Sei sulla pagina 1di 52

'POEBUPSF&VHFOJP4DBMGBSJ

XXXSFQVCCMJDBJU

"//0   / 

*/ *5"-*"    DPO JM 7FOFSE

7&/&3%  (&//"*0 

3-"$01&35*/"

3-041035

/*$0-"-"(*0*"&-"63".0/5"/"3*

."3$0";;* ."63*;*0$304&55*&"/%3&"4033&/5*/0

(MJTDSJUUPSJSBHB[[JOJDPSSPOPTVMXFC
DPTJMSPNBO[PTPDJBMEJWFOUBCFTUTFMMFS

"4BSSJTPMPEVFHJPSOBUFEJTRVBMJGJDB
.BODJOJNFHMJPMBTDJBSFRVFTUPQBFTF

%SBHIJi-B#DF
QSPOUBBUVUUPw
-F#PSTFWPMBOP

-*/$)*&45"46--"77&-&/".&/50%&--&941*",(#

."3*/0/*0-"

"-5"/

4FOBUP BJWFSEJOJBOJ
USFWJDFQSFTJEFO[F
4JOJTUSBQEJOSJWPMUB

-BWFEPWBEJ"MFLTBOES-JUWJOFOLP .BSJOB JODPOGFSFO[BTUBNQBJFSJB-POESB

i1VUJOEJFUSPMBNPSUFEJ-JUWJOFOLPw
$BNFSPOBDDVTB MJSBEFM$SFNMJOP

4&37*;*"--&1"(*/&&

*-16/50
45&'"/0'0--*

LONDRA. Unoperazione dellFsb, il servizio segreto russo, ha molto probabilmente assassinato Aleksandr Litvinenko, una missione probabilmente approvata
dallallora capo dellFsb e dal presidente Putin. Il verdetto sulla morte dellex
agente, ucciso nel 2006, suona come una condanna nei confronti di Mosca.

*MTFOUJFSP
EFMMBNCJHVJU

A maggioranza che sostiene Renzi non cambiata,


tuttavia si cammina sul filo dellambiguit.

4&(6&"1"(*/"

4&37*;*%"1"(*/""1"(*/"&"1"(*/"

-"/"-*4*

*MTBMWBHFOUFEJ'SBODPGPSUF
'&3%*/"/%0(*6(-*"/0

.BSJOPQSFNJFSJQPDSJUB
BMMFQSJNBSJFOPODJTBS

I sono volte in cui le parole di un banchiere centrale contano di pi delle sue azioni. Mario Draghi, presidente della Banca Centrale Europea,
ha contribuito a riportare la calma sui mercati europei
e italiani in particolare.

*(/";*0."3*/0"1"(*/"

"1"(*/"

-"-&55&3"

$FSB
VOBWPMUB
MB#FMMB
FMB#FTUJB
(MJBOUSPQPMPHJTDPQSPOP
DIFMPSJHJOFEFMMFGBWPMF
SJTBMFBNJMBBOOJGB

 (MJJOUFSWFOUJBNBS[P TPMJEFMFCBODIFJUBMJBOF
 &VSPQB TQVOUBMJQPUFTJEFMMPTUPQB4DIFOHFO
-"10-&.*$"

3-"$6-563"

#0/*/* '3"/$&4$)*/* --0:%&-0.#"3%0;;*"--&1"(*/& &

"77*40".04$"

-0;"304$630

30#&350504$"/0

1"0-0("3*.#&35*

A guerra delle spie tra Londra e


Mosca un classico non solo della fiction del genere, ma anche
della realt della Storia. Nel 1971 sir
John Killick fu convocato alle 7 di sera.

4&(6&"1"(*/"

"1"(*/"

*-(*"--0%&--"1035"&3&*

"--&1"(*/&&
$0/6/"35*$0-0%*&-&/"%64*

vizi segreti russi (Fsb), Aleksandr Litvinenko, avvelenato a Londra con un isotopo radioattivo, il polonio 210, versatogli in una tazza di t.

N ex tenente colonnello dei ser-

N principio era la fiaba. Lo diceva Paul Valry condensando in un geniale lampo poetico secoli di teoria sullorigine di
questi racconti pieni dincanto
e di magia. Adesso anche la ricerca linguistica conferma che
le fiabe sono antiche quanto il
mondo. Perch, da quando hanno preso la parola, gli umani
non hanno pi smesso di raccontare storie di re e draghi,
principesse e sortilegi, animali
parlanti e piante pensanti. Lo
dice la parola stessa, GBCVMB,
che deriva dal verbo latino GBSJ,
cio parlare. E dunque quelle
storie che abbiamo tanto amato da bambini e che riassaporiamo con un pizzico di nostalgia grazie al cinema e alla letteratura non sono invenzioni
recenti. Quei personaggi fatati,
le loro azioni e le loro funzioni
non sono una cosa libresca. Sono figlie della tradizione orale.
Volano di bocca in bocca da millenni, molto prima che gli scrittori mettessero nero su bianco
e le fissassero per sempre.

"-7*"4$60-"1&3(*07"/*

6TUJDB VOGJMNTWFMB "QQMF MVMUJNBTGJEB


MFCVHJFEFJGSBODFTJ TJHJPDBB/BQPMJ
%"-/04530$033*410/%&/5&

"/"*4(*/03*

%"-/04530$033*410/%&/5&

'&%&3*$03".1*/*

"
PARIGI. Una serie di bugie di Stato riapre
lipotesi di un coinvolgimento francese nella strage di Ustica. Una televisione dOltralpe indaga sui misteri del 27 giugno 1980.

"1"(*/"$0/6/"35*$0-0%*4."3(*"44*

NEW YORK
PPLE si

accorta di noi. Lattenzione


verso lItalia da parte della regina
delleconomia digitale sta crescendo
a vista docchio. Lultimo episodio lannuncio dellapertura a Napoli del primo centro
europeo di sviluppo di BQQ progettate per i
suoi TPGUXBSF (e quindi anzitutto per gli
iPhone). Prima Apple aveva accettato di versare il dovuto al fisco italiano. Ora si passa a
una scommessa proiettata verso il futuro.
"1"(*/"$0/"35*$0-*
%*$&37"4*0 $0;;*&4"/5&--*

4&%&  30." 7*" $3*450'030 $0-0.#0   5&-  '"9  41&% "## 1045 "35  -&((&  %&-  '&##3"*0   30." $0/$&44*0/"3*" %* 16##-*$*5 " ."/;0/*  $ .*-"/0  7*" /&37&4"   5&-  13&;;* %* 7&/%*5" "6453*" #&-(*0 '3"/$*"
(&3."/*" -644&.#63(0 .0/"$0 1 0-"/%" 10350("--0 4-07&/*" 41"(/"   ."-5"   (3&$*"   $30";*" ,/  3&(/0 6/*50 -45   3&16##-*$" $&$" $;,  4-07"$$)*" 4,,    47*;;&3" '3   6/()&3*" '5 

-*/$)*&45"46-*57*/&/,0

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

*MDBTP

-BWFSJUEJ-POESB
i-BNPSUFEJ-JUWJOFOLP
GVPNJDJEJPEJ4UBUP
FGPSTF1VUJOEFUUFMPLw
%JFDJBOOJEPQPMBWWFMFOBNFOUPEFMMFYBHFOUF
-BWFEPWBi0SBTBO[JPOJDPOUSPJM$SFNMJOPw
-"3&";*0/&

%"-/04530$033*410/%&/5&
&/3*$0'3"/$&4$)*/*

-FQSPWF

LONDRA.

1&3-"3644*"

*POPOPEJPMB
3VTTJB BMDPOUSBSJP
IPJOTFHVJUPMBWFSJU
QFSMB3VTTJB
FQFSJMTVPQPQPMP
-"7&%07"
-BWFEPWB
.BSJOB-JUWJOFOLP

$0/530-&/*/
i*MTVPQFOTJFSPIBQPSUBUP
BMDSPMMPEFMM6STTw DPT
7MBEJNJS1VUJOIBDSJUJDBUP
JFSJMFJEFFEFM7MBEJNJS-FOJO
EVSBOUFVOJODPOUSP
DPJWFSUJDJEFMMBDDBEFNJB
EFMMF4DJFO[FEFMMB3VTTJB

Un omicidio di Stato. Unoperazione dellFsb, il


servizio segreto russo, successore del Kgb sovietico, ha molto probabilmente assassinato Aleksandr Litvinenko, una
missione probabilmente approvata dallallora capo dellFsb, Nikolai Patrushev, e anche dal presidente Putin. Atteso quasi dieci anni, il verdetto sulla morte dellex-agente
venuto dal freddo, diventato
un dissidente, un cittadino britannico e infine anche un collaboratore dello spionaggio di
Sua Maest, ucciso con qualche goccia di polonio radioattivo nel t somministratogli nel
2006 in un abergo di Londra,
suona come una condanna senza mezzi termini nei confronti
di Mosca. Non equivale a unincriminazione formale, perch
arriva da una QVCMJDJORVJSZ,
uninchiesta pubblica, non da
un processo vero e proprio: ma
a pronunciarlo sir Robert
Owen, giudice dalto livello,
che ha potuto usare i mezzi a
disposizione di unindagine
giudiziaria, incluso il materiale top secret in possesso dellintelligence britannica, non rivelato in aula.
Il sospetto che il capo del
Cremlino fosse il mandante
dellassassinio non una novit, ma il rapporto di 300 pagine del magistrato inglese forse il KBDDVTF pi pesante mai
formulato nei suoi confronti.
Movente? Mandare un segnale ai nemici del presidente
russo, afferma il giudice
Owen. Sono convinto che
membri dellamministrazione
Putin, incluso lo stesso presidente, avessero motivi per uccidere Litvinenko, scrive nel
suo dossier. Anche motivi personali, soggiunge: Litvinenko
aveva pubblicamente accusato Putin di avere distrutto videocassette in cui il leader russo avrebbe fatto sesso con ragazzi minorenni. Gli aveva dato del pedofilo.
Lungamente rinviata, ufficialmente per proteggere segreti di Stato, pi verosimilmente per interessi economici
e politici, linchiesta produce
leffetto di una bomba. Questa sentenza conferma quello
che abbiamo sempre creduto,
si tratta di uno spaventoso omicidio commissionato da uno
Stato, commenta David Cameron dal summit di Davos,
promettendo una linea pi
dura verso Mosca. Il Foreign

-"5&*&3"&*-7*%&0
"TJOJTUSBMBGPUPHSBGJB
EFMMBUFJFSBBDRVJTJUBDPNF
QSPWBOFMMJODIJFTUBEFM
HJVEJDF0XFOTVMMBNPSUF
EJ-JUWJOFOLP JOBMUP
EVSBOUFJTVPJVMUJNJHJPSOJ
EJWJUB*OCBTTPBTJOJTUSB JM
WJEFPEFMMJOHSFTTP
EFMM)PUFM.JMMFOOJVNJO
DVJTJWFEF-VHPWPKDPO
VOBDBNJDJBHJBMMB

Office convoca lambasciatore


russo, il ministro degli Interni
Theresa May assicura in Parlamento che il premier sollever
la questione con Putin alla prima occasione. Ma a parte sanzioni contro gli esecutori materiali del delitto, gli ex-agenti
del Kgb Andrej Lugovoj e Dmitrij Kovtun, da tempo al sicuro

in Russia, per ora Londra non


vara misure particolarmente
severe. Tanto che lopposizione laburista accusa il governo
di una reazione troppo morbida, pavida. Pi severa, paradossalmente, la risposta di
Mosca, dove un portavoce del
Cremlino parla di inchiesta
politicizzata e il ministro de-

gli Esteri Lavrov avverte: Ci


saranno conseguenze nei nostri rapporti. Fingendo di non
sapere che, in Gran Bretagna,
la magistratura indipendente dal potere esecutivo.
Sono felice che la parole
pronunciate sul letto di morte
da mio marito, quando accus
Putin di averlo avvelenato, sia-

-04$&/"3*0

.BJMQFUSPMJPFHMJBGGBSJUSBJEVFQBFTJ
DPOUJOVFSBOOPBTDPSSFSFOPOPTUBOUFUVUUP
+0)/--0:%

a leadership russa ha reagito al verdetto sul


caso Litvinenko con gelido sdegno. Nikolai
Kovalev, membro del Parlamento russo ed
ex direttore del Fsb (il Servizio federale per la
sicurezza), ha dichiarato ieri che i rapporti tra
Mosca e Londra non risentiranno del verdetto di
Robert Owen, dal momento che non potrebbero
peggiorare ulteriormente. I rapporti tra i due
paesi sono in effetti molto tesi, addirittura pi di
quelli tra Russia e Usa. La Gran Bretagna il
primo investitore straniero in Russia, quasi
esclusivamente tramite la corporation del
settore energetico Bp, che in Russia ha investito
sino a 16 miliardi di dollari, per lo pi attraverso
una partecipazione del 20 per cento nella
Rosneft, la principale compagnia petrolifera
russa. Si tratta, tuttavia, di un rapporto

problematico. Igor Sechin, numero uno di


Rosneft, non pu infatti viaggiare a Ovest.
Lamministratore delegato della Bp Bob Dudley,
che siede nel consiglio della Rosneft, afferma che
il divieto non si ripercuote sugli affari. E La Bp
continua ad investire in Russia, scommettendo
su un ribaltamento del prezzo del petrolio e sulla
voracit energetica della Cina. Cos, quando
dichiara che dovremmo intrattenere qualche
tipo di rapporto con la Russia, il primo ministro
Cameron si riferisce soprattutto alla Bp. In
unepoca tanto sfavorevole ai produttori di
petrolio, le due parti hanno bisogno luna
dellaltra: la questione Litvinenko sar messa da
parte. Il petrolio deve continuare a fluire.

5SBEV[JPOFEJ.BS[JB1PSUB

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

no confermate da un tribunale
inglese con un elevato standard di indipendenza e imparzialit, dice Marina Litvinenko, appena uscita dalla Royal
Court of Justice dove stato diffuso il rapporto. La affiancano
il figlio, che aveva appena 12
anni quando suo padre mor, e
il suo avvocato, che definisce
la morte di Litvinenko un episodio di terrorismo nucleare.
Alla vedova si sono asciugate da tempo le lacrime. Chiede
a Cameron sanzioni economiche contro la Russia, divieto
dingresso in Gran Bretagna
per Putin e i suoi consiglieri.
E impossibile che il primo ministro non faccia nulla dopo un
verdetto come questo, continua. Per me una vittoria importantissima, una vittoria
personale, perch ho perso
mio marito, ma anche per il
mio paese. Io non odio la Russia, al contrario, ho inseguito
la verit per la Russia e per il
suo popolo. Non c verit nelle notizie e non ci sono notizie
nella verit, ironizzava una
vecchia battuta nella Mosca sovietica. Ma ieri a Londra venuta fuori una verit che sconvolge il mondo. Il t al polonio
radioattivo che ha ucciso Aleksandr Litvinenko fa ancora notizia, dieci anni dopo.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

1&34"1&3/&%*1*
XXXCCDDPN
XXXUIFHVBSEJBODPN

-JOUFSWJTUB-VPNPBDDVTBUPEJBWFS

WFSTBUPMFMFNFOUPDIJNJDPEFQVUBUPBMMB%VNB
FVOBTUBSEFMMBUWi7PHMJPOPBUUBDDBSFJM$SFNMJOPw

-VHPWPKi*PVOLJMMFS
6OJODIJFTUBSJEJDPMB
NPOUBUVSBQPMJUJDBw
&MB3VTTJBMPDFMFCSB

%"-/04530$033*410/%&/5&
/*$0-"-0.#"3%0;;*
MOSCA. Il presunto assassino
accenna a una risatina nervosa: Uninchiesta ridicola, solo una montatura politica senza capo n coda. Il deputato
liberaldemocratico Andrej Lugovoj sa bene che la giustizia
britannica lo ritiene da tempo il killer del suo ex commilitone Aleksandr Litvinenko. E
la cosa, almeno in Patria, gli
ha portato fortuna. Eletto con
percentuali da record alle politiche del 2007 e poi a quelle
del 2011, il pi autorevole
deputato del partito liberaldemocratico del pittoresco leader Zhirinovskij, nonch
membro della commissione
parlamentare per la Sicurezza. In pi si goduto un grande successo personale, e cospicui guadagni, conducendo
due serie tv di otto puntate
per la rete ;WF[EB (Stella) gestita dal ministero della Difesa. La trasmissione, disegnatagli addosso su misura, si
chiama 5SBEJUPSJ e racconta
le storie vere di disertori e
spie inseguite e catturate
allestero in era sovietica dal
famigerato Kgb.
A cinquantanni da compiere a settembre, lex body-

-&*/%"(*/*

%PWFTPOPMFQSPWF 
$TPMPVOBSFUPSJDB
QBUFUJDB0SBHMJ
JOWFTUJHBUPSJ
QPUSBOOPBWFSF
RVFMMPDIFIBOOP
DIJFTUPJODBNCJP

13&46/50$0-1&70-&
6OPEFJEVFQSFTVOUJDPMQFWPMJ
EFMMPNJDJEJP "OESFK-VHPWPK

guard diventato un vero vip.


Del suo spettacolare matrimonio, lanno scorso con una giovanissima studentessa, erano piene tutte le riviste locali
di gossip e non.
Ieri, per prudenza, ha comunque preferito disertare il
suo ufficio presso la Duma ed
evitare i contatti diretti con

gli estranei. La sua voce ci arrivata al cellulare da qualche


parte del traffico di Mosca.
Sembrava concitato, si interrompeva solo per dare direttive allautista. Il gergo preferito non sempre elegante, pi
da militare che da politico.
Adesso ufficiale. I giudici
inglesi la ritengono un as-

"OESFK %NJUSKFRVFMUBMQPMPOJP

-BTPTUBO[BSBEJPBUUJWBTPNNJOJTUSBUBOFMCBSEFMMIPUFMi.JMMFOOJVNwOFMMBDBQJUBMFJOHMFTF
-"3*$04536;*0/&
$"3-0#0/*/*

"

leksandr Valterovic Litvinenko, cittadino


russo nato a Voronez il 4 dicembre del 1962,
gi agente del Fsb, Servizio segreto russo nato dalle ceneri del Kgb, e quindi, dal 2003, JOGPS
NBOU dellIntelligence britannica MI6 con un salario di 2 mila sterline al mese, muore a Londra, citt
in cui ha trovato asilo politico nel 2000, il 23 novembre del 2006, a 44 anni, in un letto del reparto di terapia intensiva dellUniversity College Hospital, dopo 22 giorni di agonia. Il tempo necessario ai radionuclidi di polonio-210, isotopo radioattivo con cui
stato avvelenato, di mangiarsi i suoi organi vitali.
Come ora documentano le trascrizioni degli interrogatori resi in punto di morte agli agenti di Scotland Yard e desecretati dalle autorit inglesi soltanto lo scorso anno, nel tardo pomeriggio del 19
novembre 2006, quattro giorni prima di morire, Litvinenko indica autori e mandanti della suo avvelenamento. un testamento e, insieme, un atto di accusa. Preceduto da una visita. Quella del suo referente al MI6.
in grado di indicare chi avrebbe voluto farle
del male?, chiede il detective Hoar. Non ho dubbi
risponde Aleksandr, protetto nei verbali dal nome in codice Carter Perch spesso questa gente

mi ha minacciato. Quello che mi stato fatto porta


la firma del Servizio segreto russo. E so anche che
lordine pu essere stato impartito da una sola persona: Vladimir Putin.
Latto di accusa di Litvinenko trova formidabili
conferme. Innanzitutto nelle prove forensi offerte
dallanalisi sulla radioattivit della scena del crimine e dalle immagini registrate dalle telecamere di
sicurezza del Millennium Hotel di Londra, dove,
il pomeriggio del primo novembre di quel 2006,
Aleksandr viene avvelenato dai suoi assassini. Sono due cittadini russi. Andrej Lugovoj e Dmitrj Kovtun. Sono amici di infanzia. Il primo, stato agente

*M.JMMFOOJVN
)PUFMEJ
-POESB

*1&340/"((*

30#&3508&/
(JVEJDFEB
PMUSFWFOUBOOJ 
PSBJOQFOTJPOF 
IBQSFTJFEVUP
MJODIJFTUBTVMMB
NPSUFEJ-JUWJOFOLP

%.*53+,0756/
VOPEFHMJBTTBTTJOJ
EJ-JUWJOFOLP
JOTJFNFBMTVPBNJDP
EJOGBO[JB-VHPWPK
DIFMPSFDMVU
B.PTDB

#03*4#&3&;074,*+
0MJHBSDBBWWFSTBSJP
EJ1VUJO OFM
GVUSPWBUPNPSUPJO
DJSDPTUBO[FEVCCJF
BE"TDPUEPWF
WJWFWBEBBOOJ

del Kgb, quindi guardia del corpo al Cremlino e capo della sicurezza in unemittente televisiva. Il secondo, dopo aver disertato dallesercito russo, ha
trascorso 15 anni in Germania. Litvinenko e Lugovoj si conoscono bene. Dagli anni 90, quando cominciano a frequentare il cenacolo di Boris Berezovskij, oligarca riparato a Londra e avversario di Putin (morir suicida nel 2010). Hanno messo su un
business di consulenza in materia di sicurezza.
Litvinenko arriva al Millennium, hotel che affaccia su Grosvenor Square, alle 15.59 e 41 secondi
del primo novembre. Lo inquadrano le telecamere
dellhotel mentre si accomoda sui sof del Pine
bar dellalbergo, dove lo attendono Lugovoj e Kovtun. Il colloquio tra i tre breve. Lugovoj lo invita a
favorire del t verde dalla teiera sul tavolo. Era
freddo e senza zucchero. E per qualche ragione sentii che non mi piaceva. Ne avr bevuto tre o quattro
sorsi, dir Litvinenko a Scotland Yard. Abbastanza per ucciderlo. Le tracce di polonio che verranno
rilevate sulla teiera da Scotland Yard saranno di
100 mila becquerel (lunit di misura della radioattivit) per centimetro quadrato. Di 90 mila becquerel superiori a una dose letale. E polonio verr trovato anche nel sifone della toilette della stanza di Kovtun al Millennium: 382 mila becquerel.
Si riuscir anche a risalire alla provenienza di
quellisotopo assassino. Il reattore della centrale di
Sarov, sui monti Urali, laboratorio del servizio segreto russo Fsb.

sassino.
Ma su che basi? Con quali
prove? Ho letto tutto con attenzione, una retorica patetica piena di termini ipocriti come probabilmente, a quanto pare, non si esclude.
Non sembra il testo di un magistrato ma la trascrizione di
una chiacchiera da bar, fatta
solo per dare aria alla lingua.
Eppure il lavoro del coroner stato lungo e dettagliato.
Questo non lo metto in
dubbio. Anzi le dico che sembra proprio che il coroner stia
facendo un rendiconto ai suoi
mandanti, stia facendo vedere quanto sia stato bravo e
puntiglioso. Cos, lui e gli altri
investigatori che lo hanno solertemente affiancato, potranno ricevere quello che
hanno chiesto in cambio. Che
so? Denaro? Forse no, ma certo onorificenze, scatti di carriera, prestigio internazionale.
Ma perch un complotto
del genere avrebbe dovuto
coinvolgere proprio lei?
Ci sono capitato in mezzo.
Cercavano un colpevole e lo
volevano russo, meglio se militare come me.
E a che scopo?
Questo non lo so. Ma certamente tirare fuori questa storia, proprio adesso, e provare
a coinvolgere maldestramente Putin, una scelta dei tanti
falchi della politica inglese
che vogliono rendere sempre
pi critici i rapporti con la Russia. E non sono solo politici.
Cercate nellFTUBCMJTINFOU
britannico. C da sempre
una fronda anti-russa che in
questi giorni prova a frenare
ogni tentativo di disgelo.
Sar, ma le prove contro di
lei?
Appunto. Dove stanno le
prove? Non c un solo fatto
nuovo, un solo elemento in
pi rispetto alle indagini del
2006. Il tutto viene presentato come fosse un verdetto, invece solo una ripetizione stiracchiata di vecchie congetture prefabbricate. Inoltre non
c una sola audizione, una sola testimonianza. Credetemi,
sono molto deluso. Avevo
unaltra concezione della seriet della giustizia britannica.
Subito dopo la morte di Litvinenko, lei fu ricoverato
in un ospedale di Mosca
per sospetta contaminazione da plutonio. Cos come il
suo presunto complice Dmitrj Kovtun. Non una strana coincidenza?
Adesso scusatemi ma ho
molto da fare. Buonasera.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-*/$)*&45"46-*57*/&/,0

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-PTDFOBSJP

1&34"1&3/&%*1*
XXXSUDPN
XXXUIFNPTDPXUJNFTDPN

*MQFSTPOBHHJP-JSSFTJTUJCJMFBTDFTBEJ

7MBEJNJSTUBUBQVOUFHHJBUBEBVOBTFSJFEJiBGGBSJ
CBHOBUJw DPNFJM,HCDIJBNBWBJiEFMJUUJEJ4UBUPw

*MMBUPPTDVSPEFMMP;BS
%B.BHOJUTLJKB/FNUTPW
VOBMVOHBTDJB
EJEFMJUUJNJTUFSJPTJ
1"0-0("3*.#&35*

*$"4*

"//"10-*5,074,"+"
-BHJPSOBMJTUBSVTTB
TUBWBQFSQVCCMJDBSF
VOJODIJFTUBTVMMF
UPSUVSFOFMMFDBSDFSJ
DFDFOF7FOOF
USPWBUBNPSUBJM
PUUPCSF*MTVP
BTTBTTJOJPSJNBOF
UVUUPSBJNQVOJUP
4&3(&+."(/*54,*+
-BWWPDBUPSVTTPFSB
TQFDJBMJ[[BUPJODBTJ
EJDPSSV[JPOF7FOOF
BSSFTUBUPOFM
FJODBSDFSFNPSJ
MOPWFNCSF
6OBNPSUFEPMPTB 
TFDPOEPJM
$POHSFTTP6TB
#03*4#&3&;074,*+
%BBNJDPEJ1VUJO
BEBWWFSTBSJPEFM
$SFNMJOPMPMJHBSDB
TUBUPUSPWBUPNPSUP
OFMMBTVBDBTBEJ
-POESBJMNBS[P
6OBQQBSFOUF
TVJDJEJP NBDDIJ
JQPUJ[[BMPNJDJEJP
#03*4/&.5407
*MMFBEFS
EFMMPQQPTJ[JPOF
SVTTPTUBWB
MBWPSBOEPBVO
SFQPSUTVJTPMEBUJ
SVTTJJO6DSBJOB 
RVBOEPTUBUP
VDDJTPJMGFCCSBJP
B.PTDB

A GUERRA delle spie tra Londra e Mosca un classico non solo della fiction del genere,

ma anche della realt della Storia. Soprattutto dopo che da Stettino sul Baltico a Trieste
sullAdriatico, scesa sul continente europeo una cortina di ferro, per usare una celebre
citazione di Winston Churchill del 1946. Nel settembre 1971 sir John Killick, ambasciatore del
Regno Unito in Urss, fu convocato alle 7 di sera, ora inconsueta e volutamente scortese, al ministero degli Esteri. Verr rispose con sprezzante aplomb britannico Ma prima finisco di
cenare. Sapeva gi il motivo della chiamata. La Gran Bretagna aveva appena espulso 105 sovietici delle varie missioni a Londra, denunciate come spie da ufficiale del Kgb disertore, Oleg
Lyalin. Mosca, per rappresaglia, cacci 18 funzionari britannici, pi o meno la met dellintera
comunit diplomatica britannica nella capitale sovietica.
Quattordici anni dopo la partita fin con uno score pi equilibrato: 31 sovietici espulsi daMargaret Thatcher contro 25 britannici dal
Cremlino (dove lanno seguente si sarebbe installato Mikhail Gorbaciov, aprendo una nuo- $IJIBBNNB[[BUPEVFBOOJGB
va ra interna e internazionale). Nel 1985 la #PSJT#FSF[PWTLJK &DPNFTPOP
fonte del Mi5 fu un altro celebre EFGFDUPS,
TDPNQBSTJEBMBPHHJ
Oleg Gordievskij, colonnello del Primo direttorato centrale del Kgb (responsabile delle JTFJTPDJEFMi.PTDPX1SPKFDUw
operazioni allestero), quello dove passato
anche Vladimir Putin, arrivato al grado di tenente colonnello quando era in servizio a Dre- approvato lassassinio di Litvinenko, gli invesda, allora Repubblica Democratica Tedesca. stigatori britannici puntano il dito su quello
Il 2 novembre 2007 Gordievskij rimase che il 'JOBODJBM5JNFT defin UIFEBSLFSTJEF
per 36 ore senza conoscenza e si salv per mi- PG1VUJOJTN, il lato pi oscuro del putinismo.
racolo. Quando il capo del Mi5, Eliza ManninIl quotidiano inglese si riferiva, nel suo edigham-Buller, apr un fascicolo dindagine, toriale del gennaio 2013, a una delle tante
lex colonnello accus un uomo daffari russo morti misteriose, sospette di delitto di Stadi averlo avvelenato con il tallio sotto forma to, che hanno punteggiato lirresistibile
di pillole per curare linsonnia. Nel linguag- ascesa di Putin: il decesso, quasi certamente
gio interno del Kgb queste operazioni sono per ripetuti maltrattamenti, nel carcere Buchiamate NPLSJFEFM (affari bagnati). Alek- tyrka di Mosca di Sergej Magnitskij. Avvocasandr Litvinenko, intossicato a morte con il to tributarista, specializzato in frodi fiscali,
polonio, ne diventato una vittima simbolo, Magnitskij era stato luomo di fiducia di Bill
secondo il rapporto Owen, reso pubblico ieri.
Browder e del suo Hermitage Capital, un fonMa stavolta gli inglesi hanno mirato in al- do dinvestimenti che operava a Mosca ed
to: addirittura al cuore del Cremlino, alluo- era in ottimi rapporti con gli intimi di Putin.
mo che lartefice della rinascita della poten- Poi il vento era improvvisamente cambiato,
za Russia dalle ceneri dellUnione Sovietica. gli uffici del fondo erano stati perquisiti dalla
Accusando Nikolaj Patrushev, lex capo del polizia, Browder espulso. Magnitskij era finiFsb (il derivato russo del Kgb sovietico) oggi to in carcere nel 2008 e vi era morto nel giro
consigliere per la sicurezza nazionale, di aver di un anno. Il Congresso americano, nel

2012, dopo una lunga inchiesta, giunto a


conclusione che la sua morte sia stata dolosa
e ha vietato lingresso a tutti gli implicati nella fine dellavvocato (la Russia ha risposto
bloccando centinaia di adozioni).
Nemmeno un mese prima dellavvelenamento di Litvinenko al Millennium Hotel di
Londra, il 7 ottobre 2006, era stata assassinata la giornalista Anna Politkovskaja. Stava
per pubblicare uninchiesta sulle torture nelle carceri di Ramzan Kadyrov, il ras della Cecenia. Una morte ancora impunita, nonostante i sospetti sui tre fratelli Makhmudov. N
pi, n meno delluccisione di Boris Nemtsov, lex premier avversario di Putin, assassinato nel febbraio 2015 a due passi dal Cremlino. Linchiesta russa ha accusato un comandante militare ceceno, Ruslan Geremeyev, e
il suo autista. Ma entrambi sono spariti nel
nulla. Guarda caso fedelissimi di Kadyrov, il
quale, il giorno dopo lassassinio di Nemtsov,

stato decorato da Putin. Singolare coincidenza. Tanto pi che marted scorso Kadyrov
ha pubblicato un articolo sulle *[WFTUJKB invocando la linea dura per gli sciacalli nemici
del popolo, gli oppositori di Putin.
La lista lunga e incompleta: chi ha ucciso
due anni fa, nel bagno della villa inglese, Boris Berezovskij, prima amico e poi arcinemico
del leader del Cremlino? E come sono morti,
dal 2004 a oggi, i sei suoi amici coinvolti nel
progetto immobiliare Moscow Project? Le
coincidenze sono tante e gettano ombre sulle
torri del Cremlino. Masha Gessen, giornalista e scrittrice, ha messo in fila, per il /FX
:PSL5JNFT, tutti i casi sospetti in cui coinvolto lJOOFSDJSDMF di Putin (in Gran Bretagna, Spagna e Russia) per concludere: La
Russia uno Stato mafioso. Non soltanto perch governato come la mafia, ma anche perch gestito dal crimine organizzato.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-04$3*5503&'3&%&3*$,'034:5)i-*57*/&/,01"3-"7"530110 $046/"44"44*/0(-*)"$)*640-"#0$$"w

i-PNJDJEJPFSBVONFTTBHHJPBHMJBMUSJ4FSWJ[Jw
%"-/04530$033*410/%&/5&
&/3*$0'3"/$&4$)*/*
LONDRA. Soltanto i servizi segreti di uno Stato nucleare potevano
avere assassinato Aleksandr Litvinenko, perci le conclusioni
dellinchiesta non ci dicono nulla
di nuovo. Ma importante anche
se non porter alla rottura dei
rapporti con la Russia o allimmediata caduta di Putin. Di omicidi
di stato, Frederick Forsyth se ne
intende: ne ha raccontati tanti
nei suoi thriller, da *MHJPSOPEFMMP
TDJBDBMMP a *MRVBSUPQSPUPDPMMP,
qualcuno lo ha osservato nella
realt come spia part-time, il mestiere che ha fatto a lungo in segreto, come rivela nella sua recente autobiografia, -PVUTJEFS.
Anche per questo ha seguito il
giallo Litvinenko fin dallinizio
nella speranza che si arrivasse a
una soluzione dellintrigo.

Adesso abbiamo la soluzione,


mister Forsyth?
In realt labbiamo sempre
avuta, dal momento in cui quei
due ex-agenti o forse tuttora
agenti del Kgb o del suo successore Fsb sono rientrati in Russia,
portata a termine la missione a
Londra. Le prove sono saltate fuori subito: tracce di polonio radioattivo nella sala da t dellHotel Millennium. La sostanza che
ha infettato il cameriere che serv il t a Litvinenko mentre era in
compagnia di Lugovoj e Kovtun,
i suoi killer. Il cameriere sopravvissuto. Litvinenko, avendo bevuto il t, no.
Perch questo implica la responsabilit di Putin?
Perch soltanto i Servizi segreti o apparati analoghi di uno
Stato in possesso di energia nucleare avrebbero potuto procurarsi il polonio. E tra le potenze

-"6503&
i*MHJPSOPEFMMP
TDJBDBMMPw
Fi%PTTJFS
0EFTTBwUSB
JMJCSJQJOPUJ
EJ'PSTZUI

-0$$*%&/5&

$BNFSPODIJFEFS
TBO[JPOJ M0DDJEFOUF
GBSMBWPDFHSPTTBNB
USBQPDIJNFTJUVUUP
WFSSNFTTPBUBDFSF

nucleari, solo una poteva avere


interesse a uccidere Litvinenko.
Dunque giusto dire che si trattato di un omicidio di stato.
Con quale movente?
Non ho letto le 300 pagine del
rapporto del giudice, ma noto
che Litvinenko dava fastidio al
Cremlino: perch faceva comunella con altri dissidenti russi in
esilio a Londra, sapeva troppe cose e collaborava con i servizi segreti britannici. Parlava troppo.
Lo hanno eliminato non solo per
tappargli la bocca, ma anche per
mandare un messaggio ad altri:
vi prenderemo anche allestero.
Crede che Putin abbia dato
personalmente lordine di uccidere?
Lo avr detto a un subordinato, che avr trasmesso lordine
agli assassini. Daltra parte Litvinenko non il primo nemico del
Cremlino assassinato in circo-

stanze pi o meno misteriose. Ci


sono stati la giornalista Anna Politovskaja, il politico Boris Nemtsov, molti altri. E la Russia non
lunico paese che spedisce assassini a eliminare avversari, dovunque si trovino nel mondo.
Crede che Cameron e lOccidente faranno davvero pagare a Putin questo delitto?
No. Faranno la voce grossa e
proporranno sanzioni per qualche mese, poi la polemica sar
messa a tacere. Perch c bisogno della Russia per risolvere la
crisi in Siria: per questo e per altri interessi lOccidente continuer a parlare con Mosca. Ma questa inchiesta non verr dimenticata. Se qualcuno aveva illusioni
su chi sia il capo del Cremlino,
ora non ci sono pi alibi E anche
Putin, prima o poi, dovr fare i
conti con la storia.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

&$0/0.*"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-JOUFSWFOUP

%SBHIJSJBOJNBJNFSDBUJ
i1SPOUJBNJTVSFJONBS[P
OJFOUFSJDIJFTUFBCBODIFw
i/PODJBSSFOEJBNP&QFSHMJJTUJUVUJJUBMJBOJJQBUSJNPOJ
TPOPOFMMBNFEJBFVSPQFBw.JMBOPSFDVQFSBQJ 

3&7*4*0/&

$POMF
OVPWFTUJNF
TBS
OFDFTTBSJP
SJWFEFSFMB
QPMJUJDB#DF
/*&/5&-*.*5*

"MMJOUFSOP
EFMOPTUSP
NBOEBUP
OPODJTPOP
MJNJUJBHMJ
JOUFSWFOUJ
*/'-";*0/&

4BSNPMUP
CBTTB
PBEEJSJUUVSB
OFHBUJWBOFJ
QSPTTJNJ
NFTJ

%"-/04530*/7*"50
&-&/"10-*%03*
DAVOS. We dont give up, ovvero non ci arrendia-

mo. E infatti il presidente della Bce Mario Draghi,


con pochi, mirati messaggi, riesce a tranquillizzare tutti, almeno per ora: sulla ripresa, che continua
e crescere pur essendo aumentati i rischi al ribasso; sulle banche che non hanno bisogno di altri capitali, sulle sue prossime mosse, gi previste per
marzo. Interventi senza limiti. Non ci arrendiamo
di fronte a fattori globali di incertezza. E subito le
Borse scattano. Subito anche Milano vola, mettendo a segno un guadagno del 4,2% e lo spread crolla
sotto quota 100. Poi il presidente della Bce prende
il primo aereo utile per Davos dove stamani parler alle 8,45 sul tema: Lanno che abbiamo davanti
e le prospettive economiche per lEurozona.
We dont give up, dunque, come fosse una
guerra. E difatti linizio del 2016 stato terribile,
da dimenticare. Ancora pochi istanti prima che il
banchiere parlasse, le Borse di mezzo mondo traballavano, sfiancate da 48 ore di perdite massicce.
Avevano bruciato un fiume di miliardi di capitalizzazione strette tra le incertezze legate alla frenata
della Cina e quelle non meno pericolose connesse
con il mini-prezzo del barile. Pesavano anche le divergenze di politica monetaria tra gli Usa e lEuropa. Preoccupava il livello dellinflazione ancora minima e ben al di sotto dei target. I rischi geopolitici
contribuivano a aggravare la situazione. Cos ovunque, dallAsia agli Usa allEuropa, sui mercati dominava il segno meno. Gli indici erano tutti allingi. Dappertutto comandava lorso, come si dice in
gergo quando le cose vanno male, in contrapposizione al toro dei tempi belli.
Draghi parla alle 14,30 quando, per il gioco dei
fusi orari, le Borse asiatiche hanno gi archiviato la
giornata, quelle europee stanno quasi per chiudere e le americane stanno iniziando le contrattazioni. Pur lasciando i tassi invariati, dice ai mercati
quel che volevano sentirsi dire: la Bce non si arrende, gli interventi saranno senza limiti, se necessario. E in ogni caso nella prossima riunione di marzo
lEurotower potrebbe nuovamente mettere mano
al suo temutissimo bazooka, come ha gi fatto a inizio dicembre, per sostenere la ripresa e anche le
prospettive di inflazione che , ha detto, sar molto bassa o negativa nei prossimi mesi. E necessario riesaminare e riconsiderare la politica monetaria al prossimo vertice con le nuove proiezioni macro che copriranno anche il 2018. E, non ultimo, il
presidente della Bce, in questo attesissimo vertice

del board, sceglie di tranquillizzare anche le banche italiane, travolte nelle ultime ore da unondata
di vendite senza precedenti: la Bce non apre nessun faro su di loro, nessun focus speciale sulle sofferenze, che pure ci sono e pesano per 200 miliardi.
Non arrivano neppure richieste aggiuntive di capitale. In Italia le banche hanno un livello di patrimonializzazione nella media delleurozona e un alto livello di garanzie. Tra un messaggio e laltro
riesce anche a dire una buona parola sui profughi:
il flusso una opportunit che cambier il volto
dellEuropa. Un elemento non secondario che il
board decide allunanimit di adottare questa comunicazione accomodante verso i mercati .
Non la prima volta che Draghi salva la situazione. Resta celebre quella sua voglia di fare whatever it takes, tutto il necessario, per aiutare leuro,
annunciata nel luglio del 2014, un altro periodo
turbolento. Adesso assicura che no, lui non sarrende: la speculazione avvertita. Oggi a Davos, con
ogni probabilit, dir il resto.

"-7&35*$&
.BSJP%SBHIJIB
QSFTJFEVUPJFSJJM
DPOTJHMJP
EJSFUUJWPEFMMB
#BODBDFOUSBMF
FVSPQFBBM
UFSNJOFEFMRVBMF
IBTQJFHBUPMB
TUSBUFHJBEFJ
QSPTTJNJNFTJ
EFMMB#DF

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-$"40

%FVUTDIF#BOLDSPMMBJO#PSTB
QFSEF NJMJBSEJ QJEFMQSFWJTUP
MILANO. Anche le banche tedesche piangono: ieri toccato a Deutsche

Bank, colosso finanziario teutonico, perdere in Borsa quasi quattro


punti percentuali. Colpa delle perdite sostenute dallistituto di
Francoforte legate alle spese legali e ai risarcimenti milionari, che
porteranno Deutsche Bank a chiudere il quarto trimestre con un rosso
di 1,2 miliardi e lintero 2015 con 6,7 miliardi di perdite.
Lo scorso anno la prima banca tedesca ha infatti dovuto
sostenere spese straordinarie per 12 miliardi, di cui
quasi la met legate agli accantonamenti a copertura di
circa 6mila contenziosi per scandali come la
manipolazione dei tassi interbancari o il riciclaggio in
Russia. Il nuovo presidente del consiglio di gestione,
John Cryan, ha promesso per il futuro un cambio di
cultura, ieri il capo della divisione obbligazionaria
stato costretto a rassegnare le dimissioni, ma gli investitori restano
preoccupati dalla mole di costi e contenziosi legata alla passata
gestione. Se per la capogruppo tedesca il 2015 stato un BOOVT
IPSSJCJMJT, per la controllata italiana il bilancio positivo. La divisione
guidata da Flavio Valeri ha perfezionato consulenze a aziende
importanti(tra cui Saipem e Telecom) e la raccolta dl risparmio gestito
della controllata Finanza & Futuro salita del 10% a 1,5 miliardi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

1&34"1&3/&%*1*
XXXFDCFVSPQBFV
XXXNFGHPWJU

-BOBMJTJJOHJPDPMBDSFEJCJMJUEFMM&VSPUPXFS%SBHIJJFSJIB
EJDIJBSBUPDIFUVUUPJMDPOTJHMJPEJSFUUJWP 8FJENBOODPNQSFTP 
EBDDPSEPTVMMFOVPWFNJTVSFFTQBOTJWF7BDPOGFSNBUPDPOJGBUUJ

.BEPQPJMGMPQEJEJDFNCSF
MBTGJEBSJTQFUUBSFMFBUUFTF
*-'0/%0.0/&5"3*0

'&3%*/"/%0(*6(-*"/0

i sono volte in cui le parole di un banchiere centrale contano di pi delle sue


azioni. Mario Draghi, presidente della
Banca Centrale Europea, ha contribuito a riportare la calma sui mercati europei e italiani
in particolare nonostante la Bce non abbia n
tagliato i tassi dinteresse n rafforzato il programma di acquisto di titoli lanciato lo scorso
anno.
Agli investitori sembrerebbero essere bastati due chiarimenti: il primo relativo alla politica monetaria, con Draghi che ha indicato
come la Bce sia pronta a muoversi gi dal prossimo incontro del suo consiglio direttivo a
marzo per aiutare la ripresa e spingere in alto
linflazione. Il secondo, invece, legato alle banche, soprattutto quelle italiane, per cui il presidente della Bce sembra aver scongiurato il
pericolo di aumenti di capitale imprevisti.
Non ci arrendiamo davanti ai fattori globali, ha detto Draghi durante la sua tradizionale conferenza stampa, avvenuta dopo un torrido inizio danno sui mercati. Non ci sono limiti alla nostra volont di utilizzare gli strumenti consentiti dal nostro mandato, ha poi aggiunto.
Lanalisi del presidente della Bce parte

*DIJBSJNFOUJTVMMBQPMJUJDB
NPOFUBSJBFTVMMFCBODIFJUBMJBOF
IBOOPSBTTJDVSBUPHMJJOWFTUJUPSJ
JOUFSOB[JPOBMJ1FSBEFTTP
dallandamento dellinflazione, che ha rallentato rispetto alle ultime previsioni presentate
dalla banca centrale a dicembre. Il nuovo crollo del prezzo del petrolio, sceso del 40% da
quando la Bce aveva chiuso le sue previsioni,
porter i prezzi a crescere molto pi lentamente del previsto, con la possibilit di unulteriore fase di deflazione.
La caduta del costo del greggio un fattore
positivo per leurozona poich riduce i costi
per le aziende e aumenta il potere dacquisto
delle famiglie. La Bce per preoccupata che
questo ribasso possa avere un effetto su altre
componenti dellinflazione, per esempio i salari, spingendo leconomia in una spirale deflazionistica simile a quella che ha colpito il
Giappone .
Il consiglio direttivo della banca centrale
potrebbe muoversi in almeno due direzioni a
marzo, quando presenter le nuove previsioni economiche: la Bce potrebbe tagliare ulteriormente il tasso che le banche ricevono per
tenere i propri soldi depositati presso la ban-

$)3*45*/&-"("3%&
7&340-"$0/'&3."
*MEJSFUUPSFEFM
'POEP.POFUBSJPJO
QPMFQFSPUUFOFSFVO
OVPWPNBOEBUP
RVJRVFOOBMF
$ISJTUJOF-BHBSEFIB
PUUFOVUPJFSJ
MFOEPSTFNFOUEFM
NJOJTUSPCSJUBOOJDP
(FPSHF0TCPSOF F
EJRVFMMPUFEFTDP
8PMGHBOH
4DIBFVCMF
*MWJDFQSFTJEFOUF6TB
+PF#JEFOOFIB
BVTQJDBUPMB
DPOGFSNB&WFOUVBMJ
DBOEJEBUJEFWPOP
QSFTFOUBSTJFOUSPJM
GFCCSBJP"UUFTB
VOBSFB[JPOFEFJ
QBFTJFNFSHFOUJDPO
VOMPSPDBOEJEBUP
ca centrale, ora al -0.3% (dunque, di fatto,
una tassa), oppure prolungare o rafforzare il
programma di quantitative easing in scadenza nel marzo 2017. La Bce potrebbe avere
una preferenza per un taglio del tasso sui depositi di almeno 0,1 punti percentuali, ha
scritto ieri in una nota di ricerca Marco Valli,
economista di UniCredit, ma c anche una
possibilit concreta che si opti per modificare
il programma di acquisto di titoli.
Laltra buona notizia per gli investitori arrivata dalle rassicurazioni che Draghi ha fornito riguardo allatteggiamento che la vigilanza della Bce terr nei confronti delle banche
italiane. Luned, le azioni dei nostri istituti di
credito erano state affossate dalla notizia di
una lettera in cui Francoforte chiedeva conto
dei prestiti che le banche difficilmente riusciranno a recuperare. Draghi ha confermato
che si tratta di un esercizio programmato da
tempo e non di unazione improvvisa legata
alle forti perdite in borsa subite dagli istituti
di credito a partire dallinizio dellanno. Per il
presidente della Bce, il punto di partenza
dellanalisi dei crediti deteriorati resta il risultato degli stress test del 2014, in cui il supervisore unico aveva chiesto, tra laltro, un aumento di capitale al Monte dei Paschi di Siena, poi prontamente avvenuto. Lindagine
della Bce sui crediti deteriorati non produrr

dunque delle nuove richieste inattese di rafforzamento patrimoniale, anche perch, ha


chiarito Draghi, la vigilanza europea sa bene
che ridurre la montagna di 200 miliardi di euro di sofferenze che grava sui bilanci bancari
italiani richiede del tempo. Si tratta di unimportante rassicurazione per gli investitori,
perch scongiura il rischio di aumenti di capitale immediati, che avrebbero ridotto il valore delle azioni.
Per quanto efficaci nellimmediato, le parole di Mario Draghi, soprattutto sulla politica
monetaria, rischiano di scontrarsi per con
un importante limite: la credibilit della Bce
verso gli investitori. In autunno, Draghi aveva promesso un pacchetto di misure cospicue
per il meeting di dicembre. Lopposizione di
alcuni banchieri centrali, tra cui il presidente
della Bundesbank, Jens Weidmann, aveva per obbligato la Bce a fare meno di quello che i
mercati si aspettavano.
Ieri Draghi ha precisato che la direzione intrapresa dalla Bce verso un possibile rafforzamento delle politiche monetarie espansive
gi a marzo condivisa dallintero consiglio direttivo. La speranza degli investitori che
questa volta il presidente non deluda le attese, sommando al valore delle parole quello delle azioni.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-*/5&37*45""/(&-(633*" /6.&306/0%&--0$4&-"453"%"%"4&(6*3&*/4*45&3&46--&3*'03.&&7&3*'*$"3/&*3*46-5"5*

i/POFTJTUFVODBTP*UBMJB PSBTFSWFVOPTGPS[PJOQJw
%"-/04530*/7*"50

-FCBODIF
TPGGSPOPQFSMF
UVSCPMFO[FEFJ
NFSDBUJ NB
OPSNBMFDIJTJ
SJDPSEBQJJ
TPCCBM[JEFMMP
TDPSTPBHPTUP

DAVOS. Non c una debolezza spe-

cifica delle banche italiane. Solo che


quando un Paese esce da un lungo
periodo di recessione deve fare uno
sforzo maggiore per far capire che
stabile e resistente. Bisogna faticare di pi. A margine del vertice di
Davos, il messicano Angel Gurria,
numero uno dellOcse, analizza con
Repubblica significato e conseguenze del trambusto dei mercati,
delle scelte della Bce e del duro braccio di ferro tra la commissione Ue e
il governo Renzi.
Non crede che sui listini pesino,
le sofferenze bancarie?
Certo che s ma non c un attacco allItalia. Le vostre banche sono

esposte agli stessi rischi di quelle europee. Solo che i mercati hanno bisogno di pi tempo per capirlo perch
quando un paese esce da una lunga
crisi deve fare uno sforzo maggiore
per lanciare un messaggio rassicurante. Ci vuole pi voce, diciamo cos.
I titoli bancari per soffrono
Lo so, ma normale quando ci sono le turbolenze. Poi passano. Chi si
ricorda i sobbalzi dello scorso agosto? A sei mesi di distanza, proprio
nessuno. I mercati sono fatti cos.
In Italia i risparmiatori protestano perch s applicato il bail in
Anche questo normale. Sono le
regole, messe in piedi per costruire
lunione bancaria. E comunque accaduto solo in pochi, piccoli casi.

"-7&35*$&
*MTFHSFUBSJPHFOFSBMFEFMM0DTF
"OHFM(VSSJB

Quel che conta davvero che oggi


c una capitalizzazione maggiore
degli istituti e il sistema pi forte.
Ripeto: non esiste un caso Italia.
Quando c una turbolenza, e questa attuale impatta sul mondo intero, le sue conseguenze si amplificano nei paesi dove grande stato il
consolidamento. LItalia uno di
quei paesi.
Draghi per ora ha placato gli animi. Ma non crede che le tensioni
ci siano anche per le divergenze
tra Usa ed Europea?
No, un fatto di ciclo. Gli Usa
hanno cominciato prima della Bce
e, con coraggio, hanno messo sul tavolo molte risorse. In Europa, la situazione pi complessa e lazione
cominciata dopo.

Dal suo osservatorio come vede il


braccio di ferro tra lItalia e la
Ue?
E normale dialettica. LItalia ha
gi dimostrato di essere un giocatore che rispetta le regole, che responsabile ed disposto a mettere
in pratica la convergenza fiscale. Le
discussioni sono normali.
Se dovesse dare un consiglio al governo Renzi?
Riforme, riforme e ancora riforme. E verifica puntuale del loro funzionamento. Se vede che non vanno, allora ci vuole la riforma della riforma. LItalia ha gi fatto sforzi
enormi di trasformazione. Deve solo continuare.

