Sei sulla pagina 1di 30

* In abbinamento obbligatorio in Abruzzo e Umbria con Il Messaggero a 1,20.

** In abbinamento facoltativo con


raccolta Peanuts a 6,99 + il costo del giornale. *** In abbinamento facoltativo con Deadpool Serie Oro a 8,99
ciascuno + il costo del giornale. **** In abbinamento facoltativo con dvd Occhi di gatto a 9,99 ciascuno + il costo
del giornale. ***** In abbinamento facoltativo con Serie Fumetti Super Robot a 5,99 ciascuno + il costo del giornale.
****** In abbinamento facoltativo con le Statuine di Holly e Benji a 12,90 ciascuna + il costo del giornale. ******* In
abbinamento facoltativo con il Telo Mare Juventus a 12,90 ciascuno + il costo del giornale. ******** In abbinamento
facoltativo con Erotica leros a fumetti a 11,99 ciascuno + il costo del giornale. ********* In abbinamento facoltativo
con il Diario del Perugia solo a Perugia e provincia a 14,00 ciascuno + il costo del giornale. ********** In abbinamento
facoltativo con il Diario del Pescara solo a Pescara citt a 14,00 ciascuno + il costo del giornale.

9 771124 848403

Un Allegri pigliatutto
ecco il Cuadrado-bis

La
a
nuov A
SERIE

La Juve di Max riparte dalla Fiorentina per laccoppiata


campionato e Champions. Via libera per il colombiano

Massimiliano Allegri, 49 anni, in panchina con Andrea Agnelli, 40 anni

> BONSIGNORE E INTORCIA > A PAGINA 5

60819

edizione
NAZIONALE

Venerd 19 agosto 2016


ANNO 93 - N. 228 - 1,30* IN ITALIA
www.corrieredellosport.it

Le grandi
iniziative
del nostro
giornale

Le maglie
e i numeri

ABBONAMENTI IN PICCHIATA, MERCATO SOTTO ACCUSA

FUGA DAL MILAN


Solo 10mila tessere
mai cos in basso
negli ultimi 30 anni
I giocatori acquistati
non scaldano i tifosi

> ZARA > ALLE PAGINE 10 E 11

La
a
nuov
LIGA
Fabio
Capello,
70 anni,
commenter
per Sky
la Liga
spagnola

di Furio Fedele
MILANO

Il declino del Milan ormai quasi post-Berlusconi, viene


scandito anche dallinesorabile erosione della quota-abbonamenti. Che ormai ha iniziato a registrare una lunga e
inquietante serie di record negativi dopo laddio al Milan
di Zlatan Ibrahimovic (estate 2012). Domenica pomeriggio (ore 18, contro il Torino) si rischia di registrare un minimo storico di circa 10.000 tessere che difficilmente potrebbe essere incrementato in maniera sensibile entro la fine
della campagna abbonamenti se il Milan allenato dallAeroplanino Montella dovesse fallire anche in questa occasione il decollo di inizio stagione.

Parla Capello:
Il Real di Zizou
mi fa impazzire

> ALLE PAGINE 2 E 3

> FANELLI E POLVEROSI > DA PAGINA 19 A 21

PRONTO IL CONTRATTO

Cos lInter
ha spinto Icardi
verso il rinnovo
Icardi

Vincenzo Montella (42 anni) dirige


lallenamento del Milan. Il tecnico
ha raccolto leredit di Cristian
Brocchi (40) che la scorsa stagione
aveva sostiuito Mihajlovic (47)
esonerato da Berlusconi (79)

> GUADAGNO > A PAGINA 9

Nasce il Napoli
dei baby talenti
con Diawara

Da domani
con Moratti
tornano le grandi
interviste

> GIORDANO > ALLE PAGINE 6 E 7

E 3-0 IN EUROPA LEAGUE

Sassuolo show
Berardi in gol
Stella Rossa ko
Berardi

di Walter Veltroni

POTERE SETTEROSA
LITALVOLLEY CI CREDE

NON SOLO MILIK

Diawara

A TU PER TU

> A PAGINA 17

Il Setterosa si prepara alla battaglia per loro contro gli Usa

A Rio (20.30)
le ragazze
vogliono loro
i pallavolisti
la finale (18):
sfide agli Usa
Settebello ko

di Marco Evangelisti
INVIATO A RIO DE JANEIRO

Ma qui neanche il mago malvagio di Harry Potter o il miraggio della Roma del calcio
quando era allenata da Rudy
Garcia. Tutto quello che non
devessere nominato messo
insieme in una sola partita,
Italia contro Stati Uniti.
> DOLFIN, FAVA E MALLUCCI
> DA PAGINA 23 A PAGINA 27

LOPINIONE

DIFENDIAMO SCHWAZER
> di XAVIER JACOBELLI <

OGGI A RIO sarebbe stato il


suo giorno, il giorno della 50
km. Invece, sar il suo tormento. Perch oggi Alex Schwazer
avrebbe marciato sul mondo,
contro il mondo e lavrebbe ri-

conquistato. Chiedere a Sandro Donati per credere. E, proprio per questo, il 10 agosto, i
professionisti dellantidoping
lhanno demolito.
> A PAGINA 27

2
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

VENERD
19 AGOSTO
2016

MILAN

VENERD
19 AGOSTO
2016

MILAN SPARITO
ADDIO AI TIFOSI

Il West Ham pronto a tornare alla carica per Bacca


con i 30 milioni Montella avr i rinforzi che chiede
di Furio Fedele
MILANO

Solo 10.000 abbonati: da quando arrivato Berlusconi


la societ rossonera non era mai scesa cos in basso
di grandi nomi e, quindi, di
entusiasmanti prospettive.

di Furio Fedele
MILANO

Il declino del Milan ormai


quasi post-Berlusconi, viene scandito anche dallinesorabile erosione della quota-abbonamenti. Che ormai
ha iniziato a registrare una
lunga e inquietante serie di
record negativi dopo laddio
al Milan di Zlatan Ibrahimovic (estate 2012). Domenica pomeriggio (ore 18, contro il Torino) si rischia di registrare un minimo storico
di circa 10.000 tessere che
difficilmente potrebbe essere incrementato in maniera sensibile entro la fine della campagna abbonamenti
se il Milan allenato dallAeroplanino Montella dovesse
fallire anche in questa occasione il decollo di inizio stagione con un mercato arido

rossoneri aveva sfondando


quota 70.000 tessere per
poi stabilire il record assoFESTE E FASTI. Fin dallinizio luto (73.034) due campionadellepopea berlusconia- ti dopo. Lappeal dello Scuna il Milan aveva abituato detto rapidamente ralleni suoi tifosi a
tato, comfesteggiare
plice anche
ogni anno Dopo lera Allegri
l a v v e n t o
almeno un un calo continuo
aggressivo
trofeo. Sacdella paychi era parti- Contro la Juventus
tv. divento alla gran- di Conte gli ultimi
tato sempre
de con un exploit di paganti... pi difficile
paio di ecraggiungecezionali dore e superablete (Coppa dei Campioni re quota 50.000 abbonati. Il
e Coppa Intercontinentale) mancato restyling e le diffimentre il dualismo in cam- colt logistiche (tessera del
pionato contro il Napoli di tifoso, pass e contro-pass, liMaradona aveva instaurato mitazioni della circolazione
una vera e propria caccia privata...) hanno poi contrial record assoluto anche su- buto a una contrazione che
gli spalti fra rossoneri e az- diventata una vera e prozurri. Tanto vero che gi nel pria carestia in concomitancampionato 1990-1991 i fans za con la mancanza cronica

di risultati che ha fatto seguito allultimo doblete (Scudetto e Supercoppa dItalia)


griffato nella stagione 20102012 dallesordiente Massimiliano Allegri.
MENO 20.000. Il baratro della

crisi che, in questo momento, appare senza ritorno si


aperto due estati fa quando
si valicato, in picchiata, il
confine delle 20.000 tessere. La negativit della situazione potrebbe essere accentuata, purtroppo per il Milan, a breve se Montella non
riuscisse a raddrizzare una
sorte maledettamente contraria. C anche da sottolineare il fatto, per, che lemorragia di abbonamenti ha
consentito al Milan di battere, per due volte consecutive, il record dincasso a San
Siro per il campionato nella

Mateo Kovacic, 22 anni, talento croato passato dallInter al Real esattamente un anno fa ANSA

stagione 2014-2015 quando, dopo aver fallito lassalto a Conte, Silvio Berlusconi ha consegnato il Milan a
Filippo Inzaghi. Dopo aver
contato 78.681 fra paganti e
abbonati (3 milioni 233.620
euro, quinto record assoluto comprese le Coppe europee, primo in Serie A per
Casa Milan) in occasione
della sfida contro la Juventus del 20 settembre, il 22 novembre questo limite stato ancora migliorato. stata
raggiunta quota 79.173 spettatori che hanno consentito
al club rossonero di incassare complessivamente 3 milioni 324.594 euro. Il fatto di
aver collezionato cos pochi abbonati, ha permesso
a Casa Milan di poter vendere molti pi biglietti a prezzi
importanti.

GIUDICATE VOI
IL MERCATO
DEL MILAN

Contro il Torino
unaltra protesta
MILANO - Ma la rabbia e la disaffezione dei
tifosi del Milan si manifestata in altri modi
durante questi ultimi anni, non solo con il calo
sempre pi vistoso delle presenze sugli spalti di
San Siro. Non solo la Curva Sud, lalcova della
passione rossonera, ma anche i tifosi degli altri
settori dello stadio hanno attaccato, spesso
duramente, la societ. I social hanno rappresentato il veicolo pi efficace e veloce della
protesta. Ma anche i tradizionali striscioni non
sono rimasti esposti solo nei confini di San Siro.
Recentemente, mentre il presidente Berlusconi
era ancora convalescente a Villa San Martino ad
Arcore dopo loperazione al cuore, un gruppo di
ultras rossoneri ha chiesto chiarimenti al
numero uno rossonero che ha ricevuto una
delegazione di loro allinterno della sua
residenza privata. Ovviamente sono scontate
altre manifestazioni di protesta domenica a
San Siro prima, durante e dopo Milan-Torino
soprattutto in caso di risultato negativo.
fur.fed.
RIPRODUZIONE RISERVATA

100
90
80
70
60
50
40
30
20
10
0

non vende un giocatore che sia uno.... Possibile che


Menez di due anni pi giovane non valga niente rispetto a Sosa che vale 7,5 milioni? Marco Bonani
Per me Galliani pu fare quello che vuole: uno che
ha fatto la storia, ha di diritto carta bianca. Evidente
che oggi pi di questo non pu Martinisi

ARRABBIATI
Corriamo ai ripari
altrimenti dura...
LA SITUAZIONE

Lacquisto di Sosa ha scatenato le proteste della


tifoseria rossonera. Il campionato alle porte e
Montella, scelto come nuova guida in panchina, si
prepara a schierare per lesordio in campionato
contro il Torino gli stessi uomini della scorsa
stagione.
I COMMENTI

La protesta dei tifosi rossoneri ad Arcore, davanti alla villa di Berlusconi

Il dato preoccupante che da anni il Milan

Ora basta: cos unumiliazione continua! Gianlu78


Il Milan finito se non iniziano a comprare davvero
giocatori di livello... Non basta solo buon allenatore se poi hai pi mezzi giocatori che campioni veri
e propri Ramos Gomes
Cera una volta il Milan di Berlusconi e Galliani. I
giocatori che ci sono oggi un tempo li prendevano
per tenere pulito Milanello... Tabirri
Questo del Milan il mercato di una societ che evidentemente in difficolt. Per arrivato il momento
di correre ai ripari: il mercato chiude tra poco e se la
squadra resta questa le amarezze saranno tante, al
di l della bravura di Montella Arturo Beni

scriveteci sul nostro sito


www.corrieredellosport.it

VERSO LESORDIO IN CAMPIONATO

E domenica lunica novit in campo sar Paletta...


Montella far giocare il centrale in coppia con Romagnoli. Vangioni, Sosa e Gomez vanno solo in panchina
MILANO - C il rischio di vedere il Milan dei soliti... noti
domenica pomeriggio (ore
18) a San Siro contro il Torino dellex tecnico rossonero Mihajlovic. Infatti lunico volto non certo inedito
ma, comunque, assente per
un anno da Milanello, sar
quello del difensore centrale Paletta di rientro dopo lesperienza fatta allAtalanta
nello scorso campionato.
La scarna e finora non certo
pregiata campagna-acquisti rossonera si manifester in panchina con Vangioni, Gustavo Gomez e Sosa
a disposizione di Montella
pronti a subentrare a partita in corso. Non ci sar, invece, lattaccante Lapadula
che, a dire il vero, aveva recuperato negli ultimi giorni una condizione di forma
accettabile almeno per la
panchina. Invece lex bomber del Pescara (lanno scor-

alla difesa. Poi la maturazione lha spinto pi avanti, facendolo diventare un anno
fa nel Besikstas la fionda
ideale per lanciare a rete lex
viola Mario Gomez. Lo stesso Sosa presentandosi a Milano non ha fatto chiarezza
sulle sue reali attitudini ri-

so capocannoniere in serie
B) si accomoder solo in tribuna perch dovr scontare con la maglia del Milan
una giornata di squalifica
ereditata proprio dalla sua
precedente esperienza in
Abruzzo.
ROMAGNOLI. Montella pu
ritenersi soddisfatto almeno perch riuscito a recuperare Alessio Romagnoli
che da qualche tempo soffriva per uninfiammazione.
Il giovane centrale far coppia con Paletta. In panchina, come detto, ci sar Gustavo Gomez pronto a subentrare. C curiosit per
capire quale ruolo riserver Montella al Principito
Sosa. Che nella sua carriera ha avuto unevoluzione
tattica molto particolare. Da
giovane, nellEstudiantes,
veniva sfruttato come volante, come regista davanti

trebbe anche metterlo in


competizione con De Sciglio per il ruolo di terzino sinistro. Quella di domenica
potrebbe essere una partita
molto importante anche per
lui se dovesse esordire, da
subito, in maglia rossonera.
Finora si visto abbastanza
poco, solo in allenamento
perch quando arrivato,
a inizio raduno a Milanello, non era nelle condizioni di forma ottimali.

C anche il nodo
relativo al secondo
di Donnarumma:
uno tra Diego Lopez DERBY. Montella dovr cere Gabriel sar ceduto care di risolvere pi di un
mandando la scelta definitiva al suo nuovo allenatore.

Vincenzo Montella, 42 anni, chiamato a dare nuova spinta a un Milan in difficolt ANSA

Un attaccante ancora nel mirino. E Carlos Bacca che, nonostante ieri abbia riconfermato
ai microfoni di Milan Tv la sua
ferrea convinzione di restare
rossonero per il secondo anno
consecutivo, potrebbe di nuovo rifare le valigie con la solita
destinazione, il West Ham. Infatti il neo acquisto degli Hammers, Andr Ayew, si infortunato nellesordio di luned, la
prima sfida della stagione in
Premier League, contro il Chelsea. Gli stato riscontrato un
problema alla coscia destra,
che sembra pi grave del previsto. Il bomber ghanese dovr
restare fermo almeno 4 mesi.
A questo punto il manager del
West Ham, Slaven Bilic, costretto a tornare sul mercato.
Oltre a Bacca, agli inglesi piace molto anche Simone Zaza
rispedito al mittente (la Juventus) dal Wolfsburg che ha preferito ingaggiare Mario Gomez
togliendo un bel peso (oltre 10
milioni di euro dingaggio) alla
Fiorentina.
EUROPA. Il desiderio di dispu-

RIPRODUZIONE RISERVATA

Rodrigo Caio, 23 anni, centrale del San Paolo: allOlimpiade con la nazionale brasiliana ANSA

A SAN SIRO

MILAN

Kovacic allo sprint


e c Rodrigo Caio

Mancanza di risultati e mercato senza colpi:


il grande pubblico ha abbandonato la squadra

DOMANI
IL VIA

3
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

VANGIONI. Lesterno sinistro


argentino sicuramente il
neomilanista meno conosciuto. Montella ha tratto
buone indicazioni dai primi
allenamenti e, si dice, po-

problema, non solo in campo, in questo Milan. Non


chiarissima, infatti, la posizione dei due portieri Gabriel e Diego Lopez. Le gerarchie, per quanto riguarda lestremo spagnolo, sono
state sovvertite quasi subito un anno fa da Mihajlovic
che gli ha preferito Donnarumma dopo poche gior-

nate dallinizio dello scorso campionato. Facendolo scivolare addirittura alle


spalle del veterano Abbiati.
Diego Lopez sembrava destinato a partire, quasi subito, in questo mercato estivo.
Ha ancora una possibilit
di poter raggiungere Conte al Chelsea. Ma, comunque, il suo residuo contratto (due anni per complessivi 10 milioni di euro lordi) lo
rendono poco conveniente considerato il fatto che
ha ormai 35 anni. Lo stesso Gabriel, dopo aver fatto
(poco e male) il vice-Reina a Napoli, non potrebbe
accettare di essere addirittura la terza scelta in questo Milan. Non da escludere, anzi quasi scontato,
che uno dei due vice-Donnarumma toglier il disturbo entro il 31 agosto.
fur.fed.

RIPRODUZIONE RISERVATA

tare nuovamente una coppa


europea, aveva spinto Bacca

a cercare nuove soluzioni alla


sua carriera. Ma lapprodo alla
Champions League (appena
accarezzata tanti anni fa in un
preliminare con il Bruges...)
sfumato perch Atletico Madrid, Paris St. Germain e Napoli non hanno creduto a lui. Il
West Ham ha bussato pi volte alla porta di Milanello. Era
lunico club al mondo dispo-

Serve soprattutto
un regista: il feeling
con il Real mette
i rossoneri in pole
per lex interista
sto ad accontentare la richiesta
del Milan (30 milioni di euro)
ma Bacca non voleva disputare lEuropa League. Adesso gli
Hammers sono costretti a cambiare strategia. Sicuramente i
30 milioni del West Ham contribuirebbero non poco ad almentare lo sprint conclusivo
del mercato estivo del Milan
considerato il fatto che Montella cerca ancora uno o due
elementi per completare la sua
squadra.
PROMESSA. Ma, come detto, ieri

La stretta di mano tra Carlos Bacca e Adriano Galliani ANSA

Bacca ha giurato nuova fedelt


al Milan. vero: il desiderio di
disputare una Coppa europea
stato uno dei motivi che mi
spingevano verso una squadra
che faceva la Champions - ha
ammesso a Milan Tv - e questa
era la realt. Per poi, pensandoci a mente fredda, il giorno
in cui ho deciso di venire al Milan ho lasciato un Siviglia che
avrebbe disputato la Champions, e volevo arrivare con il
Milan in Europa. Ho l'opportunit ora di farlo e di crescere
e lavorer per questo. Quando

ho preso la decisione di rimanere, parlando con la mia famiglia, non volevo andarmene solo dopo un anno. Sono un
giocatore con ambizioni, desideri, sogni... Non sono riuscito a raggiungere il mio scopo
nel primo anno, ma ho fede e
continuer a lavorare forte con
i miei compagni per ottenere
ci che voglio. Sono contento
di essere rimasto al Milan. Ma,
come noto, le vie del mercato
sono davvero infinite...
RODRIGO CAIO. Confermato da

Milanello che la priorit di


Montella un regista da collocare davanti alla difesa. Intanto, per, dal Brasile annunciato un interessamento del Milan
per Rodrigo Caio, il difensore
centrale (classe 1993) del Santos gratificato anche dal passaporto italiano. La sua valutazione importante (una decina
di milioni di euro) ma, in questo momento, il club rossonero non ha le energie economiche per sbilanciarsi su pi di un
obiettivo. A meno che, come
prima accennato, non ci sia il
congedo di Bacca che, per,
Montella non vorrebbe sacrificare giunto a questo punto
della stagione, quasi sula linea
di partenza del campionato.
KOVACIC. Svanite quasi tutte le

opzioni pi o meno realistiche


per cercare un regista difensivo, ne resta valida una sola.
Quella dellex-interista Kovacic che sembra destinato ad
abbandonare (ma solo in prestito, senza alcuna opzione) il
Real Madrid. Il Milan in vantaggio su questo fronte considerati gli ottimi rapporti fra i
due club. Si tratta di attendere
solo gli ultimi istanti del mercato estivo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

2
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

VENERD
19 AGOSTO
2016

MILAN

VENERD
19 AGOSTO
2016

MILAN SPARITO
ADDIO AI TIFOSI

Il West Ham pronto a tornare alla carica per Bacca


con i 30 milioni Montella avr i rinforzi che chiede
di Furio Fedele
MILANO

Solo 10.000 abbonati: da quando arrivato Berlusconi


la societ rossonera non era mai scesa cos in basso
di grandi nomi e, quindi, di
entusiasmanti prospettive.

di Furio Fedele
MILANO

Il declino del Milan ormai


quasi post-Berlusconi, viene scandito anche dallinesorabile erosione della quota-abbonamenti. Che ormai
ha iniziato a registrare una
lunga e inquietante serie di
record negativi dopo laddio
al Milan di Zlatan Ibrahimovic (estate 2012). Domenica pomeriggio (ore 18, contro il Torino) si rischia di registrare un minimo storico
di circa 10.000 tessere che
difficilmente potrebbe essere incrementato in maniera sensibile entro la fine della campagna abbonamenti
se il Milan allenato dallAeroplanino Montella dovesse
fallire anche in questa occasione il decollo di inizio stagione con un mercato arido

rossoneri aveva sfondando


quota 70.000 tessere per
poi stabilire il record assoFESTE E FASTI. Fin dallinizio luto (73.034) due campionadellepopea berlusconia- ti dopo. Lappeal dello Scuna il Milan aveva abituato detto rapidamente ralleni suoi tifosi a
tato, comfesteggiare
plice anche
ogni anno Dopo lera Allegri
l a v v e n t o
almeno un un calo continuo
aggressivo
trofeo. Sacdella paychi era parti- Contro la Juventus
tv. divento alla gran- di Conte gli ultimi
tato sempre
de con un exploit di paganti... pi difficile
paio di ecraggiungecezionali dore e superablete (Coppa dei Campioni re quota 50.000 abbonati. Il
e Coppa Intercontinentale) mancato restyling e le diffimentre il dualismo in cam- colt logistiche (tessera del
pionato contro il Napoli di tifoso, pass e contro-pass, liMaradona aveva instaurato mitazioni della circolazione
una vera e propria caccia privata...) hanno poi contrial record assoluto anche su- buto a una contrazione che
gli spalti fra rossoneri e az- diventata una vera e prozurri. Tanto vero che gi nel pria carestia in concomitancampionato 1990-1991 i fans za con la mancanza cronica

di risultati che ha fatto seguito allultimo doblete (Scudetto e Supercoppa dItalia)


griffato nella stagione 20102012 dallesordiente Massimiliano Allegri.
MENO 20.000. Il baratro della

crisi che, in questo momento, appare senza ritorno si


aperto due estati fa quando
si valicato, in picchiata, il
confine delle 20.000 tessere. La negativit della situazione potrebbe essere accentuata, purtroppo per il Milan, a breve se Montella non
riuscisse a raddrizzare una
sorte maledettamente contraria. C anche da sottolineare il fatto, per, che lemorragia di abbonamenti ha
consentito al Milan di battere, per due volte consecutive, il record dincasso a San
Siro per il campionato nella

Mateo Kovacic, 22 anni, talento croato passato dallInter al Real esattamente un anno fa ANSA

stagione 2014-2015 quando, dopo aver fallito lassalto a Conte, Silvio Berlusconi ha consegnato il Milan a
Filippo Inzaghi. Dopo aver
contato 78.681 fra paganti e
abbonati (3 milioni 233.620
euro, quinto record assoluto comprese le Coppe europee, primo in Serie A per
Casa Milan) in occasione
della sfida contro la Juventus del 20 settembre, il 22 novembre questo limite stato ancora migliorato. stata
raggiunta quota 79.173 spettatori che hanno consentito
al club rossonero di incassare complessivamente 3 milioni 324.594 euro. Il fatto di
aver collezionato cos pochi abbonati, ha permesso
a Casa Milan di poter vendere molti pi biglietti a prezzi
importanti.

GIUDICATE VOI
IL MERCATO
DEL MILAN

Contro il Torino
unaltra protesta
MILANO - Ma la rabbia e la disaffezione dei
tifosi del Milan si manifestata in altri modi
durante questi ultimi anni, non solo con il calo
sempre pi vistoso delle presenze sugli spalti di
San Siro. Non solo la Curva Sud, lalcova della
passione rossonera, ma anche i tifosi degli altri
settori dello stadio hanno attaccato, spesso
duramente, la societ. I social hanno rappresentato il veicolo pi efficace e veloce della
protesta. Ma anche i tradizionali striscioni non
sono rimasti esposti solo nei confini di San Siro.
Recentemente, mentre il presidente Berlusconi
era ancora convalescente a Villa San Martino ad
Arcore dopo loperazione al cuore, un gruppo di
ultras rossoneri ha chiesto chiarimenti al
numero uno rossonero che ha ricevuto una
delegazione di loro allinterno della sua
residenza privata. Ovviamente sono scontate
altre manifestazioni di protesta domenica a
San Siro prima, durante e dopo Milan-Torino
soprattutto in caso di risultato negativo.
fur.fed.
RIPRODUZIONE RISERVATA

100
90
80
70
60
50
40
30
20
10
0

non vende un giocatore che sia uno.... Possibile che


Menez di due anni pi giovane non valga niente rispetto a Sosa che vale 7,5 milioni? Marco Bonani
Per me Galliani pu fare quello che vuole: uno che
ha fatto la storia, ha di diritto carta bianca. Evidente
che oggi pi di questo non pu Martinisi

ARRABBIATI
Corriamo ai ripari
altrimenti dura...
LA SITUAZIONE

Lacquisto di Sosa ha scatenato le proteste della


tifoseria rossonera. Il campionato alle porte e
Montella, scelto come nuova guida in panchina, si
prepara a schierare per lesordio in campionato
contro il Torino gli stessi uomini della scorsa
stagione.
I COMMENTI

La protesta dei tifosi rossoneri ad Arcore, davanti alla villa di Berlusconi

Il dato preoccupante che da anni il Milan

Ora basta: cos unumiliazione continua! Gianlu78


Il Milan finito se non iniziano a comprare davvero
giocatori di livello... Non basta solo buon allenatore se poi hai pi mezzi giocatori che campioni veri
e propri Ramos Gomes
Cera una volta il Milan di Berlusconi e Galliani. I
giocatori che ci sono oggi un tempo li prendevano
per tenere pulito Milanello... Tabirri
Questo del Milan il mercato di una societ che evidentemente in difficolt. Per arrivato il momento
di correre ai ripari: il mercato chiude tra poco e se la
squadra resta questa le amarezze saranno tante, al
di l della bravura di Montella Arturo Beni

scriveteci sul nostro sito


www.corrieredellosport.it

VERSO LESORDIO IN CAMPIONATO

E domenica lunica novit in campo sar Paletta...


Montella far giocare il centrale in coppia con Romagnoli. Vangioni, Sosa e Gomez vanno solo in panchina
MILANO - C il rischio di vedere il Milan dei soliti... noti
domenica pomeriggio (ore
18) a San Siro contro il Torino dellex tecnico rossonero Mihajlovic. Infatti lunico volto non certo inedito
ma, comunque, assente per
un anno da Milanello, sar
quello del difensore centrale Paletta di rientro dopo lesperienza fatta allAtalanta
nello scorso campionato.
La scarna e finora non certo
pregiata campagna-acquisti rossonera si manifester in panchina con Vangioni, Gustavo Gomez e Sosa
a disposizione di Montella
pronti a subentrare a partita in corso. Non ci sar, invece, lattaccante Lapadula
che, a dire il vero, aveva recuperato negli ultimi giorni una condizione di forma
accettabile almeno per la
panchina. Invece lex bomber del Pescara (lanno scor-

alla difesa. Poi la maturazione lha spinto pi avanti, facendolo diventare un anno
fa nel Besikstas la fionda
ideale per lanciare a rete lex
viola Mario Gomez. Lo stesso Sosa presentandosi a Milano non ha fatto chiarezza
sulle sue reali attitudini ri-

so capocannoniere in serie
B) si accomoder solo in tribuna perch dovr scontare con la maglia del Milan
una giornata di squalifica
ereditata proprio dalla sua
precedente esperienza in
Abruzzo.
ROMAGNOLI. Montella pu
ritenersi soddisfatto almeno perch riuscito a recuperare Alessio Romagnoli
che da qualche tempo soffriva per uninfiammazione.
Il giovane centrale far coppia con Paletta. In panchina, come detto, ci sar Gustavo Gomez pronto a subentrare. C curiosit per
capire quale ruolo riserver Montella al Principito
Sosa. Che nella sua carriera ha avuto unevoluzione
tattica molto particolare. Da
giovane, nellEstudiantes,
veniva sfruttato come volante, come regista davanti

trebbe anche metterlo in


competizione con De Sciglio per il ruolo di terzino sinistro. Quella di domenica
potrebbe essere una partita
molto importante anche per
lui se dovesse esordire, da
subito, in maglia rossonera.
Finora si visto abbastanza
poco, solo in allenamento
perch quando arrivato,
a inizio raduno a Milanello, non era nelle condizioni di forma ottimali.

C anche il nodo
relativo al secondo
di Donnarumma:
uno tra Diego Lopez DERBY. Montella dovr cere Gabriel sar ceduto care di risolvere pi di un
mandando la scelta definitiva al suo nuovo allenatore.

Vincenzo Montella, 42 anni, chiamato a dare nuova spinta a un Milan in difficolt ANSA

Un attaccante ancora nel mirino. E Carlos Bacca che, nonostante ieri abbia riconfermato
ai microfoni di Milan Tv la sua
ferrea convinzione di restare
rossonero per il secondo anno
consecutivo, potrebbe di nuovo rifare le valigie con la solita
destinazione, il West Ham. Infatti il neo acquisto degli Hammers, Andr Ayew, si infortunato nellesordio di luned, la
prima sfida della stagione in
Premier League, contro il Chelsea. Gli stato riscontrato un
problema alla coscia destra,
che sembra pi grave del previsto. Il bomber ghanese dovr
restare fermo almeno 4 mesi.
A questo punto il manager del
West Ham, Slaven Bilic, costretto a tornare sul mercato.
Oltre a Bacca, agli inglesi piace molto anche Simone Zaza
rispedito al mittente (la Juventus) dal Wolfsburg che ha preferito ingaggiare Mario Gomez
togliendo un bel peso (oltre 10
milioni di euro dingaggio) alla
Fiorentina.
EUROPA. Il desiderio di dispu-

RIPRODUZIONE RISERVATA

Rodrigo Caio, 23 anni, centrale del San Paolo: allOlimpiade con la nazionale brasiliana ANSA

A SAN SIRO

MILAN

Kovacic allo sprint


e c Rodrigo Caio

Mancanza di risultati e mercato senza colpi:


il grande pubblico ha abbandonato la squadra

DOMANI
IL VIA

3
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

VANGIONI. Lesterno sinistro


argentino sicuramente il
neomilanista meno conosciuto. Montella ha tratto
buone indicazioni dai primi
allenamenti e, si dice, po-

problema, non solo in campo, in questo Milan. Non


chiarissima, infatti, la posizione dei due portieri Gabriel e Diego Lopez. Le gerarchie, per quanto riguarda lestremo spagnolo, sono
state sovvertite quasi subito un anno fa da Mihajlovic
che gli ha preferito Donnarumma dopo poche gior-

nate dallinizio dello scorso campionato. Facendolo scivolare addirittura alle


spalle del veterano Abbiati.
Diego Lopez sembrava destinato a partire, quasi subito, in questo mercato estivo.
Ha ancora una possibilit
di poter raggiungere Conte al Chelsea. Ma, comunque, il suo residuo contratto (due anni per complessivi 10 milioni di euro lordi) lo
rendono poco conveniente considerato il fatto che
ha ormai 35 anni. Lo stesso Gabriel, dopo aver fatto
(poco e male) il vice-Reina a Napoli, non potrebbe
accettare di essere addirittura la terza scelta in questo Milan. Non da escludere, anzi quasi scontato,
che uno dei due vice-Donnarumma toglier il disturbo entro il 31 agosto.
fur.fed.

RIPRODUZIONE RISERVATA

tare nuovamente una coppa


europea, aveva spinto Bacca

a cercare nuove soluzioni alla


sua carriera. Ma lapprodo alla
Champions League (appena
accarezzata tanti anni fa in un
preliminare con il Bruges...)
sfumato perch Atletico Madrid, Paris St. Germain e Napoli non hanno creduto a lui. Il
West Ham ha bussato pi volte alla porta di Milanello. Era
lunico club al mondo dispo-

Serve soprattutto
un regista: il feeling
con il Real mette
i rossoneri in pole
per lex interista
sto ad accontentare la richiesta
del Milan (30 milioni di euro)
ma Bacca non voleva disputare lEuropa League. Adesso gli
Hammers sono costretti a cambiare strategia. Sicuramente i
30 milioni del West Ham contribuirebbero non poco ad almentare lo sprint conclusivo
del mercato estivo del Milan
considerato il fatto che Montella cerca ancora uno o due
elementi per completare la sua
squadra.
PROMESSA. Ma, come detto, ieri

La stretta di mano tra Carlos Bacca e Adriano Galliani ANSA

Bacca ha giurato nuova fedelt


al Milan. vero: il desiderio di
disputare una Coppa europea
stato uno dei motivi che mi
spingevano verso una squadra
che faceva la Champions - ha
ammesso a Milan Tv - e questa
era la realt. Per poi, pensandoci a mente fredda, il giorno
in cui ho deciso di venire al Milan ho lasciato un Siviglia che
avrebbe disputato la Champions, e volevo arrivare con il
Milan in Europa. Ho l'opportunit ora di farlo e di crescere
e lavorer per questo. Quando

ho preso la decisione di rimanere, parlando con la mia famiglia, non volevo andarmene solo dopo un anno. Sono un
giocatore con ambizioni, desideri, sogni... Non sono riuscito a raggiungere il mio scopo
nel primo anno, ma ho fede e
continuer a lavorare forte con
i miei compagni per ottenere
ci che voglio. Sono contento
di essere rimasto al Milan. Ma,
come noto, le vie del mercato
sono davvero infinite...
RODRIGO CAIO. Confermato da

Milanello che la priorit di


Montella un regista da collocare davanti alla difesa. Intanto, per, dal Brasile annunciato un interessamento del Milan
per Rodrigo Caio, il difensore
centrale (classe 1993) del Santos gratificato anche dal passaporto italiano. La sua valutazione importante (una decina
di milioni di euro) ma, in questo momento, il club rossonero non ha le energie economiche per sbilanciarsi su pi di un
obiettivo. A meno che, come
prima accennato, non ci sia il
congedo di Bacca che, per,
Montella non vorrebbe sacrificare giunto a questo punto
della stagione, quasi sula linea
di partenza del campionato.
KOVACIC. Svanite quasi tutte le

opzioni pi o meno realistiche


per cercare un regista difensivo, ne resta valida una sola.
Quella dellex-interista Kovacic che sembra destinato ad
abbandonare (ma solo in prestito, senza alcuna opzione) il
Real Madrid. Il Milan in vantaggio su questo fronte considerati gli ottimi rapporti fra i
due club. Si tratta di attendere
solo gli ultimi istanti del mercato estivo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VENERD
19 AGOSTO
2016

5
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

JUVENTUS

DOMANI
IL VIA

Un giorno allesordio
con la Fiorentina:
ecco i progetti
dellallenatore
tra campionato
e Champions League

ALLEGRI
Missione
da record

LE STRATEGIE DI MERCATO

Solo Matuidi
E Cuadrado
avanza piano

Pereyra al Watford: fatto


Zaza al Wolfsburg, si pu
di Ettore Intorcia

Massimiliano Allegri, 49 anni, 5 trofei vinti con la Juve dal 2014, ha un contratto fino al 2018 LAPRESSE

La Juve insegue il sesto scudetto di fila, il tecnico cerca il tris di Conte


di Alberto Polverosi

di gioco dovendo mettersi al servizio di


un cannoniere straordinario, la difficolt
nella ricostruzione del centrocampo senza
Pogba (per con Pjanic...), ma detto tutto questo lunica speranza che un osservatore esterno pu covare per la stagione
alle porte che questa squadra enorme
non disintegri il campionato gi a inizio primavera.

Un anno fa, pi o meno di questi tempi, un


esperto marinaio di spogliatoi come Massimiliano Allegri aveva annusato il vento: Ragazzi, niente bischerate. Lo scudetto non si
vince perch ci chiamiamo Juve. La ciurma, allinizio, non lo ascolt e quella barca, prima di
trasformarsi in transatlan- Pu entrare nella
I RECORD. Anche Capello
tico, part come una zattera storia: vantaggi
sostiene che la Juve debcon dei naufraghi a bordo.
Poi sappiamo come an- e rischi di un gruppo ba puntare soprattutto
alla Champions, ma Alledata a finire ma quel ricor- ancora pi forte
do ci serve oggi per imma- e obbligato a vincere gri non pu pensarla allo
stesso modo. Il suo obiettiginare cosa pu fare, cosa
vo doppio: vincere, come
pu dire lo stesso marinaio
il suo predecessore Conte, tre scudetti di
alla vigilia di questa stagione.
fila per consegnare alla Juve il sesto conSQUADRA ENORME. Gli hanno costruito una secutivo, cos da superare quella del Trensquadra per vincere la Champions Lea- tennio e restare per sempre nella storia. Ha
gue e stravincere il campionato. Se perde un lavoro imponente da fare, da grande almale la Champions e vince male il cam- lenatore di una grande squadra. Come Anpionato, gi diranno che non stato un celotti, come Mourinho, come Guardiola,
trionfo. La Juve cambiata e migliorata. deve ricostruire su basi pi solidi, deve arPossiamo metterci tutti i paletti che vo- ricchire la casa con oggetti di valore in pi.
gliamo: lassuefazione alle vittorie, le riva- Non deve preoccuparsi del modo miglioli che qualcosa hanno fatto (oltre ad aver re per sostituire Pirlo, sapendo che abbasperso i loro migliori giocatori, Higuain e ser comunque il livello del gioco, ma imPjanic, consegnati proprio alla Juve...), pegnarsi per dare alla Juve pi qualit di
lassemblamento di una squadra nuova quanta se n vista finora, sia con lui che
che deve cambiare non sistema ma linea con Conte.

GIUDICATE VOI
IL MERCATO
DELLA
JUVENTUS
100
90
80
70
60
50
40

CONTENTI
Matuidi perfetto
Pjaca, che sorpresa

30
20

LA SITUAZIONE

10

In attesa di Cuadrado, la Juve prova per Matuidi.

