Sei sulla pagina 1di 94
MANUALE USO E MANUTENZIONE USE AND MAINTENANCE MANUAL SERIE/ SERIES TGV BOX COD. M.550.08.07.EN MATRICOLA/

MANUALE USO E MANUTENZIONE USE AND MAINTENANCE MANUAL

MANUALE USO E MANUTENZIONE USE AND MAINTENANCE MANUAL SERIE/ SERIES TGV BOX COD. M.550.08.07.EN MATRICOLA/ SERIAL

SERIE/SERIES

TGV BOX

COD. M.550.08.07.EN MATRICOLA/SERIAL NUMBER

VEICOLO AUTOGUIDATO PER IMPIANTI AUTOMATIZZATI AUTOGUIDED VEHICLE FOR AUTOMATED PLANTS

Gruppo TecnoFerrari S.p.A. - Via Ghiarola Vecchia, 91 - 41042 Fiorano Modenese (Mo) Italy Telefono: +39-0536-915.000 - Telefax: +39-0536-91.50.45 - E.mail: info@tecnoferrari.it - Web: www.tecnoferrari.it

INDICE DEL MANUALE

1 INTRODUZIONE

1.1

1.2 Come leggereil manuale

1.3 Assistaenza tecnica

1.4 Informazioni sulla sicurezza

1.5 usi impropri e controindicazioni

Introduzione

2 CARATTERISTICHE DELLA MACCHINA

2.1 Viste e dimensioni

2.2 Caratteristichetecniche

2.3 Cenni sulle caratteristiche costruttive

2.4 Schemi idraulici

2.4.1Centralina idraulica a 1 pressione 2.4.1.1Schema idraulico 2.4.1.2Elenco componenti 2.4.2 Centralina idraulica a 3 pressioni 2.4.2.1Schema idraulico 2.4.2.2Elenco componenti 2.5 Condizionatore

3 FUNZIONAMENTO

3.1 Descrizione del sistema

3.2 Tracce a pavimento

3.3 Sistema di guida e motorizzazione

3.4 Caratteristiche pavimento per TGV

4 IMBALLO, TRASPORTO ED IMMAGAZZI- NAMENTO

4.1 Imballo e scarico

4.2 Sollevamento e trasporto della macchi- na in imvallo

4.3 Trasporti interni e disimballo

4.4 Sollevamento e trasporto della macchina senza imballo

4.5 Modalità di smaltimento dell' imballo

4.6 Stoccaggio del TGV

5 MESSA IN SERVIZIO

5.1

5.2 Controlli peliminari

5.3 Atmosfera con rischio di esplosione e/o incendio

5.4 Allacciamento energia elettrica

5.5 Attrezzature in dotazione

5.6

Avvertenze

Ripartenze

6

SICUREZZE

6.1 Errori prevedibili

6.2 Prescrizioni di sicurezza

6.3 Sistemi di comando e segnalazione

6.4 Responsabilità

6.5 Arresto di emergenza

6.6 Pericoli residui

6.6.1 Bordo macchina

6.6.2 Modalità di funzionamento di- spositivi di sicurezza

6.6.3

Segnaletica

6.7 Pannelli di comando del TGV

MANUAL INDEX

1 INTRODUCTION

1.1

1.2 How to read the manual

1.3 Technical assistance

1.4 Safety information

1.5 Improper use and side effects

Introduction

2 MACHINE FEATURES

2.1 Views and dimensions

2.2 Technical features

2.3 Construction features outline

2.4 Hydraulic schemes

2.4.1 Hydraulic unit with 1 pressure

2.4.1.1 Hydraulic scheme

2.4.1.2 List of components

2.4.2 Hydraulic unit with 3 pressures

2.4.2.1 Hydraulic scheme

2.4.2.2 List of components

2.5 Air-conditioning system

3 FUNCTIONING

3.1 System description

3.2 Floor tracks

3.3 Drive system and motor drive

3.4 Floor features for TGV

4 PACKING, TRANSPORTATION AND STO- RAGE

4.1 Packing and unload

4.2 Machine lifting and transportation when packed

4.3 In-house transportation and unpacking

4.4 Machine lifting and transportation when unpacked

4.5 Packing material waste disposal

4.6 TGV storage

5 MACHINE IN OPERATION

6

5.1

5.2 Preliminary checks

5.3 Atmosphere with danger of explosion and/or fire

5.4 Electric power plugging

5.5 Equipment

5.6

Warnings

Re-starts

SAFETIES

6.1 Foreseeable errors

6.2 Safety instructions

6.3 Control and signalling system

6.4 Responsabilities

6.5 Emergency stop

6.6 Additional danger

6.6.1 Machine edge

6.6.2 Security devices operation mo- des

6.6.3

Signals

6.7 TGV panels

6.8 Sensori di funzionamento

6.9 Radar a scansione - funzionamento

6.10Tastiera mobile a guinzaglio 6.11Modi di marcia ed esercizio 6.12Arresto di emergenza

7

ALLARMI

7.1

7.2 Perdita di traccia

7.3 Nodo non letto

7.4 Allarmi segnalati a monitor

7.5 Altri messaggi visualizzati

Premessa

8 MANUTENZIONE

6.8 Functioning sensors

6.9 Scanner radar - functioning

6.10Movable connectable Keyboard

6.11Drive and operation modes 6.12Emergency stop

7

ALARMS

7.1

7.2 Lost track

7.3 Non-read node

7.4 Alarms signalled to screen

7.5 Other visualised messages

Foreword

8 MAINTENANCE

8.1

Avvertenze

8.1 Warnings

8.2

Attività di manutenzione preventiva

8.2 Preventive maintenance

8.3

Piano di manutenzione preventiva

8.3 Preventive maintenance plan

8.4

Sostituzione oli

8.4 Oil replacement

8.5

Procedure di sostituzione cinghia motore, della ruota motrice e delle ruote folli.

8.5 Procedure for drive belt, drive and idle wheels replacement

8.5.1 Posizionamento TGV

8.5.2 Sostituzione cinghia motore

8.5.1 TGV positioning

8.5.3 Sostituzione ruota motrice

8.5.2 Drive belt replacement

8.5.4 Sostituzione ruote pivottanti

8.5.3 Drive wheel replacement

8.6

Risoluzioni inconvenienti

8.5.4 Pivoting wheels replacement

8.7

Tabella di manutenzione preventiva

8.6 Troubleshooting

TGV

8.7 TGV preventive maintenance table

9 ACCUMULATORI A BATTERIE - NOTE E PRECAUZIONI

9.1 Norme di sicurezza

9.2 Ripristino dei livelli di liquido (rabbocca- menti)

9.3 Cause e rimedi del cattivo funzionamen- to di batterie in servizio

9 STORAGE BATTERY - NOTES AND WAR- NINGS

9.1 Security instructions

9.2 Topping ups

9.3 Causes and solutions to battery malfun- ctioning

1

INTRODUZIONE

INFORMAZIONI GENERALI

Questo manuale (UM) fornisce informa- zioni generali sul funzionamento della macchina per operare in regime di sicu- rezza e per effettuare alcuni semplici con- trolli ed interventi sul TGV per le attività ad essa assegnate. Le informazioni fornite sono (se non diversamente specificato) per macchina montata e collaudata presso il cliente da tecnici TECNOFERRARI, completa dei propri dispositivi di sicurezza ed in modalità di servizio automatico. Il UM è consigliabile leggerlo durante la fase di training compiuta da nostro perso- nale in fase di avviamento impianti.

Ogni macchina è corredata di quattro manuali:

- MANUALE DI USO E MANUTEN- ZIONE (il presente)

- MANUALE RICAMBI

- MANUALE IMPIANTO ELETTRICO A BORDO

- MANUALE BATTERIA

Nel caso di smarrimento di manuali e per assistenza tecnica contattare:

INTRODUCTION

GENERAL INFORMATION

This Use and Maintenance manual pro- vides general information on machine functioning to operate the TGV in a safe environment.

The information provided (if not speci- fied otherwise) is designed for machines installed and tested by TecnoFerrari te- chnical personnel along with all security devices and in automatic mode at custo- mer’s premises. It is advisable to read the manual during the training phase performed by our own personnel when starting up the machi- nes.

Every machine is equipped with four manuals:

- USE AND MAINTENANCE MANUAL

- SPARE PARTS MANUAL

- ELECTRIC SYSTEM ON BOARD MANUAL

- BATTERY MANUAL

In case of loss of manuals or technical assistance, please contact:

Gruppo TECNOFERRARI S.p.A.

Via Ghiarola Vecchia, 91 41042 Fiorano Modenese (MO) - ITALY Tel. +39-0536-915.000 Fax +39-0536-915.045 e-mail: info@tecnoferrari.it Web: www.tecnoferrari.it

1.1 COME LEGGERE IL MANUALE

Questo Manuale fornisce informazioni riguardo all’installazione, all’utilizzo e alla manutenzione dell’impianto TGV.

L’impianto TGV deve essere utilizzato in accordo con quanto specificato nel presente Manuale: si raccomanda per- tanto di leggerlo con attenzione prima di

installare e mettere in funzione l’impianto, senza tralasciare nulla di quanto scritto

e prestando particolare attenzione ai

messaggi nei riquadri. Il rispetto delle norme e raccomandazioni in esso ripor- tate consente un uso sicuro ed interventi appropriati.

Il Manuale d’uso e manutenzione co-

stituisce parte integrante dell’impianto:

è necessario conservarlo integro ed in

luogo sicuro durante tutta la vita dell’im-

pianto, anche nel caso di passaggio ad

altro utilizzatore. Il Manuale deve essere

di facile e immediata consultazione da

parte degli operatori e dei manutentori per

cui deve essere disponibile vicino, o sito all’interno, della postazione principale dell’impianto.

1.2 ASSISTENZA TECNICA

La manutenzione ordinaria e straordinaria deve avvenire in accordo con le istruzioni contenute nel presente Manuale. Si rac- comanda di rispettare dette istruzioni e,

in caso di dubbio, di consultare il centro di

assistenza della ditta costruttrice facendo riferimento ai dati riportati nella targa fis- sata esternamente sulla macchina:

Vedi figura 1.1

• Commessa

• Matricola

• Posizione

• Anno costruzione

Modello

Volt / Hz

1.1 HOW TO READ THE MANUAL

This manual contains information about the installation, use, and maintenance of an TGV installation.

The TGV system must be used according to the instructions in this manual: it is therefore advisable to read the manual carefully before moving, installing, or starting up the system. None of the written notes should be skipped and particular attention should be paid to the messa- ges given in boxes. Following the rules and advice in the manual ensures a safe use and appropriate management of the machine.

The Use and Maintenance Manual is an integral part of the machine and must be kept intact in a safe place during the life of the machine. This also applies if the machine changes hands. The Manual must be quickly and easily accessible to the operators and the maintenance tech- nicians, and should therefore be located nearby or inside one of the main stations in the system.

1.2 TECHNICAL ASSISTANCE

The ordinary and extraordinary mainte- nance must be performed in accordance with the instructions in this manual. It is recommended to strictly follow these in- structions and, in case of doubt, to contact the constructor’s technical assistance centre making quoting the external serial number label:

See figure 1.1

• Production order

• Serial number

• Position

• Construction Year

Model

Volt/Hz

4004000025 4004000027 TGV2
4004000025
4004000027
TGV2

A fianco della precedente è posizionata

una seconda targhetta con i seguenti

Fig. 1.1

Next to the previous label another one with the following data is positioned:

dati:

 

• Capacity Kg

Portata kg

• Battery

Batteria

• Max. speed

Vel. max

Il corretto riferimento garantisce risposte rapide e precise da parte del servizio di assistenza.

Qualora la manutenzione dell’impianto fosse eseguito in modo non conforme alle istruzioni fornite, con ricambi non originali o senza autorizzazione scritta del costruttore, o comunque in modo tale

da pregiudicarne l’integrità o modificarne

le caratteristiche, la ditta costruttrice si ri-

terrà sollevata da qualsiasi responsabilità inerente la sicurezza delle persone e il funzionamento difettoso della macchina

e dell’impianto. Ogni intervento di modi-

fica non autorizzato invalida la garanzia definita contrattualmente.

The correct reference guarantees a fast and precise answer from the assistance service.

Should the maintenance not be perfor- med in accordance with the provided instructions, with non-original spare parts or without written authorisation from the constructor in such a way to endanger or modify the machine features, the constructing company will consider itself relieved from all responsibility related to the safety of persons and the machine faulty functioning. Every non-authorised change invalidates the contract warranty.

1.3

INFORMAZIONI SULLA SICUREZ- ZA

1. 3 SECURITY INFORMATION

Tutte le informazioni relative alle sicurez- ze del TGV sono contenute nel capitolo 5. Nel seguito del presente manuale le in- formazioni rilevanti ai fini della sicurezza saranno evidenziate da appositi riquadri con la scritta “ ATTENZIONE “.

All information relating to TGV safety is outlined in chapter 5. All along the manual, the security information will be highlighted by a “WARNING” symbol as shown below:

ATTENZIONE Descrizione situazione di pericolo. WARNING Description of danger situations.

ATTENZIONE

Descrizione situazione di pericolo.

WARNING

ATTENZIONE Descrizione situazione di pericolo. WARNING Description of danger situations.

Description of danger situations.

1.4 USI IMPROPRI E CONTROINDI- CAZIONI

La macchina fornita é in grado di traspor- tare solamente la struttura del box ( o contenitore) per il quale è stato progettato avente peso e dimensioni definite come da contratto: non attenersi a questi valori significa danneggiare la macchina e crea- re situazioni di pericolo per il personale. E’ inoltre severamente vietato salire sopra la navetta e, in special modo, se la stessa è in movimento. Qualsiasi uso diverso da quello dichia- rato, non compreso o deducibile dal pre- sente Manuale, è da considerarsi “NON AMMESSO”.

1.4

IMPROPER USE AND LIMITA- TIONS

The machine supplied is only able to carry the box shape for which it was expressly designed with dimensions and weight clearly defined in the contract. do not exceed these figures or the machine will not function. The machine is designed and constructed to carry only tiles: climbing onto the shut- tle is strictly prohibited and in particular while moving. Any use other than that described, and not included or deducible from this Ma- nual, is “NOT ALLOWED”.

