatta carico da tre anni Sinistra ecologia e libert (Sel), che ha raccolto
pi di 5mila firme al riguardo. Una
prendono posizione per lestensione del
petizione alla quale il sindaco e il direttore
servizio. il caso di Giuseppe Zuccatelli,
dellAusl non hanno nemmeno risposto:
gi direttore generale dellAusl cesenate,
Mentre lassessore regionale - commenta
che si espresso pubblicamente per la
in una nota la segreteria territoriale di Sel presenza dei principali servizi in modo
ha replicato in sostanza che Cesena
omogeneo nei quattro principali ospedali
dovrebbe continuare a rimanere senza un
di Romagna (Cesena, Forl, Ravenna e
servizio di cui sono dotate sia Forl che
Rimini).
Rimini e Ravenna. Eppure il reparto di
Tornando al nuovo Bufalini, quella che
Cardiologia del Bufalini sarebbe in
allinizio era solo unipotesi di studio (in
sostanza gi pronto a garantire il servizio
vista del Piano regolatore che traccer la
senza costi aggiuntivi con le sue attuali
Cesena dei prossimi 30-40 anni) sta
strutture e il suo personale. davvero
prendendo forma e consistenza con il
inevitabile che gli infartuati muoiano su di
passare dei mesi. In pole position ci
unambulanza in corsa sulla via Emilia?.
sarebbe unarea agricola di 22 ettari, di
Sul fronte della maggioranza le posizioni
propriet Ausl, vicino al casello
non sono univoche. Mentre il sindaco
autostradale di Villa Chiaviche. Le risorse
minimizza, gli interventi demergenza
arriverebbero in larga parte dalla
riguardano un centinaio di casi lanno,
Regione, con lassessore regionale alla
autorevoli consiglieri comunali del Pd

Sanit Sergio Venturi che si espresso al


riguardo nel corso dellultima festa
dellUnit a SantEgidio.
La scelta di un nuovo ospedale trova
concorde, sia pure con qualche distinguo,
lopposizione di centrodestra alla quale
bisogna riconoscere il merito di aver
lanciato per prima lidea gi nel 2009. Il
gruppo Libera Cesena vuole per certezze
sui tempi e sui finanziamenti dellopera,
oltre ad un impegno continuo sul fronte
della sanit territoriale.
Perplesso il Movimento 5 stelle che chiede
unadeguata verifica dei bisogni sanitari,
mentre la posizione di Cesena siamo noi
di netta contrariet al nuovo nosocomio.
In questo scenario ha chiuso i lavori il
Comitato ospedale, lorgano di
partecipazione voluto dal Comune per
discutere con cittadini, politici e
associazioni di categoria del futuro della
sanit locale. Due mesi di incontri che
continueranno in futuro sul territorio,
quartiere per quartiere. Tanti i temi toccati
e qualche idea gi fissata per il futuro,
come il riutilizzo dellattuale Piastra
servizi del Bufalini in Casa della salute
una volta realizzato il nuovo ospedale.
MiB

Si svolge a Cesena la diciassettesima edizione della


Festa Solidale, dal 27 al 28 agosto e dal 3 al 4
settembre, nei locali della chiesa cristiana
avventista in via Carlo Emilio Gadda 300 (zona
Conad Case Finali di Cesena) e nel grande piazzale
antistante. Liniziativa promossa da Adra
Romagna, coordinamento regionale di Adra Italia
(Agenzia Avventista per lo Sviluppo e il Soccorso).
Questanno levento benefico sar organizzato a
favore dellassociazione PerLeDonne, ha spiegato
Giovanni Benini, di Adra Romagna e coordinatore
dellorganizzazione della Festa, che si occupa di un
tema molto attuale: la violenza sulle donne. Da nove
anni questa associzione attiva sul territorio
romagnolo e lavora su due fronti: da una parte aiuta
le donne vittime di violenza con un team di medici e
psicologi in stretta collaborazione con la Usl e i
servizi sociali; dallaltra cura lorganizzazione di
varie iniziative di informazione e prevenzione sia
nelle scuole medie e superiori che attraverso
incontri formativi rivolti alla cittadinanza.
Linizio della festa prevede per sabato 27 agosto alle
10,45 la presentazione della Festa solidale alla
presenza di Anna Maria Piraccini (presidente
Associazione PerleDonne), Gionatan Breci (pastore
della Chiesa Avventista), Mara Valdinosi (senatrice),
Catia Drocco (rappresentante 8x1000 della Chiesa
Avventista), Carlo Battistini (vice sindaco Comune di
Cesena). Alle 11 riflessione spirituale Bibbia,
violenza e dignit femminile, a cura di Dora
Bognandi (presidente Federazione Donne
Evangeliche); alle 18 laboratorio ragazzi con
Gabriele Giombetti: Volti di donna (incisioni al
torchio). Alle 21 musicale live con Lele il Saraceno
e i Musicanti di Croma: viaggio tra le pi belle
canzoni dautore italiane e le pi famose melodie
internazionali.
Domenica 28 agosto alle 18 laboratorio ragazzi con
Elisabetta Venturi: Origami... Figure di Donna. Alle
19,30 polenta preparata e servita dagli Alpini. Alle
21 musica live con Scaricatori di Portico: viaggio
nella musica popolare dallo swing al liscio, dal
cantautorale al latino. Ogni canzone parla damore...
Allinterno della festa, tutti i giorni dalle 17:
animazioni per bambini, giochi di una volta,
mercatino dei ragazzi, torneo di beach volley
femminile nei campi di Spiaggia 23, pesca di
beneficenza, mostra fotografica Le donne e il voto
in Romagna, mostra dei disegni realizzati dalle
scuole medie sul tema della violenza. Apertura
ristorante alle 19,30.

14

Gioved 25 agosto 2016

Speciale Feste parrocchiali

In parrocchia
le feste
della comunit
per la gente
La fine dellestate coincide con la festa di diverse
comunit parrocchiali. I ricchi appuntamenti
di Bulgaria, Madonna del Fuoco,
San Mauro in Valle e Calabrina di Cesena
Parrocchia di Bulgaria
Prosegue con un ricco carnet di appuntamenti la festa della parrocchia
di San Biagio a Bulgaria di Cesena. Le celebrazioni, che hanno preso il
via domenica scorsa, culmineranno nel week end del 27-28 agosto con
la Messa solenne in onore di Maria alle 11. Nel pomeriggio alle 16 ci
sar la processione mariana, con recita del rosario e delle litanie. Tra le
numerose iniziative a carattere ricreativo si segnalano: sabato 27
agosto, alle 20,45, Sister Act il musical del gruppo giovani della
parrocchia Chi burdel ad Bigar; domenica 28 agosto, pomeriggio e
sera, musica con lorchestra Stefania Ciani. Durante gli spettacoli sar
possibile gustare le torte preparate dalle locali azdore. Durante la
festa, sostenuta dalla Bcc di Sala, sar attivo il mercatino di beneficenza
pro missioni e sar possibile visitare la mostra di immagini sacre. Per
allestirla stata chiesta la collaborazione delle famiglie della parrocchia
che hanno risposto in massa, portando in parrocchia pi di 100 pezzi.
Si tratta di quadri che venivano collocati sopra il letto i cosiddetti
capoletto, stampe oleografiche della Sacra Famiglia o della Madonna
col Bambino dei primi 900, Madonne in gesso dipinto, altarini
domestici, teche con sacre rappresentazioni, e varie icone ortodosse.
Questo a testimonianza della fede trasmessa in famiglia da nonni e
genitori. La mostra rimarr aperta durante le sere della festa, dalle 21.
Domenica 28 sar visitabile tutto il giorno.

Madonna del Fuoco


La parrocchia di Madonna del Fuoco sar in festa dal 28 al 4 settembre.
Il programma religioso prevede per domenica 28 agosto alle 18 la
camminata con partenza dalla chiesa fino alla chiesa di San Tommaso.
Alle 21 in programma a San Tommaso la serata dal tema Tra musica e
creato, serata di chitarra in libert con la partecipazione del maestro
Michelangelo Severi.
Luned 29 agosto alle 20 sar recitato il Rosario e a seguire sar
celebrata la Messa con adorazione eucaristica. Marted 30 agosto dalle
9 alle 12 ci sar la visita e la comunione agli ammalati. Alle 20 la
consueta Messa e il Rosario con processione con limmagine restaurata
della Madonna del fuoco. Mercoled 31 agosto alle 17 si terr lomaggio
alla Madonna con la fiorita dei ragazzi del catechismo a cui seguir un
momento di riflessione con la presentazione della figura di Santa
Madre Teresa. Seguiranno le confessioni e alle 20 il Rosario dellanno
giubilare e la Messa alle 20.30.
Per le giornate dell1 e 2 settembre il Rosario sar alle 17.30 e alle 18
sar celebrata la Messa. Sabato 3 settembre il Rosario sar alle 8 e la
Messa alle 8.30 e domenica 4 settembre le Messe alle 8 e alle11.
Questultima sar celebrata dal vescovo della Diocesi di CesenaSarsina, monsignor Douglas Regattieri.
Il programma ricreativo prende il via alle 19 dell1 settembre con

Gattolino
La parrocchia di Gattolino si
prepara alla festa di settembre.
in programma per
domenica 28 agosto
il pellegrinaggio alla Madonna del Monte. La partenza prevista per le 15 con
pullman messo a disposizione dalla parrocchia. Alle
15,30 si terranno le confessioni e un momento di preghiera personale e la Messa
sar celebrata alle 16,30 (seguir merenda insieme).
In preparazione alla festa
prevista per gioved 1 settembre alle 21 la proiezione del
film Philomena.
Per i bambini e ragazzi delle
medie ci sar la visione di un
dvd.
DOMENICA 21 AGOSTO, PARROCCHIA DI BULGARIA DI CESENA: IL PARROCO
DON ENZO VITALI INAUGURA LA MOSTRA DI IMMAGINI SACRE

lapertura degli stand della lotteria di beneficenza e della Caritas,


gonfiabili per i bambini, il gioco della ruota, gli stand
gastronomici e intrattenimento musicale. Venerd 2 settembre lo
stand gastronomico aprir alle 19 e la serata sar dedicata allo
spettacolo dialettale a cura del gruppo comico-dialettale de
Bosch. Il 3 settembre alle 21 ci sar lesibizione della band
Qluedo. Domenica 4 settembre gli stand apriranno alle 14.30 con
lavvio del torneo di calcetto per i bambini. Lo stand
gastronomico sar attivo dalle 18. Alle 20,30 la serata sar
animata dal gruppo di ballerini di Cesena Danze. Alle 22
prevista lestrazione dei biglietti della lotteria.

San Mauro in Valle


A San Mauro in Valle tutto pronto per la 34esima edizione della
festa di fine estate che si terr nel piazzale delle pieve romanica
dall1 al 4 settembre. Gioved 1 settembre alle 19 si terr la cena
delle famiglie e alle 21 la commedia del gruppo comico-dialettale
de Bosch. Venerd 2 settembre alle 21 i bambini e i ragazzi della
parrocchia animeranno la serata con canti e scenette con lo
spettacolo di Casa nostra e alle 22 la Band E45 suoner nello
spazio della festa dedicato ai giovani. Sabato 3 settembre gli
appuntamenti avranno inizio dal pomeriggio: alle 16 si terr lo
spettacolo di Roberto Fabbri intitolato Chi ha paura del lupo
cattivo?, un racconto animato per bambini, adulti e nonni che
coinvolger il pubblico con lambientazione, la recitazione, i
travestimenti e le musiche. Alle 18 il lancio dei palloncini al cielo
e seguir la cena gratis per tutti i bambini. In serata alle 21 in
programma lesibizione dei ballerini di Cesena Danze.
Domenica 4 settembre festa della parrocchia le Messe saranno
come di consueto alle 8 e alle 11. Seguir alle 12,30 il pranzo di
beneficenza con menu romagnolo, rivolto a tutti i parrocchiani,
amici e conoscenti. Tutte le offerte ricavate saranno devolute ai
missionari (per aderire occorre iscriversi entro l1 settembre da
don Guido e ritirare il buono pasto). Dalle 17 alle 23.30 la
giornata sar animata dallorchestra spettacolo I maestri del
liscio. La festa avr come momento conclusivo lestrazione dei
biglietti della sottoscrizione a premi (alle 22 circa). Tutte le sere
nellarea della festa sar possibile giocare alla ruota del
prosciutto, sfidare la fortuna nella ricca pesca e cenare
allo stand gastronomico. Non mancheranno giochi per
i piccoli e uno spazio tutto dedicato ai giovani. Per
marted 6 settembre la parrocchia organizza unuscita a
Mirabilandia: adulti e genitori 30 euro viaggio pi
ingresso al parco. I bambini protagonisti dello
spettacolo parrocchiale avranno lingresso omaggio al

parco. Per le iscrizioni rivolgersi in


parrocchia a don Guido Rossi o
telefonare allo 0547 330599.

