Sei sulla pagina 1di 54

Glossario

Accentrato Situazione organizzativa che riserva il potere decisionale soltanto ai


(Centralized) massimi livelli dirigenziali.
Account Classification Si veda Conti (piano dei).
Accounting Traduzione inglese di contabilit. un termine anglosassone che
nei paesi di origine indica normalmente la ragioneria.
Accounting Value Si veda Valore contabile.
Accrued Expenses Si veda Rateo.
Accumulated
Si veda Fondo ammortamento.
Depreciation
Acid test ratio Corrisponde al termine italiano rapporto di liquidit (o indice).
Activity Based Costing Metodologia di costing basata sullanalisi delle attivit e finalizzata
(ABC) alla corretta ripartizione dei costi aziendali sugli oggetti di controllo.
Lassunto di base dellABC : le risorse sono consumate per lo
svolgimento delle attivit, le attivit sono consumate per la
realizzazione di prodotti/servizi.
Activity Based Tecnica di management basata sullanalisi delle performance dei
Management (ABM) processi aziendali. L'Activity-Based Management identifica le
iniziative che portano ad uno svolgimento pi efficiente ed efficace
delle attivit. Scopo dell'ABM implementare un approccio che
incentivi al miglioramento continuo mettendo in grado l'azienda di
incrementare il livello di soddisfazione dei clienti ed ottimizzare il
consumo di risorse organizzative.
Activity Based Sistema per la misurazione e il controllo dellandamento operativo
Performance delle attivit svolte in azienda, mediante il monitoraggio di specifici
Measurement (ABPM) Indicatori di performance o KPI, Key Performance Indicators.

1
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Activity Costin Rate Rappresenta il valore di costo per unit di driver ed dato dal
rapporto tra costo totale dellattivit e quantit totale dellactivity
driver prescelto.
Activity driver Unit di misura quantitativa del livello di output delle attivit,
consentono di individuare i volumi di attivit erogati in un periodo e
da chi generato il relativo assorbimento.
Actual Costs Si veda Costi consuntivi.
Allowance for
Depreciation of Si veda Fondo svalutazione crediti.
Accounts Receivables
Allowance for
Si veda Fondo svalutazione scorte.
Depreciation of Stocks
Ammortamento Procedimento tecnico contabile che attua una ripartizione nei vari
(Depreciation) esercizi del costo di un bene a utilizzo pluriennale.
Analisi differenziale Approccio valutativo seguito per esprimere giudizi di convenienza
economica su alternative dazione.
Assets Si veda Attivit.
Attivit (Assets) La sezione delle attivit elenca tutte le voci patrimoniali materiali e
immateriali, tecniche e finanziarie (cassa, crediti, rimanenze,
fabbricati, impianti, brevetti, licenze, ecc.) di propriet dellazienda, e
i diritti che essa vanta nei confronti di terzi.
Attivit correnti Con questo termine si indicano normalmente tutte quelle attivit
(Current Assets) destinate a trasformarsi in denaro nel giro di un anno (cio nellarco
del
ciclo
acquisti-produzione-vendite-creditiincassi
tipico
dellazienda). Ne fanno parte in primo luogo: cassa, crediti verso
clienti, scorte. Altre voci sono: titoli negoziabili, anticipi a fornitori,
partecipazioni negoziabili, ratei e risconti attivi.

2
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Attivit di supporto Attivit svolte per rendere attuabili le attivit primarie. Es.: attivit di
supporto alla produzione: approvvigionamento dei materiali,
gestione delle scorte, progettazione, controllo della qualit.
Attivit dinvestimento I flussi finanziari generati da questarea rappresentano la misura in
cui i costi sono stati sostenuti per acquisire risorse destinate a
produrre futuri proventi e flussi finanziari, ad esempio: pagamenti
per acquistare immobili, impianti e macchinari, beni immateriali e
altri beni immobilizzati, compresi i costi di sviluppo capitalizzati e gli
immobili, impianti e macchinari di costruzione interna; entrate dalla
vendita di immobili, impianti e macchinari, attivit immateriali e altre
attivit a lungo termine.
Attivit finanziaria I flussi finanziari generati da questarea sono utili nella previsione di
richieste da parte di chi fornisce i capitali allimpresa: incassi
derivanti dallemissione di azioni o altri strumenti rappresentativi di
capitale, pagamenti agli azionisti per acquistare o liberare le azioni
della societ, incassi derivanti dallemissione di obbligazioni, prestiti,
cambiali, titoli a reddito fisso, mutui e altri finanziamenti a breve o a
lungo termine, rimborsi di prestiti, pagamenti da parte del locatario
per la riduzione delle passivit esistenti relative a un leasing
finanziario.
Attivit fisse (Fixed Sono tutti quei beni non destinati alla vendita e che rappresentano
Assets) gli investimenti fissi dellazienda. Sono, per cos direi beni
immobilizzati (spesso, infatti, in luogo della voce attivit fisse si trova
la voce immobilizzazioni). Il grado di liquidit minimo, in quanto
questi beni sono legati ai processi operativi tipici dellazienda e
durano, per definizione, almeno per un periodo superiore un anno.
Ne fanno parte: fabbricati, terreni, impianti, automezzi, mobili,
arredi, ecc.
Attivit immobilizzate Valore complessivo di tutti i beni che concorrono allo svolgimento
(Fixed Assets) dellattivit aziendale, restando, allo scopo, durevolmente e
permanentemente impiegati e non avendo attitudine a una pronta e
immediata trasformazione monetaria. Comprendono, oltre alle
immobilizzazioni tecniche nette, le immobilizzazioni patrimoniali e
finanziarie, le immobilizzazioni immateriali. In linea di massima si
tratta di un sinonimo di attivit fisse.
Attivit infrastrutturali Riguardano la gestione in senso lato dellazienda e la sua

3
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

amministrazione.
Attivit operativa I flussi finanziari generati in questarea derivano sostanzialmente
dalle principali attivit generatrici di ricavi dellimpresa, ad esempio:
incassi dalla vendita di prodotti e dalla prestazione di servizi; incassi
da royalties, compensi, commissioni e altri ricavi; pagamenti a
fornitori di merci e servizi; pagamenti a/per conto di lavoratori
dipendenti.
Attivit primarie Attivit dedicate direttamente alla realizzazione e vendita dei
prodotti/servizi.
Attualizzazione Operazione di matematica finanziaria usata nei metodi di valutazione
(Discounting) degli investimenti e consistente nel riportare a valori attuali flussi di
cassa futuri attraverso opportuni tassi di attualizzazione. Ci allo
scopo di rendere omogenei e confrontabili tali flussi, in quanto
depurati dal diverso potere di acquisto nel tempo.
Authorised Capital Capital Stock si veda Capitale sociale.
Autofinanziamento Risorse finanziarie generate dalla gestione aziendale in un arco
temporale definito, tendezialmente coincidente con l'anno solare.
Balance Sheet Si veda Stato patrimoniale.
Balanced scorecard Sistema di misurazione e di gestione che interpreta la performance
di un'impresa secondo quattro differenti prospettive: economicofinanziaria (soddisfazione degli azionisti), soddisfazione del cliente,
prestazioni dei processi aziendali interni, apprendimento e crescita
delle competenze organizzative.
Basi di assorbimento Indicatore che esprime il consumo di risorse indirette da parte di
prescelti oggetti finali di calcolo e di conseguenza parametro per
imputare a questi ultimi, nel modo pi oggettivo possibile, il costo
delle risorse consumate.
Batch Level Activity Costi relativi allattrezzaggio e alla messa a punto delle linee

4
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

produttive. I costi variano in funzione del numero di lotti produttivi


ma non dipendono dallentit di ciascun lotto. (costi che nascono a
livello di lotto).
Benchmarking Tecnica che studia e mette a confronto come altre organizzazioni
svolgono attivit e processi simili a quelli svolti in azienda. Attraverso
il confronto si intende individuare standard di performance ottimali o
best practice da cui individuare i propri punti di forza e di
debolezza e definire azioni per intervenire sulle determinanti dei
processi da migliorare.
Benchmarking come Approccio al benchmarking cooperativo che prevede il pagamento di
database una tariffa da parte dei partecipanti per ottenere accesso alle
informazioni, custodite da un gestore di banche dati.
Benchmarking Metodo di benchmarking che prevede lo scambio di informazioni
cooperativo volontario tra i partecipanti allo studio.
Benchmarking di Approccio al benchmarking cooperativo che prevede incontri aperti
gruppo tra i partecipanti, per la discussione dei metodi da loro utilizzati.
Benchmarking indiretto Approccio al benchmarking cooperativo che prevede l'intervento di
tramite una terza parte un consulente esterno nel ruolo di collegamento tra due aziende
impegnate nel benchmarking stesso.
Benchmarking Metodo di benchmarking che prevede che un'azienda ottenga
unilaterale (nascosto) informazioni concernenti un'altra azienda attraverso associazioni di
categoria o information clearinghouses ("stanze di compensazione
informative").
Beni immateriali Costi sostenuti dallimpresa per lacquisizione di attivit con utilit
pluriennale. Si definiscono anche intangibili. Comprendono beni e
diritti come i diritti di brevetto industriale e i diritti di utilizzazione
delle opere dellingegno, le concessioni, le licenze, i marchi e i diritti
simili. Fair value rappresenta il valore al quale un bene pu essere
scambiato o una passivit estinta tra parti terze, libere,
consapevoli e disponibili.

5
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Bilancio (analisi di) Processo di studio del bilancio, dei suoi elementi e dei rapporti
(Ratio Analysis) economici e finanziari fra le varie voci. Ha l'obiettivo di evidenziare e
valutare punti di forza e di debolezza dell'azienda con l'intento di
prefigurarne la condizione futura.
Bilancio d'esercizio Il bilancio d'esercizio dato da un insieme di documenti contabili che
(Financial Statement) comprendono lo stato patrimoniale, il conto profitti e perdite, la nota
integrativa, la relazione degli amministratori e la relazione dei
sindaci. Si tratta di un documento di sintesi redatto alla chiusura
dell'esercizio aziendale che riporta il patrimonio aziendale e i diritti
che gravano sullo stesso (stato patrimoniale), e registra l'andamento
economico della gestione evidenziandone il risultato (conto
economico).
Bonds Si veda Obbligazioni.
Break Even Point Si veda Punto di pareggio.
Budget Strumento di programmazione dell'attivit aziendale e di controllo
dei risultati per prevenire e/o valutare (a posteriori) eventuali
scostamenti dal programma e intervenire tempestivamente con
azioni correttive. Il budget va considerato come lo strumento di
rappresentazione a preventivo della situazione economico-finanziaria
dalla gestione. Utilizza un modello quantitativo (bilancio di esercizio
preventivo) che rappresenta ricavi, costi e flussi finanziari in entrata
e in uscita. Non una semplice previsione, ma esprime "cosa"
l'impresa si propone di realizzare in un certo periodo di tempo
(obiettivi di risultato). Risulta pertanto essere vincolante per tutti
coloro che lavorano nell'impresa.
Budget Control Si veda Controllo budgettario.
Budget degli Budget operativo che specifica quando le spese in conto capitale di
investimenti lungo periodo come le acquisizioni di fabbricati e di macchinari
specializzati devono essere effettuate per raggiungere gli obiettivi
delle attivit.
Budget del personale Documento di sintesi in cui trova espressione lintero costo del
personale impiegato nello svolgimento delle diverse attivit aziendali.