I COMMENTI

Matuidi perfetto: ha personalit, grande


esperienza e vuole lasciare il Psg. Manuele
Cuadrado un jolly prezioso, come ha
gi dimostrato lanno scorso. Carlo 1988
Pjaca sar una sorpresa per tutti. Marco Proni

scriveteci sul nostro sito


www.corrieredellosport.it

LA TECNICA. Per Allegri, le partite si vincono,


o si perdono, soprattutto per una questione
tecnica. Nelle sue conferenze dopo la gara, la
spiegazione spesso la solita, fin dai tempi di
Cagliari: Abbiamo (o non abbiamo) giocato
bene tecnicamente. Ora, sotto questo profilo ha il massimo. Anche Pogba aveva una
tecnica notevole, ma non dello stesso livello e nemmeno dello stesso tipo di Pjanic: il
francese ci si divertiva con la sua tecnica, il
bosniaco fa divertire i suoi compagni. Quando, negli anni del Milan, gli sgretolavano la
squadra settimana dopo settimana, dove-

va arrovellarsi il cervello per cercare il rimedio. Doveva inventare. Ora il suo cammino
cambiato. Gli hanno consegnato una mega-squadra e gli hanno detto attento a non
sciuparla. Il genio non gli servir per esaltare le doti di Higuain, di Dybala e di Pjanic,
ma per conservare intatto il loro livello di
gioco, appoggiando luno allaltro. E se non
ci riuscir, e se per caso (ma deve essere un
caso grosso...) non vincer lo scudetto, gli
salteranno addosso, perch il calcio questo. Sar colpa sua se Higuain non porter i
gol per fare il record. E questo che lo mantiene nella giusta tensione.
IL RICHIAMO. Alla fine il ma-

rinaio dir forse la cosa pi


semplice a una squadra gi
di suo incapace di saziarsi.
Dir che per ritrovare una
formazione capace di vincere lo scudetto per sei anni
di fila, Rugani dovr aspettare di essere diventato nonno
e Buffon bisnonno. Dir che
verranno ricordati non solo
nello juventinismo, ma di
fronte alle loro gesta dovranno inchinarsi tutti gli amanti
del calcio. Il marinaio pronto a salpare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispetto alla velocit di Cuadrado in campo, la trattativa


per il suo ritorno in bianconero procede un po al rallentatore. Ma procede. Ieri la Juve ha
fatto il punto con il suo agente, Alessandro Lucci, e dopo
il weekend di campionato attende il via libera dal Chelsea
per un prestito oneroso, senza obbligo di riscatto, perch
questa la soluzione economicamente pi funzionale alle
esigenze bianconere. Un innesto in pi (una conferma,
per giunta) ma mani libere a
fine stagione. Loperazione si
chiuder, con il giocatore non
c alcun problema.
E ieri, con la famiglia Pozzo
che proprietaria del Watford,
stata definita anche la cessione di Pereyra. Nelle casse
della Juve finiranno 15 milioni di euro complessivi, restano
solo da fissare le visite mediche
a Londra che a questo punto
dovrebbero essere organizzate per luned. Quindici milioni
che si sommeranno ai 21 che il
Bayern Monaco verser in anticipo per il riscatto obbligatorio di Coman, che da contratto sarebbe dovuto avvenire a
giugno 2017.
ZAZA IN PARTENZA. Una somma
a cui aggiungere i 20-25 della
cessione di Simone Zaza. Al
Wolfsburg, s. Nonostante larrivo di Mario Gomez, i tedeschi

Blaise Matuidi, 29 anni GETTY

vogliono ancora lo juventino: i


margini per riaprire la trattativa e concluderla, sussurravano ieri pomeriggio gli intermediare tra lItalia e la Germania,
ci sono ancora tutti. E anche
dallentourage del giocatore
filtra un certo ottimismo: lattaccante della Nazionale ha
scelto di andare, la Bundesliga lo aspetta. Da registrare un
ritorno del West Ham.
TUTTO SU MATUIDI. Altre opzioni (Brozovic blindato dallInter, Luiz Gustavo di propriet
proprio del Wolfsburg con cui
si parla di Zaza) non rientrano ora nellagenda della Juve,
che resta concentrata su Matuidi per il centrocampo di Allegri. Il giocatore vuole mollare il Psg, a prescindere dalle lusinghe dello scorso fine settimana, e il suo agente Raiola sta
lavorando in questa direzione.
La Juve vuole lui: per ora non
pu ancora chiudere laffare,
ma solo per ora...
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL PRESIDENTE DI EXOR

Elkann: Roma e Napoli sono meno forti


Non hanno pi Pjanic e Higuain: lorganico della Juve ha grandi individualit
di Filippo Bonsignore
TORINO

La Juve ha un organico
con grandi individualit e
volti nuovi, c' entusiasmo.
Roma e Napoli poi senza Pjanic e Higuain sono meno forti dell'anno scorso. Il presidente di Exor, azionista di
maggioranza del club bianconero, John Elkann, parla
cos della corsa scudetto da
Rio de Janeiro dove sta seguendo le Olimpiadi e lancia i campioni in carica. Allegri ha gi dimostrato di sapere mettere insieme un gruppo
con calciatori appena arrivati. Juve ancora davanti a tutti, dunque, anche se alla vigilia della partenza del campionato proprio uno dei nuovi acquisti, Miralem Pjanic,
in forte dubbio. Il bosniaco rischia di saltare il debutto contro la Fiorentina. Tutta colpa
di una botta all'anca sinistra

rimediata nei primi minuti


dell'amichevole in famiglia
di Villar Perosa di mercoled.
Ieri l'ex romanista avvertiva
ancora dolore, ha fatto fisioterapia in mattinata e non si
allenato con il gruppo che,
nel tardo pomeriggio, ha provato il terreno dello Stadium
(dove per il debutto in campionato sono state installate
diverse novit tecnologiche
per la sicurezza: la pi importante sono i metal detector a
portale in Tribuna Nord).
PROBLEMI IN MEZZO. In caso di
indisponibilit di Pjanic, considerando che Allegri punter sul 3-5-2, in regia potrebbe agire Lemina. Khedira dovrebbe agire da interno
destro. Mezzala sinistra potrebbe essere Asamoah, ma
Allegri ha provato anche Alex
Sandro. A destra c' il ballottaggio Dani Alves-Lichtsteiner. Nessun dubbio invece

in difesa, dove Max andr


sul sicuro con il trio Barzagli-Bonucci-Chiellini. In attacco Dybala e Mandzukic
sono in grandissima condizione, mentre Higuain sta rimontando e ha mostrato progressi di condizione. E' probabile che il Pipita possa partire dalla panchina.
BENATIA E LA ROMA. Sesto scu-

detto di fila e Champions League, ecco gli obiettivi fissati


dalla Juve e da Benatia: Dovremo continuare sulla scia di
quanto fatto gli anni scorsi ha detto il difensore ai microfoni di Sky e Mediaset - Le rivali per il titolo? Vedo bene la
Roma, una grande squadra,
ha tanta qualit, secondo me
sar in corsa fino alla fine. Poi
c lInter che comunque ha
fatto un mercato interessante
e il Milan ha preso Montella
che un grande allenatore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

quote bwin
JUVENTUS-fiorENTiNa

Bianconeri favoriti sui viola allesordio, la sfida promette show

1.48
segno 1 finale

dallUdinese (0-1). Secondo i


quotisti bwin.it difficilmente
la squadra di Allegri
inciamper sullostacolo
viola. Al 90 il segno 1 vale

Andiamo a comandare... in
Italia e in Europa. Il noto
tormentone estivo calza bene
ai propositi dei Campioni
dItalia della Juventus, in
campo domani sera contro la
Fiorentina. Motivazioni
doppie per i bianconeri nel big
match della prima giornata di
Serie A. Far bene in una
grande classica del calcio
italiano e cancellare la falsa
partenza della passata
stagione quando Buffon e
compagni furono sconfitti

Miralem Pjanic, Juventus

1.48, il pareggio sale a 3.90


mentre il 2 in lavagna a 7.25.
La difesa della Fiorentina in
estate ha sbandato a
ripetizione e la Juve con i
gemelli del gol DybalaHiguain (senza dimenticare la
carta Mandzukic) fa davvero
paura. Da tener presente la
combo Squadra 1 vince e ci
sono pi di 2,5 gol in partita.
La quota pari a 2.40 e il
doppio precedente del
2015/16 in A va proprio in
questa direzione. Come
possibile risultato esatto del
match intriga il 3-0 a 9.75. Il
3-1 paga 12.5, il 4-1 a 23.
Consulta tutte le quote su
www.bwin.it

6
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

VENERD
19 AGOSTO
2016

NAPOLI

NAPOLI
Da Milik a Rog
il futuro azzurro
DOMANI
IL VIA

Giovani e di talento, cos il club ha avviato il nuovo ciclo


Strategia pi europea, in Italia nessuno ha fatto meglio
di Antonio Giordano
INVIATO A CASTEL
VOLTURNO

Nel vento dellEst c la voglia


di cambiare: perch dopodomani, sia seriamente un altro giorno. Il calcio del Terzo
Millennio unidea alternativa, una sfida ai luoghi comuni, alle abitudini ed alle vecchie tendenze: e il nuovo che
avanza, adesso, ha unespressione fanciullesca, un talento che abbonda (e che deve
fiorire) ed il brivido dun rischio calcolato. Ma la storia continua, va detto, perch ci che stavolta sta avvenendo in maniera massiccia,
imponente, semplicemente la proiezione di quel ch
capitato circa un decennio
fa (con lavvento dei Lavezzi
e degli Hamsik), il sintomo
duna strategia che poi nel
tempo s diffusa ed ora s
radicata. Il Napoli che verr
ha scelto di farsi cullare su
unonda verde che arrivi lontana ed il senso dun Progetto palpabile ad occhio
nudo, andando a sfogliare le
carte didentit e per anche
aggrappandosi ai piedi buoni
ed al cervello fine della (meglio) giovent rastrellata in
giro per lEuropa.
La politica
nelle scelte, nel disegno tattico, nella volont di occupare il prossimo decennio
attraverso una squadra che
lasci preparare alle spalle dei
suoi big questesercito di teen-agers scoperti qua e l,
in Italia ma anche allEstero
e inseguiti a tutti i costi, anzi
attesi ad oltranza come Piotr Zielinski (22), rimasto in
naftalina per un mesetto e
mezzo, il tempo necessario
per liberare i propri pensieri, per riflettere sul LiverpoLA TENDENZA.

ol e sul Milan. E stato faticoso, ma poi andata, attraverso unopera di mediazione


ed un investimento concreto: diciassette milioni, con
dentro Zuniga (girato al Watford) per prendersi un bel po

Il budgest investito
salir a 80 milioni
con lasso bosniaco
della Dinamo
e il duro Diawara
di fosforo e tenerlo l, pronto per luso.
LA SVOLTA. Qualcosa cam-

biata, nelle varie ere, e c stata una fase in cui stato necessario, ed anche utile, ele-

vare il tasso tecnico ma senza rinunciare allesperienza:


tre anni fa, con una serie di
interventi a pioggia, fu il momento dei Reina, degli Albiol,
dei Callejon, dei Mertens, degli Higuain, la ristrutturazione utile per darsi quel tocco di autorevolezza in pi e
costruirsi un profilo internazionale. E stata una necessit dotarsi dun respiro ampio
e di leadership allinterno di
se stesso: e ora che s preso
coscienza duna radicamento dei contenuti, c la svolta
per rinfrescarsi e guardare fiduciosamente allorizzonte,
senza parsimoniose riflessione, anzi puntando dritto su Arkadiusz Milik (22),
per il quale non s badato a
spese, trentadue milioni (pi
uno di bonus) che certifica-

no la fiducia in un attaccante designato come erede di


Lewandowski.
LA DIFFERENZA. La Juventus
ha puntato forte sul prestigio di protagonisti indiscutibili ed ha inserito al fianco dei Pjanic e degli Higuain
quel genietto di Pjaca (21):
una diversit suggerita dalle esigenze che separano la
Vecchia Signora dal resto della concorrenza. NellInter, il
pi giovane delle novit potrebbe (dovrebbe) essere
Joao Mario (23), la Roma ha
in Alisson (23) il suo innesto
pi tenero, la Fiorentina
s rivolta a Diks (19) e continuer con Dragowsky (18)
per irrobustirsi in prospettiva. Il Napoli ne ha fatto una
scelta di vita, perch intanto

LETA MEDIA PIU BASSA E DEL NAPOLI


di Roberto Fazio

NAPOLI, ET MEDIA: 23,5

Juve, Napoli, Roma, Fiorentina e Inter:


sono le squadre che, in questordine, si
sono qualificate nel massimo campionato dello scorso anno dalla prima alla
quinta posizione in classifica. Quelli
riportati sono i principali acquisti
realizzati, fino a questo momento del
calciomercato, dalle rispettive societ:
fra questi anche in colpi in via di
definizione, segnati da un asterisco.
Una volta calcolata let media degli
arrivi per ciascuna squadra, si evince
come sia proprio il Napoli la societ che
ha deciso di puntare maggiormente sui
giovani di prospettiva. Dietro gli azzurri
c la Fiorentina, mentre in fondo a
questa virtuale classifica finisce la
Juventus, con uneta media degli
acquisti di poco superiore a quella
dellInter: entrambe le societ hanno
evidentemente deciso di puntare
principalmente sullesperienza,
integrando in rosa calciatori gi pronti
ai palcoscenici internazionali.

Tonelli (26), Milik (22), Zielinski (22),


Giaccherini (31), Rog* (21), Diawara* (19)
Et media: 23,5
JUVE, ET MEDIA: 27,4

Higuain (28), Pjanic (26), Dani Alves (33),


Benatia (29), Pjaca (21)
ROMA, ET MEDIA: 25,3

Alisson (23), Gerson (19), Juan Jesus (25),


Fazio (29), Vermaelen (30), Bruno Peres (26),
Mario Rui (25)
INTER, ET MEDIA: 27,2

Banega (28), Erkin (27), Ansaldi (29),


Candreva (29), Joao Mario* (23)
FIORENTINA, ET MEDIA: 24,6

Carlos Sanchez (30), De Maio (29), Milic (27),


Diks (19), Dragowsky (18)
* da definire

rimane a galleggiare in quella


dimensione: vuole fortemente Diawara (19) e sta aspettando che Rog (21) concluda con la Dinamo Zagabria
i preliminari di Champions,
per farlo accomodare a Castel Volturno.
QUANTI SOLDI. Ma in questo

calcio il Napoli ci crede: la


cinquantina di milioni di
euro gi lanciati sul mercato
(per Milik e Zielinski) diventeranno una ottantina con
Rog e Diawara. E una visione giovanile del football, una
fuga anche dallovviet, comunque una proposta seducente, magari rischiosa, perch richieder pazienza ambientale, per dolcemente
audace.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Arkadiusz Milik, 22 anni, considerato lerede di Lewandowski MOSCA

GIUDICATE VOI
IL MERCATO
DEL NAPOLI
100
90
80
70
60
50
40
30
20
10
0

una bella plusvalenza, mentre niente stadio e niente investimenti nel settore giovanile. NON andate
allo stadio, gli acquisti del Napoli sono veramente
pessimi. Ma questanno il Napoli deve affrontare la
Champions oppure deve salvarsi?? Cate80Napoli

SCONTENTI
Acquisti pessimi
per la Champions
LA SITUAZIONE

Per quest anno continueremo a essere forti, non fortissimi ma forti, le preoccupazioni sono per il futuro,
se non riusciamo mai a mantenere i migliori matematico che tra 2 anni avremo solo giovani di prospettiva e i Giaccherini di turno a completamento
della rosa. kareka
Settanta Mln per Koulibaly??? Oh ma a DeLa lo volete proprio fare fuggire ai Caraibi per sempre fregandosene altamente del Napoli... Guardate i 40 euro
per un biglietto in Curva... Maradona
La Juventus ha costruito uno stadio con 150 MLN di
euro... Noi con la vendita di Higuain 90 e Koulibaly
70, potremmo avere i soldi per un nuovo stadio nel
giro di 3 anni, diventando cos tra le migliori in Europa... perch non farlo? Sarebbe il pi grande acquisto... Miraggio

I tifosi del Napoli non sono soddisfatti di quanto


fatto finora sul mercato dal presidente De
Laurentiis, accusato di pensare solo alle
plusvalenze. E poi si torna a parlare di investimenti per lo stadio.
I COMMENTI

Questa la linea di De Laurentiis, prendere giovani a poco prezzo e rivenderli per fare

scriveteci sul nostro sito


www.corrieredellosport.it

DOMENICA PESCARA-NAPOLI

Oddo: Spero che manchi pi Higuain di Lapadula


Anche gli abruzzesi hanno perso il loro uomo di punta, il tecnico per resta fiducioso: Ho studiato bene Sarri
di Giancarlo Febbo
PESCARA

La lingua batte dove il dente duole. Beh, speriamo che


manchi pi Higuain a loro
che Lapadula a noi.
Massimo Oddo rompe i sigilli e lancia la sfida al Napoli
con qualche ora di anticipo
sul previsto. Ad onor del vero
non lo fa spontaneamente,
ma si limita a rispondere alla
domanda precisa dell'inviato del TgRegionale (tra l'altro napoletano) che ha ottenuto l'esclusiva andata in
onda ieri, per chiaro che
il tema portante della gara di
esordio quello, quindi sarebbe ipocrita girarci intorno senza affondare il bisturi.
Nelle piccole squadre - argomenta l'allenatore del Pescara - ci sta che un giocatore importante possa andare
via, quindi non ci fasciamo la
testa, non ci piangiamo ad-

dosso, piuttosto lavoriamo


per cercare di aggirare l'ostacolo. Messa cos la partenza dell'ex bomber adriatico, passato al Milan, sembrerebbe meno grave di quella
del Pipita per i partenopei.
Questione di punti di vista.
In realt un'altra corrente di
pensiero la vede esattamen-

condottiero sull'opportunit
di riproporre la stessa formula. E' solo un'ipotesi, non lo
sappiamo, prematuro avere
indicazioni sulla formazione
a oltre 48 ore di distanza dalla sfida, per ...
IL MODELLO. Quel che cer-

Il Napoli stata
la mia prima big
Mi piace molto ora,
cerca il risultato
attraverso il gioco
te al contrario. Dov' il trucco allora? Probabilmente nel
fatto che, giocando in Tim
Cup contro il Frosinone senza neppure una prima punta
di ruolo, il Pescara ha avuto
tante di quelle risposte positive da fare meditare il suo

Massimo Oddo, 40 anni, tecnico del Pescara GETTY IMAGES

to, Oddo sa dissimulare bene


l'ansia del debutto. Tra l'altro per lui si tratta di un incrocio particolare. Il Napoli
stata la mia prima grande
squadra da calciatore e anche quella con la quale ho
vinto il primo campionato,
quindi i ricordi sono piacevolissimi. Inoltre, quando
ha deciso cosa voleva fare
da grande, innanzitutto si
messo a studiare i potenziali
maestri tra i quali non poteva certo mancare Maurizio
Sarri. Lo stimo molto. Non
so se il sentimento reciproco, mi auguro di s. Confesso
di aver visionato tante parti-

te di squadre allenate da lui,


grande organizzazione, bel
gioco, mi piace perch sposa la nostra stessa mentalit, cio arrivare al risultato
attraverso il gioco. E' un collega da cui si pu imparare,
molto bravo e organizzato
soprattutto nella fase di non
possesso palla. Della serie:

lo conosco bene. Intanto ieri


sono finiti gli ultimi biglietti
a disposizione per i supporter locali, mentre gli ospiti
avranno tempo di acquistarli
fino alle sette di domani sera.
Per domenica previsto il tutto esaurito con circa ventimila spettatori.
Gieffepress

VENERD
19 AGOSTO
2016

7
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

NAPOLI

DUE COLPI
E con Diawara
c Maksimovic

APPUNTAMENTO IN EDICOLA

Un grande Guerino:
i calendari in regalo
e la storia di Milik

DOMANI
IL VIA

S del Bologna, manca quello del giocatore


Il difensore del Torino spinge per il Napoli
di Antonio Giordano
INVIATO A CASTELVOLTURNO

Perch ci sia pathos e non


ci annoi; perch si resti connessi, sempre e diabolicamente, al mercato; perch
non bisogna negarsi (assolutamente) nulla, manco un
po dansia; perch la vita
varia e dunque, quando vi
sembra che Amadou Diawara (19) sia ormai definitivamente del Napoli, sallunga unombra, che per appartiene al copione ed alle
dinamiche del calcio: dettagli, li chiamano cos, in realt si sta parlando di aspetti economici, del contratto
e dunque val la pena di rimanere un po vaghi, nonostante chiunque lasci trapelare ottimismo. Per il Bologna fatta, per il Napoli rifatto: quindici milioni, come
si erano promessi il 28 luglio scorso, al termine della prima telefonata notturna tra Aurelio De Laurentiis e Claudio Fenucci. Poi c
stata una lunga pausa, ispi-

rata da una serie di accadimenti sui quali superfluo


tornare: ma era nellaria che
succedesse e limpennata
del Napoli, dellaltra sera,
ha provveduto a sbarazzare la concorrenza, a ritenere archiviata unaltra pratica
sulla quale, per (occhio!)
manca lautografo del principale protagonista.

Ripresi i contatti
per Caceres, entro
la fine di agosto
potrebbe arrivare
il via libera finale
Il Napoli sa cosa
fare, ma non pu intervenire di suo: per prendere
Nikola Maksimovic (25) ha
una sola opzione, accontentare il Torino, ammesso che
Cairo abbia veramente stabilito un prezzo ultimo e definitivo che possa in qualche modo placarne lira per

IL MURO.

quella fuga del serbo che ha


fatto imbufalire non solo
Mihajlovic. Per qualcosa
si mosso: ad esempio, il
manager di Maksimovic ha
chiesto ed ottenuto un colloquio, un modo per uscire dagli equivoci, per avere
un contatto, per rimuovere quel clima di freddezza,
anzi di sfida, che s instaurato da un po. Il Napoli osserva da lontano, con certezze personalissime: lassegno, venticinque milioni,
pronto e la volont stata
abbondantemente confessata. Ma gli affari si fanno in
due, anzi in tre: avendo consapevolezza che a Maksimovic non spiace affatto rimettersi in discussione in
Champions League, resta
soltanto il Torino da convincere, operazione che va
al di l del danaro e che riguarda i rapporti tra il difensori ed il club granata.
Ma quando si comincia almeno a chiacchierare, c la
speranza di scuotere la palude nella quale ci si ritro-

vati: Maksimovic ha scelto


Napoli, ed incurante degli
echi che arrivano dallInghilterra (il West Ham, il
Chelsea) conta di mettersi
in viaggio. Ma il timbro sul
passaporto lo deve mettere
Cairo: ovviamente.
Il mosaico in
fase di completamento,
manca un difensore esterno: che sappia giocare un
po a destra ed un po a sinistra, uno che somigli a Mattia De Sciglio (24) rimasto
lobiettivo principale, quello maggiormente seducente, perch perfettamente
in linea con il progetto societario. Ma bisogna sgretolare le resistenze del Milan e semplice non . Il Napoli allora ha continuato a
parlare di Caceres (29) con
il suo procuratore, Daniel
Fonseca: unoperazione
pi complessa, perch ha
bisogno di verifiche anche
sulla condizione delluruguayano. Ma restano due
settimane e dunque qual-

A DESTRA.

Amadou Diawara, 19 anni, della Guinea LAPRESSE

che divagazione va concessa: perch il mercato


anche altro ed ora Giuntoli deve sistemare David
Lopez, stavolta pi vicino al Betis che allEspanyol e domattina chiss, e
poi concludere anche con
il Chievo la cessione di De
Guzman. Ma primancora
di muoversi con gli arrivi,

serve pure dare chanches


allettanti ad Alberto Grassi, ch costato dieci milioni circa nel gennaio scorso e che ha il Pescara che
laspetta e lAtalanta che lo
riaccoglierebbe: per vuoi
mettere un finale di mercato avvolti nella calma piatta...! Il mercato movida.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Due grandi regali con


il Guerin Sportivo che
potete trovare in edicola: il poster calendario della Serie A su carta speciale, da conservare e appendere, e il
pocket con i calendari dei campionati europei pi prestigiosi
(Inghilterra, Spagna,
Germania, Francia,
Olanda e Portogallo). La copertina
dedicata alla nuova
Juve, a caccia del sesto scudetto consecutivo e
di una Champions che non
vince dal 1996. In primissimo piano, ecco i colpi, in
attesa del centrocampista:
da Higuain a Dani Alves,
da Pjanic e Benatia a Pjaca.
Un numero ricchissimo: 162
pagine. Da non perdere il
servizio esclusivo sul centravanti Milik, costato trentatr milioni di euro al Napoli: la storia del polacco, le
sue caratteristiche, il Bayer
Leverkusen e lAjax (dove
stato allenato da De Boer,

o ra s u l l a
panchina dellInter. E poi
un ampio dossier di mercato: da Gerson (Roma) a
Banega (Inter), da Lapadula
(Milan) a Immobile (Lazio).
Da non perdere lo speciale
sul calcio estero: quaranta
pagine sulla presentazione
della Premier League, della
Bundesliga, della Liga e della Ligue 1, con le rose complete e gli allenatori di tutti
i club inglesi, tedeschi, spagnoli e francesi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

8
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

VENERD
19 AGOSTO
2016

ROMA

DE ROSSI
Il tesoro ritrovato
vuole solo la Roma
DOMANI
IL VIA

DallEuropeo al nuovo esordio romanista: con lavoro


e grinta, il mediano si ripreso il mondo giallorosso
di Roberto Maida
INVIATO A OPORTO

La Roma che non si scioglie,


che resiste, che riparte, nell'anima dei tre militanti del centrocampo, capaci di disinnescare il Porto con il loro mordi e fuggi: atti leciti di guerriglia
calcistica all'interno di una sfida che uno di loro, Daniele De
Rossi, aveva definito profeticamente una battaglia.
Se la Champions League ora
sembra un bersaglio raggiungibile, il merito della micidia-

le esecuzione dei compiti guidata dal capitano di Oporto, De


Rossi appunto. Quella fascia
era dappertutto: in area, fuori
area, in aria come in scivolata.
Ha pulito la sua casella, senza rompere la linea difensiva
osservava Spalletti dopo che la
missione portoghese era stata
(in parte) compiuta.
Ha l'aspetto di un vero samurai, De Rossi, con la nuova barba lunga e acuminata,
vezzo che si concesso per l'inizio della stagione. Affiancato da Nainggolan, che per tutti

il ninja, e da Strootman, pretoriano indistruttibile anche


dopo tre dolorose ferite allo
stesso ginocchio, ha condotto la squadra fuori dalla trappola del Dragao, incendiato
di passione ma neutralizzato
dalla barriera del centrocampo romanista.
La rinascita di De Rossi si
spiega in un lavoro fisico, in
un'attenzione diversa al lavoro quotidiano e all'allenamento invisibile, ma anche nelle
straordinarie motivazioni di
un figlio di Roma che per la

Daniele De Rossi, 33 anni, ha il contratto in scadenza al termine di questa stagione GETTY

prima volta vede all'orizzonte


la realizzazione di un sogno: i
gradi di capitano come erede
naturale di Francesco Totti. In
mezzo ci sono l'ultimo anno di
ricco contratto e le tentazioni esotiche che hanno preso
la forma della vita statunitense. Ma niente stato deciso e
dalla notte di Oporto arriva un
messaggio: De Rossi ai livelli dell'Europeo ancora un titolare di qualunque squadra
italiana. Vale la pena di considerarlo.

GIUDICATE VOI
IL MERCATO
DELLA
ROMA
100

CONTENTI
Ce la giochiamo
contro chiunque!

90

RIPRODUZIONE RISERVATA

80
70

LUI E IL LAVORO

LUI E IL PRESENTE

60

LUI E IL FUTURO

Una vacanza pi corta Da tempo pi sereno E ancora un patrimonio


per essere subito pronto e d sempre il massimo e si parla gi di rinnovo
OPORTO - Venti giorni di

vacanza, circa la met


rispetto a quasi tutti i suoi
compagni. De Rossi ha
rinunciato volentieri al riposo,
dopo il grande Europeo che si
spezzato per colpa di un
nuovo infortunio giusto a
ridosso del quarto di finale
contro la Germania. C'era il
preliminare di Champions,
una partita decisiva, era
giusto mettersi a disposizione ha ricordato lui che nei
venti giorni di lavoro, tra il
Nordamerica e Trigoria, si
preoccupato soprattutto di un
aspetto, concertato con i
preparatori della Roma:
mantenere lo standard fisico
e atletico che aveva raggiunto
in Nazionale.
Dopo tanti problemi al
muscolo soleo di un
polpaccio, che gli ha rovinato
le ultime due stagioni e ne
aveva messo seriamente a
rischio la convocazione di
Conte, De Rossi ha recuperato
un'ottima condizione agli

OPORTO - Non ha mai vinto lo

ordini di Paolo Bertelli, il


preparatore che aveva
conosciuto e apprezzato ai
tempi della prima Roma di
Spalletti. Al resto, nella
ricostruzione del giocatore
ammirato a Oporto, hanno
contribuito un'alimentazione
sana che gli ha permesso di
perdere massa grassa e
un'attenzione maggiore del
solito all'intensit degli
allenamenti. E' stato
Spalletti - ammette - a farmi
capire che alla mia et devo
lavorare di pi.
rob.mai.
RIPRODUZIONE RISERVATA

scudetto. E per questo ha


smesso di parlarne. Quando
gli stato chiesto cosa
pensasse della nuova Roma,
delle manovre di mercato, del
campionato che comincia
domani, De Rossi ha risposto
di essere stufo delle
chiacchiere d'agosto e di
pensare a vincere una partita
per volta, preferendo semmai
scrivere un bilancio in fase
consuntiva.
Non vive come un'ossessione l'astinenza titoli che
dura ormai dall'ultima Coppa
Italia di Spalletti (2008) ma
non vuole neppure sfilarsi la
maglia della Roma da
battuto. E l'orgoglio di
giocare ormai stabilmente da
capitano, con l'amore quasi
integrale della sua gente, lo
spinge ad affrontare con la
massima disponibilit la
stagione che ha preso il via a
Oporto. Se fosse l'ultima
con la Roma, vorrei che fosse
la migliore spiegava durante

la tourne americana. E si sta


applicando giorno dopo
giorno per questo, grazie alla
serenit di un uomo che si
sente compiuto, sul piano
pubblico e su quello privato.
La lucidit con la quale si
districato nell'acquario di
Oporto, dove ogni centimetro
perso poteva consegnare un
gol decisivo agli avversari,
frutto anche di una maturit
raggiunta. Certi gesti di
rabbia, certe reazioni nervose
del passato, magari non si
vedranno pi.
rob.mai.
RIPRODUZIONE RISERVATA

40
30
20

LA SITUAZIONE

10

Lultimo colpo stato Bruno Peres. Lesordio


in Champions conferma che la squadra
buona.

OPORTO -Con un movimento

rapido dentro all'area di rigore


del Porto, De Rossi ha messo
pressione a Felipe che poi si
buttato il pallone dentro alla
sua porta. Difficile calcolare la
percentuale di merito del
giocatore che attacca su un
autogol cos goffo ma certo De
Rossi un calciatore molto
temuto dagli avversari e dagli
arbitri (In campo sono un
rompiscatole dice spesso) e
rispettato dai compagni. Ha un
carattere diverso da Totti, pi
rumoroso e grintoso e magari
meno ironico, e rappresenta un
punto di riferimento.
Anche per quello che
rappresenta sotto il profilo
caratteriale, e per l'attaccamento alla maglia dimostrato
in carriera, De Rossi un
patrimonio che la Roma non
vuole disperdere. E cos presto
gli proporr una soluzione
ragionevole che accontenti
tanto il club quanto il
calciatore: un rinnovo fino al
2018 del contratto in scadenza

50

I COMMENTI

Paredes vedete di non venderlo... Sica


A Oporto migliore in campo Strootman
poi Paredes. Con lui dallinizio vincevamo: ha messo pi grinta e tecnica in dieci
minuti che altri in 90... Alberi
con stipendio spalmato sulle
prossime due stagioni, a circa
4 milioni netti. Non mai
cominciata una negoziazione,
d'accordo tra le parti che
hanno rinviato il problema, ma
un percorso virtuoso che
verr intrapreso. Non a caso
De Rossi ha sospeso ogni
progetto migratorio (Stati
Uniti) aspettando di capire se
pu rimanere alla Roma
perch sarebbe triste per i
tifosi se smettessimo nello
stesso anno sia io che
Francesco.
rob.mai.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Spero che Paredes rimanga perch ci serve come


il pane!! Vincenzo
La squadra forte, per serve tempo perch come
al solito ci sono tanti nuovi. Gianluchino
Grande mercato: ce la giochiamo con tutti. Marco Bellaria

Secondo me la Juve non poi tanto pi forte. Jer-

ry91

La garanzia vera Spalletti. Con lui ci saranno sempre impegno e equilibrio Daje Roma!! Pietro Belli

scriveteci sul nostro sito


www.corrieredellosport.it

IL NUOVO ACQUISTO

Ecco Bruno Peres: La Juve? Non vincer pi...


Il brasiliano si presenta: Sono stanco di assistere ai trionfi bianconeri, con la Roma voglio interromperli
di Guido DUbaldo
ROMA

Era tanta la voglia di Roma che


ha accolto i nuovi compagni
di ritorno da Oporto allaeroporto di Fiumicino. Bruno Peres da due anni era vicinissimo a vestire la maglia giallorossa. Questa volta riuscito a
indossarla e non ha fatto nulla per nascondere il suo entusiasmo. Alluscita dal terminal strette di mano a Spalletti e abbracci ai nuovi compagni. Comincia cos la nuova
avventura del terzino brasiliano, che gi domani dovrebbe debuttare contro lUdinese
nella prima di campionato. E
chiamato a raccogliere leredit di Cafu, il pi grande terzino destro che la Roma ha avuto negli ultimi venti anni. Ed
gi pronto a lanciare la sfida
alla Juve, rivale storica nei derby di Torino e ora anche con
la Roma: Io non ce la faccio

pi a vedere vincere la Juventus, basta. Vengo dal Torino e


ora sono alla Roma, i bianconeri saranno sempre miei rivali e questanno lo scudetto
deve essere nostro. Lho detto
a tutti, anche a loro lo scorso
anno quando li ho affrontati. Sono stanco di vederli vincere e sono sicuro che con la
Roma e con questo allenatore possiamo superarli. Aspettava questa chiamata da tempo: Mi sono addormentato
da giocatore del Torino e mi
sono svegliato da romanista.
Quando ho aperto gli occhi
avevo cinquantamila chiamate perse e mi dicevano di
andare a Roma per firmare il
contratto.
SUBITO TITOLARE. E pronto a

scendere subito in campo: Fisicamente sono al cento per


cento, ho fatto il ritiro col Toro
e ho giocato anche una partita. Si mette a disposizione

Bruno Peres, 26 anni, durante lallenamento a Trigoria GETTY

con entusiasmo: Posso giocare a destra o a sinistra, nella


difesa a quattro o fare lesterno a cinque a centrocampo.
E uguale. Per me la cosa pi
importante aiutare la Roma,
indipendentemente dal ruolo.
Non sapevo di tutte le squadre
che si erano interessate a me.
Sono andato in vacanza e non
ho saputo niente. Il mio agente ha lavorato e quando mi ha

detto che aveva chiuso con la


Roma ero contentissimo. Ho
parlato con Spalletti, ci siamo
soffermati sulla tattica, mi ha
spiegato come mi devo comportare giocando in una difesa a quattro. Lui mi ha chiesto di lavorare e di migliorare
sempre, ed quello che io ho
in testa, sin dal primo giorno.
RACCOMANDATO DA VENTURA.

Ha scelto la maglia numero


tredici, che era stata per due
stagioni di Maicon: Lui e Cafu
sono due esempi che cercher di seguire, anche se io voglio scrivere la mia storia. Avrei
voluto la maglia numero trentatr, ma era di Emerson Palmieri, un amico, abbiamo giocato insieme. La Roma una
grande squadra, mi dar lopportunit di giocare la Champions, di crescere e di poter
vincere lo scudetto. Lo manda Ventura. E stato il suo allenatore al Torino per due stagioni. Il nuovo ct dellItalia
stato a Trigoria qualche giorno prima della chiusura della trattativa per Bruno Peres:
Non posso dirlo con certezza, ma credo che abbia messo
una buona parola per aiutarmi a fare questo salto di qualit. Ventura e Spalletti sono
amici, avranno parlato anche
del difensore brasiliano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

quote bwin
ROMA-UDINESE

Per le quote sfida da No Goal a dispetto degli ultimi tre precedenti

1.72
almeno una a secco

Rispondere presente al primo


esame con lUdinese e poi
concentrarsi sul Porto. Sono
giorni di fuoco per la Roma di
Spalletti, alle prese con la
formazione allenata da Beppe
Iachini. Occhio, i friulani lo
scorso anno sono stati
protagonisti di un exploit
contro la Juventus allo
Stadium. La storia recente
ufficiale registra il match di
Coppa Italia superato ai danni
dello Spezia. La Roma ha nelle
gambe i primi 90 euro-minuti
contro il Porto, logico che la

condizione fisica non possa


essere ancora al top. Conta
solo vincere e, quote alla
mano, la Roma non dovrebbe
avere grossi problemi. Per

Gerson, Roma

bwin.it il segno 1 vale 1.36, la


divisione della posta si trova a
4.60 mentre il 2 proposto a
8.25. Gli ultimi 3 precedenti
hanno mandato in archivio
lesito Goal che nelloccasione
si gioca a 2 mentre il No Goal,
ritenuto pi probabile, vale un
moltiplicatore pari a 1.72.
Difficile ma non impossibile
che la Roma possa imporsi
con almeno 2 gol di scarto.
L1 handicap permette di
raddoppiare una qualsiasi
puntata. Il possibile risultato
esatto? Un classico 2-0 vale
6.25, centrando invece il 3-0
si sale a quota 8.25.
Consulta tutte le quote su
www.bwin.it

VENERD
19 AGOSTO
2016

9
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

INTER

LA SVOLTA
Ecco come lInter
ha convinto Icardi
DOMANI
IL VIA

I segreti del rinnovo: base di 5 milioni, bonus a crescere


di Pietro Guadagno
MILANO

Settembre o ottobre. LInter,


infatti, ha intenzione di chiudere la questione rinnovo di
Icardi entro al massimo un
paio di mesi. Poi, una volta
sistemati anche i dettagli del
nuovo contratto, sar il momento degli annunci ufficiali. La previsione in casa nerazzurra, insomma, quella di andare incontro ad una
trattativa tutto sommato breve, a differenza di quella trascinatasi per mesi che aveva partorito poco pi di un
anno fa il precedente prolungamento. Lottimismo nasce
dal fatto che la tensione delle scorse settimane con Wanda Nara, moglie e manager
dellattaccante, e con il resto
del suo entourage, si ormai
stemperata. Del resto, proseguire con il clima da battaglia sarebbe stato controproducente per tutti. Per Icardi, che ha compreso come il
muro eretto innanzitutto da
Suning per la sua partenza

non sarebbe stato nemmeno scalfito. E per la stessa Inter, che chiudendo al porta al
rinnovo avrebbe comunque
avuto in squadra un giocato-

Obiettivi premiati
non solo personali
come gol e assist
ma pure di squadra
come lo scudetto
I nerazzurri e il suo
capitano sembrano
ora pi vicini
dopo le turbolenze
dei giorni scorsi
re poco sereno. Non si sbaglia, insomma, ad affermare che il club nerazzurro e il
suo capitano ora siano molto pi vicini.
Ma il
segnale pi chiaro in merito alle proprie intenzioni,

DOMANDA E OFFERTA.

lInter lo ha lanciato avviando gi nei giorni scorsi i primi contatti per discutere del
prolungamento dellattaccante. La trattativa non ancora entrata nel vivo, ma intanto le parti hanno messo
in chiaro le proprie basi di
partenza. Con il club nerazzurro, peraltro, che ha gi aggiornato la propria offerta, alzando da 4,5 a 5 milioni netti
la basse fissa di ingaggio per
Maurito. Davanti alla prima proposta, infatti, Wanda si era irrigidita. Nella sua
ottica, infatti, il marito/assistito deve portare a casa almeno 6 milioni. Una richiesta che si basa, da un lato, sul
contratto garantito dal Napoli (6,5 milioni netti a stagione), e dallaltro, sullultima offerta fatta allInter dallo
stesso club partenopeo, vale
a dire 60 milioni pi 2 di bonus. Ebbene, se una societ
si sente cos forte da respingere una cifra del genere, allora il giocatore oggetto del
contendere deve avere un ingaggio adeguato a quel valo-

re di mercato.
BONUS E PREMI. Come spes-

so accade, plausibile che


laccordo possa essere trovato a met strada. In ogni
caso, saranno decisivi i bonus che verranno aggiunti
alla parte fissa del contratto,
mentre, per quanto riguarda
i diritti dimmagine, una soluzione sembra essere quella di lasciarli totalmente a disposizione di Icardi, che soprattutto in Argentina pu
gi contare su diversi e sostanziosi sponsor. Tornando
ai bonus, lInter spinge per
legarli anche ai risultati che
otterr la squadra e non soltanto agli obiettivi personali. Quindi, la qualificazione
alla Champions, per questa
e per le prossime stagioni, assicurer certamente un surplus a Maurito, ma lasticella potrebbe anche essere alzata fino allo scudetto. Il bottino di gol, e magari anche il
titolo del capocannoniere,
arricchiranno ancora di pi
i suoi guadagni. Chiss che

non venga infilato pure un


premio speciale per gli assist, cos da stimolate Icardi al
gioco con i compagni.
NO ALLA CORSA AI RINNOVI.

Dalle parti di corso Vittorio


Emanuele, peraltro, c la
convinzione che, una volta
ufficializzato il nuovo contratto dellattaccante (da ribadire che in ogni caso non
avverr prima di settembre
o ottobre), non si scatener
la fila di altri giocatori a battere cassa. Quello di Icardi,
infatti, viene considerato un
caso speciale, visto che il Napoli si lanciato in un vero e
proprio assalto a colpi di rilanci. Non avvenuto lo stesso per altri nerazzurri. O meglio, sondaggi ce ne sono stati, per Perisic giusto per fare
un esempio, ma con proposte, ovviamente rifiutate, in
linea con lingaggio gi percepito attualmente. Significa
che non ci sarebbero le argomentazioni per invocare adeguamenti. Sar davvero cos?
RIPRODUZIONE RISERVATA

LE UTIME

LE STRATEGIE NERAZZURRE

Tutti i nodi di Joao Mario


Uno lo scioglie lArsenal?

Con il Chievo
la formazione
che ha battuto
il Celtic
MILANO - Una sola amichevole,
quella vinta con il Celtic sabato
scorso, e poi il debutto in
campionato contro il Chievo.
De Boer non ha potuto fare
grandi prove, ma in questi primi
giorni da allenatore nerazzurro
ha dimostrato di avere idee
chiare e precise. Non a caso, la
formazione che si vedr
domenica sera al Bentegodi
dovrebbe essere la stessa che
ha battuto i campioni scozzesi.
Lunico vero dubbio riguarda la
fascia destra, tra Eder e
Candreva. Il primo favorito
per ragioni di condizione, visto
che lex-laziale, dopo aver
recuperato dallinfortunio
rimediato allEuropeo, non ha
ancora la piena autonomia.
Entrando fresco nella ripresa,
per, potrebbe essere unarma
tattica assai importante.

Brozovic da Wenger aprirebbe le porte al portoghese


MILANO - Se ne parla la prossima settimana. Nel senso
che, anche in Portogallo, ormai, prevale la convinzione
che domani sera Joao Mario
sar regolarmente in campo
con la maglia dello Sporting
Lisbona contro il Pacos de Ferreira. O meglio, questa sarebbe
lintenzione del tecnico biancoverde, Jorge Jesus. Non da
escludere, per, che il centrocampista abbia piani diversi. Ovvero che, dopo aver gi
saltato un paio di allenamenti in settimana, potrebbe essere lui a chiamarsi fuori anche
dal match di domani. Si tratterebbe di un modo per far capire allo Sporting di interrompere le schermaglie con lInter, cambiando o aumentando ogni volta le richieste. Del
resto, Joao Mario la sua scelta
lha fatta, ovvero trasferirsi in
nerazzurro - accordo totale per
un quinquennale da 3 milioni di euro, a fronte degli attuali 600 mila -, e, su consiglio del
suo agente, vale a dire il fantomatico Kia Joorabchian, potrebbe voler dare il suo contributo al felice esito delloperazione...