Calabrina
Alla parrocchia di San Marco a
Calabrina in programma la festa
popolare dal 28 agosto al 4 settembre
questanno spostata a settembre
rispetto al solito periodo di fine luglio.
Domenica 28 agosto con ritrovo alle
6.30 nel parcheggio della parrocchia si
partir per il pellegrinaggio di inizio
festa ai Mandrioli - La Verna. Gioved 1
settembre alle 21 in programma un
incontro testimonianza dei giovani che
hanno partecipato alla Giornata
Mondiale della Giovent a Cracovia.
Venerd 2 settembre dalle 20.30 si
svolgeranno le finali del torneo di
beach tennis e sabato 3 settembre
serata tributo a Ligabue con la Bar
Liga band e stand di birra artigianale.
Domenica 4 settembre le attivit
prenderanno il via dal pomeriggio con
giochi per bambini e Pompieropoli in
collaborazione con lassociazione
nazionale dei vigili del Fuoco del corpo
nazionale alle 17. Alle 21 si terr la
sfilata di abiti da sposa dagli anni 80 al
duemila e la serata sar allietata dalla
musica dal vivo degli Swing stars. A
fine giornata ci sar lestrazione dei
biglietti della sottoscrizione a premi.
pagina a cura
di Barbara Baronio
VOLONTARI DELLA FESTA
DI ARDIANO

ARDIANO
DI RONCOFREDDO
La piccola parrocchia retta da don
Elvezio Motta domenica 14 agosto
ha dato appuntamento a tutti per
un pomeriggio di festa insieme.
Loccasione ha visto gli ex residenti di Ardiano, emigrati nei Comuni di pianura nellimmediato
dopoguerra, ritornare in paese.
La frazione di Roncofreddo ha indossato cos labito della festa e
proposto momenti religiosi, e momenti ricreativi a seguire, organizzati da un comitato parrocchiale
con il sostegno della Bcc di Sala.
Quest'anno si svolta anche La
camminata dei castelli. Grande
festa sul piazzale della chiesa con
la musica di Alessandra e i giochi.
Ha funzionato inoltre uno stand
gastronomico e molte immagini
della festa sono ora pubblicate
sulla pagina facebook Amo Ardiano.
Gm

Cesenatico

Gioved 25 agosto 2016

15

Approvata manovra da 4 milioni di euro


Frazionato in tre anni il disavanzo 2015

Bilancio e conti pubblici


sotto la lente del Consiglio
S

i discusso di ripianamento del


Tagli in vari settori. Coperta
disavanzo 2015 e di salvaguardia
dell85 per cento la partita Ici e Imu
degli equilibri di bilancio 2016 al
Consiglio comunale di Cesenatico dello
delle piattaforme la cui esigibilit
scorso 1 agosto.
ancora oggetto di discussione.
Approvata una manovra da quattro milioni
di euro. Un gettito di 500mila euro viene
Il sindaco Gozzoli:Tre anni
IL COMUNE DI CESENATICO
dagli accertamenti Ici e Imu. Si utilizza un
per
rimettere
in
sesto
il
bilancio
milione di euro di oneri di urbanizzazione
per coprire la spesa corrente. Si effettuano
Magnani (Pri) si tratta di una manovra di rigore, non
tagli in vari settori per un totale di 608mila euro.
voluta ma necessaria a causa delle scorie lasciate dalla
Frazionato in tre anni il disavanzo 2015 (1,5 milioni) e
vecchia amministrazione. Dello stesso avviso Mario
coperta all85 per cento la partita Ici e Imu delle
Drudi (Pd), che ha aggiunto: Dal 2012 al 2016 abbiamo
piattaforme la cui esigibilit ancora oggetto di
speso ogni anno 2 milioni di euro in pi di quelli
discussione.
incassati e ha paragonato lImu delle piattaforme al
Salgono di 382mila euro le entrate della Tari per
gratta e vinci.
laumento del costo del servizio da parte di Hera e la
Per lex sindaco Roberto Buda si tratta di una manovra
necessit di accantonare un adeguato fondo rischi per
dettata dalla paura che taglia servizi, come i contributi
insoluti.
alle famiglie che portano i figli alle scuole paritarie, azzera
Lassessore al bilancio Roberto Amaducci ha descritto la
gli investimenti e aumenta la Tari di oltre il 10 per cento.
manovra come urgente, varata su sollecitazione e in
accordo con i revisori dei conti e non ha escluso ulteriori Buda ha poi rimandato al mittente le accuse e ha detto
che il vero problema sono le politiche del governo
interventi di risanamento.
centrale che non aiutano i Comuni e rendono difficile
Il sindaco Matteo Gozzoli ha definito la situazione di una
amministrare per chiunque.
gravit senza precedenti e ha aggiunto che serviranno
Per i rappresentanti del Movimento 5 Stelle Giuliano
tre anni per rimettere in sesto il bilancio.
Fattori e Roberto Papperini il risanamento del Comune
A favore dei provvedimenti hanno votato i gruppi di
sarebbe dovuto partire da una diversa gestione dei
maggioranza, Pd e Pri. Contrarie le opposizioni. Per Igor

Pesca e famiglia
A Eugenia Boni
un riconoscimento

na delle prime
donne di
Cesenatico
impegnata nella
vendita di vongole.
Nellambito della 5
edizione della
manifestazione Tra cielo
e mare. Incontriamoci
con i pescatori, lo scorso
sabato sera Eugenia Boni
ha ricevuto il premio
AFLe famiglie del mare, ideato per rendere omaggio alle
famiglie della costa adriatica che si tramandano di
generazione in generazione lattivit di pesca. A consegnare il
premio a Eugenia, vedova di un pescatore, mestiere
intrapreso anche dal figlio, stato Riccardo Rigillo, direttore
della Direzione generale della pesca marittima e
dellacquacoltura del Mipaaf. Hanno ricevuto il
riconoscimento anche Fernando Moretti e Gabriele
Amaducci. Liniziativa stata organizzata dallassociazione
Tra il cielo e il mare e da Agrilinea/Maretv.

dipendenti comunali, dalluscita da Hera, dallattenzione


agli sprechi e dalleliminazione degli interessi di parte.
Antonio Tavani (Forza Italia) ha ricordato i tempi in cui
faceva parte della precedente amministrazione: Ho
lottato dal 2011 per introdurre limposta di soggiorno, ma
ho avuto tutti contro. Avrebbe portato un ricavo annuo di
3 milioni di euro. Non ci saremmo trovati in queste
condizioni.
Durante la seduta del Consiglio si parlato anche di
scuole. Nel nuovo anno scolastico sar ancora attiva la
sede provvisoria dellex colonia Erminia. Perso un
finanziamento del Ministero assegnato nel 2013, vengono
stanziati 350mila euro per la sistemazione del solaio e
delle scale della scuola elementare Saffi e 200mila euro
per la messa in sicurezza della media Arfelli. Investiti
anche 30mila euro per valutazioni di vulnerabilit
sismica su altri edifici scolastici.
Matteo Venturi

Processione in mare
Si rinnova la fede

antissima gente ha partecipato nella mattinata del 15


agosto, in parrocchia a San Giacomo, alle celebrazioni
in onore di Maria Assunta. Alle 8 stata celebrata la
Messa presieduta da monsignor Silvano Ridolfi. Al
termine, ha guidato la processione il parroco don Gian
Piero Casadei. La statua della Madonna stata portata in
processione dai pescatori di Cesenatico e imbarcata sul
peschereccio Federica II.
Presenti a tutta la cerimonia il sindaco Matteo Gozzoli,
lassessore Stefano Tappi, e tutti i responsabili delle forze
dellordine: tenente di vascello Stefano Luciani,
comandante della Capitaneria; capitano Francesco
Esposito, comandante della Compagnia dei Carabinieri;
lispettore Paolo di Masi per la Polizia; Marco Guarino
comandante della Guardia di Finanza; Alessandro
Scarpellini comandante della Polizia municipale. In mare
anche le motovedette della Capitaneria, dei Vigili del fuoco,
della Protezione civile. La processione stata sorvolata da
un elicottero dei Carabinieri.
In mare, a Ponente, stata gettata in mare una corona
dalloro in memoria dei caduti in mare. A Levante i
pescatori hanno gettato una rete per laugurio di una pesca

FOTO CR

sempre abbondante. Tantissime le


persone che hanno seguito la
processione affollando motonavi,
pescherecci, motoscafi, barche
storiche.
Cristiano Riciputi

ZONA MULINI (Cesena): su un lotto di circa 380 mq casa indipendente da ristrutturare con ampio giardino privato. Limmobile composto al piano rialzato da soggiorno/pranzo, cucina, due camere da letto, bagno, ripostiglio e al piano seminterrato
da cantine e servizi. Possibilit di sopraelevare e di realizzare tre unit abitative con
progetto gi approvato. 320.000 / Rif. 1590
ADIACENZE OSSERVANZA E CENTRO CITT (Cesena): In piccola palazzina con spese
condominiali contenute appartamento ristrutturato completamente 4 anni fa con materiali moderni. Limmobile si trova al secondo e ultimo piano ed composto da luminoso soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, camera singola, bagno,
balcone verandato, cantina e posto auto in corte condominiale. 169.000 / Rif. 1614
CASE FINALI (Cesena): in zona verde e tranquilla vicino a tutti i servizi in palazzina
di nuova costruzione appartamento al piano terra con ingresso indipendente composto da ampio soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 1 balcone,
tavernetta, cantina, garage doppio e giardino di propriet. Ottime finiture, aspirazione centralizzata, riscaldamento a pavimento con caldaia autonoma, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. 340.000 Rif. 1334-3
SAN MAURO IN VALLE (Cesena): a pochi passi dal centro, immerso nel verde allultimo piano appartamento di nuova costruzione ad alto risparmio energetico
composto da ampio soggiorno/pranzo, cucina abitabile, camera da letto matrimoniale, 2 bagni, 3 logge, ampio sottotetto diviso in 3 vani, piccolo ripostiglio,
cantina e garage. NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI
A TITOLO ONEROSO. 425.000 / Rif. 0121-2
CENTRO STORICO (Cesena, via Cesare Battisti fronte via Chiaramonti): in elegante
palazzo appartamento al primo piano servito da ascensore composto da ingresso,
soggiorno, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno con finestra e cantina.
Limmobile gode di eccezionale luminosit e si distingue per gli spazi comodi e
ben disposti. 240.000 / Rif. 1563

PONTE PIETRA (Cesena): in zona residenziale porzione di casa da ristrutturare con ingresso indipendente, cortile privato, garage e ripostigli esterni. Limmobile composto
al piano rialzato da soggiorno e cucina abitabile; al piano primo da 2 camere da letto,
bagno e balcone; al piano seminterrato da cantina. 150.000 / Rif. 1578
ZONA SAN VITTORE (Cesena): in palazzina di 9 unit appartamento in discrete condizioni all'ultimo piano composto da soggiorno, cucina, abitabile, veranda, 2 camere da
letto, 2 bagni, finestrati, balcone, cantina e garage. 150.000 / Rif. 1321
ZONA CENTRALE (vicinanze Giardini di Serravalle, Cesena): in condominio servito da ascensore al primo piano appartamento recentemente ristrutturato composto da ampio ingresso, cucina, soggiorno, 2 camere da letto matrimoniali,
bagno, balcone e cantina. 210.000 / Rif. 1542
ZONA VIGNE (Cesena): In fabbricato costruito all'inizio degli anni 80 vicino al centro e ai servizi appartamento al secondo piano con ascensore composto da soggiorno con cucina a vista, bagno, 2 camere da letto, 2 balconi, garage al piano
interrato. 167.000 / Rif. 2028

16

Valle del Rubicone

Gioved 25 agosto 2016

Citazione sul New York Times


per il gelato la Bomba
Il ghiacciolo nato
negli anni Sessanta.
I titolari sono
Walter Carletti
eYuri Invelenato
di Longiano

itazione da incorniciare per imprenditore


cesenate e per produzione romagnola.
Parliamo del famoso gelato la Bomba
(sul Corriere Cesenate ce ne siamo occupati
qualche anno fa), una sorta di ghiacciolosorbetto nato negli anni Sessanta e rilanciato
alla grande dopo lultimo passaggio di propriet

avvenuto nel 2008. I nuovi titolari, i soci


Walter Carletti e Yuri Invelenato
(questultimo abita con la famiglia a Badia di
Longiano) hanno fatto conoscere il loro
prodotto oltre i confini della Riviera
romagnola, tanto da sbarcare anche negli
Usa. Proprio da questo nuovo mercato, un
tempo impensabile, viene la citazione da
mettere in bacheca e che vale titoli anche sui
giornali locali. Il celeberrimo quotidiano
New York Times, nelle pagine dedicate al
cibo, si occupato della Bomba come un
evento della stagione estiva.