6
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Budget delle spese


Budget operativo che riassume le spese amministrative e generali (si
amministrative e
veda budget).
generali
Budget delle vendite Documento che riassume le vendite programmate per ogni prodotto
(si veda budget).
Budget di acquisto dei
Budget operativo che pianifica le attivit di acquisto.
materiali
Budget di assunzione e Budget operativo che pianifica la assunzione, le dimissioni e
addestramento del l'addestramento del personale che l'azienda deve avere per
personale raggiungere i suoi obiettivi.
Budget di cassa Documento che evidenzia la coerenza temporale in termini di entrate
e uscite di cassa circa le poliche di investimenti e di finanziamenti.
Budget di produzione Documento programmatico che permette di rilevare informazione
quantitative monetarie sulla produzione da realizzare nonch gli
investimenti da sostenere.
Budget economico Documento di sintesi che consente di individuare i costi e i ricavi
della gestione di periodo.
Budget finanziario Prospetto che individua la fattibilit finanziaria degli investimenti
compatibilmente alle fonti di finanziamento necessarie alla
conduzione delle attivit dellazienda.
Budget flessibile Budget che ri-proporziona gli obiettivi di ricavo e di costo contenuti
nel budget originario in modo da renderli comparabili con il livello di
attivit effettivo o consuntivo delle vendite, della produzione e degli
acquisti. In sostanza esprime: a quanto avrebbero dovuto
ammontare i costi (standard), dati il volume e i mix effettivi di
produzione e vendite.
Budget operativo Documento che programma ricavi e costi riferiti al periodo

7
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

successivo, tipicamente della durata di un anno. Il budget operativo


definisce anche i costi per attivit discrezionali, come la ricerca e
sviluppo, la pubblicit, la manutenzione e l'addestramento dei
personale.
Budget periodico Budget predisposto per un periodo specificato di tempo, di solito per
un anno.
Budget slack (risorse Le risorse di riserva si creano perch i subordinati chiedono di pi di
"di riserva") quanto serve loro effettivamente per raggiungere gli obiettivi di
budget o perch distorcono le informazioni riguardo alla loro
capacit di raggiungerli.
Budgeting Attivit di formulazione e di stesura del budget; comprende una
sequnza delle attivit, un calendario e delle risorse responsabili
(tipicamente i singoli dirigenti funzionali ed il controller).
Budgeting a base zero Approccio per la programmazione delle spese generali che parte dal
(zero-based budgeting) presupposto di verificare alla base la necessit di spendere una certa
somma; praticamente si ipotizza di partire da un livello di spesa zero
e di verificare a quali conseguenze porti il taglio della spesa; dal
livello zero si sale incrementando contemporaneamente sia la spesa
sia il livello di risultati da questa prodotti, fino a trovare un equilibrio
soddisfacente. Si tratta di una procedura altamente sofisticata ed
impegnativa, utilizzabile solo in momenti di grande tensione
aziendale (ristrutturazioni, crescita accelerata); impensabile di
attuarla tutti gli anni.
Budgeting autoritario Approccio "dall'alto al basso" (top-down) al budgeting, per il quale
un superiore gerarchico impone al proprio subordinato il budget.
Budgeting consultivo Processo di budgeting in cui un subordinato pu discutere le proprie
idee sul budget, senza tuttavia partecipare al processo decisionale
finale in merito.
Budgeting continuo (o Processo di budgeting che copre un periodo specifico di tempo, di
"rolling") solito un anno ed suddiviso in sotto-periodi di budget, di solito di
un mese o di un trimestre; alla fine di ogni sotto-periodo si aggiunge
un periodo futuro e si elimina il periodo gi consuntivato.

8
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Budgeting incrementale Approccio per lo sviluppo di stanziamenti per le spese generali che
ipotizza che il punto di partenza per ciascuna spesa generale
l'ammontare speso nel budget precedente. Questo modo di
procedere genera un proliferare incontrollato dei costi generali; per
combattere questa tendenza tipica sia delle grandi che delle piccole
organizzazioni nato l'approccio del "budget a base zero".
Budgeting partecipativo Metodo di budgeting per il quale i superiori gerarchici e i subordinati
stabiliscono il budget in maniera congiunta, dal basso verso l'alto
(bottom-up).
Business Process Intervento di affidamento a fornitori esterni della gestione di attivit
Outsourcing (BPO) considerate non strategiche da parte del management. Il BPO
consente alle aziende una maggiore focalizzazione sulle attivit
critiche del business, delegando a partner con competenze specifiche
alcuni processi di supporto o primari.
Business Process Intervento di ripensamento, ridisegno e reingegnerizzazione del
Reengineering (BPR) business model aziendale e del governo d'impresa, secondo una
visione per processi e un decentramento delle responsabilit che miri
ad identificare ed incentivare i vari process owner.
Business-sustaining o Andamento dei costi indiretti non di produzione (ricerca e sviluppo,
Facility-sustaining commerciali e amministrativi) rispetto ai costi di produzione;
activities possono avere tale tipologia di configurazione: i costi del personale
amministrativo e sicurezza vengono annoverati tra le attivit generali
di supporto.
Capital Budgeting Pianificazione degli investimenti destinati ad attivit per le quali si
prevede un rendimento nel medio periodo. Indica un procedimento
di programmazione degli investimenti che unimpresa opera per
raggiungere gli obiettivi prefissati. Il Capital Budgeting concerne
quindi la scelta degli investimenti tramite mezzi analitici, come il
metodo del tasso di rendimento interno o il metodo del valore
attuale netto, e cos via.
Capitale circolante Indica linsieme delle voci comprese tra le attivit correnti in
(Working Capital) continua rotazione per effetto del ciclo acquisti-produzone-vendita
dellazienda. In tal senso lammontare varia, in prima istanza, in
9
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

funzione della durata del ciclo di produzione, dellentit del volume


daffari e delle condizioni di acquisto e di vendita.
Capitale circolante Normalmente indica la differenza tra attivit correnti e passivit
netto (Net Working correnti. In unaccezione pi ristretta, per alcuni indica la differenza
Capital) tra somma di crediti e scorte e debiti verso fornitori.
Capitale circolante
operativo netto (Net la differenza tra somma di crediti e scorte e debiti verso fornitori
Operating Working (parte operativa del capitale circolante).
Capital)
Capitale netto (Owners costituito dalla differenza tra attivit e passivit. Rappresenta le
Equity) risorse messe a disposizione dellazienda da parte dei proprietari
(soci o azionisti). Generalmente esso costituito da: capitale sociale;
riserve; utile desercizio; utili non distribuiti di esercizi precedenti.
Capitale proprio (Paid Nelle societ di persone indica linsieme dei conferimenti dei
in Capital o Common proprietari. E una forma di finanziamento dellimpresa a titolo di
Stock, per le S.p.A.) capitale costituito dagli apporti di persone alle quali spettano i
risultati economici dellimpresa. E disponibile per un periodo di
tempo indeterminato e non vincolato a remunerazioni prestabilite.
Capitale sociale Nelle societ di capitali indica lammontare dei conferimenti
(Authorised Capital sottoscritti e versati dai soci nel momento della costituzione della
Capital Stock) societ. I successivi aumenti di capitale sociale sono deliberati
dallassemblea di soci o degli azionisti, previa modificazione dellatto
costitutivo.
Capitale sottoscritto Nel diritto societario di alcuni paesi indica la parte del capitale
(Subscribed Capital) nominale che stata sottoscritta dagli azionisti.
Capitale versato Quantit di denaro effettivamente versato a fronte delle azioni
(Issued Capital) acquistate.
Cash Indica il termine italiano cassa. Quando usato come
specificazione delle condizioni di vendita, indica una delle modalit
che richiedono il pagamento prima della consegna della merce, al

10
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

momento della consegna, o immediatamente dopo.


Cash flow Ammontare di disponibilit finanziaria che si genera nellimpresa in
un determinato periodo di tempo. Esso corrisponde al saldo tra le
entrate correnti (ricavi desercizio) e le uscite correnti (costi di
competenza del periodo, che hanno generato un esborso
finanziario). Nella terminologia americana pi restrittivamente, indica
la somma di utili pi ammortamenti.
Cassa (Cash) La cassa ha due caratteristiche fondamentali: la pi liquida delle
attivit; lunica attivit completamente certa nel suo ammontare.
Essa si compone di moneta e di ci che a essa completamente
assimilabile (assegni, vaglia postali, ecc.).
Catena del Valore Modello di rappresentazione delle attivit che caratterizzano la
gestione del business aziendale. Lidentit di una singola azienda
risulta dalla combinazione di un insieme di processi interrelati, la
combinazione dei quali contribuisce a generare il valore aggiunto per
il cliente finale. Le principali attivit che formano la catena del valore
si suddividono in 2 grandi categorie: attivit primarie e attivit di
supporto.
Centri di costo (Cost Unit organizzative che si caratterizzano per il fatto di generare costi
Centers) di gestione. Il responsabile del centro di costo tenuto pertanto a
controllarne lammontare e a rendere minima la differenza tra costi
sostenuti e costi programmati. Esempio classico del centro di costo
il reparto di produzione.
Centri di responsabilit Unit organizzative identificate in funzione di criteri che possono
(Responsibility Centers) variare da azienda ad azienda; sono per caratterizzate dal fatto di
far capo alla responsabilit di un manager. Consentono di misurare
gli effetti economici (e finanziari) delle decisioni prese da
responsabili delle singole unit elementari (linee, reparti, ecc.). I
centri di responsabilit che si definiscono sulla base delle
caratteristiche gestionali delle entit alle quali si riferiscono
rappresentano un elemento fondamentale del sistema di controllo
aziendale.
Centri di ricavo Unit organizzative in cui si vuole porre laccento sulla generazione
(Revenue Centers) di ricavi. Compito del relativo responsabile quello di massimizzare i

11
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

ricavi di vendita. Le filiali di vendita in molte aziende sono


considerate centri di ricavo.
Centri di spesa I Centri di spesa si definiscono alla loro attitudine a sostenere costi
(Discretionary Cost senza che ci sia la possibilit a priori di definire una relazione precisa
Centers) (almeno apparentemente) tra risorse consumate e servizi forniti.
Questo ultimo aspetto (relazione non predefinita tra input e output)
lelemento differenziale di tali centri nei confronti dei centri di
costo: i centri di spesa si riferiscono in molte realt aziendali alle
unit gestionali svolgenti compiti amministrativi, di ricerca, di
pubbliche relazioni, ecc.
Centro di investimento Centro di responsabilit il cui titolare controlla i ricavi, i costi e il
livello degli investimenti in crediti, scorte ed immobilizzazioni
tecniche; la misura di prestazione tipica il ROI (o il ROA). Es. di
centri di investimento sono le divisioni autonome, spesso costituite in
forma societaria, delle grandi imprese nelle quali il responsabile
gestisce tutte le variabili, ad esclusione della dotazione di capitale
proprio (che viene generalmente "prestato", ad un tasso predefinito,
dalla capo-gruppo alla divisione).
Centro di profitto Unit organizzativa in cui si pone laccento sia sui costi sia sui ricavi.
(Profit Center) Il responsabile di tale centro ha facolt decisionali nei confronti di
elementi che determinano ricavi e costi; egli pertanto responsabile
del profitto. Generalmente la responsabilit inerente al profitto si
identifica con responsabilit gestionali complesse, come ad esempio
quelle relative a una divisione aziendale.
Ciclo del servizio post
Ciclo che inizia dal momento in cui la prima unit di prodotto nelle
vendita e
mani del cliente (vd. Costi relativi al ciclo complessivo di vita di un
dell'eliminazione del
prodotto).
prodotto
Ciclo di produzione Ciclo in cui si sostengono costi per la produzione di un bene o di un
servizio (si veda Costi relativi al ciclo complessivo di vita di un
prodotto).
Ciclo di ricerca, Il ciclo durante il quale sono valutati i bisogni dei clienti e il prodotto
sviluppo e progettato e sviluppato (vd. Costi relativi al ciclo complessivo di
progettazione vita di un prodotto).

12
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Coeffciente di attivit Viene definito anche "tariffa"; il rapporto tra il costo delle risorse
per svolgere un'attivit e il livello della capacit resa disponibile da
quelle risorse: se una squadra di attrezzisti composta da 4 persone
costa 225 ml. l'anno e pu fornire 4.500 ore di attrezzaggio annuali il
coefficiente di attivit pari a 225/4500 = 50.000 euro per ciascuna
ora di attrezzaggio.
Coefficiente di costi Coefficiente utilizzato nell'ambito dell'ABC; il rapporto tra costo
indiretti normale di un'attivit di supporto e livello normale del determinante
di costo per quell'attivit. Una squadra di attrezzisti composta da 4
persone costa 225 ml. l'anno e pu fornire 4.500 ore di attrezzaggio
annuali. Il coefficiente di attivit pari a 225/4500 = 50.000 euro
per ciascuna ora di attrezzaggio; se un attrezzaggio mediamente
richiede 3 ore il coefficiente normale di costi indiretti di attrezzaggio
pari a 150.000 (50.000 X 3). Il coefficiente definito "normale"
perch si basa sui costi e sulla quantit di ore che la squadra pu
lavorare in condizioni "normali", senza cio considerare momenti
particolari di turbative eccezionali o di efficienza superiore alla
media.
Collectability Si veda Esigibilit.
Committed Costs Si veda Costi vincolanti.
Comportamento dei Descrizione di come i costi variano al variare di un certo
costi determinante di costo (si veda "cost driver"); il comportamento del
costo considerato viene generalmente descritto da una funzione
matematica (pi o meno approssimata) rappresentata in un sistema
di assi cartesiani (si veda punto di pareggio).
Contabilit analitica Parte del sistema informativo aziendale che rileva i fatti
(Cost Accounting) amministrativi interni allazienda, classificandoli per destinazione.
Tale contabilit fornisce pertanto i costi per prodotto, i costi per
centro, i ricavi per prodotto, per territorio, per linea di prodotto, ecc.
Il ruolo della contabilit analitica fondamentale per lattivit di
controllo della gestione. Si contrappone alla contabilit generale.
Contabilit direzionale Processo di produzione delle informazioni economico-finanziarie e
(management operative per il personale e i manager di un'azienda. Il processo
13
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