2

CARATTERISTICHE DELLA MACCHINA

2.1 VISTE E DIMENSIONI

Il TGVB è un veicolo per il trasporto di contenitori (box a rulli, panconi ecc…) con servizio automatico studiato per il settore ceramico ove si producono piastrelle per pavimenti o rivestimenti. Il veicolo è idoneo ad un uso interno su pavimenti compatti (in cemento) come sarà meglio specificato negli opportuni capitoli. La fig. 1 mostra il TGVB nei suoi aspetti dimensionali e nelle sue componenti principali.

2.2 CARATTERISTICHE TECNICHE:

- PESI E PRESTAZIONI

CHARACTERISTICS OF THE MACHINE

2.1 VIEWS AND DIMENSIONS

The TGV is a container carrier vehicle with automatic mode designed for the ceramic tile industry.

The vehicle is specifically designed to work indoor on compact floors (cemet) as outlined in the following chapters.

Tab. 1 shows the TGV dimensions and main components.

2.2 TECHNICAL FEATURES

- WEIGHT AND PERFORMANCE

TGV (con batterie):

2150 kg

TGV (with batteries):

2150 Kg

TGV (con batterie e condizionatore optio-

TGV (with batteries and air-conditioning

nal):

2180 kg

system):

2180 kg

Solo batterie:

650 kg

Batteries only:

650 Kg

Peso max trasportabile:

10.000 kg

Max. carrying weight:

10.000 Kg

Velocità max:

60 mt/min

Max. speed:

60 mt/min

- CARATTERISTICHE IMPIANTO ELETTRICO: FIG. 2.2

Batteria installata: 96V - 180Ah Autonomia: 10 ore (valore indicativo) Tempo di ricarica: 8 ore (valore indica- tivo)

Potenza installata: da 15 a 17 kW (dipende dalla configurazione)

- ELECTRIC SYSTEM FEATURES (Tab. 2.2)

Installed battery: 96V - 180Ah Autonomy of operation: 10 hours (appro- ximate value) Recharge time: 8 hours (approximate value) Installed power capacity: 15 Kw or 17 kW

DIMENSIONI E PARTI PRINCIPALI SIZE AND MAIN PARTS

2350 (SOLO TELAIO)

2804 Rullini di sollevamento Lifting rollers Bumpers Gruppo motore Master Master motor group Centralina di
2804
Rullini di sollevamento
Lifting rollers
Bumpers
Gruppo motore Master
Master motor group
Centralina di
sollevamento
Vano Batterie
Battery room
Vano quadro
elettrico
Electrical board
room
Gruppo motore Master
Slave motor group
Lato “Avanti”
“Forward” side
Lato “Indietro”
“Backward” side
507
1660

Ruota Motrice

Driving wheel

Ruote gemelle folli e girevoli (n°4 gruppi)

Idle and turning twin wheels (no. 4 groups)

Fig. 2.1

- SISTEMA DI TRASMISSIONE DATI:

Via radio per trasmettere dati da/a PLC del veicolo al Computer di gestione ge- nerale.

Essendo l’argomento specialistico, per

ulteriori informazioni si dovrà contattare l’assistenza tecnica come indicato a pag.

1.

IMPORTANTE ! : l’utilizzo della radio ed

i suoi valori di frequenza e potenza sono

subordinati al rispetto delle legislazioni e normative nella nazione di utilizzo.

- SOLLEVAMENTO BOX:

Centralina idraulica con pompa ad ingra- naggi.

- DATA TRANSMISSION SYSTEM:

For transmitting to/from vehicle PLC to central computer via radio modem.

Being this a specific topic, please con- tact technical assistance as suggested at pag. 1.

IMPORTANT: the use of radio and its frequency values and capacity are sub- mitted to the rules and regulations in force in the country of use.

- BOX LIFTING:

Hydraulic unit with positive displacement pump.

M1 MC PACCO BATTERIA BATTERY BOX MI M2 TGV4.TIF
M1
MC
PACCO BATTERIA
BATTERY BOX
MI
M2
TGV4.TIF

Fig. 2.2

MOTORI ELETTRICI INSTALLATI / INSTALLED ELECTRIC ENGINES

 

M1

Motore per trazione Traction engine

6

kW

M2

Motore per trazione Traction engine

6

kW

MI

Motrore impianto idraulico Hydraulic system engine

1

kW

MC

Motore condizionatore aria (optio- nal) Air-conditioning system drive (op- tional)

0,5

kW

2.3

CENNI SULLE CARATTERISTICHE COSTRUTTIVE

2.3 CONSTRUCTION FEATURES OUTLINE

Il TGV presenta un esclusivo sistema di

appoggio al suolo costituito da 6 ruote

per una migliore distribuzione dei pesi

e minore usura delle ruote stesse e dei

pavimenti nei punti di manovra. Le due ruote centrali con motorizzazio- ni autonome a differenziale elettronico assolvono la funzione di trazione e dire- zione. Quattro ruote folli pivottanti perimetrali consentono al TGV di eseguire tutte le manovre e le rotazioni programmate.

I motori a brushless sono autofrenanti per

le situazioni di posizionamento.

Il sistema di ricarica a biberonaggio con-

sente di utilizzare i “tempi morti” del ciclo produttivo alla autoricarica delle batterie

di bordo senza intervento alcuno da parte

dell’operatore.

L’estrema versatilità del sistema per- mette di modificare il lay-out generale in qualunque momento tramite il posizio- namento dei soli magneti di guida; tutto il resto viene programmato all’interno del computer.

Il sollevamento del box avviene con

ausilio di quattro martinetti idraulici au-

tocentranti azionati da una centralina idraulica. La macchina è dotata di un sistema di sicurezza per proteggere tutti i lati del TGV; un apposito capitolo descriverà le sicurezze nelle sue componenti.

The TGV has an exclusive support sy- stem consisting of 6 wheels for improved weight distribution and less wear on the wheels and on the floor at the maneuve- ring points. The unique drive system provides both traction and direction, utilizing two cen- tral wheels with autonomous drive and electronic differential. Four peripheral pivoting idle wheels allow the TGV to make all the programmed maneuvers and rotations.

The brushless drives are self-braking for positioning situations.

The exclusive trickle charging system allows the exploitation of “dead time” during the production cycle for the auto- matic recharging of the on-board batteries without any need for the intervention of an operator. The extreme flexibility of the system al- lows to change the main lay-out at any time through the positioning of the drive magnets; all the rest is programmed in- side the computer.

The box lifting takes place with the help of four hydraulic self-centering jacks ope- rated by an hydraulic unit.

The machine is equipped with a safety system for protecting all TGV sides; a se- parate chapter will describe the safeties and its components.

2.4 SCHEMI IDRAULICI

2.4.1 CENTRALINA IDRAULICA A 1 PRESSIONE

2.4.1.1 SCHEMA IDRAULICO

2.4 HYDRAULIC SCHEMES

2.4.1 HYDRAULIC UNIT WITH 1 PRESSURE

2.4.1.1 HYDRAULIC SCHEME

CILINDRO DI COMPRESSIONE RAISING CYLINDERS FORNITO DAL CLIENTE FOURNISHED BY CUSTOM 10 bar. 24 v.
CILINDRO DI
COMPRESSIONE
RAISING
CYLINDERS
FORNITO DAL
CLIENTE
FOURNISHED
BY CUSTOM
10 bar.
24 v.
20 bar.
24 v.
24 v.
24 v.
90 bar
P 3/8”
T 1/2”
1000w 96v
2700rpm
Max
FORNITO DAL
Min
CLIENTE
Capacità 15 litri
FOURNISHED
BY CUSTOM
4,3 cc/giro

Fig. 2.3

2.5 CONDIZIONATORE (Accessorio opzionale su richiesta)

2.5

AIR-CONDITIONING SYSTEM

In caso di condizioni climatiche partico-

lari è possibile prevedere l’installazione,

a bordo della navetta, di un sistema di

condizionamento d’aria. Questo compo- nente si rende necessario per raffreddare

e mantenere costante la temperatura e

l’umidità all’interno del vano che contiene

le centraline elettroniche di controllo.

In case of particulars climatic conditions

it’s possible anticipate the installation, aboard the shuttle, of an air-conditioning system. This component is necessary to chill and keep temperature and humidity constant inside the compartment that contains electronical control units.

I componenti installati sono quelli mostrati

Installed components are shown in fig.

in

fig. 2.5. Il funzionamento del sistema

2.5. The operation of system is simple:

è

semplice:

Il

motore elettrico (1) aziona il compres-

Electric drive (1) triggers the compressor

sore (2) che mette in circolo il gas di raffreddamento contenuto in apposite tubazioni. Un radiatore con ventola (3) permette di raffreddare il gas contenuto nel circuito.

(2) that put in circle chilling gas, contained

in appropriate pipe lines.

A radiator with fan (3) allows to chill the

gas in the circuit.

1 5 3 2 4
1
5
3
2
4

Le tubazioni passano attraverso un eva- poratore (4) che, per mezzo di tubi cor- rugati, preleva l’aria dall’interno del vano, la raffredda e la deumidifica e la soffia nuovamente nel vano, permettendone il raffreddamento. Quando per vari motivi il radiatore si spor- ca intasandosi, interviene un pressostato (5) che blocca il motore del condiziona- tore; parte coseguentemente un allarme che viene visualizzato dal supervisore e automaticamente si attiva il segnale acustico di allarme. Questo dispositivo è stato inserito nel circuito del condizionatore perchè evita al motore di surriscaldarsi e coseguen- temente di bruciarsi. Occorre quindi pulire il radiatore, ripristi- nare il condizionatore e ripartire normal- mente.

L’umidità in eccesso è scaricata attra- veso un contenitore forato direttamente all’esterno della navetta.

Nel capitolo 8 sono presenti le indicazioni relative alla manutenzione del sistema.

Pipe lines pass through an evaporator (4), that, by means of a pipes, picks air up inside the compartment, chills it, dries it, and blows it again into the compartment, allowing its chilling.

A manostat (5) intervenes and blocks

the conditioner motor when for various

reasons the radiator become dirty and

obstructed. Consequently an alarm, seen

by the supervisor, starts and automatical-

ly activates the acoustic alarm signal.

This device has been inserted into the circuit of the conditioner because it avoids the motor overheating and consequently burning. The radiator, then needs to be cleaned, restoring the normal start-up of the con- ditioner.

Humidity in excess has drained through an holed-tray directly outside the shut- tle.

Chapter 8 contains system maintenance operations.

3

FUNZIONAMENTO

3.1 Descrizione del sistema

Il TGV è un veicolo in servizio automatico che trasporta contenitori (come box a rulli o panconi) fra macchine e magazzini disposti nello stabilimento secondo un layout studiato durante la progettazione dell’impianto ceramico.

Uno o più TGV possono operare negli

stessi reparti; il loro coordinamento è dato dal computer centrale che comunica i vari dati di funzionamento via radio. Le vie di corsa del TGV sono costituite da magneti annegati a pavimento denomina-

te tracce rilevabili dal layout di progetto.

FUNCTIONING

3.1 System description

TGV is an automatic vehicle for tran- sporting containers (such as roller boxes or platforms) from machine to stora- ge/depots placed in the same factory production space according to a layout developed during project design.

More than one TGV can operate in the same space; the central computer which communicates the data via radio provides their co-ordination. The TGV direction ways consist of magnets fixed to the ground and are called tracks as outlined in the project.

Una missione tipica del TGV si svolge fra l’area di parcheggio box ed una macchina

A typical TGV mission takes place between a box storage area and a load/

di

carico /scarico nella quale può portare

unload machine in which a box can be

o

prelevare un box.

carried or picked up.

La fig. 3.1 mostra il TGV con le altre parti del sistema La fig.3.2 mostra un particolare preso da un layout tipico nel quale si possono individuare i componenti della figura pre- cedente visti in pianta; le macchine di c/s box possono essere diverse da quelle realmente presenti nell’impianto reale.

Tab. 3.1 shows TGV with the other system components Tab. 3.2 shows a detail taken from a typical layout where the distinctive components previously described can be seen. Box load/unload machines can be different from the ones actually operating.

IMPORTANTE: i veicoli TGV di uno spe- cifico impianto possono essere trasferiti

in altri impianti, dopo avere comunque ve-

rificato alcuni particolari della macchina e dopo aver contattato l’assistenza tecnica

dellaTECNOFERRARI

IMPORTANT: the TGV vehicles of a spe- cific system can be transferred to other systems, after checking some machine details and contacting TECNOFERRARI technical assistance.

BOX COMPUTER CARICA BATTERIA BATTERY CHARGE BOX TGV 3 MACCHINA DI CARICO/SCARICO BOX BOX LOAD/UNLOAD
BOX
COMPUTER
CARICA BATTERIA
BATTERY CHARGE
BOX
TGV 3
MACCHINA DI CARICO/SCARICO
BOX
BOX LOAD/UNLOAD MACHINE
TGV
01
TGV DA SOPRA

Fig. 3.1

TRACCE TGV TGV TRACKS tf layout2 BOX PARKING LOADING / UNLOADING BOX COMPUTER ROOM
TRACCE TGV
TGV TRACKS
tf layout2
BOX PARKING
LOADING / UNLOADING BOX
COMPUTER ROOM

Fig. 3.2

PARTICULARS OF THE TRACKS BATTERY RECHARGER SPEED PLAN TGVS’ MANAGEMENT WAREHOUSE DEEP-FIXED POSITIVE MAGNET
PARTICULARS OF THE TRACKS
BATTERY RECHARGER
SPEED PLAN
TGVS’ MANAGEMENT
WAREHOUSE
DEEP-FIXED POSITIVE MAGNET
PERFORATION PLAN FOR
CODES-POSITIONING
DEEP-FIXED TRANSPONDER
DEEP-FIXED NEGATIVE MAGNET
MAGNET PERFORATION PLAN
HOLE
DEPTH
KILN UNLOADING MACHINE

tf tacce

Fig. 3.3

3.2

TRACCE A PAVIMENTO

3.2 FLOOR TRACKS

Le tracce a pavimento che indicano le percorrenze del TGV sono costituite da una serie di magneti disposti come nel disegno di fig. 3.3

Floor tracks indicating TGV direction are consist of magnets placed as in tab. 3.3. Tab. 3.3

TGV DRIVING SYSTEM TGV IN THE CENTER - NO MANOEUVERING TGV ON THE LEFT -
TGV DRIVING SYSTEM
TGV IN THE CENTER - NO MANOEUVERING
TGV ON THE LEFT - MANOEUVERING ON THE RIGHT
TGV ON THE RIGHT - MANOEUVERING ON THE LEFT
FIXED DRIVE
MAGNET
SLAVE
RIGHT SIDE SENSORS ROW
DRIVING CARD
CENTRAL SENSORS ROW
LEFT SIDE SENSORS ROW
CONTROLLED DRIVE
MASTER
TF GUIDATGV
Fig. 3.4

In fig 3.3 sono anche mostrate le velocità assunte dal TGV in corrispondenza dei tre settori tipici di ogni missione, la posizione dei codici (transponder) ed alcuni partico- lari sul posizionamento dei magneti . La fig. 3.4 mostra le schede di guida (SdG) a bordo del TGV con gli assi dei sensori ad effetto HALL disposti su tre file per una lunghezza di circa 60cm. Le SdG sono protette dal lato pavimento da una lamina di materiale plastico contro urti e polvere; per ulteriori informazioni sulle schede elettroniche di guida si ri- manda al manuale elettrico.