Gatteo Mare
Riconoscimento

Gambettola.Dall1 all8 settembre

Comunit in festa
per i due patroni
L

a comunit parrocchiale
gambettolese, dal 1 all8 settembre,
festeggier i santi patroni Egidio
abate (titolare della chiesa parrocchiale) e
la Madonna delle Grazie (patrona della
comunit).
La festa parrocchiale sar loccasione per
i saluti di commiato del parroco don
Claudio Turci, chiamato dal vescovo
Douglas a guidare la parrocchia di San
Pio X alle Vigne a Cesena, dopo 18 anni
trascorsi allinterno della comunit
gambettolese.
Il 1 settembre, festa di santEgidio abate
che coincider con l11 Giornata per la
custodia del creato, le Messe si terranno
alle 8,30 in chiesa e alle 20 nel campo
sportivo. La funzione serale sar seguita
dalla processione fino al sagrato della
chiesa dove si terr la benedizione
dellacqua, del pane, delluva e della
comunit.
Da venerd 2 a mercoled 7 settembre
(tranne il sabato e la domenica), le Messe
saranno alle 8,30 e alle 20. Padre Prospero
guider le riflessioni dopo la Messa
serale.
Gioved 8 sttembre, solennit patronale

A don Zolla il premio


Gatteo terra di Talenti

Le celebrazioni saranno
loccasione per il saluto di
commiato a don Claudio
Turci, chiamato a guidare
la parrocchia di San Pio X
alleVigne a Cesena
della Madonna delle Grazie, le Messe
rispetteranno i seguenti orari: alle 8,30,
10, 11,15 e alle 16,30. Questultima sar
presieduta dal vescovo e animata dalla
corale Antonio Vivaldi di Gambettola.
Alle 17,30 processione lungo corso
Mazzini accompagnata dal Corpo
bandistico Citt di Gambettola. Al
termine affidamento della comunit
parrocchiale alla Madonna.
Il programma ricreativo prevede, venerd
2 settembre, presso i locali del circolo
Anspi Casa del Ragazzo, il torneo di
Burraco, trofeo Madonna delle Grazie
(info e prenotazioni cel 338. 5878012).
Sabato 3 settembre alle 21, si esibir il
gruppo musicale The Whales, il meglio
del rock anni 70.

Montiano | Festa del Baccellierato

Si svolta a fine luglio a Montiano, in piazza Maggiore, la xx edizione della festa


del Baccellierato. Il sindaco Fabio Molari ha premiato 14 diplomati: Benedetta
Barducci, Marco Campana, Francesca Faedi, Mirko Faedi, Chiara Ferri, Lorenzo
Fresolone, Alessia Galbucci, Mirco Maroni, Caterina Paganelli, Alessandra
Pedrelli, Nicol Pollini, Giorgia Pracucci, Laura Zamagni, Gloria Zanotti.
Tre i neo-laureati gratificati: Simona Calcinari, Gloria Lisi, Brando Mordenti. (Mv)

Che dire di pi? Per gli artigiani-imprenditori


che hanno la sede della loro azienda a
Santarcangelo di Romagna un successo
inaspettato, ma di certo meritato. Anche
perch la loro attivit ne ha fatta di strada
(ora sono 17 i dipendenti e a migliaia i
prodotti smerciati ogni giorno) e il
ghiacciolo di un tempo si trasformato in un
gustoso gelato che accompagna lestate, in
Italia e non solo. Una fama della piccola
imprenditoria italiana apprezzata nel
mondo, di cui pu andare fiera lintera
Romagna.

Domenica 4 settembre alle 21 si terr lo


spettacolo del Laboratorio Danza &
Teatro di Heidi Pasini. Luned 5
settembre alle 21, torneo di Maraffa trofeo santEgidio abate, nei locali del
circolo Anspi (per info e prenotazioni
329.8959360). Marted 6 settembre alle 19
cena comunitaria di famiglie e giovani,
mentre alle 21 risate assicurate con la
compagnia comico dialettale De Bosch.
Mercoled 7 settembre, alle 21, Marg
80 in concerto. Gioved 8 settembre alle
21, si esibir lorchestra Bergamini.
Dal 3 all 8 settembre (escluso luned 5)
sar in funzione la tradizionale pesca di
beneficenza e lo stand gastronomico con
specialit romagnole e di pesce.
Piero Spinosi

Per limpegno profuso, lintraprendenza


dimostrata, i risultati ottenuti, la continuit
dellazione e lenergia costantemente
rinnovata con cui ha operato sul territorio di
Gatteo. Questi i motivi per cui stato
assegnato a don Vincenzo Zolla il premio
Gatteo terra dei
talenti 2016,
consegnato
nelle mani del
sacerdote
durante la
serata
conclusiva della
festa patronale
di San Lorenzo.
La Commissione
consiliare
cultura ha
votato
allunanimit
lassegnazione del riconoscimento al
sacerdote piemenotese, proposto dalla Giunta
comunale e da oltre un centinaio di cittadini
con una partecipatissima raccolta firme. Il
premio, che viene attribuito biennalmente a
chi, singolo, attivit, associazione, abbia
giovato alla comunit locale con iniziative di
carattere sociale, assistenziale, di
volontariato e filantropiche, stato
consegnato dal sindaco Gianluca Vincenzi sul
palco di piazza Vesi, davanti a unampia platea
di cittadini.
Don Zolla ha prestato la sua opera come
direttore dal 1992 al 2001 e nuovamente dal
2004 presso listituto Don Ghinelli.

Longiano | Collegiata, restauro finito


Terminati i lavori di
restauro alla collegiata
San Cristoforo martire,
chiesa parrocchiale di
Longiano. Iniziati a luglio
2015, su direzione
dellarchitetto longianese
Massimo Zamagni, sono
stati realizzati
dall'impresa edile
Antoninidi Sarsina e
sono stati finanziati con il
contributo dell'8xmille
alla Chiesa cattolica, i
fondi della parrocchia e le
offerte dei privati cittadini.
A conclusione dei lavori,
sabato 20 agosto, il
vescovo Douglas
Regattieri ha celebrato la
Messa solenne e ha
benedetto la nuova
facciata. (Mv)

Valle del Savio

Gioved 25 agosto 2016

17

Sarsina. un maestro darte ravennate. Ha realizzato lopera,


che risale agli anni 70, in seguito a una vicenda personale

Ecco lautore del Cristo


custodito in Cattedrale
T

rovato lautore del Cristo


crocifisso in ferro battuto
posizionato in Cattedrale a
Sarsina. Da tempo si era alla
ricerca dellartista di questopera
che nel tempo stata posto in vari
punti della Chiesa, e che ha
sempre destato curiosit per la
sua origine ignota. A fine anni 70
il Cristo era stato posto sul
tabernacolo che contiene la
catena di San Vicinio, senza per
lasciare memoria orale o scritta
del donatore. Quando don Enrico
Fantuz, delegato vescovile per la
Concattedrale fino al 1991, lasci
Sarsina e il suo ministero di
canonico esorcista, venne
sostituito con il crocefisso che vi
era in precedenza e che si pu
vedere oggi, perch appartenente
stilisticamente al gruppo dei sei
candelieri lignei posti sullaltare.
Il crocefisso dellautore ignoto
venne poi collocato in altri
ambienti della Chiesa, senza la
giusta valorizzazione. Attualmente
sistemato nella sacrestia, su un

supporto pensato e realizzato dal


sarsinate Franco Beltrammi. In
tempi recenti lopera - racconta
Roberto Ranieri, collaboratore per
il Museo di arte sacra di Sarsina ha attratto la mia attenzione
suscitando una certa curiosit su
chi lavesse realizzato e quando. In
Cattedrale non stata trovata
nessuna documentazione al
riguardo. Osservando bene il
manufatto ho rinvenuto la
dicitura M. Bartolotti 1977.
Ranieri riuscito a risalire
allautore, grazie a una ricerca su
internet e allo scambio di
informazioni con un ex dirigente
scolastico dellIstituto darte di
Ravenna.
il pi brutto Cristo che abbia
mai fatto, racconta ridendo
Mauro Bartolotti, diplomato al
Liceo artistico di Ravenna e
maestro nellarte nel ferro battuto
mentre ricorda la vicenda che lo
ha portato a realizzare unopera
per la Cattedrale di San Vicinio.
Mi recai appositamente a

Sarsina. Avevano appena


diagnosticato un tumore a mia
madre. Io non sono molto
religioso, ma in certe situazioni ti
aggrappi a tutto. Poi lincontro
con un sacerdote della Cattedrale.
Don Fantuz mi vide, smise di
mettere il collare ai fedeli e venne
da me. Si sedette, incominciammo
a parlare. Gli raccontai la ragione
per la quale ero l. Mi diede un
santino, ma gli risposi che era solo
un pezzo di carta e non valeva
niente. Qualche giorno dopo
Bartolotti torna a Sarsina, ma per
comunicare al canonico che tutto
si era risolto per il meglio. Cosa
posso fare per lei, gli chiesi. San
Vicinio non ha bisogno di nulla.
Ma se crede, mi faccia un Cristo,
mi rispose don Enrico. Ci ho
messo un anno per realizzarlo,
forse per via di un blocco
psicologico. Ma da l nata una
bella amicizia con don Fantuz che
andavo a trovare regolarmente.
Ancora oggi vengo spesso a
Sarsina.

IL CROCIFISSO IN FERRO BATTUTO


CONSERVATO IN SACRESTIA

I sacerdoti della Cattedrale portano avanti un


prezioso servizio di ascolto e consolazione. Don
Fiorenzo Castorri, delegato per il culto di san Vicinio
ed esorcista diocesano, precisa che i veri miracoli
che Ges ci chiede sono nellordine dellamore e
della conversione personale.
Michela Mosconi

Bagno di Romagna. La cerimonia il 15 agosto scorso con il vescovo

Santa Maria Assunta chiesa giubilare


LAPERTURA DELLA PORTA SANTA
NELLA BASILICA DI SANTA MARIA ASSUNTA

Feste a Corzano
e SantAlberico

a Basilica di Santa Maria Assunta divenuta solennemente Chiesa Giubilare diocesana lo scorso 15
agosto, in occasione della festa della patrona.
Fino a tutto il 13 novembre vi sar la possibilit di accedere
alle indulgenze plenarie previste in occasione dellAnno
Giubilare della Misericordia indetto da papa Francesco.
I riti di apertura della Porta Santa e la celebrazione della
Messa hanno visto la partecipazione del sindaco Marco
Baccini col gonfalone del Comune e di tanti fedeli, con la
Basilica gremita di residenti e turisti.
La processione, guidata dal vescovo monsignor Douglas
Regattieri e dal parroco monsignor Alfiero Rossi, partita
dalloratorio della Madonna del Carmine e, giunta allingresso della Basilica, ha atteso che il vescovo compisse il
classico gesto del bussare alla porta e di aprirla, per permettere a tutti di entrare e sperimentare la Misericordia
di Dio, ma anche uscire dalla stessa porta per trasformare la Misericordia di Dio in servizio ai fratelli.
In questi giorni, inoltre, il Crocifisso del Perdono, cos caro ai fedeli bagnesi, rimarr collocato al centro della Chiesa.
Alberto Merendi

Luned 29 si
celebrano Messe alle
8, alle 9 alle 11 ed alle
15,30. La
celebrazione delle 11
sar presieduta dal
vescovo Douglas e
animata dalla corale
on solo San Vicinio. Lultimo fine
Santa Maria diretta
settimana di agosto caratterizzato da
da Loredana e
due importanti ricorrenze nellAltosavio
Manuele Ambrogetti.
con celebrazioni a Corzano e SantAlberico.
Al termine della
IL SANTUARIO DI CORZANO
Domenica 28 si celebra la tradizionale festa di
celebrazione la
fine agosto al Santuario di Corzano, proprio
corale continuer
nella settimana nella quale il calendario ricorda San Bartolomeo (24
con un concerto.
agosto) al quale era anticamente intitolata la chiesetta della rocca.
Dopo la sosta per il pranzo (per chi
Da gioved 25 comincer il triduo di preparazione, con la recita del
volesse disponibile un servizio
Rosario alle 16 e la celebrazione della Messa alle 16,30. Alle 15,30 da
catering curato dal ristorante Ponte
San Piero (piazza Allende) parte un bus per il Santuario.
Giorgi) alle 16,30 si esibir in
Sabato alle 20, al suono delle campane di Corzano, in tutta la valle si
concerto la banda Santa Cecilia del
accendono i fuochi in onore della Madonna. Domenica le
Comune di Bagno di Romagna
celebrazioni sono previste per le 7, le 9, le 11, le 15,30 e le 17, con
diretta dal maestro Tolmino
quella delle 9 presieduta dal vescovo monsignor Douglas Regattieri.
Marianini, proseguendo cos la
Luned 29 alleremo al Monte Fumaiolo si festeggia SantAlberico.
tradizione degli incontri musicali
Sar la prima festa con la presenza del nuovo eremita Gianbattista
alleremo avviata questestate.
Ferro e le Pro Loco di Balze e di Capanne collaborano nel servizio e
Alle 17,30 buffet offerto dal
nella organizzazione della giornata. Le celebrazioni religiose
ristorante Ponte Giorgi, dalle Pro
cominciano venerd 26, con il triduo di preparazione, con la recita
Loco di Balze e di Capanne e
del Rosario alle 15,30 e la celebrazione della Messa alle 16. Il triduo
dalleremo.
proseguir anche nelle giornate di sabato e di domenica.
Am

Oggi mi-risposo
Buona la prima per linedita edizione di
Oggi mi ri-sposo, un evento organizzato
dalla Consulta delle donne di Sarsina. Una
sfilata con abiti da sposa (ne sono stati
raccolti pi di 70) dagli anni 50 ai giorni
nostri, messi a disposizione da donne del
paese e indossati con eleganza da giovani
sarsinati, figlie, nipoti, amiche di chi
quegli abiti li ha portati negli anni passati.
Levento ha coinvolto tutto il paese ed
stato presentato dalla presidente della
Consulta Angela Elsa Cangini.