accounting) deve essere finalizzato alle necessit informative degli individui


interni all'organizzazione e deve guidare le loro decisioni operative e
di investimento.
Contabilit generale Parte del sistema informativo aziendale che rileva tutti i fatti
(Financial Accounting) economici e finanziari derivanti da scambi con lambiente esterno
formalizzandoli nelle scritture contabili. La contabilit generale ha
come obiettivo la determinazione del reddito dellesercizio. Essa
fondamentalmente rivolta verso lesterno. Raccoglie i dati contabili
classificandoli per natura (stipendi, salari, materie prime, ecc.)
prescindendo dalla loro destinazione. Tale contabilit si distingue
da quella analitica anche per il fatto che questultima non legata ai
principi contabili generalmente accettati.
Contabilit industriale una tecnica amministrativa riguardante la predeterminazione, la
rilevazione, l'imputazione, il raggruppamento, il controllo dei costi di
prodotto.
Conti (piano dei) Prospetto di tutti i conti predisposti da unazienda per la tenuta della
(Account Classification) contabilit, ossia per la rilevazione sistematica di tutti i fatti
aziendali.
Conto economico il documento che mette in luce il risultato economico conseguito
(lncome Statement) da unazienda. In esso sono riassunti tutti i componenti positivi e
negativi di reddito (costi e ricavi) relativi a un dato periodo di tempo
(di solito lesercizio, pari a un anno solare). In realt molto
difficile stabilire qual stato il risultato economico della gestione di
un certo periodo, in quanto la gestione aziendale un continuo che
non possibile spezzare.
Contributi sociali Costi sostenuti dalle aziende dettati da obblighi di legge come ad
esempio i contributi previdenziali e assicurativi.
Controllable Costs Si veda Costi controllabili.
Controller Membro della struttura organizzativa che ha la responsabilit
dellimpostazione e della realizzazione di un sistema di controllo. In
particolare, la responsabilit del controller si estende alla raccolta dei
dati storici, alla loro analisi e alla messa in evidenza del loro

14
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

significato. La funzione del controller assume particolare importanza


nel verificare che i limiti di costo, fissati dalla direzione aziendale,
siano rispettati.
Controllo L'insieme dei metodi e degli strumenti che la direzione d'impresa
adotta nei riguardi dell'intera struttura per realizzare i propri obiettivi
fondamentali.
Controllo a posteriori Approccio al controllo basato sul confronto tra dati consuntivi e dati
(controllo reattivo) previsionali, al fine di verificare se le attivit siano state eseguite in
conformit a quanto richiesto.
Controllo budgettario Sistema impiegato dalla direzione aziendale per confrontare i risultati
(Budget Control) effettivi della gestione con quelli di budget. Lo scopo di stabilire
dove, come e perch i risultati conseguiti divergano eventualmente
da quelli di budget e quali azioni siano necessarie per raggiungere gli
obiettivi prefissati. La caratteristica del controllo budgettario che la
comparazione tra programmazione ed esecuzione (comparazione
delle cifre che dovrebbero essere con le cifre che sono) si fa in
una maniera metodica e regolare, in periodi vicini secondo le
esigenze dellimpresa. Questa comparazione permette non solo di
rendersi conto se limpresa si mantiene nelle linee di condotta
tracciate, ma anche di modificare costantemente il programma
secondo le esperienze recenti.
Controllo centralizzato Processo manageriale tramite il quale un nucleo ristretto di dirigenti
di livello superiore riceve informazioni periodiche sulle operazioni
decentrate per assicurarsi che i manager divisionali stiano prendendo
decisioni ed agiscano in modi conforme alle finalit globali aziendali.
Controllo concomitante Meccanismo di controllo che opera durante l'esecuzione dell'attivit
richiesta. Ad es. il controllo del rispetto del ciclo standard da parte di
una macchina operatrice per mezzo di un sistema di rilevazione
computerizzata.
Controllo di gestione Attivit in base alle quali la direzione aziendale si assicura che le
(attivit di) operazioni aziendali vengano svolte nel rispetto delle linee dazione
(Management Control) definite nei programmi, allo scopo di conseguire gli obiettivi fissati.
Le parti che costituiscono il controllo di gestione sono: struttura
organizzativa del controllo; tecniche contabili; processo di controllo.

15
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Controllo di processo Un'attivit di valutazione della performance operativa di un singolo


processo o dell'intera catena dei valori nel soddisfacimento dei
bisogni del cliente.
Controllo economico- La valutazione formale di alcuni aspetti economico-finanziari di
finanziario un'organizzazione o di un centro di responsabilit.
Controllo operativo Processo che fornisce a personale e manager il feedback riguardante
l'efficienza delle attivit svolte; il controllo finalizzato al
miglioramento dei processi.
Controllo organizzativo L'insieme di strumenti e sistemi utilizzati dall'azienda per governare i
comportamenti e le attivit delle persone che operano
nell'organizzazione.
Controllo preventivo Approccio al controllo che cerca di prevenire il verificarsi di eventi
indesiderati; questo controllo ha luogo prima che un'attivit sia
eseguita e quindi utilizza modelli e meccanismi di previsione del
risultati che si otterrebbero in assenza di interventi correttivi.
Controllo strategico Processo che fornisce informazioni con riguardo alla performance
competitiva dell'impresa nel suo complesso (e delle sue eventuali
business units o divisioni), sia dal punto di vista economicofinanziario sia da quello di soddisfacimento delle attese dei cliente.
Controllo sui compiti Sistemi progettati per assicurare che il personale segua procedure o
assegnati regole prestabilire; una delle varie forme di controllo organizzativo.
Controllo sui risultati Sistema focalizzato sui risultati, progettato per motivare un
comportamento decisionale finalizzato al perseguimento degli
obiettivi aziendali; fra le varie forme di controllo organizzativo
quella che si utilizza nei sistemi di controllo direzionale o di gestione.
Cost Accounting Si veda Contabilit analitica.
Cost Centers Si veda Centri di costo.

16
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Cost Driver Termine (intraducibile) che significa "determinante di costo", cio


"causa" del costo o del suo comportamento; il pi noto cost driver
il volume di produzione, ma anche la complessit o la variet
possono rappresentare determinanti di costo altrettanto importanti.
Costi (o ricavi) Incremento dei costi (o dei ricavi) corrispondente all'incremento di
marginali una unit prodotta o venduta.
Costi (o ricavi) rilevanti I costi (o ricavi) che si differenziano in una situazione di decisione fra
due o pi alternative; sono i soli da considerare per decidere qual
l'alternativa migliore. Sono i costi che sono influenzati in modo
diretto da ciascuna alternativa di decisione. Ad es. in una scelta di
decentrare una fase di produzione all'esterno anzich realizzarla
all'interno, fra i costi non rilevanti, cio non influenzati dalla
decisione ci saranno probabilmente i costi di marketing, che, in
entrambe le alternative rimangono costanti.
Costi commerciali Vi appartengono tutte le voci di costo relative alla
(Selling Expenses) commercializzazione del prodotto, come ad esempio: stipendi dei
venditori e oneri accessori; provvigioni; spese di pubblicit; spese
promozionali; trasporti di vendita; altri costi commerciali.
Costi consuntivi (Actual Il costo consuntivo un costo la cui manifestazione accertata dalla
Costs) contabilit generale. I costi consuntivi sono costi effettivi determinati
dopo essere stati sostenuti.
Costi controllabili Si tratta di costi il cui ammontare influenzato in modo significativo
(Controllable Costs) dal responsabile del centro di responsabilit in cui il costo
sostenuto. In tal senso si tratta di costi per i quali, al livello di
responsabilit definito, possibile esercitare azioni volte a
contenerne o modificarne lammontare.
Costi della Complessit Attivit di supporto, che nel corso degli anni si sono incrementate
sensibilmente, da cui si derivano una grossa quantit di costi indiretti
industriali.
Costi della qualit Costi sostenuti per ottenere determinati standard qualitativi di
processo e/o di prodotto; si articolano in: costi di prevenzione dei
17
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

problemi connessi al livello qualitativo; costi di valutazione e


controllo; costi di identificazione e correzione dei difetti all'interno
dell'impresa; costi di identificazione e correzione dei difetti all'esterno
dell'impresa.
Costi di fabbricazione Costi legati allo svolgimento del processo di trasformazione fisica
(fabbricazione e assemblaggio).
Costi di imputazione Sono quelli che si possono riferire in modo univoco a un prodotto,
diretta (Direct Costs) reparto, ecc. senza bisogno di essere ripartiti secondo modalit
convenzionali.
Costi di imputazione I costi indiretti sono tutti quei costi per i quali non possibile
indiretta (Indirect stabilire una relazione univoca con le singole destinazioni (prodotto,
Costs) reparto). Essi riguardano indifferentemente molteplici prodotti e
sovente lazienda nel suo complesso.
Costi di lavorazione (o
Si veda costi di trasformazione.
di trasformazione)
Costi di periodo Costi che entrano immediatamente a ridurre il reddito di periodo
perch non possono essere associati con la realizzazione dei
prodotti.
Costi di politica Si veda costi discrezionali.
Costi di prevenzione (Si veda costi della qualit). Costi sostenuti per realizzare "al primo
colpo" produzioni di qualit: progettazione secondo specifiche di
qualit, addestramento e formazione del personale, certificazione dei
fornitori ecc.
Costi di prodotto Costi associati alla realizzazione dei prodotti; sono i costi che il
prodotto "incorpora".
Costi di trasformazione Totale dei costi di funzionamento dei processi di trasformazione:
costi di manodopera di produzione e di attivit di supporto per la
trasformazione dei materiali o del prodotto in ciascuna fase di

18
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

fabbricazione; materiali ausiliari, manodopera diretta, energia ecc.


Costi di valutazione (Si veda costi della qualit). Costi relativi al controllo dei prodotti,
finalizzato a verificare che essi soddisfino le esigenze dei clienti
interni ed esterni all'azienda.
Costi diretti Si veda costi di imputazione diretta.
Costi discrezionali Sono quei costi per i quali non possibile predisporre un rapporto
(Discretionary Costs) con gli output gestionali. Il loro ammontare viene, in un certo senso,
definito discrezionalmente dal management aziendale.
Costi effettivi (Actual Il costo effettivo un costo misurato a consuntivo, cio gi
Costs) sostenuto. In un senso un po' pi tecnico sono costi effettivi quelli
che si riferiscono ad una realt passata o presente e non a pure
ipotesi astratte.
Costi evitabili (Si veda costi rilevanti). Costi che possono non essere pi sostenuti
quando un codice, un prodotto, una linea di prodotto o un segmento
di attivit vengono eliminati.
Costi fissi (Fixed Costs) Sono fissi quei costi che non subiscono alcuna variazione a fronte di
variazioni, entro un certo intervallo, dei volumi di attivit. Essi sono
sostenuti dallazienda nella loro interezza anche quando lattivit
svolta al di sotto del livello di saturazione degli impianti o delle
strutture cui si riferiscono.
Costi fissi a gradini Costi che si incrementano sotto forma di gradini discreti
relativamente ampi. La differenza fra i costi fissi ed i costi a gradini
che l'intervallo all'interno del quale i costi fissi a gradini rimangono
costanti pi limitato.
Costi fissi diretti Oneri non dipendenti dai volumi produttivi oggettivamente imputabili
ad un oggetto di costo.
Costi fissi indiretti Oneri non dipendenti dai volumi produttivi imputati agli oggetti di
costo sulla base di criteri di ripartizione.

19
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Costi generali Si veda spese generali, costi discrezionali.


Costi indiretti Si veda Costi di imputazione indiretta.
Costi industriali Tutti i costi di trasformazione delle materie prime in prodotti finiti.
Costi misti Costi comprendenti componenti di costo sia fissi che variabili.
Costi non controllabili Si tratta di costi il cui ammontare non influenzato, n influenzabile
(Uncontrollable Costs) dal responsabile del centro nel quale vengono sostenuti.
Costi pieni Somma di tutti i costi (materiali diretti, manodopera diretta e costi
generali) attribuiti ad un prodotto.
Costi relativi al ciclo Costi sostenuti prima, durante e dopo l'inizio della produzione di
complessivo di vita di serie. Approccio alla pianificazione e alla gestione (oltre che al
un prodotto calcolo) dei costi che fornisce informazioni che permettono alla
direzione controllare i costi di prodotto attraverso le fasi di
progettazione, sviluppo, fabbricazione, marketing, distribuzione,
manutenzione, servizio ed eliminazione, cio lungo l'intero ciclo di
vita del prodotto.
Costi relativi
(Si veda costi della qualit). Costi sostenuti nel caso in cui il processo
all'identificazione di un
produttivo generi un componente o un prodotto difettoso, quando il
errore all'interno
difetto identificato internamente all'impresa.
dell'azienda
Costi relativi (Si veda costi della qualit). Costi sostenuti nel caso in cui il processo
all'identificazione di un produttivo generi un componente o un prodotto difettoso, quando il
errore fuori dall'azienda difetto identificato all'esterno dell'impresa.
Costi sommersi o Costi di risorse gi acquisite e che non possono pi essere modificati
"affondati" (sunk cost) da decisioni future; esempio tipico l'ammortamento di una
immobilizzazione tecnica. I costi sommersi sono tipicamente non
rilevanti nelle decisioni.