FQ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

&$0/0.*"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

*MDSFEJUP

1&34"1&3/&%*1*
XXXCBODBEJUBMJBJU
IUUQFDFVSPQBFVJOEFY@JUIUN

#BECBOL BDDFMFSBUBQFSMBDDPSEP
0HHJJODPOUSPB#SVYFMMFTTVMMFRVFTUJPOJUFDOJDIFDPO5FTPSPF#BODBE*UBMJB'PSTFHJOFMGJOFTFUUJNBOB
WFSUJDFQPMJUJDPDPODMVTJWP4DIBFVCMFJMCBJMJOTJEFDJTPJOTJFNF MFSFHPMFWBOOPSJTQFUUBUF
MILANO. Oggi si riparte con i negoziati (dopo i contatti che ci sono gi stati ieri). Il
portavoce della commissaria alla Concorrenza, la danese Margrethe Vestager, ha
reso noto infatti che si terr a Bruxelles un
incontro per affrontare (e forse concludere) le discussioni tecniche sulla bad bank
(anzi, sulle bad bank, perch saranno molte). Poi si tratter di arrivare alla decisione politica: un incontro tra Italia e Ue potrebbe esserci a giorni (persino durante il
fine settimana, chiss) ma comunque in
tempi ristretti. La sensazione che ormai
laccordo sia vicino.
I negoziati ormai si trascinano da un anno, tra lItalia e gli organismi comunitari,
per trovare una formula che sollevi da un

lato le banche dalla montagna di sofferenze accumulate in questi anni di crisi e,


dallaltra, che non incorra nelletichettatura di aiuti di Stato, non consentiti dallUnione europea. Con effetti positivi sulleconomia: secondo Boston Consulting ad
esempio tagliare le sofferenze di 100 miliardi avrebbe un impatto positivo sul Pil
nellordine dell1,5%-2%.
Il punto cruciale a che prezzo questi
prestiti in sofferenza vengono girati a
particolari societ specializzate e inoltre
con quali garanzie - a pagamento - dello
Stato (sempre per le societ specializzate). Si parla di un ammontare di circa
40-60 miliardi, che verrebbero girati alle
varie bad bank. Allincontro di oggi parte-

ciperanno gli esperti del Tesoro e di Banktilia, nonch i responsabili della direzione
generale Concorrenza che si occupano del
dossier banche e aiuti di Stato. Sullo sfondo, il CBJMJO le nuove regole sui fallimenti
ordinati che sono entrate in vigore dal primo gennaio in Europa (e che vedono il
coinvolgimento, in caso di difficolt grave, degli obbligazionisti e persino dei depositanti, oltre i 100 mila euro).
Un aspetto affrontato dal premier Matteo Renzi a Porta a Porta: Anche se si chiude, questo fine settimana non decisivo,
perch la bad bank grande bisognava farla prima delle regole sul bail in. Una regola che ieri il presidente dellEurogruppo,
Jeroen Dijsselbloem, ha difeso: i problemi

"-(07&3/0
*MNJOJTUSPUFEFTDP
EFMMF'JOBO[F
8PMGHBOH4DIBFVCMF

*MOVPWPTJTUFNB#BECBOLHBSBOUJUB
EBMMFDBSUPMBSJ[[B[JPOJ1SPOUJNJMJBSEJEJ
GPOEJFJMSJTDIJPTJSJEVDFBRVFMMPEFJ#UQ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Come funziona
la bad bank leggera

Le banche possono creare


una serie di veicoli privati
uno ciascuna, a cui vendere
gli attivi tossici (a una
frazione del valore
originario) e che si
addosserebbero
rischi e eventuali
rendimenti

La proposta italiana alla Ue

iti ti
ed ra
cr io
di ter
de

35

Gli istituti di credito


italiani hanno
in pancia:

ili
ar
di

m
ili
ar

ze

di

Liberati i bilanci,
le banche
aumenterebbero
la solidit
patrimoniale
e potrebbero
tornare a erogare
credito a imprese
e famiglie

"/%3&"(3&$0

0HOJHSVQQPQPUS
DSFBSFVOBPQJTPDJFU
QFSTNBMUJSFJQSFTUJUJDIFJ
DMJFOUJOPOSJQBHBOPQJ

-BGPSCJDFUSBJM
WBMPSFDPOUBCJMF
FRVFMMPEJNFSDBUP
TJSFTUSJOHF

MILANO. La bad bank allitaliana

pronta. La societ che dovr


smaltire i crediti che i clienti
non hanno rimborsato alle banche, dopo un anno di estenuanti
negoziati, assomiglia per a
qualcosa di diverso. Il modello
quello delle cartolarizzazioni,
cio il meccanismo che permette di vendere crediti bancari tramite lemissione di obbligazioni
che li incorporano. In pratica un
uovo di Colombo che se funzioner permetter di trasformare le sofferenze delle banche
in qualcosa di simile ai Btp. Vediamo in che modo, seguendo le
linee del piano presentato la settimana scorsa dal ministro del
Tesoro a Bruxelles.

"33*7"/0-&("3"/;*&
%&-5&4030

Gli istituti
cercheranno
quindi di estrarre
valore dai prestiti
cercando di recuperare
la somma oppure vendendoli
a loro volta a operatori specializzati
potendo comunque contare sulla
garanzia pubblica nel caso di insolvenza

liardo lanno senza grossi rischi.


E previsto che le garanzie impattino sui conti pubblici solo se
effettivamente esercitate. E in
pi non dovrebbero essere valutate come aiuti di Stato.

*13&;;*&-*.1"550
46--&#"/$)&

Uno dei problemi che tiene


bloccata la bad bank in Italia il
prezzo a cui conferire i crediti
marci. Ogni credito in mora ha
un prezzo diverso, secondo la
sua anzianit, e la presenza e posizione geografica dei beni reali
(se ci sono). Dopo le riforme giudiziarie dellanno scorso, che ve-

e
or
% al vo
l v tti
de lla
de

Dalla primavera, invece, il Tesoro scende in campo. Come?


Mettendo a disposizione una
cinquantina di miliardi di euro
di garanzie per alleggerire le
sofferenze. Come funzioneranno? Saranno forme di assicurazione attivabili su richiesta dei
singoli istituti che volessero
creare una o pi bad bank in
cui conferire le loro sofferenze.
Ecco il meccanismo. La banca
cede il cattivo credito; il fondo
compratore mette un po di capitale, si stima un 20%, il resto debito; poi emette nuovi prestiti
cartolarizzati.
Sono bond che colloca sul
mercato, con dentro le vecchie
6/  .&3$"50  sofferenze. Quei bond saranno
rimborsati ai sottoscrittori recu%&-$3&%*50
perando i vecchi crediti. Nel rim*/(&44"50
Dieci anni di borso ci saranno tre priorit. Il
crisi e recessio- bond che contiene crediti meno
ne hanno quin- rischiosi, chiamato senior, dotuplicato i pre- vr avere equilibrio patrimoniastiti non ripaga- le sufficiente da meritarsi un rati agli istituti ita- ting almeno Bbb-. A far salire
liani, che ormai questo rating di credito contrihanno sfondato buiranno le garanzie del Tesoi 200 miliardi ro, che si far pagare un tasso vilordi, 88 miliar- cino all1% annuo. Una volta
di netti. Un far- emessi e garantiti, questi titoli
dello che crea avranno un rischio quasi da Btp
sfiducia intorno alle banche, le e pertanto saranno acquistabili
carica di perdite e le priva della non solo dai fondi avvoltoi delle sofferenze, ma da tutta la plaforza di erogare nuovo credito.
Finora sgravarsi di sofferen- tea degli investitori istituzionaze stato difficilissimo per due li: assicurazioni, fondi comuni,
ragioni. La prima, che le soffe- fondi alternativi. Questi li porenze erano preda di fondi av- tranno tenere in portafoglio, o
voltoio, che compravano a scontare alla Banca centrale euprezzi di saldo quello che le ban- ropea in cambio di liquidit.
che non riuscivano pi a riscuoTra i compratori potrebbe estere. Questi attivi sono contabi- serci anche la stessa Bce: prolizzati in bilancio in media al prio ieri Mario Draghi ha fatto
45% del loro originario valore. I capire che da marzo le tipologie
fondi avvoltoio li comprano di titoli acquistabili dallEurotoanche al 5% secondo la tipolo- wer per stabilizzare i mercati
gia. La seconda, che non si crea potrebbero ampliarsi. E il Tesodal nulla un mercato che vale ro, erogando tutte le garanzie,
ben 88 miliardi.
potrebbe incassare mezzo mi-

0 eren
20i soff

&DDPJMQJBOPEFM5FTPSP
QFSMJCFSBSFHMJJTUJUVUJ
EBJDSFEJUJJOTPGGFSFO[B

sono esacerbati dal fatto che alcuni paesi


si sono portati dietro eredit del passato,
ha detto, ma a questo punto impossibile tornare indietro. Anche il ministro delle Finanze tedesco Wolfgang Schaeuble, a
Davos per il Forum economico mondiale,
ha toccato il tema. Il bail in sta creando
molta instabilit perch i paesi non erano
preparati nonostante le regole fossero
state decise con un accordo comune per
mettere uno stop ai salvataggi pubblici,
ora le regole vanno rispettate. A chi gli ricordava le decine di miliardi spese dai contribuenti tedeschi(pratica ora impedita),
ha opposto un no comment.

WJQ

locizzano lescussione di pegni


e ipoteche, la forbice tra valore
contabile degli istituti e mercato si sta chiudendo. In media,
le banche recuperano sofferenze a un tasso del 3% annuo,
mentre gli operatori all8%: cos
la distanza tra domanda e offerta attorno al 15%.
Su queste basi, si stima insomma che almeno i tre quarti
delle potenziali transazioni sugli 88 miliardi di sofferenze daranno luogo a perdite, piccole o
meno piccole, per gli istituti. Il
meccanismo che il Tesoro sta
trattando con Bruxelles si rivela appetibile per i banchieri, che

Questi veicoli
potranno acquistare
una garanzia pubblica
a un prezzo di mercato,
per evitare laccusa di aiuti
di Stato, che si aggira attorno
ai 100 punti base

potranno approfittare delloccasione per allineare la qualit dei


loro crediti al resto dellEuropa,
e non nascondere pi il cattivo
credito sotto il tappeto. Sar un
bel bivio soprattutto per Monte
dei Paschi e Banco popolare,
che hanno la pi alta incidenza
di sofferenze sul patrimonio: e
dovranno decidere se cogliere
la palla al balzo per riallineare i
loro bilanci (anche se ci farebbe emergere possibili deficit di
capitale). Viceversa, istituti come Ubi e Bper potrebbero sfruttare la forte dote patrimoniale
per fare pi pulizia degli altri.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



&$0/0.*"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-FCBODIF

.QTSJNCBM[BQJ
3FO[Ji$IJVORVFWFSS
GBSVOPUUJNPBGGBSFw

*MQSFNJFSi4QFSPDIFBSSJWJVOJUBMJBOPw1BEPBOi-B
CBODBTBOBFIBGPSUFMJRVJEJU EFWFSBGGPS[BSTJw
7"-&/5*/"$0/5&

Mezzi amministrati
come da bilanci 2014
In milioni di euro

Unicredit

1.024.824

Intesa Sanpaolo

864.219
Monte dei Paschi

235.724
Ubi

179.408
Banco Popolare

146.001
Banca popolare
Emilia Romagna

78.195
Banca popolare
di Milano

73.755
Bnl

67.834

ROMA. Un balzo del 43% e Monte dei Paschi di Sie-

na torna a respirare. Risale sopra i 2 miliardi di capitalizzazione (ne valeva 10 dopo i due aumenti
di capitale del 2014 e 2015). E trascina al rialzo la
Borsa di Milano, regina dEuropa ieri (+4,27%),
anche grazie al turbo innescato dalle parole di
Draghi. Bene tutti i titoli bancari, dopo quattro
sedute di passione. Compresa Carige, bersagliata dalle vendite nei giorni scorsi, ieri su del 30%.
Mps ha fondamentali forti e grande liquidit,
deve per rafforzarsi, tranquillizza di prima
mattina il ministro dellEconomia Padoan. Una
banca risanata, un bel brand, oggi a prezzi incredibili, rilancia a pi riprese in giornata il premier Renzi. Un ottimo affare, per chi pensasse
di comprarla. Spero sia un italiano. Mediobanca per si sfila e lo precisa, come Intesa Sanpaolo
nei giorni scorsi. Il presidente pd della commissione Bilancio della Camera, Francesco Boccia si
allarma e dice addirittura di non escludere un intervento della Cassa depositi e prestiti, daltronde non abbiamo molto tempo per arginare altre
speculazioni.
E in effetti la giornata sui mercati, per un momento in mattinata, sembra virare ancora in rosso. Poi lesplosione, con Mps che, tra una sospensione e laltra per eccesso di rialzo, strappa un
+4% seguito da un +9. Prima di rimbalzare a +20,
+30 e infine su di oltre il 40%, dopo le dichiarazioni di Draghi sugli interventi senza limiti della

Bce e i tassi fermi a lungo.


Oggi andata meglio, si rincuora in serata
Renzi. Ma certo nessuno pu escludere altre fibrillazioni, neppure i vertici della banca senese
che non a caso anticipano di una settimana la riunione del cda per approvare i risultati di bilancio
2015. Occorre tranquillizzare i mercati, ma non
c manovra speculativa contro lItalia, stempera Padoan. E il sistema solido, insiste Renzi,
senza negare per la manovra su alcune banche e offrendo una lettura positiva della turbolenza come opportunit.
Daltronde lesigenza di un consolidamento
nel settore bancario cosa nota, anzi va accelerato, dice Renzi, ricordando la riforma delle popolari di un anno fa. Presto affiancata da quella
delle Bcc, le banche di credito cooperativo (il testo atteso per il 28 gennaio, annunciava due
giorni fa Baretta, sottosegretario Mef). Dal
2007 al 2013 i governi hanno aiutato le banche,
quelli italiani hanno scelto di non fare niente, accusa Renzi. Io sarei intervenuto.
A proposito di banche, la soluzione per le quattro fallite a novembre - Banca Etruria, Banca Marche, CariFerrara e CariChieti - pare ancora lontana. Si sa per che nel decreto con i criteri per gli
indennizzi (a cura del Mef) ci sar anche la norma per destinare le eventuali plusvalenze della
Bad bank (la vendita dei crediti deteriorati) ad
azionisti e creditori azzerati. Non scontato, va
precisato, come insiste da tempo Scelta Civica.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

0SBJMSJTJLPQVSJQBSUJSF
TF6CJBHHBODJBMB#QN
QPJTJHVBSEFSB4JFOB
*-3&5304$&/"

"-7&35*$&
%BTJOJTUSB MBEEJ
.POUF1BTDIJ 
'BCSJ[JP7JPMB
JMOVNFSPVOPEJ
6CJCBODB
7JDUPS.BTTJBIF
JMDFPEJ#BODB
1PQPMBSFEJ
.JMBOP(JVTFQQF
$BTUBHOB

(*07"//*10/4

Banca popolare
di Sondrio

60.742
Banca popolare
di Vicenza

50.909
Banca Carige

48.187
Veneto Banca

43.370
Credito Valtellinese

34.736

MILANO. La bufera sui titoli bancari di met settimana ha avuto leffetto di bloccare il risiko
nella sua fase pi calda. Se la
Bce avesse veramente avviato
una nuova analisi dei bilanci
delle aziende bancarie italiane,
chi si sarebbe pi sposato? Ma
ora, a distanza di poche ore,
questa prospettiva sembra improvvisamente sfumata dal momento che stato lo stesso governatore Mario Draghi a escluderla.
Dunque, non essendoci nuove scadenze-tagliola allorizzonte, si pu riprendere il cammino ma il percorso ancora a
ostacoli anche se rappresenta
un elemento fondamentale per
far tornare gli investitori internazionali a scommettere i loro
soldi sulle banche italiane. I ritardi nelle fusioni tra banche,
popolari e non, sono uno dei motivi alla base delle vendite di
questi giorni. A un anno esatto
dal famoso decreto del governo

*MQSFNJFS.BUUFP3FO[JFJMNJOJTUSPEFMM&DPOPNJB1JFS$BSMP1BEPBO

sblocca-popolari solo Ubi Banca


e Veneto Banca sono diventate
societ per azioni, ma ognuna
per conto proprio. Per il resto solo chiacchericcio e barricate a
difesa delle poltrone: melina
allitaliana dicono alla city londinese.
Il nodo pi difficile da sciogliere sempre legato al Montepaschi. Dopo laumento di capitale da 5 miliardi del giugno
scorso stata la Bce a consigliare un accasamento con unaltra
banca per rendere il percorso di
risanamento pi solido. Ma a distanza di sei mesi nulla di tutto
ci avvenuto, anzi il 16 dicem-

bre scorso il management della


banca senese ha dovuto ammettere errori sostanziali nella
contabilizzazione di operazioni
speculative del passato, minando la propria credibilit agli occhi degli investitori. I quali non
hanno ancora dimenticato i risultati del test Bce dellottobre
2014 quando emerse che su un
portafoglio campionato di 16,3
miliardi di euro, di cui 6,9 non
performanti e 9,3 in bonis, ben
2,8 miliardi di quelli buoni (il
31%) hanno dovuto essere riclassificati e posti in sofferenza.
Tuttavia, dopo i crolli dei giorni
scorsi e il rimbalzo di ieri ora il

Monte vale solo 2,1 miliardi e


potrebbe far gola a qualcuno. Il
candidato italiano pi accreditato sarebbe lUbi di Victor Massiah, banchiere che gode di ottima reputazione, anche se il primo passo della banca bresciano-bergamasca dovrebbe essere in direzione della Bpm. Intesa Sanpaolo si tiene ben lontana dal Monte e cos pure lUnicredit, nonostante le dichiarazioni possibiliste di ieri del vicepresidente Luca Montezemolo.
Dunque laccasamento della
banca senese rimane molto difficile da realizzare a breve mentre le trattative Ubi-Bpm e

Bpm-Banco Popolare dovrebbero prendere vigore gi dalla


prossima settimana, con proposte circostanziate sulla governance. Difficile da collocare anche la Carige, il cui principale
azionista, la famiglia Malacalza, ha importanti risorse da impiegare ma non vuole consegnare la banca a un polo pi ampio. E ci vorr tempo anche per i
due istituti del nord est, Veneto
Banca e Popolare di Vicenza,
che devono prima ricapitalizzarsi, trasformarsi in spa (nel
caso della Vicenza) e quotarsi
in Borsa. Passaggi non facili da
realizzare soprattutto in fasi di
turbolenze dei mercati come
quella che si sta attraversando.
Infine, il risiko regionale potrebbe puntare allunione tra
Credito Valtellinese e Popolare
di Sondrio, molto voluto dalla
prima mentre la seconda ha gi
fatto sapere di star bene da sola. Insomma, siamo solo agli inizi ma come si visto in questi
giorni il tempo non una variabile secondaria visto che i capitali viaggiano alla velocit della
luce.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 



1&34"1&3/&%*1*
XXXCPSTBJUBMJBOBJU
XXXNQTJU

"MFTTBOESP1SPGVNP-FYQSFTJEFOUF
EJ.POUFQBTDIJDPOUFTUBJMNPEPJODVJTPOP
QBTTBUFMFOVPWFOPSNFTVJTBMWBUBHHJCBODBSJ

.*(-*03".&/50

-FDPOPNJBJUBMJBOBJO
NJHMJPSBNFOUPFJO
QSPTQFUUJWBTJSJEVSSBOOPJ
DSFEJUJQSPCMFNBUJDJ*
TVQFSWJTPSJIBOOPEFMMF
SFTQPOTBCJMJU

i3PNBIBTPUUPWBMVUBUP
MJNQBUUPEFMMFSFHPMF6Fw
"/%3&"(3&$0
MILANO. Alessandro Profumo tra banche

e mercati ci sta da un quarantennio, ma


crisi strane come questa non ne ha viste.
Qual la lettura?
E molto difficile: apparentemente la
reazione dei mercati esagerata. I fatti
dicono che leconomia italiana in miglioramento, con prospettica riduzione
dei crediti problematici; che le banche
sono molto pi capitalizzate, con indici
approvati dalla vigilanza. Ma le loro azioni quotano a frazioni del valore di libro:
non coerente. Credo sia dovuto al combinato disposto di nuove regole e nuovi
modi di esercizio della supervisione. Con
la crisi c stata la richiesta degli stakeholder di evitare che i guai delle banche
pesassero sui contribuenti: giusto principio, bench coinvolgere retroattivamente gli obbligazionisti mi par meno giusto, come ha fatto la norma sul bail in. Mi
chiedo se chi ha scritto le regole e chi le
applica - la Bce - abbia pensato allimpatto sistemico, che per ora porta danni anzich benefici. Purtroppo, dopo i vincoli
di Maastricht e le misure sui migranti,

gli effetti impropri delle norme aumentano: vedo lEuropa sempre meno capace di interpretare politicamente le regole, e per un convinto europeista come
me una grande sofferenza.
Di chi la colpa?
La parola colpa giornalisticamente
affascina ma non mi piace. Intuisco le difficolt di fare lunione bancaria. Ma per
esempio marted la comunicazione poteva essere pi simmetrica ed efficace: solo sei banche italiane hanno effettivamente reso noto il questionario sulle sofferenze della Bce, poi abbiamo scoperto
che ce nerano altre 40 in Europa. Bisogna chiedersi se il regolatore micro abbia valutato appieno gli impatti macro
delle sue mosse. Ho la forte sensazione
che non sia accaduto: e poich vengo da
una scuola in cui il supervisore responsabile della stabilit del sistema, resto
molto perplesso.
Cosa pu fare la politica?
Serva da monito: quando si formano
le norme europee dobbiamo avere un
presidio molto forte. Queste sono state
fatte anni fa, e lItalia le ha sottovalutate. Ormai larga parte della nostra vita

condizionata da regole estere: bisogna


presidiarne la nascita con le persone migliori e anticiparne gli impatti.
Lok di Bruxelles alla bad bank sar risolutivo?
Non conosco gli elementi reali del dibattito con lUe. Pare che lo scoglio da superare sia il prezzo a cui conferire le sofferenze. Ma chi dice che il prezzo di mercato sia quello dettato dal margine di
profitto degli investitori? E pu una vigilanza forzare banche con capitale sufficiente ad abbatterlo e prendersi le perdite? Anche qui mi pare che sul mercato
impatti un rischio supervisore: ed
francamente tanto.
Lei fu un pioniere dellEuropa bancaria, che finora crea pi problemi che
altro alle banche italiane. Anche alla
sua Unicredit. Pentito?
LUnione bancaria rafforza la validit di un progetto di gruppo europeo. Oggi Unicredit ha una presenza multinazionale che la espone a rischi geopolitici in
Turchia, Russia, Ucraina, ma d importanti diversificazioni di reddito. Continuo a pensare che Unicredit non ha
espresso tutte le sue potenzialit.

#"/$)*&3&
"MFTTBOESP1SPGVNPTUBUPQSFTJEFOUF
EJ.POUFEFJ1BTDIJEJ4JFOBTJOPBMMP
TDPSTPBHPTUP&TUBUPBNNJOJTUSBUPSF
EFMFHBUPEJ6OJDSFEJU0HHJHVJEB
&RVJUB4JN

Lestate scorsa a Siena disse: Lascio


Mps in sicurezza. Non lo gi pi?
Premetto che uscito da Unicredit sono diventato cliente Mps e ho ancora i risparmi l: oltre i 100mila euro del bail in.
Ci perch sono convinto che la banca
sia in sicurezza: ha capitale adeguato e
management che ha fatto un lavoro fenomenale sui costi, operativit e trasparenza. Mps deve continuare a servire bene i clienti. Detto questo, si pu capire
che in questa fase difficile che trovi un
partner; bench, fossi una grande banca
con capitale adeguato, a questi prezzi
guarderei a Mps con interesse.
Oggi come presidente-socio di Equita
sim fa concorrenza alle banche. Come
va?
Non bene, benissimo. Equita vuole
stare tra medie e grandi imprese italiane e investitori, avendoli entrambi come clienti, e rendere meno bancocentrico il paese. Per questo sono veramente
felice di esser qui. Di mestiere parlo coi
clienti: ho mille relazioni e un po di esperienza. Questo e fare il nonno sono le cose che mi divertono di pi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-$"40&6301"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-PTDPOUSPDPOMB6F



1&34"1&3/&%*1*
XXXSFQVCCMJDBJU
XXXHPWFSOPJU

i-*UBMJBTJGBTFOUJSF OPOEJDFTPMPTw
3FO[Ji%B+VODLFSQBSPMFTCBHMJBUF NBMJNQPSUBOUFDIFOPOTCBHMJQPMJUJDIF&JMTVPDBQPEJHBCJOFUUPMPEJDB
BJTVPJDVHJOJDIFEFWPOPDBNCJBSF-B5VSDIJB 'JSNJBNPTVCJUPTFMPTDPNQVUPEBJCJMBODJWBMFBODIFQFSOPJw
'*-*1104"/5&--*

13&4*%&/5&
+FBO$MBVEF+VODLFS BMMBHVJEB
EFMMB$PNNJTTJPOFFVSPQFB

ROMA. Non arretra, anzi rilancia Matteo Renzi. Il giorno


dopo il ramoscello dulivo tesogli dal presidente della
Commissione Jean-Claude Juncker, il premier continua a
rivendicare le ragioni dellItalia contro Bruxelles. Juncker ha usato espressioni sbagliate nel merito e nel metodo, ma limportante che non sbagli politiche, ha detto
in mattinata. Per poi rincarare la dose a 1PSUBB1PSUB: Dopo anni che lItalia diceva solo s, ora si fa sentire: lEuropa non il Vangelo, non ne azzecca una. Dura la critica al
capo di gabinetto di Juncker, Martin Selmayr, fonte della
frase sullassenza di un interlocutore affidabile in Italia:
Che riunisca tre giornalisti di nascosto e dica Renzi deve cambiare non mi va bene. Lo pu dire ai suoi cugini.

Contro Selmayr leurodeputato Pd Nicola Danti ha presentato uninterrogazione. E oggi Renzi vedr il gruppo
Pd a Strasburgo: Juncker - ricorda - l con i nostri voti.
Intanto restano aperti tutti i dossier caldi, dalla flessibilit allemergenza migranti. Sui tre miliardi promessi dalla Ue alla Turchia per laccoglienza dei profughi, bloccati
dallItalia, la Commissione tiene il punto: un impegno
politico preso dai 28 leader a dicembre - ha detto un portavoce - confidiamo di arrivare ad un accordo finale. Via libera che il governo italiano intende dare solo se gli verr
concesso lo 0,2% di flessibilit extra previsto dalla clausola migranti, finora negato: Siamo pronti a versare i
200 milioni, a patto che lo scomputo di quel denaro dai bilanci valga per tutti, ha detto Renzi.
Che allItalia sia mancata una strategia di squadra a

Bruxelles lunica autocritica del premier. La stessa considerazione che ha portato alla nomina del viceministro
Carlo Calenda, al posto del troppo morbido Stefano Sannino, come ambasciatore alla Ue: Hanno fatto dei risolini
sullItalia. Ho detto: bene, se volete uno pi rissoso di me
vi accontento. Proprio Calenda ieri ha dichiarato di lavorare per unEuropa forte che non trascuri lItalia.
Quanto ai rapporti con Federica Mogherini, Renzi ha negato che il dialogo sia interrotto, ma anche detto che da
Bruxelles dovr trovare un equilibrio tra interessi comunitari e italiani. E se ieri mattina Mario Monti avvertiva
che in Europa laggressivit verbale controproducente, il premier non si sente isolato: Bisogna andare allattacco. Le regole devono valere per tutti.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

26*-0/%3"-&%*503*"-*45"%&-i'*/"/$*"-5*.&4w

*QBSUOFS6FJSSJUBUJDPO3PNB
NBTBOOPDIFQJBGGJEBCJMF
(*%&0/3"$)."/

"-#&350%"3(&/*0
ROMA. Mantenere la pressione,

dobbiamo tenerli sotto pressione fino allultimo. Un collaboratore di Matteo Renzi spiega cos
la scelta del premier di rompere
subito la tregua con lEuropa dopo che laltro ieri da Bruxelles
erano giunte parole di pace. Lattacco sferrato dal salotto di Porta a Porta il presidente del Consiglio lo aveva preparato da giorni
e confermato dopo il ramoscello
di ulivo mostrato da Juncker, forse galvanizzato anche dai sondaggi che premiano la sua battaglia. Il premier non vuole mollare la presa e non abbasser i toni
fino a venerd prossimo, quando
voler a Berlino per incontrare
Angela Merkel. E poco importa
che ieri sera i funzionari di grado pi alto della Commissione
fossero basiti per il nuovo attacco italiano.
La strategia criticare Bruxelles per ammorbidire la Cancelliera. E da ieri anche la Bce entrata nel mirino del premier,
che ha accusato gli stress test di
Francoforte di favorire le banche straniere rispetto a quelle
italiane. Se in pubblico Renzi
tornato a picchiare, nei contatti
riservati a vari livelli i toni sono
ancora pi pesanti. Il premier
vuole che la Merkel lo sostenga
nel dialogo con la Commissione
sulla Legge di stabilit 2016,

6/*0/&
-BTFEFEFM
1BSMBNFOUP
FVSPQFPB
4USBTCVSHP

-BUBUUJDBEFMQSFTTJOH
QFSBWFSFEBMMB.FSLFM
MPLBMMBGMFTTJCJMJU
%JQMPNBUJDJ

(-*&91305&45"/0
i4UVQPSFFBNBSF[[Bw*EJQMP
NBUJDJBSJQPTPQSPUFTUBOP
QFSMBTDFMUBEFMWJDFNJOJTUSP
$BSMP$BMFOEBDPNF
BNCBTDJBUPSFBMMB6F1FS
HMJFYEJQMPNBUJDJDJBQSF
iQSPTQFUUJWFJORVJFUBOUJw

-BQBSUJUBTVJDPOUJ
WBMFNJMJBSEJFEVOB
UBQQBDIJBWFQFSBWWJBSF
VOBQPMJUJDBFTQBOTJWB
bloccata fino a maggio in attesa
di giudizio. Per Renzi fondamentale ottenere tutte le clausole di flessibilit richieste, un totale di 16 miliardi di euro, per
proseguire nella sua politica economica espansiva senza incappare in una procedura per deficit che significherebbe commissariamento. Cos come vitale
che nel biennio 2017-2018 lEuropa non pretenda un maxi-risanamento da decine di miliardi
che gli impedirebbe di tagliare
Ires e Irpef a ridosso delle elezioni. Richieste che a Bruxelles non
tutti al momento accettano.
A Berlino lo sanno e sono infuriati per la scelta di Renzi di bloc-

care i tre miliardi di euro promessi dallEuropa alla Turchia


per stoppare i flussi migratori
che poi tramite la Grecia imboccano la rotta balcanica per arrivare in Germania. Con la Merkel
che sui rifugiati si gioca la carriera. Nel governo tedesco spiega un mediatore attivo sul triangolo Roma, Berlino, Bruxelles
sono furibondi per il fatto che
lItalia per ottenere pi flessibilit sui conti si opponga ad una decisione gi presa al summit Ue
dello scorso dicembre.

Eppure la Merkel sa che con


Renzi deve trattare. Il perch lo
spiega un diplomatico concentrato sul dossier: Francia, Gran
Bretagna, Spagna e Polonia per
ragioni diverse in questo momento sono fuori dai giochi, sono bloccate. La Cancelliera sa
che ora lunico Paese con il quale
lavorare per lEuropa lItalia.
A Berlino dunque si stanno preparando ad accogliere Renzi. In
queste ore lavorano ad una proposta legata allimmigrazione
per cercare di ammorbidire lo-

spite italiano: un piano per la Libia del tutto simile a quello messo in piedi con la Turchia per
bloccare i flussi migratori nel Canale di Sicilia. Ovviamente da
annunciare se e quando il nuovo
governo di unit nazionale libico sar in grado di controllare il
territorio.
Ma Renzi insister lo stesso
sui conti pubblici. Lo ha detto anche da Vespa: sbloccher la Turchia solo se avr la flessibilit
sui migranti, ovvero i tre miliardi e mezzo di flessibilit che
mancano allappello nei negoziati in corso tra Padoan e il commissario Ue Moscovici. Fino a
quando non avr la Merkel al
suo fianco sui conti, il premier
non metter fine alloffensiva.
Per questo nelle ultime ore si
negato a tutti gli intermediari
che per conto di Juncker hanno
provato a riaprire i canali con Palazzo Chigi. Con Juncker, il pensiero di Renzi, ci deve parlare prima la Merkel. Una partita con
un rischio alto, che Renzi per
ha deciso di correre.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

ran Bretagna, Francia, Germania, Spagna e Polonia - gli altri grandi della Ue - hanno tutti un motivo per pensare a
se stessi in questo momento, e ci li rende meno attenti a
quello che sta combinando lItalia. I britannici si preparano al referendum sul Brexit. I francesi sono destabilizzati da terrorismo e dalla Le Pen. I polacchi litiga7*45* no con la Commissione sulla presunta erosione
%" di democrazia nel Paese. Gli spagnoli faticano a
formare un governo. I tedeschi sono alle prese
con i rifugiati, e a Berlino c irritazione per gli
ostacoli che Roma frappone agli aiuti economici alla Turchia. In generale, c una certa sorpresa nel vedere lItalia - un paese tradizionalmente vicino alla Commissione - combattere questa battaglia con Bruxelles. C sconcerto nel constatare che ad iniziare questa lite sia stato proprio Renzi,
un uomo spesso visto come la migliore speranza della politica italiana per lEuropa. Nello stesso tempo, per, penso che ci sia coscienza del fatto che la politica italiana sia fondamentalmente
cambiata negli ultimi anni, con lascesa dei partiti euroscettici, la
crisi dei migranti, la crisi delleuro e la pesante pressione sui conti
del Paese.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

26*1"3*(*-"/"-*4*%*i-&.0/%&w

*O'SBODJBMBQSFPDDVQB[JPOF
DIFJOPTUSJDPOUJNJOBDDJOPUVUUJ
PARIGI. La strategia della tensione. Sintitola cos un lungo artico-

lo di -F.POEF dedicato al conflitto in corso tra Matteo Renzi e il


presidente della Commissione Ue, Jean-Claude Juncker. Lalternanza di bacchettate e riconciliazioni secondo le regole della commedia dellarte scrive il quotidiano francese - risponde a due
obiettivi: dirigere lagenda mediatica e politica e aderire a unopinione pubblica diventata in maggioranza diffidente, se non ostile,
nei confronti di Bruxelles. In un editoriale che accompagna larticolo, -F.POEFpaventa il rischio Italia, partendo dalla crisi bancaria e dal forte indebitamento dello Stato. Nonostante le riforme
importanti lanciate dal governo, la magia Renzi sta svanendo,
scrive il quotidiano, e le attuali tensioni con Bruxelles alimentano
un pericoloso populismo. LItalia, conclude -F.POEF, potrebbe
essere una bomba finanziaria a scoppio ritardato capace di far
naufragare lEuropa. Anche il 8BMM4USFFU+PVSOBM ha parlato ieri
della situazione economica del nostro paese. La ripresa dellItalia
la chiave per le fortune dellEuropa sostiene il quotidiano finanziario, secondo il quale Renzi ha fatto pi progressi nellaffrontare i problemi strutturali negli ultimi due anni, che i suoi predecessori negli ultimi venti.

BOBJTHJOPSJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"



*-(07&3/0"--"1307"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-BQPMFNJDB

4FOBUP BJWFSEJOJBOJ
USFWJDFQSFTJEFO[F
TJOJTUSBEFNJOSJWPMUB

#FSTBOJOPBBNNVDDIJBUF*MQSFNJFSOPOTPOP
OFMMBNBHHJPSBO[B$BSSBJ 0HOVOPQPSUBJTVPJ
$"3.&-0-01"1"
ROMA. Tre vicepresidenti di commissione al Senato vanno agli
uomini di Denis Verdini, per di pi in quota maggioranza. E nel Pd si
apre il caso. Il premier Matteo Renzi prova a stroncarlo sul nascere.
Verdini non entrato in maggioranza e il dibattito sulle poltrone,
dice nel salotto di 1PSUBB1PSUB, non mi appassiona, forse
appassiona gli addetti ai lavori: per quelli di Ala non c alcuna
presidenza, ce n semmai una di Forza Italia.
Cos successo? Che a Palazzo Madama vengono rinnovate (e in
alcuni casi confermate) le presidenze e le vice presidenze delle 14
commissioni. A sorpresa il forzista Altero Matteoli (opposizione)
viene confermato ai Trasporti. Ma soprattutto tre vicepresidenze
vanno appunto ai verdiniani: Eva Longo alla Finanze, Pietro Langella
alla commissione Bilancio e Giuseppe Compagnone alla Difesa. Poco
prima delle votazioni, Denis Verdini, accompagnato da Lucio Barani,
aveva raggiunto il capogruppo Dem Luigi Zanda per denunciare il
blitz con cui i forzisti e i grillini si sarebbero accordati per eleggere tra
loro i 28 vicepresidenti escludendo appunto Ala. Al pd il senatore
toscano chiede aiuto e lo ottiene: in tre vengono eletti anche con i voti

di maggioranza. Nessuna fantomatica nuova maggioranza mette


per in chiaro Zanda. Ma nel Pd la sinistra alza subito il tiro, anche
perch il colpo di scena segue di poche ore il via libera alla riforma
costituzionale con i voti determinanti dei verdiniani e delle tre
senatrici del gruppo Fare di Flavio Tosi. Forse il caso che Renzi ci
dica se esiste una nuova maggioranza politica che sostiene il governo
e che comprende anche Verdini - dice il deputato Pd Roberto
Speranza - Se cos si deve aprire un dibattito pubblico e in
Parlamento. Pier Luigi Bersani, intervistato dall&TQSFTTP oggi in
edicola, si spinge oltre: Se si dovesse arrivare ad un listone Pd con
dentro anche Verdini, sarebbe un bel problema. Dico no ad
ammucchiate, non accetterei mai un tale snaturamento del Pd.
La tensione non si smorza. Anche perch nelle stesse ore, a
Montecitorio, il governo va sotto con scrutinio segreto su un
emendamento di Fi alle nuove norme sullomicidio stradale. Il testo
ora dovr tornare al Senato per lok definitivo. Renzi torna anche
sulla polemica legata alla nomina di Marco Carrai quale consulente
per la Cybersecurity: Deve decidere lui se vuole venire con noi, ne
sarei felice, volentieri. Ma deve mollare tutto. Quando si tratta di
staff giusto che ognuno porti i suoi.

-*/5&37*45"(*"//*$61&3-0 4*/*453"%&.

i4FTJBGGJEBBMMBEFTUSB
NFUUFBSJTDIJPJM1E
FOPODFSDIJQMFCJTDJUJw
Ieri la maggioranza andata
sotto alla Camera: c un problema di tenuta?
passato un emendamento
sul reato di omicidio stradale.
Succede e sbaglia la destra a darne una lettura diversa dal merito. I problemi sono altri.
Renzi fa bene a trasformare il
referendum sulle riforme in
un voto su se stesso?
No. Renzi su alcune cose ha
ragione, dai migranti al terrorismo ad alcune critiche a Bruxelles. Ma sul referendum compie
un errore di fondo. Chi governa

"//"-*4"$6;;0$3&"

1"30-&$)*"3&

.JBTQFUUPQBSPMF
DIJBSFEBMMB
EJSF[JPOFEJTUBTFSB
EPWFTJWVPMFQPSUBSF
JM1BSUJUP
EFNPDSBUJDP
'"3&-&3*'03.&

4JBNPOBUJQFSGBSFMF
SJGPSNF FOPOQFS
BMMFBSDJDPO%FOJT
*MQSFNJFSEFWFEJSDJ
TFTJBNPEBWBOUJB
VODBNCJPEJOBUVSB

ROMA. Andando verso il partito


della nazione, Matteo Renzi mette a rischio il Pd. Gianni Cuperlo
consiglia al premier di lasciare
stare i gufi e dire parole chiare
sul partito, che altrimenti - secondo il leader di Sinistradem - rischia una spaccatura insanabile.
Il voto sulle riforme, le tre vicepresidenze: Denis Verdini e i
suoi sono entrati in maggioranza?
Leggo la smentita di Zanda
sul coinvolgimento delle opposizioni, ma quanto sta accadendo
fa riflettere. Per mesi ci stato
detto che la riforma costituzionale era altro dalla maggioranza di
governo. Oggi il minimo chiedere se siamo davanti a un cambio
di natura e vocazione del Pd. Che
nato per fare le riforme e non
per allearsi con Verdini.
Roberto Speranza chiede un
dibattito pubblico in Parlamento, daccordo?
Intanto mi aspetto parole
chiare fin dalla direzione di stasera: dove si vuole portare il Pd? Se
la linea dare per archiviato lo
strappo a sinistra e la sua sostituzione con pezzi della destra che
abbiamo sempre combattuto nasce unaltra cosa, e non sarebbe
pi il partito di molti di noi.
Nascerebbe il partito della nazione. Andreste via?
Lho appena detto, quella linea non la mia. Al segretario
vorrei consigliare di lasciar perdere i gufi e di non esagerare perch senza chiarezza lui che mette a rischio il Pd.

#&-1"&4&

deve cercare di unire il Paese,


non dividerlo. Soprattutto quando in gioco sono le regole della democrazia. Con la sua impostazione, qualunque sia lesito, avremo
un Paese pi spaccato.
Lei come voter?
Io mi sono battuto per una riforma diversa, pi radicale, ma a
comandare sono altri. Lho votata solo perch fallire in questo
tentativo produrrebbe una frattura ancora pi grave tra i cittadini e le istituzioni. Tuttavia insisto, la linea del premier che contraddice questa premessa men-

"-&44"/%3"-0/(0

*MTPMEBUP$JDDIJUUP

.*/03"/;"
(JBOOJ$VQFSMP
MFBEFSEFMMB
NJOPSBO[BEFM
1BSUJUP
EFNPDSBUJDP

unica alternativa a questo governo sarebbe davve-

ro una mezza catastrofe politica, istituzionale ed


economico-finanziaria. Cos Fabrizio Cicchitto ieri
e non si capisce davvero perch nei talk show lagiografia
dellattuale esecutivo venga affidata a giovani Pd a volte
un po anemici e poco tranchant nella risposta. Non una
novit che Cicchitto sia un estimatore del capo del governo
e della sua grande capacit innovativa (Renzi ha fatto
meglio di Craxi e Berlusconi. Ha eliminato i comunisti...).
Gli anni passano e le valutazioni politiche pure. Quello di
Letta il miglior governo possibile, diceva lonorevole
Ncd, gi Forza Italia, gi Psi. Ma ne era sinceramente convinto visto il contesto demergenza. Cos come, a suo tempo, fu appassionata la difesa di Silvio Berlusconi, a lungo
suo punto di riferimento, leader carismatico, che solo il
tempo ha irreparabilmente ammaccato.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

tre saggezza imporrebbe di ridurre le distanze, non lopposto. Non


amo i plebisciti, temo facciano
pi danni della grandine. E tutto
questo peser nella scelta di molti.
Il dibattito sulle unioni civili
sta diventando aspro allinterno dello stesso Pd. I cattolici dicono di volere una mediazione, ma gli emendamenti cui si
lavora aumentano le distanze. Che ne pensa?
un confronto vero dove
prezioso il rispetto delle posizioni di ciascuno. Il testo Cirinn
una mediazione in cui ognuno rinuncia a qualcosa nel nome
dellinteresse comune. Personalmente ero a favore del matrimonio egualitario, ma adesso quella
mediazione la si assuma nella
sua completezza. Compreso il capitolo della stepchild. E questo
prima di tutto come atto di amore e tutela verso i bambini.
Ci sono state due nomine irrituali in questi giorni: quella di
Marco Carrai alla cybersecurity e del sottosegretario Carlo
Calenda come ambasciatore a
Bruxelles. Come le valuta?
Sulla prima ho limpressione
di uno scivolone incredibile perch sarebbe di una gravit evidente se una societ privata in capo a un professionista vicino al
premier e che opera in un settore
cos delicato divenisse un pezzo
degli apparati dello Stato. Sul
nuovo ambasciatore a Bruxelles,
per quanto irrituale, una scelta
legittima del governo. Mi auguro
si riveli anche illuminata.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 



1&34"1&3/&%*1*
XXXSFQVCCMJDBJU
XXXHPWFSOPJU

*MSFUSPTDFOB
-FYGPS[JTUBJOTJTUF JOTJFNFBE"MGBOP QFSDBNCJBSF
MBMFHHFFMFUUPSBMF.BJMMFBEFSEFNDPOUJOVBBEJSFOP

.BUUFPGSFOB%FOJT
iTPMPVOTPDDPSTPw
&CMJOEBM*UBMJDVN
50.."40$*3*"$0

$0.1"(/0/&
(JVTFQQF
$PNQBHOPOF 
TJDJMJBOPFMFUUPJO
$BNQBOJBDPOJM
.PWJNFOUPQFSMF
BVUPOPNJF JO"MBF
EJWFOUB
WJDFQSFTJEFOUFBMMB
DPNNJTTJPOF%JGFTB

&--&,"11"

ROMA. La punta delliceberg so-

"-4&/"50
-FYDPPSEJOBUPSF
EJ'PS[B*UBMJB
%FOJT7FSEJOJ PSB
BDBQPEJ"MB BM
DFOUSPEFMMBGPUP
USB#BSBOJF
%"OOB

-&5"11&

"-"
/FMMFTUBUFEFM
%FOJT7FSEJOJMBTDJB
'PS[B*UBMJBFEWJUB
BMHSVQQP"MB DIF
PHHJDPOUB
TFOBUPSJFEFQVUBUJ
USBDVJJTFOBUPSJ
7JODFO[P%"OOBF
-VDJP#BSBOJ
-&3*'03.&
.FSDPMFEMBSJGPSNB
DPTUJUV[JPOBMFWJFOF
BQQSPWBUBJOWJB
EFGJOJUJWBBQBMB[[P
.BEBNBDPOJWPUJ
EFUFSNJOBOUJEFHMJ
VPNJOJEJ%FOJT
7FSEJOJFEFMMFY
MFHIJTUB'MBWJP5PTJ
-&$0..*44*0/*
*FSJEPQPVO
JODPOUSPDPOJM
DBQPHSVQQPQEBM
4FOBUP-VJHJ;BOEBJM
HSVQQP"MBIB
PUUFOVUPUSF
WJDFQSFTJEFO[FEJ
DPNNJTTJPOFJO
RVPUBNBHHJPSBO[B

no le poltrone delle commissioni e gli incarichi di governo.


Quello che davvero conta, per, il nodo politico che divide
Matteo Renzi da Denis Verdini, si chiama Italicum. Perch
proprio sulla riforma elettorale
che si concentra lo sforzo
dellex braccio destro berlusconiano. Dobbiamo cambiarlo,
insiste da tempo il ras toscano.
Ne ha bisogno per tornare ai
tempi delle coalizioni, allearsi
strutturalmente con i democratici e garantirsi un futuro. E per proprio il premier nicchia,
sfuma, prende tempo. E ai fedelissimi confida: Non metter
di nuovo mano al sistema elettorale. E Verdini non entrer
nel Pd o in maggioranza, n nascer un partito della nazione.
come un infinito gioco del
cerino. Con il presidente del
Consiglio convinto che mai gli
rester in mano. Perch lui a
guidare il gioco. Non si tratta di
smistare incarichi di sottogoverno, n di mettere piede in
maggioranza: Non esiste - ripete - Ala non si muove. Al massimo ricorrer a loro come pattuglia di pronto intervento parlamentare. Un soccorso in caso
di necessit. Lobiettivo di
Renzi prendere tempo, vestendo i panni dellequilibrista. Non rifiutare voti utili, ma
non lasciare oltrepassare il confine formale della maggioranza: In fin dei conti questa situazione conviene anche a Verdini
- ragiona in privato - In questo
modo riescono ad avere un ruolo.
Lobiettivo prioritario, come
detto, rimane per lItalicum.
Non cambier, giura il premier. E quando si voter, allora Verdini e Alfano giocheranno la loro partita. Ma la giocheranno da soli, perch non si torna alle alleanze pre-elettorali.
Vero, anche se c dellaltro.

*/0.*%*"-"

*MDBQPEFMHPWFSOP
FTDMVEFMJQPUFTJQBSUJUP
EFMMB/B[JPOFi7FSEJOJ
SFTUFSMEPWw

&OUSPMVOFEJMSJNQBTUP
JMDFOUSJTUB$PTUBJOQPMF
QFSHMJ"GGBSJSFHJPOBMJ 
UPSOBBMHPWFSOP(FOUJMF

Renzi conosce la dura legge dei


numeri, soprattutto quella imposta dallattuale premio di
maggioranza: chi vince ottiene
340 seggi, solo 24 in pi della
soglia minima di sicurezza. E in
questo calcolo sono compresi
anche gli esponenti della sinistra Pd. Poco margine, davvero
troppo esiguo: E infatti con i
centristi potremmo allearci dopo il voto, la linea.
Per adesso c da fare i conti
con i problemi quotidiani. Ed
proprio nel day by day che i voti dei senatori di Denis risultano parecchio utili alla maggioranza. Non un caso che Luca Lotti continui a coccolarsi
lex coordinatore di FI. Proprio
una telefonata tra i due, ieri
mattina durante il vertice con
Luigi Zanda, ha sbloccato limpasse sulla vicepresidenza delle commissioni. Un prezzo

neanche troppo alto che il Pd


paga al risiko degli incarichi di
Palazzo Madama: Va bene tutto - si era lamentato poo prima
il capo di Ala - ma essere trattati da reietti e perdere pure questi pochi posti nelle commissioni un po troppo....
Non tutti i verdiniani, naturalmente, amano restare a
guardare, fermi sulluscio della
maggioranza. Ciononostante,
per ordine esplicito del capo sono costretti a mordersi la lingua. Noi restiamo allopposizione, e chi dice cose diverse mi
fa inc..., il messaggio consegnato al capogruppo Lucio Barani, che ha poi provveduto a
smistarlo al resto della pattuglia di Ala. Il sogno del ras toscano, infatti, ruota sempre attorno allItalicum. Con una speranza riassunta sottovoce dal
suo braccio destro, Ignazio

-0/(0
4FOBUSJDFTBMFSOJUBOB 
&WB-POHPWJFOF
FMFUUBOFMDPM
1EM WJDJOBB/JDPMB
$PTFOUJOP$PO"MB
EJWFOUB
WJDFQSFTJEFOUFBMMF
'JOBO[F

-"/(&--"
&MFUUPMBQSJNBWPMUB
OFMDPM1EM 
OBQPMFUBOP QVSFMVJ
WJDJOPB$PTFOUJOP

1JFUSP-BOHFMMB
WJDFQSFTJEFOUFBM
#JMBODJP4VPQBESF
WFOOFVDDJTPOFMA
EBMMBDBNPSSB

Abrignani: Magari in autunno il Pd si frantuma sul referendum. Magari noi diventiamo


decisivi. E a quel punto saremmo portati quasi fisicamente
in maggioranza....
Chi invece non punta neanche un euro sulla modifica del
sistema elettorale - e si sta attrezzando per superare lo sbarramento del 3% - proprio Angelino Alfano. Al deputato Giuseppe Castiglione ha affidato il
progetto di costruire una nuova Margherita, la gamba centrista della coalizione di centrosinistra. A differenza del passato, per, con un alleanza post
elettorale.
Alle porte, intanto, il rimpasto di governo, pi volte rimandato negli ultimi mesi.
Non detto che il nuovo ministro degli Affari regionali (casella lasciata vuota dopo le dimissioni di Maria Carmela Lanzetta) riesca a giurare gi oggi,
di certo lo far entro met della
prossima settimana. Il ballottaggio ormai a due: in pole c
il viceministro della Giustizia
Enrico Costa, anche se non ancora tramontata lipotesi di promuovere la senatrice Federica
Chiavaroli.
Praticamente certo, poi, il
ritorno nella compagine di governo di Antonio Gentile, ras
cosentino costretto alle dimissioni da una brutto caso legato
al blocco delle rotative di un
quotidiano calabrese. Una vicenda poi risolta senza problemi giudiziari per il parlamentare di Ncd, pronto al rientro. Promozione in vista, infine, per un
parlamentare di Scelta civica
(si fanno i nomi di Antimo Cesaro e Enrico Zanetti, che passerebbe da sottosegretario a viceministro), mentre resta in bilico quello di Vasco Errani. Renzi
lo vorrebbe assolutamente in
squadra - probabilmente allo
Sviluppo economico - ma Pierluigi Bersani frena.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-*/5&37*45"'3"/$&4$04"7&3*030."/0

i.BPSNBJJOPTUSJWPUJTPOPJOEJTQFOTBCJMJw
ROMA. Niente ingresso al governo,
niente strapuntini, ma da oggi si
volta pagina, conferma Saverio Romano, ex Fi, braccio destro di Verdini e coordinatore dei gruppi di Ala.
Prima il sostegno alle riforme,
poi lelezione dei vicepresidenti
in commissione, un ingresso organico in maggioranza?
Se avessimo scelto di entrare in
maggioranza avremmo potuto avere qualitativamente e quantitativamente molto di pi. Abbiamo avuto
ci che spetta ad un gruppo di 19 senatori. Su 28 vicepresidenze la met spetta alla minoranza.
S ma lelezione dei vostri avvenuta dopo il faccia a faccia Zan-

da-Verdini al Senato. Sa di patto,


altro che minoranza.
Chiss quante volte ci si incontra in Parlamento. Cosa dire allora
della rielezione di Matteoli? Fi in
maggioranza oppure Belzeb-Verdini ha pure questa responsabilit?
Ha visto che reazione sta provocando tutto questo nel Pd? Si parla gi di chiarimento interno.
Era ora, la minoranza Pd pensa
di esorcizzare la sua irrilevanza politica tirando in ballo ad ogni occasione la pregiudiziale verso Ala. Ma lo
sanno che senza il senso di responsabilit del nostro gruppo, che incassa offese e tace, oggi sarebbero

2VFMDIF
BDDBEVUP
JORVFTUJ
HJPSOJ
SBQQSFTFOUB
VOBTWPMUB
QFSMB
NBHHJPSBO[B

senza riforme e forse anche senza


seggio? Convincano Renzi che i voti
di Ala non servono.
Il prossimo passo lingresso al
governo col rimpasto?
Il rimpasto di questi giorni riguarder la maggioranza e vedrete
che mentre Ala coerentemente non
avr alcun incarico, qualche esponente della minoranza Pd risolver
la dura critica a Renzi con qualche
strapuntino.
E al voto che accadr? Se non laffiliazione, sar davvero affiancamento al Pd, magari con Ncd e
Tosi?
Laffiliazione non esiste. C un
vuoto politico da colmare a destra

di Renzi. Noi coltiviamo un progetto complesso da realizzare ma utile


al Paese, vedremo quanti oggi presenti in Parlamento avranno la forza di far crescere una proposta politica apprezzabile dallelettorato
moderato. Ci sono gi lavori in corso.
Vi attendete nuovi ingressi in
Ala? A discapito di Fi?
Sono in arrivo, s, e dai banchi
delle opposizioni. Ci attendiamo
una costante presa di coscienza di
quanti in Parlamento non vogliono
incolonnarsi dietro le macchine in
sosta.