UN MOMENTO DELLA SFILATA


IN PIAZZA PLAUTO A SARSINA

Mercato Saraceno
Doppia eccellenza
per i vini di Casali
a Tenuta Casali di Mercato
Saraceno, per il quarto anno
consecutivo, vince il premio
Douja dOr, prestigioso concorso
che dal 1967 vede la Camera di
Commercio di Asti e lOrganizzazione nazionale assaggiatori di
vino selezionare ogni anno i migliori vini Doc e Docg italiani tra
una rosa di oltre 1.000 campioni in gara. Nellanno del poker la
cantina della Valle del Savio riuscita nella rara impresa di ottenere
il massimo riconoscimento con due vini, lAlbana di Romagna
Valleripa 2015 e il Sangiovese di Romagna Riserva Quartosole
2013, ai quali durante una degustazione alla cieca (etichette
nascoste), la giuria di sommelier professionisti ha attribuito un
punteggio superiore ai 90 punti su 100, soglia da superare per
ottenere la menzione di eccellenza. Il premio Douja DOr per
lAlbana di Romagna Valleripa, presentata allultima edizione di
Vinitaly e prodotta con uve raccolte da vigneti con oltre trentanni
di et, arriva a poche settimane di distanza dal suo inserimento tra
i vini eccellenti della regione nella guida Emilia Romagna da bere
e da mangiare 2016/2017 dellAssociazione italiana sommelier. I
due vini di Tenuta Casali saranno premiati durante il 50 Salone
nazionale Douja dOr in programma dal 9 al 18 settembre ad Asti.

18

Solidariet

Gioved 25 agosto 2016

Maratona Alzheimer
Una corsa
oltre la corsa
Giunto alla quinta edizione, lappuntamento per
podisti e appassionati per domenica 18 settembre,
da Mercato Saraceno fino al parco
di Levante di Cesenatico. Da evento sportivo
a impegno permanente contro la malattia

La maratona, nata per


sensibilizzare la comunit sulla
malattia e proporre lattivit fisica
come prevenzione, ha acquisito
nel tempo una doppia finalit: da
una parte supporta lAssociazione
Amici di Casa Insieme (che della
maratona ideatrice e
promotrice) nel territorio
cesenate; allo stesso tempo avvia
progetti di pi ampio respiro
con valore per tutta la rete delle
associazioni Alzheimer

a Maratona
Alzheimer
giunta
questanno alla 5
edizione e
coinvolger
domenica 18 settembre atleti nella 42
km da Mercato Saraceno, nella 30 km
da Borello e nella 10 km a
Cesenatico.
La partecipazione pi numerosa
dei 4mila camminatori (questi i dati
dallultima edizione) che a partire
dallo Stadio di Cesena arriveranno al
Parco di Levante di Cesenatico, dove
previsto il Villaggio di Maratona
Alzheimer per larrivo di tutte le gare
e delle altre due camminate: 8
chilometri della Walking in Cesenatico e 2 chilometri per Insieme nel
Parco.
La maratona, nata per sensibilizzare la comunit sulla malattia e proporre
lattivit fisica come prevenzione, ha acquisito nel tempo una doppia

Matrimoni
e pensioni di reversibilit.
La sentenza
La Corte Costituzionale ha
dichiarato lillegittimit dellart.
18, comma 5 del decreto legge n. 98
del 2011.
La norma prevedeva una riduzione
del 10 per cento dellaliquota
percentuale della pensione a favore
dei superstiti, nei casi in cui il dante
causa si sia sposato a una et
superiore a settantanni e il divario
tra i coniugi sia superiore a
ventanni. La riduzione era
modulata nella misura del 10 per
cento in ragione di ogni anno di
matrimonio con il dante causa
mancante rispetto al numero di 10 e
non operava in presenza di gli
minori, studenti o inabili.
I Giudici della Corte ritengono che
nellattribuire rilievo allet del
coniuge, titolare del trattamento
pensionistico diretto al momento
del matrimonio e alla differenza di
et tra i coniugi, la disposizione di
fatto si poneva in contrasto con il
fondamento solidaristico della
pensione di reversibilit. La Corte
ha ribadito come ogni limitazione
del diritto alla pensione di
reversibilit deve rispettare i
principi di eguaglianza e di
ragionevolezza e non deve
interferire con le scelte di vita dei
singoli.
Di nostro interesse il
riconoscimento, da parte dei Giudici
della Corte Costituzionale, che la
pensione di reversibilit costituisca
una forma di tutela previdenziale e
uno strumento necessario per il
perseguimento dellinteresse della

finalit: da una parte supporta


lAssociazione Amici di Casa Insieme
(che della maratona ideatrice e
promotrice) nel territorio cesenate; allo
stesso tempo, avvia progetti di pi ampio
respiro con valore per tutta la rete delle
associazioni Alzheimer.
Lassociazione Amici di Casa Insieme
dedica alle persone affette da demenza,
ad anziani fragili o soli e alle loro
famiglie, tanti servizi e progetti: Dolcini
Caff, Convivium, Laboratori
RiattivaMente, Trattamenti Benessere,
Laboratori Benessere. Negli ultimi anni
stato coinvolto un numero sempre pi
crescente di persone: da un centinaio nel
2011, a oltre 300 nel 2015.
Per la rete di associazioni Alzheimer
stato creato invece il Fondo Alzheimer
360: un salvadanaio di donazioni,
singole o di rete, che si propone di
diventare un riferimento unificante per
tutto il mondo Alzheimer relativamente
ad assistenza, prevenzione e ricerca
scientifica.
Partner scientifico delliniziativa la
Fondazione Iret onlus di Ozzano Emilia
(Bologna).
Importanti risultati gi
raggiunti sono:
- contributo per il
prefabbricato
dellassociazione Alzheimer di
Mirandola negli anni del
terremoto;
- contributo al progetto Gps,
finalizzato a diffondere
localizzatori per i malati di
Alzheimer;
- lacquisto nel 2015 di un
Termociclatore per lattivit di
ricerca di Fondazione Iret.
Lobiettivo 2016-2017 molto ambizioso:
si punta a raccogliere fondi per 60mila
euro da destinare allattivazione di:
- 15 Laboratori Benessere per la
prevenzione dellAlzheimer in varie realt
dellEmilia Romagna;
- una borsa di studio a un ricercatore per
un anno di attivit sul tema del contrasto
alla progressione della malattia.
Ulteriori informazioni su
www.maratonaalzheimer.it
Le demenze sono la prima causa di
disabilit e dipendenza tra gli anziani e
hanno un impatto fisico, psicologico,
sociale e economico anche per chi li
assiste e per le loro famiglie.

NOTIZIARIO PENSIONATI
collettivit alla liberazione di ogni
cittadino dal bisogno. Come la stessa
Corte Costituzionale ha chiarito nella
sua giurisprudenza, la pensione di
reversibilit risponde allesigenza di
garantire quelle minime condizioni
economiche e sociali che consentono
leffettivo godimento dei diritti civili e
politici (art. 3, secondo comma della
Costituzione) con una riserva,
costituzionalmente riconosciuta, a
favore del lavoratore, di un
trattamento previdenziale (art. 38,
secondo comma della Costituzione)
rispetto alla generalit dei cittadini
(art. 38, primo comma della
Costituzione).
I giudici ritengono che in virt di tale
connotazione previdenziale, il
trattamento di reversibilit si colloca
nellalveo degli artt. 36, primo comma
e 38, secondo comma, della Carta
fondamentale, che prescrivono
ladeguatezza della pensione quale
retribuzione differita e lidoneit della
stessa a garantire unesistenza libera e
dignitosa.

Pensioni e lavoro.
Dialogo tra Governo
e sindacati
A luglio si era conclusa la fase
istruttoria tra i sindacati e il Governo
sulle scelte da fare in tema di pensioni
e di lavoro.
Per quanto riguarda le questioni a noi
pi vicine, ossia quelle relative ai
pensionati, si potuto registrare

Lombelico del mondo


Servizio civile
in Caritas
Il progetto prevede 2 giovani
a Cesena e 2 a Forl
Il 17 agosto stato pubblicato il bando di
selezione dei volontari per i progetti di Servizio
Civile Regionale.
La Caritas diocesana di Cesena-Sarsina, in
coprogettazione con la Caritas di Forl-Bertinoro,
propone per il 2016 il progetto Lombelico del
mondo. Possono partecipare tutti i ragazzi e le
ragazze dai 18 ai 28 anni (28 anni e 364 giorni).
Il numero dei giovani da impegnare nel progetto,
sono due per Cesena e due per Forl.
Le sedi di attuazione del progetto sono, per
Cesena, il Centro di Ascolto Caritas Diocesana
Cesena-Sarsina (via Don Minzoni, 25); per Forl, il
Centro di ascolto e prima accoglienza Buon
Pastore (via Fossato Vecchio, 20). Settore di
intervento: assistenza; area di intervento: disagio
adulto.
La scadenza per la consegna della domanda
venerd 16 settembre 2016 alle 14.
Per informazioni sul progetto, contattare
Caritas diocesana Cesena-Sarsina, via Don
Minzoni, 25 47521 Cesena (Fc) - Dal luned al
venerd, ore 8,30-12,30; referente: Giulia
Matassoni (tel. 0547 22423).
Svolgere servizio civile in Caritas significa:
- promuovere un servizio a favore delle persone
pi svantaggiate prendendo coscienza dei disagi
della comunit del territorio;
- investire, per i giovani che lo svolgono, nella
propria formazione intesa come crescita
personale;
- sensibilizzare a una cultura della nonviolenza,
della pace e della solidariet sociale.
Il progetto Lombelico del mondo si propone di:
- ascoltare i bisogni e portarli a conoscenza delle
istituzioni e dei soggetti preposti a dare loro
risposte congruenti;
- erogare servizi che rispondano ai bisogni
primari delle persone;
- orientare per avviare al mondo del lavoro, alla
compilazione dei documenti per gli adempimenti
burocratici, ecc
- promuovere e coordinare le iniziative e le
attivit rivolte a persone in situazione di bisogno
in collaborazione con altri attori che, sul
territorio, possono intervenire sul medesimo
problema;
- offrire percorsi formativi per gli operatori.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL


(tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
(tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Canone Rai e richiesta di rimborso


Chi ha pagato il canone in bolletta anche se non doveva pagarlo ha ora a disposizione il modello per
chiedere il rimborso, approvato con il provvedimento del 2 agosto.
Il modello si scarica dal sito dellAgenzia delle Entrate o da quello Rai.
Due i canali per comunicare la richiesta: unapplicazione web che sar disponibile dal 15 settembre (data
utile per rivolgersi anche ai Caf per ricevere assistenza nell'invio) o la tradizionale raccomandata da inviare a Agenzia delle Entrate (allegando al modello compilato un documento di riconoscimento):
Direzione provinciale 1 di Torino Ufficio di Torino 1 S.A.T. Sportello Abbonamenti Tv
Casella Postale 22 10121 Torino. La ricevuta dellavvenuta spedizione, unitamente a copia dellistanza di
rimborso inviata, dovr essere conservata per lordinario termine di prescrizione decennale ed essere
esibita a richiesta dellAgenzia delle entrate.
Potranno chiedere il rimborso del Canone, indicandolo con l'apposito codice nel modulo di richiesta, i
contribuenti che: Hanno presentato la dichiarazione di esenzione legata a et e reddito (pi di 75 anni e
reddito familiare inferiore a 6.713,98 euro) devono indicare il codice 1. Hanno presentato la dichiarazione di esenzione in base a convenzioni internazionali devono indicare il codice 2. Hanno gi pagato il
canone con altre modalit ad esempio con addebito sulla pensione devono indicare il codice 3. Hanno
pagato il canone anche su unaltra utenza elettrica intestata a un componente dello stesso nucleo familiare devono indicare il codice 4 e listanza di rimborso vale anche come dichiarazione sostitutiva per
lesenzione. Il richiedente ha presentato la dichiarazione sostitutiva di non detenzione di apparecchi televisivi da parte propria e dei componenti della sua famiglia anagrafica (codice motivo 5). Per casi diversi
dai precedenti, si utilizza il codice 6 indicando brevemente la motivazione.
La richiesta di rimborso pu essere effettuata anche da un erede, relativamente alle utenze elettriche di
un soggetto deceduto. Nellipotesi in cui il rimborso effettuato dallimpresa elettrica non vada a buon
fine, il pagamento sar effettuato dallAgenzia delle Entrate.
lapertura del Governo su
possibili soluzioni in tema di:
- estensione della
quattordicesima mensilit ad una
platea pi ampia;
- rivalutazione e sostegno alle
pensioni pi basse, con la
creazione di un montante
virtuale;
- equiparazione della no tax area
dei pensionati a quella dei

lavoratori dipendenti.
Resta da denire lentit delle
risorse che il Governo metter a
disposizione, sia per quanto
riguarda il lavoro, sia sul versante
della previdenza che vede
interessati la platea dei pensionandi
e quella dei pensionati. A tal ne si
deciso di ssare dei nuovi tavoli
nei primi giorni di settembre, che
serviranno a denire puntualmente

le decisioni da adottare e limpegno


economico del governo che,
comunque, a detta del ministro
Poletti, sar rilevante.
Il 6 e il 7 settembre ci saranno due
tavoli tecnici rispettivamente sul
lavoro e sulla previdenza, mentre il
12 ci sar quello politico conclusivo
su entrambi i temi in vista del
Consiglio dei ministri e della Legge
di Stabilit.