20
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Costi standard Il costo standard un costo predeterminato di un prodotto o di un


(Standard Costs) fattore di produzione, calcolato sulla base di una serie di circostanze
ipotizzate che tengono conto degli obiettivi di sviluppo
dellefficienza/efficacia gestionale. Il costo standard, proprio per il
fatto che viene determinato a priori, deriva da una serie di rilevazioni
riguardanti i consumi di materiali, i tempi delle operazioni e di analisi
delle prestazioni di singoli macchinari o reparti in condizioni
standard. Il costo standard il risultato di un prodotto tra una
misura predeterminata di quantit e un prezzo di fattore produttivo.
In pratica lespressione di quantit tipiche moltiplicate per prezzi
tipici.
Costi tecnici Sono costi tecnici quei costi per i quali possibile trovare un legame
(Engineered Costs) tra ammontare di costi sostenuti e output cui si riferiscono.
Costi variabili (Variable Si considerano costi variabili quelli che variano secondo una
Costs) proporzionalit pi o meno rigorosa in funzione della variazione dei
volumi di attivit aziendali. Per volumi di attivit aziendali si
intendono quegli output che, a seconda delle aziende, misurano il
livello di occupazione della struttura aziendale (pu essere il numero
di automobili per lazienda automobilistica, il numero di tonnellate
prodotte per uno zuccherificio, il numero di scatti telefonici per
lazienda dei telefoni, ecc.). Costi variabili non in funzione del volume
di produzione: misti e a gradini - Si tratta di tutti quei costi che
presentano caratteri di costanza e variabilit insieme, in quanto
variano al variare del volume di produzione, ma non in termini
proporzionali. A questa categoria appartengono: costi misti, formati
da una componente fissa, a volume di produzione zero, e da una
parte proporzionale allattivit; costi a gradini, formati da consumi
che scattano ad aliquote intere in un interno di volumi dellattivit.
Tali costi sono anche detti semivariabili o semifissi.
Costi variabili a gradini Costi che si incrementano
relativamente ristretti.
Costi variabili non in
funzione del volume di
produzione, misti e a
gradini

sotto

forma

di

gradini

discreti

Si tratta di tutti quei costi che presentano caratteri di costanza e


variabilit insieme, in quanto variano al variare del volume di
produzione, ma non in termini proporzionali. A questa categoria
appartengono: costi misti, formati da una componente fissa, a
volume di produzione zero, e da una parte proporzionale all'attivit;
costi a gradini, formati da "consumi" che scattano ad aliquote intere
in un interno di volumi dell'attivit. Tali costi sono anche detti
21

Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

semivariabili o semifissi.
Costi vincolati Si tratta di quei costi che derivano da decisioni anteriori e che non
(Committed Costs) possono essere modificati nel breve termine.
Costo La sommatoria del valore delle risorse impiegate per la realizzazione
di un bene o di un servizio.
Costo del capitale Rendimento minimo che l'impresa deve realizzare sui suoi
investimenti per soddisfare le richieste di rendimento dei propri
investitori. Questo il tasso utilizzato dalle imprese per determinare
il valore temporale del denaro, nelle operazioni di sconto, nei calcoli
di interesse composto (si veda attualizzazione). Il costo del capitale
preso a prestito da terzi corrispondere al tasso di interesse che
l'impresa deve pagare. Anche il capitale proprio ha un costo (si veda
costo opportunit) e corrisponde all'interesse a cui l'impresa rinuncia
non investendo in attivit alternative maggiorato del valore attribuito
al rischio d'impresa.
Costo del lavoro Onere spettante ai lavoratori che prestano la propria attivit
ordinario lavorativa nellorario stabilito dal contratto di lavoro.
Costo del lavoro Onere derivante dall'impiego della forza lavoro al di fuori dellorario
straordinario lavorativo contrattualmente convenuto.
Costo del venduto (Cost Comprende, in funzione della configurazione di costo scelta (si veda
of Goods Sold) costo pieno, costo variabile) i costi sostenuti per ottenere i prodotti
e/o i servizi disponibili per la vendita. In una configurazione di costo
industriale la somma di: consumi del periodo (rimanenze
iniziali+acquisti-rimanenze finali); salari e oneri relativi; lavorazioni
esterne; costi industriali di trasformazione; ammortamenti industriali.
Costo di non conformit Costo sostenuto da un'impresa nel caso in cui i suoi prodotti o servizi
agli standard qualitativi non siano conformi agli standard qualitativi.
Costo normale unitario Costo medio di un'attivit nel punto in cui la domanda di tale attivit
eguaglia la capacit disponibile.

22
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Costo obiettivo (Si veda target costing). Differenza tra prezzo di vendita obiettivo e
margine di reddito obiettivo.
Costo orario standard Valutazione economica del consumo standard fisico delle ore
lavorative.
Cpu Rapporto tra il costo del personale e l'unit di tempo considerata.
Current Assets Indica nella traduzione italiana, linsieme delle attivit correnti
comprese nello stato patrimoniale. Comprendono il denaro liquido, i
depositi bancari, i crediti, i titoli negoziabili, le rimanenze di
magazzino, i ratei e i risconti fluivi. Si riferiscono quindi alle attivit
con un alto grado di liquidit cio alle attivit destinate a
trasformarsi in denaro liquido (quando non lo sono gi) al massimo
nel giro di un anno.
Current Liabilities Indica le passivit correnti comprese nel passivo dello stato
patrimoniale: debiti a breve termine, ratei e risconti passivi, quote di
mutuo in scadenza nellanno. Tali passivit hanno un alto grado di
esigibilit: nel giro di un anno comporteranno esborsi di cassa per
lazienda.
Current Ratio Indica il rapporto tra le attivit correnti e le passivit correnti. Misura
la capacit di fronteggiare gli impegni a breve termine con le proprie
disponibilit liquide. Il valore ottimale del rapporto dovrebbe
oscillare, secondo alcuni, tra due e tre: in pratica a ogni euro di
passivit correnti dovrebbero corrispondere almeno due euro di
attivit correnti.
Curva di costo (Si veda comportamento dei costi). Rappresentazione grafica dei
costi disegnata in funzione dei determinante di costo per attivit o
per volume di produzione.
Customer lead time Tempo che intercorre tra il momento in cui un cliente richiede un
bene o un servizio e il momento in cui riceve il prodotto o servizio
richiesto. Per esempio, il tempo necessario per ricevere un
hamburger in un ristorante fast-food potrebbe essere di 6 minuti,
per ricevere l'autorizzazione alla concessione di un mutuo potrebbe
essere di 21 giorni e per ricevere un complesso strumento medico

23
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

potrebbe essere di 8 mesi.


Customer-sustaining Andamento dei costi indiretti non di produzione (ricerca e sviluppo,
activities commerciali e amministrativi) rispetto ai costi di produzione;
possono avere tale tipologia di configurazione. I costi di customer
care (indipendenti dallinsieme dei prodotti offerti ma che
consentono la vendita nei confronti del singolo cliente), possono
essere annoverati tra i costi delle attivit di supporto al cliente.
Decentramento Delega delle responsabilit
dell'organizzazione.

decisionali

ai

livelli

inferiori

Decentrato Che delega la responsabilit decisionale dai livelli dirigenziali agli


impiegati dei livelli organizzativi inferiori.
Decisione di make-orDecisione relativa alla convenienza a realizzare all'intorno o
buy (produrre o
acquistare all'esterno una parte o un componente di prodotto.
acquistare)
Depreciation Si veda Ammortamento.
Determinante di costo Nella tecnica di calcolo ABC si intende l'unit di misura del livello (o
di attivit (cost driver) quantit) dell'attivit svolta.
Determinazione del Processo di misurazione e di assegnazione dei costi delle attivit
costo di prodotto svolte nella progettazione e fabbricazione dei singoli prodotti (e
servizi, per le aziende non manifatturiere).
Determinazione del Processo di assegnazione dei costi di marketing, di vendita, di
costo per cliente distribuzione e amministrativi a clienti individuali al fine di
permettere il calcolo dei costo relativo al servizio di ciascun cliente.
Diagramma di flusso (o un linguaggio formale di tipo grafico per rappresentare il flusso di
flow chart) attivit che caratterizza un processo. Consente di descrivere le
differenti operazioni sotto forma di uno schema in cui le diverse fasi
del processo e le differenti condizioni che devono essere rispettate
vengono rappresentati da simboli grafici detti blocchi elementari. I

24
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

blocchi sono collegati tra loro tramite frecce che indicano la


cronologia.
Direct Costs Si veda Costi di imputazione diretta.
Discounted cash flow Indica un approccio metodologico di valutazione degli investimenti,
(DCF) con il quale il flusso differenziale di risorse tra esborsi e incassi
relativi alla gestione di un dato investimento viene attualizzato al
momento zero dellinvestimento. Il DCF quindi consente di
ricondurre i futuri flussi di cassa a uno stesso momento temporale e
di esprimere gli stessi in modo tale da poterli comparare.
Discounting Si veda Attualizzazione.
Discretionary Cost
Si veda Centri di spesa.
Centers
Discretionary Costs Si veda Costi discrezionali.
Diseconomie di scala (Si veda economie di scala). Fenomeni di inefficienza produttiva e/o
organizzativa per cui si hanno costi medi unitari crescenti al crescere
dei volume di produzione.
Distinta base Documento che accoglie tutte le voci che definiscono il consumo
standard di un prodotto.
Double Entry Method Si veda Partita doppia.
Durata del ciclo
Periodo di tempo necessario alla fabbricazione del prodotto.
produttivo
EBIT Iniziali dellespressione anglosassone Earnings Before lnterest and
Taxes, utile prima (della detrazione) di oneri finanziari e tasse.
EBITDA un indicatore di redditivit che evidenzia il reddito di un'azienda

25
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

basato solo sulla sua gestione caratteristica al netto di: interessi,


tasse, deprezzamento di beni e ammortamenti. Questo indicatore
utile per comparare i risultati di diverse aziende che operano in uno
stesso settore.
Economie di scala Si hanno economie di scala quando i costi medi unitari diminuiscono
al crescere dei volume di produzione. Es. tipico il confronto fra i
costi di due impianti, uno di dimensioni doppie e di capacit
produttiva dell'altro; l'impianto di dimensioni maggiori gode di
economie di scala se il suo costo di ammortamento totale minore
del doppio di quello dell'impianto pi piccolo; in questo caso i costi
medi unitari dell'impianto pi grande saranno inferiori alla met di
quelli dell'impianto pi piccolo.
Efficienza Una delle classi di prestazione fondamentali; si riferisce alla sua
capacit di un processo di impiegare le minori risorse possibili dato
un certo output prodotto, o alla capacit di massimizzare l'output
prodotto dato un certo ammontare di risorse.
Efficienza del ciclo Metodologia di calcolo dell'efficienza logistica (cio rispetto ai tempi
produttivo (ECP) e alla rotazione del capitale investito) del processo produttivo,
basata sulla relazione esistente tra il tempo di fabbricazione effettivo
e il tempo di ciclo complessivo, (che comprende anche i tempi morti
di coda, movimentazione e magazzinaggio).
Empowerment del Processo mediante il quale la direzione delega al personale pi vicino
personale ai processi operativi, ai clienti e ai fornitori il potere di prendere
decisioni che risolvano problemi di qualit del servizio e di
soddisfazione del cliente. In questo modo il personale incoraggiato
a risolvere problemi ed escogitare nuovi approcci creativi per lo
svolgimento dei lavoro e il soddisfacimento dei clienti.
Engineered Costs Si veda Costi tecnici.
Equit Nella terminologia finanziaria indica il capitale netto: la differenza tra
attivit totali e passivit a breve e a medio-lungo termine incluse
nello stato patrimoniale. In alcuni casi con tale termine si indica il
valore delle azioni, indipendentemente dal loro valore nominale. Si
veda anche Mezzi propri e Patrimonio netto.