Fig. 3.3 also shows the TGV speeds corresponding to the three typical areas in each mission, the codes position (transponder) and some details on the magnets positioning. Tab. 3.4 shows the driving cards (DC) on board the TGV with the HALL-type sensors centre placed on three rows for a total length of approx. 60cm. The DCs are protected on the floor side by a plastic plate against impacts and dust; for additional information on electronic driving cards please refer to the electric manual.

3.3

SISTEMA DI GUIDA E MOTORIZ- ZAZIONE

3.3 DRIVE SYSTEM AND MOTOR DRIVE

La traccia di percorrenza del TGV è data

dalla linea immaginaria a pavimento, pas- sante dai punti costituiti dalle calamite: il passo delle calamite è di circa 500 mm che può essere preso come il segmento elementare della linea di guida (o traccia) dal quale si verificano ed eventualmente si corregge la direzione di marcia del TGV durante il transito. Il sistema di guida si basa sostanzialmen-

te su di un segnale analogico derivante

dalla posizione dei magneti a pavimento rispetto le file dei sensori ad effetto HALL che una volta elaborato dalla logica di controllo, viene trasmesso ai driver di controllo motori. Le situazioni di controllo traccia durante il moto del TGV sono due:

- fila centrale dei sensori allineata con due magneti: il TGV sta procedendo regolarmente e perciò non vengono trasmessi segnali di correzione al mo- tore controllato;

- linea dei magneti fra fila centrale ed una laterale dei sensori: il segnale generato dai sensori in questa situa- zione viene valutato dal software (nel PLC) che agisce variando la velocità del motore slave (vedi fig. 3.4).

Le momentanee piccole differenze di velocità fra i due motori (gestite dal pro- gramma di guida) generano ovviamente

quelle correzioni di traiettoria sufficienti al TGV per mantenersi mediamente allinea-

to con le linee dei magneti a pavimento.

Gli scostamenti fra traiettoria ideale (asse magneti) ed effettiva posizione TGV sono tanto minori quanto minore è la velocità del TGV: per questo motivo le velocità

di posizionamento nelle postazioni delle

macchine sono fatte ai valori più bassi.

The TGV direction tracks consist of an ideal line on the floor passing through the points established by the magnets (the magnets pitch is approx. 500 mm and can be considered as the basic segment of the driving line (or track) establishing the TGV direction during transit.

The drive system is based substantially on an analogical signal deriving from the position of the ground magnets in res- pect to the rows of HALL effect sensors. Once the signal is processed by the con- trol logic, it is sent to the motor control drivers.

- sensors central row aligned with two magnets: the TGV is working properly and therefore no correction signals are transmitted to the motor.

- magnets line between sensors central row and one side row. The software which changes the slave motor speed estimates the signal generated by sensors in this situation (see fig. 3.4).

The little, temporary differences in speed between the two motors (operated by the drive programme) obviously generate mi- nimal track corrections allowing the TGV to stay aligned with the floor magnets. The gaps between ideal trajectory (ma- gnets centre) and actual TGV position are the smaller the slower the TGV speed is; for this reason the positioning speeds in machines positions are kept to the lower values.

3.4

CARATTERISTICHE PAVIMENTO PER TGV

3.4 FLOOR FEATURES FOR TGV

Un pavimento ben fatto è indispensabile per un corretto funzionamento del TGV; qualunque sia il procedimento adottato per la sua costruzione si dovranno rispet- tare le seguenti tolleranze :

- pendenze massime localizzate inferiori

al

2 per 1000;

- rugosità inferiore ad 1mm;

- per eventuali crepe di assestamento verificare che la distanza della inter- ruzione non superi il valore di 2mm: in caso contrario intervenire con resine od altro a seconda dei casi;

- evitare grumi od asperità localizzate in cemento; - In particolare, il pavimento compreso nell’area di deposito/previevo box (dentro le varie Macchine), deve essere rifinito con la massima cura, evitando le pendenze locali o limitan- dole a 3mm ogni 2 metri. La perfetta esecuzione della pavimentazione deve garantire il mantenimento nel tempo di questi valori.

A well-built floor is essential to the proper TGV functioning. Whatever the construc- tion procedure is chosen, the following tolerances must be respected:

- max. localised gradient less than 2 per

1000;

- surface roughness less than 1mm;

- in case of ground settling cracks, the distance of the gap must not exceed 2mm. If not, use resins or other mate- rials according to need;

- avoid upward projecting bumps in the cement;

- In particular, the portion of floor in- cluded in the area of storage/picking boxes (inside the various Machine), must be finished with the greatest care, avoiding the local slopes or limiting them to 3 mm each 2 meters. Perfect finishing of the floor must guarantee the maintainig in time of these va- lues.

NB: Un pavimento fuori da queste tolleranze può portare ad un non cor- retto posizionamento del box durante

l’ingresso nella zona di carico/scarico, quando è ancora a bordo del TGV. In particolare il box potrebbe interferire con parti mobili e fisse della Macchina

di carico/scarico box.

A floor out of these tolerances could bring to a non-correct positioning of the box during the entrance in the loading/unloading zone, when it’s still on the TGV. In particular, the box may have interferences with the mobile and fixed parts of the box loading/unloading Machine.

Si consiglia comunque quanto segue:

- Terminata la posa del pavimento, at- tendere qualche giorno e controllare che le tolleranze siano quelle specifi -cate;

- Nel caso in cui il pavimento sia fuo-

ri tolleranza livellare fino a tolleranza con apposite resine.

La figura 3.5 mostra un esempio tipico

di pavimento eseguito secondo le attuali

tendenze.

Il dimensionamento della struttura por-

tante del pavimento dovrà essere valu- tata da uno studio tecnico competente in base allo schema di carico della fig 3.6. Le zone di maggiore usura sono loca- lizzate nei punti in cui il TGV compie ro- tazioni; per un buon mantenimento del pavimento si consiglia di adottare le se- guenti regole:

- pulire con motoscope le zone di per- correnza del TGV ed in particolare quelle aree dove si hanno rotazioni;

- controllare periodicamente le ruote

del TGV e sostituirle se vi sono crepe

o mancanze nel rivestimento in gom-

ma;

- evitare per quanto possibile passag- gio di carrelli con ruote sporche (fan- go e sassi) nelle aree di passaggio TGV

- non lasciare sul pavimento corpi che

possano danneggiare le ruote quali ad es. viti, bulloni, ecc.

However we suggest what follows:

- After some days from the fi nishing of the fl oor, check if the tolerances are the above mentioned ones;

- In case the fl oor was out of tolerance, level it up to tolerance with the proper resins.

Tab. 3.5 shows a typical example of fl oor built according to the present trends.

The dimensions survey of the fl oor struc- ture must be estimated by a competent planning offi ce according to the loading scheme of tab. 3.6. The areas of maximum wear are concen- trated where the TGV makes rotations; for good fl oor maintenance the following rules should be respected:

- clean the zones where TGV runs and in particular where rotations are per- formed;

- periodically check the TGV wheels and replace them if there are cracks or if rubber coating is missing;

- avoid as much as possible fork lifts with dirty wheels (mud and stones) in the are areas where TGV operates;

- do not leave objects on the fl oor that can damage the wheels such as screws, bolts, etc.

PLANT VIEW FOR EXPANSION JOINT TGV TRACK MEASURES IN CENTIMETERS ANTI-WEAR LAYER EXPANSION JOINT CONCRETE
PLANT VIEW FOR
EXPANSION JOINT
TGV TRACK
MEASURES IN
CENTIMETERS
ANTI-WEAR LAYER
EXPANSION JOINT
CONCRETE BLOCK
FLOOR SECTION
SPACER
METALLIC NET
GEO-TEXTIL TEXTURE
STICK
GRAVEL Ø 30 MAX
RESIN
GRAVEL Ø 80 MAX
MAGNIFIED DETAIL
CLAY

TF PAVIMENTO

Fig. 3.5

Legenda di fig 3.5

Legend of tab. 3.5

1 Giunto dilatazione: quello indicato è specifico per aree di passaggio TGV;

2 Strato antiusura: resistenza all’abra- sione 0.75 Taber, materiale: DURA- TOP. Questo strato viene steso e

levigato con macchine tipo “elicottero”. Eventualmente trattare la superficie fresca con antievaporante per limita- re disuniformità nell’essiccamento e quindi crepe;

3 Massetto in calcestruzzo: miscela

di cemento, sabbia ed inerti di Rck 30

(300 kg/cm2) caratteristiche cemento:

425 (Kg/cm2). Al cemento vanno ag- giunte fibre in acciaio (0.8x60mm) in quantità di 25 Kg per mc di cemento;

4/5 Rete e distanziali: prima di posare

le reti vengono sparsi i distanziali per

avere la rete sollevata ad una distanza

dal fondo di circa 7-10 cm.

Rete: maglia 20 x 20 cm, tondo diam.

6mm;

6 Tessuto geotessile: panno fibroso steso per migliorare l’accoppiamento fra cemento e strato inferiore. Se si

temono infiltrazioni d’acqua sopra il geotessile si stende un telo in polieti- lene da 200 gr/m2;

7 Ghiaia D30: strato di 10 / 20 cm di “stabilizzato” con pezzatura massima

di 30 mm;

8 Ghiaia D80: strato di ghiaia naturale da 40 / 80 cm con pezzatura massima

di 80 mm;

9 Terreno: le dimensioni indicate in fig. 3.5 sono possibili con terreni con re- sistenza alla compressione superiore ad 1 Kg/cm2; Per terreni con caratteri- stiche meccaniche inferiori consultare studi tecnici specializzati.

1 Expansion joint: the one provided is specific for TGV operation area;

2 Anti-wear layer: abrasion resistance 0.75 Taber with DURATOP material. This layer is laid down and levelled by “Helicopter”-type machines. In case of need, apply anti-evaporating agents on fresh surface to limit problems in the drying process and therefore cracks;

3 Concrete block: mix. of concrete, sand and RCK aggregate 30 (300

Kg/cm²). Steel fibres must be added

to concrete (0.8x60mm) with 25 Kg per

cm² of concrete;

4/5 Nets and spacers: before laying nets, spacers are placed so that the net is lifted from ground of approx. 7-10 cm. Net: mesh 20 x 20, twisted iron rod diameter 6mm;

6 Geotextile texture: fibrous cloth laid down to improve the coupling between

concrete and lower layer. In order to avoid possible water leaks, lay down

a polyethylene sheet (200 gr/m²);

7 Coarse gravel D30: layer of 10/20 cm, “stabilised” with max. size of 30 mm;

8 Coarse gravel D80: layer of natural gravel of 40/80 cm with max size of 80 mm;

9 Ground: the dimensions indicated in tab. 3.5 are possible in grounds with compression resistance higher than 1Kg/cm². For grounds with lower mechanic characteristics, please con- sult with specialised technical offices.

DISTRIBUZIONI CARICHI A PAVIMENTO DEL TGV TGV WITH WEIGHTS ON FLOOR DISTRIBUTION PAVIMENTO FLOOR Quote
DISTRIBUZIONI CARICHI A PAVIMENTO DEL TGV
TGV WITH WEIGHTS ON FLOOR DISTRIBUTION
PAVIMENTO
FLOOR
Quote in millimetri
Measures in millimeters
NOTA:
a)
- I carichi indicati sono per una fila di ruote
a)
- The weights indicated refer to a row of wheels
b)
- I carichi sono arrotondati in eccesso per tenere conto delle frenate
b)
- Weights are rounded up taking into account braking
Impronta a pavimento su cui sono distribuiti 3000 kg.
Floor mark with 3.000 kg.

Fig. 3.6

4

IMBALLO, SOLLE- VAMENTO, TRA- SPORTO, IMMA- GAZZINAMENTO

4.1 IMBALLO E SCARICO

Il TGV viene consegnato con imballo come in fig. 4.1

PACKING, LIFTING,

TRANSPORTA-

TION, STORAGE

4.1 PACKING AND UNLOAD

The TGV is delivered along with packing material as shown in tab. 4.1

TRAVI DISTANZIALI IMBULLONATE AL TGV ED INCHIODATE AL PALLET SPACING BARS SCREWED UP TO TGV
TRAVI DISTANZIALI
IMBULLONATE AL TGV ED
INCHIODATE AL PALLET
SPACING BARS SCREWED
UP TO TGV AND NAILED
TO PALLET
PALLET IN LEGNO
WOODEN PALLET
POSIZIONE FORCHE CARRELLO PER
SCARICO DA CAMION
ELEVATOR FORKS POSITION FOR
UNLOAD FROM TRUCK
TGV PROSP IMBALLO

Per lo scarico dal container o camion le forche del carrello dovranno inserirsi come nella figura 4.1.

Fig. 4.1

For unloading from container or truck, elevator forks must be used as shown in tab. 4.1.

4.2 SOLLEVAMENTO E TRASPORTO DELLA MACCHINA IN IMBALLO

Per il sollevamento della macchina con imballo si può usare un carrello elevatore avente;

• la portata del carrello superiore al peso della macchina+imballo (2500 kg);

• forche di lunghezza adeguata all’ap- poggio completo della base.

Posizionare le forche al di sotto del pia- nale in legno, tenendole alla massima distanza.

4.3 TRASPORTI INTERNI E DISIM- BALLO

Nel caso in cui il TGV non venga messo in marcia subito dopo lo scarico e lo si debba stoccare per qualche tempo si consiglia di lasciarlo sulla propria pedana in legno utile per eventuali spostamenti. Al momento della sua messa in marcia trasportarlo sempre sulla pedana vicino al punto di utilizzo e successivamente togliere la pedana e le travi distanziali come indicato sugli schemi poste sulle stesse.