Cultura&Spettacoli

A conclusione del cartellone estivo, un breve excursus sui vari


spettacoli che hanno animato larena di Calbano

PLAUTUS
FESTIVAL
A Sarsina
il teatro classico
avvicina e attrae

i conclusa domenica scorsa a


Sarsina la 56esima edizione del
Plautus Festival. La rassegna
teatrale, che presenta opere di
Plauto e di altri autori classici e che
lunica del genere nella nostra regione
durante il periodo estivo, ha
confermato ancora una volta la sua
validit, richiamando spettatori dalle
pi svariate localit. Circa il loro
numero non possibile fornire dati
precisi perch non sono disponibili,
ma limpressione quella di un lieve
calo di presenze. Complessivamente gli
spettacoli hanno avuto un livello
soddisfacente, pi o meno in linea con
la consueta programmazione del
festival. mancato, nellanno del
2200esimo anniversario della morte di
Plauto, levento teatrale che avrebbe
caratterizzato la ricorrenza.
In merito ai singoli spettacoli, ottima
(avrebbe meritato un pubblico
maggiore) stata la commedia Il
berretto a sonagli di Luigi Pirandello.
Bello il testo, intensa e partecipata
linterpretazione di Sebastiano Lo
Monaco che calca con successo i
palcoscenici di tutta Italia da decenni
con questo celebre testo teatrale dove
per il personaggio di Ciampa
risultato forse un po grottesco.
Stando agli applausi e alle risate del
pubblico, finalmente numeroso, un
lusinghero successo ha ottenuto Miles
Gloriosus, la pi nota commedia di
Plauto, presentata dal Teatro Europeo
Plautino diretto da Cristiano Roccamo.
I maggiori applausi li ha riscossi
Massimo Boncompagni nel ruolo del
soldato spaccone Pirgopolinice, che
non proprio quello principale.
Pubblico soddisfatto anche per Re
Lear di William Shakepeare. La celebre

tragedia sullingratitudine stata, in


questanno in cui si celebra il 400esimo
anniversario della morte del grande
autore inglese, limmancabile opera del
Bardo che figura in ogni edizione del
Plautus Festival. Apprezzato Giuseppe
Pambieri, molto applaudito cos come
tutti gli altri attori dello spettacolo,
allestito in modo apprezzabile. Anche
questa volta, come gi aveva fatto
Sebastiano Lo Monaco, nei
ringraziamenti finali da parte del
regista e degli interpreti, un omaggio a
Giorgio Albertazzi.
Divertimento per i numerosi spettatori
dello spettacolo dal titolo Siccome
laltro impegnato, con Renato
Pozzetto. Di notevole interesse stata
la rappresentazione di Le supplici di
Eschilo in prova, spettacolo
rappresentato con successo lo scorso
anno nella prestigiosa rassegna nel
teatro greco di Siracusa. La tragedia di
Eschilo, molto bene adattata da Moni
Ovadia e Mario Incudine, che ne sono
stati anche interpreti, ha assunto la
dimensione di unopera musicale con
canti talvolta struggenti e con
magnifici movimenti coreografici da
parte della ventina di bravissime
ragazze (dovevano essere una
cinquantina) che costituivano il coro
delle donne supplici, le vere
protagoniste.
Lo svolgimento della vicenda, che
abilmente mescolava la storia delle
figlie di Danao a temi di grande
attualit, risultato per di difficile
comprensione non tanto per alcune
canzoni in lingua greca quanto per
tutta la recitazione, anche nella parte
del prologo che inquadrava tutta la
storia, in dialetto siciliano certamente
non facile da capire. Comunque un

Gioved 25 agosto 2016

19

Cinema
di Filippo Cappelli
Uci Romagna (Savignano sul Rubicone)
Multisala Aladdin (Cesena)

GHOSTBUSTERS
di Paul Feig

successo con pubblico non molto


numeroso, come prevedibile.
Annullato lo spettacolo Serial killer
per signora per lindisposizione del
protagonista Gianluca Guidi, e che in
quanto a prenotazioni aveva un quasi
tutto esaurito. Ha fatto seguito la
commedia Lavaro di Moliere: la
vicenda del denaro rubato al vecchio
avaro deriva direttamente
dallAulularia di Plauto. Arpagone
un personaggio indubbiamente di
maggior spessore rispetto allEuclione
plautino, che risulta poco pi che una
macchietta ma la struttura scenica
perfetta in entrambe le commedie. Il
testo stato rispettato ed stata
apprezzata la recitazione di Alessandro
Benvenuti e degli altri interpreti. Forse
una pi accentuata caratterizzazione
di alcuni personaggi avrebbe potuto
giovare allo spettacolo. Successo che
non si ripetuto con Agamennone di
Fabrizio Sinisi. Come spesso succede
agli autori moderni che si rifanno ai
grandi classici (in questo caso Eschilo)
i personaggi del mito diventano poco
pi che un pretesto ed emblematici:
cos Agamennone diventato un
vecchio stanco e disilluso, Cassandra
simbolo di Troia, Clitemnestra conflitto
della Donna. Uno spettacolo con
lunghi monologhi, talvolta difficile da
seguire, ma alla fine ci sono stati
scroscianti applausi per Paolo Graziosi
(Agamennone) e Daniela Poggi
(Clitemnestra).
La rassegna stata chiusa dalla
commedia Mostellaria di Plauto
presentata dagli attori del Master Class
teatrale del Plautus Festival, per la
regia del direttore artistico del festival,
Cristiano Roccamo.
Piergiorgio Pellicioni

Pi che il film, ha avuto successo la campagna dodio nata intorno al nuovo Ghostbusters ancora prima della sua
sceneggiatura. Il culmine stato raggiunto
con il maggior numero di pollici versi per
il trailer di un film su youtube. Per alcuni il
backlash negativo stato causato dal voler
dare in mano i quattro ruoli principali a
donne. Ma credo che il motivo sia pi profondo, e in particolare nella nostalgia per i
due Ghostbusters originali di Ivan Reitman. In fondo, gli Acchiappafantasmi di
Feig non sono proprio un disastro, e anche
se questo reboot impallidisce di fronte alloriginale, forse non meritava il boicottaggio scatenato addirittura molti mesi prima
dalla sua uscita.
La trama: Erin Gilbert (Kristen Wiig) una
ricercatrice universitaria in cerca di unopportunit. Insieme alla sua vecchia amica,
Abby (Melissa McCarthy), allingegnere sui
generis Jillian (Kate McKinnon) e alla sanguigna impiegata nei trasporti pubblici
Patty (Leslie Jones), formeranno un bizzarro team di acchiappafantasmi destinato
a combattere una minaccia che si sta per
abbattere su New York...
Forse non il film a essere sbagliato: che i
protagonisti siano maschi o femmine, in
fondo, conta poco. A essere sbagliato il regista, Paul Feig, che sacrifica tutta la parte
eccentrica che aveva fatto delloriginale un
amato classico per tirarne fuori una commediola moderatamente divertente, con
tutti i classici espedienti dei blockbuster.
Ma se le battutine e le situazioni di Feig
vanno bene per Le amiche della sposa,
non possono neppure lontanamente competere con un Ghostbusters. Il film pare
avere lunico scopo di mostrare il carisma
delle protagoniste, che comunque non un
granch. Il risultato una commedia leggera leggera, che coinvolge poco, non trascina per nulla, fa ridere un po. Il problema
sempre il solito, e cio il confronto con i
film precedenti, specie se la pellicola sceneggiata con laiuto di Kate Dippold risulta
traboccante di camei e riferimenti al film
del 1984: dal logo (dobbligo), alla presenza
di Slimer fino a Bill Murray, Dan Aykroyd,
Sigourney Weaver... Per Feig li gestisce
male, e sembra che cerchi nella loro presenza lavallo per un progetto discutibile. Il
miglior cameo alla fine quello del defunto
Harold Ramis, il che tutto dire. Tutti gli
altri lasciano lamaro in bocca, pare di sfogliare un album di figurine di vecchie glorie in cui a farla da padrona la nostalgia.
Perch poi, quando si torna nel reale, non
c nulla che regga il confronto. Se il vostro
progetto quello di una serata divertente
senza troppi fronzoli, il film che fa per voi.
Ma se siete veri fan di Ghostbusters, utilizzate il tempo a riguardare loriginale. Perch questo riavvio non merita il suo nome.

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI nuova sede: corso Sozzi 39, Cesena (tel. 0547 29654)
Madre Teresa di Calcutta santa il 4 settembre
Madre Teresa di Calcutta sar il primo premio Nobel (vinse quello della pace nel
1979) a diventare Santa. La cerimonia di canonizzazione si svolger a Roma, in
piazza San Pietro il prossimo 4 settembre.
Suggeriamo alcuni titoli per conoscere meglio questa persona straordinaria che ha
dedicato la sua vita agli altri.

AMIAMO CHI NON AMATO, Madre Teresa di Calcutta


Testi inediti Edizione Emi (euro 9,50)
Vi auguro che queste pagine facciano bene al vostro cuore
come hanno fatto bene al mio (dalla Prefazione di papa
Francesco).
Dedichiamo il nostro servizio a quelli che consideriamo i pi
poveri tra i poveri spiritualmente, coloro che non sono amati,
non sono voluti, non sono assistiti, persone che nessuno
ama. Il nome di Madre Teresa indissolubilmente intrecciato
allamore per i pi bisognosi: i derelitti di Calcutta, gli emarginati delle tante baraccopoli del pianeta, i senzatetto delle metropoli di ogni dove. In questo libro, che raccoglie alcuni suoi
interventi inediti, la donna che Francesco ha proclamato santa rivela il cuore della
sua missione: La povert, per noi, la libert di servire i pi poveri tra i poveri. Una
libert vissuta come risposta a Dio ed esercitata alla scuola di Cristo, il primo missionario della carit. La consonanza di Madre Teresa con papa Bergoglio (che ha steso
di suo pugno la prefazione a questo testo) eloquente: I poveri sono speranza af-

ferma la suora con il sari, e sembrano parole del pontefice argentino . La speranza non altro che
gioia. Quando veramente conosceremo i poveri, potremo sperimentare la gioia che loro sanno donare. Sono pagine da gustare, per entrare, credenti e non credenti, nellintimo di una donna che ha
segnato la nostra epoca testimoniando come la carit sia lo stile di vita migliore per realizzarci come
persone.

Govindo Il dono di Madre Teresa, di Marina Ricci, Edizione San Paolo (euro 14,50)
Nel 1996 Marina Ricci, allepoca vaticanista del Tg5, viene mandata a Calcutta mentre Madre Teresa
sta affrontando una grave malattia. La giornalista visita le realt in cui le suore di Madre Teresa aiutano i bambini in difficolt e conosce Govindo, un bambino gravemente malato che nessuna famiglia intende adottare. Marina sceglie di accoglierlo. Gogo circondato dagli affetti, riempie di gioia
mamma Marina, pap Tommaso e i suoi fratelli e nipoti fino al 5 novembre 2010 quando, a 18 anni
appena compiuti, si spegne. Una testimonianza del dono prezioso che stato Govindo per la sua
famiglia e per chi lo ha conosciuto, magari anche per pochi minuti.