DM

3*130%6;*0/&3*4&37"5"



10-*5*$"&(*645*;*"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

*M.PWJNFOUP4UFMMF

1&34"1&3/&%*1*
XXXJOUFSOPHPWJU
XXXDPNVOFRVBSUPOBJU

2VBSUP MFEJNJTTJPOJEFMMBTJOEBDB

-B$BQVP[[PHFUUBMBTQVHOBi)BWJOUPMBDBNPSSB JMEJSFUUPSJPEFM.4TBQFWBUVUUPFNJIBMBTDJBUBTPMBw
*HSJMMJOJi-FQPMUSPOFOPODJJOUFSFTTBOPw-"OUJNBGJBUSBTNFUUFBMMB1SPDVSBHMJBUUJEFMMBVEJ[JPOF
%"-/04530*/7*"50
$0/$)*5"4"//*/0
QUARTO. Vuole essere lei a scrivere UIFFOE Rosa
Capuozzo getta la spugna. Mi dimetto. Ma la
mia non una resa, lo faccio perch non ho pi i
numeri, annuncia a sorpresa il sindaco. Cos finisce la parabola di Quarto, sorprendente crocevia, per un mese, della politica italiana. Anche il
presidente del consiglio comunale mi ha fatto sapere che sta per lasciare, quindi non ho scelta.
Ma io avevo giurato fedelt a questo impegno....
La Capuozzo si interrompe, con una mano serra
le narici, la commozione le spegne la voce per pochi secondi. Poi rialza la testa, pi forte la volont di regolare i conti. Con il direttorio, e con la faida politica. Il Movimento Cinque stelle ha ab-

bandonato non solo me e il governo della citt,


ma i cittadini di Quarto che avevano creduto in
un altro mondo possibile. Avrei potuto fare un
calcolo di convenienza, andarmene trionfante come mi avevano chiesto Roberto Fico e Luigi Di
Maio, domenica 9 gennaio, quando vennero qui
e mi proposero di presentare le mie dimissioni al
loro fianco per poi essere subito ricandidata. Non
mi sembrava giusto. Me ne vado ora, e da sola.
Non mi ricandider. Durissima la sua chiosa:
Questa la sconfitta della politica e la vittoria
della camorra. Ma non c spazio per i propri errori, o per il neodi aver visto sanare labuso della sua casa - con un atto falso, dicono i pm - proprio mentre era in carica. La mia colpa? Candidarmi.
La conferenza stampa che inizialmente dove-

va annunciare rimpasto e nuovo simbolo diventa ultimo atto. Gelo e facce scure nel Palazzo dove tutto sembrava cambiato, mentre nulla sarebbe cambiato: ancora lombra della camorra, ancora un sindaco che smobilita, ancora le istituzioni
che non tengono. Nel paesone privo di servizi, ricco di costruzioni abusive e zone grigie. Il futuro
del Movimento? Se davvero vuole governare spiega la Capuozzo - deve sapere affrontare le difficolt. Invece ha mostrato che l dove c un problema, scappa. Quello che avvenuto da noi sarebbe successo, prima o poi, altrove. E ancora:
Laltra sera, davanti alla Commissione Antimafia, ho vissuto unaltra giornata dura. Laudizione a Palazzo San Macuto costellata di asprezze
e contraddizioni, e la presidente Rosy Bindi invia
gli atti alla Procura di Napoli. Eppure sono torna-

ta da Roma determinata a continuare. Invece le


occasioni di Rosa sembrano esaurite. Costretta
dal deserto in cui lha lasciata il direttorio, e forse
anche dal rischio di finire indagata per la vicenda
del falso e dellabuso edilizio di cui gi risponde il
marito. Non ha pesato questo elemento? Lei ti
guarda dritto negli occhi: No, non centra nulla.
Sono tranquilla. Lultima bordata ancora per
gli ex colleghi grillini. Mi chiedo come mai i nostri voti puzzavano di camorra e quelli che da
Quarto sono andati ai consiglieri regionali del
M5s invece no. Un consigliere, Gianluca, al suo
fianco, sintetizza con unimmagine: Questo Movimento, a noi di Quarto, sembra un meraviglioso dono. Col fiocco. Ci siamo avvicinati e abbiamo
scoperto che era vuoto.

*MDBTP$SJNJOBMJU WPUJDPNQSBUJ 

-"4$0/'*55"
3PTB$BQVP[[P 
TJOEBDB
EJNJTTJPOBSJBEJ
2VBSUP
-BTDJBEPQPVOB
EVSBQPMFNJDB
DPOJMEJSFUUPSJP
EFM.4FEPQP
FTTFSFTUBUB
FTQVMTBEBM
.PWJNFOUP
iVOBTDPOGJUUB
IBDPNNFOUBUP
DPTWJODFMB
DBNPSSBw

EVFTDJPHMJNFOUJQFSNBGJBMBDJUU
EPWFJNQPTTJCJMFHPWFSOBSF

2VFM$PNVOFJOGJMUSBUP
EPWFEBWFOUBOOJ
MBEFNPDSB[JBTPTQFTB
%"3*0%&-10350
NAPOLI. Quanto vale un voto, a
Quarto? Tra i 50 e i 100 euro, racconta il collaboratore di giustizia
Roberto Perrone. Ma la democrazia che ogni giorno conta un
po di meno, in questo comune di
40 mila abitanti dove, da quasi
ventanni, nessuna amministrazione riesce a portare a termine
il mandato. Una maledizione
che, per restare ai tempi pi recenti, ha colpito in rapida successione una giunta di centrosinistra, una di centrodestra, infine
lunica esperienza a cinque stelle della Campania.
Una citt eternamente commissariata. Mentre la politica si
dimostra impotente, ad ogni elezione si riaffaccia lombra di una
camorra radicata e influente, capace di scegliere sempre il cavallo giusto su cui puntare. Ragiona
il giudice Antonello Ardituro,

"MMFFMF[JPOJVOFMFUUPSF
TJDPSSPNQFDPOFVSP
*MHJVEJDFBOUJNBGJB
UFTTVUPTPDJBMFJORVJOBUP
che prima di essere eletto al Csm
aveva indagato sulle collusioni
tra il clan camorristico Polverino, le istituzioni e limprenditoria di Quarto: la terza volta
consecutiva che, sia pure per ragioni diverse, a Quarto unesperienza amministrativa si interrompe prima del tempo e sempre per fatti che emergono da inchieste giudiziarie. In nessuno
di questi casi era indagato il sindaco: segno che esiste un problema trasversale, legato non alle
provenienze politiche bens al
tessuto del territorio. Ecco perch indispensabile una riflessione comune per individuare
gli anticorpi. Il primo sciogli-

mento per infiltrazioni mafiose


risale al 1992, il secondo al 2013.
Nelle altre occasioni, il Comune
tornato alle urne a seguito di
contrasti politici, come dopo le
elezioni del 2007, quando il sindaco di centrosinistra fu sfiduciato in consiglio.
Ma gi alla vigilia di quella
competizione, la Procura aveva
monitorato in diretta una campagna elettorale segnata da un
mercato delle preferenze porta

a porta. Una prassi che, avrebbe spiegato poi il pentito Perrone, a Quarto si verifica ad ogni
appuntamento elettorale. Alla
vigilia del voto del 2011, con laccusa di collusioni con il clan Polverino vengono arrestati due
candidati, fra i quali il capolista
del Pdl, Armando Chiaro, eletto
mentre in carcere. Il sindaco
Massimo Carandente Giarrusso,
sostenuto proprio dal Pdl, non
viene coinvolto dallinchiesta,

: UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO Dipartimento Affari Generali Tecnico e per la Sicurezza - Divisione Appalti Pubblici di Lavori
Servizi e Forniture Area Appalti Pubblici di Lavori Settore Procedure Negoziate
C/o Centro Polifunzionale Studenti Piazza Cesare Battisti n.1 70121 Bari.
Procedura aperta per la Realizzazione di opere finalizzate alla riqualificazione energetica dellinvolucro (coperture - facciate - infissi), efficientamento
dellimpianto elettrico di illuminazione interna ed esterna pensiline fotovoltaiche sui
parcheggi del complesso edilizio dei Dipartimenti di Medicina Veterinaria ai sensi dellart.53 comma 2 ) lett.b), da aggiudicarsi con il sistema dellofferta a prezzi unitari ex
art.82 comma 2 lett.b) dello stesso D.L.vo 163/2006 e s.m.i. C. A. dell8.07.2015
30.11.2015.
n. 1.
1.037.814,31 oltre IVA,
allimporto della sola progettazione esecutiva sar applicato lo stesso ribasso del
con il ribasso del
.
: TAR PUGLIA Piazza Massari n.14-70122 Bari Italia.
Gli atti di gara sono impugnabili ai sensi dellart.245 del d.lgs. n.163/06 e s.m.i.
Bari,

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-"4$)&%"
$"/%*%"50
6ONBOJGFTUPFMFUUPSBMFEJ
"SNBOEP$IJBSP DBQPMJTUBEFM
1EMBMMFFMF[JPOJDPNVOBMJEJ
2VBSUPEFMNBHHJP
"SSFTUBUPQFSDPMMVTJPOJDPOMB
DBNPSSBMPDBMF TBSFMFUUPQVS
USPWBOEPTJJODBSDFSF*MQSPDFTTP
JO$BTTB[JPOF
1"%3*/0
*MCPTT(JVTFQQF1PMWFSJOP DBQP
JOEJTDVTTPEFMMBDBNPSSBEJ
2VBSUP BSSFTUBUPB+FSF[EFMMB
'SPOUFSB JO4QBHOB OFMNBS[P
EFMSJUFOVUPBDBQPEJVO
JNQFSPDIFTQB[JBEBMMFEJMJ[JB 
BMMBESPHB EBMMBMJNFOUBSF
BJSJGJVUJ
/";*0/"-&
*MPUUPCSF MB/B[JPOBMFEJ
DBMDJPBMMFOBUBEB$FTBSF
1SBOEFMMJTJBMMFOBTVMUFSSFOP
EFMMPTUBEJP(JBSSVTTP6O
PNBHHJPBMMB/VPWB2VBSUPQFS
MBMFHBMJU MBTRVBESBBOUJSBDLFU
TFRVFTUSBUBBVOJNQSFOEJUPSF
BDDVTBUPEJMFHBNJDPOJMDMBO

ma la commissione di accesso redige una relazione che induce il


Viminale a parlare di radicata
penetrazione della criminalit
organizzata nellamministrazione comunale. Lo scioglimento
inevitabile. Ci nonostante, i
quartesi cominciano a immaginare un futuro diverso. Un anno
prima, a Jerez de la Frontera in
Spagna, era stato arrestato dai
carabinieri il boss Giuseppe Polverino, a capo di un impero che
spazia dalledilizia, alla droga,
dallalimentare ai rifiuti.
Su impulso del pm Ardituro,
la societ di calcio sequestrata a
un imprenditore accusato di legami con il clan assume la denominazione di Nuova Quarto per
la Legalit e diventa per tutti la
squadra antiracket. Il 14 ottobre
2013, sul terreno dello stadio
Giarrusso, si allena la Nazionale
allenata da Cesare Prandelli. A
Gigi Buffon viene consegnata la
maglietta con scritto La camorra non vale niente. Ma quando
si tratta di andare al voto, Pd e
Forza Italia non riescono a presentare la lista. Per la prima volta in Campania vince il Movimento Cinque Stelle. Una nuova
inchiesta, condotta dal pm Henry John Woodcock rivela che il
pi votato della lista, Giovanni
De Robbio, ha ottenuto il sostegno di un imprenditore delle
pompe funebri, Alfonso Cesarano, sospettato di legami con i Polverino, che aspira alla gestione
dello stadio. Le intercettazioni
fanno emergere anche i ricatti di
De Robbio sul sindaco Rosa Capuozzo. Il resto cronaca di questi giorni. Unaltra giunta al capolinea, e nuove elezioni allorizzonte. Due anni fa - ricorda il
pm Ardituro - Quarto era in diretta tv come simbolo della legalit.
Oggi possiamo parlare di occasione perduta. Speriamo ce ne siano altre.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-&4$&-5&%&*1"35*5*

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

*OVPWJEJSJUUJ



1&34"1&3/&%*1*
XXXQBSUJUPEFNPDSBUJDPJU
XXXTFOBUPJU

i6OJPOJDJWJMJ UFNQPPSNBJTDBEVUPw
*MNJOJTUSPEFMMB(JVTUJ[JB0SMBOEPSJDIJBNBMF$BNFSFBSJTQFUUBSFMFSBDDPNBOEB[JPOJEFMM&VSPQBSMBNFOUP
#SBDDJPEJGFSSPUSBJEFNTVMDBSDFSFQFSDIJSJDPSSFBMMVUFSPJOBGGJUUP#BHOBTDPOPJWFTDPWJVOJUJTVMMBGBNJHMJB
ROMA. Il Pd non trova pace e unit sulle

unioni civili. A poche ore dalla scadenza


del termine per la presentazioni degli
emendamenti, le 13 di oggi, le varie anime dem cercano ancora un compromesso che metta in sicurezza il cammino della legge Cirinn. Matteo Renzi, intanto,
dice che lItalia lunico paese Ue che
non ha una legge sulle unioni civili, e noi
vogliamo che ci sia. Poi per spiega che
le le modalit dipendono dal dibattito
parlamentare; il governo in questa vicenda non interviene, rispetta il dibattito parlamentare. Il premier aggiunge
anche di essere contrario allutero in af-

fitto e che sulle adozioni ci vuole grande prudenza, grande buon senso, il valore devessere la continuit affettiva del
bambino.
La minoranza dem per chiede un intervento di Renzi come segretario del
Pd e vuole che la riunione della Direzione, convocata per oggi alle 17, discuta il
problema e prenda una decisione. Una
richiesta che per non convince neanche Pier Luigi Bersani : Discussione?
Non abbiamo fatto nessuna vera discussione, su questo e su altri temi. La Direzione dove si parla cinque minuti un
formalismo.

*MNJOJTUSP"OESFB0SMBOEP

Il problema per va risolto e arriva un


invito pressante al Parlamento anche
dal ministro della Giustizia Andrea Orlando: Il Senato e la Camera lo risolvano come credano, ma risolvano il tema
che ci segnala Strasburgo sul riconoscimento dei diritti di alcuni cittadini, dice il Guardasigilli. Tra gli ostacoli, sul tavolo resta lemendamento dei cattolici
dem contro lutero in affitto anche se
praticato allestero. E sui 30 firmatari,
che propongono il carcere, non sembrano produrre risultati le pressioni per farlo ritirare. Ci prova la relatrice Cirinn
che prospetta diverse modifiche che mi-

rano a recuperare anche lappoggio dei


centristi. Ma questa ipotesi rischia di
rompere lasse con i grillini, disposti a votare la legge, ma a patto che non venga
modificata. Il problema dei voti in aula
sui temi caldi si presenter comunque
perch sono in arrivo 5 mila emendamenti della Lega che toccano i temi caldi che dilaniano il Pd.
La vicenda anima anche il dibattito
nella Cei. Ma il cardinale Bagnasco dice
che non ci sono divisioni e tutti i vescovi
sono uniti e compatti nel promuovere e
sostenere il patrimonio universale irripetibile che la famiglia.

-&94*/%"$0%*30."

i1SJNBSJFJQPDSJUF JPOPOQBSUFDJQFS
FB3PNBJM1EOPOQSFTFOUJJMTJNCPMPw

*(/";*0."3*/0

ARO Direttore,

le primarie sono uno


straordinario strumento
di partecipazione e di democrazia. Io stesso vi ho preso parte
per ben due volte: nel 2009 contro Pierluigi Bersani e Dario
Franceschini, per la carica di segretario del Pd, e nel 2013,
quando venni scelto come candidato sindaco di Roma, staccando di quasi 30 punti David
Sassoli e di 40 Paolo Gentiloni.
A quelle consultazioni, avvenute meno di tre anni fa, parteciparono pi di 100 mila romani,
che mi scelsero con oltre il 55%
dei voti. Immediatamente dopo mi dimisi da senatore per
correre senza alcun paracadute.
Ma le primarie hanno un senso a patto che chi le propone e
chi vi partecipa ne rispetti il valore e poi lesito. Se si calpesta
la scelta dei cittadini, com successo a Roma, si svuota il significato stesso di quelle consultazioni. Per questo ho trovato
sconcertante la decisione del segretario del Pd, Matteo Renzi,
di indire nonostante tutto le primarie per la candidatura a sindaco di Roma. Mi chiedo come
possa Renzi non vedere il danno arrecato al Pd e allistituto
stesso delle primarie dalle sue
decisioni e pensare di andare
avanti come se niente fosse.
Non capisco come ritenga credibile chiedere alle elettrici e agli
elettori romani di sacrificare
una domenica mattina, mettersi in coda, versare i due euro e
indicare il nome del proprio candidato sindaco, dopo che egli
ha eliminato con un atto di forza chi quelle primarie aveva vinto lultima volta.
Il Presidente del Consiglio
non si rende conto che con la
sua interferenza sullAmministrazione cittadina, interferenza che in altri casi egli stesso ha
definito inaccettabile perch
il sindaco lo eleggono i cittadini, ha reso le primarie, almeno
a Roma, un rottame inutilizzabile. Convocando gli assessori
della Giunta nella sede del Partito Democratico per imporgli
di dimettersi e costringendo
tutti i consiglieri comunali del
Partito Democratico ad allearsi
con la destra e a rimettere in
blocco il mandato da un notaio,

con il solo scopo di provocare la


caduta del sindaco, Renzi e chi
lo rappresenta a Roma hanno
violato letica di una sana politica e il rapporto di fiducia
-" fra il Pd e i
-&5 suoi sosteniche il 7
5& tori,
aprile 2013
3" affidarono a
me lonore
di candidarmi alle elezioni che
poi vinsi con il 64% dei voti.
Rotto quel patto, le primarie
non hanno pi alcun valore, perch il loro esito pu essere capo-

*HOB[JP.BSJOP FYTJOEBDPEJ3PNB

*-1&340/"((*0

-"//6/$*0

'BTTJOBDJSJQFOTB
i1PUSFJDPSSFSF
DPOUSP(JBDIFUUJw

*DBOEJEBUJEFM1D
QFSMFHSBOEJDJUU
i7FSJDPNVOJTUJw

ROMA. Stefano Fassina lancia


dieci condizioni per accettare
di partecipare alle primarie
di Roma. Il candidato di
Sinistra italiana ha scritto sul
blog dellHuffington Post
una lettera aperta al
candidato pd Roberto
Giachetti. Guardiamo al
futuro - scrive Fassina -. Per
fare le primarie insieme,
necessario condividere punti
fondamentali di
programma. Tra questi, il
no allo stadio della Roma a
Tor Di Valle, la permanenza
della Tasi per le abitazioni di
maggior valore, investire le
risorse previste per ospitare i
giochi olimpici del 2024 in un
programma alternativo per
la mobilit sostenibile.

ROMA. Ci saranno candidati

sindaci comunisti nelle


grandi citt che vanno al
voto in primavera. Li
presenter il Partito
comunista (che ha per
simbolo falce, martello e
stella bianchi in un quadrato
rosso) guidato da Marco
Rizzo. Il leader lancer la
sfida a Piero Fassino a
Torino, mentre a Milano
correr linsegnante Tiziano
Tussi. Nella arena romana il
Pc presenter Alessandro
Mustillo, segretario della
Giovent comunista,
mentre a Napoli si candida
loperaia Nunzia Amura.
Tutti correranno allinsegna
dello slogan Tornano i
comunisti, quelli veri.

volto per ordine del vertice del


partito. Dir di pi: il Pd a Roma
non dovrebbe nemmeno partecipare con il proprio simbolo alle elezioni amministrative del
2016. Troppo lacerante stata
leliminazione del sindaco scelto dagli elettori, troppo contraddittori i comportamenti e le dichiarazioni dei vertici del Pd,
troppo pretestuose e in malafede le giustificazioni. Troppo evidente linganno perpetrato ai
danni delle cittadine e dei cittadini di Roma, troppo lampanti i
benefici delle lobby e dei potentati. Eliminando il sindaco, i

consiglieri del Pd hanno eseguito un ordine del capo, e forse


qualcuno ne beneficer personalmente, ma hanno destinato
il Pd alla dannazione politica.
Almeno a Roma, almeno per
questa tornata elettorale, oggi
il Pd ormai diventato il problema e non la soluzione.
Non a caso, si susseguono in
questi giorni indiscrezioni su
candidati del Partito Democratico alle primarie romane. Molte persone si sono rifiutate. Il vicepresidente della Camera dei
Deputati, con le spalle coperte
dal suo ruolo di garanzia istituzionale, ha alla fine ceduto ed
ha dato, seppur malvolentieri,
la propria disponibilit. Ma non
lascer il suo incarico parlamentare, a riprova che non ci crede
nemmeno lui fino in fondo, perch facile candidarsi quando
si ha un paracadute doro sulle
spalle.
Non sorprende tuttavia che
nessun esponente di spicco del
Pd abbia finora accettato la sfida. Candidarsi per ordine di
Renzi significherebbe accettare una logica secondo cui, in caso di vittoria, a governare Roma sar il capo del partito e del
governo, mentre il sindaco sar
ridotto a una sorta di commissario esecutore.
Con la sua sciagurata gestione, la credibilit del Pd romano
ha subito e inferto un grave
danno: la pretesa di giocare un
ruolo da protagonista in questa
fase non oggettivamente credibile.
Ma il partito ha ancora margini per dare un contributo, se
avr il coraggio e lonest di ammettere il grave abuso commesso e di compiere un gesto di seriet, umilt e di lungimiranza.
Solo cos potr aiutare le forze
civiche di Roma a trovare la motivazione necessaria per dire
no allavanzata del Movimento
5 Stelle che si propone come
raccoglitore del malcontento e
della protesta, ma che appare
privo, almeno per ora, di un candidato.
Per concludere, caro Direttore, molti in queste settimane
mi hanno chiesto cosa far io.
Posso solo dire cosa non far, e
cio: non parteciper alle primarie del Partito Democratico.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



.0/%0

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-FNFSHFO[BNJHSBOUJ

1&34"1&3/&%*1*
XXXXFGPSVNPSH
XXXGUDPN

4DIFOHFO M&VSPQBQFOTBBVOPTUPQ
"MMBSNFEFJHPWFSOJi*OQSJNBWFSBOVPWBPOEBUBw"ODIFMB(FSNBOJBDIJFEFSTPMEJBJQSPGVHIJQFSMFTQFTF
'SBTJTIPDLEFMMJNBNEJ$PMPOJBi7JPMFO[FEJ$BQPEBOOPDPMQBEFMMFEPOOF BWFWBOPNFTTPJMQSPGVNPw
%"-/04530*/7*"50
."3$01"/"3"
DAVOS. Otto settimane per
prendere il controllo del flusso
dei rifugiati e un Piano Marshall miliardario a favore delle
regioni dalle quali provengono.
Nelle prime tre settimane di
gennaio 35 mila rifugiati sono
partiti dalla Turchia e hanno attraversato lEgeo diretti in Grecia, e siamo in pieno inverno
ha detto ieri al World Economic
Forum di Davos il primo ministro olandese Mark Rutte
con la primavera questi numeri
si moltiplicheranno e questo fissa il tempo che abbiamo a disposizione: 6-8 settimane. Due mesi per far funzionare bene laccordo tra lUnione Europea e la
Turchia e per rinforzare i centri
di accoglienza in Grecia e in Italia. Lidea del Piano Marshall, i
finanziamenti Usa per ricostruire lEuropa dopo la guerra, invece del ministro delle finanze
tedesco Wolfgang Schuble:
Dobbiamo investire rapidamente miliardi nei paesi dai
quali provengono i rifugiati.
Tutti i problemi che ci sono in
Africa e in Medio Oriente sono
anche nostri.
Il problema incrocia diversi
piani. Se viene riconosciuto lo
0,2 della clausola dei migranti
bene, domani mattina firmiamo per i tre miliardi alla Turchia, ha ribadito ieri il premier
Matteo Renzi intervenuto a 1PS
UBB1PSUB, mentre a Bruxelles

4DIVCMFi4FSWFVO
1JBOP.BSTIBMMw/VPWP
OBVGSBHJPB4NJSOF
BMNFOPNPSUJ
si riaffaccia sulla scena lipotesi
di raccomandare la reintroduzione dei controlli alle frontiere
interne di Schengen fino a due
anni. Intanto nel mar Egeo si
continua a morire: le vittime sono almeno 12, tra cui 3 bambini, in un naufragio avvenuto al
largo di Smirne.
Il primo piano dellemergenza evitare che i rifugiati in Turchia si riversino subito verso
lEuropa. A questo punta laccordo tra lUnione Europea e la
Turchia, che dovr essere rapidamente implementato. Il secondo quello di controllare lEgeo e contrastare il traffico di
esseri umani. Ieri anche due
Lnder tedeschi(Baviera e Baden-Wrttemberg) hanno annunciato che tratterranno i beni dei profughi per pagare i costi dellintegrazione, come Svizzera e Danimarca. Il terzo passaggio laccoglienza dignitosa, la certezza dellidentificazione e la richiesta dellasilo. Su
questultimo tema le tensioni
sono fortissime. Si discute
sullapplicazione o sulla modifica del Trattato di Dublino, che
stabilisce che i rifugiati possano chiedere lasilo sono nel paese di arrivo in Europa, quindi lI-

talia per i rifugiati provenienti


prevalentemente dalla Libia, la
Grecia e lUngheria per quelli
in arrivo dalla Siria e dallIraq.
Di fronte al cambiamento di
scala del fenomeno c una proposta di modificare quellarticolo del trattato, ma ieri il premier inglese David Cameron
ha frenato piuttosto bruscamente.
Intanto in Germania polemica per le dichiarazioni di un
imam di Colonia. Le aggressioni di Capodanno - ha detto in
unintervista a una tv russa - sono anche colpa delle donne: se
ne vanno in giro mezze nude e
profumate.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

"3"#*"4"6%*5"

i$SFBOPPEJPw
*M(SBO.VGUJ
QSPJCJTDF
HMJTDBDDIJ
*40$$034*
*MTPDDPSTPEJ
BMDVOJNJHSBOUJ
*FSJBMMBSHPEJ
4NJSOF 5VSDIJB 
BMNFOPJNPSUJ

3&/;0(60-0

L GRAN Mufti dellArabia

saudita, Abdulaziz
al-Sheikh, emana una
fatwa in cui proibisce luso
degli scacchi. Prima di lui
divieti simili sono stati
emessi da dottori della
Legge sunniti o grandi
ayatollah sciiti. Non
esistono IBEJUI, detti del
Profeta, in materia gli
scacchi nascono in area
indiana nel VI secolo e
giungono nel mondo
islamico successivamente
attraverso i persiani
dunque i responsi, come
quando manca una precisa
norma in merito nella
sharia, arrivano attraverso
luso dellanalogia, una delle
fonti del diritto islamico.
La Torre o il Re, lAlfiere o
la Regina, vengono cos
banditi mediante il loro
accostamento a altre forme
di gioco ritenute illecite:
come quelle dazzardo,
severamente vietate. O
perch distraggono dai
doveri. Il gioco, tanto pi se
si dilata nel tempo anche
se non certo come in un
incontro tra Fischer e
Spassky - induce a
trascurare gli obblighi della
fede, come la preghiera
cinque volte al giorno in
orari stabiliti o la famiglia. O
ad allontanarsi dal pensiero
di Dio: anche se non
escluso che Allah venga
spesso invocato magari
perch faccia fare scacco
mediante lardita mossa del
Cavallo. O a generare, come
afferma lo stesso Al-Sheikh,
odio tra giocatori.
Tre delle quattro
principali scuole giuridiche,
le vere custodi
dellortodossia religiosa in
unorganizzazione
socioreligiosa che, almeno
nel maggioritario ramo
sunnita, non ha clero,
ritengono il sedersi alla
tavola quadrata in bianco e
nero illecito (IBSBN). Tanto
pi quella hanbalita, la pi
rigida delle scuole, che, non
a caso, ispira il
wahhabismo, corrente
religiosa cui aderisce anche
il Gran Mufti saudita, noto
per responsi
particolarmente severi in
materia di pena di morte e
legge del taglione.
A noi non resta che
pensare che, con quel
divieto imperante, non
avremmo mai letto La
difesa di Luzin di Nakobov
o il Murphy di Beckett o
Attraverso lo specchio di
Lewis Carroll. Quando si
dice ozio...
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

.0/%0

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 



1&34"1&3/&%*1*
XXXUVOJWJTJPOTOFU
XXXMBQSFTTFUO

5VOJTJB$JORVFBOOJEPQPMBDBEVUBEJ#FO"MJ MBNPSUFEJ3JEIBIBQSPWPDBUP

OVPWFUFOTJPOJOFMMBDJUUDVMMBEFMMBSJWPMUB*MTPHOPVOMBWPSPEJHOJUPTP*MHPWFSOPIB
HBSBOUJUPOVPWJJNQJFHIJ NBOFTTVOPDJDSFEFi1FSDIEPWSFNNPEJSFOPBMM*T w
/FHMJ
BMUSJ
QBFTJ
-FWPDJ
EFHMJBUUJWJTUJ
EFMMFQSPUFTUF
DIFBDDFTFSP
MBTQFSBO[B
EFHMJBSBCJ
&(*550

*MQVHOPEFMSFHJNF
OPODBODFMMBJMGVUVSP
*/'*"..&
1PTUJEJCMPDDP
DPODPQFSUPOJ
CSVDJBUJ
OFMDFOUSP
EJ,BTTFSJOF

5SBJHJPWBOJEJ,BTTFSJOF
i5SBEJUFMFQSPNFTTF
PSBVOBMUSB1SJNBWFSBw
%"-/04530*/7*"50
(*".1"0-0$"%"-"/6

40."-*"

"55"$$0".0("%*4$*0
"MNFOPUSFQFSTPOF
TPOPTUBUFVDDJTF
FBMUSFDJORVFTPOP
SJNBTUFGFSJUFEPQP
DIFVOBVUPCPNCB
FTQMPTBEJGSPOUF
BMSJTUPSBOUFi-JEP
4FBGPPEwEFM
i#FBDI7JFX)PUFMw
TVMMBTQJBHHJBEFMMB
DBQJUBMFTPNBMB
.PHBEJTDJP-BUUBDDP
TUBUPSJWFOEJDBUP
EBJUFSSPSJTUJJTMBNJDJ
EJ"M4IBCBC
DPOVONFTTBHHJP
USBTNFTTPEBi3BEJP
"OEBMVTw1PDPEPQP
MFGPS[FEJTJDVSF[[B
TPNBMFIBOOP
DBUUVSBUPJMMFBEFS
EFMDPNNBOEP IB
BGGFSNBUPVOBGPOUF
EFMMJOUFMMJHFODF
TPNBMBSJQPSUBUB
EBMTJUPEJi7PJDF
PG"NFSJDBw

KASSERINE (TUNISIA). Quando il ragazzo con il giubbotto blu sale sulla balaustra del primo piano, la folla al governatorato di Kasserine
grida di orrore. Il giovane ha in mano una bottiglia di alcol, fa in tempo a rovesciarsene met sul cappelletto lavorato a maglia e sulle spalle, poi una mano gliela spinge via,
unaltra gli strappa laccendino,
braccia disperate gli impediscono
di buttarsi. Non cambia nulla, sono gi morto, grida il ragazzo, avvinghiato a una colonna. Poi gli
amici riescono a tirarlo gi, lo portano via.
Nel cortile, in mezzo alla gente
attonita, c anche il padre di Ridha Yahyaoui, il ventiseienne fulminato dallalta tensione la settimana scorsa mentre minacciava di
buttarsi assieme ad altri disoccupati. Luomo stringe sotto braccio il ritratto del figlio, quasi nascosto perch, dice, non vuole causare ancora disordini. Ma la rabbia di Kasserine non ha bisogno di nuovi stimoli. Altri disoccupati tentano di darsi alle fiamme davanti agli uffici
delle autorit locali, la sera si replica il copione degli scontri: sassate
e lacrimogeni nel cortile del governatorato, copertoni incendiati nel
crocicchio della piazza centrale. E
il fuoco della contestazione si propaga a Jendouba, a Beja, a Skhira,
a Sidi Bouzid, lambendo persino il
centro della capitale. I feriti sono
decine, un poliziotto resta ucciso.
Nellangolo pi sfortunato della
Tunisia il tempo sembra tornato a
prima del 2011. Sono passati cinque anni dalla fuga di Ben Ali e la

3".:%&"#&4

Sono passati quasi


cinque anni dalla
Rivoluzione di Piazza
Tahrir. Il suo spirito si
perso in un tunnel nero
e i giovani che lhanno
fatta perdono terreno
tutti i giorni man mano
che il regime mostra il
suo pugno mettendoli
in prigione. Ma la
rivoluzione ancora viva
nei cuori di noi giovani
che sogniamo ancora
un Egitto migliore.
 BUUJWJTUBEJ5BISJS
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-*#*"

$IFGBUJDBUVUUJJHJPSOJ
QFSMFOFDFTTJUEJCBTF
/"%"&-'&*563*

prima rivolta della Primavera araba, lunica scampata al fondamentalismo, rischia di tornare al punto
di partenza. Il tema delle rivendicazioni sempre il sogno di un lavoro
dignitoso. La disoccupazione sopra il 15 per cento, in provincia supera il 30. Cos anche il luogo del
malcontento lo stesso, il centro
sottosviluppato del paese. Ieri era
la Sidi Bouzid che ha visto il sacrificio di Mohamed Bouazizi, oggi la
Kasserine del martire Rizha.
Qui gli ulivi lasciano il posto a fichi dIndia e agavi, quasi a togliere
ogni illusione sulla generosit della terra. Le rovine romane di Sbetla parlano di grandiosit, ma suggeriscono solo rimpianti. Sui muri
di periferia, la scritta in inglese

We are the revolution, la rivoluzione siamo noi, sbiadisce. E dopo


la speranza, la delusione pi amara. Munir scoppia in singhiozzi mostrando i curricula dei cinque figli:
Ho cucinato il pane per trentanni, per farli studiare. E devo conti-

4VJNVSJEJQFSJGFSJB
MBTDSJUUBi8FBSFUIF
SFWPMVUJPOwTCJBEJUB
-BEFMVTJPOFBNBSB
nuare, perch sono lunica a guadagnare.
A due passi dal blindato con i soldati che controllano laccesso, sul

-"%&/6/$*"%*i3&16##-*$"503*/0w

'VGFSJUBBM#BSEP iJOWBMJEBBMw
-*OQTGBSFUSPNBSDJBTVMMB#PUUBSJ
TORINO. Da non invalida a invalida al 100 per cento. Giustizia

fatta per Carolina Bottari, limpiegata comunale rimasta ferita a


Tunisi lo scorso 18 marzo nellattentato al museo del Bardo di Tunisi
che provoc 21 morti, tra cui suo marito Orazio Conte. Colpita da un
proiettile che le ha portato via sette centimetri di gamba, Carolina
Bottari costretta a vivere su una sedia a rotelle. Ciononostante la
commissione medico-legale dellInps aveva dichiarato la non
invalidit, basandosi sul giudizio dei medici della Asl che avevano
rivelato solo una frattura alla gamba. Ora le ha finalmente
riconosciuto linvalidit al 100 per cento, dopo che a met
novembre dello scorso anno, in seguito alla denuncia di 3FQVCCMJDB
5PSJOP, ha riaperto la pratica dellimpiegata. Grazie al certificato di
invalidit totale, la Bottari potr prolungare il periodo di assenza per
malattia dal lavoro al Comune, chiedere lindennit di
accompagnamento e una borsa di studio per i tre figli allUniversit.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

cancello c una scritta che recita:


Kasserine Un potenziale enorme e multiple opportunit di investimento. Pochi ci credono, fra i
5mila arrivati dalle sette del mattino al governatorato, con certificati, fotocopie e illusioni. E la richiesta diventa protesta, con gli slogan
di cinque anni fa: Dgage!, vattene! O: Il popolo vuole unaltra rivoluzione, unaltra primavera.
Il governatore si asserragliato
nel suo ufficio, militari in mimetica e giubbotto antiproiettile controllano i dimostranti. Lo ha ribadito il presidente Beji Cad Essebsi: il
diritto a manifestare sacro e va
tutelato. Ma ci vuole pazienza. Dopo la morte del giovane Yahyaoui,
il governo ha promesso cinquemila impieghi pubblici per la gente di
qui. Fra i senza lavoro nessuno ci
crede: molti sarebbero regolarizzazioni di persone gi impiegate,
o lavori con un salario mensile da
fame: 150 dinari, meno di 75 euro.
Per ora limpegno poco specifico,
ma si parla di aiuti a nuovi progetti
economici. Sarebbe perfetto per
Moncef, cinquantenne piccolo editore, che ha chiuso per mancanza
di credito. Lui non si illude: Non so
pi che fare. Sono pronto a rinunciare alla cittadinanza tunisina.
Si contano gli anni di disoccupazione, per lo pi in doppia cifra. Una
madre si lamenta: se le cose stanno cos, perch i ragazzi dovrebbero dire di no al terrorismo? Stando
ai media tunisini, lappello dellintegralismo funziona: sarebbero
sette i giovani arrestati mentre salivano sul monte Chaambi, roccaforte jihadista, pronti ad arruolarsi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

I libici non sono


daccordo su molto in
questi giorni. Ma c una
cosa universalmente
condivisa: la qualit
della vita precipitata
dopo la rivoluzione del
2011. Oltre alla fatica
fisica per conseguire gli
obiettivi pi basilari
giornalieri, o le perdite
di vita, c un altro
concetto astratto che i
libici bramano: una forte
nazione sovrana.
 CMPHHFSEJ#FOHBTJ
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

:&.&/

7JWPEBBOOJUSBJSBJE
NBNJSJGJVUPEJNPSJSF
'"5*."/0."/

Se chiudo gli occhi, i


rumori si fanno pi forti:
spento un senso, si
ravviva laltro. Cinque
anni dopo la primavera
araba, vivo ancora nella
vulnerabilit. Ogni
ricordo dei miei 16 anni
di vita associato
a un raid aereo. Lultimo
anno stato il pi duro,
ma mi ricorda quanto
sono fortunata e quanto
lo sar. Perch mi rifiuto
di morire a causa loro.

CMPHHFSEJ4BOBB
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

*M7BUJDBOP

1&34"1&3/&%*1*
XXXWBUJDBOWB
XXXSFQVCCMJDBJU

-BMFUUFSBEFM1BQB
BMMFQBSSPDDIJF
i-BWBOEBEFJQJFEJ
BQFSUBBMMFEPOOFw
-BSJGPSNBEJ#FSHPHMJP DIFBWFWBHJ
JOGSBOUPMBSFHPMBEVFWPMUF EVSBOUFJMSJUP
EFMHJPWFETBOUPOFMMFDBSDFSJSPNBOF
1"0-030%"3*
CITT DEL VATICANO. Non soltanto uomini o ragazzi, ma adesso,
per volere di Francesco, anche
le donne sono ammesse al rito
della lavanda dei piedi durante
la messa in Coena Domini che la
sera del gioved santo d inizio
al Triduo pasquale ricordando
listituzione delleucaristia. I
pastori della Chiesa possono scegliere i partecipanti al rito tra
tutti i membri del Popolo di
Dio, si legge infatti in un decreto reso pubblico dal Vaticano ieri e firmato dal cardinale Robert Sarah, prefetto della Congregazione per il culto divino e
la disciplina dei sacramenti. Il
decreto segue una lettera inviata dal Papa a Sarah il 20 dicembre 2014.
La decisione non cade dal nulla. Gi da arcivescovo di Buenos
Aires, Bergoglio aveva ammesso donne e ragazze al rito. Cos
fece anche pochi giorni dopo lelezione al soglio di Pietro: il 28
marzo del 2013, nel carcere minorile di Casal del Marmo, fra i
dodici ragazzi scelti per la lavanda cerano due ragazze. E, ancora, lo scorso anno, quando nel
carcere di Rebibbia erano presenti al rito sei donne. Bergoglio
ma con lui anche altri vescovi
nel mondo ha sostanzialmente sempre fatto uno strappo a
una regola in vigore dal 1955:
soltanto dalla riforma dei riti

*MEPDVNFOUPJOWJBUP
BMQSFGFUUPQFSJMDVMUP
i%POBSTJGJOPBMMBGJOF
QFSTBMWBSFJMNPOEPw
della Settimana Santa promulgata da Pio XII si era introdotta
la possibilit per il celebrante di
ripetere il gesto compiuto da Ges con gli apostoli lavando i piedi a dodici uomini.
Ammettere anche le donne
significa entrare con maggior
precisione nel senso del gesto
compiuto da Ges nel Cenacolo,
ovvero, come scrive lo stesso
Francesco nella lettera del
2014, il suo donarsi fino alla fine per la salvezza del mondo,
la sua carit senza confini. Anche il numero degli ammessi al
rito non dovr essere pi obbligatoriamente di dodici, ma un
gruppetto, si legge nel testo
del decreto. Si vuole esprimere
cos ha commentato il portavoce vaticano, padre Federico
Lombardi che il significato
fondamentale del gesto quello
dellamore di Dio per tutti e fino alla fine. E si deciso che
questo debba prevalere rispetto alladerenza storica al ricordo dei dodici apostoli. E ancora: Per il Papa il rito ha un grande significato, come dimostra il
rilievo che gli d ogni anno celebrando la messa in Coena Domini in luoghi di disagio e sofferen-

za.
Padre Lombardi us parole
analoghe anche nel 2013, quando alcuni ambienti tradizionalisti (soprattutto nordamericani) criticarono il Papa per la novit di Casal del Marmo. Ma pro-

*-5&0-0(0

i6OBMUSPNVSP
DIFDBEF
OFMOPNF
EFM$PODJMJPw
CITT DEL VATICANO. Un piccolo

*MQBQBBMMBMBWBOEBEFJQJFEJB$BTBMEFM.BSNPOFM

prio negli Stati Uniti le eccezioni illustri non mancavano: gi


nel 2005 il cardinale Sean
OMalley, oggi membro del consiglio di cardinali che lavora per
la riforma della Chiesa, apr alle
donne. Anche in quelloccasio-

ne piovvero dissensi, ma la Congregazione per il culto divino intervenne in suo favore spiegando che se rimaneva lobbligo liturgico di lavare i piedi ai soli
uomini, il vescovo locale poteva
decidere di fare altrimenti se

questo rispondeva ai bisogni pastorali della diocesi. In ogni caso, con ieri, ogni controversia
non ha pi senso. A conti fatti,
lennesimo importante passo in
avanti di Francesco.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

gesto con un grande significato


simbolico: la salvezza non
soltanto per alcuni, ma per
tutti. Commenta cos Andrea
Grillo, professore ordinario di
Teologia dei sacramenti e
Filosofia della religione presso il
Pontificio Ateneo SantAnselmo
in Roma, la modifica delle norme
liturgiche che disciplinano il
tradizionale rito della lavanda
dei piedi.
Nel 2013, dopo che il Papa
ammise al rito due donne, vi
furono polemiche. Perch?
Vi fu qualche mormorio
semplicemente perch le
rubriche non lo permettevano.
Si era ancora fermi alle norme
del 1955 e per un certo mondo le
donne vicino allaltare erano un
qualcosa di inammissibile. Ma
Francesco fece vedere una cosa
importante: le norme hanno
senso se obbediscono a un
disegno pi grande che , in
concreto, lannuncio della
salvezza per tutti.
Nella lettera del 2014 il Papa
dice che bisogna restituire pieno
significato al segno.
Lo scrive il Papa e in sostanza la
cosa ripetuta anche nel
decreto: ridare significato al
segno unespressione gi
presente nella riforma liturgica
del Concilio Vaticano II. Occorre
tornare al senso originario della
lavanda dei piedi, ovvero la
totale dedizione di Cristo, ma
anche lestensione della sua
carit senza confini. Tutto ci
sinserisce profondamente in ci
che Francesco ripete sempre, la
necessit di una misericordia
che non trova pi confini, in
questo caso i confini formali che
limitavano la lavanda soltanto ai
maschi. I limiti sono superati. La
simbologia forte: la salvezza
non per alcuni ma per tutti.
Francesco, in questo senso,
applica fino in fondo il Concilio?
Certamente il suo un atto che
indica una linea di fedelt al
Concilio. La liturgia
certamente obbedienza alle
norme, ma anche il
riconoscimento che le norme
rispondono a un disegno pi
grande, appunto lannuncio
della salvezza. Se il Papa avesse
invece semplicemente obbedito
alle rubriche, avrebbe tradito la
tradizione. Invece superare la
rubrica significa adeguarla ai
tempi, renderla attuale e,
dunque, vivibile. a tutti gli
effetti un altro muro formale che
viene abbattuto in nome di una
logica pi profonda. Su questa
base altre normative potranno
cambiare, ad esempio la
possibilit del canto al momento
dello scambio della pace, una
possibilit che oggi ancora un
abuso.
anche una visione maschilista
della Chiesa che viene a cadere
secondo lei?
Non direi cos. Si tratta
semplicemente di cambiare
delle rubriche che
precedentemente parlavano al
maschile escludendo le donne.
Adesso oltre alle donne sono
ammessi tutti: giovani, anziani,
sani, malati e anche, come ha
dimostrato il Papa in questi tre
anni, i peccatori. Ed una novit
importante se si pensa al fatto
che la stessa lavanda dei piedi
non soltanto carit ma
iniziazione: Cristo lascia una
consegna di ci che la
comunione col Padre. 
QS

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

$30/"$"

*16/5*

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-BQPMFNJDB

1&34"1&3/&%*1*
XXXBTBQTJU
XXXDBNFSBJU

-"1301045"
-BSBDDPMUBEJGJSNF
QFSVOBMFHHFDIF
QSFWFEBJMSFBUPEJ
PNJDJEJPTUSBEBMF
QBSUFBOOJGBB
'JSFO[F*O*UBMJB 
NPSUJMBOOP

-"3*'03."

-&.&/%".&/50
2VFMMPQSFTFOUBUP
EB'*FWPUBUPJFSJ
QSFWFEFDIFOPO
WFOHBBSSFTUBUP
JMHVJEBUPSFDIF
TPDDPSSFJMGFSJUP
EPQPMJOWFTUJNFOUP

*3*.1"--*
0SBJMEJTFHOP
EJMFHHFWFSS
SJOWJBUPBM4FOBUP
QFSMBRVJOUB
SJMFUUVSB*FSJ
BWSFCCFEPWVUP
EJWFOUBSFMFHHF

"EEJPBJGPSFTUBMJ
BTTPSCJUJQFSMFHHF
EBJ$BSBCJOJFSJ

4DJWPMPOFEFMHPWFSOP
TVMMPNJDJEJPTUSBEBMF
TJSJQBSUFEBM4FOBUP

ROMA. Addio al Corpo forestale,

da ieri assorbito per legge


dallArma dei carabinieri. Il consiglio dei ministri, su proposta
del ministro per la Pubblica amministrazione Madia, ha approvato, in esame preliminare, il
decreto legislativo per la razionalizzazione delle funzioni di
polizia e lassorbimento del Corpo forestale dello stato.
Nello specifico, il decreto
provvede alleliminazione delle
duplicazioni delle funzioni e alla gestione associata dei servizi
comuni. Lassorbimento del
Corpo forestale nellArma dei
carabinieri previsto con lobiettivo di dare unitariet e pi
forza anche alla funzione di controllo sul territorio valorizzando la specialit agroambientale. E intanto con il decreto si introduce in Italia il 112 europeo,
un numero unico per le emergenze.

1BTTBMBQSPQPTUBEJ'JOPBMMBSSFTUPEFMQJSBUB
DIFTPDDPSSFMBWJUUJNB*M1EOPOWPUPQPMJUJDP
$"5&3*/"1"40-*/*
ROMA. Doveva essere il gran gior-

no, quello in cui lomicidio stradale diventava finalmente legge.


Una norma da applicare subito
per mettere fine alla strage quotidiana che conta in Italia 3900
morti sullasfalto ogni anno. E invece no, non ancora. Il governo
stato infatti battuto col voto segreto, finendo sotto alla Camera
(247 si e 219 no) su un emendamento presentato da FI e che ha
visto arrivare anche molti voti
dalla maggioranza. Il testo approvato evita larresto immediato
al conducente che si fermi, soccorra chi ha investito e si metta
immediatamente a disposizione
dellautorit giudiziaria. E cos
ora il ddl dovr fare un nuovo passaggio al Senato, quando i giochi
sembravano fatti.
A cambiare le carte in tavola,
una divisione interna alla maggioranza che si trascinata in
questi mesi. Una diversa visione,
non un giudizio politico, tengono

a sottolineare in casa Pd. stata


solo una lettura superficiale della legge, in molti sono cascati negli argomenti sollevati in maniera infondata dalle opposizioni,
spiega il capogruppo Ettore Rosato, che parla di voto sul merito,
non politico e tantomeno di correnti interne al Pd.
La sconfitta, invece, secondo
lopposizione, apre un problema politico, visto il numero di
deputati Pd e di maggioranza
che hanno votato lemendamento. E soprattutto brucia al governo e al premier Renzi che, nel
2010, allepoca sindaco di Firenze, fu tra i primi firmatari della
proposta di legge popolare per listituzione di questo reato.
Ma andiamo con ordine. La Camera ieri pomeriggio ha approvato con 346 voti il disegno di legge
che introduce il reato di omicidio
stradale. La norma non sar per
immediatamente attuabile. Poche ore prima, infatti, il governo
era stato battuto sullemendamento. In aula, ad assistere alla

-"453"(&
0HOJHJPSOP
NVPJPOPJO*UBMJB
EJFDJQFSTPOF
WJUUJNFEJ
JODJEFOUJTUSBEBMJ

votazione cerano le associazioni


dei familiari di vittime dei pirati
della strada. Le stesse che si battono da tempo in favore della riforma. Erano arrivate a Montecitorio sicure di avere in tasca la
legge. Invece hanno assistito stupefatte alle grida di gioia di chi
dai banchi dellopposizione festeggiava lapprovazione dellemendamento e lo scivolone del
governo, ritrovatosi in minoranza col voto segreto malgrado
avesse dato prima del voto parere negativo. Unesultanza vergognosa davanti ai familiari delle vittime, dice Marina Fontana, il cui marito morto in un incidente stradale due anni fa.

*-1&340/"((*0

#Omicidiostradale, si rimanda
ancora grazie a tanti parlamentari che pensano ai colpevoli e mai
alle vittime il tweet polemico
dellassociazione Lorenzo Guarnieri, fondata dai genitori di un
ragazzo fiorentino ucciso proprio
da un pirata.
La sconfitta della maggioranza ha portato lopposizione, per
voce del capogruppo FI Renato
Brunetta, a invocare la crisi. Su
questo stesso provvedimento il
governo aveva posto la fiducia al
Senato. Quindi si evidenziato
che appena c il voto segreto
non c pi la maggioranza. Marotta di Ap, come molti del Partito democratico, sottolinea:

stato un voto di merito, non politico. Mentre Vittorio Ferraresi


del M5S non crede ci sia una crisi di governo. Quella approvata
una modifica di buon senso, ma
si arrivati a questo per colpa
dellarroganza della maggioranza, che ha fatto perdere tempo.
Il Partito democratico, nonostante le divisioni interne che
hanno portato al ko, non ci sta a
incassare le accuse: Lemendamento inutile, cera gi scritto
nel disegno di legge che non obbligatorio larresto per lesioni
stradali colpose causate sotto alcool o droghe. Troppo tardi, ora
si ricomincia.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-#"/%07*"-*#&3"%"-$%.*/"33*70*-130'%*5"-*"/01&3(-*453"/*&3*

1SPWBTDSJUUBJOJOHMFTF
BMDPODPSTPQFSMBTDVPMB
$033"%0;6/*/0
ROMA. La prima settimana di feb-

braio il bando del concorso per


docenti sar nero su bianco. Ieri
il Consiglio dei ministri ha approvato la revisione delle classi di
concorso, le materie, e ora la prova pu partire. La selezione 2016
avr una platea di 200 mila aspiranti insegnanti, ne entreranno
63.712: uno su tre. I bandi saranno tre, solo per abilitati: per medie e superiori, per infanzia ed
elementari e per il sostegno. Prova scritta a marzo: otto domande, due in inglese, 150 minuti a
disposizione per rispondere. Orali a giugno: una lezione di 45 minuti davanti alla commissione
esaminatrice in cui si dovr spiegare anche il metodo scelto per
insegnare. Per diverse materie
tra queste musica, design, arti
scultoree, arti grafiche ci sar
una terza prova di laboratorio da
svolgere in 8-10 ore. Non ci saranno test selettivi.
possibile che i numeri che riguardano il comparto infanzia-elementari facciano s che i
vincitori del concorso 2016 di
questa fascia entrino in cattedra
solo nel settembre 2017, lasciando spazio ai 1.720 idonei del concorso 2012 ancora da sistemare
e a una parte dei precari delle



*MDPODPSTPEFM

*MCBOEPOFSPTVCJBODP
MBQSJNBTFUUJNBOB
EJGFCCSBJP*OCBMMP
RVBTJNJMBQPTUJ
Gae dinfanzia.
Il bando dovrebbe prevedere
40 punti per lo scritto, 40 per lorale. Sui restanti venti punti peseranno il dottorato di ricerca e le
certificazioni internazionali sulle quattro lingue straniere (inglese, francese, spagnolo e tedesco). Chi ha fatto un tirocinio abilitante, i cosiddetti Tfa, e chi ha
gi insegnato in classe avr punteggi aggiuntivi.

Le classi di concorso riformate


passano da 168 a 114, undici sono nuove. Vengono accorpate
elettronica ed elettrotecnica. Nascono Scienze e tecnologie della
calzatura e della moda, Scienze e
tecnologie della logistica, Storia
della musica, Strumento musicale, Tecnica della danza classica.
Gli ingegneri, per esempio, potranno concorrere allinsegnamento della matematica e delle
scienze in tutte le scuole secondarie di primo grado e insegnare la
sola matematica al liceo e negli
istituti tecnici.
Il concorso prevede lassunzione di 17 mila maestri elementari, tremila docenti di lingue,
4.700 tra matematica, fisica e
scienze. Ci saranno 500 insegnanti di lingua italiana dedicati
ai ragazzi stranieri, oggi il 10 per
cento degli studenti in Italia. Il
premier Matteo Renzi: Serviranno tre anni per avere una scuola
normale. La strada intrapresa,
per, quella giusta. Nessun governo ha mai fatto questi investimenti nellistruzione. Il ministro dellIstruzione Stefania
Giannini: Le riforme non si fanno schiacciando un bottone, dobbiamo chiedere ai dirigenti scolastici di assumersi pi responsabilit per realizzare lautonomia.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA - ESTRATTO


1. Amministrazione aggiudicatrice: Fondazione Idis Citt della
Scienza, , Via Coroglio 57 e 104, c.a.p. 80124, Napoli, tel. 0817352227,
Fax. 0817352280, pec. idis@legalmail.it, email bandoplanetariocorporea@cittadellascienza.it, 2. Oggetto: Procedura aperta ai sensi del
D.Lgs. n. 163/2006 per la progettazione, la fornitura, e messa in esercizio del dome planetario digitale di corporea. 3. Importo appalto: Limporto complessivo dellappalto, ai sensi dellart. 29 comma 1 D.Lgs.
163/2006, posto a base di gara pari ad euro 1.100.000,00, al netto
dell'I.V.A. 4.Documentazione: direttamente scaricabili dal profilo di
committenza: http://www.cittadellascienza.it/bandoplanetariocorporea/
5. Termine presentazione offerte: entro le ore 13:00 del 26 Febbraio
2016. 6. Apertura offerte (seduta pubblica): veggasi gli elaborati di
gara. 7. Criterio aggiudicazione: offerta economicamente pi vantaggiosa 8. Responsabile del procedimento: Arch. Carla Giusti

BANDO DI GARA A PROCEDURA APERTA - ESTRATTO


1. Amministrazione aggiudicatrice: Fondazione Idis Citt della Scienza, , Via
Coroglio 57 e 104, c.a.p. 80124, Napoli, tel. 0817352227, Fax. 0817352280,
pec. idis@legalmail.it, email bandoallestimenticorporea@cittadellascienza.it,
2. Oggetto: Procedura aperta, per accordo quadro, ai sensi del D.Lgs. n. 163/2006
per la progettazione, la fornitura, posa in opera e messa in esercizio dei contenuti
espositivi di Corporea, Museo Virtuale del Corpo Umano. 3. Importo appalto:
Limporto complessivo dellappalto, ai sensi dellart. 29 comma 1 D.Lgs.
163/2006, posto a base di gara pari ad euro 4.000.000,00, al netto dellI.V.A.
4.Documentazione: direttamente scaricabili dal profilo di committenza:
http://www.cittadellascienza.it/bandoallestimenticorporea/ 5. Termine presentazione offerte: entro le ore 13:00 del 15 Marzo 2016. 6. Apertura offerte (seduta pubblica): veggansi gli elaborati di gara. 7. Criterio aggiudicazione: offerta
economicamente pi vantaggiosa 8. Responsabile del procedimento: Arch.
Carla Giusti

5FOUBUBFTUPSTJPOF
OVPWBJODIJFTUB
DPOUSP1JFUSP.BTP
VERONA. Per leredit nel 1991

uccise i genitori. E per leredit


oggi Pietro Maso stato denunciato dalle due sorelle Nadia e
Laura per tentata estorsione.
Le sorelle di Pietro Maso hanno mandato una lettera-esposto dicendo che il fratello continua a chiedere soldi ha spiegato il procuratore di Verona, Mario Giulio Schinaia, che ha ricevuto la lettera-esposto delle
due donne ed lo stesso che
rappresent laccusa nel processo di primo grado a Maso.
La pericolosit di questa situazione, spiega Schinaia, pu essere desunta proprio dal passato di Maso, 44 anni, che per soldi non esit a massacrare i genitori Quando una richiesta del
genere la fa chi si gi macchiato di un delitto - continua Schinaia - si considera questo soggetto come pi pericoloso di altri.