4.2 LIFTING AND TRANSPORTATION OF PACKED MACHINE

For the lifting of packed machine a fork lift must have:

• a capacity higher than the weight of machine + packing (2500 kg);

• forks long enough for complete bea- ring.

Position forks beneath wooden plate, keeping max. distance between them.

4.3 INDOOR TRANSPORTATION AND UNPACKING

In case TGV is not put into motion after unloading or is stored for sometime, it is recommended to keep it on its pallet for transfers.

When putting it in motion, transport it always on its pallet and then remove the pallet and the spacing bars screwed on the TGV as shown in the figures placed on its.

ATTENZIONE Le due travi distanziali imbullonate al TGV non devono essere tolte con il martello

ATTENZIONE

Le due travi distanziali imbullonate al TGV non devono essere tolte con il martello per non danneggiare la macchina.

E’ assolutamente vietato sollevare di 90° un lato del TGV o peggio ancora capovolgerlo.

WARNING

del TGV o peggio ancora capovolgerlo. W A R N I N G In order to

In order to avoid damage to TGV, the two spacing bars must NOT be remo- ved with a hammer.

It is absolutely forbidden to lift one side of machine at 90 degrees or even put it up side down.

SEGNALI DI POSIZIONAMENTO TRAVI DISTANZIALI SPACING BARS POSITIONING SIGNS TGV PROSPSOLLEV
SEGNALI DI
POSIZIONAMENTO
TRAVI DISTANZIALI
SPACING BARS
POSITIONING SIGNS
TGV PROSPSOLLEV

4.4 SOLLEVAMENTO DELLA MACCHI- NA SENZA IMBALLO

Per spostamenti del TGV mediante car- relli elevatori operare come segue:

Sollevamento:

a - introdurre le forche per circa 30cm sotto la macchina nei punti indicati dai segnali azzurri;

b - sollevare il lato di circa 10 / 15 cm per

introdurre due pezzi di legno come in figura; c - introdurre le forche del carrello facen- do attenzione che il carrello non urti la fiancata del TGV e danneggi i bumper.

Fig. 4.2

4.4 LIFTING OF UNPACKED MACHI- NE

For transportation through fork lifts ope- rate in the following way:

Lifting:

a- insert forks for approx. 30 cm un- derneath the machine in the blue highlighted spots; b- lift the side of the machine of approx. 10/15 cm for insertion of the two spacing bars; c- insert forks paying attention not to impact on TGV side or damage bumpers.

Prima di rimettere il TGV a pavimento posizionare i due pezzi di legno (fig. 4.2) come in precedenza per togliere le forche senza sfregare il fondo del TGV; togliere infine i pezzi di legno seguendo all’inverso i punti a) e b) precedenti.

4.5

MODALITÀ DI SMALTIMENTO DELL’IMBALLO

Legno: materiale non inquinante, ma da riciclare correttamente; Plastica: materiale inquinante da non bruciare (fumi tossici) né disperdere nell’ambiente; smaltire secondo le leggi vigenti.

4.6 STOCCAGGIO DEL TGV

Nel caso in cui il TGV debba rimanere fermo in magazzino per diverso tempo si consiglia quanto segue:

- ricoprire la macchina con telo per evi- tare che povere o detriti si depositino sulla stessa

- togliere eventualmente la batteria

- evitare luoghi vicino a postazioni di saldatura o manutenzioni che possano danneggiarla

- posizionare la macchina su pavimento permanentemente asciutto oppure metterla su di una pedana simile a quella usata per il trasporto alla con- segna.

L’ambiente dove sarà immagazzinato il TGV dovrà comunque rispettare le se- guenti condizioni:

- temperatura fra +5 e + 50 °C;

- umidità relativa fra il 30 e il 90% senza condensa.

Before laying TGV on the floor, position the two wooden bars (fig. 4.2), as shown before, to take away the forks without scratch the bottom of the TGV. Remove the wooden pieces following points a) and b) in reverse order.

4.5 PACKING MATERIAL DISPOSAL

Wood: environment friendly material to be properly disposed; Plastic: environment unfriendly material not to be burnt (toxic smokes) nor di- spersed in the environment; dispose according to rules and regulations in force.

4.6 TGV STORAGE

In case TGV must be stored in the depot for some time is recommended to:

- cover machine with a sheet to protect from dirt and dust

- remove battery if need be

- avoid areas where maintenance or welding are performed

- position machine on a permanently dry floor or place it on a pallet similar to the one for delivery transport

The area where TGV is stored must ve the following conditions:

- temperature between +5 and +50 de- grees Celsius;

- relative humidity between 30 and 90% without condensate.

5

5.1 AVVERTENZE

MESSA IN SERVIZIO

Ogni macchina viene avviata e messa in marcia da tecnici della ditta costruttrice in quanto ogni TGV deve essere inserito nel sistema generale (Layout) studiato in fase contrattuale. In realtà più che la messa in marcia del TGV si dovrebbe descrivere l’installazio- ne del sistema software nel computer di gestione; ovviamente questo esula dal manuale e si da per scontato che questo sia già stato fatto e tutto sia pronto per rendere operativo il TGV per le sue mis- sioni di lavoro.

5.2 CONTROLLI PRELIMINARI

Nelle prime fasi di funzionamento è op- portuno controllare le varie percorrenze ed in particolare verificare che:

- i percorsi siano liberi da corpi estra- nei;

- i pavimenti siano puliti e privi di irre- golarità come descritto nell’apposito capitolo;

- tutte le sicurezze siano funzionanti;

- i contenitori da trasportare siano montati correttamente ed i materiali contenuti non sporgano all’esterno;

- l’accoppiamento meccanico fra TGV - carica batterie sia corretto;

- le batterie siano cariche.

Come norma precauzionale durante le prime fasi di funzionamento, sarebbe op- portuno fare seguire il TGV da personale addetto alle manutenzioni della ceramica per le ultime verifiche del caso.

5.1 WARNINGS

MACHINE IN OPERATION

Every machine is put into motion and switched on by construction company te- chnical personnel since every TGV must be a part of the general system (Layout) designed in the contract. Actually, it is the installation of the sof- tware in the management computer that should be described. Obviously, this transcends the topic of this manual and it is taken for granted that the installation has been done and everything is ready for TGV operation.

5.2 PRELIMINARY CHECKS

In the first phase it is necessary to check if:

- the trajectory is clear from objects;

- floor is clean and without roughness as described in the appropriate chapter;

- all safeties are working;

- containers to be carried are well placed and their contents are not projecting;

- the mechanic coupling between TGV and batteries is correct;

- batteries are charged.

As a precaution measure during the first operation phase, it is recommended to have ceramic tile company maintenance person to check TGV for the last time.

Dopo alcuni giorni di lavoro controllare che non vi siano perdite di olio e che le ricariche batterie siano efficenti.

5.3 ATMOSFERA CON RISCHIO DI ESPLOSIONE E/O INCENDIO

Nel caso di richiesta di macchinari per uso in atmosfera esplosiva e/o a rischio d’incendio, bisognerà concordare pre- ventivamente fra le parti le procedure necessarie secondo le norme vigenti in materia (CEE n° 98/37). La macchina standard della ditta costrut- trice non é predisposta per lavorare in ambienti con atmosfera esplosiva o con rischio d’incendio. Il cliente/utente deve assolutamente specificare, in fase di trattativa, se detto rischio é presente (in tal caso si opererà come sopra citato).

Prescrizioni particolari relative alle con- dizioni ambientali: condizioni ambientali diverse da quelle prescritte possono cau- sare rotture meccaniche con conseguenti situazioni di pericolo per il personale.

NOTA BENE Perchè la macchina possa essere ope- rativa, tutte le fotocellule o sensori ottici devono essere liberi, ossia non devono esserci ingombri di qualsiasi tipo che le oscuri o che rimandi il segnale. Diversamente la macchina non si muove restando in blocco come se fosse inter- venuto un allarme. Importante, inoltre, è il perfetto livella- mento della navetta a riposo che però dipende dalla pavimentazione eseguita precedentemente.

5.4 ALLACCIAMENTO ENERGIA ELETTRICA

Gli allacciamenti all’energia elettrica sono da effettuarsi in due quadri: quadro elet- trico di terra, normalmente situato in un ufficio prefabbricato adibito appositamen- te al contenimento del quadro stesso

Check for oil leaks and if batteries are properly working after some days of operation.

5.3 ATMOSPHERE WITH THE RISK OF EXPLOSION AND/OR FIRE

If machines are requested for use in at- mospheres with the risk of explosion and/ or fire, agreement between the parties must be reached in advance regarding the procedures required according to the laws in force (EEC no. 98/37). The standard machine produced by the manufacturer is not designed to operate in environments with explosive atmo- spheres and/or the risk of fire. The customer must specify whether this risk is present during negotiations (in which case, the above procedure is followed).

Special requirements regarding envi- ronmental conditions: environmental conditions other than those prescribed could cause mechanical failure and a consequent danger to personnel.

IMPORTANT NOTE For the machine to be operative, all the photocells and optic sensors must be free, without anything obscuring them or reflecting a signal.

Otherwise the machine will not move and remain locked as if in an alarm con- dition.

Also important is the perfect leveling of the shuttle when stopped, which depends on the flooring.

5.4 ELECTRICAL CONNECTION

There are two electrical panels to connect:

the ground station electrical panel, which is normally located in a prefabricated ca- bin designed to house the panel and the control computer, requiring a 220V

e della stazione computer di controllo,

con alimentazione a 220V monofase; un secondo quadro elettrico, della stazione

di ricarica automatica, con una alimenta-

zione a 380V trifase. All’interno dei quadri elettrici viene inse- rito il relativo schema elettrico. In caso contrario contattare direttamente la ditta costruttrice. L’utilizzatore è tenuto a predisporre un adeguato sezionatore della linea elettrica, oltre ad efficaci mezzi di protezione contro sovracorrenti/contatti indiretti.

• Verificare che la rete di alimentazio- ne corrisponda al voltaggio ed alla frequenza indicate sulla targa di iden- tificazione della macchina: un’errata tensione di alimentazione può danneg- giare la macchina.

• Verificare che la rete di alimentazione sia provvista di adeguato impianto di messa a terra (fare verificare a perso- nale qualificato l’efficenza della linea di messa a terra)

• Verificare che tutti i motori elettrici siano adeguatamente collegati alla messa a terra.

5.5 ASPORTO E SMALTIMENTO MA- TERIALI

I materiali da smaltire per i quali occorre prendere precauzioni per la salvaguardia dell’ambiente sono:

single-phase supply; and the automatic recharging station panel requiring a 380V three-phase supply.

The electrical circuit diagram is located inside the electrical panel. If it is missing contact the manufacturer. The user is expected to provide an ade- quate disconnecting switch for the electri- cal supply line in addition to providing suitable protection against overloading/ indirect contact.

• Check that the supply voltage corre- sponds with that shown on the machine identification plate: The wrong supply voltage could damage the machine.

• Check that the mains supply is ade- quately earthen (the earth should be checked by qualified personnel with suitable instruments).

• Check that all the electrical motors are adequately earthen.

5.5 REMOVAL AND DISPOSAL OF MATERIALS

The materials is dangerous for the envi- ronment. These include:

lubrificanti;

• lubricants;

gomme intese come le ruote della navetta;

• shuttle wheel rubber;

cinghie;

• belts;

nastri e pattini;

• belts ans runners;

acidi eventuali da sostituire;

• waste and replaced acids;

componenti elettrici od elettronici.

• electric or electronic components.

Il

loro smaltimento deve avvenire confor-

They must be disposed of according to

memente alle prescrizioni di legge. Usare mezzi e contenitori adeguati a pre- venire la contaminazione ambientale.

the laws in force. Use methods and containers that prevent contamination of the environment.

5.6 ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

La normale dotazione della macchina comprende:

• tastiera wireless

• Manualistica

• Elenco ricambi consigliati

5.7 RIPARTENZE

Quando gli impianti vengono fermati per qualche ora o giorni, alla ripartenza il sistema è programmato per riprendere il funzionamento con operazioni in sequen- za all’istante di fermata. Per una corretta ripartenza è quindi ne- cessario controllar e che:

- non vi siano stati spostamenti manuali

di box, durante il periodo di fermata,

tali che il sistema non ne sia stato informato

- batteria del TGV sia carica

- sicurezze siano funzionanti

la

le

- non vi siano corpi estranei sulle via di corsa del TGV.

5.6 EQUIPMENT SUPPLIED WITH THE MACHINE

The machine is normally supplied with:

• keyboard wirless

• Instruction manuals

• List of recommended spare parts

5.7 RE-STARTS

When restarts the plant, stopped for few houres or days, the system is program- med for go on with the operations made before the stop.

For a correct restart is necessary check that:

- there wasn’t been manual shifting of boxes during stop time, without inform the system;

- TGV battery is charged;

- safety devices are functioning;

- there aren’t any objects on the track of the TGV.

6

SICUREZZE

6.1 ERRORI PREVEDIBILI E COM- PORTAMENTI SCORRETTI

Al fine di evitare eventuali errori e/o scor- rettezze nel funzionamento è necessario che le procedure operative e le avver- tenze di pericolo richiamate nel presente Manuale siano note e ben comprese da tutto il personale.

In particolare:

SAFETIES

6.1 FORESEEABLE ERRORS AND INCORRECT BEHAVIOR

In order to avoid any errors and/or in- correct working it is necessary that the operating procedures and the danger warnings mentioned in the present Ma- nual are known and well understood by the whole staff.

In particular:

ATTENZIONE Pericolo generico Prima di mettere in funzione la mac- china assicurarsi che nessuno transiti

ATTENZIONE Pericolo generico

Prima di mettere in funzione la mac- china assicurarsi che nessuno transiti nelle aree di manovra delle navette.

WARNING General danger

nelle aree di manovra delle navette. WARNING General danger Before starting up the system ensure that

Before starting up the system ensure that nobody is moving through the shuttle maneuvering areas.

6.2 PRESCRIZIONI DI SICUREZZA

La macchina è costruita per funzionare, per essere regolata e per avere la ma- nutenzione senza che tali operazioni, se effettuate nelle condizioni previste dal costruttore, pregiudichino l’incolumità fisica delle persone. Nel seguito vengono indicate le precau- zioni da osservare nell’utilizzo della mac- china che sono particolarmente rilevanti ai fini della sicurezza.

Prescrizioni generali:

Prima di procedere all’avviamento, all’utilizzo e alla manutenzione leggere attentamente questo Manuale.