Ho conosciuto una santa, di Angelo Comastri Edizioni San Paolo (euro 15)
I santi non hanno bisogno di essere applauditi; i santi ci chiedono di continuare la loro opera, ci
chiedono di tenere accesa la lampada del loro esempio e il fuoco dellamore che hanno acceso sulla
terra. Dei reietti linfaticabile suora di Skopje ha conosciuto il volto e ne ha saputo cogliere gli aneliti
e i fremiti. Per decenni ha raccattato dai marciapiedi di Calcutta chi aspettava febbricitante, esangue, sfinito, la morte. Per decenni ha passato la mano su fronti piagate, guance scavate, corpi oscenamente ulcerati che avrebbero potuto maledire Dio; ma che non lhanno fatto, perch avevano
vicino questa suora minuta e gigantesca, piccola e grandiosa, vicaria ed emissaria di Dio. In questo
volume il cardinale Angelo Comastri, intimo amico di Madre Teresa, raccoglie aneddoti e testimonianze di chi ha conosciuto personalmente la santa.

20

Cesena&Comprensorio

Gioved 25 agosto 2016

Cesena
Viaggio a Roma
Si terr venerd 26 agosto alle 21 nel
chiostro dellAbbazia di Santa Maria del
Monte lultimo appuntamento della
rassegna I suoni dello spirito a cura della
societ Amici del Monte, con la direzione
artistica di Paolo Turroni. Sul tema Viaggio
a Roma. Sulle orme dei pellegrini
leggeranno brani Loris Canducci,
Alessandra Fabiani, Sabrina Guidi, Iuri
Monti e Paolo Turroni. Accompagnamento
musicale della Corale di Longiano. In
apertura della serata legger una sua
poesia Antonio Gasperini. Lingresso
libero.

Concerto
di musica armena
Nel chiostro dellAbbazia di Santa Maria del
Monte, sabato 27 agosto alle 21, si terr un
concerto di musica armena dedicato alla
gura di padre Komitas, a cura della
societ Amici del Monte. Suoneranno
Giuseppe Dal Bianco (duduk, shofar, e
auti etnici), Giuseppe Laudanna (tastiere
e percussioni). Voce narrante di Mauro
Lazzaretti. Introdurr lo spettacolo Baykar
Sivazliyan dellUniversit di Milano. Dal
2005 la musica Duduk nella lista del
patrimonio culturale dellUnesco. Il duduk
uno strumento a ato in legno di
albicocco simbolo dellArmenia.

Sere destate
A cura degli Amici della musica, gioved 25
agosto alle 20,30 nel chiostro di San
Francesco, per la rassegna Sere destate, i
Mimi della lirica Citt di Ravenna
presenteranno Tosca di Giacomo Puccini.
Voci di Mirella Freni, Luciano Pavarotti e
Sherrill Milnes. Musica della National
philarmonic orchestra e canto del London
opera chorus. Lingresso a offerta libera.

Libro di Giorgio Boatti


Nellaula magna della Biblioteca
Malatestiana, sabato 27 agosto alle 17,
sar presentato lultimo libro del
giornalista e scrittore Giorgio Boatti
Portami oltre il buio. Viaggio nellItalia
che non ha paura (Laterza, 2016).
Lincontro avviene in collaborazione con la
Societ di ricerca e studio della Romagna
mineraria.

Mostra di Fulvio Gradassi

Bagno di Romagna
Natura in concerto

Chiuder domenica 28 agosto al


Palazzo del Capitano la mostra di
Fulvio Gradassi Cara vecchia statale
con punti di vista della vecchia statale
71. dedicata al paesaggio dellAlta
valle del Savio.
Si potr visitare no a sabato 27 dalle
16 alle 18 e dalle 20,30 alle 22.
Domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16
alle 18.

Brevi

Continua la rassegna Natura in concerto a


cura del Comune e dellAccademia musicale
della Romagna Toscana con la direzione
artistica del maestro Ezio Monti. Presso il
Roseo Euroterme Wellness Resort, alle 18 di
marted 30 agosto, gioved 1, venerd 2 e
domenica 4 settembre saranno proposti
concerti al pianoforte a cura del maestro
Marco Albrizio.
Lingresso a offerta libera.

Gatteo

Gatteo a Mare

Burattini a Sorrivoli
Fino al 28 agosto al Castello di Sorrivoli di
scena la festa dei grandi burattinai, ideata da
Tinin Mantegazza e Mino Savadori. Tutte le sere
dalle 21 si esibiranno compagnie e artisti nel
campo delle marionette. In programma anche
laboratori, incontri e mostra. Grande
spettacolo nale domenica 28 col saggio del
laboratorio per bambini e bambine condotto
dalla compagnia La Gurfata e dai Ragazzi di
Sorrivoli. Ogni sera dalle 19,30 aperta la
cucina.

Raduno auto depoca

La 33esima Strapazda

Canzoni di Secondo Casadei

Si svolger domenica 28 agosto


dalle 17 alle 23,30 in viale
Giulio Cesare il VII Autoraduno
Giulio Cesare, la mostra dauto
depoca a cura dellAuto Moto
club di Cesena Dario
Ambrosini.
Hanno aderito alliniziativa
molti hotel di quella zona
balneare.

In programma domenica 28 agosto dalle 9 a


SantAngelo le gare del Calendario podistico
romagnolo organizzate dallAtletica Sidermec-F.lli
Vitali. Sono previste prove competitive di 10
chilometri per adulti e di 5 chilometri per la
categoria allievi; camminate ludico-motorie di 10 e
5 chilometri. In palio i trofei di Polisportiva
Sidermec-F.lli Vitali, Credito cooperativo
romagnolo, Comune di Gatteo e 11 memorial
Michael Lorenzini.

Nel parco della scuola media di Calisese,


nellambito della sagra Romagnando 25-28
agosto promossa dalla Pro loco InVita, sabato
27 agosto alle 21,15 lo spettacolo della 3Monti
band di Montiano sar dedicato alla musica e
alla storia del maestro Secondo Casadei. I brani
eseguiti dal vivo, arrangiati dal maestro
Gualandi e interpretati a tempo di swing,
bossanova, blues e reggae, si alterneranno agli
interventi dellattore Denis Campitelli.

Domenica 4 settembre al Passo dei Meloni, a Bagnolo di Sogliano al Rubicone

Festa alla sorgente


dellUrgon-Rubicone
E
sono 26: da cos tanti anni lassociazione Pro Rubicone organizza la festa alla sorgente del
Rubicone-Urgn, lo storico fiume che
fu varcato nel 49 a. C. da Giulio Cesare.
Il luogo, il Passo dei Meloni, estremamente suggestivo: sito in localit
Bagnolo di Sogliano, affacciato verso
il centro di Sogliano, permette di osservare il meraviglioso panorama dellalta collina romagnola, dove lo
sguardo, nelle giornate serene, giunge fino al mare. Questo, in sintesi, il
programma del pomeriggio di domenica 4 settembre: il ritrovo sul posto
alle 15, verr omaggiata con un maz-

Un libro con aperitivo


In piazza Bufalini, venerd 26 agosto alle
19, sar presentato da Kristian Fabbri e
Gabriella Assirelli, presidente
dellassociazione Il Mignolo verde, il libro
di Guido Giubbini Il giardino degli
equivoci, un viaggio con sguardo critico
sulle forme storiche e architettoniche del
giardino. Lincontro si svolge in
collaborazione con lassociazione Il
Mignolo verde e la libreria Bettini. Si
potr degustare un aperitivo a prezzo
agevolato.

Bagno di Romagna

zo di fiori la vicina celletta della Madonna del Rubicone, successivamente avranno luogo i
saluti istituzionali (sempre presenti, negli anni, i sindaci di
tutti i Comuni toccati dal Rubicone-Urgn).
Verranno resi noti gli Urgonauti 2016, persone
che si sono impegnate per il territorio, a vario titolo, e verr loro consegnata la prestigiosa targa
che reca su di s uno dei pi antichi simboli della
Romagna, la caveja.
A questo punto, verranno proclamati i vincitori
delle Urgonautiche di poesia, un concorso pi
che ventennale che continua a mantenere un
buon numero di partecipanti: largomento la
natura, intesa nel senso agreste e bucolico, c an-

el parco Fellini, in via Sopra Rigossa a Gambettola, da


N
venerd 26 a domenica 28 agosto, ritorna GiochIdea, la
grande festa per i bambini di tutte le et.

GiochIdea
a Gambettola

Questo il programma: venerd 26 agosto alle 16 apertura festa


con giochi gonabili e Jumping; alle 19,30 gara podistica
Corri lestate 2016-30 Trofeo agenzia Generali Cesena
Cavalcavia, organizzato in collaborazione con Uisp comitato di
Forl-Cesena; dalle 20,30 spettacolo con Cesena Danze e zumba
tness.
Sabato 27 agosto dalle 8 alle 12 Meeting fuoristrada
giovanissimi; alle 17 gara cinola nazionale per cani di Rally
obedience con percorso a ostacoli; alle 19,30 1 concorso

che una sezione speciale


dedicata alla memoria di
Otello Bianconi, fondatore della Nuova vetreria
artistica di Calisese. Garantita la partecipazione
dellassociazione Rover
Joe con i mezzi originali
della seconda guerra
mondiale, e questanno
ci sar anche lassociazione dei radioamatori,
che attraverso i suoi strumenti permetter a tutto
il mondo di mettersi in contatto con la festa. Infine, per chiudere in bellezza, il rinfresco con lormai ben noto e apprezzato
panino con la porchetta, e vino, acqua,
ciambella per tutti.
La manifestazione a ingresso libero; in caso di maltempo non si potr tenere, ma se
solo il clima della giornata precedente
brutto, la manifestazione si svolger presso
la chiesa di Bagnolo di Sogliano.
Info: 0547 24629, 335 6840451, 328 1614449.

canoro per bambini e alle 21,30 spettacolo per tutti, grandi e


piccini con Night in Broadway- il musical.
Domenica 28 agosto dalle 14 dimostrazioni con possibilit di
partecipazione diretta di gimkana ciclistica (pedale
gambettolese), judo (accademia Kodokan judo), antigravity,
zumba e altro (wellness center) e attivit di ginnastica
acrobatica (centro Olimpia Gambettola); alle 18 spettacolo per
i bimbi e dalle 21 spettacolo di danza e tness offerto dal
Centro Studi Danza & Arti Coreograche, Wellness Center e L.A.
Studio. Presenti truccabimbi, laboratori creativi e magia
itinerante. Tutte le sere presso la Baita del parco sar in
funzione lo stand gastronomico con specialit romagnole. (Ps)

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi


di novit e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

Sport

Calcio Serie B.Il via luned 29 agosto

Gioved 25 agosto 2016

UNAZIONE DI GIOCO DI BALZANO DURANTE LA PARTITA


DI COPPA ITALIA CESENA-TERNANA. PIPPO FOTO

Premiato Andrea Zorzi

Mercato ancora aperto


Si attendono gli ultimi
colpi di Foschi, dopo la
parentesi a Palermo
collaborazione di mercato col Cesena,
aiutando i dirigenti locali. Non ce n
stato bisogno, dato che il 19 agosto
Foschi ha firmato un contratto coi
bianconeri. Nella rosa che sar a
disposizione di Drago ci sono stati diversi
cambiamenti, a partire dagli addii di
molti protagonisti della scorsa stagione,
fra cui proprio quel Kessi autore di una
doppietta nel suo esordio in Serie A con
lAtalanta, lo scorso weekend. Gli arrivi
hanno ben compensato le uscite: Agazzi,
Perticone, Rigione, Balzano e Ligi
portano esperienza, mentre Vitale,
Cinelli, Schiavone e Panico sono una
ventata fresca per il centrocampo. Inoltre
sono ritornati anche Falasco, terzino
sinistro riserva di Renzetti la scorsa
stagione, e Alejandro Rodriguez,
protagonista della promozione e
dellultima stagione in A dei bianconeri.

