Sei sulla pagina 1di 1

Certo ch'io nacqui, e con un bel vagito

salutai 'l mondo e il mondo non rispose


andai a scuola, studiai molte cose,
e crebbi un ciuco calzato e vestito.
Una donna mi tolse per marito,
scrissi versi a barella e alcune prose:
del resto, come il ciel di me dispose,
ebbi sete, ebbi sonno, ebbi appetito.
Stetti molti anni fra gl'impieghi assorto,
e fin che non disparver dalla scena
amai gli amici e ne trovai conforto.
Oggi son vecchio e mi strascino appena:
poi fra non molti d che sar morto,
dir il mondo : "Oh reo caso! andiamo a cena".