6.2 SAFETY RULES

Machine is builded to work, to be adju- sted, and to suffer maintenance without that this operations, if they are made following the conditions provided by the manifacturer, prejudice the physical unhurt of the persons. Described below are the precautions of particular relevance to safety to be fol- lowed when using the machine.

General precautions:

• Before starting up and using the ma- chine, carefully study this Manual.

• Curare lo spazio operativo attorno alla macchina che deve essere sgombro da ostacoli, pulito ed ade guatamente illuminato;

• Verificare che tutti i dispositivi di si- curezza siano funzionanti e che non siano stati manomessi;

• Non utilizzare mai la macchina se in avaria;

• Dopo ogni intervento di manutenzio- ne o regolazione accertarsi che non rimangano attrezzi o corpi estranei fra gli organi di movimento della macchi- na, onde evitare danni alla macchina e/o infortuni al personale;

• Curare l’abbigliamento del personale che opera sulla macchina: usare calza- ture da lavoro robuste, tenere maniche ben serrate intorno ai polsi e comun- que non indossare indumenti con parti penzolanti come cravatte, sciarpe, giacche sbottonate o abiti strappati, slacciati o con chiusure lampo aperte per evitare il rischio di impigliamento nelle parti in movimento della macchi- na;

• Assolutamente da evitare l’utilizzo delle navette TGV come trasporto di persone od oggetti diversi da quelli previsti dal contratto d’acquisto assie- me alla TecnoFerrari.

Prescrizioni di sicurezza per il manuten- tore meccanico:

• Tenere sempre pulita ed asciutta l’area adibita agli interventi di manutenzio- ne;

• Tenere il più pulito possibile il traccia- to percorso dalle navette TGV; uno sporco eccessivo (polvere o rottami) potrebbe causare la perdita di aderen- za delle ruote motrici ed il conseguente sbandamento delle navette;

• The area around the machine should be kept free of obstacles, clean, and adequately illuminated;

• Check that all the safety devices are working properly and that they have not been tampered with;

• Do not use the machine if it is out of order;

• After any maintenance or adjustment work ensure that no tools or foreign bodies are left in the moving parts of the machine. This avoids damage to the machine itself and/or injury to personnel;

• Ensure that personnel working with the machine are suitably dressed:

use strong work shoes (safety shoes), sleeves should be well closed at the wrists. Dangling garments, like ties, scarves, unbuttoned jackets, or torn, loose, unzipped garments should not be worn. Any such garments could become trapped in the moving parts of the machine;

• Use of the TGV shuttles for transpor- ting people, or items other than those envisaged in the purchasing contract made with TecnoFerrari, is absolutely forbidden.

Safety rules for the mechanical techni- cian:

• Always keep the areas required for maintenance clean and dry;

• Keep the route travelled by the TGV shuttles as clean as possible; exces- sive dirt (dust or waste) might impair the grip of the driving wheels, causing the shuttle to veer off track;

• Eliminare eventuali macchie d’olio inquanto potrebbero imbrattare le ruote motorici e/o condotte causando una perdita di aderenza della navetta stessa;

• Ogni intervento di riparazione deve essere eseguito con macchina ferma, scollegata dall’alimentazione elettrica e pneumatica;

• Seguire le informazioni contenute nel presente Manuale alle voci manuten- zione ed assistenza tecnica;

• Non usare benzina o solventi infiam- mabili come detergente, ma ricorrere sempre a solventi commerciali autoriz- zati non infiammabili e non tossici;

• Non impiegare l’aria compressa per la pulitura dei particolari; in caso di impossibilità dell’uso di altri sistemi, proteggersi con occhiali aventi ripari laterali e limitare la pressione ad un massimo di 2 bar;

• Non ricorrere mai all’uso di fiamme libere come mezzo di illuminazione quando si procede ad operazioni di verifica o di manutenzione;

• Non lubrificare la macchina quando è in movimento.

6.3

RESPONSABILITÀ

Il mancato rispetto delle istruzioni con- tenute nel presente Manuale d’uso e manutenzione esime il costruttore da qualsiasi responsabilità. Il costruttore non è responsabile di prestazioni difettose della macchina conseguenti a scorretta manutenzione. Modifiche, manomissioni e uso di ricam- bistica non originale esimono il costrut- tore da qualsiasi responsabilità relativa al buon uso, corretto funzionamento ed incolumità di persone o cose.

• Remove any oil stains since they might soil the driving wheels and/or pipes, causing a loss of adherence of the shuttle itself;

• All repair work must only be carried out with the machine stopped and disconnected from the electrical and pneumatic supplies;

• Follow the instructions contained in this manual under the headings Main- tenance and Technical Assistance;

• Do not use petrol or flammable solvents like detergent. Always use authorized non-flammable, non-toxic commercial solvents;

• Do not use compressed air for clea- ning small parts. If no other systems are available, use safety glasses with side guards and limit the pressure to 2 bar;

• Never use naked flames for illumina- tion when conducting check or main- tenance operations;

• Do not lubricate the machine while it is running.

6.3

RESPONSIBILITY

Failure to respect the instructions contai- ned in this Use and Maintenance Manual frees the manufacturer from all responsi- bility. The manufacturer is not responsible for the erratic performance of the machine resulting from incorrect maintenance. Modifications, tampering,or the use of non-original spare parts frees the manu- facturer of all responsibility regarding the correct use and operation of the machine, or damage to persons or things.

Il produttore declina ogni responsabilità per inconvenienti derivanti da una scor- retta manutenzione o da un uso inade- guato della macchina.

6.4 PERICOLI RESIDUI (CON TGV IN AUTOMATICO)

In alcuni casi e durante alcune manovre si possono avere pericoli residui che sono qui di seguito elencati:

The manufacturer refuses all responsi- bility for any hitches resulting from incor- rect maintenance or improper use of the machine.

6.4 RESIDUAL DANGERS (WITH AUTOMATIC TGV)

In some cases and during some manoe- uvres, there may be residual dangers li- sted hereafter:

-

al

momento del deposito a pavimento

-

when

depositing

the

box

to

the

del box: i n.4 piedi dei box o pianali sono sollevati di circa 4cm dal pa- vimento durante le fasi di trasporto;

ground: the no. 4 feet of the boxes or platforms are lifted by about 4cm from the ground during the transport sta- ges; when the boxes are placed in the scheduled positions, there may be a crushing danger between the feet of the boxes and the ground. - when taking a box: the no. 4 lifting rol- lers of the TGV pass from an internal position to the working position, rising by about 10cm; as in the previous case, there may be a crushing danger between the rollers and the lower part of the structure of the box.

quando i box sono posti nelle posizioni programmate può nascere un pericolo

di

schiacciamento fra i piedi dei box ed

il pavimento.

 

-

al

momento del prelievo di un box: i n.4

rulli di sollevamento del TGV si portano da una posizione interna alla posizione

di

lavoro alzandosi di circa 10cm; come

nel caso precedente può nascere un pericolo di schiacciamento fra i rulli e la parte inferiore della struttura del box.

6.5

COMANDI, SENSORI E SICUREZ- ZE

6.5 CONTROLS, SENSORS AND SAFETY DEVICES

6.5.1 BORDO MACCHINA

La fig. 6.1 mostra i comandi ed i sensori di lavoro e dispositivi di sicurezza a bordo del TGV.

6.5.1 MACHINE BOARD Picture 6.1 shows the controls and the working sensors and the safety devices on board the TGV.

LATO “AVANTI” “FORWARD” SIDE

14 7 8 9 10 11 12 1 2 3 4 5 6 13 16
14
7
8
9
10
11
12
1
2
3
4
5
6
13
16
19
18
Vano
Quadro Elettrico
Electrical board
15
17
room

LATO “INDIETRO” “BACKWARD” SIDE

Fig.6.1

Legenda Fig.6.1

Legend of Picture 6.1

Pos.1 - n°4 lampeggianti

Pos.2 - n°4 fotocellule di sicurezza verticali

Pos.3 - n°4 pulsanti d’emergenza

Pos.4 - n°4 tappi (ex start)

Pos.5 - n°2 pulsante giallo di “safety reset”

Pos.6 - n°1 selettore automatic-manual

Pos.7 - n°1 selettore a chiave acceso-spento

Pos.8 - n°2 laser scanner di sicurezza

Pos.9 - n°2 incisione per predisposizione fotocellula

Pos.10 - n°2 fotocellule di presenza box

Pos.11 - n°2 fotocellule ricevitrici per dialogo macchina.

Pos.12 - n°1 radio

Pos.13 - n°1 coppia contatti per carica batteria

Pos.14 - n°1 pulsantiera di comando via radio

Pos.15 - n°2+2 bumper frontali e laterali

Pos.16 - n°8 micro interni per bumpers

Pos.17 - n°1 sirena bitonale interna al quadro elettrico

Pos.18 - n°5 connettore per pulsantiera 14

Pos.19 - n°1 antenna ricevitrice per tastiera

Pos.1 – no. 4 flashing lights

Pos.2 – no. 4 vertical safety photocells

Pos.3 – no. 4 emergency push buttons

Pos.4 – no. 4 plugs (ex start)

Pos.5 – no. 2 yellow “safety reset” push button

Pos.6 – no. 1 “automatic-manual” selector

Pos.7 – no. 1 “on-off” key selector

Pos.8 – no. 2 safety scanner lasers

Pos.9 – no. 2 notches for photocell arrangement

Pos.10 – no. 2 box presence photocells

Pos.11 – no. 2 receiver photocells for machine dialogue.

Pos.12 – no. 1 radio

Pos.13 – no. 1 contact couple for battery charger

Pos.14 – no. 1 radio control push button panel

Pos.15 – no. 2+2 front and side bumpers

Pos.16 – no. 8 internal micros for bumpers Pos.17 – no. 1 bitonal siren inside the electrical board

Pos.18 – no. 5 connectors for push button panel 14

Pos.19 – no. 1 receiver antenna for key- board

6.5.2

SEGNALETICA

La fig. 6.2 mostra i segnali collocati a bor- do del TGV; si raccomanda di mantenerli puliti affinchè siano sempre leggibili. In caso di danneggiamento o totale aspor- tazione richiedere nuovi esemplari. I segnali mostrati si ripetono anche sul- l’altro lato del veicolo.

6.5.2

SIGNS

Table 6.2 shows the signals placed on board the TGV; it is recommended to keep them clean so that they are always readable. In case of damage or complete removal, ask for replacements.

1)

TARGHETTA CON MATRICOLA;

1)

LABEL WITH SERIAL NUMBER;

2)

E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO SALIRE SOPRA LA NAVETTA SIA IN MOVIMENTO CHE FERMA (n. 2 posti su entrambi i lati);

2)

IT IS FORBIDDEN TO GET ON THE SHUTTLE WHEN MACHINE IS MOVING OR STOPPED (in nr. of 2, seats in both sides);

3)

PUNTO FORCHE DI SOLLEVA- MENTO (n. 4 posti su entrambi i lati);

3)

SWING LIFTING FORKS POINT (in nr. of 4, seats in both sides);

4)

SEGNALE COMPOSTO PER BAT- TERIA SOTTOSTANTE (un altro segnale è posto all’interno);

4)

COMPOSITE SIGNAL FOR UN- DERNEATH BATTERY (an addi- tional signal is placed inside);

5)

MACCHINARIO IN SERVIZIO AU- TOMATICO.

5)

MACHINERY IN AUTOMATIC SER- VICE.

4 5 1 3 2 TGV DA SOPRA
4
5
1
3
2
TGV DA SOPRA

Fig. 6.2

6.6

PANNELLI DI COMANDO DEL TGV

6.6 TGV KEYBOARD (Fig.6.1)

(Fig.6.1)

Sui due lati di avanzamento sono disposti comandi e dispositivi vari come da fig. 6.1. Riportiamo l’elenco con le relative spiegazioni:

Devices and commands are placed on both direction sides as shown in tab. 6.1. Here is the list with relevant descrip- tions:

1)

Reset sicurezze (pos.5): Pulsan-

1)

Safeties Reset (5): Yellow push

te

di colore giallo. La pressione di

button. By pressing this button the

questo pulsante resetta l’ allarme presente sul veicolo e ripristina le sicurezze della macchina.

 

alarm on vehicle is reset and ma- chine safeties re-activated.

2)

Avviamento (Start): Pulsante ver-

2)

Start:

de sulla tastiera di fig. 6.1 . Attiva il funzionamento automatico della macchina quando il selettore MA- NUALE/AUTOMATICO è ruotato su AUTOMATICO. Dopo la pressione del tasto stesso l’ avvio della mac- china viene ritardato di circa 2 sec. per ulteriore precauzione.

Green pushbutton on the keyboard of picture 6.1.It activates the auto- matic working of the machine when the MANUAL/AUTOMATIC selector has rotated to AUTOMATIC. After pushing the key itself, the start of the machine is delayed of about 2 seconds for further caution.

3)

Manuale/Automatico (pos.6):

3)

Manual/Automatic (6): mode se-

Selettore modale a due posizioni. Opera commutando il funziona- mento della navetta da MANUALE ad AUTOMATICO e viceversa. La messa in automatico del veicolo abilita il suo funzionamento tramite

lector with two positions. It operates by shifting the shuttle operation mode from MANUAL to AUTOMA- TIC and vice versa. The automatic mode enables the machine to run with through radio activated after

radio che avviene dopo la trasmis- sione dei dati e il loro ricevimento dal PLC della macchina. La messa

data transmission and reception by machine PLC. The manual mode generates the reset of the data re-

in

manuale della macchina pro-

ceived. With manual mode machine

voca l’azzeramento di questi dati

 

is operated by movable keyboard.

ricevuti. Con la selezione manuale

 

si

effettuano gli spostamenti della

macchina con la tastiera.

 

4)

Spento/Acceso (pos.7):

4)

On/Off (pos.7)

Selettore modale manovrabile solo con apposita chiave. Quando il

Modal selector manoeuvrable with special key only.

selettore si trova nella posizione

When the selector is in off position,

di

spento non è possibile in alcun

the movement of the machine is no

modo il movimento della macchi- na. P.S. - Viene inibita la trasmissione radio

 

way possible. P.S. – the radio transmission is re- strained.

5)

Presa per carica batteria (13)

5)

Socket for battery charter (13)

6)

RADIO con antenna (12)

6)

RADIO with antenna (12)

6.7

SENSORI DI FUNZIONAMENTO

6.7 OPERATION SENSORS (Fig.6.1)

(Fig.6.1)

Anche se non strettamente legati ai di- spositivi di sicurezza, la conoscenza dei dispositivi di funzionamento rende con evidenza il comportamento della macchi- na nelle fasi di prelevo o rilascio box :

1) PRESENZA BOX (10) N. 2 Ftc tipo riflessione diretta (reflex) in verticale normalmente libera. Devono essere entrambi impegnate per consentire la manovra di solleva- mento box.