Drago ha parlato anche di obiettivi


allinizio del ritiro, dicendo che
prematuro fare pronostici, bisogna vivere
partita dopo partita. Sicuramente le tre
retrocesse, con in testa il Verona e a
seguire Carpi e Frosinone, hanno le
possibilit maggiori di lottare per la
promozione, ma subito dopo queste
squadre viene un gruppetto di cui fa
sicuramente parte la squadra del
Cavalluccio marino. Sta per iniziare un
viaggio, lungo 42 partite (anche di pi nel
caso di partecipazione ai playoff), in cui
Drago e i suoi giocatori vogliono essere
protagonisti, in campo col 4-3-1-2,
probabile modulo di riferimento, e fuori
dal campo grazie a un gruppo solido,
formato da uomini veri come dalle
dichiarazioni dellex tecnico del Crotone.
Da luned, la parola passa al campo.
Andrea Pracucci

Campionato dilettanti Serie D

Ciclismo in rosa
Sofia Fattori
prima in Italia

campionessa italiana la
montianese Sofia Fattori
del Re Art factory team
di Forl. In coppia con
Silvia Zanardi ha vinto la gara
di velocit a squadre per allieve
ai campionati italiani al
velodromo Roberto Battaglia di
Busto Garolfo (Milano) il 26 luglio scorso, superando le coppie
di Piemonte e Lombardia. Si trattato della ciliegina sulla torta,
perch in precedenza si era vestita della maglia di campionessa
regionale di velocit e keirin al velodromo Glauco Servadei di
Forl. Nelle gare su strada disputate finora in questa stagione, ha
ottenuto un secondo posto e sette piazzamenti nei primi dieci.
Lesordiente di 1 anno Tommaso Vincenzi della Fausto Coppi,
domenica 21 agosto, salito sul primo gradino del podio a
Sozzigalli di Modena. Al 5 e 7 posto si sono classificati
rispettivamente i suoi compagni di squadra Simone Garuffi e
Manuel Vannucci. Nella gara di 120 chilometri per juniores di
domenica 21 agosto a Mocaiana di Gubbio giunto secondo al
traguardo Federico Corvini della Sidermec-F.lli Vitali.
Terzo Spada

Stagione alle porte


anche per il Romagna Centro
acanze nite anche per la seconda squadra di calcio di
Cesena, il Romagna Centro. La compagine biancazzurra
guidata dal nuovo mister Simone Muccioli, torna in
campo domenica 4 settembre (alle 15) con la prima giornata
di campionato, per nire domenica 7 maggio 2017.
Il girone dandata si chiuder domenica 18 dicembre. La
societ di via Calcinaro fa sapere che dopo la lunga sosta
natalizia, per la stagione in corso, sono previsti quasi venti
giorni di riposo. Il campionato riprender con la prima gara
di ritorno domenica 8 gennaio. La sosta per limpegno della
Rappresentativa alla Viareggio Cup cadr il 12 marzo mentre
in concomitanza con le festivit pasquali la 14 gara di
ritorno sar anticipata a gioved 13 aprile. Per le prime otto
giornate il calcio dinizio ssato alle 15. Dalla 9 di andata
alla 10 di ritorno le gare prenderanno il via alle 14,30 per
tornare alle 15 dall11 di ritorno no al termine del
campionato.
Una novit in casa biancazzurra. Davide La Macchia, dopo
un passato in diverse societ riminesi, stato nominato
dirigente sportivo nel ruolo di responsabile del marketing e
della comunicazione.

via Marinelli, 6 - 47521 CESENA (Fc)


tel. +39 0547 29730 - fax +39 0547 21141
e-mail: comce@comce.it Web: www.comce.it

Progettazione e fornitura
chiavi in mano Impianti:
PETROLCHIMICI
AGROALIMENTARI
ECOLOGIA
DEPURAZIONE
ACQUEDOTTI
METANODOTTI
in ITALIA... nel MONDO

Riconoscimento
A Sarsina

Cesena, vacanze finite


La parola al campo
l Cesena si appresta a giocare la prima
gara della sua stagione in Serie B
contro il Perugia luned 29 agosto al
Manuzzi. Intanto, dalla ripresa degli
allenamenti del 14 luglio (data in cui
partito il ritiro di Acquapartita) ad oggi, la
squadra di Drago ha giocato nove partite:
solo vittorie in sette amichevoli e due
gare di Coppa Italia. Dalla prossima
settimana per si inizia a fare sul serio. Il
mercato andr avanti fino al 31 agosto,
quando alle 23 chiuderanno i battenti di
questa sessione estiva. Rino Foschi avr
occasioni di regalare qualche ultimo
colpo ai tifosi. Proprio il direttore
sportivo del Cesena stato protagonista
di un caso di mercato: da mesi giravano
voci di un suo possibile ritorno al
Palermo, dovera stato ds dal 2002 al
2008. In estate il passaggio in rosanero
stato dato per ufficiale. Poi il dietrofront il
22 luglio: contratto rescisso, ufficialmente
per problemi di salute di Foschi. In realt
hanno sicuramente influito tensioni
passate e presenti col presidente dei
siciliani Zamparini. Lidea, se fosse
rimasto a Palermo, sarebbe stata quella di
mantenere comunque una stretta

21

Sport e cultura, due mondi agli antipodi?


Macch. Le possibilit di connessione
sono tantissime. Parola di Andrea Zorzi,
veneto, ex pallavolista e pluripremiato
campione della Nazionale italiana di
pallavolo, quellindimenticabile Italvolley
allenata da Julio Velasco. Conclusa la
carriera sportiva lopposto veneto si
dedicato intensamente al teatro con la
compagnia Katakl, restando comunque
uno dei volti di punta dei commentatori
sportivi in Tv. E stato premiato sabato 20
agosto a Sarsina dallAmministrazione
comunale, dopo lo spettacolo Sconcerto
Rock di Gene Gnocchi offerto dalla Bcc di
Sarsina. Zorzi ha ritirato il premio Caio
Cesio Sabino come personaggio che si
distinto nel campo dello sport e della
cultura. Come Socrate e Platone - rivela
Zorzi - che oltre a essere due dei loso pi
importanti dellantica Grecia erano anche
sportivi impegnati rispettivamente nelle
discipline del pugilato e della lotta grecoromana. Nella sua giornata sarsinate Zorzi
ha incontrato anche il pubblico in una
conversazione informale durante la quale
ha parlato dei suoi esordi nella pallavolo e
nel teatro. Ho iniziato a giocare un po per
caso - confessa -. Avevo 16 anni. Vista la
mia altezza, il mio professore di
educazione sica consigli ai miei genitori
di farmi praticare qualche sport. La societ
pi vicina a dove abitavo era quella di
pallavolo e iniziai cos. Un incipit molto
simile allavventura teatrale. Non ho mai
fatto corsi di teatro n avrei mai pensato in
vita mia di dedicarmi a questa attivit. Due
sono stati gli step di avvicinamento. Il
primo, la collaborazione con mia moglie
che ha fondato una compagnia di danza
formata da soli ginnasti. Io le davo una
mano nellallestimento delle luci e del
palcoscenico. Il secondo, nel 2012 mi fu
chiesto di fare una lettura teatrale di
Generazione di fenomeni. In
quelloccasione ero accompagnato
dallattrice Beatrice Visibelli, voce
narrante, e da Nicola Zavagli, il regista
assieme al quale ho scritto il testo. Con
entrambi ho lavorato anche negli
spettacoli successivi. Nel mondo del teatro
Zorzi ha poi continuato con La leggenda
del pallavolista volante, una sorta di
racconto autobiograco con molti aspetti
della sua vita personale e Avventuroso
viaggio ad Olimpia, il racconto delle
Olimpiadi dellantica Grecia con lausilio di
due ballerini dellaccademia Katakl. Lo
sport in Grecia era ipercompetitivo.
Esisteva solo chi vinceva.
Dalle schiacciate al palcoscenico il salto
stato breve per Zorro. Imparare le parti a
memoria stato impegnativo. Ma proprio
in questa fase ho scoperto unanalogia con
lo sport perch mi sembrava di essere in
campo. Le sensazioni sono state molto
simili.

22

Gioved 25 agosto 2016

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano


Comitato di Cesena

BEACH TENNIS. Si svolto a fine luglio a Cesena nellimpianto sportivo di Spiaggia 23 il 2 Memorial dedicato al giovane atleta

Sport e amicizia in ricordo di Gianmaria Farina


S

i concluso venerd 22 luglio con un grande successo di


partecipanti il 2 Memorial Gianmaria Farina, torneo di
beach tennis organizzato dal Centro Sportivo Italiano di
Cesena in collaborazione con Spiaggia 23 a Cesena.
Vincono il torneo con grande merito il duo composto da Di
Fazio-Vichi in finale contro la coppia Bassi-Barisan. Laccesso
alla finalissima stata conquistata battendo le coppie
semifinaliste Togni-DAndria e Bocchini-Giorgetti.
In campo femminile si aggiudicano il primo posto le fortissime
Brunelli-Cimatti che hanno sconfitto in finale le solidissime
Toracci-Poggi; in semifinale avevano battuto rispettivamente le
coppie Bandieri-Romani e Moretti-Giubellini.
A tutti gli iscritti stata consegnata la maglietta ufficiale
appositamente preparata, con la scritta identificativa del torneo
dedicata a Gianmaria Farina. La premiazione stata fatta dai
coniugi Bruna Ferrari e Luigi Farina che in questo modo
vogliono ricordare il figlio Gianmaria, grande appassionato di
beach tennis e tennis, ottimo atleta anche nei campionati del Csi
di Cesena.Giamma sicuramente orgoglioso di avere tanto
amore. Grazie a tutti, con queste le parole i genitori di
Gianmaria hanno voluto ringraziare gli organizzatori e gli atleti
partecipanti.

CICLISMO e CICLOTURISMO

Il successo della
Cesena Mtb night
e della Granfondo
Citt di Cesena

stata la settimana dedicata al ciclismo


amatoriale quella di fine luglio. Infatti,
organizzate dalla locale Usd San Marco si sono

Scacchi
A Gambettola
Assalto
alla Rocca

LA PREMIAZIONE DELLA GARA IN NOTTURNA DELLA MTB,


ALLA PRESENZA DI CRISTIAN CASTORRI, ASSESSORE ALLO SPORT
DEL COMUNE DI CESENA E LUCIANO MOROSI, PRESIDENTE CSI CESENA.
SOTTO, UNO SCATTO RELATIVO ALLA GRAN FONDO

svolte due manifestazioni, una dedicata alla


mountain bike Cesena mtb night il 28 luglio, e
una al ciclismo su strada, lormai tradizionale Gran
Fondo Cicloturistica Citt di Cesena del 31 luglio
scorso.
Il successo che ci si aspettava puntualmente
arrivato: 300 bikers si sono dati appuntamento per
la mountain bike in notturna e 800 ciclisti si sono
riversati sulle strade cesenati per la Gran Fondo.
Ottimi ristori e perfetta organizzazione hanno
contraddistinto la giornata. Questa manifestazione
ha oramai valicato le frontiere regionali, tant che
si sono presentati ciclisti provenienti dal Trentino,
dal Veneto, dalle Marche, tanto da definire questa
Granfondo un appuntamento da segnare in agenda
per il prossimo anno. Una manifestazione che ha
fatto sue varie delibere del Comune di Cesena per
accumunare lo sport come forma di turismo per
valorizzare il territorio.
I sessanta volontari della San Marco che hanno
permesso lo svolgimento di questa manifestazione
sono stati travolti dai complimenti; complimenti

omenica 24 luglio, nel centro culturale


D
Federico Fellini in via Mazzini a
Gambettola, si svolta la decima tappa del
torneo scacchistico itinerante nella
provincia di Forl-Cesena, denominato
Assalto alla Rocca, cui partecipano
giocatori del Circolo Paul Morphy di
Cesena, affiliato al comitato Csi della
nostra citt.
Venti i partecipanti provenienti da molte
citt limitrofe - San Marino, Imola,
Ravenna, Cesenatico, Cesena - per una

arrivati anche dal palco delle premiazioni


dallassessore Christian Castorri, dal presidente del
Csi di Cesena Luciano Morosi e dal responsabile
nazionale del ciclismo Csi Stefano Gurioli.
Purtroppo c da segnalare anche limpresa
di qualche buontempone che ha disseminato
una parte del percorso di puntine
da disegno causando alcune forature ai ciclisti.
Chiss cosa passata per la testa a questa persone?
La societ del Pedale Sanmaurese ha vinto la Gran
Fondo Citt di Cesena, mentre lAsd Medinox di
Savignano ha vinto la classifica del trittico In Bici
per Unire, manifestazione nata fra le societ
appartenenti a tre enti diversi per dimostrare che
lunione di intenti allinsegna del buon ciclismo
pu essere un veicolo enorme per lo sport
amatoriale. Le societ della San Marco affiliata al
Csi Cesena, dellArs et Robur affiliata allAcsi e della
Baracca Lugo affiliata allUisp non hanno avuto
paura di mettersi in gioco, contribuendo al
successo della Gran Fondo Cicloturistica Citt di
Cesena.

competizione dominata dal maestro Enrico


Grassi di San Marino, imbattuto dopo sei turni
di gioco, che ha preceduto nellordine Idio
Casadei di Imola e Rino Giovanardi di
Gambettola, socio del circolo scacchistico di
Cesena.
Il primo posto per la categoria Under 14
andato ad appannaggio di Tommaso Minotti di
Cesenatico, socio del circolo cesenate Paul
Morphy.
Il Comune di Gambettola ,oltre ad aver messo a
disposizione una bella sala nel centro culturale

Fellini, ha omaggiato di una bella coppa il pi


bravo dei ragazzi presenti tra gli under 14
ancora senza categoria. La prossima tappa del
circuito sar domenica 28 agosto a Longiano.