26
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Esercizio (Fiscal Year) il periodo di tempo al quale vengono riferiti i risultati conseguiti
dallazienda. Salvo eccezioni lesercizio ha una durata di un anno
civile (1 gennaio - 31 dicembre).
Esigibilit Lesigibilit di un debito relativa al tempo in cui il debito viene a
(Collectability) scadenza: essa massima per quei debiti la cui scadenza
vicinissima nel tempo (ad esempio i debiti verso fornitori), minima
per quei debiti come i mutui che hanno scadenze pi lontane.
Fabbisogno di
Totale di ore necessarie a realizzare la produzione prevista.
manodopera diretta
Fabbisogno finanziario Indica lentit dei mezzi finanziari esterni addizionali collegati al
(Financial Needs) programma di attivit dellazienda.
Fabbisogno finanziario Ammontare di risorse finanziarie necessario per avviare gli
residuale investimenti al netto delle eventuali entrate derivanti dalle operazioni
di gestione.
Facility Level Activity Sono costi che nascono a livello di struttura per attivit che
sviluppano servizi a supporto dellintero processo produttivo.
Fase 1 delle allocazioni Identificazione dei costi e loro localizzazione nei singoli reparti di
produzione e di servizio (primo passo), seguita dall'allocazione o
ribaltamento dei costi dei reparti di servizio ai reparti di produzione
(secondo passo).
Fase 2 delle allocazioni Attribuzione o imputazione dei costi dei reparti di produzione alle
lavorazioni o ai prodotti a mano a mano che questi li attraversano.
Fattore di influenza Variabili che impattano direttamente sul livello di performance delle
attivit; determinanti su cui poter intervenire per migliorare il
rendimento di un processo.
Fattori critici di Prestazioni assolutamente vitali per il successo di un'azienda, ad
successo (FCS) esempio, il servizio ai clienti, la qualit, il costo, la personalizzazione,
il design. Sono, in definitiva, quelle variabili-chiave che nel lungo

27
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

periodo assicurano il successo competitivo ed economico, ed il cui


presidio continuo consente all'impresa di avere buone prestazioni. I
FCS non sono per utilizzabili immediatamente in quanto non sono
misurabili; devono quindi essere tradotti in indicatori chiave di
prestazione.
Fatturato (Sales) Include tutte le vendite fatturate nellanno anche se non ancora
riscosse. Ovviamente non vi debbono rientrare le vendite riscosse
nellanno, ma fatturate nel periodo precedente. Vale il principio della
competenza, non quello di cassa.
FIFO Metodo di valorizzazione al costo delle scorte di magazzino che parte
dell'assunzione che i materiali ad uscire prima sono quelli entrati
prima.
Financial Accounting Si veda Contabilit generale.
Financial Flows Si veda Flussi finanziari.
Financial Leverage Si veda Leva finanziaria.
Financial Needs Si veda Fabbisogno finanziario.
Financial Ratios Si veda Indici finanziari.
Financial Statement Si veda Bilancio d'esercizio.
Fiscal Year Si veda Esercizio.
Fixed Assets Si veda Attivit fisse, Attivit immobilizzate e Immobilizzazioni.
Fixed Costs Si veda Costi fissi.
Flussi finanziari Ogni attivit gestionale caratterizzata da un impiego di risorse (una

28
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

(Financial Flows) serie di microinvestimenti) iniziale e da una serie di introiti futuri


(ricavi), ai quali si sovrappongono costi e spese per lesercizio
dellattivit. Il tal modo, qualsiasi attivit si configura (sotto il profilo
finanziario) anche come un insieme di esborsi e di incassi: tali
movimenti monetari vengono comunemente definiti flussi finanziari.
Fondo ammortamento
(Accumulated
Depreciation Amortisation Fund)

Le attivit fisse hanno natura di costi pluriennali (limporto va


ripartito sugli esercizi che comprendono il ciclo di vita del bene cui si
riferiscono). Il fondo ammortamento accoglie tutte le quote di
ammortamento dei vari cespiti. In genere cresce con il passare degli
anni. Quando un cespite completamente ammortizzato si cancella
il suo valore sia dallattivo sia dal fondo ammortamento. Anche il
valore del fondo ammortamento pu essere detratto dal valore
nellattivo dei cespiti cui si riferisce.

Fondo svalutazione
crediti (Allowance for
Depreciation of
Accounts Receivables)

I crediti, nel loro complesso, non sono certi nel loro ammontare,
poich al momento della loro rilevazione non si sa se saranno
interamente riscossi o meno. Nei bilanci presente, in genere, un
fondo svalutazione crediti che ha il compito di riportare il valore dei
crediti a un ammontare pi realistico. Tale valore, in genere, si fissa
basandosi sullesperienza passata. Non di rado in alcuni bilanci,
seguendo luso anglosassone, il fondo inserito in detrazione della
voce crediti nella sezione delle attivit. in genere una percentuale
fissa della voce crediti (intorno al 5%) che si ritiene inesigibile. Il
Codice Civile non fissa un parametro fisso di svalutazione dei crediti.
Il criterio consigliato indica una misura che deve tenere conto del
presumibile valore di realizzazione.

Fondo svalutazione Questo conto accoglie, in sede di chiusura dellesercizio, la differenza


scorte (Allowance for tra il valore delle scorte reale (o valore corrente) e il costo storico
Depreciation of Stocks) quando questo risulta inferiore. Le difficolt tecniche per una
valutazione accettabile in presenza di magazzini per quantit e
variet di stock fanno s che la quota da inserire annualmente nel
fondo rappresenti una percentuale fissa dellammontare totale delle
scorte.
Forecast Previsioni effettuate con l'obiettivo di determinare a quale livello
dovrebbe porsi la domanda assumendo un atteggiamento
sostanzialmente passivo dell'azienda.
Free Cash Flow Flusso di cassa di esercizio dopo aver dedotto interessi, imposte,

29
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

dividendi e spese in conto capitale in corso, ma escludendo le spese


in conto capitale collegate ad acquisizioni e/o dismissioni strategiche.
Gap di
Confronto tra la migliore performance di un'azienda e la migliore
benchmarking/di
performance di tutte le aziende partecipanti al benchmarking.
performance
Gross Margin Si veda Margine lordo industriale.
Il costo medio di Rapporto tra il costo complessivo del lavoro in un determinato
produzione periodo ed il volume dei prodotti realizzati nel medesimo periodo.
Impianti e macchinari
(immobilizzazioni
tecniche) (Plants and
Equipments)

Definiscono tutti i macchinari adibiti al processo tecnico produttivo


dellimpresa e quelle installazioni (gli impianti) che per destinazione
duso non sono qualificabili precisamente come macchinari o
fabbricati. Esempi possono essere un impianto di lavaggio, una
centrale elettrica, ecc.

Imposte differite Si tratta di imposte che saranno pagate in futuri esercizi e sono
generate da differenze temporanee che rinviano la tassazione; sono
imposte civilisticamente di competenza dellesercizio. La necessit di
imputare le imposte differite deriva essenzialmente da:
rappresentazione veritiera e corretta del bilancio; esatta
determinazione delle imposte di competenza del periodo; evitare la
distribuzione di utili non realmente conseguiti (la mancata
contabilizzazione delle imposte differite fa aumentare lutile
desercizio distribuibile). Tra i componenti negativi di reddito, che
generano imposte differite: ammortamenti anticipati (art. 102.3);
ammortamenti ordinari superiori allammortamento civile, anche a
seguito di spese incrementative; ammortamento integrale per i beni
di importo non superiore a 516,46: ex art. 102; ammortamenti di
beni immateriali superiori alla quota prevista dal codice civile: ex art.
103. Accantonamenti fiscali superiori alla previsione civilistica: per
rischi su crediti e per interessi di mora ex art. 106; per lavori ciclici di
manutenzione ex art. 107.1; per spese di ripristino o sostituzione
beni gratuitamente devolvibili ex art. 107.2; per operazioni e
concorsi a premio ex art. 107.3; per imposte deducibili ex art. 99.2.
Accantonamento per rischi contrattuali 2-4% ex art. 93. Rilevazione
per cassa di costi non di competenza come i contributi ad
associazioni di categoria (art. 99.3). Spese relative a pi esercizi (art.
108) con imputazione al conto economico superiore a quanto

30
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

civilisticamente consentito: spese per studi, ricerche, pubblicit,


propaganda, rappresentanza fino a 25,82, spese di costituzione,
altre spese pluriennali. Tra i componenti positivi di reddito, che
generano imposte differite:differimento della tassazione delle
plusvalenze relative a beni posseduti da pi di 3 anni ex art. 86.
Differimento della tassazione dei contributi pubblici in conto esercizio
nei casi tassativamente indicati dalla legge e dei contributi in conto
capitale ex art. 88.3. Rivalutazione di partecipazioni valutate con il
metodo del patrimonio netto. Dividendi rilevati per competenza e
tassabili per cassa (quota tassabile). Modalit di calcolo della
tassazione differita: a livello generale lammontare delle imposte
differite si calcola moltiplicando la quota di reddito rinviata per il
33%, se tale quota irrilevante ai fini Irap, e per il 37,25% nel caso
contrario. Non ammessa lattualizzazione. A livello operativo
appare consigliabile procedere separatamente al calcolo delle
imposte anticipate e differite ai fini Ires ed Irap. Alla fine di ogni
esercizio obbligatorio ricontrollare le imposte differite/anticipate
calcolate in precedenti esercizi per verificare: lammontare che va
stornato nellesercizio, laliquota applicata, il requisito della
ragionevole certezza (in caso di imposte anticipate).
Income Statement Termine inglese che indica il termine italiano conto economico (o
profitti e perdite).
Index of Indebtness Si veda Indice di indebitamento.
Indicatori di Misure di prestazione impiegate per valutare il livello di efficienza o
performance chiave di efficacia nello svolgimento di un processo chiave per il successo
(KPI) competitivo nel lungo termine di unazienda. I KPI rappresentano la
"traduzione" in misure quantitative dei fattori critici di successo.
Indice di indebitamento Indica in che proporzione i terzi concorrono al finanziamento delle
(Index of Indebtness) attivit dellazienda. E dato dal rapporto tra passivit correnti pi
passivit a medio-lungo termine e totale attivit.
Indici finanziari Indici elaborati nellambito di una societ per una migliore
(Financial Ratios) conoscenza della redditivit e della situazione finanziaria e
patrimoniale. Essi mettono in risalto i rapporti fra le poste attive e
passive dello stato patrimoniale e quelle del conto economico.

31
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Indirect Costs Si veda Costi di imputazione indiretta.


Informazioni di Dati economico-finanziari e operativi riguardanti le attivit, i
contabilit direzionale processi, le unit operative, i prodotti, i servizi e i clienti di
un'organizzazione; ad es. il costo calcolato di un prodotto, di
un'attivit, di un reparto in un dato periodo di tempo.
Informazioni Informazioni che guidano le decisioni di lungo termine dell'azienda.
strategiche Le informazioni strategiche possono comprendere la redditivit dei
prodotti, dei servizi e dei clienti, il comportamento dei concorrenti, le
preferenze dei clienti e le tendenze, le opportunit e le minacce dei
mercato e le innovazioni tecnologiche.
Internal rate of return quel tasso che rende il NPV (Net Present Value) dei valori del
flusso di cassa uguale a 0, cio quel tasso che eguaglia il valore
attuale dei previsti flussi di cassa netti allesborso iniziale per
linvestimento.
Intervallo rilevante L'intervallo fra il livello minimo e massimo di produzione all'interno
del quale un determinato costo rimane fisso. NB: la distinzione fra
costi fissi e variabili appropriata solo all'interno del breve periodo,
cio a capacit produttiva data e non modificabile; nel lungo
periodo, cio quando si pu modificare (in aumento o in
diminuzione) la capacit produttiva tutti i costi sono variabili.
Investimento Il valore di acquisto di un'attivit immobilizzata. Pi in generale si ha
un investimento quando: - si utilizzano anticipatamente delle risorse
(spendere dei soldi) a fronti di benefici attesi futuri pi o meno
quantificabili al momento dell'uscita di denaro; - si rendono delle
risorse finanziarie (denaro liquido) meno liquide, ad es.
immobilizzandole con anticipo rispetto al loro utilizzo (anche
temporaneamente), in scorte o crediti. Convenzionalmente si ritiene
investimento solo l'uso di risorse che d luogo a costi pluriennali e
quindi ad ammortamenti.
Issued Capital Si veda Capitale versato.
Leva finanziaria Si ha leva finanziaria quando il costo dellindebitamento (costo medio
(Financial Leverage) di tutti i debiti) inferiore al rendimento dei capitali investiti in