UNICA SOLUZIONE. Attenzione,

per, perch lintesa ancora


da raggiungere con lo Sporting non lunico nodo ancora da sciogliere nellaffare. C
pure il problema di far incastrare lacquisto di Joao Mario allinterno dei vincoli del
Fair Play Finanziario. E, al momento, lunica soluzione individuata la cessione di Brozovic. La cifra incassata (lInter
ha fissato il prezzo tra i 25 e i 30
milioni di euro) sistemerebbe
tutto anche agli occhi dellUefa. In corso Vittorio Emanuele, peraltro, si ormai entrati
nellordine delle idee di ven-

dere il croato cos da eliminare


un altro problema. I suoi rappresentanti, infatti, spingono
per portarlo via e hanno avviato una battaglia sul contratto,
respingendo gli approcci nerazzurri per un possibile rinnovo. Latteggiamento del giocatore negli ultimi allenamenti

Il centrocampista
dello Sporting oggi
potrebbe chiamarsi
fuori dalla seconda
di campionato
(da inizio settimana rientrato in gruppo) confermerebbe
la situazione, nel senso che la

sua intensit lascerebbe quantomeno a desiderare.


SPERANZA ARSENAL. Assodato
che lInter non ha intenzione
di trattenere Brozovic, anzi,
resta da trovargli una sistemazione adeguata. Adeguata, nel senso, che non potr essere italiana. Il club nerazzurro ha gi dimostrato con Icardi la sua fermezza e ha gi fatto
capire ai rappresentanti del
croato la sua intransigenza nei
confronti del corteggiamento
della Juventus. Cos lincontro
di ieri tra il club bianconero
e la Doyen, che appunto gestisce il centrocampista, difficilmente pu cambiare la situazione. Piuttosto, la stessa
Doyen dovr adoperarsi per

individuare un club disposto ad accontentare le richieste di corso Vittorio Emanuele. Lidea che ci possa essere qualche margine in Inghilterra, anche alla luce dei prezzi
che circolano. Nelle ultime parole si parlato di un possibile
scambio con Vertonghen, ma
il Tottenham non ha mostrato
particolare interesse ad approfondire la questione. Del resto
il centrale belga un titolare,
mentre il croato sarebbe solo
unalternativa in pi. Chiss
allora che non si muova lArsenal, seguendo le ultime dichiarazioni di Wenger: Siamo pronti a spendere il denaro che abbiamo.

GIUDICATE VOI
IL MERCATO
DELL INTER
100
90
80
70
60
50
40
30
20
10
0

FIDUCIOSI
Brozovic? Speditelo
subito in tribuna
LA SITUAZIONE

I tifosi nerazzurri non gradiscono i mal di


pancia di Brozovic, n tantomeno la prospettiva
di vederlo alla Juve. Ma si consolano con il
tecnico De Boer, considerato di sicuro affidamento e adatto a fare crescere i giovani in rosa.
I COMMENTI

Frank, speriamo ti comprino qualcuno, visto che ci hai messo la faccia, tanto di rispet-

p.gua.

RIPRODUZIONE RISERVATA

SPOSTAMENTI

Joao Mario, 23 anni, 93 presenze e 14 gol con la maglia dello Sporting Lisbona ANSA

to. Se con il Chievo vinceremo mi alzer in piedi e


ti far un applauso interminabile. Forza Frank io ci
credo come te. Sei un grande. Maniero
Con questa difesa, specialmente con Ranocchia,
col piffero che andiamo avanti in Europa League...
in campionato poi...non ne parliamo...sveglia Suning!!!!!!!!! Castello
Brozovic, vuoi veramente solo la Juventus? Ma come
possibile che per tre mezze partite fatte bene devi
subito ricattare la societ, se fossi in loro ti farei stare tutto lanno in tribuna. Billy
Non sono un estimatore di Ranocchia, n un suo
parente, per in questi giorni penso alla cura Conte
fatta agli europei a De Sciglio. Un allenatore come
De Boer che crede molto nei giovani, potrebbe magari aiutare anche giocatori come Ranocchia che
soffrono di insicurezze. Magari posso sbagliarmi,
ma prima di criticare io sosterrei tutti i giocatori in
queste prime partite perch non hanno una condizione fisica ottimale. Sosteniamoli tutti, compreso Ranocchia. Montella

scriveteci sul nostro sito


www.corrieredellosport.it

LA GIORNATA

Miranda: Partiamo
subito con la vittoria
ORE 10.30

Gli auguri dellInter su Twitter


a Cambiasso: In 10 stagioni
insieme abbiamo vinto tutto.
Un augurio speciale al Cuchu
da tutti noi.

PROBLEMA TENUTA

ORE 12

De Boer e tutto il suo staff nel


negozio di Brooks Brothers
per le prove della divisa
formale nerazzurra.
ORE 14.30

Seduta pomeridiana alla


Pinetina: prima riscaldamento con esercizi a tema,
poi torello con la squadra
divisa in tre gurppi e infine
mini-torneo di calcio-tennis.
Presenti Zanetti, Gardini e
Ausilio.

De Boer sta lavorando sul


4-3-3, ma la fisionomia della
mediana destinata a mutare
anche a gara in corso. Dipende,
innanzitutto dalla posizione di
Banega, che pu alzarsi e
piazzarsi dietro a Icardi, mentre
Kondogbia si pu abbassare al
fianco di Medel. La certezza
sono gli esterni offensivi molto
larghi, ma allineati a Maurito in
fase offensiva e pronti ad
arretrare al momento di
difendersi, creando cos una
sorta di 4-1-4-1.

Miranda, 31 anni GETTY IMAGES


ORE 19.30

Miranda a Inter Channel:


Abbiamo cambiato
allenatore e ora dobbiamo
parlare molto con De Boer per
riuscire a capire al meglio
quello che ci chiede. Siamo
pronti al debutto in campionato con il Chievo. Vogliamo
cominciare con una vittoria.

Uno dei problemi che potr


emergere domenica contro il
Chievo quello fisico: la
squadra potrebbe non avere la
tenuta, soprattutto se la gara si
rivelasse molto dispendiosa.
Nelle ultime settimane con
Mancini il lavoro non stato
ideale e De Boer, per non
rischiare infortuni, non ha
potuto caricare eccessivamente. Durante la prima sosta
verr svolto un programma
specifico, per il momento Icardi
e soci dovranno soffrire...
p.gua.
RIPRODUZIONE RISERVATA

10
Corriere dello Sport
Stadio

venerd
19 agosto
2016

SPECIALE

Diamo i numeri?
Cos la serie A
sceglie la maglia
La 5 di Pjanic, la 19 di Banega, la 99 di Milik:
tra omaggi e affetti, superstizioni e marketing
di Furio Zara

I numeri sono tatuaggi che


durano un anno. Oppure
una vita. Totti, 10. E andate
in pace. Scegliere un numero significa ribadire la propria
identit. Ricordare con nostalgia i tempi in cui regnava la solitudine dei numeri
dall1 all11 come rimpiangere Heidi che scende dai monti, mentre le caprette le fanno
ciao. Heidi cresciuta, chiss
che vita fa adesso, il Vecchio
dellAlpe fa lamministratore
delegato, la casetta diventata uno store, la maglia un
prodotto, un brand da vendere. Non la dura legge del
gol, ma quella del merchandising. Per informazioni, chiedere a Ibra. Sbarca a Manchester, sfila la 9 a Martial (fatti
pi in l, ragazzo) e vende Ibra - in una sola settimana
800.000 maglie, fanno 90 milioni. Numeri da Premier, in
Italia viaggiamo su altri livel-

li. La numerazione a raglio risale alla stagione 1995-1996.


Da allora: casino organizzato, fate un po come vi pare.
Da segnalare questanno la
n.10 in via di estinzione. Pesa
troppo. Quattro squadre senza: Juventus, Napoli, Chievo
e Sassuolo. Il 10 si ridotto,
come dopo un giro in lavatrice col programma sbagliato. Ed diventato 5. Lha scelto Pjanic nella sua nuova avventura alla Juve, se l preso Bonaventura - che lanno
scorso aveva il 28 - al Milan.
Indizio: lidolo di entrambi
Zidane, che il 5 lo indossava al Real (ma aveva il 21 alla
Juve). Scegliere un numero
diventata unoperazione di diplomazia. Quando il Cagliari
ha preso Borriello, il buon Colombo ha fatto il tenente: e si
messo sullattenti, liberando
il 22. A proposito: 22 per Borriello significa Il compleanno di mia madre, la morte di
mio padre, il numero civico

dove abito. Il contestatissimo


Sosa ha scelto il 23 rossonero. Come Michael Jordan.
S, vabb. (La stessa scelta stile Nba lavevano fatta ai loro
tempi Ambrosini e Materazzi). La superstizione vale, ma
fino a un certo punto: 13 e 17
hanno ampia cittadinanza in
serie A. Pepito Rossi tornato alle origini: 22 (la data di
nascita di suo padre Fernando). Se un anno con un numero butta male, si cambia.
Luiz Adriano non ha le idee
chiare: dal 9 all87 (anno di
nascita) e poi al 7, Niang dal
19 all11. I numeri sono sfide.
Della serie: vediamo se faccio
come lui. Talvolta c una forma di pudore: la 9 di Higuain
ancora libera, Milik ha scelto la 99, che un po le somiglia. Lungherese Sallai a Palermo ha preso il 20 che era
di Vazquez. Provaci, ragazzo. La 10 che a Udine stata di Di Natale ora la indossa
un ragazzo di belle speranze:

De Paul. Nagy a Bologna ha


scelto il 16. Come il mio idolo Busquets. Se poi lidolo va
in moto, come Nicky Hayden,
allora ti prendi il 69, come ha
fatto Meggiorini. Banega ha
spiegato perch ha scelto il
19: Perch ho un amico caro
che in passato mi diceva che
se avessi scelto questo numero mi avrebbe portato fortuna. Lho fatto contento. Basta poco, in fondo, per dare i
numeri. Sia utile questa storia: Pel ebbe la 10 per caso.
Ai Mondiali del 1958 in Svezia
il Brasile mand la lista senza
segnalare i numeri. Un impiegato della Fifa and a caso. A
Gilmar, il portiere, diede il 3.
Al ragazzino, Edson Arantes
eccetera detto Pel, capit il
10. La storia, di Pel e del 10,
la sapete. Questo ci deve fare
riflettere: siamo noi a scegliere il numero o il numero che
sceglie noi? Nel dubbio, tana
libera tutti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

venerd
19 agosto
2016

SPECIALE

11
Corriere dello Sport
Stadio

10
Corriere dello Sport
Stadio

venerd
19 agosto
2016

SPECIALE

Diamo i numeri?
Cos la serie A
sceglie la maglia
La 5 di Pjanic, la 19 di Banega, la 99 di Milik:
tra omaggi e affetti, superstizioni e marketing
di Furio Zara

I numeri sono tatuaggi che


durano un anno. Oppure
una vita. Totti, 10. E andate
in pace. Scegliere un numero significa ribadire la propria
identit. Ricordare con nostalgia i tempi in cui regnava la solitudine dei numeri
dall1 all11 come rimpiangere Heidi che scende dai monti, mentre le caprette le fanno
ciao. Heidi cresciuta, chiss
che vita fa adesso, il Vecchio
dellAlpe fa lamministratore
delegato, la casetta diventata uno store, la maglia un
prodotto, un brand da vendere. Non la dura legge del
gol, ma quella del merchandising. Per informazioni, chiedere a Ibra. Sbarca a Manchester, sfila la 9 a Martial (fatti
pi in l, ragazzo) e vende Ibra - in una sola settimana
800.000 maglie, fanno 90 milioni. Numeri da Premier, in
Italia viaggiamo su altri livel-

li. La numerazione a raglio risale alla stagione 1995-1996.


Da allora: casino organizzato, fate un po come vi pare.
Da segnalare questanno la
n.10 in via di estinzione. Pesa
troppo. Quattro squadre senza: Juventus, Napoli, Chievo
e Sassuolo. Il 10 si ridotto,
come dopo un giro in lavatrice col programma sbagliato. Ed diventato 5. Lha scelto Pjanic nella sua nuova avventura alla Juve, se l preso Bonaventura - che lanno
scorso aveva il 28 - al Milan.
Indizio: lidolo di entrambi
Zidane, che il 5 lo indossava al Real (ma aveva il 21 alla
Juve). Scegliere un numero
diventata unoperazione di diplomazia. Quando il Cagliari
ha preso Borriello, il buon Colombo ha fatto il tenente: e si
messo sullattenti, liberando
il 22. A proposito: 22 per Borriello significa Il compleanno di mia madre, la morte di
mio padre, il numero civico

dove abito. Il contestatissimo


Sosa ha scelto il 23 rossonero. Come Michael Jordan.
S, vabb. (La stessa scelta stile Nba lavevano fatta ai loro
tempi Ambrosini e Materazzi). La superstizione vale, ma
fino a un certo punto: 13 e 17
hanno ampia cittadinanza in
serie A. Pepito Rossi tornato alle origini: 22 (la data di
nascita di suo padre Fernando). Se un anno con un numero butta male, si cambia.
Luiz Adriano non ha le idee
chiare: dal 9 all87 (anno di
nascita) e poi al 7, Niang dal
19 all11. I numeri sono sfide.
Della serie: vediamo se faccio
come lui. Talvolta c una forma di pudore: la 9 di Higuain
ancora libera, Milik ha scelto la 99, che un po le somiglia. Lungherese Sallai a Palermo ha preso il 20 che era
di Vazquez. Provaci, ragazzo. La 10 che a Udine stata di Di Natale ora la indossa
un ragazzo di belle speranze:

De Paul. Nagy a Bologna ha


scelto il 16. Come il mio idolo Busquets. Se poi lidolo va
in moto, come Nicky Hayden,
allora ti prendi il 69, come ha
fatto Meggiorini. Banega ha
spiegato perch ha scelto il
19: Perch ho un amico caro
che in passato mi diceva che
se avessi scelto questo numero mi avrebbe portato fortuna. Lho fatto contento. Basta poco, in fondo, per dare i
numeri. Sia utile questa storia: Pel ebbe la 10 per caso.
Ai Mondiali del 1958 in Svezia
il Brasile mand la lista senza
segnalare i numeri. Un impiegato della Fifa and a caso. A
Gilmar, il portiere, diede il 3.
Al ragazzino, Edson Arantes
eccetera detto Pel, capit il
10. La storia, di Pel e del 10,
la sapete. Questo ci deve fare
riflettere: siamo noi a scegliere il numero o il numero che
sceglie noi? Nel dubbio, tana
libera tutti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

venerd
19 agosto
2016

SPECIALE

11
Corriere dello Sport
Stadio

VENERD
19 AGOSTO
2016

13
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

LAZIO

EUFORIA
Ventura lancia
il suo Immobile

GIUDICATE VOI
IL MERCATO
DELLA
LAZIO

DOMANI
IL VIA

100

80
70
60
50
40
30

Il ct azzurro: Spero ripeta il boom del 2014


In quattromila a Formello per vedere la Lazio
di Fabrizio Patania
INVIATO A FORMELLO

Posti in piedi dietro le reti di recinzioni. Voglia di Lazio. Erano in quattromila, hanno riempito le tribune di Formello, si sono stretti intorno alla
squadra di Simone Inzaghi
con curiosit, amore e rispetto. E quando i quattromila di
ieri lo hanno visto affacciarsi sulla terrazza di Formello,
sopra la tribuna dello stadio
Fersini, sono partiti gli applausi. Giampiero Ventura, nuovo
ct azzurro, era in visita alla Lazio e si fermato ad assistere
al test con la Primavera. Era
curioso, dopo averci parlato,
di vedere allopera Immobile, Parolo e Marchetti, ma anche Cataldi, impiegato da Inzaghi nella ripresa e che lex ct
Conte aveva inserito a maggio
nello stage di preparazione agli
Europei in Francia. Ci voleva
proprio il suo vecchio maestro perch Ciro Immobile riscoprisse il gusto del gol, solo
sfiorato al Borussia Park prima
di Ferragosto e nellamichevo-

le di Gutersloh con lAl Shabab.


CAREZZA. Nel 2013/14, sotto la

guida di Ventura, era riuscito


a vincere il titolo dei marcatori di serie A realizzando 22 gol
in 33 partite. E il ct azzurro lo
aveva riportato in prestito al
Torino dal Siviglia nel gennaio scorso, permettendogli di
salire al volo sul treno azzurro diretto in Francia. Ieri lo ha

Ha seguito da vicino
i nazionali, poi ha
parlato con Inzaghi
Ci sar poco tempo
giochiamo subito
riabbracciato a Formello prima dellallenamento e poi lo
ha coccolato, gli ha dato una
carezza, parlandone nellintervista concessa a Lazio Style
Television. Ventura ci ha scherzato sopra. Non lo vedevo da
met maggio, sono passati tre
mesi, diciamo che ci siamo disintossicati.... Poi ha conti-

nuato con tono serio. Ho un


bel ricordo di Ciro. E stato capocannoniere a Torino e vincere la classifica dei marcatori
con il Torino non come farlo
alla Juve. Gli auguro di ripetere quella stagione, anche sapendo cosa si aspettano i tifosi della Lazio, ma mi sembra di aver capito che ha tanta voglia di dare sono state le
parole del ct azzurro, che debutter a Bari il primo settembre in amichevole con la Francia. Non avr molto tempo
per la Nazionale, il 29 agosto
ci vediamo e il primo settembre giochiamo. Non ho ancora metabolizzato la diversit
del ruolo rispetto ad allenare
un club. Poco campo e tanti viaggi, il contrario di quanto facevo prima. Ma un ruolo stimolante e gratificante, ripeto una banalit dicendo che
sono orgoglioso di rappresentare lItalia.
COLLOQUIO. Giampiero Ventura arrivato al centro sportivo
della Lazio poco prima delle
16. Era accompagnato dal suo

vice Salvatore Sullo e da Mauro Vladovich, segretario della


nazionale. La delegazione azzurra stata scortata a Formello da Angelo Peruzzi, il nuovo
club manager della Lazio, acclamatissimo dai tifosi al Fersini. Incontro con Simone Inzaghi e riunione con gli azzurrabili del suo gruppo (Parolo,
Immobile, Marchetti e Cataldi)
prima di assistere alla partita di
allenamento. Il motivo della
visita che volevo parlare con
i rappresentanti della societ
e con i giocatori italiani. Non
ho molto tempo per allenarli,
cos vado io da loro. E poi stiamo cercando di programmare
il futuro, sperando che i giovani siano cos bravi da conquistare spazio nei propri club. Il
modo migliore per crescere
giocare, certo in Italia non diamo molte possibilit ai giovani, perch al primo errore non
vengono perdonati. Ci aspetta una duplice strada, cercare
la qualificazione ai mondiali e costruire la nazionale del
futuro. Ci stiamo provando.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SCONTENTI
Siamo pi deboli
dellanno scorso

90

20

LA SITUAZIONE

10

E arrivato Bastos, la Lazio continua a


sondare il mercato per trovare un sostituto
a Candreva. Il favorito sembra essere il
marocchino del Mondaco, Nabil Dirar.
Gira anche il nome di Caligiuri, mentre
su Cerci (sar pronto solo a dicembre)
sembra esserci una pausa di riflessione.

I COMMENTI

Una societ indegna del nostro tifo, dobbiamo disertare lo stadio a prescindere dal mercato.
DAsce

Il ct azzurro Ventura e Simone Inzaghi ieri a Formello MARCO ROSI

LA GIORNATA

Nuovo staff medico biancoceleste


ORE 9

La Lazio, sul sito internet,


formula gli a Dusan Basta, ieri
32 anni.
ORE 10,30

Ufficializzato il nuovo staff


sanitario. Il dottor Fabio Rodia
sar il coordinatore dello staff
medico e consulente
ortopedico. Il dottor Massimo
Razzano il nuovo medico
sociale.

ORE 16

Con i suoi collaboratori, il


nuovo ct azzurro Ventura
arriva a Formello per incontrare Simone Inzaghi e lo staff.
ORE 18

Allo stadio Fersini, cancelli


aperti ai tifosi, la Lazio scende
in campo per un test con la
Primavera di mister Bonatti. E
lultimo collaudo prima del
debutto in campionato.

Non abbiamo ancora il sostituto di Candreva e il


mercato non pu essere finito qui perch siamo
pi scarsi dellanno scorso senza Klose.
Biancocelestenostalgia
Abbiamo preso gente che sicuramente non far
bene.... Immobile garanzia di insuccesso, poi
chi sto Leitner? E Lukaku abbiamo preso quello
scarso... ciao Serie A
TorVacanze
Speriamo nel ritorno di De Vrij e in quello di Immobile che sono due anni che non fa niente.
Colosseo
Senza Candreva, senza Klose, i casi dei due portieri. non certo questa la societ che ci porter
in alto, Bastos da solo non.... basta.
Ercole P.

scriveteci sul nostro sito


www.corrieredellosport.it

CACCIA ALLESTERNO

Dirar in pole, arriva dopo la Champions


Il marocchino marted affronter il Villarreal, solo dopo potr lasciare il Monaco
INVIATO A FORMELLO - Nabil Dirar (Monaco) in prima
fila, Alessio Cerci (Atletico Madrid) lalternativa, Daniel Caligiuri (Wolfsburg) loutsider.
La Lazio riflette, si concentra
e prende tempo per piazzare
lultimo colpo del suo mercato
estivo. Simone Inzaghi aspetta
lesterno che prender il posto
di Antonio Candreva, ceduto
allInter per 22 milioni pi 3 di
bonus. Lattesa durer qualche giorno, non c fretta e
non bisogna sbagliare: il tempo servir per chiarire meglio
le condizioni di Alessio Cerci,

ex gemello di Immobile, ancora fermo dopo lintervento al menisco esterno del ginocchio, e per consentire a Dirar di giocare con inl Monaco la partita di ritorno dei play
off Champions con il Villarreal, in calendario marted 23
nel Principato. Il marocchino
con passaporto belga il grande favorito, viene considerato lobiettivo numero uno per
la fascia destra, dove si muove abitualmente anche se Jardim nellultimo impegno di
Champions lo ha impiegato
sulla fascia sinistra. Ha 30 anni

e il contratto in scadenza nel


2018. Pu essere preso con
un investimento di 6-7 milioni di euro. Si fa preferire perch ha le caratteristiche che
pi lo avvicinano a Candreva.
Copre lintera fascia, sviluppa
un volume di gioco notevole,
pu agire da terza punta nel
tridente ma anche da esterno
destro nel 4-4-2. E poi possiede una predisposizione naturale allassist. Un buon giocatore che integrerebbe il reparto con Felipe Anderson,
Keita e Kishna. Immobile ha
bisogno di rifornimenti e Na-

bil Dirar appare come il profilo ideale per prendere il posto


che doveva essere del francese Thauvin, sfumato quando
sembrava fatta.
VISITE CERCI. Il marocchino-

belga si pu muovere dopo


il playoff di ritorno con il Villarreal, bisogner monitorare
il caso di Keita, inseguito dal
Monaco e con la Lazio decisa
a trattenerlo a meno che non
arrivino offerte da 30 milioni
di euro. Nabil Dirar pu essere insidiato da Alessio Cerci,
29 anni, in uscita dallAtleti-

co Madrid. Si tratta sulla base


del prestito con riscatto. Esterno dattacco o seconda punta, con Ventura al Toro aveva incantato e segnato, guadagnando la convocazione
ai Mondiali 2014. Nella Liga
non si inserito, nellultima
stagione si diviso tra Milan
e Genoa in prestito. E stato
proposto alla Lazio e Lotito
ci pensa, stimolato dallidea
di riportarlo nel campionato
italiano e di piazzare un bel
colpo a condizioni favorevoli.
Cerci pi attaccante di Dirar,
ma combatte con un infor-

tunio al ginocchio e
non sar pronto
sino a met settembre.

per uno stage azzurro. Non


ha fatto in tempo a debuttare in nazionale, ma attratto dalla possibilit di sbarcare nel campionato italiano. E
in scadenza 2017,
pu essere ceduto per 7-8 milioni dal club
sponsorizzato
dalla Volkswagen. Un
pais per la Lazio?

Unaltra
candidatura autorevole appartiene a Daniel Caligiuri, italo-tedesco, 28 anni,
nato in Germania da genitori calabresi, esterno offensivo
del Wofsburg, ex Friburgo. Il
ct Conte nella passata stagione lo aveva convocato anche
ORIUNDO.

RIPRODUZIONE
RISERVATA

Scommettiamo

a cura di
amedeo Paioli
www.corrieredellosport.it/scommesse

SERIE A

Milan-Torino, il Goal si gioca a 1.83


Nellincerta Atalanta-Lazio lUnder 2,5 (1.65) lipotesi che si lascia preferire
Domani scatta la Serie A con gli
anticipi Roma-Udinese e Juven- miLaN - toRiNo
tus-Fiorentina (ok il doppio se- Serie A, 1 giornATA - DoMeniCA ore 18
gno 1). Tra le sfide pi interes- Palinsesto 26333, Avvenimento 2540 - QuoTe SnAi
santi di domenica spicca Milan1x2 FinALe
DoPPiA CHAnCe
goL/no goL
Torino, con Mihajlovic che torna
1
x
2
1x
x2
12
goL
nogoL
1.85
3.50
4.30
1.21
1.93
1.29
1.83
1.87
a San Siro da avversario.
unDer/oVer 1.5
unDer/oVer 2.5
unDer/oVer 3.5
Per il Milan si tratta del primo
unDer
oVer
unDer
oVer
unDer
oVer
impegno ufficiale della stagione,
3.15
1.30
1.75
1.95
1.25
3.50
lundici granata ha invece gi su1x2+unDer/oVer
2,5
perato un esame in Coppa Italia
1+unDer x+unDer 2+unDer
1+oVer
x+oVer
2+oVer
battendo per 4-1 la Pro Vercelli.
4.00
4.30
9.00
2.90
14.0
7.50
Per le quote il Milan parte favo1x2+goL/nogoL
rito, stuzzica lipotesi Goal (1.83)
1+goL
x+goL
2+goL
1+nogoL x+nogoL 2+nogoL
3.75
4.70
9.00
2.95
9.00
7.00
con un pensiero anche alla doppia chance X2 proposta a 1.93.
riSuLTATo eSATTo
1-0
2-0
2-1
3-0
3-1
3-2
4-0
4-1
4-2
4-3
Il Crotone imbattuto a Bologna
6.50 8.50 8.00
16.0
14.0
25.0 40.0 35.0 60.0
125
ipotesi da 1.80 volte la posta.
0-1
0-2
1-2
0-3
1-3
2-3
0-4
1-4
2-4
3-4
Nellincerta Atalanta-Lazio lUn10.0
22.0
14.0
75.0 40.0 50.0
175
150
150
200
0-0
1-1
2-2
3-3
4-4 ALTro
der 2,5 (a 1.65) lipotesi che si
9.00 6.00
15.0
60.0
200
25.0
lascia preferire.

LE quotE DELLE ALtRE PARtItE DI SERIE A


orA
18:00
20:45
20:45
20:45
20:45
20:45
20:45
20:45
20:45

PAL
26333
26333
26333
26333
26333
26333
26333
26333
26333

AVV
2556
2552
2547
2548
2549
2550
2551
2554
2555

PRoPoStA DI GIoCo
La proposta di gioco vincente a
condizione che tutti gli esiti indicati
siano centrati
PArtite iN gioco

PArTiTe (PAL. BeTTer)


ROMA
UDINESE
JUVENTUS
FIORENTINA
ATALANTA
LAZIO
BOLOGNA
CROTONE
CHIEVO
INTER
EMPOLI
SAMPDORIA
GENOA
CAGLIARI
PALERMO
SASSUOLO
PESCARA
NAPOLI

1
1,40
1,50
2,95
1,90
3,85
2,30
2,00
2,85
6,75

x
4,50
4,05
3,15
3,40
3,30
3,15
3,35
3,15
4,35

2
7,50
6,50
2,45
4,00
1,95
3,15
3,60
2,50
1,45

u
o
g
ng
1x
x2
1,97 1,75 2,00 1,70 1,06 2,75
1,75 1,97 2,10 1,65 1,08 2,45
1,65 2,10 1,85 1,85 1,50 1,35
1,57 2,25 2,05 1,67 1,20 1,80
1,62 2,15 1,95 1,75 1,75 1,22
1,60 2,20 1,92 1,80 1,30 1,55
1,75 1,97 1,80 1,90 1,25 1,70
1,62 2,15 1,85 1,80 1,47 1,37
2,05 1,70 1,88 1,82 2,60 1,07

12
1,17
1,20
1,30
1,27
1,30
1,30
1,28
1,30
1,18

LE quotE DEI PRINCIPALI CAMPIoNAtI DI oGGI


orA

PAL

AVV

MAn

PArTiTe (PAL. BeTTer)

19:00 26333 22428

NOR1

VALERENGA

BODO GLIMT

20:00 26333 22823

FRA2

AJACCIO

20:00 26333 22824

FRA2

AUXERRE

20:00 26333 22825

FRA2

ng

1x

x2

12

1,10

2,40

1,16

1,19

1,70

1,30

1,25

1,55

1,30

1,70

1,30

4,35 5,50 2,45

BOURG PERONNAS

1,98

3,10

1,70

CLERMONT

2,20 3,00 3,30 1,50

2,35 2,00 1,68

BREST

VALENCIENNES

1,98 3,00 4,00 1,40

2,65 2,30

1,53

1,18

3,85

1,55

1,48

1,60 2,20

1,50

2,25 2,00

20:00 26333 22826

FRA2

LAVAL

AJACCIO GFCO

3,10 2,80 2,45

1,40

2,65

2,15

1,60

1,45

1,30

1,35

Valerenga-Bodo Glimt

1.50

20:00 26333 22827

FRA2

LE HAVRE

TROYES

1,53

3,75 6,00

1,67

2,05

2,15

1,60

1,07

2,30

1,20

20:00 26333 22829

FRA2

NIORT

TOURS

2,10 3,00 3,55

1,45

2,45

2,10

1,62

1,22

1,60

1,30

St. Liegi-Charleroi

1.85

20:00 26333 22830

FRA2

SOCHAUX

ORLEANS

1,67

3,30 5,25

1,47

2,45 2,35

1,50

1,10

2,00

1,25

20:00 26333 22831

FRA2

STRASBURGO

NIMES

1,70

3,25 5,00 1,50

2,35 2,20

1,55

1,11

1,95

1,25

20:00 26333 23148

ROM1

IASI

VIIT. CONSTANTA

2,45

3,10 2,80 1,65

2,05 1,80

1,85

1,35

1,45

1,30

20:00 26333 23149

OLA1

EXCELSIOR

ADO DEN HAAG

3,15

3,35

2,15

1,97

1,75

1,63

2,15

1,60

1,30

1,25

20:30 26333 21503

BEL1

STANDARD LIEGI

CHARLEROI

1,85

3,45 4,00

1,75

1,95

1,85

1,85

1,19

1,83

1,25

20:45 26333 1551

SPA1

MALAGA

OSASUNA

1,65

3,55 5,50 1,58

2,25 2,20 1,60

1,11

2,10

1,25

20:45 26333 22794

FRA1

LIONE

CAEN

1,40 4,60 7,25

2,10

1,65

1,90

1,80

1,06

2,75

1,16

...puntando 10 euro

21:00 26333 21679

ING1

MANCHESTER UNITED SOUTHAMPTON

1,40

7,50

1,85

1,85

2,15

1,63

1,06

2,75

1,17

si vincono 156,73 euro

21:30 26333 23165

POR1

BELENENSES

BOAVISTA

2,20 2,95 3,50

1,43

2,65 2,20 1,60

1,25

1,58

1,33

22:00 26333 1546

SPA1

DEP. LA CORUNA

EIBAR

1,92

1,55

2,30

1,20

1,78

1,30

Excelsior-Den Haag Goal


Auxerre-Clermont

1.63

Goal 2.00

Malaga-Osasuna

Andrea Bertolacci, Milan

DATA
20/8
20/8
21/8
21/8
21/8
21/8
21/8
21/8
21/8

1.65

4,45
3,25

4,10

2,10

1,67

14
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

VENERD
19 AGOSTO
2016

PALERMO

Zamparini gioca su pi tavoli

DOMANI
IL VIA

Vendita del Palermo: faccia a faccia con Cascio. E la cordata cinese rimane in stand-by
Brad Rangell specialista in
trattative di brand sportivi. L'intermediazione arrivata dallo studio Tonucci, lo
stesso che si occupato del
passaggio di propriet della Roma. Il metodo di lavoro simile alle altre dirigenze approdate dagli States in
Italia tramite Joe Tacopina
(Roma, Bologna, Venezia).
Investitori pronti a scommettere sul calcio in Italia, con in
pi, nel caso specifico, il cuore da tifoso che dimostra Cascio, palermitano d'origine.

di Paolo Vannini
PALERMO

Il ghiaccio stato rotto, ora


si entra nella fase delle verifiche. Zamparini ha potuto rendersi conto che la proposta del gruppo americano rappresentato da Frank
Cascio non campata in
aria. Lo staff che supporta il
giovane rampante originario di Castelbuono sembra
dare sufficiente affidamento.
L'operatore finanziario che
Cascio si portato dietro

Ma ancora non si entrati veramente nei dettagli.


INCONTRO ALLO STADIO. Ca-

scio atterrato mercoled in


tarda serata a Palermo dove
ha trovato ad attenderlo una
trentina di tifosi entusiasti.
Col suo slang italo americano ha confermato le buone
sensazioni del primo contatto con il patron: Zamparini
una persona speciale - ha
affermato - siamo d'accordo e stiamo andando avanti
nella trattativa. Lui sa dov'

Maurizio Zamparini discute con il tecnico Davide Ballardini GETTY

il mio cuore in questa operazione. Sta conoscendo il


mio gruppo e il nostro progetto. Che cifra penso di investire? No, non si parla di
soldi per ora. I contatti andranno avanti anche in questa settimana in cui Frank rester in Sicilia, a Castelbuono, il paese delle Madonie
di cui originaria la famiglia. Gi oggi Cascio visiter
lo stadio Barbera coi buoni
uffici di Angelo Baiguera, lo
stretto collaboratore del presidente giunto ieri in citt. E

prender precise informazioni sul centro sportivo e anche


sui rapporti con le istituzioni cittadine. Insomma il primo impatto stato ok anche
a livello umano: Zamparini,
che in casi del genere non lesina mai la generosit, oltre
ad offrire il pranzo, ha donato all'ospite una bottiglia del
liquore fatto in casa. Restano
in piedi in ogni caso entrambe le opzioni di vendita: la
cordata cinese gradita al presidente, con cui entro met
settembre dovrebbe esserci

un nuovo incontro, e quella


siculo-americana che ha gi
scatenato le fantasie dei tifosi, legati soprattutto ad un'idea pi passionale del calcio.
Certo, i modi di fare sono del
tutto differenti e se n' accorto anche Zamparini. Cascio,
infatti, al pranzo di Aiello ha
portato con s il suo amico e
collaboratore principale in
questa impresa, Paul Baccaglini, ex giocatore di basket e
persino Iena dell'omonimo
programma tv.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cos in campo
ROMA-UDINESE

domani ore 18
4-2-3-1

1
SZCZESNY
13
BRUNO PERES

44
MANOLAS

15
VERMAELEN

5
PAREDES

33
EMERSON

4
NAINGGOLAN

11
SALAH

JUVENTUS-FIORENTINAdomani ore 20.45

8
PEROTTI

26
LICHTSTEINER

22
EL SHAARAWY

9
DZEKO
9
D. ZAPATA
7
ARMERO

6
FOFANA

30
FELIPE

8
BADU

5
DANILO

27
WIDMER
4
ANGELLA

1
KARNEZIS

3-5-2

19
BONUCCI
6
KHEDIRA

3
CHIELLINI

18
LEMINA

22
12
ASAMOAH ALEX SANDRO

17
MANDZUKIC

21
DYBALA

9
KALINIC

22
ROSSI

11
PENARANDA

10
DE PAUL

3-5-2

1
BUFFON
15
BARZAGLI

28
ALONSO

5
BADELJ

13
ASTORI

6
SANCHEZ

8
VECINO

2
G. RODRIGUEZ

10
BERNARDESCHI
40
TOMOVIC

12
TATARUSANU

3-5-2

JUVENTUS - Pjanic in dubbio per un dolore allanca.


Pronto Lemina. Da verificare le condizioni di Evra.
A disposizione: 25 Neto, 32 Audero, 4 Benatia, 24
Rugani, 23 Dani Alves, 33 Evra, 5 Pjanic, 11 Hernanes,
39 Marrone, 20 Pjaca, 7 Zaza, 9 Higuain. Allenatore:
Allegri. Indisponibili: Marchisio, Sturaro. Squalificati:
-. Diffidati: -.

UDINESE - Iachini alle prese con il dubbio Felipe. In


pre-allarme c Samir. In avanti dovrebbe agire Penaranda a fianco di Zapata. A disposizione: 22 Scuffet, 75
Heurtaux, 3 Samir, 14 Jankto, 21 Edenilson, 53 Ali Adnan,
33 Kone, 99 Balic, 23 Hallfredsson, 20 Lodi, 19 Matos,
18 Perica. Allenatore: Iachini. Indisponibili: Wague,
Musavu King, Faraoni. Squalificati: Thereau. Diffidati: -.

FIORENTINA - Borja Valero sta tentando il recupero,


Paulo Sousa decider allultimo. In caso di forfait dello
spagnolo pronto Carlos Sanchez.
A disposizione: 1 Lezzerini, 97 Dragowski, De Maio,
17 Diks, Tello, 20 Borja Valero, 7 Zarate, 14 Fernandez,
72 Ilicic, 25 Chiesa, 30 Babacar, 11 Toledo. Allenatore:
Sousa. Indisponibili: -. Squalificati: -. Diffidati: -.

domenica ore 20.45

21
FREY

12
CESAR

19
CASTRO

3
DAINELLI

8
RADOVANOVIC

18
GOBBI
56
HETEMAJ

23
BIRSA
69
MEGGIORINI

9
ICARDI

23
EDER

19
BANEGA

17
MEDEL

7
KONDOGBIA

4-3-3

25
MIRANDA

5
BONAVENTURA

8
SUSO

70
BACCA

11
NIANG

10
LJAJIC

9
BELOTTI

17
MARTINEZ

22
OBI

20
VIVES

6
ACQUAH

24
MORETTI

5
BOVO

2
LAURINI

24
COSIC

88
TELLO

15
COSTA

77
BUCHEL

MILAN - Montella dovrebbe essere in grado di recuperare


Romagnoli dal 1. In panchina dovrebbero esserci anche i
nuovi arrivati Gustavo Gomez, Sosa e Vangioni.
A disposizione: 1 Lopez, 22 Gabriel, 31 Antonelli, 96
Calabria, 15 Gustavo Gomez, 21 Vangioni, 91 Bertolacci,
10 Honda, 97 Locatelli, 16 Poli, 23 Sosa, 7 Luis Adriano.
Allenatore: Montella: Indisponibili: Zapata.Squalificati:
Lapadula. Diffidati: -.
TORINO - Allenamento differenziato per Iago Falque,
possibile tridente Martinez-Belotti-Ljajic.A disposizione:
65 Gomis,28 Ichazo,45 Rossettini,23 Barreca,8 Baselli,77
Tachtsidis,25 Lukic,16 Gustafson,30 Aramu,15 Benassi,11
Maxi Lopez,14 Iago Falque,31 Boy.Allenatore: Mihajlovic.
Indisponibili: Ajeti. Squalificati: -.Diffidati: -.

33
DAMBROSIO

1
HANDANOVIC

20
PUCCIARELLI

9
MURIEL

27
QUAGLIARELLA

19
REGINI

4-3-1-2

34
TORREIRA
20
PAVLOVIC

GENOA-CAGLIARI

5
IZZO

8
BURDISSO

29
FIAMOZZI

88
RINCON

3
GENTILETTI

44
VELOSO

93
LAXALT

17
OCAMPOS

22
SALA

2
VIVIANO

29
MURRU
24
CAPUANO

3-5-2

21
IONITA

25
SAU
8
DI GENNARO

16
MUNARI

35
SALAMON

20
PADOIN

23
CEPPITELLI

30
STORARI

GENOA - Juric osserva le condizioni di Rincon, che da ieri


si allena regolarmente col gruppo a Pegli. Tutto a posto
anche per Munoz. Sulla trequarti pi Gakp di Lazovic.
A disposizione: 23 Lamanna, 34 Zima, 28 Rosi, 15 Marchese, 33 Renzetti, 20 Cissokho, 4 Cofie, 30 Rigoni, 16 Improta,18 Ntcham,27 Pandev,22 Lazovic.Allenatore: Juric.
Indisponibili: Munoz. Squalificati: -. Diffidati: -.

INTER - Ranocchia prender il posto dello squlificato


Murillo. Steffetta Eder.
A disposizione: 30 Carrizo, 46 Berni, 21 Santon, 18 Erkin,
94 Yao, 27 Gnoukouri, 5 Felipe Melo, 77 Brozovic, 87 Candreva, 11 Biabiany 8 Palacio, 10 Jovetic. Allenatore: De
Boer. Indisponibili: Ansaldi, Andreolli. Squalificati:
Murillo. Diffidati: -.