-*/%"(*/&

'BMTPBUUBDDP*TJT
TDPQFSUPIBDLFS9
EJ"OPOZNPVT
AOSTA. Lo scorso 28 dicembre il
gruppo di hacker Anonymous
diffuse in rete un video in cui annunciava di aver sventato un attentato progettato dallIsis a Firenze. Quellattentato, in realt, era completamente inventato e ieri la Polizia Postale ha svelato lidentit del membro di
Anonymous noto finora come
X. Si tratterebbe di Marco Mirabello, 29 anni, un esperto informatico di Aosta che per ha
negato ogni responsabilit dopo aver subito la perquisizione
della polizia a casa: Io sono solo
una pedina che mossa allinterno di Anonymous ha dichiarato. La notizia dellattentato,
in un periodo di tensione dopo
la strage di Parigi e durante le
feste natalizie, era stata ripresa
da molte testate giornalistiche
e aveva causato spavento nel
Paese. Ma Anonymous ne aveva subito negato la paternit.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



$30/"$"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-JODIJFTUB

1&34"1&3/&%*1*
XXXCBODBFUSVSJBJU
XXXSFQVCCMJDBJUDSPOBDB

i3PTTJJOEBHTV#PTDIJ
QPJOFHEJDPOPTDFSMPw
&JM$TNSJBQSFJMDBTP

-&5"11&

-"$0/46-&/;"
/FMOPWFNCSF
JMQSPDVSBUPSFEJ
"SF[[P3PCFSUP
3PTTJPUUJFOFVOB
DPOTVMFO[B OPO
SFUSJCVJUB
EBM
%JQBSUJNFOUPBGGBSJ
MFHBMJEJ1BMB[[P
$IJHJ-BDPOTVMFO[B
WJFOFSJOOPWBUBEBM
HPWFSOP3FO[J

&USVSJB JMQNEJ"SF[[POFMBSDIJWJMFBDDVTFEJFTUPSTJPOF
"ODIFMB$BTTB[JPOFWVPMFWFSJGJDBSFMBDPSSFUUF[[BEFPOUPMPHJDB
'"#*050/"$$*

-"6%*;*0/&
*MEJDFNCSF
TDPSTP3PTTJWJFOF
DPOWPDBUPEBM$TN 
FTQJFHBEJOPO
DPOPTDFSF
QFSTPOBMNFOUF1JFS
-VJHJ#PTDIJ FY
WJDFQSFTJEFOUFEJ
#BODB&USVSJBF
QBESFEFMNJOJTUSP

ROMA.

Il caso del procuratore di


Arezzo Roberto Rossi non chiuso.
Nel capovolgimento delle parti che
va avanti da fine dicembre, per cui
chi sta indagando sul dissesto di
Banca Etruria si ritrovato sotto inchiesta disciplinare, il Csm ha deciso di approfondire la posizione di
Rossi, per valutarne eventuali incompatibilit con lindagine che
sta conducendo. Perch ci ha detto di non conoscere Pier Luigi Bo-

*MWJDFQSFTJEFOUFEFMMB
CBODBBWFWBWFOEVUP
VOBUFOVUBSJDFWFOEP
NJMBFVSPJOOFSP
schi, quando ora si scopre che lo ha
indagato fino al 2013?, la voce
che arriva da Palazzo dei Marescialli. Per capire lintreccio di questa
storia, bisogna fare un passo indietro.
Rossi, titolare di quattro procedimenti su Banca Etruria, finito davanti al Csm una prima volta il 28 dicembre scorso a causa della sua consulenza con il Dipartimento affari
giuridici e legislativi di Palazzo Chigi, iniziata nel 2013 col governo Letta e rinnovata durante il mandato
di Matteo Renzi. La prima commissione del Csm voleva capire se la
1SPGFTTPSF

(JOP'BSDIJ


%BOOPJMUSJTUFBOOVODJPMBNPHMJF'FMJDJ
UBFMFGJHMJF'SBODFTDBF4BSBDPO.BTTJ
NJMJBOP %BOJMP .BSUJOB -JWJBF5PNNB
TP
.BSJUP 1BESFF/POOP1SF[JPTP
*GVOFSBMJTJUFSSBOOPJMHJPSOPHFOOBJP
BMMFBM5FNQJFUUP&HJ[JPEFM7FSB
OP
3PNB HFOOBJP

(JOP'BSDIJ
JMOPTUSPBNJDPEJTFNQSFCVPOPHFOUJMF 
HFOFSPTPDJIBMBTDJBUP
1JFUSPF$JDDJMPSJDPSEBOPDPOUBOUPBGGFU
UPFBCCSBDDJBOPGPSUF'FMJDJUBDPO'SBO
DFTDBF4BSB
3PNB HFOOBJP

"OUPOFMMB.POJDFMMJ
MBOPTUSBNBNNBDJIBMBTDJBUF
.BSUJOBF0UUBWJB
3PNB HFOOBJP
*MHJPSOPHFOOBJPWFOVUPB
NBODBSFBMMBGGFUUPEFJTVPJDBSJ

'SBODFTDP(JBDIFUUJ

"SDIJUFUUP
/FEBOOPJMUSJTUFBOOVODJPMBNPHMJF
(JBOOB JGJHMJ'SBODFTDB 3PCFSUP "HOF
TFFHMJBNBUJTTJNJOJQPUJ
-FFTFRVJFBWSBOOPMVPHPTBCBUPHFO
OBJP BMMFPSF QSFTTPJM5FNQJFUUP&HJ
[JPOFM$JNJUFSPEFM7FSBOP
3PNB HFOOBJP
*M4JOEBDBUPEFJ-BWPSBUPSJEFMMB$PNVOJ
DB[JPOF$(*-FTQSJNFJMQSPQSJPDPSEP
HMJPQFSMBTDPNQBSTBEJ

&UUPSF4DPMB

-B$VMUVSBOB[JPOBMFFMJOUFSPNPOEP
EFMDJOFNBQFSEFVO.BFTUSPFVOPEFJ
NBHHJPSJJOUFSQSFUJEFMMBTUPSJBDPOUFN
QPSBOFB
3JNBOFBUVUUJOPJJMWBMPSFEFMMBTVBPQF
SBFMFTFNQJPEJVOHSBOEFQSPGFTTJPOJ
TUB
.BTTJNP$FTUBSP
4FHSFUBSJP(FOFSBMF4-$$(*3PNB HFOOBJP
-VDJP 'BVTUB "MCFSUPF"OOB7JMMBSJSJDPS
EBOPDPOHSBOEFBGGFUUPMVNBOJUFMBS
UFMJNQJEBFDSJUJDBEJ

&UUPSF4DPMB

3PNB HFOOBJP

*-130$63"503&
"TJOJTUSB 3PCFSUP3PTTJ 
JMQSPDVSBUPSFEJ"SF[[PUJUPMBSF
EFMMJODIJFTUBTV#BODB&USVSJB
JOBMUP MBTFEFEFMMJTUJUVUP

consulenza fosse compatibile con il


suo ruolo e se non ne pregiudicasse
lindipendenza, visto che nel cda di
Banca Etruria sedeva, in qualit di
vicepresidente, il padre del ministro delle Riforme Maria Elena Boschi. Nellaudizione del 28 dicembre, Antonio Ardituro chiese: Ha
qualche tipo di rapporto o conoscenza con la famiglia Boschi di Arezzo?. La risposta di Rossi, messa a
verbale, fu: Non conosco nessuno,
non sapevo neanche come fosse formata quella famiglia. Ho incontrato Maria Elena Boschi durante alcuni appuntamenti istituzionali e pub5VUUJHMJ"HFOUJ"TTPDJBUJEFMMB-"3"
QBSUFDJQBOPBMEPMPSFEFMNPOEPEFMDJ
OFNBQFSMBQFSEJUBEFMHSBOEJTTJNP

&UUPSF4DPMB

3PNB HFOOBJP
(SB[JF

&UUPSF

QFSBWFSDJJOTFHOBUPUBOUPDPOBGGFUUPF
JSPOJB"(JHMJPMB 4JMWJBF1BPMBJMOPTUSP
BCCSBDDJPTJODFSP
(JVMJP4DBSQBUJF/PSB7FOUVSJOJ
3PNB HFOOBJP
$BSJTTJNP

&UUPSF

DPOUJOVFSBJBEFTTFSNJEJTPTUFHOPBO
DIFOFMSJDPSEP
5JWPHMJPCFOF
3PCFSUP 1FSQJHOBOJ

3PNB HFOOBJP
-"TTPDJB[JPOF4PDJBMJTNPFJMTVPQSFTJ
EFOUF(FOOBSP"DRVBWJWBTBMVUBOPDPO
BGGFUUPJMDPNQBHOP

%JOP.BSJBOFUUJ

TPDJPGPOEBUPSFEFMM"TTPDJB[JPOF 
TJOEBDBMJTUBSJGPSNJTUB 
QBSMBNFOUBSFEFMMB3FQVCCMJDB 
EJSJHFOUFEFM
1BSUJUP4PDJBMJTUB*UBMJBOP
3PNB HFOOBJP
-B'MBJ$HJMOB[JPOBMFTJTUSJOHFBMMBGBNJ
HMJBEJ

"HPTUJOP.BSJBOFUUJ

JORVFTUPUSJTUFNPNFOUP "HPTUJOPEJSJ
HFOUFEFMMB$HJM EFQVUBUPTPDJBMJTUBVP
NPJNQFHOBUPOFMMBQPMJUJDBFOFMMFJTUJUV
[JPOJIBTBQVUPJOUFSQSFUBSFFSBQQSFTFO
UBSFJMBWPSBUPSJFJMPSPCJTPHOJ TFNQSF
HVJEBUPEBRVFJWBMPSJBMUJEFMMBEFNPDSB
[JB EFMMBQBSUFDJQB[JPOF EFMDPOGSPOUP
3PNB HFOOBJP
*M4FHSFUBSJP(FOFSBMFFMB4FHSFUFSJB/B
[JPOBMFEFMMB$HJM BOPNFEJUVUUBMPSHB
OJ[[B[JPOF FTQSJNPOPQSPGPOEPDPSEP
HMJPQFSMJNQSPWWJTBTDPNQBSTBEJ

"HPTUJOP.BSJBOFUUJ

SJDPSEBOEPMBQSFTUJHJPTBGJHVSBEJEJSJ
HFOUFTJOEBDBMFFTJTUSJOHPOPJOUPSOPBM
MBGBNJHMJBEFMMFYTFHSFUBSJPHFOFSBMFBH
HJVOUPEFMTJOEBDBUPEJ$PSTPE*UBMJB
%JOP DPTMPDIJBNBWBOPBGGFUUVPTBNFO
UFHMJBNJDJFJDPNQBHOJ SJDPQSJO$HJM
OVNFSPTJFQSFTUJHJPTJSVPMJ
/FMBM$POHSFTTPEJ3JNJOJ WFOOF
FMFUUPTFHSFUBSJPHFOFSBMFBHHJVOUP BM
GJBODPEJ-VDJBOP-BNB DBSJDBDIFNBO
UFOOFGJOPBMRVBOEPGVFMFUUPEFQV
UBUP
3PNB HFOOBJP

blici, mentre il padre lho visto solo


in fotografia sui giornali. La sua
versione aveva convinto, tanto che
ieri mattina la Commissione avrebbe dovuto proporre al resto del Consiglio la chiusura del procedimento
disciplinare. Invece cos non stato. Mercoled il sito del settimanale
1BOPSBNB ha rivelato lesistenza
di uninchiesta, aperta nel 2010 e
archiviata il 7 novembre 2013, nella quale Pier Luigi Boschi stato indagato (e prosciolto) dallo stesso
Rossi per turbativa dasta, estorsione e reati fiscali. La vicenda riguarda la compravendita nel 2007 della





&MJP%F-VDB

tenuta Fattoria La Dorna a Civitella in Val Di Chiana. Nei vari passaggi, il padre del ministro aveva ricevuto 250.000 euro in nero (per
cui stato sanzionato dallAgenzia
delle Entrate) e si era associato a
un imprenditore calabrese, Francesco Saporito, che i magistrati di Catanzaro in una vecchia ordinanza
definiscono prestanome vicino alle ndrine di Petilia Policastro. Pure
la Guardia di finanza aveva dubbi
su Saporito, tanto che un paio di informative del 2010 sono state girate alla direzione distrettuale antimafia di Firenze. Pier Luigi Boschi

SUPERENALOTTO
COMBINAZIONE VINCENTE

4FJWJWPOFJOPTUSJDVPSJ
3PNB HFOOBJP
3BGGBFMB%BOEJFGBNJHMJB1FMMJDDJPMJTJ
TUSJOHPOPBGGFUUVPTBNFOUF  BMMB DVHJOB
#BSCBSBQFSMBQFSEJUBEFMGSBUFMMP

Numero Jolly

1BPMP

LE QUOTE

#FSHBNP HFOOBJP


Superstar


"OOJWFSTBSJP

(JBOOJ#FUUB[[POJ
$SJTUJOB &MFOB 3JDDBSEP
#PMPHOB HFOOBJP
-P4UVEJP-FHBMF.BVDFSJQBSUFDJQBBM
EPMPSFEFMDPMMFHBFEBNJDP-VDB.BSDIJ
QFSMBQFSEJUBEFMQBESF

3PCFSUP.BSDIJ

'JSFO[F HFOOBJP

1JFUSPFE&VHOJF1FUSVDDJ DPO.BSJBF
"OESFBSJDPSEBOPDPOOPTUBMHJB

.JSFMMB1BHOBOFMMJ1BQJUUP

FBCCSBDDJBOP'SBODP "MFTTBOESBFE
&OSJDP
-F)BWSF HFOOBJP
1JFUSP7BMFOUJFE&NJMJB3PNBHOB5FBUSP
TPOPDPNNPTTJFUVSCBUJQFSMBQFSEJUBEJ

4BOESB"OHFMJOJ

-BTVBQBTTJPOFQFSMBTDFOBFQFSMBWJ
UB JMTVPTHVBSEPDVSJPTP MBTVBHFOUJMF[
[B MBTVBJODSFEJCJMFEFEJ[JPOFBMMFSBHJP
OJEFMMBWPSPUFBUSBMFDJNBODIFSBOOPQFS
TFNQSF
.PEFOB HFOOBJP
*MHFOOBJPWFOVUBBNBODBSF

.JSFMMB3JDDJ(IJHP

%PUUPSFTTBJO'JTJDBQSFTTPM&/&"EJ
'SBTDBUJFBMVOHPQSFTJEFOUFEFMM"S
DIFPDMVC$BTUFMMJ3PNBOJ
-FFTFRVJFBWSBOOPMVPHPJMHFOOBJP 
BMMF QSFTTPMBDIJFTBEJ4BOUB.BSJB
JO7JWBSJP 4BO3PDDP
B'SBTDBUJ
'SBTDBUJ HFOOBJP

LOTTO
BARI
CAGLIARI
FIRENZE
GENOVA
MILANO
NAPOLI
PALERMO
ROMA
TORINO
VENEZIA
NAZIONALE

10

LOTTO

COMBINAZIONE VINCENTE

NUMERO ORO:

non mai stato interrogato, e Rossi


ha firmato il decreto di archiviazione. Ha dunque mentito davanti al
Csm, quando ha detto di non conoscerlo? Nella lettera, il procuratore
spiega: Nella vostra domanda ci si
riferiva a conoscenze personali, che
ribadisco non avere. Aver svolto
precedenti indagini su Boschi non
causa di incompatibilit. Il Csm,
per, su proposta del laico di Forza
Italia Pierantonio Zanettin, aspetta di vedere cosa cera dentro quel
fascicolo archiviato. Siamo rammaricati di un ennesimo equivoco
in cui sembra essere caduto Rossi,
dice Zanettin. Non solo. Anche il
procuratore generale della Cassazione ha chiesto alla Commissione
le carte, per verificare se il comportamento di Rossi sia stato consono
alle norme della deontologia professionale.

-"-&55&3"
5SBJMFJM 
QFS 3PTTJIB
JOEBHBUP#PTDIJ
TFOJPSJOVOJODIJFTUB
QPJBSDIJWJBUB/FMMB
TVBMFUUFSBJOWJBUBJFSJ
BM$TN 3PTTJTQJFHB
i3JCBEJTDPEJOPO
DPOPTDFSMP
QFSTPOBMNFOUFw

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-$"40"/(&-*%*3&16##-*$"&#0330.&5*%&--"(*

*M$PMMFOPNJOBDBWBMJFSJ
EVFDSPOJTUJTPUUPTDPSUB
ROMA. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha conferito lonorificenza di Cavaliere
dellOrdine al merito della Repubblica ai giornalisti sotto scorta Federica Angeli di Repubblica
e Paolo Borrometi dellAgi. Lo ha
reso noto Ossigeno per lInformazione, che ha ringraziato il
capo dello Stato per lattenzione e la sensibilit dimostrate per
la sicurezza dei giornalisti minacciati a causa del lavoro svolto
nellinteresse dei cittadini a essere informati. Cronista di nera e
di giudiziaria, Federica Angeli vive sotto scorta dal luglio 2013 a
causa delle minacce di morte subite due mesi prima, a Ostia,
mentre svolgeva uninchiesta
sul racket degli stabilimenti balneari del litorale romano. Fu anche testimone oculare di uno
scontro a fuoco nel quale furono
coinvolti personaggi dello stesso
ambiente del racket, raccont
agli inquirenti ci che aveva visto e, da quel giorno, le intimidazioni si fecero pi gravi.
Anche Borrometi sotto scorta da oltre un anno a seguito di
unaggressione fisica e di ripetute minacce per le sue inchieste
sulla mafia ragusana. Sono veramente orgoglioso, un momento
di gioia dopo tante sofferenze,
tanto isolamento, ha detto Borrometi. E Federica Angeli: Aver

'FEFSJDB"OHFMJ

.JOBDDJBUJEBMMFNBGJF
OFM-B[JPFJO4JDJMJB
-B'OTJVOQSFNJP
BMMBMJCFSBJOGPSNB[JPOF
ricevuto questo riconoscimento
proprio da Mattarella, uomo che
sa cosa significa la lotta alle mafie, la spinta ad andare avanti.
Lo Stato c. Per la Fnsi un
premio alla libera informazione osservano Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti segretario e presidente della Fnsi - un riconoscimento a tutte le giornaliste e i
giornalisti che vivono le stesse
condizioni.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

$30/"$"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-BSJGPSNB



1&34"1&3/&%*1*
XXXBOUJDPSSV[JPOFJU
XXXUSBOTQBSFODZJUBMBD

4BMMBMFHHFQFSDIJEFOVODJBJDPSSPUUJ
-B$BNFSBBQQSPWBMFOPSNFBUVUFMBEFJXIJTUMFCMPXFSTBSBOOPWBMJEFBODIFOFMTFUUPSFQSJWBUP
$BOUPOFOPOVOJODFOUJWPBMMBEFMB[JPOFBOPOJNB QFSOFTTVOPSJTDIJFSQJJMNPCCJOHJOVGGJDJP
ROMA. Pd e M5S. Insieme almeno per un volta. Per ap-

*16/5*

1*("3"/;*&
*MEJQFOEFOUFDIF
JOCVPOBGFEF
TFHOBMBBMMFBVUPSJU
BOUJDPSSV[JPOFPBJ
NBHJTUSBUJJMMFDJUJDIF
BCCJBTDPQFSUPJO
SBHJPOFEFMSBQQPSUP
EJMBWPSPOPOQPUS
FTTFSFMJDFO[JBUP
EFNBOTJPOBUP 
USBTGFSJUPPTVCJSF
BMUSFNJTVSFSJUPSTJWF

#60/"'&%&
-BCVPOBGFEF 
FTDMVTBTFJM
TFHOBMBOUFBHJTDF
DPOEPMPPDPMQB
HSBWF JNQMJDB
VOBTFHOBMB[JPOF
DJSDPTUBO[JBUB
FMBSBHJPOFWPMF
DPOWJO[JPOF
DIFMBDPOEPUUB
JMMFDJUBTJTJB
WFSJGJDBUB

4&(3&5&;;"*%&/5*5
WJFUBUPSJWFMBSF
MJEFOUJUEFM
XIJTUMFCMPXFS
NBOPOTPOP
BNNFTTF
TFHOBMB[JPOJ
BOPOJNF*MTFHSFUP
TVMOPNF JODBTPEJ
QSPDFTTPQFOBMF 
OPOQVDPNVORVF
QSPUSBSTJPMUSFMB
DIJVTVSBEFMMF
JOEBHJOJQSFMJNJOBSJ

/03.""/5*$"-6//*&
0HOJUVUFMBTBMUBOFM
DBTPEJDPOEBOOB
EFMTFHOBMBOUFJO
TFEFQFOBMF BODIF
JOQSJNPHSBEP

QFSEJGGBNB[JPOF
PDBMVOOJB*ODBTP
EJJOGPOEBUF[[B
EFMMBTFHOBMB[JPOF
PNBODBO[BEJ
CVPOBGFEFTJQV
BSSJWBSFGJOPBM
MJDFO[JBNFOUP

16##-*$0&13*7"50
-BUVUFMBEFM
XIJTUMFCMPXFS
WBMFQFSUVUUFMF
BNNJOJTUSB[JPOJ
QVCCMJDIFJODMVTJHMJ
FOUJEJEJSJUUPQSJWBUP
TPUUPDPOUSPMMP
QVCCMJDP NBTJ
BQQMJDBBODIFBDIJ
MBWPSBJOJNQSFTF
DIFGPSOJTDPOPCFOJ
FTFSWJ[JBMMBQB
FBMTFUUPSFQSJWBUP

provare alla Camera la legge sulla tutela delle gole


profonde che denunciano la corruzione. Negli uffici
pubblici, ma anche in quelli a partecipazione pubblica
e nelle aziende private. Per dirla col termine usato in
America e ormai in uso in Europa passa il whistlerblowing (da to blow the whistler, soffiare il fischietto,
quindi avvisare, denunciare). Legge proposta da M5S,
tant che subito Grillo inneggia sul suo blog.
Dice Raffaele Cantone, il presidente dellAutorit
Anticorruzione che sar la destinataria delle soffiate:
Finora listituto non era incisivo, ora lo diventato. La
futura legge lo fa con equilibrio e rispetto delle garanzie. Aumenta la tutela della riservatezza, ma non incentiva segnalazioni anonime, quindi responsabilizza

di pi i pubblici dipendenti. I quali saranno tutelati in


caso di eventuale mobbing. Molti dei nostri rilievi fatti
alla Camera sono state accolti. La prima firmataria di
M5S, Francesca Businarolo, lamenta che sia stato eliminato il premio per chi parla. Ribatte Cantone: Ero e
resto contrario perch non rientra nella nostra tradizione, si tratta di un dovere civico per cui il soggetto che
parlache va tutelato ma non premiato, soprattutto con
il rischio che il premio sia difficilmente quantificabile.
Forza Italia, con lavvocato barese Francesco Paolo Sisto, grida alla barbarie giuridica che introduce un clima invivibile nei luoghi di lavoro. Ma Cantone non
prevede un aumento delle delazioni: una paura ingiustificata, perch si tratta di soggetti che si assumono la responsabilit di quello che dicono e che se doves-

sero raccontare fatti falsi ne risponderebbero davanti


alla autorit giudiziaria.
Dopo molti attriti, Pd e M5S si sono messi daccordo.
Perplessa Scelta civica. Ecco il risultato. Protezione garantita per chi denuncia specifici e circostanziati fatti
di corruzione. Per chi oppone azioni di mobbing multe
fino a 30mila euro, comminate da Anac. Vietati gli anonimi. Accuse circostanziate. Il denunciante resta coperto non oltre la chiusura delle indagini preliminari.
Se si scopre che ha mentito pu essere licenziato e finire sotto processo. Ora la legge, che copre un buco della Severino e della legge Orlando, passa al Senato dove
M5S si augura che non finisca in una coda infinita.

MNJ

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-BTUPSJB1BSMBVOQSPGFTTPSFVOJWFSTJUBSJPDIFTJSJWPMUP

BMMBVUPSJUBOUJDPSSV[JPOFi*OGBDPMUMBTJUVB[JPOFFSBGVPSJ
DPOUSPMMPFJPOPOIPSJNQJBOUJ BMNFOPNJTPOPUPMUPVOQFTPw

i/PNJOFJMMFHBMJ BCVTJFSJDBUUJ
FSPTUBODPFIPGBUUPUVUUJJOPNJw
-*"/".*-&--"
ROMA. un professore universi-

tario che ha denunciato allAnac di Cantone un episodio di


grave abuso per nomine fatte
del tutto fuori legge. La magistratura gi al lavoro sul caso.
Accetta di parlare con 3FQVC
CMJDB da una localit segreta,
ma chiede lassoluta garanzia
di anonimato. Dal suo comportamento trapela soprattutto la
preoccupazione di non danneggiare in alcun modo le indagini.
Quando ha deciso di fare la
sua denuncia?
Quando la situazione diventata intollerabile e soprattutto quando lepisodio corruttivo ha cominciato a provocare
ulteriori casi di corruzione legati al fatto che chi faceva le nomine, e tuttora riveste una posizione di rilevante responsabilit, era condizionato.
Lei di cosa stato testimone?
Mi sono trovato davanti a
soggetti in posizioni importanti che alterano le scelte sui riconoscimenti di carriera e sulle

i%PQPMBNJBMFUUFSB
QBTTBUPVOBOOP
NBPSBTPDIFMBQSPDVSB
IBBQFSUPVOJOEBHJOFw
capacit professionali. Scelte
che richiederebbero un doveroso senso di ci che bene per la
pubblica amministrazione e la
societ. Ma se questi soggetti
hanno commesso abusi e favoritismi verso altri a cui sono legati, inevitabilmente nomine e
promozioni non seguono criteri di merito e di trasparenza.
Sta parlando di promozioni
clientelari?
Parlo di scelte condizionate
da favoritismi chiari e manifesti. Per cui questi soggetti sono
costretti a cedere e a fare altri
favori anche a persone mediocri, o di cui non hanno stima,
purch non denuncino la situazione irregolare in cui la persona importante si messa. Si

crea a questo punto un circolo


vizioso corruttivo.
Dal momento della scoperta
dei fatti alla sua lettera
quanto tempo passato?
Direi dai quattro ai sei mesi.
In questo periodo che inter-

rogativi si posto, ha avuto


dubbi se denunciare oppure
no?
La consapevolezza del fatto
grave e di come potesse incidere nellorganizzazione di un
istituzione pubblica di grande
importanza mi ha portato a

non avere dubbi sulla necessit di bloccare questa grave lesione della legalit.
Quanto tempo passato dalla sua denuncia?
Allincirca un anno.
Che cosa cambiato nella
sua vita personale e profes-

-"53"%*;*0/&64"

(PMFQSPGPOEF
MFTFSDJUPOFMMPNCSB
DIFDBNCJBMBTUPSJB
7*5503*0;6$$0/*

53"'*-.&3&"-5
4PQSBFRVJBDDBOUP 
EVFTDFOFEFMGJMN
i5VUUJHMJVPNJOJEFM
QSFTJEFOUFw TUPSJB
EFM8BUFSHBUFDPO
3PCFSU3FEGPSE
4PUUP MBHFOUF'CJ
.BSL'FMU WFSBHPMB
QSPGPOEBEFMDBTP

A QUANDO, nel 1930, Yakob Pfefer,


immigrato polacco divenuto
lottatore di wrestling, os
ammettere che il suo sport era finzione e si
becc da indignati giornalisti di New York
lepiteto offensivo di fischietto, il XX
Secolo ha ribaltato limmagine sordida della
spia, del sorcio, del canarino in quella
di un eroe moderno, cavaliere bianco di
verit e di giustizia.
Sotto la protezione della Corte Suprema
Usa, che ha coperto chi denuncia malefatte
con il sacro mantello del diritto di
espressione, una galleria di celebri
fischiatori ha lacerato laria con i propri
sibili. Nader, che per primo rese rispettabile
il whistleblowing denunciando i micidiali
autocatorci di Detroit. Ellsberg, con i
documenti rivelatori del disastro
Vietnamita. Felt dello Fbi, gola profonda del
Watergate che fischiava attraverso le
bocche di altri. Il soldato Manning con le
immagini dellatrocit in Iraq. Snowden,
Assange e Swartz, lo studente che per primo
mise i Leaks accanto alla parola Wiki e fin
misteriosamente suicida. Sono decine gli
autonominati, maschi e femmine,
coraggiosi arbitri che hanno soffiato e
cambiato la storia.
In una societ perfetta, formata di angeli
e arcangeli come scrisse Joseph
Schumpeter, come in uno sport praticato da
perfetti gentlemen e ladies non ci sarebbe
bisogno di arbitri, ma lumanit un po
fallosa. Beata sarebbe la nazione che non
avesse bisogno di fischietti. Peccato che non
esista.

sionale?
Direi niente, perch finora
mi stata garantita la necessaria riservatezza, ho continuato
a fare il mio lavoro come prima, nessuno dei miei colleghi
al corrente di quello che ho svelato.
Si rivolto direttamente
allAnac? Ci spiega cosa ha
fatto?
Ho scritto una lettera, con
relativa documentazione e lho
spedita per posta con una normale raccomandata con ricevuta di ritorno. E ho aspettato.
Presumo che lAnac abbia informato la procura della Repubblica che sui fatti da me denunciati si sta muovendo attivamente.
Si mai sentito solo?
No, affatto. Ero consapevole della giustezza dei miei passi
che corrispondono a uneticit
sociale necessaria. Nello stesso
tempo ero sicuro dellaffidabilit dellorganizzazione cui mi
ero rivolto e facevo affidamento su una piena discrezione. Finora non sono stato tradito.

i4POPBODPSBBMNJP
QPTUP OFTTVOPTBDIF
TPOPTUBUPJPBTWFMBSF
JOUSFDDJFDPNQMJDJUw
mai stato preso da paure,
da dubbi, da ripensamenti?
Ha avuto la voglia di tornare
indietro?
Assolutamente no, perch
ero molto motivato in questa
scelta. Vedere il disprezzo con
cui veniva trattata unistituzione importante come luniversit mi ha reso sempre pi convinto della mia denuncia.
mutato il rapporto con i
suoi colleghi?
No, tutta la situazione rimasta stabile.
Come mai nessuno si reso
conto delle sue rivelazioni?
Finora la mia riservatezza
stata garantita.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



$30/"$"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

*MDBTP

1&34"1&3/&%*1*
XXXBQQMFJU
IUUQOBQPMJSFQVCCMJDBJU

"QQMFB/BQPMJMBTDVPMBEFJDSFBUJWJ
-B[JFOEBEJ$VQFSUJOPi4BSJMQSJNPDFOUSPQFSMBGPSNB[JPOFEFHMJTWJMVQQBUPSJEJBQQDIFBQSJBNPJO&VSPQBw
3FO[JTQFSJNFOUB[JPOFBQFSUBBHJPWBOJ#BHOPMJF4DBNQJBUSBMFQPTTJCJMJTFEJ0HHJ5JN$PPLB3PNB
45&--"$&37"4*0
5*;*"/"$0;;*
NAPOLI. Apple ha scelto Napoli per aprire una
scuola di formazione dove si insegner ai
giovani a sviluppare app per smartphone. Lo ha
annunciato il premier Matteo Renzi: Apple
aprir una bella realt di innovazione con circa
600 persone. una sperimentazione intrigante,
domani (oggi, OES) Tim Cook sar qui.
La notizia arriva dopo laccordo siglato con
lazienda californiana e suscita entusiasmo a
Napoli. Il Centro di sviluppo app iOs, il sistema
operativo per lultima generazione di telefonini,

former migliaia di futuri sviluppatori con la


formula dellacademy mista. Alla fine del
percorso i pi capaci saranno incentivati a
creare impresa in proprio, lavorando con Apple.
Probabilmente la sede prescelta sar lex Nato a
Bagnoli, un complesso gi cablato e ben
collegato alluniversit Federico II, partner nel
progetto. Ci sono anche altre ipotesi, ma meno
probabili, come larea industriale di San
Giovanni a Teduccio, lex Olivetti a Pozzuoli e
Scampia. Qui Cisco, altro colosso
dellinformatica, ha in corso un progetto di
sviluppo reti con listituto Galileo Ferraris,
considerato una eccellenza del territorio.

LEuropa dice il ceo Tim Cook la patria


dei futuri developers pi creativi al mondo, e
siamo entusiasti di aiutare la prossima
generazione di imprenditori in Italia ad
acquisire le competenze per avere successo.
LApp store una delle forze trainanti dietro gli
oltre 1,4 milioni di posti di lavoro che Apple ha
creato in Europa. In Italia invece sono 75 mila.
Un settore, dove, in America oggi si contano
1,66 milioni di persone. In crescita il business in
Europa: nei 28 paesi Ue, pi Norvegia e
Svizzera, le applicazioni danno lavoro a 1,64
milioni di cittadini, secondo quanto afferma il
Progressive Policy Institut di Washington. Un

mercato consolidato anche in Italia: nel 2015 la


spesa stata di 300 milioni di euro, secondo i
dati del Politecnico di Milano. Un boom che ora
potrebbe attecchire anche a Napoli,
cenerentola dello sviluppo tecnologico, con il
record di giovani costretti a trasferirsi
allestero. Speranzosi gli studenti di Ingegneria
dellateneo. Il centro sar realizzato in
collaborazione con lUniversit di Napoli
Federico II spiega il rettore Gaetano
Manfredi siamo stati contattati da Palazzo
Chigi, sono previsti incontri tecnici nelle
prossime settimane con i delegati Apple.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*MQJBOP1FSGSPOUFHHJBSFMB

DPODPSSFO[BMB.FMBBMMBSJDFSDBEJOVPWJ
NFSDBUJ&QVOUBTVMOPTUSPQBFTFQFSDI
OFBQQSF[[BMBRVBMJUEFMMJTUSV[JPOF

%BMMJOUFTBDPOJMGJTDP
BHMJJOWFTUJNFOUJ
DPTTUBUBTDFMUBM*UBMJB
-"/"-*4*
*/6.&3*

 NMO
-&"11-*$";*0/*
-FBQQQFSUFMFGPOJOJ
"QQMFDSFBUFOFM
NPOEPEBMB
PHHJTPOP NJMJPOJ
FTPOPTUBUFTDBSJDBUF
NJMJBSEJEJWPMUF

NJMB
(-*47*-611"503*
(MJTWJMVQQBUPSJEJBQQ
QFS"QQMFJO*UBMJB
TPOPNJMB JO
&VSPQB NJMJPOJ
)BOOPHVBEBHOBUP
 NJMJBSEJEJFVSP

NJMB
*1045*%*-"7030
*O*UBMJBJMTFUUPSFEFMMF
BQQEMBWPSPB
NJMBQFSTPOF EJDVJ
NJMBHSB[JFBE
BQQMJDB[JPOFWFOEVUF
TVMMPTUPSFEJ"QQMF

%"-/04530$033*410/%&/5&
'&%&3*$03".1*/*
NEW YORK.

Apple si accorta di
noi. Lattenzione verso lItalia
da parte della regina delleconomia digitale sta crescendo a vista docchio. Lultimo episodio
lannuncio dellapertura a Napoli del primo centro europeo di
sviluppo di app progettate per i
suoi software (e quindi anzitutto per gli iPhone). Prima cera
stato lantefatto fiscal-giudiziario anticipato da Repubblica il
30 dicembre: un gesto di espiazione, con cui Apple accettava
di versare tutto il dovuto al fisco
italiano (318 milioni) dopo avere per anni evaso le tasse con le
famigerate
delocalizzazioni
dei profitti. Ora si passa a una
scommessa proiettata verso il
futuro, una collaborazione con
la scuola italiana che pu sfornare migliaia di talenti creativi in
uno dei settori pi dinamici
dellhi-tech.
Perch ora? Perch noi? Lannuncio dato da Tim Cook sinserisce in una fase delicata per Apple. Il suo dominio mondiale
messo alla prova. La multinazionale con sede a Cupertino rimane la numero uno per capitalizzazione di Borsa, e non solo nel
settore hi-tech. Ma il suo titolo
ha perso quasi il 30% dai massimi storici: per effetto del calo generale delle Borse, ancora pi accentuato per i titoli della Silicon
Valley, ma aggravato da alcuni
problemi specifici. Prima ancora che escano i risultati trimestrali (26 gennaio) da tempo
sinfittiscono le voci su un calo
della produzione di iPhone 6S e
6SPlus che sono i gioielli della
gamma. Cook guarda con preoccupazione al rallentamento della crescita cinese: uno dei punti
di forza di Apple era stata proprio la sua penetrazione tra le

-"..*/*453"503&%&-&("50
5JN$PPLBNNJOJTUSBUPSF
EFMFHBUPEFMMB"QQMF QBSMB
EVSBOUFVOJODPOUSPQVCCMJDP
PSHBOJ[[BUPEBMMB[JFOEBB4BO
'SBODJTDP $BMJGPSOJB

*DPOUFO[JPTJTVMMFUBTTF
IBOOPSPWJOBUP
MJNNBHJOFEFMDPMPTTP 
DIFPSBWVPMFNJHMJPSBSMB
giovani generazioni dei ceti medio-alti di Pechino e Shanghai. A
livello mondiale, avanza il software rivale Android, generato
da Google e installato da vari
produttori di smartphone tra
cui Samsung. Come fatturato
delle vendite, a livello mondiale
la categoria Android batte gli

iPhone Apple 55 a 45.


Le contromisure a cui Cook affida la riscossa di Apple sono varie, e contribuiscono a spiegare
anche lannuncio su Napoli. Anzitutto, lazienda di Cupertino
deve rivedere le sue priorit
geo-strategiche. Tra i paesi
emergenti sposta lattenzione e

dirige nuovi investimenti (tra


cui lapertura di un Apple Store)
verso lIndia per compensare il
rallentamento della Cina. Nel
mix di prodotti e di innovazioni,
Cook deve rafforzarsi proprio
nella creazione di app per i suoi
iPhone se non vuole perdere terreno rispetto alla creativit dei

mano. Ho pensato: Ci sar una app per prenotarsi. Non cera, cos lho fatta io. Roma
Tre stata tra i primi ad adottarla.
Oggi quanti sono i clienti?
Le aziende sono 150, raddoppiano ogni
anno: gli uffici comunali di Roma e Milano,
diversi ospedali, i punti vendita Enel e le filiali Bnl. Nel 2015 chiuderemo il nostro primo vero bilancio attorno ai 500 mila euro.
Intuizione semplice, quasi banale.
Vero. A fare la differenza la tecnologia
del nostro software, che aggiorniamo ogni
tre mesi. E la comodit per lutente di trovare uffici e servizi diversi nella stessa app.
Le startup crescono veloci o muoiono,
che avete in cantiere?
Oggi abbiamo 15 dipendenti, ne assumeremo altri quattro. Vogliamo espanderci allestero e lanciare un nuovo servizio di
prenotazione per i piccoli esercizi, come parrucchieri o impianti sportivi.

social media come Facebook; a


Google; e al ritorno in forze della
Microsoft.
LEuropa ha diritto ad una riscoperta, in una fase in cui tante
economie emergenti sono diventate sinonimo di turbolenze. Napoli far da apri-pista per altri
progetti sul Vecchio continente.
un segnale di fiducia sulla qualit dellistruzione italiana. Qui
Apple parte da una constatazione fatta in casa propria. La Silicon Valley californiana continua ad attirare un flusso di giovani italiani: informatici, matematici, ricercatori e inventori. Il
fenomeno, deprecato come fuga dei cervelli dallItalia, ha un
risvolto positivo: lottima formazione di quei talenti, frutto del sistema scolastico e universitario
del paese dorigine. Andare a coltivare quelle risorse umane nella loro base di partenza, un calcolo lungimirante. Infine c
una dimensione politico-diplomatica, di gestione della propria
immagine: per anni Apple ha fatto notizia in Europa (alla pari
con Google) soprattutto per vicende negative, attirandosi lattenzione di autorit fiscali, antitrust, garanti della privacy.
Cook ha deciso che il momento
di attirare lattenzione su di s
per ragioni migliori.

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-*/5&37*45"*-'0/%"503&%*263".*

i/PJ QSFTJBNPEFMMPQFSMBQQMJDB[JPOFBOUJGJMFw
'*-*1104"/5&--*

45"35611&3
3PCFSUP.BDJOB 
JEFBUPSF
EFMMBTUBSUVQ
2VSBNJ

ROMA. Incredibile, sono senza parole.


Non facile spiccare tra le migliaia di app
che affollano lApple Store. Ancora meno essere segnalati da chi quel negozio virtuale
lha creato. A Qurami successo ieri, quando la Mela lha citata come eccellenza del digitale made in Italy. Il fondatore della startup Roberto Macina, 31 anni, ingegnere informatico, prova a spiegarsi perch: Siamo stati tra i primi in Italia a sviluppare una
app per lApple Watch.
Risolvete un male italianissimo, le code.
Qurami permette di scoprire quali uffici
hanno la fila pi corta, prendere il numeretto dellattesa a distanza e andarci solo quando il nostro turno. Nel frattempo, anzich
aspettare l, si pu fare altro.
Da dove arriva lidea?
Nel 2011 ero in coda allUniversit di Roma Tre per consegnare la tesi, liPhone in

.0/%0

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

*MDBTP



1&34"1&3/&%*1*
XXXTUSBHJJU
XXXDBOBMQMVTGS

1BSJHJ-JODIJFTUBEJ$BOBM1MVTi-FBVUPSJUNFOUJSPOPTVMMBQSFTFO[B

EJVOBQPSUBFSFJOFM.FEJUFSSBOFPFTVMMBUUJWJUEFMMBCBTFNJMJUBSFJO$PSTJDBw
*GBNJMJBSJEFMMFWJUUJNFi*MHPWFSOPJUBMJBOPDIJFEBDPOUPEJRVFMMFSFUJDFO[Fw

/&--)"/("3
#PMPHOB JSFTUJ
EFM%DOFM
i.VTFPQFS
MBNFNPSJBEFMMB
TUSBHFEJ6TUJDBw

4USBHFEJ6TUJDB
VOEPDVNFOUBSJP
TWFMBMFCVHJFEJ4UBUP
EFJGSBODFTJ
%"-/04530$033*410/%&/5&
"/"*4(*/03*

-&5"11&

-"##"55*.&/50
HJVHOP 
PSFJM%D
*UBWJBEFDPMMBUPEB
#PMPHOBFEJSFUUPB
1BMFSNPTJTRVBSDJB
JOWPMPFQSFDJQJUBJO
NBSFWJDJOPB6TUJDB
-&7*55*.&
'VSPOPMFWJUUJNF
EFMMBTUSBHF
QBTTFHHFSJ EJDVJ
CBNCJOJ FNFNCSJ
EFMMFRVJQBHHJP
4PMPDPSQJ
WFOOFSPSFDVQFSBUJ
*130$&44*
/FMMJTUSVUUPSJB
EFGJOiJHOPUJHMJ
BVUPSJEFMMBTUSBHFwF
TUBCJMJMOPOMVPHPB
QSPDFEFSF/FM
MB$BTTB[JPOFIB
OFHBUPJEFQJTUBHHJ

PARIGI. Una serie di bugie di


Stato che riaprono lipotesi di
un coinvolgimento francese nella strage di Ustica. Trentacinque anni dopo, una televisione dOltralpe che indaga sui misteri della notte del 27 giugno
1980, rilanciando lipotesi
dellabbattimento del Dc9 da
parte di caccia dellesercito francese. Il giornalista Emmanuel

/FM$PTTJHB 
BMMPSBQSFNJFS
BDDVTMB'SBODJB
EJBWFSBCCBUUVUPJM%D

Itavia era in volo tra Bologna e


Palermo.
Linchiesta della tv francese
smentisce anche la difesa delle
autorit secondo cui nessuna
portaerei francese era in mare il
giorno della tragedia: la risposta data nel 2007 quando Francesco Cossiga, Presidente del
Consiglio in carica al momento
dei fatti, afferm che era stata
Parigi responsabile dellabbattimento del Dc9, ribadendo poi le
sue dichiarazioni davanti agli in-

Mar Tirreno

Ustica

Isole Eolie

Calabria
Palermo
Trapani

Messina
Mar
Ionio

Sicilia
Catania

Siracusa

Mar
Mediterraneo

quirenti. Cossiga aveva parlato


della presenza della portaerei
Clemenceau nel Mediterraneo, subito negata dalle autorit francesi. Gli autori del programma confermano invece lipotesi, rivelando che si trattava
della portaerei Foch, come risulta da documenti inediti che
certificano lattivit della nave
il 27 giugno 1980.
una delle prime volta che i
media dOltralpe riprendono
quello che nel documentario vie-

#0-0(/" /&-i.64&01&3-".&.03*"w

ne definito come terribile scenario: le 81 vittime sarebbero


state il danno collaterale di unoperazione militare in corso. Secondo la ricostruzione di $BOBM
1MVT, i caccia francesi volevano
abbattere un Mig libico che seguiva da vicino il Dc9 e avrebbero cos lanciato per errore un
missile contro laereo di linea
Itavia. Allepoca, ricorda il documentario riprendendo dichiarazioni del capo dei servizi segreti, Muhammar Gheddafi era il
nemico pubblico numero uno
di Parigi. AllEliseo cera Valry
Giscard dEstaing che non ha voluto incontrare il giornalista
dellemittente, nonostante numerose sollecitazioni.
Le autorit francesi continuano a mantenere il 4FDSFU%G
FOTF sugli eventi di quella sera.
Le rogatorie dei magistrati italiani sono andate per lo pi a
vuoto. importante che la tragedia di Ustica e le possibili responsabilit della Francia siano
portate allattenzione dellopinione pubblica da un canale televisivo nazionale, commenta
Daria Bonfietti, presidente
dellAssociazione dei parenti
delle vittime della strage.
Proprio ieri il Tribunale di Palermo ha condannato, con tre diverse sentenze, i ministeri della

*M5SJCVOBMFEJ1BMFSNP
i*NJOJTUFSJ 5SBTQPSUJ
F%JGFTB
SJTBSDJTDBOP
JQBSFOUJDPONJMJPOJw

(-*&30**(/"3*%&--"(6&33"
.*$)&-&4."3(*"44*

Ostian firma uninchiesta che


sar trasmessa luned da$BOBM
1MVs con il titolo Il disastro di
Ustica: un errore francese?.
Il documentario svela almeno due affermazioni false delle
autorit di Parigi, a cominciare
dal fatto che la base militare di
Solenzara in Corsica era chiusa a partire dalle ore 17 il giorno del disastro, cio quattro ore
prima che il Dc9 precipitasse.
Gli autori dimostrano che non
era vero grazie alle testimonianze di militari dellepoca. Tra questi, lex generale dei carabinieri
Niccol Bozzo presente a Solenzara che ricorda come invece fino a tarda sera nella base militare ci fosse unintensa attivit,
con decine di aerei decollati
dalla Corsica mentre il Dc9 di

orn a casa ventisei anni dopo, scortato dai Vigili del Fuoco, solcando per undici ore unItalia addormentata. Torn
disteso con la testa in avanti come gli eroi omerici morti in
battaglia. Ma questeroe non sapeva di dover affrontare una
guerra. Il Dc9 dellItavia, laereo che non arriv mai, riposa da
dieci anni a Bologna: non un mausoleo muto il memoriale che
ne custodisce le spoglie, il teatro di un coro. Sussurri che gocciolano da ottantuno specchi scuri, uno per ogni vittima dello scenario di guerra, ottantuno come i pensieri interrotti in volo sul
cielo di Ustica che un grande artista della memoria, Christian
Boltanski, ha voluto immaginare, e far mormorare senza sosta,
avvicina lorecchio e le parole sono chiare, disarmanti: Spero
che le analisi del sangue vadano bene, non voglio dormire dalla nonna, ci sono i topi, da quando morto Roberto non riesco
a vivere... Dentro il grande hangar, ricomposto con cura su una
griglia di ferro, il puzzle di duemila frammenti di lamiera ripescati dal mare sembra un aereo, ma non lo pi. Quellesplosione ha trasformato un oggetto in un segno, poi in un simbolo. il
corpo sostituto di altri corpi, il corpo della verit in frantumi,
che sta insieme per chi la vuol vedere, ma che nessuno riuscito
a saldare una volta per tutte, e per tutti.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-*105&4*
/FMMFJNNBHJOJ FTUSBUUFEBM
EPDVNFOUBSJPEJ$BOBM1MVT
i*MEJTBTUSPEJ6TUJDBVOFSSPSF
GSBODFTF w
MJQPUFTJEFJDBDDJB
GSBODFTJBMMJOTFHVJNFOUP
EFM.JHMJCJDPDIFWPMBWB
WJDJOPBM%D*UBWJB

Difesa e dei Trasporti a risarcire


31 familiari delle vittime di Ustica per complessivi 12 milioni di
euro, confermando lipotesi di
un disastro aereo causato, con
elevata probabilit, da un missile o da una quasi collisione
con un altro velivolo intruso. Si
tratta solo dellultima sentenza
di condanna, arrivata dopo altre simili. Resta da vedere se il
documentario di $BOBM1MVT convincer Parigi a dare nuove risposte. Il governo italiano potrebbe finalmente chiedere conto con forza ai francesi delle tante reticenze e bugie di questi anni, dice Bonfietti. La verit, o almeno una parte, si trova forse
negli archivi militari custoditi
nel Chteau de Vincennes.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

La Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 


$0/5"55*
4&(3&5&3*"@&$0/0.*"!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



'54&.*#   %08+0/&4   &630%0--"30  1&530-*0#3&/5 "-#"3*-& 5"44**5"-*"/*""//* 
*-16/50
-6$"1"(/*

&MFUUSJDJUFHBT
EPQPUSFBOOJ
DPOTVNJJOSJBM[P
NBTPMPHSB[JF
BMDBMEPSFDPSE
-FDFOUSBMJIBOOPQSPEPUUP
QJFOFSHJBQFSVOFMFWBUP
VTPEFJDPOEJ[JPOBUPSJ
MILANO. Nel caso dellenergia

elettrica bisogna andare


indietro di tre anni. Per il gas
naturale addirittura di quattro.
Perch era da tanto che i
consumi non facevano segnare
un segno positivo nel corso dei
dodici mesi. Invece, nel giro di
due giorni prima Snam e poi
Terna, le due societ controllate
dalla Cassa Depositi Prestiti che
gestiscono rispettivamente la
rete del metano e quella
dellalta tensione , hanno
confermato linversione di
tendenza. Che non ha a che fare
necessariamente con la ripresa
delleconomia. Ma con il caldo
record che ha fatto del 2015
lanno con le medie pi elevate
dal 1880.
Partiamo dai dati. Terna ha
fatto sapere che nel corso degli
ultimi dodici mesi i consumi di
elettricit in Italia sono saliti
dell 1,5 per cento rispetto al
2014, pari a 315 miliardi di
kilowattora. E sempre nel 2015
stato anche raggiunto il nuovo
record assoluto dei consumi
elettrici del nostro paese: alle 16
di marted 21 luglio, Terna ha
registrato un valore di picco
pari a 59.353 Mw (+15,1%
rispetto alla richiesta massima
del 2014).
Per il consumo di gas, c stato
un aumento del 9% della

domanda, legato soprattutto


alla richiesta di combustibile da
parte delle centrali
termoelettriche (circa +7,5%
rispetto al 2014).
In totale in Italia, sono stati
consumati 67 miliardi di metri
cubi di gas, oltre 5,5 miliardi in
pi rispetto al 2014, ma 19
miliardi in meno rispetto al
massimo storico registrato nel
2005.
La ripresa dei consumi va
attributa, per lo pi, al maggior
utilizzo di condizionatori per il
gran caldo dello scorso anno,
che ha portato a una maggior
richiesta di produzione elettrica
da parte delle centrali
termoelettriche, le pi indicate
a soddisfare i picchi di della
domanda di energia.
Il resto lo ha fatto un minimo di
ripresa economica, come
testimoniato anche da un altro
dato di questi giorni: laumento
dei prodotti petroliferi nel 2015
del 3,9%. Un segno pi, in
questo caso, dopo nove anni di
cali consecutivi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

(SBOEJPQFSF
EJNF[[BUJJUFNQJ
EFMMBCVSPDSB[JB

&DDPHMJEFDSFUJ4UJQFOEJNBOBHFS
POMJOF7JBTVCJUPJGVSCFUUJEFMDBSUFMMJOP
30#&3501&53*/*
ROMA.