32
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

azienda (ROI).
Liabilities Termine inglese indicante le passivit contenute nello stato
patrimoniale.
LIFO Metodo di valorizzazione al costo delle scorte di magazzino che parte
dall'assunzione che i materiali ad uscire prima sono quelli entrati
dopo.
Limiti di capacit Limiti riguardanti la quantit che pu essere prodotta perch la
capacit impegnata per alcune risorse (come lo spazio disponibile
nello stabilimento o il numero di macchinari) non pu essere
modificata nel breve termine. Nel caso di limiti alla capacit
importante conoscere il margine di contribuzione per unit di fattore
scarso.
Linea di credito Accordo di finanziamento a breve termine, con un limite gi
specificato, tra un'azienda e un istituto di credito.
Liquidit (indice di) Si veda Acid test.
Liquidit (Liquidity) La liquidit di un bene relativa alla sua attitudine a trasformarsi in
denaro contante: essa massima per quei beni che gi sono denaro
contante (ad esempio la cassa) e minima per quei beni che si
trasformano in denaro molto lentamente (ad esempio le attivit
fisse).
Liquidity Si veda Liquidit.
Livello di insorgenza Oggetti di controllo che richiedono in maniera diretta lo svolgimento
di una determinata attivit (es. prodotto/servizio, unit
organizzativa, cliente, processo).
lmmobilizzazioni (Fixed Le immobilizzazioni sono i beni patrimoniali dellimpresa legati al
Assets) ciclo di vita dellazienda in quanto indispensabili al normale ciclo
produttivo. Come singoli beni hanno un periodo di vita che non si
esaurisce nellarco di un esercizio (di qui la dicitura di attivit fisse),

33
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

ma che generalmente pluriennale. Per questo motivo il costo delle


attivit fisse va ripartito sugli esercizi che utilizzano questi beni.
Lammortamento laccorgimento che tecnicamente permette
questa ripartizione; lammortamento, nel conto economico,
rappresenta la quota di costo del bene pluriennale di competenza
dellesercizio. Analogamente il fondo ammortamento, che in genere
si trova nel passivo dello stato patrimoniale, non un debito, bens
la somma dei costi di competenza degli esercizi trascorsi delle
attivit fisse, vale a dire la posta rettificativa del valore cui si
riferisce.
lndustrial Overheads Si veda Spese generali industriali.
Management control Si veda Controllo di gestione (attivit di).
Manodopera indiretta Impiego della forza lavoro tipicamente a supporto del processo
produttivo non imputabile oggettivamente agli oggetti di analisi.
Mappatura Monitoraggio delle attivit aziendali, con essa si ha la possibilit di
verificare i collegamenti tra la varie attivit che costituiscono i
processi produttivi.
Margine di
contribuzione totale Differenza tra fatturato e costi variabili totali. Indica lammontare di
(Total Contribution margine disponibile per la copertura dei costi fissi e dellutile.
Margin)
Margine di
contribuzione unitario Differenza tra prezzo di vendita e costi variabili relativi a un
(Unit Contribution prodotto, una linea di prodotto, un canale, un cliente, ecc.
Margin)
Margine di reddito Margine di reddito, nell'ambito di un sistema di target costing
obiettivo (vedasi), basato su un'analisi di redditivit di lungo termine.
Margine di segmento Livello dei reddito controllabile generato da una unit organizzativa o
da una linea di prodotto.

34
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Margine lordo Differenza tra i ricavi di vendita e i costi variabili, esprime la capacit
dell'azienda a coprire i costi fissi.
Margine lordo Il margine lordo industriale, nel conto economico in forma a scalare,
industriale (Gross nasce dalla contrapposizione dei ricavi netti (al netto di resi, di sconti
Margin) e abbuoni) e del costo industriale (costo del venduto). In
questultimo valore sono compresi tutti i costi e le spese sostenuti
per avere i beni e/o i servizi disponibili per la vendita. Il margine
lordo industriale consente di evidenziare le responsabilit operative
della funzione commerciale (responsabile di volumi, prezzi e mix di
vendita), della funzione produttiva (responsabile di costi di
produzione) e della funzione acquisti (coinvolta nei problemi relativi
allapprovvigionamento e responsabile, compatibilmente al mercato,
dei prezzi di acquisto dei fattori produttivi).
Margine operativo Tale margine, nel conto economico in forma a scalare, evidenzia il
(Operating Margin) risultato operativo derivante dalla gestione caratteristica dellazienda
che risulta dopo aver detratto dal margine lordo industriale le voci:
spese di vendita, spese generali e amministrative. Il margine
operativo quindi il risultato della gestione economica caratteristica
ottenuto detraendo dal margine lordo industriale determinati costi
che, pur non essendo correlati ai volumi prodotti e venduti, sono
necessari per raggiungere gli obiettivi imposti dalla missione di
base dellazienda.
Margine semilordo di Differenza tra il margine lordo di contribuzione e i costi fissi diretti,
contribuzione esprime la capacit dell'azienda a coprire i costi indiretti.
Mark-up Ricarico sul prezzo di un prodotto che viene calcolato aggiungendo ai
costi diretti e ai costi generali di prodotto una percentuale che
rappresenta il margine di utile dellazienda produttrice.
Master budget Documento che include tutti i budget operativi ed economicofinanziari.
Mezzi propri (Equity) Insieme formato, nellambito del patrimonio di unimpresa, dal
capitale sociale, dalle riserve e dallutile netto desercizio. Sono i
mezzi finanziari della societ vincolati durevolmente per gli scopi
sociali da parte dei soggetti economici che ne detengono la
propriet. Sono formati per conferimento (come il capitale sociale e il

35
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

fondo sovrapprezzo azioni) per accantonamento degli utili della


gestione aziendale (come i vari fondi di riserva o assimilabili a
riserva, fondo conguaglio dividendi, utili esercizi precedenti non
distribuiti), per adeguamento di valori patrimoniali diversi (come il
fondo rivalutazione monetaria) e per ogni altro apporto.
Miglioramento continuo Approccio alla gestione dei processi che enfatizza la ricerca continua
di nuovi metodi per il miglioramento della prestazione. Implica una
ricerca incessante di documentazione, comprensione dei bisogni dei
clienti e l'avvio di iniziative di miglioramento delle attivit che
l'azienda intraprende per il loro soddisfacimento. In produzione il
processo tramite il quale il personale risolve i problemi e ricerca
metodi per ridurre ed eliminare sprechi, migliorare la qualit e
ridurre i difetti, abbreviare i tempi di risposta e di ciclo e progettare
prodotti pi semplici da fabbricare, distribuire e riparare.
Misurazione della La misurazione delle prestazioni o performance di un'attivit o di una
prestazione catena del valore.
MOD Utilizzo del fattore produttivo lavoro direttamente imputabile
all'oggetto di osservazione quale un prodotto, un processo o una
funzione.
Mortgage Loan Si veda Mutuo.
Mutuo (Mortgage Loan) Contratto con il quale una parte (mutuante) consegna allaltra
(mutuatario) una determinata quantit di denaro o di altre cose
fungibili, e laltra si obbliga a restituire altrettante cose della stessa
specie e qualit. Il mutuo in denaro prevede la corresponsione di
interessi da parte del mutuatario; pu essere assistito da garanzia
reale (ipoteca), personale (fideiussione) o mista, ed restituito
secondo un piano di ammortamento prefissato.
Net Present Value Il NPV dato dalla differenza tra i previsti flussi di cassa netti
attualizzati causati da un investimento iniziale e il valore della spesa
iniziale connessa allinvestimento. Nel metodo del NPV, quindi, si
conoscono i valori del cash flow (inclusa la spesa iniziale per
linvestimento) e il tasso di attualizzazione e si calcola il terzo fattore,
cio il Net Present Value.

36
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Net Working Capital Si veda Capitale circolante netto.


NOPAT Reddito operativo caratteristico al netto delle imposte.
Obbligazioni (Bonds) Titoli rappresentativi di un prestito contratto da una persona
giuridica (stato, societ, ecc.) per un ammontare e una durata
determinati, presso una persona che li ha sottoscritti. Essi danno
diritto a un interesse annuo fisso indipendente dallandamento degli
affari della societ emittente. Si distinguono quindi dallazione poich
sono semplicemente titoli rappresentativi di un credito.
Obiettivi Sono gli scopi misurabili (in senso ampio) di un'azienda o di un
processo. Gli obiettivi riflettono le richieste dei portatori di interessi
che l'azienda si impegnata a raggiungere.
Obiettivi primari Secondo la teoria del Management Accounting statunitense sono gli
obiettivi aziendali fissati dagli azionisti.
Obiettivi secondari Secondo la teoria del Management Accounting statunitense sono gli
obiettivi, definiti dalla relazione esistente tra l'azienda e i suoi clienti,
dipendenti, fornitori e la comunit, che si ritiene possano migliorare
la performance primaria.
Oneri Pluriennali Costi che secondo la prudente valutazione degli amministratori
hanno utilit pluriennale, e sono da spalmare su pi esercizi.
Comprendono i costi di impianto e di ampliamento, i costi di ricerca,
di sviluppo e di pubblicit.
Operating Margin Si veda Margine operativo.
Ordine di scarico del Un modulo cartaceo o elettronico che fornisce indicazioni al
magazzino magazzino per la fornitura di materiale allo stabilimento per iniziare
la produzione; detto anche lista di prelievo. Serve a rilevare i
consumi effettivi di materiali per una certa lavorazione.
Organismo Italiano di L'OIC nasce dall'esigenza, avvertita dalle principali Parti private e
Contabilit pubbliche italiane, di costituire uno standard setter nazionale dotato

37
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

di ampia rappresentativit, capace di esprimere in modo coeso le


istanze nazionali in materia contabile. Nello svolgimento della sua
attivit l'OIC provvede a: emanare i principi contabili per la
redazione dei bilanci per i quali non prevista l'applicazione dei
principi contabili internazionali (settore privato, pubblico e non
profit); fornire supporto in relazione all'applicazione in Italia dei
principi contabili internazionali, operando in stretto contatto con
l'Efrag, lo Iasb e gli altri standard setter europei; coadiuvare il
legislatore nell'emanazione della normativa in materia contabile e
connessa; promuovere la cultura contabile.
Outcome Si veda Risultato.
Output Una misura fisica di produzione o di attivit, come il numero di unit
prodotte o l'ammontare di tempo passato a fare qualcosa.
Outsourcing Esternalizzazione dellattivit lavorativa ricorrendo
operanti sul mercato.

ad imprese

Owners Equit Si veda Capitale netto.


Paid in Capital o
Si veda Capitale proprio.
Common Stock
Partita doppia (Double Tecnica (o metodo di rilevamento) contabile basata sul principio per
Entry Method) cui ogni transazione viene registrata contemporaneamente in due
conti diversi. Nella contabilit ogni transazione viene dapprima
inserita nel libro giornale o in un altro libro contabile destinato alla
prima registrazione e quindi inserita nei conti appropriati del libro
mastro.
Passivit correnti Il termine comprende tutti i debiti esigibili entro lanno. Ne fanno
(Current- Liabilities) parte: banche e/e passivi; fornitori; cambiali passive; debiti verso
consociate e collegate scadenti nellanno; anticipi da clienti; quote di
rimborso dei mutui scadenti nellanno; ratei e risconti passivit; ecc.
Patrimonio netto
Sinonimo di capitale netto e di mezzi propri.
(Equity)

38
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Periodo di recupero Metodo per la valutazione degli investimenti. Con questo metodo si
(Payback period) calcola il periodo di tempo entro il quale si recupera linvestimento
iniziale attraverso gli incassi futuri che lo stesso genera, tenendo
conto del costo dei mezzi finanziari investiti.
Pianificazione Organizzazione dello sviluppo di una struttura economica orientata
(Planning) da obiettivi di medio termine. il risultato anche di tecniche di
previsione e di programmazione. Il termine viene usato soprattutto
per definire lorganizzazione dello sviluppo economico a livello della
comunit nazionale. In ambito aziendale per pianificazione si intende
lattivit che consente allazienda di indirizzare unitamente i propri
sforzi verso mete criticamente stabilite.
Pianificazione Pianificazione degli investimenti e delle allocazioni di risorse nel
strategica (Strategic medio termine non modificabili da decisioni di breve termine e
Planning) mirante a definire le scelte strategiche dellazienda.
Planning Si veda Pianificazione.
Plants and Equipments Si veda Impianti e macchinari.
Pool di costi indiretti Utilizzate nel metodo di calcolo dei costi ABC. Categorie di costi
indiretti identificate; per ciascuna categoria si usa un tasso separato.
Portatori di interessi (Si veda stakeholder). Gruppi di persone che hanno una legittima
pretesa che gli obiettivi di un'azienda riflettano le loro richieste. I
portatori di interessi comprendono i clienti, i dipendenti, i partner, i
proprietari e la comunit.
Prepaid Expenses Si veda Risconti.
Present Value Index Indica la ricchezza, in termini attuali, apportata da ogni unit di
spesa iniziale relativa allinvestimento. Si calcola rapportando la
sommatoria dei valori attuali dei previsti flussi di cassa netti al valore
della spesa iniziale.