2) INDICATORE ACQUA BATTERIA Spia a led all’interno per segnalazione livello basso dell’ acqua batterie.

3) SENSORI SOLLEVAMENTO Coppia di sensori di prossimità indut- tivi. Rilevano le posizioni alto / basso dell’organo di sollevamento. Sono posti a fianco del rullino vicino ai contatti del carica batteria.

Even though it not directly related to the safety devices, the knowledge of opera- tion devices clearly illustrates the way machine operates in box pick up and release phases:

1) BOX PRESENCE (10) No. 2 Ftc vertical direct reflex type normally free. Both must be engaged to enable the box lifting manoeuvre.

2) BATTERY WATER INDICATOR LED light inside to signal the low level of the battery water.

3) LIFTING SENSORS Couple of inductive proximity sen- sors. They detect the high/low positions of the lifting member. They are placed next to the roller, near the contacts of the battery charger .

6.8 DISPOSITIVI DI SICUREZZA

Bumpers (n. 4): sono disposti sui lati come da figura. Ogni bumper è col- legato meccanicamente a due micro che, aprendosi in caso d’urto, fanno fermare immediatamente il TGV.

Arresti d’emergenza a fungo (n. 4):

sono disposti a coppie sui lati di marcia in modo che un operatore, se necessa- rio, possa azionarli senza difficoltà;

Segnale acustico intermittente :

Segnale acustico intermittente attivo durante la traslazione del veicolo pro- veniente da una sirena bitonale interna alla macchina (fig.6.1 - pos.17). La frequenza degli impulsi sonori di- venta maggiore nella fase di allarme macchina. IMPORTANTE: verificare la sirena ogni 6 mesi. A cofano aperto, ad 1 mt di distanza il picco sonoro deve essere superiore ai 95 dB.

- Segnali luminosi gialli intermittenti (n. 4): posizionati sugli spigoli lampeg- giano con macchina in movimento.

IMPORTANTE: VERIFICARE IL BUON FUNZIONAMENTO DI TUTTI I DISPO- SITIVI DI SICUREZZA ELENCATI OGNI 6 MESI.

6.8 SAFETY DEVICES

• Bumpers (in nr. of 4): these are placed on the sides as shown in the table. Each bumper is connected to two micros that, if open in case of impact, immediately stop the TGV.

• Emergency stops (in nr. of 4):

these are placed in pairs on the opera- tion side so that operator can activate them easily.;

• Flickering acoustic signals:

Intermitten signal sound coming from a bitonal siren placed inside the machine (fig.6.1 - pos.8): it is active during the normal working. The frequency of the sound impulses increases during the alarm phase of the vehicle . IMPORTANT : check the siren every 6 months. With opened bonnet, at a distance of 1 meter, the sound peak must be higher than 95 dB

- Yellow luminous flickering signals (in nr. of 4): these are placed on the corners and flick when machine is mo- ving.

IMPORTANT : CHECK THE GOOD OPE- RATING OF ALL THE LISTED SAFETY DEVICES EVERY 6 MONTHS.

N.4 fotocellule a raggio verticale (ta- steggio diretto) montate sul TGV ed atti- ve solo quando è caricato il box.

Servono per controllare aree di manovra soprattutto nel caso in cui vi siano spazi inferiori ai 500mm.

N.4 photocells with vertical radius (di- rect keying) mounted on the TGV and only active when the box is loaded.

They are used to control the manoeuvre area especially in cases in which there are spaces of under 500mm.

They are used to control the manoeuvre area especially in cases in which there are spaces

Fig. 6.5

6.9 TASTIERA MOBILE

La tastiera wireless mobile viene fornita in dotazione all’impianto e serve esclu- sivamente per il pilotaggio della navetta manualmente (fig. 6.6). Gli altri sistemi di comando (PC) sono descritti dettagliatamente negli appositi manuali forniti a corredo (Moving Pro- grammer - MANUALE OPERATIVO e MANUALE TECNICO).

6.9 MOBILE KEYBOARD

The mobile wireless keyboard is fur- nished together with the unit and is used exclusively to pilot the shuttle manually (picture 6.6). The other control systems (PC) are de- scribed in detail in the relevant manuals furnished (Moving Programmer – OPE- RATING MANUAL and TECHNICAL MANUAL).

Programmer – OPE- RATING MANUAL and TECHNICAL MANUAL). FUNZIONAMENTO DEI TASTI Nota preliminare: la tastiera

FUNZIONAMENTO DEI TASTI

Nota preliminare:

la tastiera funziona solo quando il veico- lo è in lenta o fermo e dopo aver premu- to MAN. Si consiglia comunque di fermare il vei- colo in quanto se si preme MAN in lenta il veicolo si blocca frenando.

Fig. 6.6

OPERATION OF THE KEYS

Preliminary note:

the keyboard works only when the vehi- cle is slowing down or stopped and after pushing MAN. It is recommended, however, to stop the vehicle since, if MAN is pushed when slowing down, the vehicle stops by braking.

I veicolo si sposta verso il lato AVANTI

Sollevamento rullini di carico

Rotazione in senso orario (visto dall’alto)

Ripristino ciclo automatico:

sequenza AUT+F1 (+START)

Il veicolo si sposta verso il lato INDIETRO

Abbassamento rullini di carico

Rotazione in senso antiorario (visto dall’alto)

Funzionamento in manuale (vedi nota preliminare

Tasto libero

The vehicle moves towards FORWARD sideFunzionamento in manuale (vedi nota preliminare Tasto libero Lifting of loading rollers Clockwise rotation (seen from

Lifting of loading rollersTasto libero The vehicle moves towards FORWARD side Clockwise rotation (seen from above) Automatic cycle reset:

Clockwise rotation (seen from above)moves towards FORWARD side Lifting of loading rollers Automatic cycle reset: AUT+F1 (+START) sequence The vehicle

of loading rollers Clockwise rotation (seen from above) Automatic cycle reset: AUT+F1 (+START) sequence The vehicle

Automatic cycle reset:

AUT+F1 (+START) sequence

The vehicle moves towards BACKWARD side BACKWARD side

Lowering of loading rollers(+START) sequence The vehicle moves towards BACKWARD side Counter-clockwise rotation (seen from above) Working in

Counter-clockwise rotation (seen from above) (seen from above)

Working in manual (see preliminary note) (see preliminary note)

Free keyLowering of loading rollers Counter-clockwise rotation (seen from above) Working in manual (see preliminary note) 6-14

Contemporaneamente ai tasti AV/ IND:

aumenta la velocità fino al massimo consentita in manuale.

Il veicolo sterza a sinistra

Il veicolo sterza a destra

Reset allarmi (a); anche in abbinamento con AUT e START

Reset azionamenti (b)

Tasto libero

Premuto per almeno min.5 sec: reset scheda traccia (il TGVB deve essere fuori dalla traccia).

Ripristino ciclo automatico:

sequenza AUT + F1 + START (necessario solo per reset allarmi)

AUT + F1 + START (necessario solo per reset allarmi) Contemporaneously with the AV/IND keys: it

Contemporaneously with the AV/IND keys:

it increases up to the top speed al- lowed in manual.

The vehicle swerves to the leftkeys: it increases up to the top speed al- lowed in manual. The vehicle swerves to

The vehicle swerves to the rightspeed al- lowed in manual. The vehicle swerves to the left Alarm reset (a); also in

Alarm reset (a); also in coupling with AUT and START AUT and START

Reset of driver (b)right Alarm reset (a); also in coupling with AUT and START Free key Pushed for min.

Free keyalso in coupling with AUT and START Reset of driver (b) Pushed for min. 5 seconds:

Pushed for min. 5 seconds: reset track card (the TGVB must be outside the track).in coupling with AUT and START Reset of driver (b) Free key Reset of automatic cycle:

Reset of automatic cycle: AUT + F1 + START sequence (necessary for alarm reset only) START sequence (necessary for alarm reset only)

6.10 MODI DI MARCIA ED ESERCIZIO

Manuale Questo modo viene gestito dall’operato- re nella fase di preparazione macchina (produzione) oppure per servizio qualora nel contesto produttivo vi sia l’esigenza di fare operazioni di controllo o movimenta- zioni di emergenza.

Automatico Questo modo viene gestito per accedere alla marcia continua della macchina nel contesto produttivo.

6.11 ARRESTO DI EMERGENZA

I dispositivi che azionano l’arresto di emergenza sono i seguenti:

• contatto con i bumper frontali;

• contatto con le barre sensibili laterali;

• pulsante di emergenza.

6.12 SEZIONAMENTO DELLE FONTI DI ENERGIA

I quadri elettrici generali sono due: qua-

dro elettrico 220V (in ufficio a fianco del computer ) e il gruppo di ricarica a 380V (o tensione di rete). Questi quadri non sono forniti di seziona- tore generale di tensione e quindi viene fatto obbligo di allacciarli, se esistente, o di montarlo, se non previsto, ad un sezionatore esterno di tensione secondo le norme vigenti. In caso di necessità può essere usato come arresto di emer- genza.

6.10 DRIVE AND OPERATION MODES

Manual This mode is controlled by the operator during the preparation of the machine (production) or whenever a production process requires manual control or emer- gency operations.

Automatic This mode is used to run the machine continuously during production.

6.11 Emergency stop

The emergency stop devices are as fol- lows:

• contact with front bumper;

• contact with the side sensor bars;

• emergency button.

6.6 D ISCONNECTING SOURCES

ENERGY

There are two main electrical panels: the 220V panel (in the cabin with the compu- ter) and the recharging unit at 380V (or system tension). These panels are not supplied with power disconnecting switches and therefore it is obligatory to connect them to a power disconnecting switch in accordance with the legislation in force. These may also be used as emergency switches.

6.13 MODALITA’ DI AVVIAMENTO O RIAVVIAMENTO (rif. Fig.6.1)

Si distinguono i seguenti casi:

1) riavviamento completo: caso di un veicolo da reinserire nell’impianto dopo una fase ad es. di manutenzione;

2) riavviamento parziale: caso di un veicolo con un problema momentaneo come ad es. un fuoritraccia.

3) riavviamento in caso di blocco per allarme temporaneo (ftc verticali, fun- ghi em., urto a bumper)

4) riavviamento con bumper laterali

premuti

Caso 1 - procedere come segue:

a - abilitare il veicolo interessato al ser- vizio automatico nel programma del supervisore (operazione da farsi da operatore specializzato);

b - riportare in modalità manuale il veico- lo su di un nodo con il codice agendo con i comandi della pulsantiera 14;

c – agendo sul veicolo: riportare in AU- TOMATIC il selettore 6, poi premere il pulsante 5 SAFETY RESET (riazze- ramento sicurezze);

d – agendo sulla tastiera 14: premere F1 poi start.

Caso 2 - procedere come segue:

ripetere i precedenti punti b, c, d.

Caso 3 - procedere come segue:

dopo aver verificato il motivo del blocco (e che il veicolo sia sul nodo) ed agendo dalla tastiera:

a – premere F1;

b – premere start.

Caso 4 - verificare il motivo del blocco poi in collaborazione con un altro opera- tore (per motivi di sicurezza) procedere come segue:

6.13 STARTING OR RESTARTING MODE (ref. picture 6.1)

The following cases are distinguished:

1) complete restarting: case of a vehicle to be reinserted in the unit after a phase of maintenance, for example.

2) partial restarting: case of a vehicle with a temporary problem, such as out-of- track

3) restarting in case of stop due to temporary alarm (vertical ftc, emergency mushrooms, bumper collision)

4) restarting with side bumpers pu-

shed

Case 1 – proceed as follows:

a – enable the vehicle concerned to the automatic service in the programme of the supervisor (operation to be carried out by a qualified operator);

b – take the vehicle back on a knot with code manually, operating with the con- trols of the pushbutton panel 14;

c – operating on the vehicle: take selector 6 back to AUTOMATIC, then push pu- shbutton 5, SAFETY RESET (zero set- ting of the safety devices)

d – operating on the keyboard 14: push F1, then start.

Case 2 – proceed as follows:

repeat points b, c, d.

Case 3 – proceed as follows: after che- cking the reason of the stop (and that the vehicle is on the knot) and operating from the keyboard:

a – push F1

b – push start.

Case 4 – check the reason of the stop, then proceed as follows in cooperation with another operator (for safety rea- sons):

Agendo sul veicolo:

a - girare il selettore 6 nella pos. MA- NUAL;

b – premere il pulsante 5 (SAFETY RE- SET) e contemporaneamente agire sulla tastiera 14 (fig.6.2) muovendo il veicolo fino allo sblocco del bumper; dalla tastiera dopo essersi portati a distanza di sicurezza:

c – riportare il veicolo sul nodo;

d – premere F1;

e – premere start.

Operating on the vehicle:

a – turn the selector 6 to position MA- NUAL;

b – push the button 5 (SAFETY RESET)

and operate on the keyboard 14 con- temporaneously to release the bumper; from the keyboard after reaching a sa- fety distance:

c – take the vehicle back onto the knot

d – push F1;

e – push start.

ATTENZIONE !!! Per i casi 3 e 4 vi possono essere si- tuazioni di pericolo;

ATTENZIONE !!!

Per i casi 3 e 4 vi possono essere si- tuazioni di pericolo; agire con cautela e possibilmente in due operatori per con- trollare completamente l’area dell’inter- vento.

Per tutti i casi occorre riportare in mo- dalità manuale il veicolo su di un nodo con il codice agendo con i comandi del- la pulsantiera 14 (fig.6.2);

In caso di conduzione in manuale del veicolo, prestare attenzione agli altri veicoli in funzionamento automatico.

ATTENTION !!!

altri veicoli in funzionamento automatico. ATTENTION !!! For cases 3 and 4 there may be dan-

For cases 3 and 4 there may be dan- gerous situations; be careful and make sure that at least two operators check throughout the area of the intervention.

For all cases it is necessary to manual- ly take the vehicle back onto a knot with code, operating with the controls of the pushbutton panel 14 (picture 6.2);

In case of manual running of the vehi- cle, pay attention to the other vehicles working automatically.

NOTE IMPORTANTI

● Per motivi di sicurezza la portata della tastiera è stata limitata a non oltre i 25mt in campo aperto.