*16/5*

'63#&55*%&-#"%(&
4DBUUBMBOPSNBBOUJ
GVSCFUUJEFM
DBSUFMMJOPQPUSBOOP
FTTFSFMJDFO[JBUJ TF
DPMUJTVMGBUUP FOUSP
PSF1FOBMFQFSJ
EJSJHFOUJ

%*3*(&/5*"4*EJSJHFOUJEFMMF"TM
TBSBOOPTPUUPQPTUJB
TDSVUJOJPEPQPEVF
BOOJEBMMBOPNJOB
DIJIBCJMBODJJO
QSPGPOEPSPTTPTBS
TPTUJUVJUPEBMMB
3FHJPOF

53"41"3&/;"1"
-FQVCCMJDIF
BNNJOJTUSB[JPOJ
NFUUFSBOOPTVM8FC
DPTUJFTUJQFOEJEFJ
EJSJHFOUJ*DJUUBEJOJ
QPUSBOOPDIJFEFSFMB
QVCCMJDJUEFHMJBUUJ

.656*&$3&%*50
(MJJOUFSNFEJBSJ
EPWSBOOPBEPUUBSFJ
DSJUFSJFVSPQFJ
RVBOEP
QSPQPOHPOPNVUVJ
PQSFTUJUJ$IJBSF[[B
TVSJTDIJF5BFH

Megaconsiglio dei ministri gioved notte con il varo di


11 decreti legislativi. Tempi
contingentati per le conferenze dei servizi per il varo delle
opere pubbliche, tutele per chi
contrae un mutuo o un prestito
bancario, ma anche licenziamento per dipendenti assenteisti, penalizzazioni per i dirigenti delle Asl in rosso, stipendi
dei manager pubblici on line.
Monitoraggio per le partecipate degli enti locali con lobiettivo della cessione.

4#-0$$"#630$3";*"

Nuove regole per le Conferenze dei servizi, snodo cruciale per lattivazione delle opere
pubbliche: le riunioni diventano telematiche, scatta il silenzio-assenso, massimo 60 giorni per le decisioni, se la situazione non si sblocca potr intervenire il consiglio dei ministri
ponendo un limite di 5 mesi.
Contro le lunghezze burocratiche anche il dimezzamento dei
tempi per una serie di procedu-

"-(07&3/0
*MNJOJTUSPEFMMB
1VCCMJDB
"NNJOJTUSB[JPOF 
.BSJBOOB.BEJB
EVSBOUFMB
DPOGFSFO[BTUBNQB
EJJFSJB1BMB[[P$IJHJ

re per opere pubbliche, insediamenti produttivi e imprese


che oggi hanno termini fissati
tra i 30 e i 180 giorni. Comuni e
Regioni potranno individuare
investimenti strategici cui assegnare una corsia preferenziale.

565&-&46.656*&13&45*5*

Recepita la direttiva Ue sui


mutui immobiliari. La norma
impone che siano fornite al consumatore informazioni dettagliate, che venga utilizzato un
prospetto informativo standard e vengano fornite spiega-

zioni sul Taeg, il tasso annuo effettivo globale.

'63#&55*%&-#"%(&

Dopo le polemiche e il clamore


del caso Sanremo arriva la
norma anti furbetti del cartellino. La novit riguarda in particolare la falsa attestazione
della presenza in servizio, come chi striscia il badge e poi se
ne va. Se c flagranza di reato
prevista la sospensione obbligatoria entro 48 ore dal servizio e
dallo stipendio. Il procedimento disciplinare dovr concludersi entro 30 giorni. Previsto licen-

-*/5&37&/50

7JBBMSJBTTFUUPEFM(FTUPSFEFJTFSWJ[JFOFSHFUJDJ
ROMA. Alle luce dellapprovazione dei decreti di riforma della PA del ministro Madia, che

prevedono la razionalizzazione delle societ pubbliche, il governo accelera il processo di


riorganizzazione del gruppo Gse. Il gruppo, interamente partecipato dal ministero dellEconomia,
composto da quattro societ: il Gestore dei Servizi Energetici - Gse, che gestisce gli incentivi alle
rinnovabili; lAcquirente Unico - Au, che acquista energia per il mercato tutelato; il Gestore dei
Mercati Energetici - Gme, che gestisce il mercato elettrico e del gas; Ricerca sul Sistema
Energetico - Rse che si occupa di ricerca nel settore energetico. Il dossier, in mano al
sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, prevede la riduzione da quattro
a due societ, dando vita cos a due nuovi poli separati: un polo si occuper di rinnovabili e ricerca e
laltro polo di mercati allingrosso, al dettaglio e di servizi di sistema per i clienti.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

ziamento e sanzioni penali per i


dirigenti che non prendono
provvedimenti.

7*"%*3&5503*"4-*/30440

Loperato dei direttori delle


Asl viene sottoposto a valutazione dopo due anni dalla nomina
e, in caso di una gestione in rosso, scatta la sostituzione.

41&4&1"46-8&#

Ogni singola amministrazione sar obbligata ad indicare in


modo chiaro le spese e le retribuzioni dei dirigenti. Arriva anche una sorta di Freedom information act italiano: i cittadini potranno accedere a tutti i
dati in possesso dellamministrazione.

5"(-*"1"35&$*1"5&

Gli enti locali dovranno passare al setaccio le proprie partecipate e, entro dodici mesi, eliminare quelle che hanno fatturano
per tre anni meno di un milione.

.&/01035*

Si scende da 24 a 15 autorit
portuali sul territorio nazionale

10-*;*"&

La Polizia vigiler sulle grandi aree mentre ai Carabinieri

1BSUFMBSJGPSNBDIF
SJEVDFJQPSUJ*M
TBSJMOVNFSPVOJDP
QFSMFFNFSHFO[F
affidato il resto. Il 112 diventer il numero unico per le emergenze.

41035&--04$*"

Per aprire un negozio o per ristrutturare casa il cittadino presenta in unico ufficio un unico
modulo valido, la Scia (segnalazione inizio attivit)

1*/6/*$0

Ogni cittadino avr entro il


2017 il proprio domicilio digitale entro il 2017.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

La Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 


*&3*

'54&.*#   


'54&*5"--  
'54&*545"3   
'54&*5.*% 
$0.*5  
'6563&

 

 

 

 

 

 

*1&((*03*


'54&

7"3

4"*1&.  
*5"-.0#*-*"3&  
4&"51(  
".#*&/5)&4*4  
#"450(*  

5*50-*%*45"50
3&/%*.&/50
#51 "//*
 
413&"%46-#6/% 
*.*(-*03*


'54&

7"3

.0/5&1"4$)*4*  
#$"$"3*(&  
101&.*-*"30."(/"  
"45"-%* 
#"/$01010-"3& 

13*/$*1"-*5*50-*%&-.&3$"50";*0/"3*0
5*50-0
133*'
""  
"/*.")0-%*/(  
"/4"-%0454  
"5-"/5*"  
"650(3*--  
";*.65  
#"/$"(&/&3"-*  
#"/$".&%*0-"/6.  
#"/$01010-"3&  
#$"101.*-"/0  
#6;;*6/*$&.  
$".1"3*  
$/)*/%6453*"-  
&/&-  
&/&-(3&&/18  
&/*  
&903  
'$"'*"5$)3:4-&3"65 
'&33"(".0  
'*/.&$$"/*$"  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5*50-0

133*'

(&/&3"-* 
*/5&4"4"/1"0-0  
-69055*$"  
.&%*"4&5 
.&%*0#"/$"  
.0/$-&3  
.0/5&1"4$)*4*  
101&.*-*"30."(/" 
13:4.*"/  
3$4.&%*"(3061 
4"*1&.  
4/".  
45.*$30&-&$53  
5&-&$0.*5 
5&/"3*4  
5&3/"  
50%4  
6#*#"/$"  
6/*$3&%*5  
6/*10-4"*  
:009  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#034&&6301&&
1"&4&*/%*$&

".45&3%". "&9
 
#369&--&4#&-  
'3"/$0'035& 9&5%"9
 
'54&&63053"$,  
-0/%3" '54&
 
."%3*%*#&9  
04-0501  
1"3*(* $"$
 
7*&//" "59
 
;63*(0 4.*
 

7"-65&
7"3
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

#034&*/5&3/";*0/"-*
1"&4&*/%*$&

%+45099&630  
)0/(,0/()4  
+0)"//&4#63(  
/&8:03, 41
 
/&8:03, %+*/%
 
/"4%"2$0.1  
4*/("103&45  
4:%/&: "--03%4
 
50,*0 /*,,&*
 

7"3
 
 
 
 
 
 
 
 
 

$030/"%, 
$030/"/  
$030/"4  
%0--"30"64  
%0--"30$%/ 
%0--"3064"  
'3"/$0$) 
45&3-*/"6, 
:&/+  

 
 
 
 
 
 
 
 
 

030&.0/&5&"63&&&
(&//"*0
."55*/0
4&3"
030.*-"/0 &630(3
 
 
030-0/%3" 64%0/$*"
   
 
"3(&/50.*-"/0 &630,(

1-"5*/0.*-"/0 &630(3

 
1"--"%*0.*-"/0 &630(3

 
(&//"*0
%&/"30 -&55&3"
45&3-*/" 7$
 
 
 
45&3-*/" /$
 
45&3-*/" 1045
 
 
,36(&33"/%    
."3&/(0*5"-*"/0  
 

-BUUPEJBDDVTBEJ.FEJBTFUB4LZ
i"HHJSBPTDVSBNFOUPOPTUSFUWw
*M#JTDJPOFEFQPTJUBDJUB[JPOFDPOUSP.VSEPDIi$POUJOVBBUSBTNFUUFSFJDBOBMJ
HSB[JFBMOVPWPEFDPEFS/POBVUPSJ[[BUB MBCVTPQSPTFHVF5SJCVOBMFDJSJTBSDJTDBw
"-%0'0/5"/"304"
ROMA. Fin dal 2003, Sky ha tra-

smesso Canale 5, Italia 1 e Rete


4 senza avere il via libera di Mediaset. La pay-tv di Murdoch ha
continuato in questo abuso
nella stagione del digitale terrestre, dal 2009. E adesso che il Biscione cripta i suoi canali per il
satellite, ecco Sky aggirare questo oscuramento e insistere nella indebita appropriazione
delle tre reti.
Nellatto di citazione che deposita al Tribunale civile di Milano, Mediaset punta lindice
contro i nuovi decoder della
pay-tv e contro la chiavetta che
si collega ai suoi decoder vecchi
(la digital key). Questi strumenti intercettano il segnale
in digitale terrestre di Canale
5, Italia 1 e Rete 4, e lo mostrano agli abbonati di Sky, cos

dribblando loscuramento satellitare di Mediaset. I legali


del Biscione sostengono che
questo meccanismo - difeso dalla pay-tv anche di fronte al Garante per le Comunicazioni
(lAgCom) - reitera lutilizzo
non autorizzato dei canali altrui. Il criptaggio - ricorda latto
- iniziato il 7 settembre 2015
dopo che il Gruppo Berlusconi
ha inutilmente chiesto un corrispettivo o almeno una SF
USBOTNJTTJPOGFF a fronte del
palese sfruttamento delle tre
reti televisive. Murdoch per
non ritiene di pagare neanche
questo pedaggio per la ritrasmissione.
Gli avvocati del Biscione contestano anche le facolt del decoder My Sky che registra e
mette in pausa Canale 5, Italia
1 e Rete 4. Mostrare un programma in un altro orario e

*-."/"(&3
1JFS4JMWJP
#FSMVTDPOJ JOGPUP

WJDFQSFTJEFOUF
FTFDVUJWPFBE
EFM(SVQQP
.FEJBTFU

manipolarlo in ogni modo sono operazioni che andrebbero


anchesse autorizzate dal Gruppo Berlusconi. Latto - di cui ha
dato notizia per la prima volta il
sitoSFQVCCMJDBJU - osserva inoltre che Sky continua a mostrare immagini da film, serie e
show Mediaset sulla sua Guida Tv visibile in Internet commettendo ulteriori illeciti.
Ora, la presenza di Canale 5,
Italia 1 e Rete 4 nellofferta di
canali della pay-tv - ed ancora
oggi sui televisori dei suoi abbonati - rappresenta un nuovo
utilizzo commerciale e un ulteriore diffusione pubblica dei
tre canali. Sky conquista cos
un nuovo pubblico e un maggiore appeal commerciale,
aumentando i ricavi senza sostenere alcun costo. Invece
Mediaset porta al successo i
suoi programmi solo con anni

di continui investimenti.
Alla fine dei conti, i legali di
Mediaset accusano Sky di concorrenza sleale e di acquisire
tuttora un vantaggio competitivo indebito. Per questo chiedono che il Tribunale vieti (con
definitiva inibitoria) la visione dei canali Mediaset sugli
schermi dei clienti della pay-tv
(fermando i suoi nuovi decoder
e la digital key). Ogni giorno
di violazione del divieto andrebbe punito con una multa. Il Biscione reclama anche il risarcimento del lucro cessante e di
una serie di danni (ad esempio
alla reputazione imprenditoriale). Ma non specifica la cifra
che si aspetta. Invoca - questo s
- la retroversione, la restituzione degli utili che Sky avrebbe indebitamente incassato in
13 anni, con canali non suoi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

&$0/0.*"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 


1&34"1&3/&%*1*
XXXSZBOBJSDPN
XXXFEGDPN

*MDBTP

*5BSGFSNBOPHMJBJVUJEFMMF3FHJPOJB3ZBOBJS
1VHMJBF4BSEFHOBDBODFMMBOPHMJBDDPSEJFTDMVTJWJDPOMBMPXDPTU TFSWJSVOBQQBMUP5JNPSJQFSJDPMMFHBNFOUJ
-"3&(0-"&6301&"
-6OJPOFFVSPQFBIB
WJFUBUPBJVUJEJSFUUJ
EBQBSUFEJHPWFSOJP
FOUJMPDBMJBMMF
DPNQBHOJFBSFF.B
3ZBOBJSSJFTDFB
PUUFOFSFGPOEJEBMMF
3FHJPOJJUBMJBOFQFS
GBSFQVCCMJDJUBMMF
BUUSBUUJWFMPDBMJ

(*6-*"/0'04$)*/*

0-&"3:
.JDIBFM0-FBSZ
BEEJ3ZBOBJS MB
QJHSBOEF
DPNQBHOJB
MPXDPTUFVSPQFB

BARI. Due alternative: si voler low cost anche con Alitalia, e con le altre compagnie
grandi. Oppure si rischia di non volare pi
low cost. Nei cieli italiani da qualche settimana in corso una guerra tra la nostra compagnia di bandiera e Ryanair che rischia di cambiare molte delle abitudini dei viaggiatori europei. Tutto parte da Bari dove Alitalia, in seguito a una sentenza del Tar, riuscita ad affermare un principio: non pi possibile assegnare fondi per il turismo alla compagnia irlandese senza gara dappalto. Se ci sono soldi pubblici, vogliamo essere presi in
considerazione anche noi: grazie ai finanziamenti pubblici, che da soli garantiscono il
break even point del collegamento, possibile, infatti, pensare a prezzi particolarmente
vantaggiosi hanno sostenuto gli uomini del
presidente Luca Cordero di Montezemolo
che ha avviato loffensiva giudiziaria.
Tutto parte da una consolidata abitudine
di Ryanair: per portare i voli, in particolare
negli scali minori, la compagnia irlandese
chiede un finanziamento agli enti locali, siano essi le societ che gestiscono gli aeroporti
o direttamente Comuni e Regioni.
Il finanziamento non avviene in maniera
diretta, ma transita tramite una societ,
lAms, che gestisce in esclusiva la pubblicit
sul sito Ryanair. Sulla carta, quindi, i soldi
pubblici finiscono a Ams che, in cambio, dovrebbe offrire banner che pubblicizzano i vari territori sul portale della compagnia aerea. Sulla carta: perch, secondo la Guardia
di Finanza, in realt si tratterebbe di un artificio per fare arrivare direttamente i soldi alla Ryanair, senza passare appunto dalle gare
dappalto. Su questo sta lavorando la procura di Bari, quella di Lamezia Terme, si sono
mossi in Sicilia e in Sardegna, perch ovunque viene utilizzato lo stesso sistema. Sul caso era intervenuta anche lUnione europea
che aveva censurato la pratica, individuandola come possibile aiuto di Stato. Tant che
i soldi che ora vengono stanziati sono quelli
destinati alla promozione turistica. Ma deve essere fatta la gara pubblica per assegnarli spiega ora il Tar di Bari, che ha accolto il ricorso di Alitalia permettendo alla societ di
acquisire i contratti in essere tra Ryanair e

*-(36110"//6/$*"*-5"(-*0%&-%&-1&340/"-&

&EGSJMBODJBTVMOVDMFBSF
DPTUSVJSOVPWFDFOUSBMJ
JO'SBODJBF*OHIJMUFSSB
MILANO.

*-."/"(&3
#FSOBSE-FWZJM
NBOBHFSGSBODFTF
BMMBHVJEBEFM
DPMPTTPEJTUBUP
&MFDUSJDJUFEF'SBODF

Edf va controcorrente: unico tra i


grandi gruppi dellenergia in Europa ha deciso che continuer a investire nel nucleare.
Electricit de France (che in Italia controlla
Edison) ha fatto sapere che punta a costruire
due nuovi reattori nucleari entro il 2030, per
iniziare il rinnovo dei suoi 58 vecchi reattori
in Francia. Lo rivela un documento diffuso
dalla societ statale ai sindacati. I due nuovi
impianti francesi fanno parte di un piano per
arrivare fino a 10 reattori progettati dalla
francese Areva. Secondo quanto riferisce lagenzia 3FVUFST che ha potuto consultare il documento, sono confermati i progetti fuori dalla Francia: un reattore sar costruito in Finlandia, a Olkiluoto, e due a Taishan, in Cina.
Quattro sono destinati invece al Regno Unito. Edf dovr procedere a un taglio dei costi
che passa attraverso una riduzione di personale: il colosso elettrico francese ha cos comunicato ai sindacati, un piano per tagliare
3.500 posti, pari al 5 per cento della sua forza
lavoro. Ilavoratori, per, sono pi pessimisti
e si aspettano almeno 4.200 tagli. Edf spiega
che la riorganizzazione resa necessaria
dallaumentata concorrenza e dalle sfavorevoli condizioni di mercato in Francia e in Europa. Durissima la reazione dei sindacati che
considerano il piano inaccettabile, perch
il numero complessivo superiore ai 2mila tagli annunciati in precedenza. 
MQB

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

Aeroporti di Puglia. Una sentenza che ha fatto gi giurisprudenza: di luned la notizia


che lo stesso hanno sostenuto i giudici amministrativi di Cagliari, accogliendo un secondo ricorso di Alitalia. Inevitabilmente ci sar
ora un effetto a catena. Che sta facendo pre-

occupare, non poco, operatori turistici e viaggiatori che hanno lanciato petizioni sui social network e scritto ai vari organi politici:
senza finanziamenti la low cost non avrebbe
pi interesse a coprire linee con aeroporti minori. Perdere i voli di Ryanair significa dare

un colpo durissimo alla possibilit di viaggiare a bassi costi dicono dalla Sicilia alla Sardegna. Un problema che si posto, per primo, il
presidente della regione Puglia, Michele
Emiliano, che si rifiutato, per il momento,
di pagare la tranche (13,8 milioni di euro
allanno per cinque anni) dovuta a Ryanair
in seguito a una proroga del contratto (senza gara) voluta dalla precedente giunta.
Nessuno vuole perdere i voli low cost, che
hanno permesso alla Puglia di essere una delle mete pi frequentate in Europa ha detto
il Governatore ma bisogna fare le cose in regola. Anche perch dagli atti dindagine
emersa una strana circostanza: Aeroporti di
Puglia aveva sostenuto di aver chiesto la partecipazione di una dozzina di compagnie ricevendo una risposta solo da Ryanair. Ma il
contratto scrivono i magistrati - stato prorogato a ottobre del 2014 mentre le lettere
agli altri soggetti sono state inviate ad aprile
2015.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*.13&4&.&3$"5*
5*50-0

"
"430."
""
"$&"
"$05&-(3061
"$4."(".
"&%&4
"&''&
"&3010350%*#0-0(/"
"-#"13*7"5&&2
"-&3*0/
".#*&/5)&4*4
".1-*'0/
"/*.")0-%*/(
"/4"-%0454
"3&/"
"4$01*"7&
"45"-%*
"45.
"5-"/5*"
"650(3*-"650453"%&.&3
";*.65
#
#$41&",&34
#"/$"(&/&3"-*
#"/$"*'*4
#"/$".&%*0-"/6.
#"/$"4*45&."
#"/;"*
#"4*$/&5
#"450(*
###*05&$)
#$"$"3*(&
#$"$"3*(&3
#$"'*//"5
#$"*/5&3.0#*-*"3&
#$"1&5363*"&-";*0
#$"1.*-"/0
#$"1410-&50
#$"130'*-0
#$0%&4*0#3*"/;"
#$0%&4*0#3*"/;"3/$
#$01010-"3&
#$04"/5"/%&3
#$04"3%&(/"3/$
#&
#&()&--*
#&/*45"#*-*
#&456/*0/$0
#*"-&55**/%6453*&
#*"/$"."/0
#*&44&
#*0&3"
#0&30#"35
#0-;0/*
#0/'&33"3&4*
#03(04&4*"
#03(04&4*"3/$
#3&.#0
#3*04$)*
#36/&--0$6$*/&--*
#6;;*6/*$&.
#6;;*6/*$&.3/$
$
$"%*5
$"*30$0..
$"-&''*
$"-5"(*30/&
$"-5"(*30/&&%
$".1"3*
$"33"30
$"550-*$""4
$&.#3&
$&.&/5*3)0-%
$&/5-"55&503*/0
$&3".3*$$)&55*
$&37&%
$)$*"
$*$$0-&--"
$*3
$-"44&%*503*

7"3
*OJ[JP
*FSJ
BOOP

$IJV
*FSJ


NJO

NBY

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

XXXGJOBO[BSFQVCCMJDBJU

DBQ
JONJM
EJ

 *-16/50
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

  
  
 

 

 

 

 

 

 

 

  
  
  
 

 

 

 

  
  
 

  

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 

 
 


 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 










































 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 




















0MUSFBMMFCBODIFJOFWJEFO[BBODIF'DBF5FMFDPN
MILANO. Piazza Affari regina dEuoropa recupe-

ra il 4,2% grazie alle parole di Draghi. Guadagni


per le banche a cominciare da Mps (+42,8%) e
proseguendo con Bper (+11%), Banco Popolare
(+10,3%), Unicredit (+7,9%), Ubi (+5,6%),

5*50-0

$/)*/%6453*"$0'*%&
$0/"'*13&45*50
$3&%"35*(*"/0
$3&%&.*-*"/0
$3&%7"-5&--*/&4&
$41
$5*#*01)"3."
%
%".*$0
%"%"
%".*"/*
%"/*&-*
%"/*&-*3/$
%"5"-0(*$
%&-0/()*
%&"$"1*5"%&-$-*."
%*"403*/
%*(*5"-#304
%."*-(3061
&
&%*40/3
&&.4
&*508&34
&-&/
&-*$"
&.",
&/&&/&-(3&&/18
&/&37*5
&/(*/&&3*/(
&/*
&3(
&3(:$"1*5"&413*/&5
&6,&%04
&6305&$)
&903
&913*7*"
'
'"-$,3&/&8"#-&4
'$"'*"5$)3:4-&3"65
'&33"(".0
'&33"3*
'*%*"
'*&3".*-"/0
'*-"
'*/$"/5*&3*
'*/&$0#"/,
'*/.&$$"/*$"
'/.
'6--4*9
(
("#&55*13040-
("41-64
(&'3"/
(&/&3"-*
(&09
(38"45&*5"-*"
(36110&%-&413&440
)

$IJV
*FSJ

*FSJ

7"3
*OJ[JP
BOOP

NJO


NBY

DBQ
JONJM
EJ

 
 
 

 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 










 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 














 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

  
 

 

 

  
  
 

 

  
  
 

 

 

 

  
 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

  
 

 

 















'0/%*$0.6/*"1&35*4*$"7*5"-*"/*&-644&.#63()&4*%&-(&//"*0
5*50-*

5*50-0

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

5&-
"$0.&"".&3*$""  
"$0.&"".&3*$""  
"$0.&"".&3*$"2 
"$0.&""4*"1"$"  
"$0.&""4*"1"$2  
"$0.&""4*"1"$*'*$0"  
"$0.&"#3&7&5&3."  
"$0.&"#3&7&5&3."  
"$0.&"#3&7&5&3.2  
"$0.&"&5'"55*70"  
"$0.&"&5'"55*70"  
"$0.&"&5'"55*702 
"$0.&"&630##"  
"$0.&"&630##"  
"$0.&"&630##2  
"$0.&"&6301""  
"$0.&"&6301""  
"$0.&"&6301"2  
"$0.&"(-0#"-&" 
"$0.&"(-0#"-&" 
"$0.&"(-0#"-&2  
"$0.&"*5"-*""  
"$0.&"*5"-*""  
"$0.&"*5"-*"2  
"$0.&"-*26*%*5""  
"$0.&"-*26*%*5""  
"$0.&"-*26*%*5"2  
"$0.&"1"&4*&." 
"$0.&"1"&4*&." 
"$0.&"1"&4*&.2  
"$0.&"1"53"((3"  
"$0.&"1"53"((3"  
"$0.&"1"53%*/"."  
"$0.&"1"53%*/"."  
"$0.&"1"53136%"  
"$0.&"1"53136%"  
"$0.&"1"53"((32  
"$0.&"1"53%*/".2  
"$0.&"1"53136%2  
"$0.&"1&3'03."  
"$0.&"1&3'03."  
"$0.&"1&3'03.2  

   
   
 

   
 

   
   
   
 

   
   
 

   
   
 

   
   
 

   
   
 

   
   
 

   
   
 

   
   
 

   
   
   
   
   
   
 

 

 

   
   
 


5&-
"44&5"--0$"5*0/#    
'*/"/$*"-$3&%*5*   
'*/"/$*"-$3&%*53   
'*/"/$*"-&26*5:#    
'*/"/$*"-*/$0.&*   
'*/"/$*"-*/$0.&3   


7"-03*"-
5&-
"$5*7&%*4$07&3:'-&9  
"$5*7&(-0#"-'-&9  
"$5*7&*/$0.&'-&9  
"$5*7&011035'-&9  
"/*."#-6&#":3&%%*50&.  
"/*."$&%"1  
"/*."$&%"1**  
"/*."$&%"1***  
"/*."$&%"1* 
"/*."&70-6;*0/&*  
"/*."&70-6;*0/&**
 
"/*."&70-6;*0/&**  
"/*."&70-6;*0/&***  
"/*."&70-6;*0/&*7 
"/*."&70-6;*0/&*  
"/*."&70-6;*0/&**  
"/*."&70-6;*0/&***  
"/*."&70-6;*0/&*7 
"/*."&70-6;*0/&  
"/*."'*9&.&3(&/5*"  
"/*."'*9&.&3(&/5*:  
"/*."'*9&630"  
"/*."'*9&630:  
"/*."'*9)*():&-%:  
"/*."'*9)*():*&-%" 
"/*."'*9*.13&4&"  
"/*."'*9*.13&4&: 
"/*."'*9.0/&5"3*0*  
"/*."'*90##-#5  
"/*."'*90##-#5:  
"/*."'*90##-(-0#  
"/*."'*90##-(-0#:  
"/*."'*90##-.-5  
"/*."'*90##-.-5:  
"/*."'03;""  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"#0/%:  
"/*."'03;""  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;":  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  

 
 
 
 
/1
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


 
 

 
 

 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

5*50-*

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

"/*."'03;"$-:  


"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  
"/*."'03;"$-:  
"/*."'03;"#  
"/*."'03;"$-"  
"/*."'03;"$-:  
"/*."(&0".&3*$""  
"/*."(&0".&3*$":  
"/*."(&0"4*""  
"/*."(&0"4*":  
"/*."(&0&6301.*"  
"/*."(&0&6301.*:  
"/*."(&0&6301""  
"/*."(&0&6301":  
"/*."(&0(-0#"-&"  
"/*."(&0(-0#"-&:  
"/*."(&0*5"-*""  
"/*."(&0*5"-*":  
"/*."(&01"&4*&."  
"/*."(&01"&4*&.: 
"/*."(-."$30%*7&34:%  
"/*."*/*;*"5*7"*5"1.*  
"/*."0##-$03103"5&"%  
"/*."0##-&.&3(&/5&"%  
"/*."0#*&55*70$&%  
"/*."13%*/".*$0  
"/*."13%*/".*$0**  
"/*."13%*/".*$0***  
"/*."13%*/".*$0.6"4  
"/*."13'-&44*#*-&  
"/*."130(&63$&%  
"/*."130((-0#$&%  
"/*."3&/%"44.0%&3"50"  
"/*."3&/%"44.0%&3"50:  
"/*."3&/%"440##-)  
"/*."3*4&37"%0--"30"  
"/*."3*4&37"%0--"30'  
"/*."3*4&37"%0--"30*  
"/*."3*4&37"&.&3(&/5&)  
"/*."3*41"3.*0"  
"/*."3*41"3.*0)  
"/*."3644&--.6-5*"44&5 
"/*."4&-%*/".**  
"/*."4&-%*/".***  
"/*."4&-%*/".*7  
"/*."4&-%*/".*$"  
"/*."4&-%*/".*$"  
"/*."4&-&$5*0/  
"/*."4'03;&4$0"%  
"/*."45"3*5"-50105:%  
"/*."453"5&63"-50105"  
"/*."453"5&63"-50105:  
"/*."453"5*5""-50105"  
"/*."453"5*5""-50105:  
"/*."5"3(&5$&%0-"  
"/*."53*5"-105**  
"/*."53&6"-105**  
"/*."53&6"-105***  
"/*."53*5"-105***  
"/*."53$3&4045**  
"/*."53$3&44045  
"/*."53"("-50105  
"/*."53"(&6"-105  
"/*."53"(*5""-105  
"/*."53"(1-64**  
"/*."53"('-&9  
"/*."53"('-&9**  
"/*."53"((-0#"-&  
"/*."53"((-0#"-&**  
"/*."53"(.6-5*"44 
"/*."53"((-0#"-&  
"/*."53"($&%".&3*$"  
"/*."53"($&%&6301" 
"/*."53"($3&*5"-*"  
"/*."53"(%*/".*$0  
"/*."53"(&70-6;* 
"/*."53"(1-64  
"/*."7*4$0/5&0"% 
"/."$5*7&$633&/$:'-&9  
"/."/*.""-50105(-0#'  
"/."/*.""-50105&/;*"-&(-0#"-&$-"  
"/."/*."".&3*$"$-"  
"/."/*."".&3*$"'  
"/."/*."$"11*'  
"/."/*."$"11*/  
"/."/*."$"11*'  
"/."/*."$"11*/  
"/."/*."$"1*51*/  
"/."/*."$"1*51*'  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*$-"  
"/."/*."$"1*5"-&1*0##$-" 
"/."/*."&.&3(&/5*$-"  
"/."/*."&.&3(&/5*'  
"/."/*."&6301"$-"  
"/."/*."&6301"'  
"/."/*."'0/%053"%*/($-"  
"/."/*."'0/%053"%*/('  
"/."/*."*/*;*"5*7"&6'  
"/."/*."*/*;*"5*7"&6301"$-"  
"/."/*."*5"-*"$-"  
"/."/*."*5"-*"'  
"/."/*."-*2&630$-"  
"/."/*."-*2&630'  
"/."/*."-*26*%*5&630$-*  
"/."/*."0#)*():*&-%"%  
"/."/*."0#)*():*&-%' 
"/."/*."0##$03103'  
"/."/*."0##&.&3('  
"/."/*."0##-&630$-" 
"/."/*."0##-&630'  
"/."/*."0##-*(";):$-"  
"/."/*."0##-*(";*0/"3*0$03103"5&$-"  

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
 

 

   
   
 

 

 

 

 

 

 

   
   
   
 

   
   
   
 

   
 

   
 

 

 

 

 

   
 

   
   
   
   
   
 

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
 

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

5*50-*

7"- 7"- %JGG


PHHJ *FSJ NFTJ

"/."/*."0##-*(";*0/"3*0&.&3(&/5&$-"  
"/."/*."1"$*'*$0$-"  
"/."/*."1"$*'*$0'  
"/."/*."1*"/&5"$-"  
"/."/*."1*"/&5"' 
"/."/*."3*4&37"&.&3$-"  
"/."/*."3*4&37"&.&3'  
"/."/*."3*4&37"(-0#$-"  
"/."/*."3*4&37"(-0#' 
"/."/*."3*41"3.*0$-"  
"/."/*."3*41"3.*0'  
"/."/*."4"-7"%"/"*0$-"  
"/."/*."4"-7"%"/"*0'  
"/."/*."4'03;&4$0$-" 
"/."/*."4'03;&4$0'  
"/."/*."53.$&%**  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"($&%**  
"/."/*."53"(.$&%  
"/."/*."53"($&%  
"/."/*."53"(5$&%  
"/."/*."53"(**  
"/."/*."53"(6"3%0  
"/."/*."53"(6"3%0  
"/."/*."53*$0-03&$-"  
"/."/*."53*$0-03&'  
"/."/*."7"-03&(-0#'  
"/."/*."7"-03&(-0#"-&$-"  
"/."/*."7*4$0/5&0$-"  
"/."/*."7*4$0/5&0'  
"/.$"1*5"-&1*0##-'  
"/.$"1*5"-&1*0##-/  

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

5&-
";*.65%*/".*$0  
";*.653&%%*5064" 
";*.654$6%0  
";*.6540-*%*5: 
";*.6545353&/%  
";*.6553&/%  
";*.6553&/%".&3*$"  
";*.6553&/%&6301" 
";*.6553&/%*5"-*"  
";*.6553&/%1"$*'*$0  
";*.6553&/%5"44*  
'03.6-""#40-65&  
'03.6-"5"3(&5  

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

5&-
1*0/&63(07#5 &9.0/
$-"  
1*0/&63(07#5#  
1*0/&&3";$3&4$*5"$-" 
1*0/&&3";"3&"1"$*'*$0$-"  
1*0/&&3";7"-03&&63%*4$-" 
1*0/&&3";".#  
1*0/&&3";".$-"  
1*0/&&3";"3&"1"$*'#  
1*0/&&3";$3&4$*5"#  
1*0/&&3";&6301"#  
1*0/&&3";&6301"$-"  
1*0/&&3";1"&4*&.#  
1*0/&&3";1"&4*&.$-" 
1*0/&&3";7"-&6301"%*4#  
1*0/&&3&6(07.5%*4"  
1*0/&&3&6(07.5%*4#  
1*0/&&3*//07";"55#  
1*0/&&3-*26*%*5"&630  
1*0/&&30&630$&5%*4#  
1*0/&&30&630$&5%*4$-"  
1*0/&&30#$0".%*4"  
1*0/&&30#$0".%*4#  
1*0/&&30#1*6"%*453*## 
1*0/&&30#4*45*5"-*"$-"  
1*0/&&30#4*45*5"%*4#  
1*0/&&30##(-0):%*4"  
1*0/&&30##(-0):%*4# 
1*0/&&30##&630%*4$-"  
1*0/&&30##1"&4*&%*4# 
1*0/&&30##1"&4*&%*4$-"  
1*0/&&30##1*%*4$-"  
1*0/&&30##&630%*453#  
1*0/&&35"3(&5$0/530--0#  
1*0/&&35"3(&5$0/530--0$-"  
6/*$3&%*5&$03&"-&"  
6/*$3&%*5&$03&"-&#  
6/*$3&%*53&%%*50" 
6/*$3&%*53&%%*50#  
6/*$3&%*540-1"&."  
6/*$3&%*540-1"&.#  
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&"  
6/*$3&%*540-6;*0/&# 
6/*$3&%*540-6;*0/&#5"  
6/*$3&%*540-6;*0/&#5# 
6/*$3&%*553&/%"  
6/*$3&%*553&/%#  

   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   
   

Mediobanca (+5,5%), Intesa (+4,8%) e Bpm


(+4,3%). Fanno meglio dellindice principale
anche Fca (+6,3%), Mediaset (+6,1%) e Telecom (+5,3%), mentre non si ferma il calo di Saipem (-5,8%) in vista dellaumento di capitale.

5*50-0

)&3"
*
*(3"/%*7*"((*
*(%
*-40-&03&
*."
*..4*
*/%6453*"&*//
*/5&,(3061
*/5&,(30613/$
*/5&316.1
*/5&4"4"/1"0-0
*/5&4"4"/1"0-03/$
*/7&45&47*-6110
*/8*5
*3$&
*3&/
*4"(30
*4"(30";*0/*47*-6110
*58":
*5"-$&.&/5*
*5"-.0#*-*"3&
*5"-.0#*-*"3&3/$
*74(3061
+
+67&/564'$
,
,3&/&3(:
-"%03*"
-"/%*3&/;0
-";*0
-69055*$"
-7&/563&(3061
.
.$
."*3&5&$/*.0/5
."33
."44*.0;"/&55*#&7&3"(&
.&%*"$0/5&$)
.&%*"4&5
.&%*0#"/$"
.&3*%*&
.*%*/%6453:$"1
.*55&.0-&4,*/&
.0-.&%
.0/$-&3
.0/%"%03*
.0/%057
.0/3*'
.0/5&1"4$)*4*
.07*&."9
.656*0/-*/&
/
/*$&
/0&."-*'&
/07"3&
0
0-*%"5"
01&/+0#.&5*4

$IJV
*FSJ

*FSJ

7"3
*OJ[JP
BOOP

NJO


NBY

DBQ
JONJM
EJ

 

 

 

 

 



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

  
 

 

 

 

  
  
  
 

  
 

  
 

 

 

  
 

 

 


 

 

 

 

 



 

 

 

 

 



 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 

 

 

  
 


 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 


 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 





















 
 
 


 


 
 
 

 
 
 

 
 
 





 
 

 
 

 
 

 
 

 
 




074
1
1"/"3*"(3061
1"3."-"5
1*"((*0
1*&33&1*/*/'"3*/"
1*26"%30
1*3&--*$3/$
10-*(34'"645*/0
10-*(3"'*$*&%*503*"-&
101&.*-*"30."(/"
10140/%3*0
1045&*5"-*"/&
13&-*04
13&.6%"
13*."*/%6453*&
13:4.*"/
3
3%&.&%*$*
3"*8":
3"55*
3$4.&%*"(3061
3&$03%"5*
3&1-:
3&5&-*5
3*4"/".&/50
30444
4
4"#"'41"
4"&4
4"&43/$
4"'*-0(3061
4"*1&.
4"*1&.3*41
4"-*/**.13&(*-0
4"-*/**.13&(*-03/$
4"3"4
4"7&
4&"51(
4&"51(3
4&37*;**5"-*"
4&4"
4*"4
4*/5&4*
4/"*
4/".
40(&'*
4041"$&
45&'"/&45&'"/&-3*41
45.*$30&-&$53
5
5".#63*
5"4
5&-&$0.*5
5&-&$0.*53/$
5&/"3*4
5&3/"
5&3/*&/&3(*"
5&4.&$
5*4$"-*
50%4
504$"/""&301035*
53&7*'*/*/%
595&40-65*0/
6
6#*#"/$"
6/*$3&%*5
6/*$3&%*53*41
6/*106/*10-4"*
7
7"-40*"
7*"/*/**/%6453*"
7*5503*""44
:
:009
;
;*(/"(07&530
;6$$)*
;6$$)*3/$


$IJV
*FSJ

7"3
*OJ[JP
*FSJ
BOOP

NJO


NBY

DBQ
JONJM
EJ

 

 

 

 

 



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


















 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 











 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 

 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

 

  
 

  
 

  
 

 

 

 

 

  
 

 

  
 

 

 

 

 

 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

 

  
  
 

  
 

 

 

  
 

 

 


 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

 
 
 
 
 

  
  
 

  
  

 
 
 

 
 
 

 
 
 

 
 
 

 
 
 





 

 

 

 

 



 
 
 

 
 
 

 
 
 

 
 
 

 
 
 







la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-FUUFSF
$PNNFOUJ
*EFF

"77*40
".04$"

-BEFNPDSB[JBUSBNJUPFSFBMU

<SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

30#&350504$"/0

ONO gli

ingredienti di uno straordinario giallo


internazionale. Un giallo che tuttaltro che
nuovo, anzi ha quasi dieci anni, ma che viene
oggi rilanciato dalle conclusioni di una commissione dinchiesta che ieri ha reso noto un comunicato
secondo cui il delitto, di cui sono accusati due agenti
russi, Lugovoi e Kovtun, stato probabilmente autorizzato dal capo del FSB, Patrushev, e dallo stesso
Putin.
Conclusioni abbastanza scontate, se si pensa che
un criminale comune non potrebbe certo procurarsi
una sostanza che viene prodotta nei reattori nucleari
e che il FSB aveva molte ragioni per eliminare Litvinenko, un traditore che, fuggito in Gran Bretagna
nel 2000, non aveva smesso di accusare il regime putiniano per lassassinio della giornalista Politkovskaya
attribuendogli anche connivenze con la grande criminalit russa a livello internazionale. Per quanto riguarda in particolare la responsabilit personale del
Presidente russo, invece, il probabilmente del rapporto della commissione dinchiesta dice o troppo o
troppo poco, nel senso che non vi sar mai il modo di
provare unaccusa del genere, pur essendo inconfutabile che dietro unoperazione cos clamorosa non poteva mancare un avallo ai pi alti livelli. Daltra parte,
come ci ricorda il caso Matteotti, nei regimi la volont
del capo non ha bisogno di tradursi in ordini espliciti,
ma viene interpretata ed eseguita da zelanti seguaci.
Eppure la notizia, anche se per molti versi scontata, non affatto irrilevante se pensiamo al contesto e
alle implicazioni. Dopo il colpo di mano dellannessione della Crimea e lappoggio ai ribelli secessionisti
dellEst dellUcraina, Vladimir Putin era sembrato in
difficolt di fronte al prezzo da pagare per il suo unilateralismo armato. Un prezzo che minacciava di rivelarsi troppo alto in quanto contrastava con lambizione del leader russo ad essere riconosciuto soprattutto
da Washington come essenziale interlocutore a livello politico-diplomatico. La Siria ha offerto al Presidente russo loccasione di uscire dallangolo in cui il suo
avventurismo lo aveva spinto: da un lato, offrendo un
appoggio militare contro lo Stato Islamico, dallaltro
in quanto potenzialmente in grado, in parallelo con lIran, di contribuire alla ricerca di una soluzione diplomatica. Mosca infatti, che sulla Siria sta portando
avanti un dialogo serrato con gli Stati Uniti, potrebbe, con le dovute contropartite, ritirare il proprio essenziale appoggio ad Assad, aprendo cos la via ad
una soluzione di compromesso.
La riapertura del caso Litvinenko viene a ricordare
che, nonostante labilit politico-diplomatica ultimamente dimostrata da Putin (coadiuvato da un grande
professionista, il Ministro degli esteri Lavrov), la via
per il suo riconoscimento come legittimo ed autorevole interlocutore resta ancora accidentata, anche oltre
la questione ucraina, non tanto per il suo passato nel
KGB, ma per episodi come lomicidio di Politkovskaya e, pi recentemente, delloppositore Nemtsov. Delitti che, come vero per il caso Litvinenko, appare
molto difficile interpretare in chiave di criminalit comune e che quanto meno fanno pensare a significative connivenze a livello del potere politico.
Il rapporto della commissione britannica stato subito denunciato a Mosca come strumentale e provocatorio non solo da portavoce ufficiali, ma anche in unopinione pubblica dove la popolarit di Putin altissima e in cui imperversano le teorie cospirative. Sar
ben difficile convincere i russi che non si tratti di una
manovra della perfida Albione.
Certo, si potranno anche discutere gli elementi probatori dellindagine, ma unanalisi politica rivela che
Putin non deve soltanto fare i conti con le ostili manovre degli avversari, ma con un problema di credibilit
che potrebbe essere risolto soltanto dal radicarsi in
Russia di un autentico stato di diritto.
comprensibile inoltre e questo spiega la popolarit di Vladimir Putin che i russi vogliano riscattarsi
dallumiliazione della perdita, con la fine dellUrss,
dello status di Grande Potenza, ma non potranno farlo con la spregiudicatezza e larbitrio. Per qualsiasi
Paese - e non solo per la Russia - legittimo perseguire
linteresse nazionale, ma a condizione del rispetto delle regole internazionali. Perch sia sostenibile e riconosciuta, la grandezza di un Paese non pu essere perseguita con i colpi di mano.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

$033"%0"6(*"4
DBVHJBT!SFQVCCMJDBJU

nato a Bologna sotto i bombardamenti, testimone diretto dellinvoluzione, pare chiaro che, cessato
linflusso positivo della Resistenza, le classi dirigenti siano decadute. Sono emersi i mediatori incapaci di
decidere, quando non i furbastri o i disonesti. Le persone di specchiate onest e dignit sono state emarginate o
utilizzate come specchietti per le allodole sia in Italia che allestero. Sar let, ma sto diventando pessimista.
Mi sembra di capire che non vi sia soluzione a questa incapacit dei sistemi democratici rappresentativi fondati
sui partiti di selezionare il meglio dalla societ per affidargli il governo del Paese, anzi, direi che si stia
selezionando il peggio. Nel pragmatico mondo anglosassone, si ipotizza che se il Parlamento fosse eletto
sorteggiandone i membri fra gli elettori disponibili, magari con qualche correttivo demografico o di genere, il
risultato sarebbe migliore e la percentuale di onesti e volonterosi pi alta.
1BPMP4FSSB#PMPHOBNBE!JQFSCPMFCPMPHOBJU

&

-FUUFSF
7JB$SJTUPGPSP
$PMPNCP 
3PNB
'BY

*OUFSOFU
SVCSJDBMFUUFSF
!SFQVCCMJDBJU

SSENDO il tema molto impegnativo, do al signor


Serra due risposte basate su opinioni di specialisti di alto livello. La prima la ricavo dal saggio %F
NPDSB[JB di Massimo L. Salvadori (Donzelli ed.); la seconda una sorpresa. Lo storico Salvadori spiega con
linguaggio di esemplare chiarezza perch il termine
democrazia rappresentativa sia in parte illusorio. I
parlamenti sono istituti nei quali alcuni delegati dovrebbero rappresentare lintero popolo. Chi sceglie per i delegati? In pratica, si legge nel libro, sono le lites
a farlo. Non nemmeno questione della legge elettorale che certo pu aggravare il fenomeno. sempre cos
nella sostanza. Lidea dei grillini di affidare la scelta alla democrazia diretta della Rete (Uno vale uno) s
visto che fine ha fatto: manovre della diarchia imperante, espulsione dei prescelti inadatti, risultati comunque non verificabili. Se ci spostiamo al livello pi
alto, lelezione presidenziale negli Stati Uniti, le cose
non cambiano. Perfino luomo pi potente del mondo,
scelto da una percentuale pari a circa il 25 per cento de-

&UUPSF4DPMB
VOWFSPNBFTUSP
.BSDP.FMBUP
Se n andato non soltanto un
grande maestro del cinema italiano e mondiale, ma anche un uomo profondamente semplice, la
cui umanit era contagiosa. Conobbi Ettore Scola quando frequentavo la scuola di cinema al
Centro sperimentale di cinematografia di Roma nel 1978; fu
maestro in tutti i sensi, maestro
in arte e maestro di vita; ho un ricordo vivido della sua lucida, geniale ed incredibilmente semplice umanit. Era il maestro nel
mio cuore, prima che nella mia
mente, e ho pianto.

co e la terza media, nostro figlio


lha terminata da gennaio a giugno con un trasferimento improvviso in unaltra scuola, arrivandoci psicologicamente molto
provato. Il bullo in questione si
diplomato alle medie con il massimo dei voti, anche in condotta,
con tanto di cerimonia. Un anno
dopo cosa mi fa cadere dalle mani la borsa della spesa mentre
ero in un centro commerciale?
Una foto con citazione contro il
bullismo che copriva unintera
parete, proprio dallex scuola media di nostro figlio!

-BNBDB

(MJJOTFHOBOUJ
FJMCVMMJTNP
1BPMPF.BOVFMB
Nostro figlio alla scuola media ha
dovuto subire atti di bullismo
che ancor oggi, quasi maggiorenne, gli fanno rivivere dei ricordi
veramente pesanti. Quanto accaduto alla ragazzina di Pordenone fa veramente male, soprattutto molta rabbia quando si sente
dire dalla dirigente scolastica e
dai suoi professori che non si sono mai accorti di niente. Invece,
oggi in una trasmissione, il padre di un compagno di classe di
questa povera ragazzina, ha dichiarato che sono gi stati denunciati i fenomeni in quella classe
facendo pure i nomi degli artefici
ma tutto caduto nel nulla. La
medesima cosa successa anche
a nostro figlio e questo anche perch il capo branco era il figlio di
un insegnante che lavora nella
stessa scuola. Addirittura, le pesanti offese scritte da questo bullo sul diario di nostro figlio non sono state prese in considerazione
nemmeno dal dirigente scolasti-

%JSF[JPOF
.BSJP$BMBCSFTJ%*3&5503&3&410/4"#*-&
'0/%"503&&6(&/*04$"-'"3*

ARO Augias, leggo molte analisi sulla crisi delle democrazie. Quasi tutte mi lasciano insoddisfatto. A me,

7*$&%*3&5503*"OHFMP"RVBSP 'BCJP#PHP 
(SFHPSJP#PUUB %BSJP$SFTUP%JOB
"OHFMP3JOBMEJ "35%*3&$503

$"103&%"5503&$&/53"-&.BTTJNP7JODFO[J
$"103&%"5503&7*$"3*07BMFOUJOB%FTBMWP
$"103&%"5503&*/5&3/&5(JVTFQQF4NPSUP

gli elettori, in realt mandato alla Casa Bianca dalle


potenti consorterie (oggi si dice MPCCJFT) che puntano
su di lui e dallinvasivo sfruttamento mediatico delle
masse popolari. Ecco perch Salvadori, con ragionato
pessimismo, ha dato come sottotitolo al suo saggio
Storia di unidea tra mito e realt. La sorpresa venuta leggendo (Domenicale del Sole24ore) la recensione di un libro dedicato a David Bowie. Lautore, Simon Critchley, si definisce pop-philosopher (New
School for Social Research New York). Pensando alla personalit geniale, poliedrica e sfuggente della
grande popstar, ha scritto: Non c una realt solida a
partire dalla quale possiamo dare senso al mondo. Pi
la cerchiamo, pi lottiamo, pi vicino arriviamo al nulla. Molto pi modestamente penso anchio che stiamo attraversando unepoca di cambiamenti cos radicali da comportare trasformazioni di cui nessuno pu
prevedere lesito tanto meno noi nati sotto i bombardamenti.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

6ODBMDJP
BMMPNFSU

4FTJNVPSF
BODPSBEJQBSUP

3PCFSUP%BMMB7FDDIJB
SEW!HNBJMDPN

$POTJHMJP  %JSFUUJWP  EFMM0SEJOF 


EFJ  .FEJDJ  F  EFHMJ  0EPOUPJBUSJ 
EFMMB1SPWJODJBEJ#SFTDJB

Bene ha fatto Gasperini a denunciare le infiltrazioni para mafiose


degli ultras genoani e altrettanto bene ha fatto Mancini a rivelare lattacco subito per opera di
Sarri a colpi di finocchio. Il nostro paese crescer nella misura
in cui sapr rompere il muro di
omert che ancora lo avvolge.