39
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Previsione della Stima della domanda di mercato, o potenziale di vendite, per un


domanda prodotto sotto determinate condizioni; una componente del budget
ma non deve essere confusa con questo; prevedere diverso da
pianificare.
Prezzi di trasferimento Valori applicati a merci e servizi scambiati fra divisioni della stessa
(Transfer Price) azienda o fra aziende dello stesso gruppo.
Prezzo di vendita Prezzo di vendita, nell'ambito di un sistema di target costing
obiettivo applicato a un prodotto, basato sul valore del prodotto per il cliente
percepito dall'azienda.
Price setter Un'impresa che stabilisce con forte potere contrattuale i prezzi dei
propri prodotti perch gode di una quota di mercato significativa nel
proprio segmento di mercato.
Price taker Un'impresa che ha un'influenza scarsa o nulla sulla domanda e
offerta del settore e, di conseguenza, subisce i prezzi che spunta sui
prodotti.
Prime rate Tasso di interesse praticato dalle banche per prestiti a breve termine
alla clientela di primaria importanza. Alla clientela di minore
importanza per la banca (in termini di dimensioni e movimentazioni
dei conti correnti) vengono praticati tassi pi elevati, il cui livello pi
alto viene definito top rate. In Italia il prime rate stabilito dallABI
(Associazione Bancaria Italiana), e il top rate dalle singole banche.
Principio di Principio del controllo organizzativo che asserisce che le persone
controllabilit dovrebbero essere ritenute responsabili solo dei risultati che possono
controllare. L'applicazione principale di questo principio che un
manager non dovrebbe essere ritenuto responsabile di ricavi, costi,
investimenti o altri fattori al di fuori del suo controllo.
Process owner Persone formalmente responsabili del funzionamento e della
performance di un processo aziendale.
Processo di Processo in cinque fasi finalizzato alla raccolta delle informazioni
benchmarking riguardanti le migliori prassi utilizzate dai concorrenti; le fasi sono:

40
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

studio interno e analisi competitive preliminari; sviluppo di un


impegno di lungo termine verso il progetto di benchmarking;
identificazione dei partner per il benchmarking; definizione dei
metodi di raccolta e di diffusione delle informazioni; decisione ed
avviamento delle azioni per raggiungere o superare il benchmarking.
Processo di value Processo che esamina ciascun componente di un prodotto, al fine di
engineering determinare se un costo pu essere ridotto mantenendo la
funzionalit e il rendimento (in Italia si definisce "analisi del valore").
Product Level Activity Costi che nascono a livello di prodotto: attivit di progettazione,
engineering, prove di controllo, che definiscono e migliorano i cicli di
lavorazione.
Product-sustaining Andamento dei costi indiretti non di produzione (ricerca e sviluppo,
activities commerciali e amministrativi) rispetto ai costi di produzione:
possono avere tale tipologia di configurazione se riferiti ad uno
specifico prodotto, i costi di ricerca e sviluppo e pubblicit, sono costi
diretti rispetto alla linea di prodotto e indiretti rispetto ali lotti e alle
singole attivit.
Produzione equivalente Metodo che, nelle rilevazioni per processo, permette di stimare il
costo unitario di prodotto nel caso alla fine del periodo di analisi ci
siano unit ancora in lavorazione.
Profit Si veda Profitto.
Profit Center Si veda Centro di profitto.
Profittabilit Si veda Redditivit.
Profitti e perdite
Sinonimo di conto economico. Profitti e perdite unespressione
(conto) (Income
coniata dalla ragioneria.
Statement)
Profitto (Profit) Differenza tra lammontare dei ricavi ottenuti dalla vendita di beni o
servizi e linsieme dei costi sostenuti per produrre portare sul

41
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

mercato e vendere i beni o i servizi in questione. In altri termini il


profitto rappresenta la differenza tra il valore del risultato del
processo produttivo (output) e il valore delle quantit di beni e di
fattori di produzione utilizzati nel processo stesso (input).
Programmazione Determinazione approssimativa della capacit
aggregata intraprendere un piano di produzione proposto.

dell'azienda

di

Project funding Approccio per lo sviluppo di stanziamenti per le spese generali che
organizza gli stanziamenti stessi in un pacchetto che si concentra sul
raggiungimento di un determinato risultato (concettualmente simile
all'approccio budget a base zero).
Prospetto pro-forma Conto economico o stato patrimoniale previsionale o stimato.
Pseudo-partecipazione Approccio al budgeting in si cerca di far credere ai subordinati di
poter avere una qualche influenza sul processo di budgeting; le
forme di pseudo-partecipazione possono essere pi o meno raffinate
o scopertamente mistificatorie. In realt le persone che lavorano
nelle organizzazioni maturano in breve tempo una stupefacente
capacit di smascherare questi espedienti rendendoli al minimo
inutili e spesso dannosi; statisticamente provato che le persone
reagiscono meglio ad un processo autoritario che alla pseudopartecipazione.
Punto di pareggio Volume di produzione e di vendita nel quale vengono coperti tutti i
(Break Even Point) costi variabili di prodotto, nonch i costi fissi. A tale livello non c
utile, n perdita. Ogni unit venduta in meno genera una perdita,
mentre ogni unit in pi genera profitto.
Qualit Concetto fra i pi difficili da definire; secondo D.A.Garvin definita
da otto dimensioni: prestazione; caratteristiche secondarie
("optionals"); affidabilit; conformit; durata; assistenza; estetica;
qualit percepita.
Qualit totale Filosofia gestionale che tenta di eliminare fin dalle prime fasi del ciclo
di vita del prodotto (o del servizio) tutti i difetti, gli sprechi e le
attivit che non aggiungono valore ai clienti; implica un massiccio e
costante impegno organizzativo verso il soddisfacimento dei cliente.

42
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Rapporto di margine di
Margine di contribuzione espresso come percentuale sulle vendite.
contribuzione
Rapporto sul costo della Rapporto che distingue i costi della qualit nelle categorie della
qualit prevenzione, valutazione, identificazione dell'errore all'interno,
identificazione dell'errore all'esterno.
Rate Si veda Tasso.
Rateo (Accrued Quota di costi o ricavi gi maturati economicamente che avranno
Expenses) una futura manifestazione finanziaria. Praticamente i ratei si
verificano quando il fatto economico precede quello finanziario. I
ratei sono, in un certo senso, dei crediti o debiti di un esercizio nei
confronti degli altri esercizi.
Ratio Analisys Si veda Bilancio (analisi di).
Re-engineering Attivit finalizzata al miglioramento della performance di processo
tramite la riprogettazione dei processo stesso. Richiede
l'identificazione e l'eliminazione delle attivit non a valore aggiunto.
Il re-engineering implica la valutazione degli obiettivi di processo e la
riprogettazione dell'intero processo per la riduzione dei costi a esso
relativi.
Redditivit
Misura della capacit di produzione di un reddito.
(Profittability)
Reddito Operativo o Tale margine, nel conto economico in forma a scalare, evidenze il
Margine operativo risultato operativo derivante dalla gestione caratteristica dell'azienda
(Operating Margin) che risulta dopo aver detratto dal margine lordo industriale le voci:
spese di vendita; spese generali e amministrative; ammortamenti. Il
reddito operativo quindi il risultato della gestione economica
caratteristica, relativa cio al "core business" dell'impresa, ottenuto
detraendo dal margine lordo industriale determinati costi che, pur
non essendo correlati ai volumi prodotti e venduti, sono necessari
per raggiungere gli obiettivi aziendali.

43
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Reparti di produzione Reparti direttamente responsabili del lavoro di trasformazione fisica


delle materie prime in prodotti finiti.
Reparti di servizio Reparti che svolgono attivit a sostegno della produzione ma che
non sono responsabili per alcuno stadio della trasformazione.
Reporting Parte del processo di controllo direzionale che fornisce al vertice
aziendale, in modo sistematico e formalizzato, le informazioni
necessarie a controllare landamento della gestione rispetto al
budget e ai piani e a comprendere le cause degli scostamenti. A
volte si usa il termine tableau de bord per indicare il sistema di
rapporti orientato alla finalit di cui sopra.
Resource Cost Driver Criterio che consente di misurare la quantit di risorse necessarie per
la realizzazione delle attivit.
Responsabilit I dirigenti di primo livello conferiscono, mediante la delega, ai loro
decentrata diretti collaboratori il potere di prendere decisioni sulla
determinazione dei prezzi, sul mix di prodotti, sulle relazioni con i
clienti, sull'acquisizione di risorse, sull'approvvigionamento dei
materiali e sui processi operativi senza dover chiedere approvazioni
di livello superiore. La responsabilit decentrata permette di
prendere decisioni pi rapidamente a chi si trova vicino al problema
o al cliente.
Responsibility Centers Si veda Centri di responsabilit.
Retribuzione Compenso spettante al lavoratore per lo svolgimento della propria
attivit lavorativa.
Retribuzione a Cottimo Compenso rapportato alla prestazione offerta dalla forza lavoro.
Retribuzione a Tempo Compenso commisurato
generalmente l'ora.

ad

ununit

temporale

di

lavoro,

Retribuzione base Elemento della retribuzione lorda stabilito dai contratti nazionali
collettivi di lavoro.

44
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Retribuzione con Remunerazione legata ai rendimenti ottenuti rispetto ai livelli


Premio standard programmati.
Retribuzione differita Parte della remunerazione corrisposta al termine del rapporto di
lavoro tra il datore di lavoro ed il lavoratore come ad esempio il TFR.
Return On Assets (ROA) Redditivit dei capitali investiti. Indice di redditivit dei capitali
investiti nelle attivit aziendali a prescindere dalle fonti di
finanziamento. Si calcola rapportando percentualmente il profitto
operativo (profitti al lordo degli oneri finanziari e fiscali) al totale
delle attivit nette della situazione patrimoniale. Spesso viene anche
usato il termine ROI (Return On lnvestment). A volte dal totale
dellattivo netto si detraggono i debiti verso fornitori.
Return On Equity (ROE) Redditivit del capitale proprio. Indice di redditivit del capitale degli
azionisti (equity = capitale proprio netto) ottenuto rapportando il
profitto netto (profitto al netto degli oneri finanziari e fiscali) al
capitale proprio. Questo indice fornisce il tasso di redditivit
percentuale del capitale immesso dagli azionisti ed significativo in
quanto consente agli investitori di valutare leconomicit del loro
investimento nei confronti di investimenti alternativi.
Return On Investment Redditivit degli investimenti. Indice di redditivit calcolato
(ROI) rapportando il profitto operativo (profitto al lordo degli oneri
finanziari e fiscali) al totale dellattivo netto della situazione
patrimoniale. In alcuni casi al totale dellattivo netto dello stato
patrimoniale viene sottratto lammontare dei debiti verso fornitori.
Return On Sales (ROS) Redditivit sulle vendite. Indica la redditivit delle vendite espressa
dal rapporto tra il profitto e il fatturato.
Revenue Centers Si veda Centri di ricavo.
Ricavi (Sales) Include tutte le vendite effettuate nell'anno (anche se non ancora
riscosse); comunemente definito "fatturato".
Risconti (Prepaid Quote di costi e ricavi che hanno gi avuto la loro manifestazione

45
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Expenses) finanziaria, ma che non sono ancora maturati completamente: il


fatto economico segue quello finanziario. I risconti, come i ratei,
nascono in quanto nella vita dellazienda i fatti finanziari non sempre
coincidono con quelli economici.
Riserve Sono costituite da redditi messi a disposizione dellimpresa e non
incorporati nel capitale. Corrispondono ad accrescimenti del
patrimonio netto contabile. Spesso sono risultato di utili realizzati,
non distribuiti ma reimpiegati nellazienda. Certe riserve possono
indicare la contropartita di una rivalutazione dellattivo o di una
qualsiasi sopravvalutazione dello stesso. Le riserve possono quindi
essere di diverso tipo: riserva legale: obbligatoria (art. 2428 Codice
Civile); si incrementa in ragione del 5% dellutile netto annuo fino a
raggiungere un valore pari a un quinto (20%) del capitale sociale;
riserva statutaria: lammontare e lo scopo di questo tipo di
accantonamento sono stabiliti dallo statuto societario; riserve
straordinarie: sono riserve che nascono in seguito a particolari
esigenze congiunturali o in funzione di normative fiscali (si vedano le
leggi Visentini e Visentini bis tendenti a rivalutare i valori delle
immobilizzazioni fisse).
Risorse flessibili Risorse che sono acquisite quando necessarie e i cui costi variano
insieme all'attivit di produzione; alcuni esempi possono essere i
materiali indiretti e l'energia elettrica necessaria per il funzionamento
dei macchinari (si veda anche costi impegnati).
Risultato (outcome) Il valore attribuito all'output dal cliente, per esempio, il numero delle
unit di merce prodotte e la quantit di soddisfazione del cliente
generata da un servizio. Rappresenta il risultato (a lungo termine) di
un'attivit; l'output di un'attivit il prodotto immediatamente
disponibile; l'outcome per ci che ne determina il successo
competitivo e reddituale. Ad es. l'output della scuola il numero di
studenti promossi, ma l'outcome il numero di studenti che trovano
lavoro dopo un certo tempo.
Risultato Operativo Si ottiene sottraendo al margine operativo lordo l'ammontare degli
ammortamenti e degli accantonamenti. Tale indicatore prescinde sia
dalla struttura finanziaria dell'impresa, sia dall'influenza di fatti atipi
e/o straordinari. Un'impresa che presenta risultato operativo positivo
e risultato netto negativo ha, in genere, possibilit di essere risanata
perch la negativit deriva da fatti estranei al business aziendale. La
situazione si complica quando ad un risultato netto negativo si
46
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

associa un risultato operativo negativo.


