Sei sulla pagina 1di 10

o

sistemi per lessiccazione del legno

INSTALLAZIONI INCOMAC NEL MONDO

li an
Ita

Incomac S.r.l. 31044 Montebelluna (TV) Italia Via Galileo Ferraris, 50


Tel.: +39 0423 21646 Fax: +39 0423 301633 e-mail: incomac@incomac.it internet: www.incomac.it

Vapore
LEGNO

Acqua
Energia

benvenuti in incomac
LA NOSTRA STORIA
LIncomac stata fondata nel 1975
e gi nel 1976 si fatta conoscere
tra gli operatori dellindustria del
legno. Nel settore, allora povero di
tecnologie, lIncomac ha diffuso il
sistema di essiccazione per
condensazione, che, per
funzionare, richiedeva solo un
locale esistente e una presa
elettrica.

LAZIENDA E GLI UOMINI


A Nord-Est, uno dei distretti industriali pi importanti dItalia,
lIncomac opera fin dal 1975. Sono stati anni di continuo progresso
tecnologico e lIncomac ne ha colto tempestivamente ogni novit
grazie ai propri tecnici, specialisti nel condizionamento dellaria ed
esperti nel trattamento igrotermico del legno.
Con continui progressi, gli essiccatoi a conduzione manuale sono
oggi totalmente computerizzati.
Pi di 8.000 impianti installati in 50 paesi la migliore conferma
della fiducia che gli operatori del settore del legno hanno
nellIncomac.
Impianti costruiti nel 1976 sono tuttora in funzione grazie
allaffidabilit, alla disponibilit di ricambi, allassistenza tecnica.

1975: Sede storica

s t a t o q u e l l o l i ni zi o d e ll a
modernizzazione per le aziende del
legno. Successivamente, con il
miglioramento della tecnologia delle
caldaie a scarti di legno, si
affermato lessiccatoio di tipo
convenzionale, che ne recupera
1996: Nuovo stabilimento
il calore prodotto.

Nel frattempo si diffondevano


a n c h e : i v a p o r i z z a t o r i, g l i
essiccatoi a riscaldamento
diretto a gas o a gasolio e,
recentem ente, il tr attam ento
termico dei pallets e degli
imballaggi in legno.

Ingresso

UN PASSATO DA PIONIERI - UN PRESENTE DA INNOVATORI - UN FUTURO DA PROTAGONISTI

i prodotti

Lassistenza
COSTRUIRE UN BUON
ESSICCATOIO RICHIEDE
PERIZIA.

Mod. Junior
Impianti di piccola Capacit: 310 m 3

Mod. MAC
impianti a condensazione di piccola, media e
grande capacit: 3160 m3

FARLO FUNZIONARE
PER MOLTI ANNI
RICHIEDE ESPERIENZA
ED ASSISTENZA.

Ufficio tecnico

Lo staff tecnico Incomac, di grande


competenza, formato da:
Ingegneri e progettisti
Mod. ICD
Impianti di media e grande capacit a
caricamento frontale: 20 200 m

Mod. ICD/T
Impianti tunnel a caricamento con carrelli

Tecnici propri per interventi diretti


Tecnici locali adeguatamente
istruiti
Teleassistenza via Internet
o via modem telefonico
Assistenza tecnica

Mod. TAG
Impianti di essiccazione con riscaldamento diretto
a gas o gasolio: 30100 m3

Mod. VAP

Mod. ICD/HT
Impianti di grande produttivit ad elevata
tecnologia per essiccazione ad alta temperatura

Mod. HT/RL
Impianti speciali ad altissima tecnologia per
laboratori di ricerca o impieghi speciali.

Impianti di vaporizzazione diretta/indiretta:3 50 m 3

Robot di saldatura

Assemblaggio

La forza e Lenergia
ISOLAMENTO PARETI
E TETTO

STRUTTURA
La struttura autoportante con
moduli componibili di profili
estrusi in lega di alluminio
6005. Facile da installare o da
smontare

Pannelli prefabbricati in
alluminio con isolamento in
varie alternative:
- fibre di lana di vetro
- fibre di lana di roccia
- poliuretano

RISCALDAMENTO

UMIDIFICAZIONE

Riscaldamento per convezione


con sistema a tubi bimetallici
alettati rame/alluminio o
alluminio/acciaio inox. Fluido
termico:
-acqua calda
-acqua surriscaldata
-vapore
-olio diatermico

fondamentale per una


corretta essiccazione e per il
mantenimento dellequilibrio
igroscopico. Pu essere
utilizzata acqua fredda, calda,
o vapore

SOTTOTETTO

VENTILAZIONE

Tra tetto e sottotetto si crea un


plenum per il flusso daria, che
entra poi tra le cataste e
lambisce le tavole con
pressione costante ed
omogenea

E S P E R I E N Z A

Nel plenum sono installati i


ventilatori elicoidali,
reversibili e con motori
tropicalizzati

C R E A

T I V I T A

P A S S I O N E

intelli genza
Evoluzione dei sistemi di rilevazione e controllo del ciclo di essiccazione

1975
Controllo
Manuale

1980

Controllo
Semiautomatico

1985

Controllo
Automatico

1988

Primo Sistema
Computerizzato

Nuova generazione dei sistemi di progra mmazione. TECNOLOGIA INTELLIGENTE.