● Quando si scambiano le impostazio- ni nel selettore del veicolo nella Pu- santiera di comando verificare con accuratezza che il nuovo numero corrisponda al veicolo voluto: in caso contrario c’è il rischio di operare su un veicolo non desiderato.

IMPORTANT NOTES

● For safety reasons, the reach of the keyboard has been limited to not more than 25mt in open field.

● When the settings in the selector of the vehicle are changed in the con- trol Pushbutton panel, carefully check that the new number corresponds to the desired vehicle: otherwise you risk operating on a non-desired vehicle.

7

7.1 PREMESSA

ALLARMI

Il TGV è una macchina in servizio auto- matico per cui non necessita normalmen- te di interventi di operatori di reparto; nel presente capitolo vengono descritti due interventi tipici necessari in caso di fermate anomale del TGV lungo il suo percorso. Gli interventi descritti sono di semplice attuazione e possono essere affrontati anche da personale non addetto alla manutenzione purchè sufficientemente informati.

7.2 PERDITA DI TRACCIA

Uno degli interventi in manuale da farsi durante il funzionamento del TGV è il riposizionamento per perdita di traccia durante il moto causato ad es. da una deviazione per un corpo estraneo sul pavimento. Il software di guida impostato sul TGV verifica in continuazione che i sensori della scheda sentano la presenza delle calamite a pavimento; nel caso in cui il rilevamento delle calamite non sia segna- lato si ha il blocco immediato del TGV. La disposizione dei sensori sulla scheda è ovviamente in accordo con la disposi- zione delle calamite a pavimento affinchè il rilevamento sia continuo. La fig. 7.1 mostra la situazione tipica di un fuori traccia con i particolari interessati. Quello che si deve fare per ripristinare il TGV è di riportarlo in manuale in corri- spondenza di un nodo successivo ( - ) ed allinearlo con la traccia di modo che

7.1 FOREWORD

ALARMS

The TGV is an automatic vehicle which usually does not need maintenance from factory personnel. This chapter describes two typical actions in case of TGV unu- sual stops along its track.

These actions are simple and be perfor- med by non-specialised personnel if well instructed.

7.2 LOST TRACK

One of the action to perform during TGV operation is the re-positioning for lost track caused by, for example, a detour for an unknown object on the floor.

The driving software installed on board the TGV continuously checks that the card sensors read the presence of ma- gnets in the floor; in case the magnets are not sensed the TGV immediately stops. The card sensors disposition obviously matches the one of the magnets so that the detection is continuos.

Tab. 7.1 shows a typical “lost track” si- tuation.

What must be done to restore the TGV is to turn it into manual mode close to the next node (-) and align it with the track so

SCHEMA DEI COMPONENTI DI GUIDA DEI VEICOLI TGVB

Lato “A”: con incisione a cono rientrante

Lato “A” Traccia di percorrenza Magnete Lato “B” Lato “B”: Nodo di riferimento sulla traccia
Lato “A”
Traccia di
percorrenza
Magnete
Lato “B”
Lato “B”:
Nodo di riferimento
sulla traccia
superfice liscia
Magneti di nodo
(Negativo)
Lato “A” verso l’alto
Codice
abbinato sempre
al magnete di nodo
Magneti di guida
(Positivo)
ogni 50cm. circa
Lato “B” verso l’alto
Scheda traccia n°2
Scheda lettore codici
Box o pianale
Nodo per deposito contenitore
(nel parcheggio o nella macchina)
Codice sempre
presente
Nodo per incrocio tracce
Codice generalmente non
presente
Quota variabile

Scheda lettore nodi

Fig. 7.1

TGVB VEHICLE DRIVE COMPONENT SCHEME

Side “A”: with hollow conical notch

Side “A” Run track Magnet Side “B” Side “B”: smooth surface Reference knot on the
Side “A”
Run track
Magnet
Side “B”
Side “B”: smooth
surface
Reference knot on
the track
Knot magnets
(Negative) Side “A”
upwards
Code always
coupled to the knot
magnet
Guidance magnet
(Positive) about
every 50cm Side
“B” upwards
Knot reader card
Track card no. 2
Code reader card
Box or platform
Knot for container deposit
(in the parking or in the machine)
Code always
present
Knot for track junction
– Code generally not
present
Variable rate

Fig. 7.1

il sensore dei codici possa rilevare la posizione del TGV e comunicarlo al com- puter, dopodichè partirà naturalmente in automatico. Ogni codice ha una propria sigla iden- tificativa memorizzata nel computer di gestione centrale. Le operazioni da farsi con la navetta in posizione A sono:

- verificare sul monitor del computer che il blocco del TGV sia effettivamente un fuoritraccia;

- girare il selettore posto sul TGV da automatico a manuale;

- operare con le frecce della tastiera per riportare il TGV nella posizione di ripartenza ovvero per portare il centro della macchina sul nodo (-) che ha in corrispondenza un codice;

- riposizionare il selettore su automati- co.

Prima delle operazioni di ripristino TGV controllare il tratto di percorso dove si è verificato l’inconveniente ed in partico- lare controllare che non vi siano corpi estranei o la mancanza di un magnete a pavimento; nel caso in cui l’inconveniente si dovesse ripetere (nella stessa od altre posizioni) avvertire il personale addetto alla manutenazione.

7.3 NODO NON LETTO (O SEGNALATO IN ANTICIPO)

Le distanze fra i vari nodi (calamite con polo -) sono controllate da encoder posti sulle ruote del TGV; per aver certezza di andare od essere nel posto giusto du- rante una missione, la distanza rilevata dall’encoder fra i nodi viene confrontata

that the codes sensor can detect the TGV position and transmitted to the computer. After that, the TGV will start again in au- tomatic mode.

Every code has its own identity initials memorised by the central computer. The actions to be performed with the shuttle in position A are:

- Check on the computer display that the block of the TGV is an “out of track”;

- shift the selector on the TGV from au- tomatic to manual;

- operate with the keyboard buttons to restore the TGV to the previous po- sition, i.e. restore machine centre on node (-) with a code on side;

- shift the selector back to automatic.

Before performing the TGV restore, check the trajectory portion where the accident took place and in particular look for an unknown object or a missing magnet in the floor; should the accident happen once more (in the same or other positions), contact the maintenance per- sonnel.

7.3 NON-READ NODE (OR SIGNALLED IN ADVANCE)

The distance between the nodes (magnets with - pole) are controlled by encoders placed on the TGV wheels; to make sure to be in the right place in a TGV mission, the distance between nodes detected by the encoder is compared to the

con dati forniti dal programma di gestione

data provided by the central computer.

centrale. Qualora le differenze superino dei valori prefissati il TGV viene immediatamente bloccato; questa anomalia corrisponde ad un nodo non letto o segnalato in an- ticipo. Come per il caso del fuoritraccia prima

Should the difference be higher than the pre-fixed values, the TGV is immediately blocked; this problem derived from a non- read node or signalled in advance.

di

intervenire è doveroso leggere il tipo

As in the lost track case, before acting it is compulsory to read the type of alarm

di

allarme sul monitor del computer di

on the central computer screen.

gestione. Le operazioni da farsi per ripristinare il TGV sono le stesse del “fuori traccia” ovvero si tratta di portare il TGV su un

The actions to be performed to restore the TGV are the same as the lost track case as shown in tab. 7.1.

qualunque nodo vicino con codice abbi- nato come da fig. 7.1. Dopo l’operazione di ripristino se dovesse ripetersi questa anomalia ad un succes- sivo passaggio del TGV avvertire il per- sonale addetto alla manutenzione.

Should the same problem arise again after the TGV restore, please contact the maintenance person.

7.4 ALLARMI SEGNALATI A MONITOR

Tutte le situazioni che portano ad un blocco del TGV durante il suo funziona- mento in automatico sono segnalate nei seguenti modi:

- a bordo del TGV da un segnalatore acustico;

- sul monitor del computer è descritto il tipo di allarme.

Importante: non intervenire sul TGV sen- za avere prima verificato il messaggio a monitor.

Gli allarmi LR603, LR604 ed LR711 sono quelli descritti dettagliatamente in prece- denza. LR 600 - Allarme blocco rotazione:

Questo allarme è causato da un errato conteggio di rotazione. Per riavviare la navetta è necessario posi- zionarla sopra un codice di riconoscimen- to. Dopo avere ruotato il selettore modale

in MANUALE, premere il pulsante di

RESET ALLARMI e successivamente il pulsante di START.

7.4 ALARMS ON THE SCREEN

All the situations where the TGV comes to a stop during operation are signalled in the following ways:

- on board the TGV by an acoustic bell;

- on the computer screen by showing the alarm type.

Important: do not operate on TGV before checking the message on the screen.

The alarms LR603, LR 604 and LR711 are the ones described in detail previou- sly. LR 600 - Alarm of lock rotation:

This alarm is caused for an mistake of rotation counting. To restart shuttle it’s necessary to set it over a recognizing code. After the ro- tation of the modal switch in MANUAL, push the RESET ALARM button and then the START button.

Se recidivo l’ allarme è provocato da un mal funzionamento della scheda di lettura traccia, è quindi necessario farne l’ azze- ramento con il pulsante F4 e procedere al

riavvio della navetta. Portare il TGV fuori traccia poi ruotare il selettore modale in MANUALE, premere il pulsante di RESET ALLARMI e successivamente il pulsante

di START.

LR 601 - Allarme sollevamento alto; LR 602 - Allarme sollevamento bas- so:

Questi allarmi possono essere causati da:

- malfunzionamento di un sensore

posizionato su uno dei 4 cilindri. In questo caso è necessario il controllo

e l’ eventuale sostituzione del sensore

difettoso

- errato centraggio del box sulla navetta, in questo caso è necessario effettuare

il centraggio.

- pressione bassa nel circuito idraulico,

è necessario aumentare la pressione

tramite l’apposita valvola presente nella parte inferiore della pompa idrau-

lica. La bassa pressione all’interno del circuito potrebbe anche essere dovuta

a perdite da parte di cilindri o tubi, in questo caso è necessario procedere alla loro sostituzione.

Riavviare la navetta.

LR 603 - Allarme traccia persa in dire- zione avanti; LR 604 - Traccia persa in direzione indietro:

Questo allarme si verifica quando manca un magnete o per un mal funzionamento della scheda di lettura traccia. Riavviare la navetta. Se questo allarme

è recidivo è necessario effettuare l’ az- zeramento tramite il pulsante F4. Dopo avere effettuato l’ azzeramento si può procedere al riavvio della navetta.

If recidivous, the alarm is caused by a malfunction of the track reading card, therefore it is necessary to set it to zero by the F4 pushbutton and restart the shuttle. Take the TGV out of the track, then rotate the modal selector to MANUAL, push the ALARM RESET button and then the START button.

LR 601 - Alarm of high lifting; LR 602 - Alarm of down lifting:

This alarms may to be caused for:

- bad functioning of a sensor placed on one of the four jack. In this case it’s necessary the check and the possible substitution of the damaged sensor;

- bad centering of the box over the shut- tle. In this case it’s necessary to do the centering.

- low pressure in the hydraulic circuit. It’s necessary to increase the pressure with the appropriate valve placed in the inferior part of the hydraulic pump. Low pressure inside the circuit might to be due to a loss from the pipes or the jacks and in this case it’s necessary to proceed to their substitution.

Restart the shuttle.

LR 603 - Lost track Alarm direction ahead; LR 604 - Lost track Alarm direction back:

This alarm is on when a magnet or is missing or when the track reading card is not working properly. Re-start the shuttle: If the alarm is still on perform reset by pressing push button F4. After reset the shuttle can be re-started.

LR 605 - Allarme TGV non in posizione:

Se il veicolo è in automatico e non legge

il codice.

Riavviare la navetta.

LR 606 - Allarme movimento avanti; LR 607 - Allarme movimento indietro:

Un ostacolo sta oscurando le fotocellule che permettono l’avanzamento o l’arre- tramento della navetta e questa si è arre- stata in attesa che l’ostacolo sia rimosso. Dopo aver rimosso l’impedimento, proce- dere al riavvio della macchina.

LR 608 - Allarme condizionatore:

Il condizionatore non raffredda a sufficen- za il veicolo. Riavviare la macchina.

LR 609 - Allarme controllo sollevamento salita;

LR 610 - Allarme controllo sollevamento discesa:

Manca il segnale dei sensori che leggo- no l’avvenuto sollevamento del box. O

i sensori non funzionano o il box non è

stato sollevato a causa di malfunziona- menti nell’impianto idraulico (insufficiente

pressione, condotti ostruiti, martinetti difettosi o bloccati). Controllare anche che il materiale da sollevare non ecceda la portata utile della macchina. Riavviare la navetta.

LR 611 - Allarme centralina:

La centralinai draulica ha superato il tempo massimo di funzionamento per caricare o scaricare un box; controllare al presenza box.

LR 612 Allarme durante cambio box:

Box non trovato in carico su macchina. Solo per TR90/99 o TR190/199.

LR 605 - TGV out of position Alarm:

If the vehicle is working automatically and it does not read the code. Restart the shuttle.

LR 606 - Move ahead alarm; LR 607 - move back Alarm:

On obstacle is darkening the photoe- lectric cells that allow the shuttle move ahead/back and the shuttle has stopped waiting for the obstacle to be removed. After removing the obstacle, proceed to machine re-start.

LR 608 – Conditioner alarm:

The conditioner does not sufficiently cool the vehicle. Restart the machine.

LR 609 - Lifting ascent check Alarm;

LR610 - Lifting descent check Alarm:

The signal from the sensors reading the box lifting is missing. Or the sensors are not working, or the box has not been lif- ted because of problems in the hydraulic system (insufficient pressure, clogged pipes, faulty or blocked jacks). Check also that the weight of the material to be lifted does not exceed the machine capacity. Re-start machine.

LR 611 - Unit Alarm:

The hydraulic unit has reached the max. operation time for box loading and unloa- ding; check box presence.

LR 612 - Change of box Alarm:

Box not found on machine. Only for TR 90/99 or TR 190/199

LR 613 - Allarme scheda pollicino:

Allarme comunicazione seriale dalla pollicino.

LR 614 - Allarme ricerca box non presente:

Questo allarme si verifica quando la na-

vetta non trova il box sul nella posizione in cui il PC prevede la presenza; controllare

la corrispondenza tra PC e situazione box

sul campo. In questo caso è necessario aggiornare

la posizione del box tramite il supervisore

(PC).