Nella foto, i quattro premiati: da destra, il


maestro Enrico Grassi Enrico di San Marino
(1 classicato) con la coppa offerta del
comune di Gambettola; Tommaso Minotti 1
classicato under 14 n.c.; Rino Giovanardi, di
Gambettola, 3 classicato. Primo a sinistra,
Idio Casadei, di Imola, 2 classicato.

Pagina aperta

Il direttore risponde

Gioved 25 agosto 2016

23

LOcchio indiscreto

I tassi negativi non incentivano il risparmio


Rimane difficile uscire dalla crisi economica

aro direttore, ho letto con vivo interesse leditoriale nelledizione del 14 luglio 2016 Davanti a un nuovo inizio di cui ricordo e
condivido totalmente le considerazioni seguenti:
Occorre ripartire dal risparmio, dalla sua tutela e
da un sano rapporto con il denaro, come si insegnava un tempo ai bambini fin dalla prima elementare. La molla della ripresa la liberazione di
risorse da inserire nel ciclo economico. In questo le
banche hanno un ruolo centrale da giocare e una
fiducia tutta da riconquistare.
La formazione del risparmio e le modalit del suo
impiego sono alla base di ogni ciclo di crescita economica. Lessere umano risparmia per svariate ragioni, ma alla base di questo processo sussiste un
aspetto profondamente legato alla sua natura: si rinuncia a un bene oggi per ricevere, dopo un certo
periodo di tempo, il medesimo bene pi un ulteriore incremento in termini economici per compensare lindividuo del sacrificio iniziale. Lincremento
richiesto potr essere pi o meno ampio a seconda
del livello di preferenza temporale dellindividuo
e cio della sua preferenza a rinunciare a beni presenti in funzione di maggiori beni futuri, ma non
potr mai essere negativo. Nessun essere umano sarebbe disposto a rinunciare a un bene oggi per ricevere meno in futuro (tanto vale utilizzare sin da
subito il bene in quando ogni rinuncia viene punita con un risultato negativo in termini economici). Oggi, purtroppo, ci troviamo esattamente in
questa situazione; alcune banche centrali, fra cui
anche la Banca Centrale Europea, con i loro interventi impongono al mercato tassi di interessi negativi che sono contro la natura stessa del risparmio e
contro la libera azione umana nellintraprendere
tale decisione economica (tra laltro con importanti
acquisti di attivi sui mercati finanziari tendono ad
aumentare i valori di questi beni ampliando ulteriormente le differenze economiche fra i ceti medio /
bassi e i detentori di queste tipologie di beni che
sono generalmente i ceti pi elevati). Azioni di questo tipo vengono intraprese per evitare il collasso
del sistema economico, gravato da una mole di debito (sia pubblico che privato e cio di famiglie e
imprese) molto elevato, rispetto ai tassi attuali di
crescita, che tenderebbe, in presenza di tassi di mercato pi elevati, a essere ripagato sempre con maggiori difficolt rendendo probabili ampie
inadempienze da parte dei debitori.

Come si creata questa situazione di eccesso di


debito? () I depositanti in conto corrente, di
fatto, non hanno prestato i propri fondi a termine
al sistema bancario non avendo quindi risparmiato a sufficienza per finanziare tali progetti di
lungo termine. I depositanti, avendo la piena disponibilit dei propri fondi, possono in ogni momento decidere di spendere in beni di consumo
diversi (ad esempio alimentari, vestiario, viaggi)
andando a ridurre lafflusso di fondi ai progetti di
lungo termine determinando un incremento dei
tassi di mercato su tali scadenze. Lincremento dei
tassi di mercato tender a far scendere i prezzi
degli attivi che esprimono redditivit nel lungo
termine, secondo il meccanismo di sconto sopra
richiamato, e tender a rendere economicamente
non profittevoli parte degli investimenti intrapresi, determinando una grave crisi nei comparti
economici coinvolti e in parte del sistema bancario pi esposto. La presenza della banca centrale
serve, in questo contesto, a fornire liquidit al sistema bancario (con denaro creato dal nulla a
fronte di attivi, anche prestiti, forniti in garanzia
da sistema bancario) evitando un collasso sistemico e una corsa agli sportelli che vedrebbe il sistema bancario ampiamente insolvente in
quanto parte dei depositi in conto corrente sono
impiegati a termine e non possono rientrare con
facilit. ()
Cordiali saluti.
Giovanni Bonoli
Carissimo Bonoli, mille grazie per la sua lunga
lettera che ho dovuto tagliare per motivi di spazio, ma che pubblichiamo nella sua versione integrale sul nostro sito online
(www.corrierecesenate.it). Condivido molto la
sua analisi con la quale ha illustrato con ampiezza le difficolt di diverse economie e ha spiegato i motivi che ci hanno portato in questa
situazione di stagnazione e di recessione che ha
aperto scenari nuovi, a volte paradossali, come
quelli ad esempio dei tassi negativi. In ogni caso,
direi, non disperiamo. Con fiducia guardiamo in
faccia alla realt per attraversarla, consapevoli
che ognuno di noi gioca la sua parte.
Cordialmente.
Francesco Zanotti
zanotti@corrierecesenate.it

Fausto Morigi in ricordo


dellamico di San Vittore Raffaele Mazzotti
Sabato 30 luglio si celebrato alla chiesa di San Vittore di Cesena il funerale di Raffaele Mazzotti, 53
anni, morto improvvisamente mercoled 23 luglio per arresto cardiaco.
Il padre Alvaro, i fratelli Nives e Giovanni, i nipoti, i parenti e i numerosi amici, lo vogliono ricordare con
la testimonianza scritta e letta in chiesa dal suo grande amico Fausto Morigi.
Caro Raffaele, anche nellultimo atto della tua esistenza sei stato discreto e silenzioso. Non hai voluto disturbare come hai sempre fatto nella vita. Sei stato,
anzi sei, perch il tuo ricordo e il tuo amore resteranno per sempre nella vita
delle persone che hanno avuto la fortuna di conoscerti, una persona intelligente, sensibile e molto altruista, sempre disponile ad aiutare chi aveva bisogno. Lo sanno bene i tuoi familiari anche quelli che raggiungerai Lass in Cielo.
Lo sanno bene anche i tanti amici che hai, perch stato davvero molto facile
volerti bene. Lo so molto bene anchio per il grande aiuto che mi hai dato in
questi 24 anni dopo lincidente. Quando ti telefonavo perch avevo bisogno tu
ceri sempre! Quando sono ritornato a casa dallospedale, dopo un anno, tu, gigante buono, sei venuto tutte le sere per un anno, a casa mia. Parlavi poco, bastava uno sguardo per capirci. La tua presenza silenziosa, gentile e molto rassicurante, mi ha aiutato tantissimo per uscire dal
tunnel della depressione. Ciao Kettona, grande fratello e grande uomo. Sono certo che continuerai ad
aiutarci e proteggerci da Lass. Grazie angelo custode. Infine voglio fare una citazione che mi ha consigliato lamico Gastone. Canzone per unamica di Francesco Guccini: Vogliamo tutti noi qui presenti ricordarti comeri e pensare che ancora vivi.

Alle inaugurazioni non seguono le manutenzioni. Sono questi i pensieri che sorgono nel puntare lo sguardo alle erbacce che crescono un po' ovunque lungo le
piste ciclabili. Qui siamo a Case Castagnoli (Cesena), lungo la via Emilia. Solo un
esempio di quel che si nota spesso, purtroppo.

In memoria di Oliva Bianchi (Alide)


Il tuo sguardo
di amore,
di dedizione generosa e gratuita,
di sacrificio
per te, Alide,
auspicio
e per noi supplica
di riposo e di pace.
Grazie.
I familiari
La CARITAS DIOCESANA sentitamente ringrazia i familiari per la generosa offerta fatta in memoria della cara ALIDE.

In ricordo del dottor Paolo Paganelli


Il 7 agosto scorso morto, dopo una breve malattia, il
dottor Paolo Paganelli. Chirurgo del Bufalini per lunghissimi anni, classe 1951, Paganelli era molto noto a Cesena e conosciuto da tutti nella sua Calisese, la frazione
cesenate in cui sempre vissuto con la famiglia. Apprezzatissima, come ricordato nel giorno dei funerali dal parroco don Stefano Pasolini e dallex parroco di Montiano
don Giorgio Brandolini, la sua disponibilit senza soste
nei confronti di chi gli domandava un consiglio per la
propria salute o per quella dei propri familiari. Non c
casa in cui non sia entrato. A Calisese, Badia, Montiano,
Casale, stato detto.
Le parole scelte dalla famiglia per il manifesto e il ricordino riassumo in maniera chiara la vita del dottor Paganelli, spesa nella professione e nella passione per il
lavoro dei campi. Ecco il testo: Dedicando tutta la tua vita alla cura degli altri hai onorato la tua professione di medico, nel duro lavoro dei campi hai espresso la tua gioia
di vivere. Lamore per la famiglia e la tua onest resteranno per tutti noi la tua testimonianza.
Di seguito pubblichiamo il ricordo di alcuni amici, incontrati lungo la strada della
vita, letto al termine della Messa di esequie.
Ciao Paolo, inutile dirlo: ci mancherai. Sentiremo lassenza della tua spontaneit, dei
tuoi commenti, del tuo approccio diretto alle persone che incontravi nei contesti pi
vari. Ti presentavi come quello di Calisese, come se tutti dovessero conoscerne lesistenza,
per te Calisese era il centro del mondo.
Riuscivi a comunicare con tutti con il linguaggio universale della tua umanit.
Abbiamo condiviso momenti spensierati alternando discussioni sui massimi sistemi
(fede, politica, religione), ma anche su piccole cose di cui fatta la vita di tutti i giorni.
Soprattutto nellincontro con le persone hai sempre dimostrato grande curiosit, disponibilit e generosit: chi ti ha incontrato sia come amico che come paziente pu testimoniare la bont danimo delluomo Paolo e la professionalit di Paolo medico.
Sei stato un lavoratore instancabile, amante del lavoro, con un grande attaccamento
alla professione medica e alla tua terra.
Ci sentiamo vicini a Patrizia, Giorgio e Marco che ti sono stati al fianco con grande
forza e dedizione in questi mesi di sofferenza.
Resterai per sempre con tutti noi.

Le vacanze del Cai di Cesena a Campitello di Fassa


tra montagne, sport e tante emozioni
Per famiglie con i bambini, giovani e senior
Caro direttore, approfitto dellospitalit del Corriere Cesenate per dire che non ci sono parole per ringraziare il folto numero
di soci Cai Club Alpino sezione di Cesena (95 persone) che hanno aderito alla settimana della montagna dal 24 luglio al 31
luglio scorsi con al seguito 20 bambini, a Campitello di Fassa. Per le persone pi esperte sono stati effettuati percorsi impegnativi, i cui accompagnatori erano Vittorio Tassinari, Enzo Lunedei, Diego Brighi, Pio Bizzocchi.
Anche questanno i bambini hanno avuto in dotazione dei regali, bussola e un fischietto, offerti dal Cai di Cesena per servirsene in caso di necessit. Per le famiglie con i bambini i percorsi sono stati pi brevi per dare loro lopportunit di fermarsi,
osservare, rilassarsi: i conduttori erano Filippo Panchiatichi, Roberto Bianchi e Daniele Sansoni.
La settimana stata caratterizzata quasi totalmente da pioggia, che per non ha impedito le escursioni. Nelle due uniche
giornate senza pioggia stato possibile fare le ferrate in quanto era presente una persona titolata a farlo, Vittorio Tassinari.
Al rientro da ogni escursione, dopo aver fatto una doccia, ci si ritrovava per dialogare e giocare. Le bambine presenti hanno
ideato un mini spettacolo che hanno offerto al pubblico Cai. Per coronare limpegno, la volont, la tenacia di ogni singolo
bambino nelle camminate, sono stati consegnati loro piccoli premi donati dallAnffas di Cesena. Le serate allHotel Diamant
sono state ricche di sorprese. Sono state organizzate dai soci gare di maratone e calciobalilla, con premi per i vincitori offerti da alcuni sponsor.
Le giornate sono trascorse piacevolmente in compagnia cercando di allargare il gruppo a nuove conoscenze. Grazie a tutti
coloro che hanno contribuito alla realizzazione di questa bella esperienza e mi riferisco a Francesco Casanova, Giovanna PolNUMEROSI BAMBINI HANNO PARTECIPATO AL PROGRAMMA DI ALPINIlini, Oliviero Amati, Pierangelo Donati e a tutte le persone menzionate sopra.
Grazie dellospitalit. Cordialit.
La socia Cai Loretta Danesi SMO GIOVANILE PROPOSTO DAL CAI DI CESENA DURANTE LA SETTIMANA DELLA MONTAGNA CHE SI TENUTA IN VAL DI FASSA

GMG
Da Cracovia
a Cesena
I giovani
si raccontano
Diocesi
Festa del patrono
San Vicinio
C.I.P. - Via del Seminario 85 - Corriere Cesenate 2016