Computer Socrates Evolution

Multiprocessore Easy New

EASY NEW

Software sofisticato, ma efficienza


e semplicit operativa

Elettronica
automatica di
semplice concezione
e collegabile a
computer remoto con
sistema Easy Link

impianti di essicca zione tradizionale

ICD Line

Dimensioni Interne Utili

Modelli Standard

larghezza x profondit x altezza

Il sistema utilizza come fonte energetica acqua


calda, acqua surriscaldata, vapore o olio
diatermico . Lessiccazione avviene per
ricambio daria: laria umida viene espulsa
dallinterno della cella con contemporaneo
richiamo di aria fresca dallesterno.

ICD 20

4,68 x 3,72 x 3,80

ICD 30

5,88 x 4,92 x 3,80

ICD 40

7,08 x 5,52 x 3,80

ICD 50/A

7,08 x 6,72 x 3,80

ICD 50/B

7,68 x 5,52 x 3,80

Principali componenti:

ICD 60

8,28 x 7,32 x 3,80

ICD 80

8,88 x 8,52 x 3,80

- dispositivo di riscaldamento
- dispositivo di umidificazione
- dispositivo di circolazione e ricambio daria
- dispositivo di programmazione e conduzione
del ciclo

ICD 100

10,68 x 8,52 x 3,80

ICD 120

12,48 x 8,52 x 3,80

ICD 150

13,08 x 9,72 x 3,80

impianti di essiccazi one a condensazione

MAC Line

Modelli Standard

Il sistema utilizza come fonte energetica


lelettricit. consigliato quando non esistono
fonti di calore alternative. I consumi sono ridotti
per l elevata ef f icienza della pom pa di
calore
Il processo di essiccazione si sviluppa
mediante:
- ventilazione reversibile
- riscaldamento con pompa di calore
- essiccazione per raffreddamento e
condensazione
- recupero del calore latente prodotto dalla
condensazione

MAC 6

Capacit di essiccazione
m3

36

MAC 10

8 10

MAC 15

12 15

MAC 25

20 25

MAC 35

30 35

MAC 50

50 55

MAC 70

65 70

MAC 100

90 100

MAC 140

120 130

MAC 200

150 160

impianti a riscaldamento
diretto

componenti tecnologici
per celle in muratura

TAG Line

La cella viene costruita in


muratura dal cliente.
L Incomac , secondo
il tipo di energia
d i s p o ni b il e , f ornisce i
componenti tecnologici:

Il sistema utilizza il gas o


il gasolio come fonte
energetica
L essiccazione avviene
per ricambio d aria
(sistema tradizionale).
Uno scambiatore di
calore, su cui applicato
il bruciatore, provvede al
riscaldamento: la fiamma
ed i fumi di combustione
percorrono linterno di
una serpentina che
lam bita dall aria in
movimento continuo
nella cella. Il calore viene recuperato, mentre i fumi vengono scaricati
allesterno a bassa temperatura.
Nessun contatto diretto esiste tra la combustione e la cella ed cos
garantita la massima sicurezza.

Scambiatori di calore

Bruciatore a gas

Trave portaventilatori

Scambiatore

- pompa di calore o
scambiatore di calore
- ventilatori
- serrande
- valvole
- sottotetto
- portoni
- porte dispezione
- elettronica

Carrello idraulico

vaporizzazione

VAP Line

il trattamento che si
a p p l ic a a certi legni,
come il faggio, per
rendere pi marcato ed
uniforme il colore.
Loperazione consiste nel
trattare le tavole, molto
umide, con vapor dacqua
a 90-100C.
La vaporizzazione pu
essere diretta
(immissione diretta di
vapore in cella), o
indiretta (produzione di
vapore in cella tramite
uno scambiatore di calore
immerso in una vasca
dacqua).

trattamento termico
pallet ed imballaggi

PAL Line
Marchio FAO

Codice ISO Codice ISTAT Codice


del paese della regione Fitosanitario

Debarked (scortecciato)
Tipologia di
Marchio del
solo se previsto
trattamento (HT o MB) Soggetto Gestore

La FAO (Food and Agriculture


O rg a n i za ti o n o f th e U n i te d
Nations) ha emanato la
normativa ISPM-15 (International
Standards for Phytosanitary
Measures): determina il
trattamento fitosanitario per
tutti gli imballaggi in legno. Lo
scopo quello di disinfestare il
legno da un gruppo di insetti e
nematodi che, tramite gli imballi,
tendono a propagarsi ovunque.
La normativa prescrive che il
legno pe r gli imballi debba
essere riscaldato a cuore fino
alla temperatura di 56C per
30min.

impianti chiavi in mano


con generatore di calore
LIncomac in grado di realizzare impianti speciali completi di linea di
produzione energetica, alimentata a scarti di legno, a gas o gasolio.

CAMINO
MULTICICLONE
RACCORDI
CALDAIA

VENTILATORE

TRAMOGGIA
ALIMENTATORE
AUTOMATICO

accessori