LR 700 - Allarme azionamento 1;

LR 701 - Allarme azionamento 2:

Questo allarme è causato da una so- vralimentazione dovuta ad uno sforzo eccessivo del motore. Quando questo allarme si manifesta è necessario spegnere l’azionamento con un fungo od F2. Se anche dopo il ripristino il problema persiste consultare il manuale di instal- lazione e manutenzione dell’ azionamen- to.

LR 702 - Allarme batterie scariche:

Questo allarme è causato dalle batterie della navetta scariche. E’ necessario provvedere alla loro ricarica. Se questo allarme si verifica spesso, può essere necessario controllare lo stato della bat- teria e programmare la sua eventuale sostituzione.

LR 703 - Allarme nodo letto in anticipo:

Questo allarme è causato dalla lettura errata della distanza da nodo a nodo e si

può verificare o per l’ effettiva mancanza

di un magnete o perchè il tratto in cui ci

stiamo muovendo non è effettivamente quello previsto. Per riavviare la navetta è necessario posizionarla sopra un codice di riconosci- mento e procedere come di consueto.

LR 613 - Pollicino card alarm:

Serial communication alarm form the pollicino

LR 614 – Alarm of non-present box search:

This alarm occurs when the shuttle does not find the box in the position where the PC expects its presence; check the correspondence between PC and box situation on the field. In this case it is necessary to update the position of the box through the supervi- sor (PC)

LR 700 – Alarm drive 1;

LR 701 – Alarm drive 2:

This alarm is caused by a supercharge due to excessive stress of the motor. When this alarm appears it is necessary to turn off the drive through a mushroom or F2. If on restarting of the same the problem persists, consult the drive installation and maintenance manual.

LR 702 - Run-out batteries Alarm:

This alarm is on when shuttle batteries are run-out. They must be re-charged. If this alarm goes off often, the state of batteries should be checked and their replacement planned.

LR 703 - Alarm knot read in advance:

This alarm is caused by the faulty reading of distance between nodes and can be on either for a magnet missing or because the trajectory is not the correct one.

In order to re-start the machine, it is ne- cessary to position the shuttle on a reco- gnition code and proceed as usual.

LR 704 - Libero (ex allarme Sicurezza Radar Frontale SUNX):

LR 705 - Allarme box su parcheggio fuori posizione:

Il box nel parcheggio è posizionato trop-

po vicino alla traccia centrale. Spostare il box verso il fondo del ma- gazzino.

LR 706 - Libero (ex allarme box troppo vicini):

LR 707 - Allarme TGV fuori nodo e impossibilità di rotazione:

Questo allarme si verifica quando la navetta non avverte la presenza del magnete rovesciato che indica un nodo

(punto di incrocio di due o più percorsi)

e inibisce il cambio di tragitto del TGV.

Verificare la posizione della navetta, la

presenza del magnete di riferimento e la scheda di lettura traccia. Riposizionare la navetta e riavviarla.

LR 708 - Allarme schede traccia lettura magneti:

Il sistema di rilevazione dei magneti è

danneggiato o malfunzionante ed è im- possibilitato a guidare la navetta secondo

il percorso prefissato.

Controllare le schede, eventualmente sostituirle, e riavviare la macchina.

LR 709 - Allarme Radar Laterali:

I radar (fotocellule) posti lateralmente

alla macchina hanno rilevato un ostaco-

lo e hanno inibito il funzionamento della

navetta. Rimuovere l’ostacolo e riavviare

il TGV. Se l’allarme è recidivo occorre

verificare che la posizione del radar sia corretta (probabilmente il radar non è centrato e avverte un ostacolo che in effetti è la sua stessa sede)

LR 704 – Free (ex alarm SUNX Front Radar Safety):

LR 705 - Box in storage out of position Alarm:

The box in storage is positioned too close to the central track. Move box towards end of storage area.

LR 706 – Free (ex alarm boxes too near):

LR 707 - TGV Out of node and rotation impossible Alarm:

This alarm goes off when the shuttle does not detect the presence of the upside- down magnet indicating a node (crossing point of two or more trajectories) and inhibits the TGV trajectory change. Check the shuttle position, the presence of refe- rence magnet and track reading card.

Re-position and re-start shuttle.

LR 708 - Magnets track reading card Alarm:

The magnets detection system is dama- ged or not working properly and cannot drive the shuttle according to the fixed trajectory. Check cards, replace them if need be, and re-start machine.

LR 709 - Side radars Alarm:

The radars (photoelectric cells) placed in the machine sides have detected an obstacle and consequently inhibited the machine functioning. Remove the ob- stacle and re-start the TGV. If the alarm stays check if the radar position is correct (probably the radar is not centered and detects an obstacle which actually is in its area).

LR 710 - Allarme conteggio encoder:

LR 710 - Encoder count Alarm:

Questo allarme si verifica quando vi è un

This alarm goes off when there is a wrong

erreato conteggio dell’ encoder dovuto ad un malfunzionamento dello stesso.

encoder count due to a faulty functioning of the encoder itself. It is recommended

Si

consiglia di fare riferimento al manua-

to consult the start installation and main-

le

di installazione e manutenzione dell’

tenance manual.

azionamento.

LR 711 - Allarme nodo non letto:

I sensori non rilevano la presenza di un

nodo di percorso. Controllare la presenza del nodo e riavviare la macchina.

LR712 - Allarme mancanza start:

Il veicolo è fermo ed in allarme (per un fungo di em., bumper premuto ecc ). Premere Start sulla tastiera.

LR 713 - Allarme carica batterie:

Durante la fase di ricarica delle batterie (biberonaggio) i sensori non rilevano il collegamento della macchina con i poli

del carica-batterie. Controllare la posizio- ne del TGV e la conseguente unione dei contatti. Controllare inoltre l’accensione,

il collegamento alla rete, la presenza

della rete e il funzionamento del carica- batterie.

LR 714 - Avviso veicolo in manuale:

Veicolo posto in manuale dall’operatore.

LR 715 - Allarme macchina in blocco:

LR 711 - Non-read node Alarm:

The sensors don’t detect the presence of a trajectory node. Check the node presence and restart the machine.

LR 712 – No start alarm:

The vehicle is still and in alarm (because of an emergency mushroom, bumper pushed etc.). Push Start on the keyboard.

LR 713 - Battery charge Alarm:

During the battery re-charging phase (automatic feeding) sensors do not detect the connection between the machine and battery charge poles. Check the TGV po- sition and the contacts connection. Also check the start, the network connection, the network presence and the functioning of the battery charge.

LR 714 – Warning of vehicle in ma- nual:

Vehicle set to manual by the operator.

LR 715 – Blocked machine alarm:

Macchina di carico/scarico che impedisce

Loading/unloading machine which ob-

l’ingresso od uscita del TGV; fotocellula

structs the entry or exit of the TGV; block

di

blocco spenta.

photocell off.

Il

veicolo riparte in automatico se la ftc

The vehicle restarts automatically if the

si

riaccende entro 10 minuti.

ftc starts within 10 minutes.

LR 800 - Avaria pollicino Pollicino o scheda traccia in avaria

LR 802 - Allarme seriale peso Solo per tgv silos Errore nella seriale per il controllo del peso del silo trasportato

LR 800 – Pollicino failure Failure in pollicino or track card

LR 802 – Weight serial alarm Only for bins tgv Error in the serial for the check of the weight of the bin transported.

LR 803 - Allarme bumper (o bandelle) Uno o più dei n.4 bumpers laterali è stato urtato ed è possibile che lo schiacciamen- to persista. Verificare il micro dopo l’intervento.

LR 803 – Bumper alarm (or bus bar) One or more of the no. 4 side bumpers has been hit and it is possible that the crushing persists. Check the micro after the intervention.

LR 804 - Allarme fungo d’emergenza

LR 804 – Emergency mushroom

E’ stato premuto un fungo di emergenza; l’allarme permane anche se il fungo viene sbloccato senza fare le altre operazioni.

alarm An emergency mushroom has been pushed; the alarm remains even if the mushroom is released without doing any

LR 805 - Libero

other operation. LR 805 – Free

LR 806 - Libero

LR 806 – Free

LR 807 - Allarme resolver Anomalia segnale dal cavo resolver motori

LR 807 – Resolver alarm Anomaly in the signal from the motor re- volver cable

LR 808 - Libero

LR 808 – Free

LR 809 - Allarme fibra ottica Verificare il collegamento in f.o. fra l’azio- namento e la logica di controllo.

LR 809 – Optical fibre alarm Check the connection in f.o. between the drive and the control logic.

LR 810 - Libero

LR 810 – Free

LR 811 - Allarme corrente Eventuale sovracorrente ai motori (indica ad es. un ostacolo sotto le ruote) oppure verificare lo stato della batteria

LR 811 – Current alarm Possible overcurrent in motors (for example it indicate san obstacle under the wheels) or check the state of the bat- tery

LR 812 - Libero

LR 812 – Free

LR 813 - Libero

LR 813 – Free

LR 814 - Libero

LR 814 – Free

LR 815 - Impossibilità ingresso macchina Collegato e successivo al 715; dopo 10 minuti il di blocco il veicolo non riparte ed occorre l’intervento dell’operatore.

LR 815 – Impossibility of machine entry Connected and following the 715; after 10 minutes blocking, the vehicle does not restart and the intervention of the operator is necessary.

8

MANUTENZIONE

8.1

AVVERTENZE

Per assicurare un funzionamento ottimale alla macchina ed evitare il decadimento della garanzia, ogni sostituzione deve essere effettuata esclusivamente con “ricambi originali della ditta costruttrice”.

MAINTENANCE

8.1 WARNING

For an optimal machine running and in order to prevent the invalidation of the warranty, each replacement must be per- formed using only “original spare parts of the constructing company”.

ATTENZIONE WARNING Pericolo generico Tutte le operazioni di manutenzione straordinaria e preventiva sono da
ATTENZIONE
WARNING
Pericolo generico
Tutte le operazioni di manutenzione
straordinaria e preventiva sono da
effettuare a macchina ferma con le
alimentazioni elettrica e pneumatica
sezionate.
Il manutentore meccanico deve trat-
tenere presso di sè le chiavi di blocco
quando entra nella zona pericolosa
onde mantenersi in sicurezza.
Generic danger
All the operation of extra-ordinary and
preventive maintenance are to made
with the machine stopped and with the
electrical and pneumatical supplying
cut off.
The mechanical technician must to
hold with him the lock keys when en-
ter in the dangerous zone to remain
in safety.

8.2

ATTIVITÀ DI MANUTENZIONE PREVENTIVA

La manutenzione periodica e l’uso corret- to sono fattori indispensabili per garantire la funzionalità, il funzionamento sicuro e la durata della macchina. Gli interventi di manutenzione straordinaria agli intervalli prescritti sono a cura del manutentore meccanico che deve operare nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza contenute nel presente Manuale. Il tempo di funzionamento di ogni singolo TGV è gestito dal PC centrale, il quale svolge anche la funzione di conta-ore per stabilire i tempi degli interventi pro- grammati.

Le fig. 8.1/A e 8.1/B mostrano la macchi- na indicandone le parti fondamentali.

8.2 PREVENTIVE, CORRECTIVE AND PROGRAMMED MAINTENANCE

The periodical maintenance and the correct use are indispensable factors to guarantee the functionality, safety and operational life of the machine. Special maintenance work is the respon- sibility of the mechanical technician who must follow the safety rules contained in this manual.

The time of work of each single TGV is managed by the main PC, which carry out the function of hours-counter, to fix the time for the programmed maintenance.

Figures 8.1/A and 8.1/B show the main parts of the machine.

3 4 2 1 5 6 7 1- Motorizzazione destra (MASTER) 2- Vano componenti elettrici
3
4
2
1
5
6
7
1- Motorizzazione destra (MASTER)
2- Vano componenti elettrici
3- Motorizzazione sinistra (SLAVE)
4- Vano batterie
5- Centralina idraulica di sollevamento
6- Vano pompa olio di sollevamento
7- Vano condizionatore (Opzionale)
1- Right engine (MASTER)
2- Electric equipment box
3- Left engine (SLAVE)
4- Batteries box
5- Lifting hydraulic unit
6- Lifting hydraulic pump box
7- Conditioner room (Optional)
TGV DA SOPRA

Fig. 8.1/A

11 8 9 10 8- Ruote folli anteriori 9- Ruote motrici 10- Ruote folli posteriori
11
8
9
10
8- Ruote folli anteriori
9- Ruote motrici
10- Ruote folli posteriori
11- Schede sensori di guida
8- Idle front wheels
9- Traction wheels
10- Idle rear wheels
11- Driving sensors card
TGV DA SOTTO

Fig. 8.1/B

8.3 PIANO DI MANUTENZIONE PRE- VENTIVA

Per la manutenzione dell’intero impianto fare riferimento ai manuali elettronici forniti a corredo per le tarature o le regi- strazioni elettroniche.

Per la manutenzione delle parti mecca- niche fare riferimento alla tabella posta in fondo al capitolo.

8.4 SOSTITUZIONE OLI

A bordo del TGV sono presenti due tipi

di dispositivi che necessitano di lubrifi-

cazione:

- N. 2 riduttori dei gruppi motrice;

- N. 1 centralina di sollevamento idrau- lica.

La fig. 8.2 mostra la posizione dei punti

di rabbocco e controllo olio della centra-

lina idraulica e riduttore ruota motrice;la posizione dei tappi per il riduttore “slave” è simmetrica.

8.3

PREVENTIVE MAINTENANCE SCHEDULE

For the maintenance of the entire plant, it must to refer to the furnished electronic manual for the setting or the electronic tuning.

For the maintenance of the mechanical parts, it must to refer to the schedule placed at the end of the chapter.

8.4 OIL REPLACEMENT

There are two devices needing lubrication on board the TGV:

- 2 traction group speed reducers;

- 1 lifting hydraulic unit.

Tab. 8.2 shows the position of topping up points, the oil level in the hydraulic unit and the traction wheel reducer; the posi- tion of the caps for the SLAVE reducer is symmetric.

12 3 4 1 - TAPPO OLIO RIDUTTORE MOT. 2 - SPIA OLIO (RIDUTTORE MASTER)
12
3
4
1 - TAPPO OLIO RIDUTTORE MOT.
2 - SPIA OLIO (RIDUTTORE MASTER)
3 - FILTRO CENTRALINA IDRAULICA
4 - TAPPO OLIO CENTRALINA IDR.
1- ENGINE REDUCER OIL CAP
2- OIL LEVEL (MASTER REDUCER)