.*$)&-&4&33"

ICE la senatrice Cirinn che, a tuttoggi, sono sta-

ti presentati zero emendamenti alla legge che


porta il suo nome e che dovrebbe dare finalmente qualche certezza a famiglie di fatto, specie quelle omosessuali. Dice anche, Cirinn, che se emendamenti verranno presentati, essi saranno migliorativi, ovvero non
avranno lo scopo di disarticolare la struttura stessa della
legge. Poich Cirinn, in quanto madre di quella legge,
non avrebbe alcun interesse a occultare intenzioni ostili e
sopire polemiche malevole, viene da pensare che labitudine al peggio abbia molto influenzato il clima delle ultime settimane: leggendo i giornali pareva che lobbies di bigotti e lobbies di degenerati fossero impegnate in uno
scontro mortale, e nella rissa sarebbe stato travolto e affossato anche questo ennesimo, tardivo tentativo di allineare le leggi italiane non tanto al dettato europeo, quanto al senso comune occidentale in materia di famiglia.
La politica cos carica di difetti che manca il cuore, ormai, di elencarli tutti. Ma a volte (e speriamo sia questo il
caso) un tantino pi solida, nel suo farsi, della rappresentazione molto molto teatrale che ne viene data. Magari tra un quarto dora a qualcuno saltano i nervi e va tutto
allaria; ma al momento, a quanto sembra, ci sono buone
probabilit che la legge Cirinn arrivi in porto. Nel caso,
un brindisi al lavoro politico, una volta tanto, andrebbe
fatto.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

In un articolo pubblicato il 13
gennaio su 3FQVCCMJDB, Michela
Marzano, in relazione alle recenti tragiche morti per parto negli
ospedali italiani, afferma: Si moriva di parto o in seguito ad un
aborto perch cerano le malattie infettive, cerano le emorragie, cera la setticemia..... Ebbene, purtroppo, ci sono ancora. E
poi: Il rischio di morire di parto,
o in seguito ad un aborto, non dovrebbe pi nemmeno esistere
grazie proprio allo straordinario
progresso della medicina. Le
morti per parto sono diminuite
(nei paesi sviluppati) in modo
inimmaginabile alcuni decenni
fa ma ci sono ancora e non potranno essere azzerate. Con quale conoscenza dei fatti, con quale sicumera si possono formulare simili
accuse?
$PNFTQJFHB+SHFO)BCFSNBT 
JMQJJNQPSUBOUFDPNQJUPEFMMB
GJMPTPGJBNPSBMFDPOUSBTUBSFMF
TUSFNBGSBHJMJUEFMMBDPOEJ[JP
OFVNBOB4PQSBUUVUUPRVBOEP
JOHJPDPMBWJUBEJDIJTJBGGJEBBM
MFDVSFEJDIJ GBDFOEPEFMMBNFEJ
DJOBJMQSPQSJPNFTUJFSF EPWSFC
CFBWFSFDPNFPSJ[[POUFEJB[JP
OFJMCFOFTTFSFEFJQB[JFOUJ*MQSP
CMFNBOPOMFTJTUFO[BEFMMFNB
MBUUJF EFMMFJOGF[JPOJPEFMMFDPN
QMJDB[JPOJ  *M  QSPCMFNB  DPNF 
TDSJUUPEBM.JOJTUFSPEFMMBTBMV
UF MBQSFTFO[BEJDSJUJDJUFEJ
EJTHVJEJ  OFMMPTQFEBMF  EJ  #SF
TDJB #BTTBOPEFM(SBQQBF4BO
#POJGBDJP  $SJUJDJU  F  EJTHVJEJ 
DIFOPOQPTTPOPFTTFSFBDDFUUBUJ
TPQSBUUVUUPTF DPNFQBSF TPOP
BMMPSJHJOFEFMEFDFTTPEJUSFEFMMF
RVBUUSPEPOOFNPSUFJOEJDFN
CSFEJQBSUP
(m.m.)
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

(SVQQP&EJUPSJBMF-&TQSFTTP4QB

$0/4*(-*0%*"..*/*453";*0/&
13&4*%&/5&$BSMP%F#FOFEFUUJ
"..*/*453"503&%&-&("50.POJDB.POEBSEJOJ

%JSFUUPSJDFOUSBMJ
1JFSBOHFMP$BMFHBSJ 130%6;*0/&&4*45&.**/'03."5*$*

4UFGBOP.JHOBOFHP 3&-";*0/*&45&3/&

3PCFSUP.PSP 3*4034&6."/&

$FSUJGJDBUP"%4O
EFM

$0/4*(-*&3*.BTTJNP#FMDSFEJ "HBS#SVHJBWJOJ 

%JWJTJPOF4UBNQB/B[JPOBMF

3&410/4"#*-&%&-53"55".&/50%"5* %-(4/

."3*0$"-"#3&4*3&(*453";*0/&53*#6/"-&%*30."/
%&-
-BUJSBUVSBEFiMB3FQVCCMJDBwEJHJPWFE
HFOOBJPTUBUBEJDPQJF

"MCFSUP$M 3PEPMGP%F#FOFEFUUJ
'SBODFTDP%JOJ 4JMWJB.FSMP &MJTBCFUUB0MJWFSJ 
-VDB1BSBWJDJOJ$SFTQJ .JDIBFM;BPVJ

7*"$3*450'030$0-0.#0 30."
%*3&5503&(&/&3"-&$PSSBEP$PSSBEJ
7*$&%*3&5503&(JPSHJP.BSUFMMJ

3&%";*0/&$&/53"-&30." 7*"$3*450'030$0-0.#0 5&- 3&%";*0/&.*-"/07*"/&37&4" 5&-3&%";*0/&503*/07*"#36/0#60;;* 5&-3&%";*0/&#0-0(/"7*"-&4*-7"/* 5&-3&%";*0/&'*3&/;&7*""-'0/40-"."3.03" UFM3&%";*0/&/"10-*3*7*&3"%*$)*"*" 


5&-3&%";*0/&(&/07"7*"30$$"5"(-*"5"$&$$"3%* */55&-3&%";*0/&1"-&3.07*"13*/$*1&%*#&-.0/5& $5&-3&%";*0/&#"3*$03407*5503*0&."/6&-&** 5&-16##-*$*5"."/;0/*$7*"/&37&4" .*-"/045".1"&%*;*0/*5&-&53"4.&44&#"3*%&%"-0-*5045".1"43-7*"
4"7&3*0.*-&--"  $"5"/*"&5*441";0/"*/%6453*"-&7***453"%"-*703/0'*/&(*-&%*503*"-&7*"%&--"35*(*"/"50."/507"'*/&(*-&%*503*"-&13&440$*5&.40$$001"3-7*"('-6$$)*/*1"%&3/0%6(/"/0 .*
3050$0-0341"7*"/";"3*04"630 1"%07"'*/&(*-&%*503*"-&7*"-&%&--"/"7*(";*0/&*/5&3/" 30."3050$0-0341"7*"%&-$"4"-
$"7"--"3* 4"44"3*i-"/607"4"3%&(/"w41";0/"*/%6453*"-&13&%%"/*&%%"/03%453"%"/4/$(044&-*&4 #&-(*0
&63013*/5&34""7&/6&+&"/.&3.0;."-5".*--&3/&8413*/5-*.*5&%.*--&3)064& "*310358":5"39*&/30"%-62"-2"(3&$*".*-,30%*(*5"-)&--"4-5%)&1)"&4506453&&5,0301*(3&&$&"##0/".&/5**5"-*" $$1
/30."
"//0 $0/4%&$&/1045"
&630  4&55&/6.&3*
&630  4&*/6.&3*
&630  $*/26&/6.&3*
5&- %"5&-&'0/*16##-*$*0$&--6-"3*
&."*-"##0/".&/5*!3&16##-*$"*5"33&53"5*&4&37*;*0$-*&/5*8884&37*;*0$-*&/5*3&16##-*$"*5 &."*-4&37*;*0$-*&/5*!3&16##-*$"*5 5&- %"5&-&'0/*16##-*$*0
$&--6-"3*
(-*03"3*40/0%"--6/&%"-7&/&3% *-$0450."44*.0%&--"5&-&'0/"5"%"3&5&'*44"%* $&/5"-.*/650  $&/5%*&630"--"3*41045" *7"*/$-64"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-FUUFSF
$PNNFOUJ
*EFF


1&34"1&3/&%*1*
XXXHPWFSOPJU
XXXTFOBUPJU

*-4&/5*&30%&--".#*(6*5
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

45&'"/0'0--*

&

IN Parlamento

il potere di Denis Verdini


cresciuto. Cos si possono riassumere i fatti
al di l delle polemiche inevitabili che investono il Partito
Democratico. Non cambiata la maggioranza perch al
Senato mercoled si era
per la
*- votato
riforma costi16/ tuzionale e
50 quindi al di
fuori dei patti
politici che
reggono il governo. vero per che il centrosinistra e larea di Alfano
insieme non avrebbero raggiunto i 161 voti, ossia la maggioranza assoluta richiesta.
Era previsto, o almeno nel novero delle probabilit. I voti
del gruppo di Verdini, transfughi dal centrodestra, sono
arrivati in soccorso e hanno
permesso di salvare la riforma. Nessuna sorpresa, dal
momento che lo stesso gruppo si era espresso in modo
analogo nelle precedenti let-

ture.
Perch allora si parla di governo Renzi-Verdini? una
forzatura polemica, ma coglie un nocciolo di verit. Le
tre vice-presidenze assegnate ai verdiniani nelle commissioni sono apparse come il
frutto di un classico baratto
parlamentare: poltrone in
cambio di voti. In realt le vice-presidenze spettano anche allopposizione. Quindi
da un punto di vista formale
il presidente del Consiglio
avr buon gioco a dimostrare
che tutto nelle regole. Il voto riguardava la riforma e
non il programma di governo, tantomeno la fiducia.
Quanto alle commissioni, e al
di l delle ombre sui singoli
personaggi, si fatto ricorso
alla prassi garantista che prevede un certo numero di posti ai partiti di opposizione.
Addirittura Altero Matteoli,
dissidente di Forza Italia, toscano di Livorno, rimasto
presidente della commissione Lavori pubblici del Senato.

Che si tratti di un gioco di


destrezza, evidente. Nella
sostanza e fin dalla sua nascita il gruppo di Verdini non si
colloca pi allopposizione. O
meglio, mantiene una parven-

za in tal senso proprio perch


non ha mai votato la fiducia
al governo. Ma si trova senza
dubbio ai margini della maggioranza, utile al premier
quando c da rinforzarne i

#6$$)*

ranghi. Come accaduto laltro ieri e come potr accadere


nel prossimo futuro su altri temi. Verdini stesso non ne fa
mistero e ci tiene a marcare la
sua crescente rilevanza politica. Quanto pi il Pd e lesecutivo fossero indeboliti a sinistra
dalle mini-scissioni o
dallinsofferenza della minoranza bersaniana tanto pi
il plotone di Verdini sarebbe
necessario, almeno al Senato.
A fianco del partito renziano
ma senza una confluenza che
per il premier-segretario sarebbe gravemente dannosa.
un mini-patto del Nazareno che comincia a dare frutti
e garantisce a Renzi una riserva personale in caso di guerriglia parlamentare. Gli avversari del presidente del Consiglio considerano tutto questo
inaccettabile e forse hanno ragione. Ma quali armi hanno
per impedirlo? La base della
maggioranza alle Camere
non formalmente cambiata.
Se lo fosse Renzi dovrebbe
prenderne atto e salire al Quirinale per sentire cosa ne pensa il capo dello Stato. Ma non
accadr perch tutti si sono
mossi con accortezza.

Quanto al listone comune Renzi-Verdini, il cui rischio


paventato da Bersani, per
ora non esiste nemmeno come ipotesi. Ma anche vero
che le elezioni sono lontane,
almeno un anno abbondante,
e di qui ad allora molte cose
possono cambiare. Allo stato,
il premier non ha alcun interesse ad accogliere nelle liste
elettorali i suoi nuovi sostenitori: perderebbe voti anzich
guadagnarne. Ma ci sono altri
modi per far vivere lalleanza
e i prossimi mesi diranno quali. Nel frattempo, la vera domanda riguarda la minoranza del Pd. Intendono passare
il resto della legislatura a lamentarsi della spregiudicatezza di Renzi e a incassare
sconfitte? Se credono che lintesa con Verdini sia lembrione del fatidico partito della
nazione, possono contrastarla sul piano politico e parlamentare. Ma occorre un dinamismo e una tenacia, nonch
una variet di argomenti, di
cui finora non si vista traccia. Per ora, chi dimostra di
avere una strategia, sia pure
fondata sullastuzia, Renzi.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

-*/5&37&/50

6/*0/*$*7*-* *-3*5"3%0%&--"10-*5*$" 1&3$)$".&30/)"3"(*0/&46--"6&


/"%*"63#*/"5*

A PROPOSTA di legge (testo Cirinn)

che dovrebbe regolare lo stato civile delle coppie omosessuali e che comincer il suo iter parlamentare in
Senato il 28 gennaio (quasi in contemporanea con il Family day), mette a nudo la
natura bipolare del Partito democratico,
sintesi visiva della tensione che divide il
Paese tra una cultura liberale e una cultura liberale ma nella misura in cui i diritti
individuali non contrastino con i valori
cattolici. Il Pd porta nei suoi geni il seme
della discordia che divide demo-cattolici e
demo-liberali sui temi legati alla procreazione e alla sessualit. Il teso scambio tra
Michela Marzano e Emma Fattorini, luned scorso su 3FQVCCMJDB5W, non sembrava
una discussione fra esponenti dello stesso
partito.
LItalia , tra i Paesi europei, quello meno disposto a riconoscere al matrimonio
civile unidentit autonoma rispetto al
matrimonio religioso, che per i cattolici
un sacramento che fonda e sotiene la famiglia. La questione che divide lo statuto delle unioni omosessuali, ovvero la disciplina del matrimonio, la sua indiscussa
identit eterosessuale.
Allinterno di questo contenzioso si colloca la discussione sulle adozioni con una
pesante distinzione tra figli e figliastri in relazione ai tipi di genitori. La visione diffusa che i costituenti per primi
avessero in mente una nozione di matrimonio che prevedeva che i coniugi dovessero essere persone di sesso diverso. Il
contesto storico del Paese e la matrice etico-religiosa di molti dei costituenti che
contribuirono alla scrittura degli articoli
29, 30 e 31 sembrerebbero confermare
questa visione (anche se in nessuno di
quegli articoli si menzionano i sessi diversi). legittimo chiedersi se la Costituzione vada interpretata cercando di entrare
nella testa dei costituenti e restando ancorati al loro contesto culturale o se non ci si
debba affidare ai criteri di coerenza interna al testo e di attenzione al nostro contesto, alla vita nostra qui e ora.
Si potrebbe sostenere che ora come allora lItalia un Paese cattolico e, in questo senso, lintenzione dei costituenti facilmente comprensibile anche da noi.
poi vero che in un Paese monoreligioso, e
con debole pluralismo confessionale, linterpretazione del diritto si tinge fatalmente della sensibilit della cultura della maggioranza (come avvenne nel caso del crocefisso nelle scuole pubbliche).
Tuttavia, si pu essere cattolici in modi

7*5503*0$0-"0

diversi. La lettura della libert individuale non omogenea nemmeno tra i cattolici. Il movimento cattolico ha infatti conosciuto importanti stagioni liberali e di dissenso, per esempio nel corso di battaglie
per altri diritti civili come il divorzio e linterruzione di gravidanza.
I diritti sono scudi protettivi per chi si
trova in minoranza (in questo caso, chi
non eterosessuale) mettendo in conto
che ciascuno di noi anche chi condivide
la cultura etica della maggioranza cattolica potrebbe trovarsi nella condizione
di doversi appellare ad essi. I diritti ci garantiscono nelle nostre future scelte, qualora esse si scontrino con quelle che la
maggioranza giudica buone. Perch lasciare la definizione di che cosa sia il matrimonio alla parte pi numerosa e soprattutto a quella parte di essa che pensa che
il futuro replicher sempre e per tutti il
passato?
La divisione interna al Pd mostra unulteriore discrepanza. Mostra come la societ e la giurisprudenza camminino a una
velocit doppia rispetto alla politica: le
persone fanno scelte di vita secondo la loro personale saggezza, il loro desiderio, i
loro sentimenti, se necessario andando a
celebrare un matrimonio gay allestero; i
giudici, interpellati da coloro che subiscono discriminazione perch omosessuali,
devono seguire il dettato della Carta.
La vita e il diritto si sostengono a vicenda e tendono a procedere quasi alla stessa
andatura. La politica, invece, resta indietro, litigiosa e incapace di rappresentare
la societ e di ascoltare la voce dei diritti.
E resterebbe ancora latitante se la Corte
di Strasburgo, nel luglio scorso, non avesse condanno lItalia per violazione dellarticolo 8 della Convenzione europea dei diritti delluomo sulla tutela della vita familiare, anche omosessuale.
Il testo Cirinn non radicale e segue il
tracciato indicato dalla sentenza della
Corte costituzionale n. 138 del 2010 che
sgancia la questione sulla legittimit costituzionale del matrimonio tra persone
dello stesso sesso dallarticolo 29 per riferirlo allarticolo 2: una linea di condotta
ad un tempo moderata (prospettando
unioni civili non matrimonio) e rispettosa delleguaglianza. Larticolo 2 recita:
La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili delluomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge
la sua personalit. Cio anche in unioni
omosessuali.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

ARO DIRETTORE, i cittadini del Regno

Unito voteranno entro lestate su


quella che alcuni considerano una
questione di sovranit nazionale, e
altri vedono invece come un giudizio sulla
convenienza economica della partecipazione allUnione europea. Al di fuori del Regno
Unito il dibattito ruota intorno alle modifiche alle regole europee proposte dal Primo
ministro britannico in una lettera al Presidente del Consiglio Europeo Tusk: rappresentano o meno un prezzo accettabile da pagare per continuare a mantenere lInghilterra nella Ue? Le proposte di Cameron sono
state trattate nellEuropa continentale come una vincita per il Regno Unito, e quindi
se approvate, come una perdita per tutti
gli altri Stati membri. Ritengo che questo
punto di vista sia fondamentalmente errato.
Come CEO della societ di comunicazioni leader in Europa, con il maggior numero di
clienti tra privati, imprese e pubblica amministrazione in tutto il continente, penso che
tali proposte tuteleranno al meglio gli interessi di tutti gli Stati membri e dei loro cittadini.
David Cameron chiede riforme in quattro
aree fondamentali: governance economica,
competitivit, sovranit e immigrazione.
Lultima ha provocato il dibattito politico
pi acceso. Proporre di non erogare benefici
ai cittadini Ue durante i primi quattro anni
della loro permanenza nel Regno Unito stato interpretato come un passo indietro rispetto ad una delle filosofie fondanti dellUnione. una questione politica sulla quale
unimpresa ha necessariamente un punto di
vista limitato. Ma penso che un dibattito fattuale tra governi su una questione cos delicata per le conseguenze politiche e sociali,
sia incontrovertibilmente meglio che affrontarla in confronti elettorali strumentalizzabili e potenzialmente demagogici.
Riguardo alle altre proposte di Cameron,
ritengo abbia ragione quando dichiara che
tali riforme farebbero bene allUe nel suo
complesso e non solo al Regno Unito, ben evidenziando i vantaggi che ne trarrebbero tutti gli europei. I business leader europei hanno sottolineato pi volte come la futura prosperit della Ue sia a rischio senza riforme significative che incrementino la produttivit, semplifichino la governance, riducano
oneri regolamentari e assicurino la libera circolazione di beni e capitali nellambito di un
mercato europeo veramente unico. Le imprese europee richiedono queste riforme da
anni - con risultati purtroppo limitati - mentre i nostri concorrenti negli Stati Uniti e in
Asia continuano a crescere pi agilmente.

Sono un cittadino italiano che vive a Londra dal 2006. Vodafone, fondata in Gran Bretagna, considerata una societ britannica,
anche se genera circa il 90% dei suoi ricavi al
di fuori del paese in cui ha la sede. Abbiamo
societ operative in 12 Stati membri, dove lavorano donne e uomini di oltre 120 nazionalit. Nel mondo, meno di un quarto dei nostri
230 leader sono di nazionalit britannica. Il
Regno Unito quindi importante per Vodafone, ma abbiamo una prospettiva non filtrata da una lente anglocentrica. Ci confrontiamo oggi con pi di 200 autorit regolamentari diverse, molte delle quali interpretano in
modo diverso - o in alcuni casi ignorano del
tutto - ci che dovrebbe essere una legislazione paneuropea coerente. Le norme che regolamentano lassegnazione delle licenze per
lo spettro radio, laccesso alle reti in fibra ottica e i diritti di distribuzione dei contenuti per fare solo alcuni esempi - variano da uno
Stato membro allaltro. Ovunque dobbiamo
affrontare complessit e costi che drenano risorse, e sono un mancato investimento costruttivo per il futuro.
Noi e le altre imprese europee non abbiamo certo bisogno di unulteriore frammentazione e incoerenza nelle norme nei diversi
Paesi. E sarebbe assai arduo immaginare un
vero mercato unico digitale europeo se il Regno Unito - uno dei principali architetti della
rivoluzione online e uno dei maggiori mercati digitali - fosse declassato allo status di un
partecipante passivo che naviga con norme
stabilite da altri. Il mercato unico digitale sar cruciale per innumerevoli imprese europee. E non potr certo funzionare senza parit di trattamento tra economie delleurozona e non.
Il Regno Unito ha una lunga tradizione di
apertura al mercato e alla concorrenza, con
politiche lungimiranti pensate per stimolare la crescita. Tuttavia chiaro che i giovani,
non solo inglesi, sono oggi molto attratti dalla Gran Bretagna per le opportunit che offre in termini di occupazione e innovazione.
Qualsiasi cosa stia facendo il Regno Unito,
sta lavorando bene per dare prospettiva ad
una nuova generazione di europei.
Ecco perch la questione non quella del
prezzo che lEuropa dovrebbe pagare per
trattenere il Regno Unito allinterno dellUnione. , invece, quella del costo che lEuropa dovr sostenere se continuer ad ignorare la sostanza delle richieste a favore di riforme, sollecitate pi volte dalle imprese europee, da parte del leader di una delle economie e societ di maggior successo in Europa.

-BVUPSF$&0EFM(SVQQP7PEBGPOF
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



7&/&3%  (&//"*0 

-"$6-563"

'SFHJ %JBOF
F4DJQJPOJ
$PNFOPO
USJTUF7FOF[JB
"-#&350"3#"4*/0

(-*41&55"$0-*

0TDBSiCJBODIJw
-"DBEFNZ
WVPMFDBNCJBSF
MFSFHPMF
4*-7*"#*;*0

4POPBEPMFTDFOUJ SBDDPOUBOPTUPSJF
EBNPSF*MPSPSPNBO[JMJQVCCMJDBOP
BQVOUBUFTV8BUUQBE VOBBQQPOMJOF
QFSDIJTPHOBEJGBSFMFUUFSBUVSB
FDIFPSBTQPQPMBBODIFEBOPJ
5FTUJEJHJUBUJTVHMJTNBSUQIPOF
OFMUFNQPMJCFSPTVDVJQVOUBOP
HMJFEJUPSJQFSGBSOFEFJCFTUTFMMFS

(JPWBOJ
TDSJUUSJDJ
TPDJBMDMVC
-"63".0/5"/"3*

CRIVONO romanzi a
puntate digitando
sulla microtastiera
di un cellulare o di
un portatile. Scrivono in treno, in bus, seduti su
una panchina, nei corridoi della scuola. Dieci righe, cinquanta o quante ne vengono. Scrivono e postano in rete di getto,
un episodio dopo laltro, senza
avere un plot definito in testa.
Rileggendo al volo e premendo
invio su Wattpad, la piattaforma online, fabbrica di scrittori
in erba diventata un successo
globale che ha creato il fenomeno "GUFS di Anna Todd. Da l
adesso gli editori anche in Italia pescano romanzi e giovanissimi scrittori. Anzi scrittrici dal
momento che all80 per cento
frequentata da ragazze.
Le storie prendono forma, i
personaggi si innamorano, si
tradiscono, si lasciano come in
una serie, a puntate, e viaggiano in questa social biblioteca di
nativi digitali (e non) cresciuta molto anche in Italia. Emergono cos, da Bolzano a Palermo, centinaia di nuovi
smart-writer e si muovono, a

caccia di possibili bestseller,


grandi e piccoli editori. Rizzoli
e Fanucci hanno gi mandato
nelle librerie i primi romanzi
estratti da questo serbatoio letterario popolato di fantasy e di
fanfiction scritte per lo pi da
adolescenti per adolescenti. Accanto agli intramontabili Harry Styles e Liam Payne degli
One Direction ispiratori di numerosi episodi, ci sono protagonisti di casa nostra: campioni
dello sport come i calciatori da
Morata e Dybala, da Florenzi a
Higuain o della musica come
Ignazio Boschetto, uno dei componenti del gruppo Il Volo, Mika, Jovanotti, Ligabue o star
della rete provenienti da Youtube o Vine, da Cameron Dallas a
Nash Grier ad altri.
La app di Wattpad si scarica
sul telefonino (o si accede al sito collegandosi dal computer):
un social network di self publishing con oltre 40 milioni di
iscritti nel mondo. In Italia i numeri lievitano di settimana in
settimana: conta attualmente
oltre un milione di user e pi di
600mila storie pubblicate. Cos
nelle stanze digitali in cui
nato "GUFS, cominciato un intenso scouting editoriale per

scovare nuove Anna Todd, la


scrittrice texana autrice di una
serie nata online approdata poi
sugli scaffali delle librerie e tradotta in trenta lingue (in Italia
il romanzo stato pubblicato
da Sperling & Kupfer).
una letteratura che nasce
dal basso e che vive di un rapporto molto stretto fra chi legge e chi scrive: A volte capita
che cambio il carattere di qualche personaggio accogliendo i

$SJTUJOB$IJQFSJ BOOJ 
DPOJMTVPi.ZEJMFNNB
JTZPVwIBHJWFOEVUP
NJMBDPQJFDBSUBDFF
suggerimenti dei lettori che
commentano in diretta in fondo al capitolo, racconta Cristina Chiperi, diciassette anni, nata in Moldavia, ma padovana
di adozione, studentessa di un
liceo classico. Cristina ha appena pubblicato con Fanucci, una
casa editrice indipendente attenta a quel che produce la rete, .ZEJMFNNBJTZPV che in
due settimane ha venduto nella versione cartacea 30mila co-

pie scalando la classifica della


narrativa italiana: oggi si trova
sei posti sotto a Fabio Volo, ma
davanti ad autori allenati ai
successi come Malvaldi o Camilleri. .ZEJMFNNBJTZPV nasce online e gratis come tutto
quello che viene pubblicato su
Wattpad (non c scambio di
soldi per si guadagnano lettori), Cristina lo ha scritto a puntate sul suo iPhone, in genere
la sera, distesa sul letto e con la
musica nelle cuffie. Scomodo?
Be ogni tanto scappano degli
errori, colpa del correttore automatico. Lo ha ambientato a
Miami: Perch? Ho cercato su
Google, una citt che mi piace, lho vista in tante foto, ci sono molti ragazzi, gli skater, mi
sembrata un bel posto per la
storia di Cris. Cris la protagonista dei 118 episodi della prima delle tre fanfiction postate
su Wattpad sugli amori e le
giornate di una studentessa sedicenne che frequenta una high school e intreccia avventure
e amori. Il primo lavoro di Cristina spiega leditore Sergio
Fanucci stato visualizzato
sette milioni di volte che non
sinonimo di sette milioni di lettori, ma di una moltitudine di

contatti e pagine sfogliate.


Perch una storia che si pu leggere gratis online diventa un libro di successo? Intanto non
la stessa cosa riprende Fanucci c un lavoro di editing
importante che ripulisce il testo dalle ripetizioni che inevitabilmente ci sono in una scrittura spontanea che viene postata
di getto come quella che si trova su Wattpad. Non soltanto
questo anche se Michele Rossi,
responsabile editoriale della
narrativa italiana per Rizzoli,
condivide limportanza dellediting. C pure altro: Il senso
di appartenenza a una comunit che in questi lavori molto
forte, il dialogo fra chi scrive e
chi legge quotidiano, c uno
scambio e una condivisione.
Rizzoli ha appena mandato in libreria 0WFS VOPWFSEPTFEJUF
di Sabrina Efionay, 16 anni, di
origine nigeriana, nata in Italia che si firma con lo stesso nickname usato su Wattpad, Sabrynex. Nella vita reale frequenta il liceo artistico a Castel
Volturno, in provincia di Caserta, dove vive con una famiglia
affidataria.
Sono Cher, ho diciottanni e
credo che abbiamo tutti biso-



7&/&3%  (&//"*0 

*-$0..&/50

.BJMSJTDIJP
EJWFOUBRVFMMP
EJJOUSBUUFOFSF
/*$0-"-"(*0*"

gno di qualcosa da cui dipendere, per cui impazzire, si legge


nel risvolto di copertina di
0WFS. Fino a qualche mese fa
non lo sapevo, perch non avevo ancora incontrato Hunter.

Noi siamo lopposto: il bianco e


il nero, il bene e il male, non
possiamo esistere luna senza
laltro. Lamore il protagonista di svariate storie, basta
scorrere qualche titolo fra quel-

li in primo piano sulla piattafor- mi. Ma attenzione a non liquima online: #BDJBNJ, #BDJ  dare questo mondo come una
OFMMPNCSB, /POUVUUPQFSEV letteratura di serie B. Ha confiUP, 6O  TFNQMJDF  CBDJP. Non ni vasti, in continua evoluziomancano trame hot e quelle ne. Allinterno si trova di tutto
che parlano di vampiri e di gno- anche se la letteratura da
smartphone attrae soprattutto un pubblico under 30 che va
-*/5&37*45"4"#3*/"&'*0/": "//* "653*$&%*i07&3w
di fretta e magari legge aspettando il metro. Di certo un osservatorio importante per gli
editori, spiega ancora Michele Rossi. L non ci sono cattedre
e tutto pu essere messo in discussione. Lo sa bene Cristina
Chiperi che ha dovuto arginare
le proteste di chi sosteneva che
Il tuo Over si chiamava in un primo tempo
abrynex pubblica con Rizzoli 0WFS VOP
il titolo .ZEJMFNNBJTZPV era
Overdose perch hai cambiato il titolo?
WFSEPTFEJUF. Dietro il nickname che usa
un inglese sgrammaticato: Vi
Perch sembrava fosse un romanzo che parlasu Wattpad, c Sabrina Efionay, 16 anvoglio tranquillizzare, giusto
ni che si presenta cos: Vivo a Castel Vol- va soltanto di droga.
cos, lho chiesto anche alla mia
turno con la famiglia a cui sono stata affidata
E invece?
professoressa e poi c un verso
quando avevo undici giorni perch la mia mam una storia che racconta tante cose di una raanalogo della canzone .ZEJ
ma naturale si trasferita a Firenze. Frequento il gazza di nome Cher, gli incontri, lamore contraMFNNB di Selena Gomez. Cio
liceo artistico.
stato per Hunter e anche i problemi, un mondo di
la canzone da cui prende spunHai scritto Over sul telefonino?
violenza con corse clandestine e incontri di lotta ilto la storia. Unaltra volta gli
No, preferisco scrivere sul computer, anche se legali.
utenti si sono arrabbiati permolti so che scrivono al cellulare. Io scrivo dalla
Hai scelto di ambientarlo a Londra, come mai?
ch, prima del debutto in libremia stanza o qualche volta in treno.
Perch una citt che amo e in cui sogno di anria, erano stati messi offline i
Cosa hai pensato quando ti hanno chiamato dare a vivere anche se non ci sono mai stata.
capitoli del primo dei tre rodalla Rizzoli per dirti che volevano pubblicare
Nel romanzo ci sono anche scene di sesso...
manzi postati sul social netquello che mettevi online su Wattpad?
Sono invenzioni letterarie, cose che ho letto in
work. bastato collezionare
Quando ho ricevuto la mail ho pensato che fos- altri libri.
qualche commento arrabbiato
se uno scherzo. Non riuscivo a crederci, mi pareva

MN

e i capitoli sono riapparsi.
troppo bello.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

i-BUFMFGPOBUBEBMMBDBTBFEJUSJDF 
"MMJOJ[JPDSFEFWPGPTTFVOPTDIFS[Pw

uando nel 1844 *USFNP


TDIFUUJFSJ cominci a
uscire a puntate su -F 
4JDMF, Alexandre Dumas e il suo giovane collaboratore Auguste Maquet non avevano
ancora finito di scrivere gli ultimi
capitoli. Nonostante ci fosse dietro un grosso lavoro di documentazione, Dumas non aveva le idee
del tutto chiare su come continuare la storia. Considerato il risultato (un romanzo in cui ogni difetto
compensato da unenergia e
una capacit daffabulazione eccezionali) bisogna ringraziare il
meccanismo del feuilleton che dimostr di funzionare bene anche
con il pubblico dei posteri, quelli
che avrebbero letto il romanzo in
volume.
A un secolo e mezzo di distanza, nel mondo 2.0 che vorrebbe
contendere a Gutenberg anche il
primato sulla fruizione letteraria, si pu sperare che applicazioni come Wattpad il pi grosso
social network di autori online
producano prima o poi unopera
destinata a rimanere. Almeno un
grande successo lhanno prodotto: "GUFS, di Anna Todd nato su
Wattpad.
Gli utenti di questa piattaforma sono quarantacinque milioni,
ci sono cento milioni di storie pubblicate, e linterazione tra i lettori
(che sono spesso anche autori)
continua. Le opere vengono caricate sul social a puntate, e a seconda delle reazioni di chi legge
lautore pu farsi unidea su ci
che sta scrivendo, perlomeno rispetto ai gusti e allumore di un
particolare pubblico non pagante
composto da individui chiamati a
commentare ci su cui non di rado anche loro si stanno cimentando. Ogni tanto qualche autore riscuote successo e una casa editrice lo mette sotto contratto, segno
che il vecchio Gutenberg rimane
la meta pi ambita anche dagli
autori online.
Wattpad rappresenta insomma uninteressante palestra per
gli aspiranti scrittori che amano
il confronto in progress. Qualunque bravo romanziere in erba capisce presto come sfruttare (cio
vampirizzare) ci che lo circonda. Fosse anche il giudizio del pubblico fallace, conoscere le reazioni a ci che si appena finito di
scrivere una risorsa che quando non schiaccia irrobustisce.
Per i forti e i coraggiosi c da fare
e imparare.
Due differenze rispetto ai vecchi feuilleton per saltano allocchio.
La prima riguarda il filtro editoriale. Giornali come -F4JDMF o -B
1SFTTF facevano un lavoro di selezione. Su Wattpad come su qualunque piattaforma di self-publishing, il filtro editoriale assente. Bench questo non impedisca
che intorno a certi libri si creino
vere comunit (pare che "GUFS su
Wattpad sia stato visualizzato un
miliardo di volte) in termini di
qualit ancora il tradizionale lavoro editoriale a dare i migliori risultati.
La seconda differenza riguarda i soldi. -F4JDMF pagava i propri
autori, Wattpad no. Non sottovaluterei il denaro, se ci che ci si
propone non scrivere -BNPOUB
HOBJODBOUBUB ma intrattenere
un pubblico. Pagami, e getter il
cuore oltre lostacolo. Senza il richiamo del soldo, Dumas sarebbe
stato tanto audace da sottrarre i
.NPJSFTEFE"SUBHOBO alla Biblioteca di Marsiglia pur di avere
materiale con cui arricchire la
sua opera?
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

R2
*MDBTP

%BMSBEEPQQJP
EFMMB1FOO
4UBUJPOBMMB
OVPWBWJBCJMJU
FDDPJMQJBOP
EFMHPWFSOBUPSF
$VPNP

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

-B/FX:PSL
EFMGVUVSP
TJSJQFOTB
JOHSBOEF
%"-/04530$033*410/%&/5&
'&%&3*$03".1*/*

NEW YORK

hink Big, pensare


in grande. il nuovo
slogan che il governatore Andrew Cuomo ha lanciato per
descrivere il futuro di New
York. Riassume un piano grandioso di rinnovamento dellurbanistica e della viabilit, 100
miliardi di dollari dinvestimen-

ti pubblici e privati.
Non che la Grande Mela fosse rimasta immobile negli ultimi anni. Il visitatore europeo
sorpreso semmai dal cambiamento costante di questa citt.
Sotto i due sindaci Michael
Bloomberg e Bill de Blasio sono
fiorite la )JHI-JOF e il $IFMTFB
.BSLFU, la reinvenzione del
.FBUQBDLJOH%JTUSJDU e dell&B
TU7JMMBHF, lapertura di decine
di nuovi musei, la ricostruzione
del 8PSME5SBEF$FOUFS, i nuovi

-&45";*0/*
*MSFOEFSJOH
EFMQSPHFUUP
EJSBEEPQQJP
EFMMBTUPSJDB
1FOO4UBUJPO

parchi pubblici di Brooklyn lungo lEast River, la citt universitaria di Roosevelt Island. Questanno Renzo Piano conclude il

nuovo campus della Columbia


University.
Eppure il 5IJOL#JH di Cuomo che oggi cattura lattenzio-

(-*&4&.1*

.&53010-*5"/"

4BSBOOPUSFOUBMFOVPWF
TUB[JPOJ USBDVJRVBUUSP
OFM#SPOY VOB
B#SPPLMZOFBMUSFTVMMB
-POH*TMBOE3BJM3PBE

40550-)6%40/

ASL CASERTA

Via Unit Italiana, 28 - 81100 Caserta


Servizio Provveditorato
tel. 0823/445226-5230
servizio.provveditorato@pec.aslcaserta.it

AVVISO DI GARA
Lotto CIG 6545392459

COMUNE DI CAGLIARI

-"&3010350

$VPNPJQPUJ[[BDIF
MBOUJRVBUPBFSPQPSUP-B
(VBSEJBWFOHB
DPNQMFUBNFOUFSJGBUUP
FOUSPJM

5"11"/;&&#3*%(&

-BiOVPWBuWFSTJPOFEFM
QPOUFTVMM)VETPODIF
DPMMFHB8FTUDIFTUFS
$PVOUZF3PDLMBOE$PVOUZ
HJJODPTUSV[JPOF

ne, viene paragonato addirittura alla rivoluzione urbanistica


del 1811, quando Manhattan si
diede per la prima volta il disegno geometrico delle strade e
inaugur lurbanistica moderna. Il governatore italo-americano, che ha sotto la sua giurisdizione lintero Stato di New
York (largo dallAtlantico fino
al Canada), vuole affrontare
problemi che superano il potere dei sindaci.
Il punto debole di New York
sono le infrastrutture dei trasporti. Gli aeroporti non reggono il confronto con quelli asiatici, sono vetusti e congestionati,
come sanno i turisti penalizzati
da folli attese all*NNJHSBUJPO.
I treni sono ancora peggio,
compreso quellAcela che lunico (sedicente) ad alta velocit ma collega a Boston e Washington con la tecnologia di
un Pendolino. Il metr indecente per vecchiaia, sporcizia,
disservizi. Ci vogliono tanti soldi per rimediare a decenni di
ideologia neoliberista, che ha
portato a disinvestire sistematicamente dalle infrastrutture

-PIBBOOVODJBUP
BM.BEJTPO4RVBSF
(BSEFO FQJDFOUSPEFMMB
SJWPMV[JPOFVSCBOJTUJDB

REGIONE CAMPANIA

6OUVOOFMTPUUPM)VETPO
3JWFSTFSWJSQFSNJHMJPSBSF
MBWJBCJMJUEJ/FX:PSL
FJDPMMFHBNFOUJ
TUSBEBMJFGFSSPWJBSJ



Avviso di rettifica
e riapposizione termini
Si comunica che sono state apportate delle
Rettifiche ad alcuni elaborati progettuali relativi
alla procedura aperta per l'affidamento dei
Servizi integrati di igiene urbana della Citt
di Cagliari CUP: G29D15000860004 - CIG
6412700771 e, pertanto la nuova data di scadenza delle offerte fissata per il 16/02/2016
- ore 11.00. L'avviso stato inviato alla GUUE
in data 30/12/2015 ed in corso di pubblicazione su GURI, Albo Pretorio, www.serviziocontrattipubblici.it, www.regione.sardegna.it,
www.comune.cagliari.it. sul quale sar disponibile anche documentazione di gara e progetto. Informazioni sulla gara: Servizio
Provveditorato,
Economato

070.6777501/7511/7669 - fax 070.6777696


provveditoratoeconomato@comune.cagliari.legalmail.it; sul servizio: Servizio Igiene del Suolo,
Gestione Ambientale - tel. 070.6776937-75046115 - igienesuolo@comune.cagliari.it fax
070.6776932. Il Dirigente - Dott.ssa Claudia
Madeddu

CAFC S.P.A.
VIALE PALMANOVA 192 - UDINE
ESTRATTO DI BANDO DI GARA
Ente Appaltante: CAFC s.p.a. Viale Palmanova 192
33100 UDINE
Procedura aperta per laggiudicazione di un appalto per il
servizio di lettura contatori; lotto unico; CIG: 6511051143.
Importo stimato indicativo dellappalto: Euro 1.496.091,60
(IVA esclusa)
Durata: il servizio dovr essere eseguito sino al 31.12.2018.
Criterio di aggiudicazione: offerta economicamente pi
vantaggiosa. Termine per il ricevimento delle offerte: ore
12.00 del giorno 23.2.2016. Informazioni complementari:
le informazioni sono reperibili nel bando di gara, nel relativo
disciplinare, nelle specifiche tecniche.
Il bando di gara nonch tutti i documenti correlati sono disponibili e liberamente scaricabili dal sito internet dellAzienda
www.cafcspa.com
LAzienda si riserva la facolt di apportare eventuali chiarimenti, integrazioni e rettifiche alla documentazione di gara
con semplice comunicazione sul sito internet. Il bando di gara
e stato inviato alla G.U.C.E. in data 8.1.2016.
Il Responsabile del Procedimento
dott. ing. Massimo Battiston

LAzienda Trasporti Pubblici di Sassari rende noto che


in data 09.12.2015 ha aggiudicato la procedura
aperta indetta per la fornitura di: lotto 1) gasolio per
autotrazione CIG 64292744BE ditta Testoni S.r.l. Reg.
Predda Niedda Sassari, sconto /litro 0,0039 da
applicare sul prezzo in convenzione CONSIP Lotto 7 Sardegna; lotto 2) AdBlue additivato CIG 6429315693
ditta Trasport S.a.s. Z.I. Predda Niedda Sassari prezzo
/1 0,49; Lotto 3) Lubrificanti e liquidi refrigeranti CIG
642932814F ditta Transport S.a.s. Z.I. Predda Niedda
Sassari offerta complessiva 17.095,90; Lotto 4) Lubrificanti CIG 64293367E7 ditta Transport S.a.s. Z.I.
Predda Niedda Sassari offerta 9.891,00. Lavviso
stato inviato alla GUUE in data 11.01.2016.

Questa ASL di Caserta indice Procedura Aperta per la fornitura di n. 10


autoambulanze di soccorso, con il
criterio di aggiudicazione i sensi
dellart. 83 del D.Lgs. 163/06 offerta
economicamente pi vantaggiosa. Il
valore economico complessivo pari
a Euro 600.000,00 oltre IVA. La scadenza per la presentazione delle offerte fissata per le ore 12.00 del
giorno 10/03/2016. Il Disciplinare, il
Capitolato e tutti gli allegati sono disponibili sul sito iternet aziendale
www.aslcaserta.it.
IL DIRETTORE SERVIZIO
PROVVEDITORATO
DR. Maria Di Lorenzo

AZIENDA UNIT SANITARIA


LOCALE DI PESCARA
ESTRATTO BANDO DI GARA
Si rende noto che, in esecuzione della deliberazione dirigenziale ABS n. 18 del
13.01.2016, esecutiva ai sensi di legge, questa AUSL ha indetto, ai sensi dellart. 125 del
D. Lgs. n. 163/2006, la seguente procedura
in economia per cottimo fiduciario:
Affidamento del servizio di vigilanza armata presso il Ser.T. di Tocco da Casauria.
Importo complessivo stimato, IVA
100.000,00 IVA esclusa.
esclusa:
Durata dellappalto: sino al 31.03.2019.
Termine di ricezione delle offerte: ore
13 del 16.02.2016. Tutta la documentazione
di gara verr pubblicata sul sito internet
aziendale www.ausl.pe.it alla Sezione
Gare e Appalti UOC Acquisizione Beni e
Servizi.
DIRIGENTE RESPONSABILE
UOC ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI
Dott.ssa Tiziana Petrella

pubbliche.
Ora Cuomo vuole passare alla storia come il leader della
svolta. Lo ha annunciato al discorso sullo Stato dello Stato,
poi in una conferenza al Madison Square Garden. Luogo appositamente scelto, perch epicentro della rivoluzione. L sotto il Madison Square Garden
giace sepolta e nascosta lorrida Penn Station, dove cinquantanni fa sorgeva invece
una magnifica stazione monumentale in stile Liberty paragonabile a Grand Central.
Cuomo vuole riesumare quei
fasti, creando una stazione ferroviaria gemella dentro lo storico palazzo delle Poste sulla
34esima. Di l a raggiera si ramificano tutte le altre grandi opere: tra cui trenta stazioni aggiuntive della metropolitana,
un nuovo tunnel sotto il fiume
Hudson, rifacimenti di terminal aeroportuali, linee ferroviarie, ponti e autostrade, pi lampliamento e rinnovamenti del
centro congressi Javits. il pi
grande programma di costruzioni nella storia di questo Stato, ha detto Cuomo. aggressivo e ambizioso, lo porteremo
a termine, e ci render degni
dei nostri predecessori.
Tra i quali figurava un certo
Franklin Delano Roosevelt, poi
inventore del New Deal.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 



R2
-BTUPSJB

/FMMFBQQPJOUW
OFMMFTDJFO[F
POFMMFEJUPSJB
FDDPMFWPDJ
EFHMJiFNJHSBUJw
DIFDFMIBOOP
GBUUB SBDDPMUF
EB&OSJDP
'SBODFTDIJOJ

%BMM*UBMJBB$PPM#SJUBOOJB
i&DDPDPNFBCCJBNP
DPORVJTUBUP-POESBw
&-&/"45"/$"/&--*

os Londra, per te,


Nancy? Un villaggio. Nel senso che
conosco tutti quelli
che a Londra bisogna conoscere e tutti loro conoscono me. Non la Londra che
frequentano i turisti e, scusa,
nemmeno la Londra frequentata dagli altri italiani che ci vivono. La mia Londra. Una piccola
citt, un villaggio appunto, fatta di ristoranti esclusivi, club
privati, alberghi di lusso, feste
per vip, dove entrano solo quasi esclusivamente gli inglesi. E
io, naturalmente. Quando Enrico Franceschini, corrispondente di 3FQVCCMJDB dalla capitale britannica, spiega a Nancy
DellOlio che la sua intervista
sarebbe diventata un capitolo
del libro che stava scrivendo
-POESB*UBMJB, edito da Laterza
lei rimane stordita: Un capitolo? Devi scrivere tutto il libro

*OPTUSJDPOOB[JPOBMJ
TPOPNJMBi.PMUJ
EJOPJTJGSFRVFOUBOP 
DPNFJOVOWJMMBHHJPw
su di me!.
Non ha torto la signora. La
storia della ex fidanzata di
Sven-Gran Eriksson, allenatore della nazionale inglese, vale
un saggio intero. E poco importa se della diaspora degli italiani di successo a Londra, argomento del libro di Franceschini, non esattamente esemplare. Diciamocelo: quanti tra loro
possono dire di aver salvato
lInghilterra?
Ma andiamo per ordine. Secondo i dati del consolato generale dItalia, nel 2015 gli italiani a Londra erano quasi duecentocinquantamila. Dopo Buenos
Aires, Londra quindi la citt
italiana con il maggior numero
di abitanti fuori dallo Stivale.
Il 57% laureato, e l89% in
possesso di un diploma scolastico superiore.
la parte migliore del no-

stro paese che se ne va, disposta a fare qualsiasi lavoro. Perch si fa serenamente gavetta
in un luogo dove si certi di fare carriera mettendoci la giusta, enorme, dose di talento e
impegno. Chi non ce la fa, perch il clima le relazioni personali le piazze le primavere sono
troppo pallidi rispetto ai nostri,
torna indietro.
I primi italiani che fecero impresa erano ristoratori, spiega
Franceschini, ma adesso esportiamo banchieri, scienziati, avvocati, medici, persino scrittori. Stefano Jossa, professore di
letteratura, a Londra da otto
anni e non ci crede neanche lui.
Era scettico, aveva sempre in
testa le parole di Mandelstam:

*/13*.01*"/0

*--*#30

-POESB*UBMJB
EJ&OSJDP'SBODFTDIJOJ
-BUFS[B QBHH
FVSP

esprimere se stessi con una lingua straniera come cercare di


oltrepassare il vetro del bicchiere con i denti. Ma poi rimasto,
un giorno dopo laltro, e adesso
cita un altro poeta, Said: Luomo che trova dolce la sua terra
ancora un debole principiante, colui che considera ogni terra alla stregua di quella in cui
nato gi forte, ma perfetto
solo colui al quale il mondo intero appare come un terra straniera.
Si espatria per noia, per amore, ma soprattutto in cerca di
entusiasmo. Persino Giandomenico Iannetti, che a Oxford
c andato per studiare il dolore. Stava facendo un dottorato
in neuroscienze alla Sapienza

di Roma, quando ha risposto


allannuncio. Adesso guida
uno squadra da lui selezionata
e assunta, ed membro del direttorio dellUniversity of London.
Tra gli intervistati da Franceschini ci sono giornalisti, architetti, manager come Riccardo
Zacconi, presidente della societ che produce il giochino per
telefonini Candy Crush dal successo planetario, lamministratore delegato Vodafone Vittorio Colao, leditore Alessandro
Gallenzi, Livia Giuggioli, moglie del superdivo Colin Firth
nonch imprenditrice ecologicamente corretta, Gaia Servadio detta la fatina di Chelsea. E
poi musicisti, ingegneri e Simonetta Agnello Horby, che spiega alla perfezione come sono
gli inglesi: Un popolo rozzo,
guerriero, e cos dovevano essere per conquistare il mondo, come hanno fatto. Solo che poi da
noi venivano a fare il Grand
Tour e vedevamo arrivare aristocratici colti e pallidi, per cui
ci siamo fatti lidea che fossero
poco attivi sessualmente. Invece nel mio lavoro di avvocato
ho visto che procreano a tutto
spiano e fanno sesso in tutte le
salse, altro che $JORVBOUBTGV
NBUVSFEJHSJHJP.
E qui torniamo alla storia
per cui Nancy salv lInghilterra. Eriksson la tradisce, andando a letto con una segretaria
della Federcalcio inglese. Sui
giornali succede linferno. il
2002, manca poco alla partenza della squadra per i Mondiali
in Corea e Giappone. Il licenziamento dellallenatore sarebbe
un disastro. La nazione intera
trattiene il fiato: che far Nancy?
Nancy regge. Perdona lo svedese e dribbla lo scandalo. E la
domenica successiva va allo
stadio a vedere Arsenal-Chelsea: la crisi superata. La partita non inizia fin quando leroica Nancy non si alza in piedi a
prendere lenorme applauso
che lo stadio le tributa. LInghilterra, salvata, fu eliminata nei
quarti dal Brasile.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*1305"(0/*45*

*-3&%&*(*0$)*

3JDDBSEP;BDDPOJJM
GPOEBUPSFEJ,JOH TPDJFU
DIFQSPEVDFJMWJEFPHBNF
EBMTVDDFTTPQMBOFUBSJP
i$BOEZ$SVTIu

-&$0."/"(&3

-JWJB(JVHHJPMJ NPHMJFEJ
$PMJO'JSUI HJQSPEVUUSJDF
EJDJOFNB EJSFUUSJDF
DSFBUJWBEFMDPODFQUTUPSF
&DP"HF

-&%*503&

"MFTTBOESP(BMMFO[JDPOMB
NPHMJF&MJTBCFUUB
.JOFSWJOJIBGPOEBUPMB
DBTBFEJUSJDFEJTVDDFTTP
"MNB#PPLT

-"(*03/"-*45"

#BSCBSB4FSSBIBSBEJDJ
TBSEF)BDPNJODJBUPMB
DBSSJFSBBMMB#CD0SBVOB
DPOEVUUSJDFEJ"M+B[FFSB
&OHMJTI

-"45"3%&-(044*1

/BODZ%FMM0MJP WPMUPOPUP
EFJUBCMPJE FSBGJEBO[BUB
DPO4WFO(SBO&SJLTTPO
RVBOEPMVJBMMFOBWBMB
OB[JPOBMFJOHMFTF

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@$6-563"!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



7JBHHJPJO-BHVOBUSBNVTFJFNPTUSF1BSNJHJBOJOP 5J[JBOPF5JOUPSFUUP
&TQVOUB"OESFB4DIJBWPOF VPNPEFMNJTUFSPFEJNPMUFDPOGVTJPOJ

*-%*1*/50
"OESFB
4DIJBWPOF 
*MNBUSJNPOJPEJ
$VQJEPF1TJDIF


'SFHJ %JBOFF4DJQJPOJ
DPNFOPOUSJTUF7FOF[JB

"

"-#&350"3#"4*/0

Venezia, nulla di particolarmente nuovo? ...


Ecco lo Schiavone, al Museo Correr. Fra gli
Splendori del Rinascimento a Venezia, tra
Parmigianino, Tintoretto e Tiziano, Andrea
Schiavone. Ma la limitatezza dei dati invita
alla cautela nellistituire comparazioni. Revisioni e aggiornamenti? Per Vasari, dico buono, perch ha pur fatto talvolta per disgrazia alcuna buonopera,
e perch ha imitato sempre, come ha
saputo il meglio, le maniere de buoni. Ipotesi discordanti? Prove desordio perdute? Accese stroncature? Solidariet e sostegno? Speditezza, prestezza, sprezzatura? Anche incisore?
Una sua copia del Cenacolo di Tiziano?
Considerazioni diminutive del livello artistico?
O machie senza machia, anzi splendori / che luce pi di quel che sia lumiera! Macchie o vero bozze, senza esser finita punto Un viluppo quasi
inestricabile di dati e ricordi deformati Il timoniere fiero e terribile della
nave della Pittura trionfante
Avarizia delle fonti? Addebitabile alla difficolt di reperire testimonianze
di unattivit artistica legata in buona
parte a committenza privata? N giovano il tempo e il luogo, lepoca di nascita e la provenienza dalmata? Anche
lassenza dei figli? Un testamento olografo? Diverse confusioni?

Varie confusioni, sui cataloghi, a


proposito di questo Schiavone. Anche
a causa di sventurate omonimie. E delle brutte abitudini, nei cataloghi dove

si procede per annate bibliografiche. E


non con un indice dei nomi, semplice
da realizzare.
Ineludibile referenza di partenza Domande successive Opere
di qualit molto debole In linea
con le opere documentabili al periodo
estremo Hallucinatory quality
Si finisce cos per aggirarsi tra fregi, recinti, cassoni, Diane, Dafni, Callisti,
Giacobbi, Scipioni, Atteoni Tanti fregi

Ecco, ai Tre Oci, una decina di scatti


con Ezra Pound. Monumentali, nel
pi alto dei significati. Non si sapeva
che era solo in casa, e ammalato. Dopo
un lungo bussare, e un lungo silenzio,
apr la porta, usc per qualche minuto,
e poi rientr. Senza dire una parola.
Una sola. Sguardo di donna.
Ecco dunque, allora, la solitudine, la
disperazione, laggressivit con lo
sguardo perso nellinfinito, la drammatica grandezza di un maestoso poeta. Foto di Lisetta Carmi.
In confronto, appaiono meno interessanti le foto pi o meno intriganti
di neri o gemelli o Legione Straniera. E
i che cosa arte? o che cosa non lo

. O le varie immagini liberate dei


vincoli culturali, nonch ideologici.
Quello che cerco luniversalit. Alla ricerca, allora, e buona ricerca, fra
tutte queste gonne e camicette, bluse
e blusette, vestaglie e vestagliette, qui
cos abbondanti

La Famiglia sembra unidea fissa di


Giuseppe Verdi. Gi negli anni giovanili. Di mia famiglia, latroce insulto!.
Siate di mia famiglia, langel consolator!. Signori, in essa tutta, la mia famiglia!
E in quanto riguarda i figli, i figli, i figli Qual figlia mabbracciate!
Pura siccome un angelo, Iddio, mi di
una figlia! La mia colpevol figlia! Va trema, o malcauto vegliardo! Dov, dov mio figlio! Pi non
lo vedo! E prega, o madre, prega
per me! Il padre mio! Suo padre!
No, non colpevole! Tremendo
anatema, che un figlio percuote, chi al
padre imprec!
Anche sulla verginit delle figlie, c poco da scherzare. In nome della Francia, della Fede, o della Vergine
Maria Per ben tre volte, in questa
(JPWBOOBE"SDP, alla Scala: Pura e
vergine sei tu?. Ma siccome lei nel silenzio generale il capo asconde e non
favella, n sa specificare se il mnage
sia stato adulterino o no (ma lei crede
che ci sia stato in qualche forma, nonostante la corazza dorata di lui, che ne
fa tornare in mente una simile a Parigi). Viene dunque sacrificata sul rogo,
dagli Inglesi, a cui stata venduta per
diecimila scudi doro da parte di Giovanni del Lussemburgo. Ma di ci, tace il libretto. E non solo: perch mai
venne santificata addirittura nel
1920?

Insomma, pulzella o porcella?


Sembra mai possibile che in terra di
Francia non vengano escogitate altre
soluzioni mediane?...