SAMPDORIA - Lunico assente al momento Skriniar,


squalificato. Sala occupa la corsia destra in difesa, mentre
Pavlovic non al top.
A disposizione: 1 Puggioni, 92 Tozzo, 13 Pereira, 20 Pavlovic, 17 Palombo, 21 Cigarini, 6 Eramo, 95 Ivan, 23 Djuricic, 10
Bruno Fernandes,47 Budimir,14 Schick.Allenatore: Giampaolo. Indisponibili: -. Squalificati: Skriniar. Diffidati: -.

CAGLIARI - Nasconde le carte Rastelli nel test di ieri


contro la Primavera. La buona notizia stata rivedere in
campo Melchiorri a quattro mesi dalla rottura del crociato. A disposizione: 1 Rafael, 2 Alves, 3 Isla, 15 Krajnc, 19
Pisacane, 27 Deiola, 32 Giannetti, 33 Pajac. Allenatore:
Rastelli. Indisponibili: Dessena, Melchiorri, Farias, Joao
Pedro. Squalificati: Barella. Diffidati: -.

ARBITRO: Irrati di Pistoia. Arbitri darea: Guida e Ghersini. Guardalinee: Manganelli e Pegorin. Quarto uomo:
Gava. Tv: Sky Calcio 2 e Premium Sport 2.

2,25 3,10 3,35

ARBITRO: Mariani di Aprilia. Arbitri darea: Tagliavento


e Rapuano. Guardalinee: Vuoto e Di Iorio. Quarto
uomo: Dobosz. Tv: Sky Calcio 5.

37
SPINAZZOLA

7
DALESSANDRO

43
PALOSCHI

19
GOMEZ

14
KEITA B.

17
IMMOBILE

7
KISHNA

21
MILINKOVIC

20
BIGLIA

16
PAROLO

6
LUKAKU

2
HOEDT

3
DE VRIJ

8
BASTA

22
MARCHETTI

4
KRAFTH

28
GASTALDELLO

LAZIO - Quattordici gol nel test con la Primavera sotto gli


occhi del ct Ventura. Simone Inzaghi ha gi scelto la Lazio
per Bergamo. A disposizione: 99 Berisha, 55 Vargic, 4
Patric, 33 Mauricio, 13 Wallace, 97 Germoni, 23 Leitner, 5
Cataldi, 11 Morrison, 25 Lombardi, 9 Djordjevic, 70 Oikonomidis. Allenatore: S. Inzaghi. Indisponibili: Radu, Lulic,
Felipe Anderson, Bastos. Squalificati: -. Diffidati: -.
X

8
TAIDER

9
VERDI

10
DESTRO

11
KREJC

7
PALLADINO

99
SIMY

24
TONEV

87
MARTELLA

6
ROHDEN

13
FERRARI

28
CAPEZZI

3
DOS SANTOS

3
RISPOLI

2,05 3,20 3,70

ARBITRO: Orsato di Schio. Arbitri darea: Maresca e


Minelli. Guardalinee: Paganessi e Tolfo. Quarto uomo:
Lo Cicero. Tv: Sky Calcio 4 e Premium Calcio 2.

10
HILJEMARK

BOLOGNA - Al lavoro anche Dzemaili, ieri presentato


ufficialmente. Donadoni conferma Destro al centro
dellattacco e Verdi e Krejc larghi sulle fasce.
A disposizione: 1 Da Costa, 2 Oikonomou, 3 Morleo, 12
Cherubin, 15 Mbaye, 6 Crisetig, 7 Mounier, 14 Di Francesco,
22 Rizzo, 23 Brienza, 31 Dzemaili. Allenatore: Donadoni.
Indisponibili: Ferrari, Donsah, Floccari. Squalificati: -.
Diffidati: -.
CROTONE - Il tecnico Davide Nicola sta facendo lavorare i
suoi calciatori e per domenica ha problemi di abbondanza.
A disposizione: 5 Festa, 93 Zampano, 18 Barberis, 20
Salzano, 14 Gnahor, 77 Fazzi, 11 Di Roberto, 8 Mazzarani,
10 De Giorgio, 9 Nalini, 12 Stoian. Allenatore: Nicola.
Indisponibili: -. Squalificati: -. Diffidati: -.

5
RAJKOVIC
19
ALEESAMI

27
BENTIVEGNA

30
NESTOROVSKI

11
EMBALO

16
POLITANO

10
MATRI

25
BERARDI

32
DUNCAN

4
MAGNANELLI

12
SENSI

13
PELUSO

15
ACERBI

5
ANTEI

20
LIROLA

47
CONSIGLI

PESCARA-NAPOLI

PALERMO - Hiljemark, Embalo e Jajalo verso il recupero,


Trajkovski non ce la fa. Da decidere il tridente offensivo.
Ieri Rajkovic uscito dolorante dallallenamento.
A disposizione: 55 Marson 68 Fulignati 4 Andelkovic
15 Cionek 23 Struna 97 Pezzella 18 Chochev 28 Jajalo
20 Sallai 21 Quaison 22 Balogh 98 Lo Faso. Allenatore:
Ballardini. Indisponibili: Trajkovski e Morganella. Squalificati: Morganella. Diffidati: -.
SASSUOLO - Probabile esordio per il centravanti Matri, in
forse il recupero di Missiroli, che ci sar contro il Pescara.
A disposizione: 1 Pomini, 79 Pegolo, 28 Cannavaro, 23
Gazzola, 55 Letschert, 8 Biondini, 22 Mazzitelli, 9 Falcinelli,
29 Trotta, 97 Zecca. Allenatore: Di Francesco. Indisponibili: Missiroli, Terranova. Squalificati: -. Diffidati: -.
X

2,95 3,00 2,50

ARBITRO: Pairetto di Nichelino. Arbitri darea: Valeri


e Sacchi. Guardalinee: Di Liberatore e Vivenzi. Quarto
uomo: Giallatini. Tv: Sky Calcio 6.

domenica ore 20.45


4-3-2-1

31
BIZZARRI
11
ZAMPANO

35
CODA

6
CRISTANTE

37
GYOMBER
16
BRUGMAN

10
BENALI

3
BIRAGHI
8
MEMUSHAJ

7
VERRE
17
CAPRARI

24
L. INSIGNE

23
GABBIADINI

7
CALLEJON

17
HAMSIK

6
VALDIFIORI

5
ALLAN

31
GHOULAM

4-3-3

ARBITRO: Gavillucci di Latina. Arbitri darea: Mazzoleni


e Martinelli. Guardalinee: De Pinto e Liberti. Quarto
uomo: Di Vuolo. Tv: Sky Sport Mix e Sky Calcio 7.

3-4-3

14
GAZZI

17
CECCHERINI

1
CORDAZ

PALERMO-SASSUOLOdomenica ore 20.45

2
VITIELLO

31
SAMPIRISI

1,85 3,20 4,60

ARBITRO: Banti di Livorno. Arbitri darea: Fabbri e Abisso. Guardalinee: Alassio e Schenone. Quarto uomo:
Valeriani. Tv: Sky Calcio 3 e Premium Calcio 1.

6
GOLDANIGA

25
MASINA

16
NAGY

1
POSAVEC

20
MAIETTA

5
PULGAR

3-4-3

ATALANTA - Gasperini pensa ad una formazione che si avvicini a quella di Coppa Italia con linserimento di Zukanovic.
A disposizione: 30 Bassi, 47 Mazzini, 13 Caldara, 93
Dram, 77 Raimondi, 2 Stendardo, 4 Gagliardini, 8 Migliaccio, 11 Freuler, 17 Carmona, 29 Petagna, 55 Djimsti.
Allenatore: Gasperini. Indisponibili: -. Squalificati:
-. Diffidati: -.

4-3-3

EMPOLI - Barba e Krunic sono tornati in gruppo, ma


difficilmente saranno titolari. Attacco febbrile per Picchi.
A disposizione: 1 Pugliesi, 3 Zambelli, 11 Croce, 19 Barba,
33 Krunic, 4 Dimarco, 6 Bellusci, 22 Bittante, 8 Diousse,
31 Pereira, 18 Gilardino, 99 Tchanturia. Allenatore: Martusciello. Indisponibili: Mchedlidze, Picchi, Skorupski.
Squalificati: -. Diffidati: -.

27
KURTIC

CHIEVO - Ballottaggio a destra tra Frey e Cacciatore.


Maran ancora privo di Rigoni e Floro Flores, mentre
Mpoku e Izco recuperano per la panchina.
A disposizione: 90 Seculin, 32 Bressan, 20 Sardo, 5
Gamberini, 29 Cacciatore, 2 Spolli, 13 Izco, 36 Costa, 27
Parigini, 31 Pellissier, 40 Mpoku. Allenatore: Maran. Indisponibili: Floro Flores, Rigoni. Squalificati: -. Diffidati: -.

3,90 3,30 1,95

19
KESSIE

3-4-1-2

1
PERIN

6
ZUKANOVIC

4-3-3

83
MIRANTE

2,95 3,20 2,40

domenica ore 20.45

22
BORRIELLO

8
BARRETO

26
SILVESTRE

24
CONTI

BOLOGNA-CROTONE domenica ore 20.45

3-4-3

3
TOLOI

ARBITRO: Damato di Barletta. Arbitri darea: Celi e Calvarese. Guardalinee: Passeri e Ranghetti. Quarto uomo:
Preti.Tv: Sky Sport 1,Supercalcio,Calcio 1 e Premium Sport.

19
PAVOLETTI

11
ALVAREZ
16
LINETTY

13
GAKP

7
MACCARONE

5
A. MASIELLO

4-3-3

21
PASQUAL

17
MAIELLO

7
ZAPPACOSTA

1
PADELLI

4-3-1-2

23
PELAGOTTI

2
DE SCIGLIO

domenica ore 20.45

57
SPORTIELLO

1,83 3,40 4,40

EMPOLI-SAMPDORIAdomenica ore 20.45

45
INGLESE

13
RANOCCHIA

13
A. ROMAGNOLI

18
MONTOLIVO

3
MOLINARO

ATALANTA-LAZIO

4-3-3

33
KUCKA

10
SAPONARA

44
PERISIC

55
NAGATOMO

29
PALETTA

ARBITRO:Massa di Imperia.Arbitridarea: Rizzoli e Doveri. Guardalinee: Cariolato e Crispo. Quarto uomo: Tonolini.
Tv: Sky Sport 1, Supercalcio, Sky Calcio 1 e Premium Sport.

4-3-1-2

70
SORRENTINO

20
ABATE

1,48 3,90 7,25

ARBITRO: Di Bello di Brindisi. Arbitri darea: Russo e


Chiffi. Guardalinee: Marzaloni e Carbone.Quarto uomo:
Fiorito. Tv: Sky Supercalcio, Sky Calcio 1 e Premium Sport.

CHIEVO-INTER

domenica ore 18

99
G. DONNARUMMA

4-3-3

ROMA - Spalletti prepara il turnover dopo le fatiche di


Champions League, anche in vista del ritorno contro il
Porto. A disposizione: 19 Alisson, 1 Lobont, 20 Fazio, 3
Juan Jesus, 6 Strootman, 16 De Rossi, 24 Florenzi, 30
Gerson, 21 Vainqueur, 27 Ricci, 10 Totti, 7 Iturbe. Allenatore: Spalletti. Indisponibili: Rudiger, Mario Rui,
Torosidis, Nura. Squalificati: -. Diffidati: -.

1,36 4,60 8,25

MILAN-TORINO

26
KOULIBALY

33
ALBIOL

2
HYSAJ

25
REINA

PESCARA - Ballottaggio in difesa tra Gyomber e Zuparic. In attacco torna disponibile Manaj.
A disposizione: 1 Fiorillo, 2 Crescenzi, 13 Zuparic, 26
Vitturini, 80 Acatullo, 5 Bruno, 24 Selasi, 28 Mitrita,
98 Del Sole, 25 Forte, 30 Muric, 9 Manaj. Allenatore:
Oddo. Indisponibili: Campagnaro, Fornasier, Nicastro.
Squalificati: -. Diffidati: -.
NAPOLI - Le uniche certezze: niente El Kaddouri, Giaccherini e Tonelli, infortunati, e Jorginho, squalificato.
A disposizione: 1 Rafael, 22 Sepe, 3 Strinic, 11 Maggio,
21 Chiriches, 96 Luperto, 19 David Lopez, 88 Grassi, 20
Zielinski, 14 Mertens, 99 Milik. Allenatore: Sarri. Indisponibili: El Kaddouri, Giaccherini, Tonelli. Squalificati:
Jorginho. Diffidati: -.
1

7,75 4,20 1,45

ARBITRO: Giacomelli di Trieste. Arbitri darea: Rocchi e


Pinzani. Guardalinee: Barbirati e Peretti. Quarto uomo:
Posado. Tv: Sk Sport 1, Sky Calcio 1 e Premium Sport.

2 GIORNATA
Sabato
27 agosto
LAZIO
JUVENTUS
(ore 18)
NAPOLI
MILAN
(ore 20.45)
Domenica
28 agosto
INTER
PALERMO
( ore 18)
CAGLIARI
ROMA
(ore 20.45)
CROTONE
GENOA
(ore 20.45)
FIORENTINA
CHIEVO
(ore 20.45)
SAMPDORIA
ATALANTA
(ore 20.45)
SASSUOLO
PESCARA
(ore 20.45)
TORINO
BOLOGNA
(ore 20.45)
UDINESE
EMPOLI
(ore 20.45)

venerd
19 agosto
2016

15
Corriere dello Sport
Stadio

mercato

12

AFFARI
E TRATTATIVE

giorni di affari

Mancano 12 giorni alla


chiusura della

sessione estiva di
calciomercato:
operazioni in entrata
possibili fino alle ore
23 del 31 agosto. Oltre
quella data - in attesa
della sessione

invernale - sar
possibile tesserare
calciatori svincolati
con contratto scaduto
al 30 giugno o risolto
durante la finestra di
mercato.

Colpo Ferrero: Praet


Pescara, Bahebeck c
Oggi Oddo pu avere lattaccante del Psg, rumors su Lapadula
Gagliolo e Galabinov per il Palermo. Gabriel o Belec per il Crotone
di Ettore Intorcia
roma

Massimo Ferrero ieri mattina ha deciso di rompere gli


indugi, si mosso in prima
persona e ha piazzato il blitz
per Dennis Praet (22), chiudendo laccordo con lAnderlecht sulla base di 10 milioni di euro e con il giocatore
per un contratto fino al 2021.
Bruciando cos unagguerrita
concorrenza internazionale
e italiana (Lazio, poi Milan in
extremis) per uno dei talenti pi interessanti della sua
generazione. Dieci milioni
investiti su Praet, altri cinque
poi la Samp li ha messi su
Dod (24) che torna in blucerchiato dallInter in prestito biennale con obbligo di
riscatto. Dopo la cessione di
Castan, Giampaolo ha bisogno di un nuovo centrale. Nei
colloqui con il Palermo per
Oscar Hiljemark (24) il discorso scivolato su Giancarlo Gonzalez (28), che per ha
richieste in Italia (Atalanta,
Bologna, Udinese) e soprattutto allestero (Villarreal e
Olympiacos). Cos unaltra
idea pu essere il polacco
Michal Pazdan (28) del Legia Varsavia: lo aveva trattato il Pescara, costa 2 milioni.
Bahebeck day. Un colpo im-

portante spera invece di definirlo in giornata il Pescara,


che ieri ha ricevuto segnali positivi per lingaggio di
Jean-Cristophe Bahebeck
(23), lattaccante del Psg, gi
seguito dalla Fiorentina nelle

ultime settimane: arriverebbe in prestito con diritto di riscatto. C una suggestione,


unidea intrigante, che il Pescara per ora definisce fantascienza (per mai escludere nulla in questo mercato...) e cio un ritorno in prestito di Gianluca Lapadula
(26), venduto al Milan per 10
milioni di euro quando ancora non era arrivato Montella sulla panchina rossonera. Per ora Lapadula ultimo
nelle gerarchie del tecnico e
allora, chiss... Capitolo difesa: Eloge Yao (20) in prestito
dallInter lipotesi pi percorribile, i nerazzurri lo lasceranno partire per solo
negli ultimi giorni di mercato.

ter Riccardo Gagliolo (26)


a Palermo e Aljiaz Struna
(26) in Emilia. Per i rosanero si complica la pista Bruno Henrique (26): distanza
con il Corinthians ed eccessive richieste del giocatore.
Non detto che arrivi un attaccante da qui al 31 agosto, il club riflette: una nuova
pista potrebbe essere Andrej
Galabinov (27) del Novara.
Il Crotone continua a lavorare per definire lingaggio di
Gaetano Letizia (26) del Carpi: le due societ sono ai dettagli e hanno anche parlato
di Vid Belec (26), che a Crotone gi stato, e che potrebbe essere unalternativa a Gabriel (23) come vice Cordaz.

Ecco De Silvestri. Mihajlovic

Carnevali, ad del Sassuolo,


ha parlato di Alejando Papu
Gomez (28) ai microfoni di
Sky: Era il nostro preferito, ma lAtalanta non vuole
cederlo. Abbiamo monitorato anche Larsson finora,
prima dellinfortunio. E un
giocatore che ci interessa.
Oggi presentazione ufficiale di Giovanni Simeone (21),
nuovo attaccante del Genoa:
il figlio del Cholo arrivato
a titolo definitivo dal River Plate per circa 3 milioni
di euro. LUdinese cede Roberto Aguirre (22) in prestito al Lugano. Lex romanista John Arne Riise (35) ci
ripensa: niente addio al calcio, stato ingaggiato dai cinesi del Chennaiyin di Marco Materazzi.

ha il nuovo laterale destro:


Lorenzo De Silvestri (28) ieri
si congedato dalla Samp e
ha raggiunto Torino, per legarsi al club granata fino al
2020. Alla Samp vanno 3,6
milioni di euro circa. Il club
di Cairo ha cos completato
la rivoluzione in difesa, dal
momento che sono ora ufficiali anche le due cessioni,
in prestito, di Pontus Jansson (25) al Leeds e di Gaston Silva (22) al Granada. Ufficializzato larrivo di Leandro Castan (29) dalla Samp
via Roma. Rumors su Christian Atsu (24) del Chelsea.
Palermo e Crotone. Il club

rosanero sta lavorando con


il Carpi allo scambio di prestiti (con opzione) che por-

ieri test con la primavera

ieri contro la Primavera gi stato un


ottimo primo impatto ma per riuscire
a strappare una convocazione dovr
migliorare ancora e riproporre prepotentemente la sua candidatura in un
reparto offensivo che nella prossima
stagione promette scintille. La concorrenza agguerrita ma Melchiorri
ripartito con il piede giusto per non
essere da meno rispetto ai suoi colleghi.

Non sar ancora a disposizione per la


sfida di domenica a Genova, ma Federico Melchiorri intravede gi la fine
del suo lungo tunnel dopo l'infortunio
al ginocchio destro che lo ha costretto
a perdere l'ultima scorcio della scorsa
stagione. Novanta minuti nell'amichevole vinta dalla formazione di Massimo Rastelli contro la selezione Primavera (gol di Pisacane e Giannetti che RAFAEL. E a proposito di concorrenza,
hanno risposto all'iniziale vantaggio al termine della gara ha parlato l'estredel giovane Arras) e tanta voglia di ri- mo difensore brasiliano che aspetta il
mettersi al pi presto
suo momento all'ombra di Marco Storari.
al passo con i compagni per l'attaccante di Vuole recuperare
Chi gioca meno deve
Treia che ha lavorato il tempo perduto:
farsi trovare sempre
senza sosta anche nel
pronto alla chiamata del mister. Stiamo
corso dell'estate per non sar pronto
non perdere troppo per il Genoa, il club lavorando tutti per
terreno.
per lo ha blindato essere al cento per
cento gi alla prima
Ha dovuto masticare parecchio amaa Genova. E' una delro per aver perso la possibilit di vive- le anime dello spogliatoio tanto che
re da protagonista la volata finale ver- la societ non ha avuto alcun dubso la promozione e ora dovr cercare bio, una volta scaduto il prestito, a rindi recuperare punti preziosi agli occhi novargli la fiducia. E lui ha ricambiadel suo allenatore per evirare di non to mettendo tutta la sua esperienza a
finire nel dimenticatoio. Ma il Caglia- disposizione del gruppo. Siamo una
ri, come ha confermato anche Stefano buona squadra anche se sappiamo
Capozucca nel giorno della presenta- bene che non sar un campionato
zione di Marco Borriello, non ha alcu- semplice. Dobbiamo, per, pensare
na intenzione di fare a meno di lui e che ogni partita sar una finale e cos
tantomeno di liberarsene nel corso del cercheremo di centrare quanto prima
mercato, tanto da rinnovargli a scato- la salvezza. Gi domenica ci aspetta
la chiusa la fiducia. E Melchiorri non una squadra tosta ma noi sappiamo
vede l'ora di proseguire con questi rit- di potercela giocare contro tutti, fami forsennati per mettersi quanto pri- cendo un passo alla volta.
ma a completa disposizione. Il test di
Riproduzione riservata

BOLOGNA
Acquisti: Krejci, c (Sparta Praga, 2,5 mln); Di Francesco, c
(Lanciano); Cherubin, d (Atalanta, fp); Ceccarelli, d (Salernitana, fp); Boldor, d (Lanciano); Nagy, c (Ferencvaros); Verdi,
a (Milan); Krejci, a (Sparta Praga); Dzemaili, c (Galatasaray,
svinc.)
Cessioni: Giaccherini, c (Sunderland, fp); Falco, c (Benevento,
p); Stojanovic, p (svinc.); Morleo, d (svinc.), Constant, d
(svinc.); Zuculini, c (Verona, svinc.); Brighi, c (svinc.); Zuniga,
d (Napoli, fp); Perucchini, p (Benevento, prest.); Rossettini,
d (Torino, 2 mln).
CAGLIARI
Acquisti: Padoin, c (Juventus, 0,6 mln); Bruno Alves, d
(Fenerbahe, svinc.); Ionita, c (Verona, 4,5 mln); Pajac, c
(Celjie); Del Fabro, d (Ascoli, fp); Barella, c (Como, fp); Rafael, p
(Verona, 0); Vasco Oliveira, d (Benfica); Borriello, a (Atalanta,
svinc.); Borriello, a (svinc.); Isla, c (Juventus, 4,5 mln).
Cessioni: Rafael, p (Verona, fp); Tello, c (Juventus, fp); Cerri,
a (Juventus, fp); Ibarbo, a (Panathinaikos, prest.); Colombi,
p (Carpi, prest.); Fossati, c (Verona, prest.); Cragno, p (Benevento, prest.); Cop, a (Gijon, prest.).

CROTONE
Acquisti: Nalini, a (Salernitana); Capezzi, c (Fiorentina, 0,8
mln risc.); Fazzi, c (Fiorentina, 0,1 mln risc.); Ceccherini, d
(Livorno, 0,9 mln); Mazzarani, c (Modena, svinc.); Tonev, a
(svinc.); Simmy, a (Gil Vicente, 0,85 mln); Rohden, c (Elfsborg,
0,5 mln); Gnahor, c (Napoli, prest.).
Cessioni: Budimir, a (Sampdoria, 1,8 mln); Maniero, p
(svinc.); Modesto, d (svinc.); Paro, c (svinc.); De Giorgio,
c (svinc.); Delgado, a (svinc.); Yao, d (Inter, fp); Balasa, d
(Roma, fp); Garcia, d (Juventus, fp); Sabbione, c (Carpi, fp);
F. Ricci, a (Roma, fp); Torromino, a (Lecce).

Dennis Praet, 22 anni, dallAnderlecht alla Samp reuters

liniziativa

La Sarnese chiama Balotelli:


Vieni a giocare da noi in D!
SARNO - Balotelli alla
Sarnese? Provare costa nulla
e il presidente Francesco
Origo ha indirizzato una nota
allattaccante del Liverpool
invitandolo a fare parte della
formazione giocher in Serie
D sotto la guida di Gianluca
Esposito. Caro Balotelli, la
Sarnese ti offre la possibilit

di ripartire dal calcio dilettantistico e di dimostrare una


volta per tutte che sei un vero
campione: da Sarno la
chance per ricordare i valori
del calcio puro, dei sacrifici,
del fair play e dello spirito di
squadra. Vieni a giocare a
Sarno, ti aspettiamo.
Lps

per lo storico debutto

Cagliari, Melchiorri Crotone a Bologna


convince Rastelli con oltre 700 tifosi
di Giuseppe Amisani
CAGLIARI

ATALANTA
Acquisti: Paloschi, a (Swansea, 7,5 mln); Caldara, d (Cesena,
fp); Suagher, d (Carpi, fp); Almici, d (Ascoli, fp); Valzania,
c (Cesena, fp); Emmanuello, c (Pro Vercelli, fp); Kessie, c
(Cesena, fp); Gatto, c (Salernitana, fp); De Luca, a (Bari,
fp); Ardemagni, a (Perugia, fp); Marilungo, a (Lanciano,
fp); Petagna, a (Ascoli, fp); Spinazzola, d (Juventus, prest.);
Zukanovic, d (Roma, prest.); Cabezas, a (Independiente
del Valle, 2mln).
Cessioni: De Roon, c (Middlesbrough, 14 mln); Borriello,
a (svinc.); Bellini, d (fine carriera); Paletta, d (Milan, fp);
Cherubin, d (Bologna, fp); Gakpe, a (Genoa, fp); Diamanti,
a (Guangzhou, fp); Bentancourt, a (resc.); Cigarini, c (Sampdoria, 3,25 mln); Monachello, a (Bari, prest.); Kresic, d
(Trapani, prest.)

CHIEVO
Acquisti: Sorrentino, p (Palermo, svinc.); Calderoni, d (Latina, fp); Pucino, d (Avellino, fp); Mbaye, c (Latina, fp); Vajushi,
c (Livorno, fp); Da Silva, c (Istra, fp); Sowe, a (Lecce, fp).
Cessioni: Bizzarri, p (Pescara, svinc.); Pepe, c (svinc.);
Bressan, p (svinc.); Mattiello, d (Juventus, fp); Calderoni, d (Novara, fp); Edimar, d (Cruzeiro); Kupisz, c (Novara,
prest.); Provedel, p (Pro Vercelli, prest.); Mbaye, d (Carpi,
prest.); Daprel, d (Bari, prest.); Cinelli, c (Cesena); Danese
d (Prato, prest.).

Altre operazioni. Giovanni

Riproduzione riservata

gli affari fatti

menica sera a Bologna. Ieri in piazzale ultras la squadra stata presentata


alla citt. Euforia ed entusiasmo alle
La macchina entrata a regime un stelle. I tifosi stanno facendo il propo' in ritardo, ma adesso in moto e prio dovere adesso la parola passa al
non si ferma. Proseguono spediti i la- campo. Il Crotone point stato prevori di ampliamento ed adeguamen- so d'assalto corsa agli abbonamento dell'Ezio Scida e tutto lascia pensa- ti. Ieri finito il periodo di prelazione:
re che la data del 18 settembre pros- quasi tutti hanno rinnovato la tessesimo per la sfida contro il Palermo ra, da oggi iniziata la libera vendita
l'impianto crotonese sar pronto: dif- sia al Crotone point che su internet.
ficilmente terminato, ma comunque Non servir l'abbonamento domein grado di rispettare i canoni richie- nica, ma a Bologna i calciatori si sensti dalla Lega di serie A. quasi ulti- tiranno meno soli perch si sta prepamata la base in cemento sulla quale rando un vero e proprio esodo. I gruppi organizzati stanno
pogger la nuova tribuna coperta, inollavorando per prepatre sono praticamen- Proseguono i lavori rare la prima storica
te arrivati tutti i pez- allo stadio: la gara
trasferta in Serie A
zi. Gli operai lavorae molti ci vogliono
no giorno e notte per con il Palermo
essere. Le presenze
portare a termine il del 18 settembre
crotonesi al Dall'Ara
lavoro a patto che tut- si giocher in casa
si dovrebbero aggito fili liscio. Si proserare intorno alle setgue inoltre anche con
tecento unit. Questo
la posa (che deve essere fatta molto per non deve essere un segnale dilentamente) e l'irrigazione del nuo- stensivo perch la tifoseria diserter
vo manto erboso.
la partita di Pescara contro il Genoa
Ieri si riunito il tavolo tecnico per in segno di protesta. I tifosi chiedono
i lavori allo stadio composto da mem- che si giochi a Crotone anche a porbri del Comune e tecnici della socie- te chiuse.
t. Si fatto il punto e ci si resi conto che i tempi del crono programma Baby Capone. Si lavora anche sul fronstabilito sono stati rispettati. Il tavolo te mercato. Preso il giovane difensore
si riaggiornato al prossimo 24 ago- Marco Capone (17) dell'Inter che si
sto. Aperta ieri l'ultima busta e quindi aggregher alle formazioni giovanili.
espletata l'ultima gara inerente l'im- Quasi definito il passaggio del centroplementazione dei tornelli.
campista Leonardo Capezzi (21) alla
Sampdoria che lo lascerebbe ancora
Entusiasmo. Ultimo bagno di folla un anno a Crotone.
Liopress
prima del battesimo in Serie A di dodi Massimiliano Franco
CROTONE

EMPOLI
Acquisti: Matheus, c (Corinthians, 3 mln); Gilardino, a
(Palermo, resc.); Pasqual, d (Fiorentina, svinc.); Dimarco,
d (Inter, prest.); Bellusci, d (Leeds, 0,5 mln prest.); Buchel,
c (Juventus, risc.); Tello, c (Juventus, prest.); Barba, d (Stoccarda, fp); Signorelli, c (Ternana, fp); Skorupski, p (Roma,
prest.); Veseli, d (Lugano, svinc.).
Cessioni: Tonelli, d (Napoli, 10+2 mln); Ariaudo, d (Sassuolo,
fp); Pugliesi, p (svinc.); Paredes, c (Roma, fp); Zambelli, d
(svinc.); Zielinski, c (Udinese, fp); Livaja, a (Rubin, fp); Mario
Rui, d (Roma, 3,1 mln prest.); Duarte, d (Roma, prest.); Piu,
a (Spezia, prest.).
FIORENTINA
Acquisti: Diks, d (Vitesse 2,8 mln); Dragowski, p (Jagellonia
2,8 mln); M. Gomez, a (Besiktas, fp); Gilberto, d (Verona, fp);
Bakic, c (Belenenses, fp); G. Rossi, a (Levante, fp); Schetino,
c (Livorno, fp); Baez, a (Livorno, fp); Gondo, a (Ternana, fp);
Beleck, a (Cluj, fp); Gilberto, d (Hellas Verona, fp); Bagadur,
d (Salernitana, fp); I. Hagi, c (Vitorul, 1 mln); Toledo, a (Velez,
prest.); Ferigra, d (Barcellona); Carlos Sanchez, c (Aston
Villa, prest.); C. Tello, a (Barcellona, prest. rinnovato); Milic,
d (Hajduk, 1mln); De Maio, d (Anderlecht, prest.).
Cessioni: Pasqual, d (Empoli, svinc.); Sepe, p (Napoli, fp);
Brillante, c (Sydney, era al Como); Venuti, d (Benevento,
prest.; era al Brescia); Benalouane, d (Leicester, fp); Costa, c
(Spartak Mosca, fp); Kone, c (Udinese, fp); Tello, c (Barcellona,
fp); Basanta, d (Monterrey, 1 mln); Wolski, c (Lechia Danzika,
0,5 mln); Rebic, a (Eintracht Francoforte, prest.), Capezzi,
c (Crotone, 0,8 mln risc.), Fazzi, c (Crotone, 0,1 mln risc.);
Roncaglia, d (Celta vigo, svinc.); Madrigali, d (Vicenza, prest.);
Bakic, c (Braga); Mancini, d (Perugia); Schetino, c (Siviglia,
prest.); Gondo, a (Asteras Tripolis); M. Gomez, a (Wolfsburg
7 mln; era al Besiktas).
GENOA
Acquisti: Ocampos, a (Marsiglia, prest.); Ansaldi, d (Zenit,
3 mln risc.); Laxalt, c (Inter, 4 mln risc.); Ujkani, p (Latina,
fp); Rosi, d (Frosinone, fp); Cissokjo, d (Bari, fp); Improta, c
(Cesena, fp); Gakpe, a (Atalanta, fp); Renzetti, d (Cesena);
Gentiletti, d (Lazio, 0,45 mln); M. Veloso, c (Dinamo Kiev,
svinc.); Simeone, a (River Plate, 3 mln).
Cessioni: De Maio, d (Anderlecht, 3,5 mln); Gabriel Silva, d
(Udinese, fp); Dzemaili, c (Galatasaray, fp); Suso, c (Milan,
fp); Cerci, a (Atletico Madrid, fp); Matavz, a (Augsburg, fp);
Bruno Gomes, a (Internacional, fp); Perotti, c (Roma, 9 mln
risc.); Ansaldi, d (Inter , 7 mln); Diego Capel, c (Anderlecht);
Tachtsidis, c (Torino, 1,3+bonus).
INTER
Acquisti: Banega, c (Siviglia, svinc.); Erkin, d (Fenerbahe,
svinc.); Manaj, a (Cremonese, risc.); Di Gennaro, p (Latina,
fp); Ranocchia, d (Sampdoria, fp); Andreolli, d (Siviglia, fp);
Yao, d (Crotone, fp); Bessa, c (Como, fp); Caprari, a (Pescara,
4 mln; resta a Pescara); Ansaldi, d (Genoa, 7 mln); Candreva,
c (Lazio, 22+3 mln).
Cessioni: Biraghi, d (Pescara, 4 mln; era al Granada); Telles,
d (Galatasaray, fp); Ljajic, a (Roma, fp); Dimarco, d (Empoli,
prest.); Manaj, a (Pescara, prest.); Donkor, d (Avellino, prest.);
Laxalt, c (Genoa, 4 mln risc.); Juan Jesus, d (Roma, prest.);
Puscas, a (Benevento, prest.; era al Bari); Gyamfi, d (Benevento, prest.); Dod, d (Sampdoria, prest; era gi alla Samp).
JUVENTUS
Acquisti: Higuain, a (Napoli, 90 mln); Pjanic, c (Roma, 32
mln); Dani Alves, d (Barcellona, svinc.); Lemina, c (Marsiglia, 9,5 mln risc.); Brignoli, p (Sampdoria, fp); Pinsoglio,
p (Livorno, fp); De Ceglie, d (Marsiglia, fp); Magnusson, d
(Cesena, fp); Garcia, d (Crotone, fp); Mattiello, d (Chievo, fp);
Isla, c (Marsiglia, fp); Mandragora, c (Pescara, fp); Marrone,
c (Verona, fp); Schiavone, C (Livorno, fp); Bouy, c (Zwolle, fp);
Cerri, a (Cagliari, fp); Pasquato, a (Pescara, fp); Rossetti, a
(Cesena, fp); Thiam, a (Zulte Warengen, fp); Donis, a (Lugano,
fp); Untersee, d (Vaduz, fp); Ganz, a (Como, svinc.); Benatia,
d (Bayern, 3 mln prest.); Pjaca, a (Dinamo Zagabria, 23 mln).
Cessioni: Morata, a (Real Madrid, 30 mln); Caceres, d
(svinc.); Cuadrado, c (Chelsea, fp); Rubinho, p (svinc.); Buchel,
c (Empoli, risc.); Tello, c (Empoli, prest.; era al Cagliari); M.
Vitale, c (Cesena, prest.; era al Lanciano); Leali, p (Olympiacos,
prest.; era al Frosinone); Spinazzola, d (Atalanta, prest.; era
al Perugia); Ganz, a (Verona, prest.); Cerri, a (Spal, prest.):
Parodi, a (Pordenone, prest.); Magnusson, d (Bristol City,
2,5 mln); Isla, c (Cagliari, 4,5 mln); Pogba, c (105+5mln);
Cassata, c (Ascoli, prest.); Pasquato, a (Sovetov, prest.).
LAZIO
Acquisti: Vargic, p (Rijeka, fp); Strakosha, p (Salernitana,
fp); Vinicius, d (Zurigo, fp); Gonzalez, c (Atlas, fp); Minala, c
(Bari, fp); Ronaldo, c (Salernitana, fp); Perea, a (Troyes, fp);
Tounkara, a (Salernitana, fp); Oikonomidis, a (Salernitana, fp);
J. Lukaku, d (Ostenda, 5 mln+bonus), Immobile, a ( Siviglia,

8,5 mln); Wallace, d (Braga, 10 mln); Leitner, d (Borussia


Dortmund, 1,5 mln); Bastos, d (Rostov, 6,5 mln).
Cessioni: Konko, d (svinc.); Braafheid, d (svinc.); Mauri, c
(svinc.); Klose, a (svinc.); Matri, a (Milan, fp); Elez, d (HNK
Rjeka, prest; era allAarhus); Guerrieri, p (Trapani, prest.);
Crecco, c (Trapani, prest.; era al Modena); Gentiletti, d (Genoa,
0,45 mln); Filippini, d (Cesena, p); Onazi, c (Trabzonspor, 5
mln); Candreva, c (Inter, 22+3 mln).
MILAN
Acquisti: Lapadula, a (Pescara, 9 mln); Vangioni, d (River
Plate, svinc.); Gabriel, p (Napoli, fp); Agazzi, p (Middlesbrough,
fp); Paletta, d (Atalanta, fp); Vergara, d (Livorno, fp); Suso, c
(Genoa, fp); Matri, a (Lazio, fp); Petagna, a (Ascoli, fp); Beretta,
a (Pro Vercelli, fp); Gustavo Gomez, d (Lans, 8 mln); Sosa,
c (Besiktas, 7,5 mln).
Cessioni: Balotelli, a (Liverpool, fp); Boateng, c (svinc.);
Abbiati, p (fine carriera); Alex, d (svinc.); Mexes, d (svinc.);
El Shaarawy, a (Roma, 13 mln risc.); Simic, d (Mouscron,
prest.); Verdi, a (Bologna); Mastour, a (Zwolle, prest.); Comi, a
(Carpi; era al Livorno); Menez, a (Bordeaux); Mastalli, c (Juve
Stabia); Matri, a (Sassuolo).
NAPOLI
Acquisti: Tonelli, d (Empoli, 10+2 mln); Sepe, p (Fiorentina,
fp); Zuniga, d (Bologna, fp); Uvini, d (Twente, fp); Radosevic,
d (Eibar, fp); Dezi, c (Bari, fp); De Guzman, c (Carpi, fp); R.
Insigne, a (Avellino, fp); Dumitru, a (Latina, fp); Tutino, a
(Bari, fp); Giaccherini, c (Sunderland, 1,5 mln); Milik, a (Ajax,
32+1 mln); Zielinski, c (Udinese, 15 mln).
Cessioni: Gabriel, p (Milan, fp); Regini, d (Sampdoria, fp);
Chalobah, c (Chelsea, fp); Zuniga, d (Watford, p); Higuain, a
(Juventus, 90 mln); Andujar, p (Estudiantes, 0,45 mln; gi in
prestito); Uvini, d (resc.); Bifulco, d (Carpi, prest.).
PALERMO
Acquisti: Nestorovksi, a (Inter Zapresic, 0,5 mln; preso a
gennaio); El Kaoutari, d (Reims, fp); NGoyi, c (Digione, fp);
Embalo, a (Brescia, fp); Makienok, a (Charlton, fp); Arteaga,
a (Hajduk, fp); Cassini, a (Inter Zapresic, fp); Sallai, c (Puskas
Academy, 0,3 mln); Rajkovic, d (Darmstadt); Gazzi, c (Torino);
Aleesami, d (Goteborg, 1,2 mln).
Cessioni: Gilardino, a (Empoli, resc.); Sorrentino, p (Chievo,
svinc.); Maresca, c (svinc.); Cristante, c (Benfica, fp; poi Pescara); Brugman, c (Pescara, fp); Arteaga, a (The Strongest,
p); Makienok, a (Preston North, p); El Kaoutari, d (Bastia, p).
PESCARA
Acquisti: Verre, c (Udinese, 4 mln risc.); Biraghi, d (Inter, 4
mln); Manaj, a (Inter, prest.); Cristante, c (Benfica, prest.);
Pigliacelli, p (Pro Vercelli, fp); Brugman, c (Palermo, fp);
Forte, a (Pro Vercelli, fp); Nicastro, a (svinc.); Mazzotta, d
(Cesena, risc.); Di Massimo, a (SantOmero, 0,3 mln); Bizzarri,
p (Chievo, svinc.); Crescenzi, d (Roma, 3 mln); Gyomber, d
(Roma, p); Muric, a (Ajax, p. e dir. risc.).
Cessioni: Lapadula, a (Milan, 9 mln); Caprari, a (Inter, 4 mln;
resta a Pescara); Aldegani, p (svinc.); Diamoutene, d (svinc.);
Mandragora, c (Juventus, fp); Torreira, c (Sampdoria, fp);
Pasquato, a (Juventus, fp); Verde, a (Roma, fp); Di Massimo,
a (Sambenedettese, prest); Bulevardi, c (Teramo, prest.);
Mazzotta, d (Frosinone, prest.).
ROMA
Acquisti: Rdiger, d (Stoccarda, 9,5 mln risc.); Zukanovic,
d (Sampdoria, 2,5 mln risc.); Gymber, d (Catania, 1 mln
risc.); Perotti, a (Genoa, 9 mln risc.); El Shaarawy, a (Milan,
13 mln risc.); Alisson, p (Internacional, 8 mln); Gerson, c
(Fluminense, 16,6 mln); Mario Rui, d (Empoli, 3 mln prest.);
Seck, d (Lazio, svinc.); Casasola, d (Como, fp); Paredes, c
(Empoli, fp); Iturbe, a (Bournemouth, fp); F. Ricci, a (Crotone,
fp); Golubovic, d (Pisa, fp); Duarte, d (Empoli, prest.); Juan
Jesus, d (Inter, prest.); Fazio, d (Tottenham, prest. risc., 4 mln
totali); Szczesny (Arsenal, prest.); Vermaelen, d (Barcellona,
prest. 2+8 mln. risc.); Salah, a (risc., 15 mln); Bruno Peres, d
(Torino, 1 mln prest.).
Cessioni: Pjanic, c (Juventus, 32 mln); Mazzitelli, d (Sassuolo,
3 mln; era al Brescia); Politano, a (Sassuolo, 3 mln risc.);
Doumbia, a (Basilea, 2 mln prest.; era al Newcastle); Maicon,
d (svinc.); S. Keita, c (svinc.); De Sanctis, p (svinc.); Digne,
d (Psg, fp); Szczesny, p (Arsenal, fp); Uan, c (Fenerbahe,
fp); M. Ricci, c (Perugia, prest.; era al Pisa); Vasco, c (Alto
Adige, prest.); Castan, d (Sampdoria, prest.); Crescenzi,
d (Pescara, 0,3 mln); Verde, a (Avellino, prest.; era al Pescara); Sanabria, a (Betis Siviglia, 7,5 mln; era allo Sporting
Gijon); Ljajic, a (Torino, 8,5 mln); Iago Falque, a (Torino, p);
Zukanovic, d (Atalanta); Machin, c (Trapani, prest.); Ponce,
a (Granada, prest.); Casasola, d (Trapani, prest.); Skorupski,
p (Roma, prest.).
SAMPDORIA
Acquisti: Budimir, a (Crotone, 1,8 mln); Regini, d (Napoli, fp);
Torreira, c (Pescara, fp); Eramo, c (Trapani, fp); Bonazzoli, a
(Lanciano, fp); Martinelli, c (Brescia); Schick, a (Sparta Praga,
4 mln); Castan, d (Roma, prest.); Pavlovic, d (svinc.); Cigarini,
c (Atalanta, 3,25 mln); Djuricic, c/a (Benfica, prest.); Linetty,
c (Lech Poznan); Bruno Fernandes, c (Udinese, prest.); Dod,
d (Inter, prest. rinnovato).
Cessioni: Zukanovic, d (Roma, 2,5 mln risc.); Rodriguez,
a (Cesena, fp); Diakit, d (svinc.); Cassani, d (svinc.); Brignoli, p (Juventus, fp); Ranocchia, d (Inter, fp); Carbonero,
c (Felix, fp); Lazaros, c (Verona, fp); Correa, c (Siviglia, 13+5
mln); Antonioli, p (Bari, prest.); Fedato, a (Bari, prest.; era al
Livorno); G. Sansone, a (Novara; era al Bari); Krstcic, c (Alaves,
resc.); Cassani, d (Bari, prest.); Soriano, c (Villarreal); Varga, d
(Latina, prest.); De Vitis, c (Latina, prest.); Castan, d (Roma,
fp; poi Torino; era arrivato a luglio).
SASSUOLO
Acquisti: Mazzitelli, c (Roma, 3 mln); Politano, a (Roma,
3 mln risc.); DellOrco, d (Novara, fp); Sensi, c (Cesena, fp);
Sbrissa, c (Vicenza, fp); Vita, a (Vicenza, fp); B. Costa, p
(Vicenza, prest.); Lirola, d (Juventus, prest.); Letschert, d
(Utrecht, 4 mln); Matri, a (Milan).
Cessioni: Vrsaljko, d (Atletico Madrid, 16 mln); Longhi, d
(svinc.); Chibsah, c (Benevento, prest.); Sansone, a (Villareal
13+2 mln).
TORINO
Acquisti: A. Gomis, p (Cesena, fp); Chiosa, d (Avellino, fp);
Prcic, c (Perugia, fp); Aramu, a (Livorno, fp); Parigini, a (Perugia, fp); Boy, a (River Plate, 2 mln; preso a gennaio); Barreca,
d (Cagliari); Ajeti, d (Frosinone, svinc.); Ljajic, a (Roma, 8,5
mln); Iago Falque, a (Roma, p); Lukic, a (Partizan Belgrado);
Tachtsidis, c (Genoa,1,3+bonus); Gustafson, c (BK Hacken);
Rossettini, d (Bologna, 2 mln); Castan, d (Roma, prest.; era
gi alla Samp).
Cessioni: Glik, d (Monaco, 5 mln); Immobile, a (Siviglia, fp);
Farnerud, c (svinc.); Castellazzi, p (fine carriera); L. Gomis, p
(Perugia, prest.); Gazzi, c (Palermo); Bruno Peres, d (Roma,
1 mln prest.); Jansson, d (Leeds, prest.); Gaston Silva, d
(Granada, prest.).
UDINESE
Acquisti: Ewandro, a (San Paolo, 2,2 mln; era allAtl. Paranaense); Angella, d (Watford, fp); Fofana, c (Manchester
City, 3,5+2 mln); Perica, a (Chelsea, 4 mln risc.); Scuffet, p
(Como, fp); Samir, d (Verona, fp); Bubnjic, d (Carpi, fp); Insua,
d (Newells Old Boys, fp); Kone, c (Fiorentina, fp); Zielinski, c
(Empoli, fp); Jankto, c (Ascoli, fp); Hallberg, c (Hammarby, fp);
Torje, a (Osmanlispor, fp); Aguirre, a (Perugia, fp); A. Zapata,
a (Perugia, fp); Harbaoui, a (Lokeren, svinc.); Pearada, a
(Watford, prest.); De Paul, c/a (Valencia, 3 mln).
Cessioni: Di Natale, a (svinc.); Pasquale, d (svinc.); Domizzi, d (svinc.); Kuzmanovic, c (Basilea, fp); Brkic, p (Paok
Salonicco); Meret, p (Spal, prest.); Vutov, c (Lecce, prest.);
Marquinho, c (Fluminense, 1 mln); Gabriel Silva, d (Granada,
prest.); Piris, d (Monterrey); Torje, c (Terek Grozny); Insua, d
(Racing Avellaneda, prest.); Zielinski, c (Napoli, 15 mln); Bruno
Fernandes, c (Sampdoria, prest.); Aguirre, c (Lugano, prest.).