ROA Si veda Return On Assets.
ROE Si veda Return On Equity.
ROI Si veda Return On Investments.
ROS Si veda Return On Sales.
Sales Si veda Fatturato.
Scarti Quantit aggiuntive di materiale derivante dalla realizzazione di
prodotti difettati.
Scheda di costo della
Modulo per la registrazione dei costi effettivi di lavorazione.
lavorazione
Sconto Processo di calcolo del valore attuale.
Scostamenti di costo Differenze tra costi effettivi e i costi standard.
Scostamento La differenza tra un piano, o obiettivo, e un risultato effettivo.
Scostamento di primo
Si veda Analisi degli scostamenti di primo livello.
livello
Second level variance
Si veda Analisi degli scostamenti di secondo livello.
analysis
Selling Expenses Si veda Costi commerciali.

47
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Servizio Le caratteristiche tangibili e intangibili di un prodotto promesse a un


cliente; anche definito valore d'uso.
Sfridi Quantit di materiale rimanente utilizzato per la lavorazione e la
realizzazione del prodotto.
Sistema di calcolo dei
Sistema per la determinazione dei costi di prodotto nei settori con
costi per i processi
processi produttivi multifase; si avvale dei centri di costo.
produttivi multifase
Sistema di
determinazione dei Sistema per la stima dei costi di produzione relativi a una
costi di un ordine di lavorazione.
lavorazione
Sistemi ABC Si veda Activity Based Costing.
Smobilizzo di capitale Procedimento di conversione in denaro di investimenti realizzati
attraverso l'impiego di risorse in capitale fisso e capitale circolante.
Solvibilit Capacit economica di una persona fisica o giuridica di assolvere le
proprie obbligazioni.
Spese generali Comprendono tutti i costi generali di produzione inerenti al processo
industriali (Industrial produttivo. Ne fanno parte, ad esempio, i costi di riscaldamento,
Overheads) lilluminazione degli impianti, ecc.
Stakeholder Letteralmente "chi tiene la posta (di una scommessa"). "Portatori di
interessi" o gruppi di persone che hanno una legittima pretesa che
gli obiettivi di un'azienda riflettano le loro richieste. I portatori di
interessi comprendono i clienti, i dipendenti, i partner, i proprietari e
la comunit (vd. gruppo di stakeholder che definisce l'ambiente e
gruppo di stakeholder che definisce i processi).
Standard Valore costante di riferimento in rapporto al quale misurare il
comportamento e il rendimento di persone, macchine, unit
organizzative.

48
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Standard Costs Si veda Costi standard.


Standard setter Punto di riferimento comune ad una certa categoria.
Stato patrimoniale il documento che fotografa la situazione del patrimonio
(Balance Sheet) dellazienda in un determinato istante. Il documento consta di due
sezioni contrapposte denominate: attivit; passivit e netto. La
sezione dellattivit elenca tutte le voci patrimoniali materiali e
immateriali, tecniche e finanziarie (cassa, crediti, rimanenze,
fabbricati, impianti, brevetti, licenze, ecc.) di propriet dellazienda, e
i diritti che essa vanta nei confronti di terzi. La sezione delle passivit
e del netto, invece, elenca i diritti che i terzi o gli azionisti hanno sui
beni dellazienda (della categoria dei terzi, ad esempio, fanno parte i
fornitori, le banche creditrici; gli azionisti invece sono i possessori
delle azioni della societ).
Storyboarding L'impiego di un diagramma di flusso per la rappresentazione di tutte
le attivit che costituiscono un processo.
Strategia di prezzo di Applicare inizialmente un prezzo inferiore per conquistare quota di
penetrazione mercato a danno di un concorrente con un prodotto stabilizzato.
Strategia di prezzo di Applicare inizialmente un prezzo pi elevato per i clienti disposti a
scrematura corrispondere un prezzo pi alto per il privilegio di possedere un
nuovo prodotto.
Strategic Planning Si veda Pianificazione strategica.
Strategie di budget Tentativi da parte dei manager di manipolare le informazioni e gli
obiettivi al fine di raggiungere i propri budget e di ottenere gli
incentivi connessi a tale raggiungimento (vd. budget slack).
Stretch budgeting Approccio al budgeting che prevede che l'azienda tenti di
raggiungere obiettivi molto pi elevati rispetto a quelli normalmente
raggiungibili.

49
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Stretch target Target che rappresentano incrementi significativi delle quantit


obiettivo gi preesistenti.
Subscribed Capital Si veda Capitale sottoscritto.
Target costing Metodo di pianificazione dei costi utilizzato per la gestione dei costi
relativi al ciclo di vita del prodotto (vd.); dato che la maggior parte
dei costi di un prodotto viene decisa (anche se non "spesa") nella
fase di ricerca, sviluppo e progettazione, questo metodo utilizza
tecniche di pianificazione del costo in funzione del margine obiettivo
da realizzare, oltre che delle specifiche d'uso da soddisfare.
Tasso (Rate) Espressione aritmetica della variazione di una grandezza nel tempo
(ad esempio, tasso di crescita del Prodotto Nazionale Lordo, tasso di
inflazione, ecc.). In particolare, una delle accezioni pi comuni di
tasso quella relativa alla remunerazione del capitale: tasso di
interesse. Questo dato dal rapporto fra linteresse maturato e il
capitale iniziale.
Tasso di markup Rapporto tra il markup e i costi stimati per una lavorazione.
Tasso di riduzione del Rapporto tra l'ammontare della riduzione del target (nell'ambito di
target un sistema di target costing) e il costo base.
Tasso di ritorno Rapporto tra il reddito prodotto e l'investimento effettuato (detto
anche return-on investment).
Tasso interno di Tasso Interno di Rendimento o di Redditivit (TIR): quel tasso che
rendimento (TIR) rende il Valore Attuale Netto dei flussi di cassa uguale a zero, cio
quel tasso che eguaglia il valore dei flussi di cassa previsti ed
attualizzati all'esborso iniziale per l'investimento.
Tempistica del controllo Relazione temporale intercorrente tra i tempi nei quali viene svolta
l'attivit di controllo ed il ciclo di attivit reali oggetto di controllo; ci
sono due dimensioni: 1. la tempestivit del controllo, e cio il tempo
che passa fra il momento in cui si svolge l'evento controllato e quello
in cui disponibile l'informazione (vd. anche controllo preventivo); 2.
il "ciclo di controllo"; se un fenomeno controllato, ad es. le vendite o

50
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

l'efficienza produttiva, hanno un ciclo settimanale, o giornaliero, o


mensile, il controllo deve essere effettuato con la stessa periodicit.
Il mancato rispetto di queste due regole rende inefficaci i sistemi di
controllo.
Tempo di ciclo di Tempo necessario per lo svolgimento di un processo. Per esempio, il
lavorazione tempo di ciclo per l'installazione di una marmitta potrebbe essere di
36 minuti, per il trasporto di una cassa di merci da un magazzino di
un grossista al negozio di un dettagliante potrebbe essere di 22 ore
e per la produzione di un chip di un semiconduttore a partire dalle
materie prime potrebbe essere di 18 giorni (vd. anche efficienza del
ciclo produttivo EPC).
Tempo standard di Tempo standard di mano dopera diretta necessario per la
lavorazione realizzazione di ununit di prodotto individuato mediante apposite
attivit (cronometraggio).
Total Contribution
Si veda Margine di contribuzione totale.
Margin
Total Quality Approccio gestionale orientato allintroduzione in tutte le funzioni
Management (TQM) aziendali del concetto di qualit. Il TQM comporta uno spostamento
di enfasi nellazione manageriale verso il miglioramento continuo dei
processi attraverso la prevenzione dei difetti, lempowerment dei
collaboratori e lapplicazione di tecniche di problem solving di
gruppo. Il fine ultimo di un approccio di TQM il miglioramento della
competitivit, focalizzando lattenzione sul miglioramento della
soddisfazione dei clienti attraverso la miglior qualit dei
prodotti/servizi.
Total-life-cycle costing Si veda costi relativi al ciclo di vita del prodotto.
Transfer Price Si veda Prezzi di trasferimento.
Uncontrollable Costs Si veda Costi non controllabili.
Unit Contribution
Si veda Margine di contribuzione unitario.
Margin

51
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Unit Level Activity Costi che nascono a livello di unit: attivit di realizzazione del
prodotto-servizio legate al volume di output. I costi vengono
imputati ai prodotti in base al numero di unit realizzate.
Valore aggiunto Maggior valore creato dallazienda, dallo svolgimento dellattivit
produttiva.
Valore attuale (VA) Il valore monetario ad oggi (corrente o attuale) di una somma che
sar pagata in futuro a determinate condizioni (interesse e
capitalizzazione); la sua determinazione richiede un processo di
attualizzazione.
Valore attuale netto Somma dei valori attuali di tutti i flussi di cassa in entrata e in uscita
(VAN) (Net Present associati a un progetto di investimento; il VAN o NPV dato dalla
Value) differenza tra i previsti flussi di cassa in entrata attualizzati generati
dall'investimento (ricavi o risparmi di costo) ed il valore della spesa
iniziale connessa all'investimento. Nel metodo del VAN, quindi, si
stimano i valori del cash flow (inclusa la spesa iniziale per
l'investimento) e il tasso di attualizzazione.
Valore contabile
Valore assegnato ai singoli elementi del bilancio.
(Accounting Value)
Valore economico Detto anche E.VA. (Economic Added Value un marchio registrato
aggiunto di propriet della Stern Stewart & Co. di N.Y.City). il reddito
economico prodotto dalla gestione; "economico" e non "contabile"
perch tiene conto del costo opportunit del capitale proprio (vd.
costo del capitale, costo opportunit). Con qualche differenza viene
definito anche "reddito residuale" (residual income"). Il meccanismo
di calcolo dell'E.VA. piuttosto complesso e richiede un articolato
procedimento di rettifica per eliminare le distorsioni dei valori del
reddito e del capitale investito derivanti dall'applicazione dei principi
contabili e fiscali (ammortamenti, leasing, valutazione magazzini
etc.); in sintesi: 1. si parte dall'E.B.I.T (vd.) e su questo si calcolano
le imposte "normalizzate"; 2. determina il NOPLAT (Net Operating
Profit Less Adjusted Taxes), cio il reddito operativo prima degli
interessi e dopo le imposte "normalizzate"; 3. si determina il costo
medio del capitale investito netto (=media ponderata del costo del
capitale proprio (vd. costo del capitale) e del capitale di terzi; questa

52
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

grandezza definita W.A.C.C., (Weight Average Cost of Capital); 4.


si calcola l'E.VA. come differenza fra NOPLAT e il capitale investito
netto moltiplicato per il WACC.
Valore netto La differenza tra il prezzo di vendita di un prodotto e i costi
realizzabile aggiuntivi necessari affinch il prodotto entri in possesso dei cliente
nella sua compiutezza.
Valore temporale del Concetto fondamentale del capital budgeting, che afferma che,
denaro poich il denaro pu essere investito per ritrarne un guadagno, il suo
valore dipende da quando esso disponibile.
Value Date Si veda Valuta.
Valuta (Value Date) Giorno a partire dal quale comincia, o cessa di decorrere, il tempo ai
fini della determinazione dellinteresse su una data somma di
denaro.
Variable Costs Si veda Costi variabili.
Volume di produzione Misura globale, ad es. il numero delle unit o delle ore-macchina,
disponibili per la fabbricazione dei diversi prodotti in un periodo di
tempo definito.
Volume di produzione Volume di produzione, nell'ambito di un sistema di target costing,
obiettivo basato sul valore del prodotto per il cliente percepito dall'azienda.
Volume di produzione
Livello di produzione di budget considerando la politica delle scorte.
programmato
WACC (Weighted Costo medio ponderato del capitale che lazienda deve sostenere per
Average Cost of raccogliere risorse finanziarie da soci e terzi finanziatori. una media
Capital) ponderata fra costo del capitale proprio e costo dellindebitamento
verso terzi. Si utilizza per capire se unazienda crea plusvalore
rispetto al capitale investito.

53
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati

Glossario

Working Capital Si veda Capitale circolante.

54
Un prodotto multimediale ideato e promosso dal Sole 24 ORE Formazione. Edizione 2008. Copyright Il Sole 24 ORE - Tutti i diritti riservati