Benedizioni, maledizioni, allucinazioni, esaltazioni mistiche, elegie, malanconie, calor bianco, candidi vessilli Riccardo Chailly risulta ottimo, come i tre protagonisti Ma quellampio
letto sfatto voluto dalla regia suggerisce voci di dentro che si risolvono poi
in un armonium e triangoli (diavoli) o
in arpe e fisarmonica (angeli). E andranno magari benissimo, bench invadenti. Per, rammentano troppo *
#BTTBSJEJ dellinaugurazione romana
con nomi impossibili come Agave e Antonoe e Beroe e una folla o massa di figuranti abbarbicati, avvinghiati, avvinti E la durata, poi! Di quellunico
torso

A me, piaciuto.
No, no, Auden sobrio non lo
avrebbe permesso. Me lo ricordo, col
suo gin-and-tonic, alla prima di&MFHZ
GPS:PVOH-PWFST. Tutto un loden, in albergo a Heidelberg. Mentre il suo amico Chester Kallman discorreva soprattutto di cosacce.

Alla mostra milanese su Giotto, si


cammina nella pi totale oscurit. Percorsi Spuntano qua e l dei fulgori
praticamente magici; privi dogni forza di gravit, flessuosi, elastici, per
mai genuflessi Sinuosi, sciolti Disinvolti martiri, Crocifissi quasi spiritosi Le smorfie dei dolori, rassicuranti,
sopportabili

Alla grande esposizione di Hayez,


invece, vasti spazi pieni di luce. Ecco
qualcuno che non vuol negarsi niente.
Ritratti di atleti. E di nobili borghesi.
Donne al pozzo. Consigli di vendetta.
Odalische. Bimbi. Rossini. Ecce Homo Fiori. La sete patita dai Crociati
sotto Gerusalemme. Lultimo abboccamento di Jacopo Foscari con la famiglia. Gentile Bellini presenta a Maometto II il suo quadro con San Giovanni Decollato. Pietro lEremita predica
la prima Crociata. Donna Francesca
Majnoni dIntignano. Il colonnello Lucini Arese in carcere. Maria Stuarda
mentre sale al patibolo. Santa Maria
Maddalena penitente nel deserto. Ritratto di Francesco Peloso. Gli sponsali
di Romeo e Giulietta procurati da fra
Lorenzo. Grovigli di eroi mitologici. Cupido. Atleta trionfale; e addirittura,
trionfalistico. Ma perch quella penitente?

Celebrazioni e rimembranze, al Macro romano, per Francesco Carraro e


Toti Scialoja. Due amici scomparsi. Ricordo Carraro soprattutto mentre accompagnava due anziani critici illustri
fuori dal teatrino di Palazzo Grassi. Colpevoli di chiacchierare, durante le esecuzioni.
Ma non sapevo che componesse musiche, a sua volta, in segreto. Anche se
avevo imparato molto, nella sua casa,
palazzo e museo, con molte vetrine.
Chiss se Francesco avrebbe accompagnato fuori anche Toti, in seguito a filastrocche intitolate 4DBSTFTFSQJ o -B
TUBO[BMBTUJ[[BMBTUV[JB o (IJSPHIJSP
UPOUP

"MCFSUP"SCBTJOP
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



3 $6-563"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

*MDBTP
"MBEJOPF$FOFSFOUPMB
SJTBMHPOPBMMFUEFMCSPO[P
6OPTUVEJPEFMMB3PZBM4PDJFUZ

$FSBVOBWPMUB
OFMMBQSFJTUPSJB
2VBOUPBOUJDIF
TPOPMFGBWPMF

&-&/"%64*

a principessa prigioniera nel castello arrivata dopo. Le fiabe affondano le loro radici in epoche molto pi remote rispetto al medioevo di re, streghe e cavalieri. Storie come il Fabbro e il diavolo
o la Bella e la bestia, secondo due antropologi delle universit di
Durham e di Lisbona, venivano gi raccontate rispettivamente
6mila e 4mila anni fa, in quellet del bronzo in cui la vita delluomo era ancora prevalentemente nomade e le favole erano trasmesse per via orale, raccontate intorno al fuoco in una lingua antenata degli idiomi indoeuropei e oggi sostanzialmente estinta. Sulla rivista Royal Society Open 
*-$0..&/50

*TPHOJBUBWJDJDIFWJODPOP
TVPHOJQSJODJQJPEJSFBMU
."3*/0/*0-"

n principio era la fiaba. Lo diceva Paul Valry condensando in un geniale lampo poetico, secoli di teoria sullorigine di questi racconti pieni dincanto e di magia. Adesso
anche la ricerca linguistica conferma che le fiabe sono
antiche quanto il mondo. Perch, da quando hanno preso la parola, gli umani non hanno pi smesso di raccontare storie di re
e draghi, principesse e sortilegi, animali parlanti e piante pensanti. Lo dice la parola stessa, fabula, che deriva dal verbo latino GBSJ, cio parlare. E dunque quelle storie che abbiamo tanto
amato da bambini e che riassaporiamo con un pizzico di nostalgia grazie al cinema e alla letteratura
non sono invenzioni recenti. Quei personaggi
fatati, le loro azioni e le loro funzioni non sono
una cosa libresca. Sono figlie della tradizione
orale. Volano di bocca in bocca da millenni,
molto prima che gli scrittori antichi e medievali, e pi tardi Charles Perrault, Giovan Battista Basile, i fratelli Grimm, Alexander Afanasiev, Vladimir Propp, Italo Calvino mettessero nero su bianco e le fissassero per sempre.
I primi ad esserne convinti erano proprio
Wilhelm e Jacob Grimm, certi che molti di
questi fortunati plot narrativi precedessero
linvenzione della scrittura. In fondo il nostro
immaginario stato formattato BCPSJHJOF, 1BVM7BMSZ
in un tempo cos remoto in cui gli uomini si facevano domande
su se stessi, sulla natura, sul destino usando la lingua alata della fantasia.
Vista cos la #FMMBFMBCFTUJB diventa una parabola proto animalista per raccontare il rapporto di attrazione-repulsione tra
le specie. E la Sirenetta? stata scritta nellOttocento, vero.
Ma non tutta farina del sacco del danese Hans Christian Andersen. Perch in realt sciami di donne pesce, seduttive e trasgressive, surfeggiano da sempre sui mari dellimmaginazione. Stesso discorso per i prncipi che diventano rospi, o per le
zucche trasformate in carrozza. Metamorfosi che esprimono
unidea di mondo che va al di l del principio di realt: nulla
veramente impossibile, ma tutto immaginabile. E alla fine la
fortuna premia chi spera linsperabile. Che sia Cenerentola o
che sia 1SFUUZXPNBO. E questa la morale della favola.

Science, Sara Graa da Silva


delluniversit di Lisbona e Jamshid Tehrani delluniversit di
Durham elencano una cinquantina di favole in cui il cera una volta rimanda alla preistoria. Al nostro patrimonio pi antico risalgono il Fabbro e il diavolo e la Bella e la bestia, ma anche Tremotino, Giacomino e il fagiolo magico, il Genio nella bottiglia, Cenerentola, Pelle dasino, la Pappa
dolce, il Giovane gigante, le Tre
piume, le Tre filatrici. Quasi tutte queste fiabe sono finite millenni pi tardi nella raccolta dei fratelli Grimm. E proprio Wilhelm e
Jacob, a met Ottocento, furono i
primi a suggerire che i racconti
di sapore germanico e medievale
da loro messi insieme fossero il
frutto di una tradizione pi vasta
e antica. Credo che le storie tedesche - scriveva Wilhelm - non
appartengano solo alla nostra
madrepatria ma siano comuni a
olandesi, inglesi, scandinavi.
Applicando le stesse tecniche
con cui la genetica ha ricostruito
lalbero genealogico delle popolazioni antiche, da Silva e Tehrani
hanno tracciato le ricorrenze delle favole nelle varie lingue indoeuropee. Il corpus cui hanno
fatto riferimento limmenso
"BSOF5IPNQTPO6UIFS*OEFY,
un catalogo di duemila trame di
racconti fiabeschi di oltre 200 societ di tutto il mondo. Abbiamo cercato - scrivono gli studiosi le trame delle favole di magia nelle 50 lingue indoeuropee. Una similitudine fra le storie germaniche e quelle indo-iraniane, ad
esempio, indica che quel particolare esisteva nel momento in cui
i due popoli erano uniti. Poich
questa data nota grazie agli studi sulle migrazioni antiche, i ricercatori sono risaliti allantenato comune pi antico di ogni fia-

ba. In molti casi lo hanno trovato


pi in l di quanto non pensassero, e in unarea molto pi estesa
di quanto credessero i fratelli
Grimm. Nel caso della Bella e la
bestia e di Tremotino - spiegano
ancora i due - alcuni esperti avevano suggerito unorigine mitologica greca o romana. Ma noi abbiamo ritrovato queste storie nel

pi antico fra gli antenati comuni dei linguaggi indoeuropei. E


non certo un caso, in una fase
della storia in cui la metallurgia
dava il nome alle epoche, che un
elemento ricorrente fosse il fabbro che stringe un patto con il diavolo. La struttura di questa storia - scrivono i due ricercatori - si
ripete in maniera fissa in tutto il

mondo indoeuropeo, dallIndia


alla Scandinavia.
Sono millenni che ci raccontiamo sempre le stesse favole
conferma Antonio Faeti, primo titolare della cattedra di letteratura per linfanzia alluniversit di
Bologna. Il marinaio che non torna, la fanciulla che scappa dallorco, il mercante che ne sa una pi

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 



1&34"1&3/&%*1*
STPTSPZBMTPDJFUZQVCMJTIJOHPSH
XXXCSFSBCFOJDVMUVSBMJJU

5SBHSJGGFFHSBOCBMMP
#SFSBTJSJGJMMPPL
6OJGPSNJGJSNBUFFCPPLTIPQOFM$PSUJMF
*MQJBOPEFMEJSFUUPSF#SBECVSOFi4UPQBJQSFTUJUJ
QFSUSFBOOJQFSOPOJNQPWFSJSDJFPSBSJPMVOHPw
"3."/%0#&4*0

-&*.."(*/*

4PQSB +BNFT
#SBECVSOF
4PUUP MVOJGPSNF
5SVTTBSEJ

MILANO

e nuove uniformi per i custodi, griffate Trussardi, e i


trolley tour dedicati alle
mamme coi bimbi in passeggino. Le panchine, il bookshop, il wi fi
nel Cortile Napoleonico, teatro la
prossima estate di un Gran Ballo, e
una Rosa di Brera commissionata a
un ibridatore. I biglietti a 10 euro validi per tre mesi e lorario prolungato,
per il gioved: perch i milanesi il sabato sera non vanno al museo, semmai al cinema, o al mare. Il blocco dei
prestiti per tre anni, per non impoverire una collezione che ha bisogno di
essere riscoperta nella sua integrale
bellezza, e il riallestimento di tutte le
trentotto sale, compresa quella del
$SJTUPNPSUP di Mantegna, ripensata
un anno fa da Ermanno Olmi.
A cento giorni dalla nomina, James Bradburne, direttore manager
della Pinacoteca di Brera e della Biblioteca Nazionale Braidense, presenta il suo programma triennale di rilancio. Lo accoglie, nella Sala della

e un comitato scientifico dove con


ecumenica astuzia ha chiamato due
storici dellarte diversissimi, lallegro
divulgatore pop Philippe Daverio e il
dotto, spigoloso Giovanni Agosti. Dice che Brera ha una juicy history,
una storia succosa, ma un presente
depresso e un futuro da ricostruire.
Voi italiani siete world leader nella
tutela, non nella valorizzazione. Le
sue parole chiave sono ascolto, dialogo, visione, autonomia, accessibilit,
accoglienza. A proposito, andr rifatto anche lascensore, troppo,
troppo, troppo lento. Cita Napoleone, che ai primi dellOttocento trasform Brera da piccola raccolta al
servizio dellAccademia in primo
grande museo nazionale, e Franco
Russoli, il direttore che nel 1968 lanci lidea della Grande Brera. Ci crede
anche lui, ma non in chiave immobiliare. Allude al trasloco dellAccademia in una caserma dismessa, per fare spazio alla Pinacoteca. Decidano
loro, lAccademia per me non un ingombro, semmai una risorsa. Entro

i7PJJUBMJBOJTJFUFMFBEFSNPOEJBMJOFMMBUVUFMB
NBJMNPNFOUPEJJOUFSWFOJSFTVMMBWBMPSJ[[B[JPOFw

del diavolo sono elementi ricorrenti nelle fiabe di tutto il mondo. Perfino gli indigeni dAmerica hanno racconti comuni ai nostri. E quando il tedesco Wilhelm
Hauff scrisse la Storia del califfo
cicogna, nessuno si accorse che
lautore fosse un tedesco anzich
un arabo.
Se i due ricercatori di oggi sono riusciti ad assegnare una data
alle nostre favole pi antiche, lo
stesso Italo Calvino nella sua raccolta di saggi 4VMMBGJBCB citava
gli studi di Vladimir Propp e si diceva sicuro che le storie di magia
risalissero alla preistoria. Anzi,
le fiabe, analizzate e spogliate di
tutti gli elementi posteriori, sono
il principale e quasi lunico documento che ci resta di quelle lontanissime et.
Le leggi cambiano, le favole
no riassume Faeti. Sono il riconoscimento della nostra anima
perpetua e hanno la caratteristica di non mentire mai. La storia
della Bella e la bestia deriva da
Amore e psiche di Apuleio, fa notare Bianca Lazzaro, che dirige la
collana fiabe e storie delleditore
Donzelli e sta riproponendo le
raccolte della tradizione dialettale italiana. Si tratta di un meme: lunit minima di trasmissione culturale delle fiabe di tutto il mondo. Le prove per recuperare lamato o lamata e lodio della matrigna per la figliastra ne sono un esempio. Tutte le favole
scritte oggi, secondo lo scrittore
Guido Conti, sono in fondo la rielaborazione in chiave attuale di
un archetipo ripescato dalla tradizione. La mia cicogna Nilou si
inserisce nella scia dei personaggi che volano. Ma offre elementi
moderni, come la solidariet e laiuto offerto a chi fugge da una
guerra.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

"3$)&5*1*

.PTUSJ BWWFOUVSF 
BNPSJTFDPOEPVO
OVPWPTUVEJPHMJ
BSDIFUJQJEJBMDVOF
GJBCFSJTBMHPOPB
NJHMJBJBEJBOOJGB

Passione, una folla di addetti ai lavori


animata da cordiale diffidenza nei
confronti dello straniero scelto dal
ministro Franceschini, che ora gli siede accanto. Architetto, designer, museologo anglocanadese, arrivato a Milano dalla Fondazione Strozzi di Firenze, Bradburne veste come un dandy (il gilet in broccato in stile Dama
del Bronzino), parla un italiano con
forte accento straniero e gesticola in
favore del pubblico e dei flash dei fotografi. Un direttore di museo devessere anche attore e giardiniere. Deve saper comunicare e coltivare la
sua squadra.
Lo affianca un cda del quale fa parte il bocconiano Stefano Baia Curioni

il 2018 promette di inaugurare la sede distaccata di Palazzo Citterio, dove trasferir le collezioni dellOtto e
Novecento. Il riallestimento non lo affider a designer famosi, spesso fanno confusione, ma lo curer lui stesso, con gli uffici tecnici: Nuovi colori
alle pareti, nuove luci, nuove didascalie. Il primo appuntamento per il
17 marzo nella sala di Raffaello, dove
lo 4QPTBMJ[JPEFMMB7FSHJOF sar affiancato da un quadro dello stesso soggetto del Perugino in arrivo da Caen. Conta di aumentare i visitatori del 25 per
cento, dagli attuali 300mila circa lanno. A cominciare dai milanesi. Che
torneranno a essere fieri di Brera.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

1"%07"

/JFOUFQJGPOEJDPNVOBMJBMMB'JFSBEFMMFQBSPMF
i1VOJUJQFSJMOPBMMBMJTUBOFSBWPMVUBEBMTJOEBDPw

"EEJPBMMBTDSJUUSJDF
$IBSMFT3PVY
7JOTFJM(PODPVSU
PARIGI. Addio alla scrittrice e
giornalista francese Edmonde
Charles-Roux, famosa a livello
mondiale per il romanzo %J
NFOUJDBSF1BMFSNP, esordio letterario che le valse il premio
Gouncourt e dal quale anni dopo Francesco Rosi ha tratto il
film dallo stesso titolo.
Edmonde Charles-Roux aveva 95 anni. Nella sua vita era
stata partigiana durante la
guerra e poi giornalista, autrice di una biografia su Coco Chanel. Dal 2002 al 2014 era stata
presidente dellAcadmie Goncourt. Charles-Roux era la vedova di Gaston Deferre, ministro
del governo Mitterrand.

-0/%3"

-B$SPDF
EJ-BNQFEVTB
BM#SJUJTI.VTFVN
LONDRA. Una croce di legno rea-

lizzata con i rottami di una nave di migranti verr trasferita


da Lampedusa al British Museum. La croce opera di un falegname dellisola, Francesco
Tuccio, che lha creata dopo un
naufragio utilizzando il legno
dellimbarcazione affondata
nelle acque del Mediterraneo.
Dopo essere stata custodita in
una chiesa dellisola, ora la cosiddetta Croce di Lampedusa
in viaggio per il museo londinese, dopo che un suo curatore
ha sentito la storia in un servizio della Bbc.

-&7&/50

3"''"&--"%&4"/5*4

*MQVCCMJDP
BTTJTUF
BVOFWFOUP
EFMMB'JFSB
EFMMFQBSPMF
EJ1BEPWB

n festival salta e spunta una lista


nera di indesiderati. quanto accaduto a Padova, dove la'JFSBEFM
MFQBSPMF si vista cancellare i finanziamenti comunali di punto in bianco.
Ma lideatrice Bruna Coscia ha fatto qualcosa
che normalmente non si fa, ha svelato il dietro le quinte della brutta storia, rivelando al
.BUUJOPEJ1BEPWB la lista nera degli autori
che non andavano gi al sindaco leghista
Massimo Bitonci. Nella CMBDLMJTU ci sono: Ezio
Mauro, Sergio Staino, Lella Costa, Paolo Di
Paolo e Corrado Augias. Tutti ospiti delledizione 2015. Ospiti nonostante un invito non
troppo velato a farli fuori.
Ma com andata? Bruna Coscia racconta
lantefatto: A luglio ho ricevuto una mail con
una lista di nomi. Per alcuni si caldeggiava
linvito, per altri invece si suggeriva semplicemente di non coinvolgerli. Non lho accettata, dicendo che il programma era chiuso e
non avrei mai rinunciato agli ospiti annunciati. Ho trovato questo modo di procedere molto arrogante.
Del resto i numeri erano dalla parte del festival: 70mila presenze nellultima edizione,
190 eventi nelle vie della citt, 250 autori invitati. Tra i quali cerano per nomi malvisti a

1"3*(*

-"1305&45"

(MJBVUPSJJOHMFTJ
i#BTUBDPOJGFTUJWBM
DIFOPODJQBHBOPw
Palazzo Moroni, sede del municipio. Ezio
Mauro, appresa la notizia, commenta: Se il
sindaco intende discriminare chi non la pensa come lui, sono onorato di essere tra gli
esclusi, senza alcun merito. E Corrado Auguias fa notare larbitrariet del metodo adoperato: Non scrivo libri politici, ma libri che
parlano di psicanalisi, di Ges. Avermi messo
in una lista unoperazione ideologica e ricorda il fascismo. Unamministrazione ha il diritto di cambiare la politica culturale, ma non
certo con questi criteri.
La cancellazione non infatti giustificata
da motivi di bilancio: ledizione 2015 costa-

ta poco pi di 100mila euro lordi, la met arrivati dalla Fondazione Cariparo. Bruna Coscia
spiega: Furbamente hanno parlato di
500mila euro spesi in questi anni, fornendo
la somma complessiva delle ultime edizioni
per impressionare. La verit che costiamo
meno di qualsiasi altro festival. Alla stessa cifra il comune finanzier unaltra manifestazione, direttore artistico Vittorio Sgarbi. Per
la 'JFSBEFMMFQBSPMFsi potrebbero per aprire
le porte delluniversit. Oggi Bruna Coscia incontra il rettore Rosario Rizzuto: Non mi spavento. Ho alle spalle la solidariet della citt.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

LONDRA. Boicottiamo i festival


che non pagano gli scrittori!.
Una trentina di scrittori inglesi
ha firmato una lettera contro le
partecipazioni gratuite ai festival. Capofila della protesta Philip Pullman OFMMBGPUP
, autore
della serie fantasy diventata
un bestseller2VFTUFPTDVSFNB
UFSJF (Salani). Pullman si dimesso dalla carica di patrono
dellOxford Literary Festival
perch la rassegna non paga gli
autori invitati. Il Festival ha risposto: verr valutata lipotesi
di un gettone di presenza.

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@41&55"$0-*!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



&TDFi/POPTUBOUFUVUUPw JMOVPWPBMCVNEFMMVMUJNPGFOPNFOPEFMMIJQIPQJUBMJBOP
i$NPMUBDPNQFUJ[JPOFJORVFTUPHFOFSFNVTJDBMF&JPWPHMJPEJWFOUBSFJMOVNFSPVOPw
."3$0."5)*&6

2
&.*4,*--"
5SBHMJPTQJUJEFMMBMCVN
EJ(FNJUBJ[ BEFTUSB
MBDPQFSUJOB
BODIF&NJT,JMMB

'"#3*'*#3"
/FMCSBOPi'BNNJGVPSJw
DBODIF'BCSJ'JCSB4PQSB 
(V1FRVFOPEFJ$MVC%PHP

ROMA

uando gli chiedi quale sia il suo


obiettivo sorride con lo sguardo e
mette in fila le parole: Diventare
il numero uno, ma alle mie condizioni: sperimentando. Benvenuti
nel mondo di Gemitaiz, nato 27 anni fa a Roma come Davide De Luca. Forse il pi talentuoso dei nostri rapper. E il fatto che nel suo
terzo album, /POPTUBOUFUVUUP, in uscita oggi
(TantaRoba/Universal), siano ospiti TUBS come Emis Killa, MadMan, Fabri Fibra e Gu Pequeno suona gi come uninvestitura.
Intanto sono i numeri digitali a impressionare, nella storia di Gemitaiz: oltre ai dischi
(esordio nel 2013 con -V
OJDPDPNQSPNFTTP, disco
doro nel 2014 con ,F
QMFS) pubblica online una
serie di NJYUBQF giunta al
volume 6 superando il
milione di download gratuiti. In 3 anni il suo canale YouTube (250mila
iscritti) ha sommato 40
milioni di visualizzazioni,
su Facebook ha oltre
546milafollower e 340mila su Instagram. Li gestisco io, mi piace interagire, sorride davanti
alla consolle dello studio al piano interrato di
un palazzo del quartiere Montesacro in cui si
rifugia quasi ogni giorno, per lavorare su rime e basi.
Sneaker e jeans neri, maglietta, orecchini
a entrambi i lobi, tatuaggi coloratissimi in
evidenza, capelli rasati e barba incolta, a colpire di Gemitaiz lo sguardo. Inquieto, dolce,
attraversato da una calma apparente, che
precede la tempesta del suo GMPX, il flusso vocale fatto di parole, frasi che diventano testi e
storie, accelerando e segnando il ritmo delle
canzoni di /POPTUBOUFUVUUP. Ovvero nonostante difficolt e limiti, convenzioni e aspettative spiega lui. Perch nellhip hop sono
pochi gli artisti che contravvengono alle regole imposte dal mercato o dai fan. Io voglio alzare il livello della competizione, cercando la
qualit, lontano dagli stereotipi.

Il rap ancora cronaca?


Lo e lo sar sempre. Poi dipende dai contenuti, io voglio trasmettere le mie emozioni.
Parlo di ci che vivo, evito esagerazioni ed
esasperazioni. E cerco di mantenere lironia,
una cifra molto romana.
Roma: ormai sinonimo di Mafia capitale?
Quel che emerge di quella storia fa schifo.
Non la mia citt quella, ma....
Ma?
A chi dice che i giovani non reagiscono e
non scendono pi in piazza rispondo che la nostra generazione meglio di quel che si dice e
ha un altro modo di ribellarsi.
Ovvero?
Far bene le cose, mettere passione, impegno e fatica per realizzare i propri sogni.
Si sente un modello positivo dei millennials?
No, non rappresento
nessuno. Ma difendo i
ventenni, gli under 30,
chiamateli come volete.
Ammissioni personali,
difetti compresi?
Penso troppo, sono
iperattivo meteoropatico
e forse un po paranoico.
Aiuta a fare rap?
Sono concentrato:
non aspetto lispirazione, la cerco e la metto in pratica.
Le sue influenze sono varie.
S, ascolto di tutto. Dalla techno a
Nick Drake. E adoro documentari, film, e
leggere, soprattutto autobiografie.
Il suo primo ricordo musicale?
Un pezzo di Van Morrison, $SB[Z-P
WF, che pap suonava per me. Lui era
un chitarrista e mi ha insegnato la curiosit per tutta la musica.
Oggi come si traduce questo?
Con YouTube, che ha cambiato
tutto. E Spotify con cui hai accesso totale, puoi approfondire, esplorare.
I talent, invece?
Non avendo la televisione ne sono immune. Ma non sopporto che
incitino i ragazzi a inseguire il
successo e non ci che davvero

3BQ

EPNBOJ

(FNJUBJ[i*WFOUFOOJ
/POMJSBQQSFTFOUP
NBWPHMJPEJGFOEFSMJw
4POPQPDIJHMJBSUJTUJDIFDPOUSBWWFOHPOP
BMMFSFHPMFJNQPTUFEBMNFSDBUPPEBJGBO
*PDFSDPEJBM[BSFJMMJWFMMPMPOUBOP
EBHMJTUFSFPUJQJDFSDBOEPMBRVBMJU

/POIPMBUFMFWJTJPOFRVJOEJTPOP
JNNVOFBJUBMFOU NBOPOTPQQPSUP
DIFJODJUJOPJSBHB[[JBJOTFHVJSF
JMTVDDFTTPFOPODJDIFWPHMJPOPGBSF

vogliono esprimere.
Fedez nella giuria di X Factor ha portato
pi benefici o danni allhip hop?
N luna, n laltra cosa. Lui partito dal
rap ma finito a fare altro: pop.
A proposito, tra poco di nuovo Sanremo.
Ma quello un contesto diverso dal mio,
dal nostro. Quello pop italiano.
Questanno ci sar anche Clementino
Da tempo si avvicinato a un immaginario pop, credo possa fare bella figura, senza
passare per lennesimo rapper che cerca visibilit. E poi anche nel pop uno strano magari arriva al successo. In fondo gi successo.
Quando?
Penso a Battiato, uno sperimentatore
di grande successo.
Esempio da seguire?
Nellhip hop la competizione
fa parte del gioco. E io voglio diventare il numero uno facendo le cose a modo mio. Sperimentando,
appunto.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

%"-
(FNJUBJ[ WFSP
OPNF%BWJEF
%F-VDB BOOJ 
IBEFCVUUBUP
DPNFSBQQFS
OFM%PQP
WBSJNJYUBQF
IBQVCCMJDBUP
OFMi-VOJDP
DPNQSPNFTTPwF
OFMi,FQMFSw
i/POPTUBOUF
UVUUPwJMUFS[P
MBWPSP

'FEF[OPOIBQPSUBUPOCFOFGJDJ
OIBGBUUPEBOOJBMMIJQIPQ 
QFSDIMVJQBSUJUPEBMSBQ
NBQPJGJOJUPBGBSFBMUSPJMQPQ

%0."/*46i%w
6/(*03/0%"-&0/&
-JOGBO[JBTVMTFU VOBWJUBOFMDJOFNBMBQSPEVUUSJDF3BGGFMMB
-FPOF GJHMJBEFMHSBOEF4FSHJP JMSFHJTUBTDPNQBSTPOFM 
QBSMBEJTFEFMOVPWPGJMNEJ2VFOUJO5BSBOUJOPEPNBOJTV
% GPUP
JOFEJDPMBDPO3FQVCCMJDB"MMB-FPOF'JMN(SPVQ
5BSBOUJOPIBBGGJEBUPMBEJTUSJCV[JPOFEJ5IFIBUFGVMFJHIU

13*."*-53*#650"#08*&
#36$&413*/(45&&/ 0."((*0"(-&//'3&:
%PQPBWFSPNBHHJBUP%BWJE#PXJFFTFHVFOEP3FCFM
3FCFMOFMMBQSJNBEBUBEFMTVPOVPWPUPVS JMHFOOBJP
B1JUUTCVSHI #SVDF4QSJOHTUFFOTVMQBMDPEJ$IJDBHP
IBWPMVUPSJDPSEBSF(MFOO'SFZ DIJUBSSJTUBFDPGPOEBUPSF
EFHMJ&BHMFT NPSUPMVOFE DPOVOBDPWFSEJ5BLFJUFBTZ

-0TDBSFJOFSJ
EPQPMBQPMFNJDB
M"DBEFNZ
DBNCJBMFSFHPMF

$".&3""3%&/5&

/0.*/"5*0/
-BQSFTFOUB[JPOF
EFMMFDBOEJEBUVSF
QFSMBNJHMJPSBUUSJDF

4QJLF-FFF8JMM4NJUIOPOBOESBOOP
.BSL3VGGBMPi'PSTFOFBODIFJPw
4*-7*"#*;*0

LOS ANGELES
OPO il forfait di Spike

Lee e di Jada Pinkett


Smith, anche Will
Smith annuncia che
non andr agli Oscar, unendosi
alla protesta per la mancanza di
candidature di attori neri - per il
secondo anno consecutivo - fra
le principali categorie degli
Oscar. Lo stesso Smith stato
ignorato per la sua performance nel dramma sui pericoli del
football ;POBEPNCSB. Non mi
sento a mio agio, ha dichiarato

.BSUFEJM#PBSEGPSTF
BVNFOUFSJMOVNFSP
EFMMFOPNJOBUJPOQFS
MFDBUFHPSJFQSJODJQBMJ
lattore ieri mattina nello show
(PPE.PSOJOH"NFSJDB. Mia
moglie Jada non ci andr. Ne abbiamo parlato. Facciamo parte
di questa comunit e in questo
momento non possiamo salire
sul palco e dire, Va tutto bene.
E se non facciamo parte della soluzione facciamo parte del problema. Io, mia moglie e la mia famiglia vogliamo far parte della
soluzione.
Smith si aggiunge cos alla
lunga lista di celebrit che si sono pronunciate apertamente
sullargomento, fra cui George
Clooney e Quincy Jones, il primo afroamericano ad entrare
nel Board of Governors dellAcademy e il primo a ricevere il prestigioso Jean Hersholt Humanitarian Award. Mi hanno chiesto di presentare insieme a
Pharrell e Common, ha detto

Jones. Ho detto che accetto solo a condizione che mi lascino


parlare per cinque minuti sulla
mancanza di diversit.
Perfino Mark Ruffalo, candidato per il film di denuncia *MDB
TP4QPUMJHIU, ha detto di non essere sicuro di voler partecipare
alla cerimonia: Ci sto pensan-



do, ha detto lattore alla Bbc.


Martin Luther King diceva che
la brava gente che non agisce
molto peggio di chi non agisce
di proposito e non conosce la
giusta strada. Ma non si tratta
solo degli Oscar, ha aggiunto,
lintero sistema americano pullula di un certo tipo di razzismo

da bianchi privilegiati che penetra il nostro sistema giudiziario.


Di fronte alla controversia
lintero Board of Governors
dellAcademy (il collegio dei
governatori composto da 51
membri) ha lasciato trapelare
che nella prossima riunione

&7&/50-"'*-"3.0/*$""30."*-(&//"*0 /&-(*03/0%&--".&.03*"

-FWJEJSJHFMB5PTDBOJOJ
-&0/&55"#&/5*70(-*0
ROMA. Nel 1936 Arturo Toscanini, impavido lottatore (a suon di musica e invettive) contro il fascismo, nonch primo campione del podio assurto al ruolo di star mediatica globale, giunse a
Tel Aviv per battezzare la Palestine
Symphony Orchestra, radice dellattuale Filarmonica dIsraele. Fu un
evento straordinario in senso storico e
musicale, racconta Yoel Levi, che il
27 gennaio diriger a Roma la Filarmonica Toscanini nel concerto che celebra il Giorno della Memoria (Parco della Musica, alle 20.30, diretta su Rai5 e
su www.ilcoraggiodellamusica.it).
Dagli Usa, dove Toscanini aveva
deciso di vivere e lavorare in polemica
con lEuropa afflitta dalle leggi razziali, spiega il maestro Levi, lintrepido
musicista, rifiutando ogni compenso
e affrontando un viaggio lungo e pericoloso, sbarc a Tel Aviv per dare il via
alla prima orchestra interamente
ebraica, voluta e formata dal violinista Bronislaw Huberman, il quale aveva salvato numerosi musicisti perseguitati dal nazismo facendoli venire in
Israele a proprie spese. Rispondendo
allinvito di Huberman, e dando con la
sua presenza un rilievo mondiale

%*3&5503&
:PFM-FWJEJSJHFS
JMHFOOBJPMB
'JMBSNPOJDB5PTDBOJOJ
BMM"VEJUPSJVN
EJ3PNB

allimpresa, Toscanini lanci allumanit un messaggio forte di opposizione ai regimi. Non cerano sale da concerto a Tel Aviv, e fu costruita apposta
per levento unimmensa tenda. In
due ore vennero venduti tremila biglietti.
Lappuntamento del 27 a Roma riproporr il programma eterogeneo
(Rossini, Brahms, Schubert, Mendelssohn, Weber) scelto da Toscanini per
la serata di ottantanni fa: Sono onorato di eseguire questo revival, afferma Levi, nato in Romania e cresciuto
in Israele. Musicista di solida esperienza internazionale, con una carriera oggi divisa soprattutto fra Stati Uniti ed
Estremo Oriente ( direttore musicale stabile a Seul), Levi stato spesso
ospite distituzioni musicali italiane, e
la Filarmonica Toscanini, con sede a
Parma, figura tra quelle con cui ha collaborato di pi. Intenso stato il suo lavoro come Principal Guest Conductor
della Israel Philharmonic, e se gli si
chiedono i motivi dellimpressionante
talento musicale ebraico segnala la
speciale volont di promozione della
musica, anche a livello pedagogico,
che distingue la cultura e la societ
israeliane.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

i6OBNPSF
QMBOFUBSJP
QFSQBQ
&UUPSF4DPMBw

mensile del 26 gennaio verranConoscevamo la grandezza


no studiati possibili cambiadi pap, ma ci ha stupito
menti nel sistema di voto per
questo amore planetario
impedire che una situazione del
per lui che arrivato da
genere torni a ripetersi. Una
tutte le parti. Anche da
possibilit potrebbe essere torpaesi come gli Stati Uniti, la
nare a candidare dieci titoli per
Francia, la Germania. Pap
il miglior film, nella speranza
ci lascia molto di pi di
che nel futuro questo permetta
quello che si porta via e
a film con protagonisti neri
quindi dobbiamo essere
come 4USBJHIU  0VUUB 
contenti. Sorride Silvia
$PNQUPO e $SFFE, queScola, cos come la
stanno esclusi, di riensorella Paola e la
trare nella lista. Altra
mamma Gigliola,
mentre accolgono la
possibilit lallargamento della rosa degli JOQJMMPMF folla che rende omaggio
a Ettore Scola nella
attori candidati a sei,
camera ardente alla Casa
sette o anche 10, canceldel Cinema di Roma. Una
lando una tradizione che da defila infinita e silenziosa, un
cenni sembra inespugnabile e
flusso ininterrotto fino al
che verr senzaltro combattupomeriggio.
ta dagli oltre 6000 membri
Tra loro Sophia Loren sono
dellAcademy che votano in tuttroppo emozionata, non
to il mondo. Altra possibilit anriesco a parlare e lex
cora quella di un maggiore
Presidente della Repubblica
scrutinio dei membri votanti,
Giorgio Napolitano era un
impedendo il voto a chi non
vero amico. E poi Eugenio
pi attivo nellindustria da 10 o
Scalfari, Paolo Virz, Paolo
20 anni, soluzione che pur esSorrentino, i fratelli
sendo silenziosamente ben viVanzina e i fratelli Taviani,
sta ( nozione comune che tanAchille Occhetto, Liliana
tissimi sopratutto i membri
Cavani, Sandro Veronesi,
pi anziani - votino senza nemWalter Veltroni.
meno aver visto tutti i film), porOggi alle 15 lultimo saluto
terebbe a una rivolta e forse annellarena esterna della
che ad azioni legali.
Casa del Cinema. A
La promessa di misure draricordare Scola ci saranno,
stiche fatta dopo lannuncio
insieme a Felice Laudadio,
delle candidature dalla Presialcuni dei suoi pi cari amici
dente Cheryl Boone Isaacs non
e colleghi. Sar un ricordo
ha fermato lattore afroamericacon il sorriso, come aveva
no David Oyelowo (4FMNB), che
consegnandole il premio Rosa
chiesto lui stesso. E l1 e 2
Parks pochi giorni fa le ha ricorfebbraio sar in sala
dato: Io sono un membro
3JEFOEPFTDIFS[BOEP il
dellAcademy e questistituziodocumentario di Paola e
ne non riflette il suo Presidente,
Silvia Scola, un amarcord
non riflette me, e non riflette
comico raccontato da Ettore
questa nazione.
Scola con laiuto di Pif.

/FXT

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

$0/5"55*
4&(3&5&3*"@41035!3&16##-*$"*5
8883&16##-*$"*5



$BMDJP

6OQPMWFSPOFEBEVFUVSOJ
4BSSJJOQBODIJOBEPNFOJDB
i*OTVMUJ NBOPOPNPGPCJBw
*MHJVEJDF5PTFMGFSNBMBMMFOBUPSFEFM/BQPMJTPMPQFSHBSFEJ$PQQB*UBMJB
/FTTVOSJDPSTPEFMDMVCi4QFSJBNPDIFM*OUFSQPTTBBDDFUUBSFMFTDVTFw
"--&45&30
6/"-5301&40
"--&1"30-&
."63*;*0$304&55*

aveva chiesto
lergastolo per Sarri, ma
queste due giornate sono un buffetto. Sono il segnale
che su un campo di calcio italiano, tra avversari professionisti
di qualunque et, compresi
quelli prossimi alla sessantina
(ma il tempo che passa non dovrebbe insegnare a vivere?) si
pu dire qualsiasi cosa e nessuno interverr. Due turni di squalifica in Coppa Italia, col Napoli
gi eliminato, sono una piccola
punizione da scontare tra parecchi mesi, senza danno.
Quando di questa triste storia
non si ricorder pi nessuno. In
qualunque paese pi evoluto
del nostro e meno facilone
quando si tratta di offese inaccettabili, le parole incontrollate di Sarri lo avrebbero tenuto
lontano dai luoghi di sport per
un bel po, una pausa forse non
inutile per riflettere e lasciar
perdere froci e ricchioni, vocaboli sui quali lautore era pure recidivo. E non si agiti il fantasma del complotto, la fesseria
della guerra al Napoli capolista
che darebbe fastidio ai poteri
forti: forte, fortissima semmai la squadra di Maurizio Sarri, la migliore finora, la pi bella e divertente. Giusto che sia
in testa alla classifica. Ma questo non centra proprio nulla
con le offese del suo allenatore,
il quale tentando di aggiustare
la cosa lha pure peggiorata.
Non sono omofobo, ho amici
gay, ha detto. Ottimo, ci mancava solo un persino. Non era
un insulto omofobo, ha sentenziato il giudice sportivo, perch
Mancini non gay. Azzeccagarbugli non avrebbe fatto di meglio, ma si sa che Manzoni era
un bieco nordista, probabilmente interista. Del resto, se
un presidente federale parla di
mangiabanane prima ancora
di essere eletto, e dopo quasi
due anni sta ancora l, non penserete mica che la cultura sportiva italiana abbia fatto progressi? In questa met campo
si dileggiano le calciatrici (quattro lesbiche), gli ebrei (gente
da tenere sotto controllo), gli
omosessuali e nessun arbitro fischia. In Europa ci ridono dietro e non meritiamo di pi. Poi,
anche vero che le parole hanno un peso e un senso: la vera
squalifica di certi personaggi
quella che infliggono a loro stessi quando aprono incautamente bocca.
ESSUNO

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

."3$0";;*

j&

NAPOLI

piteti pesantemente
insultanti. Non omofobia. Lultima parola se
l presa il giudice sportivo Gianpaolo Tosel, mettendo il punto
(o quasi) a due giorni di dibattito senza frontiere: che ha fatto
discutere il mondo del calcio e
anche lopinione pubblica, in un
crescendo di polemiche soprattutto sul web. Lattesa sentenza
di ieri pomeriggio ha sposato la
tesi pi morbida degli innocentisti, che si erano schierati con
Maurizio Sarri e si aspettavano
per lui una punizione leggera,
come in effetti alla fine stata.
Le gravi offese rivolte dal tecnico del Napoli al collega e avversario Roberto Mancini, durante la
sfida di marted contro lInter,
sono state sanzionate con una
multa di 20 mila euro e solo due
giornate di squalifica, da scontare nella prossima edizione della
Coppa Italia. Nessuna stangata,
insomma. stato sventato pure
il rischio di un precedente scomodo, che avrebbe fatto giocoforza giurisprudenza per il futuro e poteva trasformarsi in una
spada di Damocle: riducendo di
molto limpunit di chi va in
campo.
I colpevolisti confidavano in
un castigo esemplare per Sarri:
tra laltro reo confesso, che aveva duramente insultato Mancini dalla sua panchina, chiamandolo finocchio e frocio. Il giudice sportivo Tosel ha invece preso atto del referto dellarbitro
Valeri e si limitato ad applicare alla lettera il tariffario federale, scrivendo una sentenza solo
allapparenza blanda, in realt
conforme nella sostanza alla
normativa vigente. Non si pu
dunque dire che il tecnico del
Napoli se la sia cavata a buon

-"4&/5&/;"

&QJUFUJQFTBOUFNFOUF
JOTVMUBOUJJOGSB[JPOF
SJMFWBUBEBM2VBSUP
6GGJDJBMFFEBJ
DPMMBCPSBUPSJEFMMB
1SPDVSBGFEFSBMF

.BVSJ[JP4BSSJ BOOJ

*-/"10-*

*MQFOUJNFOUP
NBOJGFTUBUPJO
QVCCMJDPBUUFTUBMF
RVBMJUQFSTPOBMJ
FMBDBQBDJUEJ
BVUPDSJUJDBEJ4BSSJ

mercato: nonostante la sua evidente caduta di stile. stato infatti applicato il regolamento,
che circoscrive lomofobia alle
offese rivolte a un gay dichiarato e non a un eterosessuale, come successo in questa occasione con Mancini. Non ha avuto
niente da ridire nemmeno il presidente federale Carlo Tavecchio: lunico autorizzato, eventualmente, a impugnare la sentenza. Per inasprire le sanzioni
ci vorrebbe una modifica del codice di giustizia sportiva da approvare in Consiglio Federale a
maggioranza semplice e benedetta dal Coni. I tempi non sono ancora maturi, per. E dal
punto di vista giuridico il caso si
conclude qui.
Sarri potr sedersi regolarmente in panchina gi domenica prossima, in campionato contro la Sampdoria. E gi se ne lamenta Massimo Ferrero, il presidente della squadra ligure. Ci
sono stati due pesi e due misure:
a me hanno dato tre mesi di inibizione per aver chiamato filippino Thoir. Soddisfazione invece da parte del club azzurro,
che ovviamente non presenter
ricorso contro la sentenza di ieri. Il giudice sportivo ha chiarito in modo chiaro che non si trattava di omofobia. Conoscendo lo
spessore umano e culturale del
nostro tecnico, peraltro, non
avevamo mai avuto al proposito
alcun dubbio. Ora speriamo che
le scuse rivolte ripetutamente
allInter e al suo allenatore possano essere accettate, per ritornare a parlare solo di calcio. Ma
nel lungo comunicato non compare mai il nome di Mancini: il
segnale di una tensione tra le
parti che richieder ancora tempo, prima di stemperarsi davvero.

&PSB.BODJOJQSPOUPBEJSFBEEJPBMM*UBMJB
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*/5&3*-5&$/*$0"$$64"50%*"7&3&*/46-5"50$0/-045&440&1*5&506/(*03/"-*45"/&-i'"-40 /0/*-.*0-*/(6"((*0w

"/%3&"4033&/5*/0
Sognava di tornare in Italia, e ci torn,
ormai 14 mesi fa. Ma ora ha capito
che il clima rimasto infernale, e
forse conviene andarsene ancora.
Dallaria che tira, Roberto Mancini intuisce che alla fine il colpevole di tutto sar lui. Perch ha violato il codice omertoso delle cose di
campo, perch ha esagerato, perch un eterosessuale e non
doveva offendersi, perch
ha la sciarpa ben annodata,
perch ricco, perch faceva troppi colpi di tacco. E
perch, lultima di ieri, nel
2001, da allenatore della
Fiorentina, apostrof il
giornalista Alessio Da Ron-

ch con lepiteto di frocio di m... durante un


litigio. Lepisodio, ricordato ieri da alcuni cronisti fiorentini, viene confermato da Da Ronch, che rammenta anche come il tecnico
non si scus mai. Il web esplode di sdegno, espettorando insulti. A quel punto Mancini, oltre a meditare di querelare chi insister con questa storia,
precisa: Le esternazioni di Napoli sono semplicemente in linea con la mia
storia e la mia cultura calcistica.
5&3;010450
-*OUFSEJ.BODJOJ
BUUVBMNFOUF
UFS[BBQVOUJEBM
/BQPMJQSJNPFB
EBMMB+VWFOUVT

-"10-&.*$"

4JTUBNPOUBOEPVOB
QPMFNJDBFTJTUBOOP
DSFBOEPGB[JPOJ
DIFTQPTUBOP
MBUUFO[JPOFEBM
WFSPQSPCMFNB

Non chiedo di condividere il mio modo di stare nel calcio, ma pretendo rispetto: si sta montando una polemica e si stanno creando fazioni che spostano lattenzione dal vero problema. Vorrei che si mettesse un punto a questa
storia, oggetto di fin troppe strumentalizzazioni. Non ultima quella secondo cui, 15 anni
fa, sarei stato perfino autore dello stesso insulto nei confronti di un giornalista, cosa non
vera: non ho mai utilizzato quel termine perch non ha mai fatto parte del mio linguaggio. Sono giorni difficili per il Mancio: i problemi nel rafforzarsi sul mercato causa bilanci in rosso nonostante il gran girone dandata
dellInter, una certa qual sensazione di essere solo contro tutti acuita dal fattaccio con
Sarri, qualche angustia di natura personale.
Meditare laddio a fine stagione, in questo
contesto, quasi naturale.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-3"110350%&-0*55&
3&"-"-501%&*3*$"7* +67&/564"-10450
*M3FBM.BESJEDPONJMJPOJEJGBUUVSBUPSJNBOFJOUFTUBBMMBDMBTTJGJDB
BOOVBMFEJ%FMPJUUFTVJSJDBWJEFJDMVCFVSPQFJ-B+VWFOUVT QSJNPDMVC
JUBMJBOP DPO NJMJPOJ/FJUPQFOUSBMB3PNB QPTUP 
NMO
EJFUSPBM.JMBO  NMO
NBEBWBOUJBMM*OUFS QPTUP  NMO


"6453"-*"/01&/
'603*#0-&--* )&8*554"-65"*-5&//*4i(3";*&"70*w
#PMFMMJDFEFB5PNJDOFMUVSOP   'BDJMF.VSSBZTVMMBMUSP
BVTUSBMJBOP(SPUI4PSQSFTB7FSEBTDPEPQPBWFSCBUUVUP/BEBMQFSEF
DPOMJTSBFMJBOP4FMB&-FZUPO)FXJUUEJDFBEEJPBMUFOOJTEBWBOUJBMMBTVB
HFOUFj(SB[JFBWPJTFTPOPTUBUPGFMJDFx)BQFSTP  EB'FSSFS



"MMFHSJFVOQSJNBUPEB+VWF
NBJGVPSJOFHMJTDPOUSJEJSFUUJ

%BMMB$IBNQJPOTBMMB$PQQB*UBMJB OFMMFVMUJNFEVFTUBHJPOJJCJBODPOFSJ
IBOOPWJOUPUVUUFMFPUUPQBSUJUFJODVJFSBJOQBMJPMBRVBMJGJDB[JPOF
&."/6&-&(".#"

j"

*/$011"
6OEVFMMPBFSFP
GSB1FSJTJDJF)ZTBK
OFMNBUDIDIF
M*OUFSIBWJOUP
BM4BO1BPMP

TORINO
ME dei

record non frega niente, continua a ripetere Allegri: pu permettersi di parlare


in questa maniera. A lui interessa esercitare il dominio con leggerezza, quasi con
discrezione. Pi dei primati, che invece
erano una specialit di Conte e facevano
chiasso, importa esserci sempre, ovunque e comunque, anche nella competizione che conta meno, anche con i migliori
in panchina: Ma qui sono tutti importanti, dura lasciare fuori qualcuno, ha
twittato lallenatore, che attribuisce questa competitivit estesa allomogeneit
che la rosa ha raggiunto. La Juve non
molla. una questione di fame, assicura Zaza. Dopo la sconfitta con il Sassuolo
cambiata non tanto la mentalit, ma
proprio la fame. Cos i bianconeri continuano a inglobare avversari senza togliersi lappetito: nelle ultime due stagioni non sono stati eliminati da nulla e da
nessuno, anche se poi hanno perso due finali su quattro (a Doha con il Napoli in Supercoppa, a Berlino con il Barcellona). Se
per il traguardo di un club, come ripete
in continuazione Agnelli, arrivare a primavera in corsa su ogni fronte, la Juve di
Allegri ha centrato il cento per cento dei
suoi obiettivi.
La scorsa stagione i bianconeri persero a dicembre, e ai rigori, la Supercoppa
italiana con il Napoli ma poi vinsero comodamente il campionato e arrivarono fino in fondo sia in Champions sia in Coppa
Italia. In Europa eliminarono Olympiacos e Malm nella prima fase e poi via via
Borussia Dortmund, Monaco e Real Madrid. I sorteggi furono fortunati, le qualificazioni meritate. Nella coppa nazionale,
la Juve rifil sei gol al Verona negli ottavi,
pass (fortunosamente) a Parma nei
quarti e poi estromise la Fiorentina in semifinale, recuperando al Franchi (3-0) la
sconfitta dellandata allo Stadium (1-2).
Questanno, sono caduti Borussia Moenchengladbach e Siviglia da una parte e
Torino e Lazio dallaltra. In campionato,
a ottobre la Juve era quasi eliminata, invece a gennaio ha gi eliminato quasi tutti. Nei prossimi due mesi si sapr se questo incanto avr fine oppure no. Di sicuro, il livello di difficolt si alzato parecchio, rispetto a un anno fa: dal Dortmund

*$-6#
&-*.*/"5*

&VSPQB
426"%3&
*O$IBNQJPOTVO
BOOPGB EPQPJM
QPTUPOFMHJSPOF MB
+VWFIBFMJNJOBUP
OFHMJTDPOUSJEJSFUUJ
#PSVTTJB%PSUNVOE
GVPSJ JODBTB

.POBDP JODBTB 
GVPSJ
F3FBM JO
DBTB GVPSJ
1PJJM
LPDPM#BSBJOGJOBMF

*UBMJB

;B[Bi%PQPMBTDPOGJUUBDPO
JM4BTTVPMPDBNCJBUBOPO
UBOUPMBNFOUBMJU NBQSPQSJP
MBGBNFEJRVFTUBTRVBESBw
al Bayern, dalla Fiorentina allInter. Ma a
Torino non vogliono mollare nulla, difatti
sono infastiditi perch in Coppa Italia la
semifinale di ritorno, in calendario mercoled 2 marzo, si giocher ventiquattrore dopo Milan-Alessandria, stesso stadio,
stesso prato. La Juve sperava che la Lega
invertisse i campi per evitare il rischio di
esibirsi su un terreno danneggiato dalle
due gare ravvicinate, ma per ora il programma confermato. N sembra possibile spostare Inter-Juve a gioved 3: per

ragioni di ordine pubblico, Atalanta-Juventus della domenica successiva deve


essere disputata di pomeriggio e non pu
essere posticipata.
Allegri non s mai seduto in poltrona
a guardare gli altri: fino allultimo, la sua
squadra sempre stata protagonista.
Non stato lo stesso per Conte, che ha
vinto a colpi di record tre scudetti ma
stato cacciato per due volte della Champions (Bayern nei quarti, Galatasaray
nella prima fase), una dallEuropa League (Benfica in semifinale) e due dalla
Coppa Italia (Lazio in semifinale, Roma
nei quarti). La sua squadra, almeno nelle
prime due stagioni, era pi debole. Ma
stata anche pi vulnerabile. Questa, invece, arriva sempre fino in fondo, con nonchalance.

426"%3&
6OBOOPGBFMJNJO
7FSPOB JODBTB

1BSNB GVPSJ

'JPSFOUJOB JO
DBTB GVPSJ
QPJ
WJOTFMBDPQQB*UBMJB
TVMMB-B[JPJOGJOBMF
EUT
2VFTUBOOP
IBFMJNJOBUP5PSJOP
OFHMJPUUBWJ
F
-B[JP OFJRVBSUJ


3*130%6;*0/&3*4&37"5"

*-$"40%*4"/3&.0

*-1&340/"((*0503/"*/41"(/"1&35307"3&41";*0%010(-**/'0356/*

*OTVMUJBMMBHVBSEBMJOFF
QVOUPEJQFOBMJ[[B[JPOF

#&/&%&550'&33"3"

-BOVPWBSJQBSUFO[BEJ1FQJUP3PTTJ
FIRENZE.

GENOVA. Un punto di penalizzazione per ingiurie a

carattere sessuale nei confronti dellassistente donna


dellarbitro. successo in Liguria, nel campionato di
Eccellenza. La partita in questione tra LUnione
Sanremo e il Rapallo, la sentenza che ha colpito il
Sanremo di quelle destinate a fare epoca,
solitamente, infatti, la punizione era unammenda o
una partita da giocare a porte chiuse. Il giudice
sportivo della Lega Dilettanti della Liguria, un
avvocato donna, Stella Frasc: Dico solo che non ho
fatto altro che applicare le norme del codice di
giustizia sportiva. E ricordo che la reiterazione pu
anche portare allesclusione dal campionato. Ci sono
andati pesanti, i tifosi sanremesi. Non il solito e
squallido invito a stare a casa a fare la maglia. La
guardalinee Paola Selvini una ragazza giovane e
dalla bellezza mediterranea, questo ha spinto qualche
HB

becero tifoso in tribuna a dare il peggio di s.