1
16
CORRIERE
Corriere DELLO
dello SPORT
Sport
STADIO
Stadio

GIORNO
venerd
MESE
19XX
agosto
20XX
2016

SEZIONE
TEMA
speciale

CALCIO SHOW
Mr Forest, 25 anni
di tv tutti da ridere

Prima era solo un mago poi la trasformazione


con la Gialappas e quel romanticismo che oggi manca
di Dario Morciano
ROMA

Gli anni duemila che sembravano


una data storica, fanno gi parte del
passato. Il nuovo millennio di fatto
venne aperto con sette giorni di anticipo quando Papa Giovanni Paolo
II apr la porta Santa dando inizio al
Giubileo. In quegli anni la voglia di
fratellanza era enorme, come testimonia il Millennium Summit, il
pi grande incontro fra capi di stato
e di governo (oltre 150) mai realizzato che si tenne nella sede dellONU.
Cerano poi gioie pi profane come
la conquista, da parte della Ferrari
di Schumacher, di un titolo
atteso 21 anni dagli uomini in rosso. In quei mesi
inizi poi un sodalizio
televisivo destinato
a durare per quasi
un decennio: quello tra il Mago Forest
e la Gialappas. E proprio il Mago non si

sottratto ai nostri taccuini parlando


di passato e presente.

addirittura stato mio testimone


di nozze, non ricordo chi dei tre
perch quel giorno ero ubriaco,
forse Marco.

Partiamo dal presente: solo vacanze o vedremo Mr Forest su qualche


palco in giro per lItalia?
Sono reduce da una tournee teatrale intensa con lo spettacolo Motel Forest, adesso un po di vacanze
on the road per lAmerica.
Finita lestate, gi programmato
il futuro prossimo? La vedremo
in tv o a teatro?
Da settembre sar ospite semifisso,
ormai il posto fisso non ce lha pi
nessuno, nel programma di Amadeus, Stasera tutto possibile, pi noto come
quello con la stanza
inclinata. Poi da
gennaio riprender ancora la
tourne teatrale con Motel Forest.

A proposito di tv, lei


deve molto al piccolo schermo
Senza accorgermene saranno
almeno 25 anni che lo frequento, le prime incursioni a Indietro Tutta con Renzo Arbore, direi una bella botta di fortuna con
la C maiuscola.
Tra le sue esperienze passate
anche quella fortunata di Mai
dire gol. Quanto stata importante questa esperienza per la
sua carriera?
Prima di allora avevo sempre
fatto il mago, la parodia del mago
direi, con Mai Dire in tutte le sue
declinazioni, da Mai Dire Domenica a Mai Dire Grande Fratello,
la Gialappas mi ha dato loccasione di sperimentare a pi ampio raggio le mie presunte potenzialit comiche. Non finir mai di
ringraziarli per questo.
Cosa aveva secondo lei quel
programma di cos innovativo?
Credo che la voce fuori campo
creasse una sorta di immedesimazione da parte del pubblico,
per certi versi la Gialappas funge da pensiero a voce alta, sarcastico e senza filtri ti chi sta guardando lo schermo. Non ho capito niente di quello che ho detto,
poi magari rileggendomi capir.
Perch laccoppiata comici-calcio ha avuto cos tanta fortuna?
Questa la so. Forse perch prima dellavvento della Gialap-

pas Band il calcio


si prendeva troppo
sul serio, era un argomento
sul quale non si poteva folleggiare, abbiamo poi invece scoperto
che un mondo denso di comici involontari.
Qual stato il segreto di una collaborazione cos lunga e fortunata?
Certe cose accadono, il sodalizio durato ben nove anni, non
so se sia un record. C stata subito intesa e amicizia, uno di loro

Dicevamo comicit e calcio,


ma un comico come Mr Forest
che rapporto ha con il calcio?
Se non sbaglio lei tifoso della
Juve. Cosa pensa della faraonica campagna acquisti?
Sono un tifoso tiepido ma informato. Conte aveva provocato
col paradosso che non si pu andare a mangiare in un ristorante
da 100 euro se hai solo 10 euro,
per andare sul sicuro stavolta ci
siamo comperati il ristorante.
Saluti i nostri lettori con una
massima del Mago
Forest.
Voglio citare lottimista Scrooge
che nel finale del
film Il Canto di
Natale diceva:
Divertiamoci, prima che
i vermi inizino
a divertirsi con
noi!!!.
EDIPRESS

CHIEDI CHI ERA


BOBO VIERI

Lex bomber
dellInter, della Juve
e della Nazionale
il protagonista indiscusso
dellestate e del web
con i suoi divertenti video
pubblicati su Instagram

CORREVA LANNO
25 agosto 2001- A Dsseldorf unquipe di
medici compie un miracolo riparando il cuore
danneggiato da un infarto di un uomo di 46
anni con le cellule staminali del midollo osseo
dello stesso paziente.
16 aprile 2003 - Michael Jordan, il pi grande
giocatore di pallacanestro della storia, si ritira
giocando unultima partita con i Washington
Wizards contro i Philadelphia 76ers.
04 febbraio 2004 Uno studente di Harvard
fonda il sito destinato a cambiare il mondo:
Mark Zuckerberg lancia Facebook.
09 luglio 2006 - LItalia di Marcello Lippi
sconfigge ai rigori la Francia di Zidane e
conquista il suo quarto titolo mondiale.

venerd
19 agosto
2016

17
Corriere dello Sport
Stadio

EUROPA LEAGUE

Sassuolo-show: serbi travolti

Berardi, Politano e Defrel ipotecano la qualificazione. In tribuna spunta Ivan il terribile


SASSUOLO
4-3-3

3 0

Consigli 
6
Gazzola 6,5
Cannavaro 6,5
Acerbi
6
Peluso 6
Biondini
6,5
Magnanelli 7
Duncan 6,5
Berardi 8
(24 st Falcinelli) 6,5
Defrel 6,5
(31 st Trotta) 6
Politano 8
(39 st Sensi) sv
All. Di Francesco 8

A disposizione: Pegolo, Letschert,


Antei, Mazzitelli.

re compreso: Berardi aveva


ripiegato e ha seguito la ripartenza per poi farsi trovare pronto davanti alla porta quando Politano (laltro
mattatore della serata) dalla
distanza ha sferrato un gran
sinistro prendendo il palo
destro e poi il sinistro in un
colpo solo. Hanno gradito
in tribuna il patron Squinzi
e il bomber Matri che avr
tutto il tempo di prepararsi
senza assilli per il ritorno. La
Stella Rossa, partita baldanzosa accendendo un fuoco
di paglia, aveva gi rischiato sul rasoterra di Biondini
neutralizzato da Kahriman
(9) e sul tiro dal limite di Politano (13) parato a terra.

STELLA ROSSA
4-2-3-1

Kahriman 4,5
Cvetkovic 4
Le Tallec 5
Phibel 5
Ristic 4,5
Poletanovic 5
Donald 5,5
Mouche 5
(26 st Srnic) 5,5
Katai 6
Ruiz 5
(13 st Plavsic) 5,5
Vieira 5
(39 st Sikimic) sv
All. Bozovic
4,5

A disposizione: Supic, Rendulic,


Petkovic, Lukovic.

MONOLOGO NEROVERDE. Quel-

MARCATORI: 17pt Berardi, 41 pt Politano, 24 st Defrel.


ARBITRO: Gzbyk (Ola) 6. Guardalinee: Goossens e Van Dongen.
Quarto uomo: Higler.
ASSIST: Berardi, Falcinelli.
AMMONITI: 20 pt Cvetkovic (SR), 7 st Cannavaro (S), 21 st Plavsic (SR)
per gioco falloso.
NOTE: spettatori paganti 6.861 (con 1.060 tifosi serbi), incasso 92.434,00
euro. Angoli: 4-4. Recupero: 1 pt, 3 st.

Domenico Berardi fa festa con Matteo Politano. Nel riquadro Ivan il terribile Bogdanov LAPRESSE
di Massimo Boccucci
REGGIO EMILIA

C in giro uno che spaventa lEuropa League anche


se non laveva mai vista prima dora: Domenico Berardi colpisce ancora e mette
sotto la Stella Rossa che ha
pi esperienza internazio-

nale ma non regge il confronto sulla consistenza finendo travolta con il 3-0
rassicurante per il Sassuolo in vista del ritorno gioved prossimo al Marakan.
Anche Politano non aveva
mai giocato una coppa europea e al debutto da titolare, al posto di Sansone, fa ve-

nire il mal di testa ai difensori serbi e quando dialoga


stretto con Berardi ne sfrutta in mezza girata di destro
il millimetrico passaggio di
ritorno in profondit per andare al raddoppio con straordinaria freddezza in area.
Defrel completa lopera nella ripresa con una conclu-

sione al volo sul passaggio


da sinistra di Falcinelli al primo pallone toccato.
DUE MATTATORI. Lo strapo-

tere degli emiliani potrebbe tradursi in un risultato


ancor pi vistoso. Berardi si
conferma mattatore facendo
lapripista con un altro gol

pesantissimo, dopo i tre rifilati nelle due partite contro


il Lucerna, oltre a prendere
un palo a inizio ripresa con
salvataggio sulla linea di Le
Tallec. Lazione del vantaggio che stordisce i serbi un
concentrato di rapidit, intelligenza ed efficacia con la
Stella Rossa sorpresa, portie-

lo neroverde si rivela un andamento a senso unico, con


la difesa pressoch inoperosa. Dopo aver sbloccato si fa
ancora pi evidente il divario tecnico e di gioco. Va al
tiro Berardi (27) deviato in
angolo (con una mano?) e
sugli sviluppi lassist di Politano per il tiro di Defrel a
colpo sicuro e a lato tra le
imprecazioni del francese.
Ci provano Magnanelli dal
limite (parato al 39) e, dopo
il riposo sul 2-0, ancora Berardi con uno spunto indiavolato, frenato da palo e dalla respinta di Le Tallec al rientro in campo, e una botta
alta sulla gran palla di Gazzola (13). Schiaccia di testa
Politano e la palla rimbalza sulla traversa (18) prima
del timbro di Defrel. Non c

ESTERO: premier league

Manchester, arrivato il giorno di Pogba

Debutta contro il Southampton, Mourinho lo protegge: Non aspettatevi sfracelli


di Gabriele Marcotti
LONDRA

Manchester United al debutto casalingo questa sera


contro il Southampton e
Paul Pogba che veste nuovamente la maglia dei diavoli rossi a quattro anni di
distanza, dopo il trasferimento pi caro della storia
del calcio. Ma non aspettatevi una prestazione super mette in guardia Mourinho
- Non al cento per cento
fisicamente. Detto ci per
me pronto. Si allena con

noi da una decina di giorni


e poi visto che gi conosce
il club e la citt il suo adattamento non cos complicato. Gli serve solo qualche
gara per aumentare lautonomia e capire meglio il nostro modo di giocare. Ma
non un problema per lui
SCHEMA. Vi ancora scet-

ticismo sul ruolo in campo di Pogba e su chi, giocando al suo fianco, gli permetter di dare il massimo.
Nel 4-2-3-1 di Deschamps
allEuropeo non si visto il

miglior Pogba... Comunque lo schema quello, 4-23-1 - afferma Mourinho Non cambiamo la formazione per un solo giocatore.
Non che perch arrivato Pogba e alla Juve facevano il 5-3-2 che anche noi ci
mettiamo a giocare con cinque difensori come facevano loro. Ci adatteremo, vi
saranno dettagli da aggiustare, questo s. Probabile
che alla lunga toccher al
connazionale Schneiderlin, lunico vero incontrista, affiancare Pogba.

IBRA FELICE. Mourinho ha

anche rivelato che Ibrahimovic potrebbe restare anche lanno prossimo. Io lo


vedo contento - afferma E uno che ci tiene alla famiglia quindi gli domando
tutti i giorni se contento
e lui mi dice che felice.
Quindi al momento non ho
dubbi che rester per due
stagioni. Come minimo.
Intanto Mourinho fa anche
appello al pubblico di Old
Trafford. Che sar pure lo
stadio pi grande della Premier League ma pure uno

Lagenda europea
inghilterra PREMIER LEAGUE (2 Giornata)

OGGI: ore 21 Manchester United-Southampton.


DOMANI: ore 13.30 Stoke City-Manchester City; ore 16 Burnley-Liverpool, Swansea-Hull City, Tottenham-Crystal Palace, West Bromwich
Albion-Everton, Watford-Chelsea; ore 18.30 Leicester-Arsenal.
DOMENICA: ore 14.30 Sunderland-Middlesbrough; ore 17 West Ham
United-Bournemouth.
CLASSIFICA: Manchester United, Liverpool, Hull City, West Bromwich,
Swansea, Manchester City, Chelsea 3; Everton, Middlesbrough, Tottenham, Southampton, Stoke, Watford 1; Arsenal, Chelsea, Sunderland,
West Ham, Burnley, Crystal Palace, Leicester, Bournemouth 0.
MARCATORI - 2 reti Coutinho (Liverpool).

FRANCIA LIGUE 1 (2 GIORNATA)

OGGI: ore 20.45 Lione-Caen.


DOMANI: ore 17 Nantes-Monaco; ore 20 Angers-Nizza, Lilla-Digione,
Lorient-Bastia, Rennes-Nancy, Tolosa-Bordeaux.
DOMENICA: ore 15 Guingamp-Marsiglia; ore 17 St.Etienne-Montpellier; ore 20.45 Psg-Metz.
CLASSIFICA: Lione, Bordeaux, Caen, Metz, Nizza, Montpellier, Nantes,
Psg 3; Monaco, Guingamp, Tolosa, Marsiglia 1; St.Etienne, Lilla, Lorient,
Dijon, Rennes, Angers, Bastia, Nancy 0.
MARCATORI - 3 reti Lacazette (Lione); 2 reti: Santini (Caen), Lopes
(Lilla), Moukandjo (Lorient), Erding (Metz).

SPAGNA LIGa (1 GIORNATA)

OGGI: ore 20.45 Malaga-Osasuna; ore 22 Deportivo La Corua-Eibar.


DOMANI: ore 18.15 Barcellona-Betis Siviglia; ore 20.15 GranadaVillarreal; ore 22.15 Siviglia-Espanyol.
DOMENICA: ore 18.15 Sporting Gijon-Athletic Bilbao; ore 20.15 Real
Sociedad-Real Madrid; ore 22.15 Atletico Madrid-Alaves.
LUNED: ore 20 Celta-Leganes; ore 22 Valencia-Las Palmas.

la SUPERCOPPA AL BARCELLONA

DOMENICA 15: Siviglia-Barcellona 0-2 (andata). MERCOLED:


Barcellona-Siviglia 3-0 (ritorno).

GERMANIA COPPA DI GERMANIA (TRENTADUESIMI)

OGGI: ore 20,45 Lubecca-St.Pauli, Ravensburg-Augsburg, JenaBayern.


DOMANI: ore 15,30 Drochtersen-Borussia Mnchengladbach,
Wrzburg-Eintracht Braunschweig, Babelsberg-Friburgo, Viktoria
Colonia-Norimberga, Essen-Arminia Bielefeld, Villingen-Schalke,
Dresda-Lipsia, Preussen-Colonia, Halle-Kaiserslautern; ore 18,30
Monaco 1860-Karlsruhe, Hansa Rostock-Fortuna Dsseldorf,
Homburg-Stoccarda; ore 20,45 FSV Frankfurt-Wolfsburg.
DOMENICA: ore 15,30 Lotte-Werder Brema, Duisburg-Union Berlino, Norderstedt-Frth, Walldorf-Bochum, Magdeburgo-Eintracht
Francoforte, Haching-Magonza, Egestorf-Hoffenheim, HauensteinBayer Leverkusen, Bremer-Darmstadt; ore 18,30 : WattenscheidHeidenheim, Regensburg-Hertha Berlino, Aue-Ingolstadt.
LUNED: ore 18,30 Kickers Offenbach-Hannover, Zwickau-Amburgo,
Paderborn-Sandhausen; ore 20,45 Trier-Borussia Dortmund.

olanda EREDIVISIE (4 giornata)

OGGI: ore 20 Excelsion-Den Haag.


DOMANI: ore 18.30 Roda-Vitesse; ore 19.45 Zwolle-Psv, Ajax-Willem
II; ore 20.45 Nec-Heerenveen.
DOMENICA: ore 12.30 Groningen-Twente, ore 14.30 Utrecht-Az,
Sparta-Go Ahead Eagles, ore 16.45 Heracles-Feyenoord.
CLASSIFICA: Psv Eindhoven, Feyenoord, Excelsior, Ado Den Haag
6; Heracles, Ajax 4; Vitesse, Sparta Rotterdam 3; Nec Nijmegen,
Herenveen, Roda 2; Go Ahead Eagles, Az Alkmaar, Pec Zwolle, Roda,
Utrecht 1; Twente, Willem II, Groningen 0.

COS IN TV STASERA SI PARTE CON MALAGA E LIONE

Con il via della Liga spagnola, trasmessa da Fox Sports, si infittisce


anche il programma televisivo: stasera in programma quattro anticipi
tra Inghilterra, Francia e appunto Spagna,
OGGI: ore 20.45 Malaga-Osasuna (Fox Sports), Lione-Caen (Premium
Sport); ore 21 Manchester United-Southampton (Sky Sport 1, Sky
Sport 3); ore 23 Deportivo La Corua-Eibar (differita).

dei pi freddi con un pubblico molto abbottonato. I


tifosi sono importanti per
noi e il pubblico deve fare
meglio - afferma - Non esiste che a Old Trafford qualche migliaio di tifosi ospiti facciano pi rumore dei
nostri sostenitori. Se succede cos, come lanno scorso, allora significa che siamo nei guai. Significa che
non c il giusto feeling tra
squadra e tifosi.
FRECCIATE. Una sfida quin-

di al popolo dei Red De-

vils. E infine, una stoccata allavversario di oggi e


il suo allenatore, il francese Claude Puel. Il tecnico
del Southampton si era lamentato dalle voci di mercato che danno lo stopper
portoghese Jos Fonte nel
mirino dello United (Fonte, guarda caso, ha lo stesso procuratore di Mourinho). Puel aveva parlato di possibili scorrettezza.
Non potrebbe fregarmene
di meno risponde lo Special One.
Riproduzione riservata

europa league
Detentore: Siviglia (Spa) - Finale: 24 maggio 2017 a Solna (Svezia)
Play off

and.

rit.

Beitar Gerusalemme (Isr)-St. Etienne (Fra)

1-2

25/8

Astana (Kaz)-Bate Borisov (Blr)

2-0

Arouca (Por)-Olympiacos (Gre)

0-1

Midtjylland (Dan)-Osmanlispor (Tur)

0-1

Trencin (Svc)-Rapid Vienna (Aut)

0-4

Lokomotiv Zagabria (Cro)-Genk (Bel)

2-2

AEK Larnaca (Cip)-Slovan Liberec (Cec)

0-1

Dinamo Tbilisi (Geo)-Paok Salonicco (Gre)

0-3

Austria Vienna (Aut)-Rosenborg (Nor)

2-1

Vojvodina (Srb)-AZ Alkmaar (Ola)

0-3

Qabala (Aze)-Maribor (Svn)

3-1

Slavia Praga (Cec)-Anderlecht (Bel)

0-3

Astra (Rom)-West Ham (Ing)

1-1

Fenerbahe (Tur)-Grasshoppers (Svi)

3-0

Panathinaikos (Gre)-Broendby (Dan)

3-0

Krasnodar (Rus)-Partizani (Alb)

4-0

Gent (Bel)-Shkendija (Mac)

2-1

Basaksehir (Tur)-Shakhtar D. (Ucr)

1-2

SonderjyskE (Dan)-Sparta Praga (Cec)

0-0

SASSUOLO (Ita)-Stella Rossa (Srb)

3-0

Gteborg (Sve)-Qarabag (Aze)

1-0

Maccabi Tel Aviv (Isr)-Hajduk (Cro)

2-1

Fase a gruppi: dal 15/9 all8/12 (sorteggio 26/8)

storia in campo, tanto che si


contano altre occasioni emiliane, e se ne rende conto
Dejan Stankovic, spettatore deccezione con la Stella
Rossa nel cuore. Non passano inosservati nella curva
dei serbi i tatuaggi e la mole
con testa rasata di Ivan il
terribile (chi se laspetta-

va?) Bogdanov, che il 12 ottobre 2010 fece il diavolo a


quattro al Ferraris di Genova per Italia-Serbia (qualificazione agli Europei), sospesa dopo 6, e stavolta al
seguito del club di cui tifoso. Si accorto pure lui,
evidentemente, del divario.

esordio in coppa

fino al 5 settembre

Ancelotti
ritrova lo Jena
dopo 36 anni

Rischio scontri
in Grecia slitta
il campionato

Questa sera il Bayern di Ancelotti far il suo esordio in


Coppa di Germania. Dopo
aver battuto il Borussia
Dortmund in Supercoppa, i
campioni sfideranno questa
sera alle 20.45 lo Jena,
squadra attualmente
relegata in quarta divisione.
Per il tecnico del Bayern si
tratta di un curioso dejav
dopo 36 anni. A Jena da
calciatore Ancelotti gioc l1
ottobre 1980. Era la gara di
ritorno dei sedicesimi di
finale di Coppa delle Coppe
contro il Carl Zeiss: dopo il
3-0 allandata, la sua Roma
croll venendo sconfitta 4-0
dai tedeschi.

ATENE - Il ministro dello sport


greco, Stavros Kontonis, ha
posticipato linizio del
campionato, previsto per
domani, almeno fino al 5
settembre. Funzionari di polizia
hanno ravvisato seri problemi
di sicurezza per le polemiche
tra la Federcalcio greca, gli
organizzatori del torneo e i club.
Secondo Kontonis ci sono
timori che la minima scusa
potrebbe innescare vasti
episodi di violenza tra i tifosi.
Alcuni club avevano minacciato di astenersi dalle partite
in segno di protesta contro i
criteri di designazione arbitrale.
La federazione ha accusato il
ministro di ingerenza.

Infopress

VENERD
19 AGOSTO
2016

19
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

SPECIALE

Scatta il campionato spagnolo: da tredici stagioni dominano


le tre grandi, che sfoggiano anche stavolta attacchi stellari

MESSI, RONALDO
E GRIEZMANN:
LA LIGA DEI GOL

TV
FOX SPORTS
380 GARE
TRA REPLAY
E SPIDERCAM
di Francesca Fanelli

Di solito vincono tutto loro, dai Palloni dOro alle Coppe. Onore agli spagnoli, kick off
della Liga: ci siamo. Fox Sports trasmetter tutti e 380 gli incontri con una produzione televisiva pi ricca e spettacolare, se ne
avvantagger Sky visto che Fox Sports e Fox
Sports Plus sono in esclusiva sulla pay tv di
Murdoch sui canali 204 e 205. Effetti speciali
e massima attenzione. In Spagna si investito molto sulle nuove tecnologie per esaltare
ancora di pi il campionato. Su sette campi,
infatti, stata installata la spidercam e per le
partite in casa di Barcellona e Real Madrid
ci saranno i replay a 360 gradi per non perdere nulla di quanto avviene dentro il terreno di gioco. Tutto ovviamente in hd cos da
trasformare le partite in evento. La Mejor
Liga del Mundo sar raccontata per Fox da
Giulia Mizzoni e Alvaro von Richetti con Stefano Borghi affiancato, nelle telecronache,
da Fabio Capello.

Caccia al Bara di Leo, Neymar e Suarez


Real pi esperto, Atletico rivoluzionato
di Andrea De Pauli
BARCELLONA

Dei 24 titoli nazionali in bacheca, ben 8 sono arrivati


a partire dallo scoccare del
nuovo millennio. Il presente, almeno tra i confini ispanici, tutto del Bara, che dopo
essersi aggiudicato gli ultimi
due scudetti dallapprodo di
Luis Enrique sulla panchina
della prima squadra, determinato a regalare al suo allenatore lo storico tris, riuscito
in passato, in orbita blaugrana, solo ai numi tutelari Cruyff
e Guardiola. Far limpossibile per impedirglielo il Real
Madrid di Zidane, deciso a
rompere un digiuno merengue lungo ben quattro stagioni, come ben testimoniano
le foto ormai sbiadite che ritraggono Jos Mourinho festeggiare lultima Liga conquistata dai blancos, nella tarda primavera del 2012. Tra i
due eterni litiganti, far di tutto per inserirsi il guerrigliero
Atletico del Cholo Simeone,
che avr a disposizione, per
lo meno a detta del presidente Enrique Cerezo un equipazo, la miglior rosa da molti anni a questa parte.

I campioni
Luis Enrique cerca
il tris riuscito solo
ai grandissimi ex
Cruyff e Guardiola
I grandi rivali
Madrid a secco
dallera Mourinho:
Zidane aggiunge
Morata alla BBC
Gli sfidanti
Anche Simeone
passa al 4-3-3:
non vuole pi
arrivare secondo
Le inseguitrici
Il Villarreal ha
appena cambiato
tecnico, attesa
per il nuovo Siviglia

Le sorprese
Hanno ambizioni
europee Valencia
Athletic e Celta
Occhio allEspanyol
LA LIGA DELLE STELLE. Una trama ormai stabilmente consolidata, come testimoniano
eloquentemente le ultime dodici edizioni del torneo, che si
sono spartiti, in realt tuttaltro che equamente, proprio
Bara (8 titoli), Real (3) e Atletico (1). Per ritrovare una
trionfatrice diversa nellalbo
doro del torneo, bisogna risalire, infatti, a ben 13 anni
fa, quando in cima alla classifica finale si ritrov loutsider Valencia di un tal Rafa Be-

nitez. Ma pi che il copione,


a rendere il campionato spagnolo una competizione unica sono i nomi e, soprattutto,
le interpretazioni dei protagonisti. Nessun campionato sul
pianeta, infatti, pu solo avvicinare il livello del cast liguero, ad iniziare dalle superstelle Messi e Cristiano Ronaldo, che ormai da una decina danni monopolizzano il
gran gala del Pallone ro, per
proseguire con Griezmann,
che tra giugno e luglio si visto sfuggire il titolo di campione dEuropa, prima a livello di club, poi di Nazionale, proprio allultimo, e sempre per mano della squadra
del concittadino CR7.
A COLPI DI TRIDENTE. Sono

solo le tre punte di diamante di altrettanti tridenti da sogno, visto che anche lAtletico,
questanno, pare determinato a virare con decisione verso il 4-3-3 adottato in pianta
stabile dalle due rivali, dopo
anni trascorsi a interpretare
latipico 4-4-2, senza veri uomini di fascia, di Simeone. Di
qui le incorporazioni di Gameiro e Gaitan, che nei piani
dovrebbero costituire insieme
al guizzante francese il nuovo
attacco a 3G da opporre alla
talentuosa MSN blaugrana,
completata dalla Scarpa dOro Luis Suarez e da Neymar, e
alla forza durto della BBC, la
linea offensiva blanca, che accanto a Cristiano contempla
il devastante Bale e Benzema,
con il rientrante Morata che
si propone come valida alternativa. Un piacevole grattacapo in pi per Zizou, che dopo
mezza annata da sapiente gestore di un gruppo apparentemente allo sbando, poi ac-

compagnato a sfiorare unincredibile remontada in Liga


e a conquistare l11 Champions del club, ora potr dar
vita finalmente a un progetto tutto suo.
LALTRO TORNEO. Dietro, come

sempre bagarre, ad iniziare


dal Villarreal, che dopo essersi aggiudicato il campionato
degli altri, centrando un lusinghiero quarto posto nella
scorsa edizione, negli ultimi
giorni ha arruolato in fretta e
furia Fran Escrib per sostituire il ruvido Marcelino e riportare un po di tranquillit
in uno spogliatoio in ebollizione, che nel frattempo ha
accolto gli italiani Soriano e
Sansone. Pressoch immutato il piacevole Athletic Bilbao di Valverde, che con linossidabile Aritz Aduriz guida
la corposa lista di rappresentanti basche iscritte al torneo,
rimpolpata da Real Sociedad,
Eibar e dalla neopromossa
Alaves.
A dir poco irriconoscibile, invece, il Siviglia: salutato
Unai Emery, passa nelle mani
del visionario Sampaoli, che
riparte da una rosa completamente stravolta e da due premature sconfitte in altrettante Supercoppe. A rappresentare la vivace Andalusia, oltre ai concittadini del Betis,
anche Malaga e il Granada,
passato nel frattempo dalla
famiglia Pozzo a una cordata made in Cina, esattamente come il nuovo, ambizioso
Espanyol. Ambizioni europee, infine, anche per il Valencia targato Singapore e per lo
spericolato Celta del Toto Berizzo. Che lo spettacolo abbia
inizio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA NOVITA. Soldi tan-

ti, come i fuoriclasse.


La Liga ha un valore
di mercato di 3,5 miliardi di euro e quasi il 50% di questa cifra dato dal valore
di due sole squadre:
il Real Madrid di Zidane (769 milioni di
euro) e il Barcellona
di Luis Enrique (760
milioni di euro). Ma
non ci sono loro loro, c il Siviglia del nuovo tecnico Sampaoli, c lAtletico Madrid
del Cholo Simeone. Eppoi le cifre: 1045 i gol
della stagione 2015/2016, di questo totale
90 sono stati segnati dal trio delle meraviglie del Bara Messi, Neymar e Luis Suarez
e 35 portano la firma di Cristiano Ronaldo. E
non finita, spettacolo assicurato in campo,
ma anche fuori. Arriva un nuovo programma dedicato al massimo campionato spagnolo. Si chiama Viva la Liga, sar in diretta ogni luned alle 19.45 su Fox Sports a partire da luned 22 agosto: in un quarto dora
raccoglier tutte le immagini pi belle, interessanti e divertenti della giornata, rivisitate
con lo stile classico di Fox Sports. In studio
a cucire insieme le istantanee i due esperti
von Richetti e Borghi.

Ogni luned
Viva la Liga
15 minuti
tra curiosit
immagini con
von Richetti
e Borghi

Leo Messi e Cristiano Ronaldo: il primo Clasico sar il 4 dicembre EFE

CANALI 204 E 205 DI SKY

Cos la 1 giornata su Fox Sports


OGGI

Ore 20.45
Ore 23

Malaga-Osasuna
Deportivo-Eibar

Fox Sports diretta


Fox Sports differita

DOMANI

Ore 18.15
Ore 20.15
Ore 22.15

Barcellona-Real Betis
Granada-Villarreal
Siviglia-Espanyol

Fox Sports diretta


Fox Sports diretta
Fox Sports diretta

Sporting Gijon-Athletic Bilbao


Real Sociedad-Real Madrid
Atletico Madrid-Alaves

Fox Sports diretta


Fox Sports diretta
Fox Sports diretta

Celta Vigo-Leganes
Valencia-Las Palmas

Fox Sports diretta


Fox Sports diretta

DOMENICA 21

Ore 18.15
Ore 20.15
Ore 22.15
LUNED 22

Ore 20
Ore 22

IL DEBUTTO. Si parte oggi alle 20.45 con la di-

retta di Malaga-Osasuna, telecronaca di Riccardo Mancini e poi Deportivo-Elibar in differita alle 23 con telecronaca di Davide Bernardi. Sempre su Fox Sports.

RIPRODUZIONE RISERVATA

20
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

SPECIALE

LINTERVISTA

CAPELLO
IL REAL PU
FARE EN PLEIN

E favorito anche in Champions: Zidane


lha trasformato in una squadra da corsa
di Alberto Polverosi

Quando Fabio Capello vinceva in Spagna, stagione 9697, esattamente venti anni
fa, era considerato quasi un
apripista. A quellepoca erano pochi gli allenatori italiani a lavorare allestero. Lui e
Trapattoni vinsero nello stesso anno la Liga col Real Madrid e la Bundesliga col Bayern Monaco. Fabio torn
dieci anni dopo sulla stessa panchina spagnola e vinse di nuovo. Il primo Real di
Capello era straordinario:
Chendo, Hierro, Sanchis, Panucci da gennaio e Roberto Carlos in difesa, Redondo
e Seedorf a centrocampo, il
giovane Raul, Suker e Mijatovic, per il quale il tecnico
bisiaco stravedeva, in attacco. Ma anche quello di dieci anni dopo non era proprio
male: Casillas in porta, Cannavaro fresco di Mondiale e
conseguente Pallone dOro, Salgado, Sergio Ramos
e ancora Roberto Carlos in
difesa, Beckham e Diarra a
centrocampo, Ronaldo, Robinho, Van Nistelrooy, Cassano e ancora Raul in attacco.
Capello aveva pure tre
giovani... interessanti in
quella squadra: Borja Valero che era nato nel Real,
Gago e Higuain appena arrivati dallArgentina. E qui va
raccontata una piccola storia. Capello lasci il Real alla
fine di giugno 2007 e divenne ct dellInghilterra a met
dicembre dello stesso anno.
In quei pochi mesi continu
a seguire il calcio come opinionista televisivo, come
adesso. Durante una trasferta di coppa col Milan, in
aereo, nella veste di... collega
gli chiedemmo cosa pensasse di Gago e Higuain. Risposta: Gago bravo, vedremo.
Ma su Higuain sono pronto
a scommettere. Ha una forza incredibile.
Capello lavora per Fox
Sport. Ha commentato la
Supercoppa dInghilterra fra Manchester United e
Leicester e ora ci porta dentro i cinque grandi campio-

LAtletico
Ha la grinta del
Cholo. Griezmann
sar pi decisivo
dopo le delusioni
Le altre
Mi aspetto che
il Valencia torni su
e sono curioso di
vedere il Siviglia
Il potere spagnolo
Le italiane non
possono competere
ma solo le inglesi
il Bayern e il Psg
La serie A
Juve ancora pi
forte, Napoli
rognoso. E la Roma
si mossa bene
La Premier
Il Leicester deve
ritrovare umilt
Il Chelsea pu
essere la sorpresa

de i giocatori pi forti di tutta


la Germania, e il Paris Saint
Germain perch ha grandi
risorse economiche.

no piace molto il Bayern Monaco.

La grinta e il contropiede
del Cholo Simeone nellAtletico Madrid, il possesso palla del Barcellona, la qualit
dei singoli del Real Madrid.

Favorito per?
Storia, tradizione e qualit
dei giocatori.
Si aspettava che Zidane facesse cos in fretta a diventare un allenatore vincente?
Ha avuto il tempo di imparare, stato prima assistente di Ancelotti, poi ha allenato la seconda squadra del
Real e, quando arrivato sulla panchina del Bernabeu, ha
capito subito dove mettere le
mani. Fin dal suo debutto, si
reso conto che il Real non
era nato per dare spettacolo e lha trasformato in una
squadra da corsa. La conoscenza dellambiente ha fatto il resto.
Sotto laspetto della concretezza, Simeone pi
avanti?
Oggi gli allenatori pensano prima di tutto al materiale che hanno dentro la squadra e in base a quelle caratteristiche decidono come giocare. In questo gli allenatori
italiani sono maestri, perch
sono i pi eclettici. Ranieri lo
ha dimostrato lanno scorso
col Leicester.
Negli ultimi 11 anni le spagnole hanno vinto 6 volte la
Champions League e 7 lEuropa League e da 9 anni a
questa parte vincono almeno un titolo europeo a stagione. E davvero impossibile interrompere questo
dominio?
Per noi italiani competere
con Barcellona e Real Madrid impossibile. Abbiamo
perso lappeal che avevamo
fino a dieci anni fa, quando
i migliori venivano da noi.
Ce la possono fare le inglesi,
il Bayern Monaco che pren-

Granada ed Espanyol
sono diventati cinesi
Godono di un particolare status
e pure di diversi privilegi,
Barcellona, Real Madrid e
Athletic Bilbao, che insieme
alla neo promossa Osasuna,
sono le uniche societ che non
entrano nella fattispecie di
Sociedad anonima deportiva,
come esigerebbe la normativa
iberica. Club teoricamente in
mano dei tifosi, i soci, chiamati
alle urne per eleggere il
presidente e prendere le
decisioni pi rilevanti. Tra i
vantaggi la protezione
dallassalto dei grandi

nati dEuropa, con un occhio


di riguardo su quello che conosce meglio, la Liga spagnola, oltre la Serie A.

Il Barcellona
E la squadra
del possesso palla
Real Madrid favorito?
Real, Bara e Atletico, come
ma ha bisogno di
S, sia in Spagna che in Eu- pu definire il calcio delle
un altro difensore ropa, anche se a me questan- tre grandi di Spagna?

PROPRIET STRANIERE

di Andrea De Pauli

VENERD
19 AGOSTO
2016

investitori stranieri, guardati


ancora con un certo sospetto
da queste parti. Con ragione,
almeno nel caso del Malaga,
vivacizzato dalla gestione dello
sceicco Al-Thani. Decisamente
pi fruttuosa per il Granada
quella della famiglia Pozzo, che
ora hanno, per, ceduto al
gruppo cinese Desport. I
connazionali della Rastar da
qualche mese guidano
lEspanyol, quelli del gruppo
Wanda hanno acquisito una
significativa quota dellAtletico. A Valencia comanda Peter
Lim, originario di Singapore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Durante lEuropeo lei ha


detto che il campionato inglese il campionato degli allenatori e il campionato spagnolo quello dei
giocatori. C davvero tanta differenza sul piano tecnico fra i due tornei pi importanti dEuropa?
S, c una bella differenza.
Messi, Ronaldo, Benzema,
Bale, Suarez, Griezmann,
questi giocatori in Inghilterra non ci sono, anche se larrivo di Ibrahimovic a Manchester ha accorciato un po
le distanze.

Uno degli allenatori italiani pi apprezzati


presenta il torneo che ha vinto due volte

LA SCHEDA

Campione della Liga


nel 1997 e nel 2007
FABIO CAPELLO, ex ottimo centrocampista di Spal, Roma, Juventus e Milan
(e Nazionale), ha guidato Milan, Real
Madrid, Roma, Juve ed stato ct di
Inghilterra e Russia. In Spagna con il
Real ha vinto la Liga nel 1996-1997 e
nel 2006-2007. Da tecnico, ha un
palmares ricchissimo con scudetti (4
Milan, 1 Roma, 1 Juve, poi revocato)
anche in Italia, una Champions e una
Supercoppa europea (con il Milan), 4
Supercoppe italiane (3 Milan, 1 Roma).
Fabio Capello, 70 anni, dal 2013 la voce tecnica di Fox Sports: sar lui anche questanno a commentare la Liga di Spagna

Se la Roma riesce a recuperarlo sul piano fisico, dopo


diversi infortuni, sar un
grande successo. E davvero un ottimo giocatore.
Dietro alle tre grandi di
Spagna, pu esserci qualcosa di interessante, qualche sorpresa?
Dietro a Real, Barcellona e
Atletico c poca roba. Magari
un po di curiosit per il Siviglia che ha cambiato molto,

allenatore compreso: sono


bravissimi a pescare giocatori giovani in Sud America
e in Africa. Mi aspetto il ritorno del Valencia, una grande piazza, che non pu stare
fuori dal giro cos tanto tempo, poi il Celta Vigo e lAthletic Bilbao, una squadra che
non si spezza mai. Ma tutti
questi club appartengono a
un altro mondo. In Spagna il
campionato a tre. Le altre
giocano per il quarto posto.

DON FABIO E IL REAL

A proposito di Griezmann,
che lei ha avvicinato a Paolo
Rossi per sveltezza e opportunismo, non sar depresso dopo aver perso due finali di fila, in Champions e
nellEuropeo?
Non credo. Lui uno che
lotta e non si demoralizza.
Chi gioca per il gol non pu
abbattersi per due sconfitte,
anche se dolorose. Superer
questo momento di difficolt per dimostrare che fa parte dei numeri uno al mondo.
Nella Liga lo vedremo ancora pi arrabbiato.
LAtletico ha cambiato
qualcosa, il Real e il Barcellona molto meno.
Con una differenza. Il Real
Madrid ha fatto bene a riportare Morata a casa, mentre il
Bara, secondo me, deve acquistare ancora un altro difensore centrale. Umtiti un
buon giocatore, ma l dietro
Luis Enrique ha bisogno di
un altro difensore.

Il suo primo Clasico nel 1996: vinse 2-0

dall'istituzione del Pallone


d'Oro Fifa, avvenuta nel 2010,
solo Ribery e Neuer siano
riusciti a ritagliarsi un posticino
sul podio, occupato per sedici
diciottesimi da rappresentanti
del campionato spagnolo.
Anche il gol, parla con forte
accento iberico, come dimostra
l'ultima Scarpa d'Oro Luis
Suarez. Negli ultimi 10 anni, gli
unici due attaccanti a rompere
il monopolio liguero tra i
massimi marcatori continentali sono stati: il Pistolero
uruguaiano e CR7. E sapete in
che campionato militano ora.
an.d.p.

Kant andato al Chelsea,


ma le favorite in Inghilterra
sono le due di Manchester?
Si gi visto quanto pu
dare Ibrahimovic allUnited. Mourinho ha acquistato
bene anche in difesa, Bailly
un grande difensore. E poi ha
messo il capellone, Fellaini,
nel posto giusto: un allenatore belga mi aveva detto che
il suo vero ruolo l, davanti alla difesa, non pi avanzato come spesso lo hanno
fatto giocare.

Il City allora dietro?


Anche il City ha comprato
bene, ma con Guardiola si
comincia un altro percorso.
Intanto ha messo fuori Hart
perch vuole che pure il portiere sappia giocare con i piedi, lazione deve partire da
dietro. Il problema del City
la difesa, ha due centrali che
non mi convincono. Ha fatto
giocare al centro anche Kolarov che sa fare tutto meno
che difendere.
Al Chelsea che ruolo assegna?
Pu essere la sorpresa, anche se relativa visto i giocatori a disposizione di Conte.
Contro lo West Ham ha giocato con molto ritmo e intensit.

CAMPIONI E TROFEI

Se vero che la Premier League


appena partita pu vantare,
soprattutto grazie al contributo
forestiero, una concentrazione
mai vista di allenatori di
qualit, chi vuol ammirare i
migliori calciatori del mondo
deve continuare a sintonizzare
il decoder sulla Liga spagnola.
La stragrande maggioranza dei
fuoriclasse assoluti si ostinano
a calpestare i prati iberici, ad
iniziare dagli inarrivabili Leo
Messi e Cristiano Ronaldo, che
si stanno spartendo i principali
premi individuali a livello
planetario. Ancor pi sorprendente osservare che,

re la stessa umilt. Per ora ha


giocato in modo pretenzioso, senza sacrificarsi come
faceva nella stagione scorsa.
E poi ha perso Kant, il giocatore che dava la scintilla.

E poi, Pogba...
Certo, Pogba. Ma limportante che Mourinho non lo
faccia giocare accanto a Fellaini: lui deve attaccare, deve
arrivare in zona-gol.

Anche perch ha perso Vermaelen.

Pallone e Scarpa dOro


i re sono sempre qui

Premier League: anche


lanno scorso dicevamo che
il Leicester non poteva vincere, e poi invece successo. Magari se lo diciamo anche questanno arriva il miracolo-bis.
Ho visto il Leicester nella
Supercoppa contro lUnited
e in campionato contro lHull
City e non mi piaciuto troppo il suo atteggiamento. Per
tornare la squadra del campionato scorso deve ritrova-

Con Cassano nel Real: il 2006 ANSA

Con il trofeo della Liga vinta nel 2007 EFE

Serie A: la Juve si staccata ancora di pi.


In effetti oggi ancora pi
forte. E una squadra che
deve puntare alla Champions. Per vedo la vera Juve
solo quando difende a tre,
quando passa a quattro balla un po.
La Roma, il Napoli e le milanesi sono in corsa solo per
il secondo posto?
Il Napoli una squadra rognosa, ma difficile vincere il campionato segnando
poco, a me successo una
sola volta, e mancando luomo che di gol ne faceva tanti
diventa tutto pi complicato.
Della Roma mi hanno convinto le mosse sul mercato,
ha messo in squadra giocatori giusti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VENERD
19 AGOSTO
2016

21
CORRIERE DELLO SPORT
STADIO

SPECIALE

MERCATO

Razionalit e buon senso


nelle operazioni delle big

NIENTE FOLLIE
ANDR GOMES
IL PI PAGATO

Il Bara puntella un organico dal fiato corto


Il Real Madrid si limita a Morata e Asensio
di Andrea De Pauli
BARCELLONA

Razionalit e sensatezza. Queste le parole che paiono accomunare le strategie di mercato delle tre big di Liga, che
sospinte da esigenze piuttosto differenti, hanno agito in
modo apparentemente appropriato in questultima finestra
estiva. Spendono, e parecchio,
i campioni in carica del Bara,
che hanno puntato a ringiovanire la rosa e, al contempo, a
puntellare un gruppo che nella fase calda della scorsa stagione ha pagato cara lassenza di alternative allaltezza dei
titolari, vedendo sfumare prematuramente il bis di Champions e rimettendo in discussione un titolo che, a inizio primavera, pareva gi in bacheca. Curioso il caso del Real, che
si limita a riportare alla base
Morata e Asensio, nonostante la condanna pendente della Fifa, che nei prossimi giorni
dovrebbe rendere esecutivo il
blocco del mercato per i prossimi 12 mesi. Medesima spada di Damocle che incombe
anche sui cugini dellAtletico,
che, al contrario, si sono mossi
impetuosamente per consentire a Simeone di virare verso
il nuovo schema a tre punte.

Alvaro Morata, 23 anni LAPRESSE

Per Luis Enrique


anche Denis Suarez
Digne e Umtiti
Gameiro, Gaitan
e Vrsaljko dal Cholo

Kevin Gameiro, 29 anni ANSA

Siviglia scatenato
per Sampaoli: anche
Vazquez. Soriano
e Sansone dallItalia
RESTYLING BLAUGRANA. Lope- al Villarreal
razione pi altisonante dellestate spagnola, per qualit del
giocatore, concorrenza sbaragliata e cifre in gioco, stato
indubbiamente il passaggio
di Andr Gomes dal Valencia

al Bara: 35 milioni pi altri


20 in variabili di scontata realizzazione. Tra i nuovi rinforzi
blaugrana, il portoghese, per,
pare lunico destinato a ritagliarsi, in tempi brevi, un ruolo da titolare. Non pu dirsi lo
stesso per il manipolo di ventiduenni Umtiti, Digne e Denis Suarez, che hanno portato la quota fissa degli investimenti complessivi a una cifra prossima agli 80 milioni e
che, allo stato delle cose, difficilmente possono ambire a
partire dallinizio, in considerazione delliperbolico tasso
tecnico dellundici base. Investimenti compensati solo in
parte dai 13,6 milioni incassati dalle cessioni di Bartra, Halilovic e Adriano.
LE MADRILENE. Ancor pi complicato migliorare la rosa fantasmagorica dei campioni
dEuropa del Real, che sfumato Pogba ha preferito limitarsi a richiamare Morata, ricomprato per 30 milioni
dalla Juve, e Asensio, reduce
dallannata allEspanyol. I 34
milioni intascati a seguito delle partenze di Jes, Cheryshev,
Medran e Mascarell, per una
volta, riequilibra ampiamente i conti. Oculata, nonostante i numerosi movimenti, pure
la campagna di rafforzamento dellAtletico, che ai 42 milioni ottenuti, lo scorso inverno dalla cessione di Jackson
Martinez al Guangzhou, ne ha
sommati altri 25 dalladdio di
Borja Baston, Leo Baptistao e
Guilavogui. Tesoretto utilizza-

SQUADRE E COLORI

Ecco le nuove magliette


del campionato spagnolo
ALAVS

ATHLETIC BILBAO

ATLETICO MADRID

BARCELLONA

CELTA VIGO

DEPORTIVO LA CORUA

EIBAR

ESPANYOL

GRANADA

LAS PALMAS

LEGANS

MALAGA

OSASUNA

REAL BETIS

REAL MADRID

REAL SOCIEDAD

SIVIGLIA

SPORTING GIJON

VALENCIA

VILLARREAL

to per mettere a disposizione


di Simeone Gameiro, 32 milioni pi 7 in variabili al Siviglia, Gaitan e lex Sassuolo Vrsaljko, chiamato a far rifiatare
sulla fascia Juanfran.
LE ALTRE. In Italia ha pescato

pure il Villarreal, che incredulo per i 38 milioni incassati dal


Manchester United per Bailly, si rafforza dalla cintola in
su pescando dalla Sampdoria
Roberto Soriano e dallo stesso Sassuolo Nicola Sansone.
Si vestono di giallo pure lex
milanista Pato e Cheryshev.
Consueta girandola di operazioni in entrata e uscita anche
per il Siviglia, che soprattutto,
attraverso il sacrificio di Krychowiak, 34 milioni dal Psg,
e di Gameiro allAtletico, pu
mettere a disposizione dellerede di Emery, Sampaoli, i vari
Franco Vazquez (15 milioni al
Palermo), Joaquim Correa (13
alla Samp), Ganso e Ben Yedder (acquistati entrambi per 9
milioni da San Paolo e Tolosa). Il Valencia, perso il gioiello
Andr Gomes, punta sullaltro
portoghese Nani, prelevato dal
Besiktas per la modica cifra di
8,5 milioni. Nessun movimento o quasi nellautarchica Bilbao, mentre lorgogliosa minoranza barcellonese dellEspanyol, grazie ai nuovi investitori cinesi, riparte dal nuovo
tecnico Quique Sanchez Flores, pienamente accontentato dalle acquisizioni dei vari
Leo Baptistao, Reyes, Piatti e
Jurado.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Andr Gomes, 23 anni, centrocampista del Barcellona ANSA

I 10 TRASFERIMENTI TOP
Giocatore

Trasferimento

Costo
(milioni)

Andr Gomes
Gameiro
Morata
Gaitan
Umtiti
Digne
Vrsaljko
Franco Vazquez
Soriano
Sansone

dal Valencia al Barcellona


dal Siviglia allAtletico Madrid
dalla Juventus al Real Madrid
dal Benfica allAtletico Madrid
dallOlympique Lione al Barcellona
dal Paris Saint Germain al Barcellona
dal Sassuolo allAtletico Madrid
dal Palermo al Siviglia
dalla Sampdoria al Villarreal
dal Sassuolo al Villarreal

35
32
30
25
25
16,5
16
15
14,1
13

LE 20 SQUADRE

22
Corriere dello Sport
Stadio

venerd
19 agosto
2016

serie B/lega pro

Bari-Ivan:
c lintesa
con la Samp

mercato: affari e trattative

LEntella apre
le porte
a Cassano
Ufficiale: Dezi al Perugia
Viterbese, colpo Sforzini

Il centrocampista a un passo
Per lattacco si segue Ardemagni
di Giovanni Mazzilli
BARI

Una rivoluzione. E non finita. Il Bari della passata


stagione si sta praticamente sgretolando sotto l'incessante lavoro di demolizione e ricostruzione della premiata ditta Giancaspro, Stellone, Sogliano. Ognuno per
la propria parte, con il chiaro intento di dare un taglio al
passato. E non solo dal punto
di vista sportivo. Per quel che
riguarda il campo, della vecchia, anzi vecchissima guardia resistono soltanto in tre.
Sabelli, Romizi e Defendi. Ci
sarebbe anche De Luca, che
per di prestito in prestito rimane comunque di propriet dell'Atalanta. Tre calciatori passati indenni dalle forche
caudine del fallimento, della
cosiddetta "meravigliosa stagione fallimentare" che per
un'inezia non consent al Bari
di tagliare il traguardo della
serie A, della deludente stagione del duo Mangia-Nicola,
e di quella conclusa lo scorso
giugno con un'altra batosta
sportiva con la squadra che
non riusc a superare il Novara nei play off. Una sconfitta
che allo stesso tempo decret
la fine della parentesi di Gianluca Paparesta come azionista di maggioranza e presidente del Bari.
L'ESODO. Per fine contratto

sono andati via Gemiti, Jakimovski, Donati, Porcari,


Petropoulos, Rada, Lazzari,
mentre per fine prestito Sansone, Rosina, Tutino, Contini, Del Grosso, Cissokho,
Donkor, Puscas, Minala e
Dezi.
Praticamente un'intera squadra. Sogliano ha poi provveduto a girare Guarna al Foggia, Ligi al Cesena, Gentsoglou all'Hnk Hajduk Spalato, Minicucci all'Andria, oltre
a cessioni classificate minori
come Leonetti al Lumezza-

ne, Longo All'Akragas, Guadalupi al Fondi.


GLI ARRIVI. Cambia l'allenato-

re, cambia il modulo di gioco e di conseguenza arrivano


nuovi calciatori. Sogliano che
ha un budget da rispettare, sta
cercando di coniugare qualit tecniche, affidabilit e costi
nei parametri fissati dalla societ, affidandosi a calciatori
che hanno gi lavorato con
lui. Da quello che si visto finora la lancetta del barometro
tecnico stabile sul positivo.
E' un Bari che gi piace, anche
se ancora da completare soprattutto dalla cintola in su. In
difesa confermati, Sabelli, Tonucci e Di Cesare l'ingaggio di
Cassani, Moras e Daprel ha
dato maggiore completezza al
reparto. Per quanto riguarda
il portiere da affiancare a Micai, incassato per il momento il no del Bologna per Angelo Da Costa, Sogliano sta
pensando a Benussi che giu-

sto per gradire ha pubblicato su facebook una foto della


nord del San Nicola in festa.
Per il centrocampo sono arrivati Basha dal Lucerna, gli
esterni Martinho dal Carpi e
Fedato dal Livorno, mentre
per l'attacco oltre alla conferma del prestito di De Luca
arrivato Monachello entrambi dall'Atalanta.
GLI OBIETTIVI. Oltre all'argenti-

no Cirigliano che gi si sta allenando a Bari, ma che deve


ottenere il passaporto italiano per essere tesserato, Sogliano sempre sulle tracce
dell'esterno di destra Furlan
che per la Ternana per il momento non vuole cedere. Per
quanto riguarda il quarto attaccante in pole Matteo Ardemagni (29) dell'Atalanta. Il
Bari poi a un passo da David Ivan (21), centrocampista
della Sampdoria e della Under 21 slovacca.
Riproduzione riservata

David Ivan, 21 anni, centrocampista slovacco della Sampdoria lapresse

doppio colpo in vista

Ternana: Di Gennaro e Della Giovanna


di Massimo Boccucci

Potrebbero essere il portiere ventiduenne Raffaele Di


Gennaro e il difensore centrale mancino diciannovenne Fabio Della Giovanna i
primi due volti nuovi della Ternana griffata Benny
Carbone allenatore-manager. Sta convincendo l'Inter in queste ore a cedere in
prestito i due giocatori. Di
Gennaro rientrato a Milano dall'esperienza a Latina, mentre Della Giovanna
ha esordito in Serie A con i
nerazzurri nell'ultima giornata oltre a essere capitano
della Primavera e nel giro
delle giovanili azzurre con la

preparazione portata avanti


in queste settimane entrando anche nelle amichevoli. E' spuntato anche un altro ragazzo dell'Inter, il mediano ventunenne Morten

Le nuove divise
scelte attraverso
un sondaggio on line
tra i tifosi. Il motto:
Hic sunt ferae
Brander Knudsen, la stagione scorsa al Prato, mentre si fa strada il possibile ritorno in rossoverde del centrale difensivo trentunenne

Stefano Ferrario del Catania. C' da fare i conti anche con le possibili partenze: non sono cos sicuri di
restare i vari Falletti, Avenatti, Masi e Furlan che hanno
richieste. Carbone non vuole lasciar partire i big rimasti
e intanto sta lavorando a ritmo pieno su una strada tattica tracciata, ossia il 3-5-2
o 3-5-1-1 che pu considerarsi almeno in questa fase
il modulo di maggiore riferimento.
TANDEM URUGUAIANO. La cu-

riosit rivolta alla coppia


d'attacco che in questo momento vede l'uno accanto
all'altro Avenatti e Fallet-

lega pro-si parte sabato 27

ti che oltre al trequartista e


l'esterno (come a Cesena in
Coppa Italia la vigilia di ferragosto) agisce in attacco libero comunque di muoversi con il connazionale riferimento centrale pi avanzato. Carbone guida le sedute
all'antistadio Taddei contando anche sul calore dell'ambiente che sta imparando a
conoscerlo. Lui per primo
ha mandato segnali alla
piazza: Vorrei che la gente si avvicinasse a noi, perci lavoriamo a porte aperte. Carbone non ha previsto, per ora, alcuna amichevole: la squadra si preparer
fino a domani e rester a riposo domenica per poi ri-

prendere luned. Intanto,


per scegliere la nuova maglia con la scritta "Hic sunt
ferae" sono stati coinvolti i
tifosi rossoverdi attraverso
una votazione on line sul
sito ufficiale del club.
ADDIO DOTO. Se n' andato
Paolo Doto, aveva 58 anni e
per tutti era semplicemente il "Geniaccio". Era malato
da tempo e occupa un posto
nella storia rossoverde con
la squadra dello spareggio di
Cesena costruita da Ernesto
Bronzetti e guidata in panchina da Claudio Tobia. Lascia la moglie Stella e le figlie
Giulia e Veronica.
Infopress

Ufficiale: il centrocampista Jacopo Dezi (24) del Perugia.


Il Napoli ha depositato i documenti del prestito con diritto di riscatto. Dezi dovrebbe
esordire domani nellamichevole con il Teramo. Ufficiale a
Cesena larrivo del terzo portiere Lorenzo Bardini (20) acquistato a titolo definitivo dalla Fiorentina. Saluta il difensore Filippo Capitanio (23)
che passato a titolo definitivo al Teramo. Il Latina ufficializza il mediano Christian
DUrso (19), campione dItalia con la Primavera della
Roma lo scorso giugno. Lesterno Gaetano Letizia (26)
sembra molto vicino al passaggio al Crotone. Continuano le trattative per lapprodo
in biancorosso del terzino
Aljaz Struna (26) del Palermo. Il presidente dellEntella, Gozzi, ha parlato durante
la presentazione della squadra rispondendo alle domande su Antonio Cassano (34):
Antonio un amico, sarebbe un sogno vederlo con la
maglia dellEntella. La questione per nele mani della Sampdoria. Se si concretizzassero le condizioni lo accoglieremmo a braccia aperte.
Per me fa la differenza in Serie A, figuriamoci in B. Noi siamo una squadra di provincia
e per noi i sogni si realizzano
con pi difficolt, ma vediamo gli ultimi giorni di mercato cosa succeder.
lega pro. La Lucchese bussa

alla porta della Fiorentina per


il giovane esterno Simone Minelli (19). Tra la Juventus e il
Pontedera c laccordo per il
ritorno in granata del centrocampista Elvis Kabashi (21).
Caccia a un attaccante. I nomi
sullagenda del ds Nelso Ricci sono Francesco Virdis (29)
ed Edoardo Defendi (24). Il
Messina sulle tracce del centrocampista Fabrizio Lo Sicco (24). Colpo di mercato ufficiale della Viterbese: lattaccante Ferdinando Sforzini
(32). La sua stagione pi significativa quella 2011/12: con
la maglia del Grosseto, in serie B, realizz venti reti. Il Teramo ha messo gli occhi su
Kelvin Ewome Matute (28),
centrocampista camerunese di propriet della Casertana. LAncona di Brini lavo-

Antonio Cassano lapresse

ra allarrivo di un attaccante.
In queste ore ha preso quota lipotesi Antonio Schetter
(34): nellultima stagione ha
giocato con il Martina. Non
verranno tesserati dalla societ dorica sue giocatori che
erano stati per alcuni giorni in
prova. Si tratta dellattaccante tedesco Alili Ricci (21) e del
mediano ghanese Anthony
Badu (20). Agli ordini di Brini
c Marco Djuric (24), proveniente dal Cesena: ha firmato un accordo biennale con i
dorici. Il centrocampista Luciano Gualdi (27) di fatto un
nuovo giocatore del Fano. Un
giocatore in prova alla Sambenedettese: il centrocampista Lima Brito Robinson (18),
nativo di Capo Verde durante
la scorsa stagione stato uno
dei punti fermi della Primavera del Crotone. Giovanni Villari e Vittorio Tosto non sono
pi da ieri rispettivamente il
direttore generale e il direttore sportivo dellAcr Messina.
I due rapporti lavorativi sono
stati interrotti per divergenze sulla gestione. Villari continuer a occuparsi dellarea
legale. Sul fronte della squadra il difensore Lorenzo Burzigotti (29) passato al Gubbio, mentre lattaccante Giuseppe Madonia (33) a un
passo dal Messina.
Hanno collaborato s.c.,
infopress, atc, gieffepress

reparto al completo

Modena e Catania, che sfide Taranto, Allegretti vicino


Lo show della 1 giornata: arrivano Parma e Juve Stabia Lattaccante arriva dalla Vibonese: mercoled in campo?
di Antonio Galluccio

La Lega Pro ha diramato date e orari per le prime tre giornate di campionato. Il turno inaugurale scatter sabato 27 agosto con dieci gare delle quali nove nel girone B e una nel girone
C: fra le partite in programma il derby
emiliano tra Modena e Parma, la gara
fra Venezia e Forl, l'anticipo tra Catania e Juve Stabia. Domenica 28 agosto diciotto partite con in campo l'intero girone A e otto gare del girone C:
sar il giorno dei derby di cui due in Toscana, uno in Calabria, due in Puglia e
uno in Sicilia, dove Pontedera, Prato,
Catanzaro, Foggia, Monopoli e Messina ospitano, rispettivamente, Siena,
Tuttocuoio, Cosenza, Andria, Lecce e
Siracusa. Nelle prime tre giornate non
ci saranno partite alle ore 14.30. Per le
gare della seconda e della terza giornata potrebbero esserci variazioni relativamente ad eventuali anticipi e posticipi in tv.
FASCE ORARIE. Resi noti, inoltre, i gior-

ni e le fasce orarie di ciascun raggruppamento durante tutto il campiona-

to. Per il girone A: fino a novembre la


domenica alle 14.30 e alle 18.30, da dicembre a febbraio la domenica alle
16.30 e alle 20.30, da marzo a maggio
il sabato alle 14.30, alle 16.30, alle 18.30
e alle 20.30. Per il girone B: fino a novembre il sabato alle 14.30, alle 16.30,
alle 18.30 e alle 20.30, da dicembre a
febbraio la domenica alle 14.30 e alle
18.30, da marzo a maggio la domenica
alle 16.30 e alle 20.30. Per il girone C:
fino a novembre la domenica alle 16.30
e alle 20.30, da dicembre a febbraio il
sabato alle 14.30, alle 16.30, alle 18.30
e alle 20.30, da marzo a maggio la domenica alle 14.30 e alle 18.30. Prevista
anche una gara alle ore 12.
PRIMA GIORNATA. Girone A, domenica 28

agosto, ore 16.30: Arezzo-Como; GianaCarrarese; Lupa Roma-Pistoiese (a Tivoli); Renate-Olbia (a Meda);Viterbese-Cremonese; ore 18.30: Livorno-Racing Roma; Lucchese-Piacenza;Pontedera-Siena; Prato-Tuttocuoio;Pro
Piacenza-Alessandria. Girone B, sabato 27 agosto, ore 16.30: Lumezzane-Teramo;Sambenedettese-Padova; Sudtirol-Fano; ore 18.30: Pordenone-Gub-

bio; Santarcangelo-Feralpi Sal;Venezia-Forl; ore 20.30: Ancona-Mantova;


Bassano-Reggiana; Modena-Parma.
Rinviata: Albinoleffe-Maceratese. Girone C, sabato 27 agosto, ore 16.30: Catania-Juve Stabia. Domenica 28 agosto,
ore 16.30: Akragas-Vibonese; Catanzaro-Cosenza; Fondi-Reggina; Melfi-Casertana; Monopoli-Lecce; ore 20.30:
Foggia-Andria (porte chiuse); Messina-Siracusa; Taranto-Matera. Rinviata: Paganese-Virtus Francavilla.
DATE. Il campionato si concluder il 7

maggio. Due le soste: l'8 gennaio e il 15


gennaio. Boxing Day: il 26 dicembre e
il 30 dicembre. Tre i turni infrasettimanali: il 13 e il 14 settembre, il 6 e il 7 dicembre, il 4 e il 5 aprile. Play off: prima
fase in gara unica il 14 maggio, seconda fase con andata, il 21 maggio, e ritorno, il 24 maggio, Final Eight con andata dei quarti, il 28 maggio, e ritorno,
l'1 giugno, semifinali, il 7 giugno, e finale, l'11 giugno, entrambe in gara unica su campo da stabilire. Play out: turno unico con andata, il 21 maggio, e ritorno, il 28 maggio.
Riproduzione riservata

TARANTO - Il Taranto si gode i primi pensato Magnaghi, arrivato da poco


applausi della nuova stagione, com- ma entrato gi nel cuore dei tifosi rosplice la vittoria ottenuta mercoled ai sobl. Lex attaccante dellAtalanta ha
danni del Melfi, nel primo match di realizzato la doppietta che hanno percoppa Italia Lega Pro. Sorride Aldo messo agli jonici di scacciare via gli
Papagni, soddisfatto per la prestazio- incubi e avere la meglio su un avverne dei suoi che, al di l
sario coriaceo e mai
di qualche calo di condomo. Prima di destro,
centrazione avuti nel- Buona la prima gara poi in acrobazia: due
le battute finali del pri- dei rossobl
reti di pregevole fattumo tempo e in occara, un biglietto da visisione del vantaggio dei in Coppa Italia:
ta per una piazza che
lucani, hanno condot- Magnaghi gi
si aspetta tanto, dopo
to a lungo la gara tro- nel cuore dei tifosi
quattro anni di soffevando le energie nerenza vissuti nellincessarie per ribalta- Fari puntati anche
ferno della serie D.
re il risultato nellarco di cinque minuti. Il sul mediano danese il mercato. E una vittoria che, per, non
Taranto, quindi, sem- dellInter, Knudsen
bra essere sulla strada Per Agyei sfida
deve rallentare la corsa ai rinforzi richiesti
giusta. E piaciuto De con la Casertnana
da Papagni alla diriGiorgi, stantuffo inesauribile sulla corsia di
genza. Il responsabile dellarea tecnica
destra, cos come Potenza che Papagni non ha esitato a Francesco Dellisanti al lavoro per
definire calciatore intelligente per regalare al trainer di Bisceglie almeno
la sua duttilit tattica che permette due innesti a centrocampo, dopo aver
allallenatore di variare gli schemi a blindato la porta con larrivo di Artem
seconda delle situazioni. Ai gol ci ha Makarov (20), prelevato in prestito

dalla Fiorentina e pronto a giocarsi


fin da subito le possibilit di strappare a Maurantonio (incerto in occasione del gol melfitano) i gradi di titolare. Piace il ghanese Daniel Agyei
(24) del Benevento, sul quale forte
la concorrenza della Casertana che
lo ha gi avuto, a titolo temporaneo,
la passata stagione. Fari puntati anche su Morten Knudsen (21), mediano danese di propriet dellInter. Sugli esterni si interverr inserendo due
elementi under che permetteranno a
De Giorgi e a Garcia (si attende ancora il transfer per lo spagnolo) di rifiatare. Trattativa in dirittura darrivo, invece, per lattaccante Diego Allegretti
(24), gli ultimi tre campionati in forza
alla Vibonese. Con i calabresi, la passata stagione, ha collezionato trentaquattro presenze e messo a segno diciannove reti. Laffare si far, con la fumata bianca attesa a breve. Allegretti
completer il reparto avanzato a disposizione di Papagni che potrebbe
averlo a disposizione per la seconda
gara di coppa in programma mercoled sul campo del Fondi.
Lps

venerd
19 agosto
2016

OLIMPIADI

PALLANUOTO

23
Corriere dello Sport
Stadio

settebello
finale
regalata

Campagna: Lezione utile contro la Serbia


Domani c il bronzo in palio col Montenegro
di Marco Evangelisti
inviato a Rio de Janeiro

Solo che questi non sono


umani o forse lo sono pi degli azzurri ma non vogliono
sembrarlo. La Serbia che dal
2009 a oggi sta vincendo tutto tranne le Olimpiadi - ma
non ci manca molto, ormai
- ha ancora fame e sete, bevono tutti lacqua della piscina e divorano il pallone
dopo averlosbriciolato con
le mani nude. Squadra da incubo pi che da sogno, Dream Team della pallanuoto
s ma senza alcuna eleganza, senza compiacimenti e
senza schemi di gioco, che
non servono.
Loro conquistano, afferrano. Simpossessano del pallone, se lo passano tra loro
per un minuto intero che
equivale al tiki taka moltiplicato tre volte per se stesso. La leggerezza non sta da
nessuna parte, neppure nelle facce dure come incudini
di questa compagnia di giramondo. Quattro giocano
nella Pro Recco, Randelovic
a Brescia, chi al Galatasaray,
chi in Ungheria, dovunque si
campi di pallanuoto. Poi tutti
insieme appassionatamente
o anche no, purch si vinca.
Entrano in piscina in verticale, si chiudono a testuggine,
danzano una sorta di haka

anfibia, spostano cisterne di


liquido con le bracciate violente. La legge di Archimede,
quello dei fluidi che sostengono chi vi si immerge, per
loro solo linizio.
COMPAGNI E AMICI. Hanno
preso il Settebello e gliene
hanno fatti sette tutti molto belli in soli tre tempi. Se
hanno consentito agli az-

Bodegas s battuto
con una mano
ferita: La partita
di chiusura deve
essere diversa

4
anni

Da quattro anni il Settebello


non riesce a battere la Serbia:
lultima vittoria risale
alla semifinale olimpica
di Londra 2012 in cui
gli azzurri, il 10 agosto,
superarono i serbi per 9-7.

zurri di avvicinarsi perch


sono umani e si distraggono e perdono il senso della misura del mondo come
chiunque altro. Di tanto in
tanto. Come allinizio del torneo, quando ne hanno pareggiate due e hanno perso
con il Brasile. Come nellultimo tempo della partita di
ieri, quando hanno concesso spazio allItalia.
Siamo amici, giochiamo
spesso insieme, una volta
spianata la partita non cera
bisogno di spargerci sopra
anche il sale. Domani i serbi andranno a prendersi loro, bisogna supporre, in una
nuova sfida slava con la Croazia che far bollire la vasca.
LItalia finisce nella finale per
il bronzo con il Montenegro
e non poi male. Hai la possibilit di chiudere lOlimpiade con un risultato piacevole invece che sotto un
pianoforte caduto dal sesto
piano.
LA SCOSSA. Due gol di scarto

sembrano normali, parziali


di 0-3 nel primo tempo e di
0-6 in pieno secondo non lo
sono, non in una semifinale
olimpica. Infatti il ct Sandro
Campagna non china la testa e non accetta: Non andata come ai Mondiali, dove
ci avevano schiacciato. Qui
glielabbiamo regalata. Non

doveva essere questo lapproccio, non me laspettavo.


Fiacchi nelle nostre superiorit numeriche, poca aggressivit, non ci era mai capitato in questo torneo. Complimenti alla Serbia, che in tre
anni ha scavalcato davvero
tutti. Ma noi avremmo dovuto incartargliela, cera la
possibilit di riuscirci.
Il bronzo rimasto l, non
stato portato via dalla corrente. E spero che questa
lezione sia utile. Perch il
Montenegro giocher come
ha giocato la Serbia, quindi
i ragazzi sapranno che cosa
aspettarsi. E sapranno fare
quello che stavolta non ci
riuscito. Le ho provate tutte,
ho sostituito il portiere Tempesti per dare una scossa alla
squadra. Abbiamo perso una
grande occasione.
Ci proveranno ancora,
tutti insieme, perch la
prossima lultima partita
e devessere diversa, dice
Michael Bodegas. Ha una
mano fasciata, avrebbe dovuto stare fuori e invece andato dentro. Il coraggio non
mancato. Non alla fine.
Quello dellultimo quarto era
lo spirito con cui disputare
la partita. Perch avremmo
potuto, dovuto giocarla intera. Non solo alla fine, raccogliendo i resti del banchetto.
Riproduzione riservata

Andrea Fondelli, 22 anni, al tiro davanti al serbo Stefan Mitrovic, 28 Ansa

la partita

Azzurri affondati con un 6-0

I serbi partono a razzo, chiudono ogni varco e... il match


Italia8
Serbia10
(0-3, 2-3, 0-1, 6-3)
ITALIA: Tempesti, Di Fulvio, Figlioli 1, Gallo 2, C.
Presciutti 2, Aicardi, N. Presciutti, Gitto, Fondelli, Velotto 2, Nora, Bodegas 1, Del Lungo. Ct. Campagna.
SERBIA: B. Mitrovic, Gocic, Randelovic, D. Pijetlovic 1, Filipovic 2, Prlainovic 2, S. Mitrovic 1, Nikic
2, Aleksic, Jaksic 1, Mandic 1, Cuk, G. Pijetlovic. Ct.
Savic.
Arbitri: Stavridis (Gre) e Flahive (Aus).
Note: in porta nella Serbia il n.13 B. Mitrovic, l'Italia
comincia con Tempesti sostituito al 3'43" del 2 t. da
Del Lungo. Ammoniti per proteste il ct Campagna
nel 2 t. e il ct Savic nel 4 t. Usciti per limite di falli:
Randelovic (Srb), Stefan Mitrovic (Srb), Gitto (Ita) e

Aleksic (Ser) nel 4 t. Superiorit numeriche: Italia


4/15, Serbia 6/11. Spettatori: 5000.
di Alberto Dolfin
RIO DE JANEIRO

Sandro Campagna aveva provato a scaricare un po' di pressione sulla Serbia, sottolineando come le mancasse ancora la
medaglia olimpica. Parole che per forse hanno stuzzicato la fame dell'armata
di Dejan Savic che ha demolito il Settebello. Un avvio da schiacciasassi: pronti, via e il primo tempo si chiude 3-0. La
Serbia non si accontenta, Branislav Mitrovic erge un vero e proprio muro davanti alla sua porta, mentre le bocche da
fuoco offensive sono caldissime.

Tra queste Andrija Prainovic, lunga


militanza nella Pro Recco prima del passaggio allo Szolnok (Ungheria). I campioni mondiali allungano fino al 6-0, Campagna richiama Tempesti e mette Del
Lungo a difesa dei pali, ma una mossa disperata. L'Italia ha una timida reazione, per i serbi continuano a mantenere le distanze. Il gol che ammazza
le speranze azzurre il siluro di Dusan
Mandic, altro prodotto della Pro Recco,
per il 10-5 a 4"11 dal termine. Le reti in
serie di Cristian Presciutti, Gallo e Bodegas servono solo a limitare il passivo. Per
la rimonta tardi, domani la sfida per il
bronzo col Montenegro.
Riproduzione riservata

24
Corriere dello Sport
Stadio

OLIMPIADI

venerd
19 agosto
2016

PALLAVOLO

CREDICI
ITALIA, ORA
SEI libera

Il volley in campo contro gli Stati Uniti


per poter poi inseguire loro maledetto
Zaytsev: Ci siamo tolti un peso
di Marco Evangelisti
inviato a Rio de Janeiro

Ma qui neanche il mago malvagio di Harry Potter o il miraggio della Roma del calcio
quando era allenata da Rudy
Garcia. Tutto quello che non
devessere nominato messo insieme in una sola partita, Italia contro Stati Uniti,
semifinale dellOlimpiade,
un rodeo in cui tutto servir, restare saldi in sella, ruotare il lazo, essere abili a cadere in piedi. E lItalia a cavalcare il toro infuriato, perch tali sono gli Stati Uniti.
Dovunque e specialmente
nella pallavolo. Una squadra che non muore mai,
dice Osmany Juantorena, e
infatti ha preso pallonate in
faccia dallItalia al primo turno ed ancora l a inseguire
una medaglia, pronta a prenderne altre. Di pallonate e di
medaglie.
OLTRE IL MURO. C Aaron
Russell detto il Ragno che
piazza intorno a venti punti alla volta e a Perugia addirittura lo pagano per farlo. Fa
brividi la tenaglia che forma
con Matt Anderson, il quale quando picchia il pallone
sembra voglia punire qualcosa o qualcuno per la depressione che lo aveva colpito nel 2014, per la lontananza da casa che prova stando a Kazan, in Russia, e per

lautismo del nipote Tristin,


in nome del quale ha avviato una serie di attivit benefiche. In fondo inutile starli
a elencare, la pallavolo gioco armonico e Juantorena
ha tagliato corto: gli uomini possono cedere, gli Stati Uniti come squadra non
cedono mai.
E poi fosse davvero tutto in
quella partita. S, perch

Con lIran ha
servito a 127 km/h,
record per i Giochi
Prometto, lascio
se vinco il titolo

ori olimpici usa

La nazionale maschile degli


Stati Uniti ha vinto tre volte
lOlimpiade: nel 1984 a Los
Angeles, nel 1988 a Seul, nel
2008 a Pechino. 5 nel ranking
mondiale, a Londra 2012 fu
eliminata dallItalia nei quarti

qui e adesso: cos dicono gli


azzurri dopo aver maltrattato lIran. Avevano cercato di
andarci piano, hanno capito dopo un set e un quarto
che non era il caso. E adesso preferiscono non guardare oltre la muraglia americana, l dove intanto Brasile e
Russia si disputeranno laltro
posto in finale. Preferirebbero, in realt. La sindrome di
ci che non deve essere nominato ha preso possesso
dello spogliatoio, anche se i
giocatori laffrontano con lo
spirito costruttivo di chi sa
ridere delle disgrazie. Specialmente se sono disgrazie
altrui. Ivan Zaytsev sta giocando con un furore che gli
paralizza la faccia durante la
partita e gliela lascia libera
solo quando lultima palla
caduta. Contro lIran ha servito a 127 chilometri allora,
record olimpico di Christian
Savani e del tedesco Gyorgy Grozer di Londra 2012
eguagliato. Della delusione
ha esperiernza diretta: Siamo rimasti in pochi ad averne. A Londra cero io e cera
Birarelli. Comincio a sentirmi vecchio per questo gioco. Se vinciamo loro smetto, una promessa.
A uno che pronuncia una
promessa con quella faccia
non crederebbe neppure il
confessore. Comunque ecco
che linnominabile stato
nominato, la medaglia do-

ro che resta lultima frontiera della pallavolo italiana,


dopo tre Mondiali, sei Europei, otto World League. E due
argenti olimpici e tre bronzi.
Sono ventanni da Atlanta, l
dove lOlanda ribalt un risultato che sembrava piantato nel cemento, gli azzurri
gettarono i fiori della premiazione nel primo cesto della
spazzatura e il ct di allora Julio Velasco cominci a pensare che qualcosa era finito.