(JVTFQQF3PTTJ BOOJ

Ricominciare il suo destino. Addio Firenze. No, arrivederci. Pepito Rossi torna in Spagna. Il Levante
la nuova destinazione. Prestito con
diritto di riscatto fissato a sei milioni,
ma se la Fiorentina ne mette sopra
due se lo riporta a casa. Buena suerte, dicono i tifosi. Non dimenticher
mai i brividi viola, risponde lui, che
dopo tre interventi sul solito ginocchio, mesi e mesi di palestra, valanghe di tweet del tipo Forza ragazzi
e pochi lampi sul campo, ha capito
che Sousa non potr mai concedergli
il tempo di cui ha bisogno per far vedere che Pepito esiste ancora ed
quello che travolge gli avversari coi
dribbling danzanti e quel sinistro irresistibile. Lui rivuole la possibilit di
dimostrare a se stesso e al mondo

che quel ragazzo c ancora. Il giovane americano che il Barcellona voleva dal Villarreal prima del primo maledetto infortunio al ginocchio, ora
torna nei bassifondi della Liga per ritrovare gol, visibilit e quella sensazione prepotente che solo il potere
del suo talento gli aveva dato nei mo-

*/6.&3*



-&3&5**/7*0-"
3PTTJBSSJWBB
'JSFO[FOFM
HFOOBJP
MFQBSUJUF
HJPDBUFDPOMB
'JPSFOUJOBFJ
HPMSFBMJ[[BUJ

*(0-*/";;6330
3PTTJIBHJPDBUP
HBSFDPOMB
NBHMJBB[[VSSB
SFBMJ[[BOEPHPM
1SBOEFMMJMPIB
FTDMVTPEBJ
.POEJBMJ

menti pi belli e perfino in quelli


dellattesa. Lunghi. Infiniti, nervosi.
Prandelli che lo convoca a Coverciano pur sapendo che non potr portarlo in Brasile. Pepito che si era illuso, e
allora la rabbia e una polemica che
non ha senso, perch il rischio troppo grande. Ma quello il passato. Ora
Pepito Rossi si mette a giocare dentro un film che sembra impossibile: rinascere caricandosi sulle spalle una
squadra che soffre nel sottoscala della classifica. Lui ha bisogno di responsabilit, di correre verso la luce e verso un nuovo sogno azzurro. Rossi deve ribaltare una sceneggiatura perfida, come fece quel 20 ottobre del
2013, quando con tre gol spense la Juve per una vittoria che sembrava impossibile. Adesso una nuova sfida no
limits. Quella decisiva.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



3 41035

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

(MJBMUSJTQPSU

46$$&44*%*()&%*/"&1"3*4
*B[[VSSJBWJODFSFMBEJTDFTBB,JU[
CIFM(IFEJOB A
F1BSJT A


4DJ WPHMJBEJSJOOPWBNFOUP
,JU[CIFMMBODJBMJEFB4MBN
%"-/04530*/7*"50
"-&44"/%3"3&5*$0

tempo per il finanziere Christof


Innerhofer: Mai stato cos bene dal 2011, ho avuto coraggio,
ho pennellato le curve, mi sono
divertito. Anche se sar un superG con poche curve e veloce,
pi adatto a Dominik che a me.
Uno Slam? Interessante, e sciare qui speciale: la gente sempre tanta, persino durante gli allenamenti, ti d motivazioni, stimoli. Qui il momento numero

KITZBHEL

inizia tutto e tutto


torna: la sorte e lavventura dello sci. Kitzbhel,
la signora della neve, anzi lombelico del mondo sottozero. La
Wimbledon delle cime. La
Streif, soprattutto, la strada verticale che conduce o sperde, la
discesa delle stimmate. Gustav
Thoeni disse: L pure la sconfitta da leggenda. Pi che una
gara, un sentimento e una condizione dellessere. Un giorno,
sar il nodo del Grand Slam della montagna. Peter Obernauer,
il rappresentante austriaco che
nel comitato locale di coppa
del mondo, ha ritirato fuori lidea che circola da qualche tempo e lha riproposta, per ora in
via informale, agli atleti: 5 gare
per uno Slam sulle grandi classiche della velocit. Oltre Kitz,
Wengen, Beaver Creek, Garmisch e anche Bormio se torna in
calendario. Premi doppi e punti
doppi. Unipotesi che potrebbe
coinvolgere anche le discipline
tecniche, con lo stesso meccanismo. Laustriaco Hannes Reichelt e lazzurro Peter Fill si dicono entusiasti. Dopo le gare in citt, questanno lesordio del giA QUI

-B[[VSSP1FUFS'JMMOFMMBQSPWBEJEJTDFTBMJCFSBB,JU[CIFM
gante parallelo in Alta Badia e
adesso la non remota ipotesi di
una coppa nella coppa del mondo: lo sci vuole innovarsi, uscire
dallinverno e dalle sue valli.
A Kitz tutto possibile. Montepremi di lusso (645mila euro
in tutto), il pi alto del giro, con
soldi fino al 30 piazzamento, il
successo in discesa o slalom vale oltre 70mila euro. Pellicce, vetrine scintillanti, il posto dove
conta dire cero anchio. Oggi il
superG e la combinata, domani
The Race, la libera che ti scolpisce nella leggenda. LItalia cer-

ca la sua maturit, dopo appena


due podi nella velocit (Peter
Fill in America a inizio stagione) e il 4 e 5 posto di Paris e Innerhofer a Wengen la settimana scorsa. Il ragazzone della Val
dUltimo Dominik Paris, 26 anni, ha vinto sulla Streif nel 2013
e per questo c una gondola col
suo nome sopra, lanno scorso si
preso il superG (ed stato 2
in discesa): Amo Kitzbhel e
questa la mia montagna. Sono
in gran forma, anche se la sua
prova non andata ieri un granch, invece secondo miglior

41035
*/#3&7&

-FB[[VSSFOFMNBUDIQFSTPDPOMM6OHIFSJB
1"--"/6050,0$0/-6/()&3*"

*M4FUUFSPTBDSPMMB
PHHJDFSDBJMCSPO[P

1 per tutto il movimento dello


sci, la sua festa. La festa che
non finisce, anzi battezza. Il pi
veloce in prova ieri stato Mattia Casse partito per 47esimo,
ha 25 anni, piemontese, figlio di Alessandro Casse che fu
primatista mondiale del chilometro lanciato e uno dei primi
allenatori di Piero Gros, che ricorda: Mi ha seguito dagli 11 ai
16 anni, con lui vinsi i campionati italiani aspiranti ed entrai in
squadra. Da qui tutto inizia, e
tutto torna.

PER le Olimpiadi se ne dovr riparlare pi


in l. La pallanuoto italiana torna a casa dagli Europei senza qualificazioni per Rio. Dopo il Settebello, vengono meno pure le ragazze del Setterosa, battute in semifinale
per 10-5 dallUngheria, che nella finale di
oggi trova la favorita Olanda (15-14, ma solo ai rigori, contro la Spagna): chi prende il
titolo, prende pure il biglietto per i Giochi.
stata una partita molto fisica che lItalia
ha sofferto e pagato: la nostra nazionale
era la sola fra le dodici partecipanti a non
avere fra le convocate neppure una giocatrice sopra il metro e ottanta. Si rigioca oggi (18.45, Raisport1) per il bronzo contro
le spagnole, battute marted nel girone.
Per andare a Rio le ragazze dovranno
passare dal torneo preolimpico di marzo,
che potrebbe tenersi - come quello maschile - in Italia e non a Gouda, se lOlanda stasera fosse campione dEuropa: dodici nazionali e tre posti in palio. Bella reazione del
Settebello alleliminazione ai quarti: nel
torneo di consolazione 8-6 alla Croazia; gi
6-1 dopo 8 minuti. LItalia gioca domani alle 13.30 con la Spagna per il 5 posto.

BODBS

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

3*130%6;*0/&3*4&37"5"

/FMQSPHFUUPPMUSF,JU[ 
8FOHFO #FBWFS$SFFL 
(BSNJTDIF#PSNJP0HHJ
DPNCJOBUBF4VQFS(

4&3*&#

45"4&3"*-#3&4$*"
"4"-&3/0

0HHJBMMF 4LZ
4QPSUF4LZ$BMDJP

MBOUJDJQPEFM
DBNQJPOBUPEJTFSJF#
USB4BMFSOJUBOB
F#SFTDJB
#6/%&4-*("

4*3*$0.*/$*"$0/
".#63(0#":&3/
-B#VOEFTMJHBSJQBSUF
DPOMBOUJDJQP
"NCVSHP#BZFSO
'PY4QPSUT
"M
UFSNJOFEFMMBOEBUBJ
CBWBSFTJ QSPTTJNJ
BWWFSTBSJEFMMB+VWFJO
$IBNQJPOT FSBOPJO
UFTUBDPOQVOUJTVM
%PSUNVOE
#*"5)-0/

"/$03"8*&3&3
"%"/5&34&-7"

4FUUJNPQPEJP
TUBHJPOBMFJO$PQQB
EFM.POEPQFS
MB[[VSSB%PSPUIFB
8JFSFSTVMQFSDPSTPEJ
DBTB BE"OUFSTFMWB 
EJFUSPMBSVTTB
1PEDIVGBSPWB0SB
JODMBTTJDBHFOFSBMF

3 41035

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

(MJBMUSJTQPSU



%&$*4*0/&"-*."/&-
*(JPDIJTBSBOOPBTTFHOBUJ
B-JNBJMTFUUFNCSF

-BTGJEBQFSJM
"-PTBOOBMJODPOUSPDPO#BDI
TFDPOEPVOTPOEBHHJPJMEFJ
SPNBOJGBWPSFWPMFBMMF0MJNQJBEJ

-BTQJOUBEJ3FO[J
QFSJ(JPDIJEJ3PNB
i$BOEJEBUVSBGPSUJTTJNB
TJBNPRVJQFSWJODFSFw
%"-/04530*/7*"50
"-*(*10/5"/*

Quando in Italia si vuole organizzare un evento importante


a livello internazionale, lei generalmente ?
LOSANNA

Renzi scende da
una Thema blu, guarda
la bandiera italiana affiancata a quella con i cinque cerchi, si gode lattimo. Ah, che
emozione lo spirito olimpico!.
Poi nella sede del Cio a Losanna,
accompagnato dal presidente
Thomas Bach, entra non pi soltanto idealmente nel ruolo che si
assegnato: il condottiero del piccolo esercito che in un anno e
mezzo dovr conquistare i Giochi, portandoli a Roma nel 2024.
Renzi uscir dalla palazzina del
Cio dopo un paio dore, spese per
convincere definitivamente Bach prima e il mondo poi che lui
sulle Olimpiadi fa sul serio (Bello il motto limportante partecipare. Ma noi vogliamo vincere),
e che correr ventre a terra fino al 13 settembre 2017, quando
il Cio sceglier la sede del 24:
Una candidatura straordinaria,
se ne stanno accorgendo tutti,
anche quelli che allinizio storcevano il naso, gli stessi dellExpo.
Non so se siamo in vantaggio su
Parigi, Budapest e Los Angeles.
Ma so che siamo fortissimi.
La visita di Renzi a Losanna
non deve essere registrata come
un puro atto di cortesia, anche se

75%

ATTEO

5SBCBUUVUFFJNQFHOP JM
QSFNJFSJODBTTBMFMPEJ
EFMO$JPi$PSSFSMB
NBSBUPOBOFMMBDBQJUBMFw
Bach aveva gi ricevuto il presidente francese Hollande e il premier ungherese Orban. Renzi ha
voluto andare al di l dei suoi doveri istituzionali propondendosi
al Cio come un atleta a caccia della sua medaglia. Ha monopolizzato il pranzo con Bach, allargato a
tutta la delegazione italiana (i
presidenti del Coni Malag e del
comitato Montezemolo, il direttore generale Diana Bianchedi,
Fiona May che si occupa di relazioni con gli atleti, il vicepresidente Pancalli, i membri olimpici Pescante, Cinquanta e Carraro), con uno show di unora, in
unalternanza di battute (Bach,
tedesco: Non ricordo come finito il mondiale del 90. Renzi: Io
ho dimenticato il risultato di
quello del 2006) e cose serissime: la voglia di sfida del paese, la
capacit italiana di gestire i grandi eventi, il riscatto di Roma, la
garanzia di trasparenza. Investendo sullo sport si cura un pezzo importante della cultura italiana, ha chiosato Renzi, invitando
Bach il 3 agosto allinaugurazione di Casa Italia alle Olimpiadi.
La corsa per il 2024, invece,

-"%&%*$"
*MTBMVUPEJ.BUUFP
3FO[JB5IPNBT
#BDITVMMJCSP
EPSPEFM$JP
i(SB[JFQFSMB
TUSBPSEJOBSJB
PQQPSUVOJU DBSP
QSFTJEFOUF3PNB
WJFUJBTQFUUBw

Favorevole,
la considero
unopportunit

66%

residenti
a Roma

7%
Non so

18%
FONTE IPSOS-GAME CHANGERS

Autorit Portuale di Venezia


ESTRATTO BANDO DI GARA
CON PROCEDURA APERTA
QuestAutorit rende noto che intende affidare,
tramite procedura aperta, lappalto dei
lavori di adeguamento e ripristino
della banchina Emilia nel porto commerciale
di Venezia sezione di Marghera molo B
CIG 6498054BC9 CUP F77E15000080005
Criterio di aggiudicazione: ai sensi dellart. 83
del D.Lgs. n. 163/2006 e dellart. 120 del
D.P.R. n. 207/2010, le offerte sono valutate
con il criterio dellofferta economicamente pi
vantaggiosa, prendendo in considerazione i
criteri, e la corrispondente suddivisione dei
fattori ponderali da assegnare ai criteri stessi,
stabiliti dallart. 17 del Bando di gara.
Luogo di consegna: Porto di Venezia.
Importo
complessivo
dellappalto:
11.253.925,26 (undici milioni duecento
cinquantatremila novecento venticinque),
compresi oneri di sicurezza.
Categoria Prevalente: OG7 Classifica
VI CPV: 45220000-5
Termine ultimo per il ricevimento delle offerte:
entro le ore 12.00 del 08 FEBBRAIO 2016.
Responsabile unico per il procedimento:
Ing. Nicola Torricella
Lavviso di gara viene pubblicato sulla
Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea
n. S-244 del 17/12/2015.
La documentazione di gara resa disponibile
sul sito internet http://www.port.venice.it
dellAutorit Portuale di Venezia, sezione
Amministrazione Trasparente.
Per eventuali chiarimenti contattare
la
Direzione
Tecnica
dellA.P.V.
tel +39 041.533.45.05.
Venezia, 18/01/2016
Il Direttore Tecnico
Dott. Ing. Nicola Torricella

ESTRATTO DI BANDO DI GARA GE 06-15


Servizi di manutenzione e di assistenza tecnica su
apparati e sistemi del data center di Insiel S.p.A.
CIG Lotto 1: 6398935834 - CIG Lotto 2:
6474264BA8 CIG Lotto 3: 6474283B56
Insiel Informatica per il Sistema degli Enti Locali S.p.A. con
socio unico, Via San Francesco dAssisi 43, 34133 Trieste, rende
noto di aver bandito procedura aperta da aggiudicare, ai sensi
dellart. 83 del D. Lgs. 163/2006, con il criterio dellofferta
economicamente pi vantaggiosa, per i servizi in intestazione.
Limporto totale a base dasta fissato in 342.000,00 (Euro
trecentoquarantaduemila/00) IVA esclusa di cui 1.500,00
(Euro millecinquecento/00) per oneri per la sicurezza derivanti
da rischi da interferenze non soggetti a ribasso - cos suddiviso:
Lotto 1 (Servizi di manutenzione e assistenza tecnica in ambito
mainframe): 42.000,00 (euro quarantaduemila/00) di cui
500,00 (Euro cinquecento/00) per oneri per la sicurezza
derivanti da rischi da interferenze non soggetti a ribasso; Lotto
2 (Servizi di manutenzione e assistenza tecnica in ambito Sistemi
RISC): 130.000,00 (euro centotrentamila/00) di cui 500,00
(Euro cinquecento/00) per oneri per la sicurezza derivanti da
rischi da interferenze non soggetti a ribasso; Lotto 3 (Sistemi
x86 e Storage): 170.000,00 (euro centosettantamila/00) di
cui 500,00 (Euro cinquecento/00) per oneri per la sicurezza derivanti da rischi da interferenze non soggetti a ribasso.
Non saranno ammesse offerte pari o in aumento rispetto alla
succitata base dasta.
Il termine inderogabile per la ricezione delle offerte fissato al
29 gennaio 2016 alle ore 12:00.
Il bando stato inviato alla G.U.U.E. in data 9 dicembre 2015.
La documentazione di gara, disponibile in formato elettronico
sul sito http://www.insiel.it (sezione Gare e Acquisti)
Insiel S.p.A.
Responsabile del Procedimento
Alessandro Masolin

Contrario, sono
pi i problemi
che i benefici

71%

residenti in
Provincia

roba lunga e da perderci il fiato.


Coster fatica e soldi (24 milioni
stanziati da Palazzo Chigi per la
promozione) e naturalmente
Renzi non baster, anche se Ba-

ch, tramortito, ha molto apprezzato il very strong dinamismo


del
premier,
laltrettanto
strong coinvolgimento del governo, e lottimo equilibrio tra

tradizione, storia e innovazione. Il Cio non pu che essere felice: Roma un bel nome da spendere per rivitalizzare un movimento in affanno, cos come Parigi e Los Angeles. Tra scandali e
crisi economica, trovare citt
con una storia e un appeal mondiale sta diventando sempre pi
difficile, come dimostrano i referendum persi da Boston e Amburgo. Ma noi non abbiamo nessun
tipo di problema in questo senso, dice Renzi, spavaldo anche
quando lascia trapelare lidea di
prepararsi per la Maratona di Roma a marzo 2017, cos da diventare uno spot vivente (e corrente) della candidatura.
Ci vorr certo molto di pi, e a
questo dovrebbero pensare Malag e Montezemolo, con il dossier che sar inviato il 17 febbraio a Losanna. Un dossier che seguir alla lettera le linee volute
dal Cio con lAgenda 2020 che ha
chiuso lepoca del gigantismo,
aprendo al decentramento (Roma ha gi scelto 11 citt per il torneo di calcio e Cagliari per la vela), al contenimento dei costi
(6,7 miliardi di euro come massimo), soprattutto alla legacy lasciata dai Giochi alla citt. Vedremo come e quanto lottimismo
renziano resister alle prove che
aspettano Roma.
Daltra parte la missione del
premier era stata anticipata dai
risultati del sondaggio - il primo
in assoluto, almeno ad essere stato reso pubblico - sul gradimento
della candidatura. Una dose massiccia di entusiasmo sciorinata
dai dati dello studio Ispos (2200
intervistati tra ottobre e dicembre) secondo i quali il 66% dei residenti nella Capitale vedrebbe
con favore i Giochi in casa, percentuale che salirebbe addirittura al 77% su base nazionale. Un
consenso sorprendente, per non
parlare di quello concesso ai macro eventi in Italia: si va dal 75%
di giudizi positivi per Expo a un
sensazionale 60% per Italia 90.
Potenza dei sondaggi, e di chi
li fa. Di certo, i tre presidenti confluiti a Losanna ieri (del Consiglio, del Coni e di Roma 2024) si
sono goduti il sostegno incassato, sia pure assai meno attendibile di quello certificato da un eventuale referendum, sempre pi inviso a Malag e Montezemolo.
demagogico, abbiamo l85% di
maggioranza espressa dal consiglio comunale: il problema del
consenso per noi risolto, dice il
capo del Coni. Sarebbe un referendum abrogativo, non consultivo: di certo non lo faremo noi,
chiude il capo del comitato. Loro
no, altri chiss. La commissariata Roma, a giugno, avr finalmente un sindaco. E limpressione che i sondaggi pi importanti arriveranno proprio da l.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"



3 130(3"..*

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 

 $"/"-(3"/%&

i4IBOOBSBw JMLPMPTTBMGBOUBTZWBBDPMQPTJDVSP

%"/0/
1&3%&3&

45"//05655*#&/&

6OBO[JBOPWFEPWP 
JOUFSQSFUBUPEB.BSDFMMP
.BTUSPJBOOJ WBBGBSF
WJTJUBBJDJORVFGJHMJ
/PTUBMHJDPFQPFUJDPGJMN
EFMEJ(JVTFQQF
5PSOBUPSF DPOMFNVTJDIF
EJ&OOJP.PSSJDPOF
*SJT

$

STATA lapocalisse, ma devesse-

re partita da un centro fitness. I


superstiti, un sacco di anni dopo,
sono belli e giovani da fare impressione. E
siamo dentro 4IBOOBSB, su Sky Atlantic
stasera il secondo episodio kolossal fantasy a colpo sicuro. I libri sono di Terry
Brooks, un nome che basta essere entrati
in una libreria nellultimo decennio e hai sicuramente visto impilato a dovere. La serie, ambientata in un futuro imprecisato,
ricreata usando la Nuova Zelanda insie-

6.32 Previsioni sulla viabilit Cciss Viaggiare informati


6.45 Unomattina - conducono
Francesca Fialdini e Franco
Di Mare. Allinterno: Che
tempo fa; 6.55 Rai Parlamento Telegiornale; 7.00 /
8.00 / 9.00 / 9.55 Tg 1; 7.30
Tg 1 L.I.S.; 9.30 Tg 1 Flash;
10.00 Storie Vere
11.05 Rai Player
11.10 A conti fatti - La parola a voi
12.00 La prova del cuoco
13.30 Telegiornale
14.00 Tg 1 Economia
14.05 La vita in diretta - conducono Marco Liorni, Cristina
Parodi
15.00 Torto o ragione? . Allinterno: Previsioni sulla
viabilit - Cciss Viaggiare
informati; Che tempo fa
16.30 Tg 1
16.40 La vita in diretta - conducono Marco Liorni, Cristina
Parodi
18.45 LEredit
20.00 Telegiornale
20.30 Affari Tuoi
21.20 Cos lontani cos vicini
- conducono Al Bano, Romina Power. Allinterno:
Tg 1 60 secondi
23.30 Tv7
0.35 TG1 Notte
1.05 Che tempo fa
1.10 Milleeunlibro - Scrittori in
Tv
2.10 Sottovoce
2.25 Memo - Lagenda culturale
3.25 Il Vicolo
4.20 Da Da Da
5.15 RAInews24

7.55
9.25
9.28
9.30
10.30
11.00
13.00
13.30
13.50
14.00
16.15
17.45
17.55
18.00
18.18
18.20
18.50
19.40
20.30
21.00
21.10
21.15
23.15
24.00
0.15
0.45

2.00
2.05
2.10
3.45
5.00
5.40

me a un sacco di effetti speciali anzi incantati. Rispetto alla complessit del 5SPOPEJ
4QBEF siamo in zona molto pi adolescente. I giovani di cui sopra devono impedire
che i Demoni riescano a liberarsi: potrebbero farlo in quanto si sta essiccando la
pianta magica che protegge i buoni dai cattivi. E bisogna piantare un nuovo seme,
preso in custodia: per fortuna, al momento, non sembra profilarsi allorizzonte nessuna multinazionale delle biotecnologie.
3*130%6;*0/&3*4&37"5"

CANALE 5

RAI 3

RAI 2

RAI 1

Un ciclone in convento - Tf
Rai Player
Meteo 2
TG2 Insieme
Cronache animali
I Fatti Vostri - conducono
Giancarlo Magalli, Adriana
Volpe, Marcello Cirillo
Tg 2 Giorno
TG2 Eat Parade
Tg 2 S, Viaggiare
Detto Fatto
Cold Case - Delitti irrisolti Tf
Rai Parlamento Telegiornale
Tg 2 Flash L.I.S.
Rai Tg Sport
Meteo 2
Tg 2
Hawaii Five-0 - Tf
N.C.I.S. - Tf
Tg 2 20.30
Zio Gianni
LOL ;-) - Serie Tv
Lispettore Coliandro - Serie Tv
The Blacklist - Serie Tv
Tg 2
Troppo Giusti
Film: Rosa Morena - di
Carlos Augusto de Oliveira.
Berthelsen, Brbara Garcia, David Dencik
Meteo 2
Appuntamento al cinema
Film: Magnifica presenza - di Ferzan Ozpetek
Film: Shutter - Ombre
dal passato - di Masayuki
Ochiai
Videocomic
Lena - Tf

6.00
7.00
7.30
8.00
10.00
11.00
11.10
11.55
12.00
12.25
12.45
13.10
14.00
14.05
14.20
14.25
14.50
15.00
15.05
15.10
15.15
16.00
16.40
19.00
19.30
19.32
20.00
20.15
20.35
21.05
23.00
24.00
1.00
1.05
1.15
1.20
1.50

Rai News 24
TGR Buongiorno Italia
TGR Buongiorno Regione
Agor
Mi manda Raitre
Elisir - conducono Michele
Mirabella, Virginie Vassart
Tg 3 Minuti
Meteo 3
Tg 3
Tg3 Fuori Tg
Pane quotidiano
Il tempo e la storia
Tg Regione
Tg Regione Meteo
Tg 3
Meteo 3
TGR Leonardo
Tg 3 L.I.S.
TGR Piazza Affari
Rai Player
La casa nella prateria - Tf
Aspettando Geo
Geo - conducono Sveva Sagramola, Emanuele Biggi
Tg 3
Tg Regione
Tg Regione Meteo
Blob
Sconosciuti
Un posto al Sole
Film: The Tourist - di
Florian Henckel von Donnersmarck
Chiedi a pap
Tg 3 Linea Notte
Meteo 3
Rai Parlamento Telegiornale
Appuntamento al cinema
Memex
Fuori orario. Cose (mai)
viste

4$3*5503&
5FSSZ
#SPPLT
MBVUPSF
EJ4IBOOBSB

ITALIA 1

6.00 Tg 5 Prima pagina. Allinterno: 7.55 Traffico; Meteo.it


8.00 Tg 5 Mattina
8.45 Mattino cinque - conducono Federica Panicucci,
Federico Novella. Allinterno: 10.00 Tg 5 Ore 10
11.00 Forum
13.00 Tg5. Allinterno: Meteo.it
13.40 Beautiful
14.10 Una vita
14.45 Uomini e donne - conduce
Maria De Filippi
16.10 Il segreto - con Megan
Montaner, Alex Gadea,
Maria Bouzas
17.10 Pomeriggio cinque - conduce Barbara DUrso
18.10 Tg5 minuti
18.45 Caduta libera - conduce
Gerry Scotti
19.55 Prima pagina Tg 5
20.00 Tg 5. Allinterno: Meteo.it
20.40 Striscia la notizia - La voce
dellinvadenza
21.10 Tutti insieme allimprovviso - Tf, con Giorgio Panariello, Lorenza Indovina,
Lucia Ocone
23.30 Supercinema
24.00 X-Style
0.30 Tg5 - Notte. Allinterno:
Meteo.it; 1.00 Striscia la
notizia - La voce dellinvadenza
1.20 Uomini e donne - conduce
Maria De Filippi
4.30 Tg 5. Allinterno: Meteo.it
5.00 Mediashopping
5.15 Tg5 - Notte. Allinterno:
Meteo.it
5.45 Mediashopping

RETE 4

6.15 Mediashopping
6.45 Piccolo Lord
7.10 Marco dagli Appennini alle
Ande
7.35 Pollyanna
8.00 Georgie
8.25 Un mamma per amica Serie Tv
10.25 Everwood - Serie Tv
12.25 Studio Aperto
12.58 Meteo.it
13.05 Sport Mediaset
13.45 I Simpson
14.35 Futurama
15.00 Big Bang Theory
15.25 2 Broke Girls
15.50 How I Met Your Mother - Tf
16.40 La vita secondo Jim -Smith,
Larry Joe Campbell
17.35 Mike & Molly - Tf
18.10 Camera Caf
18.30 Studio Aperto. Allinterno:
Meteo.it
19.25 C.S.I. - Scena del crimine Tf
21.10 Flash - Tf
22.00 Arrow - Tf
23.05 Gotham - Tf
24.00 Non ce la faremo mai - The
Pills
1.20 Film: Faccia di Picasso
- di Massimo Ceccherini.
Allinterno: 2.00 Tgcom;
Meteo.it
3.15 Premium Sport
3.40 Studio Aperto - La giornata
3.55 Mediashopping
4.10 Yu - Gi - Oh!
4.50 Highlander - Tf
5.40 Mediashopping
5.55 Provaci ancora Gary - Tf.
Austin

6.00
6.20
6.50
9.10
9.40
10.45
11.30
12.00
13.00
14.00
15.30
15.55

18.55
19.30
20.30
21.15
0.20
0.25

1.30
2.30
2.50
4.12
4.15

LA SETTE

Tg 4 Night News
Mediashopping
Quincy - Tf
Cuore ribelle
Carabinieri - Tf
Ricette allitaliana
Tg 4 - Telegiornale. Allinterno: Meteo.it
Detective in corsia - Tf
La signora in giallo - Tf
Lo sportello di Forum
Ieri e oggi in Tv
Film: La venticinquesima ora - di Henri Verneuil. Allinterno: 16.35
Tgcom; Meteo.it
Tg 4 - Telegiornale. Allinterno: Meteo.it
Tempesta damore - con
Mona Seefried, Simone
Ritscher, Erich Altenkopf
Dalla vostra parte - conduce Paolo Del Debbio
Quarto grado - conduce
Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero
I bellissimi di Rete 4
Film: Turista per caso di Lawrence Kasdan, con
William Hurt, Kathleen
Turner, Geena Davis, Amy
Wright
Tg 4 Night News. Allinterno: Meteo.it
Mediashopping
Due per tre - Tf
Help
Premiatissima 1982

6.00
6.10
6.30
7.30
7.50
7.55
9.45
11.00
13.30
14.00
14.20
16.30

18.20
20.00
20.35
21.10
22.41
0.40
1.15
3.15
4.20

Meteo - Traffico
Oroscopo
Omnibus News
Tg La7
Meteo
Omnibus dibattito - con
Alessandra Sardoni
Coffee Break - conduce
Andrea Pancani
Laria che tira - conduce
Myrta Merlino
Tg La7
Tg La7 Cronache
Tagad - conduce Tiziana
Panella
Il commissario Cordier - Tf,
con Pierre Mondy, Bruno
Madinier, Antonella Lualdi
Lispettore Barnaby - Tf,
con John Nettles, Jane
Wymark, Barry Jackson
Tg La7
Otto e mezzo - conduce Lilli
Gruber
Il Meglio del paese delle
Meraviglie - conduce
Maurizio Crozza
Bersaglio Mobile - conduce Enrico Mentana.
Allinterno: 0.30 Tg La7
Otto e mezzo (r)
Tagad (r)
Coffee Break (r)
Laria che tira (r)

DEEJAY TV
14.05
14.30
15.20
16.10
17.05
18.00
18.55
19.50
20.20
21.15
23.05
23.50
0.35
1.55
2.35

Chi diavolo ho sposato?


Crimini del cuore
Scomparsi
Undercover Boss
Milionario in incognito
Amici di Maria De Filippi
Rimozione forzata
Rimozione forzata
Cucine da incubo USA
Film: Senti chi parla
adesso - di Tom Ropelewski
Undressed
Undressed
Sulle orme dellassassino
Body Bizarre
Appuntamenti da incubo

LA EFFE
16.25 RED - David Rocco Dolce
Vita
17.00 RED - Jamie: ricette a 5
euro
19.00 RED - David Rocco Dolce
Vita
20.00 RED - Il cuoco vagabondo
21.05 Film: Le invasioni barbariche - di Denys Arcand
23.05 Annika: Crime reporter - Tf
0.50 Film: Che - LArgentino
- di Steven Soderbergh,
con Benicio Del Toro,
Franka Potente, Santiago
Cabrera, Demin Bichir
3.40 RED - Bourdain: Cucine
segrete
4.35 RED - Bourdain: senza
prenotazione
5.25 Effetto notte

RAI
QRAI 4
10.35
11.30
12.15
13.00
13.10
13.55
14.35
15.00
15.30
16.15
17.00
17.40
17.45
18.30
19.15
19.25
19.35
20.20
21.10
22.00
22.50
23.45
0.45
0.50
0.55
1.25
1.50
2.35
3.20
4.00
4.40
5.25

QPREMIUM
15.25
15.55
16.50
17.45
17.50
18.40
19.30
19.40
20.25
21.20
23.05
0.55
1.00
1.45
2.40
3.15

Sulle tracce del crimine


Rookie Blue
Rookie Blue
Rai Player
Heroes
Heroes
Fairy Tail
Fairy Tail
Streghe
Streghe
Streghe
Rai News - Giorno
Rookie Blue
Rookie Blue
Rai Player
Web Series Collection
Supernatural
Once upon a time
Once upon a time
Doctor Who
Black Sails
Trono di Spade
Anica appuntamento al cinema
Rai News - Notte
Fairy Tail
Fairy Tail
Star Trek Enterprise
Star Trek Enterprise
Stargate Atlantis
Stargate Atlantis
Joan of ArcadiaI
Kyle XY

Cuori Rubati
Un Medico In Famiglia
Un Medico In Famiglia
Rai News - Giorno
Cedar Cove
Pasion Prohibida
Rai Player
Terra Nostra
Una Grande Famiglia
Per Amore Del Mio Popolo
Non Uccidere 2
Rai News - Notte
Lady Cop
Mister Premium
Don Fumino
La Nuova Squadra: Spaccanapoli

QMOVIE
14.45 Film: LAlbatros - Oltre la tempesta
- di Ridley Scott, con Jeff Bridges, Caroline
Goodall, John Savage, Scott Wolf
16.50 Rai news - Giorno
16.55 Rai player
17.05 Film: Il treno - di John Frankenheimer, con
Burt Lancaster, Paul Scofiel
19.25 Film: Sapore di mare 2 - Un anno dopo
- di Bruno Cortini, con Gianni Ansaldi, Angelo
Cannavacciolo, Massimo Ciavarro
21.15 Film: Lipnotista - di Lasse Hallstrm, con
Tobias Zilliacus, Mikael Persbrandt, Lena Olin

MEDIASET PREMIUM

15.10
16.00
16.50
17.45
18.40
19.30
20.25
21.15
22.05
23.00
23.50
0.40
1.30
2.20

Grandi predatori
Night
Animal Science
Mega aerei
Mega ingegneria: Cina
Come fatto il cibo
Come fatto
Mega navi
Mega naufragi
Come funziona lUniverso
Alieni: nuove rivelazioni
Io e i miei parassiti
La storia dellUniverso
Le meraviglie del mondo
sommerso

16.10
17.05
18.00
18.05
18.40
19.35
20.30
20.40
21.15
22.45
23.15
23.50
23.55
1.10
2.05

Strinarte
Nello Studio Di Mondrian
Rai News - Giorno
Passepartout
Una Citt Tre Imperi
Memo LAgenda Culturale
Rai Player
Passepartout
Film: Noi Poeti
Ubiq
Terza Pagina
Intro Doors Live At The Bowl 68
Doors Live At The Bowl 68
Special Umbria Jazz Winter 2014/15
Rai News - Notte

GIALLO

8.53 Radio America - di Robert Altman


Premium Cinema
9.15 Miracolo sull8 strada - di Matthew
Robbins Studio Universal
10.16 The Mothman prophecies - Voci
dallombra - di Mark Pellington
Premium Cinema Energy
11.23 Lady in the Water - di M. Night
Shyamalan Premium Cinema
12.30 Lultimo samurai - di Edward Zwick
Premium Cinema Emotion
13.53 Una storia vera - di David Lynch Studio
Universal
14.15 Out of Time - di Carl Franklin Premium
Cinema Energy
15.03 Shopgirl - di Anand Tucker Premium
Cinema Emotion
15.22 Necropolis - La citt dei morti - di John
Erick Dowdle Premium Cinema
16.06 Fire with Fire - di David Barrett
Premium Cinema Energy
16.15 La tamburina - di George Roy Hill Studio
Universal

QRAI 5

QCINEMA

FOCUS

23.15 Film: No - I giorni dellarcobaleno - di


Pablo Larran, con Gael Garca Bernal, Alfredo
Castro, Antonia Zegers
1.15 Rai news - Notte
1.20 Anica - Appuntamento al cinema
1.25 Film: American party - di Andy Fickman,
con Leslie Appleyard, William Atherthon
3.05 Movie mag
3.35 Film: Furyo - di Nagisa shima, con David
Bowie, Ryuichi Sakamoto, Tom Conti
5.30 Film: La porta sul buio - La bambola - di
Mario Foglietti, con Robert Hoffmann, Mara
Venier, Gianfranco DAngelo

17.04 Fast & Furious 7 - di James Wan


Premium Cinema
17.48 Ballistic - di Wych Kaosayananda
Premium Cinema Energy
19.24 Delitto alla Casa Bianca - di Dwight H.
Little Premium Cinema Energy
19.26 Come un uragano - di George C. Wolfe
Premium Cinema
21.15 Strangerland - di Kim Farrant Premium
Cinema
21.15 Un amore senza tempo - di Lajos Koltai
Premium Cinema Emotion
21.15 The Departed - Il bene e il male - di Martin
Scorsese
Premium Cinema Energy
21.21 Rocky - di John G. Avildsen Studio
Universal
23.14 Mystic River - di Clint Eastwood
Premium Cinema
23.48 Formula per un delitto - di Barbet
Schroeder Premium Cinema Energy
0.05 Elizabethtown - di Cameron Crowe
Studio Universal

CIELO
15.45 Fratelli in affari
16.45 Vendite impossibili
17.15 Tiny House-Piccole case per
vivere in grande
18.15 Fratelli in affari
19.15 Affari al buio
20.15 Affari di famiglia
21.10 Pioggia infernale
23.00 Laure
0.45 Scambisti
2.30 The Joy of Teen Sex
3.30 Sesso a quattro zampe
4.30 Most Dangerous - Pericolo
reale

TV2000

9.45
10.35
11.30
12.20
13.10
14.05
14.45
15.35
16.40
17.35
18.25
19.20
20.10
21.05
22.00
22.50
23.40
0.40
1.30
2.20
3.10
4.10
5.05

Wolff, un poliziotto a Berlino


Squadra Emergenza
Squadra Emergenza
Bones
Bones
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Law & Order - I due volti della giustizia
Bones
Bones
Bones
Bones
Bones
Bones
Cherif
Cherif
Nightmare Next Door
Nightmare Next Door
Squadra Emergenza
Squadra Emergenza
Squadra Emergenza
Squadra Emergenza

15.00 La Coroncina Della Divina


Misericordia
15.20 Siamo Noi
17.30 Il Diario Di Papa Francesco
18.00 Rosario Da Lourdes
18.30 Tg 2000
19.00 Attenti Al Lupo
19.35 Il Mio Medico
20.00 Rosario Da Lourdes
20.35 Tg Tg
21.00 Non mangiate le margherite
22.55 Effetto Notte
23.25 Rosario Dal Santuario Di
Pompei
24.00 Effetto Notte

REAL TIME
10.00
10.55
12.50
13.50
14.45
15.45
16.40
17.10
19.10
20.10
21.10
23.05
0.05
2.00
2.50

Le mie cinque mogli


Ucciderei per te
Alta infedelt
Amici di Maria De Filippi
Il boss delle torte
Abito da sposa cercasi: Atlanta
Abito da sposa cercasi: Atlanta
Quattro matrimoni
Cucine da incubo USA
Take Me Out: esci con me
Hotel da incubo Italia
Il boss delle cerimonie
Malattie imbarazzanti
Life Shock
24 ore in sala parto

SATELLITE

DIGITALE TERRESTRE

"/50/*0%*10--*/"

SKY

[servizio a pagamento]

QCINEMA MATTINA
8.25 Cooper: un angelo inaspettato - di Robin
Nations Sky Cinema Hits HD
9.10 Lucky, re del deserto - di Sergei Bodrov
Sky Cinema Family
10.40 In viaggio con pap - di Alberto Sordi
Sky Cinema Comedy HD
11.00 Mamma che notte! - di Andrew Erwin,
Jon Erwin Sky Cinema Passion HD
12.10 Ella Enchanted - Il magico mondo di
Ella - di Tommy OHaver Sky Cinema
Family
12.40 F.B.I - Protezione testimoni 2 - di
Howard Deutch Sky Cinema Hits HD
13.50 Ruby Red - di Felix Fuchssteiner Sky
Cinema Family
14.10 Natale in crociera - di Neri Parenti Sky
Cinema Comedy HD

QCINEMA POMERIGGIO

QCINEMA SERA

QCINEMA NOTTE

15.10 Case 39 - di Christian Alvart Sky


Cinema Max HD
16.10 Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato - di
Peter Jackson Sky Cinema 1 HD
17.35 Colpi di fortuna - di N. Parenti Sky
Cinema Hits HD
18.40 Caccia a Ottobre Rosso - di John
McTiernan Sky Cinema Max HD
19.05 The Gambler - di Rupert Wyatt Sky
Cinema 1 HD
19.20 Ultimi della classe - di Luca Biglione Sky
Cinema Comedy HD
19.20 Tutta colpa del vulcano - di Alexandre
Coffre Sky Cinema Passion HD
19.25 Hercules: La leggenda ha inizio - di
Renny Harlin
Sky Cinema Hits HD

21.00 Jack del Cactus - di Hal Needham Sky


Cinema Classics
21.00 Effetti collaterali - di Penelope Spheeris
Sky Cinema Comedy HD
21.00 Il mio amico Nanuk - di Roger
Spottiswoode, Brando Quilici Sky
Cinema Family
21.00 A testa alta - di Kevin Bray Sky Cinema
Max HD
21.10 Still Alice - di Richard Glatzer, Wash
Westmoreland Sky Cinema 1 HD
21.10 Sotto una buona stella - di C. Verdone
Sky Cinema Hits HD
22.35 Il cobra - di Mario Sequi Sky Cinema
Classics
22.35 Spy Kids - di Robert Rodriguez Sky
Cinema Family

22.35 Venerd 13 - di Marcus Nispel Sky


Cinema Max HD
22.40 Che ne sar di noi - di Giovanni Veronesi
Sky Cinema Comedy HD
22.40 Baby Boom - di Charles Shyer Sky
Cinema Passion HD
22.55 Una notte al museo 3 - Il segreto del
faraone - di Shawn Levy Sky Cinema 1
HD
23.00 Larte di vincere - di B. Miller Sky
Cinema Hits HD
0.20 In Dreams - di Neil Jordan Sky Cinema
Max HD
0.25 Allultimo respiro - di Jim McBride Sky
Cinema Classics
0.30 Natale sul Nilo - di Neri Parenti Sky
Cinema Comedy HD

14.00 Football americano: NCAA: Bowl


National Championship Sky Sport 2
HD
14.30 Tennis: Highlights Tennis Eurosport 2
15.45 Calcio: Genoa - Palermo Serie A Sky
Sport 3 HD
16.00 Sci alpino: SuperG Valido per la
Combinata Coppa del Mondo M
Eurosport
16.30 Rugby: Tolone - Wasps European
Champions Cup Sky Sport 2 HD
17.35 Calcio: Juventus - Roma 22/04/12 Serie
A 2011/12 Sky Sport 1 HD
18.00 Calcio: Juventus - Roma 29/09/12 Serie
A 2012/13 Sky Sport 1 HD

19.00 Salto con gli sci: HS 134 Coppa del


Mondo M Eurosport 2
19.45 Calcio: Bologna - Lazio Serie A Sky
Supercalcio HD
20.00 Salto con gli sci: HS 134 Coppa del
Mondo M Eurosport
20.00 Sci alpino: Slalom Speciale Valido per
la Combinata Coppa del Mondo M
Eurosport 2
20.00 Wrestling: WWE Main Event Sky
Sport 2 HD
20.25 Calcio: Salernitana - Brescia Serie B Sky
Sport 1 HD
20.30 Calcio: Salernitana - Brescia Serie B Sky
Supercalcio HD

21.00 Biathlon: Sprint Coppa del Mondo M


Eurosport
21.00 Wrestling: WWE Domestic
Smackdown! Sky Sport 2 HD
21.00 Golf: PGA European Tour The Abu Dhabi
Golf Championship Sky Sport 3 HD
21.30 Tennis: Terzo turno Australian Open
Eurosport 2
22.00 Tennis: Tennis Eurosport
22.45 Motonautica: Abu Dhabi F1 H2O World
Championship Sky Sport 2 HD
23.00 Tennis: Terzo turno Australian Open
Eurosport
23.15 Basket: Iowa - Oklahoma NCAA Sky
Sport 2 HD

14.30 Modern Family Fox Comedy


15.00 Come vincere facile National
Geographic
15.35 2 Broke Girls Fox HD
15.45 CSI Miami Fox Crime HD
16.20 Aiutami Hope Fox Comedy
16.55 How I Met Your Mother Fox HD
17.10 Friends Fox Comedy
17.50 How I Met Your Mother Fox HD
18.10 Tutto in famiglia Fox Comedy
18.40 Tutto in famiglia Fox Comedy
18.45 I Simpson Fox HD
19.10 I Simpson Fox HD
19.15 Criminal Minds Fox Crime HD
19.15 Greys Anatomy Fox Life
19.30 Luomo di casa Fox Comedy

20.25
20.30
20.50
20.55

22.45
22.45
22.50
22.50

QSPORT
8.00 Golf: PGA European Tour The Abu Dhabi
Golf Championship Sky Sport 2 HD
9.45 Calcio: Crotone - Cagliari Serie B Sky
Supercalcio HD
10.00 Football americano: NCAA: Bowl
National Championship Sky Sport 3
HD
11.30 Sci alpino: SuperG Valido per la
Combinata Coppa del Mondo M
Eurosport 2
12.30 Calcio: Juventus - Roma 23/01/10 Serie
A 2009/10 Sky Supercalcio HD
13.30 Calcio: Juventus - Roma 29/09/12 Serie
A 2012/13
Sky Supercalcio HD

FOX
8.30
9.25
9.50
10.25
11.15
11.40
11.40
12.30
13.05
13.25
13.55
14.00
14.05
14.10
14.20

Tutto in famiglia Fox Comedy


Modern Family Fox Comedy
Luomo di casa Fox Comedy
Come vincere facile National
Geographic
Bones Fox Crime HD
Tutto in famiglia Fox Comedy
I Simpson Fox HD
Friends Fox Comedy
Greys Anatomy Fox Life
How I Met Your Mother Fox HD
I Simpson Fox HD
Criminal Minds Fox Crime HD
Modern Family Fox Comedy
Sex & the City Fox Life
I Simpson Fox HD

21.00
21.00
21.20
21.25
21.45
21.50
21.55
21.55
22.05
22.15

Modern Family Fox Comedy


2 Broke Girls Fox HD
Modern Family Fox Comedy
Limpero della droga National
Geographic
The Blacklist Fox Crime HD
The Big Bang Theory Fox HD
Modern Family Fox Comedy
The Big Bang Theory Fox HD
Friends Fox Comedy
Sleepy Hollow Fox HD
Profiling Fox Crime HD
Le regole del mercato nero National
Geographic
Scandal Fox Life
Friends Fox Comedy

23.10
23.35
23.40
23.45
23.45
23.55
0.05
0.05
0.15

Fresh Off The Boat Fox Comedy


Sleepy Hollow Fox HD
The Blacklist Fox Crime HD
Autostrada per linferno. Missione
Europa National Geographic
Fresh Off The Boat Fox Comedy
Fresh Off The Boat Fox Comedy
2 Broke Girls Fox HD
Bones Fox Crime HD
Come vincere facile National
Geographic
Greys Anatomy Fox Life
Friends Fox Comedy
Mom Fox HD
Come vincere facile National
Geographic

.&5&0

la Repubblica 7&/&3%  (&//"*0 


METEO.REPUBBLICA.IT

Oggi in Italia

LEGENDA

Sole

MARI E VENTI

Bolzano
Trento

Nuvoloso

NORD

Variabile

Aosta

Ampio soleggiamento salvo pi


nubi e locali nebbie sulle aree di
pianura e sul Cuneese. Molto
freddo al mattino con gelate
estese.

Coperto
Pioggia

Milano

Trieste

Torino

Venezia
Bologna

Rovesci

Genova

Grandine

Ancona

Firenze
Temporali

Perugia

Nebbia
Neve

CENTRO

MARE

Calmo
Mosso
Agitato

Cieli nuvolosi con locali piogge e


qualche debole nevicata a quote
medio-basse tra Sud Marche,
Abruzzo e Molise. Pi sole
altrove.

LAquila

Roma
Campobasso

Bari

Ancona
Anzio
Bari
Cagliari
Civitavecchia
Genova
La Spezia
Livorno
Messina
Napoli
Olbia
Palermo
Pescara
Taranto
Trieste
Venezia

Napoli

Calmo
Moderato
Forte
Molto
forte

SUD

Nubi irregolari e locali piogge su


Centrosud Calabria e Est
Sicilia.Addensamenti in
Appennino con rari fiocchi a
600/800 m. Buono altrove.

15 NNE
2 NNO
3

10

11

ENE

6 OSO
12

INDICE UV

0-2

Basso

3-5

Moderato

11

NO

NE

11 NNO
6

ENE

NE

Catanzaro
Palermo
Reggio Calabria
Catania

Alto

8 - 10 Molto alto
>11

Estremo

IL SOLE

SORGE
TRAMONTA

Bari

Napoli

Palermo

Roma

Bologna

Firenze

Milano

Genova

Torino

7.13
16.56

7.22
17.06

7.20
17.17

7.32
17.11

7.45
17.08

7.43
17.11

7.55
17.14

7.54
17.18

8.00
17.21

realizzazione:
LA LUNA
1 QUARTO
15 FEB

dati:
PIENA
24 GEN

ULT. QUARTO
1 FEB

NE

11

Potenza

Cagliari

IERI

10

Olbia

VENTO

6-7

LE TEMPERATURE MASSIME E MINIME - UV

Vento: km/h e provenienza


MARE VENTO

NUOVA
8 FEB

Alghero
8
Ancona
5
Aosta
-6
Bari
2
Bologna
-4
Bolzano
-2
Brindisi
5
Cagliari
9
Campobasso -1
Catania
5
Catanzaro
4
Firenze
1
Genova
5
Imperia
8
L'Aquila
2
Messina
8
Milano
-3
Napoli
7
Olbia
5
Palermo
8
Perugia
1
Pescara
4
Pisa
1
Potenza
-1
Reggio C.
5
Rimini
1
Roma Fium. 7
Roma Urbe 7
Torino
-4
Trento
-1
Trieste
-1
Venezia
-1
Verona
-3

OGGI
8

-2

10

-3

-2

-4

-2

10

10

10

15

15

14

-4

10

-1

-6

15

15

14

11

-1

10

10

-1

14

10

13

11

13

-3

-1

12

11

10

13

13

14

14

14

10

14

-1

-3

-2

-5

15

14

14

12

11

11

12

11

11

-4

-1

-3

-1

-1

DOMANI POMERIGGIO

DOMENICA

LUNED

Nord: fiocchi su Alto


Adige e nubi basse su
Liguria e basso Veneto ma
senza fenomeni, sole
altrove. Centro: bel tempo
prevalente salvo locali
addensamenti su Toscana,
Nord Sardegna e Abruzzo.
Sud: bel tempo salvo una
locale parziale nuvolosit.

Nord: nubi sulla Liguria


con deboli piovaschi; pi
asciutto altrove e con pi
sole, ma nebbie in
pianura. Centro: piovaschi
su Nord Sardegna, sole
altrove. Sud: pi nubi e
locali piovaschi sul
Centronord della Sicilia e
Puglia, pi sole altrove.

Nord: pi nubi piovaschi


sulla Liguria e sud est
Piemonte, bel tempo
altrove. Centro:
addensamenti piovaschi
su alta Toscana e sul
Sassari se, in Sardegna.
Sole sul resto delle
regioni. Sud: bel tempo e
sole su tutte le regioni
salvo poche nubi sparse.

EUROPA

Perturbazione atlantica con piogge sul Regno Unito,


sull'Ovest e Centronord della Francia e localmente
sul Nordovest della Penisola iberica. Aria molto
fredda, artica continua a interessare la Scandinavia,
le regioni baltiche e tutto l'Est Europa, con fenomeni
localizzati ma in forma nevosa fino a bassa quota,
specie sulle aree di Nordest. Locali infiltrazioni di
aria fresca con locali piogge anche sul Mediterraneo
orientale, tempo pi asciutto e ampiamente
soleggiato sul resto del continente.

Helsinki
-22/-10

Stoccolma
Oslo -16/-9

-18/-4

Tallin
Riga
-14/-6

Copenaghen

Dublino

-10/-8

-5/-1

6/11

Minsk

Amsterdam

Londra

Berlino

-2/3

3/9

-4/4

Parigi

-13/-9

-8/-3

Praga

Bruxelles

-13/-7

Varsavia
-7/-3

-10/-6

Vienna

-7/-2

Budapest
Berna
-7/1

-8/-1

Lubiana

Bucarest

-8/1

Belgrado
Sarajevo

-13/-7

-9/-1

-8/1

Madrid
15/17

Kiev

Bratislava

-3/5

Lisbona

Vilnius

So a

-14/-4

6/11

Roma

Tirana
-1/8

Atene
6/11

Istanbul
-2/3

Auckland
Mosca
Beirut
Bombay
Buenos Aires
Caracas
Chicago
Citt del Capo
Citt del Messico
Dubai
Filadelfia
Gerusalemme
Hong Kong
Il Cairo
Johannesburg
L'Avana
Los Angeles
Manila
Melbourne
Miami
New Delhi
New York
Pechino
Rio de Janeiro
San Paolo
Santiago
Seoul
Shanghai
Singapore
Sydney
Tokyo
Toronto
Washington

19 23
-14 -11
11 17
15 29
26 36
17 25
-7

-1

22 26
8 18
15 24
-4

5 14
9 14
6 19
16 21
19 22
12 17
25 28
17 25
17 22
6 17
-6

-1

-11

-6

22 25
16 23
17 29
-11

-2

26 28
24 26
1

-12

-3

-5

-1

UV
13

DOMANI MATTINA

Nel mondo

DOMANI
7

13

Nord: fiocchi a bassa


quota sul centro est Alpi
pi nubi su Friuli VG, coste
del Nordest e Liguria, sole
altrove. Centro: bel tempo
prevalente salvo una
diffusa parziale
nuvolosit. Sud: piovaschi
su est Sicilia, bel tempo
prevalente altrove.

TEMPERATURE
NEL RESTO DEL MONDO
MASSIME E MINIME

UV
7

13