Ivan Zaytsev, 27 anni, protagonista anche del quarto di finale vinto dallItalia contro lIran ansa

donne

Le statunitensi
ko, la Serbia
prima finalista

IL PESO. Ad Atene ci fu meno

dolore e non per vaccinazione emotiva, solo perch


il Brasile dellepoca ruggiva in testa a chiunque. Si
and per imprese, si torn
con quello che si meritava.
Resta la maledizione, la privazione di una squadra che
non pu e non vuole rinunciare al titolo pi prestigioso, non oltre perch non lo
merita. LItalia era arrivata
a Rio senza pensarci granch, o meglio senza lasciare che gli altri ci pensassero.
Ma Zaytsev fa notare: Adesso molto cambiato, siamo
diventati i favoriti, certamente lo eravamo nel quarto di
finale. Abbiamo cominciato a sentirlo, nella testa, sulle spalle. Ma se cera un prezzo da pagare, lo abbiamo pagato. Siamo pronti. Anche
a violare quella precipitosa
promessa di ritiro.

RIO DE JANEIRO - andata


male agli Usa nella prima
semifinale del torneo di volley
femminile. Le campionesse del
mondo di Karch Kiraly sono
state sconfitte al tie-break
dalla Serbia, che nel quinto set
era sotto 8-11. Il 3-2 finale
(20-25, 25-17, 25-20, 16-25,
15-13) regala al volley
femminile serbo la prima finale
della loro storia. Migliore
marcatrice Brankica Mihajlovic
con 22 punti. Il miglior risultato
delle serbe era stato finora il
quinto posto ai Giochi di
Pechino 2008. Nella notte si
giocata laltra semifinale, tra la
Cina e lOlanda, guidata in
panchina dal tecnico
modenese Guidetti.

Riproduzione riservata

Riproduzione riservata

I PRECEDENTI

Noi e i fenomeni Usa,


quelle sfide impossibili
INVIATO A RIO DE JANEIRO - Siamo diversi ma siamo uguali, mescolati da generazioni. Italia e Stati Uniti, noi una
popolazione che arrivata
dappertutto a spaccare latomo o a ad aprire gelaterie,
loro che sono il dappertutto, motore della storia moderna. E dello sport, specialmente adesso che sono stati liberati dallincombenza di
affrontare svariati e presunti
imperi del male.
In alcune regioni dellagonismo lItalia superiore
ma in generale non dovrebbe
esserci lotta. Infatti non c,
gli Stati Uniti hanno il quadruplo delle nostre medaglie doro e alla fine la moltiplicazione sar pi ampia.
Ma li sfidiamo sempre, perch siamo testardi, perch
non ci sentiamo secondi a
nessuno, perch qualche vol-

ta loro pensano troppo e noi


inventiamo abbastanza.
Cento anni. La pallavolo ha

le sue storie, le abbiamo prese e date, a parte quellepoca


doro degli americani quando cera Karch Kiraly, caro lei,
e loro schiacciavano qualsiasi cosa si muovesse. Altrove, Italia e Stati Uniti hanno
spesso cominciato qualcosa
che poi andata avanti. Ma
s, persino nel calcio quando
gli yankee erano trapiantati
un po inglesi, un po haitiani e brasiliani, multietnici pi
di adesso, e inaugurarono il
primo Mondiale di calcio infilando tre gol al Belgio. Cento anni cambiano le cose ma
anche quattro: loro furono
terzi in quel 1930, noi li battemmo 7-1 nella gara inaugurale del torneo successivo, il 27 maggio 1934 a Roma.

Ci sono anche cose che non


cambiano e allepoca bastava
vestire la Juventus di azzurro,

Stati Uniti contro


Italia, dal Mondiale
di calcio del 1934 a
quando piegammo
il Dream team
Il Madison tifava
Benvenuti. E Nebiolo
ide il Golden Gala
per permettere
a Mennea di batterli
Combi, Monti, Orsi eccetera.
Col calcio forse non leale,
con il basket s. Era gi Dream Team, anche se neppure vinse lOlimpiade di Atene:

oro allArgentina, noi secondi e gli Usa terzi senza toccarci. Ma ci eravamo sfiorati il 3
agosto, vigilia dei Giochi, e
loro presero la scossa, 95-78 a
Colonia. Gianmarco Pozzecco fa canestro e prende fallo
passando sui piedi di Allen
Iverson, poi sinchina al pubblico. Mai pi e mai prima,
da quando ci sono i giocatori Nba, gli statunitensi hanno
perso in amichevole. In precedenza li avevamo messi ko
con un gancio di Renzo Bariviera al Mondiale 1970. Erano poco pi di una formazione di missionari.
Inseguimenti. Ci sono state
notti in cui abbiamo invaso
gli Stati Uniti e lo scoprimmo per telegrafo o in diretta radiofonica. Primo Carnera nel 1933 and a vincere il titolo mondiale dei

Basket, Italia-Usa 95-78 (2004): Gianmarco Pozzecco CIAMILLO

massimi mettendo ko alla


sesta Jack Sharkey e lo perse lanno dopo contro Max
Baer, che aveva come braccia
tentacoli avvelenati. Oppure,
Nino Benvenuti. Tra il 1967
e il 1968, tre incontri assatanati con Emile Griffith, due
vinti, quello di mezzo per-

so, il Madison Square Garden che dovrebbe stare da


una parte sola e infatti ci sta,
da quella inattesa: scandendo Nino, Nino, perch erano
altri anni, Benvenuti bianco e Griffith stava simpatico
solo a pochi e scelti parenti. Altre volte ce li siamo an-

Calcio, Italia-Usa 7-1 (1934): lingresso degli azzurri GIULIANI

dati a cercare, come Pietro


Mennea dopo loro dei 200 a
Mosca. Gli statunitensi non
cerano per boicottaggio, lui
aveva battuto solo lirriducibile britannico Alan Wells
e Primo Nebiolo organizz
il Golden Gala promuovendolo come la vera Olimpia-

de. Mennea vinse e adesso il


Golden Gala si chiama con il
suo nome in memoriam. Secondo si piazz il caposcuola giamaicano Don Quarrie.
Cliff Wiley e Ronnie Taylor
dietro. Distanti.
m.e.

Riproduzione riservata

venerd
19 agosto
2016

OLIMPIADI

25
Corriere dello Sport
Stadio

PALLANUOTO

setterosa
decidono
le numero 1

Al centro della finale il duello tra portiere


La Gorlero: La Johnson ha un punto debole
ma lo dir solo se vinciamo lOlimpiade
di Alberto Dolfin
RIO DE JANEIRO

Entrambe indossano la calottina rossa per cui saltano


subito all'occhio in vasca,
guardiane delle porte di Italia e Stati Uniti. Giulia Gorlero contro Ashleigh Johnson.
La sfida tra i due portieri del
Setterosa e della formazione
a stelle e strisce campionessa
del mondo in carica sar uno
dei temi chiave della finalissima odierna (ore 20.30) per
il titolo olimpico della pallanuoto femminile. Le loro parate hanno portato le rispettive squadre all'atto finale del
torneo, lo dicono anche i numeri: 65,9% di salvataggi per
l'azzurra, 63,6% per la statunitense. In palio, oltre alla medaglia del metallo pi prezioso, c' anche il titolo di miglior
portiere. Eccome se mi piacerebbe ricevere un riconoscimento del genere - risponde convinta la Gorlero - Ma
ci che mi interessa di pi
l'oro. In questo torneo ho provato tante emozioni forti, ma
me lo godr appieno soltanto quando vincer la finale.

Una spettacolare parata di Giulia Gorlero, 25 anni, nella semifinale contro la Russia Lapresse

finale dopo 12 anni

Il c.t.: Loro
favorite, noi
al massimo
RIO DE JANEIRO - (a.d.) Dodici
anni dopo l'apoteosi di Atene,
il Setterosa vede di nuovo
l'Olimpo. Manca solo l'ultimo
atto del torneo a cinque cerchi
contro la grande favorita,
unico ostacolo per raggiungerlo. Le sensazioni sono
positive perch abbiamo
raggiunto il massimo: adesso
ci manca l'ultima scalata spiega il ct azzurro Fabio Conti
- Sappiamo della loro forza e
ma ce la metteremo tutta per
strappare l'oro. Siamo
soddisfatti di quanto
ottenuto, ma la finale olimpica
va giocata per vincere. Il
Setterosa ci crede ed pronto
a ribaltare in acqua il
pronostico della carta.

La migliore. Non si acconten-

ta la venticinquenne imperiese e come potrebbe ora che il


bersaglio grosso cos vicino. Gi a Budapest 2014 aveva vinto il premio come miglior portiere dell'Europeo,
mentre dodici mesi fa a Ka-

Riproduzione riservata

Triathlon

LOTTA

zan era stata cruciale per la


conquista del bronzo iridato
nel torneo in cui la Johnson
si metteva al collo l'oro e veniva riconosciuta quale migliore numero uno dell'intera rassegna, oltre che miglior
giocatrice nella finale vittoriosa contro l'Olanda.
A Rio indossa la calottina numero 13, ma poco importa. All'Olympic Aquatics

La statunitense
nera velocissima
nel nuoto: a 15 anni
sui 50 stile libero
batteva la Manuel!

12
gol

E anche un confronto tra


bomber, ovviamente: Maggie
Steffens capocannoniera
di Rio con 16 gol; tra le nostre
Roberta Bianconi e Arianna
Garibotti ne hanno segnati
12 a testa.

VELA

Stadium non hanno brillato solo le stelle di Michael


Phelps e Katie Ledecky. Nello squadrone statunitense,
infatti, si sono messe in luce
due campionesse afroamericane, a voler zittire una volta
di pi il luogo comune che il
nuoto uno sport per bianchi. Al trionfo di Simone Manuel nei 100 stile libero fanno eco le parate della Johnson, che vanta un personale di 23"46 sui 50 stile libero
nuotato a 15 anni, et in cui la
Manuel copriva la vasca secca in 23"33. Il nuoto non faceva per per Ashleigh, che
ha trovato la sua dimensione a difesa dei pali. E pensare che la mamma, trasferitasi in Florida dalla Giamaica
dopo la rottura con il marito, l'aveva iscritta ad un corso di nuoto assieme ai quattro
fratelli perch temeva che in
sua assenza, mentre svolgeva
i turni da infermiera in ospedale, potesse accadere qualcosa ai figli nella piscina della loro casa a Redland. E cos
diventata un asso internazionale in acqua, nonch un
modello di ispirazione in scala mondiale, cos come la Manuel.
orgoglio. Sono

orgogliosa di ricoprire questo ruolo:


spero che tutti si accorgano
di quanto bella la pallanuoto e che atlete con il mio colore della pelle possano eccel-

lere in questo sport - spiega


la ventunenne statunitense
- Gi la vittoria di Simone
stata uno splendido messaggio per tutti gli afroamericani.
Prima di questi successi non
avevo realizzato di poter essere un punto di riferimento
perch crescendo non ho mai
pensato al colore della pelle o
ad altri fattori come discriminanti: mia madre ha cresciuto
me e i miei fratelli senza pregiudizi. E sulla rivale dal lato
opposto della vasca, spende
parole importanti: La Gorlero molto forte e sono certa
che vedrete una grande battaglia tra portieri.
Uno dei punti di forza
dell'azzurra senza dubbio
la gestione della difesa. I suoi
urlacci si sono sentiti soprattutto nell'inizio ad handicap
della semifinale con la Russia.
Lo faccio sempre, ma in quel
caso era necessario per far capire che stavamo prendendo
l'andazzo sbagliato - spiega
il numero uno del Waterpolo Messina e della Nazionale
azzurra - Loro favorite? Chi se
ne frega, che lo pensino pure.
Noi entreremo libere e tranquille e cercheremo di girare la situazione a nostro vantaggio. E sulla Johnson, ammette: Lei molto brava, ma
qualche punto debole lo ha.
Per non ve lo dico, ve lo rivelo solo se vinciamo. Non
vediamo l'ora di conoscerlo.
Riproduzione riservata

DOPING

I fratelli Brownlee
Icho, quarto oro di fila Trionfa la figlia di Grael Pesi: kirghizo positivo
sono sempre i padroni nella storia dei Giochi E la Conti dice basta
Tolto subito il bronzo
RIO DE JANEIRO - Come a
Londra 2012, ancora un
podio di... famiglia nel
triathlon maschile. I due
fratelli inglesi Alistair e
Jonathan Brownlee hanno
infatti confermato il dominio
della specialit, vincendo
rispettivamente oro e
argento a Rio 2016 sul
traguardo di Copacabana.
Visto l'ampio vantaggio, il
28enne Alistair si fermato
qualche metro prima della
fine, sventolando la bandiera
britannica e aspettando per
alcuni istanti il 26enne
fratello, prima di tagliare il
nastro di vincitore e poi
abbracciarsi con Jonny.
I due hanno fatto quindi
meglio di quattro anni fa in
patria, quando erano stati
rispettivamente oro e
bronzo. Anche ieri sono stati
protagonisti di una gara
davvero mostruosa: Alistair
stato capace di tagliare il
traguardo in 1h4501,
Jonathan c riuscito dopo
1h4507.
La medaglia di bronzo

I Brownlee nella corsa Getty


andata al sudafricano Henri
Schoeman in 1h4543. Per
quanto riguarda gli azzurri,
Alessandro Fabian ha
concluso al 14 posto in
1h4735 dopo aver lottato
nelle posizioni di testa nelle
prime frazioni, quelle a nuoto
e in bicicletta: per lui quattro
posizioni in meno rispetto a
Londra 2012. Laltro italiano
in gara, Davide Uccellari, non
andato invece oltre la 34
posizione in 1h5106.
riproduzione riservata

RIO DE JANEIRO - Dodici anni


dopo, vince ancora lei. Non
solo: dopo che nel frattempo
lo ha fatto aveva fatto anche
otto e quattro anni fa... La
giapponese Kaori Icho
entrata nella storia vincendo
per la quarta volta consecutiva la medaglia doro alle
Olimpiadi, imponendosi nella
finale di lotta libera anche a
Rio de Janeiro.
Adesso 32enne, la Icho ha
sconfitto la russa Valeriia
Koblova Zholobova per 3-2
nella finale dei 58 kg,
diventando cos la prima
donna a realizzare unimpresa
del genere nella storia
olimpica del suo sport.
Ad Atene il primo oro arriv
quando era appena 20enne,
nella categoria dei 63 kg: a
Pechino 2008 e Londra 2012
si ripetuta nei 63 kg, invece
in Brasile ha combattuto
nella categoria di peso
inferiore.
La Icho in finale era andata
sotto per 2-1, ma riuscita a
ribaltare la situazione
atterrando la Zhobolova e

Kaori Icho, 32 anni Getty


chiudendo la sfida in
vantaggio, come detto, per
3-2.
La giapponese ha dedicato
il quarto trionfo olimpico alla
madre, venuta a mancare lo
scorso anno. La Icho in
carriera ha conquistato
anche 10 ori ai Mondiali ed
stata imbattuta per 13 anni e
189 match fino al gennaio
2016, quando fu sconfitta
dalla mongola Orkhon
Purevdorj.
riproduzione riservata

RIO DE JANEIRO - Torben Grael


ha trovato unerede. Uno dei
velisti pi vincenti della storia
ha applaudito ieri il trionfo
olimpico della figlia Martine.
In una drammatica Medal
Race la giovane brasiliana, in
tandem con Kahena Kunze,
ha conquistato loro della
nuova classe 49er FX.
Quelloro che pap, attuale
c.t. della vela brasiliana,
aveva vinto ad Atlanta 1996 e
ad Atene 2004 nelle Star.
Argento a Los Angeles 1984
(Soling) e bronzo a Seul 1988
e Sydney 2000 (Star), Grael
il pi medagliato velista della
storia dei Giochi assieme al
connazionale Scheidt e al
britannico Ainslie. Ma per gli
italiani Grael, 56 anni, stato
soprattutto il tattico di Luna
Rossa nelle campagne delle
Louis Vuitton Cup 2000
(vinta), 2003 e 2007. Nel
2000, la barca del Team Prada
venne sconfitta per lAmericas Cup da New Zealand.
Martine Grael, che va a vela
dallet di 4 anni, aveva gi
vinto con la Kunze il titolo

Le brasiliane Grael e Kunze


mondiale dei 49er FX nel
2014. Lo scorso anno era
stata sconfitta da Giulia Conti
e Francesca Clapcich. Proprio
le azzurre sono le grandi
deluse di Rio 2016. Il terzo
posto nella Medal Race non
bastato a riscattare una
partecipazione anonima,
tanto pi deludente dopo i
recenti successo euromondiali. A fine regata la
Conti, 30 anni, ha annunciato
il ritiro.
Riproduzione riservata

RIO DE JANEIRO - Primi


doping olimpici legati ad
alcuni importanti
protagonisti delle gare
disputate a Rio de Janeiro. Un
sollevatore di pesi del
Kirghizistan, Izzat Artykov, si
visto ritirare la medaglia di
bronzo vinta ai Giochi dopo
essere stato trovato positivo
al controllo antidoping. Si
tratta del primo caso
accertato di un medagliato in
occasione di questa 31
edizione.
Artykov, 22 anni, terzo
nella categoria dei 69 kg con
un totale di 339 chili dietro il
cinese Zhiyong Shi, primo
con 352, e il turco Daniyar
Ismayilov, secondo con 351,
stato trovato positivo per la
stricnina, una sostanza
stimolante proibita dai
regolamenti, pi nota nel suo
uso comune come pesticida
anti roditori. Latleta kirghizo
stato espulso dai Giochi e
rischia di essere squalificato
per due anni. Il bronzo
dovrebbe quindi passare al
colombiano Luis Javier

Izzat Artykov, 22 anni Getty


Mosquera Lozano, quarto con
338 kg.
Sempre ieri problemi di
doping per un altro medagliato: il 19 enne moldavo
Serghei Tarnovschi, medaglia
di bronzo nel C1 1.000, stato
sospeso per aver fallito un
test di controllo prima
dellOlimpiade. Per ora gli
stata negata la partecipazione alla C2 1.000 con il
fratello Oleg, ma si attendono
ulteriori decisione.
riproduzione riservata

26
Corriere dello Sport
Stadio

OLIMPIADI

venerd
19 agosto
2016

NUOTO

Niente rapina
Video incastra
Lochte & c.

MEDAGLIERE

Il Giappone
dietro i giganti
LItalia resiste
nella Top 10

I nuotatori Usa hanno inventato tutto


per nascondere una bravata notturna
di Mattia Mallucci
INVIATO A RIO DE JANEIRO

Ryan Lochte si ritrovato improvvisamente a nuotare in


acque pi torbide di quelle
verde radioattivo della piscina dei tuffi del Parco Olimpico. Rapinato con una pistola alla testa nella notte
violenta di Rio, o protagonista di una ragazzata coperta con una bugia? Dopo alcuni giorni in cui la questione, ribattezzata Watergate
dai media americani, diventata un caso diplomatico tra
Stati Uniti e Brasile, la verit sembra essere venuta finalmente a galla. E Lochte e
i suoi tre compagni del team
Usa coinvolti nella vicenda,
non ne escono limpidissimi.
PRIMA VERSIONE. Ripercor-

riamo la storia, andando


per passi. Anzi, per versioni.
La prima: domenica scorsa
Lochte (sei ori, tre argenti e
tre bronzi olimpici in carriera), riferisce di essere rimasto vittima di un aggressione a scopo di rapina mentre
si trovava insieme a Gunnar
Bentz, Jack Conger e James
Feigen a bordo di un taxi, di
ritorno al Villaggio Olimpico dopo una festa. Il nuotatore racconta di come i rapitori avrebbero fermato il taxi
mostrando dei tesserini della Polizia per poi, sotto la minaccia di una pistola puntata alla testa, farsi consegnare denaro, orologi e telefoni.

de Janeiro. Bentz e Conger


ieri sono stati fatti scendere
dall'aereo che li doveva riportare negli Usa, e interrogati per quattro ore. Lochte
invece si trovava gi negli Sta-

Lepisodio in una
stazione di servizio
Hanno cercato
di saldare i danni
pagando il gestore
Bentz e Conger
bloccati in aeroporto
Rischio di denuncia
per vandalismo e
falsa testimonianza
ti Uniti, mentre Feigen ancora in Brasile, a disposizione delle autorit.
IL VIDEO VERIT. Nelle ore suc-

cessive un altro video di sicurezza ha contribuito a svelare il giallo, facendo crollare


la versione dei nuotatori. Le
immagini li mostrano protagonisti di un alterco con lo
staff della stazione di servizio
dove si erano fermati al ritorno dal party. Il tutto sarebbe
nato perch Lochte e gli altri
tre, molto probabilmente in
stato di ebbrezza, hanno deciso di utilizzare una zona del
locale per i loro bisogni, danneggiando poi uno dei bagni.
I nuotatori hanno tentato di
dileguarsi, ma sono stati bloccati dal proprietario del distributore e da un addetto alla sicurezza che, ha riferito la Polizia, ha estratto la pistola perch uno degli atleti ha dato
in escandescenze. I quattro
hanno poi offerto del denaro in contante a parziale risarcimento dei danni.
FALSA TESTIMONIANZA. Ma per
il danno di immagine, ormai,

riproduzione riservata

I nuotatori Gunnar Bentz, 20 anni, a sinistra, e Jack Conger, 21 anni, assediati dai media Ansa

I due con lavvocato Sergio Riera, preceduti da un agente, nel posto di Polizia in aeroporto Ansa

DUE ORI rientrati in italia

Paltrinieri: Il record mondiale lobiettivo 2017

NUOVA VERSIONE. Lochte fa

poi una parziale marcia indietro. La rapina c' stata, ma


senza tesserini della Polizia,
senza pistole alla tempia, e
il tutto sarebbe avvenuto in
una stazione di servizio. Versioni discordanti, che fanno
insospettire la Polizia brasiliana. Arriva cos l'ordinanza
del giudice del dipartimento
Tifosi e Grandi Eventi, che
vieta ai quattro di lasciare Rio

c' poco da fare. La Polizia di


Rio, gi nel mirino delle critiche per i tanti episodi di miro
criminalit ai danni dei turisti, non ha gradito di essere
stata screditata dagli atleti a
stelle e strisce. Dovrebbero
scusarsi con noi, ma soprattutto con i cittadini di Rio,
ha dichiarato Fernando Veloso, capo della Policia Civil.
I quattro ora rischiano una
denuncia per vandalismo e
falsa testimonianza. Ma possono anche sperare di cavarsela come Dawn Fraser, che ai
Giochi del 1964 rub la bandiera olimpica dal Palazzo
dell'Imperatore a Tokyo. La
campionessa di nuoto australiana venne arrestata, ma poi
rilasciata senza ulteriori provvedimenti e le venne lasciata la bandiera come souvenir. Nella migliore delle ipotesi a Lochte e compagni, forse, verr regalata la chiave del
bagno.

Elia Viviani, 27 anni, e Gregorio Paltrinieri, 21 anni, a Fiumicino Ansa

FIUMICINO - E' il coronamento di un sogno, aspettavo questa medaglia da tantissimo tempo. Sono contento
per me e tutti gli italiani che
mi hanno sostenuto. Sorridente, felice e lieto di mostrare la medaglia riposta
nel trolley, Gregorio Paltrinieri, oro nei 1500 stile libero, giunto ieri a Fiumicino
con un aereo Alitalia proveniente da Rio, atterrato ieri
alle 7 del mattino.
Per il 22enne fondista di
Carpi, gi detentore del record mondiale nei 1500 in vasca corta e di quello europeo
in vasca lunga, ora c' gi nella testa un altro importante
obiettivo: il record del mon-

do dei 1500. Da tanto volevo provare a fare il record, ma


questa volta non venuto ha detto Greg poco prima di
imbarcarsi sulla coincidenza per Bologna - sicuramente sar uno degli obiettivi che
cercher di raggiungere nel
2017. Adesso, per - ha aggiunto sorridendo - ho bisogno di staccare e fare un po
di vacanza. Sono quattro anni
che pensavo all'Olimpiade e
non mi sono mai fermato. Per
la met di settembre ricomincer a lavorare gradualmente, per arrivare in forma a dicembre, per i Mondiali in vasca corta.
Sullo stesso volo, con Gregorio Paltrinieri, sono rientra-

ti in Italia anche Elia Viviani, medaglia d'oro nell'Omnium del ciclismo su pista e le
due ginnaste italiane, Vanes-

buona reazione dopo quella


caduta che ha fatto pensare
fosse finito tutto. Invece non
ho mai perso il controllo, ho
solo pensato a difendere la
mia posizione che era quella di testa e loro che volevo
vincere da un bel po.

Nello stesso aereo


Viviani: Mai perso
il controllo della
Sogni doro. I vincitori di megara, neanche
daglie doro consentiranno
ad altrettanti bambini seriadopo la caduta
sa Ferrari (quarta nel corpo
libero) e Carlotta Ferlito, cui
sono stati consegnati da alcune hostess Alitalia omaggi floreali. Non stata unOlimpiade poco movimentata - ha
detto Viviani - Ho avuto una

mente malati di realizzare un


desiderio grazie aliniziativa
Sogni doro: in particolare,
la vittoria di Paltrinieri consentir a Elisa di fluttuare in
assenza di peso su uno speciale aereo impiegato in un
volo parabolico.
Riproduzione riservata

Nazione
USA
Gran Bretagna
Cina
Germania
Russia
Giappone
Francia
ITALIA
Olanda
Australia
Corea del Sud
Ungheria
Spagna
Nuova Zelanda
Kenya
Croazia
Giamaica
Brasile
Kazakistan
Canada
Argentina
Ucraina
Corea del Nord
Cuba
Polonia
Belgio
Thailandia
Colombia
Uzbekistan
Grecia
Svizzera
Iran
Danimarca
Sudafrica
Svezia
Armenia
Bielorussia
Serbia
Slovenia
Indonesia
Rep. Ceca
Etiopia
Georgia
Romania
Bahrain
Slovacchia
Vietnam
Taiwan
Atleti olimpici
Bahamas
Fiji
Kosovo
Portorico
Singapore
Azerbaigian
Turchia
Malesia
Irlanda
Lituania
Mongolia
Algeria
Filippine
Grenada
Qatar
Venezuela
Norvegia
Egitto
Israele
Tunisia
Austria
Bulgaria
Dominicana
Emirati arabi
Estonia
Finlandia
India
Kirghizstan
Marocco
Moldavia
Portogallo

O A
31 32
21 21
19 15
13 8
12 14
11 5
8 11
8 9
8 4
7 10
7 3
7 3
5 1
4 7
4 4
4 2
4 0
3 5
3 3
3 2
3 1
2 4
2 3
2 2
2 2
2 2
2 2
2 2
2 1
2 1
2 1
2 0
1 5
1 5
1 4
1 3
1 2
1 2
1 2
1 2
1 1
1 1
1 1
1 1
1 1
1 1
1 1
1 0
1 0
1 0
1 0
1 0
1 0
1 0
0 4
0 2
0 2
0 2
0 1
0 1
0 1
0 1
0 1
0 1
0 1
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0
0 0

B Tot.
31 94
13 55
21 55
12 33
16 42
18 34
13 32
6 23
3 15
10 27
7 17
4 14
2 8
2 13
0 8
0 6
2 6
5 13
6 12
9 14
0 4
2 8
2 7
4 8
3 7
2 6
2 6
1 5
5 8
2 5
2 5
2 4
5 11
2 8
2 7
0 4
2 5
1 4
1 4
0 3
5 7
3 5
3 5
2 4
0 2
0 2
0 2
2 3
1 2
0 1
0 1
0 1
0 1
0 1
4 8
2 4
1 3
0 2
3 4
1 2
0 1
0 1
0 1
0 1
0 1
3 3
2 2
2 2
2 2
1 1
1 1
1 1
1 1
1 1
1 1
1 1
1 1
1 1
1 1
1 1

RISULTATI E PROGRAMMA

Basket, oggi le semifinali: c Usa-Spagna


ATLETICA

FINALI - Uomini - 400 hs: 1. Clement (Usa) 47.73, 2. Tumuti (Ken)


47.78, 3. Copello (Tur) 47.92, 4. Barr
(Irl) 47.97, 5. Whyte (Jam) 48.07, 6.
Magi (Est) 48.40.
Donne - 200 (-0.1) 1. Thompson
(Jam) 21.78, 2. Schippers (Ola) 21.88,
3. Bowie (Usa) 22.15, 4. Ta Lou (Cav)
22.21, 5. Asher-Smith (Gbr) 22.31, 6.
Ahye (Tri) 22.34.
100 hs (0.0) 1. Rollins (Usa) 12.48,
2. Ali (Usa) 12.59, 3. Castlin (Usa)
12.61, 4. Ofili (Gbr) 12.63, 5. Roleder
(Ger) 12.74, 6. Seymour (Bah) 1276.
Lungo: 1. Bartoletta (Usa) 7.17
(+0.6), 2. Reese (Usa) 7.15 (+0.6),
3. Spanovic (Cro) 7.08 (+0.6), 4.
Mihambo (Ger) 6.95, 5. Brume (Nig)
6.81, 6. Balta (Est) 6.79 9. Klishina
(Rus) 6.63.
SEMIFINALI - Uomini - 200 (s1,
-0.4) 1. L. Merritt (Usa) 19.94, 2.
Lemaitre (Fra) 20.01; (s2, -0.3) 1.
Bolt (Jam) 19.78, 2. De Grasse (Can)
19.80; (s3, -0.2) 1. Edward (Pan)
20.07, 2. Martina (Ola) 20.10, 3.
Gatlin (Usa) 20.13 (el), 6. Blake (Jam)
20.37 (el), 8. GALVAN 20.88 (el).
QUALIFICAZIONI - Donne - Alto
(in finale) 1. Beitia (Spa), Lowe
(Usa), McPherson (Usa), Radzivil
(Uzb), Spence (Lca), Vlasic (Cro),
Skoog (Sve), TROST, Demireva (Bul),
Licwinko (Pol), Palsyte (Lit), Jung-

fleish (Ger), Gerashchenko (Ucr),


Treasure (Can), Cunningham (Usa),
Lake (Gbr), ROSSIT 1.94.
BADMINTON

DOPPIO D - Finale: 1. MatsumotoTakahashi (Jap), 2. Pedersen-Rytter


(Dan), 3. Jung-Shin (Cds)
BASKET

UOMINI - Quarti: Serbia-Croazia


86-83, Usa-Argentina 105-78.
DONNE - Semifinali: SpagnaSerbia 68-54, Francia-Usa g.ieri.
BEACH VOLLEY

Queiroz Dos Santos (Bra) 39.628.


Donne - K1 500: 1. Kozak (Ung)
1:52.494, 2. Jorgensen (Dan)
1:54.326, 3. Carrington (Nzl)
1:54.372.
GOLF

DONNE - 2 giro: 1. Park (Cds) 132


(-10); 2. Lewis (Usa) 133 (-9); 3. Hull
(Gbr), Henderson (Can) 134 (-8); 5.
Skarpnord (Nor), Larsen (Dan), Kung
(Tpe) 135 (-7) 54. SERGAS 151 (+9);
57. MOLINARO 156 (+14).
HOCKEY SU PRATO

DONNE - Finale: Ludwig-Walkenhorst (Ger) b. Agatha-Barbara (Bra)


2-0. 3 posto: Walsh-Ross (Usa)
b. Larissa-Talita (Bra) 2-1.

UOMINI - Finale: Belgio-Argentina


1-3. 3 posto: Germania-Olanda 1-1
(4-3 ai rigori).

BOXE

53KG D - Finale: 1. Maroulis (Usa),


2. Yoshida (Jap), 3. Sinishin (Aze) e
Zhong Xuechun (Cin).
58KG D - Finale: Icho (Jap), 2. Koblova (Rus), 3. Malik (Ind) e Amri
(Tun).
69KG D - Finale: 1. Dosho (Jap), 2.
Vorobeva (Rus), 3. Fransson (Sve) e
Syzdykova (Kaz).

81KG U - Finale: 1. La Cruz (Cub), 2.


Niyazymbetov (Kaz), 3. Bauderlique
(Fra) e Buatsi (Gbr)
CANOA

FINALI - Uomini - K2 200: 1.


Spagna (Craviotto-Toro) 32.075,
2. Gran Bretagna 32.368, 3. Lituania
32.382.
K2 1000: 1. Germania (Rendschmidt-Gross) 3:10.781, 2. Serbia,
3:10.969, 3. Australia 3:12.593
6. ITALIA (Rigamonti-Dressino)
3:14.883.
C1 200: 1. Cheban (Ucr) 39.279,
2. Demyanenko (Aze) 39.493, 3.

LOTTA LIBERA

NUOTO SINCRONIZZATO

SQUADRE - Programma tecnico:


1. Russia 97.011, 2. Cina 95.617, 3.
Giappone 93.772, 4. Ucraina 93.441,
5. ITALIA (Bozzo, Callegari, Cattaneo,
Deidda, Flamini, Perrupato, Sgarzi)

PALLAMANO

(Gbr) 1h45:01, 2. J. Brownlee


(Gbr) 1h45:07, 3. Schoeman (Saf)
1h45:43 14. FABIAN 1h47:35, 34.
UCCELLARI 1h51:06.

PALLANUOTO

PIATTAFORMA 10m D - Finale:


1. Ren Qian (Cin) 439.25, 2. Si Yajie
(Cin) 419.40, 3. Benfeito (Can)
389.20.

91.114 (q).
DONNE - Semifinali: Olanda-Francia 23-24, Norvegia-Russia g.ieri.
UOMINI - Quarti: Croazia-Polonia
27-30, Slovenia-Danimarca 30-37.
UOMINI - Semifinali: MontenegroCroazia 8-12, Serbia-ITALIA 10-8.
PALLAVOLO

UOMINI - Quarti: ITALIA-Iran 3-0,


Brasile-Argentina 3-1.
DONNE - Semifinali: Serbia-Usa
3-2, Cina-Olanda g.ieri.
PENTATHLON

Ranking Round D: 1. Nowacka (Pol)


262, 8. SOTERO 220, 15. CESARINI
202. Ranking Round U: 1. Lesun
(Rus) 268, 9. DE LUCA 220, 30.
PETRONI 178.
TAEKWONDO

49KG D - Finale: 1. Kim Sohui (Cds),


2. Dogdanovic (Ser), 3. Wongpattanakit (Tha) e Abakarova (Aze).
58KG U - Finale: Zhao Shuai (Cin),
2. Hanprab (Tha), 3. Pie (Dom) e Kim
Taehun (Cds).
TENNISTAVOLO

A SQUADRE U - Finale: 1. Cina, 2.


Giappone, 3. Germania.
TRIATHLON

UOMINI - Finale: 1. A. Brownlee

TUFFI

VELA

FINALI - 470 U: 1. Croazia (Fantela-Marenic) 35, 2. Australia 50,


3. Grecia 51.
470 D: 1. Gran Bretagna (MillsClark) 36, 2. Nuova Zelanda 54, 3.
Francia 62.
49ER U: 1. N.uova Zelanda (BurlingTuke) 35, 2. Australia 78, 3. Germania 83.
49ER FX D: 1. Brasile (Grael-Kunze)
48, 2. Nuova Zelanda 51, 3. Danimarca 54, 4. Spagna 60, 5. ITALIA
(Conti-Clapcich) 82.
PROGRAMMA E AZZURRI

12.30 GOLF: Donne (3 giro)


(MOLINARO, SERGAS)
13.00 ATLETICA: Marcia 50km
(CAPORASO, DE LUCA, GIUPPONI)
14.00 CANOA: K1 200 U (batterie)
(RIZZA)
14.59 CANOA: K4 1000 U (batterie)
(CRENNA, DRESSINO, RICCHETTI,

RIPAMONTI)
15.10 BADMINTON: Singolare D
(finali)
15.20 RITMICA: Individuale (qual.)
(BERTOLINI)
16.20 PALLANUOTO: Donne (3
posto) Russia-Ungheria
16.50 BADMINTON: Doppio U
(finali)
17.00 HOCKEY SU PRATO: Donne
(3 posto) Germania-Nuova Zelanda
17.00 NUOTO SINCRO: Squadre
(libero; finale)
17.00 PENTATHLON: Donne
(nuoto) (CESARINI, SOTERO)
18.00 CALCIO: Donne (3 posto)
Brasile-Canada
18.00 PALLAVOLO: Uomini (semifinali) ITALIA-Usa
18.30 EQUITAZIONE: Salto individuale (percorso finale)
19.00 BOXE: 52KG U (semifinali)
19.00 PENTATHLON: Donne
(scherma) (CESARINI, SOTERO)
19.30 ATLETICA: Marcia 20 km
D (finale)
(GIORGI, PALMISANO, RIGAUDO)
19.30 BOXE: 64KG U (semifinali)
20.00 BOXE: +91KG U (semifinali)
20.00 BMX: Donne (finale)
20.10 BMX: Uomini (finale)
20.30 BASKET: Uomini (semifinali) Usa-Spagna
20.30 BOXE: 75KG D (semifinali)
20.30 PALLAMANO: Uomini (se-

mifinali) Francia-Germania
20.30 PALLANUOTO: Donne (finale) ITALIA-Usa
20.30 PENTATHLON: Donne
(equitazione) (CESARINI, SOTERO)
21.00 BOXE: 60KG D (finale)
21.00 TUFFI: Piattaforma U (preliminari)
(VERZOTTO)
22.00 HOCKEY SU PRATO: Donne
(finale) Olanda-Gran Bretagna
22.00 LOTTA LIBERA: 74KG D
(finali)
22.30 CALCIO: Donne (finale)
Svezia-Germania
23.00 BASKET: Uomini (semifinali) Australia-Serbia
23.00 LOTTA LIBERA: 57KG D
(finali)
23.00 PENTATHLON: Donne (tirocorsa; finale) (CESARINI, SOTERO)
1.30 ATLETICA: Asta D (finale)
1.30 PALLAMANO: Uomini (semifinali) Polonia-Danimarca
1.40 ATLETICA: 4x400 D (batterie)
(ITALIA: Chigbolu, Spacca, Folorunso, Grenot)
2.00 TAEKWONDO: 67KG D (finali)
2.05 ATLETICA: Martello U (finale)
2.10 ATLETICA: 4x400 U (batterie)
2.15 TAEKWONDO: 80KG D (finali)
2.40 ATLETICA: 5000 D (finale)
3.15 ATLETICA: 4x100 D (finale)
3.15 PALLAVOLO: Uomini (semifinali) Brasile-Russia
3.35 ATLETICA: 4x100 U (finale)

ESTRAZIONI 18 AGOSTO
BARI
63 70 33 67 37
Cagliari
20 32 78 12 62
Firenze
77 56 81 85 60
Genova
14 50 15 35 32
Milano
35 41 8 21 14
Napoli
19 38 50 49 13
Palermo
62 15 10 11 40
Roma
32 13 81 76 78
Torino
24 7 27 72 42
Venezia
67 31 30 20 70
Nazionale
18 84 23 2 47

Combinazione concorso n. 99
8 39 59 65 82 83
Numero jolly
Superstar
41
60
Montepremi: 4.818.028,80
LE QUOTE
Nessun vincitore con punti 6
Nessun vincitore con punti 5+1 
Ai 4 vincitori con punti 5
50.589,31
Ai 499 vincitori con punti 4
409,54
Ai 20.924 vincitori con punti 3
29,56
Ai 350.358 vincitori con punti 2
5,00
Al prossimo concorso Jackpot con punti 6
di 126.200.000,00
LE QUOTE SUPERSTAR
Nessun vincitore con punti 5; ai 6 vincitori con punti
4 40.954,00; agli 83 con punti 3 2.956,00;
ai 1.382 con punti 2 100,00; ai 9.861 con punti 1
10,00; ai 21.599 con punti 0 5,00.

7 13 14 15 19 20 24 31 32 33
35 38 41 50 56 62 63 67 70 77

venerd
19 agosto
2016

OLIMPIADI

27
Corriere dello Sport
Stadio

ATLETICA

100 OSTACOLI

200 metri

Il podio tutto
statunitense

De Grasse-Bolt
quante risate!

Usa fuori, poi


una 2 chance

Finale dei 100 ostacoli


dominata dalle statunitensi:
1 Rollins (al centro), 2 la Ali
(a destra), 3 la Castlin (a
sinistra). Bellissima la foto
che le ritrae esultanti dopo la
gara GETTY IMAGES

Semifinale dei 200 tutta da...


ridere per il canadese De
Grasse (1980, a sin.) e Bolt
(1978): sul traguardo hanno
fatto il vuoto e si sono guardati
come per dire visto cosa
abbiamo combinato? ANSA

Batterie 4x100 donne: Felix


inciampa, getta il testimone
che cade, Usa fuori. Ma la Felix
stata toccata da una
brasiliana: Brasile squalificato
e americane che a mezzanotte
hanno ricorso da sole ANSA

THOMPSON
LA REGINA
CHE BALLA

4x100 donne

La giamaicana amante del reggae vince pure


i 200. Ma io non sono la Bolt in gonnella
di Franco Fava
RIO DE JANEIRO

Dopo i 100, regina anche dei


200. E la Giamaica domina lo
sprint anche con le sue donne.
Elaine Thompson superba
anche sul mezzo giro. E velocissima in curva e in rettilineo.
Costringe lolandese Schippers, campionessa del mondo un anno fa, a un disperato
inseguimento fin sullarrivo. La
velocista di Rotterdam rovina
sulla pista. Elaine invece si inginocchia e alza le braccia al cielo per il secondo oro olimpico.

RIVINCITA. Lultima a centrare la
doppietta, 28 anni fa, fu la statunitense Florence Griffith ai
Giochi di Seul 1988, quando
fiss il record mondiale a un
fantascientifico 2134. Fotocopia del 1049 di un mese prima, ancora irraggiungibile anche per le fantasie pi sfrenate.
In quasi un secolo di Olimpiadi (le donne sono state ammesse ai Giochi solo nel 1928),
la giamaicana la settimana a
fare doppietta. Cosa provo?

Orgoglio. FloJo non lho mai


conosciuta, ho solo visto dei
filmati. Di rilievo anche il crono di 2178, l8 realizzato alle
Olimpiadi. Suo e quello della
Schippers, distanziata di soli
10/100.
Ero morta, per questo mi
sono dovuta stendere in pista
dopo larrivo. Ci tenevo a vincere anche i 200, e prendermi
la rivincita sulla Schippers che
un anno fa mi aveva battuto ai
Mondiali.

Nessun paragone
con Usain, il mio
mito la Ottey:
grazie a lei se
oggi sono la n.1
Viene dalla regione
delle banane:
svezzata dalla
nonna, il padre
fa il barbiere

MERLENE. Dopo larrivo il so-

lito rituale a ritmo di reggae.


In tribuna il clan della famiglia Thompson non stava pi
nella pelle. Ballava mamma
Emily con pap Keith, di professione barbiere. Ballava pure
nonna Gloria. E stata lei che
lha svezzata e avviata allatletica: Quando tornava a casa da
scuola le facevo trovare sempre una buona cena, ma non
ha mai saputo che chiedevo i
soldi in prestito per farla studiare, racconta larzilla nonnetta, che per la prima volta
ha preso laereo per seguire la

nipote.
Guai a chiamarla la Bolt in
gonnella.Elaine si arrabbia. Il
mio mito sempre stato Merlene Ottey, grazie a lei se un
giorno mi sono decisa a fare
sul serio. Anche se adesso tutti si chiedono, stupiti, come sia
venuta fuori quasi dal nulla. E
solo che fino a due anni fa latletica per me era quasi un passatempo. Poi c stato il sermone del suo allenatore, Francis, a farle cambiare atteggiamento. Fu dopo la Diamond

League di Bruxelles, settembre del 2015. Nei 200 fin dietro


la Schippers e laltra reginetta giamaicana Fraser-Pryce e
lui si arrabbi. La vedeva svogliata. Stai perdendo tempo
con il tuo talento... O cambi o
te ne torni da dove sei venuta, le disse.
Da dove viene non proprio
un bel vivere. Ha 24 anni, Elaine nata e cresciuta vicino la
cittadina di Manchester, nel
cuore del Banana Ground.
Colline verdi e piantagioni di
banane a perdita docchio, Nel
villaggio solo strade sterrate
di terra rosso fuoco. Il salone
da barbiere di pap diventato un punto di incontro fisso per parlare di Elaine. Mio
zio lo ha tenuto aperto laltra
notte quando correvo: hanno
suonato e ballato a lungo per
festeggiarmi. Io invece devo
aspettare perch ho ancora la
staffetta, vogliamo vincere anche quella.
BANANE. La terra delle banane

di Manchester nellentroterra
dellIsola. Dove prosperano le

lopinione

Riproduzione riservata

anni

Lultima doppietta olimpica


100-200 al femminile, prima
dellimpresa della Thompson,
laveva centrata la scomparsa Florence Griffith (Usa)
ai Giochi di Seul 1988

brandendo delle enormi banane gonfiabili.


Lo sanno bene in particolare
i tifosi del Manchester City, al
centro anche di qualche polemica quando lo scorso gennaio nella semifinale della Capital
One Cup i tifosi della squadra
hanno letteralmente invaso il
campo di gioco con centinaia
di enormi banane di plastica
per contestare Everton.
Ma a me il calcio non pia-

ce molto. Pi a suo agio in pista e sulle pedane da ballo. Mi


diverto correndo e ballando,
non sar mai una diva. Mi piace restare quello che sono, una
ragazza della terra delle banane. Intanto gi pronto per lei
un contratto a sei cifre con il
pi potente gruppo finanziario giamaicano, NCB. Che le
piaccia o no, sar lei la nuova
Bolt in gonnella.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La coppia Trost-Rossit
fa un salto in finale

di Xavier Jacobelli

2 gennaio il campione arriva in laboratorio a Colonia,


per viene analizzato soltanto il 14 aprile; risulta negativo, diventa positivo il 26
aprile e ufficiale il 13 maggio, cinque giorni dopo che
Schwazer domina a Roma i
mondiali di marcia a a squadre; per non dire degli altri 18
controlli, tutti negativi, che si
sono succeduti dopo il test di
Capodanno. La verit che
il guaio di Alex non essere
n russo, n cinese, altrimenti a Rio avrebbe gareggiato regolarmente e avrebbe vinto sia la 20 km che la 50 km.
Nel silenzio assordante
del Coni che, per motivi di
realpolitik legati alla corsa
di Roma 2024, si astenuto da
qualunque commento sulla
sentenza del Tas, oggi, proprio oggi, vogliamo dire ad
Alex che non solo. Che fra
lui, Donati, la Iaaf e il Tas stiamo tutta la vita con lui e con
Donati. Oggi, proprio oggi,
dovunque egli sia, prigioniero di un torto macroscopico e
baro che ne ha distrutto i sogni e la carriera, Alex cerchi
dentro di s la forza per non
arrendersi allo sconforto. La
cerchi e la trovi, grazie anche
a chi crede in lui. E, tanto pi
passa il tempo, quanto pi
non sopporta questingiustizia a orologeria.

28

frecce giamaicane, perch era


l che si rifugiavano gli schiavi
che arrivavano dallAfrica una
volta sbarcati sulla costa. E per
questo che i nativi dellinterno
e delle zone remote della Giamaica hanno conservato pi
di altri quelle caratteristiche
genetiche dei loro avi. Non
tutti sanno per che da Banana Ground che 30 anni fa
nata la bizzarra tradizione di
contestare nei campi di calcio

GLI ITALIANI

LERRORE DI SCHWAZER?
NON ESSERE RUSSO O CINESE
ggi a Rio sarebbe
stato il suo giorno,
il giorno della 50
km. Invece, sar
il suo tormento.
Perch oggi Alex Schwazer
avrebbe marciato sul mondo, contro il mondo e lavrebbe riconquistato. Chiedere a
Sandro Donati per credere. E,
proprio per questo, il 10 agosto, i professionisti dellantidoping riuniti nel conclave
brasiliano lhanno demolito con una sentenza iniqua,
ingiusta, ignobile. Intervistato da Agor, su Rai 3, Donati ha parlato chiaro: E stata
creata una manipolazione.
Il controllo del primo gennaio stato pianificato con
un anticipo di 15 giorni. Bisognava mettere fine al mio
impegno contro le federazioni corrotte e la Federazione
internazionale di atletica lo
. E ancora: Schwazer
fortissimo. Avrebbe tolto risultati a persone che hanno il dominio nella marcia.
La domanda del giorno :
ma quanto marcio il sistema dellantidoping che ha
fatto fuori il miglior marciatore del mondo? Il sistema
che ci mette 8 mesi e 10 giorni per demolire Schwazer;
effettua il prelievo il 1 gennaio e sulla provetta stampiglia Racines, paese di 4 mila
abitanti e di un solo atleta; il

Elaine Thompson, 24 anni, celebra a modo suo il trionfo sui 200 metri: Mi sentivo stanca morta... ANSA

Lurlo liberatorio di Alessia Trost, 23 anni, dopo l1.94 ANSA

Per la prima volta due azzurre (superando quota 1,94)


parteciperanno domani allatto conclusivo dellalto

RIO DE JANEIRO - Nemmeno ai tempi d'oro del- mancava da un po'.


la Simeoni, tantomeno in quelli pi recenti se- Dalla quota di entrata di 1,80 ha commesso
gnati dai voli della Di Martino, due azzurre ave- un solo errore a 1,89 e poi via fino a 1,94 al privano mai raggiunto la finale del salto in alto. mo tentativo, nel gruppo in cui si qualificavaCi sono anche Alessia Trost e Desire Rossit, no anche la veterana Beitia e l'ex regina Vlasic.
entrambe friulane, tra le 17 atlete che domani
donne (all'1.30) salteranno per una medaglia. RISCHIO. La Rossit, invece, ha rischiato l'elimina La 23enne fiamma gialla di Pordenone e la zione dopo due errori a 1,92. Poi ha dato il me22enne fiamma oro di Udine, sono state pro- glio di s all'ultimo tentativo a 1,94. La pedamosse dopo aver superato la non facile misu- na molto reattiva, la finale sar tosta ma sono
ra di 1,94. Quota limite per accedere alla fina- convinta di poter far bene. Desire si mesle, superata anche da altre cinsa in evidenza quest'anno suque concorrenti nonostante si
perando 1,97, due centimetri
gareggiasse di mattina sotto il Oggi nella marcia
sopra lo stagionale di Alessia.
sole. Un regalo al loro allena- 20 km puntiamo
Agli Europei ha pagato il notore, Gianfranco Chessa, coviziato, ma ieri ha fatto vedestretto a casa per problemi di tutto sulla Giorgi
re di che stoffa fatta. All'ultiGiupponi ci prova
ma prova qualificata anche la
salute (auguri!).
18enne statunitense Cunning
nella 50 km
TAMBERI SENIOR. Abbiamo laham, campionessa iridata invorato quattro anni insieme e
door lo scorso marzo. Sar una
oggi il mio pensiero va soprattutto a lui, ha finale senza particolari favorite. Diciamo equicommentato Alessia che qui seguita da pap librata. Dove anche le nostre potranno giocare
Tamberi, Marco. Per la finanziera, che ha vinto un ruolo di primo piano.
tutto a livello giovanile, con un 2 metri firmato addirittura a 19 anni, si tratta di una grande MARCIA. Pedana del salto in alto a parte, oggi
occasione per valorizzare finalmente il suo im- l'atletica azzurra si gioca all'ora di pranzo e di
menso talento. E' stata una bella qualificazio- cena le ultime chance per evitare un clamorone, all'inizio correvo troppo veloce, ma in que- so flop da 60 anni a questa parte: l'ultima volsto momento non mi serve per saltare e sono ta senza medaglie datata Melbourne 1956.
riuscita a trovare una stabilit tecnica che mi Alle 13 italiane va in scena la 50 km di marcia,

quella che avrebbe dovuto vedere Schwazer


rincorrere il secondo oro dopo il 2008. Contro il trio cinese Han, Wang e Yu, l'australiano
Tallent, finito alle spalle di Schwazer a maggio
nella Coppa del Mondo di Roma, e il plurimedagliato francese Diniz, ci provano i nostri De
Luca, Caporaso e Giupponi, gi brillante nella 20 km con l'8 posto. De Luca, romano di
35 anni, a Roma rimasto gi dal podio (ma
a Roma c' gi il bronzo che lo aspetta dopo la
squalifica di Schwazer). Il beneventano Caporaso lo segu a ruota.
Ma nella 20 km femminile (via alle 19.30
italiane), che l'Italia si presenta con le maggiori ambizioni da podio. In primis con la 27enne
comasca Eleonora Giorgi, la fiamma azzurra seguita dall'ex vice campione mondiale Perricelli. Mi sono allenata le ultime due settimane a
San Paolo e ho superato gli ultimi intoppi fisici. Ho cercato di migliorare la tecnica: la mia
grande occasione. La primatista italiana, che
con 1h26:17 vanta il miglior personale dopo le
cinesi Liu e Lo, reduce da due squalifiche molto pesanti, ai Mondiali di Pechino e alla Coppa del Mondo di Roma. Entrambe quando si
stava battendo per una medaglia. Del terzetto
azzurro ci sono anche Antonella Palmisano,
quinta agli ultimi Mondiali, e il bronzo di Pechino 2008, Elisa Rigaudo.

LUNGO DONNE

La Klishina crolla
oro alla Bartoletta

f.fa.

RIO DE JANEIRO - (f.fa.) La solitudine in pedana


della Klishina e la pioggia di medaglie delle
americane. Contrasto andato in scena quando la
russa del lungo, l'unica legittimata a rappresentare la Russia nell'atletica - esonerata dal bando
Iaaf in quanto si allena stabilmente in Florida
nella scuderia di Loren Seagrave - tentava
inutilmente di spiccare il volo. Il suo momento di
gloria finito gi dopo tre salti, mentre l'oro se lo
contendevano a colpi di centimetri le statunitensi Reese e Bartoletta, altra allieva del tecnico
che segue anche la Grenot. L'ha spuntava per 2
centimetri all'ultimo salto (7,17) Tianna
Bartoletta. Quasi contemporaneamente, nella
finale dei 100 hs le americane firmavano una
tripletta storica. Nessuna nazione era riuscita a
conquistare sugli ostacoli bassi oro, argento e
bronzo. L'ha spuntava la Rollins (campionessa
iridata) in 12"48 sulle connazionali Ali e Castlin.
E gli Usa avevano pure lasciato a casa la neo
primatista mondiale, Kendra Harrison, che meno
di un mese fa ha cancellato con 12"20 un
primato vecchio di 28 anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

28
Corriere dello Sport
Stadio

MOTO GP REPUBBLICA CECA

Rimonta dura
siamo in tanti

In Breve
BASEBALL

Finale scudetto: Rimini risale sul 2-3


Rimini - Daniel Mayora trascina alla vittoria Rimini (8-2) in gara 5 delle
IBS con due fuoricampo che annullano il primo match-ball per Bologna.
La serie della finale scudetto torna ora al Falchi di Bologna: domani gara
6 (alle 20.30), domenica ev. gara 7 (sempre alle 20.30).

BASKET

Rossi a 20 anni dalla prima vittoria di Brno


La centralina unica ha dato pi equilibrio
di Paolo Scalera
BRNO

Venti anni fa qui a Brno celebr la sua prima vittoria a cavallo della piccola 125 Aprilia
facendo bisboccia, Valentino
Rossi. Altri tempi. Ora, nell'era del politicamente corretto il giudizio sarebbe impietoso. Per quest,o al ricordo di
quel momento, chiedendo al
9 volte iridato se il rapporto
con Romano Fenati pu essere recuperato ora che stata ufficializzato il divorzio dal
suo team che corre in Moto3
e la sostituzione con Lorenzo
Dalla Porta ufficiale risponde, non senza imbarazzo: no,
impossibile. Chiediamo ai
giovani maggiore professionalit, ma ci dimentichiamo
di come eravamo noi a diciott'anni....
Indisciplinati, a volte fuori
controllo. E' vero - annuisce
Vale - Ricordo benissimo quel
momento. Molte cose sono
cambiate, ma lo spirito rimasto lo stesso. Per questo, anno
dopo anno, titolo dopo titolo, non ho mai pensato al ritiro. Ho sempre ragionato nel
breve termine, facendo quello
che mi sentivo di fare in quel
momento.

EQUILIBRIO. Ancora in corsa

venerd
19 agosto
2016

per il 10 alloro, ancorch staccato di ben 57 punti da Marc


Marquez, e a 47 lunghezze dal
compagno di squadra Lorenzo, Rossi non cambiato. Al
premio finale crede ancora.
E' un bellissimo campionato
- analizza -. Ci sono sette piloti
che vanno forte. Bisogna sempre essere veloci, senza sbagliare, perch ci vuole poco a
passare dalla vetta al quinto

Su questa pista
ha vinto 7 volte
Ma qui Lorenzo
veloce e ora ci sono
anche le Ducati
posto. E poi era una vita che
vincevano sempre gli stessi,
ma dal successo di Jack Miller ad Assen l'aria cambiata, si rotto l'incantesimo. A
Zeltweg ha vinto Iannone, Pedrosa ad ogni momento pu
tornare l davanti. Ci sono stati cinque vincitori diversi in 10
gare. Non accadeva dal 2009.
La centralina unica non ha tolto, ma ha livellato le prestazioni e creato un maggiore equilibrio.
Ha dunque ragione Marc
Marquez quando afferma:
per il titolo sar fondamen-

tale la costanza, ma per vincerlo ho bisogno almeno di


altre due vittorie. E ora con le
Ducati cos forti bisogner stare ancora pi attenti. E' cos
- riconosce Rossi, che aggiunge - In Austria c'era grande attesa per questo risultato. Speravo che con le gomme avessero dei problemi, invece nella
gestione degli pneumatici si
rivelata la moto migliore. Questo sar un problema per tutti noi. In questa situazione era
meglio il Valentino del 2015
che aveva qualche problema
in prova ma andava sempre
forte in gara, senza commettere errori. Ora il contrario.

LIVELLO. Sembra impossibile,
ma il livello si alzato, tanto
da far attraversare momenti
di crisi ad indiscutibili campioni come Jorge Lorenzo.
Io per non ho mai dubitato di me stesso - precisa - per
vero che il podio del Gran
Premio d'Austria ci voleva, mi
ha regalato motivazioni, perch venivo da tre gare difficili.
Gli ha regalato un piacere inaspettato anche la vittoria della Ducati. Ieri infatti durante la celebrazione dei 400
Gran Premi festeggiati dalla
Dorna stato visto parlare fitto fitto con Gigi Dall'Igna. Si
qualche volta capitato - si

Cant ingaggia lala Travis


ROMA - Cant ingaggia lala Usa con passaporto macedone Romeo
Travis, lo scorso anno a Le Mans (Fra), e il play lituano di 197 cm Vaidas
Kariniauskas, 22 anni, nel 2015-16 al GS Kymis (A2 greca). Capo dOrlando
conferma Nicevic.

schermisce - la Desmosedici ha un gran motore ed anche una bella trazione con le


Michelin. Forse per gli manca ancora qualcosa in curva.
Poi per osserva quasi parlando a s stesso vero anche che non c' un campione
della MotoGP a guidarla.
PRECEDENTI. Il Gran Premio

della Repubblica Ceca sar


dunque un attendibile banco di prova. Questo perch a
Brno vanno forte un po' tutti: la Ducati visto che un circuito veloce; Lorenzo perch
il tracciato premia la sua guida pulita e scorrevole; Marquez che qui trova terreno fertile per i suoi attacchi praticamente in ogni curva e Valentino naturalmente visto che qui
ha vinto ben 7 volte. La prima in 125, e poi nel '99 in 250,
nel 2001 con la 500 e nel 2003,
2005, 2008 e 2009 in MotoGP.
Ce la far a riprendere proprio qui la fila dei successi?
Vedremo. Negli ultimi anni a
Brno Lorenzo stato pi veloce di me, ma qui nelle prossime gare bisogner stare attenti alle Ducati. Ora un attimo passare dal primo al sesto posto e perdere un sacco
di punti.
Buffer Overflow
Riproduzione riservata

CICLISMO

Corbelli vittorioso in Francia


Volata vincente di Sonny Colbrelli (Bardiani Csf) nella 3 tappa del Tour
du Limousin, 179 km con arrivo a Liginiac (Francia). Il bresciano, 26 anni,
ha preceduto gli spagnoli Herrada e Barbero. Nel gruppo anche Gavazzi
6, Pasqualon 15 e Visconti 20. In classifica al comando Rosskopf
(Usa). Oggi conclusione a Limoges.

TENNIS
Valentino Rossi, 37 anni, sbadiglia in conferenza stampa ansa

PROGRAMMA

Oggi libere, domani


qualifiche su Sky e TV8
Domenica a Brno si corre il GP della
Repubblica Ceca: 5.403 metri di
pista con 14 curve, 8 a destra e 6
a sinistra raccordate da 5 rettilinei
PROGRAMMA - Oggi: ore 9-9.40 e
13.10-13.50 libere Moto3; 9.55-10.40
e 14.05-14.50 libere MotoGP; 10.5511.40 e 15.05-15.50 libere Moto2.
Domani: ore 9-9.40 libere Moto3;
9.55-10.40 e 13.30-14 libere MotoGP;
10.55-11.40 libere Moto2; 12.35-13.15
qualifiche Moto3; 14.10-14.50 qualifiche MotoGP; 15.05-15.50 qualifiche
Moto2. Domenica: ore 11 gara Moto3
(19 giri); 12.20 gara Moto2 (20 giri);
14 gara MotoGP (22 giri).
TV -Tutto in diretta su Sky Sport
MotoGP. Diretta, in chiaro, anche
per qualifiche e gare, su TV8.
CLASSIFICHE - MotoGP, Piloti:

1 M. Marquez (Spa) 181; 2. Lorenzo


(Spa) 138; 3. ROSSI 124; 4. Pedrosa
(Spa) 105; 5. M. Vinales (Spa) 93;
6. IANNONE 88; 7. DOVIZIOSO 79;
18. PETRUCCI 29; 19. PIRRO 13; Costruttori: 1. Yamaha 202; 2. Honda
196; 3. Ducati 149; 4. Suzuki 99; 5.
Aprilia 51.
Moto2 - Piloti: 1. Zarco (Fra) 176; 2.
Rins (Spa) 142; 3. Lowes (Gbr) 121;
6. MORBIDELLI 86;10. CORSI 59; 11.
BALDASSARRI 55; 15. PASINI 30; 20.
MARINI e Cortese (Ger) 20;
Moto3 - Piloti: 1. B. Binder (Saf) 179;
2. Navarro (Spa) 112; 3. FENATI 93;
4. BAGNAIA 90; 5. BULEGA 82; 6.
BASTIANINI 81; 7. Mir (Spa) 75; 8. DI
GIANNANTONIO 66; 9. ANTONELLI
63; 12. LOCATELLI 53; 16. MIGNO 37;
26. DALLA PORTA 7.

Nadal e Vinci fuori negli ottavi


Cincinnati - WTA (cemento, 2.804.400 $) Ottavi: Suarez Navarro
(Spa, 9) b. VINCI (6) 6-1 7-5. Tv: oggi diretta SuperTennis alle 17 e all1.
ATP (cemento, 5.004.505 $) 2 turno: Murray (Gbr, 1) b. Monaco (Arg)
6-3 6-2, Nadal (Spa, 3) b. Cuevas (Uru) 6-1 7-6(4). Ottavi: Coric (Cro)
b. Nadal (Spa, 3) 6-1 6-3. Tv: oggi diretta Sky Sport 2 alle 17 e alle 2.30.
CHALLENGER ATP - Cordenons (terra, 42.500 ) Ottavi: Mertl (Cec)
b. CECCHINATO (6) p.r., SONEGO b. Taberner (Spa) 6-2 7-5, Daniel (Jap,
2) b. DONATI 6-3 6-4, E. Ymer (Sve, 7) b. GIUSTINO 6-2 3-6 6-1, LORENZI
(1) b. EREMIN 4-6 6-1 6-1.

IPPICA

Stasera GP per i 4 anni a Follonica


OGGI A FOLLONICA (t, ore 20.25) Ore 22.30 TQQ (6 corsa, m. 2200)
Favoriti: 12-15-13-6-5. Sorprese: 14-11-8. Ore 23 GP Citt di Follonica
(7 corsa, gruppo 2, 45.100 , m. 2200): 1 Taurus del Ronco, 2 Testimonial
Ok, 3 Tano Fohle Sm, 4 Troja dAsolo, 5 Temon Your Sm, 6 Tenerife, 7
Taylor Roc, 8 Tuscania Pal, 9 Tamia Jet, 10 Tessa Ob Sonic, 11 Tantalio, 12
Turno di Azzurra, 13 Terror Caf, 14 Tropesien. Favoriti: Turno di Azzurra,
Testimonial Ok, Tantalio. Tv: diretta UnireSat.
Corse anche a Ferrara (t, 16.15), Montegiorgio (t, 20.30), Albenga (t,
20.40), Grosseto (g, 20.55).
FRANCIA - Ieri galoppo a La Teste de Buch: course E (19.000 , m. 1000)
4. Catalina Bay. Ieri galoppo a Deauville: handicap (60.000 , m. 1900 aw)
1. Penjack (U. Rispoli, allen. A. e G. Botti); reclamare (27.000 , m. 1300 aw)
4. Super Mac; course B (34.000 , m. 1200) 5. Ms Money. Per Rispoli
stata la 38 vittoria 2016 in Francia, a segno anche Cristian Demuro (72).

venerd
19 agosto
2016

29
Corriere dello Sport
Stadio

PRODUZIONE

Le Olimpiadi brasiliane sono state loccasione


per il lancio di due prototipi e la consacrazione
di un modello cult del marchio sponsor di Rio 2016

NISSAN GTR
velocit
da medaglia
La supercar giapponese con Bolt testimonial
stupisce in pista (320 km/h) e nella guida in citt
di Pasquale Di Santillo

C qualcuno che non partecipa alle Olimpiadi di Rio de Janeiro eppure colleziona medaglie in una sorta di manifestazione parallela riservata alle auto. E Nissan, che come sponsor
dei Giochi brasiliani in quanto fornitore delle
macchine per lorganizzazione, ha colto loccasione per presentare due modelli nuovi, uno
particolarmente rivoluzionario, e rilanciare il
nuovo gioiello della velocit targata Nissan, la
GTR MY 2017, abbinato al campione simbolo
di questa Olimpiade, Usain Bolt
Ad aprire la parata Nissan a Rio, lo stesso Carlos Ghosn, CEO dellalleanza Renault
Nissan, gi vincitore
di suo dopo i primi sei
mesi di vendite in EuIl CEO Nissan
ropa (dove Renault
Ghosn a Rio
salita al secondo poha presentato sto, davanti a Ford).
il primo
Tedoforo deccezione lungo la spiaggia di
prototipo
Copacabana, lui che
fuell cell
brasiliano di nascia bioetanolo
ta ( nato a Porto Velho), oltre ad avere anche i passaporti francese e libanese.

Le stupefacenti linee della Nissan BladeGlider

GIOIELLO. Labbinamento quello ideale. Due

mostri di velocit, uno umano, laltro meccanico. Cos mentre Usain Bolt insegue la terza
tripletta doro alle Olimpiadi ecco spuntare il
gioiello artigianale che rende orgogliosi tutti
gli uomini del marchio di automobili giapponese. La GTR Model Year 2017, una delle supercar di Fast & Furios, quella che meglio interpreta lo spirito sportivo di Nissan. E dove
stata realizzata la sintesi perfetta di industria e
artigianato, se pensate che i motori, il V6 3,8 biturbo, portato da 550 a 570 cv sono realizzati, a

vai sul nostro sito


corrieredellosport.it

MERCATO
Affari, trattative
e retroscena
in tempo reale

Carlos Ghosn, CEO Nissan tedoforo a Rio

mano, dai 5 Takumi, i maestri ingegneri di Casa


Nissan che scelgono, selezionano ogni singolo
pezzo da montare per poi passarli ai sottoposti
che operano. Eppure, la Nissan GTR non quel
mostro inguidabile che si pu pensare. Abbiamo avuto lopportunit di provarla sia sul circuito di Spa-Francorchamps (quello nelle Ardenne dove Schumacher ha vinto sei volte e an-

tato anche il primo prototipo e-Bio Fuel-Cell,


prima vettura al mondo con pile a combustibile a ossido solido abbinate alla propulsione
elettrica. Realizzato sulla base meccanica della e-NV200 equipaggiato con batterie da 24
kWh. Ha un serbatoio di 30 litri riempibile con
etanolo o gas naturale er riuscire ad ottenere
una autonomia sino a 600 km. La propulsione
funziona con etanolo al 100% o acqua mescolata a etanolo o bio-etanolo, ricavato principalmente dallagricoltura, per esempio dalle colti-

FUTURIBILE. Lultimo salto in... lungo di Nissan

invece il BladeGlider, il prototipo capace di unire tecnologia a zero emissioni con performance di alto livello per un design rivoluzionario. Il
primo conceopt era apparso a Tokyo nel 2013,
in Brasile dopo due anni di lavoro ecco il nuo-

RAIUNO

RAIDUE

RAITRE

9.00

6.45 Attualit Unomattina Estate


10.40 Prima tv Telefilm Il mistero
delle lettere perdute
11.20 Fiction Che Dio ci aiuti
13.30 Notiziario TG1
14.00 Notiziario TG1 Economia
14.05 Attualit Estate in diretta
15.35 Prima tv Soap opera Legmi
16.30 Notiziario TG1
16.40 Attualit Estate in diretta
18.45 Gioco Reazione a catena
20.00 Notiziario TG1
20.30 Variet Techetechet 2016...
Stasera con noi
21.25 Film Sissi - Il destino
di unimperatrice
23.35 Prima tv Attualit Frontiere
0.45 Notiziario TG1 Notte - Che tempo fa

13.00 Notiziario TG2


13.30 Evento sportivo Olimpiadi, XXXI
Giochi Olimpici Rio 2016
Atletica: Marcia 50 km; Canoa
Sprint; Ginnastica Ritmica:
Concorso individuale; Nuoto
Sincronizzato: Programma libero
Squadre; Pallavolo M: Italia-Stati
Uniti. Semifinale; Atletica:
Marcia 20 km F; Pallanuoto F:
Italia-Stati Uniti. Finale;
Pentathlon Moderno F; Ginnastica
Ritmica: Concorso individuale;
Tuffi Piattaforma
10 m M (Diretta)
1.10 Evento sportivo Olimpiadi, XXXI
Giochi Olimpici Rio 2016
Atletica (Diretta)

8.00
10.10
11.05
12.00
12.15
13.10
14.00
14.50
15.00
15.50
17.15
18.20
19.00
20.00
20.10
21.10
23.25
23.30

RETEQUATTRO

CANALE CINQUE

ITALIA UNO

LA 7

6.05
6.35
8.30
9.30
10.40
11.30
12.00
14.00
15.30
16.05
18.55
19.35
19.55
20.30
21.15
23.40
1.50
2.10

8.00
8.45
8.50
10.55
11.00
11.05
13.00
13.40

9.25
11.25
12.25
13.05
13.45
15.25
16.00
16.30
17.00
17.55
18.25
18.30
19.00

7.00
7.30
7.50
7.55
9.40
11.00
11.35
13.30
14.00
14.20
16.25
18.15
20.00
20.35
21.10

13.30

21.00
21.00
21.00

MOTOCICLISMO GP REPUBBLICA
CECA: MOTO 3 - MOTO GP - MOTO 2
PROVELIBERE
Sky Sport MotoGP/Sky Sport 2
OLIMPIADI RIO 2016 GOLF: TORNEO F;
ATLETICA: MARCIA 50KM; CANOA
SPRINT; PALLANUOTO F: FINALE 3
POSTO; NUOTO SINC.: SQUADRE PROG.
LIBERO; PALLAVOLO M: SEMIFINALI;
ATLETICA: MARCIA 20KM F
RaiDue
TENNIS CINCINNATI: QUARTI DI
FINALE
Sky Sport 2
CICLISMO VUELTA 2016 PRESENTAZIONE DELLE SQUADRE
Eurosport
CALCIO PREMIER LEAGUE
MANCHESTER UTD - SOUTHAMPTON
(2A GIORNATA)
Sky Sport 1/3
TENNIS CINCINNATI: 3 QUARTO DI FINALE
Sky Sport 2
OLIMPIADI RIO 2016 PALLANUOTO F:
FINALE; GINN. RITMICA: CONCORSO
INDIV.; TUFFI: PIATTAFORMA 10M M;
ATLETICA; PALLAVOLO M: SEMIFINALI
RaiDue

Media shopping
Telefilm Kojak
Telenovela Cuore Ribelle
Telefilm Tierra de lobos
Rubrica Ricette allitaliana
Notiziario TG4 - Meteo.it
Telefilm The Glades
Real Tv Lo sportello di Forum
Doc I viaggi di Donnavventura
Film Tai-Pan
Notiziario TG4
Notiziario Dentro la Notizia
Soap opera Tempesta damore
Attualit Dalla vostra parte
Film Codice Magnum
Film Air America
Notiziario TG4 Night News
Media shopping

15.40
16.40
18.40
18.45
20.00
20.40
21.10
0.00
1.20

Notiziario TG5 Mattina


Documenti Dietro le quinte
Fiction Un ciclone in famiglia 2
Notiziario TG5 - Ore 10
Rubr. Rimbocchiamoci le maniche
Real Tv Forum
Notiziario TG5 - Meteo.it
Prima tv free Film Cenerentola in
passerella
Telefilm I misteri di Laura
Film Il grande cuore di Lucky
Rubr. Rimbocchiamoci le maniche
Telenovela Il segreto
Notiziario TG5 - Meteo.it
Variet Paperissima Sprint Estate
Prima tv Telefilm Il Sospetto 2
Telefilm State of Affairs
Notiziario TG5 Notte - Meteo.it

Dallalto la
Nissan GTR
con Usain
Bolt come
testimonial,
poi il
prototipo
fuel cell a
bioetanolo
e sopra una
delle Nissan
del parco
di Rio 2016

Previsioni meteo

DIRETTE

20.05

OLIMPIADI
Notizie, video,
foto e medagliere:
speciale Rio 2016

A IDROGENO. A Rio de Janeiro, Nissan ha presen-

vazioni della canna da zucchero e dei cereali. Il


sistema produce elettricit attraverso un generatore che impiega bio-etanolo del serbatoio e
utilizza lidrogeno ottenuto dal carburante che
poi, si combina con lossigeno atmosferico. La
conseguente reazione elettrochimica genera
lelettricit che alimenta il motore.

La TV di domani

17.00

LIVE
Segui in diretta
gli anticipi di Liga,
Premier e Ligue 1

cora detiene il record) che in un lungo percorso stradale da Dusseldorf. E in ogni situazione,
la GTR si rivelata decisamente versatile. Autentica macchina da corsa in pista - velocit di
punta 320 km/h, meno di 28 per arrivare a 100
km/h - a cominciare dal sound (griffato Bos)
dei nuovi scarichi in titanio con valvola parzializzatrice, modificabile per ascoltare meno
cattiveria. Docile vettura da utilizzo quotidiano nelle strade cittadine, o anche in autostrada,
anche se con la museruola del buon senso. E
gli interni, davvero di qualit, completano questa sensazione di salotto sportivo, comodo per
una due posti, con un display da 8 pollici e cruscotto finalmente razionalizzato (da 27 a 11 comandi). Una comodit trasferita in maniera esemplare anche
Laltro
alla guida: dal cambio
concept
con paddle al volan la Nissan
te (2 decimi di seconBladeGlider
do per cambiare marlelettrica con cia grazie ad un nuoperformance vo software) allassetto
tutto nuovo per Nise design super san GT-R con cofano,
paraurti e minigonne
migliorati, scocca pi
robusta per finire a sospensioni e sterzo.

Telefilm Chuck
Telefilm White Collar
Notiziario Studio Aperto - Meteo.it
Notiziario sportivo Sport Mediaset
Cartoni animati
Telefilm My name is Earl
Telefilm Due uomini e mezzo
Sit com Suburgatory
Telefilm Friends
Telefilm Dharma & Greg
Sit com Camera Caf
Notiziario Studio Aperto - Meteo.it
Culturale Mistero Adventure Appunti di viaggio
19.25 Telefilm C.S.I. Miami
21.10 Film Fantozzi alla riscossa
22.50 Film Fantozzi il ritorno
1.00 Telefilm Suits

Attualit Agor Estate


Fiction Eneide
Fiction Quo vadis?
Notiziario TG3
Telefilm Doc Martin
Documentario Il tempo e la storia
Notiziario TG Regione - TG3
Rubrica TGR Piazza Affari
Telefilm La casa nella prateria
Film Limperatore di Capri
Show I Promessi Sposi - Il Trio
Rubrica Geo Magazine
Notiziario TG3 - TG Regione
Variet Blob
Prima tv Telefilm The Newsroom
Film Stato di grazia
Notiziario TG Regione
Notiziario TG3 Linea notte Estate

Attualit Omnibus - News (Diretta)


Notiziario TG La7
Notiziario Meteo
Attualit Omnibus (Diretta)
Attualit Coffee Break (Replica)
Attualit In Onda (Replica)
Attualit Laria destate - Il Diario
Notiziario TG La7
Attualit TG La7 Cronache
Film Solo sotto le stelle
Telefilm LIspettore Tibbs
Telefilm Josphine, ange gardien
Notiziario TG La7
Attualit In Onda (Diretta)
Variet Crozza nel paese
delle meraviglie
23.00 Film Eroe per caso
1.10 Attualit In Onda (Replica)

vo studio di un veicolo elettrico ad alte performance. Carreggiata anteriore stretta, una carreggiata posteriore pi larga per una sorta di supercar elettrica a triangolo. Comandi da fantascienza, montati sul volante, e tre display, uno
centrale e due laterali che mostrano le immagini delle telecamere retrovisori montate appena dietro le ruote anteriori. Lalimentazione al
100% elettrica, velocit massima supera i 190
Km/h, e impiega meno di 5 per arivare da o a
100 km/h. La trazione posteriore assicurata
da due motori elettrici da 130 kW, uno per ciascuna ruota. Se il futuro questo, ben venga.
Riproduzione riservata

DIRETTORE RESPONSABILE
ALESSANDRO VOCALELLI
CONDIRETTORE
STEFANO BARIGELLI
CAPIREDATTORI
GIULIANO RIVA,
ALBERTO DALLA PALMA
Redazione ROMA
00185 - Piazza Indipendenza
11/b. Tel. 06 49921 Fax 06 4992690
Redazione BOLOGNA
40127 - Via del Litografo 4
Tel. 051 6007201/
Fax 051 6027037
Redazione MILANO
Via Buonarroti 153 - Monza
Tel. 039 2029895
Fax 039 833459
Redazione NAPOLI
80133 - Vico San Nicola della
Dogana 9
Tel. 081 7643944
STAMPA
ROMA Societ Tipografico,
Editrice Capitolina S.r.l.
Via dei Mille, 1; Via Giacomo
Peroni, 280
BOLOGNA Mediastampa S.r.l.
Via del Litografo 4
CAGLIARI LUnione Sarda S.p.A.
Centro Stampa Via Omodeo 5 09030 Elmas
MESSINA Societ Editrice Sud
S.p.A. - Via Uberto Bonino, 15/C
MONZA (MI) Monza Stampa
S.r.l. Via Buonarroti, 153
BENEVENTO Qualiprinters
S.r.l. Zona Industriale Contrada
Olivola
HORA NOVA S. A. c/Calcat
Poligono San Valenti
07011 Palma

DIFFUSIONE: Rivendita, tel.


06 4992491. Trasporti, tel.
06 4992493. Contabilit
distributori, tel. 06 4992236
PUBBLICITA: Concessionaria
esclusiva per lItalia e per
lestero: SPORT NETWORK
s.r.l. Uffici: Milano 20134, via
Messina, 38 - tel. 02 349621 fax 02 34962450. Roma 00185
- P.zza Indipendenza, 11/B - tel.
06 492461 - fax 06 49246401.
ESTERO, ufficio abbonamenti,
Roma, tel. 06 4992312. Una
copia arretrata 2,60 c/c
postale n. 29367000. Sped. abb.
post. D.L. 353/2003 (conv. in L.
27/02/2004 n. 46 art. 1, comma
1, DCB) Roma
PREZZI DI VENDITA ALLESTERO:
Baleari 2,50; Croazia Kn 19;
Germania 2,20; Londra 2,00;
Malta 2,50; Monaco Pr. 2,00;
Slovenia 2,00; Svizzera Fr. S.
3,00; Svizzera Tedesca Fr. S.
3,00; Svizzera Tic. Fr. S. 3,00.
ABBONAMENTI: ITALIA, 7
numeri, annuo 320,00,
semestrale 164,00; 6 numeri,
annuo 286,00, semestrale
146,00; annuale 1 giorno
50,00, semestrale 25,00.
Spedizione con servizio postale.
RESPONSABILE TRATTAMENTO
DATI (D.LGS 196/2003 )
ALESSANDRO VOCALELLI
CORRIERE DELLO SPORT s.r.l.
P.za Indipendenza 11/b
Roma 00185

Reg. e Trib. Roma N. 210


dell8 ottobre 1948
Certificati ADS n. 8048
e n. 8049 del 6-4-2016